Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 15 messaggi ] 
  Stampa pagina

TWC - Alpha Horizon 2017
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 10/03/2017, 21:12 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Immagine


Immagine


Benvenuti amici telespettatori al mitico preshow made in Total Wrestling Corporation. Le immagini ci conducono presso il Madison Square Garden, New York, New York, dove a breve la TWC presenterà il primo PPV del 2017, Alpha Horizon, l'ultimo evento speciale prima dello show dell'anno, War of Change, a cui assisteremo fra soltanto ottantaquattro giorni.

Immagine

Dietro le quinte, un largo sorriso sulle labbra tinte di rosso, l'abito delle occasioni speciali, Ally Sullivan, la sempre meno giovane, ma sembra più brava intervistatrice della federazione newyorchese, tiene fra le mani un microfono, pronta per una nuova ed impegnativa serata.

AS: Signore e signori, vi diamo il benvenuto a Alpha Horizon; dodici settimane ci separano da War of Change, l'evento più atteso dell'anno, e stanotte si delineeranno molti degli incontri a cui assisteremo il prossimo 2 giugno: chi difenderà i titoli di coppia? Chi sarà il TWC Diamond Champion? E quale sarà il main event di War of Change?

??: Non pretendo di avere tutte le risposte...

Immagine

Ally si volta, alla sua destra, un abito insolitamente elegante, compare Fred Franke.

FF: Ma posso assicurarti che a War of Change Fred Franke sarà il vostro Diamond Champion e che ne uscirà alzando al cielo la cintura.

The Captain le sorride, un sorriso convinto e con una punta di tenerezza; poi le si avvicina, Ally esita, dunque gli allunga il microfono e il sorriso del tedesco d'un tratto si carica di amarezza.

AS: Fred, due settimane fa, a Indoor War, hai promesso che stanotte diventerai il nuovo TWC Diamond Champion, ma cosa succederebbe se fallissi l'assalto al titolo, se Morgan ti battesse?

FF: Innanzitutto sarebbe la prima volta in assoluto che Morgan riesce a sconfiggermi, immagino.

Fred ridacchia, ma subito si fa serio.

FF: Sai, Ally, il 10 marzo è un giorno memorabile, colmo di eventi: i romani per la prima volta sconfiggono i loro nemici più ostici, i cartaginesi, nel loro stesso campo di battaglia, il mare; il poeta Dante viene cacciato da Firenze, gli americani distruggono Tokyo... Mi piace la Storia, adoro la Storia, è stata sempre la mia materia preferita, forse l'unica che abbia mai studiato e che tuttora studio, mi piace perché ci racconta chi siamo, che cosa abbiamo fatto, parla di noi, dei nostri successi, delle nostre sconfitte, dei nostri errori, ma la Storia non è soltanto questo; il più grande insegnamento che ci dà la Storia, infatti, riguarda il futuro, non il passato, il fatto che non bisogna avere paura del cambiamento, mai.

Gli occhi del tedesco s'illuminano, la voce è forte.

FF: Perciò, cosa succederà se perderò? Penso che molte cose cambieranno, ma non me ne preoccupo.

Fred torna a sorridere.

FF: E poi, se non vedo non credo.

??: Congratulazioni Fred!

Immagine

The Golden Warrior si volta ritrovandosi alle spalle una grossa mano tesa verso lui, la mano di Jacob Price, uno dei commentatori della TWC. Fred gliela stringe, lui annuisce.

JP: In questo mondo di servi senza futuro occorrono uomini con le palle e tu hai le palle, Fred!

Il tedesco sghignazza.

JP: Non dar retta ai medici, e chi si fida di quelli lì?, non calcolare quello che dice quel coglione di Virgil, vai avanti, sempre; anch'io mi ero ritrovato nella tua stessa situazione e sono andato avanti, perlomeno finché non mi sono rotto i coglioni e ho abbandonato gli stivali. Succede, prima o poi, ma solo i deboli si ritirano perché non si reggono più in piedi o perché gli vengono meno le forze. E tu non sei un debole, sei un uomo forte, perciò, avanti giovane!

FF: Grazie. Davvero.

Solamente ora l'ardito commentatore scioglie la stretta presa e dopo avergli dato una potente pacca sulla spalla, Jacob Price si allontana. Fred lancia un ultimo sorriso verso Ally, dunque si allontana, d'un tratto però il passo s'arresta.

Immagine

Ora dinnanzi a lui c'è Livia, l'ex lottatrice della TWC. Nessuno dei due osa aprire bocca, eloquente è il lungo e intenso sguardo che si scambiano; gli occhi della fu Licoride brillano.

FF: Mi dispiace, Livia.

Fred fatica a guardarla.

Livia: Spero che tu vinca stanotte, Fred.

Il tedesco le sorride, un sorriso smorzato.

Livia: Insomma, credo che la TWC meriti un vero Diamond Champion. Io ci sarò, sarò là fuori a fare il tifo per te.

FF: Grazie, Livia, mi rendi felice.

Livia annuisce, accenna un sorriso bagnato dalle lacrime, poi si volta e avanza lungo il corridoio.

FF: Ti voglio bene, amica mia.

Fred la guarda allontanarsi, gli occhi colmi di tenerezza luccicano.



/----------------------------------------------/



Le immagini ci conducono presso l'immortale Madison Square Garden, New York, New York, dove a breve comincerà la seconda edizione di Alpha Horizon, il primo PPV della TWC dell'anno nuovo. Tutt'attorno c'è entusiasmo, il pubblico attende spasmodicamente l'inizio dell'evento speciale, virale è la festosità fra gli spettatori che gremiscono l'arena.

Immagine

Al centro del ring, armata di microfono e di un elegante sorriso, Jessica Rose, l'ormai arcinota presentatrice della federazione newyorchese, riceve gli apprezzamenti, talvolta fin troppo audaci, da parte dei membri del pubblico, in particolare di sesso maschile, ma non soltanto.

JR: Signore e signori...

Immagine

... Ad un tratto le luci si spengono, cala il bvio all'interno dell'arena...

DAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAARRRRRRRKK!!


ImmagineImmagine

... Le luci tornano ad illuminare l'arena... Jessica Rose si guarda attorno, accanto a lei si trovano John the Dark e Dark Alexandre, i due araldi della Dark Army. Il lottatore di origini greche ha un'espressione dura, le braccia conserte, l'altro ridacchia maleficamente lanciando occhiate preoccupanti verso l'intervistatrice, poi le sfila il microfono. Jessica Rose indietreggia, John la afferra per il polso, sorride minaccioso; ora le permette di fuggire, lontano, fuori dal quadrato. Il pluricampione olimpico alza al cielo il microfono volgendolo verso il pubblico: rumorosi e numerosi sono i fischi contro i due della Dark Army. John the Dark getta a terra il microfono scaraventandolo fuori dal ring.

Guardate! Su, nel cielo!
È un uccello?
È un aereo?
No, è l'Uomo Uccello!


Immagine

... D'un tratto l'attenzione di tutti è rivolta verso l'alto: fra il pubblico compare infatti Tangata manu, l'Uomo Uccello. L'ultimo rappresentante dell'antica civiltà di Rapa Nui osserva il ring dalla sua posizione privilegiata: gli occhi dei due membri della Dark Army sono colmi d'ira, rancore, ma in loro c'è anche un barlume di tensione. Gli spettatori gli allungano le tozze mani, alcuni accarezzano il suo manto epidermico, lui li osserva stando costantemente all'erta e percorrendo gli interminabili gradini che ora lo conducono dinnanzi alle balaustre che attraversa un po' goffamente e rischiando più volte di inciampare. Adesso si trova sul ring, circondato da Dark Alexandre e John the Dark che paiono volerlo acchiappare come cacciatori armati di rete. Todd Hennigan, l'arbitro designato per dirigere la contesa, improvvisamente ordina di far suonare la campanella; questa squilla quasi immediatamente, il match ha dunque ufficialmente inizio.

Tag team match:
Dark Army (Dark Alexandre e John the Dark) vs. MAXIMUS e Tangata manu


L'Uomo Uccello guarda attonito il direttore di gara, John the Dark si precipita immediatamente contro di lui, ma Tangata manu gli sfugge allontanandosi con una capriola; si rialza subito e dinnanzi a lui c'è ora l'altro membro della Dark Army che prova ad afferrarlo, ma riesce a sorpassarlo, ora però è circondato: da una parte infatti c'è John the Dark, dall'altra Dark Alexandre. Questi sorridono, un ghigno malefico; si stringono le mani formando un cerchi al centro del quale c'è la vittima che con aspetto preoccupato si guarda attorno cercando forse vie d'uscita apparentemente introvabili...

MAXIMUS! MAXIMUS! MAXIMUS!


... L'entusiasmo degli spettatori è assordante, sul ring i due membri della Dark Army assistono pietrificati all'ingresso insperato di MAXIMUS, dileguandosi poi al di fuori del quadrato.

Spoiler:
Immagine

Il Gladiatore del Ring raggiunge lo strano compagno d'armi; indossa la celebra armatura, ma pare diverso, più grosso, più spaventoso. L'Uomo Uccello lo squadra, lo esima scrupolosamente girandogli attorno, lui è immobile come una montagna. Tutt'attorno c'è silenzio... MAXIMUS spinge in avanti Tangata manu! Il cittadino di Rapa Nui impatta contro un angolo del ring, dove ora si trova adagiato; il Gladiatore del Ring gli piomba rovinosamente addosso, lui però riesce a scansarsi prima dell'impatto. Ma arriva John the Dark che prova a colpirlo con un braccio teso... L'Uomo Uccello evita il colpo, il fu Gunn allora colpisce erroneamente MAXIMUS facendolo cadere in ginocchio. Tangata Manu dunque si precipita sopra la terza corda, dopodiché prova ad eseguire contro John the Dark la sua mossa, quella dalla quale mai nessun uomo è uscito non invitto... Ma Dark Alexandre balza sull'apron-ring, lo afferra per la gamba; l'Uomo Uccello lo scalcia e alla fine lo fa capitolare direttamente fuori dal ring...

Immagine

... Bird Flight contro John the Dark... MAXIMUS afferra questi per le gambe e ribalta la presa in suo favore, Todd Hennigan comincia a contare, 1, 2, 3! La Dark Army ha sconfitto il team dei Corti Orecchi!

JR: Ecco a voi i vincitore, Dark Alexandre, John the Dark... La Dark Army!!

Numerosi sono i fischi da parte del pubblico, prevale però l'incredulità; John the Dark alza le braccia al cielo, lacrime di gioia grondano dai suoi occhi, ora abbraccia il fedelissimo Dark Alexandre, poi il complice Todd Hennigan, nel mentre l'Uomo Uccello assiste attonito. I due membri della Dark Army sghignazzano beffandosi di lui, il quale va all'attacco, ma lo immobilizzano, lo alzano al cielo... Si fa dunque avanti MAXIMUS e col suo ausilio schiantano al suolo l'Uomo Uccello eseguendo una devastante triple powerbomb.

Immagine

Tangata manu giace privo di sensi al centro del ring, tutta l'attenzione è rivolta ora sul Gladiatore del Ring che alza le larghe braccia e si toglie l'elmo...

Spoiler:
Immagine

... KKC. John the Dark e Dark Alexandre s'inchinano dinnanzi all'uomo montagna che osserva gioioso la sua preda, dopodiché si fa passare un microfono.

KKC: Che capitombolo, ostrega! L'Oscuro Signore è quasi giunto, sta radunando le sue legioni, King Kong Dark ha risposto alla sua chiamata e sarà il più forte, il più distruttivo, il più velenoso fra tutti i suoi servitori, ostrega!

La montagna umana scaglia violentemente il microfono a terra e festeggia il trionfo della Dark Army insieme a John the Dark, Dark Alexandre e Todd Hennigan che guarda divertito la carcassa dell'Uomo Uccello.





Up Next
Spoiler:
Gunther Schmidt


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2017
MessaggioInviato: 10/03/2017, 21:21 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Alpha Horizon 2017, Kickoff! La linea passa ad Ally Sullivan, che vediamo in area interviste pronta a parlare con un ospite d’eccezione.

Immagine


AS: Ladies and gentlemen, è qui con me stasera il Mastino della Bruderschaft Der Krahe Incorporated, Gunther Schmidt!

Vediamo il colosso bavarese entrare nell’inquadratura, mettendosi accanto alla Sullivan, sbuffando.

Immagine


La ragazza, intimorita, gli rivolge la parola.

AS: Ehm... Allora Gunther, di solito tu sei abbastanza restio a farti intervistare. Immagino tu voglia spiegare ai fan della TWC quello che è accaduto la settimana scorsa, quando sei stato bloccato dalla sicurezza mentre ti aggiravi nei corrid...

Il tedesco sbotta.

GNT: Das ist Scheiße!

Il Brutal Crow si toglie gli occhiali da sole e guarda male prima Ally e poi verso lo schermo.

GNT: Mastino trattato di modo affatto di giusto. Io vittima di plotto!

AS: P-plotto? C-che sarebbe…

GNT: Ja! Ja! E’ stato plotto! Plotto di uomo oscuro con zanne. Mastino conosce bene di lui und alto essere disprezzo in confronto. Due settimane di fa, oscuro uomo con zanne avere gredito deboli colleghi, un tirato Mastino in trappola. Cosi’ Dummkopfe di sicurezza assalito sotto di scritto in vece di lui. Io rabbiato, molto rabbiato. Und promette alta vendetta in confronti di…

Improvvisamente vediamo Gunther stopparsi e rifilare un calcione alla parete di cartone alle sue spalle, che si rovescia!

Spoiler:
Ma attenzione! Mimetizzato coi colori rossi della parete riusciamo per la prima volta a notare Esagon Junior, l’ingovernabile wrestler messicano!!!

Immagine


Evidentemente il Titubante Lestofante era strisciato alle spalle del Mastino per mettere a segno l’ennesimo tiro mancino dei suoi, ma non aveva calcolato il fiuto infallibile del Brutal Crow, che ora lo prende a calci violentemente.


Ally Sullivan si scosta immediatamente, quando all’improvviso Gunther Schmidt viene aggredito alle spalle da un nugolo di tizi!

Spoiler:
ImmagineImmagineImmagine


Si tratta degli uomini misteriosi avvistati durante gli scorsi Indoor War! I tre malandrini prendono a pugni e calci il Mastino, che si ribella e replica con un ruggito, iniziando a scacciarli violentemente. Ma di punto in bianco una quarta figura alza un tubo di ferro e colpisce al ginocchio il tedesco, che cade giù con guaito lacerante.

Immagine


E’ lui! Il losco individuo della scorsa puntata! Il tizio fa segno agli altri di continuare a picchiare il gigante bavarese, che si copre come puo’, finchè un colpo di tubo alla testa lo fa stramazzare a terra. Gunther striscia rabbiosamente verso il ceffo oscuro. Gli afferra una caviglia cercando di rompergliela, ma questi ribatte colpendolo violentemente alle braccia con l’oggetto di metallo, liberandosi e rifilandogli poi un calcio al volto.


Dopo una tetra risata, lo sconosciuto afferra per il collo il Mastino, tirandolo su a forza. Poi gli sussurra qualcosa in una lingua lugubre e misteriosa per orecchie occidentali...

???: это только начало, немецкий…

Dopo di che lo abbatte sul pavimento con un terribile Impaler DDT!

Immagine


Mentre il Brutal Crow resta a terra immobile, i quattro torreggiano su di lui, presto raggiunti da Esagon Junior.

EJ: Dònde està la puta?!

I cinque si guardano intorno, quando ecco sentire una voce provenire da lontano.

AS: Laggiù! Laggiù!

Vediamo in lontananza Ally Sullivan fare segno in direzione dei cinque a un nugolo di addetti alla sicurezza, che partono di corsa. I quattro malnati scuotono il capo e se ne vanno via rapidamente, presto seguiti da Esagon Jr., che prima di fuggire sputa in direzione di Gunther.

EJ: Perro asqueroso…

E con le immagini di Schmidt soccorso da alcuni paramedici mentre gli addetti mettono in sicurezza la zona, noi andiamo in pausa dopo questa terribile e ingiustificata aggressione. A tra poco!



/----------------------------------------------/



Le immagini ci riconducono presso l'immortale Madison Square Garden, New York, New York, dove a breve comincerà la seconda edizione di Alpha Horizon, il primo PPV della TWC dell'anno nuovo. Tutt'attorno c'è entusiasmo, il pubblico attende spasmodicamente l'inizio dell'evento speciale, virale è la festosità fra gli spettatori che gremiscono l'arena.

Immagine

... Ad un tratto le luci si spengono, cala il buio all'interno dell'arena...

DAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAARRRRRRRKK!!


Immagine

... Il verde paladino, il Signore della Dark Army, l'Architetto dell'Ultima Ondata Ambientalista, il rappresentante dell'Ultradestra più rosso (e verde) che esista al mondo... Ultraman Dark è sul ring! Numerosissimi sono i fischi da parte del pubblico contro il leader della Dark Army, che, assorto fra i propri pensieri, lo sguardo crucciato, si trova adagiato su uno dei quattro angoli che delimitano il ring. Si guarda attorno, ora scende e s'accentra, gli occhi diritti sullo stage.

Immagine

Lucius, le braccia conserte, fa capolino all'interno dell'arena. Tutt'attorno ci sono silenziosi brusii, sul ring Ultraman Dark squadra minacciosamente il filosofo che, in silenzio, immobile attende sullo stage.


D'un tratto fra gli spettatori viene fatta calare dall'alto una moltitudine di... cartamonete! Il pubblico è entusiasta, Ultraman Dark osserva contrariato, violentemente afferra il microfono dalle mani dell'annunciatrice.

Ultraman Dark: KING NERO!!

La voce è carica d'ira.

Ultraman Dark: Dove sei? DOVE SEI?!!

Eccomi.


Spoiler:
ImmagineImmagine

... In piedi, sulla balaustra che separa la zona del ring da quella riservata al pubblico, ecco King Nero. Dinnanzi a lui, appena oltre la balaustra c'è il generale Horgan. King Nero volge lo sguardo, ora di qua, ora di là, pare spaesato; ora i suoi occhi cadono sull'avversario, sorride. Appoggiandosi alla spalla di Horgan salta giù dalla balaustra, infine raggiunge il ring. I due avversari sono ora faccia a faccia...

Immagine

... Ad un tratto le luci si spengono, cala il buio all'interno dell'arena, ancora...

DAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAARRRRRRRKK!!


Spoiler:
ImmagineImmagineImmagine

... Dark Alexandre, John the Dark, King Kong Dark... La Dark Army!! I tre legionari compaiono circondano il ring... Horgan va subito all'attacco lanciandosi contro King Kong Dark! Tutti e tre i membri della Dark Army hanno la meglio sul coraggioso generale...

Spoiler:
Immagine

... MAXIMUS!! Il Gladiatore del Ring si catapulta contro Dark Alexandre, lo schianta al suolo; poi va addosso a John the Dark, ma viene anticipato da King Kong Dark che lo scaraventa al suolo. Lo scontro fra la montagna umana e MAXIMUS prosegue senza esclusione di colpi lungo tutta la rampa d'accesso, ora i due si danno battaglia sullo stage...
Spoiler:
Guardate! Su, nel cielo!
È un uccello?
È un aereo?
No, è l'Uomo Uccello!


Immagine

... D'un tratto l'attenzione di tutti è rivolta verso l'alto: sopra il mega-schermo compare infatti Tangata manu, l'Uomo Uccello...

Immagine

... Che con un balzo cade contro i due abbattendoli!! Tutti e tre giacciono sullo stage, tutto il pubblico è in piedi, l'entusiasmo è virale. Nel frattempo sul ring Ultraman Dark afferra King Nero e lo porta contro uno dei quattro angoli del ring.


Singles match:
King Nero vs. Ultraman Dark

Il paladino verde si catapulta immediatamente contro il malcapitato avversario atterrandolo con un braccio teso. Dunque prima che potesse rimettersi in piedi lo solleva e lo porta contro uno dei quattro angoli del ring, dove gli sferra una serie di testate; dopodiché lo riafferra e lo lancia contro l'angolo opposto facendolo impattare violentemente contro di esso. Lo porta al centro del ring, infine lo copre, 1... 2... No! King Nero, benché ansimante, alza al cielo il braccio destro uscendo dal prematuro tentativo di pin da parte del rivale; questi lancia occhiate di fuoco contro l'arbitro che indietreggia preso dal terrore... Lucius dall'esterno del ring afferra l'arbitro per i pantaloni, quest'ultimo si volta e ammonisce il manager...

Immagine

... Horgan balza sul ring e colpisce con forza Ultraman Dark! Il leader della Dark Army giace a terra, comincia ora a rialzarsi; l'arbitro è ancora distratto, Horgan solleva King Nero, lo schiaffeggia dolcemente cercando di svegliarlo, dunque se ne va dopo averlo lasciato in piedi. Dinnanzi al sire c'è un inferocito Ultraman Dark che esegue un braccio teso... King Nero evita il colpo...

Immagine

... Dalle fauci del sire Nero fuoriescono nebbia verdastra che acceca l'avversario, roll-up, 1... 2... 3! King Nero ha sconfitto Ultraman Dark!

JR: Ecco a voi il vincitore...

Lucius: KING NERO!!

Lucius restituisce malamente il microfono all'annunciatrice, osserva Ultraman Dark che corre via spaventato e raggiunge al centro del ring sire Nero che festeggia insieme a Horgan il grande trionfo, acclamato da gran parte del pubblico...

Immagine

... D'un tratto le luci si spengono, cala il bvio all'interno dell'arena...

Spoiler:
Immagine

Dalle tenebre più profonde emerge una sagoma i cui tratti prima indistinguibili, ora si distinguono: Mr. Zanou. Allunga il collo verso il ring, verso King Nero e i membri della sua Corte, che assistono silenti, ora sorride, il sorriso preso si trasforma in una grassa risata colma oltre l'orlo di malvagità pura, purissima. Mr. Zanou non è solo.

Immagine

Alle sue spalle compare un figuro, un mostro, una creatura mascherata, forse uomo, forse alieno, che avanza di un passo, poi di un altro, finché raggiunge l'Oscuro Signore sistemandosi alla sua destra. Mr. Zanou ammira quell'essere, lo illustra con orgoglio agli spettatori che assistono attoniti, pietrificati, immobili sulle loro scomode seggiole. I due avanzano lungo la rampa, avvolti da una schiera di nubi nere; si trovano ora ai piedi del ring, si fermano, lanciano occhiate verso i tre presenti sul ring. Il mostro raggiunge il quadrato attraverso i gradoni d'acciaio, seguito da Mr. Zanou, i due dinnanzi a King Nero che avanza di un paio di passi verso di loro. Interviene Horgan che scansa il sire venendo però afferrato per la gola dall'essere mascherato. King Nero s'accinge ad intervenire in soccorso del suo guerriero, ma questi gli grida di andarsene; il Re esita, tentenna, Lucius lo afferra e lo fa uscire dal ring, all'interno del quale nel frattempo il mostro innalza al cielo e scaraventa al suolo Horgan.

Immagine

Tutto tace. Solamente le fastidiosamente rumorose risate si Mr. Zanou interrompono un silenzio carico di terrore. Gli occhi insensibili della creatura mascherata incrociano quelli di King Nero che assiste immobile.


Termina qua lo spettacolare Kickoff di Alpha Horizon. Ora un breve stacco pubblicitario e poi si fa veramente sul serio. Buon pay-per-view a tutti, amici ascoltatori.





Up Next
Spoiler:
TWC Alpha Horizon 2017


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2017
MessaggioInviato: 10/03/2017, 21:34 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu


And now, live from the Madison Square Garden, New York City, NY
TWC proudly presents:


Immagine


Immagine


Immagine


Amici e amiche della Total Wrestling Corporation, benvenuti ad Alpha Horizon 2017, il primo pay-per-view dell’anno targato TWC! Grandi match e colpi di scena ci aspettano qui all’interno del Madison Square Garden, la Mecca dello sport americano, che ha registrato il tutto esaurito per questa serata di wrestling ed emozioni.

Immagine


Andy Moon, il giovane ed eroico TWC World Heavyweight Champion metterà in palio il titolo contro l’assalto portato dall’indomabile Nick Carroll e dagli ex-campioni di coppia, Travis Miller e Shawn Gates. Il TWC Diamond Champion, Sean Morgan, difenderà la sua adorata cintura nel secondo attesissimo showdown con l’ex-amico e ora implacabile avversario Fred Franke. I Pulp Fiction, detentori dei prestigiosi TWC World Tag Team Titles, se la vedranno invece coi misteriosi aggressori mascherati noti unicamente come Wolves of Winter, mentre Jane Murphy affronterà Lisa Lisa nell’incontro che vedrà il TWC Undisputed Women’s World Championship on the line. E ancora, Rick Frye, il braccio armato dei Whisperers combatterà con l’ex-Diamond Champion in cerca di rivincite, Lance Murdock, mentre la guerra tra Eddie Jordan e Kevin Manson è pronta per un nuovo capitolo. Jack Keenan e Vincent Cross si ritroveranno di fronte a oltre un anno dal loro primo showdown, mentre Elektra Kellis e Brunild Wagner si giocheranno una shot al titolo femminile da incassare a giugno a War of Change III. E infine “The Knight” Leon Black e “Superstar” Sigfried Jaeger si ritroveranno faccia a faccia nel secondo capitolo di quello che fu l’incontro più importante dello scorso anno. Ma ora subito la parola a Jessica Rose, che introdurrà il primo match della serata!

Immagine


JR: Ladies and gentlemen. The following contest is scheduled for one fall!

Ma attenzione! Le luci si abbassano e diventano intermittenti, mentre uno stormo di corvi compare su tutti gli schermi!

Immagine


Si parte subito col botto! E’ già il momento dell’attesissimo incontro tra Sigfried Jaeger e Leon Black! Boato del pubblico di New York, mentre una sottile nebbia si diffonde sullo stage e il logo del Corvo della Bruderschaft Der Krahe Incorporated inizia a campeggiare solennemente sul titantron.

