Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 68 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5
  Stampa pagina

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#50-???)
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 14/07/2017, 22:03 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12062
Località: Baretto Kurabu
Bentornati a Friday Night Indoor War, casa delle angurie dolci e succose. Siamo nel backstage, e le telecamere inquadrano una figura piuttosto nota.

Immagine


Alisa Drake è vicino alla gorilla position, pronta ad andare a prendersi il suo spazio per parlare al pubblico.

Immagine


VIOLENTISSIMA MAZZATA IN PIENO VOLTO PER LA LOTTATRICE! UN VIOLENTISSIMO COLPO DI MAZZA DA BASEBALL ATTORCIGLIATA DAL FILO SPINATO!

Immagine
ImmagineImmagine


Jessica Morton ha appena aggredito la Drake, assistita da Greasy e Psycho, le Faine, che la tallonano. Jessica, in pantaloni di pelle nera e maglietta grigia ha una grossa macchia di sangue sul petto, e annuisce, calpestando il volto di Alisa.

JM: Salve Alisa, come te la passi?

Jessica afferra per i capelli Alisa, sollevandole il viso e appoggiandole la mazza spinata sulla fronte, iniziando a strusciarla.

JM: Passavo per informarti che fra una settimana combatteremo in un Barbed Wire Bat on a Pole Match. Lascia che ti spieghi le regole.

La Morton lascia andare i capelli dell'avversaria, mandandola a sbattere contro il pavimento.

JM: Il match può essere vinto per sottomissione e schienamento, e la squalifica e il count out sono validi. Ad un angolo del ring, su un palo, sarà appesa questa bellissima mazza con il filo spinato, e chiunque di noi due riuscirà a prenderla per prima potrà utilizzarla legalmente, mentre l'avversaria no. Tutto chiaro?

Jessica passa la mazza sulla nuca di Alisa, per poi mettersela in spalla.

JM: Molto bene, è stato un piacere parlare con te. Dovresti essere più spesso così.

La Mistress inizia ad allontanarsi, poi schiocca la lingua, e Greasy e Psycho sollevano Alisa.

Immagine


TRUE HUNGER! Le Faine distruggono Alisa Drake, che va ad impattare violentemente contro il cemento, poi seguono Jessica, sparendo dalla inquadratura. E sulle immagini di una Alisa completamente KO nel corridoio, noi andiamo in pubblicità. Non cambiate canale.





Up Next
Spoiler:
**Singles Match**
Rick Frye vs. Damien


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#50-???)
MessaggioInviato: 14/07/2017, 22:08 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12062
Località: Baretto Kurabu
Tornati dalla pubblicità è tempo di assistere ad un match.



Risuona Born For Greatness, theme song dei Whisperers, venendo accolta dai fischi del pubblico.

Immagine


Rick sorride in modo beffardo e si incammina sulla rampa a passo svelto. Arrivato ai piedi del ring accenna un sorriso beffardo per poi scivolare all'interno del quadrato e salire su un paletto. Una volta sceso si mette spalle all'angolo in attesa del proprio avversario.

L'arena si oscura ma dopo qualche secondo viene illuminata di rosso, segno che è giunto il tempo del Diavolo.



L'ingresso in scena di Damien si fa attendere, passano ma eccolo apparire sbucando dallo stage (NDR: come fanno gli Ascension in pratica).

Immagine


L'Anti-Christ, come prevedibile viene accolto dai fischi ma sembra essersene felice. Dopo aver assaporato "l'amore" da parte del pubblico si avvia al ring ridendo e sghignazzando come abbiamo visto in queste settimane, una volta entratoci si dirige verso Frye ma l'arbitro fa segno di aspettare il suo via.

Single Match
Rick Frye vs Damien


La campanella suona dando inizio al match mentre i due wrestler si studiano a lungo mentre la folla è tutta dalla parte del 191 dileggiando, come prevedibile, l'Anti-Christ. Damien e Frye si avvicinano e si rivolgono qualche parola che non riusciamo a sentire. Entrambi adesso si girano intorno per qualche secondo, infine ecco il Clinch iniziale con i due spingono con tutta la forza, ma dopo qualche secondo di tensione è Damien ad avere la meglio a far arretrare lentamente Rick Frye verso l’angolo alle spalle. Una volta che la schiena del Phoenix arriva a toccare l’angolo, il referee obbliga i due rivali a dividersi. Attenzione, calcio di Damien al ventre di Frye, dopo di che il Lucifer prende l’avversario per un braccio e prova l’Irish Whip, reverse da parte del leader di Frye che manda Damien a sbattere all’angolo, dopo di che eccolo partire per tentare una Clothesline ma Damien si sposta e Rick sbatte col petto al paletto. Il Devil Incarnate cerca subito di approfittarne tentando di connettere con uno Snap Suplex ma Rick Frye si libera dalla manovra all'ultimo istante, dopo di che abbranca l’accorrente Damien e lo schianta a terra con uno Floatover DDT instantaneo!

Immagine


Frye tenta un rapido schienamento, 1... 2... NO!!! Kickout di Damien, che si scuote, Frye fa per rialzarlo ma Damien lo allontana con dei pugni, va poi per un tentativo di Lariat ma ancora una volta lo Smartest Man On The Place lo sorprende abbassandosi e tenta un Roll Up, 1... 2... NO!!! Damien esce dallo schienamento di rapina da parte di Rick Frye!!! Il match è partito subito a grande velocità. I due ora si rialzano entrambi e si guardano per poi dare inizio ad un fittissimo scambio di pugni, seguito da un’altra serie alternata di Chop nel delirio generale. A un certo punto Rick Frye pare avere la meglio, varie ginocchiate in pieno petto messe a segno ai danni di Damien, che barcolla alle corde. Frye lo abbranca e tenta un Irish Whip, vediamo Damien rimbalzare dall’altra parte, schivare un tentativo di Big Boot, rimbalzare di nuovo ma stavolta Frye lo sorprende atterrandolo con un Rebound Kick! Il Demon Prince finisce a terra tenendosi la testa ma l'avversario non vuole dargli tregua quindi eccolo rialzare Damien e abbrancarlo per andare subito di Fire Blast ma stavolta Damien replica con un paio di gomitate, dopo di che abbranca l’avversario e lo stende con una delle sue migliori manovre ovvero la Hell Bomb!!

Immagine


Rick stramazza a terra e ora Damien va per il pin, 1... 2... NO!!! Il Re degli Inferi si mette alle spalle di Rick mentre quest'ultimo si rialza lentamente, e una volta in piedi Damien lo schianta con l'Ushigoroshi, 1... 2... NO!!! Frye esce dallo schienamento ma Damien non si perde d'animo e ora con sorriso sornione torreggia sull'avversario attendendo nuovamente che quest'ultimo si rialzi. Il 191 torna in piedi e Damien va per un Superkick ma Frye si scansa e ora in un attimo di lucidità connette con una Clothesline che scaraventa Damien a terra, Frye crolla di faccia al tappeto per riprendere fiato mentre intanto l'arbitro inizia a contare i due wrestler a terra, 1... 2... 3... 4... 5... Rick Frye si rialza e ora con uno sguardo furente inizia a colpire con degli Stomps il rivale, fatto ciò lo rialza e dopo avergli inveito contro lo schianta a terra con la Whisper!!

Immagine


Frye copre, 1... 2... NO!!! Damien alza la spalla e Frye scuote la testa seccato e ora prende le misure per una qualche manovra in rincorsa, Damien si rialza e Rick parte alla carica ma niente da fare perchè il Diavolo lo intercetta con un Enziguri Kick, Rick stramazza a terra e ora Damien punta il collo di Frye e inizia a colpirlo con delle violenti ginocchiata e una volta indebolito a dovere lo intrappola nella Regal Stretch! Frye urla dal dolore mentre Damien stringe la presa con forza intimandogli di cedere! Rick scuote la testa e urla ripetutamente no ed ecco che il Lucifer aumenta la forza della letale morsa mentre Rick cerca disperatamente di raggiungere le corde. Il Phoenix si trascina con le braccia e il corpo e con uno sforzo sovrumano raggiunge la corda più bassa!!! Nonostante ciò Damien continua a mantenere la presa e l'arbitro inizia a contare, 1... 2... 3... 4... Damien lascia Frye ma poi lo ritrascina con velocità al centro del ring e lo intrappola nuovamente nella Regal Stretch che trasforma rapidamente nella Demonic Dreams!!!

Immagine


Frye riprende ad urlare dal dolore e tenta nuovamente di avvicinarsi alle corde ma la presa di Damien è salda. Rick sta per cedere, la sua mano trema pronta a battere al tappeto ma attenzione perchè Frye, in una scarica di adrenalina, riesce a rimettersi in ginocchio e poi a lasciarsi andare all'indietro facendo finire Damien con le spalle al tappeto, 1... 2... NO!!! Il Demon Prince riesce ad alzare le spalle all'ultimo istante ma per farlo deve mollare la presa!!! Damien ha un'espressione incredula mentre Frye se pur dolorante gli ride in faccia, atteggiamento che non piace a Damien e che ora prova a colpirlo con un calcio in faccia, ma Frye si scansa e va con uno School Boy, 1... 2... NO!!! Ancora una volta per poco Frye non finisce di prendere per sorpresa Damien!!! Damien retrocede fino all'angolo un po' frastornato dai due rischi di sconfitta che ha appena corso mentre il Frye ride all'angolo opposto. I due si riportano al centro del ring, faccia a faccia, con Frye che sorride ed entrambi fanno partire un altro scambio di pugni ed è Damien ad avere la meglio per poi lanciare Frye contro le corde per colpirlo con una Running Clothesline che viene però tempestivamente evitata da Frye che poi colpisce con una ginocchiata in pieno petto Damien per poi tentare una seconda volta la Fire Blast ma attenzione perchè Damien riesce a ribaltarla in un'Inside Cradle...

