Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 68 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
  Stampa pagina

TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 20/10/2017, 21:28 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Immagine


Immagine


Benvenuti al Kickoff di TWC Friday Night Indoor War! Ci troviamo all'interno di un camerino. Un frigobar aperto con al suo interno delle lattine di birra giace in un angolo della stanza. Seduto su un divanetto in pelle nera vediamo Alejandro Signos, intento a fumarsi un sigaro.

Immagine


Il manager ed allenatore messicano sorride, esalando fumo.

AS: Sono riuscito a farci avere uno spazio piuttosto carino, non trovi?

Signos si volta verso il proprio assistito, Vincent Cross.

Immagine


Il Biker non osserva Signos. E' intento a guardarsi allo specchio. Si leva gli occhiali da sole, passandosi la mano destra sul viso.

VC: Carino non è il termine che userei.

AS: Oh? E quale useresti, allora?

VC: Necessario.

Signos sorride nuovamente, alzandosi in piedi.

AS: La pratica Matt Thunder è stata archiviata con successo. E' tempo di passare al prossimo obiettivo, giusto?

VC: Sì.

Cross si volta verso il proprio manager.

VC: Non voglio più perdere tempo.

Si avvicina dunque a lui. Signos estrae da una tasca interna della giacca un altro sigaro, porgendolo a Cross. Il Biker lo prende e se lo fa accendere dal messicano, iniziando poi a fumarlo.

VC: Mi ero dimenticato quanto mi facessero sentire bene.

AS:
T sei dimenticato un sacco di cose, Vincent. Per fortuna ci sono io a fartele ricordare.

Si sente bussare alla porta del camerino. Prima un paio di tocchi. Passati alcuni secondi se ne sentono tre molto veloci. Infine altri due. Signos e Cross guardano verso la porta. Il biker butta il sigaro nel cestino.

VC: So chi è. L'ultima volta che mi ha visto fumare mi ha fatto un culo così. Tu vatti a sedere.

Signos sbuffa, mentre Vincent va ad aprire alla porta. Davanti a lui Ben Roberts.

Immagine


I due si guardano per alcuni secondi, poi Ben guarda oltre il Biker, puntando Signos.

BR: Lui deve rimanere?

Cross non risponde, limitandosi a fissare Ben. Si sente Signos ridacchiare. Il barista del Crossroad sospira.

BR: Va bene.

Lascia cadere le braccia lungo i fianchi.

BR: Non sei tornato a casa, Vincent. Mi stavo preoccupando.

VC: Sto benissimo, Ben.

BR: Da quello che hai fatto a Matt Thunder non si direbbe.

VC: Ha cercato di uccidermi, te lo sei dimenticato?

BR: Anche Manson ha fatto lo stesso, eppure non ti ho mai visto fare lo stesso con lui.

VC: Ed infatti ho tempo per rimediare.

Ben guarda per terra, passandosi la mano destra sulla nuca. Cross incrocia le braccia, non distogliendo lo
sguardo. Le lascia poi lungo i fianchi.

BR: Ne abbiamo parlato, ricordi?

VC: Sì. So cosa sto facendo. E so quello che devo fare.

BR: Quello che devi fare o quello che è necessario tu faccia?

I due tornano a guardarsi, in silenzio. Cross scuote il capo.

VC: Devo farlo, e basta.

BR: Se ne sei convinto tu.

Ben inizia ad allontanarsi.

BR: C'è anche Spoony, stasera, ha voluto accompagnarmi. Vado a cercarlo, sia mai che faccia qualche guaio.

Cross ride leggermente.

VC:
Lo sai che li farà. Ma tranquillo, una qualsiasi donna a caso del nostro roster gli farà il culo in ogni caso.

BR: Hai ragione anche tu.

Ben si avvia. Ma si volta nuovamente verso il Careless.

BR: Ricorda: se hai bisogno, chiama.

Il barista quindi si allontana, senza guardarsi indietro, a passo deciso. Cross rimane appoggiato alla porta, incrocia nuovamente le braccia. Respira lentamente, guarda per terra.

VC: Solo, non sarai nessuno.

Vincent Cross torna nel proprio camerino e chiude la porta. Le immagini staccano.





Up Next: TWC Friday Night Indoor War #57


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 20/10/2017, 21:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Immagine


And now, from the Colonial Life Center, Columbia, South Carolina, TWC presents Friday Night's Indoor War #57!


Immagine


Immagine


Welcome everyone to Friday Night Indoor War! Questa sera la carovana della Total Wrestling Corporation si trova in South Carolina per un’altra grandissima puntata dello show di wrestling più amato nel mondo. E’ una puntata veramente speciale, che oltre a dare il via alla tortuosa Road to Zero Hour, vedrà soprattutto grande azione sul ring, con i TWC Tag Team Titles messi in palio in uno scontro inedito e interno alla League of Extraordinary Gentlemen, e con la seconda edizione della mitica Random Tandem Battle. Ma ora bando alle ciance, e partiamo!



Dopo una panoramica sul pubblico esultante che gremisce l’arena, l’inquadratura si sposta sul ring, dove troviamo nientemeno che il General Manager della TWC, Virgil Brown Junior, in compagnia dell’Executive Vicepresident/Director of Talent Relations, Alan Taylor, e dei prodi membri della A&A Security, Adam Jones e Alex Wilson.

ImmagineImmagineImmagineImmagine


Dietro ai quattro, al centro del ring, vediamo sistemato su un tavolo un grosso pallottoliere manuale.

Immagine


Ma ecco che la theme di Brown sfuma e la parola passa al GM, microfono alla mano, che dopo il tributo di applausi dei fan, prende la parola.

VB: Amici e amiche del TWC Universe del Sud Carolina, cari telespettatori a casa, benvenuti alla cinquantasettesima puntata di Indoor War!

Boato del pubblico di Columbia.

VB: Due settimane fa, con Nemesis!, si è chiuso un altro capitolo della storia avvincente di questa federazione. Non ho intenzione di soffermarmi su quanto accaduto al Target Center, se non per fare un accorato augurio di pronta guarigione al caro Nick Carroll, rimasto purtroppo vittima dell’ennesima vergognosa aggressione a caldo da parte di un collega…

Virgil scuote il capo sconsolato. Nel frattempo il pubblico si alza in piedi per applaudire Nick Carroll.

VB: Questo però, non è il momento, né la sede adatta per discutere della situazione creatasi dopo il Main Event dello scorso pay-per-view. Sicuramente saranno presi provvedimenti, e presto ne saprete di più… Come accade in tutti gli sport e negli spettacoli, lo show deve comunque continuare. E per inaugurare la rincorsa al fondamentale pay-per-view di fine anno, Zero Hour, questa sera si terrà la seconda edizione della Random Tandem Battle, che stabilirà i nuovi sfidanti ai titoli detenuti al momento dai nostri leggendari campioni di coppia, Leon Black e Sigfried Jaeger.

Grande reazione del pubblico del Sud Carolina ai nomi dei due beniamini della TWC. Brown annuisce e continua.

VB: Inoltre, dopo aver ricevuto il via libera dalla dirigenza, ho anche un annuncio importantissimo da dare e che riguarderà un match di primo piano per Zero Hour…

Poi però alza una mano.

VB: Ma procediamo con calma. E partiamo subito col sorteggio degli otto partecipanti alla Random Tandem Battle di stasera. Le regole restano le stesse della prima edizione. Tutto il roster maschile della TWC, a parte i campioni di coppia, sarà soggetto al sorteggio. Gli otto wrestler sorteggiati verranno accoppiati l’uno dopo l’altro fino a formare quattro tag team, che stasera si affronteranno in due semifinali e nella finale del torneo. Le coppie e i match verranno fissati col procedere delle estrazioni, per cui i primi due wrestler sorteggiati verranno accoppiati e sfideranno il terzo e il quarto estratto. Stessa cosa avverrà col quinto e sesto lottatore sorteggiato, i quali avranno a che fare con gli ultimi due estratti.

Il GM sospira e guarda un attimo Taylor, che annuisce.

VB: Ora, se ben ricordate, lo scorso anno avvenne un episodio spiacevolissimo, legato al computer che doveva sorteggiare i team della prima Random Tandem Battle, vinta dai Pulp Fiction. Per cui, onde evitare il ripetersi di brogli e torbidi di vario tipo, ho deciso di semplificare le cose con un bel sorteggio alla vecchia maniera. Niente tecnologie, niente Var, o come si chiama, ma un bel pallottoliere anni cinquanta con dentro i nomi di tutti i possibili partecipanti. E ora, bando alle ciance e procediamo.

Brown si volta, e raggiunge Jones e Wilson. Quest’ultimo inizia a girare il pallottoliere. Dopo una decina di giri, Jones apre la finestrina del macchinario e Virgil vi va a pescare una pallina, che passa ad Alan Taylor. Il dirigente la svita, apre il bigliettino e lo passa al GM.

VB: Il primo nome estratto della Random Tandem Battle è…

Spoiler:
VB: L’autoproclamato TMC Champion, Lance Murdock!

Reazione mista dei fan di Columbia per Lance. Virgil getta via il biglietto. Adam Jones richiude la finestrina e Alex Wilson ricomincia a girare il pallottoliere. Dopo di che siamo pronti per la seconda estrazione.

VB: Vediamo ora con chi Murdock farà coppia stasera nel torneo…

Ecco il biglietto. Virgil fa una smorfia.

Spoiler:
VB: Ahia… Nientemeno che il drago mascherato, Sanshkin.

Grossa salva di fischi da parte del pubblico. Il GM si gratta il mento, pensieroso.

VB: Uhm, accoppiamento a rischio, ma comunque molto interessante. Speriamo bene… Avanti ora con i loro avversari nella prima semifinale della Random Tandem Battle.

La procedura continua.

VB: Il terzo wrestler estratto è…

Altro sguardo cupo di Brown.

Spoiler:
VB: The Orphan, Sean Morgan.

Altra ondata di fischi. Il GM lancia via il biglietto, stizzito, poi procede alla quarta estrazione. Dopo qualche secondo ci siamo.

VB: E questi farà squadra contro Murdock e Sanshkin assieme a…

Virgil pare contrariato.

Spoiler:
VB: Il diavolo in persona, Damien.

Terza brutta reazione consecutiva da parte dei fan del Colonial Life Center.

VB: Altra coppia molto a rischio. La prima semifinale pertanto sarà Lance Murdock e Sanshkin contro Sean Morgan e Damien... Procediamo ora con l’estrazione della seconda semifinale.

Si ripete ancora una volta la procedura.

VB: Il quinto nome estratto è quello di…

Un caldo sorriso si dipinge stavolta sulla faccia di Brown.

Spoiler:
VB: The Child of Ice, Travis Miller!!!

Boato del pubblico di Columbia! Travis Miller quest’anno sarà della partita. Taylor e Brown si scambiano sorrisi compiaciuti.

VB: Bene, molto bene.

Si passa poi all’estrazione del compagno di team dello scozzese.

VB: Miller stasera combatterà in tag assieme a…

Non appena vede di chi si tratta, Brown passa dal sorriso a una smorfia di delusione.

Spoiler:
VB: E che cavolo... L’Electric Splinter, Matt Thunder.

Bordata di fischi da parte del pubblico sentendo il nome del Thunder.

VB: Un sorteggio decisamente sorprendente, che spezza in pratica due sodalizi, forse per una sera, forse per moltissimo tempo. Speriamo che i due mettano almeno da parte ogni astio. Confido in Travis. Andiamo avanti e scopriamo chi saranno i loro avversari, dai.

Ecco la penultima estrazione.

VB: Il settimo estratto è…

Brown fa una faccia stupita, come quella di Taylor, e sorride.

Spoiler:
VB: Ottimo, ottimo... L’Ultimate Rebel, Shawn Gates!!!


Altra grandissima reazione dei fan al nome di uno dei wrestler più amati della federazione. Brown annuisce, poi incrocia le dita e procede all’ultima estrazione.

VB: Resta un ultimo nome. Scopriamolo…

Wilson gira il pallottoliere. Jones apre la celletta. Brown estrae la pallina. Taylor la apre e dà un’occhiata al nome estratto…

Spoiler:
Immagine

Virgil aggrotta lo sguardo osservando la reazione del dirigente, poi si fa dare immediatamente il biglietto.

VB: A far coppia con l’adorato Resilient Motherfucker sarà…

Ed eccolo digrignare i denti, palesemente insoddisfatto.

Spoiler:
VB: Fack!... Il Perfidy in a Mask, Big Black Boom.

Delusione e rabbia da parte dei fan del Sud Carolina, che iniziano a fischiare. Il foglietto, accartocciato subito dopo, vola fuori dal ring. Brown scuote il capo.

VB: Neanche a rifare il sorteggio cento volte penso che possa ripetersi una cosa del genere. Ebbene, la seconda semifinale vedrà Travis Miller e Matt Thunder vedersela con Shawn Gates e Big Black Boom in un pericolosissimo rimescolamento tra No More Heroes e Pulp Fiction.

Virgil guarda male Adam Jone, Alex Wilson e Alan Taylor. Tutti e tre fanno spallucce, come a dire che non hanno alcuna colpa stavolta, ma è stato il fato avverso. Alla fine il GM sospira, e riprende a parlare.

VB: Che dire, mi aspettavo che le cose andassero un po’ diversamente, ma ci accontenteremo. Auguro il meglio a tutti e quattro i team, e buona Random Tandem Battle a voi che ci seguite!

La reazione dei fan è comunque positiva alle parole del General Manager. Che poi cambia decisamente argomento, invitando alla calma il caldissimo pubblico del sud. Dopo molti secondi di silenzio, Brown riprende a parlare.

VB: Ma ora, è il momento per il grande annuncio riguardante Zero Hour...

Eccolo indicare il backstage.

VB: Consiglio a tutte le persone presenti nel backstage di aprire bene le orecchie, perché tra due mesi, a Zero Hour, il TWC Diamond Championship, conquistato due settimane fa da Rick Frye, verrà messo in palio in un incontro dal potenziale immenso. Il nuovo campione, infatti, dovrà difendere la cintura non contro un avversario, non contro due, non contro tre, non contro quattro, bensì contro cinque lottatori di grido della federazione…

E poi quasi urlare verso i fan.

VB: …nella seconda Chamber of Annihilation, o Chamber Zero, della storia della Total Wrestling Corporation!!!

E l’arena esplode! Grande reazione all’annuncio di Virgil Brown Junior! Dopo un anno e mezzo, torna la temutissima Chamber! Brown guarda annuendo i fan esultanti, poi, non appena questi si calmano, va a concludere.

VB: Ovviamente uno spot appartiene al campione, Rick Frye. Ma vi dico già ora che il secondo wrestler ad aver diritto ad entrare nella diabolica struttura, in quanto possessore di una clausola di rematch, è naturalmente Fred Franke!!!

Altra reazione positiva da parte dei fan al nome del superuomo tedesco. E cori negativissimi per Frye.

VB: Per quanto riguarda gli altri quattro posti per la Chamber Zero valevole per il TWC Diamond Championship Match, sappiate che tra due settimane si disputeranno i primi incontri di qualificazione, e così via, fino a completare la sestina delle meraviglie che si affronterà a Zero Hour.

Poi il GM si congeda dal pubblico esultante.

VB: Ma ora basta parlare, è tempo combatt…



Virgil viene interrotto dalla theme della campionessa femminile, Elektra Kellis! La greca si presenta sullo stage con la cintura in spalla e un microfono in mano. Indossa un lungo abito nero con uno spacco sulla gamba. Viene subito accolta dal calore del pubblico e rapidamente percorre la rampa e poi entra nel ring.

ELK:Scusa per il disturbo, Virgil, ma mentre ti ascoltavo ho avuto un'idea che credo piacerà a molti. A Zero Hour si terrà una Chamber Zero ma... che ne dici di raddoppiare?

Dal pubblico partono vari "yes!" mentre Virgil rimane in silenzio ad ascoltare la ragazza.

ELK:Ho battuto ogni persona all'interno della divisione femminile, ne ho battute due allo stesso tempo a Nemesis!, e nulla di questo è bastato per lasciarmi a terra. Perciò direi di alzare il livello di competizione e difendere la mia cintura dentro la Chamber contro cinque avversarie. E' l'unica sfida che potrebbe impensierirmi al momento.