Immagine


Mentre l’arena rumoreggia come impazzita, ecco che parte Cry of the Black Birds, la theme che accompagna da sempre le avventure del Best from the West in TWC.



E dopo diversi secondi di spasmodica attesa, ecco che il 34th Street Hero fa la sua comparsa sullo stage, emergendo dalla nebbia tra le acclamazioni generali.

Immagine


Sigfried, in tenuta da combattimento e felpa adidas nera aperta con sotto una maglia BDK “Death by Elbow”, allarga le braccia, ricevendo l’ovazione del pubblico, dopo di che eccolo girarsi verso la telecamera e fare la taunt della stable di Ravensburg. Infine il tedesco si avvia giù per la rampa, concentrato al massimo.

JR: Introducing first. Weighting 215 pounds and standing 6-feet-3-inch tall. From Ravensburg, Germany, representing the Bruderschaft Der Krahe Incorporated. He is the Best from the West... Sigfriiiiieeeeed Jaeeeeegeeeeer!!!!!

Una volta arrivato ai piedi del ring, il Corvo si guarda un’attimo intorno, poi sospira e va a salire i gradoni d’acciaio. Dopo di che dall’apron passa tra la seconda e la terza corda, irrompendo nel quadrato. Qui il Deadly Crow fa nuovamente la taunt della BDK Inc., infine eccolo dirigersi verso un angolo, dove si toglie la felpa e infine la maglietta, lanciando quest’ultima ai fan nelle prime file. Infine eccolo sospirare e concentrarsi seriamente in attesa dell’ingresso di Leon Black, mentre la sua theme sfuma definitivamente e iniziano a partire i classici cori di richiamo per l’Unglorified Legend.



Improvvisamente tutte le luci si spengono, lasciando al buio l'intera arena. Dopo qualche secondo un occhio di bue illumina una figura inginocchiata, coperta da un mantello nero, immobile.

In Brightness the Dark One was created.


Due schiere di cavalieri in armatura argentata vengono illuminate a loro volta, una a destra della figura inginocchiata e una a sinistra. Le due schiere, una armata di spade ed una di lance, si dirige verso la rampa, creando due ali di persone. Poi, quando i cavalieri sono fermi, accoppiati a due a due, quelli che sono pari fanno due passi avanti, arrivando quasi faccia a faccia, per poi scambiarsi di posizione con l'omologo dall'altra parte, arrivando così a creare due file, con un'alternanza di cavalieri con spada e di cavalieri con lancia. La luce che illumina la figura con il mantello si spegne, e i cavalieri cadono in ginocchio, appoggiandosi alla loro arma.

In the Darkness the Bright One was Reborn.




Le luci si riaccendono di colpo, illuminando Leon Black, in piedi con il mantello sulle spalle.

Immagine


Le Unglorified Legend ha il braccio destro alzato, il pugno chiuso, ed osserva il pubblico, mentre i cavalieri si sono rialzati, e hanno alzato davanti a loro le armi, a formare una sorta di tunnel. Black annuisce, poi lascia cadere il braccio.

BOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOM!


Il mantello del gigante cade, mentre Black si avvia verso il ring.

JR: And introducing his opponent. Standing 7-feet-2-inches tall and weighting 392 pounds. From Chicago, Illinois, he is the Knight... Leooooon... Blaaaaack!!!!!

Leon inizia a camminare sotto le armi dei cavalieri, che appena è passato abbassano l'oggetto e si girano verso il titantron. Quando Black ha finito la rampa le due file si riuniscono al centro ed iniziano a marciare verso il backstage. Un cameraman si avvicina al gigante, inquadrandolo da vicino.

LB: This is gonna be history!

MA IMPROVVISAMENTE BLACK SBATTE CONTRO LA TELECAMERA! Il cameraman e la macchina da presa crollano a terra a causa dell'impatto, mentre cambia subito l'inquadratura.

Immagine


KEVIN MANSON! Kevin Manson ha appena colpito Black con una violentissima Clothesline, che ha spedito il lottatore gigantesco contro la telecamera. La Unglorified Legend prova a rialzarsi subito, ma viene investito da una raffica di pugni, e poi gettato contro l'apron con una potente Irish Whip. The Knight rimbalza malamente e barcolla in avanti.

Immagine


ALLAHU AKBOMB CONTRO L'APRON! Black crolla a terra, tenendosi la schiena, mentre Manson lo osserva respirando pesantemente. Kevin afferra poi il gigante per la testa e lo getta sul ring, mentre vediamo che Jaeger si è seduto in un angolo e sta osservando la scena impassibile, una espressione indecifrabile in volto.



Boato dal pubblico, mentre risuona le theme di Eddie Jordan!

Immagine


Il fu Golden Boy corre di gran carriera verso Kevin Manson, e lo aggredisce con una raffica di pugni i due lottano fuori dal ring per un po' ma, quando Kevin sembra avere la peggio, the Animal rotola sul ring a sua volta. Jordan però non lo lascia andare, e corre sul quadrato a sua volta. Manson lo sta aspettando in piedi, ma Eddie lo atterra con un Takedown ed inizia a colpirlo con dei pugni al volto. Quando è soddisfatto della cosa si rialza lanciando un urlo di soddisfazione e lancia via la maglietta, mentre i cori dei fan sono tutti per lui. Kevin striscia con le mani verso le corde, mettendosi a sedere, e osserva Jordan con uno sguardo carico d'odio, mentre questi sta facendo scudo con il proprio corpo a Black, che si sta rialzando.

Immagine


(SIC)! SU LEON BLACK! Il pubblico ammutolisce, mentre Jordan si volta verso il corpo del gigante, e Manson si rialza in piedi, ridacchiando. Kevin si avvicina a Jordan e gli da una pacca sulla spalla, mentre i fischi piovono dal pubblico. Eddie si guarda intorno, poi va ad afferrare Black.

Immagine


SURFBOARD CURB STOMP! Black rimane immobile a terra, mentre Manson e Jordan si voltano verso Jaeger. Il tedesco è ancora seduto all'angolo, ma si rialza subito in piedi, osservando gli altri due. Kevin ed Eddie rialzano la Unglorified Legend, che come possiamo vedere si è tagliata sopra il sopracciglio, tenendolo ognuno per un braccio, e lo portano a qualche metro dal tedesco. Sigfried osserva prima Manson, poi Jordan, poi infine Black, che è in ginocchio, sorretto dai due aggressori, e poi annuisce. Black viene rialzato e lanciato verso Jaeger.

Immagine


Bliztkrieg su Leon Black! Fischi anche per il Best from the West, mentre Black è crollato a terra, senza sensi. Manson e Jordan annuiscono, mentre Sigfried osserva Leon a terra. Il tedesco poi si gira e fa segno agli altri due di andarsene. Il terzetto troneggia ancora un istante sul cadavere del gigante, poi si allontana e scende dal ring, dirigendosi verso il backstage sotto i fischi e gli insulti del pubblico. E sulle immagini di un Leon Black immobile e sanguinante a terra, noi andiamo un secondo in pubblicità. Non cambiate canale.





Up Next
Spoiler:
**Singles Match**
Jack Keenan vs. Vincent Cross


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2017
MessaggioInviato: 10/03/2017, 21:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Amici e amiche da casa, Alpha Horizon torna in diretta. Gli immancabili Price e Campbell ci danno il bentornato, per poi fare un breve riassunto della storia dietro il prossimo match che ci aspetta: Jack Keenan e Vincent Cross stanno infatti per scrivere un nuovo capitolo della loro storia.



Puntuale come poche altre volte, si diffonde per l'arena la theme di Jack Keenan.

Immagine


Altrettanto puntuale, fa la sua comparsa sulla cima della rampa d'ingresso il Pain Deliverer, già in ring gear. Accolto da più di qualche fischio, Jack Keenan si prende qualche istante per guardarsi intorno, coprendo con lo sguardo tutta l'arena, gremita di appassionati.

Immagine


Fa la sua uscita dal backstage anche Quill, il misterioso mentore di Jack Keenan. I fischi, immancabilmente, crescono di intensità. Il Pain Deliverer si volta verso il suo maestro e lo attende pazientemente sullo stage, per poi scendere la rampa d'ingresso insieme a lui. Lo sguardo fisso verso il quadrato, i due raggiungono l'area a bordo ring: qui Quill va a prendere posto su una sedia a fianco del tavolo di commento. Keenan si trattiene ancora per qualche istante con il suo mentore; poi, dopo avergli appoggiato una mano sulla spalla, si getta sul ring, puntando i suoi occhi verso lo stage.



Un rombo va quasi a coprire la musica degli Iron Maiden. L'origine del suono è presto detta: per l'occasione, Vincent Cross - che compare ora in cima alla rampa d'ingresso - ha rispolverato un vecchio classico, riportando in mezzo al TWC Universe la propria moto.

Immagine


Immagine


Vincent Cross ingrana la marcia e fa un giro intorno al ring, per poi riportare il veicolo nella zona sottostante alla rampa d'ingresso. A questo punto, il biker si avvia rapidamente verso il quadrato: decide di fare però il giro lungo, lanciando a Price le chiavi della moto. Il wrestler di Nashville lancia una rapida occhiata a Quill, che ricambia lo sguardo: fa poi finalmente il suo ingresso sul quadrato, andando a mettersi all'angolo opposto rispetto a Keenan. L'arbitro ispeziona rapidamente gli abiti da combattimento dei due lottatori, per controllare che non abbiano armi con sè; poi, dopo un fugace sguardo interrogativo verso Quill, dice che si può iniziare.

Single Match
Jack Keenan vs Vincent Cross


Il rintocco della campanella risuona in tutta l'arena, accolto da un boato del pubblico. Per conto loro Jack Keenan e Vincent Cross, ai due angoli opposti del ring, rimangono immobili, scrutandosi l'un l'altro per dei lunghissimi istanti. A fare la prima mossa è Cross, che si sposta verso centro ring, tendendo la propria mano verso Keenan. Il Pain Deliverer sposta per un attimo il proprio sguardo verso il braccio dell'avversario, per poi tornare a fissarlo negli occhi del biker.

Keenan: Just fight, Cross.

E' poco più che un sussurro, ma anche soltanto il labiale è sufficiente per scaldare di nuovo il TWC Universe. Vincent Cross arriccia il labbro, poi annuisce gravemente e i due iniziano a girare in tondo per tutta la lunghezza del ring, proseguendo questa lunga fase di studio. Di nuovo, il primo a cercare di spezzare la situazione è il biker, che propone una fase di Clinch. Questa volta Keenan sembra propenso ad accettare l'invito, ma all'ultimo secondo si abbassa, evita la morsa di Cross e si porta alle sue spalle, stringendo le proprie braccia contro il suo busto. La reazione dell'Hell Biker è però fulminea: afferra una mano di Jack Keenan, si volta di scatto e lo tira a sè per una improvvisa Street Speed! Forse solo per questione di riflessi, Keenan riesce a liberare la propria mano della stretta dell'avversario ed a gettarsi all'indietro, rotolando alle corde, evitando così il peggio. JK torna a rivolgere il suo sguardo verso Cross, rimasto a centro ring: questa volta, però, sul suo volto è dipinta una espressione di sorpresa. Il biker risponde con un sorrisetto ironico ed un cenno decisamente eloquente.

Immagine


La sorpresa, sul volto di Keenan, si tramuta immediatamente in una smorfia di irritazione. Il Pain Incarnate con due falcate raggiunge l'avversario e tenta di colpirlo con un jab: questo viene però facilmente parato da Cross, che risponde con una Headlock. Anche questa presa ha però vita breve, poichè Keenan riesce a portare Cross alle corde e a lanciarlo dall'altra parte del ring: evita il primo rebound del biker abbassandosi, il secondo superandolo con un salto, poi al terzo rimbalzo tenta di accoglierlo con il Best Dropkick Ever. Vincent Cross riesce tuttavia ad afferrargli le gambe al volo e a proiettarlo con una Catapult contro il turnbuckle. Il colpo stordisce JK, che barcolla all'indietro verso l'avversario: senza troppi complimenti, Cross lo afferra subito per il collo e imposta la Crash. Jack Keenan viene sollevato in aria come se fosse senza peso, ma riesce ad evitare il peggio aggrappandosi con entrambe le braccia al collo di Cross, che non può in questo modo schiantarlo al terreno. Il proposito di JK era forse quello di girare la situazione con una DDT, ma Cross rimane ben piantato su due piedi: allora Keenan mantiene la presa e abbranca una gamba dell'avversario, chiamando la Pain Delivery. Prima che possa fare altro, però, l'Hell Biker lo proietta in avanti con una Front Suplex, facendolo atterrare sulla terza corda.

Immagine


Keenan subisce un violento colpo alla bocca dello stomaco e rimane "appeso" alle corde per qualche istante: Cross va a prenderlo in consegna e se lo carica sulle spalle, in posizione per la Beer Fall. Keenan, tuttavia, sguscia dalle spalle dell'avversario e tenta un Sunset pin, senza però riuscire a trascinare a terra il ben più grosso avversario. Con il Pain Deliverer a terra, Cross cerca di schiacciarlo con un pestone ben assestato, ma in questo modo perde un po' di equilibrio: non appena stacca il piede da terra, difatti, Keenan ne approfitta per sgambettarlo, facendolo finire di faccia sul mat. Il Pain Incarnate cerca subito di approfittarne per impostare la Pain Injection, ma, non appena cinge il suo braccio, Cross fa lo stesso con il suo collo, rialzandosi di scatto e portandosi in posizione per una Suplex. Cross imposta la Road End, ma di nuovo Keenan si salva e sfugge alla morsa con una capriola all'indietro. I loro sguardi si incrociano di nuovo, mentre i due avversari riprendono fiato per qualche istante. Jack Keenan e Vincent Cross tornano a girare in tondo, senza distogliere gli occhi l'uno dall'altro. Keenan tenta un pugno all'altezza della tempia, parato. Pugno di Cross. Pugno di Cross. Cross prova un terzo pugno, Keenan lo evita e risponde con un fulmineo Killshot... ma il biker si abbassa e Keenan si schianta al suolo! Ennesima counter di Cross, che ora si sposta all'angolo e chiude la mano a pugno, lo sguardo sempre ben puntato sull'avversario. JK si rimette in piedi e Cross parte per l'Eat It...

Immagine


... ma Jack Keenan lo anticipa con uno Spinning Backfist. Per la prima volta dall'inizio del match Keenan riesce a colpire l'avversario, e lo fa pescando fuori dal suo repertorio. Il Pain Deliverer ha centrato in pieno la tempia del rivale e il colpo, violento, risuona per tutta l'arena. Lo sguardo di Cross pare annebbiarsi, il biker rimane in ginocchio, immobile. Senza perdere un istante, JK si sposta all'angolo e chiama la Kill Keenan Kill! Vincent Cross, con l'aiuto delle corde, torna lentamente in posizione eretta e Jack Keenan si lancia in avanti.

Immagine


Stop Sign! Boato del pubblico! Cross riesce ad anticipare l'avversario con un riflesso di rapidità inattesa! Keenan stramazza al suolo e il biker tenta il primo schienamento dell'incontro: 1......... 2........... kick-out. Vincent Cross ne può approfittare per riprendere fiato: lancia uno sguardo fugace verso Quill, che, seduto a bordo ring, sembra una statua. Il biker torna poi a concentrarsi sull'avversario, che chiude in una Headlock a terra. La prestanza fisica di Cross si fa subito sentire, il volto di Keenan inizia immediatamente ad assumere delle sfumature tendenti al rosso. Il Pain Deliverer cerca di rimettersi in piedi il prima possibile e reagire con delle gomitate alla bocca dello stomaco dell'avversario, il quale però dà un giro di vite in più al suo collo e lo costringe di nuovo al terreno. Boccheggiante, Jack Keenan allunga il braccio verso le corde, che sono però piuttosto lontane: tenta allora una nuova strada, afferrando l'orecchio di Cross con una mano e torcendolo all'indietro, ma l'arbitro è subito pronto a redarguirlo. La cosa permette comunque a JK di tornare in posizione eretta e di indietreggiare alle corde, per poi allontanare da sè Cross sfruttando il rebound... ma il biker riesce a mantenere la presa salda, piantando i piedi a terra. Siamo di nuovo a centro ring e Keenan è ancora bloccato nella Headlock, il suo viso ora ha un colore decisamente preoccupante. Con un sussulto, però, il Pain Incarnate riesce ad allungare un piede per toccare la corda più bassa e Cross è così costretto a mollare la presa. Keenan si rialza con l'aiuto delle corde: Cross prova subito una nuova offensiva, ma viene "murato" da una gomitata. Il Pain Deliverer prova un contrattacco, ma Cross sfrutta il suo slancio per afferrargli il collo e trascinarlo a terra con una Side Headlock Takedown.

Immagine


Ed ecco che nuovamente Keenan si ritrova al centro del quadrato e stretto nella morsa delle braccia di Vincent Cross. L'arbitro va subito a controllare che le spalle dell'atleta di Atlanta non stiano toccando il terreno, per poi chiedergli se abbia intenzione di arrendersi. Jack Keenan scuote vigorosamente la testa, punta i piedi a terra e cerca di fare leva per portarsi in posizione eretta. La cosa gli riesce, ma la presa intorno al suo collo rimane ben salda: JK si sposta allora alle spalle dell'avversario e tenta, quasi alla disperata, di sollevarlo per una Back Suplex, ma la differenza di stazza si fa sentire e la situazione rimane invariata. Keenan cerca a questo punto di liberarsi con una serie di Forearms diretti al dorso dell'avversario, Cross si sposta però rapidamente alle sue spalle e trasforma la presa in una Sleeper. Jack Keenan, pur boccheggiando più che mai, ha una reazione: riesce a trascinare l'avversario vicino al turnbuckle e, facendo leva sulle corde, si getta all'indietro. Cross non molla la presa, ma in questo modo si ritrova con le spalle a terra: 1......... 2............ il biker non può fare altro che lasciare andare Keenan. JK, ancora ansimante, parte al contrattacco con Cross in ginocchio e lo colpisce con un paio di pugni: al primo che non va a segno, però, il Careless approfitta dello slancio dell'avversario per caricarlo in spalla e schiantarlo al mat con una Spinning Wheel.

Immagine


Cross tenta uno schienamento, ottenendo un conto di 2. Keenan ripara alle corde e qui cerca di mettersi in posizione seduta, ma il wrestler di Nashville non vuole concedergli nemmeno un istante di respiro e lo colpisce con una serie di rapidi jab. JK si difende come meglio può, per poi rotolare sull'apron ring. Anche qui viene però subito raggiunto da Vincent Cross, che lo colpisce con un calcio alla bocca dello stomaco, facendolo piegare in avanti. Il biker ora mette la testa dell'avversario fra le proprie gambe e, dopo aver lanciato un rapido sguardo in direzione di Quill, imposta la Straight to Hell. Cross vuole connettere il suo Piledriver sulla parte più dura del ring! Keenan se ne accorge in tempo e, scalciando, riesce a riportare i propri piedi a terra. Poi, all'improvviso, Keenan si lascia scivolare a bordo ring e, da qui, tira uno strattone alla copertura dell'apron ring, facendo cadere Cross di faccia sull'apron stesso. Immediatamente, JK si coordina e mette a segno una sorta di Killshot da bordo ring contro l'avversario.

Immagine


Vincent Cross rimane immobile in posizione prona sull'apron ring. Jack Keenan, pur ancora a corto di fiato, non spreca l'occasione: rientra immediatamente sul quadrato e connette una Slingshot Flying Assassination sul rivale.

Immagine


L'Hell Biker rotola dentro il ring, tenendosi il collo, colpito duramente dalle due mosse subite. Fuori ring, Jack Keenan si prende un istante per rifiatare: dopo uno scambio di sguardi con Quill, il Pain Deliverer torna sull'apron ring e, da qui, mette a segno una Slingshot Senton su Cross. Con l'avversario in posizione prona, Keenan va in rapida sequenza con un Hyper Elbow Drop che lo colpisce alla nuca. Vincent Cross ha un sussulto, JK lo gira in posizione supina e prova uno schienamento, conto di 2. Il Pain Incarnate continua la sua opera con una serie di violenti pestoni al collo ed alla nuca dell'avversario, che non riesce a difendersi da questa pioggia di colpi. Cross tenta allora di riparare alle corde, ma questo serve solo a metterlo in posizione per l'offensiva successiva di Keenan: JK difatti ne approfitta per chiudere il collo del rivale in una presa irregolare, con l'aiuto delle corde. L'arbitro redarguisce duramente Keenan, ma il Pain Deliverer mantiene comunque la presa fino al conto di 4 del referee. Da ciò nasce un breve dibattito fra il wrestler di Atlanta e l'arbitro, che permette a Cross di aggrapparsi alla terza corda e tornare così in posizione eretta. Jack Keenan cerca di riportarlo al tappeto con un Forearm, ma Cross para e risponde con un jab, poi un altro, un terzo... no, JK si abbassa e mette a segno un Jumping Neckbreaker.

Immagine


Jack Keenan tenta lo schienamento, nuovo conto di due per lui. Senza indugi, il Pain Deliverer chiude l'avversario in una Chinlock, torcendo il più possibile all'indietro il suo collo. Una smorfia di dolore si dipinge sul volto di Cross, il quale però, non appena vede l'arbitro avvicinarsi, gli fa cenno di no prima ancora che il referee abbia avuto modo di parlare. In tutta risposta, Keenan si limita ad aumentare la pressione della presa. Nonostante ciò, Cross riesce a far valere la sua stazza ed a tornare in piedi. Da questa posizione, il biker cerca di liberarsi con una serie di gomitate allo stomaco dell'avversario, che però gli salta in spalla, al di fuori della sua portata. Puntellandosi sulle ginocchia, Vincent Cross riesce comunque ad indietreggiare fino all'angolo, facendo sbattere l'avversario contro il paletto. Jack Keenan è ora chiuso all'angolo, ma, non appena Cross torna ad avvicinarsi, con un Drop Toe Hold lo manda a schiantarsi contro il turnbuckle. I ruoli si sono invertiti e il Pain Deliverer ha a questo punto la strada spianata per la Lethal Combination: Corner Jumping Clothesline e Corner Pelè Kick a segno! Keenan proietta ora Cross in avanti con lo Snapmare ma, invece di lanciarsi in corsa per il Back Elbow, sale sulla seconda corda e chiude la sequenza con un Diving Back Elbow.

Immagine


1........ 2............ non basta ancora. Jack Keenan sbuffa vigorosamente, per poi investire l'avversario con una sequenza di pestoni alla nuca. JK tenta un nuovo schienamento, ma ottiene solo un altro conto di due. Il Pain Incarnate sbatte i piedi in segno di frustrazione; ricomincia poi la pioggia di colpi sul collo martoriato di Vincent Cross, che può solo tentare di ripararsi con le braccia. Altro pin, altro conto di due. Keenan scambia qualche parola con l'arbitro, con tono tutt'altro che rilassato; scuote la testa, per poi abbassarsi verso Cross, ancora a terra... il quale, all'improvviso, gli afferra il collo con una mano. Boato del pubblico, mentre la sorpresa si fa largo sul volto di Jack Keenan. Il Pain Incarnate si riprende però altrettanto rapidamente: afferra a sua volta il braccio di Cross, blocca anche l'altro dietro la schiena del biker ed una impressionante scarica di gomitate si abbatte sulla testa, sul collo e sulla nuca del Fearless. Keenan Special!

Immagine


L'attacco di Keenan prosegue per almeno mezzo minuto, il pubblico ammutolisce man mano che gli occhi di Cross si fanno più vitrei. Una volta soddisfatto, JK si rialza e si esibisce nella propria taunt, guadagnandosi i fischi del TWC Universe. Jack Keenan ridacchia, poi torna a rivolgere le proprie attenzioni a Vincent Cross, che nel frattempo si è rimesso in ginocchio. Il Pain Deliverer aggrotta un sopracciglio, poi colpisce l'avversario con un Forearm. Cross risente del colpo, ma rimane in ginocchio. Keenan sospira, poi mette a segno un pugno; Cross rimane in ginocchio. JK urla all'avversario di stare a terra, ma Cross scuote la testa con aria grave. Il volto di Jack Keenan si contrae in una smorfia di frustrazione ed il Pain Deliverer mette a segno, in rapida sequenza, due jab, una ginocchiata al volto ed un calcio all'altezza dello sterno. Non basta ancora: Vincent Cross rimane in ginocchio, lo sguardo fisso su Jack Keenan. L’Hell Biker fa cenno all’avversario di farsi avanti; il Pain Incarnate scuote vigorosamente la testa, le mani chiuse a pugno.

Keenan: Perchè non ti arrendi mai??

JACK KEENAN SCHIAFFEGGIA VINCENT CROSS! Lo stupore si fa largo nel TWC Universe e al contempo sul volto del biker. Jack Keenan sospira, poi si lancia alle corde...

Immagine


… BLITZKRIEG!! Vincent Cross colpisce Jack Keenan con una Blitzkrieg! Gli occhi del Pain Deliverer si ribaltano nelle orbite, l’atleta di Atlanta barcolla all’indietro e si affloscia lentamente, scivolando fra la prima e la seconda corda e crollando a bordo ring. L’arbitro inizia a contare fuori il Pain Incarnate, mentre Vincent Cross è tornato in ginocchio e rimane immobile in quella posizione, riprendendo fiato. Quando il conto del referee è arrivato a 4, Jack Keenan riesce a rimettersi in piedi, aggrappandosi al telo che copre l’apron ring. Il Pain Deliverer non rientra però immediatamente sul quadrato: le braccia appoggiate sull’apron, si limita a fissare Vincent Cross, ansimando, gli occhi ridotti a due fessure. Il biker ricambia lo sguardo, scuro in volto, per poi fare di nuovo segno all’avversario di farsi sotto. JK non se lo fa ripetere: con una smorfia di rabbia stampata sul volto, si getta sul ring e torna all’attacco di Cross, tentando di colpire qualunque punto del suo corpo riesca a raggiungere. E’ la foga a tradirlo: il Fearless, alla prima occasione, blocca un calcio del suo ex avvocato e lo colpisce in pieno volto con l’Eat It.

