Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 68 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
  Stampa pagina

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 03/11/2017, 23:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
E dopo il trailer del nuovissimo film TWC Studios "Pure Country: Pure Heart" con Shawn Gates nei panni di un vecchio cantante country, bentornati a Friday Night Indoor War. La linea passa subito nel backstage, dove la nostra Ally Sullivan è in compagnia di tre ospiti molto particolari.

Immagine


AS: Ladies and gentlemen, sono qui con me i compagni bikers di Vincent Cross, ovvero...

La ragazza viene immediatamente circondata, senza neanche il tempo di finire la frase.

ImmagineImmagineImmagine


Spoony! Il Biker donnaiolo, accompagnato dai suoi colleghi Ben Roberts e Street Dog Raymond! Grande ritorno per l'ex lottatore della TWC, che parlotta con Roberts mentre Spoony si aggiusta gli occhiali. Ed è proprio da Raymond che si porta la nostra Ally Sullivan!

AS: Data la tua presenza, Raymond, non posso fare a meno di chiederti: come ti senti al tuo ritorno in TWC? C'è qualcosa che...

SPN: Ferma, angioletto.

Spoony si frappone tra intervistatrice e Raymond.

SPN: La vera star in tutto questo sono io, non dimenticartelo.

Ally sospira, ma ecco che cavallerescamente Raymond spinge via il donnaiolo!

SDR: Mi ha fatto una domanda. Continui pure, signorina.

AS: Grazie. Ecco, che cosa ha da dire al TWC Universe?

SDR: Che Kevin Manson cadrà presto.

Il lottatore inglese sorride.

SDR: Per batterlo devi essere disposto ad affondare i tuoi denti nella sua carne, se necessario. E qualcuno così in TWC c'è. Per il resto non mi sento di dire nient'altro che ho trovato questa federazione molto, molto cambiata, ma nonostante tutto sono contento di essere qua. Anche se devo girare assieme ad un uomo che non sa come difendere la propria incolumità.

Spoony sospira. Ben scuote il capo.

SDR: Per me è tutto. Puoi tornare ad intervistare il futuro cadavere.

SPN: Grazie per la fiducia, disgraziati.

Il donnaiolo si avvicina al microfono.

SPN: Donna più bella del mondo dopo Agnes, dimmi pure.

Ally scuote il capo.

AS: Ecco, è proprio di questo che il TWC voleva parlarle, signor Spoony. Diciamo che, secondo un recente sondaggio condotto su un campione di diecimila TWC Fans, le probabilità che lei vinca la sua sfida contro Gunther Schmidt sono pari al ritrovamento del cadavere di Jimmy Hoffa. O alla possibilità che l'Unione Sovietica rinasca. O alla possibilità che...

SPN: Tu, donna, so cosa stai cercando di fare, ma non funzionerà!

Spoony si aggiusta gli occhiali.

SPN: So che stai cercando di farmi desistere per convincermi a sedurti, ma io non lo farò! Io sono un uomo fedele! Io sono un uomo innamorato, e non mi lascerò distrarre da qualsivoglia meretrice!

Ben si passa una mano sulla faccia.

SDR: Lo lasci stare signorina, è partito.

SPN: Sì, sono partito! Ho preso il treno dell'amore e mi sono lasciato trasportare dalla sua corrente! Ormai è un viaggio continuo, una cosa eterna! Il treno dell'amore muove tutti i miei pensieri! Agnes, Agnes, dolce Agnes, io penso solo a lei!

Spoony si slaccia il giacchetto, rivelando una maglietta bianca con sopra scritto "Agnes Schneider Spoony Official Fan Club" inscritto dentro un cuore gigante! Ben urla dentro la spalla sinistra di Raymond mentre il donnaiolo rimane a braccia aperte per mostrare la maglietta.

BR: L'abbiamo perso.

SDR: L'abbiamo mai avuto?

SPN: Questo è un pegno del mio amore! Amore mio, amore della mia vita, amore amore amore amore, notami! Desiderami! Fuggi con me verso terre lontane! Agnes, Agnes, Agneeeeeeeeeeessssss! Io sono volante per te Agnes! Io sono!...

Improvvisamente Spoony resta come paralizzato. Eccolo puntare il dito in una direzione alle spalle del cameraman.

SPN: Oh, no! E' lui, quel bruto immondo!

La telecamera ruota, e vediamo avvicinarsi a passi pesanti il Mastino della Baviera, Gunther Schmidt in persona!

Immagine


Mentre il Brutal Crow si avvicina pericolosamente allungando il passo, Spoony inizia a sbraitare verso Ben Roberts e Street Dog Raymond.

SPN: Salvatemi, mie guardie del corpo! Lascio tutto in mano a voi!

Dopo di che fugge via sparendo nei corridoi. Un attimo dopo ecco Gunther raggiungere Roberts e Raymond. Al ché Ben fa spallucce e indica la direzione presa da Spoony.

BR: E' andato di là.

GNT: Danke!

E con le immagini del Brutal Crow che riparte alla caccia del fuggitivo Spoony sotto lo sguardo di Ally, Ben e Raymond, che scuotono tutti quanti il capo e se ne vanno via, noi andiamo in pubblicità. Don't. Change. The Channel!





Up Next: Singles Match - Leon Black vs. Damien


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 03/11/2017, 23:52 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Signori e signore, bentornati a Friday Night Indoor War, live dal WVU Coliseum di Morgantown, West Virginia!

Immagine


Dopo una breve carrellata sul pubblico che assiepa al completo l'arena, siamo arrivati all'ultimo incontro della serata, che vedrà il TWC World Tag Team Champion, Leon Black, vedersela con uno dei due sfidanti alle corone della League of Extraordinary Gentlemen, Damien. La parola torna subito a Jessica Rose per le presentazioni.

Immagine


JR: Ladies and gentlemen, the following contest is scheduled for one fall!!!

Mentre il pubblico rumoreggia in attesa dell'ingresso dei lottatori, ecco improvvisamente risuonare la theme di Damien!



Il Diavolo della TWC emerge dal backstage guardandosi intorno divertito mentre fiocca la classica ondata di fischi del pubblico.

Immagine


Dopo di che, eccolo avanzare con tutta tranquillità verso il ring, ignorando chiunque.

JR: Introducing first. Making his way to the ring, weighting 201 pounds and standing 5-feet-8-inches tall. From Hell, representing the 2017 Random Tandem Battle Winners, he is the Devil Incarnate... Damieeeeen!!!!!

Una volta arrivato a bordo ring, Damien balza sull'apron, si gira rivolgendo un qualche gesto oscuro al pubblico, poi passa le corde e irrompe nel quadrato. Qui si toglie la giacca, e dopo aver guardato male sia il referee, che la Jessica Rose, si mette in attesa dell'ingresso di Leon Black.



Boato del pubblico non appena risuona la theme della League of Extraordinary Gentlemen!

Immagine


Mentre il pubblico in festa rumoreggia, ecco “The American Knight” Leon Black uscire dal backstage, titolo in bella vista in spalla, attire da combattimento perfetto, e maglia celebrativa della League addosso. Dopo un sorriso al pubblico in delirio, ecco che Leon si porta al centro dello stage e alza il pugno destro al cielo mentre cala il silenzio nell’arena. Poi lo cala improvvisamente.

Booooooooooooooooooooooooooooooooooooooooom!


Dopo l'esplosione dell'arena sotto le grida dei fan, vediamo The Knight calare lungo la rampa e dirigersi verso il ring.

JR: And introducing his opponent. Standing 7-feet-2-inches tall and weighting 392 pounds. From Chicago, Illinois, representing the League of Extraordinary Gentlemen, he is one half of the TWC World Tag Team Champions... Leooooon... Blaaaaack!!!!!

Una volta arrivato ai piedi del quadrato, ecco che Leon va a salire i gradoni d’acciaio, si arrampica sul paletto e alza il titolo di coppia al cielo tra il giubilo generale. Subito dopo il gigante entra nel ring, alza la cintura anche in direzione di Damien, che fa una risatina, poi la consegna a un official, si toglie la maglietta lanciandola ai fan, infine fa segno al referee che è pronto. Ci siamo, triplice rintocco della campanella, il match può cominciare... Ora!


**Singles Match**

Leon Black (LoEG) vs. Damien


Leon Black e Damien sono pronti, e Simon DeJano fa segno che possono partire. I due lottatori si squadrano da lontano, poi lentamente Black si avvicina al centro del ring, proponendo una prova di forza. Damien osserva a lungo il suo avversario, poi si avvicina cautamente, unendo una mano a quella del suo avversario, per poi allungare anche l’altra. Calcio di Damien! Black però intercetta il colpo con la mano libera, bloccando il piede dell’avversario, per poi spingerlo in alto e indietro, obbligando Damien a fare una capriola all’indietro per non cadere a terra. Facendo così però si torce il braccio in maniera innaturale, visto che ha una mano ancora intrecciata con quella del gigante. Il campione di coppia sfrutta il momento, appoggiando il braccio libero sulla spalla dell’avversario, facendo pressione ed applicando una Armbar. Il Devil Incarnate si batte una mano sul petto, ma Leon gira dietro di lui e lo chiude in una Hammerlock. Damien si batte nuovamente la mano sul petto, per poi cercare di colpire con una gomitata il suo avversario, che però gli afferra il braccio libero, mantenendo solo con il braccio destro la presa. Black lentamente torce il braccio del suo avversario, portandolo in posizione di Hammerlock a sua volta. Leon lentamente fa passare le braccia dentro i buchi lasciati dalla posizione di quelle dell’avversario, arrivando a bloccargli le mani con l’interno dei gomiti. Il gigante riesce così a liberarsi le mani, andando ad afferrare la testa di Damien ed applicandogli una Chin Lock. Double Hammerlock Chin Lock. Il diavolo è ben impacchettato, e qualsiasi tentativo di liberarsi non porta alcun frutto. Damien allora inizia a spingere, cercando di portare il suo avversario alle corde. Il lavoro è piuttosto duro, ma dopo qualche secondo la schiena del gigante è contro le corde. Simon DeJano si occupa subito di separare i due, e Black allarga le braccia, sorridendo. Schiaffo di Damien! Il Devil Incarnate colpisce con uno schiaffo in pieno volto il suo avversario, che fa spallucce, afferrandolo per il volto e spingendolo indietro. Damien fa una capriola all’indietro per la forza con cui è stato spinto, poi si rialza, caricando con una Clothesline. Il gigante però non si fa cogliere impreparato e gli afferra la mano, girandolo e passandolo in posizione di Hammerlock, per poi cambiare mano con cui lo tiene e fare una piroetta, per passare davanti a lui. Damien si ritrova il braccio destro bloccato in una Hammerlock dal braccio destro del suo avversario, che gli passa intorno al braccio destro, bloccandoglielo. Black gli afferra i pantaloncini con il braccio sinistro e lo proietta. Hammerlock Underhook Suplex! Damien si rialza, tenendosi il braccio ed appoggiandosi all’angolo.

Immagine


Corner Splash! Gran bella partenza per Black, che investe il suo avversario con un attacco in tutta velocità, mandandolo al tappeto. Il gigante va subito ad afferrare il suo avversario, chiudendolo in una Front Headlock, ma Damien si gira su sé stesso, liberandosi e afferrando il braccio del suo avversario. Il Devil Incarnate inizia a rialzarsi, tenendo in una Armbar il suo avversario, e poi lo colpisce con un calcio. Damien afferra il medio e l’anulare del suo avversario, iniziando a tirarli verso il dorso della mano. Leon è costretto a piegare il polso per evitare di farsi dislocare le nocche, e poi a piegare le braccia. Lentamente il campione di coppia si inarca all’indietro, arrivando a toccare con la nuca a terra, il dorso della mano al tappeto a sua volta. Black poi si dà la spinta con le gambe, facendo una capriola all’indietro ed atterrando in piedi, ribaltando la pressione della Armbar. Damien tenta subito un pugno, ma Black lo evita, bloccando il suo avversario con il suo stesso braccio. Il gigante cambia improvvisamente posizione, chiudendo Damien in una Headlock. Il Demon Prince è costretto ancora una volta a portarsi alle corde, dove sfrutta l’elasticità per liberarsi del suo avversario, mandandolo a correre. Black rimbalza dall’altro lato, per poi colpire con un poderoso Shoulder Block il suo avversario. Damien rotola a terra, uscendo dal ring tenendosi il collo. Black annuisce, lasciandosi cadere a terra e uscendo a sua volta, andando ad afferrare il suo avversario, che però gli mette le dita negli occhi. Black barcolla all’indietro, e Damien lo prende per la testa, mandandolo a sbattere contro i gradoni d’acciaio. I gradoni si ribaltano, e Leon barcolla in avanti, lasciando un’apertura al diavolo.

Immagine


Devil Kiss! Contro le barricate! Damien stende il campione di coppia, per poi rialzarlo e gettarlo sul ring. Damien si tuffa sul quadrato a sua volta, cercando di andare subito per lo schienamento. 1… Leon sbalza via il Devil Incarnate. Damien osserva Leon che si sta già rialzando e lo carica, colpendolo con un Low Dropkick, seguito da una serie di pestoni a terra. Damien scarica una decina di colpi, prima di afferrare il campione per la testa e colpirlo con dei diretti al volto. Altra serie di scariche, mentre DeJano redarguisce il lottatore per l’utilizzo dei pugni chiusi. Il Demon Prince ignora il richiamo, rialzando Leonard, colpendolo poi con una ginocchiata allo stomaco. Black barcolla all’indietro, e Damien lo colpisce con un pugno alla fronte, seguito da una gomitata. Black si appoggia all’angolo, e Damien prende la rincorsa, travolgendolo con uno Shoulder Trust, seguito da una Chop. L’Amrican Knight si tocca il petto, e Damien lo tempesta di pugni al volto, facendolo sedere all’angolo. Damien fa diversi passi indietro e poi connette un Esitation Dropkick, trascinando poi Black lontano dalle corde e schienandolo. 1… 2… Leon sbalza ancora via il suo avversario. Il diavolo si passa una mano nei capelli, rialzandosi e iniziando a colpire con una serie di calci al volto il suo avversario, per poi afferrare il campione ancora per la testa ed iniziare a tempestargli la nuca di Forearm Smash. La serie di colpi non si interrompe per svariati secondi, finché Damien non gira il suo avversario e connette un Backbreaker. Il Devil Incarnate si rialza, afferrandosi ancora un istante il collo e poi prendendo per la vita il suo avversario, lentamente riportandolo in posizione eretta. Damien ringhia e poi solleva il campione di coppia.

Immagine


Plague! Incredibile sollevamento di Damien, che riesce a proiettare un uomo di circa il doppio del suo peso. Il Devil Incarnate si appoggia alle corde, tenendosi la schiena ed osservando Black che lentamente si rimette a sedere. Damien parte in corsa e travolge il suo avversario con una Low Clothesline. Il Devil Incarnate si rialza e rimette in piedi il suo avversario, colpendolo con una Chop e portandolo all’angolo, per poi colpirlo con una serie di calci allo stomaco, tenendosi alle corde per aumentare la forza dei colpi. Damien spinge via l’arbitro che cerca di fermarlo e continua a colpire ancora per qualche secondo, quando finalmente Simon DeJano riesce a trascinarlo via, allontanandolo da Black. Damien si passa una mano sul volto, osservando il suo avversario che si è seduto all’angolo. Poi prende la rincorsa e lo travolge con un Running Knee Smash, che manda Black coricato vicino alle corde. Damien si arrampica subito sulla seconda corda e connette un Elbow Drop ai danni del suo avversario, per poi trascinarlo al centro del ring. Schienamento. 1… 2… Spalla alzata. Damien batte con una mano a terra, guardando male l’arbitro e facendogli presente come quello fosse un effettivo conto di tre, ma il direttore di gara è inamovibile. Il Devil Incarnate si rialza, passandosi una mano nei capelli e appoggiandosi all’angolo, per poi partire in corsa e connettere un Running Elbow Drop. Il diavolo non perde tempo e inizia a riempire di Forearm Smash il suo avversario, bloccandolo a terra. Damien dopo parecchi colpi si rialza, rimettendo in piedi anche il suo avversario, per poi posizionarselo fra le gambe in posizione di Cradle. Damien vuole tentare la Apocalypse! Il diavolo prova a sollevare il suo avversario, che però è troppo pesante e non si muove di un centimetro. Damien tenta una seconda volta, poi scuote la testa e libera il suo avversario, afferrandolo per un braccio e spingendolo alle corde, per poi lanciarlo con una Irish Whip. Black rimbalza e tenta un braccio teso, ma Damien si abbassa, evitando il colpo e sfruttando il momentum dell’avversario per afferrarlo.

Immagine


Hell Bomb! Damien mantiene la posizione di schienamento. 1… 2… 3… Spalla alzata! Damien batte ancora una mano a terra, stizzito, e prova a coprire di nuovo. 1… 2… Kick out. Damien si alza, litigando con Simon DeJano, che però conferma la sua decisione. Il Devil Incarnate si volta e rialza Black, iniziando a colpirlo con una serie di pugni, che lentamente lo spingono verso l’angolo. Il diavolo poi connette una serie di European Uppercut, bloccando il gigante, e poi prende la rincorsa, caricando per un Corner Splash. Connesso! NO! Black ha afferrato Damien al volo e lo ha chiuso in una Bear Hug! Il diavolo inizia a dimenarsi, cercando di liberarsi, ma il suo avversario inizia a scuoterlo, impedendogli di farlo. Damien allora inizia a colpire con dei pugni al volto la Unglorified Legend, che però improvvisamente si ferma e lo proietta con un Belly to Belly Suplex direttamente contro l’angolo! Impatto terribile per Damien, che cerca di rialzarsi immediatamente, barcollando appena. Il campione di coppia nel frattempo è caduto su un ginocchio, e annuisce, mostrando al pubblico la mano destra, in cui sta tenendo alzati medio, anulare e mignolo. Il gigante si rialza e si volta, ma Damien è in piedi e sputa la sua Red Mist! Leonard fa una capriola ed evita il getto rosso, passando alle spalle del suo avversario e gettandosi alle corde. Clothesline dell’American Knight, che si rialza subito e corre ancora alle corde. Discus Clothesline! Black si rialza, e si rialza anche Damien. Jumping Clothesline! Black si lascia andare in un urlo, poi corre verso l’angolo e ci salta sopra, prendendo le misure. Flying Clothesline! Damien si rialza, barcollando ed appoggiandosi all’angolo, e il suo avversario lo colpisce con un Corner Uppercut, e poi un altro, e poi un altro, e poi un altro, e poi un altro! Renzokuken! Black trascina con sé Damien e se lo carica in spalla, iniziando a girare su sé stesso. Airplane Spin! Un giro, due giri, tre giri, quattro giri, cinque, sei, sette, otto, nove, dieci, undici, dodici, tredici. Black appoggia Damien a terra e lo afferra per il collo.