Immagine


1... 2... 3!!! Ci ha provato per due volte il 191 a prendere di sorpresa Damien ma alla fine è proprio il Diavolo quello che vince d'astuzia che ora ride in faccia a Rick Frye per essere riuscito dove lui ha fallito.


Spoiler:
Here's your winner: The King Of Hell, DAMIEEEEN!



Damien festeggia alzando le braccia al cielo, mentre Rick Frye è già in piedi pronto a colpirlo in modo vigliacco. Ma qualcun altro ha avuto la stessa idea con lui e lo stende con un colpo alla nuca, è Sean Morgan!

Immagine


Damien nel frattempo si è girato e colpisce con un pugno The Orphan, che però risponde e tra i due parte uno scambio di ganci sia destri che sinsitri. Alla fine a prendere la supremazia è Morgan che con una crothesline spedisce Damien all'esterno del quadrato. All'interno, invece, Drake si è rialzato atterrando Sean con una Lou Thesz Press. Frye è sopra Morgan e lo colpisce con dei pugni in faccia, ma The Unstoppable Machine riesce a scalzarlo via. Frye si rilancia in corsa, ma Morgan lo fa cadere con uno sgambetto e inizia a colpirlo con dei calci alla schiena. Nel mentre Damien assiste alla scena da fuori e si mette a braccia conserte sorridendo. Finchè un tir non lo travolge da dietro: è Vincent Cross che di gran carriera è arrivato correndo dalla rampa.

Immagine


La situazione ora vede: Frye e Morgan che se le danno sul ring, Cross e Damien che fanno lo stesso, ma al di fuori del quadrato. Morgan finisce contro le corde e Frye lo colpisce con un braccio teso poderoso e entrambi raggiungono gli altri due a bordo ring. Inizia una scazzottata a quattro confusionaria. Tutti colpiscono tutti. Pugno di Morgan a Cross. Pugno di Damien a Morgan. Pugno di Frye a Damien. Pugno di Cross a Frye. La situazione si ripete con gli abbinamenti che però cambiano e i quattro procedono così lungo la rampa. Morgan però riesce a sfuggire da tutto ciò e cerca di tornarsene nel backstage.



Risuona però la theme song di Virgil Brown che arriva dal backstage accompagnato da due dozzine di guardie che si affrettano ad immobilzzare tutti i lottatori presenti.

Immagine


VB: Enough!

I quattro lottatori si calmano, trattenuti dalla security, e guardano verso il General Manager.

VB: Facciamo il punto della situazione: tutti e quattro siete stati coinvolti l'uno contro l'altro nel corso di queste settimane in combinazioni diverse, creando uno scompiglio che mi ha reso ancora più difficile del solito la gestione di questo show. Cross, Frye, voi avevate un match che è stato interrotto; Morgan, sono stanco delle tue lamentele; Damien, hai appena ottenuto la tua prima vittoria e prima hai quasi causato un ennesimo scontro con Cross. Per questo ho deciso che a Homeland: London vi scontretere in un Fatal Four Way Match! Il vincitore avrà la shot per il titolo Diamond!

Boato del pubblico! Sean Morgan urla e si dimena tentando di aggredire Rick Frye che non esita a ringhiare per cercare di difendersi, ma le guardie impediscono un altro scontro tra i due. Sulle immagini di Damien che ride come una iena e Cross che osserva in maniera interrogativa Virgil Brown la linea va al backstage!





Up Next
Spoiler:
Brunild Wagner


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#50-???)
MessaggioInviato: 14/07/2017, 22:40 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12062
Località: Baretto Kurabu
E dopo la pubblicità, torniamo in diretta con Friday Night Indoor War, lo show di wrestling più bello che ci sia.

Immagine


Dopo una bella panoramica del Palais Omnisports di Parigi, la parola va a Jessica Rose, che vediamo sorridente a centro ring.

Immagine


JR: Ladies and gentlemen, please welcome, the International Sensation… Bruniiiiild Wagneeeeer!!!!!

Immagine


Boato del pubblico francese, mentre vediamo apparire su tutti gli schermi un corvo solitario in mezzo alla neve.

Immagine


Subito dopo, ecco il temuto logo giallo della Bruderschaft Der Krahe Incorporated, assieme al quale parte la theme della Valkyria della TWC.



E mentre The Mission suona a manetta, ecco alzarsi la classica foschia grigiastra sullo stage, dalla quale emerge poco dopo Brunild “The Armbreaker” Wagner.

Immagine


La Valkyria, in jeans e felpa personalizzata BDK Inc., avanza fino all’inizio della rampa, si guarda intorno, poi si abbassa il cappuccio della felpa e comincia ad avanzare verso il ring. Una volta arrivata ai piedi del quadrato, Brunild va a salire i gradoni d’acciaio e irrompe nel ring, già abbandonato in fretta da Jessica Rose, con gelida tranquillità. Qui la tedesca effettua brevemente la taunt della BDK Inc. in favore di camera, infine la vediamo farsi passare un microfono da un official. Dopo poco, la sua theme sfuma, lasciando ampio spazio al calore del pubblico francese, che si divide tra cori a favore dello Smiling Crow e cori contro di lei. Brunild passeggia sul ring per qualche secondo, guardandosi intorno in attesa che il pubblico si sia sfogato, dopo di che inizia a parlare.

BND: Molto bene. Voi tutti sapete chi sono, conoscete quello che ho fatto in TWC, e perciò capite che tendenzialmente sono una persona che preferisce i fatti rispetto alle parole. Ma questa sera vorrei dire qualcosa in merito all’incontro che mi attende tra due settimane, in Inghilterra, a Homeland, e su colei che affronterò, ovvero Alice Angel.

Applausi del pubblico in favore della Cinder Angel. Brunild si guarda un attimo intorno e annuisce.

BND: Ebbene, questo showdown rappresenta l’apice di una storia. La storia della rivalità tra la temuta Valkyria, la stella del presente, e la giovane speranza della federazione, la stella del futuro…

Lo Smiling Crow continua.

BND: Alice Angel… Fin da quando ci siamo conosciute, non è corso buon sangue tra noi. Sarà per il mio carattere, sarà per la vita che ho vissuto, ma tendenzialmente ho sempre guardato con sospetto le nuove colleghe. E non è un caso se le mie amicizie in TWC si contano sulle dita di una mano. Francamente non ho mai trovato interesse nel fraternizzare con persone che mi è bastato conoscere un minimo per stimare poi poco o nulla, quali quella sciocca di Elektra Kellis, quell’ipocrita di Jane Murphy, o la falsa e tendenziosa moralista di nome Viola Vixen, oppure quella svitata di Alisa Drake, e la lista prosegue per un bel po’…

Brunild fa spallucce.

BND: Quanto ad Alice, devo essere sincera, averci a che fare è sempre stato strano. Sin dall’inizio ha cercato di mettersi in competizione con me, se non sul ring, almeno a livello verbale. Un comportamento estremamente spregiudicato per una ragazza che solo quest’anno è diventata maggiorenne, a confronto con una persona che praticamente combatte da una vita e ha visto succedere di tutto in carriera. Le poche volte che ci siamo incrociate nel backstage, è sempre stato un continuo scambio di battute salaci e comportamenti sopra le righe, con lei che costantemente cercava di avere l’ultima parola.

La tedesca scuote il capo. Dopo di che fa uno sguardo pericoloso.

BND: Poi, finalmente, è arrivato il momento di fare sul serio. Di passare dalle futili parole, ai fatti veri e propri. Sigfried, il nostro Corvo, aveva bisogno dei suoi amici contro i Midnight Hunters di Andy Moon, e l’anno scorso i nostri gruppi si sono affrontati in un selvaggio Royal Warfare Match. Alice si è ben distinta, ha lottato con il cuore, a un certo punto ha sfiorato la vittoria, ma poi ha perso. Per mano mia.

Brunild aspetta qualche attimo, poi riprende a parlare.

BND: Passano i mesi, io manco di un soffio la conquista del titolo per colpa di Jane Murphy e un colpo di sedia, poi subisco la sconfitta più umiliante della mia carriera in TWC, contro colei che è diventata la peggiore campionessa della storia della federazione, ovvero mademoiselle Kellis. Ed ecco che due settimane dopo Alpha Horizon mi ritrovo nuovamente Alice Angel col fiato sul collo. Voleva un incontro con me, a ogni costo, io le ho detto di no, ha insistito provocandomi come solo lei sa fare, e così l’ho accontentata… Purtroppo, e me ne pento, quella non era la sera adatta per farmi certe richieste, figuriamoci per sfidarmi. E così io e la giovane Angel ci siamo affrontate. Alice si è ben distinta, ha lottato con il cuore, a un certo punto ha sfiorato la vittoria, ma poi ha perso. Per mano mia.

Altra pausa della Valkyria, e altra ripresa del discorso.

BND: Per quello che poi è accaduto dopo il rintocco finale della campanella non ho scusanti, lo so, e ne sopporto le conseguenze, come ho sempre fatto per ogni errore in carriera. Conseguenze che si sono materializzate nello scontro terribile con la sua migliore amica, Ayumi Haibara, a War of Change. Conseguenze che si sono materializzate con il distacco di molti fan. Conseguenze che si sono materializzate con la mia decisione di non far parte dalla neonata League of Extraordinary Gentlemen per non macchiarne la reputazione. Conseguenze che si sono materializzate con l’astio palese e i giudizi sprezzanti di certi elementi irrecuperabili nel backstage.

Brunild guarda un attimo verso lo stage.

BND: Conseguenze che stanno per culminare nello scontro decisivo tra me e Alice a Homeland: London.

Mentre il pubblico rumoreggia, la tedesca fa qualche passo per il ring, sovrappensiero. Poi riparte a parlare.