Immagine


JK piomba a terra a peso morto. Pin: 1………. 2………… kick-out di Keenan. Vincent Cross aggrotta un sopracciglio, poi annuisce. Il biker non infierisce, si porta ad un passo di distanza dall’avversario ed attende pazientemente che Keenan torni in posizione eretta, tendendo nel frattempo una mano verso l’alto. Appena l’avversario si rialza – non senza fatica – Cross lo afferra per il collo e, senza troppi indugi, lo solleva per la Crash. Forse preso dalla foga, il biker non si è però accorto che l’angolo è piuttosto vicino e Keenan si salva dallo schianto aggrappandosi alle corde, ritrovandosi seduto sul turnbuckle più alto. Da questa posizione, JK colpisce Cross con un calcione alla tempia, costringendolo ad una distanza di sicurezza, per poi salire sulla terza corda: il Fearless, tuttavia, si getta di peso contro la terza corda, facendo cadere Keenan a cavalcioni sul paletto. Vincent Cross guadagna così il tempo per prendere in consegna l’avversario e cerca di caricarlo sulle proprie spalle: JK ha però un sussulto e, con un movimento improvviso, torce il collo di Cross, già più volte colpito nel corso del match. Questo permette a Keenan di tentare una seconda volta di mettersi in equilibrio sulla terza corda, ma è di nuovo un errore: l’Hell Biker va infatti a segno con una Open-Handed Front Chop che risuona per tutta l’arena. Keenan si affloscia immediatamente, lungo disteso sopra il turnbuckle. Vincent Cross va allora a raggiungere l’avversario, apparentemente semi-incosciente, sulla seconda corda e lo mette in posizione per un Superplex… ma Keenan, forse per puro istinto, si aggrappa con forza all’avversario e lo chiude in una Guillotine Choke. I due sono in una posizione assolutamente precaria e la presa va ad agire sul collo infortunato di Cross. Il volto del biker assume una sfumatura rossastra, il biker barcolla, sembra vicino a perdere conoscenza e, dunque equilibrio. L’arbitro, che è parso in dubbio per qualche istante, dice a Keenan di lasciare la presa… ma proprio in questo momento Cross rialza la testa, con un urlo selvaggio. DEADLIFT SUPERPLEX DI CROSS!!

Immagine


De-ja-vù di The End is Near 2015! Incredibile prova di forza di Cross, non pochi tra il pubblico si alzano in piedi per applaudire, mentre i due lottatori rimangono immobili a centro ring. Il primo a muoversi è Vincent Cross, che allunga il suo braccio e lo appoggia sul petto di Keenan per il pin: 1........... 2............ kick-out alla disperata! Keenan rimane della partita! Vincent Cross rimane in ginocchio per qualche istante, per poi spostarsi all'angolo, dove inizia a mulinare in aria il braccio destro. Il pubblico si scalda sempre più mentre Jack Keenan si rialza lentamente a centro ring... Vincent Cross si lancia in avanti, Street Speed!

Immagine


Ma Keenan lo anticipa! Standing Double Foot Stomp! Cross crolla a terra, tenendosi la nuca. Jack Keenan non perde tempo: rialza immediatamente l'avversario, lo afferra per il collo e tira a sè la sua gamba sinistra. Sembra tutto pronto per la Pain Delivery, ma il volto di JK si tende tutto ad un tratto in un sorriso beffardo.

Immagine


Package Pain Delivery! 1............ 2.............. no! Kick-out all'ultimo istante per Cross! Jack Keenan scuote ossessivamente la testa, le mani nei capelli, gli occhi sbarrati. La mossa che ha messo al tappeto Vincent Cross a Zero Hour stavolta non è bastata. Jack Keenan si rialza di scatto e protesta con veemenza con l'arbitro, che però fa inequivocabilmente segno che il conto era di 2. Keenan inspira a fondo, ad occhi chiusi. Quando li riapre, JK si sposta verso l'angolo: punta il dito indice verso l'avversario, poi alza il pollice e fa il segno del tagliagole. Cross si rialza lentamente a centro ring, ignaro di quel che lo aspetta... Keenan si lancia in avanti per la Kill Keenan Kill...

Immagine


... ma Cross lo intercetta con una spettacolare Spinning Side Slam! Cross si getta subito sopra Keenan per lo schienamento, ma non si sente alcun conto. Il biker alza allora la testa, con aria perplessa, e vede l'arbitro a terra. Viene ora trasmesso un replay che ci mostra che, nella rotazione, un piede di Keenan ha colpito il referee alla testa. Dopo essersi pulito il sudore dalla fronte, Vincent Cross, con le mani sui fianchi, va a verificare le condizioni dell'arbitro. L'ufficiale del match non dà segni di ripresa e non risponde alle domande del biker. La regia si sposta però verso l'area a bordo ring: difatti, Jack Keenan, approfittando della distrazione dell'avversario, è rotolato fuori dal quadrato ed ora vi sta facendo di ritorno armato di una Kendo Stick! Il Pain Deliverer si porta a centro ring e chiama a gran voce Vincent Cross. Il biker si volta e la prima cosa che vede è il bastone puntato alla sua gola. Dopo un attimo di stupore, il Fearless scuote la testa, le sue braccia si abbandonano lungo i fianchi. L'atmosfera si fa ogni secondo più tesa, anche il pubblico si ammutolisce. Il respiro di Jack Keenan è pesante, il suo sguardo viaggia da Cross a Quill, che per la prima volta dall'inizio del match si è alzato dalla sua postazione e sta seguendo la scena appoggiato all'apron. Cross continua a scuotere la testa ed a cercare di riportare Keenan alla ragione, ma gli occhi del Pain Deliverer si fissano sempre più sul suo mentore. Quill fa un cenno netto. Keenan annuisce, poi carica il colpo E SPEZZA LA KENDO STICK SUL PROPRIO GINOCCHIO! Keenan getta quel che rimane dell'arma fuori ring, poi invita Cross a farsi avanti. Lo sguardo del biker si sta però ancora spostando da Keenan a Quill, allora è il Pain Deliverer a prendere l'iniziativa. Pugno di Keenan. Pugno di Cross. Pugno di Keenan. Pugno di Cross. Pugno di Keenan. Pugno di Cross... evitato. Roundhouse Kick di Keenan. Spinning Roundhouse Kick di Keenan. Vincent Cross non cade, rimane immobile a centro ring. Per la terza volta nel corso del match Jack Keenan prende la mira e carica la Kill Keenan Kill.

Immagine


POP-UP POWERBOMB! POP-UP POWERBOMB DI CROSS!! Il biker controlla rapidamente con lo sguardo che l'arbitro sia tornato in piedi, poi va per lo schienamento: 1.............. 2................ il piede di Jack Keenan è sulle corde!! Cross guarda prima l'arbitro, poi la gamba dell'avversario; si toglie la bandana, si passa le mani nei capelli. L'Hell Biker si rialza lentamente, con gli occhi abbraccia tutto il pubblico: poi urla che è finita, costringe l'avversario a rimettersi in piedi e lo mette in posizione per una Suplex.

Immagine


1.............. 2................ Keenan rotola debolmente di lato!! Boato di stupore del TWC Universe. Seppur a stento, Jack Keenan è uscito da una delle mosse più temibili di Cross, quella stessa Road End che lo aveva sconfitto un anno e mezzo fa. Vincent Cross sembra scioccato, le mani nei capelli, lo sguardo perso chissà dove. Il biker rimane in questa posizione per quasi mezzo minuto, respirando lentamente, senza muovere un muscolo. Infine, dà una leggera pacca sulla spalla dell'avversario, per poi girarlo in posizione supina. Vincent Cross trascina Jack Keenan a centro ring, poi sale sulla terza corda, accompagnato passo dopo passo dal pubblico. Cross si gira un'ultima volta per controllare la posizione di Keenan, poi salta.

Immagine


MA KEENAN ALZA LE GAMBE! La Biker From Paradise di Cross si infrange sulle ginocchia dell'avversario, che subito afferra il biker per un braccio e lo chiude nella Pain Injection!

Immagine


Vincent Cross è bloccato a centro ring e pare da subito in difficoltà. Keenan se ne accorge e torce all'indietro quanto più possibile il suo collo, già più volte colpito nel corso del match. Il Pain Deliverer urla all'avversario di arrendersi, Cross scuote ossessivamente la testa e inizia a trascinarsi verso le corde con il braccio libero. In tutta risposta, Keenan cerca di aumentare ancora di più la pressione. L'aria si riempie delle urla di entrambi i lottatori. Cross sbatte con violenza un pugno al tappeto, per poi riprendere la sua marcia verso le corde, più vicine ogni istante che passa. Jack Keenan tutto ad un tratto molla la presa, trascina l'avversario verso il centro del ring e lo chiude di nuovo nella Pain Injection. Tutto da rifare per Cross, che però non ha alcuna intenzione di arrendersi, non senza fatica, torna ad avvicinarsi alle corde. Il biker allunga il suo braccio, ma non riesce a toccarle. L'arena inizia a riempirsi di fischi: difatti, Quill, fino ad ora assolutamente esterno al match, sta tirando le corde verso di sè, allontanandole da Cross. Non se n'è accorto l'arbitro, che osserva la scena da un altro angolo: non se n'è accorto Jack Keenan, preso dalla foga del combattimento. Ma attenzione, boato del pubblico: una nuova figura fa la sua comparsa a bordo ring!

Immagine


Lance Murdock raggiunge Quill e, senza troppi complimenti, punta il proprio dito contro il suo petto, urlandogli di andarsene. Quill inarca un sopracciglio, senza fare una mossa; Murdock gli indica allora in modo ancor più eloquente la rampa d'ingresso, mostrandogli poi il pugno. Prima che possa fare altro, tuttavia, Jack Keenan scende a sua volta dal ring e va a muso duro con Murdock, allontanandolo da Quill. Rosso in viso, Keenan chiede al diavolo di Hell's Kitchen cosa ci faccia lì e indica al suo indirizzo la rampa d'ingresso. Lance Murdock scuote la testa; Keenan inspira profondamente, per poi spintonare all'indietro. Il volto di Murdock si contrae in una smorfia di rabbia, Lance torna faccia a faccia con il vecchio amico. I nasi dei due quasi si sfiorano, l'atmosfera si fa ogni istante più tesa... poi Murdock scuote la testa, sussurra un udibilissimo "screw you" a Keenan e se ne va, ripercorrendo la rampa d'ingresso verso il backstage. Keenan lancia uno sguardo fugace verso Quill, poi torna sul ring... e qui trova Cross di nuovo in piedi, che lo afferra per il collo. Keenan cerca di liberarsi, ma la morsa dell'avversario sembra essere di ferro. Vincent Cross inspira profondamente, lo sguardo puntato negli occhi di JK.

VC: Non così.

Vincent Cross lascia andare l'avversario, spingendolo all'indietro. Jack Keenan osserva Cross con aria stupita: in tutta risposta, il Fearless si mette in posizione di guardia. Il Pain Deliverer annuisce, poi parte all'attacco. Pugno di Keenan. Pugno di Cross. Pugno di Keenan. Pugno di Cross. Pugno di Keenan. Pugno di Cross. Pugno di Cross. Pugno di Cross. Pugno di Cross. Pugno di Cro... FOREARM DI KEENAN!

Immagine


Come ad Indoor War, il Forearm di Keenan colpisce in pieno la tempia di Cross. Il suono del colpo attraversa tutta l'arena, il pubblico ammutolisce. Vincent Cross, però, rimane in ginocchio: barcolla per qualche istante, ma poi riesce a rimettersi in piedi. Keenan sgrana gli occhi, poi mette a segno una Front Chop contro il petto del biker. Cross sussulta, ma rimane faccia a faccia con Keenan. Altra Front Chop del Pain Deliverer. Terza Front Chop... no, Cross afferra la mano dell'avversario e lo tira a sè: STREET SPEED!

Immagine


Keenan crolla a terra, apparentemente esanime. Vincent Cross non lascia però andare la sua mano. Il biker rimane immobile a centro ring per qualche istante, ad occhi chiusi: poi tira a sè Jack Keenan, rialzandolo da terra per il braccio. Vincent Cross punta il suo sguardo in quello del wrestler di Atlanta, poi lo spinge all'indietro.

Immagine


SECONDA STREET SPEED! 1.......... 2............ 3! Vincent Cross sconfigge Jack Keenan per la seconda volta!

Spoiler:
THE WINNER OF THIS MATCH: VINCEEEEEEEEEEEEEEENT CROOOOOOOOOOOOSSSSSSSSSS!!!


Il boato del pubblico accompagna l'annuncio del vincitore da parte di Jessica Rose. Cross si tiene il collo malandato, ma poi alza il pugno al cielo ed applaude in direzione del TWC Universe, che contraccambia. Nel frattempo, Jack Keenan è rotolato fuori ring e si sta rialzando in piedi, in parte con l'aiuto di Quill, in parte con quello dell'apron ring. Cross si gira verso l'angolo in cui era prima JK e punta lo sguardo verso la coppia fuori dal ring: Keenan ricambia lo sguardo, con la stessa intensità. I due rimangono immobili per qualche istante, poi Vincent Cross alza il pollice in direzione di Keenan: il Pain Deliverer annuisce, poi si volta e si dirige con Quill verso il backstage, lasciando Cross al suo trionfo. Pubblicità.





Up Next
Spoiler:
Fred Franke


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2017
MessaggioInviato: 10/03/2017, 21:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Le immagini ci accompagnano nuovamente presso il Madison Square Garden, New York, New York, dove si sta svolgendo il primo PPV del 2017 presentato dalla TWC, Alpha Horizon, l'ultimo evento speciale prima di War of Change, lo show dell'anno. L'esaltazione fra gli spettatori è virale, l'atmosfera all'interno dell'arena è festosa mentre ci avviciniamo al prossimo incontro, uno dei più attesi dell'intera serata.

Immagine

Dietro le quinte Fred Franke, il primo sfidante per il TWC Diamond Championship, s'incammina lungo il corridoio che conduce all'interno dell'arena, pochi sono gli attimi che lo separano dallo scontro con Morgan. Eccitazione, ansia, determinazione, paura, il tedesco parla e si smaschera attraverso gli occhi mentre, giunto ormai a qualche metro dall'ingresso nel campo di battaglia, si ferma e respira profondamente.

??: Fred Franke.

Subito The Captain si volta.

Immagine

Attonito, Fred scopre l'origine di quelle parole ritrovandosi dinnanzi a lui Mr. Zanou. Un sorriso enigmatico illumina il volto deforme del manager.

Mr. Zanou: E' un piacere incontrarti, di nuovo.

FF: Sbaglio, ma credo di non averti mai incontrato prima d'ora.

Mr. Zanou: Ti sbagli, Fred.

Il tedesco alza le spalle.

FF: Comunque, so di certo che ora tocca a me là fuori, dunque... addio.

Fred accenna un sorriso cordiale verso Mr. Zanou, dunque gli volge le spalle e avanza...

Mr. Zanou: E come sta il nostro amico, il vecchio Fox?

Il passo del tedesco s'arresta immediatamente.

Mr. Zanou: Che lui ed io siamo stati grandi amici lo sai, vero?

FF: Sì...

Fred si volta nuovamente all'indietro, verso il manager, questa volta sputa fiamme di fuoco dagli occhi.

FF: Mi ha parlato di te, sì, raccomandandomi di evitare simili sanguisughe.

La voce è colma d'odio.

FF: Voltati e vattene via, ho un match da combattere ora e non intendo perdere ulteriore tempo.

Fred serra i pugni.

Mr. Zanou: Questa maschera non ti s'addice, Fred Franke. L'ambizione è il punto di partenza, il potere il punto d'arrivo, per raggiungere il quale occorrono forza e ingegno. E tu hai rinunciato sia all'uno sia all'altro.

Il tedesco sbuffa, pare costantemente essere sul punto di balzare contro il manager, questi però sembra non preoccuparsene.

Mr. Zanou: Vivi nella menzogna. Hai perso e per ricominciare hai scelto di costruire attorno a te una falsa immagine che ti sei imposto a tal punto che ora sei certo ti appartenga, ma non è vero. Va, ora, combatti, ma sappi che perderai; forse ti rialzerai, tornerai, ma poi cadrai nuovamente e non ti risolleverai mai più da terra. Sei un perdente, Fred Franke, e la Storia risparmia solo i vincitori.

Fred gli si avvicina, lo afferra per il colletto della camicia alzando e mostrandogli minaccioso il pugno destro; Mr. Zanou sorride, ma pare poco sincero. Solamente ora il tedesco lo lascia andare, gli lancia velenose occhiate, dunque si volta. Il manager si ricompone, lo osserva allontanarsi, dopodiché le immagini ci mostrano le fasi salienti della lunga rivalità fra Fred Franke e il TWC Diamond Champion Sean Morgan, i due nemici ex amici.





Up Next
Spoiler:
**TWC Diamond Championship Match**
Sean Morgan (c) vs. Fred Franke


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2017
MessaggioInviato: 10/03/2017, 21:54 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Immagine

Le immagini ci conducono nuovamente presso il Madison Square Garden, New York City, New York, dove si sta svolgendo la seconda edizione di Alpha Horizon, il primo evento speciale dell'anno nuovo presentato dalla TWC. All'interno della celeberrima arena l'entusiasmo fra il pubblico è travolgente, inesauribile; gli spettatori che gremiscono il Garden, urlano festanti i nomi dei propri beniamini, il silenzio qui è messo al bando. Anche alla postazione di commento l'euforia è incontenibile: Jacob Price e Michael Campbell discutono in merito a questo grande appuntamento illustrando il prossimo incontro che vedrà i due ex membri del Dawn of the Empire, Fred Franke e Sean Morgan, contendersi il secondo titolo più prestigioso della federazione newyorchese, il TWC Diamond Championship.

Immagine

... D'un tratto le luci si spengono, cala il buio all'interno dell'arena, accompagnato da un roboante boato...


"For the Win" dei Two Steps From Hell risuona energicamente all'interno dello stadio, fiamme e fulmini rischiarano il buio accecante...

Immagine

Dal basso, attraverso una botola, viene fatto salire The Golden Warrior Fred Franke, illuminato da un fioco fascio di luce, ora meno tenue, ora, improvvisamente, accecante. Le luci tornano ad illuminare l'arena: là, al centro dello stage, le braccia al cielo, ecco The Captain, in piedi, immobile, l'espressione austera. La gioia tutt'attorno è virale, il pubblico grida il suo nome, mani si allungano verso di lui. Fred percorre con passo solenne la rampa, un sorriso traspare sul suo viso mentre stringe a sé un suo giovanissimo seguace. Raggiunge il ring, sale dentro di esso, dunque s'accentra. Tantissimi sono gli applausi da parte del pubblico, talmente assordanti da rendere inesistenti quei pochi fischi che da sempre seguono il tedesco e che sempre lo seguiranno. Lui sorride, alza nuovamente le braccia al cielo... d'un tratto viene meno l'entusiasmo, un brusio preoccupato s'innalza fra gli spettatori in opposizione all'espressione felice sul volto di Fred...

Immagine

... Sean Morgan, la cintura ben stretta attorno alla vita, compare alle sue spalle, lo colpisce, il tedesco subito si volta, il nemico allora gli sferra un nuovo colpo direttamente in faccia, Fred prova a difendersi... Entrambi, l'uno avvinghiato all'altro, cadono fuori dal ring attraverso la seconda e terza corda del ring, andando ad impattare violentemente contro il pavimento. Simultaneamente si rimettono in piedi, The Captain furiosamente si abbatte contro il campione, questi però lo anticipa sferrandogli una tremenda ginocchiata contro il ventre; Fred barcolla all'indietro, verso le balaustre, ma poi va subito all'attacco: la rissa fra i due è caotica, senza esclusione di colpi, distruttiva. Sostenuto da gran parte del Garden, Fred colpisce l'avversario con una serie di pugni, Morgan vacilla, ma riesce ad afferrare il nemico ex amico per il collo e schiantarlo contro la parte esterna di uno dei paletti del ring. Fred è a terra, immobile. Il direttore di gara designato per l'incontro s'inginocchia presso di lui verificandone le condizioni salutari, tutt'attorno c'è silenzio, un silenzio interrotto dalla furia incontenibile del Diamond Champion che ora smantella la postazione di commento sotto gli occhi di Price, disgustato, ma impotente; dunque raggiunge Fred, lo raccoglie, questi reagisce invano, l'arbitro prepotentemente si frappone fra i due allontanando Morgan dalla sua preda. Un ghigno demoniaco segna il viso scarno del campione, che s'illumina vedendo The Golden Warrior rialzarsi faticosamente sostenuto dai tifosi e da un paio di medici. Il campione scuote la testa, eccolo nuovamente addosso all'avversario che riaccompagna sul ring e lì inizia a colpirlo ripetutamente con calci e pugni, interviene con rinnovata forza l'arbitro che ancora porta via un divertito Morgan. Quest'ultimo si slaccia la cintura, la alza al cielo, dopodiché la depone a terra invitando il nemico a raggiungerlo; Fred dolorante è adagiato su un angolo del ring, allunga le mani contro il nemico, con difficoltà si rimette in piedi. Sguardi di fuoco fra i due nemici ex amici. L'arbitro lancia occhiate di pietà contro un incontrollabile Fred, dunque è costretto a far suonare la campanella e dare il via alla contesa.

TWC DIAMOND CHAMPIONSHIP
Singles match:
The Orphan Sean Morgan vs. The Golden Warrior Fred Franke


Il campione avanza di qualche passo verso la preda, Fred però gli si precipita addosso sorprendendolo; lo afferra, lo solleva e lo schianta contro un angolo. Morgan lo colpisce ripetutamente alla schiena, The Captain però mantiene la presa su di esso e lo porta contro l'angolo opposto. The Orphan è ora adagiato lì, reagisce sferrando un pugno contro Fred, questi lo para, testata; dunque lo solleva nuovamente e lo abbatte contro un altro angolo del ring. Il campione è ora a terra presso di esso, Fred indietreggia portandosi al centro del quadrata, alza entrambe le braccia al cielo lanciando sguardi di sfida contro l'avversario e ricevendo gli applausi del pubblico. Morgan ansima, ora digrigna i denti, si rialza e va addosso al nemico che lo atterra con un braccio teso. Il Diamond Champion si rimette in piedi venendo però subito messo al tappeto da The Golden Warrior. The Orphan rotola fuori dal ring, Fred lo raggiunge scendendo attraverso la seconda e la terza corda, immediatamente The Unstoppable Machine torna sul ring, ora è in piedi e si ritrova davanti Fred. Morgan, scuro in volto, scuote leggermente la testa, Fred gli mostra un ghigno invitandolo a raggiungerlo e combatterlo. Il campione prova a colpirlo con un braccio teso, The Captain fugge, ora è alle sue spalle, pelè kick... Morgan lo afferra per la caviglia, lo stesso fa Fred che si trova a testa in giù e che comincia a scalciare contro il campione il quale infine è costretto a liberare il nemico dalla morsa; quest'ultimo dunque atterra Morgan, mantiene la presa sulla caviglia, The Orphan rapidamente raggiunge le corde, 1... Il tedesco non molla la presa, il campione afferra con entrambe le mani la seconda corda cercando al tempo stesso di svincolarsi da Fred che resiste... 2... 3... Alla fine The Golden Warrior sradica il Diamond Champion, lo porta al centro del ring e subito prova a chiuderlo nella cloverleaf, Morgan però si libera e lo spinge in avanti lanciandolo contro un angolo; Fred lo raggiunge, The Orphan gli sferra una gomitata, The Captain barcolla, avanza di nuovo verso l'avversario che lo atterra definitivamente con una STO.

Immagine

1... Fred alza la spalla destra uscendo immediatamente dal tentativo di pin fall. Il tedesco rotola presso uno dei lati del ring e con l'ausilio delle corde è nuovamente in piedi. Morgan sbuffa, gli occhi infuocati, e si abbatte contro il rivale scaraventandolo fuori dal quadrato con un braccio teso. Il campione ora si trova sull'apron e con le mani congiunte salta verso Fred che si era rialzato, colpendolo alla nuca. The Captain è ora adagiato presso il tavolo dei commentatori; Morgan lo raggiunge, lo afferra, ma viene colpito a sorpresa da una gomitata in pieno volto. Il campione si allontana dolorante, le mani appoggiate sulla mascella, lancia occhiate di fuoco contro il nemico e inizia a colpire con calci e pugni Fred che si ritrova disteso ai piedi del tavolo. Jacob Price scatta dalla sedia, con la coda dell'occhio Morgan lo vede, interrompe la mattanza, dunque sghignazza dinnanzi allo sgomento del commentatore che viene poi spinto in avanti. Il Diamond Champion gli ordina di sedersi, ma questi, sostenuto da gran parte dell'arena, si toglie le cuffie lanciandole sulla postazione, lo sguardo severo, gli occhi diritti su quelli di Morgan il quale severamente lo squadra; afferra le cuffie invitandolo con forza ad indossarle nuovamente e a rimanere seduto, Price scuote lentamente il capo. Sopraggiunge il direttore di gara che sollecita Morgan a tornare immediatamente sul ring, nel frattempo Campbell timidamente suggerisceal collega di rimettersi seduto, invano. Il campione digrigna i denti, l'atmosfera tutt'intorno s'infiamma finché d'un tratto il commentatore coraggioso allunga la mano, afferra le cuffie e, il capo chino, si lascia cadere sulla dura poltrona. Il pubblico rumoreggia, non mancano i fischi, The Orphan ride grossolanamente, dunque sferra un calcio contro il ventre dell'avversario, lo afferra per la testa, vuole sbattergliela contro il tavolo... Ma Fred appoggia entrambe le mani sul medesimo, Price scatta nuovamente dalla sedia e comincia ad incitare il tedesco insieme a tantissimi spettatori. Morgan preme contro la testa dell'avversario con sempre maggiore forza, ma The Golden Warrior resiste, resiste ancora, una gomitata, un'altra, Morgan è costretto a lasciarlo andare; Fred, rosso in volto, afferra il nemico ex amico e lo schianta contro le balaustre.