Immagine


Requiem! Il campione di coppia copre. 1... 2... 3... SEDIATA SULLA SCHIENA DI LEON BLACK! Simon DeJano chiama subito la squalifica!

Spoiler:
The winner of this match by DQ: Leeeeeeeeeeoooooooooon Blaaaaaaaaaaaaaaaaaaack


Immagine


Sean Morgan ha appena colpito con una sediata Leon Black! Da dove è spuntato Morgan? Il gigante prova a rialzarsi, ma Sean lo colpisce con una sediata al volto. Ma ecco arrivare di gran carriera Sigfried Jaeger!

Immagine


Il tedesco si tuffa sotto la prima corda ed entra nel ring, passando sotto una sediata di The Orphan e rimbalzando dall'altra parte del ring, per poi colpirlo con un Bicycle Knee Strike! Morgan barcolla e lascia cadere la sedia, e Sigfried inizia a colpirlo con una serie di colpi al volto. SEDIATA ALLA GAMBA DESTRA! Damien ha recuperato la sedia e l'ha usata per colpire Jaeger, che si accascia, tenendosi l'arto infortunato. Il Devil Incarnate si rialza, mentre Morgan ridacchia e si lascia cadere fuori dal ring, recuperando un tavolo e un'altra sedia, gettando entrambe sul ring. Sean rientra, e lui e Damien montano rapidamente il tavolo, per poi recuperare le sedie e dirigersi verso Black che si sta rialzando.

Immagine


Con-chair-to! Black cade in ginocchio. Con-chair-to! Il gigante crolla a terra, privo di sensi, e Damien e Morgan si dirigono verso Sigfried, sollevandolo.

Immagine


Double Suplex! Attraverso il tavolo! Sean Morgan e Damien hanno appena distrutto la League of Extraordinary Gentlemen. Damien si guarda intorno, poi fa segno a Jessica Rose di passargli un microfono, e dopo qualche secondo l'annunciatrice esegue.

D: Dovresti ritenerti fortunato Leon, la tua imbattibilità resiste ancora. Non è ancora arrivato il momento di perderla, quando accadrà sarà il giorno in cui perderai anche l'ultima cosa ti sia rimasta e quel giorno sarà riconosciuto come la fine di Leon Black.

Fischi assordanti in direzione di Devil.

D: A noi non importa la stipulazione che sceglierete, potete scegliere tutto quello che vi viene in mente, solo che non basterà. Zero hour verrà ricordato negli anni come la fine della League of Extraordinary Gentlemen e l'inizio di un magnifico regno di terrore e distruzione per mano dei suoi regnanti, gli Every Virtue Ends.

Damien lascia cadere il microfono sul cadavere di Leon Black e gli EVE si guardano attorno, soddisfatti. E su queste immagini, noi andiamo in pubblicità. Non cambiate canale.





Up Next: The Main Event


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 03/11/2017, 23:56 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
TWC Indoor War, main event. Una nuova theme song risuona nell'arena!



Weep not for roads untraveled
Weep not for paths left alone
'Cause beyond every bend
Is a long blinding end
It's the worst kind of pain
I've known

Weep not for roads untraveled
Weep not for sights unseen
May your love never end
And if you need a friend
There's a seat here alongside me


Mentre le parole di Roads Untraveled dei Linkin Park vengono pronunciate da una sinistra voce robotica, Andy Moon appare sulla rampa, incappucciato.

Immagine


Il ragazzo appare serio, la musica cambia, il ritmo aumenta.

And when I close my eyes tonight,
To symphonies of blinding light!


Andy scuote la testa a tempo col beat mentre percorre la rampa, mani in tasca. Una volta arrivato sul ring, la sua nuova theme song sfuma. Il ragazzo di fa passare un microfono e si inginocchia al centro del ring.

AM: Nel mondo scosso e devastato dell'apocalisse, l'ultimo eroe si erge dalle polveri per contrastare la minaccia.

Moon sorride e si alza in piedi.

AM: Sarebbe stata una storia davvero bella, vero? Era quello che mi sarebbe piaciuto raccontare. Ma non è quello che succederà.

Il pubblico rumoreggia deluso.

AM: Settimana scorsa ho subito l'ennesimo, brutale attacco di Kevin Manson. Perché? Perché ho cercato, per una volta, di essere me stesso. Di uscire dagli schemi che mi ero imposto per rimanere qui in tutti questi anni. Perché ho cercato di allontanarmi da lui, dalla TWC e da tutto quello che rappresenta. E questo Kevin Manson non riesce a sopportarlo. Rompe tutti i suoi concetti. A quanto pare, per lui non c'è TWC senza Andy Moon. Potrebbe essere davvero una lusinga... se non fosse Kevin Manson.

Moon sospira.

AM: È triste perché mi piaceva davvero, quel tizio che ho conosciuto. Certo era particolare, pazzo, ma cattivo? Non lo so. Apocalisse? Nah. Era solo uno che cercava di emergere, proprio come me. Dietro le buffonate, c'era una persona con dei sogni... proprio come me. Entrambi i nostri sogni, in teoria, si sono realizzati. Siamo entrambi dei campioni mondiali. Campioni mondiali, già. Quindi com'è che è andato tutto così storto?

Il ragazzo fa spallucce.

AM: La verità è che non lo so. Lo voglio scoprire? Forse. Quel di cui sono sicuro è che Kevin Manson non è l'apocalisse. Kevin Manson è solo spaventato, ed è per questo che mi ha attaccato, ed è per questo che vuole battermi. Perché non è mai riuscito a battermi, e sa bene che senza Andy Moon la SUA TWC non esiste. È un universo che crolla, perché io me ne vado. Mi lascia triste, sapete? Sono una delusione anche per lui. Due settimane fa ho detto che non m'importava, ed è vero a metà. Perché il desiderio di piacere è sempre bruciato forte dentro di me, ve l'ho detto. Vi svelo un segreto.

Moon accenna un sorriso amaro.

AM: L'apocalisse non esiste. È solo un fatto di percezione. Kevin Manson sa bene di non essere l'apocalisse, ma la impersona perché ne ha paura. Ha paura, è spaventato da questo senso di fine che incombe sulla mia testa e forse anche sulla sua. Perché le carriere di Andy Moon e Kevin Manson sono e saranno sempre legate, e questo lui lo sa. E non vuole permettermi di andarmene, preferisce uccidermi sul ring piuttosto. Non mi lascerà andare. Ma ehi, l'inverno incombe. A Zero Hour, quando la neve inizierà a scendere, scoccherà la mia ora zero TWC, che Manson lo voglia oppure no. E quella, senza ombra di dubbio, sarà l'apocalisse per Kevin.

Andy fa una breve pausa.

AM: Mi spiace che per lui significhi questo. Ma se ho detto che lui sa bene che le nostre carriere sono indissolubili, significa che lo so anche io. E la mia ora zero sarà un match. Kevin Manson, io accetto la tua sfida.

Boato della folla!

AM: Accetto la tua sfida, Kevin. Ma bada bene, hai fatto un grave errore. Non avresti mai dovuto chiedere quel match. A Zero Hour, avresti dovuto difendere il tuo titolo da Keenan, ma hai scelto me. Dunque mi prenderò personalmente cura che quel match sia l'ora zero anche per te. Ti toglierò tutto quel poco che ti è rimasto qui. Il tuo titolo, quella ragazzina che ti porti dietro per avere un briciolo di consenso da qualcuno, la tua carriera. Bruceremo insieme, Kevin, e tutto quel che rimarrà è solo pura, cenere bianca. Cenere che simboleggia rimpianti, sogni infranti, storie mai raccontate e passioni dimenticate. Rimarrà solo questo: la nostra essenza.

Moon lascia cadere il microfono.



Il pubblico comincia a fischiare. Questa volta, sul titantron non compare alcuna immagine.

Immagine


Kevin Manson fa capolino sullo stage, indossando una maglietta smanicata in tinta unita nera ed i pantaloni del suo attire del medesimo colore. Le bende sulle mani, invece, sono di colori accesi: verde speranza la destra, azzurro acquamarina la sinistra. Il TWC Champion percorre la rampa a passo veloce, facendo strisciare in terra la cintura che tiene nella mano sinistra. Passa per la zona dei timekeeper, facendosi dare un microfono, dopodiché sale sul quadrato posizionandosi di fronte a Moon, ad un paio di metri di distanza. Inspira profondamente, mentre il pubblico piano piano si tace.

KM: Rimarrà solo questo: la nostra essenza.

Nel ripetere le parole di Moon, l'Apocalisse abbassa lo sguardo.

KM: Ogni tanto, Scrull, se mi guardo indietro... Mi sembra di non aver mai avuto un'essenza. E lo stesso si può dire di te. Kevin Manson ed Andy Moon, in questi tre anni, hanno rappresentato un sacco di figure differenti. Un sacco di periodi differenti, di umori differenti, di ideologie differenti. Siamo quelli che siamo cambiati di più, perché quando abbiamo messo piede qui dentro non eravamo pronti. E fantasticavamo di esserlo, fantasticavamo di vincere il TWC Championship dopo aver raggiunto il nostro apice. Beh... Non è stato così, Scrull. E lo sappiamo entrambi.

Kevin Manson annuisce, rialzando lo sguardo ed incrociando lo sguardo dell'ex-amico.

KM: Nessuno di noi ha raggiunto la perfezione che sognava allora. Nessuno di noi può dire di essere cresciuto davvero. Parliamoci chiaro: siamo stati degli ingenui. Non sarebbe mai stato possibile, in TWC. Noi avremmo voluto rendere grandi questo posto, ripagandolo per quello che lui ci ha dato. Ma... In realtà, la TWC non può più darci nulla. Io mi ricordo il tuo sguardo triste di quando eri TWC Champion, ed è la stessa espressione che vedo quando mi guardo allo specchio. Ci ho ripensato, mille volte. Non capisco perché mi venga così difficoltoso uscire qui fuori e parlare. Non..

Manson si lascia scappare una risata.

KM: Non me ne frega più un cazzo, questa volta per davvero. Di nessuno di voi.

Il pubblico comincia a ricoprire di fischi Manson, che tira su dal naso per poi alzare l'indice.

KM: O meglio: mi interessa di una sola persona. Te, Scrull. Sono tre anni che ci influenziamo l'un l'altro. Anche quando non vorremmo, anche quando non ne avremmo ragione. Sono tre anni che ci stiamo sfidando nella corsa della nostra vita... Ma, ormai, siamo entrambi fermi. E io voglio sapere chi di noi due si è fermato più avanti.

L'Arcidemone scuote la testa.

KM: Io non ho paura dell'Apocalisse. Io la aspetto con ansia. E' qualcosa di cui ho bisogno da tempo, ma che non sapevo di volere. Solo ora, parlandoti faccia a faccia, capisco cosa stavo cercando di dirmi: tutto il mio percorso mi ha portato a questo momento. Affermare che senza di te non esista l'Apocalisse è sbagliato. L'Apocalisse è il momento in cui tu lascerai questa federazione per sempre. E spazzerà via anche me.

Manson sospira.

KM: Quindi, sì. Io sono pieno di rimorsi. Lo sarò sempre. Zero Hour, Kevin Manson contro Andy Moon. Le nostre carriere sono indissolubili. Puoi provare a togliermi tutto, ma ho già ottenuto l'unica cosa che voglio davvero.

AM: No.

Moon scuote la testa.

AM: No che non lo vuoi, e il solo fatto che tu stia dicendo queste cose mi fa incazzare.

Moon punta l'indice verso Manson.

AM: Stai rinunciando perchè IO ho rinunciato. E non è giusto. Te lo farò capire. A partire da adesso.

Immagine


HEARTBEAT OVERDRIVE! Andy Moon ha steso il TWC World Heavyweight Champion.

AM: Eccoti la vera apocalisse, Kev. L'hai voluto tu.

Andy scaglia il microfono contro Manson mentre la sua theme risuona.

God bless us, everyone
we're broken people living under loaded guns.


Andy lascia il quadrato senza girarsi indietro. Kevin Manson striscia, appoggiandosi alla prima corda con il mento. Nella mano destra tiene un microfono, che ora avvicina con fatica alla bocca.

KM: No...

Manson è costretto a fermarsi, ansimando per il dolore, mentre Moon ha già varcato la soglia dello stage e la sua theme song continua a risuonare.

KM: E' troppo tardi, idiota... E' troppo tardi...

Il microfono scivola dalle mani di Kevin Manson, mentre la nuova theme song di Andy Moon continua a risuonare nell'arena. L'Arcidemone chiude gli occhi, il TWC Championship in terra, alle sue spalle. Comincia a sfilarsi le bende colorate che ha alle mani, più rapidamente che può, ringhiando nel mentre. Su queste immagini, la puntata odierna di Indoor War finisce qui. L'appuntamento è tra due settimane. Buona serata!










Credits:
Elban Rattlesnake, Liontamer, Phil is Wrestling, straight edge savior,
Christian, CM-Cena, Dims, hbkbestfan, Il Capitano, KTW, Matt Thunder, NotOnlyWWE, Simon, SimoAF, Stevester, The Hawk, woo woo woo man.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 04/11/2017, 0:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Immagine


La puntata di Indoor War è appena terminata, e ora le immagini ci portano nel backstage per il Fallout odierno! Le telecamera vanno ad inquadrare Alisa Frye che, seduta su uno scatolone della produzione, tende e tira la gamba destra infortunata, accennando smorfie di dolore alternanti.

Immagine


La ragazza sospira, ma ecco che la sua attenzione viene catturata da qualcuno, facendole comparire una smorfia stizzita.

Immagine


Nell'inquadratura fa la sua comparsa Jack Keenan. Il Pain Deliverer, insolitamente solo, stava probabilmente procedendo verso l'uscita dell'arena: al vedere Alisa, la sua espressione è infatti a metà fra la sorpresa e lo sconforto. JK alza gli occhi al cielo, senza premurarsi di nasconderlo.

Keenan: Ho detto che la serata non poteva peggiorare? Perchè non chiudi mai quella bocca, Jack?

Alisa: Incredibile ma vero sono assolutamente d'accordo con te.

Scambio di sguardi duri tra i due.

Keenan: Oh, non ti preoccupare, non sei l'unica che non vede l'ora di finire questa conversazione.

JK si schiarisce la voce.

Keenan: Ma prima, ci tenevo a farti i complimenti. E, per favore, portali anche a Rick da parte mia. Non credevo qualcuno sarebbe mai riuscito a farmi stare dalla parte di Chris Drake. Dopo Frontline, è successo.

Alisa: Mmh, quindi sei uno di quelli dispiaciuti per l'estirpazione del cancro delle Sick Chicks? Incredibile come certa gente si rammarichi per il più grande servizio pubblico mai effettuato in TWC, ma d'altronde cosa aspettarsi da uno dei più grandi traditori presenti in questa compagnia...

Keenan: Touchè. Originale. In effetti, sono io quello che si è picchiato a sangue con il proprio fratello in diretta nazionale, meno di una settimana fa.

Alisa: Situazione estremamente diversa di cui non ho intenzione di parlare.

Sospiro da parte di Alisa.

Alisa: Comunque, dimmi Keenan, cosa vuoi esattamente da me.

Keenan: Nulla di complicato. Semplicemente, fra una settimana, Viola Vixen sarà sul ring di Frontline.

Mrs. Frye alza un sopracciglio.

Alisa: No.

Keenan: Oh, perdonami. Evidentemente deve esserti suonato come un interrogativo.

Scambio di sguardi duri tra i due che viene interrotto da una voce familiare...

???: Ma tu guarda un po' che roba...

I due puntano lo sguardo all'unisono verso un punto definito, e le telecamere allargando l'inquadratura ci mostrano Samantha Hart con un sorrisetto in viso e il FWP World Women's Championship in spalla.

Immagine

Immagine


La ragazza si avvicina ai due mentre Alisa la guarda in cagnesco e Jack con sguardo sospetto.

Samantha: Il cagnolino di Rick Frye e il cagnolino di Akuma Fujihara, qui, insieme. Questo momento è così bello che ci farei sesso mettendo le corna al momento dell'altra volta con il quale avevo messo le corna già al momento dell'altra volta ancora.

Keenan alza gli occhi al cielo.

Keenan: Certe serate non finiscono davvero mai.

JK si rivolge alla neo arrivata.

Keenan: Samantha, sempre un dispiacere. Cosa vuoi?

Samantha: Stavo cercando Alisa, devo farle vedere una cosa, e comunque Jack, per quanto quella ragazza diversamente alta possa essere una stupida imbecille petulante, su una cosa ha ragione, ovvero che le Sick Chicks sono un cancro ed è un bene che siano state estirpate, quindi, per rafforzare il concetto della suddetta ragazza diversamente alta stupida imbecille petulante, mi trovo costretta anch'io a risponderti sulla richiesta di riassunzione per Viola, e lo farò nel modo più adatto possibile...

La ragazza si schiarisce la voce e inizia a parlare in modo veloce.

Samantha: Mai, neanche tra un milione di anni, assolutamente no, scordatelo, toglietelo dalla testa, niet, negativo, mmh mmh, nah, no e naturalmente quello che preferisco in assoluto, l'uomo che cade nel burrone: Noooooooooooooooooooooo...

Keenan: Immagino che dovrei aspettare qualcosa, giusto?

Samantha: Puf!

Keenan: Meraviglioso. Grazie per la tua irrilevante opinione, Samy.

JK torna a rivolgersi verso Alisa.

Keenan: Sarò estremamente breve. Gli abusi di potere non sono più divertenti dal 2013. Ci sono tutti gli estremi perchè le Sick Chicks vi portino in tribunale per licenziamento ingiustificato e tolgano a Frontline fino all'ultimo centesimo.

Sul viso di Keenan si dipinge un sorrisetto.

Keenan: E ci sono ancora più estremi perchè io ti lasci un marito incapace di camminare e portare pesi per qualche mese.

Keenan fa spallucce.

Keenan: Ci sono più strade per raggiungere la giustizia. Pensaci, Alisa. Signore, buonanotte.

Senza degnare le due di uno sguardo, il Pain Deliverer si incammina di nuovo, allontanandosi nel corridoio. Alisa mostra una smorfia estremamente infastidita, mentre Samantha accenna un sorrisetto.

Samantha: Io te l'ho lasciato incapace di procreare.

La Whisperer fulmina con lo sguardo una sorridente Samantha Hart.

Alisa: Si può sapere che cavolo vuoi?!

Samantha: Giusto!

La Hart Princess estrae il suo smHartphone e inizia a trafficare, il tutto sotto lo sguardo seccato di Mrs. Frye. Passa qualche secondo e Samantha inizia a leggere.