BND: Ebbene, in questi giorni ho riflettuto a lungo su come dovrò comportarmi con Alice dopo questi due mesi assurdi. Se cercare di annientarla brutalmente, oppure lottare con un altro tipo d’intensità per dare spettacolo, se utilizzare qualunque mezzo per arrivare alla vittoria, oppure disputare un incontro pulito e all’insegna del fair play. E così via… A questo punto, però, direi che i piani e le strategie in questo sport trovano il tempo che trovano, perché come dice il maestro Dietrich, colui che ha iniziato il Corvo al wrestling: “I piani e le tattiche preparati a tavolino servono solo a confondervi. Il focus fondamentale di un incontro è leggere l’andamento del match nel pieno del suo svolgimento. Inoltre è importante mantenere l’iniziativa, e se necessario, anche rovesciare completamente le carte per essere imprevedibili e cogliere di sorpresa l’avversario nel momento decisivo”.

Dopo un piccolo accenno a un sorriso, la Valkyria si avvia alla conclusione,

BND: Quel che è certo, è che a Londra, Alice si troverà di fronte alla sfida più difficile della sua breve carriera. E l’avverto: la chiave di farmi arrabbiare per poi battermi, è roba vecchia, trita e ritrita. Perciò inutile. La Valkyria che entrerà sul ring di Londra avrà un unico obiettivo: lottare dando il massimo, per mostrare ancora una volta a tutti il perché io sia soprannominata International Sensation. E se proprio necessario, Armbreaker…

Lo Smiling Crow si volta verso la telecamera, puntandola con lo sguardo.

BND: Alice Angel… Sappi comunque che sei tu quella costretta a stupire tutti, sei tu quella che avrà più pressioni addosso tra due settimane. Perché entrambe lo sappiamo che se mi affronterai dando tutto quello che ti abbiamo visto fare in un anno e mezzo, il risultato non sarà mai in discussione. E perciò ti distinguerai, lotterai con il cuore, a un certo punto sfiorerai la vittoria, ma poi, inevitabilmente, perderai. Per mano mia. Now, you know…

Una volta chiuso il discorso, la Valkyria lascia cadere il microfono a terra, e se ne va via tra le ural dei fan parigini. Una volta scesa dal quadrato, la tedesca, cupa in volto risale la rampa sulle note di The Mission. E con le immagini di brunild Wagner che se ne torna nel backstage senza mai voltarsi, noi facciamo una pausa tecnica. Consigli per gli acquisti!





Up Next
Spoiler:
Nick Carroll


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#50-???)
MessaggioInviato: 14/07/2017, 22:45 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12062
Località: Baretto Kurabu
Bentornati a TWC Indoor War! Il collegamento si apre nel backstage dell'arena, dove troviamo il TWC World Heavyweight Champion Nick Carroll.

Immagine


Il bostoniano, sempre dotato di stampelle, si è fermato al centro di un corridoio e sta saggiando la gamba infortunata sbattendo ripetutamente il piede a terra. Il Campione si interrompe notando qualcuno avvicinarsi.

Immagine


TM: Carroll, eccoti finalmente. Pensavo di trovarti nel tuo camerino ed invece nulla, ho dovuto passare mezz'ora a cercarti per i corridoi. Che succede, stai cercando di evitare qualcuno?

NC: Ero impegnato in un one on one col dottor Brooks. Sai, da quando uno stronzo ha deciso di macellarmi una gamba sono costretto a fare della fisioterapia.

Sorrisetto sul volto dell'ingegnere.

NC: Comunque, cosa c'è di tanto urgente? Due settimane fa non sembravi così entusiasta della mia compagnia.

TM:Andiamo, non ho nulla di personale contro di te, ti trovo solo un pessimo campione. Ed è proprio per questo che sono qui. Questa è l'ultima puntata prima di Londra, e devo ammettere di essermi un po'affezionato a questa faida. D'altronde tu sei la persona che mi consegnerà il mio primo titolo massimo, è un'occasione piuttosto speciale per me. Quindi, voglio farti un regalo di commiato che penso ti tornerà utile in futuro. Voglio impartirti una lezione.

Miller si ferma brevemente notando l'espressione di Carroll.

TM: Tranquillo, non è un modo velato per dirti che voglio attaccarti. E non è nemmeno una di quelle lezioni inutili come quel "tira fuori la grinta" di Moon a War of Change, questa ti tornerà effettivamente utile.

Carroll alza un sopracciglio.

NC: Prego, professor Miller. Salga pure in cattedra. Sono davvero curioso.

TM: Hai presente Kevin Manson? Una delle numerose persone che stanno provando a centrare quel bersaglio che hai sulla schiena e che tu non riesci a gestire? Ho un match con lui stasera, e voglio che tu sia al tavolo di commento ad osservare. Voglio che tu studi attentamente quello che farò sul ring, perché se mai un giorno dovessi tornare a detenere un titolo dovrai essere in grado di affrontare più problemi contemporaneamente, ed io stasera sarò più che felice di dimostrarti come si fa.

Nick rimane in silenzio per qualche istante, poi scuote la testa, sorridendo ironicamente.

NC: È strano vedere come tu sia piombato in un mondo tutto tuo nelle ultime settimane. Non sei solo convinto delle ragioni che hai esposto l'altra volta, nonostante tutte le verità storiche che hai distorto pur di comprovare la tua versione. No, a quanto pare hai anche una chiara visione del futuro nella tua testa. Sarà divertente vedere la verità colpirti come un treno in corsa, a Londra. Fino a quel momento, sarò ben lieto di lasciarti nelle tue illusioni. Per quanto riguarda stasera, accetterò la tua proposta da benefattore.

Carroll porta il palmo di una mano in avanti.

NC: Non credo che tu abbia niente da insegnarmi su come fare il campione. Né te, né Manson, né chiunque altro è riuscito a crearmi problemi senza attaccarmi vigliaccamente alle spalle e fortunatamente dovreste essere in grado di battermi in un match per strapparmi il TWC World Heavyweight Championship. Tuttavia, sono molto curioso di vedere come se la caverà il nostro campione modello questa sera. La situazione si preannuncia comunque interessante, quindi non mancherò, ad ogni modo.

Nick fa un cenno di saluto con la mano e fa per andarsene, poi si blocca.

NC: Ah, ci sarebbe anche un'altra cosa che mi incuriosisce. Una cosa che incuriosisce moltissime persone, in realtà. Continui ad evitare ogni risposta riguardo l'argomento Shawn Gates. Ho come l'impressione che nemmeno la tua fervida fantasia sia riuscita ad elaborare una controargomentazione abbastanza credibile. Ma stai tranquillo, non c'è bisogno che ti sforzi più di tanto. Il tuo silenzio è già una dichiarazione piuttosto eloquente.

TM:Io non sto evitando assolutamente nulla, su Shawn mi sono espresso più che chiaramente. L'infortunio è stato una disgrazia, ma questa è una gran serata, non stiamo a rimuginare su quell'incidente. Il progetto dei No More Heroes sta continuando e sta andando alla grande. Shawn è fin troppo forte per farsi abbattere da un infortunio. Tornerà, e quando lo farà io sarò pronto ad accoglierlo con quel titolo alla vita.

Miller comincia ad allontanarsi.

TM: Quindi, tu non ti preoccupare di quello o di Londra o di cosa farai quando non avrai più un titolo, l'unica cosa a cui devi pensare tu ora è Travis Miller contro Kevin Manson, e cosa avrà da offrirti quel match. Ora se non ti dispiace vado a prepararmi per l'incontro. Ci vediamo più tardi, cerca di non sembrare troppo stupito dopo il match, hai ancora un briciolo di reputazione da mantenere davanti alle telecamere.

Travis esce dall'inquadratura, e su un primo piano di Carroll noi andiamo in publicità, Stay Tuned!





Up Next
Spoiler:
Virgil Brown Junior


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#50-???)
MessaggioInviato: 14/07/2017, 23:52 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12062
Località: Baretto Kurabu
E dopo la classica pubblicità di cibarie ricche di grassi e di oggetti di dubbio gusto e valore, torniamo di nuovo in diretta con Friday Night Indoor War, live dal Palais Ominisports di Parigi! Come vediamo, un tavolo con due poltrone e alcuni di microfoni appoggiati sopra è sistemato al centro del ring e, attorniato da diverse guardie del corpo, troviamo sul quadrato nientemeno che il General Manager della Total Wrestling Corporation, Virgil Brown Junior.

Immagine


Il GM ha in mano una cartellina con il logo della TWC, e si guarda intorno con circospezione mentre risuona ancora la sua theme ufficiale. Una volta che questa sfuma, Brown prende un microfono e inizia a parlare.

VB: Ebbene, carissimi fan, è arrivato il momento della firma del contratto per l’atteso incontro a squadre che si terrà a Londra tra quella teppaglia che risponde al nome di Alliance of the Seven, e la League of Extraordinary Gentlemen & Friends.

Il General Manager sospira, poi appoggia la cartellina sul tavolo.

VB: Avanti, facciamola finita…

Poi si mette in attesa dell’ingresso delle due fazioni assieme all’eccitatissimo pubblico francese, che ora intona cori pro Gunther Schmidt, ora pro Green Guard, ora alzano ognuno una mano aperta verso la telecamera inneggiando a STENG!, oh my ged.



Ed ecco risuonare la mitica theme della League of Extraordinary Gentlemen, e l’arena esplode! Dopo alcuni secondi, vediamo sbucare sullo stage Gunther “The Hound” Schmidt, armato di Sledgehammer, in compagnia delle pucciosissime Agnes Schneider e Angel-A, e di un intimidito Fritz Mayer.

ImmagineImmagine
ImmagineImmagine


Il Mastino si guarda intorno pericolosamente, poi fa un segnale a Fritz e inizia a calare lungo la rampa a passi pesanti. Dietro di loro, Agnes e Angel-A saltellano mano nella mano e salutano i fan. Una volta arrivati a bordo ring, il gruppo si ferma, come in attesa di qualcosa. Ed ecco cosa… Dall’alto dell’arena, agganciato a una sotra di cavo, sta scendendo in posa plastica nientemeno che l’eroe più verde di tutti, Green Guard!