Immagine

Morgan, frastornato, non fa in tempo a rialzarsi che Fred lo afferra, gli sferra uno, due, tre, quattro calci contro il ventre, ora gli prende la testa, gli urla contro, e gliela sbatte contro il bordo della balaustra, una, due, tre, quattro, cinque, sei volte. Il campione, esausto, scivola a terra, Fred si erge dinnanzi alla sua carcassa, alza le braccia al cielo ricevendo gli applausi da parte dei suoi sostenitori, dunque riafferra l'avversario e finalmente lo riporta all'interno del ring. Morgan è dunque al centro del quadrato, a terra, solamente ora comincia a rialzarsi, faticosamente; Fred nel frattempo sale sulla terza corda, dall'alto osserva le sofferenze dell'odiato avversario, un sorriso compiaciuto compare sul suo viso in contrasto col corpo segnato dalle violente percosse subite, dunque si getta contro The Orphan non appena questi si è rimesso in piedi...

Immagine

... Ma Morgan lo sorprende colpendolo con un devastante superkick in pieno volto. D'un tratto all'interno dell'arena cala un assordante e drammatico silenzio, Fred pare precipitare al tappeto, ma si ritrova appoggiato alle corde presso un angolo del ring; ora è di nuovo in piedi, Morgan di conseguenza gli sferra un altro superkick... Il tedesco, però, incredibilmente lo blocca afferrandolo per la caviglia. Poi cade. L'arbitro precipitosamente verifica le condizioni salutari del tedesco che giace immobile dinnanzi al suo avversario, Sean Morgan, che ora ride, una risata fastidiosa, spettrale, la lingua sulle labbra sporche del proprio sangue. Il campione prepotentemente allontana il direttore di gara, trasporta l'avversario al centro del ring, cade in ginocchio, lo osserva divertito, lo copre, 1... No! Fred resiste, ancora. Il sorriso svanisce sul volto di Morgan, ma solamente per qualche istante; reagisce immediatamente agguantando l'avversario e issandolo, tenta dunque di eseguire la Kansas Bomb, è pronto a sollevarlo in alto, ma The Golden Warrior lo abbranca per le gambe, Morgan fa forza, ma Fred non cede la presa. Dunque il Diamond Champion, nuovamente scuro in volto, percuote la schiena martoriata del rivale con un unico potentissimo pugno, talmente potente che il contendente gli cade ai piedi sputando saliva e sangue a terra. Morgan, inarrestabile, ora lo sistema sopra un angolo del quadrato, lo raggiunge sulla terza corda, ma Fred lo respinge scagliandolo al suolo con una testata; The Orphan risale immediatamente, pugno, testata da parte del tedesco, un altro pugno, un'altra testata e nuovamente il campione è a terra, in piedi. The Captain, ancora visibilmente disorientato, non perde l'occasione, si getta contro il campione che, anche questa volta, lo anticipa piegandolo in due con un calcio al ventre; lo porta rapidamente al centro del ring, lo eleva, tenta di portare a compimento la sua mossa risolutiva, ma Fred lo colpisce al volto con una serie di pugni, gli scivola alle spalle...

Immagine

... Canadian Destroyer! 1... 2... 3! NO! L'euforia fra il pubblico dura pochi attimi, c'è un silenzio di sgomento non appena si realizza che Morgan incredibilmente è uscito dal tentativo di pin fall appena prima del fatidico terzo conteggio. Fred fa una capriola all'indietro, si rialza, anche l'avversario è in piedi; quest'ultimo viene immediatamente acciuffato dal tedesco che lo solleva posizionandolo sulle spalle; vuole eseguire il Golden Knee, Morgan scalcia, tira gomitate, Fred resiste a lungo, ma alla fine è costretto a lasciare la presa sull'avversario. Il Diamond Champion si ritrova alle spalle del nemico che spinge violentemente contro uno degli angoli in metallo del ring.

Immagine

Fred cade, faticosamente, ma con tenacia si rialza venendo però immediatamente agguantato da Sean Morgan che ora lo conduce sulle spalle: un ghigno ne illumina gli occhi, il pubblico rumoreggia; il campione esegue il Golden Knee... Fred gli afferra la caviglia, lo atterra, tenta di chiuderlo nella STF...

Immagine

... Morgan inverte la presa, è lui a chiuderlo nella STF. Fred è immobilizzato al centro del ring, con ambedue le mani cerca le corde, le guarda con occhi speranzosi, ma sono lontane, troppo lontane e la presa dell'avversario diventa sempre più stringente. Il Diamond Champion lancia occhiate di fuoco contro il rivale che si rifiuta di cedere nonostante le continue richieste da parte dell'arbitro che segue con attenzione e tanta apprensione quanto sta accadendo. Tutt'attorno il pubblico reagisce solamente ora gridando a squarciagola il nome del tedesco, spronandolo, incoraggiandolo a resistere. Ma l'anima pare ora aver abbandonato il corpo di Fred che giace immobile contro il tappeto. Interviene il direttore di gara, afferra il braccio di The Golden Warrior, lo alza, dunque lo lascia cadere... 1! Lo sguardo di Morgan s'illumina... 2! Si lascia sfuggire una risata oscena, nell'arena cala nuovamente il silenzio mentre l'arbitro si accinge ad alzare per la terza volta il braccio del contendente ormai privo di sensi; la mano è su, in alto, il polso ben stretto dalla mano sudata del direttore di gara che lascia infine la presa... La destra di Fred cade, ma non tocca il ring, The Captain resiste! Fra il clamore del pubblico, ecco che il tedesco preme con entrambe le mani contro il tappeto, inizia a sollevarsi, lentamente, faticosamente, inciampa, ora è in piedi, Morgan avvinghiato a lui mantiene la presa attorno al collo del tedesco, presa che diventa sempre meno opprimente tant'è che Fred, afferrato l'avversario, è in grado di posizionarlo sulle spalle; sguardo di fuoco, la platea s'infiamma, si accinge ad eseguire la sua mossa risolutiva, vacilla e alla fine cede lasciando cadere il nemico alle spalle. Sean Morgan, ritrovandosi nuovamente in una posizione favorevole, spinge in avanti l'avversario lanciandolo verso le corde a cui Fred rimane aggrappato; il Diamond Champion gli si catapulta contro, The Captain lo solleva scaraventandolo fuori dal ring, Morgan atterra in equilibrio sull'apron, rapidamente intercetta l'attacco del rivale e lo colpisce con un pugno allontanandolo; subito con l'ausilio delle corde gli si getta addosso, ma Fred lo raccoglie posizionandolo nuovamente sulle spalle, Morgan si libera facilmente dalla presa scivolando a terra questa volta dinnanzi al tedesco...

Immagine

... e lo sorprende con una devastante running clothesline. Entrambi i contendenti sono a terra, solamente adesso Morgan copre l'avversario, 1... 2... Fred alza la spalla destra annullando l'ennesimo tentativo di pin fall da parte del campione che non perde tempo e va all'attacco di The Golden Warrior impedendogli di rialzarsi. Fred è inerme presso un lato del ring, Morgan continuamente lo percuote: calci, pugni, il massacro è straziante. Numerosissimi sono i fischi da parte degli spettatori che non riescono a sopportare la visione a cui sono sottoposti e manifestano il proprio dissenso con parecchi insulti rivolti verso il Diamond Champion il quale reagisce con un sorriso strafottente e mostrando loro il dito medio, dunque continua l'indegno assalto. Lo porta al centro del quadrato, lo afferra, pronto a sollevarlo ed eseguire la Kansas Bomb, ma Fred lo spinge in avanti e tenendolo lo schianta contro il paletto. Morgan impatta dolorosamente con la schiena, ma riporta l'avversario nuovamente al centro del ring, per l'ennesima volta prova a mettere a segno la mossa finale, ma nuovamente Fred glielo impedisce; gli afferra le gambe, lo solleva, tenta di scagliarlo al suolo con l'Alabama slam, ma ancora una volta perde la presa: il Diamond Champion gli scivola alle spalle chiudendolo in un roll-up, 1... 2... Il tedesco riesce ad uscire un istante prima che la mano dell'arbitro batta il tappeto per la terza volta; in ginocchio, Fred con rabbia tira un pugno contro il ring, si rialza, dinnanzi a lui c'è Morgan, anch'esso in piedi, fiamme e fuoco spuntano dai suoi occhi sporgenti quando si abbatte contro il nemico...

Immagine

... Fred lo sorprende, gli balza addosso colpendolo col suo Infamous Knee! The Orphan, le mani d'istinto portate sul naso gravemente ferito, indietreggia cadendo infine al di fuori del ring attraverso la seconda e la terza corda. Fred è in ginocchio, ancora scosso dalle brutali botte subite, un'espressione di dolore si alterna continuamente sul volto martoriato dalle fatiche dello scontro. Non senza travaglia si rialza, Morgan fuori dal ring urla, scalcia bestemmia, le mani sporche di sangue che sgorga copioso dal naso tumefatto; ora è fermo, appoggiato presso il boro della balaustra, un fan ardito lo insulta, lui prima mostra indifferenza, poi, stizzito, minacciosamente tira una manata fendendo l'aria e zittendo l'irrispettoso tifoso. Il Diamond Champion respira profondamente, ripetutamente, Fred, aggrappato alle corde, lo osserva, intensamente, gli occhi luccicano, uno strano sorriso segna ora il suo viso; il pubblico strepita vedendo il loro beniamino prima prendere la rincorsa con le corde, dunque sfrecciare attraverso la seconda e la terza corda, all'esterno del ring, direttamente contro Morgan che ora lo guarda immobile, pietrificato...

Immagine

... Solamente all'ultimo istante, appena prima dello schianto, The Orphan con un urlo di battaglia o forse di sorpresa, si scansa... Fred violentissimamente impatta contro la balaustra con la testa cadendo poi a terra, ai piedi della medesima. Il tedesco giace immobile, tutt'attorno c'è un chiassoso silenzio, lo sgomento opprime i volti degli spettatori. L'arbitro si precipita fuori dal campo di battaglia, presso la carcassa di The Golden Warrior, chinandosi su di lui ed esaminandone le condizioni, anche sul suo volto manifesto è lo sgomento, nessuna parola, gli occhi parlano eloquentemente. Alacremente chiama ora qualcuno, giunge poi correndo il
Dr. Chris Jack Brooks accompagnato da due colleghi. I tre e l'arbitro sono radunati attorno a Fred che siede muto dinnanzi a loro, la schiena appoggiata sulla balaustra. Metà del pubblico è ancora chiuso nel silenzio, l'altra metà ora comincia a sostenere il tedesco, fra questi l'ardito fan che allunga la mano e sfiora Fred spronandolo e dandogli coraggio. Fra i fischi del pubblico ecco che una barella percorre la rampa; arriva Sean Morgan che dopo aver scacciato chi la trasportava, afferra la lettiga e la scaraventa lontano. I pugni chiusi, le vene che pulsano, il sangue che dal naso scorre giù fino al torace mischiandosi col sudore, il Diamond Champion si avvicina verso la Fred, l'andatura claudicante; il suo aspetto è così minaccioso che alla vista del lottatore i medici si allontanano, solamente l'arbitro rimane frapponendosi fra il cacciatore e la preda agonizzante. Morgan non gli desta nemmeno un'occhiata, lo afferra e lo spinge atterra, dunque raggiunge il nemico, amico in tante battaglie, gli sorride, lo schiaffeggia, lo umilia sputandogli in faccia, il tedesco non risponde e si lascia trasportare all'interno di quel maledetto ring che tanto ama e che tanto dolore gli ha procurato. Sopraggiunge l'arbitro che per l'ennesima volta cerca di far ragionare il campione, ma invano. Sean Morgan afferra Fred Franke, lo solleva e lo scaraventa al suolo, al centro del quadrato, eseguendo la sua mossa finale, la Kansas Bomb.

Immagine

Il campione lo copre immediatamente, 1... Il silenzio è surreale, interrotto soltanto dall'impatto della mano dell'arbitro riluttante contro il tappeto... 2... Morgan scalpita, la bocca aperta in un largo ghigno, i denti aguzzi in mostra... NO!! Ancora in alto si staglia trionfante il braccio di Fred; Sean Morgan sgrana gli occhi, il pubblico esulta festante. Il campione siede ora accanto al corpo dell'avversario, le mani ora sul capo, ora sul naso da cui continua a fuoriuscire del sangue. Quando rinviene dalla scottante delusione patita, volge gli occhi alla ricerca dell'avversario, lo vede non più a terra, ma in ginocchio appoggiato alle corde. Il Diamond Champion scuote la testa, si rialza, gli sopraggiunge alle spalle... Fred gli sferra una gomitata in faccia! The Orphan si allontana, il tedesco si volta verso di lui, in piedi benché paia ancora in stato di incoscienza, gli occhi persi nel vuoto; gli si avvicina, Morgan lo attacca con un pugno, Fred schifa il colpo, carica il rivale sulle spalle, velocemente lo atterra con la sua mossa finale, il Golden Knee.

Immagine

Il campione cade al tappeto, poi rotola fuori dal quadrato sotto gli occhi increduli e straziati di Fred che tenendosi in ginocchio sulle corde ora lo osserva disteso al di fuori del ring. Faticosamente e quasi con reticenza, lottando contro il proprio corpo, Fred attraversa le corde, prudentemente raggiunge Morgan, gli sferra due pugni fiacchi e con grande sforzo lo getta all'interno del quadrato. Siede ora sull'apron, sospira, gli occhi rivolti ora verso il pubblico che lo riempie di scroscianti applausi, infine rientra e si getta sul campione, 1... 2.. 3! No! Fred alza al cielo le braccia, l'arbitro severo gli mostra la gamba dell'avversario, che si trova appena sotto la prima corda. Le mani coprono il volto di Fred, ora il tedesco rivela al pubblico tutta la frustrazione; a rilento si porta in uno dei quattro angoli del ring, lì si adagia esausto. Il campione si trova dinnanzi a lui, seduto al centro del quadrato. The Golden Warrior, afflitto dalla stanchezza, pare non rendersi conto di quanto stia accadendo attorno a lui e reagisce appena quando l'avversario gli sferra un calcio al ventre piegandolo a metà; Fred barcolla e indietreggia nuovamente in prossimità dell'angolo dove viene subito raggiunto da Morgan che lo colpisce con una serie affaticata di clothesline finché Fred termina nuovamente a terra. The Orphan lo raccoglie afferrandolo per il braccio, lo risistema in piedi, lo atterra ancora una volta e poi lo risolleva trasportandolo al centro del ring; qui, finalmente, Fred reagisce tirandogli una potente testata, il pubblico si esalta, ancora. Morgan però stronca subito l'entusiasmo degli spettatori e dopo averne contrattaccato la resistenza, afferra il tedesco posizionandolo con le gambe al cielo e tentando di eseguire un vertical suplex... Ma Fred si libera dalla presa, gli scivola alle spalle, evita la gomitata del rivale, sfugge alla seconda, dunque riesce ad imprigionarlo nella FredLock, la mossa con cui ormai tre anni fa si è rivelato al mondo intero.

Immagine

Il campione recupera le non molte energie rimastegli, serra i denti e s'ingegna per uscire dalla morsa di Fred che, seppur devastato nello spirito e nel corpo da questo scontro, pare ora aver fatto propria una nuova incredibile forza con la quale chiude il più possibile la presa sperando forse di concludere il prima possibile il match. Morgan però non cede; gran parte del pubblico è contro di lui, continui lamenti di dolore fuoriescono dalla bocca, ma lui resiste, continua a resistere bestemmiando contro l'odiato rivale e contro l'arbitro che solertemente gli chiede se è intenzionato ad arrendersi ricevendo persino un getto di saliva sul volto. Il direttore di gara, asciugatosi pietosamente la faccia, rinuncia fin da subito a richiamare il campione per il suo squallido e villano gesto, consapevole probabilmente dell'inutilità di un rimprovero. Nel frattempo la stanchezza pare prendere il sopravvento sulle nuove forze del tedesco che infatti allenta la presa; Morgan si rasserena, ma ora si ritrova nuovamente intrappolata; la nuova offensiva di Fred ha breve termine, il campione è infatti ancora una volta in procinto di liberarsi. Sferra una gomitata contro il nemico, questa volta con successo, la presa di conseguenza si allenta ulteriormente; infine lo lancia di lato... facendolo finire contro il direttore di gara. Fred si ritrova a terra sopra il corpo del malcapitato arbitro, si rialza, Sean Morgan lo colpisce all'inguine, rapidamente lo porta sulle spalle...

Immagine

Con disprezzo guarda gli spettatori che lo stanno sommergendo di fischi, l'arbitro è di nuovo in piedi, lontano da lui, dunque getta al suolo il nemico eseguendo irrispettosamente il Golden Knee. Lo copre subito, 1... 2... No!! Fred vuole lottare, ancora! Il campione, seduto ai piedi del rivale, lo guarda con disgusto, scuote la testa mostrandogli i denti aguzzi. Gli occhi ne esaminano scrupolosamente tutto il corpo posandosi infine sulla gamba sinistra che tante sofferenza ha patito in passati scontri; la guarda con maligna attenzione, ora la afferra con foga chiudendo Fred nella sua morsa, la My Revenge.

Immagine

Morgan cammina con surreale tranquillità all'interno del ring, tutt'attorno c'è silenzio, un silenzio squarciato dalle grida strazianti di Fred che, intrappolato, può solamente cercare di resistere il più a lungo possibile prima di rassegnarsi all'inevitabile. La speranza però gli appare, con la destra tenta di afferrare la corda più alta, la sfiora, ma Morgan lo porta subito via, lontano forse dall'unica via di salvezza. Il campione è ora immobile, al centro del quadrato e la sua unica preoccupazione è serrare il più possibile la presa sfruttando ogni barlume di forza rimastagli in corpo; The Captain si agita, scalcia contro il vuoto, urla disperato aggrappandosi ora persino all'arbitro che lo guarda pregandogli quasi di cedere. Ma Fred non cede. E inizia a tirare calci nuovamente al vuoto, poi quasi casualmente colpisce Morgan che si sposta di qualche centimetro mantenendo però ben salda la presa; un altro calcio, il campione indietreggia di nuovo, continua però a premere, forse ora con addirittura ancora più forza. Ma Fred si ritrova adesso vicino alle corde, le afferra con entrambe le braccia, 1... 2... Il campione tenta più volte di sradicare l'avversario, ma invano... 3... Il direttore di gara gli ordina di lasciare andare l'avversario, Morgan è colmo di rabbia... 4... Finalmente abbandona la presa, appena prima del quinto e ultimo conto. Fred è salvo, per ora. Il tedesco si rialza mantenendo la presa sulle corde; il campione gli va addosso, ma l'avversario lo fa scivolare fuori dal quadrato, poi si posiziona velocemente sull'apron-ring. Morgan si rialza quasi immediatamente, lo afferra per la caviglia cercando di gettarlo giù, ma Fred lo fa cadere a terra sferrandogli un tremendo calcio in pieno volto. The Orphan è disteso sul pavimento, all'esterno del quadrato, Fred lo osserva ansimando, dunque istantaneamente gli si getta addosso eseguendo una formidabile Frog Splash.

Immagine

Entrambi i contendenti sono a terra, immobili. 1... 2... 3... 4... 5... Morgan raggiunge l'apron-ring, Fred non riesce a rialzarsi e si limita a strisciare lentamente cercando disperatamente di raggiungere il quadrato... 6... Il Diamond Champion si siede ora sui gradoni d'acciaio e da lì riprende fiato osservando la fatica del nemico e godendone... 7... Si rialza e va verso il tedesco, lo afferra, questi gli sferra un pugno al costato... 8... Morgan gliela fa pagare infliggendogli una dolorosa sequenza di mazzate... 9... Infine lo lancia all'interno del quadrato, raggiungendolo immediatamente. Morgan lo copre, 1... Lascia subito la presa, un'orrenda risata grossolana ne deforma il volto devastato, la risata rimbomba all'interno dell'arena. Il campione è in piedi, dinnanzi a lui Fred lo insegue con lo sguardo cercando di sollevarsi da terra con l'ausilio dei gomiti; Morgan gli si avvicina, i due amici ex nemici sono faccia a faccia... Il tedesco gli sputa in faccia! The Orphan, sorpreso, indietreggia asciugandosi immediatamente la faccia. Ride. Adesso schiocca le dita, poi il collo strofinandosi le mani. The Captain si rialza, l'andatura claudicante, quasi del tutto compromessa, il suo attacco viene subito respinto; Morgan gli tira un pugno, un altro, un altro ancora! Fred è nuovamente all'angolo; l'avversario gli è appresso, lo mette a sedere sulla cima, timida, quasi inesistente è la resistenza del tedesco che viene afferrato dal nemico e scaraventato all'indietro con una brutale super fall away slam.

Immagine

Il ring si trasforma in un altare sacrificale, la vittima, Fred, giace al centro di esso. Ai suoi piedi, insozzato del suo sangue, Morgan s'appresta a compiere il sacrificio, ma alla fine pare desistere, ad un passo dall'atto finale. L'arbitro discute animatamente col Diamond Champion esortandolo a chiudere la contesa, ma Morgan, del tutto insensibile alle parole del direttore di gara, non copre il nemico: lo afferra per la testa, si china su di lui urlandogli contro.

This Is... The End


Gli sbatte la testa contro il tappeto, raccoglie con la destra il sangue ancora fresco attorno al naso e se lo sparge sul petto, un urlo d'euforia fuoriesce dalla sua sudicia bocca, dunque raggiunge la terza corda rischiando anche di inciampare. E' in cima; lancia un'ultima occhiata verso l'avversario che pare aver perso i sensi. Infine si getta contro di lui eseguendo una delle sue mosse risolutive, quella più letale di tutte, la Last Chance...

Immagine

... La gioia termina quando impatta con violenza contro il tappeto del ring; perso per qualche istante l'orientamento, confuso comincia a rialzarsi sistemandosi in ginocchio. Fred è dinnanzi a lui, non molto lontano. I due fratelli si lanciano reciproche occhiate prima che The Captain col dolore sulle labbra gli si lanci addosso colpendolo col suo Golden Kick.

Immagine


Entrambi i contendenti finiscono stremati al suolo! A fatica, il primo che sembra rialzarsi è Fred che, una volta appoggiato all'angolo, si rende conto della situazione di vantaggio. Il tedesco si guarda intorno, con tutto il pubblico che lo incita di chiudere la contesa. Fred si riavvicina a Morgan, lo rialza lasciandolo barcollare al centro del ring.. DITO MEDIO DI FRED! CHE PRENDE MORGAN E LO SCHIANTA CON UNA KANSAS BOMB! FRED HA USATO LA MOSSA RISOLUTIVA DI SEAN!

Immagine


TITOLI DI CODA! ABBIAMO UN NUOVO CAMPIONE! 1....2..... NO! COME HA FATTO A RESISTERE MORGAN! Colpo di reni decisivo del campione che in qualche modo si è salvato anche questa volta! Fred è incredulo, sdraiato al tappeto, mani in testa e sguardo fisso verso il cielo cercando di capire come abbia fatto il suo nemico ad evitare lo schienamento vincente! Fred batte i pugni a terra in modo frustrato, nervoso. Eccolo rimettersi in piedi, occhi spiritati e sguardo fisso sul campione lanciandogli addirittura insulti pesanti! The Orphan si rialza e Fred parte per il Golden Kick! EVITATO! Enziguri Kick di Morgan che non perde tempo e... PILEDRIVER!!

Immagine


Fred sembra incosciente! I medici e il Dr. Chris Jack Brooks si lanciano nel quadrato per controllare il lottatore tedesco, ma Morgan si pone tra Fred e i dottori scuotendo la testa. L'arbitro allora arriva a spostare Sean per permettere ai medici di sincerarsi della salute di FF. Ma Morgan non sembra volersi fermare e scalcia malamente un assistente del Dr. Brooks interrompendo i soccorsi a Fred, infatti i dottori si son spostati immediatamente a controllare le condizioni del loro collaboratore lasciando Fred in balia di Morgan. The Unstoppable Machine inizia una scarica violentissima di pugni sul capo dell'ex compagno, le nocche sono ora ricoperte di sangue, ma Morgan, indiavolato, si lecca i pugni riprendendo poi la serie di colpi! L'arbitro è costretto a staccare Sean con forza per arrestare il campione. The Orphan ora è in piedi che guarda con aria schifata il nemico e gli tira un calcetto in testa dicendogli qualcosa.

SM: This is your end!

Morgan chiude Fred nella Tazzmission!!

Immagine


Il tedesco accenna appena un tentativo di ribellarsi, ma la presa è troppo forte; ma il pubblico è tutto con Fred! The Captain sente il sostegno caloroso di tutti i tifosi presenti questa sera e prova a sferrare qualche pugno contro Morgan cercando di rompere la manovra! Fred sembra sul punto di farcela, Morgan però stringe forse con le ultime forze rimaste e... FRED SVIENE! INCREDIBILE! FRED E' SVENUTO! L'arbitro prova a controllare se effettivamente il match è concluso: gli alza un braccio per la prima volta, ma cade inesorabilmente al suolo. Secondo tentativo, stesso risultato. Momento della verità! L'arbitro alza il braccio di Double F per la terza volta.. E anche questa volta il braccio crolla!! MORGAN HA VINTO!

Spoiler:
JR: The winner of this match... And still Diamond champion... SEEEEEAAAAANNNN MOOOOOORGAAAAAAANNN!!!