Samantha: "Ogni qualvolta che ne avremo l'occasione ti colpiremo nuovamente, ogni qualvolta che sarai felice noi interverremo per toglierti tutto, ogni qualvolta che starai per raggiungere un traguardo noi saremo li e sposteremo la linea", e ancora: "Distruggeremo la tua esistenza fin quando non avrai imparato a rispettarmi o in caso estremo, come ho detto ad Ally tra l'altro, fin quando non sarai morto."

Sospiro da parte di Samantha.

Samantha: Ricordi, dicesti queste parole la scorsa primavera a Chris, quindi alla luce di ciò, come posso credere che tu e Rick rispetterete i patti e non tornerete di nuovo alla carica, magari mettendo nuovamente di mezzo mia figlia?

Alisa: Può darsi che sarà così, non abbiamo firmato nulla che ci impedisce di continuare a tormentare le vostre insulse vite.

Samantha: E magari visto che vi abbiamo sconfitto in un match in cui non eravate preparati allora avete anche la scusa per farvi nuovamente sotto, ignorando totalmente che alla fin fine tra attacchi alle spalle prima del match, Evie schiantata sulla mia testa, aggressioni due contro uno e roba varia siete stati proprio voi due a sfruttare al meglio la nuova stipulazione.

Altro sospiro per Samantha.

Samantha: Beh, se avete davvero intenzione di tornare alla carica sappi che nel momento stesso in cui lo farete, io metterò online questo...

The Style Setter pigia lo schermo del telefono e Mrs. Frye pone lo sguardo su esso per poi immediatamente sbiancare, sgranare gli occhi e iniziare a tremare.

Alisa: C-C-Come f-fai a-ad averlo?

Sguardo serio da parte di Samantha.

Samantha: Sono più brava di te a fare wrestling, sono più brava di te a fare sesso...

La Hart Princess lancia un'occhiata al telefono.

Samantha: ... e sono più brava di te a fare l'hacker. Provate a rompere nuovamente il cazzo a me, a Chris o a nostra figlia e, nonostante il mare di merda che ne conseguirà, questo video finirà online, e allora sì che potrai considerare la tua vita distrutta, non quelle cagate di cui incolpi Chris.

The Best In The Ten Universes accenna un nuovo, leggero, sorriso beffardo.

Samantha: Ci si becca in giro Alisa.

Detto ciò Samantha fa l'occhiolino alla rivale per poi andarsene, lasciando Alisa con lo sguardo perso nel vuoto, profondamente turbata.



/----------------------------------------------/



Fallout time! Le immagini si spostano ora nel parcheggio del WVU Coliseum riservato agli addetti ai lavori.

Immagine


Qui vediamo i membri della Bruderschaft Der Krahe Incorporated, Sigfried Jaeger, Gunther Schmidt, e Brunild Wagner, procedere con le proprie valigie verso l’Hummer nero di proprietà del Corvo.

ImmagineImmagineImmagine


Sigfried zoppica vistosamente in seguito al colpo subito a tradimento neanche mezz’ora fa da Damien. Gunther, perciò, sta portando anche il trolley del tedesco, mentre Brunild cammina accanto a loro. I tre stanno chiacchierando, cercando di sdrammatizzare la serata…

SGF: Va bene comunque, dai. Quei due vigliacchi si sono fatti riconoscere una volta di più, e la pagheranno cara, senza sconti. Tu Nildy sei nella Chamber Zero alla grande come sempre. E tu Mastino… Sei riuscito alla fine ad acchiappare quel biker pazzo?

Il Brutal Crow aggrotta le sopracciglia e scuote il capo.

GNT: Nein… Spugna molto gegnoso. Lui fuggito con treno di amore.

Mentre il Corvo riflette sulla stramba risposta dell’amico, ecco che Brunild interviene indicando davanti a sé.

BND: Ehi! Ma cosa diavolo hanno fatto alla nostra auto?!

Sigfried sgrana gli occhi, mentre Gunther getta a terra le valigie. Come vediamo, la gloriosa Hummer nera della BDK Inc. è stata deturpata da una serie di scritte fatte con la bomboletta spray. Vediamo cuori giganti con in mezzo le scritte “Spoony + Agnes = Love”, “Agnes ti amo”, e vari cuoricini di ogni colore.

GNT: Das ist Scheiße! Io mazza di lui!!!

SGF: Mein Gott…

Mentre il Mastino grida vendetta ai quattro venti e Sigfried scuote il capo e impreca nella sua lingua natia, Brunild si avvicina e apre la portiera, che vediamo forzata. All’interno troviamo una miriade di palloncini rossi a forma di cuore con le medesime scritte d'amore stampate sopra, e regali, tanti regali. Vediamo scatole di cioccolatini di ogni tipo, mazzi di rose rosse e fiori di ogni tipo. Sul mazzo di fiori più grosso, la Valkyria nota una lettera, che prende.

BND: E’ per Agnes ovviamente…

Gunther gliela strappa di mano e la apre, tirando fuori un lunghissimo biglietto…

Spoiler:
Come stai senza me, come stai, amore bellissimo?
Come sto senza te, come sto, amore, malissimo!
Ho sbagliato a lasciarti da sola,
Ed ora stai con quella sòla!
Ora do dell’idiota a me stesso,
E lo dico fortissimo!

Con chi hai fatto l’amore in mia assenza, spero nessunissimo!
Quanto ho fatto l’amore in tua assenza, ti giuro pochissimo!
Ti assicuro però che ho pagato,
Questo dolore carissimo!

Tornerai, tornerai, tornerai, io spero prestissimo!
Questo gesto per la tua macchina è grandissimo!
Metti il casco mio amore piccino,
E raggiungimi col motorino,
Puoi prestarmelo poi quando arrivi,
Che mi serve tantissimo!

Il bruto mi dice che son nauseabondo,
Che non c’ho mica scritto giocondo,
E mi dà una testata sul viso,
Ma per io sopporto tantissimo!

Io ti amo, je t’aime, yo te quiero, I love you moltissimo!
Te lo dico con tutte le lingue, scandito benissimo!
Vieni a darmi sollievo alle mani!
Lui fallo scendere a pisciare i miei cani,
Mentre noi stiamo lì,
A limonare tantissimo!
Di un amore troppissimo!
O mio amore amorissimo!






Il tuo uomo, Spoony.


Il Mastino prova a leggerne il contenuto, ma dopo poco scuote il capo, furioso.

GNT: Mastino non capire! Essere lingua di difficoltà! Scheiße!

E con il Brutal Crow che ulula alla luna la propria rabbia nei confronti di Spoony, mentre Brunild si va a sedere accanto a uno sconsolato Sigfried seduto sul marciapiede vicino alla porpria auto deturpata, le immagini sfumano.



/----------------------------------------------/



Le immagini si spostano di una cinquantina di metri, in un'altra zona del parcheggio privato del WVU Coliseum di Morgantown. Qui vediamo camminare un gruppo di loschi individui.

ImmagineImmagine


Akuma “Pain” Fujihara e Jack Keenan, cupi in volto, si stanno dirigendo verso l’enorme limousine bianca che li aspetta per lasciare l’arena. I due confabulano a bassa voce, circondati dalla loro cricca.

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine


Una volta raggiunto il veicolo, Felisin apre la portiera posteriore, facendo entrare via via Keenan, Fujihara, Tanaka, Griffith, Hiroshima e Nagasaki, dopo di che chiude lo sportello e si guarda un attimo intorno malamente. Alla fine la donna misteriosa apre la portiera del passeggero anteriore, se la chiude dietro, e il veicolo parte, scomparendo nella notte. Ma ecco che successivamente la telecamera indugia più lontano, verso una limousine nera che osserva lo svolgersi degli avvenimenti dal fondo della strada. Il finestrino del passeggero è abbassato, e vediamo una donna che osserva il tutto con dei binocoli. Ed il suo autista è nientemeno che Benjamin, la guardia del corpo ufficiale della famiglia Rossen!

ImmagineImmagine


La donna abbassa i binocoli, scuotendo il capo.

BJN: Cosa vuole che faccia, signora?

???:
Niente, Benjamin. Tu hai i tuoi ordini.

Il finestrino inizia ad alzarsi.

???: Da qui prendo io in gestione la situazione.

La limousine si avvia nella notte. Le immagini staccano definitivamente.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 17/11/2017, 21:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Immagine


Signore e signori, ci siamo! L’attesa è finita, è arrivato il momento di tornare ad immergerci nel mondo della TWC! Il logo del kick-off compare sui nostri teleschermi, è quasi ora di Friday Night Indoor War!

Immagine


Ad accoglierci è una panoramica della Kemper Arena di Kansas City, illuminata dagli ultimi raggi della giornata. Una corta fila di tifosi è ancora affollata davanti agli ingressi dello stadio, ma la maggior parte è già entrata ed ha già preso i propri posti. Le immagini ci mostrano di sfuggita un fan con la maglietta di Leon Black ed un altro con quella di STENG (oh my Ged, è proprio la sua), per poi spostarsi nel parcheggio dell’arena, dove sta facendo proprio in questo momento la sua comparsa una figura conosciuta.

Immagine


Vincent Cross entra nel parcheggio a cavallo della propria moto, che parcheggia poi accuratamente in un angolo, legandola con una catena dal diametro notevole. Sceso dal mezzo, il biker si sgranchisce distrattamente, per poi dirigersi verso l’entrata dell’arena che dà sul parcheggio. Attraversato per metà il locale, si appoggia ad una colonna, iniziando a guardarsi intorno. La sua espressione è impassibile, ma il suo occhio ha un sussulto quando intravede la figura appoggiata alla colonna a tre o quattro file di distanza.

Immagine


Il Pain Deliverer sta giocherellando distrattamente con un bottone della camicia, mentre parlotta sottovoce ad un auricolare.

Keenan: E’ con te? Ottimo.

JK sorride, per poi riporre in tasca l’auricolare. Keenan degna finalmente di uno sguardo Cross, che a sua volta non si è ancora mosso dalla sua posizione.

Keenan: Aspetti qualcuno?

Cross osserva Keenan negli occhi. Si leva gli occhiali, senza muovere le labbra in alcuna maniera. I due rimangono a fissarsi per alcuni secondi.

Keenan: Beh? Il gatto ti ha mangiato la lingua? Hai finalmente deciso di cucirti la bocca e smettere di dire stronzate?

Il Biker si toglie la bandana dalla testa, si guarda intorno, batte col piede destro a terra un paio di volte... poi sospira, mettendo la bandana nella tasca destra ed avvicinandosi a Jack.

Keenan: Beh?

Il biker si ferma.

VC: Siamo giunti a questo. Avremmo dovuto prevederlo meglio, ma ho voluto darti una piccola possibilità.

Prima che Keenan possa replicare, Cross lo ferma.

VC: Dimmi dov'è.

Keenan: Salti a conclusioni affrettate, vedo.

JK dà una rapida scrollata di spalle.

Keenan: Ma, una volta tanto, devo dire che ci hai azzeccato.

Il volto di Keenan si piega in un sorriso sinistro.

Keenan: Non volevi la mia attenzione, Cross?

VC: Speravo in qualcosa di più originale, devo dirti.

Il biker si porta le mani ai fianchi.

VC: E quindi? Cosa facciamo, un bel giro nel bosco dei cento acri della TWC oppure ti limiti a spezzarmi tutte le ossa che ho in corpo con i tuoi amichetti del Red Dragon? In un modo o nell'altro dovrò pur passare questa serata.

Keenan: Quello sarebbe ancora meno originale. Anche se forse più divertente.

JK si scrocchia distrattamente il collo.

Keenan: Il mio è un semplice ricambio di cortesia, Reggie. Tu ti sei impegnato tanto per organizzare qualcosa per me due settimane fa e io non potevo essere da meno.

VC: Potevi risparmiartelo.

Keenan: Sarebbe stato scortese.

Cross sbuffa.

VC: Fa strada, va. Abbiamo una lunga serata dinanzi a noi.

Jack Keenan si avvia verso l'entrata del backstage, seguito dal biker. Su queste immagini si interrompe il collegamento ed Indoor War è sempre più vicino!





Up Next: TWC Friday Night Indoor War #59


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 17/11/2017, 21:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Immagine


And now, from the Kemper Arena, Kansas City, Missouri, TWC presents Friday Night Indoor War #59!


Immagine


Immagine


Welcome everyone to Friday Night Indoor War! Lo show di wrestling migliore del venerdì sera torna nelle case dopo quattordici giorni, come sempre carico di adrenalina e di novità. Zero Hour si avvicina ogni giorno di più, ed oggi ci aspettano tanti nuovi capitoli di tutte le faide più attese del momento. Prendete del cibo e mettetevi comodi, perché sarà un viaggio meraviglioso.



Immagine


Il TWC Champion Kevin Manson fa capolino sullo stage, accolto dai fischi del pubblico. Kevin fa una smorfia, dopodiché percorre la rampa con passo veloce, sale sul ring e si fa consegnare un microfono da Jessica Rose. L'Arcidemone attende il silenzio del pubblico, lisciandosi la barba con la mano libera.

KM: Fidatevi di me, sono infastidito quanto voi di essere qui. Purtroppo, il mio ruolo di TWC Champion mi impone di comparire in ogni puntata e di uscire fuori ogni volta a parlare di qualcosa. Sarebbe davvero comodo perdere questa cintura... Se il mio avversario non fosse Andy Moon.

Applausi del pubblico per il ragazzo di Savannah.

KM: Nonostante io provi ad evitarlo, mi capita fin troppo spesso ormai di sentire qualche fan della TWC farsi una domanda ricorrente: perché guardare Kevin Manson contro Andy Moon? Perché Kevin Manson ed Andy Moon combatteranno per il TWC Championship a Zero Hour? Perché per Manson e Moon questo match è così importante, ma non abbastanza per intrattenere tutte le scimmiette ammaestrate che DOVREBBERO seguire ogni puntata di questo show? Ed ho provato a rispondere a queste domande. Sono arrivato ad una conclusione.

Kevin Manson si volta verso lo stage.

KM: Non ne ho idea. Scrull, esci fuori e vieni a rispondere alle loro domande. Rispondi alla MIA domanda. Spiega ad ognuno di loro perché questo Match sarà l'Apocalisse, dimmi perché per te è così importante avere la meglio su di me. Perché fino ad ora hai provato a nasconderlo, ma non mi mentirai fino all'ultimo. Non puoi mentirmi. Serve a te tanto quanto serve a me, ed il tuo ultimo avversario non potrebbe essere nessun altro. Quindi, vieni fuori. Ho bisogno di sentirtelo dire. Ho bisogno di una risposta.



Immagine

God bless us everyone, we're broken people living under loaded guns!


Andy Moon non si fa attendere. Il ragazzo ha un microfono nella mano destra e una sedia nella mano sinistra. Apre la sedia al centro dello stage e ci si mette sopra.

AM: Buonasera.

Buona risposta del pubblico.

AM: Un sacco di domande, bene. Non ti meriteresti nemmeno una risposta, Kevin Manson, ma andiamo con calma. Il mio nome ed il tuo nome, vicini, hanno sempre significato una cosa sola per questa gente, ed era "spettacolo". Ora forse non basta più, ma non importa. Perché questa è l'Apocalisse?

Moon accenna una risatina.

AM: Perché questa è l'ultima storia che la TWC ha davvero da raccontare. Per quanto tutti gli altri nel backstage possano pensare il contrario, io so e tu sai che una volta che io non ci sarò più, e di conseguenza tu inizierai a smettere di esistere...

Andy sorride.

AM: ... che cosa davvero rimane? Per tutto il tempo qui, noi siamo stati due poli opposti. Un bene e un male. La differenza è che a me non è mai riuscito essere il bene più grande, mentre te sei riuscito ad essere il male più grande. Ma in ogni caso, i nostri percorsi sono stati significativi. I nostri passi hanno tracciato la storia di questo posto, e adesso stanno per smettere di esistere. Io so che c'è gente, nello spogliatoio, che è molto più capace di noi. Ne sono consapevole, Kevin, e non sto dicendo che non potrebbero prendere il nostro posto. Ma sarà più la stessa cosa? Mi auguro per loro di sì. Ma per quanto ci riguarda, la TWC come la conosciamo finisce a Zero Hour. E Dio mi è testimone, sarò IO a metterle la parola fine.

Lo sguardo del Last Hero si fa truce.

AM: Io, che per questo posto mi sono dannato per tre anni, cercando di stare al VOSTRO passo, al TUO passo. Perché voglio battere Kevin Manson? Perché voglio essere migliore di lui, almeno per una sera. Eccoti tutte le ragioni che vuoi per guardare Moon vs Manson. Soddisfatto? No? Non importa. La gente ci guarderà anche solo per i nostri nomi, sappilo.

Kevin Manson scuote lentamente la testa.

KM: No, Scrull. E' qui che ti sbagli. La gente non ci guarderà. A Zero Hour, noi metteremo su il miglior match possibile per noi stessi e noi stessi soltanto. E se con il nostro match sarà sancita l'Apocalisse della TWC, nessuno se ne accorgerà finché non sarà suonata la campana. L'Ultima Campana.

Kevin fa spallucce.

KM: Quindi, non vedo che senso abbia cercare di hypare il nostro match. Non vedo che senso abbia dare a loro qualcosa da vedere in questo momento. La mia domanda era sul perché TU volessi questo match, e durante il tuo monologo mi hai anche dato una risposta soddisfacente. Penso che mi concentrerò su quella.

L'Arcidemone annuisce gravemente.

KM: Tu, Andy Moon, vuoi sentirti migliore di me per una volta. E' buffo, mi fa sorridere. In tutti questi anni, per mia negligenza ti ho concesso più di una occasione per superarmi. In questo momento, altri ce l'hanno fatta. Prendi Jack Keenan: con lui, avresti avuto l'opportunità di rilanciare la tua carriera. Avresti potuto tornare sulla mappa, aiutare questo posto a ridiventare grande, a resistere all'Apocalisse... Non l'hai fatto. Hai rifiutato di impegnarti quando ne hai avuto l'occasione, ed ora decidi di farlo contro di me.

Manson si lascia sfuggire un sorriso.

KM: Vedi, Scrull... Tu sotto sotto vorresti che la TWC finisse con noi. Vorresti che la TWC scomparisse assieme ai buoni propositi dei suoi due maggiori astri nascenti. Vorresti che questo diventasse il nostro parco giochi per una notte, e che quella notte fosse l'ultima. Sarai deluso. Succede, Andy, ti abituerai. A me succede sin dal primo giorno. Io sono stato creato per essere deluso e soffrire ogni, fottuto secondo della mia vita. Quindi, almeno per una volta, smettiamola di darci 'sto gran tono. Riconosci di voler chiudere la carriera contro di me per coronare quella che nella tua testa è ancora, semplicemente, una travagliata storia d'amore fraterno.

Andy scuote la testa.

AM: No. Sono già stato deluso e no, Kevin, tu non puoi darmi nessun coronamento. Ho provato il mio meglio con Keenan, come mi sembra abbia fatto anche tu, ma non ha funzionato. È così che gira il mondo, Kevin, siamo stati superati. Rimane solo da decidere chi si è fatto superare di più.