Immagine


Il magnifico esemplare di difensore del bene, pian piano scende giù, sempre più giù, fino ad “atterrare” con i piedi quasi in testa Fritz Mayer, che è costretto a scostarsi lamentandosi per non essere calpestato. Una volta a posto, Green Guard annuisce solennemente verso i compagni di team e i fan, soddisfatto della sua entrata, molto applaudita da Agnes e Angel-A.

Immagine


Via le luci! Riecco le luci!

Immagine


Ed è arrivato STENG! Oh my ged!

Spoiler:
Immagine


Come vediamo, sotto l’impermeabile l’uomo più misterioso del wrestling indossa la sua maglietta personalizzata e campione di vendite. STENG!, oh my ged, si affianca al Mastino e i due confabulano tra loro e poi con Green Guard sotto gli occhi estasiati di Angel-A e Agnes Schneider. Poi vediamo il Brutal Crow cedere lo Sledgehammer a Fritz e andare a salire da solo i gradoni ed entrare nel quadrato, mentre il resto del gruppo si sposta nell’area di commento, dall’altra parte rispetto allo stage. La telecamera indugia per un po’ su Gunther, che guarda verso Agnes per vedere se è al sicuro, e poi rivolge un cenno di saluto al General Manager. Infine eccolo mettersi seduto e guardare verso il backstage in attesa che si facciano vivi i malefici pirati dell’Alleanza.



E dopo qualche secondo, ecco risuonare la theme della malefica banda di filibustieri! Fischi sonori e urla belluine da parte del pubblico francese nei confronti dell’Alliance of the Seven, che spunta al gran completo sullo stage.

ImmagineImmagine


Come vediamo, l’altera giapponese Yuka Storm guida il gruppo assieme al piccola e selvaggia Bonnie Seawolf.

ImmagineImmagineImmagine
ImmagineImmagine


Alle loro spalle ecco avanzare via via l’inglese Roger Flint, il russo Boris Sokolov, l’indiano Tremal Night, il messicano Carlos Vega, e il cinese Zheng Deh, che sventola una grossa bandiera nera con su impresso ovviamente il simbolo del Jolly Roger. La banda di pirati, disgustata dalla gente, avanza violentemente verso il ring, quando ecco farsi avanti Virgil Brown Jr.

VB: Ehi, uno solo di voi può salire sul ring! Non voglio altre risse stasera, altrimenti ci saranno serissime conseguenze…

I membri dell’Alleanza si fermano a bordo ring, poi scoppiano a ridere alle parole del GM. Dopo una serie di minacce in varie lingue all’indirizzo di Brown, Yuka Storm mette ordine nel gruppo e si fa consegnare da Roger Flint una cartellina con il simbolo dell’Alliance of the Seven. Dopo di che l’ammiraglio dell’Oceano Pacifico Settentrionale affida a Flint la sua Katana e balza sull’apron. Una volta dentro il ring, Yuka scruta con un sorriso perfido gli addetti alla sicurezza, il GM Brown, e infine Gunther Schmidt. Poi eccola sedersi al suo posto, appoggiare la cartellina sul tavolo e prendere un microfono, mentre Virgil procede con l’inizio del summit pre-PPV.

VB: Bene, direi che possiamo procedere con la firma del contratto per l’incontro di Homeland: London tra la League of Extraordinary Gentlemen & Friends, rappresentata da Gunther Schmidt, e l’Alliance of the Seven, rappresentata stasera da tale Yuka Storm. Ora, se vogliamo fare in fretta…

Il General Manager porge la sua cartellina alla giapponese. Questa la prende, dà un’occhiata sommaria ai fogli, poi ridacchia e la getta via! Fischi per la piratessa, che fa spallucce, per poi sventolare la sua cartellina in direzione di Brown, piuttosto accigliato.

YS: Datti una calmata, signor General Manager dei miei stivali. Il contratto per la grande sfida tra i rappresentanti della libertà e i servi dell’oppressione è questo qua, non certo il ciarpame che hai fatto stampare da quei deficienti dei tuoi capi della sicurezza con la tua stampante ad aghi da quattro soldi.

La piratessa con l’occhio bendato apre la sua cartellina mentre continua a parlare.

YS: Ovviamente, non conoscendo alcunché di noi Fratelli della Costa, non hai fatto analizzare adeguatamente il messaggio di sfida che ti abbiamo recapitato il mese scorso. Bene, se avessi fatto tutto come si deve, avresti scoperto una clausoletta nascosta, e guarda caso riguardante la stipulazione dell’incontro tra noi e la banda di aguzzini capitanata da questo bestione senza cervello. Prego, leggi pure a tutti, e ricorda, se il match non si dovesse fare alle nostre condizioni, metteremo a ferro e fuoco questa federazione inutile, fino a farla chiudere una volta per tutte…

Mentre fioccano i fischi a destra e a manca, ecco che Virgil dà una scorsa al nuovo contratto. A un certo punto, il GM sgrana gli occhi. Poi inizia a leggere brevemente…

VB: L’Alliance sfida la Lega al primo Battle of the Thames Match… Le due fazioni si scontreranno sulla riproduzione di un vascello pirata del ‘700 ancorato sul fiume Tamigi. Non esistono regole di condotta, è lecito l’uso di qualsivoglia oggetto presente nella nave. E per vincere l’incontro, bisogna gettare nel fiume tutti i membri del team avversario. In qualunque maniera si vuole. Vivi o m-morti?!

Yuka ridacchia e fa l’occhiolino a un interdetto Virgil Brown, poi si rivolge a Gunther.

YS: Surprise, surprise, motherfuckers… Caro bestione, adesso come la mettiamo, eh?

Il Mastino, impassibile, allunga una mano e si fa passare il contratto da Brown. Poi lo firma senza pronunciare mezza parola! Boato del pubblico francese per l’estrema sicurezza del Brutal Crow. Yuka Storm storce la bocca, poi prende a sua volta il contratto e lo firma. A questo punto il Mastino prende il microfono e dice qualcosa…

GNT: Anche Mastino ha sorpresa in match di questo…

La Storm piega la testa mentre lascia la cartellina a Virgil Brown Junior.

GNT: Voi piraten con atti grandi di meschinità, scatenato furia di vendetta non placabile in uomo debole a parenza ma grande in mansuetudinità. Io presenta te, settimo membro di Lega und Amici… Lui discendente di antico pirata, lui conosce segreti di Caraibi meglio di fessi di voi, und lui pronto a fare pezzi di marmaglia piraten in fianco di noi per onore di amico di località!

Il Mastino indica dietro di sé verso il gruppo di eroi… Ma chi è questo misterioso settimo individuo del suo team?...

Spoiler:
Attenzione! Nessuno si è accorto che c’è una figurina solitaria accanto a STENG! Oh my ged, è Roland Ernest Turner! In tutto il trambusto degli ingressi, RET passato letteralmente inosservato! Che entrata geniale la sua!


Mentre vediamo sul teleschermo qualche replay dell’ingresso di Gunther Schmidt e dei suoi amici, con Roland Ernest Turner inquadrato di sguincio senza che se ne fosse accorto nessuno, neanche tra il pubblico, vediamo Yuka Storm alzare un sopracciglio e rispondere stizzita al Mastino sorridente.

YS: Tutto qua?! Che cacchio significa questo? Per caso credi che questa sia un gioco, Schmidt?!

La piratesse mette una mano in tasca, scatenando la tensione tra le guardie del corpo e tra le due fazioni.

VB: Ehi, cerca di stare tranquilla, Storm. Il contratto è valido, e il nome di Turner verrà aggiunto alla lista dei partecipanti, come in diritto dei vostri avversari.

YS: Umph, peggio per loro. La nostra vittoria, già scontata, sarà ancor più schiacciante…

Brown non fa una piega e va avanti.

VB: Ma prima di congedarvi tutti con la forza, anch’io ho una sorpresa riguardo al vostro match.

Tutta l’attenzione si sposta verso Brown, che si schiarisce la voce.

VB: Ho il piacere di annunciarvi, che la TWc ha assunto per rafforzare il nostro team di commento di Homeland un fuoriclasse del mic a livello di sport professionistico. Ultimamente libero da contratti capestro e voglioso di allargare i propri orizzonti, questa persona ha accettato di collaborare con la Total Wrestling Corporation in occasione del nostro pay-per-view europeo e noi siamo felicissimi di averlo qui con noi già stasera.

Il GM indica lo stage.

VB: Prego…

Spoiler:


Improvvisamente risuona nell’arena una stranissima sigla, che lascia interdetto il pubblico francese, a parte qualche raro fan del Centro Italia che esulta come se non ci fosse un domani…

Immagine


Proprio lui! Non è possibile! Si tratta nientemeno che di Sandro Piccinini, il notissimo telecronista principe del calcio italiano! I fan francesi mormorano, diversi di loro non sanno neanche se esultare, poi però vengono trascinati dai supporters italiani presenti e già ubriachi. Nel frattempo Piccinini si guarda intorno sorridendo, poi si dirige verso il ring con tutta tranquillità. Dopo aver chiesto educatamente il permesso di passare agli energumeni dell’Alliance, il mitico Sandro sale sul ring e va a stringere la mano al GM della TWC.


Poi eccolo prendere la parola!!!

SP: Amici sportivi, buona serata a tutti. Siamo qui in collegamento da Parigi per un’altra giornata della Champion’s League del wrestling, ovvero TWC Friday Night Ind…

Yuka Storm a quasto punto scuote vigorosamente la testa e grida contro Sandrone Piccinini!

YS: STAI ZITTO, IDIOTA!

Il mitico, stupito per la violenta reazione, replica quasi sottovoce.

SP: Incredibile, non va! Proteste in campo!

Poi la Storm, stizzita, si volge verso il Mastino e si toglie la benda che porta all’occhio destro, che vediamo apparentemente identico al sinistro.