VB: Elektra, la tua è una proposta molto intrigante ma sei consapevole della pericolosità che porta la Chamber Zero? Per la tua incolumità, non posso lasciar entrare una lottatrice nelle tue condizioni in un tale match. Il tuo fisico è già molto provato ora, ti prego di non sforzarlo ancora di più, potresti subire gravi conseguenze.

Vari fischi arrivano dagli spalti.

ELK:Virgil, posso assicurarti che non mi sono mai sentita meglio in vita mia anche se potrebbe non sembrare così. Sono indistruttibile ed è mio dovere di campionessa dare soltanto il meglio a mia disposizione, e al momento non ci può essere competizione più grande della Chamber Zero. La prego, è il meglio che può offrire per questo ppv e lo sa.

Brown sbuffa.

VB: E sia, a Zero Hour avremo ben due Chamber Zero. Una valevole per il Diamond, l'altra per il titolo femminile. Ma tu, signorina, devi lasciare sulla mia scrivania una liberatoria per quanto riguarda le tue condizioni fisiche. Può succedere di tutto dentro quella struttura, spero tu lo sappia.

Boato del pubblico, Elektra annuisce sorridendo.

ELK:Assolutamente. La ringrazio, Virgil, le assicuro che non se ne pentirà e metterò su il miglior spettacolo che qualcuno possa mai offrire. Per quanto riguarda le mie avversarie? Chi saranno? Direi che in quanto partecipante non schienata o sottomessa del triple treath di Nemesis! Alice Angel meriti un'altra shot, che ne pensa?

VB: Sì, Alice Angel sarà ufficialmente nella Chamber Zero. E così anche Lisa Lisa dopo la sua vittoria del Queen of TWC. Per le restanti opportunità si terranno dei match di qualificazione nelle prossime settimane. Per adesso è tutto, direi di lasciar proseguire lo spettacolo, e vedi di non scordarti la liberatoria.

ELK:Non potevo chiedere di meglio.

Elektra rivolge un grande sorriso al Gm e gli stringe la mano per poi uscire dal ring. Noi andiamo in pubblicità, rimanete con noi.





Up Next: Lance Murdock


Ultima modifica di Elban Rattlesnake il 20/10/2017, 23:24, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 20/10/2017, 21:33 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Ci troviamo nuovamente tra i corridoi dell'arena dove si sta svolgendo l'odierna puntata di Indoor War. Qui vediamo Lance Murdock, camicia bianca con panciotto e pantaloni neri, camminare con la cintura TMC nella mano.

Immagine


Ha un'aria tutt'altro che felice, si ferma davanti ad uno spogliatoio ed apre con violenza la porta senza bussare.

LM:Immagino tu abbia sentito la buona novella.

Immagine


SHK: Sarebbe stata buona se si fossero ricordati che io ho ancora un tag team partner. Ma poteva andarmi peggio, avrei potuto beccare gente peggiore di te, Murdock.

LM: Peccato io non possa dire lo stesso di te. Qualcuno di peggiore non poteva capitarmi.

Lance sbuffa.

LM: Questa sera ho l'opportunità per andare a vincere un altro titolo e rendere ancora più grande il mio nome, perciò vedi di non starmi in mezzo ai piedi.

Il mascherato osserva Murdock.

SHK: Vai, esci là fuori e fai tutto solo. Quando poi tornerai con le ossa rotte e senza l’ombra di un titolo dimmi cosa si prova.

Il Dragone diventa serio.

SHK: Non ho nessuna voglia di dividere il quadrato con te, ma dobbiamo farlo, quindi collabora e poi lasciamoci stare.

LM: Non si tratta di un semplice capriccio il mio, Sanshkin. Con qualsiasi altro wrestler, anche con quel verme di Morgan, avrei stretto i denti e diviso il ring per arrivare alla vittoria. Ma non con te, Sanshkin. Perché potrai anche mascherarti da lupo cattivo ma rimani sempre quella pecorella smarrita che è Michael Edwards. E sul ring una nullità del tuo calibro mi è solo d'impiccio.

Murdock accenna un sorriso.

LM:In realtà la tua era una ottima proposta, sai? Uscire fuori e fare tutto da solo sembra una ottima idea. Non ho bisogno di altri al di fuori di Lance Murdock.

Il mascherato sbuffa.

SHK: Senti Murdock, la mia pazienza è già poca, poi se ti va di farmela perdere definitivamente chiamandomi con quel nome accomodati pure nella fila delle persone prese a calci. Non mi va discutere molto di questa cosa. Vuoi fare da solo? Fallo! Basta che tu mi crei meno disturbo possibile. Ho già altro a qui pensare.

Il Dragone scrocchia il collo.

SHK: Se poi vuoi fare di testa tua, io sono pronto a cavarti tutti i denti che ti ritrovi in quella boccaccia diamantata che ti porti dietro. Sappi solo che stai rinunciando all'aiuto di un ex campione di coppia e di uno delle tre persone qui dentro capace di battere Leon Black.

LM:Io rinuncio soltanto all'aiuto di un fallito. Una nullità che ho umiliato già tempo fa, indegno anche di pulire i cessi di quest'arena. Sono cambiate molte cose dal nostro scontro di Alpha Horizon, ma il mio pensiero su di te è esattamente lo stesso, perché anche tu sei lo stesso. E se mi ricordo bene tra noi due quello a cui riesce bene far sputare denti all'altro sono io.

Sorriso dell’ex Golden Boy.

SHK: Come vedi tutto è tornato apposto, caro Lance, sulla mia arcata dentale superiore. Però non sei l’unico ad esser cambiato da quella notte, non sei l’unico che ha vestito una nuova maschera di sicurezza. E sai bene che ti posso impartire una severa lezione come e quando voglio. Eviterei di farmi arrabbiare, non vorrei portarti a piangere in un angolo.

Lance ride profondamente.

LM:Le uniche lacrime che potresti farmi versare sarebbero quelle che sgorgano quando ridi a crepapelle, perché la tua figura è veramente patetica. Tu sei inferiore, Sanshkin, smettila di abbaiare e rimani a cuccia. Non hai alcuna possibilità contro Lance Murdock.

SHK: Non ho nessuna possibilità contro un uomo che incapace di migliorarsi ha deciso di crearsi un titolo. Non ho nessuna possibilità contro un uomo che svende le sue amicizie per un pezzo di latta. Non ho nessuna possibilità contro un ragazzino mai cresciuto, che si è chiuso nel suo egoismo.

L’ex Wolves of Winter volta le spalle al suo tag team partener.

SHK: Senti Lance, se ti va, ci troviamo su quel ring, posso anche stare sull’apron a non fare niente, ma non tediarmi con frasi da inutile filosofo di vita.

LM:Basta che tu non mi tedi con la tua presenza. Ci vediamo sul ring, forse.

Murdock esce dallo spogliatoio senza curarsi di chiudere la porta e noi andiamo in pubblicità.





Up Next: The Whisperers


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 20/10/2017, 21:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Bentornati in diretta per questa puntata di Indoor War, la prima di una Road To Zero Hour che si preannuncia già entusiasmante! Le immagini inquadrano l'interno dell'arena, le luci sono basse a tal punto che non si vede nulla della zona del ring.



La canzone di Rihanna, Diamonds, inizia a risuonare nell'arena attirandosi subito i fischi del pubblico mentre un occhio di bue color diamante si accende sul quadrato inquadrando Alisa Drake.

Immagine


La ragazza è vestita totalmente di bianco e con un microfono alla mano sorride compiaciuta. La musica si abbassa restando comunque udibile e a essa si sovrappone la voce di Alisa Drake.

Alisa: Tutto iniziò a Roma, quattrocentonovantuno giorni fa...

Altri due occhi di bue, più stretti in circonferenza rispetto a quello che illumina Alisa, si accendono illuminando due piedistalli sui quali ci sono rispettivamente il TWC 15 Championship e il FWP World Wrestling Championship modificato da Chris Drake nella versione Interpromotional.

ImmagineImmagine


Alisa: Era il diciassette giugno duemilasedici quando questi due titoli furono messi in palio in un Winner Takes All tra l'Interpromotional World Wrestling Champion Chris Drake e il TWC Fifteen Champion Lance Murdock.

Piccola pausa da parte di Alisa.

Alisa: Fui io a volere quel match, volevo che Chris si elevasse come stella assoluta della TWC, ma all'epoca ancora non sapevo del deludente fallimento che era mio fratello, e così Lance Murdock lo sconfisse e due settimane dopo fuse i due titoli creando il TWC Diamond Championship.

La ragazza fa le spallucce.

Alisa: E credetemi quando vi dico che non ci vuole un Rick Frye per capire che il Diamond Championship è stato formato dalla fusione di due titoli tra cui uno mondiale, perciò ladies and gentleman, date il benvenuto al vostro TWC Diamond World Champion... RIIIIIIIIIICK FRYYYYYYYYYYYEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!

Il volume di Diamonds aumenta nuovamente e ora sullo stage compare Rick Frye, vestito con un completo nero sopra una maglia attillata grigia, occhiali da sole indosso e il TWC Diamond Championship in spalla, compare sullo stage con un sorriso beffardo.

Immagine


Il pubblico lo fischia ma Rick non se ne cura e ora alza il suo titolo al cielo mentre Alisa lo applaude dal ring mostrando un sorriso. The Phoenix si posiziona il titolo in spalla per poi avviarsi a grandi passi verso il quadrato, e una volta ai piedi di esso sale sui gradoni, poi sulla seconda corda all'angolo ed alza nuovamente il Diamond World Championship al cielo. Rick entra nel quadrato e raggiunge la futura moglie che ancora lo applaude e sorride, ed ora Frye le stampa un bacio sulle labbra. I due si staccano e Rick si fa dare un microfono da Alisa e nonostante la canzone di Rihanna non si interrompa, lui lo avvicina alla bocca e inizia a cantare su essa...

R.Frye: So shine bright, tonight...

Alisa: You and I...

R.Frye & Alisa: We're beautiful like Diamonds in the sky...

R.Frye: Eye to eye...

Alisa: So alive...

R.Frye & Alisa: We're beautiful like Diamonds in the sky...

Ed ecco che i due si scambiano un bacio al centro del quadrato ricevendo i fischi del pubblico. Diamonds sfuma lentamente e i due si staccano mettendosi naso contro naso e scambiandosi parole tra di loro mentre si sorridono reciprocamente. Passa qualche secondo e i due si ricompongono, con Rick che ora si sistema il proprio titolo in spalla e sorride compiaciuto.

R.Frye: Sì amore mio, siamo belli come dei Diamanti nel cielo, e questa nostra bellezza più avanti nella serata verrà celebrata a dovere con il più grande matrimonio mai tenuto su un ring di wrestling.

Alisa: Dici bene Rick, ma non è ancora in nostro matrimonio, questo momento riguarda qualcos'altro, qualcosa di estremamente bello come noi due, il TWC Diamond World Championship che hai conquistato due settimane fa a Nemesis rendendolo il titolo più prestigioso della TWC, cosa che tu hai giurato a Fred e che io giurai a Lance Murdock quattrocentonovantuno giorni fa. We walk the walk, always.

Occhiata ammiccante di Alisa verso la telecamera mentre Rick si alza gli occhiali sulla testa e prende la parola.

R.Frye: Non avresti potuto scegliere parole migliore Alisa, poiché rispecchiano esattamente la realtà dei fatti, il TWC Diamond World Championship è finalmente finito nelle mani di un degno campione dopo essere stato vituperato per fin troppo tempo da gente come Lance Murdock, Sean Morgan e Fred Franke, e i risultati sono già davanti ai nostri occhi, visto che nemmeno il tempo di scrivere il nome Rick Frye nell'albo d'oro che questo titolo ha già raggiunto il suo picco di prestigio venendo messo in palio nella Chamber Zero di Zero Hour.

Alisa: Ma? C'è sempre un "ma" Rick...

Sospiro da parte di Rick Frye.

R.Frye: Ma il campione non è propriamente soddisfatto per questa scelta, e le ragioni sono da imputare dall'inettitudine del roster TWC. Vedi amore mio, io sono ben propenso nel difendere il Diamond World Championship in un match così raro e al contempo così prestigioso, tuttavia per forza di cose mi troverò come avversari gente inetta che poteva ottenere occasioni solo contro quel pezzente di Fred Franke, e di fatto la cosa mi sta rendendo proprio come lui visto che cinque persone immeritevoli di ciò otterranno un'occasione a questo bellissimo, prestigioso e ambito titolo, cinque persone tra cui colui che ho già sconfitto in maniera assolutamente pulita per conquistarlo.

Sguardo duro da parte di Rick.

R.Frye: Fred Franke, non ti permetterò di tornare a rovinare nuovamente il prestigio del Diamond World Championship, perciò preparati poiché farò in modo che tu non faccia nemmeno parte della Chamber Zero!

Rick osserva l'inquadratura con uno sguardo determinato mentre Alisa prende la parola.

Alisa: E se lo dice lui faresti bene a crederci Fred.

Scambio di sguardi d'intesa tra i due Whisperers.

R.Frye: Ora, Alisa, credo che tu abbia qualcosa da dire.

Alisa: Effettivamente sì amore mio, ed è la cosa più semplice e giusta da dire, ovvero che dopo aver perso la finale del Queen Of TWC per colpa di Simòn, che ha aggredito brutalmente il mio futuro marito dopo che questo aveva combattuto e vinto il match in cui è divenuto TWC Diamond World Champion, ora sono alla ricerca di una nuova occasione per ergermi sul trono che mi spetta, e come annunciato a Frontline Whispers, questa sera partirà ufficialmente la mia rincorsa al TWC World Women's Championship, quindi a Zero Hour non sarà il solo Rick Frye a partecipare e vincere una Chamber Zero.

Fischi del pubblico mentre i due si scambiano un altro sguardo d'intesa.

Alisa: Perciò Virgil Brown junior, vieni qui fuori e ufficializza il mio ingresso nella Chamber Zero femminile e togli Fred Franke da quella maschile in modo da rendere giustizia alle tue due indiscusse top star!


Ma ecco che risuona la musica d'ingresso di Fred Franke e virale è l'entusiasmo all'interno del Colonial Life Center! Alisa Drake e Rick Frye si volta verso lo stage, rabbia e fastidio si alternano sui loro volti.

Immagine

Herbert Ziegler, il mentore dell'ex Diamond Champion, fa capolino dentro l'arena e subito cala il silenzio fra il pubblico, silenzio interrotto soltanto da qualche timido fischio di disapprovazione. Il tedesco, visibilmente frastornato, a tratti disturbato, s'incammina lungo la rampa d'accesso, il passo claudicante. I due innamorati, nel frattempo, si scambiano sguardi interrogativi e ora vedono Herbert Ziegler superare goffamente le corde, impossessarsi di un microfono e, infine, posizionarsi dinnanzi a loro tendendo la mano al Diamond Champion. The Phoenix osserva quella mano vecchie e logorata, e poi scoppia a ridere scuotendo la testa.

R.Frye: Ed ecco cosa succede quando si incrocia il proprio cammino con i Whisperers.

Sorriso beffardo da parte di Rick.

R.Frye: Fred Franke è stato distrutto fisicamente e mentalmente da noi, è ora si è ridotto a mandare un'altra cariatide del suo passato a fare le sue veci. Davvero patetico...

HB: Herr Friedrich stamane si è alzato prima dell'alba, ha corso per tre ore attraverso i prati di Gehlberg, poi ha fatto una abbondante colazione, quindi è tornato a dedicarsi ai suoi esercizi. Lui sta bene, entrerà nella cella e riconquisterà il suo Diamond Champioship sconfiggendo te e altri quattro uomini fra i più forti al mondo.

Rick Frye alza gli occhi al cielo sghignazzando poi insieme alla compagna, mentre numerosi sono gli applausi tutt'attorno.

HB: Sono qui per proporti una sfida a nome di Fred, voglio che tu mi guardi nelle palle degli occhi quando ti parlo.

Il Diamond Champion, d'un tratto fattosi serio, volge l'attenzione proprio a Herbert Ziegler che pare ora rimpicciolirsi dinnanzi al minaccioso Rick Frye. Alisa Drake, invece, incrocia le braccia.

HB: Otto settimane sono troppe, e Friedrich vuole chiudere i conti con te il prima possibile, a Indoor War, fra quattordici giorni, affrontandoti in un match senza squalifiche. E ti esorta a esserci, fräulein Alisa, perché tutti e due gli siete costati il suo titolo e tutti e due pagherete la medesima colpa. Friedrich rispetta e ama le donne, è un grande amatore, ma di fronte alle ingiustizie non fa distinzioni: uomo o donna, il responsabile cadrà sul patibolo.