Manson inspira profondamente.

KM: No, Scrull. Non mentire. Sappiamo entrambi che quello non era il nostro meglio. Mi auguro che tu non voglia portare quel Moon a Zero Hour.

Andy si alza e richiude la sedia, poi comincia a incamminarsi verso il ring.

AM: In quel momento lo era. Magari a Zero Hour non lo sarà. Alla fin fine, c'è in gioco la fine di un'era, che venga riconosciuto o meno. Che Moon voglio portare?

Il ragazzo sale sul ring e si avvicina a Kevin.

AM: Il primo.

Immagine


Brutale e improvvisa sediata in testa al campione!

AM: Contento?

Moon lascia andare il microfono e la sedia, poi rotola fuori dal quadrato, mani in tasca. Sulle immagini di Kevin Manson che giace supino al centro del ring, ridacchiando di tanto in tanto, noi andiamo in pubblicità.





Up Next: Alisa Drake


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 17/11/2017, 21:52 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Bentornati in diretta per questa nuova puntata di Indoor War! Le immagini ci portano nella zona catering dove troviamo Alisa Frye intenta a bullizzare un cameriere asiatico.

Immagine


Alisa: Tagliami le uova!

Il cameriere esegue.

Cameriere: Uova tagliate signora.

Alisa: Tagliami il latte!

Cameriere: Non posso signora, è liquido.

Alisa: Imbecille! Congelalo e poi taglialo. Se mi contraddici di nuovo ti spedisco in FWP e credimi non ti renderanno la vita facile!

Il cameriere prende il bicchiere di latte di Alisa e corre via mentre la ragazza, visibilmente compiaciuta accenna un leggero sorriso. Nel frattempo alle sue spalle vediamo Samantha Hart, FWP World Women's Championship in spalla, che si sta servendo da sola.

Immagine

Immagine


Mrs. Frye si gira e nota la nemica, e la cosa le fa accennare un'espressione seccata. La Hart Princess, finito di riempirsi il piatto, fa per andarsene ma notando lo sguardo della rivale si blocca e accenna un leggero sorriso beffardo.

Samantha: Uova strapazzate, le stesse che ha tuo marito dopo Survival Instinct.

The Best In The Ten Universes se la ride per poi allontanarsi mentre Alisa scuote la testa infastidita.

Alisa: Idiota...

La giovane fa per andarsene ma si blocca immediatamente notando qualcuno davanti a se. Alisa sospira e le telecamere allargandosi mostrano Shawn Gates.

Immagine


Il Ribelle osserva con sguardo duro Alisa che ora alza un sopracciglio.

Alisa: Che vuoi?

SG: Sto cercando Rick Frye. Non so se hai presente: alto, capelli neri e sudaticci, faccia da cazzo. Quello lì.

Alisa: Rick, proprio come l'Italia ai Mondiali, non c'è.

Risatina compiaciuta da parte di Alisa.

SG: Cazzo. Il piano era di picchiarlo a sangue fino a che non avrebbe riassunto Viola Vixen. Ma mi sa che mi toccherà cercare meglio.

La giovane sbuffa.

Alisa: Tutto ciò sta divenendo estremamente seccante.

Sospiro da parte di Alisa.

Alisa: Lo volete capire che Viola Vixen, ma anche il suo cagnolino Beverly Bailey, non metteranno mai più piede in TWC?!

Piccola pausa per Alisa.

Alisa: Già prima era così, pensa ora che hanno interferito in ben due occasioni facendomi perdere due match tra cui quello per entrare nella Chamber Zero, anzi a proposito di ciò con Rick stiamo valutando se sporgere denuncia alla TWC visto che a quanto pare chi va contro Virgil Brown può tranquillamente essere aggredito da gente che non è sotto contratto come successo a noi con Chris Drake, Samantha Hart, Simòn, Viola Vixen e Beverly Bailey.

SG: Forse non sono stato chiaro. Sta molto attenta perché quello che sto per dire non lo ripeterò. E se dovrò far sputare sangue a Rick Frye o prendermi una denuncia e farlo sputare a te non mi importa. Sono tre semplici parole: riassumi Viola Vixen. Quella donna fa parte della mia famiglia, e se la mia famiglia non sta bene, e se io non sto bene, ti uccido. Punto. Non voglio sentire a nè ba. Se entro questa sera Viola Vixen non torna in TWC ucciderò prima Frye e poi te. Puoi già iniziare a sporgere denuncia, ma mi va bene così. Lei torna in TWC, voi restate vivi. Lei non torna in TWC, vi aspetto nel parcheggio, ho portato il fucile nel borsone a posta. Patti chiari e amicizia lunga.

Alisa: Sì, come no...

La ragazza mostra un leggero sorriso beffardo.

Alisa: E comunque non mi concentrerei troppo a elemosinare contratti per conto di chi sta facendo il genitore meglio di te con tuo figlio, ma mi concentrerei sulla sfida che ti aspetta questa sera, poiché il tuo avversario sarà Lance Murdock, e io e Rick siamo al cento per cento dalla sua parte in questo match di qualificazione. Vuoi mettere Shawn? Lance entra nella Chamber Zero, Rick, come da pronostico, vince e oltre a mantenere il suo Diamond World Championship, conquista il TMC Championship e lo unifica al suo Diamond, andando a chiudere quel cerchio iniziato nell'Indoor War successivo a War Of Change II.

Nuova pausa per Alisa.

Alisa: Inoltre sarà bello vedere nuovamente "quello importante" dei No More Heroes in un match di rilievo mentre "l'altro" resta nelle retrovie, personalmente ci godo abbastanza, non dimentico che tu prima di tutti sei stato ad additarmi davanti a mio fratello come dannosa per lui.

SG: Bla bla bla. Non me ne frega un cazzo della chamber, di Murdock, di Travis o di qualsiasi cosa tu abbia da dire che non riguardi la riassunzione di Viola Vixen. Quello che dovevo dire l'ho detto. Sono tranquillamente pronto a prendermi le conseguenze delle mie azioni. Lei non torna a Indoor War, tu e Frye siete morti. Una pallottola in fronte ed via. La polizia mi verrà a prendere e io non opporrò resistenza...

Il texano va faccia a faccia con Alisa.

SG:...Ma riderò. Riderò di gusto, e non mi pentirò di nulla. Perché quando qualcuno fa un torto alla famiglia Gates, Shawn Gates lo fa ripagare con gli interessi. Riassumi Viola Vixen. Stasera.

Il texano si allontana estraendo una sigaretta e mettendosela in bocca, per poi voltarsi ed andarsene, alzando una mano, di spalle, in cenno di saluto.

SG: Buona continuazione.

La ragazza accenna una smorfia contrariata, ma poi deglutisce, quasi spaventata. Alle sue spalle compare Samantha Hart che sta masticando in maniera rumorosa e fastidiosa un cracker.

Samantha: Che mucchio di cazzate, come se ne avesse le palle...

La Hart Princess finisce di mangiare il cracker mentre Mrs. Frye continua a darle le spalle.

Samantha: Tu una cosa hai fatto di buono nella tua vita Alisa, una sola, ed è stato licenziare quelle due wannabe. Ora, per favore, non lasciarti intimorire dalle minacce di uno che si faceva chiamare The Most Cool Guy, anche perché è altamente improbabile che impallini te e tuo marito. Certo, se poi tirasse fuori davvero quel fucile dovrai sperare soltanto che la mia mira sia ancora eccelsa come un tempo e il buco in testa se lo ritroverà lui stesso.

The Best In The Ten Universes fa un sorso d'acqua da un bicchiere che ha in mano mentre Alisa le punta lo sguardo contro.

Alisa: Perché dovresti farlo?

Samantha: Il padre di mia figlia ha già perso una sorella, mi dispiacerebbe se ne perdesse un'altra.

Detto ciò Samantha da una pacca sul culo ad Alisa per poi accennare un sorrisetto e allontanarsi lasciando da sola la Whisperer che con sguardo contrariato la osserva andar via. Passa qualche secondo e Alisa accenna una smorfia preoccupata per poi sospirare e andarsene, e su queste immagini noi andiamo in pubblicità.





Up Next: The Pulp Fiction


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 17/11/2017, 22:01 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Le immagini ci accompagnano nel backstage dell'arena, più precisamente nell'area ristoro, dove i Pulp Fiction sono impegnati in una faticosa sfida a chi mangia più cibo sano.

ImmagineImmagine


Big Black Boom fissa il suo tag team partner, entrambi sono seduti vicino un tavolo.

BBB: Cristo, Matt. Come diamine fai a mangiare tutta quella merda? Ti rendi conto che serve una dieta bilanciata per lottare?

Matt alza lo sguardo, bofonchia qualcosa mentre mastica. Poi fa cenno con la mano a BBB di aspettare, ingoia.

MT: Smetterò di mangiare questa merda solo se mi farai vedere la tua vera faccia.

Thunder sorride nella speranza che la sua richiesta venga esaudita, invece BBB scuote la testa e torna al suo salutare pasto, un rumore di passi attira l'attenzione dei Pulp Fiction, Matt aggrotta le sopracciglia e si alza.

MT: Dude, what do we got over here?

ImmagineImmagine


Sean Morgan e Damien, gli Every Virtue Ends, arrivano sulla scena.

SM: Ci dispiace interrompere il vostro spuntino, ma gradiremmo prendere qualcosa anche noi senza per forza avere a che fare con voi due.

L'Anti-Christ guarda il compagno con aria schifata.

D: Fai tu, io non mi cibo di questa merda, soprattutto ora che osservo questo.

Damien indica i Pulp Fiction.

D: E tu Boom dovresti sapere che ingozzarsi di cibo non è mai la soluzione, capisco esserci rimasto male di quanto accaduto a Nemesis ma invece di stare dovresti allenarti per migliorare.
Vale anche per te Thunder, perdere la finale della Random Tandem Battle capisco sia dura ma ridurti pure tu così no.

Morgan sussurra qualcosa nell'orecchio di Damien che si meraviglia, meglio fa finta di farlo per quello che ha sentito.

D: Giusto Sean, queste delusioni sono successe per colpa mia e anche tue.
Cosa possiamo fare per farci perdonare?

MT: Chiudere la bocca ed evitare di dire altre stronzate è un buon inizio.

Boato in sottovoce di BBB.

MT: Immagino vi aspettate che vi faccia i complimenti per la vostra vittoria nella Random Tandem Battle uh? You know what? è proprio quello che farò: Cari Every Virtue Ends, congratulazioni per la vostra vittoria in quella che è senza ombra di dubbio la peggior Random Tandem Battle della storia della TWC, congratulazioni per esservi qualificati alla finale battendo un singolo individuo, e sopratutto congratulazioni per aver sconfitto il team più "Random" del torneo e guadagnarvi così un' opportunità ai titoli di coppia.

Matt applaude lentamente.

MT: Come vincitore della prima Random Tandem Battle vi auguro buona fortuna a Zero Hour, sono sicuro che sarete degli sfidanti impeccabili.

BBB: Delle vittima sacrificali perfette.

Boato di Thunder mentre inclina la testa verso sinistra.

Morgan allunga una mano per prendere qualcosa da mangiare, quando Thunder con un colpo glielo impedisce. I due si guardano in cagnesco, e poi Sean riprende la parola.

SM: Io avrei una domanda per voi. Cosa si prova a vedere qualcuno che ha fatto esattamente il vostro stesso percorso, essendo però meglio di voi in tutto ciò che ha fatto?

The Orphan sorride.

SM: Mi spiego meglio. Noi abbiamo giro la Random Tandem Battle senza nemmeno faticare e ciò non è segno di scarsa concorrenza, come credi te Matt. Ma anzi, testimonia ancora di più la nostra superiorità in confronto a questo roster. Seconda cosa, due settimane fa abbiamo lasciato un segno indelebile stendendo i due più imporranti lottatori qui dentro e mostrando a tutti di che pasta siamo fatti. Voi invece?

Morgan guarda Damien perplesso, poi continua.

SM: Non ricordo niente di così indimenticabile fatto da voi da quando siete un team. E no, l’aver tenuto i titoli in uno dei regni più brevi di questa federazione non è un vanto, anzi, testimonia soltanto la vostra inadeguatezza nel stare ad alti livelli. Ma vi posso assicurare che una volta vinto i titoli, noi non saremo come voi, noi vinceremo i titoli e li terremo per lungo tempo. Probabilmente stabiliremo ogni record possibile, mentre voi ci guarderete dalla zona catering, proprio come state facendo ora.

Damien osserva divertito Matt.

D: Andiamo Thunder non trovare scuse patetiche per i vostri fallimenti, non è mica colpa nostra se Murdock si è rivelato un perfetto idiota o se tu non sei così bravo da ribaltare i pronostici come fanno i migliori, come il sottoscritto come ben sa il tuo patetico amichetto.

Poi fa lo stesso con Boom che guarda Damien in cagnesco.

D: Non mi guardare in quel modo, sai bene di cosa sto parlando. A Nemesis avevo contro ben due persone che mi odiavano a morte, volevano entrambi la mia testa rendendomi le cose più difficili eppure vi ho battuto entrambi, con schienamento su di te vero?

Stavolta il boato arriva da Morgan a cui Damien rivolge la sua attenzione.

D: E tu non prendere il loro cibo, è l'unica cosa rimasto loro oltre i ricordi in bianco e nero dei loro successi, se hai tanta fame ti porto a mangiare in luoghi più eleganti di un catering.

BBB: Dici bene Sean, voi non sarete mai come noi, anzi sembrate più la brutta copia dei Wolves of Winter, avrete il vostro brevissimo periodo di gloria, poi verrete asfaltati dalla League of Extraordinary Gentlemen e la vostra alleanza si scioglierà nell'indifferenza generale,devo ammetterlo, sei in fatto di paragoni ci sai fare.

BBB ridacchia.

BBB: Inoltre, mentre eravate a compiacervi per il vostro tristissimo mordi e fuggi nei confronti di Black e Jaeger, noi due ci siamo guadagnati un biglietto di sola andata per il Diamond Championship, mica male per due che non hanno combinato niente di indimenticabile, dico bene Matt?

Thunder annuisce

SM: Quale momento migliore per un bel voltafaccia di uno dei due?

Morgan sorride.

MT: Dicevano la stessa cosa quando a War of Change III abbiamo combattuto ci siamo ritrovati a combattere per l'anello dell'onore, eppure eccoci qua, ancora uniti come sempre.

BBB: In conclusione, è inutile che ci proviate, anche se nel remoto caso in cui riusciate a mettere le mani ai titoli di coppia, ricordatevi che i Pulp fiction sono sempre in agguato, pronti a riprendersi ciò che gli appartiene.

I Pulp Fiction si scambiano un brofist.

SM: Pensavo a un qualcosa di più stimolante che venire qui per sentire voi esaltati per aver ottenuto un match in cui potete vincere una shot ad un titolo che ho portato io alla ribalta. Non vi rende proprio onore, ma tranquilli al nostro prossimo incontro sono sicuro che saremo noi a presentarci con un titolo alla vita. Non temete.

Morgan detto questo ruba un chicco d’uva dal piatto di BBB e lo mangia soddisfatto. Gli EVE poi si voltano e lasciano la scena non prima di un ultima frase di Damien.

D: Occhio a non strozzarvi, perdenti!

Con questo noi ci prendiamo una pausa, restate sintetizzati!





Up Next: Singles Match - Brunild Wagner vs. K-Raven


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 17/11/2017, 22:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Welcome back to Friday Night Indoor War, live from the Kemper Arena, Kansas City, Missouri!

Immagine


E dopo una carrellata sul pubblico entusiasta che gremisce l’impianto fino all’ultimo posto disponibile, è arrivato il momento di assistere a un match molto intrigante. Brunild Wagner, la Valkyria indomabile di Ravensburg, affronterà per la prima volta in carriera K-Raven, la misteriosa Alpha Huntress australiana. La parola passa subito alla nostra incantevole Jessica Rose, pronta per gli annunci.

Immagine


JR: Ladies and gentlemen, the following contest is scheduled for one fall!

Boato del pubblico in risposta, e via all’attesa per gli ingressi delle protagoniste dell’incontro.



Ed ecco risuonare la theme di K-Raven!

Immagine


L’Alpha Huntress fa il suo ingresso sullo stage accolta da un misto di fischi e anche diversi applausi d’incoraggiamento da parte dei fan.

JR: Introducing first, making her way to the ring. Weighting 124 pounds and standing 5-feet-7-inches tall. From Brisbane, Australia, she is the Alpha Huntress… K… Raveeeeen!!!!!

Mentre la lottatrice australiana cala verso il ring, ecco un brevissimo promo d’introduzione al match.

K-Raven Match Promo ha scritto:
Immagine

K-R: Dopo aver girato il mondo collezionando trofei, da diversi mesi sono entrata a far parte della Total Wrestling Corporation, tuttavia non ho mai avuto alcuna opportunità per brillare come avrei meritato. In questa federazione ormai vige un particolare sistema di favoritismi, l’ultimo dei quali è aver dato la possibilità di partecipare alla Chamber di Zero Hour soltanto alle solite lottatrici. E’ arrivato il momento di iniziare a distruggere questo sistema, battendone uno degli ingranaggi principali. Questa sera tutto il mondo conoscerà il valore reale dell’Alpha Huntress giunta dai confini del mondo in cerca di nuove prede... La caccia ha inizio!


Una volta sul ring, K-Raven si toglie la maglietta, restando solo col ring gear, dopo di che la vediamo saggiare le corde per stirare un poco i muscoli prima di andare a piazzarsi a un angolo e attendere l’ingresso di Brunild Wagner.

Immagine


Ed ecco che un corvo solitario compare sul titantron, mentre le luci si abbassano all’interno della Kemper Arena.

Immagine


Subito dopo, ecco comparire su tutti gli schermi il logo giallo della Bruderschaft Der Krahe Incorporated.



Mentre risuona la theme storica di Brunild Wagner in TWC, ecco alzarsi del fumo grigiastro sullo stage, dal quale vediamo sbucare fuori dopo qualche istante la Valkyria di Ravensburg!

Immagine


Boato del pubblico per lo Smiling Crow, che vediamo in tenuta da combattimento e felpa Adidas BDK Edition.

JR: And her opponent. Making her way to the ring, weighting 135 pounds and standing 5-feet-7-inches tall. From Ravensburg, Germany. Representing the Bruderschaft Der Krahe Incorporated and the Leauge of Extraordinary Gentlemen, she is the International Sensation… Bruniiiiild… Wagneeeeer!!!!!

L’Armbreaker si guarda lentamente intorno, poi annuisce e prende la via del ring.