YS: Lo vedi quest’occhio, Schmidt? E’ diventato cieco dopo un incidente diversi anni fa, eppure da quel momento, attraverso esso riesco a vedere dentro l’anima delle persone che mi stanno davanti. Così mi appaiono con chiarezza i loro punti di forza, e le loro debolezze.

SP: Attenzione! Forse c'è un infortunio all'occhio, attendiamo l'ingresso di medici e massaggiatori...

La piratessa indica poi Agnes Schneider, che deglutisce, attonita.

YS: Lei è il tuo punto debole Schmidt, nonché la chiave della tua disfatta. Non mi credi, lo vedrai quando tra due settimane le farò talmente male, che rimpiangerà perfino di averti conosciuto…

La piratessa fa un sorriso feroce. Per tutta risposta Gunther sbatte un pugno talmente violento sul tavolo da romperlo tra le grida generali!

SP: Sciabolata tesa di Schmidt! ‘Ccezionale!

Yuka Storm per tutta risposta si ritira balzando via dalla sedia e scivolando fuori dal ring prima che la furia del Mastino la raggiunga. A questo punto Virgil Brown Jr. ordina alla sicurezza di fare cordone tra le due fazioni, mentre Sandro piccinini coordina la situazione commentando quanto sta accadendo.

SP: Gli animi sono surriscaldati, qui l’arbitro dovrebbe intervenire…

E con le immagini di Gunther Schmidt che osserva malamente l’Alliance of the Seven, che pian piano si ritira dileggiandolo e dicendone di ogni contro la sua ragazza, che vediamo quasi in punto di scoppiare a piangere e abbracciata da Angel-A, noi andiamo in pausa.

SP: Pubblicità per noi!





Up Next
Spoiler:
Sick Chicks


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#50-???)
MessaggioInviato: 15/07/2017, 0:02 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12062
Località: Baretto Kurabu
Bentornati ad Indoor War, l'ultimo baluardo contro le forze di Saruman. Siamo nel corso di una bellissima puntata di Indoor War, e ci vengono mostrate delle inquadrature di Parigi, la città che ci ospita oggi.



Ma ecco che improvvisamente risuona la theme song delle Sick Chick, e veniamo riportati nell'arena, dove due figure sono compare sullo stage.

ImmagineImmagine


Viola Vixen e Beverly Bailey sono mano nella mano, e guardano l'arena, che le fischia pesantemente. Viola, in maglietta nera "The Sick Fix", pantaloni di pelle nera con inserti verdi, una ginocchiera sul ginocchio sinistro e una fasciatura sulla spalla sinistra, annuisce, poi da un bacio a Beverly, per poi dirigersi verso il ring, seguita dalla rossa che indossa un vestitino da sera di colore rosso. Le due arrivano al quadrato, e la Vixen si arrampica sull'apron, sedendosi sulla seconda corda, permettendo a Beverly di entrare. La Bailey si piazza in centro del ring, mentre Viola fa la sua taunt rivolta verso la telecamera, tendendo il braccio destro davanti a sé e appoggiando il pugno sinistro contro la spalla destra. Poi allarga le braccia e si butta contro le corde, afferrandole. Poi si avvicina a Beverly, che ha recuperato due microfoni, e ne prende uno.

VV: Parigi, ci siamo quasi. Fra quattordici giorni io e Elektra Kellis combatteremo per il TWC Undisputed World Women's Championship, in quello che sarà probabilmente il match più importante della mia carriera. Quello sarà il match che mi permetterà di dimostrare una volta per tutte che appartengo di diritto a questa federazione, che il meglio che ha da offrire è su questo ring. Ma soprattutto, quello sarà il match che mi permetterà di iniziare il percorso di miglioramento che questa federazione richiede così tanto.

Viola annuisce, allontanando il microfono dalla bocca per un istante.

VV: E non sarò da sola in quel ring. Stasera siamo nella città dell'amore, e non posso fare altro che parlare dell'amore della mia vita, la donna che è in questo ring, la donna che sarà al mio fianco, la più bella lottatrice che abbia mai calcato un ring di wrestling, la rossissima Beverly Bailey.

La Vixen indica Bev, sorridendole, poi riprende a parlare.

VV: Per chi avesse dubbi su chi vincerà, come posso perdere sapendo che deluderei una tale meraviglia?

Viola annuisce di nuovo.

VV: Esatto. Ho le capacità tecniche, ho la strategia, ho la motivazione per uscire campionessa dal match contro Elektra Kellis. Ho battuto tutte le lottatrici che hai sconfitto. Brunild Wagner, Jane Murphy, il tuo percorso per vincere il titolo l'ho percorso anche io. E, come ho già detto, ti rispetto, ma voglio e devo vincere quel titolo, e lo vincerò.



La theme della campionessa risuona e la Spartana si presenta sullo stage. Giacca e pantaloni neri sopra camicia bianca ed una cravatta nera dal nodo lento, titolo in una mano, microfono nell'altra.

Immagine


Rapidamente percorre la rampa ed entra nel ring.

ELK:Viola, inizi ad essere ripetitiva, ho afferrato il concetto. Ciò nonostante neanche passare sul mio cadavere ti consentirà di strapparmi questo titolo dalle mie mani. Però c'è qualcosa che hai detto che mi fa davvero imbestialire, perché è vero. Non sarai da sola sul ring. Perché è così che giocano le Sick Chicks, col fango. Abbiamo visto a Frontline cosa succede quando una Sick Chick si mette contro la sottoscritta senza nessun'altro in mezzo. Quell'essere strisciante ha avuto molta più fortuna ma ad Homeland avrò la guardia ben alzata. Se solo prova a muovere un dito la spedisco direttamente all'ospedale. Chiaro?

Viola scuote il capo.

VV: Vedi Elektra, se avessi voluto eliminarti, se avessi voluto usare le Sick Chicks per attaccarti in massa e prendermi quel titolo dal tuo cadavere, lo avrei già fatto. Ma non mi interessa eliminarti, non voglio eliminarti. Tu avrai una lunga carriera piena di successi nella mia TWC, ne sarai uno dei motivi di orgoglio. Semplicemente, non è questo il momento per te per avere il titolo. In questo momento questa federazione ha bisogno di me come campionessa. E non avrò alcun bisogno di passare sul tuo cadavere per vincere quel titolo, ne Beverly dovrà intervenire. Io vincerò quel match perché sono la lottatrice migliore. Tu sei ottima, io sono migliore. Io sono la migliore.

La Vixen annuisce, facendo un passo avanti.

VV: E l'ho dimostrato ogni singola volta che sono salita su questo ring, anche se sono arrivata tardi. Sono arrivata in questa federazione quando aveva già visto crearsi la sua generazione di Main Eventer, e ho comunque lottato, e sono arrivata qui. Non solo quel titolo ha bisogno di me, ma io mi merito quel titolo. E ho dovuto arrivarci con le unghie e con i denti, ma questo è il posto che mi compete, a lottare per il titolo. E questo diritto non me lo sono conquistato perché non c'erano alternative, no. Me lo sono conquistato essendo ad ogni Frontline, essendo ad ogni Indoor War, e essendo la cosa migliore di ogni show. Dal punto più basso della card fino a qui.

La Toxic Avenger da le spalle a Elektra, guardando il pubblico.

VV: Come ho sempre fatto. Non mi è stato mai regalato nulla, e non mi sarà mai regalato nulla. Quindi no, Elektra Kellis, io non gioco col fango. Io non ho bisogno di nessuno per batterti, e soprattutto tu non toccherai le persone che amo. Non toccherai Beverly, e non toccherai di nuovo Jessica. Loro sono la mia famiglia, e tu non manderai nessuna di loro all'ospedale.

Beverly passa un braccio attorno al collo di Viola, guardandola negli occhi.

BB:Baby, se siamo una famiglia questo rende il nostro un rapporto incestuoso?

La rossa sposta lo sguardo verso la greca.

BB:Piccola, tu non hai mai affrontato qualcuno come Viola. Lei è di un livello assolutamente superiore. A me piace giocare sporco, perché adoro vedere il tuo faccino così imbronciato. Provo quasi un piacere fisico nel vedere il tuo odio nei miei confronti. Ma lei... Lei è oltre. Lei è una dea che ti spazzerà via senza neanche versare una goccia del suo splendido sudore.

La spartana si avvicina a Bev.

ELK:Peccato che io l'abbia già sopraffatta con facilità in passato. La cosa più pietosa di voi è che vi credete davvero delle messia. Col tempo ho imparato a disprezzare profondamente i salvatori, sarà mio dovere riportarvi alla realtà con una massiccia dose di botte in testa. E farvi capire quanto siete infide e patetiche.

Viola ridacchia, appoggiando la testa contro quella della rossa.

VV: Sciocca.

La Vixen socchiude le palpebre, guardando Elektra.

VV: Non siamo delle messia, non siamo delle salvatrici. Io sono solo una lottatrice che ha lottato molto più di te, che è stata in molti più posti di te, e sa come gira il mondo. Non è presunzione, o divinazione. È la semplice esperienza, quella che mi porta ad essere così sicura di me. E no, Elektra Kellis, non mi hai mai sopraffatta con facilità. Hai vinto, ma anche io ho vinto contro di te, per quanto tu possa essertelo dimenticato. Ed è questo che fa la differenza, Elektra. Tu mi sottovaluti, io non sottovaluto te. E tutte quelle che mi hanno sottovalutato hanno sempre perso.

ELK:A me sembra il contrario. Perché io non ti sottovaluto, ma mi infastidisce questa vostra estrema certezza di vittoria. Dell'esperienza me ne fotto, mi sono ritrovata spesso contro lottatrici più avanzate di me. Ma è bastata la fiamma con cui ardo per buttarle giù.