Herbert Ziegler lancia un duro sguardo contro Alisa Drake.

R.Frye: Meno male che sono io quello che parla in maniera strana...

Risatina ironica da parte di Frye.

R.Frye: Comunque dì al tuo Friedrich che per me sarà un piacere affrontarlo nuovamente, d'altronde l'ho già battuto con facilità una volta, quindi non vedo perché non replicare e dimostrare una volta per tutte a lui, a Virgil Brown e al mondo intero la sua inettitudine e la sua inappartenenza a scenari che concernono il mio Diamond World Championship.

Alisa: Inoltre riferiscigli che può stare tranquillo, sarò a presente anch'io sia per supportare colui che allora sarà mio marito e sia per impedire a Fred di commettere scorrettezze per arginare il divario che c'è tra lui e Rick.

Alisa, strafottente, saluta Herbert Ziegler, il quale ora si gira verso le corde, ma si ferma. Sbuffa. Dunque si volta nuovamente verso i due che parlottano fra di loro sghignazzando e deridendo il vecchio.

HB: Ho lavorato una vita intera, molto più di quanto farete mai voi due messi assieme; sono venuto qui per fare un favore a un amico e non tollero che due stronzi qualsiasi mi manchino di rispetto, è chiaro?!

Herbert Ziegler fulmina con lo sguardo i due che lo ascoltano in silenzio, puntando il dito contro Rick Frye prima, Alisa Drake poi.

HB: Godetevi questa bellissima giornata, passate una meravigliosa luna di miele, ve lo auguro, davvero; perché fra due settimane tutto finirà, voi finirete: tu, il tuo titolo, la tua donna, niente ti verrà risparmiato, Herr Frye. E' inutile lamentarsi per la Chamber Zero, perché ti garantisco che tu nemmeno ci entrerai, o comunque non del tutto intero: Friedrich può sopportare la momentanea perdita del suo titolo, ma tutto questo no; avete oltrepassato il limite e, presto o tardi, ve ne pentirete e invocherete il perdono, "perdonaci, Herr Friedrich, abbi un po' di pietà". Ma sarà troppo tardi.

Tutt'attorno c'è silenzio.

HB: Auguri.

Herbert Ziegler lascia cadere il microfono e, veloce, supera le corde, dunque s'incammina verso lo stage.

R.Frye: Troppo tardi lo sarà per il tuo Fred una volta che avremo finito con lui.

Sorriso beffardo da parte di Rick mentre Herbert si gira a guardarlo in cagnesco.

Alisa: Hide!

I due Whisperers lasciano cadere i propri microfoni per poi scambiarsi prima un'occhiata e poi avvicinarsi e stamparsi un bacio sulle labbra davanti lo sguardo seccato di Herbert. Born For Greatness risuona nell'arena e i due sposi si staccano, e mentre Rick sale su un paletto e alza al cielo il Diamond Championship, Alisa lo indica con un dito mentre punta uno sguardo diabolico contro Herber Ziegler. E su queste immagini noi andiamo in pubblicità.





Up Next: Virgil Brown Junior


Ultima modifica di Elban Rattlesnake il 20/10/2017, 23:27, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 20/10/2017, 21:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Dopo l'annuncio bomba di Virgil Brown Jr. ad aprire questa nuova puntata di Indoor War, le telecamere sono già nel backstage dove le varie superstar stanno reagendo alla notizia appena appresa.

Immagine


Virgil sta tornando nel suo ufficio fiero di ciò di cui è appena stato protagonista, ma quando entra nella stanza nota una persona già seduta davanti alla sua scrivania e che stava proprio aspettando il general manager. Quando il tizio si volta possiamo notare tutti che si tratta di Sean Morgan!

Immagine


SM: Cosa cazzo era quello?!

Virgil sorride, poi lentamente va a sedersi alla sua tipica postazione.

VB: Ciao Sean, ti è piaciuto? La Random Tandem Battle ha sempre il suo fascino, vedere gente così diversa formare un team imbattibile credo sia il sogno di ogni fan di wrestling.

SM: Non sono qui per questo. Cioè sì, ma non me ne frega un cazzo di cosa pensano o vogliono i fan. Io non ci torno in quel ghetto Virgil!

Morgan batte i pugni sul tavolo.

SM: Ho già passato diversi mesi con Fred al mio fianco e si è rivelato il periodo più inutile della mia carriera qui dentro. Allora, almeno, avevo un motivo per combattere ed era la mia vendetta su quel bastardo. Ora invece non ho nessun motivo per lottare con qualcuno, specialmente se non è nemmeno una mia scelta. Mi tiro fuori, Virgil.

Il general manager scoppia a ridere.

VB: Cioè tu pensi davvero di poter venire qui, sbattere i pugni sul tavolo e ottenere ciò che vuoi come un bambino di 5 anni? Comportati da uomo, Sean. Per mesi vai avanti dicendo di voler scrivere il tuo nome nell'albo d'oro di questa federazione, di voler comandare un'intera divisione e ottenere qualche riconoscimento. Io ti sto dando, a te come a tutti gli altri sette lottatori sorteggiati, la chance di farlo.

Morgan scuote la testa.

SM: Non in questo modo, io voglio farmi un nome da solo. Non ho bisogno di Damien per far sì che tra vent'anni la gente associ alla TWC il mio nome e la mia faccia. Dal Homeland:Berlin ho smesso di fidarmi delle persone e ho scelto di proseguire il mio percorso qui in completa solitudine. Non sarà un sorteggio a cambiare la mia sorte.

The Orphan si alza e fa per andarsene.

VB: E invece sì!

La rabbia con cui Virgil ha pronunciato quelle parole, ferma Sean che si volta nuovamente verso l'autorità.

VB: Devi smetterla di credere di poter fare come vuoi qui dentro, sei tra le ultime persone a poterselo permettere. Benché nessuno qui, oltre a me, può decidere, tu varresti comunque poco visto che dopo il tuo regno da Diamond Champion non hai più fatto niente qui dentro se non farti schienare in pay per view.

Le parole sembrano colpire il wrestler di Kansas City che si riavvicina in maniera piuttosto rabbiosa verso la scrivania.

VB: Prima di Homeland:London ti dissi di non vedere più quella grinta che ti aveva contraddistinto nei tuoi occhi. Ora posso affermare con certezza che la tua sbruffonaggine ha preso il sopravvento e non riesci nemmeno più a riconoscere un'occasione quando ne ottieni una.

SM: Perciò tu sei ancora convinto che quella pagliacciata di poco fa rappresenti un'occasione? Ok. Prendiamo in esame l'ultima Random Tandem Battle, questa ha visto la nascita dei Pulp Fiction. Ottima rincorsa ai titoli, vinti a Zero Hour fermando gli inarrestabili No More Heroes... e poi? Dopo tre mesi, perdono i titoli in favore di Kevin Manson e Sanshkin e improvvisamente vengono risucchiati nel buco nero caratteristico della tag team division.

The Unstoppable Machine sembra aver ripreso la calma e si risiede.

SM: Prova a chiedere a Big Black Boom se i Pulp Fiction sono stati un'occasione per lui, che singolarmente era in rampa di lancio per qualcosa di grosso. Io non sono come BBB, io sono più furbo e ho già visto a cosa può portare tutto questo.

Brown sembra scocciato.

VB: Vuoi fare questo gioco? Sono pronto caro mio. Voglio prendere in esame qualcosa di più recente rispetto all'ultima RTB e cioè Nemesis! quindi siamo a due settimane fa.
Il titolo di coppia viene difeso in uno dei match candidati sicuramente a match dell'anno per la TWC,
un epico scontro tra la League of Extraordinary Gentlemen e i No More Heroes. Nel frattempo il qui presente ha perso in maniera netta al centro del quadrato contro Lance Murdock, non sfruttando la sua occasione di conquistare il TMC Championship. Ennesimo fallimento, che verrà presto dimenticato da tutti, mentre il match per i Tag Team Titles verrà inserito in vari DVD e nelle classifiche.


Brown rifiata.

VB: Sai Sean, quando ho letto il tuo nome dentro quella pallina non ero molto contento. Non fraintendere, non voglio fare preferenze. Avevo il timore che venissi qui a lamentarti, come sei solito fare. E mi duole dirlo, ma avevo ragione. Sei l'unico che invece di cercare un'intesa col nuovo compagno, o di concentrarsi per i propri incontri è venuto qui sperando di ottenere qualcosa, ma che invece ha solo perso tempo. Mentre gli altri sette, da Miller a Thunder, passando ovviamente dal tuo partner Damien, saranno a preparare il match.

Morgan tira un calcio alla sedia, ribaltandola.

SM: E' questa tua saccenza che mi irrita così tanto. Tu credi di essere migliore di me solamente per il ruolo che ricopri. Non lo sei Virgil, nessuno in quel backstage lo è. Ed è per questo che sono qui, invece che pensare a quale mossa effettuare o a trovare un'improbabile intesa con Damien. Io non ne ho bisogno. So già che quando entrerò in quel ring, a meno che Damien non rovini tutto, vincerò il primo match. E successivamente vincerò il secondo. E poi andrò a Zero Hour, accompagnato da Damien se sarà stato abbastanza all'altezza da reggere la pressione, e mi prenderò i titoli di coppia. E poi, bastardo ingrato, verrò qui e ti sbatterò in faccia le cinture!

VB: Bene. Vai fuori e dimostramelo. Buona fortuna, Sean!

Brown sorride e questo fa ancora di più irritare Morgan che capisce che la conversazione non avrà gli esiti da lui sperati ed esce dall'ufficio del general manager più incazzato che mai. The Orphan percorre un lungo corridoio ribaltando varie cose che si trova davanti dalla frustrazione, per poi imbattersi in un personaggio.

Immagine


Damien va faccia a faccia con Morgan.

D: Ne è passato di tempo dall'ultima volta che ci siamo visti, Sean.
Ho visto il sorteggio della Random Tandem Battle e a quanto pare saremo tag team partner, scommetto che non sei contento ma non ti preoccupare, non lo sono nemmeno io e scommetto pure che ti sei andato a lamentare subito con Virgil come fai di solito invece di pensare ai vari match come sto facendo io.

L'Anti-Christ ride in faccia a un Morgan sempre incazzato.

D: Ho una buona notizia però per te, ho pensato pure al nome del tag team perchè un tag team che andrà a vincere i TWC Tag Team Championship deve averne uno, Every Virtue Ends che ne dici? Ci rispecchia in pieno no?

Morgan cerca di sbollire.

SM: Non sono andato a lamentarmi, ho semplicemente spiegato perchè tutto questo mi sembra una presa per il culo.

Dopo qualche secondo, The Orphan torna in controllo di sè.

SM: Il nome è figo. Ma non è questo che voglio da te, io voglio che mi garantisci che salendo su quel ring farai ogni cosa, e voglio che me lo prometto guardandomi negli occhi, ogni cosa per vincere prima contro Murdock e Sanshkin e successivamente pure la finale. Voglio dimostrare a quel vecchio là dentro che si sbaglia, per cui ho bisogno che tu non mi metta i bastoni tra le ruote. Promettimelo.

D: No guarda pensavo in realtà di uscire lì fuori e perdere volontariamente, d'altronde cosa vuoi che mi freghi di vincere i titoli di coppia battendo le due persone più quotate dell'intera federazione, aggiungo pure due ex campioni del mondo per poter lasciare ancora di più il segno. Certo che farò di tutto per vincere razza di fesso, l'ho sempre fatto, non ci volevi tu a dirmelo.

Damien rassicura Morgan dandogli una pacca sulle spalla, cosa che Sean non gradisce.

D: Piuttosto visto che li hai nominati Sanshkin sarà talmente furioso con me per quanto successo a Nemesis e per questo motivo sicuramente farà una stupidata guidata dalla rabbia, tu invece con Murdock hai perso e non voglio che a fare la cazzata sia tu. Fammi perdere e ti giuro che Zero Hour per te sia un vero e proprio inferno, ci siamo capiti?

SM: Potremmo andare pure d'accordo sai?

Morgan sorride.

SM: Ci vediamo sul ring più tardi!

Detto questo Morgan se ne va lasciando Damien abbastanza basito.

D: Spero per lui faccia seguire i fatti oltre che le parole per una volta. Se non succede Virgil dovrà farmi una statua visto da cosa lo libererò.

Anche Damien esce di scena pronto per il suo o più match.





Up Next: Lance Murdock


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 20/10/2017, 21:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Troviamo nuovamente tra i corridoi del backstage Lance Murdock, questa volta in tenuta da combattimento, con la cintura TMC sulla spalla.

Immagine


Con aria infastidita si appresta a raggiungere la Gorilla Position quando all'improvviso si ferma. Scuote la testa e corre nella direzione opposta. Lo vediamo arrivare nella zona dello spogliatoio di Sanshkin. Gira l'angolo e gli sbuca alle spalle mentre questo cammina.

Immagine


Lascia cadere la cintura a terra e si getta addosso a Sanshkin, prendendolo alle spalle! Ma cosa fa?! Sta attaccando il suo tag team partner! Lo manda a sbattere di testa contro le casse della produzione, lo sbatte a terra, lo getta contro la parete. Di nuovo di faccia contro le casse della produzione! E chiude l'opera stendendolo con una Wrath of the Devil sul duro pavimento!

Immagine


Sanshkin rimane a terra distrutto mentre degli ufficiali e degli addetti allo staff si avvicinano con cautela al drago per controllare le sue condizioni. Murdock con nonchalance recupera la sua cintura e se la poggia sulla spalla, scrocchiando il collo a destra e a sinistra. Con un ghigno si rivolge all'esanime Sanshkin.

LM:Meglio soli che male accompagnati, no? Specialmente se soli si è Lance Murdock.

Con calma Murdock si dirige nuovamente presso la Gorilla position, quali saranno le conseguenze di questo gesto per l'incombente match della random tandem battle? Ha intenzione di affrontare i suoi avversari da solo? Lo scoprirete tra poco, to be continued, roundabout playing.





Up Next: Pulp Fiction


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 20/10/2017, 22:09 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
La regia ci porta nel backstage, in particolare nei camerini dei Pulp Fiction.

ImmagineImmagine


Big Black Boom è seduto su una panchina, Matt Thunder in piedi e visibilmente su di giri.

MT: Allora, tutto organizzato, ho prenotato la suite più lussuosa del miglior hotel della città, abbiamo una marea di invitati, donne, alcool e taaaanto altro, appena Indoor War sarà finito, ci attenderà una serata che non dimenticherem...

Il discorso di Thunder viene interrotto dal brusco rumore della porta che viene aperta con violenza. Dall'altra parte dell'uscio si trovano Shawn Gates e Travis Miller

ImmagineImmagine


SG: Ogni mattina, nella savana, una porta si sveglia e sa che dovrà correre più veloce di Travis Miller.

Thunder sbadiglia.

MT: Hai finito con queste stronzate o vuoi essere buttato fuori di qui a calci in gola?

TM: Ma come? Siamo appena arrivati e già ci cacciate?

Una volta che entrambi i No More Heroes sono entrati,Travis socchiude la porta ed avanza fino al centro della stanza.

TM: Temo dovremo trattenerci ancora per un po', e voi due sapete esattamente perché. Caso vuole che Shawn Gates, Travis Miller, Big Black Boom e Matt Thunder abbiano appena guadagnato una possibilità di sfidare la League a Zero Hour, e caso vuole che questi quattro nomi siano stati sorteggiati nella peggior combinazione possibile.

Travis osserva Thunder e poi torna a parlare.

TM: Ora, io e Shawn possiamo stare al gioco. Se la federazione la trova un'iniziativa divertente accetteremo il fatto di dover condividere un paletto con voi due e tenteremo di tirar fuori il meglio da questo match. Però non pensate nemmeno per un secondo che ci siamo dimenticati chi voi siate e come agiate. Sappiamo benissimo che non vedete l'ora di approfittare di questa situazione e siamo qui per avvertirvi.

Travis fa un passo in avanti verso i Pulp Fiction.

TM: Veniamo da uno dei match più pesanti delle nostre carriere. Siamo provati fisicamente e siamo tutt'altro che di buon umore. Non abbiamo intenzione di combattere questi match con un occhio puntato alle nostre spalle per evitare una vostra pugnalata. Lo so che ora vi sembra una buona idea sfruttare i nostri acciacchi a vostro favore, ma vi assicuro che qualunque cosa abbiate in mente ci metterà un attimo a ritorcervisi contro. Non tentate la fortuna.