Brunild Wagner Match Promo ha scritto:
Immagine

BND: K-Raven, la cacciatrice… L’ultima volta che l’ho vista dal vivo è stata sconfitta nettamente da Alice Angel, e non mi ha impressionato neanche un po’. Beh, questa sera ha la possibilità di riscattarsi, o di mangiare la polvere ancora una volta. In questo match non ha nulla da perdere, ma anche io non ho nulla da difendere, a differenza di Elektra Kellis. Ora però, dopo essermi qualificata per la Chamber Zero, ho intenzione continuare la mia marcia verso Zero Hour con un’altra inesorabile, e inevitabile vittoria. Questa sera la cacciatrice K-Raven capirà bene cosa significa affrontare un vero corvo del nord… Now, you Know!


Vediamo la tedesca salire i gradoni d’acciaio, passare le corde e irrompere nel quadrato. Qui eccola fare la taunt della BDK Inc., imitata da moltissimi fan del Missouri, dopo di che scambio di sguardi con K-Raven. Brunild arretra lentamente verso il proprio angolo senza mai staccare gli occhi dall’avversaria, poi eccola togliersi la felpa e ascoltare di sfuggita le classiche raccomandazioni dell’arbitro Vincent Good. Tutto è pronto per questo interessante incontro, il referee dà il segnale al timekeeper, ed ecco il triplice rintocco della campanella. Here. We. Go!


**Singles Match**

Brunild Wagner (LoEG) vs. K-Raven


Una volta suonata la campanella lo Smiling Crow si allaccia i guanti MMA, dopo di che avanza verso l’avversaria allungando il pugno destro in segno di saluto sportivo. K-Raven imita Brunild. Una volta che i due pugni si toccano le lottatrici iniziano a girare in cerchio attorno al ring, studiandosi. Poi eccole convergere l’una verso l’altra e chiudersi in un Clinch. Ha la meglio Brunild Wagner, che chiude l’avversaria in una Headlock. Serie di pugni allo stomaco da parte di K-Raven, che si libera, gettando la tedesca alle corde. Questa rimbalza, carica la spallata, e atterra l’australiana. Taunt della BDK Inc., dopo di che Brunild si lancia alle corde. Rimbalzo, ma K-Raven si getta a terra ben in avanti astutamente verso l’avversaria, facendola inciampare e cadere a terra. Brunild evita di un soffio di impattare con la faccia sul mat ring, poi però viene presa alle spalle dall’Alpha Huntress, che prova a chiuderla in una Crossface! No! La Valkyria oppone resistenza, si libera e rotola alle corde, rialzandosi e osservando l’avversaria tra gli applausi dei fan. K-Raven accenna un sorriso, poi riparte all’attacco, ma la Valkyria la colpisce in pieno stomaco con un Bruderschaft Kick!

Immagine


Subito dopo, ecco un Uppercut violentissimo dello Smiling Crow, che atterra l’Alpha Huntress. Schienamento! 1… No! Troppo presto. Brunild tira su K-Raven dopo averle preso il braccio destro, dando poi inizio a una serie di chiavi articolari. L’Alpha Huntress tiene duro e prova a replicare, ma la Valkyria le gira nuovamente il braccio posizionandosi alle sue spalle, dopo di che la spinge addosso all’angolo! Brutto colpo per l’australiana, che cade a terra. L’International Sensation rialza l’avversaria, le alza la testa, e le rifila una violenta Chop. K-Raven tiene duro. Altra Chop. Terza Chop. Quarta Chop. Quinta Chop. L’Alpha Huntress barcolla, poi lancia un grido e replica a sua volta con un paio di Chop, ma il braccio le fa ancora male, allora carica il sinistro, e rifila uno schiaffone alla Valkyria! Brunild arretra di un paio di passi, tenendosi la bocca, poi sbuffa e parte al contrattacco alla sua maniera, tempestandola di colpi! Lieblingsspiel, signori e signore! K-Raven finisce all’angolo dopo il diluvio di pugni e calci da parte di Brunild. Che l’afferra e la lancia dall’altra parte. Irish Whip all’angolo. L’Alpha Huntress sbatte di schiena, restando senza fiato. Brunild parte alla carica, ma la lottatrice australiana la respinge con una gomitata provvidenziale. Dopo di che travolge l’avversaria con uno Spinning Heel Kick!

Immagine


Lo Smiling Crow finisce al tappeto nuovamente, e K-Raven le si tuffa addosso per schienarla. 1… No! Kickout di Brunild Wagner. L’Alpha Huntress allora l’afferra per i capelli e la rialza. Tentativo di Kobra Clutch! Brunild fa resistenza alla pericolosissima mossa di sottomissione della lottatrice australiana. Eccola fare forza all’indietro, e respingere K-Raven all’angolo, liberandosi! La Valkyria tossisce un paio di volte, l’Alpha Huntress l’abbranca con una Chin Lock. Prova a sollevarla per un German Suplex! Non ce la fa! Brunild oppone immediatamente resistenza, dopo di che eccola liberarsi violentemente rompendo la presa delle braccia di K-Raven. Poi è altrettanto lesta a ruotare alle spalle dell’australiana e ad gettarla violentemente a terra alle proprie spalle con un prodigioso Bruderschaft Suplex! K-Raven accusa la botta e resta a terra. Brunild allora prova a schienarla nuovamente. 1… 2… No! La lottatrice alza una spalla, dopo di che rotola a pancia in giù. Lo Smiling Crow si rialza sistemandosi i capelli, osserva l’Alpha Huntress che sta iniziando a riprendersi, e decide infine di correre alle corde. Eccola rimbalzare, ed effettuare una delle sue manovre acrobatiche preferite, ghigliottinando la cacciatrice con un perfetto Valkyrie Knee Drop!

Immagine


Mentre il pubblico rumoreggia, Brunild, in ginocchio accanto a K-Raven procede allo schienamento appoggiandole una mano sul petto. 1… No! Roll-Up improvviso da parte dell’Alpha Huntress! 1… 2… No! Kickout disperato da parte di Brunild Wagner, che poi balza in piedi, e travolge l’avversaria con un Brunild’s Kiss terrificante! Subito dopo eccola schienare nuovamente e come si deve K-Raven. 1… 2… No! Altro kickout da parte della lottatrice australiana. Brunild Wagner scuote il capo. Eccola rialzarsi, andare da abbrancare l’avversaria e ruotarla in posizione di Neckbreaker. A segno! La tedesca mantiene la presa e rialza nuovamente K-Raven per completare il Freya’s Greeting… No! La lottatrice australiana riesce a divincolarsi con difficoltà dalla presa della Valkyria, dopo di che la sorprende alle spalle e l’atterra con una stupenda Double Knee Backbreaker. Brutta botta alla schiena per Brunild Wagner, che si contorce a terra. K-Raven rotola verso le corde e si aiuta per tirarsi in piedi, dopo di che eccola andare a tirare su la tedesca, gridare qualcosa, e schiantarla a terra con un German Suplex!

Immagine


Attenzione! Lo Modifica in uno schienamento improvviso! 1… 2… No! Kickout sofferto da parte di Brunild Wagner! L’Alpha Huntress si mette a sedere e sbatte un pugno a terra. Dopo di che eccola rialzarsi a fatica scrollando il braccio destro e alzandolo al cielo. Sta chiamando la Killer Instinct! Mentre il pubblico rumoreggia, K-Raven attende che Brunild Wagner si rialzi, dopo di che parte di corsa… Ma viene anticipata improvvisamente, e atterrata con un Valkyrie Takedown! Lo Smiling Crow blocca a terra l’avversaria colpendola ripetutamente al volto. K-Raven si dimena, cercando di liberarsi e raggiungendo con un piede le corde. Vincent Good interviene, intimando alla tedesca di mollare l’avversaria. Brunild obbedisce, fa una capriola all’indietro e torna in piedi tenendosi la schiena. L’Alpha Huntress si tira su alle corde con difficoltà, poi barcolla verso l’avversaria, che l’atterra con una Clothesline. Seconda Clothesline da parte della Valkyria! K-Raven prova a rialzarsi una terza volta… Non ce la fa! Brunild allora prende le misure e parte per un calcio alla testa. Schivato! No! Geist Kick a segno!

Immagine


L’Alpha Huntress cade nuovamente a terra tramortita. Brunild a questo punto indica le corde tra il clamore generale. Eccola passare sull’apron, e poi arrampicarsi pian piano fino a prendere equilibrio sulla terza corda. Altra taunt della BDK Inc. e poi ecco il volo perfetto per mettera a segno il Twilight of the Thunder God! Dopo l’eccezionale Elbow Drop, ecco un altro tentativo di chiusura del match. 1… 2… e 3! No!!! Prova di resistenza da parte di K-Raven, che esce per un soffio dal conteggio. Brunild si mette seduta accanto all’avversaria, guardandosi intorno. Sorriso gelido, e si ricomincia. La tedesca afferra per i capelli l’avversaria e la trascina in piedi dietro di sé. Tempo di Geheimnisnacht! No! Gomitate disperate da parte di K-Raven, che si libera e prova a sua volta la Fireman’s Carry Cutter! Niente da fare, Brunild le scivola alle spalle e la lancia alle corde con una spinta violenta. L’Alpha Huntress rimbalza, e viene travolta brutalmente con una Friendship!

Immagine


K-Raven, spezzata a terra, si contorce tenendosi lo stomaco. A questo punto la Valkyria rompe definitivamente gli indugi, le afferra il braccio destro, e tenta di chiuderla nella Valkyrie’s Revenge! L’Alpha Huntress è in pericolo! Eccola dimenarsi tenendo le braccia unite. Brunild aumenta al massimo la pressione sull’avversaria… E la presa di K-Raven si spezza! Valkyrie’s Rage applicata violentemente sul braccio della lottatrice australiana! Mentre il pubblico è in piedi in attesa di vedere che succede, vediamo l’Alpha Huntress scuotere la testa e cercare le corde. E’ troppo lontana! K-Raven, quasi in lacrime tenta di resistere, ma il dolore si fa insopportabile e dopo poco cede battendo una mano sulla gamba della tedesca!!! Ed è finita! Brunild Wagner ha vinto questo incontro, non molto lungo, ma decisamente piacevole!

JR: The Winner of this Match, by Submission… Bruniiiiild… Wagneeeeer!!!!!



Brunild si rialza dopo aver mollato la presa e sulle note di The Mission dei Puscifer, vediamo Vincent Good raggiungerla e alzarle il braccio al cielo in segno di vittoria. La tedesca sorride mentre il pubblico l’applaude, dopo di che la vediamo andare a dire qualcosa a K-Raven, seduta a terra che si tiene il braccio malmesso. Dopo un paio di discorsi e una pacca sulla spalla, ecco che la Valkyria si gira e va verso le corde per lasciare il ring. E sulle immagini di una Brunild Wagner vittoriosa che si slaccia i guanti MMA mentre risale la rampa che porta allo stage, noi andiamo in pausa. Pubblicità per noi, non andate via.





Up Next: Jack Keenan & Vincent Cross


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 17/11/2017, 22:09 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Torniamo in diretta con Indoor War. Le immagini ci portano nel backstage, in compagnia di una accoppiata strana, ma non così insolita.

ImmagineImmagine


Jack Keenan e Vincent Cross procedono a passo lento per i corridoi della produzione. Il biker ogni tanto accenna un allungo di passo, forse per la maggior lunghezza delle sue leve, forse volontariamente, ma Keenan mantiene il proprio regolare. Nessuno dei due parla, per almeno una ventina di secondi buoni. Poi, Cross sbuffa.

VC: Quanto manca?

Jack Keenan accenna un sorrisetto.

Keenan: Se questo fosse un film alla James Bond, probabilmente rallenterei ancora di più il passo ed inizierei a descriverti nel minimo dettaglio quale sia il mio piano, mostrandoti ogni stanza del backstage in cui potremmo entrare ed ogni strumento che potrei utilizzare.

JK arriccia il labbro.

Keenan: E, probabilmente, berrei un sorso dal mio cocktail, accarezzerei qualche animale esotico o parlerei con un accento ancor più esotico.

Il Pain Deliverer fa spallucce.

Keenan: Tuttavia, non sta succedendo nulla di tutto ciò. Perciò, mi limiterò a dire questo: ci sono momenti in cui rivaluto la mia posizione sul karma.

VC: Mi hai appena infilato in testa una serie di immagini mentali difficili da dimenticare. Già questo ti rende un villain peggiore di qualsiasi tizio visto al cinema. Tranne quelli di Evil Dead, ma quello è un altro discorso.

Cross si guarda intorno.

VC: Maledizione, questi corridoi sono tutti dannatamente uguali. Mi sta venendo mal di testa. Da chi devo andare a confessare i miei peccati, su, dimmelo.

Keenan: Se te lo dicessi, dove sarebbe il divertimento?

JK compie un ampio gesto, con fare teatrale.

Keenan: Vedi? Questo è quel che direbbe un villain da quattro soldi al cinema. Non confondermi con le persone che recitano un ruolo, per cortesia.

Il Pain Incarnate si schiarisce la voce.

Keenan: Piuttosto, toglimi una curiosità. "Confessare i tuoi peccati". Pensi di dover confessare più quel che hai fatto o che non hai fatto?

VC: Tu che peccati hai da confessare, mister "mi sono unito ad un noto yakuza e criminale per risolvere le mie mancanze di affetto"?

Keenan: Non averti massacrato nel kick-off, quando mi hai dato la possibilità di scegliere?

VC: Mah.

Il biker sospira.

VC: Ci sono tante cose che potrei dire, tante cose che vorrei dire, e tante cose che non potrei e non vorrei dire. E me le tengo per me, se non ti dispiace.

Jack Keenan alza gli occhi al soffitto.

Keenan: Per una volta è Jack Keenan a molestare Vincent Cross, non il contrario, e questo a Vincent Cross dà fastidio. Okay, Reggie, messaggio ricevuto.

Keenan sbuffa, ma sul suo volto c'è un sorrisetto.

Keenan: In ogni caso, siamo arrivati.

Keenan si avvicina ad una porta e bussa leggermente. Vincent nota una scritta posta a grandi caratteri su di essa, e scuote il capo sbuffando.

Spoiler:
Immagine


Dopo qualche secondo, la porta si apre e sulla soglia compare "Superstar" Sigfried Jaeger.

Immagine


Il Corvo squadra per un attimo sia Vincent Cross che Jack Keenan, che fa un ghigno e lo saluta.

Keenan: Salve Sig.

Sigfried sospira, poi si volta verso i suoi compagni della BDK.

ImmagineImmagine


Vediamo Brunild "The Armbreaker" Wagner in piedi, cupa in volto, e più in là Gunther "The Hound" Schmidt, già pronto a lanciare una sedia in caso di invasione, con la fidanzata Agnes Schneider che fa capolino alle sue spalle, e accenna un saluto con la mano.

Immagine


SGF: Esco un attimo a fare due chiacchiere con questi due. A dopo.

BND: Ok.

GNT: Noi lertati.

AGS: Ciao!

Il Best from the West esce fuori dalla House of Heroes e si chiude la porta alle spalle. Dopo di che eccolo andare ad appoggiarsi al muro e incrociare le braccia.

SGF: Beh, che siete venuti a fare qua?

VC: Indovina.

Keenan: Cross, ti prego di evitare.

VC: Pft.

Il Pain Deliverer tira un calcetto al Biker, per poi rivolgersi a Sigfried.

Keenan: Hai presente quando ad inizio anno il qui presente omaccione mi rovinò la giornata costringendomi a parlare con un sacco di gente, tra cui proprio te? Bene, perché oggi lo stiamo rifacendo, ma a parti invertite. Vorrei che tu ti facessi una chiacchierata con lui. Per inciso, lui lo sta facendo perché, come dire, i miei amici orientali stanno fraternizzando con il suo amico meridionale e non vorrebbe mai che si prolungasse troppo a lungo.

VC: Già, per tradurre che ha detto lui, Sigfried: Signos è stato preso dal Red Dragon, non me lo ridanno indietro se non seguo le volontà del mio ex avvocato. Quindi ti pregherei di colloborare, per questa volta.

SGF: Uhm... Sinceramente non è che mi interessi molto di quel viscido di Signos. Ma ci sono persone ben peggiori in questa federazione, tipo il qui presente Jack e il suo "amico" Akuma Fujihara. Il mio sesto senso mi dice che avrei dovuto sbattervi la porta in faccia e vedere chi di voi avrebbe avuto il coraggio di invadere la House of Heroes, tuttavia ho un debito d'amicizia con te, Vincent. E gli eroi non dimenticano mai i propri amici, anche nei momenti peggiori.

Il tedesco incrocia le braccia.

SGF: Prima o poi sarei venuto a cercarti per chiedere spiegazioni, ma visto che sono stato anticipato, non vedo perché non parlarne subito, e senza convenevoli. Vincent, si può sapere che diavolo stai combinando? Ti ha dato di volta il cervello per caso?! Abbassarsi al livello della teppaglia pur di combatterla e vincere, significa tradire i propri valori, non trovi? Sinceramente questo da te non me lo sarei mai aspettato.

Keenan: Oh, ma questo è-

VC: Ci parlo io.

Keenan: Perfetto. Sarà divertente.

Keenan ridacchia e si avvia al muretto, appoggiandosi ad esso con le braccia conserte. Cross lo guarda, poi torna a rivolgersi a Sigfried.

VC: Che valori avrei tradito, esattamente?

SGF: Da quando ci siamo conosciuti ho sempre trovato in te un qualcosa di estremamente positivo, primo tra tutti quello di non rinunciare mai ad aiutare un amico, costi quel che costi. Sei sempre stato un uomo ligio al dovere. Mi hai sempre detto dove sbagliavo, senza peli sulla lingua. Hai stretto una profonda amicizia con Nick Carroll, supportandolo fino all'ultimo. Hai lottato duramente per cercare di convincere Kevin Manson a cambiare, nonostante tutti sapessero che ormai è un caso perso. E la stessa cosa hai fatto con Jack per due anni, senza mai darti per vinto...

Il Corvo continua.

SGF: Ma ora non più. Jack ha fatto la sua scelta, drammatica, e destinata all'autodistruzione. Capisco bene quanto tu sia rimasto ferito, ma non è questo il modo di fare tipico di Vincent Cross e la reazione che mi aspettavo. Dando retta a Signos, ti stai comportando né più, né meno come lui e la sua cricca. Non è questo il modo di affrontarli e salvare Jack. Non è questo l'esempio che tu hai sempre dato. Non è questo il Vincent Cross che conosco. Voglio darti un consiglio per esperienza personale. Giocare con il male è pericolosissimo, perché col tempo potrebbe piacerti essere così, e allora il vero Vincent Cross, il mio amico, sarebbe perduto per sempre.

VC: E' esattamente questo il problema, Sigfried.

Cross guarda brevemente verso Keenan, che sembra indifferente. Poi torna a concentrarsi sul tedesco.

VC: Ho fallito.

Si sente il lottatore della Georgia ridacchiare.

VC: Grazie Jack, avevo bisogno di una conferma!