VV: Lottatrici più esperte come Jane Murphy? Forse non hai capito bene qual è la differenza fra me e il resto di questa divisione. Io respiro e vivo il wrestling da quando tu avevi sei anni. Io ho girato il mondo, e non mi sono data ad altre discipline, non ho sposato un pastore ignorante, non mi affido ad uno stereotipo per provare a sopperire ai miei difetti. Io sono la wrestler di questa federazione, io sono la storia di questa disciplina, Elektra Kellis. Non ti basterà alcuna fiamma, non ti basterà alcun cuore da lanciare oltre l'ostacolo. Se davvero vuoi sconfiggermi, Elektra Kellis, dovresti diventare una lottatrice anche tu. Fino ad ora ti è bastato crederci.

La spartana digrigna i denti.

ELK:Respiri e vivi il wrestling da così tanto ma qui dentro non sei ancora riuscita ad ottenere un cazzo di risultato rilevante. Per catalizzare un minimo di attenzione hai bisogno di allearti con dei rifiuti umani come Jessica e Beverly. Ti dimentichi forse che ho battuto anche gente del calibro di Lucy e Brunild? Io sono una lottatrice fino al midollo, io sono una guerriera nata. E non permetto ad una come te di metterlo in dubbio.

VV: Io non ho bisogno delle Sick Chicks, io sto con Beverly e Jessica perché voglio starci. Non mi servono per catalizzare attenzione, e non servo io a loro. Forse ad alcuni farà strano, ma esistono anche rapporti non dettati dall'interesse.

Viola fa un passo avanti.

VV: Anche io ho sconfitto Brunild e Lucy, e ho sconfitto leggende di questo sport. Io non metto in dubbio il tuo essere una guerriera, io metto in dubbio la tua essere una wrestler.

ELK:Tra due settimane ti dimostrerò quanto io sia una wrestler e quanto lo sia migliore di te. E magari Beverly volterà le spalle anche a te, perché posso assicurarti che ogni suo rapporto è dettato dall'interesse.

BB:Elle, non c'è bisogno di essere così acide. Ormai dovresti accettare il fatto che Viola è una persona migliore di te, che riesce a capirmi e completarmi in modi che tu non potresti neanche immaginare. E, nell'impossiblità di una sua sconfitta, sarò lì al suo fianco a farla rialzare. Perché lei si merita tutto da me, tu non l'hai mai fatto.

Viola fa un altro passo avanti.

VV: Lo spero per te. Perché se non saprai arrivare al mio livello, Elektra, non hai speranze di tenerti quel titolo. E non basterà tutta la sicurezza che ti porti dietro, non basterà entrare nel ring e colpirmi più forte che puoi, sperando di resistere ai miei colpi, non basterà alzare la spalla ogni volta che ti schienerò.

La Vixen arriva faccia a faccia con la sua avversaria di Homeland: London.

VV: Tu sarai il primo passo di una rivoluzione, Elektra. E le rivoluzioni non possono essere fermate da una persona sola.

Elektra fa cozzare le teste e spinge indietro la rivale di qualche passo.

ELK:La tua non è una rivoluzione, è una pagliacciata. E finirà ancor prima di cominciare. Io non devo preoccuparmi di arrivare al tuo livello, perché sono ad un livello superiore. Non sperare di buttarmi giù tanto facilmente, io sarò la più resistente figlia di puttana che tu abbia mai affrontato. Anche con un fottuto collo rotto non avresti speranze di tenermi giù. Ogni volta che vengo buttata a terra mi rialzo più forte ed incazzata di prima. Le Sick chicks non sporcheranno questo titolo, non durante la mia guardia.

Viola torna in avanti, andando a sbattere contro la fronte della greca.

VV: E io non ti darò la possibilità di rialzarti. E alla fine, you'll be welcome to the Sick Fix!

La Vixen lascia cadere il microfono, rimanendo faccia a faccia con Elektra che scuote la testa.

ELK:No, alla fine tu mangerai la polvere.

Le due rimangono a fissarsi, la tensione sale, Elektra alza un braccio quando Beverly scansa via la compagna andando faccia a faccia con l'amica di un tempo.

BB:Non finirà così, bruta scimmia che non riesce a tenere ferme le sue mani. Ci vediamo a londra, dove abbiamo vissuto per così tanto tempo, fatti un bel giretto nostalgico prima del match perché lì subirai il verdetto della bilancia della giustizia. E spoiler alert: non è in tuo favore.

A questo punto è Viola ad afferrare la rossa e ad allontanarla, dicendole qualcosa all'orecchio. Beverly rimane un secondo immobile e poi annuisce. Le Sick Chicks quindi escono rapidamente dal ring, piazzandosi sulla rampa, e Viola indica Elektra, facendo il gesto delle cintura. E sulle immagini delle due lottatrici che si affronteranno a Homeland: London, noi andiamo in pubblicità. Non cambiate canale.





Up Next
Spoiler:
**Main Event Match**
Travis Miller vs. Kevin Manson


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#50-???)
MessaggioInviato: 15/07/2017, 0:20 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12062
Località: Baretto Kurabu
Signore e signori, bentornati ad Indoor War. Il prossimo match è uno scontro tra primi sfidanti: il N1 Contender al Medal of Honor di Jack Keenan, Kevin Manson, se la vedrà con il N1 Contender al TWC Championship, Travis Miller.



Travis Miller fa il suo ingresso sullo stage, accompagnato da una reazione piuttosto negativa dei tifosi francesi. Il Child Of Ice percorre la rampa ignorando le contestazioni, prende posizione nell'angolo in basso a sinistra del teleschermo e si prepara all'arrivo dell'avversario con qualche veloce esercizio di stretching.



Accompagnato da Darkness, ecco fare capolino sullo stage anche Kevin Manson. L'Apocalisse percorre la rampa a passi veloci, lanciando occhiatacce ai tifosi delle prime fila che lo ricoprono di fischi.



Per concludere ecco l'ospite di stasera al tavolo di commento, il TWC Champion Nick Carroll. Il pubblico accoglie con gioia l'ingegnegne, a differenza dei due sul ring che lo osservano gelidamente fino a che non prende posizione al commentary table.

Single Match: Travis Miller vs Kevin Manson


La campana suona mentre Miller e Manson si lanciano occhiate cattive, muovendosi di lato e cercando di studiarsi. Il primo a fare la sua mossa è Kevin, la cui carica viene agevolmente fermata da Miller che lo chiude in una Front Headlock. L'Arcidemone comincia a dimenarsi con i piedi, cercando di uscire, ma la presa dello Scozzese è salda e non si rompe nemmeno dopo una serie di pugni al costato. Kevin ringhia, spinge il proprio peso in avanti e riesce a mandare Travis con la schiena contro le corde, poi allunga il braccio sinistro ed afferra la più alta. L'arbitro chiede a Miller di mollare, e questo esegue. L'Apocalisse non indietreggia. Il direttore di gara va a richiamare Kevin ordinandogli di concedere il clean break, e questi lo fa solo dopo aver tirato uno schiaffo in volto all'avversario. Miller si tocca la guancia, poi inspira profondamente e si rimette in posizione di guardia. Kevin scuote la testa, proponendo un Clinch. Il N1 Contender di Nick Carroll si avvicina per accettare la prova di forza, ma viene colpito da un Gut Kick... No, blocca la gamba dell'avversario e connette con un Exploder Suplex. Manson rotola fuori dal ring, toccandosi la schiena. Travis, sul quadrato, gli fa segno di farsi sotto ma il Tear Suppressor preferisce prendersi il suo tempo e rientra soltanto al conto di cinque. Miller prova ad avvicinarsi e capitalizzare con qualche pestone, ma Kevin da terra si rivela sorprendentemente rapido e lo fa sbattere con la gola sulle corde con un Drop Toe Hold. Travis tossisce, Manson lo lancia alle corde con un Irish Whip. Holocaust Grenade, subito! Evitata da Travis che gli finisce alle spalle, senza interrompere la sua corsa e prendendo un nuovo rebound. Manson si gira. Cut Down To Size!

Immagine


Kevin cade a terra, Miller copre: uno... Due... Solo due. Travis fa una smorfia, poi fa ad applicare una Chinlock. Kevin gli afferra un dito e glielo torce, rompendo la presa immediatamente al costo di un richiamo arbitrale. Travis impreca, poi gli torna addosso con un Soccerball Kick sulla schiena. Manson sghignazza, rimettendosi in piedi, e si prende un Forearm Smash dritto in volto. L'Arcidemone arretra di un paio di passi, poi risponde con una Chop. Travis gli fa cenno di farsi sotto, Kevin si accomoda. Chop, no, viene anticipato da un nuovo Forearm Smash! Kevin viene colto di sorpresa e si piega in avanti, portandosi le mani al naso e dando la possibilità a Travis di cercare la Frost Bite... No, non riesce ad afferrare la gamba di Manson, che si divincola e lo colpisce con una ginocchiata in faccia. Brutto colpo per Travis, che rimane stordito e viene seccato da una seconda ginocchiata, questa volta in corsa. Non è finita, Kev prende il rebound: Senton. Il Tear Suppressor si rialza, urla a pieni polmoni venendo subissato di fischi, poi rimbalza ancora una volta e connette col 360 Legdrop! Uno.. Due... Solo due. Manson rimane sopra lo scozzese e lo colpisce con un paio di pugni chiusi in fronte, poi si rimette in piedi scrollandosi la polvere dal costume e chiama la Redemption a gran voce. Travis si mette in ginocchio.. Parte Kevin, che si ferma davanti all'avversario in ginocchio e gli sputa in faccia. Miller risponde con un pugno alla bocca dello stomaco, che fa infuriare l'Apocalisse.

Immagine


Una ginocchiata tremenda, che risuona in tutto il Palais Omnisport. Nuovo schienamento. Uno... Due... Tre, no! Travis Miller alza la spalla.

MC: Wow, bel colpo! Manson potrebbe prendere il sopravvento ora. Nick, una vittoria di Manson sarebbe sicuramente deleteria per il morale di Miller in vista di Homeland: London. Stai tifando per lui stasera?