BBB: Vero, vi sarete stancati. Sai cosa? Non voglio perdere perché il vecchietto ha i reumatismi.

Il mascherato fa un cenno verso Gates.

BBB: Che ne dite di starvene a cuccia stasera? Siamo capaci di affrontare la lega, anche da soli. Per carità, farlo con un handicap, come sarebbe con uno di voi due affianco, sarebbe una soddisfazione. Se non volete andarvene, rimanete qui, negli spogliatoi, non presentatevi neppure.

SG: Beh, Boom, all'inizio eravamo tentati. D'altronde, se non siamo riusciti a sconfiggere la League insieme, figurati con un peso morto dietro. Ma poi abbiamo iniziata a guardarla da un altro punto di vista, come fosse un gioco. E abbiamo realizzato che effettivamente ci si poteva divertire. Così, giusto per vedere chi tra me e Travis arriva più lontano trascinando una zavorra. D'altronde, non abbiamo letteralmente niente di meglio da fare.

MT: Proprio voi venite a parlarci di peso morto? Se c'è qualcuno che deve lamentarsi di avere un peso morto, quello sono io dannazione, mi tocca fare coppia con quello che nel tag team match contro la League si è fatto eliminare per primo.

Boato di Boom.

MT: Oh wait, non ho finito, vogliamo parlare dell'ultima volta che noi quattro ci siamo fronteggiati sullo stesso ring? Forse le parole Zero Hour ti aiuteranno a rinfrescarti la memoria, magari ti ricorderai anche il momento in cui io ti ho schienato per 1-2-3 che ha messo definitivamente fine al vostro squallido regno come campioni di coppia e ai sogni di gloria. Le due sconfitte più cocenti della carriera dei No more heroes, entrambe avvenute per colpa tua Travis.

Matt si gira verso Boom.

MT: Dude, sembra proprio che tra i due, mi sia toccato l'anello debole, non trovi?

BBB: Tu dici? Il nostro texano qui avrà cent'anni in più di te. E poi, quando hanno deciso di darsele, ha perso. Anzi, fino a qualche mese fa, era in un letto di ospedale.

Sorriso del perfidy in a mask.

BBB: Sappi che ho tifato per la tua spina vertebrale.

TM: Dovreste prestare più attenzione a quello che dice Shawn, non è il genere di persona che sceglie casualmente le parole nei suoi discorsi. Quando parla di pesi morti non vi sta solo insultando, vi sta offrendo due scenari.

Travis alza un dito osservando Thunder.

TM: Nel primo caso chiudete quelle fogne, collaborate e tentate di essere la miglior pessima parodia di due wrestler che potete essere. Vediamo quanto riusciamo ad avvicinarci al match con Black e Jaeger e alla fine di tutto sparite dalla nostra vista.

Travis alza il secondo dito osservando Boom.

TM: Nel secondo caso ci insultate, ci mettete di cattivo umore, noi vi mandiamo entrambi K.O. e trasciniamo letteralmente il vostro peso morto per il ring fino a quando la campanella non suona. Mi sembra sia piuttosto chiaro cosa vi convenga fare, no?

BBB: Certo.

Boom va faccia a faccia con lo scozzese.

BBB: Ma c'è anche un terzo caso, in cui non vi insultiamo né collaboriamo. Vi prendiamo calci in culo dal primo all'ultimo secondo, mentre voi restate inermi, incapaci di reagire, proprio come avete fatto a Nemesis!

Piccola pausa.

BBB: È chiarissimo quello che ci conviene fare. E a voi cosa conviene? Davvero non vi sono bastate le botte di due settimane fa? Perché noi siamo pronti a continuare sulla stessa via.

SG: Woh, calmi voi due.

Gates si frappone tra i due wrestler.

SG: Se mi rompi il mascherato prima del match sarò costretto a fare lo stesso con te o con il tuo compagno, Travis. Trattieniti, e poi ti prometto che a fine serata torniamo qui e facciamo una bella rissa come si deve. Adesso andiamo, che la puzza di canna inizia ad essere fastidiosa.

MT: Sempre meglio della tua puzza di vecchio.

Gates si volta e si dirige sull'uscio distrutto, per poi fermarsi e indirizzare i Pulp Fiction.

SG: Questi team sono solo momentanei. Quello che resta dopo uno scontro con noi dura tutta una vita. Parola di Shawn Gates.

Dopo le parole di Gates i due No More Heroes escono dalla stanza e si allontanano.

BBBPuzza di canna? Matt, hai portato dell'erba?

Matt inizia a frugare nel suo borsone.

MT: Non credo, probabilmente si è confuso con questi.

Dal suddetto borsone Thunder estrae.....una confezione di bastoncini di incenso, i Pulp Fiction si guardano e ridono per svariati secondi, Matt ripone la confezione al suo posto ma improvvisamente aggrotta le sopracciglia, si guarda intorno e sospira.

MT: Dude, non trovo lo zaino con le bombolette, probabilmente l'ho dimenticato alla macchinetta del caffè, vado a recuperarlo.

BBB annuisce e Thunder si gira ed esce dal camerino, percorre un lungo corridoio, svolta a destra e ne percorre un altro, lancia un occhiataccia a un addetto alle luci e raggiunge le macchinette, dove trova il suo zainetto.

Immagine


The electric splinter tira un sospiro di sollievo e si avvicina, lo zaino è semiaperto, manca una bomboletta, quella di colore nero, Thunder si volta e lo trova ai piedi di un grande muro, lo prende e lo rimette nello zainetto.

MT: E tu cosa ci facevi qui uh?

Matt ridacchia e alza lo sguardo sulla parete di fronte a sé.....

Spoiler:
Immagine


L'intero muro è occupato da un gigantesco volto coperto da un inquietante corpse paint. Thunder sbarra gli occhi e rimane pietrificato, infine accenna un sorriso.

MT: Scommetto che Jason apprezzerebbe questa roba.



Matt sistema lo zainetto sulla spalla destra e torna verso il suo camerino, su queste immagini andiamo in pubblicità. Non cambiate canale, c'è lo spot del KFC con Shawn Gates nelle vesti di Colonel Harland Sanders.





Up Next: First Random Tandem Battle Semifinal - Lance Murdock & Sanshkin vs. Damien & Sean Morgan


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 20/10/2017, 22:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
E' tempo per la prima semifinale della Random Tandem battle! Il team di Morgan e Damien affronterà quello formato da Murdock e Sanshkin, anche se è da vedere cosa succederà a quest'ultimo dopo l'aggressione di Murdock ai danni del suo compagno. E sembra che avremo presto delle risposte perché risuona la sua theme!



Immagine


Murdock entra con la cintura alla vita sotto alcuni fischi del pubblico, con un ghigno sul volto. Jessica Rose fa il suo annuncio e quando Murdock arriva sul ring le chiede il microfono. Annuncia che combatterà da solo e che Sanshkin non presenzierà al match e poi ridà il microfono alla Rose. Salve di fischi, ma anche qualche applauso dagli spalti per Lance Murdock che si appresta a tentare l'impresa di agguantare una shot ai titoli di coppia in inferiorità numerica!



Immagine


Damien fa la sua comparsa sullo stage! Osserva il ring, percorre brevemente la rampa e poi si ferma ad attendere il compagno.



Immagine


Anche Sean Morgan compare sullo stage. Indica Murdock sul ring, ansioso di prendere la sua vendetta, scambia un cenno di assenso con Damien ed i due arrivano dentro il ring. Tutto è pronto e la campana suona!

RANDOM TANDEM BATTLE FIRST SEMIFINAL:
LANCE MURDOCK VS DAMIEN & SEAN MORGAN


Ad iniziare per un team è ovviamente Lance Murdock mentre per l'altro è Sean Morgan. I due si rincontrano dopo il duro scontro di Nemesis e Lance con un gesto della mano gli fa cenno di andarsene e far entrare il suo compagno. Morgan non lo ascolta e passa all'attacco con un calcio sull'addome. Lo getta alle corde con una irish whip e al ritorno lo atterra con una spallata. Adesso Sean va alle corde ma Murdock allunga le gambe e lo sgambetta facendolo finire faccia a terra. Rapidamente rotola portandosi all'altezza del collo dell'avversario... e lo chiude in una headlock!

Immagine


Il pubblico è ben conscio di ciò che lo aspetta, ed anche Morgan, perciò lo scuote via con forza. Lo afferra e lo ribalta con una bodyslam. Schiena ma ottiene solo un conto di uno. Ora lo rialza e lo getta alle corde ma al ritorno Murdock lo butta giù con una DevilRana. E segue con uno Standing Moonsault! Si rialza con un backflip e mette a segno la sua Standing Shooting star press. Schienamento: 1, 2, no! Lance va per chiuderlo in un'altra headlock ma Morgan sgattaiola via e dà il cambio al suo partner. Damien entra nel ring e Murdock lo incita a farsi sotto. Il diavolo... Ok, forse potrebbe risultare confusionario l'uso di questo sostantivo al momento. Damien non si fa attendere e va in corsa contro Lance che lo accoglie con una Armdrag. Damien di nuovo in piedi e subisce un'altra armdrag! Ancora si rialza, hip toss! E Murdock connette un low dropkick sulla nuca! Schiena: 1, 2, no! Adesso chiude anche Damien in una headlock ma questo gli infila le dita negli occhi e si libera. Dà il tag a Morgan e i due gettano Murdock alle corde con una doppia Irish whip. Lance si rende conto del pericolo e giunto alle corde si porta sull'apron invece di prendere il rimbalzo. Osserva i suoi due avversari insieme e forse per la prima volta si rende conto della sfida che lo aspetta. I due lo provocano ma lui si rivolge all'arbitro ricordandogli di fare uscire dal ring Damien. L'ufficiale si appresta a seguire le regole e, sebbene con qualche difficoltà, riesce a far tornare Damien a bordo ring. Lance saltella sul posto osservando l'avversario e spicca il balzo! Morgan intercetta facilmente il nemico in volo, no! Murdock finta il salto!

Immagine


Morgan finisce a terra ed ora Murdock salta per davvero. Con un 360 durante l'ascesa si porta spalle al ring e poi connette uno Springboard Devilsault dalla terza corda su Morgan! Murdock schiena: 1, 2, no! Damien interrompe lo schienamento! Murdock si lamenta ma l'altro diavolo lo afferra e lo manda a sbattere contro il paletto di spalla! Trascina Morgan vicino al suo angolo, sotto i richiami dell'arbitro, e si fa dare il tag! Entra nel ring, afferra Murdock per i pantaloncini e lo gira verso di sé. Lo abbranca al collo e lo schianta con il Devil Kiss! Cioè, quello di Damien, da non confondere con il Kiss of the Devil di Lance Murdock. Questo scontro tra diavoli porta molta confusione.

Immagine


Copre per lo schienamento: 1, 2, no! Murdock striscia via ma Damien lo afferra per lo stivale. E, come se avesse dentro un serpente, Murdock riesce a scalciarlo via! Striscia verso il suo angolo ma non ha nessuno a cui dare il cambio, al contrario di Damien che fa entrare Morgan! Si scaraventa con un Big Boot all'angolo su Murdock che però riesce ad evitare! Solo per poi essere travolto da quello di Damien! Ed ora anche quello di Morgan! Ora i due lo mandano alle corde con una doppia irish whip e lo fanno volare in aria con una doppia spallata al rimbalzo! Adesso lo sollevano e lo schiantano con una doppia Gorilla press slam! Non c'è più niente da fare per Murdock! Cerca di strisciare via ma Morgan lo blocca con un double axe handle sulla schiena. Damien lo carica sulle sue spalle ma Murdock riesce a ribaltare con una sunset flip bomb disperata! Ma non c'è nulla da fare, Damien non è l'uomo legale ed immediatamente viene asfaltato da un altro big boot di Morgan! Lo rialza e lo manda addosso a Damien, ora in piedi, che lo abbatte con un altro big boot devastante. Ora lo posiziona tra le gambe, lo solleva, cinge la gamba... E lo schianta sul collo con l'Apocalypse! Non contento, una volta a terra, lo spinge tra le grinfie di Morgan che attende con ansia e mette a segno la Kansas Bomb!

Immagine Immagine


Morgan schiena con un ghigno: 1, 2, 3! E' fatta, Damien e Morgan avanzano in finale!

Spoiler:
THE WINNERS OF THIS MATCH BY PINFALL: SEAN MORGAN & DAMIEN!


I due festeggiano mentre Murdock rimane a terra, con la faccia coperta dalle mani. Il duo di supercattivi esce dal ring ridendo ed esultando e noi andiamo in pubblicità. Cambiate pure canale se volete.





Up Next: Alisa Drake


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 20/10/2017, 22:16 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Bentornati in diretta per Indoor War #57! Le immagini ci portano nel backstage dove troviamo Alisa Drake che cammina a passo svelto nei corridoi.

Immagine


La ragazza percorre qualche metro per poi raggiungere la porta dell'ufficio del General Manager e bloccarsi. Passato qualche secondo Alisa apre la porta senza bussare e davanti a se si trova Virgil Brown jr. che è intento a controllare alcune scartoffie.

Immagine


Il General Manager alza lo sguardo e nel notare Alisa sospira. Fatto ciò si alza mentre la ragazza lo raggiunge.

Alisa: Signor Brown, nel caso non se ne fosse accorto poco fa io e il mio futuro marito abbiamo richiesto il suo intervento per sistemare i torti che si stanno perpetuando contro di noi, ma al suo posto abbiamo avuto il dispiacere di conoscere un altro fallito dal passato di Fred.

La giovane Alisa sospira.

Alisa: Ora, alla luce del fatto che sto per sposarmi che ne dice di tagliare corto e rimuovere Fred dalla Chamber Zero maschile e al contempo aggiungere me a quella femminile? Grazie, arrivederci.

La ragazza fa per andarsene ma Virgil la blocca.

VB: Ferma li Alisa.

L'Alpha Drake si blocca, sbuffa e poi si gira verso il General Manager.

VB: Fred Franke non verrà escluso dalla Chamber Zero, per quanto voi Whisperers possiate criticare il suo regno, resta il fatto che Fred si è sempre battuto con onore difendendo quel titolo con chiunque osasse sfidarlo, dimostrando coraggio e tenacia. Invece riguardo la Chamber femminile penso proprio che averti li sia una buona idea, a patto che tu...

AH: Ahem.

Immagine


Ayumi Haibara è alla porta dell'ufficio. La ragazza ha uno sguardo serio, entra e si avvicina ad Alisa. Senza dire nulla, Ayumi incrocia le braccia e torreggia sulla Drake, poi guarda Virgil.

VB: Buonasera, Ayumi. Suppongo di sapere già il motivo della sua visita.

Alisa: Fermi tutti.

L'attenzione dei presenti ricade su Alisa.

Alisa: Non esiste al mondo che questa qui possa ricevere una title shot al titolo mondiale prima di me. Io l'ho battuta in modo netto e pulito nel Queen Of TWC Tournament, poi mentre lei perdeva malamente con Cornelia a Sunshine, io venivo derubata della corona del Queen Of TWC da Lisa e quel demente del marito. Quindi, Ayumi, mettiti in coda nella fila che inizia da me. Grazie, arrivederci.

Ayumi scruta gelidamente Alisa.

AH: Non ho nemmeno la minima idea di chi tu sia. Signor Brown, continui pure con il suo discorso.

VB: Come stavo per dire prima che si unisse a noi la signorina Ayumi, voglio che tu ti qualifichi, Alisa. E ho un'ottima idea a riguardo.

Alisa: Qualificarmi?! No Brown, io devo essere inserita d'ufficio nella Chamber dopo il furto che ho subito a Nemesis!

AH: Lascia parlare gli adulti, ogni tanto.

Sguardo ironico da parte di Alisa.

Alisa: Disse quella un anno più giovane di me, qui siamo ai livelli di Samantha Hart che mi chiama nano nonostante sia alta un paio di centimetri più di me. Come ti ho già detto, stai zitta e tornatene in fondo alla fila.

Le due vanno a muso duro.

VB: Ragazze calmatevi.

Entrambe pongono la propria attenzione sul General Manager.