Keenan: You're welcome.

Cross si gratta la nuca.

VC: Vi prego, non commettete tutti lo stesso errore. Non è Signos che governa me, sono io che gli ordino cosa fare. E' diverso. So perfettamente quello che sto facendo, come lo sto facendo, e perché lo sto facendo. Ma capisco i tuoi dubbi.

Il Careless prende la bandana dalla tasca destra.

VC: Dici che sto perdendomi io.

Quindi si allaccia la bandana intorno alla testa.

VC: E tu invece? Non ti sei già perso? Sei un'ombra, letteralmente.

Sigfried aggrotta il volto.

SGF: Che intendi dire?

VC: Campione di una divisione morente, senza avversari validi, solo reietti senza più capacità di reggere il passo, agli ordini di un uomo che ha fatto di sé un faro ed un isola da raggiungere, e senza alcuna prospettiva se non quella di essere ricordato come parte di un tag team più che un campione e lottatore leggendario. Non so te, ma direi che la carriera dell'Eroe, dell'ammazza mostri, e tutta quella roba che piace a voi tedeschi, sia ad un punto più che morto, cadaverico.

Il tedesco scioglie le braccia e scuote il capo.

SGF: Non sono mai stato l'ombra di nessuno per tutta la mia carriera, e non intendo certo farlo ora. Quello con Leon è un sodalizio di eroi che combattono insieme per difendere quanto di buono c'è nella vita e in questo sport. Certo, Black ha uno strano senso dell'umorismo, ma gli voglio bene anche per questo. La League of Extraordinary Gentlemen è aperta a tutti e ognuno di noi è libero di fare quel che vuole. E se proprio devo dirtela tutta, anche tu saresti stato un candidato ideale per stare con noi. Un uomo che ha rinunciato alla strada più facile, ma irta di ombre e compromessi, per seguire il proprio sogno di libertà.

Il tedesco continua.

SGF: In fin dei conti, Vincent, ti trovi nella mia stessa situazione di quando fui sconfitto in TDPW da Fujihara. La mia reazione, lo ammetto, fu pure peggiore di quello che stai combinando tu, tuttavia sappi che la mia porta è sempre aperta per te. Io ne sono uscito fuori grazie agli amici e alla mia donna. Tu non so se hai una donna, ma amici ne hai tanti. Non rinunciare mai a loro, perché saranno la tua ancora di salvezza.

Poi Jaeger indica Jack, che sorride ironicamente.

SGF: Quanto a lui, mi aspetto che tu gli cambi i connotati una volta per tutte. Dopo di che sarei felice se tu tornassi per un'altra chiacchierata una volta risolto il problema...

Keenan sbuffa ironicamente. Cross lo guarda.

Keenan: Beh, vedo che questo ha portato ad assolutamente nulla, no? Il buon vecchio Sigfried rimane convinto e niente lo smuove, come al solito. Eroe...

VC: Che ci vuoi fare, è fatto così.

Il biker si volta nuovamente verso il tedesco.

VC: Questa non è la direzione in cui nessuno di noi sperava di andare. E credo valga anche per te.

Il Best from the West scuote nuovamente il capo.

SGF: Nient'affatto. E' sempre stato lo scopo della mia vita essere un esempio per gli altri. Ho dato tutto quello che ho per farmi rispettare, per trasmettere i miei valori, per rendere questo posto migliore. E intendo farlo finché respiro.

Poi il tedesco conclude.

SGF: La mia via è ormai tracciata. Anche la tua Vincent, e sono molto simili. Non commettere l'errore di abbandonarla, te ne pentiresti per il resto della vita.

VC: Ci penserò.

Cross osserva il suo ex avvocato.

Keenan: Ok, andiamo. Il buon vecchio Sig ti ha dimostrato cosa potrebbe succedere al buon vecchio Cross se non si rassegnerà a varcare l'ultima linea. Ma penso che troverai il prossimo incontro ancora più interessante.

Cross rotea gli occhi, seguendo Keenan. I due si allontanano nel corridoio sotto lo sguardo cupo del Corvo. A questo punto Sigfried sospira, poi in un impeto di disappunto tira un calcio alla porta, e rientra nella House of Heroes iniziando a discutere in tedesco con i suoi compagni. Pubblicità!





Up Next: Lance Murdock


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 17/11/2017, 22:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Ci troviamo nel backstage dell'arena, qui vediamo Lance Murdock camminare nei corridoi. Camicia nera, gilet rosso vinaccia e cravatta dello stesso colore.

Immagine


Con la cintura in spalla continua a camminare quando viene urtato da una persona. Murdock, infastidito, si aggiusta la camicia osservando l'altro.

LM:Che c'è, vecchio, abbiamo iniziato a perdere la vista?

Immagine


SG: Forse sì, o forse mi andava solo di darti una spallata.

LM:In tal caso vuol dire che hai delle voglie parecchio strane. O forse vuoi una lezione?

Il texano ghigna sorridendo a mezza bocca.

SG: Nervosetto, Murdock?

Lance scrolla le spalle.

LM:Non particolarmente, ma è giusto che impari a stare al tuo posto. Cosa vuoi, Gates? Un'altra scommessa? Non hai che da chiedere, sarei più che felice di spillarti un altro po' di soldi.

SG: L'ultima volta che ho controllato, eravamo pari.

LM:Giusto, e questa situazione di stallo non mi piace. Immagino neanche a te.

SG: Immagini bene.

Il texano guarda la cintura del wrestler di Hell's Kitchen.

SG: Carino il giocattolo.

Lance osserva il suo titolo e con un ghigno lo spolvera con una mano.

LM:Molto più che carino. Ed io di certo non lascio che si incrosti di schifo.

SG: Non dirlo a me, ho sempre disapprovato il modo in cui Travis conservava la sua cintura.

Gates sorride.

SG: E tu pensi di meritarti di avere quella cintura sulla spalla, eh?

LM:Puoi giurarci! E ti dirò di più: sono l'unico che se la merita.

SG: Sai cosa non ti meriti invece, Murdock? Non ti meriti di stare nella chamber.

Murdock ride per un istante.

LM:E perché non lo meriterei? Frye non si è mica dovuto qualificare per avere un posto, no? Beh, non pensare neanche minimamente che questo titolo valga meno del suo. Dato che anche lui verrà difeso non ci vedo nulla di sbagliato.

SG: Quindi basta inventarsi un titolo per entrare nella gabbia? Ottimo. Vado ad autoproclamarmi campione del Texas della TWC.

LM:Fai pure, ma non avrebbe alcun valore, al contrario del mio. Nessun motivo di esistere. La cintura la fa chi la porta, Gates, senza contare il valore delle sue difese.

SG: Pf. Quel pezzo di latta sarà stato difeso una volta o due. E contro chi, poi. Morgan? Fammi il piacere Murdock.

LM:Non è facile trovare avversari degni, questo titolo ha un certo valore. Ma sono pronto a difenderlo in ogni momento, non sono qui per fare beneficenza però. Le cose vanno meritate, vanno pagate. Questo titolo ha un prezzo.

Gates abbozza un sorriso.

SG: E quale sarebbe il tuo prezzo, sentiamo?

LM:Mh, credo che diecimila dollari possa andare.

SG: Diecimila dollari eh?

Il texano si gratta il mento.

SG: È una bella cifra. E per quella cifra metteresti in palio il tuo titolo e il tuo posto nella gabbia?

Murdock alza un sopracciglio, osservando Gates divertito.

LM:Puoi giurarci. Lance Murdock è pronto a tutto e non teme niente. Specialmente gli uomini di mezza età.

SG: Lance Murdock, stai per fare il più grosso errore della tua vita.

Il texano estrae dalla tasca il portafogli, dal quale esce un blocco degli assegni.

SG: Hai una penna?

Murdock ride divertito mentre tira fuori una penna dorata dal taschino del gilet.

LM:Quindi fai sul serio, Gates? Non vorrei averti sulla coscienza quando rimarrai senza casa.

Il diavolo porge la penna al texano che firma l'assegno e lo mostra a Murdock.

SG: Ecco qua. Tre mesi di stipendio. Lo lascerò ai commentatori a bordoring. Tu porta il pezzo di latta, Lance. Ci vediamo sul ring.

LM:Puoi giurarci, è sempre un piacere fare affari con te, Gates. E ti dirò di più, visto che al contrario di quanto pensi questo titolo ha il suo valore farò in modo di darti il main event. Ringraziami pure per i tuoi quindici minuti di celebrità finché durano.

Lance porge la mano al texano che la stringe vigorosamente. I due si guardano negli occhi e si staccano dopo qualche secondo, andando per vie diverse. Noi andiamo in pubblicità.





Up Next: Elektra Kellis


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 17/11/2017, 22:15 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Ritorniamo dalla pubblicità e subito immediatamente risuona la theme song della campionessa femminile, Elektra Kellis!



Si presenta sullo stage con dei jeans azzurri attillati a vita alta ed una maglia nera a maniche lunghe che le lascia l'addome scoperto. Fasciature sul collo e cintura in spalla viene accolta positivamente da tutto il pubblico.

Immagine


Percorre la rampa dando il cinque a tutti i fan nelle prime file, poi recupera un mic e sale nel ring.

ELK:Adesso posso annunciarlo ufficialmente: la vostra campionessa ha battuto ogni singolo componente di questa divisione femminile! Ci è volto sangue, sudore e dolore. Molta fatica e sacrifici ma ho provato a tutti quanti di essere la colonna portante di questa divisione, una persona degna di portare in spalla questa cintura, e soprattutto di essere indistruttibile.

Boato del pubblico.

ELK:La Chamber Zero era l'unica strada da poter percorrere, l'unico modo con il quale avrei potuto alzare il gradino della competizione, perché altrimenti non ci sarebbe stata alcuna sfida e sarei tornata a casa con il titolo senza problemi. Qui invece ho cinque temibili avversarie da gestire nello stesso istante, più l'avversario più temibile di tutti: la struttura infernale che è la Chamber. Mi piacerebbe scambiare due parole con le mie avversarie prima che il giorno arrivi, e verificare che siano abbastanza pronte per il match perché voglio soltanto il meglio del meglio per me e per voi. E direi di partire dalla prima campionessa femminile indiscussa di questa federazione, nonché la persona che ho l'onore di chiamare migliore amica. Lucy Fisher, sei pronta per la Chamber?



Boato del pubblico, mentre Spanish Radio risuona nell'arena. Dopo qualche istante la rossa compare sullo stage, sorridendo.

Immagine


La Fisher indossa una felpa bianca "Save Everyone" è un paio di pantaloni neri. La lottatrice fa un piccolo inchino, poi si dirige verso il ring, dando il cinque a tutti i membri del pubblico in prima fila, per poi fare il giro e recuperare un microfono da Jessica Rose. Le due si squadrano un istante, poi Lucy si allontana, salendo sul quadrato e guardandosi attorno, per poi slacciarsi la felpa, mostrando la maglietta nera e oro "Heavenly Witch". La rossa poi porta il microfono alla bocca.

LF: Il mio nome è Lucy Fisher e questo ring è la mia casa.

Il pubblico ripete la frase con Lucy, che sorride di nuovo.

LF: Ciao Elektra, è sempre un piacere vederti. Ed è strano che io e te ci troviamo a parlare su un ring sempre prima di qualche match estremamente pericoloso. Abbiamo già condiviso un Ladder Match con in palio quattro titoli mondiali, eppure ci troviamo davanti a qualcosa di ancora più rischioso. Sei lottatrici rinchiuse in una gabbia d'acciaio, tutte determinate a vincere. Tutte pronte a dare l'anima per uscire da quel match con il titolo che porti in spalla. Quel titolo che è stato creato apposta per me, dall'unione di quattro titoli mondiali. Il più importante titolo femminile del mondo.

Applausi del pubblico, mente la Fisher indica la cintura di Elektra.

LF: Ma a me non interessa. Quella cintura sta bene sulla tua spalla, non sento il bisogno di strappartela. No, non è per quel titolo che voglio vincere questa Chamber Zero. Voglio vincere quel match per provare di nuovo di essere la migliore in assoluto. A te, a tutto il roster TWC, al pubblico, ma soprattutto a me stessa. Perché voglio dimostrarmi che cercare di essere la migliore madre che riesco ad essere non sia un ostacolo per essere la migliore lottatrice. Ed è per questo che vincerò. Perché ho la giusta motivazione. Perché ho la forza di volontà di sopravvivere in un match del genere. Perché non mi fermerò finché non sarò soddisfatta.

Elektra sorride.

ELK:Mi trovo assolutamente d'accordo con quanto hai detto, non metto in dubbio la tua forza di volontà e la tua motivazione. Ma io ne ho di più, io voglio essere un modello da seguire per tutte le ragazzine là fuori, voglio che abbiano qualcuno a cui pensare nei momenti più brutti, da cui trarre forza. E' per questo che devo essere indistruttibile e devo vincere anche la Chamber. Quasi mi dispiacerà non vederti vincere perché voglio che tu dimostra esattamente quanto vali.

Elektra ride a denti scoperti. Lucy sta per rispondere quando risuona la theme di Brunild.



Altra grandissima reazione del pubblico di Kansas City non appena la Valkyria di Ravensburg sbuca dallo stage tra i fumi di nebbia artificiale facendo la taunt della Bruderschaft Der Krahe verso la telecamera.

Immagine


Lo Smiling Crow, in jeans e maglietta BDK Inc. "Arm Collector", accenna un sorriso e si dirige verso il ring sulle note di The Mission dei Puscifer. Eccola poi camminare tranquillamente verso l'area di commento, dove prende possesso di un microfono, dopo di che Brunild balza sull'apron ring e passa le corde. Dopo un cenno di saluto col capo a Lucy, e uno sguardo in tralice verso Elektra, l'Armbreaker va a un angolo e vi si arrampica, mettendosi a sedere sul turnbuckle. Infine la tedesca prende la parola non appena la theme si interrompe e il casino del pubblico si attenua.

BND: Ecco qua una scena che non si vedeva da molto, molto tempo. Lucy Fisher, la mia amica, la leggenda, Elektra Kellis, la mia peggiore nemica, la campionessa, e Brunild Wagner, la Valkyria, la macchina da combattimento. Le tre fondatrici della divisione femminile della TWC nuovamente insieme a discutere sul ring...

Il pubblico apprezza e applaude. Brunild annuisce.

BND: Eh già. Sembra quasi di essere tornate a due anni fa, quando Elektra deteneva la cintura femminile della WFSS, io ero la sfidante, e la cara Lucy cercava di farci convivere in modo civile. Beh, sappiamo tutti come finì il tutto due anni fa, vero Elektra?

La tedesca rivolge un'occhiolino alla spartana, poi continua immediatamente, senza darle il tempo di rispondere.

BND: Anyway, è passata molta acqua sotto i ponti. Sono successe tante cose a noi tre. Sia belle, che brutte. Lucy ha unificato i titoli, poi ha rischiato la vita per colpa di un imbecille, si è ripresa, è diventata madre, e ora che è tornata non ha certo perso lo smalto, basti vedere la lezione definitiva che abbiamo dato insieme alle Sick Chicks... Elektra invece le ha provate tutte per tornare campionessa, si è rotta il collo, è riuscita a battermi al terzo tentativo, dopo di che ha strappato il titolo a Jane Murphy e l'ha difeso con successo, fino ad arrivare qua alle porte di quello che potrebbe essere il match più violento e brutale della storia della divisione femminile della TWC... Quanto a me, ho avuto un brutto infortunio, sono tornata, ho sfiorato il titolo un anno fa, ho perso contro Elektra, ho lottato da sola contro le due Midnight Hunter tra alti e bassi, ho lottato prima da sola, poi con Lucy, contro le Sick Chicks, infine mi ritrovo alla seconda chance assoluta per quella cintura.

Brunild punta il dito verso il titolo che Elektra ha in spalla, poi sospira.

BND: Tante cose sono cambiate, tante cose sono rimaste le stesse... Ma se c'è una cosa che non è mai cambiata, e che odio alla morte, è la tua stupida arroganza, Elektra Kellis!

La tedesca balza giù dall'angolo.

BND: Ti vanti di aver battuto tutto il roster femminile della TWC, come se questo significasse che tu sei per davvero superiore a tutti noi. Sciocchezze, e lo sai bene, dato che non hai mai vinto un incontro titolato con me di mezzo. Oltretutto, per arrivare a questo punto hai dovuto sacrificare il tuo fisico in una maniera assurda, abbreviando sicuramente la durata della tua carriera in modo stupido e inutile. E ora hai sfidato le migliori lottatrici della federazione in una Chamber Zero, dove sai bene che potresti rimetterci non soltanto il TWC Women's World Championship, ma pure il sogno di continuare a lottare...

L'Armbreaker si avvicina a Elektra, guardandola negli occhi.

BND: Perché in quella gabbia non avrai alcuno sconto. Da nessuna, e soprattutto da me... Questa è finalmente la mia occasione di consacrarmi come la migliore, e stavolta non dovrò preoccuparmi di cosa combinano le altre lottatrici impegnate, o di qualche schienamento di rapina stile Jane Murphy con te... Mi basterà picchiare come un fabbro e resistere fino alla fine, dando tutto quello che ho. Sia contro le lottatrici che rispetto, quali Lucy, Alice, e Lisa, che soprattutto contro coloro che non rispetto, ovvero Cornelia, e te. Now, you know...

Elektra scuote la testa amareggiata.

ELK:Ho cercato fin troppo di guadagnarmi il tuo rispetto, ormai mi sono stufata. Ho capito che non c'è nulla da fare per il tuo odio cieco nei miei confronti. Ne è la prova il fatto che dopo tutto quello che ho fatto hai ancora da criticare su di me. Se ho accorciato la mia carriera non mi importa assolutamente niente, l'importante è essere riuscita ad essere una campionessa degna. Una campionessa molto migliore di quanto tu potrai mai essere, perché io ci tengo agli altri, a tutti quanti. A te interessa solo di te stessa, di picchiare il più selvaggiamente possibile e di chiudere la partita il prima possibile. Io invece voglio dare lo spettacolo, voglio essere la ragione per cui tutti quanti pagano il biglietto, voglio che tutti mi prendano come ispirazione. Non ti ho mai battuto in un match titolato? Bene, a Zero Hour, potrai togliere anche questa dalla lista di scuse da accampare contro di me.


Le tre lottatrici si voltano verso lo stage, mentre tutt'attorno il pubblico manifesta rumorosamente il proprio dissenso.

Immagine

Le braccia conserte, gli occhi di ghiaccio, ecco che fa capolino all'interno dell'arena l'Imperatrice del Dolore, Cornelia. Avanza lungo la rampa d'accesso, scortata dai fischi e dagli insulti degli spettatori che ora urlano il nome dell'indimenticato Aaron Scott: Cornelia non reagisce, imperturbata, indifferente. La campionessa austriaca, dunque, scala i gradoni d'acciaio e accede all'interno del ring attirando su di sé gli occhi di tutte le sue avversarie che osserva, una a una. S'impossessa di un microfono e, accerchiata dagli sguardi di tutta l'arena, del mondo intero.