Dangerous risuona per la prima volta questa sera, ma lo fa nel momento in cui nessuno avrebbe voluto sentirla. Sean Morgan ha trionfato finalmente contro Fred Franke e l'ha fatto facendo svenire l'ex compagno di team! Morgan rimprovera l'arbitro di andare a recuperare il suo titolo per portarglielo e poter festeggiare questa convincente vittoria. I fischi del pubblico accompagnano l'uscita del ring del campione che ignora completamente The Captain steso al centro del quadrato. Mentre Morgan percorre la rampa il Dr. Chris Jack Brooks con i due aiutanti, anche se uno ancora un po' malconcio, può finalmente aver campo libero per capire le reali condizioni di Fred, le quali non sembrano per niente rassicuranti. Mentre Sean è quasi rientrato nel backstage, ecco arrivare da dietro le quinte Virgil Brown Jr.!

Immagine


Il General Manager raggiunge il ring andando a chiedere immediatamente informazioni al Dr. Brooks. Virgil che sembra leggermente sconvolto nel vedere il Golden Warrior immobile al tappeto. E sulle immagini di Sean Morgan che si è fermato sulla rampa ad osservare la scena con un ghigno in volto e il titolo ancora sulla sua spalla, noi prendiamo un attimo di fiato!





Up Next
Spoiler:
**First Contender Match for the TWC Undisputed Women's World Championship**
Brunild Wagner vs. Elektra Kellis III


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2017
MessaggioInviato: 10/03/2017, 22:06 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
E dopo la preview dei prossimi appuntamenti con TWC Frontline e Friday Night Indoor War e il consueto spot del TWCShop, cari amici telespettatori bentornati ad Alpha Horizon, live dal mitico Madison Square Garden di New York City!

Immagine


Adesso è arrivato il omento di uno degli incontri più attesi della serata: Brunild Wagner, la Valkyria di Ravensburg, affronterà la sua nemesi, la spartana indomabile Elektra Kellis, in un incontro epico che si preannuncia senza esclusione di colpi che vedrà in palio l’occasione di diventare ufficialmente First Contender per il TWC Undisputed Women’s World Championship per War of Change III, il pay-per-view più importante del 2017 targato Total Wrestling Corporation. Ma prima degli ingressi di queste due straordinarie performer, non possiamo non gustarci un brevissimo recap della loro faida.

Wagner vs. Kellis III Recap ha scritto:
Ghiaccio contro Fuoco. Valkyria contro Spartana. Brunild Wagner contro Elektra Kellis. Una lotta infinita il cui violento inizio fece da propellente per l’ascesa della categoria femminile nella Total Wrestling Corporation. Dopo il grandioso incontro di End is Near, seguito dalla prima rivincita di Friday Night Indoor War #23, dopo la partecipazione di entrambe al superbo Fatal Four Way Match di War of Change II, seguito da una difficile rincorsa al titolo fino alla sconfitta di Zero Hour contro l’attuale campionessa Jane Murphy, la guerra eterna tra le icone femminili della federazione continua più accesa che mai…

Tutto ricomincia a inizio anno, quando Brunild Wagner, mai schienata in un incontro da quando è in TWC, si presenta a Indoor War decisa a far valere i propri diritti per un rivincita con la campionessa in un incontro singolo. Tuttavia a rispondere è invece la sua rivale storica, Elektra Kellis. La Spartana, desiderosa di ripartire alla grande dopo sei mesi molto problematici, propone alla tedesca un incontro ufficiale tra loro due. Ma la Valkyria rifiuta nettamente la richiesta e se ne va lasciando la Spartana sola sul ring.

La focosa Elektra Kellis non ci sta, e la puntata successiva ha un diverbio con la tedesca nel backstage, culminato con la decisione da parte della Spartana di sfidare l'acerrima nemica Beverly Bayley a Frontline per dimostrare che lei non solo è fisicamente in forma, ma che è disposta a fare di tutto per avere la tanto attesa rivincita da Brunild. L’incontro tra le due ex-amiche, però, si trasforma in una maxi-rissa che coinvolge anche Jessica Morton, Viola Vixen, le faine e pure lo Smiling Crow, giunta a visionare il match assieme al compagno di mille avventure, Gunther Schmidt.

A Indoor War #44, Elektra prova nuovamente a forzare la mano a Brunild per ottenere il loro terzo showdown in singolo, ma prima l’International Sensation rifiuta nuovamente, poi le Sick Chicks e i loro servi aggrediscono sia la tedesca che la spartana, lasciandole esanimi a terra. Questo porta a un Tag Team Handicap Match, nel quale gli screzi tra Brunild ed Elektra, temporaneamente alleate, hanno la meglio sulla volontà di battere le tre avversarie, e le Sick Chicks riescono a portare a casa l’incontro di rapina. Nel post match la situazione: la tedesca schiaffeggia la greca, che per tutta risposta l’atterra con una micidiale Shazam.

Due settimane fa, Brunild Wagner finalmente decide di chiamare sul ring Elektra Kellis. La Valkyria, molto infastidita per la sconfitta contro le Sick Chicks, per le continue pressioni della spartana, puntata dopo puntata, e per la finisher subita da Elektra la settimana prima, inizialmente le scarica addosso parole pesanti, poi, con Virgil Brown Jr. collegato dal suo ufficio, alla fine accetta di affrontare nuovamente la sua rivale. Il GM ufficializza l’incontro per Alpha Horizon, e pone come posta in palio una shot al titolo mondiale femminile da incassare a War of Change III, rigorosamente in un Singles Match.

Chi vincerà questo terzo showdown tra icone della divisione femminile della TWC? Elektra Kellis riuscirà a spuntarla e a rilanciarsi nella corsa verso il titolo femminile più importante del panorama mondiale del wrestling? E inoltre ce la farà a entrare nella storia come prima lottatrice a essere riuscita a schienare Brunild Wagner dalla fondazione della federazione a oggi? Oppure sarà la Valkyria a trionfare per la terza volta di fila sulla Spartana, ricacciandola nelle retrovie e chiudendole per molto tempo le porte della zona titolata? Riuscirà la tedesca a ottenere quell’incontro uno contro uno per il TWC Undisputed Women’s World Championship che in caso di conquista della cintura potrebbe farla ascendere a leggenda degli sport da combattimento? Beh, come diciamo sempre di fronte a queste domande: tra poco lo scopriremo...


Dopo il filmato, boato del pubblico sul primo piano dell’elegantissima Jessica Rose, che come sempre è a centro ring pronta ad annunciare le due contendenti.

Immagine


JR: Ladies and gentlemen. The following contest, scheduled for one fall, is a First Contender Match for the TWC Undisputed Women’s World Championship!!!

Mentre l’arena rumoreggia, ecco che le luci si abbassano e diventano intermittenti.



Una musica epica inonda con le sue note l’arena mentre sul titantron vediamo inquadrato a lungo un corvo solitario che vola in aria nel bel mezzo di una tormenta, superando montagne ghiacciate, boschi innevati e bianche pianure spazzate dal vento.

Immagine


Sullo stage intanto si alza una densa nebbia, mentre dall’alto cadono invece quelli che sembrano fiocchi di neve. A un certo punto il corvo sullo schermo si ritrova a volteggiare su una New York gelata, dopo di che si getta violentemente in picchiata verso terra, verso il Madison Square Garden, fino a scomparire dalla visuale. E un attimo dopo, ecco alzarsi e uscir fuori dalla nebbia Brunild “The Armbreaker” Wagner, avvolta in un mantello nero.

Immagine


La Valkyria si abbassa il cappuccio, poi stacca e getta dietro di sé il mantello, mentre alle sue spalle la tormenta di neve finisce e compare invece il logo della Bruderschaft Der Krahe Incorporated.



Brunild, in tenuta da combattimento, si guarda un’attimo intorno, poi allaccia i guanti da MMA e inizia a scendere verso il ring mentre le urla dei fan contrastano con le note di The Mission dei Puscifer, partita a manetta una volta che la tedesca è uscita dalla “tormenta”.

JR: Introducing first. Weighting 135 pounds and standing 5-feet-7-inches tall. From Ravensburg, Germany. Representing the Bruderschaft Der Krahe Incorporated. She is the Smiling Crow... Bruniiiiild… Waaaaagneeeeer!!!!!

L’International Sensation procede fino a bordo ring, poi svolta a sinistra, sale i gradoni d’acciaio e passa dall’apron al quadrato attraversando agilmente le corde. Qui la Valkyria ignora completamente Jessica Rose e il referee, andandosi a scaldare qualche secondo a un angolo, dopo di che eccola fermarsi e restare in attesa della sua nemesi Elektra Kellis, osservando cupamente da lontano lo stage.

Immagine


Sul titantron compare l'immagine di un sole incandescente che albeggia sopra il mar mediterraneo. L'inquadratura si allarga sul mare fino ad inquadrare un tempio greco dove la luce del sole risplende fortemente.



Le luci dell'arena si fanno dieci volte più forti, una luminosità accecante risplende sulla rampa, come quella di un sole. La luminosità ora si fa meno accecante mentre un rumore si inizia a sentire sulla rampa. Con la visibilità vediamo ora sullo stage un muro di scudi spartani.

Immagine


La canzone inizia ad abbassarsi mentre quel rumore ritmico si sente sempre più forte. Adesso nel silenzio dell'arena si sente soltanto quel ritmo che si ripete fino a quando un'altra canzone risuona.



Il ritmo che si sente è lo stesso iconico ritmo della canzone dei Queen e continua a farsi sentire sempre più forte, a tempo con la musica. Il muro di scudi si apre a metà e da esso compare la Spartana, Elektra Kellis! Nella mano sinistra impugna uno scudo e nella destra una spada. Della pittura di guerra sulle guance sopra il costume da combattimento ed una gonnellina bellica.

Immagine


Con la spada batte ritmicamente sopra lo scudo a tempo, rivelandosi la fonte del suono. Avanza la rampa battendo sempre la spada sullo scudo a tempo con la musica mentre tutto il pubblico batte sulle barricate ed intona la canzone. Elektra percorre la rampa, fermandosi per battere la spada sullo scudo al tempo giusto, ma mantiene lo sguardo sempre fisso e concentrato sulla sua avversaria dentro il ring.

JR: And her opponent! Weighting 120 pounds and standing 5-feet-8-inches tall. From Sparta, Greece. She is the Killer Queen... Elektraaaaa... Keeeeelliiiiis!!!!!

Il muro di scudi si ritira mentre Elektra è ormai in prossimità del ring. Sale sui gradoni e sull'apron si ferma ad osservare Brunild. Scatta dentro il ring e batte la spada sullo scudo per un'ultima volta. La canzone si interrompe e la Spartana alza la spada al cielo esibendosi in un poderoso grido di guerra che illumina ciecamente l'arena per poi tornare alla sua normale luce. Elektra poggia lo scudo e la spada fuori dal ring e le due si osservano attentamente, con grande concentrazione mentre il pubblico va in visibilio. L'arbitro fa suonare la campanella ed il match ha ufficialmente inizio!

**First Contender Match for the TWC Undisputed Women’s World Championship**

Brunild Wagner vs. Elektra Kellis III


Lentamente si avvicinano una all'altra. Elektra tende la mano, Brunild la osserva e con un calcetto la sposta via per poi colpire con uno schiaffo la spartana! Elektra gira il volto e si tiene la guancia, digrignando i denti e aggrottando le sopracciglia. Risponde con un violento Forearm che rimbomba nell'arena e fa indietreggiare la valkyria che però va di nuovo in offensiva per ricevere un altro forearm! Ancora, ancora, ancora! La valkyria barcolla e perde momentaneamente l'equilibrio a causa dei colpi ricevuti. Elektra ne approfitta e connette un devastante Bite the Dust!

Immagine


La prende in pieno sulla mascella! Elektra si allontana, con lo sguardo concentrato sull'avversaria, e le fa cenno di rialzarsi. Questa si tocca la mascella e poi sputa a terra un grumo di sangue. Si pulisce con il dorso della mano e si rialza, scuotendo la testa infuriata. La spartana le corre contro ma lei la placca con un blocco da football e la pianta a terra. Dirige un paio di pugni sul volto dell'avversaria per poi levarsi la gomitiera e gettarla fuori ring. Prende la testa di Elektra ed inizia a massacrarla con una violentissima serie di elbow smash omicida!

Immagine


Continua, continua e continua ad infierire ferocemente fin quando sulla fronte della greca non si apre una ferita per i colpi ricevuti. L'arbitro allontana la valkyria, si mette i guanti e va a controllare le condizioni della greca. Elektra barcolla mentre un gruppo di paramedici arriva a bordo ring sotto i fischi del pubblico. Brunild allarga le braccia stizzita. L'arbitro va a tamponare con un asciugamano la ferita mentre Elektra si rialza all'angolo e spintona via l'arbitro. L'arbitro le chiede se è sicura che vuole continuare il match e lei annuisce vigorosamente e getta l'asciugamano a terra. L'arbitro chiede ancora conferma ed il match rinizia! Le due si incontrano a centro ring scambiandosi una feroce serie di forearm smash! Forearm per Elektra! Forearm per Brunild! Elektra! Brunild! Elektra! Brunild! Elektra! Brunild! Brunild! Ancora Brunild! La spartana indietreggia e la valkyria mette a segno il Brunild's Kiss!

Immagine


La intrappola a terra in una headlock, il sangue scorre sulla fronte di Elektra mentre tenta di liberarsi. Sposta le braccia per trovare una via d'uscita e cinge la vita dell'avversaria, pianta i piedi a terra per un ponte e la manda con le spalle a terra: 1, 2, no! Brunild rigira e la rinchiude nella headlock e le dà un pugno sulla ferita aperta! Elektra si inviperisce per il colpo subito e riesce a portarsi in piedi sollevando la valkyria che però mantiene la presa nonostante sia a mezz'aria! Elektra fa uno sforzo e la schianta con un Saito Suplex! La ribalta poi con uno snapmare e mette a segno uno sliding knee sulla schiena! Brunild si infuria, sbatte le mani al tappeto e si rialza immediatamente. Snapmare da parte sua e penalty kick sulla schiena di Elektra! La greca urla e si alza in piedi, snapmare e sliding knee sulla schiena! Brunild si alza lentamente sbuffando aria dal naso. Elektra le dice di farsi avanti e poi si mette a sedere a gambe incrociate, dando la schiena a Brunild! La valkyria fa i calcoli e poi parte con un penalty kick ben assestato sulla schiena! Elektra ritrae la schiena per il colpo subito e poi si rialza. La tedesca le urla di fare di meglio e poi si siede, dando la schiena a Elektra. Elektra prende il rimbalzo alle corde e connette una grande ginocchiata in corsa sulla schiena della rivale! Brunild scuote la testa e si rialza. Elektra si rimette a sedere incrociando gambe e braccia. Brunild mette a segno un terribile Penalty Kick in corsa sulla schiena, seguito da una forte bakchand chop sul collo infortunato di Elektra! La spartana si alza con un grido furioso mentre la valkyria accenna un sorriso e di nuovo si mette a sedere dandole la schiena. Elektra connette una rapida sequenza di ginocchiate sulla schiena, poi corre alle corde e travolge la nuca di Brunild con un agghiacciante Bite the Dust in corsa!

Immagine


E Brunild rimane a terra! Brunild rimane a terra! Elektra blocca il collo di Brunild in una cravate e dirige diverse ginocchiate in sequenza! Lascia la presa, prende il rimbalzo alle corde e connette un knee drop sulla nuca! La prende per un braccio e la rialza, caricandosela sulle spalle. La scarica sul suo ginocchio per... NO! Flying Guillottine di Brunild! Elektra però, prima che completi la presa, la schianta con un Fisherman Suplex! Mantiene il ponte ma Brunild si libera prima del conteggio e si porta in piedi! Elektra la carica di nuovo sulle spalle e la schianta... NO! Brunild atterra sui suoi piedi e mette a segno una rapida sequenza di schiaffi! Elektra indietreggia e Brunild la fredda con un discus back elbow! Discus back elbow dall'altro lato! Elektra barcolla addosso alle corde e prende per inerzia il rebound e finisce vittima di un impattante Valkyrie Takedown! La valkyria va di nuovo per la headlock ma prima che possa completarla si ritrova le gambe di Elektra attorno al collo e finisce vittima di una leglock! Elektra si pulisce il sangue che le cola dalla fronte e poi inizia a colpire il volto di Brunild, intrappolato tra le sue gambe! La valkyria sporge un braccio per tentare di liberarsi ma Elektra lo afferra e lo estende! Attenzione, Brunild con un'immensa prova di forza carica Elektra su quel braccio e la solleva in aria! E la schianta con una lift up powerbomb! Elektra però urla e non si scrolla di dosso, Brunild la eleva nuovamente... Altra lift up powerbomb! Elektra sembra ora priva di sensi, in procinto di lasciare la presa... NO! Stringe di più la morsa! Brunild va per la terza lift up powerbomb... NO! Triangle Choke! Triangle Choke di Elektra ed il braccio di Brunild si piega in maniera disumana!

Immagine


Elektra, sotto la maschera di sangue, urla ferocemente contro l'avversaria il cui volto diventa subito paonazzo in debito di ossigeno. Con un braccio Elektra colpisce più volte la testa di Brunild e poi lo riusa per applicare una torsione incredibile al braccio di Brunild insieme all'altro. La valkyria tende le gambe per tentare una via d'uscita ma la pressione è troppa e cede sulle ginocchia! Il braccio libero è ben teso in aria ed ora lo scarica sul volto insanguinato della killer queen! Ancora, ancora, ancora ed ancora fino a quando non allenta la presa. Brunild si riporta sulle gambe e riesce a sollevare Elektra, completamente, sopra di lei. Indietreggia per il peso e per i pugni che Elektra le dà al volto, poi trova l'equilibrio e parte in corsa, Frankesteiner di Elektra! NO! Brunild la blocca a mezz'aria, la lascia andare e non appena la spartana tocca il tappeto la colpisce con un calcio all'addome e la posiziona tra le gambe per ripetere il procedimento. La solleva sopra la sua testa e la schianta addosso al paletto con una buckle bomb!

Immagine


Attenzione, Elektra impatta malamente con il collo infortunato! Caccia un forte grido di dolore e poi si inginocchia a terra, con le mani sulla nuca. Brunild però la rialza e la appoggia contro il paletto per poi scaricare una chop a mano aperta. E poi chop, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora! Backhand chop finale! Il petto di Elektra diventa viola mentre il pubblico intona gli woo e poi si accascia di nuovo a terra. La valkyria ancora una volta la tira su, le afferra un braccio e poi passa oltre la terza corda finendo sull'apron. Qui si getta all'indietro e si aggroviglia attorno al braccio di Elektra per una letale Valkyrie's Rage attraverso le corde! No! Elektra non vuole ripetere l'esperienza di Zero Hour e colpisce in piena tempia Brunild con un elbow smash prima che possa completare la presa! La valkyria lascia la presa stordita mentre Elektra sale sopra la seconda corda ed afferra Brunild per un suplex dall'esterno all'interno. La proietta in aria ma Brunild mette i piedi sul paletto e con una headbutt riesce ad evitare il lancio. Brunild afferra il braccio della spartana e glielo torce dietro la schiena. Col braccio libero Elektra tenta di liberarsi con vari colpi allo stomaco ma niente da fare, la valkyria si getta ed il braccio di Elektra impatta violentemente col terreno!

Immagine


Altro urlo di dolore per la greca mentre si tiene il braccio dolorante. Ma Brunild non perde tempo e le sbatte il braccio sul tappeto per poi colpirlo con un pestone e con un leg drop. Lo piega in maniera innaturale, poggiandolo sul tappeto e poi scarica un calcio sul braccio teso facendo dimenare Elektra per il dolore. Brunild poi scende fuori ring e trascina Elektra per il braccio facendola strisciare sul ring e la posiziona sull'apron con metà corpo verso l'esterno. Sbatte il braccio questa volta contro l'apron. Afferra poi il collo infortunato di Elektra, lo torce e connette un devastante swinging neckbreaker dall'apron all'esterno del ring! Elektra, ora a terra fuori ring, non fa in tempo a lamentarsi per il dolore che Brunild la rialza e mette a segno il secondo Swinging Neckbreaker: Freya's Greeting connesso!

Immagine


La valkyria ora le riafferra il braccio e glielo intrappola dietro i gradoni d'acciaio. La spartana, piena di sangue sul volto, il collo devastato, tenta di liberarsi ma non ne ha le forze. Brunild allora colpisce i gradoni con un violento calcio ed il braccio di Elektra finisce schiacciato! Altro grido di dolore per la spartana, con gli occhi lucidi. Brunild però continua la sua opera di distruzione verso ogni parte del corpo della spartana e mette a segno una Foot DDT! Riporta la spartana sull'apron e poi entra nel ring per interrompere il count out. Esce di nuovo sull'apron e poggia la gamba presa di mira sul sostegno dietro la seconda corda. Brunild sale in cima al paletto... e si getta con un pestone sulla gamba tesa che sbatte sull'apron e compie una torsione assurda! Elektra caccia un grido agghiacciante e l'arbitro va a controllare le sue condizioni. Elektra stringe i denti mentre fa molta fatica a muovere la gamba. Ancora una volta l'arbitro le chiede se è sicura di voler continuare e lei annuisce. Brunild nel frattempo è rientrata nel ring, Elektra lentamente attraversa le corde ma Brunild la accoglie con un dragonscrew sulla gamba infortunata! Anche l'altra, rimasta intrappolata tra le corde, subisce il colpo. Brunild trascina Elektra a centro ring per la gamba martoriata e la chiude facilmente in una Figure 4 leglock! Con le mani compie un ponte e mette ancora più pressione sulla gamba!

Immagine


Elektra mugugna per trattenere l'ennesimo grido di dolore. Sul suo volto le lacrime si mescolano col sangue. Colpisce varie volte la gamba di Brunild per sciogliere la presa ma nulla da fare. Compie un grande respiro e poi stringe i denti e poggia i gomiti a terra. Si dà la spinta e tenta di ribaltare la sottomissione, è ormai a metà strada... Brunild sta per essere ribaltata, no! Riporta la morsa al suo status quo ma rapidamente Elektra si spinge dall'altro lato... Elektra riesce a ribaltare! Elektra riesce a ribaltare! Inverted figure 4 a segno! Ora è Brunild a soffrire! Elektra pianta le braccia sul tappeto e solleva il petto in aria. Con le braccia si dà una forte spinta e si torce all'indietro fino ad arrivare alla gola di Brunild che afferra con entrambe le mani... Muda lock a segno! Elektra intrappola Brunild nella Muda Lock come nel loro match di the end is near! Brunild, conscia del pericolo, non ci sta e grazie alle braccia libere si porta in ginocchio. Data la posizione riesce a liberare le gambe con facilità e si porta in piedi schiantando Elektra con un devastante Widow's Peak neckbreaker!

Immagine


Altra botta tremenda per il collo di Elektra che finisce a terra sfinita. Brunild troneggia sopra di lei e la guarda dall'alto verso il basso disgustata. Elektra si aggrappa alle ginocchiere di Brunild, tremolante, per rimettersi in piedi ma crolla a terra. La tedesca scuote la testa e poggia un piede sopra di lei per il pin: 1, 2, no! Elektra, stizzita, scosta il piede dell'avversaria. Tremante, con difficoltà, si porta su un ginocchio. Brunild la scalcia sul volto per rimandarla a terra ma lei riesce a non perdere l'equilibrio e si porta sull'altro ginocchio. Brunild le dà un altro debole calcio irrisorio e la spartana finisce a terra. Tenta di issarsi sulle braccia ma il braccio infortunato cede e finisce di nuovo faccia a terra. Brunild si inginocchia e la penetra con il suo sguardo gelido, ravvicinato, e le sussurra che è disgustata dalla sua debolezza per poi tirarle uno schiaffo! Elektra gira il volto, i capelli le coprono il viso e si intingono di sangue, vibra dalla rabbia. Di scatto si porta in piedi! Urla in faccia alla tedesca e scaglia una poderosa headbutt! La valkyria si muove a malapena e la spartana impatta un'altra headbutt! HEADBUTT! HEADBUTT! HEADBUTT! La spartana caccia un altro grido di battaglia mentre Brunild barcolla pesantemente e scaglia un'altra headbutt! NO! Brunild's Kiss! Elektra barcolla e va con uno Spartan Kick. Brunild sembra non accusare il colpo e poggia una mano dietro la nuca della greca mentre con l'altra infierisce con un altro Brunild's Kiss! La nuca di Elektra ora poggia sulla mano di Brunild invece di cadere a terra e la tedesca continua con la sua offensiva: un altro Brunild Kiss e un altro ancora! La stessa incredibile sequenza di End is near, questa volta però Brunild lascia la nuca di Elektra che miracolosamente si regge in piedi. Corre alle corde e prende il rimbalzo per un ultimo devastante Brunild's Kiss! Elektra però, invasa dall'adrenalina, non accusa il colpo e risponde con un'headbutt! Headbutt poderosa, il cozzare delle loro teste rimbomba nell'arena, e Brunild crolla a terra!

Immagine


Il pubblico, elettrizzato, si fa sentire a grande voce. Elektra crolla per lo sforzo e riesce a malapena a posizionare il braccio sopra Brunild per il pin: 1... 2... NO! Con grande fatica la spartana riesce a rialzarsi e poco dopo anche Brunild si riporta in piedi, infuriata. Le due si osservano a distanza più che ravvicinata col fiato corto. Elbow smash di Elektra! Forearm di Brunild! Elbow smash! Forearm! Elbow smash! Forearm! Forearm! Forearm! Schiaffo destro di Brunild, schiaffo sinistro! Ancora destro, ancora sinistro! Brunild continua la sua sequenza devastante e mette a segno il Lieblingsspiel! NO! Prima che Brunild metta a segno l'ultimo colpo la Killer Queen salta e la sorprende con la variante del Bite the Dust! La valkyria indietreggia e la greca mette a segno un secondo Bite the Dust, dritto sul naso che si infrange! Il sangue cola copioso dal sangue di Brunild che si accascia ed Elektra la afferra... SHAZAM! SHAZAM A SEGNO!