Alisa: Entrambe potreste essere un'ottima aggiunta alla Chamber Zero, e se vi entrerete lo farete insieme, poiché questa sera avrete il vostro match di qualificazione, e sarà un tag team match tra la coppia formata da voi due e quella formata dalle Sick Chicks.

Dall'arena arriva una buona reazione mentre Ayumi annuisce.

AH: Perfetto. Palla al piede o meno, per me non c'è nessun problema. La ringrazio, Mr. Brown.

Detto ciò la giapponese lascia l'ufficio mentre Alisa osserva Virgil con un'espressione seccata.

Alisa: Mi mette in coppia con un'inetta, il giorno del mio matrimonio, contro un tag team collaudato. Poteva dirlo chiaro che non mi vuole nella Chamber.

La ragazza scuote la testa.

Alisa: Peccato per lei che Alpha Drake significa che sono la Drake dominante, e la Drake dominante è in grado di combattere e vincere un match del genere e al contempo sposarsi, il tutto nella stessa serata.

Leggero sorriso da parte di Alisa.

Alisa: Ci si vede dopo Zero Hour quando i coniugi Frye saranno lieti di alzarle in faccia sia il TWC Diamond World e sia il TWC World Women's Championship.

Detto ciò la ragazza lascia la stanza, con Virgil che scuote la testa. Uscita dall'ufficio Alisa svolta verso destra, non avvedendosi che a sinistra c'è Samantha Hart che con braccia incrociate e sorrisetto beffardo è appoggiata spalle contro un muro.

Immagine


Samantha: Quel vestitino ti fa davvero un bel culo.

L'Alpha Drake nel sentire la voce della rivale si blocca, accenna una smorfia contrariata e poi si gira lentamente verso di lei. Samantha si stacca dal muro, si sgranchisce le braccia e poi si avvicina ad Alisa con un sorrisetto mentre la Whisperer resta seria.

Samantha: Comunque mi trovavo a passare di qui, e vedendoti nell'ufficio del General Manager non ho potuto che origliare ciò che stavate dicendo, e lasciami dire che l'ultima volta che ho sentito una marea di cazzate del genere è stato quando le Sick Chicks dicevano di non essere mie copie.

La Hart Princess trattiene a stento una risata.

Samantha: Davvero credi che questa sera vincerai per poi andare a prenderti il TWC World Women's Championship nella Chamber Zero?

Alisa: Ovviamente. Tu in prima persona dovresti aver capito che affrontare me significa andare incontro a una sconfitta. Io questa sera mi sposerò e al contempo annienterò definitivamente le Sick Chicks per poi entrare nella Chamber Zero e divenire campionessa mondiale. Io posso questo e altro visto che non sono una tizia tutte parole che ormai ha fatto il suo tempo come te Samantha.

Samantha: Il mio tempo Alisa? Il mio tempo si può dire che è appena iniziato, anzi azzarderei dire che vincerò prima io il mio terzo titolo mondiale non che tu il tuo primo.

Alisa: L'importante è crederci.

L'Alpha Drake scuote la testa con fare ironico.

Alisa: Tempo che tu vincerai nuovamente un titolo, ma che dico, tempo che tu avrai una nuova title shot, io sarò già ritirata come una delle lottatrici più titolate della storia.

Detto ciò Alisa lancia un leggero sorriso beffardo alla rivale per poi allontanarsi mentre questa accenna anch'essa un leggero sorriso.

Samantha: L'importante è crederci.

La Hart Princess accenna un nuovo sorriso beffardo per poi incamminarsi nella direzione opposta, e su queste immagini noi andiamo in pubblicità.





Up Next: Elektra Kellis


Ultima modifica di Elban Rattlesnake il 20/10/2017, 23:30, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 20/10/2017, 22:19 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Ci troviamo nell'area interviste con Ally Sullivan che ci introduce la sua ospite che vediamo già inquadrata: la campionessa femminile Elektra Kellis.

Immagine


AS:Elektra, abbiamo visto poco fa la tua incredibile richiesta di far svolgere una Chamber Zero per il tuo titolo mondiale. Non sei preoccupata per la sorte del tuo titolo? E per le tue condizioni fisiche?

Elektra sorride grattandosi la testa.

ELK:Niente affatto, Ally. E' compito di una buona campionessa dare sempre il meglio ed andare oltre l'impossibile, ed è quello che ho intenzione di fare. Io sto solo svolgendo il mio lavoro in maniera corretta, come dovrebbe fare chiunque. E non ho alcuna paura per il mio fisico o per il mio titolo, perché io sono indistruttibile.

Ally sta per rivolgerle un'altra domanda quando si interrompe vedendo comparire nell'inquadratura Lisa Lisa.

Immagine


La vincitrice del Queen Of TWC Tournament osserva Elektra, che fa cenno ad Ally di andarsene. L'intervistatrice annuisce, lasciando spazio alle due, che continuano a guardarsi in silenzio. Lisa incrocia le braccia.

LA: Non avrei mai pensato che un giorno lo avrei detto...

Poi le fa cadere sui fianchi.

LA: Ma quella cintura ti sta molto bene sulla spalla. La porti con fierezza.

Elektra la osserva in silenzio squadrandola per un istante.

ELK:Ti ringrazio. Ma immagino che tu non ti sia disturbata solo per farmi dei complimenti.

LA: Hai ragione.

Lisa si scrocchia il collo.

LA: Sono venuta qui a dirti che quel titolo te lo strapperò io. La vittoria del Queen Of TWC era la spinta che mi serviva per tornare nella scena titolata. Sono praticamente già dentro la Chamber Of Annihilation per questo motivo, e lo sai.

Elektra alza un sopracciglio.

ELK:Non sei di certo la prima a dirmi che mi prenderà il titolo, e sicuramente neanche l'ultima. Sei soltanto una delle tante. Mi fa piacere che dopo la vittoria del Queen of TWC ti senta più motivata perché voglio soltanto il meglio del meglio quando il mio titolo è in palio, ma se davvero vuoi prendermi questo titolo devi dimostrarmelo con i fatti. Se riuscirai a mettere spalle a terra me e altre quattro avversarie sarò lieta di stringerti la mano e considerarti una degna campionessa. Fino a quel momento, sei soltanto una delle tante che minaccia di strapparmi la cintura per poi fallire.

LA: La storiella, se così possiamo definirla, tra te e la sottoscritta, è per me una ulteriore motivazione per spingermi a non deluderti.

Lisa si sposta un ciuffo di capelli dal viso.

LA: Da quando mi sconfiggesti ti ho sempre considerata indegna di essere qui. Eri diventata il mio caprio espiatorio in un momento in cui ero piena di rabbia, penso lo fossimo entrambe, e in un certo senso fu anche quello che mi portò da Signos. Ho continuato ad odiarti per troppo tempo Elektra. Da quando sono nuovamente libera ho deciso di mettere tutto da parte. Ti ho visto conquistare quel titolo a War Of Change nel corso di un massacro, e ti ho visto continuare a detenerlo contro avversarie agguerrite e spietate. Ma io sono più affamata di loro. E te lo dimostrerò.

Elektra sorride.

ELK:Spero terrai fede alle tue parole perché non sarà facile, qui dentro è pieno di bestie affamate. E in cima alla montagna ci sono io, non vado giù facilmente, lo sai. In questi mesi da campionessa ho subito e sofferto in maniera disumana ma questa cintura è ancora tra le mie mani, sono indistruttibile. Credi di poter affrontare tali danni e di uscire incolume dall'inferno della Chamber Zero? Credi di poter essere una campionessa degna di questo titolo?

LA: Non lo credo.

Lisa va faccia a faccia con la greca.

LA: Lo sarò.

ELK:Lo spero, perché vorrà dire che potrò dormire sonni tranquilli sapendo che il mio titolo sarà in mani sicure.

Lisa sfoggia un sorrisetto.

LA: Non pensavo che dopo tutto quello che è successo noi due potessimo avere una conversazione normale, ma sono felice di essermi sbagliata. Voglio vendicare quella sconfitta. Elektra. E puoi stare certa che niente e nessuno mi impedirà di farlo.

Elektra si avvicina a Lisa e le poggia una mano sulla spalla, facendole un occhiolino.

ELK:Ci sarò io ad impedirtelo.

Elektra inizia ad allontanarsi, salutando con un cenno del capo la giapponese.

ELK:Ci si vede, Lisa.

La campionessa si allontana e le immagini staccano.





Up Next: Second Random Tandem Battle Semifinal - Shawn Gates & Big Black Boom vs. Travis Miller & Matt Thunder


Ultima modifica di Elban Rattlesnake il 20/10/2017, 23:32, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 20/10/2017, 22:22 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Ritorno in onda, panoramica dell’arena.

JR: And now it’s time for the first leg of the Random-Tandem-Battle!

Boato del pubblico, parte la prima theme.



JR: Introducing first: from South Park, Colorado, weighting one hundred and ninety-five pounds… Biiig-Blaaack-Booom!

Il primo ad entrare è uno dei campioni della prima random tandem battle della TWC, la metà dei Pulp Fiction: Big Black Boom.

Immagine


Il mascherato si guarda intorno e si avvia verso il ring, una volta sul quadrato scuote il capo, ben conscio del fatto che il prossimo ad entrare non sarà il suo compagno di team.



Ed infatti tutto il pubblico si alza in piedi! Entra Shawn Gates!

JR: And his partner: from San Antonio, Texas, weighting one hundred and ninety-eight pounds… Shaaaaawn-Gaaaates!

Immagine


Il texano raggiunge il suo compagno sul ring, quest’ultimo lo guarda negli occhi, poi esce dal ring, posizionandosi sull’apron.



Altro boato del pubblico!

JR: And their opponents: introducing first, form Inverness, Scotland, weighting two houndred pounds… Travis-Milleeeer!

Immagine


L’altra metà dei No More Heroes raggiunge il ring a passo lento, poi scambia qualche parola con Shawn. Parte l’ultima theme.



JR: And his partner: from Jacksonville, Florida, weighting one hundred and ninety-six pounds… Maaaatt-Thundeeer!

Immagine


Ora anche l’altro membro dei Pulp Fiction è nel ring, fra Shawn e Travis. Matt guarda entrambi, poi scambia un cenno d’intesa con Boom. L’arbitro è Vincent Good, intima a Miller e Thunder di decidere chi dei due rimarrà sul ring. Miller prende l’iniziativa ed esce dal quadrato. Suona la campanella.

Random Tandem Battle
Pulp Heroes vs. No More Fiction
Big Black Boom & Shawn Gates vs. Travis Miller & Matt Thunder


Il pubblico dell’arena si riscalda, Shawn si mette in posizione di attesa da boxeur, pugno sinistro davanti al mento e destro pronto a colpire, ma Matt si tiene a debita distanza, mantenendo le braccia lungo i fianchi. Passa qualche secondo, l’electric splinter si gira verso Miller e gli sbatte con forza il palmo della mano sulla spalla sinistra: l’arbitro segnala che è un cambio legale, Travis deve entrare nel ring. I “boo” del pubblico accompagnano l’uscita di Thunder sull’apron: i No More Heroes sono uno contro l’altro, di nuovo ad Indoor War. I due si guardano per qualche secondo, c’è un sorriso sul volto di Travis Miller, Shawn annuisce e gli fa segno di farsi avanti. Clinch a centro ring, fra l’esultanza del pubblico. A vincere la prova di forza è lo scozzese: headlock, Shawn lo spinge verso le corde per un rimbalzo, prova un calcio alto, evitato, poi spinning wheel kick di Miller. Subito schienamento: uno, colpo di reni. I due si rialzano in un attimo, altro clinch, altra headlock di Travis, Gates gli rifila una gomitata, poi gli afferra il braccio e lo gira dietro la schiena del suo avversario per una hammerlock, lo scozzese prova a liberarsi, ma Gates tiene salda la presa, almeno finché Miller non gli rifila un colpo sul naso con la nuca, completando tutto con un pelé kick.

Immagine


La mossa è apprezzata dal pubblico, che applaude, meno da Big Black Boom, che allarga le braccia. Miller prova il pin: uno, nulla. Ancora una volta, i due si rialzano subito, e Travis Miller va subito verso il suo partner e lo blocca in una sleeper hold, ma Gates è vicino alle corde e le afferra, costringendo Travis a mollare la presa. Il texano si prende qualche secondo, Boom si accorge della sua stanchezza e si prende il cambio, toccandogli il braccio. Miller è lì che lo attende: para un pugno e gli rifila un dritto destro, poi un altro, poi un gancio mancino, chiudendo il mascherato all’angolo, dove Matt Thunder si prende il cambio, spostando BBB. L’electric splinter si sincera delle condizioni del suo tag team partner, ma appena si gira trova Travis Miller, immobile, che lo fissa. L’arbitro gli intima di uscire dal ring, lo scozzese non obbedisce e i due si guardano, Matt gli dice qualcosa di poco chiaro, dopodiché Travis scuote il capo ed esce dal ring. Big Black Boom si è ripreso, cerca il cambio di Shawn Gates, che però tira via la mano saltando giù dall’apron, Matt si gira verso il suo angolo, ma anche Miller fa lo stesso, ridendo.

Immagine


Il pubblico esulta, i due membri dei Pulp Fiction sono l’uno contro l’altro sul ring. Qualche secondo di esitazione, Big Black Boom fa segno al compagno di avvicinarsi: un abbraccio fra i due, qualche parola, poi entrambi si mettono in posizione per colpire, ma ecco che entrambi escono dal ring dai lati opposti. L’arbitro, da dentro il ring, chiede ad entrambi di tornare dentro, per poi iniziare il conteggio. I quattro lati esterni del ring sono presidiati dai quattro contendenti, tutti intimoriti dell’attacco dell’avversario più vicino. A rompere gli induci è Shawn Gates, che si dirige verso Big Black Boom per buttarlo nel quadrato, Thunder prova a fermarlo ma viene braccato da Travis Miller: ne nasce un’accesa rissa fuori dal ring, che coinvolge tutti quanti i lottatori, Miller riesce a buttare Thunder sul ring appena l’arbitro arriva ad otto, Boom si ritrova fra i No More Heroes a bordo ring. I due lo squadrano, il ref chiama il nove: il mascherato annuisce alla volta di Shawn e rietra, scongiurando la sconfitta per count out. BBB comunque non tocca il suo compagno, scatenando l’ira di Gates che lo richiama. Triple B allarga le braccia e lo invita a farsi avanti. Shawn lo fissa, fa finta di entrare: è Matt ad essere decisivo, allungandosi e cedendo il posto a Travis Miller. Lo scozzese cerca subito la headlock, Boom gli sguscia via e lo aggancia da dietro, connettendo una Russian Leg Sweep Backbreaker.

Immagine


Miller è steso a terra, Boom lo colpisce con qualche pestone, poi lo trascina al centro del ring e si lancia verso le corde, prova un BoomSault: evitato da Travis, il quale rotola via, ma Triple B riesce a cadere in piedi, evita anche un roundhouse kick, e chiude il suo avversario in uno school boy pin: uno, due, no. Continua l’offensiva del mascherato, che chiude ad un angolo lo scozzese, colpendolo con dei ganci sull’addome. Il perdify in a mask afferra la testa del suo avversario per una bulldog, ma viene spinto via e finisce all’angolo opposto. Qualche secondo di riposo, poi Miller si fionda contro BBB.

Immagine


Foul Play! Miller è a terra, Boom prova ancora una volta il pin: uno, due, no! Solo due! Il mascherato si lamenta con l’arbitro, il quale conferma la sua decisione. Triple B decide allora di spostare leggermente il suo avversario e di uscire sull’apron per salire sul paletto. Miller si sta rialzando, Boom vola per una flying clothesline! Ma Travis Miller lo intercetta con una Sacrifice al volo! Big Black Boom barcolla, lo scozzese va per una seconda Sacrifice, ma il suo avversario gli afferra la testa!

Immagine


Big Black Stunner! Entrambi i contendenti sono a terra, il pubblico incita Miller, il quale però fa fatica ad effettuare un qualsiasi minimo movimento. Big Black Boom si tiene la testa, riesce a girare il suo avversario per provare un pin: uno, due, tr-NO! Soltanto conto di due! Non ci crede BBB, che si porta le mani sulla maschera e sorride in maniera beffarda, scuotendo il capo. Appena rialzato, guarda Shawn Gates e lo indica, poi rialza Travis Miller dai capelli e lo abbranca per la Cut-to-Black. Urla qualcosa al texano, poi carica il colpo… Ma Travis lo spinge via! Boom finisce verso il suo angolo, dove Gates si prende il cambio. BBB colpisce anche il turnbuckle e rincula verso Miller, che lo colpisce con dropkick! Boom rotola via, Travis si butta verso Matt: cambio! Thunder entra nel ring e subito subisce l’offensiva di Gates: clothesline, altra clothesline, poi una manhattan drop, Shawn chiude la combo tentando un Gaty Kick, evitato, Matt lo colpisce con una Hurricarana!