Cornelia: Edipo, Icaro, Lucifero, Prometeo, la tracotanza viene sempre punita, cara Elektra.

La campionessa ascolta attenta Cornelia, la quale ora la fissa minacciosamente.

Cornelia: Hai reso grande non solo questa divisione, ma l'intera TWC, e al contrario della nostra Valkyria, cieca o forse semplicemente invidiosa, io ti rispetto. Ma, appena metterai piede all'interno della Chamber Zero, appena sceglierai di affrontare questa nuova, tremenda sfida, oltrepasserai il limite; guardati, le tue ossa sono a pezzi, il tuo corpo è martoriato e ti sta urlando di smetterla, ti implora di avere pietà; tu, invece, non lo ascolti, tu, invece, vai avanti, testarda, arrogante, stupida. Non vedo l'ora di averti rinchiusa con me dentro la gabbia, sto tenendo il conto dei giorni che mancano, perché quel titolo che porti, lo voglio vincere, sì, più di ogni altra cosa, ma solo passando attraverso di te, solo restituendoti ciò che tu mi hai dato, ovvero la più grande disfatta della mia carriera. Dunque, cara Elektra, non sono certo qui per invitarti a desistere da questo folle volo, ma piuttosto per avvisarti delle mie intenzioni e di ciò che metterai veramente in palio a Zero Hour: la tua carriera, la tua salute, la tua stessa vita.

Faccia a faccia, le due avversarie si lanciano sguardi di fuoco. Cornelia ora sorride, uno spietato sorriso che fa accapponare la pelle.

Cornelia: Prego. Lo sai, non amo la scortesia e mi piace che gli avversari sappiano bene cosa attende loro prima che si tuffino sul ring contro di me, la più cattiva fra le cattive, l'Imperatrice del Dolore. E no, non avrò pietà nemmeno per una mamma, Lucy Fisher.

Cornelia, d'un tratto, si volta verso l'ex campionessa, facendosi ora avanti, passo dopo passo.

Cornelia: Ho già brutalizzato la prima TWC World Women's Championship, l'hai visto, vero? E dunque, perché credi che con te debba essere diverso? Cosa ti fa credere che Lucy Fisher sia migliore di Ayumi Haibara? Ma di voi, dei vostri rancori non me ne frega niente; perché tutte, da te, Elektra, fino all'ultima, tutte voi sarete uguali all'interno della Chamber Zero, tutte voi avrete pari dignità, tutte voi sarete carne da macello: la Chamber Zero sarà la vostra gabbia, voi le mie prigioniere.

Cornelia, ritrovatasi al centro del ring, osserva di nuovo le sue avversarie, una a una.



Immagine


Alice Angel fa la sua entrata. La ragazza, vestita come al solito, arriva sul quadrato e si ritrova davanti tutte le sue avversarie, ma senza troppi problemi le sorpassa un microfono.

AA: Un'altra volta, tutte qui a discutere su chi sia la migliore e perché. Prima di tutto, ben tornata, Lucy.

La Angel sorride alla Fisher.

AA: A parte Cornelia, tutte voi per me siete volti noti. Vittorie, sconfitte. Più sconfitte, c'è da dire. Eppure sono ancora qui, in quella che potrebbe essere la mia ultima grande occasione. Ayumi non ha capitalizzato la sua. Ma io non sono lei.

Alice cammina verso il centro del ring, circondata dalle altre lottatrici.

AA: Ho già provato di poter sfruttare le chance che mi vengono date, e lo farò di nuovo. E quindi non importa se dovrò passare sopra ognuna di voi. Lo farò, perché questa volta la mia corsa non sarà interrotta.



Ma la interrompe la theme di LISALISA, la Queen Of TWC! La lottatrice nipponica esce dal backstage con una espressione contrariata sul volto.

Immagine


Ha già un microfono nella mano destra.

LA: Sarò concisa.

Si avvia per la rampa.

LA: Quando vi guardo, vedo tutte lottatrici combattive, eccezionali, aggressive. Le perfette avversarie per chi, come me, cerca la sfida. A questo fattore aggiungo il fatto che, dopo aver mietuto il mio primo importantissimo successo in TWC, voglio finalmente completare il mio percorso. E questo vincendo quel titolo che si trova sulla tua spalla, Elektra. Tu, la donna che avevo sempre disprezzato e che ora ritrovo campionessa degna, mi rendi ancora più motivata a batterti.

Elektra arriccia il naso.

LA: Alice, Lucy, Cornelia... noi tre abbiamo un passato comune che mi ha resa più forte. Alice, in te rivedo una me stessa più giovane e con immense possibilità. Lucy, lottare con te anche quella sola volta mi ha resa una lottatrice ed una stratega migliore. Cornelia, il solo fatto che tu mi abbia abbattuta mi ha fatto capire quanto Signos mi avesse resa debole e mi ha dato la molla per cacciarlo via una volta per tutte. Con tutte voi ho stretto in qualche modo un legame.

Si avvicina ad Alice.

LA: Ed è in virtù di quel legame che sapete che non mi farò scrupoli a Zero Hour, così come io so che non vi farete scrupolo voi. Da quella Chamber Zero io uscirò vincitrice, dovessi rischiare tutto.



Ma attenzione! Risuona la theme song di Alisa Frye ottenendo i fischi del pubblico.

Immagine


Mrs. Frye compare sullo stage e dopo aver lanciato una fredda occhiata al pubblico, punta lo sguardo duro alle sei e prendere la parola con un microfono che ha con se.

Alisa: La linea è stata passata.

Piccola pausa per Alisa.

Alisa: Questa sera ho ricevuto minacce di morte in diretta e provvedimenti non sono stati presi da chi di dovere, sintomo che la dirigenza ormai è alla deriva e non sa più come gestire il roster. Discorso diverso per quanto riguarda Frontline Whispers, poiché li le regole sono state violate solamente nell'After-Hour, segmento sotto la giurisdizione di Hikari Stern, e alla luce di questa stupenda gestione che sta ricevendo il nuovo A-Show della TWC, per la prossima puntata sono lieta di annunciare un Fatal Five Way tra voi cinque sfidanti al titolo femminile, con la vincitrice che otterrà l'opportunità di entrare per ultima nella Chamber, mentre colei che verrà schienata, sottomessa o finirà KO verrà estromessa per lasciare il suo posto a me!

Fischi assordanti del pubblico.

Alisa: Ci si vede a Frontline Whispe...

Ma attenzione, qualcuno ha scavalcato le transenne da una parte e dall’altra del ring!

ImmagineImmagine


Sono le Sick Chicks! Le Sick Chicks hanno invaso nuovamente Indoor War! Viola Vixen e Beverly Bailey si fermano ai piedi del ring puntando lo sguardo su Alisa Drake, dopo di che eccole tuffarsi sul quadrato! Alisa si butta su Beverly Bayley tempestandola di colpi alla schiena e poi al corpo col microfono, ma poco dopo eccola finire preda di Viola Vixen, che la prende a calci. Mentre le Sick Chicks iniziano ad avere la meglio, vediamo che le altre lottatrici sul ring se ne stanno immobili a osservare. C’è chi scuote il capo, come Lisa e Alice, chi se ne frega e passa sull’apron, come Cornelia, chi si arrampica all’angolo ad osservare la scena, come Brunild Wagner, chi si mette a fare conversazione a bassa voce, come Elektra Kellis e Lucy Fisher. Dopo alcuni secondi di botte selvagge, Alisa Drake riesce a evitare il peggio, ruzzolandosi fuori dal quadrato. Viola e Beverly fanno per seguirla, quando ecco risuonare la theme del General Manager TWC, Virgil Brown Junior.



Il GM della federazione sbuca sullo stage con uno sguardo che è tutto un programma, microfono alla mano.

Immagine


VB: Viola Vixen! Beverly Bayley! Smettetela immediatamente, voi due!

Mentre le due lottatrici si fermano appoggiandosi alle corde, vediamo Alisa Drake rialzarsi appoggiandosi alle transenne e gridare tutto il suo disappunto verso Brown, indicando le Sick Chicks. Questi alza una mano.

VB: Calmati Alisa, perché ce n’è soprattutto per te… Visto che questa scena si ripete regolarmente ormai da ben tre settimane, e viste le tue continue, seppur giuste lamentele riguardo gli attacchi da parte di queste due “fan”, ho deciso di porre fine a questa situazione estremamente sconveniente per la TWC una volta per tutte…

Alisa annuisce con forza.

VB: …Perciò ho deciso di riassumere seduta stante sia Viola Vixen, che Beverly Bayley!!!

Boato del pubblico della Kemper Arena! Le Sick Chicks si danno il cinque, soddisfatte, mentre Alisa Drake è una furia.

VB: E non ho finito. Questa sera Alisa Drake farà squadra con Cornelia e Lisa Lisa in un Six-Women Tag Team Match, contro il trio formato da Viola Vixen, Lucy Fisher, e la campionessa mondiale TWC, Elektra Kellis!!!

Altra grande reazione da parte dei fan del Kansas.

VB: E’ tutto!

Il General Manager della TWC gira i tacchi e se ne va via con tutta tranquillità. Nella bolgia generale vediamo Cornelia scuotere il capo e andarsene via, seguita a breve distanza da una pensierosa Lisa Lisa. Brunild Wagner fa spallucce, balza sull’apron ring e salta giù dal quadrato, andandosene assieme ad Alice Angel, mentre Viola Vixen, che si tiene a braccetto con Beverly Bayley, annuisce verso Lucy ed Elektra. E con le immagini di un’Alisa Drake imbufalita, che arretra sulla rampa puntando il dito e gridando insulti e minacce contro le Sick Chicks e le avversarie di stasera, noi andiamo in pubblicità.





Up Next: Jack Keenan & Vincent Cross


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 17/11/2017, 22:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Bentornati ad Indoor War, TWCManiacs! Ad accoglierci nuovamente in diretta è una coppia che ci stiamo abituando a vedere sul nostro teleschermo per stasera.

ImmagineImmagine


Jack Keenan e Vincent Cross stanno di nuovo attraversando uno dei corridoi della produzione. JK appare di buon umore come poche volte è stato di recente ed arriva persino a salutare un paio di addetti all’impianto tecnico – che rispondono in modo poco convinto, peraltro. Cross si limita ad uno stentato cenno del capo. Keenan osserva per un istante il biker, in silenzio; poi, intreccia le mani dietro la propria nuca, senza rallentare il passo.

Keenan: Sai, da un po’ di tempo mi chiedevo una cosa.

Cross a malapena sposta la testa in direzione del suo interlocutore.

Keenan: Cosa ci trovi in Signos?

Di fronte al silenzio – e, soprattutto, alla espressione – di Cross, Keenan prosegue.

Keenan: Insomma, Quill era parecchio silenzioso. Parlava per il tempo strettamente necessario e quando lo faceva era schietto, diretto, senza fronzoli. Ed efficace, tutto sommato, il più delle volte. Per il resto del tempo ero io a tenere le redini del discorso, se c’era bisogno di parlare. Almeno in questo, lo apprezzavo. Fujihara, dall’altro lato, è una miniera di informazioni, condivide molte mie idee ed ha risorse pressoché innumerevoli.

Keenan si schiarisce la voce.

Keenan: Signos che cos’ha? Umanamente parlando, intendo. Un accento divertente?

VC: Questo è una cosa molto razzista, Jack, e dovresti sentirti molto male per averla detta.

Keenan: Non evitare la questione, Cross. Sono serio.

Il biker sbuffa.

VC: Signos è utile. Tanto mi basta.

Keenan: Non può essere solo quello. Dì la verità.

Cross si volta verso Keenan.

VC: Signos, come Quill, c'era quando mi sono formato. C'era quando mi ha visto oltrepassare il limite. E sa come sono, quando oltrepasso il limite. Sa cosa mi scatena in quel modo. E' qui per impedirmi di farlo. Almeno, prima del momento propizio. Quill, al contrario, ti ha mentito. Fin dall'inizio. E alla fine ho visto come lo hai ridotto. Tra me e Signos non accadrà.

Keenan: Come fai ad esserne tanto sicuro?

VC: Per un semplice motivo.

Cross sorride.

VC: A differenza di Quill, Signos è decisamente meno bravo a non farsi scoprire.

Keenan: Sei consapevole di aver appena lasciato intendere che tramerà qualcosa che non ti piacerà, vero?

Il biker prorompe in una fragorosa risata. Keenan alza un sopraccigilio.

Keenan: Adesso cosa avrei detto di divertente?

VC: No, niente.

Cross schiocca il collo.

VC: Semplicemente, lo sopravvaluti troppo. Primo, non è lui che potrebbe mai tramar qualcosa contro di me. E secondo, la trama è stata già ordita.

Keenan: E con questo cosa vorrest-

LA: Quindi sarebbe per lui che sto perdendo tempo?

I due si voltano guardando davanti a loro.

Immagine


LISALISA, la ex alleata di Alejandro Signos e attuale partecipante alla Chamber Zero femminile per il titolo femminile massimo della TWC, si trova davanti a loro, cob le braccia conserte.

LA: Sei una vera faina, Keenan. Sapevi che ti avrei detto subito di no.

Prima che JK possa replicare Cross si frappone.

VC: Ha ragione, sai? Farmi parlare con lei è una mossa da vero stronzo.

LA: Come se io fossi interessata a parlare con lui.

Keenan: Gradirei che la smetteste di interrompermi, grazie!

L'avvocato sospira.

Keenan: Ok, forse mettervi nello stesso corridoio non è una così grandiosa, ma andiamo, signorina Araki. L'ho contatta per un motivo specifico, ed è convincere il signor Cross che Alejandro Signos sia la peggiore feccia esistente sulla faccia della terra. Lei lo ha trattato nel modo migliore, cacciandolo via in malo modo. Provi a convincere il nostro rude biker qui a fare lo stesso.

LA: Come se fosse possibile convincerlo di qualcosa. Per questo era il suo allievo prediletto.

VC: Io sarei stato l'allievo prediletto? E' venuto subito da te senza pensarci due volte l'anno scorso.

LA: Non ho bisogno che me ne ricordi, grazie tante.

Keenan: Signor-

VC: Oh, la signorina che vuole fare la morale per caso si è dimenticata di quando spezzava le braccia alle avversarie!

LA: E il grande e grosso americano so tutto io vuole fare la parte di quello più intelligente di tutti, non è vero?

Keenan: Mi sa che me ne tiro fuori.

Keenan va ad appoggiarsi al muretto, osservando i due.

LA: Senti Vincent, ho una Chamber Zero di cui devo preoccuparmi, quindi sarò il più concisa possibile: stai facendo una cretinata. Immensa, enorme, come vuoi che te la metta? Per quanto tu possa essere convinto di essere in controllo, sarai quello che ne uscirà peggio da questa storia.

VC: E ne sei così sicura perché?

LA: Perché ci sono passata anche io, Vincent. Anche io pensavo che ne sarei potuta uscire quando volevo, e che Signos sarebbe stata una influenza passeggera. Ma quell'uomo è un parassita. Presto o tardi ti consumerà.

Cross sbuffa. Guarda per terra.

VC: Se solo sapessi...

LA: Cosa?

VC: Niente.

LA: No, adesso tu la smetti!

Lisa dà un possente ceffone alla guancia di Cross! Keenan è piacevolmente stupito.

LA: Smettila con questo atteggiamento da so tutto io o da "ci sono cose terribili che non conoscete", non attacca. Se sai qualcosa dimmelo e basta, invece di rimanere inutilmente nel mistero. Cosa ti rende così sicuro che uscirai pulito da tutto questo!?

Cross si tiene la guancia colpita.

VC: E' questo il punto, Lisa! Non uscirò pulito da questa storia! Nessuno qui uscirà pulito da questa storia!

Lisa osserva incredula il Biker.

LA: Spiegami perché allora.

VC: Non posso dirtelo.

LA: Perché? Hai qualche trappola per lui?

La nipponica indica Jack Keenan.

LA: E dirmelo la rovinerà? Andiamo Vincent, dietro quest'uomo c'è Akuma Fujihara. La più viscida delle serpi, il peggiore dei peggiori. Per ogni tua trappola lui ne ha quattrocentimila in più.

VC: Avercela, una trappola.

LA: Sei messo persino peggio di quanto pensassi.

Cross sbuffa.

VC: Insomma, cosa vuoi?

LA: Sapere se sei pronto ad andare all'inferno, Vincent, perché rimanere con Signos ti porterà lì.

Il Biker guarda prima Keenan e poi Lisa.

VC: Ci sono già, all'Inferno.

LA: Benissimo. Restaci.

Lisa scuote il capo, allontanandosi.

LA:
Quando vincerò il TWC Women's World Championship, né tu né Signos sarete invitati.

La nipponica si incammina, lasciando Keenan e Cross da soli.

Keenan: Ammetterò che probabilmente è stato più istruttivo per me che per te. Ma, in fondo, bisogna pur divertirsi ogni tanto.

Un lampo passa negli occhi di Keenan.

Keenan: Comunque, credimi, Cross, l'Inferno è parecchio profondo. Si può sempre scendere.

JK si schiarisce la voce.

Keenan: In ogni caso, la serata non è certo finita. In marcia!

Sulle immagini dei due che si incamminano di nuovo andiamo in pubblicità.





Up Next: Viola Vixen


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 17/11/2017, 22:28 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Bentornati ad Indoor War, live da Kansas City. Le telecamere ci portano nel Backstage, nella zona dei camerini, seguendo una figura piuttosto conosciuta.

Immagine


Viola Vixen cammina per i corridoi, salutando membri dello staff TWC, un paio di jeans, scarpe da strada e bomber neri addosso, completati da una felpa grigia e una cuffia verde e nera, indosso e un bastoncino di liquirizia in bocca. La Toxic Avenger sorride tranquillamente, superando ancora un paio di camerini ed andando finalmente a bussare ad una porta. Passa qualche secondo, finché non arriva una risposta dall'interno.

???: Avanti.

La Vixen apre la porta ed entra nel camerino, guardandosi intorno. Davanti a lei sta Elektra Kellis, una felpa nera twc sopra il ring attire di cui vediamo solo la parte inferiore, mentre si allaccia uno stivale.

Immagine


Appoggiato sulla panca invece sta il TWC Undisputed World Women's Championship, e la Vixen dà una occhiata fugace al titolo, prima di tornare a concentrarsi rapidamente sulla greca.

VV: Salve Elektra.

La campionessa si allaccia l'altro stivale.

ELK:Salve, Viola.

Si siede sulla panca, sorridendo alla mora.

ELK:Che c'è, hai visto qualcosa che ti interessa?

Viola fa spallucce.