ImmagineImmagine
Immagine


Elektra compie per lo schienamento, è fatta! L'imbattibilità di Brunild potrebbe essere giunta al termine! 1... NO! SOLO CONTO DI UNO! BRUNILD SI ALZA DOPO L'UNO! ASSURDO! Elektra osserva l'avversaria shockata, paralizzata. La valkyria, rabbiosa, si rialza e posa una mano sul naso per poi osservarla poco dopo impregnata di sangue. Osserva con uno sguardo omicida l'avversaria e la stende con un Valkyrie Kick! Elektra finisce faccia a terra ma tenta immediatamente di rialzarsi, issandosi sulle mani, ma Brunild corre alle corde e connette un cattivissimo Valkyrie Knee Drop sul collo infortunato! La Killer queen stramazza a terra, esausta, e Brunild la carica facilmente sopra le sue spalle. La ruota in aria per la notte delle streghe ma Elektra si avvinghia attorno a Brunild con una Sleeper Hold! Incredibile manovra di Elektra che segue l'offensiva usata da Miz Carmouche nel suo match in UFC contro Brunild!

Immagine


Brunild tossisce copiosamente, in debito d'ossigeno. Dimena le braccia per liberarsi mentre le forze le scivolano via ed il sangue le cola dal naso fino a sporcare le braccia di Elektra, strette a morte attorno al suo collo. Elektra sposta il peso all'indietro per portarla a terra e chiuderla in una Rear Naked Choke e Brunild crolla sulle ginocchia! Elektra tira giù la valkyria... Rear Naked Choke connessa! Ma Brunild allunga la gamba e riesce a posarla sopra la prima corda! Elektra lascia la presa amareggiata. Zoppicante si rifugia all'angolo opposto a prendere fiato ed attende che Brunild, incredibilmente stordita, si riporti in piedi. Barcollante come un'ubriaca la tedesca si riporta sui suoi piedi ed Elektra le corre addosso per un altro Bite the Dust! NO! Hunter's Kick di Brunild fuori dal nulla! Elektra indietreggia e Brunild la carica sulle spalle... Geheimnisnacht a segno!

Immagine
Immagine


Elektra atterra con le mani davanti al viso, attutendo la caduta... Grida in faccia alla valkyria e si riporta in piedi! La Valkyria la osserva incredula e finisce vittima di un knee smash che la fa indietreggiare fino all'angolo. Elektra mette a segno il Corner Bite the dust e segue con gli Spartan Elbows! La valkyria è esausta e la killer queen la manda a terra, dinnanzi a sè, con uno snapmare. La osserva stesa a terra esanime e poi alza un braccio con l'indice alzato verso il cielo. Con fatica inizia ad arrampicarsi sopra la terza corda. Arriva in cima e, con una smorfia di dolore, si mette in piedi e salta... Sheer heart attack a segno! Brunild patisce il colpo pesantemente ed Elektra vuole finirla. Sale di nuovo sopra il paletto e parte per un secondo Sheer heart attack ma Brunild cattura al volo il braccio infortunato e la chiude nella Valkyrie's Rage! Incredibile manovra di Brunild!

Immagine


Elektra aggancia le dita delle sue mani per sfuggire alla presa mortale prima che sia troppo tardi. Con i denti stretti sposta il suo peso sopra Brunild ma questa la rimanda a terra e fa un ponte con la testa estendendo il braccio di Elektra in maniera perversa. Le dita di Elektra non riescono a resistere alla pressione e si sfaldano lasciando la killer queen preda della letale sottomissione! La valkyria torce il braccio all'inverosimile, il braccio sembra quasi spezzarsi, si può già vedere l'osso che esce dalla carne mentre Elektra urla come una forsennata per il dolore. La greca è piena vittima della morsa assassina che l'ha fatta trapassare nel loro secondo match. E proprio come nel loro secondo match Brunild dirige il piede sulla faccia di Elektra e lo riempie di violenti pestoni. Ora colpisce il collo e per Elektra non c'è più speranza, gli occhi si chiudono.

Immagine


L'arbitro le alza il braccio libero per confermare la perdita dei sensi ma Elektra afferra saldamente il polso dell'arbitro! Elektra c'è! Elektra c'è! Con un grande sforzo si porta sulle ginocchia. Sposta tutto il peso in avanti grazie alle gambe e tira fuori un altro grande grido di dolore visto l'infortunio alla gamba ma alla fine riesce a rotolare dall'altra parte di Brunild e, sebbene questa mantiene la presa ben salda, le gambe di Elektra finiscono addosso alle corde e la Valkyria non può fare altro che lasciare la presa. Entrambe rimangono a terra, boccheggianti, gli addomi che si gonfiano vistosamente con il fiato corto mentre il pubblico impazzisce per queste incredibili guerriere che stanno lasciando anche la pelle su questo ring. L'arbitro le conta per il doppio KO ma arrivati al conto di sette le due si rialzano, una addosso all'altra, appoggiandosi tra di loro per rimanere in piedi. Giunte in posizione eretta si scontrano le loro teste, gli occhi di fuoco di Elektra e quelli di ghiaccio di Brunild a stretto contatto, il sangue di una che si mischia con quello dell'altra, i capelli che si impregnano pienamente di sangue. Si sussurrano parole tra di loro e poi si staccano ed alzano la guardia per porre fine a questa guerra sanguinosa. Pugno violento da parte della Valkyria. Respinto da Elektra, che replica con una ginocchiata allo stomaco. Irish Whip della Spartana! Reverse della Wagner! La Kellis rimbalza alle corde... Knee Smash!

Immagine


A segno! La tedesca cade a terra tenendosi il volto sanguinante. Elekra barcolla verso di lei e la colpisce subito dopo con un Knee Drop ancora alla testa! Brunild rotola via, imbrattando di sangue il ring, ma ecco che la Spartana le si butta addosso e la copre. 1… 2… No! Kickout dello Smiling Crow, che subito dopo tenta di mettersi a sedere. La Killer Queen è più lesta di lei, l’afferra per la testa e la tira su, dopo di che le grida qualcosa e prova la Shazam! No! Brunild la spinge via alle corde, Elektra rimbalza, corre verso di lei... No! La Valkyria se la carica sulle spalle, e dopo un urlo di rabbia l’abbatte a terra con un’altra terrificante Geheimnisnacht!!!

Immagine


Schiena? No! Non schiena! La tedesca si rialza a fatica e afferra per i capelli l’avversaria, poi la tira su violentemente e se la carica nuovamente sulle spalle per una seconda Geheimnisnacht consecutiva! No! Gomitate disperate da parte di Elektra! Brunild barcolla a centro ring cercando di restare in equilibrio, ma non riesce a impedire alla Spartana di liberarsi. Elektra atterra in piedi, dopo di che dà fondo alle energie residue rifilando un calcio allo stomaco della tedesca, che si piega in due. Dopo di che l’abbranca… E l’abbatte a terra con una poderosa Shazam!!!

Immagine


Attenzione! Ci siamo! Brunild resta inerme a terra accanto a Elektra Kellis. Quest’ultima, a corto di fiato, rovescia l’avversaria mettendola spalle a terra, e la schiena per il conteggio decisivo! L’arbitro si tuffa e inizia a battere la mano a terra, mentre il pubblico resta col fiato sospeso. 1… 2… e 3! NO!!!!! Kickout! Kickout! Kickout impossibile da parte di Brunild Wagner, che si scuote a pelo dal conto di tre! Incredibile, amici. Vediamo Elektra guardarsi intorno quasi disperata. Dopo di che eccola mettersi a fatica in ginocchio e ripulirsi il sangue dal volto mentre osserva la Valkyria che striscia non si sa con quale forza verso le corde. La Spartana chiama la Shazam, scatenando il pubblico di New York. Lo Smiling Crow afferra la prima corda. Poi la seconda. Infine la terza, tirandosi su. A questo punto Elektra va a prenderla... Ma la tedesca si gira e le spara un violentissimo Valkyrie Kick al volto!!!

Immagine


Che botta! Dopo di che la tedesca cade a terra senza fiato addosso all’avversaria! Conteggio! Conteggio! 1… 2… e 3! No!!! Elektra alza un braccio! Elektra si salva! Scroscio di applausi da parte del pubblico. Brunild Wagner rotola via lentamente, si mette a sedere con difficoltà, e si guarda intorno con uno sguardo spiritato. La Valkyria si passa una mano sul volto, poi la osserva, intrisa di sangue. Eccola girare lo sguardo verso la Kellis. Brunild digrigna i denti, poi si tira su a fatica e barcolla verso il paletto, scavalcando il corpo dell’avversaria. Vuole chiudere i conti con la Valkyrie Profile: Sylmeria! La tedesca prende fiato, poi balza sulle corde, ed esegue la mossa... A segno!

Immagine


NO! NO! NO! Con un incredibile gesto istintivo, Elektra Kellis piega le gambe e le alza, colpendo violentemente lo Smiling Crow al volo e mandando la tedesca a rotolare via nel ring. Mentre Brunild urla di dolore, ecco che la Killer Queen si tira su sfruttando le corde. Grido di rabbia da parte della Spartana, che poi avanza inesorabilmente verso la Valkyria, che disperatamente sta cercando di rialzarsi tenendosi il petto martoriato dall’ultimo colpo ricevuto. Ecco che la Spartana l’afferra. Brunild prova il tutto per tutto per liberarsi… Non ce la fa! Non ce la fa!

Immagine


Shazam! Shazam! Terza Shazam a segno!!! La Kellis, con l’ultima stilla d’energia appoggia un braccio a coprire la tramortita Brunild Wagner… 1… 2… e 3!!!!! SI! SI! SI! E’ FINITA! E’ FINITA! ELEKTRA KELLIS HA SCONFITTO BRUNILD WAGNER! LA SPARTANA HA AVUTO LA MEGLIO SULLA VALKYRIA AL TERMINE DI UN INCONTRO GRANDIOSO E SI E’ CONQUISTATA L’AMBITA CHANCE TITOLATA PER WAR OF CHANGE III!!!

JR: The winner of this match, by pinfall… Elektraaaaa… Kelliiiiis!!!!!

Mentre il pubblico applaude apertamente, ecco che parte la theme della giovane e battagliera Spartana, capace di infliggere la prima storica sconfitta sul campo alla sua nemica di sempre da quando entrambe lottano in TWC.



Sul ring vediamo il referee dare una mano ad Elektra, e una volta che questa è in piedi appoggiata alle corde, le alza il braccio al cielo in segno di vittoria. La Killer Queen, quasi in lacrime, sorride e si pulisce il volto dal sangue, annuendo verso i fan in delirio. Nel frattempo, vediamo Brunild Wagner strisciare verso l’angolo più vicino e mettersi a sedere con estrema difficoltà. La Valkria sputa del sangue a terra e scuote leggermente il capo, il volto rigato da un paio di lacrime. La Spartana, una volta finito di festeggiare, si volta verso lo Smiling Crow e zoppica verso di lei, invitandola ad alzarsi e tendendole la mano. Brunild guarda a lungo Elektra e la mano tesa verso di lei, mentre i fan applaudono la scena... E invece la tedesca rifiuta, guarda gelidamente l’avversaria, e scivola fuori dal ring, voltandole le spalle tra i fischi di molti tifosi. Elektra si appoggia alle corde e osserva la Valkyria zoppicare via tenendosi il petto e alternando sguardi cupi a smorfie di dolore. La Spartana sospira, ma poi torna a sorridere verso il pubblico. Per lei adesso si aprono le porte per un’altra avvincente corsa al TWC Undisputed Women’s World Championship, che si concluderà nel match femminile più importante di War of Change III. Pausa per noi, non andate via. Alpha Horizon continua!





Up Next
Spoiler:
?????


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2017
MessaggioInviato: 10/03/2017, 22:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Immagine


Il tempo scorre, e presto sarò tra voi.

Godetevi il vostro momento fino all'ultimo granello, perché quando la sabbia finirà di scorrere, la vostra ora giungerà e il vostro carnefice io sarò.

Presto arriverò, e le vostre sofferenze finiranno.


Immagine






Up Next
Spoiler:
**TWC World Tag Team Championship**
Pulp Fiction (c) vs. Wolves of Winter


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2017
MessaggioInviato: 10/03/2017, 22:17 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Signore e signori, è il momento. Match per i titoli di coppia: i campioni, i Pulp Fiction, affronteranno i misteriosi e pericolosi Wolves of Winter.



Tattered And Torn degli Slipknot risuona nell'arena, accolta dai fischi del pubblico.

Immagine Immagine


Puntualmente i Pulp Fiction si presentano sullo stage, entrambi con una maglietta dedicata al film da cui prende il nome il loro team ed entrambi con degli inserti fluorescenti sui rispettivi costumi, ormai marchio di fabbrica dei due. I Pulp Fiction si fermano sullo stage, guardandosi intorno e ridacchiando dopo essersi scambiati qualche parola, poi alzano le cinture al cielo nello stesso momento e percorrono rapidamente la rampa, salendo sul ring. Il direttore di gara odierno, Jonathan Lopez, prova a controllarli ma viene folgorato da un'occhiataccia di Boom. La theme dei due si spegne. Cala il silenzio nell'arena. Il pubblico attende l'arrivo dell'Inverno. Improvvisamente, il suono di una sirena si diffonde per tutto il Madison Square Garden.

Titantron ha scritto:
This is the year where hope fails you
The test subjects run the experiments
And the bastards you know, is the hero you hate
But cohesing is possible if we strive
There's no reason, there's no lesson
No time like the present, telling you right now
What have you got to lose, what have you got to lose
Except your soul? Just listen


Pulse of The Maggots degli Slipknot accompagna l'entrata in scena dei due losci individui vesti di nero e mascherati. I duei portano con loro dei sacchi con scritto sopra "Who are we?", arrivati a metà rampa li aprono e svuotano a terra il contenuto, dai sacchi escono fogli di stampante ritraenti diversi nomi e volti dalla TWC, da Fred Franke a Jack Keenan, da Frye a Jaeger, da Cross a Black. Vuotati i sacchi, però, i due mostrano in mano due foglie all'apparenza bianchi. L'uomo con la maschera nera gira il foglio che a caratteri cubitali mostra una S rossa. L'uomo con la maschera rossa volta il suo foglio che a caretteri cubitali mostra una K nera. I due lasciano cadere i fogli e iniziano ad aprire gli impermeabili neri. Uno porta una tuta nera, l'altro dei pantaloncini e una maglia. Infine i due slacciano le due maschere e mostrano i loro veri volti...

Immagine Immagine


EDDIE JORDAN E KEVIN MANSON! I DUE LUPI NON SONO ALTRO CHE I DUE UOMINI CHE SI SONO QUASI AMMAZZATI DUE SETTIMANE FA! Manson passa un'ultima cosa dal suo sacco a Micheal Edwards, che altro non è che la maschera di Sanshkin con cui si è presentato all'ultimo Indoor War. I Pulp Fiction sul ring sono sbigottiti, e non appena i loro avversari salgono sul ring si fiondano all'attacco su di loro. Manson si lancia su BBB, Sanshkin su Thunder. I Lupi prendono subito il controllo del quadrato, finché il Perfidy in A Mask non graffia gli occhi di Kevin. Jordan abbandona Matt e va a lanciare fuori dal quadrato Boom con una Clothesline, quando si gira Thunder lo ripaga con la stessa moneta. Sul ring sono rimasti Manson e Thunder, posizionati a due angoli opposti. Lopez fa suonare la campanella.

TWC Tag Team championship
Pulp Fiction © vs Wolves of Winter
Tag Team Match


Il pubblico rumoreggia, il ref indica i due contendenti. Il match per i titoli tag inizia con un clinch a centro ring, prova di forza stra-vinta da Manson, che costringe il suo avversario quasi in ginocchio. Il campione si prende un calcione in pieno stomaco, poi una serie di pugni sul capo, european uppercut che manda al tappeto Thunder, schienamento: uno, no. Colpo di reni immediato, Matt viene rialzato e lanciato alle corde, salto dello splinter ed hurricarana sull'Animale! Quest’ultimo si rialza subito, Matt gli si lancia contro, ma viene intercettato con un tilt-a-whirl backbreaker! Il wolf of winter poggia la suola del suo stivale destro sulla fronte del campione, la strofina per qualche secondo, poi colpisce con un pestone. Altro tentativo di schienamento: uno, niente. Ancora una volta Thunder viene lanciato contro le volte, ancora una volta il suo avversario tenta un tilt-a-whirl, ma il ragazzo più fluo della TWC trasforma tutto in una bulldog. Il tag team champion prova una chiave articolare al braccio sinistro, ma non riesce a tenere al tappeto Kevin. Una volta alzati entrambi, Matt torce il braccio del suo avversario, che però lo tira violentemente verso di sé e lo atterra con una clothesline. Thunder viene rialzato e sbattuto violentemente contro il paletto, l'ex mascherato allarga le braccia, attirando una reazione mista dal pubblico. Il mascherato si dirige verso il campione, ricevendo da questi un calcio in pancia. Matt salta sulla seconda, poi aspetta che il suo avversario sia abbastanza vicino e gli salta addosso, venendo intercettato in posizione di powerbomb! Matt si dimena e butta il peso del corpo verso dietro per una hurricarana, ma viene bloccato dalla pressione sui quadricipiti delle braccia del mascherato. Kevin fa sbattere il capo di Matt contro la protezione della seconda corda dell’angolo, lasciando la presa, poi lo trascina a centro ring dal piede. Schienamento: uno, d-no. Ancora una volta Matt viene rialzato di forza, sollevato di peso dalle spalle. Schiaffone del Lupo – evitato - poi dita negli occhi da parte di Thunder! Salto sulla seconda corda: springboard rounhouse kick!

Immagine


L’electric splinter non perde tempo e di slancio dà il cambio al compagno. Manson è barcollante, riceve una serie di pugni, poi viene spinto sulle corde e colpito da un dropkick! Uno, no! Nulla da fare ancora per i campioni, il match continua. Il campione comincia a riempire di stomp la gamba sinistra del suo avversario, che risponde con un paio di calci da terra con la gamba destra. BBB accusa il colpo al ginocchio destro, è costretto ad allontanarsi dando tempo al Tear Suppressor di rialzarsi. Triple B caria a testa bassa, ma subisca un Back Body Drop che lo manda all’angolo, subito seguito da una cannonball! A vuoto, il Lupo si schianta contro il turnbuckle: calf killer!

Immagine


Boom comincia a dimenarsi per aumentare la pressione sul polpaccio destro dell’avversario, che però è troppo vicino alle corde. Una volta afferrate, l’arbitro intima al campione di lasciare la presa: uno, due, tre, quattro, l’arbitro è costretto a frapporsi fra i due contendenti per far sì che BBB lasci la presa. Manson è a terra, Boom riprende fiato, poi accelera le operazioni e lo rialza. Gomitata col braccio destro dell'Animale, che colpisce BBB al naso. L'ex 15 Champion accusa il colpo, indietreggia e poi torna a farsi sotto: drop Toe Hold! Altro colpo al volto per Boom, che rimane a terra stordito, mentre l'autoproclamatasi Apocalisse si tiene la gamba sinistra, che si è affaticata nell’atterramento.Kevin fissa il suo avversario, prono a terra, e sembra ridacchiare. Poi comincia a sferrare poderosi pestoni sul corpo del campione: uno, due, tre, quattro, cinque, fino a tredici pestoni! Urlo del pretendente al titolo verso il pubblico: calf killer!

Immagine


Il pubblico sembra essersi schierato con i Wolves of Winter, gli applausi per la manovra non si fanno attendere. Boom prova a fare come il suo avversario prima di lui, dimenandosi e allungarsi per trovare le corde del ring, ma sono lontane di qualche decina di centimetri e il maggior peso di Manson gli impedisce di avanzare. A Boom non rimane altra scelta che scalciare, colpendo la gamba ferita in precedenza suo avversario. Il Lupo avverte il dolore. La situazione continua per alcuni secondi, la presa comincia ad affievolirsi progressivamente, finchè non molla la presa. Il campione si trascina verso le corde, le usa come perno per riazarsi, anche Manson si rimette in piedi, lo va a prendere: clothesline, schinamento. Uno, due, colpo di reni. The Animal scuote il capo, rialza il campione. Snapmare, chiave al collo da tergo, con tanto di scissor sull’addome di BBB. Boom alza il braccio, l’arbitro si sincera delle sue condizione, lo sfidante stringe la morsa. Passano i secondi, pubblico si riscalda, la presa delle gambe si alleggerisce quando Triple inizia a prenderle a pugni. Una volta liberatosi da questa, il perfidy in a mask riesce a girarsi su di un fianco, poi a stendersi prono. Ginocchio destro a terrà, il pubblico fischia, il suo avversario non molla la presa al collo. Una volta in piedi, il campione fa qualche passo a centro ring, poi con una arm drag si libera dalla sottomissione. Manson si rialza subito, Boom si lancia alle corde, ma viene preso al volo per una Belly to belly! Il campione cade in piedi, superkick, l’avversario non cade: sleeper hold! Triple B si aggrappa con le gambe alla sua preda, la presa dura per quasi un minuto. Kevin soffre la mancanza di fiato, solo con uno sforzo enorme riesce ad allungarsi per raggiungere le corde. Il campione però non molla la presa, l’arbitro lo conta: uno, due, tre, quattro. Il ref è costretto ancora una volta a staccare fisicamente i due per non arrivare al cinque. La telecamera inquadra uno spettatore che allarga le braccia, lo si sente urlare qualcosa come “perché? Conoscono le regole?”. Il tentativo del direttore di gara non riesce, anche perché il number one contender decide di liberarsi del suo avversario correndo all’indietro verso il suo angolo, dove Boom sbatte la schiena. Il compagno di branco, Sanshkin si prende il cambio. Serie di pugni all’angolo sull’addome del campione, che poi viene portato al centro del ring e cinturato dal suo avversario, passato alle sue spalle. L'ex Eddie Jordan prova a sollevarlo, ma BBB punta i piedi a terra. Altro tentativo, nulla da fare. Pestone sul piede del pretendente al titolo. Agguato su Boom, che lo manda al tappeto con un body slam. Dropkick al ginocchio, corsa alle corde e legdrop sulla nuca. Sanshkin saltella fino all’angolo, Triple B lo raggiunge: irish whip, rovesciata! Dropkick in faccia al Dragone, salto alla seconda corda.

Immagine


Il membro dei WoW si alza subito: drop toe hold, poi serie di schiaffoni e gomitate sulla nuca! Reazione di scatto del suo avversario, Boom esce dal ring. Il pubbico fischia, il campione urla “come get me”, l’avversario sembra ringhiare, con un piede nel ring e uno sulla prima corda. BBB viene convinto a rientrare dall’aribtro. Irish whip, spallata di Sanshkin. Ora lui stesso di dà lo slancio sulle corde, il perfidy in a mask rimane a terra evitando il contatto, poi si alza e lo atterra con una arm drag. Subito in piedi, altra arm drag. Dropkick. Lo sfidante si rialza ancora di scatto, fissa il suo avversario per qualche secondo, richiamando la reazione del pubblico. Qualche secondo prima che i due riprendano a girarsi intorno, in posizione da boxeur il lupo, braccia lungo il corpo l’altro. Clinch, irish whip su Boom, altra spallata per mandarlo al tappeto. Si rialza, il suo avversario si è lanciato alle corde, ginocchiata in pieno stomaco. Triple B si tiene l’addome, viene sollevato di peso: gutbuster!

Immagine


Tentativo di pin: uno, niente. Sanshkin rialza il suo avversario, lo manda all’angolo. Back chop. Altra back chop. BBB risponde con una back chop. Seguita da una back chop del suo avversario. Back chop di BBB. Back chop di Sanshkin. Back chop di BBB. Back chop di Sanshkin. Il pubblico accompagna con degli “oooh”, come se il rumore del dorso della mano sul petto non fosse abbastanza. Back chop di BBB. Back chop di Sanshkin. Back chop di BBB. Back chop di Sanshkin. Back chop di BBB. Back chop di Sanshkin. Back chop di Sanshkin, back chop di Sanshkin. Irish whip, sollevamento in aria e facebuster. Pin: uno, due, no. Boom viene rialzato, la testa viene sbattuta sul turnbuckle. Poi altra irish whip, rovesciata: Thunder alza un ginocchio, il Lupo viene colpito alla schiena. L’electric splinter alza le mani in sua difesa, Boom sfrutta il momento prendendo a calcioni l’avversario. Il fu Edwards lo allontana, poi manda a terra Thunder con una spear. Boom prova a bloccarlo da dietro, ma riceve una gomitata di tutta risposta. Sanshkin prova ad afferrarlo per la maschera, ma BBB decide di tirar fuori gli artigli e di premergli indice e medio contro la maschera, nella zona che copre gli occhi. Il Lupo si avvicina alle corde, dove trova Matt Thunder che gli schiaccia il mento contro la terza corda, Boom sfrutta il rimbalzo con una clothesline. Uncino alla gamba: uno, due, no. Tag per Matt Thunder, BBB rimane nel ring: double slingshot suplex!

Immagine


Pin: uno, due, no! BBB esce dal ring, il suo compagno scuote il capo. Rialza Sanshkin, altro lancio alle corde. Rovesciato: Thunder esce dal ring e sale sul paletto, elbow drop sul suo avversario. Hammerlock e serie di back chop, poi un calcione dritto sul braccio. L’offensiva continua con la chiave articolare sull’arto sinistro, Thunder porta in estensione forzata i tricipite del suo avversario. Il Lupo soffre per una ventina di secondi poi con l’altra mano tira i capelli di Matt, che lascia la presa. Sanshkin viene redarguito dal ref, Matt lo sorprende: german suplex. Matt si rialza, altro german suplex. Ancora in piedi, ancora german suplex. Ponte per il pin: uno, due, nulla! Il match continua, Thunder sale sul paletto. Manson gli si avvicina: Matt prova a scalciarlo, con poco successo. Anche il compagno si è rialzato, si dirige all’angolo. Boom si lamenta, poi prende l’iniziativa ed entra nel quadrato: scambio di pugni con Sanshkin, Matt con un calcione fa cadere Kevin. Boom allora non perde tempo e lancia fuori il suo avversario, Thunder non si fa pregare.