Immagine


L’electric splinter e il texano si rialzano insieme, si chiudono in un clinch, risolto con una manata da parte di Thunder sul viso di Gates, poi un calcio in pieno addome: posizione di suplex, ma Shawn si appende ai pantaloni di Matt, impedendogli di sollevarlo. Dopo un altro tentativo a vuoto, è Gates a prendere il comando, colpendo con una serie di ginocchiate il membro dei Pulp Fiction e costringendolo a lasciare la presa, per poi caricare un altro Gaty Kick! A vuoto anche questo! Matt prova a sfruttare il momento: german suplex!

Immagine


Matt fa ponte: uno, due, no! Gates si libera! Ed è incredibilmente subito in piedi, Matt prova a braccarlo, ma il texano lo evita e lo spinge contro Boom! Poi Gaty Kick!

Immagine


Finalmente connesso! Il colpo fa andare indietro Thunder: Miller si prende il cambio! Gaty Kick anche per lui… NO! Evitato, Shawn viene spinto verso il suo angolo e tocca Boom per il cambio! Il mascherato è costretto ad entrare, nel frattempo Shawn Gates viene mandato fuori dal quadrato con una clothesline alle corde. Boom prova il pin afferrandolo da dietro, Miller fa la capriola, REDEMPTION!

Immagine


Uno, due e TRE!

JR: Here’s your winners… Travis Miller and Matt Thunder!!!!!

Risuona la theme di Miller, che riesce a portare a casa il match per sé e per Matt, nonostante sembrasse il più provato fra i quattro. Subito esce a controllare la condizione di Gates, poi dà un’occhiata a Thunder. Li vedremo presto in azione, di nuovo, per la Random Tandem Battle di Indoor Wars.





Up Next: Viola Vixen


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 20/10/2017, 22:23 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Bentornati ad Indoor War, io sono Max Mandragora e il mio profilo di Tinder è pubblico. Schiacciate la stella azzurra, vi aspetto. Ci troviamo nel backstage del Colonial Life Center, più precisamente nell'area catering. Qui vediamo una figura piuttosto tipica di questa zona aggirarsi con un piatto in mano, recuperando una quantità spaventosa di dolciumi.

Immagine


Viola Vixen, il piatto già piuttosto pieno, si guarda intorno, per poi sedersi ad un tavolo ed estrarre un telefono, per poi iniziare a guardarlo. La lottatrice indossa un paio di jeans neri e una felpa dello stesso colore, con sul retro stampate due ali bianche. Viola prende un biscotto con la mano sinistra, iniziando a sbocconcellarlo in maniera assente. La telecamera si sposta per un momento nel corridoio che esterno all'area catering. Qui, in pantalone e camicia scura, vediamo camminare a passo sostenuto il Pain Deliverer della TWC, Jack Keenan.

Immagine


Passando davanti all'area catering, il wrestler di Atlanta sbircia attraverso la porta aperta. Quando intravede Viola, le sue sopracciglia si inarcano; istintivamente, il suo cammino prosegue per un paio di passi, e così JK sparisce dall'angolo visivo della ragazza - che comunque non sembra essersi accorta di nulla. Keenan si ferma nel mezzo del corridoio. Porta un piede in avanti, alza gli occhi al soffitto. Per qualche istante rimane immobile. Infine, fa spallucce e torna sui suoi passi, appoggiandosi allo stipite della porta.

Keenan: Certe cose non cambiano mai, eh?

Viola alza gli occhi, poi sorride.

VV: Salve Jack, cosa ci fai qui?

La Vixen mangiucchia un biscotto, tornando a guardare un istante sul telefono, per poi annuire soddisfatta.

Keenan: Salve, Viola. Il più classico dei "passavo di qua", diciamo.

Con un cenno del capo, JK indica la ragazza.

Keenan: Immagino di non doverti girare la stessa domanda.

La ragazza arriccia il naso, per poi spingere leggermente la sedia davanti a sé.

VV: Siediti, dai. Mi innervosisco se qualcuno sta in piedi mentre mangio.

Jack Keenan rimane fermo per un istante. Poi, con una scrollata di spalle, si avvicina a Viola e, girata la sedia di 180°, vi si siede, appoggiando il petto allo schienale.

Keenan: Non più di cinque minuti, però.

Viola ridacchia, prendendo un altro biscotto.

VV: Difficilmente si dura più di così, con me.

La ragazza alza di nuovo lo sguardo, sorridendo a Keenan.

VV: Stavo guardando la tua pagina di Wikipedia. Ho scoperto che hai lottato con Christophorus Schmidt e hai perso.

Viola si gratta la testa.

VV: Deve essere difficile perdere contro un talento locale.

La Vixen blocca il telefono, appoggiandolo sul tavolo.

VV: Vuoi un biscotto?

Keenan: Ah, mi spiace sentirti dire così. Speravo che con Beverly durasse un po' di più. Speravo per te, intendo.

Keenan abbozza appena un sorrisetto, per poi scuotere la testa di fronte alla mano di Viola, tesa verso di lui, con un biscotto fra le dita.

Keenan: Sono a posto così, grazie.

JK si sgranchisce distrattamente le spalle.

Keenan: Carina la battuta, comunque, anche se pensavo avessimo superato quella fase. Sì, ricordo quel match. Eravamo a Milano, se non sbaglio, quindi Schmidt poteva sembrare un locale ancora meno di quanto potessi farlo io.

Il Pain Deliverer si sporge di qualche centimetro dalla sedia.

Keenan: Comunque, se vuoi, la pagina Wikipedia continua.

VV: Già. Dice che il match ad Indoor War subito dopo questo è stata una sconfitta contro Big Black Boom.

Viola annuisce.

VV: Ma hai ragione, lasciamo stare il passato. Vuoi dirmi qualcosa sul presente?

Keenan: Beh, potrei dirti che avevi ragione su Quill. Ma quella è una questione già risolta.

Keenan si gratta il mento.

Keenan: Per quanto riguarda me e Akuma, abbiamo già detto in diretta mondiale quanto è sufficiente che il TWC Universe conosca. O vorresti sapere qualcosa di più?

VV: Mangi più sushi di prima?

Keenan: No. Non l'ho mai apprezzato più di tanto.

Viola piega la testa di lato.

VV: Buono il sushi. Hai provato a vestire in kimono?

Jack Keenan alza gli occhi al soffitto.

Keenan: Dimmi, queste cose le hai chieste anche ad Ayumi o a LisaLisa?

VV: Volendo fare i precisini, loro probabilmente si sono vestite in kimono.

La Vixen mangia un altro biscotto, poi sospira.

VV: Dai, voglio sentirla.

Keenan: Il kimono? Seriamente?

Keenan sospira.

Keenan: No, troppo lungo. E ho l'impressione che mi ingrassi.

VV: Tu lo sai di dovermi una spiegazione, vero?

Keenan: Tra tutte le persone, pensavo tu fossi quella che non ne avrebbe avuto bisogno.

JK si passa distrattamente una mano tra i capelli.

Keenan: Il che è il motivo principale per cui sono qui a parlare con te.

Keenan si schiarisce la voce.

Keenan: Sto solo seguendo la mia vera natura, Viola.

Viola scuote la testa.

VV: No Jack. Non sto parlando di Akuma. Non ti farò mai una colpa dell'allearti con qualcuno. Non siamo definiti dalle persone che ci stanno intorno, ma da quello che facciamo.

Viola mangia un biscotto.

VV: Solo una cosa non mi va giù. Alice.

Keenan: Nè io, nè Akuma l'abbiamo anche solo sfiorata.

La Vixen sbuffa.

VV: Non ci provare. Sto provando a darti una occasione per spiegarmi perché dovrei non avercela con te.

Keenan: Perchè non era premeditato, ti direi. Ma so già che non basterà.

Keenan incrocia le braccia davanti al petto.

Keenan: Perciò, ti risponderò che abbiamo dato ad Alice una onesta possibilità. Era lei contro Felisin, nulla di più. E stiamo parlando di quella che poteva uscire da Nemesis! come campionessa femminile, non di una ragazzina.

Jack sbuffa.

Keenan: Sicuramente una possibilità più onesta di quella che voi avete dato a Brunild.

VV: Non ci provare, Jack. Sai perfettamente che ho provato ripetutamente ad impedire che le cose fra me e Brunild precipitassero, e come sia stata lei a decidere di arrivare all'estremo.

La Vixen prende un pezzo di torta.

VV: Hai superato una linea che prima non avresti mai superato.

Keenan: Non sono d'accordo.

JK indugia per un istante.

Keenan: Ma, se fosse vero, vorrebbe dire che quel che sto facendo sta funzionando.

Il Pain Deliverer sospira.

Keenan: Forse ho semplicemente smesso di disegnare linee sempre più strette intorno a me.

VV: Devi pensare a cosa ti porterà ad ottenere, però. Te lo dico con tutta la tranquillità del mondo, per quanto tu possa piacermi, non posso stare ferma quando decidi di attaccare chi mi sta a cuore.

La Vixen si scosta una ciocca di capelli dalla fronte.

VV: E, se vuoi pensare che io non sia un problema, pensalo pure, ma ti troverai davanti sempre più nemici, te lo assicuro, e anche uno solo in più potrebbe essere fatale.

Viola ridacchia.

VV: E questa non è una minaccia, perché come vedi mi fido abbastanza di te da stare qui a parlare tranquillamente. E non credo nemmeno tu voglia attaccare le persone a cui tengo. Dico solo che se tu lo facessi, sarei costretta a reagire, come puoi ben immaginare.

La lottatrice si prende una pausa.

VV: Il centro del discorso è: non fare nulla di cui ti pentiresti, e non per me, ma per te stesso.

Keenan: L'ho già fatto per troppo tempo.

Keenan sospira, poi accenna un sorrisetto e allunga una mano verso Viola.

Keenan: Sai cosa ti dico? Ho cambiato idea, accetto quel biscotto. Dammi quello che mangeresti meno volentieri - sempre che questo non ti metta davanti ad una scelta troppo difficile.

Con aria interrogativa, Viola allunga un biscotto a Keenan. Il Pain Deliverer lo afferra, per poi iniziare a sbriciolarlo, sotto lo sguardo perplesso della ragazza. JK raccoglie con il palmo della mano le briciole e le allinea in verso orizzontale, esattamente nel mezzo tra lui e Viola.

Keenan: Questa è l'ultima linea che disegnerò, l'ultimo limite che ho intenzione di pormi. Prendila come una promessa: a meno di interferenze nei miei affari, non farò mai nulla per danneggiare direttamente te o, per quanto possibile, qualcuno che ti sta particolarmente a cuore.

JK indugia per un istante, osservando le briciole.

Keenan: Lo faccio più per me che per te. Probabilmente, ti fidi di me più di quanto io penso dovresti farlo.

Keenan si scrocchia distrattamente le nocche.

Keenan: Perchè, credimi, non hai mai visto il vero Jack Keenan. Nessuno lo ha mai fatto. Non ancora.

Viola si appoggia allo schienale della sedia, sospirando. Poi, lentamente, annuisce.

VV: Jack...

La ragazza rimane in silenzio ancora un istante.

VV: Spesso le persone sono meglio di quello che pensano di essere. Non credo di aver visto il vero Jack Keenan, ma forse neppure tu lo hai visto. Io credo di fidarmi di te esattamente quanto sia giusto farlo.

Viola indica la linea di briciole.

VV: Ma non prendere questa linea troppo letteralmente. Potresti aver bisogno di parlare con qualcuno, e potrebbe non esserci nessuno disposto ad ascoltarti. Io ci sarò, sempre. E prometto che non lo sarò come strizzacervelli, a meno che non lo chieda tu.

Cala il silenzio per qualche istante, interrotto solo dal tamburellare del piede di Keenan al pavimento.

Keenan: Non riesco a fare a meno di pensare che nessuno può conoscerci meglio di quanto conosciamo noi stessi.

JK si puntella sullo schienale della sedia, alzandosi in piedi.

Keenan: Comunque, temo proprio di dover andare ora.

VV: Ok. Mi dispiace non poter chiacchierare un minimo di più con te. In definitiva non sono neanche riuscita a prenderti in giro più di tanto.

Keenan: Non è una brutta novità.

Viola si alza in piedi a sua volta.

VV: E ti prego, nonostante tutto, non smettere di sorridere, sei troppo carino quando lo fai per privare il mondo della cosa.

Keenan: Non sapevo leggessi romanzi rosa. Ora che lo so, ho anch'io una richiesta: ti prego, smetti di farlo.

Viola ridacchia.

VV: Guarda che sono seria, spero tu non intenda vivere il resto della tua vita con un giapponese basso. E se vai sempre in giro con il musetto imbronciato, non troverai mai nessuno.

La Vixen poi torna seria.

VV: E comunque, ti assicuro che non leggerò mai un romanzo rosa.

JK ridacchia a sua volta.

Keenan: Cercherò di crederti sulla parola.

Viola fa qualche passo intorno al tavolo, arrivando a fianco di Jack e gettandogli le braccia al collo e abbracciandolo un istante, per poi staccarsi.

VV: Davvero, io sono qui se hai bisogno.

L'espressione confusa e sorpresa di Keenan vale da sola l'inquadratura. Dopo qualche secondo, Viola si stacca dall'abbraccio unilaterale. Torna il silenzio per una manciata di istanti.

Keenan: Ehm... Grazie.

JK si gratta la nuca.

Keenan: Davvero, temo di dover andare adesso. Ma... grazie.

Il wrestler di Atlanta accenna un sorriso, abbozza un occhiolino; con un gesto della testa indica il piatto, ancora tutt'altro che vuoto.

Keenan: Stammi bene. E non esagerare con quelli.

Viola osserva il piatto.

VV: Oggi ne mangio uno in meno del mio fabbisogno quotidiano, quindi sono anche a dieta.

La Vixen poi fa un cenno della testa.

VV: Stammi bene anche tu. E, davvero, non fare nulla di cui ti pentirai.

JK abbozza una sorta di saluto militare, accompagnato da un sorriso. Poi si gira ed esce a passo sostenuto dall'area catering, lasciando Viola sola con il suo piatto. Pubblicità.





Up Next: Elektra Kellis


Ultima modifica di Elban Rattlesnake il 20/10/2017, 23:19, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 20/10/2017, 22:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Di ritorno ad Indoor War vediamo la campionessa femminile Elektra Kellis camminare per il backstage con la cintura sulla spalla.

Immagine


Si ferma davanti allo spogliatoio di Alice dove bussa per poi entrare.

Immagine


Si accomoda su una panca, con una smorfia di dolore mentre si siede, e poggia il titolo vicino a sé. Sorride verso Alice inclinando la testa.

ELK:Ciao Alice, spero di non disturbarti. Come stai?

La rossa sospira.

AA: Bene, più o meno. Un po' giù di morale dopo il PPV, ma non eccessivamente.

ELK:Mi sembra normale. Spero che la rivalità tra di noi rimanga confinata dentro al quadrato. Le cose si sono fatte abbastanza intense a Nemesis! ma spero che tu riesca a separare quello che avviene dentro e fuori dal ring.

Elektra arriccia il naso dolcemente.

ELK:Sarebbe un peccato se ti fossi stufata di vedere il mio bel faccino a farti compagnia.

Alice scrolla le spalle.

AA: Lo sport è sport, la vita è vita. Meglio tenerle distinte, nessun problema. È solo che...

Alice batte leggermente il pugno sulla panca.

AA: ... era il momento perfetto. E non sono stata schienata, non sono stata sottomessa. Ho perso, e non è colpa mia. Non del tutto, almeno.

ELK:Hai ragione, i match multipli possono essere decisamente ingiusti, ma bisogna accettare le regole del gioco. Però potrai presto tentare di strapparmi questo titolo dalle mani, immagino tu abbia ascoltato quanto detto tra me e Virgil ad inizio puntata.

Alice respira profondamente e annuisce.

AA: In una Chamber. Non ho un buon presentimento a riguardo.