VV: Non ti preoccupare, quello non è ancora la mia prima priorità. Prima devo riprendermi il posto che mi compete nel match per quel titolo.

La Vixen si toglie la cuffia, mettendola nella tasca del bomber, per poi guardare negli occhi Elektra.

VV: Hai dei begli occhi, sai?

Viola poi scuote la testa.

VV: Comunque sono venuta qui per un motivo preciso. Stasera è un match complicato, e visto che fra le due sono quella con più esperienza nei match tag, volevo dirti quello che penso. Stasera, se vogliamo vincere, dobbiamo fidarci l'una dell'altra. Anzi, mi correggo. Se vogliamo sopravvivere a questo match, dobbiamo fidarci l'una dell'altra. Posso immaginarmi di riuscire a vincere anche con un membro del team che non si fida di me, ma manca meno di un mese alla Chamber Zero, e se tu uscissi infortunata da questo match le tue possibilità di mantenere quel titolo calerebbero drasticamente. Il mio obbiettivo nel match sarà fare in modo che non accada, ma vale anche il contrario. Dobbiamo coprirci le spalle a vicenda.

Elektra fissa Viola per un istante, in silenzio.

ELK:Ti capisco, Viola, e ti ringrazio per il complimento. Ma come faccio io a fidarmi di una persona la cui compagna è quella vipera di Beverly? Hai decisamente ragione ma io, in questo istante, non ce la faccio proprio a fidarmi di te. Cosa mi assicura che non mi colpirai alle spalle da un momento all'altro?

La Vixen smette di mordere il bastoncino un istante, sospirando.

VV: Ti prego, sai che mi piaci, non voglio perdere la pazienza con te. Non ne ho motivo. Quindi davvero, ti prego, trattieniti dal fare commenti su Beverly, quando non ce n'è alcun bisogno di farli.

Viola riprende a mordicchiare la liquirizia, riprendendo a sorridere.

VV: Per il resto, ti rispondo molto semplicemente che non avrei alcun interesse ad attaccarti. Ad adesso non ho nemmeno la possibilità di vincere il tuo titolo. Se credi che ti attaccherei senza un buon motivo, non so cosa dirti, ma mi ritengo una persona, se non decente, per lo meno razionale.

La Vixen si appoggia al muro.

VV: E al momento il mio obbiettivo è Alisa Drake. E poi Lucy si fida di me. Qualcosa dovrà valere.

Elektra storce la bocca.

ELK: Sì, ma lei si fida troppo delle persone. Io voglio fidarmi di te, Viola, ma non è esattamente facile.

La campionessa sbuffa e poi tende la mano.

ELK: Dimostrami che posso fidarmi di te. Fai il contrario e, Chamber o no, ti riduco in polvere.

Viola annuisce, stringendo la mano alla greca.

VV: Fortunatamente non ce ne sarà bisogno.

ELK:Lo spero. Ci vediamo sul ring allora. Per una volta sarai in un team di vincenti.

La greca sorride, mentre Viola sbuffa.

VV: Sono sempre nel team dei vincenti.

La Vixen si infila di nuovo la cuffia, per poi girarsi e fare un cenno di saluto, prima di uscire dal camerino.

VV: A dopo, occhibelli.

La lottatrice scompare dall'inquadratura. E sulle immagini di Elektra che rimane stupita e fissa per un paio di secondi la porta, noi andiamo in pubblicità!





Up Next: ?????


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 17/11/2017, 22:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Bentornati a Friday Night Indoor War, live dalla Kemper Arena di Kansas City! Attenzione!



Risuona nell'arena una musica mai sentita prima, mentre vediamo Ben Roberts e Street Dog Raymond correre verso il quadrato.

ImmagineImmagine


I due, col fiatone, si portano vicino al tavolo di commento, mentre Ben si passa le mani sulla faccia. Dog prova a consolarlo mettendogl una mano sulla spalla, mentre vediamo uscire dal backstage... Spoony! Vestito da Rockabilly!

Immagine


Spoony inizia a cantare tutta la mitica canzone di Elvis, Burning Love, live e con una voce che probabilmente non è mai stata allenata col diaframma. Ben è tentato di dare una testata al tavolo di commento, ma Street Dog lo ferma. Il Biker donnaiolo si diletta nella canzone per tutta la sua durata, mentre vediamo il pubblico con le mani nelle orecchie. Spoony sale dunque sul quadrato, sempre vestito come se fosse un omaggio a The Honky Tonk Man, e viene raggiunto dai suoi. Il donnaiolo si fa passare un microfono da un addetto a bordo ring.

SPN: TWC UNIVERSE! AMANTI DI AGNES DA OGNI PARTE DEL GLOBO, ASCOLTATEMI!

Spoony si porta al centro del ring e si inginocchia.

SPN: Lei è mia!

E dal tetto dell'arena viene calata... UNA BANDIERA CON LA FACCIA DI AGNES AL CENTRO!

Spoiler:
Immagine


Il pubblico è incredulo, mentre Ben e Street Dog rimangono muti, silenti, immobili, con le mani conserte in avanti e gli occhi chiusi.

SPN: Come vedete lei è per me un simbolo di pace ed amore, di speranza e di unione, carnale, carnalissima unione! Unione tra me e tutte le Agnes del creato! Oh, mia dolce Agnes!

Il donnaiolo si rimette in piedi.

SPN: La scorsa settimana, mia dolce Agnes, ho dovuto fuggire perché quell'orco che si frappone tra noi ha cercato di farmi del male, ma nonostante qualche... defezione da parte dei miei fidi guardiani, sono riuscito a fuggirgli usando il treno dell'amore! Ho pensato a te tutto il tempo, mia dolce Agnes, e questo mi ha fatto fluire il sangue nelle gambe!

Ben si morde nervosamente il labbro, stringendo le mani a pugno. Street Dog apre un occhio, se ne accorge e va a trattenerlo per le spalle.

SPN: Nonostante tutto, però, sono riuscito a lasciarti imperituri segni del mio amore per te, e te ne lascerò ancora, ed ancora, ed ancora, ed ancora, ed ancora, ed ancora, ed ancora, ed ancora! Grazie al mio amore per te abilmente difeso le cinture da campione di coppia FWP, grazie a te sono ancora una delle stelle del Wrestling mondiale, grazie a te il mondo è diventato meno cupo! Se non fosse per quel terribile malefizio lanciatoci addosso da quel grosso, grasso, orrendo orco! Lascialo, mia dolce, vieni da me nelle mia braccia e poi accomodati pure nella mia cucina, dove non sarai mai più lasciata sola!

Spoony si volta verso il titantron e si inginocchia.

SPN: Agnes Schneider, io ti amo, ti amo immensamente, ti amo così tanto che, solo per te, lancio una sfida a quell'orco immondo! Venisse qui, e si facesse fare la pelle, così che poi io possa venire, prenderti e portarti sul treno dell'amore da qui all'eternità! E per simboleggiare questa eternità ora canterò un'altra canzone! Regia dell'amore, via con la base!



Boato tremendo del pubblico di Kansas City! La base musicale non è esattamente quella che voleva Spoony, bensì la theme di Gunther "The Hound" Schmidt!

ImmagineImmagine


Il mostruoso Mastino della Baviera sbuca sullo stage in compagnia della compagna Agnes Schneider per la gioia mista a sgomento del biker. Tuttavia, dopo qualche secondo, Gunther dice qualcosa ad Agnes, che salutando il pubblico torna nel backstage. Altro sgomento per Spoony. Poi il Brutal Crow, munito di microfono, prende la parola.

GNT: Taglio di musica!!!

Mentre la sua theme sfuma, il Mastino prosegue puntando il dito verso il ring.

GNT: Mastino stanco! Mastino stanco di parole di offesa di Spugna! Mastino stanco di parole basse di convenienza verso tenera cucciola di me! Mastino stanco di regali involuti!

Poi ecco la sfida.

GNT: Spugna! E’ tempo di basta con storia di questa! Tu in ring. Io viene lì, suono di campanello, und sbriciola di te in match di lotta… Adesso!!!

Mentre Ben e Raymond applaudono brevemente e annuiscono a tradimento, Spoony sorride.

SPN: Vile bruto, avrai il tuo incontro con il quale il cuore di Agnes sarà mio per sempre!

Spoony si leva i vesti da Rockabilly. Gunther già si scocchia le nocche...

SPN: Street Dog, vai tu!

Il pubblico rumoreggia, mentre Gunther, SDR e Ben sono increduli!

SPN: Come ogni buon boss di fine livello, ho i miei mini boss. La sfida è stata accettata, ma non ho mai detto che mi sarei sprecato io per tale tenzone! Street Dog Raymond, mio fidato cavaliere dalle lunghe e muscolose braccia, stritola questo ominide con la tua possanza! Potrai farti del male, ma è un sacrificio che sono disposto a compiere.

Mentre Raymond e Ben chiedono spiegazioni, Gunther per tutta risposta si straccia la maglietta della BDK Inc., getta via il microfono, e cala inesorabilmente verso il ring, preceduto dall’arbitro Simon DeJano, arrivato trafelato per dare il via all’incontro. Spoony ridacchia e dà una pacca d’incoraggiamento sulla schiena a Raymond, poi scivola via tra le corde come un’anguilla nell’istante in cui il Mastino irrompe sul quadrato come una furia. Gunther getta via gli occhiali da sole e punta lo sguardo su Street Dog, che sbuffa e si toglie la maglietta, mentre Ben esce dal ring scuotendo il capo. Tutto è pronto per questo incontro improvvisato. Triplice rintocco della campanella. Here. We. Go!


**Singles Match**

Gunther Schmidt vs. Street Dog Raymond


Il Mastino si affaccia alle corde e prende a male parole Spoony, che saltella tutto felice accanto a Ben. Ecco però arrivare Raymond, che strattona il tedesco e cerca di farlo ragionare. Pugno del Mastino all’inglese! Street Dog si tiene un attimo la mascella, poi eccolo replicare con un montante. E scoppia la scazzottata tra i due! Scambio violentissimo di pugni tra i due colossi, che alternano pugni a chop. Ha la meglio Gunther Schmidt, che poi afferra l’inglese e lo getta alle corde con un Irish Whip. Raymond rimbalza e va di Shoulder Block! No! Entrambi impattano tra loro, restando perfettamente in piedi. Il tedesco ringhia qualcosa, l’inglese si lancia alle corde nuovamente. Rimbalzo e secondo Shoulder Block! No! Nuovamente l’impatto non sortisce alcun effetto. A questo punto Raymond si ributta alle corde una terza volta. Rimbalzo. Deutsche Big Boot evitato di un soffio! Altro rimbalzo. Evitata una Brutality mortale! Altro rimbalzo, e spallata violentissima che manda a terra il Mastino! Stupore tra i fan! Gridolino di gioia di Spoony! Subito dopo ecco che Street Dog prende le misure, e rifila un’Algor Mortis all’avversario!

Immagine


Subito dopo il gigante inglese schiena il mostruoso bavarese. 1… No! Gunther si scuote immediatamente. Mentre Spoony protesta contro l’arbitro perché a suo parere era un tre perfetto, vediamo Raymond rialzare Schmidt. Eccolo tentare la Rigor Mortis… Ma il Brutal Crow, troppo pesante per essere sollevato con un Vertical Suplex, si oppone rabbiosamente, rifila un paio di colpi all’addome dell’avversario, poi lo stringe a sé e lo getta alle sue spalle con un Viking Suplex! Street Dog Raymond cerca di tirarsi su, finendo all’angolo, giusto in tempo per essere travolto da una poderosa Clothesline! L’inglese barcolla leggermente verso il centro del ring, finendo preda di una seconda Clothesline, che lo atterra. Subito dopo il Brutal Crow carica il gomito e atterra di peso addosso all’avversario, completando lo Sturm und Drang! Ecco partire poi lo schienamento. 1… No! Quasi sul conto di due ecco il kickout di Raymond. Il Mastino si rialza e inizia a rifilare alcuni Stomp a Street Dog. Spoony protesta, ma un ruggito di Gunther lo fa nascondere alle spalle di un imbarazzato Ben Roberts. La distrazione del tedesco, però, è fatale. Raymond, infatti, lo blocca alle spalle, e lo stende con un Russian Legsweep!

Immagine


Altro conteggio. 1… No! Kickout del tedesco, che inizia a rialzarsi. Altra protesta da parte di Spoony. Altro ruggito di Gunther. Street Dog Raymond interviene piantando una mano sul collo di Gunther, che per tutta risposta rompe la presa con un colpo di braccio violento, e poi sbatacchia a terra l’avversario con una GuntherBuster! Una volta in piedi, eccolo notare Spoony sull’apron che blatera qualcosa. A questo punto il Mastino rotola fuori dal ring e va a prenderlo! Il biker rubacuori se ne avvede, e si dà alla fuga aggirando il ring inseguito dal tedesco, per poi correre verso il backstage, fino a scomparire. Gunther fa per seguirlo, ma Street Dog Raymond lo sorprende con un poderoso Double Axe Handle dall’apron ring, atterrandolo! Simon DeJano intima all’inglese di rientrare nel quadrato. Questi abbranca Gunther e lo ributta nel ring. Poi rotola dentro, va a rialzare il tedesco, e lo atterra con una Back Breaker! Schienamento… 1… 2… No! Il Mastino alza una spalla sul conto di due. Street Dog scuote il capo e va a tirarlo su. Prova un German Suplex. No! Gunther si libera furiosamente, dopo di che gli rifila una testata, lo abbranca, e lo schianta sul proprio ginocchio con una DummBreaker!

Immagine


Il tedesco rialza l’avversario tra le urla dei fan, poi lo afferra e lo schianta al tappeto con un Suplex all’angolo. Niddhogr a segno! E schienamento del Brutal Crow su Raymond… 1… 2… No! Street Dog piazza un piede sulla prima corda, Simon DeJano se ne avvede e interrompe il conteggio. Il Mastino si gratta la barba e si rialza in piedi. Ma attenzione, il pubblico comincia a rumoreggiare, attirando l’attenzione di Gunther Schmidt. Vediamo che il titantron si è illuminato, trasmettendo alcune immagini dal backstage.

Titantron ha scritto:
Qui vediamo la telecamera seguire uno Spoony vagante per il backstage. A un certo punto eccolo fermarsi e cambiare strada, probabilmente spinto dal richiamo dell’amore, fino a fermarsi davanti alla porta dei servizi femminili.

Immagine


Il biker latin lover entra dentro con nonchalance, sorprendendo Agnes Schneider mentre è intenta a specchiarsi e sistemarsi l’acconciatura.

SPN: Valchiria mia!

Immagine


Agnes per tutta risposta lancia un urlo, e rifila uno schiaffo al biker!

SPN: Ah, mi ha toccato! Il sublime tocco dell'amore mi folgora e mi rende una persona migliore!

Dopo di che il biker inizia a parlare alla ragazza, che si rifugia in un angolo del bagno.


La scena scatena la furia del Mastino, che fa per lasciare il ring. No! Street Dog Raymond non ci sta e lo afferra per un braccio, invitandolo a combattere… Brutality!

Immagine


Brutality improvvisa da parte di Gunther Schmidt, che quasi decapita l’inglese! Dopo di che Gunther passa le corde e corre via verso il backstage, lasciando perdere la contesa. Mentre Simon DeJano si sbraccia gridando al Mastino di tornare, vediamo Ben Roberts balzare nel ring per accertarsi delle condizioni dell’amico, appena travolto da un autotreno. Raymond viene aiutato a rialzarsi, poi i due lasciano il quadrato, partendo in soccorso di uno Spoony ignaro del pericolo mortale in avvicinamento. Simon DeJano, rimasto solo e sconsolato sul ring, non può far altro che contare fino a dieci e annullare il match.

JR: The result of this match is No Contest!

Ma torniamo subito alle immagini del titantron.

Titantron ha scritto:
Qui vediamo Spoony blaterare qualcosa a una Agnes Schneider piuttosto interdetta.

AGS: Ehm. Ma guarda che io ho già il mio Gunthy…

Spoony si porta ambo le mani sul cuore.

SPN: No, no, non dire così! Quale tremendo malefizio ti è stato inflitto da quel tremendo orco!? O forse dalla strega muscolosa con cui sta sempre in giro!?

Si aggiusta gli occhiali.

SPN: Oh Agnes, la tua condizione mi rende pregno di malinconia e dolori in tutto il corpo, così tanti che ti chiederei di alleviarli col tuo tocco!

La ragazza scuote vigorosamente il capo!

SPN: Oh, vedo che il malefizio orribile del bruto e della sua congrega di fattucchiere barbute persiste! Ma non preoccuparti, nel caso non riuscissimo a staccarci di dosso quella orrenda presenza... Beh, non sono mica geloso, cara!

Il biker maestro dell’ammore si mette in ginocchio di fronte alla ragazza, poi fa la dichiarazione!

SPN: Amore mio, valchiria della mia anima, portatrice del vento freddo del nord sulla mia persona, vuoi tu prendermi come tuo trastullo preferito in pace e in dolore, in salute e in malattia, in doccia o sul divano, in un bagno o in garage, per amarmi venerami e cucinarmi tutti i giorni della mia vit-

Le parole del biker vengono interrotte dal tremare del muro alla sua sinistra. Un secondo dopo, questo viene letteralmente sfondato dal Mastino in persona!!!

Immagine


Mentre volano via scheggie e calcinacci, ecco il colosso tedesco entrare in scena.

GNT: Mastino preso scorciatoia…

Il gigante si accerta immediatamente delle condizioni di Agnes, illesa, che gli si stringe a un braccio. Subito dopo eccolo puntare lo sguardo verso Spoony, che saluta mentre una gigantesca goccia di sudore che gli scende sulla tempia. Il gigante fa un passo verso il biker, quando ecco comparire sulla porta Ben Roberts e Street Dog Raymond.

BR: Se non vieni giuro che ti rompo gli occhiali cazzo!

Spoony non se lo fa ripetere due volte e se la dà a gambe.

SPN: Addio, mia dolce! Prendo il treno dell'amore, sono volante!

Una volta fuori, Raymond blocca la porta con una cassa e i tre si allontanano. Dopo un paio di secondi, il Mastino sfonda a pedate la porta ed emerge dal bagno, ma di Spoony non c’è più alcuna traccia. Mentre il tedesco stringe il pugno rabbiosamente, ecco che Agnes lo raggiunge.

AGS: Non ho ancora capito bene cosa voglia quello strano uomo da me…

Il mostruoso gigante sceso dai monti della Baviera si volta, guarda Agnes che gli sorride innocentemente, poi sospira.

GNT: Io in vece sa cosa volere lui di me. Botte, und botte, und botte…

Subito dopo i due si allontanano dal bagno semidistrutto, tenendosi per mano.


E con queste immagini, noi andiamo precipitevolissimevolmente in pubblicità. Don’t. Change. The Channel!





Up Next: Jack Keenan & Vincent Cross


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 68 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it