NC: Assolutamente no, Michael. Capisco la logica del tuo discorso, ma mi rifiuto di parteggiare per una di queste due merde umane. Preferisco piuttosto che imploda il ring.

Manson si rialza, le braccia ai fianchi, poi con l'indice della mano destra punta Nick Carroll al tavolo dei telecronisti dicendogli di osservare con attenzione. Manson si gira nuovamente verso Travis, che sta cercando di rialzarsi con l'aiuto delle corde. Lo carica per un'altra ginocchiata, alla nuca... Ma Miller si sposta, e per un pelo l'Apocalisse non cade rovinosamente all'esterno del quadrato. German Suplex del redivivo Child Of Ice! Miller è in piedi e si passa una mano sul volto, poi prende la rincorsa per la Redemption. Parte, rebound, ma Manson è in piedi e vuole il Pop-Up. Travis si ferma a mezzo metro di distanza dall'avversario e gli sputa in faccia a sua volta! Kevin diventa rosso in volto, si gira e carica lo scozzese. Forearm Smash di Miller! Nuova carica, Travis finisce alle spalle dell'avversario e lo chiude in una Full Nelson.



Cold Snap! Nuovo colpo sulla schiena del fu Animale, e schienamento: uno... Due... Tre, no! C'è il kickout. Ora è Miller a lanciare un'occhiata glaciale a Nick Carroll. Manson, intanto, prova a rialzarsi con l'aiuto delle corde. Travis se ne avvede e lo va a colpire con un paio di pugni, poi lo lancia contro le corde. Pop-Up! E LO AFFERRA AL VOLO CARICANDOSELO SU UNA SPALLA, IN POSIZIONE DI POWERSLAM! Miller parte in corsa e manda a sbattere Manson contro un angolo, poi si gira di centottanta gradi e si prepara a chiudere la sequenza.. No, Kevin gli scivola alle spalle, e prova a caricarselo in posizione di Electric Chair. Travis si ribella con una serie di pugni, riuscendo a toccare terra e finendo di fronte al suo avversario. Scambio di pugni tra i due, ha la meglio Travis.. Anzi, no, Manson gira su sé stesso e lo atterra con un Discus Lariat. Entrambi i contendenti sono a terra, il primo a rimettersi in piedi è l'esecutore della mossa che connette con un Superkick sulla schiena dell'avversario, poi con una ginocchiata sulla nuca che lo fa crollare a terra. Lo afferra per i capelli, rialzandolo, poi lo impacchetta: Package Piledriver!

Immagine


Tentativo di schienamento immediato da parte dell'Apocalisse.......1......2......No! Miller esegue il kick-out. Manson si riporta in piedi con un'espressione irritata e va a connettere con degli stomp al volto ed al busto del rivale, per poi riportarlo in piedi. Travis viene gettato bruscamente all'angolo, dove viene accolto da una chop che risuona per tutta l'arena. Kevin dopo essersi interrotto brevemente torna all'attacco e comincia una serie di chop sempre più rapide, costringendo l'arbitro a cominciare il conteggio per il DQ......1......2........3........4.....Manson si allontana e prende le misure per poi partire con un attacco in corsa... No! Back Body Drop di Miller che fa atterrare l'Arcidemone in piedi sull'apron... Inverted Hotshot immediato di Kevin che porta a terra l'avversario. Manson torna sull'apron ed attende che il rivale si rialzi per poi afferrargli la testa e prepararlo per un suplex verso l'esterno del quadrato. L'Arcidemone solleva l'avversario... No! Miller riesce ad opporre resistenza ed a tornare coi piedi per terra spezzando la presa... Running Big Boot ai danni di Manson, il quale viene lanciato giù dall'apron per il colpo! Travis si prende qualche secondo per recuperare le energie sul ring mantenendo costantemente l'attenzione verso il rivale. Il Tear Suppressor si rialza stordito appoggiandosi al quadrato e lo scozzese prende le misure per poi andare a rimbalzare alle corde opposte. Travis si lancia in rincorsa verso il rivale passando sotto la prima corda con una Baseball Slide... No! Manson tira verso di se il telone dell'apron ring ed intrappola il Child of Ice! Una volta bloccato l'Apocalisse comincia a scaricare sul rivale una serie di colpi diretti al volto, mentre l'arbitro lo ammonisce intimandogli di interrompere l'aggressione.

NC: Miller aveva detto di volermi impartire una lezione stasera e devo dire che ci è riuscito perfettamente. Ora so esattamente cosa devo evitare di fare se non voglio finire legato come un salame per mano di Kevin Manson.

Dopo svariati secondi di attacco sotto i fischi del pubblico Kevin si ferma ed inveisce contro la folla, per poi riportare la sua attenzione verso l'avversario. il Tear Suppressor prende in giro il rivale ancora intrappolato spingendogli il volto con una mano più volte ed infine schiaffeggiandolo violentemente. Lo schiaffo riecheggia nell'edifico e Manson si allontana di qualche passo per poi tornare alla carica... SACRIFICE DI MILLER! Kevin cade a terra stordito, mentre Miller cerca di muoversi con fatica. Passato qualche secondo Manson si riporta in ginocchio mentre il Child of Ice riesce a liberarsi e, dopo essere rientrato momentaneamente sul ring, esce di nuovo avvicinandosi all'avversario.... Jumping Knee Strike di Manson direttamente sul volto di Miller! Lo scozzese perde l'equilibrio mentre Kevin lo afferra immediatamente per la testa e lo solleva per poi sbatterlo ripetutamente contro la parte più dura del ring. L'Arcidemone preme la testa del rivale contro l'apron colpendolo con una lenta serie di pugni chiusi, costringendo l'arbitro a richiamarlo e cominciare il conteggio per la squalifica....1........2....3.... Manson comincia a mordere Travis in fronte! Il richiamo dell'arbitro viene sovrastato dalle urla di dolore di Miller, che dopo qualche secondo viene mollato e rigettato sul ring. Manson ignora il direttore di gara e si volta verso Carroll indicando la cintura posta sul tavolo. L'Apocalisse torna nel ring scivolando sotto le corde mentre Travis si rimette a fatica in ginocchio mostrando alla telecamera la ferita sulla fronte. L'Apocalisse prende le misure e si fionda di nuovo all'attacco prima che lo scozzese possa rialzarsi... Rolling Koppu Kick!

Immagine


Manson rimane seduto per qualche secondo ad osservare lo scozzese a terra con espressione divertita e successivamente si riporta in piedi. L'Arcidemone va a riprendere l'avversario e lo chiude in una headlock. Miller cerca di rialzarsi, mentre Kevin sposta il braccio sinistro in modo da andare a grattare ulteriormente sulla fronte ferita con il pollice. Miller urla dal dolore ma non si ferma e con fatica riesce a riportarsi in piedi. Kevin per mantenere la presa gli salta in spalla, ma Travis ne approfitta per indietreggiare a grande velocità e schiacciare l'Apocalisse contro l'angolo. Lo scozzese si allontana e cade in ginocchio in centro ring cercando di recuperare le energie, ma l'Archdemon non glielo permette e torna immediatamente all'attacco con una gomitata alla nuca del rivale. Il Tear Suppressor afferra la testa del Child of Ice e lo mette in posizione per un sollevamento... Tentativo di Piledriver da parte di Manson! No! Miller si dimena e riesce a tornare a terra per poi ribaltare il tutto in un Back Body Drop. Manson accusa il colpo cercando di riportarsi immediatamente in piedi, ma viene accolto da un violento Penalty Kick alla schiena! Dopo il calcio il Child of Ice afferra immediatamente l'avversario e lo spinge contro le corde per poi sollevargli la maglietta e portargliela dietro la testa coprendogli la vista.... Violentissima Forehand Chop da parte di Miller che risuona per tutta l'arena! Manson non fa in tempo ad accusare il colpo prima di venire lanciato verso le corde opposte.... Pop-Up Belly to back Suplex!

Immagine


Miller si rialza in preda all'adrenalina e si volte verso Carroll al tavolo di commento urlandogli di prendere nota.

NC: E così Miller mi sta mostrando in anteprima le nuove mosse nel suo arsenale. Davvero gentile da parte sua.

L'Ex membro dei No More Heroes si volta e nota Kevin intento a rialzarsi, quindi si posiziona all'angolo e solleva al cielo un braccio facendo il gesto delle corna texane in attesa che l'avversario sia in posizione... SUPERKICK DA PARTE DI MILLER!

Immagine


Il Child of Ice va per lo schienamento appoggiandosi di schiena a Manson e sollevandogli una gamba, in modo da poter mantenere lo sguardo rivolto verso il tavolo dei commentatori.......1............2..........NO! Manson reagisce di nuovo. Lo scozzese si rimette in piedi irritato e va ad afferrare il nemico sollevandolo. Miller getta l'Arcidemone all'angolo e lo colpisce immediatamente all'addome con uno Shoulder Block. Il Child of Ice solleva l'avversario posizionandolo sopra la terza corda, per poi salire a sua volta sulla seconda ed inveire nuovamente contro Carroll al tavolo di commento. Travis prepara il superplex, ma Kevin oppone resistenza con dei pugni al costato riuscendo a liberarsi. Manson riesce a tornare a terra scivolando sotto le gambe dell'avversario e successivamente voltandosi per completare un caricamento ad Electric Chair. L'Arcidemone si allontana dalle corde di qualche passo e poi afferra la testa del rivale... THE MOON!