Elektra storce la bocca, aggrottando le sopracciglia.

ELK:Beh, devo ammettere che non è la reazione che mi aspettavo. Pensavo saresti stata eccitata dalla possibilità di affrontare un match così grande. Cos'è che ti preoccupa?

AA: Normalmente mi piacerebbe. Ma è il match più pericoloso a cui io abbia mai preso parte. In più, è stato difficile gestire due avversarie, figuriamoci cinque.

ELK:Se ti può far stare meglio credo sia il match più pericoloso a cui chiunque abbia mai preso parte. Per me lo è sicuramente, l'unsactioned contro Jane è stato tutt'altro che una passeggiata e ne porto ancora i segni ma la Chamber Zero incute decisamente più terrore. Soltanto vederti chiusa tra le catene insieme ad altre cinque avversarie è un colpo tremendo.

Elektra perde lo sguardo nel vuoto per un attimo per poi sorridere ad Alice.

ELK:Ma l'emozione di poter prendere parte ad un match del genere è decisamente più grande. Sono decisamente contenta di poter difendere il mio titolo in un tale match storico, era la cosa giusta da fare per una buona campionessa.

La Angel annuisce.

AA: È storico, questo sì. Devo solo riflettere bene.

ELK:Quello sicuramente. Vedrai che questa esperienza ti tornerà molto utile. Match del genere aiutano a farti le ossa, se non te le rompono.

AA: È quel che mi inquieta. Ma non ho perso la voglia di vincere quel titolo. Non te la darò vinta facile.

Elektra sorride e si alza in piedi, riprendendo la cintura in mano.

ELK:Lo spero vivamente!

La campionessa passa una mano tra i capelli della Angel, scompigliandoli affettuosamente.

ELK:Adesso tolgo il disturbo. Ci vediamo presto, Alice.

La campionessa lascia il locker room. Alice inspira profondamente, guardandosi le mani, mentre noi andiamo in pubblicità.





Up Next: TWC World Women's Championship Chamber Zero Qualifying Match - Alisa Drake & Ayumi Haibara vs. Sick Chicks


Ultima modifica di Elban Rattlesnake il 20/10/2017, 23:33, modificato 2 volte in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 20/10/2017, 22:28 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Bentornati ad Indoor War, lo show imperdibile del venerdì sera. È arrivato il momento di un tag team match piuttosto atteso. Infatti Viola Vixen e Beverly Bailey, le Sick Chicks, affronteranno Ayumi Haibara e Alisa Drake per due posti nella Chamber Zero per il TWC Undisputed World Women's Champion.



E, parlando di Ayumi Haibara, ecco risuonare la sua theme song.

Immagine


La giapponese compare con un balzo sullo stage, accolta da una buona reazione della folla. La nipponica lancia un grido di battaglia e sorride, per poi caricare verso il ring. Una volta sul quadrato salta paletto ed alza un braccio, per poi andare al suo angolo.



Ed ecco che risuona la theme song di Alisa Drake ottenendo i fischi del pubblico.

Immagine


L'Alpha Drake compare sullo stage vestita con il suo ring gear coperto dalla maglietta dei Whisperers- Alisa, dopo aver lanciato una fredda occhiata al pubblico, punta lo sguardo sul quadrato per poi accennare un leggero sorriso e avviarsi sulla rampa a passo svelto. Una volta ai piedi del ring vi scivola dentro per poi salire su un paletto e mostrare un altro leggero sorriso, e fatto ciò scende e si mette all'angolo, iniziando a parlare con Ayumi e mettendosi ad aspettare le Sick Chicks.



Ed ecco risuonare dopo qualche secondo la theme delle Sick Chicks! Una reazione mista accoglie le due lottatrici, con alcuni cori per Viola Vixen e parecchi fischi.

ImmagineImmagine


Viola Vixen e Beverly Bayley compaiono sullo stage e la mora indossa la sua nuova maglietta, nera con la scritta "Learn the Etiquette" rosso sangue e una sua immagine stilizzata mentre esegue la sua tipica taunt, ed i pantaloni di pelle neri e verdi. Beverly, invece, indossa una canottiera con la scritta "V for Viola" in pieno stile V for Vendetta ed i pantaloni di pelle neri e rossi. Dopo aver osservato a lungo le avversarie in lontananza, Viola e Beverly iniziano a discendere la rampa simultaneamente, tenendo entrambe un braccio sulle spalle dell’altra. Una volta arrivate a bordo ring, Viola si arrampica sul ring, mettendosi in favore di camera e tendendo il braccio destro davanti a sé, per poi appoggiare il pugno sinistro alla spalla destra, mentre parte del pubblico replica le sue movenze. La Vixen poi si butta contro le corde, mentre i cori per lei si intensificano leggermente. La lottatrice poi si siede sulla seconda corda, permettendo a Beverly di entrare più comodamente, e poi le due si scambiano un bacio sulla bocca, dirigendosi poi al loro angolo. Tutto è pronto.

*Chamber Zero for the TWC Undisputed World Women's Championship Qualifying Tag Team Match*
Sick Chicks (Viola Vixen & Beverly Bailey) vs. Ayumi Haibara & Alisa Drake


Per le Sick Chicks sarà Viola Vixen a iniziare la contesa, mentre nell’altro angolo pare ci sia un po’ di malumore sulle partecipanti. Ayumi Haibara e Alisa Drake stanno litigando per iniziare il match, e le due continuano per qualche secondo, finché la giapponese non si mette sull’apron. La Legit Queen però non ha ancora finito, e continua a parlarle. Roll Up! 1… 2… 3… No. Alisa Drake riesce a liberarsi all’ultimo, rotolando subito sull’apron. Viola si rimette in piedi, sistemandosi la ciocca di capelli verdi e sorridendo alla sua avversaria, che si è rimessa in piedi, osservandola male per un istante, per poi ricambiare il sorriso. Alisa lentamente rientra sul ring e fa segno alla sua avversaria di farsi sotto, ma Ayumi si prende il cambio, entrando sul ring. La giapponese guarda per un istante la Drake, poi concentra la sua attenzione su Viola, che la sta osservando a sua volta. La Hardcore Princess fa qualche passo avanti, poi propone una prova di forza alla Vixen, che annuisce, iniziando a congiungere le mani con quelle della sua avversaria. Forearm Smash! Ayumi colpisce improvvisamente la sua avversaria, facendola barcollare all’indietro, per poi colpirla con un calcio allo stomaco, seguito da uno al volto. Viola indietreggia, andando ad appoggiarsi alle corde. Ayumi la raggiunge subito, afferrandole un braccio e lanciandola con una Irish Whip, che però viene ribaltata. La Haibara rimbalza alle corde, e la Vixen si piega, ma la giapponese le fa una capriola sulle spalle, atterrando dall’altra parte. Ayumi tenta subito un Roundhouse, ma Viola si abbassa ed evita il colpo, afferrandola da dietro per un German Suplex. Serie di gomitate di Ayumi, che cerca di passare alle spalle della sua avversaria. Viola però non le permette di fare un giro completo, bloccandola in posizione di Arm Drag. La Vixen prova a lanciare la sua avversaria, ma questa fa forza e impedisce la proiezione. Questa volta è il turno di Ayumi, che cerca il sollevamento, ma la Toxic Avenger fa una capriola all’indietro, girandosi e colpendo la giapponese con una ginocchiata allo stomaco. La Vixen poi afferra un braccio dell’avversaria e la testa, pronta per la Scissored DDT, ma Ayumi si rimette in piedi di colpo, ribaltandola all’indietro. Viola prova a rimettersi in piedi subito.

Immagine


Dirty Harry! Viola crolla a terra, e Ayumi si getta subito per lo schienamento. 1… 2… 3… NO! Viola esce dallo schienamento con un colpo di reni, evitando la sconfitta. La Haibara la rimette in piedi, afferrandola per la testa e portandola verso le corde. La giapponese appoggia la sua avversaria con il collo sulla seconda corda, poi prende la rincorsa e cerca di saltarle sulla schiena, ma la Vixen si sposta, e Ayumi atterra fuori dal ring. La Red Dreamer si gira e rientra subito sul ring, ma Viola si è appoggiata al suo angolo. Ayumi parte di corsa per investire la sua avversaria, che però parte a sua volta, travolgendola con un Crossbody. La Haibara rotola a terra, ma nel frattempo Beverly Bailey si è presa il cambio ed è saltata sulla terza corda, per poi tuffarsi con un Elbow Drop sulla sua avversaria. La inglese copre subito la sua avversaria. 1… Nemmeno due! Ayumi inizia subito a rialzarsi, e la rossa inizia a colpirla con una serie di pugni al volto per rallentarla, riuscendo a rimettersi in piedi prima di lei. Beverly colpisce con una serie di calci sul petto l’avversaria, Fish’n’Kicks! Ayumi rimane in ginocchio, e la Bailey si getta di corsa alle corde, per poi investirla con un Running Uppercut! Beverly rialza subito Ayumi e la pianta a terra con una DDT. Schienamento. 1… Nemmeno due! Di nuovo! La giapponese alza la spalla quasi all’istante, e Beverly reagisce stizzita. La rossa poi rialza la giapponese e la lancia all’angolo dove c’è Alisa, facendole segno di farsi sotto. La Drake rimane un istante immobile, poi si prende il cambio, entrando nel ring di gran carriera e caricando verso la sua avversaria, che si abbassa, evitando una Clothesline. Alisa si gira, e viene colpita da un calcio alle gambe, che la fa finire in ginocchio, e poi vittima dei Fish’n’Kicks! La Bailey fa un passo indietro, caricando un calcio diretto alla testa della sua avversaria. Alisa però si abbassa e lo evita, per poi rialzarsi e afferrare la sua avversaria, trascinandola in un Roll Up. 1… 2… Beverly si libera, sfruttando la spinta per dare il cambio a Viola, che entra nel ring e afferra Alisa che si è appena rialzata, pronta per un German Suplex. Serie di gomitate della Legit Queen, che però viene colpita da un Superkick.

Immagine


Mean Street Ave! Viola mantiene il ponte per lo schienamento. 1… 2… 3… No! Alisa alza una spalla. La Toxic Avenger però non lascia andare la presa alla vita, e rialza la sua avversaria, per poi spedirla con un German Suplex ad impattare contro l’angolo. La Vixen annuisce e dà il cambio a Beverly, che entra sul ring e inizia a colpire con dei calci la Drake a terra, impedendole di alzarsi. La Bailey annuisce, facendo qualche passo indietro e riprendendo la serie di colpi, obbligando la avversaria a sedersi all’angolo. La rossa prende la rincorsa e poi connette un Facewash Kick. Beverly concede subito il cambio alla compagna, che entra sul ring e rialza Alisa, iniziando a colpirla con una serie di spallate all’angolo. La Vixen poi rimette perfettamente in piedi la sua avversaria, arrampicandosi sulla seconda corda ed iniziando a colpirla con una serie di pugni al volto. Uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove. Viola fa segno a Beverly di raggiungerla, e anche la rossa si arrampica sulla seconda corda. Le due si scambiano un bacio ad alta quota, poi Viola connette l’ultimo pugno, saltando giù e tirando a sé la Drake, per poi connettere una Scissored DDT. La Vixen dà il tag a Beverly, che entra nel ring e prende la rincorsa, per poi connettere una LondonBlindEye su Alisa. Rolling Senton! Beverly va subito a schienare. 1… 2… Ayumi interviene, colpendola con un pestone sulla schiena ed interrompendo lo schienamento. Beverly si tiene la schiena e si rialza, mentre la giapponese ritorna al suo angolo. La rossa afferra di nuovo Alisa e la rialza in piedi, ma la Drake la colpisce improvvisamente con un Elbow Smash. Beverly fa un passo indietro e la Legit Queen la colpisce con una serie di pugni al volto. La Bailey lascia una apertura alla sua avversaria, che sfrutta il momento.

Immagine


Drake’s Deception! Beverly crolla a terra, e la sua avversaria va subito a schienare. 1… 2… Spalla alzata da parte della rossa. Alisa batte una mano sul terreno, insoddisfatta, poi afferra per la testa la sua avversaria e la rialza, portandola al suo angolo. Alisa e Ayumi si guardano per un istante, poi la giapponese si prende il cambio dalla sua alleata di stasera ed entra sul ring, colpendo con un calcio nel fianco Beverly. La rossa si piega, e Ayumi la colpisce con una serie di colpi sul volto, mentre la Drake ritorna sull’apron. La Hardcore Princess afferra per la testa la sua avversaria e dà il cambio ad Alisa, che si arrampica sulla terza corda e connette con un Double Foot Stomp sulla schiena. Le due si guardano ancora in tralice per un istante, poi Alisa inizia a riempire di ginocchiate il fianco della sua avversaria, appoggiandola nuovamente all’angolo. La Drake prende la rincorsa e poi connette un Corner Splash. Cambio di Ayumi, che si getta sul ring e travolge Beverly con un Running Corner Elbow Smash. La Bailey si siede all’angolo, e Ayumi prende la rincorsa, connettendo un Esitation Dropkick! La giapponese lancia un urlo, caricandosi con il pubblico, e rialza Beverly, caricandosela in spalla in posizione di Crucifix Powerbomb. Connessa! Feel Good a segno. La prima TWC World Women’s Champion si rimette in piedi e annuisce, per poi dare il cambio ad Alisa, che si arrampica sulla terza corda. Potrebbe essere l’ora della letale Whispers into Screams. La Drake aspetta che la sua avversaria si rialzi, e la rossa inizia a rimettersi in piedi. Tutto è pronto, ma improvvisamente, proprio quando Beverly si era quasi completamente rialzata, la Face of Justice inciampa, andando a spingere l’arbitro, che va a colpire la terza corda, mandando Alisa ad impattare di sedere contro il paletto. Thomas Kiley redarguisce piuttosto veementemente Beverly, che fa segno di non aver fatto apposta, e nel mentre Ayumi si prende il cambio ed entra sul ring. La giapponese carica verso Beverly, ma viene intercettata dall’arbitro che le dice che deve prima cambiare per poter entrare nel ring. In effetti l’arbitro non può aver visto il cambio, e questo permette a Beverly di afferrare Alisa e lanciarla con un Arm Suplex, sfruttando la posizione sopraelevata. La Haibara viene nel frattempo forzata a tornare al suo angolo, e Beverly aspetta che l’arbitro si sia voltato per dare il cambio a Viola, che entra sul ring e solleva sulle sue spalle la Drake. Burning Hammer. La Vixen annuisce, afferrando per la testa Alisa e leccandole la guancia, per poi rialzarla in piedi tenendole il braccio destro.

Immagine


Acid Rainmaker! L’impatto è così forte che Alisa fa un giro in aria e atterra di volto. È finita! Viola schiena. 1… 2… 3… 3! NO! Ayumi interviene a rompere ancora il conteggio! La giapponese si tiene miracolosamente in gara per poter competere nella Zero Chamber per il TWC Undisputed World Women’s Championship, e lo fa tenendo in gara anche Alisa. La Haibara esce subito dal ring, chiedendo poi alla sua compagna di tag di concederle il cambio. La Drake si trascina lentamente alle corde, riuscendo a dare il tag e permettendo ad Ayumi di saltare sul ring, connettendo uno Shining Wizard sulla Vixen che si stava rialzando. Ayumi annuisce, rialzando per la testa Viola e caricandosela sulla schiena per la Dammit. Beverly però entra nel ring, e la giapponese la colpisce con un Big Boot. La Haibara poi prosegue con la sua Fireman’s Carry, lanciando Viola, che però atterra in piedi e si getta alle corde. Dirty Harry! Ayumi si rialza, lasciandosi andare in un urlo, e colpisce la inglese che la carica, per poi sollevarla e mettersela in spalla. La ex campionessa del mondo si lascia cadere, connettendo la El Manana. Air Raid Siren connessa! Viola si sta rialzando, e Ayumi le sferra un calcio alla bocca dello stomaco, per poi prenderla per la testa e girarla in modo che abbia la schiena rivolta verso terra. Behind Blue Eyes a segno, una bellissima Reverse Twist of Fate. Beverly lentamente si sta rialzando, e Ayumi prende le misure. Rolling Elbow connesso! Lucky Day! La Bailey crolla a terra, priva di sensi, e la giapponese si gode l’ovazione del pubblico, rialzando lentamente Viola e colpendola con un calcio nello stomaco. La Hardcore Princess si getta alle corde per la Something in the Way, connettendo un Curb Stomp! No! Viola si sposta all’ultimo e la colpisce con un diretto al volto. Ayumi barcolla all’indietro, poi risponde con un Roundhouse devastante, che fa cadere in ginocchio la sua avversaria. Ayumi afferra la sua avversaria.