Immagine


I Wolves of Winter vengono travolti dall’electric splinter, ma anche Boom sembra prepararsi per qualcosa.

Immagine


Boomsault fuori dal ring! I quattro contendenti sono a terra, tutti doloranti, ma il publico è in visibilio. Passano i secondi, l’arbitro conta fino a cinque prima di veder rientrare Thunder nel ring, fino a nove prima che Sanshkin faccia lo stesso, mentre Boom e Manson ritornano a passo lento sull’apron. Matt scalcia violentemente l’avversario sul fianco. Almeno, fin quando quest’ultimo non poggia un piede ne ring e gli blocca la gamba. Dopo alcuni saltelli, Matt sferra una Enzeguri che manda Sanshkin all’angolo. Serie di pugni, poi una ginocchiata, Thunder prova a cariarlo con le spalle sulla seconda corda, ci riesce. Sale anche lui, ma riceve un pugno. Risponde con la stessa arma. Testata, stessa cosa da parte di Matt, che mette il capo del suo avversario sotto il braccio.

Immagine


I due rimangono a terra qualche secondo, il ragazzo più fluo della TWC poggia una mano sul petto dell’avversario: uno, due, NO! Il lupo dell’inverno alza la spalla giusto in tempo per evitare il peggio. Il campione non molla e batte i pugni a terra, poi va di chin lock. Presa che dura molto poco, viste le gomitate che gli colpiscono l’addome. Sanshkin prende l’iniziativa: gut kick, testata, suplex. Rialza il campione, poi lo stende con una discuss clothesine. Pin: uno, due, colpo di reni. Viene portato ancora in piedi, poi in posizione di powerbomb. L'ex Golden Boy lo carica sulle spalle, Matt scivola dietro con una capriole e prova un pin: uno, niente. Poi si lancia alle corde: Lou Thesz press per lui. Sanshkin si libera girandosi prono e raggiungendo a gattoni le corde, Matt lo segue e continua a sferrare pugni e gomitate. Solo una volta in piedi il mascherato reagisce: gomitata in viso e un poderoso Exploder Suplex stendono lo splinter!

Immagine


Sanshkin copre immediatamente dopo il suo letale Suplex: uno.. Due.. Solo due. Si può sentire il membro dei Wolves of Winter ridacchiare sotto la maschera, mentre il compagno Kevin Manson rincara la dose e copre d’insulti Thunder facendo leva sul suo essere un rookie. Lo sguardo dei due Lupi si incrocia, eccoli scambiarsi un cenno d’assenso: il fu Michael Edwards va a risollevare di peso il giovane Campione, tenendolo quasi in orizzontale a circa un metro da terra, mentre Kevin sale sul paletto. Il direttore di gara, Jonathan Lopez, cerca di fermare i due ma non riceve ascolto e riesce ad evitare lo scoppio di una nuova rissa solo impedendo a Big Black Boom di entrare sul quadrato. L’Animale ne approfitta e si lancia: ecco la loro Woods Roar.

Immagine


Kevin rotola immediatamente fuori dal ring facendo cenno a Sanshkin di coprire, cosa che puntualmente avviene: l’arbitro perde un paio di secondi cercando di tenere a bada Boom, poi conta. Uno.. Due.. Solo due! Thunder tiene duro. Il Lupo mascherato afferra l’avversario per i capelli, colpendolo con un paio di pugni ben assestati alla testa, poi si rialza e lo tira fino al proprio angolo per il braccio. Kevin si prende il cambio, ritrovandosi di fronte il corpo del Campione Fluorescente: comincia a saltellare con le braccia aperte provocando BBB all’angolo opposto, poi salta e gira su sé stesso. 360 Legdrop! A vuoto, perché Thunder si scansa grazie alla propria proverbiale rapidità. Il Painmaker si rimette in piedi immediatamente, lo stesso cerca di fare l’Electric Splinter con l’aiuto delle corde. Si lancia verso BBB, NO! Manson gli va addosso e lo blocca a mezzaria con uno sforzo incredibile, mantenendolo sollevato a peso morto per qualche secondo per poi chiudere il Deadlift German Suplex.

Immagine


Manson non tiene il ponte, preferendo provocare Big Black Boom con uno schiaffo in faccia. Kevin si allontana prima che il mascherato possa vendicarsi dell’affronto subito, ridendo. Matt è in ginocchio, prova a rialzarsi ma viene colpito da un pugno al volto e poi da un pestone sullo sterno. L’Animale sbadiglia, poi lo rialza prendendolo per le orecchie e lo spinge con forza contro le corde. Allahu Akbomb, trasformata in una Hurincarrana con schienamento! Uno.. Due.. TRE, NO! La fulminea reversal di Matt Thunder stava per consegnare la vittoria ai Pulp Fiction. Sanshkin cammina nervosamente sull’apron mentre BBB già tende la mano verso il compagno, che gli si avvicina strisciando. Il fu Michael Edwards sprona il compagno, che è in ginocchio. E’ troppo tardi, allo Splinter manca mezzo metro, forse meno… Ma il Tear Suppressor risorge dalle proprie ceneri e connette con una Senton sulla schiena del rivale, che comincia a rantolare allontanandosi dal’angolo amico. Il pubblico continua ad essere diviso, leggermente a favore dei Wolves of Winter. Kevin Manson si rimette in piedi, imprecando, poi solleva di peso il Campione e lo lancia verso il proprio angolo con una Fallaway Slam. L’Animale si scrocchia il collo, Thunder cerca rifugio sedendosi con la schiena contro l’angolo: posizione perfetta per una Cannonball. Kevin prende le misure, poi all’improvviso si lancia contro BBB facendolo cadere dall’apron. Ora può partire in diagonale… Solo per fermarsi a qualche centimetro da Matt e sputargli in faccia. Cambio a Sanshkin. L’Electric Splinter prova a ribellarsi scalciando su Kevin, che per tutta risposta lo tramortisce con un calcio in bocca, lo rialza e lo passa a Sanshkin, che lo afferra e si gira di Centottanta gradi. Exploder Suplex contro l’angolo!

Immagine


Il Dragone allontana quel che rimane dell’avversario dalle corde, poi lo copre. Uno… Due… Thunder alza la spalla! Big Black Boom applaude la resilienza del compagno di coppia, mentre Manson alza gli occhi al cielo sbuffando. Sanshkin colpisce con un paio di Stomp l’avversario, poi lo chiude in una Headlock. Passano i secondi, il pubblico protesta per la mancanza d’azione: dopo poco meno di mezzo minuto Matt Thunder riesce a girare il busto, portandosi in ginocchio. Sanshkin lo molla immediatamente, lo colpisce con un pugno in mezzo agli occhi per stordirlo e poi prende la rincorsa contro le corde. El Mago Reluciente!

Immagine


Kevin Manson scoppia a ridere e applaude il compagno, che questa volta non schiena: tag per l’Animale, che si appoggia alle corde sbadigliando. Thunder cerca di rimettersi in piedi puntando le mani, incoraggiato da BBB… Ma viene steso nuovamente da un calcio al costato. Il Painmaker scuote la testa, poi afferra l’avversario per la testa e lo rimette in piedi in malo modo. Schiaffo di Kevin. L’Electric Splinter non ci sta e risponde con un altro schiaffo. Bear Hug di Kevin, che solleva da terra l’avversario. Matt è di nuovo imprigionato in una sottomissione, urla di dolore e prova a dimenarsi ma non fa che peggiorare la situazione. L’Animale urla a BBB che lo sottometterà per un conteggio di dieci, rievocando brutti ricordi nel pubblico che lo riempie di contestazioni. Kevin fa spallucce, senza mollare la presa: ormai sono passati venti secondi e il Campione si sta affievolendo. Alza la mano al cielo, forse in procinto di cedere – No, colpisce Manson al naso con un pugno. E poi un secondo. E poi un terzo. Il Tear Suppressor non riesce a contenere l’avversario e se lo lancia alle spalle, connettendo con un Over The Head Belly To Belly Suplex.

Immagine


Il giovane membro dei Pulp Fiction viene sbalzato nei pressi di un angolo neutro, per poi essere raggiunto immediatamente da Kevin che gli salta sopra e connette con un Double Foot Stomp. Thunder si piega a metà, Manson lo colpisce con un calcio al cranio e poi si lancia contro le corde. Rimbalza sulla seconda! Ma atterra sul posto, scuotendo la testa. Il pubblico lo fischia. Kevin ridacchia ed allarga le braccia, poi si china sull’Electric Splinter e lo afferra al collo con la mano sinistra. Gli spettatori sembrano aver capito le intenzioni dell’Animale e lo contestano sonoramente. Thunder viene rialzato. Jumping Chokeslam! Ma Thunder si divincola a mezz’aria. Il membro dei Wolves of Winter atterra in ginocchio, attutendo il colpo, poi si gira verso il Campione e viene freddato da un Pelé Kick. Kevin barcolla, ma non cade. DROPKICK ALTISSIMO! Evitato dallo Splinter, che si abbassa e con una capriola arriva all’angolo amico. Tag a Boom! Il mascherato dei Pulp Fiction si precipita all’interno del quadrato e riempie di Stomp Manson, impedendogli di rimettersi in piedi, poi corre contro le corde e rimbalza. Boomsault!

Immagine


Pinfall immediato sul Lupo: uno… Due… Solo due, colpo di reni di Kevin. BBB viene sbalzato via di qualche centimetro, poi gli si rifionda addosso con una serie di pugni chiusi in faccia. Lopez è costretto ad intervenire per separare il Campione dalla sua preda. BBB alza le mani al cielo, arretrando fino all’angolo di Sanshkin: gomitata in faccia all’ex Michael Edwards, che cade dall’apron! Kevin si rialza toccandosi l’addome, BBB ha l’occasione perfetta per una diagonale. POP UP! E BOOM ATTERRA IN PIEDI CON UN BACKFLIP! BOOM ATTERRA DAVANTI A MANSON CON UN BACKFLIP E CONNETTE CON LA BIG BLACK STUNNER!

Immagine


Una prova di atletismo impressionante da parte del Campione, che va di nuovo al pinfall. Uno… Due… Tre, no! Manson alza la spalla per un pelo. BBB colpisce con un pugno il tappetino del ring, poi si rimette in piedi e chiama la propria finisher. Il pubblico è diviso, mentre l’Animale si rialza lentamente. Sanshkin si fionda sul quadrato, colpendo Boom alle spalle con un Double Axe Handle! Il membro dei Pulp Fiction crolla in ginocchio, mentre l’altro mascherato calcola le distanze per un secondo Shining Wizard. Ed ecco emergere Matt Thunder! Il ragazzo di Jacksonville si è già ripreso e fa arretrare alle corde l’aggressore con una serie di pugni. Prende la rincorsa. Big Boot! Entrambi i lottatori caracollano all’esterno del quadrato in malo modo, lasciando il ring ai due uomini legali. Manson è appoggiato ad un angolo, BBB si sta rimettendo in piedi. E SI PRENDE UNA VIOLENTA GINOCCHIATA IN FACCIA! Kevin allarga le braccia urlando a squarciagola, poi quasi appallottola l’avversario e lo solleva: Pumphandle Neckbreaker a segno.

Immagine


Entrambi crollano a terra, il pubblico accoglie l’impatto con un boato. BBB boccheggia, le braccia larghe, mentre Manson ha una smorfia di dolore dipinta sul volto e cerca di girarsi pancia a terra e strisciare verso le corde. Sanshkin e Thunder ricompaiono sull’apron, spronando i due a dare il tag. Kevin parte prima, si avvicina all’angolo amico.. Poi si ferma e si tira in piedi a fatica. BBB sta gattonando verso il compagno, ma viene richiamato da un urlo del Painmaker. “Non abbiamo ancora finito”. Boom ridacchia, poi si rialza anch’egli e si scambia un cenno d’intesa con Matt prima di dargli la schiena. I due rivali dello scorso Homeland si guardano negli occhi. Partono entrambi in corsa. GINOCCHIATA! Evitata da BBB che si sposta di lato, afferra per il collo l’avversario piegato in avanti e connette con uno Snap Neckbreaker. Il mascherato si sgranchisce le mani, poi si rialza e indica un angolo neutro, cominciando a scalarlo. La posizione è quella di un Boomsault sopraelevato, dalla terza corda. Si lancia! Kevin si sposta. Boom atterra in piedi, poi riparte. Standing Shooting Star Press in corsa! E il Lupo si salva inarcando le ginocchia. Il Perfidy In A Mask si porta le mani allo stomaco, imprecando, poi si rialza per non dar tempo all’avversario di prendere fiato. GINOCCHIATA IN FACCIA! BBB si porta entrambe le mani al naso ma non cade, barcollando all’indietro. Rimbalza contro le corde, mentre Manson provoca Thunder richiamando l’attenzione dell’arbitro. Sanshkin colpisce BBB con un Discus Roundhouse Kick alla nuca! Il Campione rimane in piedi ancora una volta, abbassando pericolosamente la guardia. STANDING DROPKICK ALTISSIMO DI MANSON!

Immagine


Boom crolla al suolo, cadendo male con la nuca. Manson gli si getta sopra.. Uno… Due… TRE! Tre! No! Matt Thunder interviene e connette con una Standing Shooting Star Press, annullando il conteggio. Sanshkin fa per entrare nel quadrato anche lui, ma l’Electric Splinter è fulmineo e lo fredda con un Helluva Kick. Ora eccolo concentrarsi su Manson: lo colpisce con un paio di calci alla tempia, poi gli chiude la testa tra le proprie gambe e cerca il sollevamento per la Last Ride Thunderbomb… L’Animale è troppo pesante. Sforzo atavico di Matt.. Che viene sbalzato via da un Back Body Drop. Il Campione atterra in piedi, cercando rifugio ad un angolo. Il Lupo lo carica, ma va a vuoto perché l’avversario si sposta. Manson rimane stordito, e subisce anche lui un Helluva Kick! Non è tutto, Boom si è ripreso: Cut-To-Black!

Immagine


La testa dell’Animale rimane quasi conficcata sul mat, Thunder si precipita fuori dal quadrato per placcare Sanshkin mentre Boom va per il pinfall. Uno.. Due… TRE! E’ finita! I campioni di coppia riman – No, Kevin ha alzato la spalla praticamente al conto di tre! Boom alza le braccia al cielo, ma l’arbitro gli spiega che la battaglia non è finita e gli indica un “due” con le mani. Il mascherato dei Pulp Fiction spalanca gli occhi, afferrando per la divisa Jonathan Good e minacciandolo, mentre fuori dal quadrato Sanshkin manda l’Electric Splinter a sbattere contro uno dei paletti d’acciaio agli angoli del ring. Alle spalle di Boom, Kevin è in ginocchio. Gli si posiziona sotto. Si rialza di scatto. Electric – Chair – Driver!

Immagine


Kevin connette con una delle sue manovre più rare, poi urla a pieni polmoni e afferra una gamba dell’avversario schienandolo. Uno… Due.. TRE, NO! Boom alza la spalla! Manson non ci può credere. Kevin si mette le mani nei capelli e rimane immobile per qualche secondo, finché Sanshkin dall’apron non gli chiede il tag. Il Painmaker si rialza e gli si avvicina, tende la mano – Ma Thunder afferra per un piede il mascherato dei Wolves of Winter e lo strattona indietro, facendolo cadere di faccia contro lo spigolo del ring! Kevin rimane attonito, poi comincia a ringhiare all’indirizzo di Matt che gli ride in faccia. Roll Up di Boom! Uno, due, solo due! Kevin si rialza, ma viene freddato da un Superkick. Thunder corre verso il suo angolo, poi riceve il tag. Manson carica nuovamente Boom e subisce un secondo Superkick, crollando. Lo Splinter, intanto, è salito sulla terza corda. THUNDER SHOCK!

Immagine


Fine dei giochi. Thunder aggancia la gamba dell’avversario, sotto lo sguardo soddisfatto di Boom. Uno… Due… TRE! Tre. Tre? NO! KEVIN HA ALZATO LA SPALLA! Il pubblico rumoreggia animatamente di fronte all’ennesimo kickout disperato di Manson, che non ha nemmeno più la forza di mettersi in piedi. I Pulp Fiction parlottano per qualche secondo, poi si scambiano un cenno d’assenso e Matt sale nuovamente sulla terza corda. BBB si prende il tag. SECONDA THUNDER SHOCK! E non è tutto: con uno sforzo impressionante Matt solleva a peso morto Kevin, in posizione di Alabama Slam. Boom va ad occupare l’angolo opposto, poi parte in rincorsa più veloce che può. ZED’S CHOPPER! ZED’S CHOOPER! ZED’S CHOPPER!

Immagine


E’ finita. Manson non c’è più. Manson non c’è più. Thunder crolla al suolo per il considerevole sforzo fisico, mentre Boom va per lo schienamento. Uno.. Due.. Tre! E INVECE NO, PERCHE’ QUESTA VOLTA SANSHKIN RIESCE A SALIRE SUL QUADRATO ED INTERROMPERE TUTTO! Scoppia una rissa senza quartiere tra i due mascherati, con BBB che viene aiutato dopo una manciata di secondi da Thunder: il Lupo si accorge di non poter sostenere lo scontro fisico e scivola alle spalle di Thunder, Dragon Suplex! Ma atterra in piedi. Sanshkin sembra stupito e si fa sopraffare da un Gut Kick di Boom: Cut-To-Black, NO! L’ex Michael Edwards lo spinge via e rotola fuori dal quadrato. I due Pulp Fiction lo osservano, ridendogli in faccia per la loro superiorità numerica, finché Thunder non viene spinto con forza contro il suo compagno. Manson è nuovamente in piedi. Sanshkin approfitta della confusione per dirigersi al suo angolo, mentre Kevin para un pugno dello Splinter e lo colpisce con una testata, poi gli chiude la testa tra le gambe: Gotch Style Piledriver!

Immagine


La strada ora sembra spianata, Manson comincia a gattonare verso Sanshkin che si stende più che può cercando il tag… Boom sale addosso a Kevin e lo colpisce con una serie di pugni alla nuca. Il Tear Suppressor prova a non soccombere sotto i tremendi colpi avversari e si prende un break con una gomitata all’indietro, alla cieca. Si rimette in piedi, sembra aver perso la percezione della propria posizione ed infatti dà le spalle a Boom. Inverted Hurincarrana, NO! BBB viene trattenuto da Manson. Electric Chair German Suplex, a segno.

Immagine


Nuovo break. Entrambi I contendenti sono a terra, con BBB che ha chiaramente avuto la peggio. Matt Thunder risale sul quadrato, cercando di evitare il peggio, ma Manson è vicinissimo a Sanshkin. Allunga la mano. Manson riesce finalmente a dare il cambio al suo compagno di team! Sanshkin ora osserva sia Boom che Thunder, che decidono di attaccarlo immediatamente. Il Dragone non riesce a respingere la sortita dei due avversari, che controllano e lo lanciano alle corde. L’ex Michael Edwards prende il rimbalzo alle corde, ma si ferma a pochi passi da Triple B e l’Electric Splinter. I Pulp iniziano a colpirlo con una seria di pugni e lo cingono al collo per un tentativo di suplex, ma Sanshkin, facendo forza sulle gambe riesce ad evitare la proiezione. I campioni di coppia tornano di nuovo all’attacco con colpi al ventre, ma stavolta il Golden Boy riesce a fermare Boom e farlo impattare contro Thunder. Il Dragone di Saettle cinge a sé il più giovane dei due Pulp Fiction e con un incredibile forza lo solleva e lo proietta per un Exploder Suplex! Boom però si precipita a colpirlo alle spalle, non lasciando fiato al suo avversario. L’ex Jack di quadri incassa i colpi e risponde a sua volta con un paio di forarm! Il perfidy in a mask barcolla, Sanshkin lo aggancia ed esegue un altro Exploder Suplex! I due campioni di coppia sono ora agli angolo opposti del ring. L’ex Michael Edwards chiama a sé il suo compagno di team e gli fa un cenno con la testa, Manson si porta la centro del ring e i due si mettono schiena contro schiena. Il Dragone urla qualcosa e i due si lanciano a velocità folle contro i campioni di coppia! DUOBLE CORNER CANNONBALL DA PARTE DEI WOLVES OF WINTER!

Immagine
Immagine


Sanshkin ora prova lo schienamento su BBB. 1..2..NO! L’uomo nero mascherato alza la spalla sinistra, ma il Golden Boy non sembra dargli peso. Si rialza immediatamente con una serie di stomp lo inizia a calpestare violentemente. L’arbitro lo redarguisce, ma Jordan non lo sta ad ascoltare. Solo il richiamo di Kevin Manson ferma il feroce assalto dal suo compagno di squadra. Il lupo bianco ora risolleva da terra Big Black Boom e lo lancia all’angolo del suo compagno di team. Cambio tra i Wolves, Manson riprende le redini del match e assesta un paio di chop al petto di Boom, intanto Sanshkin prende la ricorsa e completa la combinazione dei due con un Running Knee Smash all’angolo. Manson recupera il corpo barcollante di BBB e lo porta centro del ring. Rimbalzo alla corde e Senton Bomb sull’uomo mascherato. Tentativo di pin 1…2...Niente da fare ancora. Manson rialza ancora e trascina con sé Boom, che però tenta un timida reazione sull’animale. Colpi allo stomaco e poi gomitate in pieno volto per l’uomo mascherato, che riesci a staccarsi dall’avversario e dare il cambio in capriola al suo compagno di tag. Thunder si lancia immediatamente su Kevin, ma il Tear Supposer lo secca con un violento Lariat! I due crollano a terra e l’arbitro inizia a contare il double KO. 1...2…3…4…5…6…7…Manson si alza e dà il cambio a Sanshkin, che rapidamente entra e ferma Matt che strisciava verso il suo angolo. Il Lupo colpisce il ragazzino in pieno stomaco e richiama sugli attenti il suo compagno di team, che si è posizionato all’angolo. Rocket Lanch del lupo bianco, Manson intercetta al volo il corpo di Thunder! POP-UP SPEAR!

Immagine


Devastante mossa combinata del neonato team. Sashkin prova lo schienamento, ma Boom interviene immediatamente a fermare il conteggio dell’arbitro. Il dragone si alza e si volta verso l’altro uomo mascherato dopo di ché prende la carcassa di quel che resta di Matt Thunder e lo lancia senza rispetto verso Boom. Thunder chiama il cambio per il suo compagno di team e Boom non si fa attendere. I due uomini mascherati sono ora nuovamente al centro del ring. Sanshkin allarga le braccia, mentre Boom gli intima di farsi sotto. Il dragone non ci pensa su due volte e con poderoso standing Dropkick stende il suo avversario, Boom si rialza subito, ma l’espressione che traspare dalla maschera sembra quella di uomo sbigottito. Ora è Sanshkin che chiede all’altro uomo mascherato di farsi sotto,Triple B si lancia in una folle corsa per una Clothesline, ma il lupo bianco lo intercetta immediatamente e lo blocca con un calcio all’addome che spezza in due Boom. Schiaffo sonoro sulla testa di Boom, poi un altro, un altro ancora e un altro. L’ex Michael Edwards riempie di chop alla nuca il suo avversario, che reagisce con una testata allo stomaco. Boom spinge via Sanshkin che rimbalza alle corde, leapfrog di BBB, Thunder intercetta il rebound dell’uomo mascherato con un Kick. L’ex Michael Edwards barcolla e viene abbrancato alle spalle da Big Black Boom che si prepara alla Cut-To-Black, il perfidy in a mask prova a far cadere il suo avversario, che invece risponde prontamente con una gomitata e poi lo cinge a sua volta. Sanshkin è alle spalle di BBB, il braccio destro del suo avversario introno al collo, l’abbiamo già vista un paio di volte questa mossa, ma ora ha un nome. DEVIL’S KISS! ROTAZIONE DI BLACK CHE IMPATTA CONTRO IL BRACCIO DI SANSHKIN!

Immagine


Schienamento da parte del Lupo Bianco! 1…2…NO! INCREDIBILE THUNDER CONNETTE UN 450° SPLASH! L’arbitro blocca il conteggio, ma quello ad aver subito più danno sembra essere BBB. L’ex Michael Edwards si solleva da terra dopo qualche secondo e nota Thunder al centro del ring in preda ai dolori del colpo appena inferto. Gli occhi di Sanshkin fanno presagire tutto il male che sta per arrivare. Il ragazzo di New York chiama il suo compare di scorribande e rialza da terra l’eletric splinter. L’arbitro tenta di bloccare i due, ma viene spostato di peso da Manson. Il Dragone lancia a peso morto Thunder al Painmaker, che lo aggancia e lo stende con un Package Pildriver! Manson fa però ruotare fuori dal suo corpo quello di Matt che viene preso e sollevato da Sanshkin… BRAIN BUSTER! COMBO PACKAGE PILDRIVER + BRAIN BUSTER DEI WOLVES!

Immagine


I due lupi ora sono al centro del ring e fanno entrambi il segno del tagliagole. Boom nel mentre si è lanciato alla corde per colpire i due con un double Lariat. Ma i due si abbassano e lo colpiscono con uno doppio Standing Dropkick! Sanshkin raccoglie da terra il corpo di Boom, mentre Thunder viene fatto rotolare fuori dal ring da Manson. Posizione di Vertabreaker per l’ex Michael Edwards, la mossa che non gli si vede eseguire da tempo sembra pronta ad essere rispolverata. Ma il newyorkese si volta verso il painmaker ancora una volta e gli fa segno con il pollice. Manson sale sul paletto e i due si guardano fissi per qualche secondo… MANSON SALTA DIVING DROPKICK ONTO A VERTABREAKER! THE RAINS OF CASTEMMERE! LE PIOGGIE RISUONANO NELL’ARENA E NESSUNA ANIMA LE ASCOLTA!