Immagine


Schienamento di Kevin......1........2......NO! Miller esegue il kick-out! Manson torna a terra esausto mentre Travis rotola verso l'apron ring, dove si ferma a recuperare. Dopo diversi secondi il Tear Suppressor si riporta in piedi e si dirige verso il rivale, che si trova in ginocchio fuori dal ring. Manson fa per uscire dal ring... Ma viene fermato dallo scozzese che gli colpisce le gambe facendolo cadere di schiena sull'apron. Kevin accusa il colpo, mentre il Child of Ice lo ruota in modo che le gambe siano dentro il quadrato per poi sollevarlo e mettersi schiena contro schiena. Il Child of Ice gli ancora le braccia e successivamente lo trascina giù dal ring in modo da chiudere la Helplessness! Lo scozzese applica pressione sulla schiena del rivale e nel frattempo si sposta di fronte alla sedia di Carroll, fissandolo mentre stringe la presa. Il Campione del mondo TWC si alza in piedi e va faccia a faccia con il primo sfidante, il quale comincia a provocare il campione. Carroll accenna una risata... E compie un rapido scatto fingendo di voler colpire lo scozzese! Miller istintivamente perde la presa su Manson e lo lascia cadere alle sue spalle in modo da potersi difendere, mentre Carroll scoppia a ridere. Lo scozzese osserva il campione irritato... E lo spinge con violenza! Carroll finisce contro la sua sedia e cade a terra, mentre Miller si volta e va a riprendere Manson, mandandolo a sbattere di schiena contro l'apron. Il Child of Ice si allontana preparandosi per tornare all'attacco.... Ma Carroll si rimette in piedi e rapidamente si va a frapporre tra i due! Travis urla ferocemente contro il Campione, mentre questi rimane ad osservarlo per qualche secondo sorridente... SUPERKICK DI CARROLL SU MANSON! L'ARBITRO CHIAMA LA SQUALIFICA!

Spoiler:
The Winner of this match, as a result of a disqualification.... KEVIN MANSON!


Carroll dopo il violento calcio si volta divertito verso Miller, il quale non perde tempo e va subito ad attaccarlo! I due cominciano a scambiarsi una serie di rapidi pugni, mentre il direttore di gara cerca invano di separarli. Dopo qualche secondo Carroll sembra avere la meglio ed afferra la testa di Miller, mandandolo a sbattere contro il paletto. Miller accusa il colpo ma non cade a terra, ed immediatamente si getta di nuovo su Nick, facendo ripartire la rissa. L'arbitro nel frattempo fa cenno di far intervenire dei rinforzi, che si palesano dopo pochi secondi sotto forma di alcuni agenti della security. Questi si frappongono fra i due e dopo qualche tentativo fallito riescono a separarli, bloccando Carroll vicino al paletto e costringendo Miller ad indietreggiare oltre le balaustre. Lo sfidante ed il campione continuano a lanciarsi insulti mentre cercano di scavalcare la security, ma questi mantengono compatti la posizione. Travis improvvisamente si rivolge alla sicurezza ed alza le mani dicendogli di essersi calmato... Ma dopo pochi secondi lo scozzese afferra una delle sedie del pubblico e la chiude per poi lanciarla direttamente verso il campione! Carroll riesce a reagire in tempo e scansarsi, mandando la sedia a sbattere rumorosamente contro il paletto d'acciaio. Miller viene braccato dagli agenti della sicurezza e viene trascinato verso il backstage, mentre Carroll osserva la scena divertito. E su queste immagini si conclude anche questa puntata di Indoor War. Arrivederci tra due settimane per Homeland: London! Ma prima c'è Frontline: Sunshine, tra sette giorni. E ancor prima c'è il nostro imperdibile Fallout! Cià!










CM-Cena, Elban Rattlesnake, Il Capitano, straight edge savior,
Christian, Dims, KTW, Liontamer, Matt Thunder, NotOnlyWWE, Phil is Wrestling, Simon, SimoAF, Stevester, The Hawk, woo woo woo man.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#50-???)
MessaggioInviato: 15/07/2017, 0:33 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12062
Località: Baretto Kurabu
Immagine


Mentre Indoor War #52 si prepara per passare agli archivi, le telecamere si spostano nel backstage, seguendo il vincitore del nostro Main Event della serata, Kevin Manson.

Immagine


Kevin Manson sembra ancora vagamente infastidito e basta un suo grugnito ad allontanare un addetto della produzione. L’Arcidemone raggiunge rapidamente il proprio spogliatoio, dove si concede una scrollata di spalle, accompagnata da un sorrisetto. Improvvisamente, però, qualcosa coglie la sua attenzione: Kevin Manson si gira di scatto verso la propria sinistra, perdendo il proprio sguardo nel buio del corridoio. Passano alcuni secondi, il silenzio inghiottisce la scena. Kevin Manson aggrotta le sopracciglia: muove qualche circospetto passo lungo il corridoio, stringendo i pugni. Ancora, nessun movimento. Manson rimane nella stessa posizione per qualche istante ancora, poi urla un vigoroso “Screw you!” al nulla ed apre la porta del proprio spogliatoio. Entrato nella stanza, Manson si cura di chiudere la porta alle proprie spalle, con un lieve sbuffo. Poi si accomoda su una sedia al centro dello spogliatoio, piombandoci sopra con un lungo sospiro.

???: Déjà-vu, figlio di puttana.

Manson alza di scatto la testa E VIENE INVESTITO DA UN VIOLENTISSIMO FOREARM!

Immagine


Immagine


Jack Keenan è nello spogliatoio di Kevin Manson!! Per lo slancio dato al colpo, Jack Keenan finisce a terra, trascinando con sé Manson e la sedia su cui si trovava. Il Pain Deliverer è subito addosso al rivale ed inizia a colpire qualsiasi punto della sua faccia riesca a raggiungere con una scarica impressionante di pugni. Kevin Manson, colto di sorpresa, riesce finalmente a reagire e cerca di ribaltare la situazione, portando a terra il lottatore di Atlanta… ma prima che possa fare altro, Keenan mette a segno un colpo al pomo d’adamo, che lascia Manson senza fiato. Jack Keenan può allora tornare all’assalto, con una crudele serie di pestoni in faccia l’Arcidemone. La scena prosegue immutata per almeno una buona ventina di secondi, dal naso di Manson cola, copioso, un rivolo di sangue. Finalmente, Keenan sembra averne abbastanza e lascia che il corpo di Manson si afflosci al suolo… o forse no, JK afferra la sedia, ridotta quasi a brandelli dall’impatto di prima, ed invita a gran voce il rivale a rialzarsi. Lentamente, Manson si rimette in piedi, Keenan parte… e Kevin evita all’ultimo il colpo, mandando la sedia a infrangersi definitivamente sul muro. JK si volta di scatto, ma Manson gli infila improvvisamente due dita negli occhi. Urlo di dolore, Keenan arretra. Manson, zoppicante, lo afferra per il collo, bloccandolo al muro, e gli sussurra qualcosa nell’orecchio.

Immagine


LOW BLOW! Low Blow di Keenan! E Manson si piega a metà, rimanendo immobile. Gli occhi, rossi, di Keenan si illuminano di una luce sadica. Il Pain Deliverer afferra per i capelli Manson e LO SPEDISCE CON LA TESTA CONTRO UNO DEGLI ARMADIETTI, che si sfonda! Manson crolla a terra, il volto tinto di rosso. Jack Keenan rimane immobile, per qualche secondo, forse per recuperare un po’ di fiato, ma il suo sguardo è fisso in un preciso punto del muro.

Keenan: Justice through Pain.

Quello del Pain Incarnate è un sussurro, nulla di più. Poi, Keenan tira a sé il rivale e posiziona la sua testa tra le proprie gambe. JACK KEENAN CHIAMA LA HOLOCAUST GRENADE! La stessa mossa che ha mandato Quill all’ospedale. Il Pain Deliverer è determinato come non mai, ma all’ultimo Manson si libera, rotolando all’indietro, e con uno scatto si lancia fuori dal proprio spogliatoio. Jack Keenan si scaglia subito al suo inseguimento, ma fuori dallo spogliatoio, proprio in questo momento, stanno accorrendo uno stuolo di membri della security. Manson è riuscito in qualche modo a superare il cordone, che si stringe intorno a Keenan. JK, senza pensarci, cerca di superare il muro umano di fronte a sé con un balzo, ma viene bloccato e trascinato verso il muro, dove quattro uomini lo trattengono mentre un quinto cerca di farlo ragionare. Rosso in viso, Keenan lancia un ultimo sguardo verso la direzione in cui è fuggito Manson, scuotendo la testa. Per qualcuno saranno due lunghe settimane da qui a Homeland.



/----------------------------------------------/



Fallout di TWC Indoor War numero cinquantadue, bagno maschile del Palais Omnisports. Le cinture tag pendono fuori due porte chiuse. Si sente il rumore di uno sciacquone, poi quello di un altro. Da una porta esce Big Black Boom, dall'altra Matt Thunder.

ImmagineImmagine


I due si lavano le mani, poi Matt le asciuga sotto il getto d'aria, mentre BBB aspetta il suo turno. Fa il suo ingresso Adam Jones.

Immagine


BBB: Guarda un po' chi c'è. Dov'è il tuo ragazzo?

Matt si gira e si mette a ridere, poi fa qualche passo verso Adam, Boom va ad asciugarsi le mani. Jones abbassa il capo e svolta verso la porta del gabinetto.

MT: Aspetta!

L'electric splinter sfila il titolo e se lo porta in spalla. Boom intanto si mette i guanti.

MT: Non voglio perderlo ancor prima di entrarne di nuovo in possesso.

AJ: Non è tu-u...

BBB: Già, ma lo sarà presto.

Triple B sfila l'altro titolo.

BBB: Di' pure al tuo capo, che non ci fa paura. Né lui, né Sig, né Black. Abbiamo giocato fin troppo.

MT: Sappiamo bene che non abbiamo il diritto di girare con questi. Se vuoi fermarci, siamo qui.

Adam guarda i due ex campioni, sorridenti. L'uomo della sicurezza regge lo sguardo per qualche secondo, poi si fionda al bagno. Cenno d'intesa fra i PF, che escono dalla stanza con i titoli in spalla. E le immagini sfumano definitivamente.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 68 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Il capitano


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it