Immagine


SWEET SWEET DESPAIR! Ayumi schiena Viola. 1… 2… 3… 3! NO! Questa volta è Beverly ad intervenire, interrompendo lo schienamento. La Haibara si rialza, tenedosi la schiena dove è stata colpita all’ultimo istante dalla inglese, e si avvicina alle corde per riprendere fiato, ma qui Alisa si prende il cambio, entrando sul ring al posto suo e buttando Beverly fuori dal ring con una Baseball Slide. La Drake afferra Viola per la testa e la prepara per un Piledriver, ma la lottatrice risponde con una serie di manate sugli addominali dell’avversaria, facendosi mettere di nuovo a terra. Alisa allora risponde con una serie di gomitate sulla schiena dell’avversaria, per poi rialzarla per uno Snap Suplex. A segno. La Legit Queen si rimette in piedi e poi colpisce con un Foerarm Smash Beverly che era tornata sull’apron. La Drake poi inizia ad aspettare che la sua avversaria si rialzi, pronta per l’Alpha Whisper. Viola però spinge via la sua avversaria, mandandola a sbattere contro Ayumi. Roll Up. 1… 2… 3… Alisa si libera all’ultimo e si rialza, connettendo un Leg Lariat. La Drake si rialza, ma viene raggiunta da Ayumi, che inizia a parlare in un tono non esattamente amichevole. Alisa prova a discolparsi, facendo segno di non aver fatto apposta, ma questo permette a Viola di rialzarsi. Gates are Open! Superkick perfetto di Viola, diretto ad Alisa, che però ha spostato la Haibara, facendole assorbire il colpo al posto suo. Questo lascia lo spazio alla Drake ci connettere un calcio sul viso di Viola, seguito da un Leg Lariat. The Lost Legacy! Pesanti fischi per Alisa, mentre la Vixen sta rotolando verso il suo angolo. Alisa con un piede spinge fuori dal ring Ayumi, poi prende la rincorsa e scatta verso la sua avversaria, saltandole addosso per un Monkey Flip. Connesso! Ma Viola atterra in piedi e si gira subito. Alisa però è in piedi quasi in contemporanea e si butta su di lei per una Hurricanrana. La Vixen però la blocca in posizione di Powerbomb, e fa un passo in avanti.

Immagine


BAD GIRL ST.! Beverly era riuscita a prendere il cambio da Viola mentre questa era all’angolo, senza farsi notare da Alisa, e le due hanno connesso la loro manovra migliore. Beverly va a schienare, uncinando entrambe le gambe dell’avversaria. 1… 2… Ayumi rientra sul ring, ma Viola la blocca. 3! Le Sick Chicks hanno portato a casa il match!

Spoiler:
The Winners of this match: Viola Vixen and Beverly Bailey, the Siiiiiiiiick Chiiiiiiiiiicks!


Viola e Beverly rotolano subito fuori dal ring, abbracciandosi e scambiandosi un bacio. La Vixen poi esegue la sua Taunt in direzione del ring, mentre Ayumi si sta rialzando, osservando in tralice Alisa, che si è appena rimessa in piedi. La Drake si appoggia alle corde, urlando improperi verso le Sick Chicks, che però sono arrivate sullo stage, e si scambiano un ulteriore bacio. E sulle immagini delle due che festeggiano la loro qualificazione, noi andiamo in pubblicità. Non cambiate canale.





Up Next: ?????


Ultima modifica di Elban Rattlesnake il 20/10/2017, 23:34, modificato 2 volte in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War(#57-#60)
MessaggioInviato: 20/10/2017, 22:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Ladies and gentlemen, welcome back to Friday Night Indoor War, live from the Colonial Life Center of Columbia, South Carolina!

Immagine


Dopo una bella panoramica sull’arena universitaria dove si sta tenendo questa cinquantasettesima puntata dello show di wrestling più visto al mondo, le immagini tornano all’interno del Center.



Ed ecco risuonare la theme più amata dal pubblico della TWC, quella degli eroi della League of Extraordinary Gentlemen! Boato positivo del pubblico. Dopo acluni secondi, ecco far capolino sullo stage qualcuno…

Immagine


E’ Gunther Schmidt! Il Mastino è tornato, il Mastino è tornato! Il boato si trasforma in una standing ovation per l’eccentrico gigante bavarese, che torna in uno show TWC per la prima volta dopo l’infortunio alla testa patito al termine della folle Battle of the Thames di Homeland: London che l'ha tenuto ai box per alcuni mesi.

Immagine


Ad accompagnare il tedesco, vediamo nientemeno che la sua compagna, Agnes Schneider, protagonista anche lei dello scontro vittorioso contro i pirati dell’Alliance of the Seven. I due, che indossano tra l’altro rispettivamente una maglietta della BDK Inc. e una della League in edizione limitata, si guardano intorno. Gunther appare in grugnito come sempre, Agnes invece è radiosa e sorridente. Eccoli ora scendere la rampa, dirigendosi verso il ring.

JR: Ladies and gentlemen, please welcome, accompanied by his fiancée, Agnes Schneider… The Hound, Guntheeeeer Schmiiiiidt!!!!!

Il Brutal Crow riceve un altro boato d’approvazione da parte dei fan. Eccolo arrivare ai piedi del ring e aiutare la compagna a salire i gradoni e a passare le corde. Eccolo poi percorrere il quadrato, sporgersi dalle corde e farsi dare un microfono alla sua maniera da un assistente.

GNT: Dà qua micro di fono in tempo di subito! Schnell!

Dopo di che lo vediamo portarsi al centro del ring, mic alla mano, con la cara Agnes felice al suo fianco che saluta i fan. Una volta che la musica epica della League of Extraordinary Gentlemen sfuma, il pubblico continua a inneggiare al colosso tedesco, che per una volta sorride. Dopo di che eccolo alzare la poderosa mano per invitare la gente ad ascoltarlo. Subito cala il silenzio nell’arena.

GNT: Mastino, tornato!

Altra salva di urla e applausi da parte del pubblico e dell’adorabile Agnes. Poi ecco che il tedesco si concentra e inizia a parlare nel suo famosissimo inglese stentato.

GNT: Mesi di fa, Helden di parte di ogni di mondo, frontato und sconfitto Piraten massimi in malvagità. In fine di match, Mastino colpito di testa da rucola…

Il gigante si gratta la testa un attimo.

GNT: Tutta in via, forza di amore vinto di sofferenza. Und vendicato gressione di capo di Piraten, donna malvagia di Nipponia, contro mio dolcetto di tenerezza.

Il Mastino e Agnes annuiscono.

GNT: In clusione di gloriosa battaglia di fiume, noi vinto di guerra. Piraten battuti. Piraten fuggiti. Piraten lasciato di federazione. Helden vintoriosi.

Applausi del pubblico in omaggio all’impresa dei sette eroi a Homeland. Poi però Gunther si incupisce.

GNT: Giorni di dopo, Mastino visitato da Dottor Brusco. Lui fatto lunghe di analisi, und detto me che io ha problema di testa. Lui detto che io commosso. Lui detto che io no grado di combattere per mesi di successivi…

Il Brutal Crow scuote il capo.

GNT: Mastino triste. Ma anche felice. In mesi di riposo, Mastino stato casa, riposato di fatiche, visitato amici, stato con donna di lui, curato in perfezione und allenato tensamente. Ora Mastino pronto nuovamente per picchia di gente!

Salva di applausi per il tedesco.

GNT: Ma prima di picchia, Mastino qui con fiore di felicità. Io voglio ringraziare in fronte di voi compagna di Mastino. Lei lottato und battuta contro Piraten con prezzo di pericolo.

Gunther, voltato verso una Agnes che vediamo emozionata, continua.

GNT: Agnes essere donna alta in telligenza. Agnes essere donna alta in bontà. Agnes essere donna alta in gentilezza. Agnes essere donna alta in coraggio. Agnes essere donna alta in amore di Mastino. Io fiero di lei, und ama sopra di tutto… Dankeschön, mio amore.

Vediamo il volto di Agnes rigarsi di lacrime di felicità e affetto di fronte alla dichiarazione di Gunther. Mentre tutto il pubblico si scioglie in modo irresistibile di fronte allo sguardo della ragazza di Wuppertal, eccola prendere il microfono dal compagno e rispondergli con gioia.

AGS: Oh, Gunther. E io ringraz…



Attenzione, la bellissima fidanzata del Mastino viene interrotta dal risuonare di una theme song sentita decisamente poco, quasi mai, nel corso degli Show TWC! Tutti i fans presenti in arena delle espressioni perplesse sul viso, Gunther e Agnes osservano lo stage, ed ecco che esce finalmente... lui, l'alleato di Vincent Cross, membro con Ben dei Bikers, campione di coppia in WFSS e FWP! SPOONY!

Immagine


Il Biker donnaiolo torna in TWC, la sua prima apparizione fu in un incontro contro Jack Keenan dal quale scappò alla disperata, ed ora si leva il suo giaccone di pelle, puntando il ring. O, più precisamente, fissando il suo sguardo su di lei, su Agnes. Aggiustandosi gli occhiali da sole, Spoony raggiunge il quadrato, facendosi passare un microfono da un addetto a bordo ring. Salito sul ring, si pone all'angolo destro basso, lontano da Agnes, mentre il Mastino, piuttosto accigliato, lo osserva comunque incuriosito.

SPN: Magnifica!

Spoony si avvicina alla donna.

SPN: Seducente!

Si inginocchia!

SPN: Aristocratica!

Attenzione, ecco che Gunther fa un paio di passi pesanti e si frappone tra la giovane donna e il ben noto membro della gang di Vincent Cross! Il membro della BDK Inc. osserva, sempre indossando i suoi occhiali da sole, l'uomo in ginocchio, che si aggiusta i propri occhiali da sole. Lo scambio di sguardi dura alcuni secondi...

SPN: Palla di lardo.

Gunther piega la testa, poi osserva per un paio di secondi i propri addominali, infine digrigna i denti e fa un passo verso Spoony, torreggiando su di lui. Ma ecco che Agnes si avvicina al proprio fidanzato e gli prende un braccio per calmarlo. Spoony si rimette in piedi.

SPN: No, non lo tocchi, fanciulla! Non lo vede!? E' un'orribile creatura! Un mostro! Una bestia! Potrebbe essere contagioso!

Gunther sbuffa pericolosamente, mentre Spoony si porta la mano sinistra sul cuore.

SPN: Mia cara, mia dolce fanciulla, mia musa, mio angelo del focolare, mia bionda valchiria, mia dama di Odino, mia donna ideale, oh, finalmente posso vederti! Eccomi, sono giunto per te!

Si inginocchia di nuovo.

SPN: Sin da quando ti ho vista lottare contro quei pirati, cercando di ragionare con il loro belissimo capo o la sua bellissima vice in comando, ho avuto occhi solo per te, solo e soltanto per te. Mentre quel bruto del tuo uomo picchiava delle povere donne che avevano solo la colpa di essere troppo belle per lui, oltre il suo livello, tu eri lì, sperduta, vittima di un essere bestiale, mefistofelico, immondo e senza cuore che ti mette in pericolo contro spietati energumeni! Non potevo sopportarlo!

Spoony si asciuga delle lacrime. che non vediamo, sul viso.

SPN: Per questo io sono giunto qui ad Indoor War: fuggi con me, Agnes, donna dal dolcissimo nome e dall'ancor più dolce viso! Vieni, fuggiamo da questo mondo folle, ed amiamoci, sì, amiamoci subito, completamente, lontano dai loro pregiudizi e dai pericoli!

La giovane Schneider, imbarazzata, si guarda intorno, non sapendo proprio che dire. Gunther a questo punto digrigna i denti in quello che apparentemente dovrebbe essere una specie di sorriso ironico, mentre a molti pare invece la smorfia di una pericolosissima bestia selvatica. Eccolo farsi dare il microfono dalla compagna, gentilmente. Poi il tedesco si volta verso il biker in ginocchio.

GNT: Mastino avere conoscenza di te... Io no piace discorsi di te, Sputy. Tu noto in specialità di raggiro di donne, und piace fendere persone. Chi conosce Mastino, sa che cosa io tiene più nel mondo. Mio fiore di felicità. Tu venuto qui per rompere discorso di me und Agnes. Tu cercato raggiro di mio angelo d'innocenza in fronte di tutti... Das ist Scheiße!

Attenzione, Gunther afferra per il colloil rubacuori e lo solleva in piedi a forza. Spoony afferra il braccio dell'erculeo lottatore e prova a liberarsi, nel contempo eccolo guardare una preoccupatissima Agnes.

GNT: Ora sotto di scritto mette in testa di te formazioni... Eins: Io muscolato, nicht grasso. Zwei: Io Mastino di Bayern, io bello, non Monstrum. Drei: Tu ora fugge. Ma tu fugge solo... Raus!!!

Il Brutal Crow getta via il mic, e un attimo dopo vediamo il temerario Spoony essere lanciato via e volare oltre le corde, andando a rovinare ai piedi del ring tra la reazione generale del pubblico! Subito dopo Gunther si strappa via la maglietta, mostrando il suo fisico scultoreo e gonfiando i muscoli. Poi eccolo andare ad appoggiare una mano sulla spalla di Agnes, che è ancora confusa per quanto accaduto. Ma ecco che Spoony si rimette in piedi e subito riprende il microfono!

SPN: No, no, non così, vile bruto!

Spoony si rende nuovamente presentabile, pulendosi la polvere ed aggiustandosi gli occhiali. Quindi sale sul quadrato.

SPN: Ha visto cosa ha fatto signorina!? Potevo rimanere offeso! Potevo rimanere offeso alla carotide! Vile bruto, come osi toccare un uomo che lotta in nome del più nobile dei sentimenti? C'è solo una cosa che devo fare.

Spoony prende il guantone da biker che ha nella tasca sinistra e lo agita... schiaffeggiando Gunther con esso! Agnes ha la bocca spalancata, incredula ed osservata da un sorridente Spoony, mentre Gunther rimane impassibile. Il donnaiolo torna a concentrarsi su Gunther.

SPN: Ti sfido a duello, bruto! Risolveremo i nostri conflitti in singolar tenzone! E sarò libero di scegliere il mio campione, e tu sarai libero di scegliere il tu-

Il gigante sceso dai monti della Baviera pare essersi stancato. Lo vediamo strappare bruscamente il guanto da biker dalle mani di Spoony e lanciarlo con noncuranza a metà delle gradinate. Dopo di che eccolo avanzare pericolosamente verso il coraggioso dongiovanni della strada, che arretra alla stessa velocità del mostruoso tedesco, fino però a ritrovarsi con la schiena all'angolo, e le mani alzate verso Gunther come a intimargli di non andare oltre.



Ma ecco risuonare un'altra theme nell'arena! E' quella di Ben Roberts, compagno di tag di Spoony, nonché membro a sua volta della banda di motociclisti di Vincent Cross.

Immagine


Il biker compare sullo stage, microfono alla mano, e si rivolge immediatamente al Mastino, che si volta a osservarlo, scocciato.

BR: Gunther, fermati, ragioniamo. So che sei un grande lottatore, ed è per questo che ti dico di lasciar perdere quell'idiota. Non è degno del tuo tempo, ignoralo, e vedrai che-

Immagine


Ma attenzione! Low Blow! Low Blow a tradimento da parte di Spoony! Gunther cade a terra, lanciando un urlo ferino, mentre il biker si allontana da lui. Eccolo avvicinarsi ad Agnes, paralizzata da quanto è successo, rivolgerle un inchino, e tributarle un baciamano plateale. Spoony si tira su, sorridendo, tra il tumulto generale, poi però eccolo notare con la coda dell'occhio il Mastino che si sta tirando su rabbiosamente, e lo vediamo balzare via, scivolare sotto le corde, e darsela a gambe fino allo stage, dove raggiunge uno sconsolato Roberts. E con le immagini di un Gunther inferocito che squadra lo stage appoggiandosi alle corde, affiancato dalla preoccupata Agnes, mentre Spoony si mette in posa puntando il dito verso di loro con accanto Ben che scuote il capo sospirando, noi andiamo in pubblicità.





Up Next: Cornelia


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 68 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it