Immagine


SANSHKIN COPRE! 1..2…3! SIGNORI E SIGNORE ABBIAMO DEI NUOVI CAMPIONI DI COPPIA!

JR: HERE IS YOUR WINNER AAAAAAAAAAAAAAAAND THE NEEEEEEEEEEEEEEEEEEEW TWC WORLD TAG TEAM CHAMPIOOOOOOON: THE WOLVEEEEEEEEEEEEEEEEES OF WINTER!

Incredibile al Garden. I Pulp Fiction vengono detronizzati dai Wolves of Winter. Pulse of The Maggots risuona nell’arena, ma I fischi la ricoprono immediatamente. Sanshkin è ancora coricato a terra vicino a Big Black Boom. Mentre l’arbitro ha già consegnato i titoli di coppia a Kevin Manson. Il Painmaker consegna la sua metà al compagno e i due si guardano negli occhi, poi sollevano i titoli al cielo e festeggiano la loro grandissima vittoria. Grandissimo debutto dei Wolves of Winter qui ad Alpha Horizon! Nessuno ha visto arrivare nulla e nessuno poteva scommettere che sotto le maschere ci fossero questi due uomini!





Up Next
Spoiler:
**TWC Undisputed Women's World Championship**
Jane Murphy (c) vs. Lisa Lisa


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2017
MessaggioInviato: 10/03/2017, 22:22 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Ladies and gentlemen, Alpha Horizon continua! Siamo nella zona del ring, dove tutto è pronto per il match che vedrà affrontarsi Jane Murphy e LisaLisa con il TWC World Heavyweight Championship in palio.



La theme di LISALISA inizia a diffondersi nell'arena, e le luci calano di intensita per svariati secondi, concentrandosi poi tutte sullo stage... e quando la musica ad aumentare di intensità e parte il beat di chitarre e batteria della canzone appare la lottatrice giapponese sullo Stage!

Immagine


Lisa indossa un completo elegante non dissimile a quello indossato ad ogni sua apparizione dal suo maestro ora in ospedale, Alejandro Signos. Tra i pesanti fischi del pubblico, la lottatrice percorre la rampa d'ingresso illuminata dalle luci dello Stage, concentrate tutte si di lui. Giunta nei pressi del Ring, si toglie il gessato, rivelando il suo completo da combattimento, per l'occasione tutto in pelle nera. Lisa scuote la testa, ed eccola rivolgere uno sguardo freddo alla telecamera che la sta inquadrando, con l'immagine che per prudenza si fa più lontana da lei.

Immagine


La lottatrice nipponica quindi sale sul quadrato, si porta sulla terza corda ed allarga le braccia, prendendosi un'altra dose sonora di fischi da parte del pubblico. Fatto ciò, si porta all'angolo vicino al tavolo di commento ufficiale della TWC, e guarda verso il titantron a braccia incrociate.



Una musica si diffonde nell'arena ed allo stesso tempo le luci si abbassano. Nella luce tenue possiamo vedere una figura femminile entrare in scena. La ragazza si porta al centro dello stage con passo lento. Qui allarga le braccia, facendo tornare l'illuminazione.

Immagine


Jane Murphy è vestita con una tunica nera screziata di rosso, come se fosse percorsa da braci ardenti. Sulla sua schiena si aprono delle grandi ali nere.



Diary of Jane risuona nell'arena e Jane annuisce, riporta le braccia lungo i fianchi e si dirige verso il quadrato. Salita sul ring si sfila la tunica, rivelando il TWC Undisputed World Women's Championship alla sua vita ed un nuovo ring attire rosso bordato di nero. Le due contendenti si portano l'una di fronte all'altra, Jane alza ancora una volta la cintura davanti al viso della sfidante. L'arbitro Simon DeJano si frappone immediatamente tra le due, indicando loro i rispettivi angoli. Le ragazze obbediscono e Jessica Rose procede con gli annunci.

JR: Introducing first, the challenger, from Osaka, Japan, weighing 168 pounds and standing 5-feet-11 inches tall, she's LiiisaaLiisaaa!

Lisa non fa una piega, mentre il pubblico la fischia sonoramente.

JR: from Boston, Massachusetts, she stands 5-feet-5-inches tall, weighing 125 pounds, she is the TWC Undisputed World Women's Champion: she's the Lioness, Jaaane Muuurphyyy!

Jane alza il titolo in cielo, causando la solita reazione mista, ma il suo sguardo rimane piantato sul volto della rivale. La Ring Announcer esce dal quadrato, Simon DeJano dà il via libera al timekeeper, il match comincia!

TWC UNDISPUTED WORLD WOMEN'S CHAMPIONSHIP SINGLES MATCH
Jane Murphy (c) vs LISALISA


Ed ecco che le due avversarie si portano al centro del quadrato, fissandosi. Il pubblico rumoreggia, LisaLisa si scrocchia il collo, ed ecco che Jane le molla uno schiaffone sul viso! Boato del pubblico per questo colpo della Leonessa, che ora allarga le braccia sorridendo. Lisa stringe i pugni, e va con una improvvisa testata ai danni della Murphy, che indietreggia. Pugni nello stomaco da parte della nipponica, e Jane finisce alle corde. Serie di chop a mano aperta sul petto della campionessa, che subisce l'offensiva dell'avversaria. Irish Wip di Lisa, che al rimbalzo tenta subito di stringere la rivale nella sua Legacy, ma la sua avversaria è lesta a respingerla e spingerla via. Le due tornano a fissarsi, ed ora è LISALISA ad allargare le braccia. Le due collidono immediatamente dopo in un Clinch, con Jane che esce dalla prova di forza colpendo l'avversaria con una ginocchiata nella pancia. Lisa si genuflette, Snapmare di Jane che colpisce l'avversaria con diversi pugni chiusi al viso! L'arbitro separa le due. La campionessa femminile corre alle corde e successivamente colpisce l'avversaria con un violento Running Axe Handle allo sterno.

Immagine


Successivamente si rimette in piedi e corre ancora alle corde, tentando un secondo Axe Handle, ma Lisa Lisa si sposta appena in tempo. La nipponica si rimette in piedi all'angolo vicino al tavolo di commento spagnolo, ed ecco che ora la campionessa femminile della TWC riesce a bloccarla lì, colpendola con un alcune chop al petto e poi alcune spallate. Ora la Murphy tenta di lanciare la propria avversaria all'angolo opposto con una Irish Wip, ma Lisa riesce a bloccare il braccio sinistro della campionessa e schiantarlo sul mat ring con un Arm Takedown. Urlo di dolore della Murphy, in ginocchio, che ora viene colpita con alcuni schiaffi al viso e portata all'angolo in posizione seduta. Lisa colpisce la rivale con alcuni Stomp, quindi applica il piede destro alla gola dell'avversaria... Hamon's Charge!

Immagine


LISALISA quindi si allontana, mentre Jane tossisce e si tiene la gola. Tra i fischi del pubblico, la Nipponica ora guarda negli occhi la campionessa, facendo il segno della cintura alla vita. Jane inizia a rialzarsi, scuote la testa ed invita l'avversaria a farsi sotto con la mano destra, e subito la Sorrow Bringer si precipita sull'avversaria colpendola con altri pugni e calci. L'arbitro Simon Dejano separa le due lottatrici, con Lisa che protesta ampiamente... Lou Thesz Press improvvisa della campionessa! La lottratrice giapponese subisce senza riuscire a reagire la furia della Leonessa della TWC, la quale ora inizia a sbatterle la nuca contro il mat. Dopo aver fatto ciò la campionessa della divisione femminile si rimette in piedi, riprende fiato, e trascina l'odiata avversaria all'angolo, dove la colpisce con una serie di violenti Corner Kicks.

Immagine


Il pubblico conta i calci insieme alla campionessa, fino ad arrivare a quindici, e si allontana in seguito ai richiami dell'arbitro. Lisa si tiene il ventre colpito dall'avversaria, che ora con uno Snapmare la porta sul Mat ring, stringendola in una Chinlock. Jane urla vari insulti all'indirizzo della Araki, per poi rialzarla e stringerla in una Side Headlock. Reazione della giapponese con delle gomitate allo stomaco della campionessa, Jane non lascia la presa e Lisa prova a caricarsela sopra le spalle con uno scatto... ci riesce ma ecco che la Leonessa della TWC le scivola alle spalle e prova a prenderla per le braccia, no, anche Lisa riesce a controbattere girandosi appena in tempo, prende l'avversaria e riesce a caricarsela e girarsela per connettere con una bellissima e fulminea Emerald Flowsion!

Immagine


Schienamento pronto di LisaLisa: 1, 2 e niente da fare, Jane alza la spalla destra. La giapponese scuote il capo e rialza l'avversaria. La prende per le braccia, connettendo un Butterfly Suplex. Jane cade sul mat e si tiene la schiena sofferente, ed ora viene nuovamente schienata dalla rivale: 1, 2, e ancora niente da fare, la campionessa alza la spalla. La Araki solleva di nuovo l'avversaria, portandola all'angolo e mettendola in posizione seduta, preparandosi quindi ad eseguire un nuovo Hamon's Charge... ma la campionessa riesce a bloccare il piede destro della rivale e a spingerla via con tutta la propria forza. Lisa rotola e si rimette prontamente in piedi per andare a colpire Jane, ma questa riesce a prenderla e connettere con una Reverse STO all'angolo! LISALISA impatta con la faccia contro il Turnbuckle di mezzo, ed ora viene messa in posizione eretta dall'avversaria, che si appoggia alle corde... ed inizia a propria a volta a strozzarla col piede!

Immagine


Dopo che la campionessa termina l'esecuzione della mossa, Lisa si genuflette vicino alle corde che usa come appoggio, ma Jane Murphy non ha finito con lei ed ora la trascina nuovamente all'angolo, per poi colpirla con una serie di violenti pugni al volto. La campionessa femminile della TWC quindi completa la sequenza sollevando l'avversaria e connettendo con un Exploder Suplex. La lottatrice giapponese finisce al centro del mat ed ora viene schienata dalla campionessa: 1, 2 e Lisa alza la spalla uscendo dallo schienamento. Jane si rialza ricevendo l'incitamento del pubblico, ed ora inizia a sollevare l'avversaria, prendendole il viso tra le mani e schiaffeggiandola di nuovo. Jawbreaker improvviso di LISALISA, che fa arretrare la sua rivale, ed ora la nipponica la fa cadere giù con un altro Arm Takedown al braccio sinistro. Jane finisce a terra, ma si rimette in posizione seduta... ed ecco che subisce prontamente il Monkey Punch della ex Reina Perlada!

Immagine


Schienamento di Lisa: 1, 2 e Jane alza la spalla destra per uscire dallo schienamento, ma subito la sua avversaria riesce ad imprigionarla in una Armbar sempre al braccio sinistro. Jane soffre per alcuni secondi ma ecco che riesce a toccare la prima corda con la gamba destra. LISALISA se ne avvede e trascina via la rivale, la rimette in ginocchio e connette con un nuovo Left Arm Takedown. La Murphy si tiene il braccio sinistra con la schiena per terra, ed ora la nipponica prova lo schienamento mettendole il piede destro sul petto, ma non arriva al conto di 1 perché subito la Leonessa si scuote, tentando di prenderle la gamba. Lisa si allontana e tenta un Gambit Kick ai danni della campionessa, che però evita la mossa e connette con un Dropkick al petto della nipponica. Le due si rialzano, ed ora Jane corre alle corde, connettendo con uno Springboard Roundhouse Kick ai danni all'avversaria.

Immagine


Lisa finisce a terra, ed ora Jane si trascina su di lei, la gira spalle a terra e la schiena: 1, 2 e Lisa si scuote, uscendo dallo schienamento. Le due avversarie si rialzano lentamente, non perdendosi d'occhio, ed ora sono di nuovo faccia a faccia. Scambio di pugni tra le due, con la campionessa che ora connette con una sequenza di colpi sia al petto che al viso della nipponica, che risponde con una testata al mento. Jane barcolla all'indietro fino alle corde, e al rimbalzo viene presa da LISALISA per un nuovo tentativo di Legacy, no! Jane riesce a scrollarsi la rivale di dosso scuotendosi velocemente, ed ora la la prende alle spalle per tentare il Lioness Suplex, ma si allontana tenendosi il braccio sinistro. Lisa si gira velocemente, ed ora colpisce l'avversaria con una serie di Kesagiri Chop al petto, per poi completare la sequenza di colpi con un Backfist con la mano sinistra. Ed ora la nipponica compie una nuova rotazione per provare a connettere con la Silver Sword... evitata dalla Leonessa che riesce a spostarsi alle spalle della rivale evitando il colpo, per poi sollevarla e connettere un stupendo Blue Thunder Driver!

Immagine


Schienamento della campionessa: 1, 2, 3! No, LisaLisa alza la spalla sinistra, si continua. Jane Murphy si rimette in piedi, sospira, e porta l'avversaria sulle ginocchia, colpendola con alcune gomitate nella zona in mezzo alle scapole, e quindi stringerla in una Sleeperhold. Lisa stringe i denti e cerca di raggiungere le corde, ma subito l'avversaria la riporta al centro del ring, lasciando la presa per continuare a colpirla tra le scapole. Lisa riesce a connettere con una serie di gomitate all'indietro ai danni dell'avversaria, che si allontana, ed ora corre alle corde, tentando un Player Kick al rimbalzo, ma la campionessa si sposta appena in tempo. Lisa si rialza e viene presa alle spalle per un nuovo tentativo di Lioness Suplex, ma anche stavolta la campionessa non riesce a chiudere pienamente la presa. Lisa cerca allora di usarle gambe per buttare a terra la rivale e tentare la Global Frequency ma all'ultimo Jane Murphy riesce a tenersi in piedi, e riesce ad abbassarsi per chiudere la rivale nella sua Figure Four Necklock, stringendo la presa il più possibile.

Immagine


LISALISA soffre, e Jane inizia a rifiatare, aumentando poi di nuovo l'intensità della presa con le gambe. Ma ecco che ora la pretendente al titolo femminile inizia a girare per portarsi a pancia in giù ed uscire dalla presa, con Jane che fa il possibile per riportarla nella posizione iniziale. Alla fine la lottatrice proveniente dal Giappone riesce a raggiungere la prima corda col piede destro e la campionessa è costretta ad interrompere la presa. LISALISA si rifiugia sull'apron, dove inizia a rialzarsi appoggiandosi alle corde. La Leonessa della TWC se ne avvede e la raggiunge, ma subisce un Mugshot da Lisa che sfrutta le corde, facendo barcollare la campionessa lontano da lei... ed ora la giapponese la colpisce con uno Springboard Shoulder Block! Le due finiscono di nuovo a terra, Lisa è più lesta a rialzarsi, corre alle corde e butta di nuovo a terra la rivale con la Hierophant's Horn!

Immagine


LISALISA procede allo schienamento: 1, 2 e Jane alza la spalla destra, il match continua. La lottatrice giapponese si rialza, riprende fiato e solleva la rivale, prendendola di nuovo per il braccio sinistro... reazione improvvisa della campionessa che pur tenendosi al braccio della giapponese inizia a colpirla con una serie di ganci destri al volto! la Sorrow Bringer finisce per lasciare il braccio della campionessa, la quale ora connette con Arm Takedown al braccio destro della sfidante! Lisa finisce a terra ed ora Jane la colpisce con uno stomp allo stomaco, tenendosi il braccio sinistro... La campionessa fa una smorfia di dolore, ed ora sale sopra la terza corda, mettendosi in posizione per un Moonsault. Si gira con la testa per calcolare bene le distanze, quindi prende un profondo respiro e parte... Moonsault! No, Lisa riesce a spostarsi e la campionessa impatta contro il Mat! Jane si tiene la pancia, mentre la sua avversaria si rimette in piedi usando le corde per appoggiarsi. Jane si rialza sulle ginocchia, ma ecco che la sua avversaria prontamente la stende di nuovo connettendo con un potentissimo Gambit Kick!

Immagine


Schienamento: 1... 2... no! Lisa si mette immediatamente a cavalcioni di Jane ed inizia a colpirla con dei pugni. DeJano rimprovera la nipponica e comincia a contare per la squalifica. La Araki non sembra curarsene e continua ad infierire, ma Jane riesce a liberarsi con un colpo improvviso alla gola della rivale. Lisa si allontana dall'avversaria, tossendo e tenendosi il collo. La Murphy ne approfitta per riportarsi in piedi, ma Lisa se ne avvede e parte in corsa. Spinning Heel Kick di Jane! La campionessa si tocca il ginocchio, chiamando il Knee Drop, prende la rincorsa alle corde e trova Lisa già in ginocchio. La Leonessa cambia quindi strategia e va a segno con uno Shining Wizard! Jane lancia un urlo, poi annuisce soddisfatta. Quando si volta, Lisa si è quasi rimessa in piedi. La campionessa rimane sorpresa per qualche istante, poi digrigna i denti e riparte in corsa. Jane mira alla gamba sinistra della giapponese e la colpisce con un Penalty Kick che risuona per tutta l'arena! LisaLisa finisce a terra, Jane infierisce con un Double Footstomp sulla stessa gamba e poi connette finalmente con uno Knee Drop sul collo. La Murphy si rialza, osservando disgustata la sua rivale, poi le intrappola la gamba sinistra tra le sue e si inarca all'indietro con un ponte.

Immagine


Lisa pare in difficoltà, Jane riesce a mantenere la presa per diversi secondi. La nipponica tenta di far leva sulle braccia per muoversi verso corde, senza riuscire ad avvicinarsi troppo. La Sorrow Bringer afferra allora con tutte le sue forze le braccia della Murphy e cerca di rompere la presa della bostoniana. Jane tenta di resistere, ma il dolore all'arto sinistro è troppo forte e Lisa riesce ad avere la meglio. La giapponese utilizza le corde per rialzarsi, complice l'instabilità sulla gamba sinistra, ma Jane va di nuovo all'attacco. Potente Chop sul petto della rivale e Irish Whip verso l'angolo opposto. Lisa impatta, ma riesce ad evitare l'offensiva seguente della Murphy, balzando agilmente sull'apron usando quasi esclusivamente la gamba sana. La campionessa finisce per impattare con la testa sul turnbuckle, la Araki infierisce afferrando la Leonessa per i capelli e facendola impattare contro l'angolo una seconda volta. Lisa mantiene la presa e si arrampica con qualche difficoltà sulla terza corda. L'ex Reina Perlada è ora seduta sul tenditore più alto e sembra prepararsi per la Shi Ni. No, Lisa esita a darsi lo slancio per via dell'infortunio e Jane riesce a lanciarla lontano. La Araki atterra in piedi con una smorfia di dolore, la campionessa le corre incontro. Silver Sword di Lisa!

Immagine


Pin immediato: 1... 2... no! Jane alza una spalla! La bostoniana rotola via e cerca le corde per rialzarsi, Lisa la segue e la spinge subito verso l'angolo. Serie di violente Chop al petto da parte della giapponese, Jane tenta di allontanarla con un calcio alla gamba malandata, ma la Araki torna all'attacco. DeJano inizia a contare per la squalifica, quindi la sfidante allontana la Leonessa dalle corde tirandola per il braccio infortunato. Altro calcio alla gamba messo a segno da Jane, Lisa caccia un urlo rabbioso e reagisce con un European Uppercut! La Sorrow Bringer si carica la campionessa sulle spalle...

Immagine


Geheimnisnacht a segno! Lisa copre ancora! 1... 2... NOOO! Jane si libera anche stavolta! E di nuovo Lisa la rimette subito in piedi, per poi lanciarla alle corde. Rebound, la Murphy anticipa la rivale con uno Jumping Forearm Smash! Lisa rimane barcollante al centro del ring, Jane continua la corsa e prende il rebound dall'altro lato. Chop Block a segno. Ora la campionessa riporta Lisa in posizione eretta e la lancia con tutte le sue forze verso l'angolo. La giapponese impatta frontalmente e ritorna indietro verso il centro del quadrato. Lioness Suplex! No, Jane esita un istante e Lisa si libera con delle gomitate ben piazzate alla tempia dell'avversaria. La bostoniana non ci sta e spinge di nuovo Lisa contro il turnbuckle. Ora la campionessa solleva con grande sforzo l'ex Reina Perlada e la issa sulla terza corda, la schiena rivolta verso il ring. Jane sale sulla seconda corda e si prepare per il Super Lioness Suplex ma Lisa è ancora pronta a liberarsi con delle gomitate, che fanno cadere la Leonessa a terra. La giapponese riprende fiato e si gira, rimanendo sulla terza corda. La Murphy scatta e si riporta in quota, colpendo LisaLisa con una testata. Lisa reagisce subito con una serie impressionante di Forearm Smash ed insiste fino a quando Jane non si accascia contro di lei, apparentemente esanime. Lisa punta bene i piedi sulla seconda corda e afferra la campionessa per la vita. Incredibile, LisaLisa sta cercando di sollevare Jane sopra la sua testa per la Crossfire Hurricane! E ci riesce, Lisa si lancia!

Immagine


Fantastica reversal di Jane, che trasforma tutto in una Super Hurracanrana! Lisa cade male sul collo, Jane striscia su di lei per il pin: 1... 2... no! La giapponese resiste. Jane si porta allora sull'apron e attende che la rivale si rialzi, preparandosi ad una manovra in Springboard. Lisa se ne accorge e si butta verso la campionessa a testa a bassa, colpendo con uno Shoulder Block tra le corde. Ora la Sorrow Bringer imbraccia la Leonessa e tenta un Suplex verso l'interno del ring. No, Jane blocca e tenta di invertire la manovra, lanciando la sfidante fuori ring. Il braccio della bostoniana cede a metà manovra e Lisa atterra così sull'apron. Uppercut della nipponica, Jane risponde con una testata. Uppercut. Testata. Uppercut. Testata, testata, testata. Lisa indietreggia, la Murphy le assesta un calcio alla gamba, creando un po' di separazione. Jane prende la rincorsa ed assesta alla rivale un poderoso European Uppercut! Lisa si gira per l'impatto e la campionessa sfrutta l'occasione.

Immagine


Lioness Suplex sull'apron ring! Devastante! Lisa cade fuori ring, Jane rimane per un attimo sull'apron, poi rotola dentro. La rossa rimane per qualche secondo a terra, toccandosi il braccio infortunato e riprendendo fiato. Jane si porta all'esterno del quadrato, dove Lisa è rimasta immobile. La campionessa riporta la nipponica sul ring con qualche difficoltà e la segue a sua volta. Lisa striscia verso le corde e comincia ad usarle come appiglio. Jane si posiziona alle sue spalle e si prepara all'attacco, LisaLisa si stacca dalle corde. Back Kick della giapponese! La campionessa si piega, ginocchiata al volto! Jane dà le spalle alla rivale, Lisa ne approfitta per chiudere la Legacy!

Immagine


Lisa ha chiuso la mossa intrappolando il braccio infortunato di Jane ed ora indietreggia verso il centro del ring! Jane annaspa ed afferra l'aria con le mani, poi tenta di andare a segno con delle gomitate usando il braccio libero. Lisa non molla la presa! Jane sta perdendo le forze, le sue gomitate sono sempre più deboli e meno frequenti, ora è immobile! LisaLisa intima a DeJano di chiamare la fine del match, ma Jane si riprende improvvisamente! Pestone alla gamba infortunata di Lisa! Ancora, e ancora, e ancora! Lisa allenta la presa, Jane si avvicina alle corde. Lisa stringe ancora la morsa! Jane caccia un urlo, ma allunga i piedi e tocca la terza corda. La rossa si dà la spinta e riesce ad atterrare alle sue spalle. Inverted DDT! No, Jawbreaker di Lisa! Attacco in corsa della giapponese, bloccato da un European Uppercut della campionessa. Discus Elbow Smash della Araki, calcio al fianco della Murphy, ginocchiata all'addome della sfidante, Jane la spinge via e va con un calcio alla gamba sinistra. Lisa accusa, Jane ripete la mossa: uno, due, tre, quattro, cinque volte. Lisa indietreggia, ginocchiata al volto! LisaLisa rimbalza alle corde e tenta una Clothesline disperata. Jane schiva...

Immagine


Lioness Suplex connesso! Jane schiena la rivale: 1... 2... 3! Jane Murphy vince ancora e mantiene la sua streak di vittorie in ppv! (Suca, Charlotte)

JR: The winner of this match and still TWC Undisputed World Women's Champion, Jaaaane Muuuurphyy!

La vincitrice si fa subito consegnare la cintura dall'arbitro e va ad alzarla sopra il corpo esanime della sconfitta. Jane scende dal ring e si posiziona di nuovo al centro dello stage, dove alza al cielo la cintura usando il braccio destro. Sulle immagini del sorriso radioso della campionessa, le immagini staccano.





Up Next
Spoiler:
Virgil Brown Jr.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2017
MessaggioInviato: 10/03/2017, 22:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Siamo nell'area backstage del Madison Square Garden, più precisamente in infermeria. Qui vediamo tre figure, due che parlano ed una in silenzio.

ImmagineImmagineImmagine


Leon Black, in maglietta e tenuta da ring, sta venendo controllato da il dottor Chris Brooks, che guarda i punti che ha sulla fronte, mentre Virgil Brown Jr. sta parlando con il gigante.

VB: Ascoltami Leonard, so che vuoi vendicarti, ma non voglio che tu faccia qualcosa di stupido.

Black sospira.

LB: Virgil, non voglio vendicarmi, ma sai perfettamente che devo mettere a posto questa situazione.

VB: No, non devi mettere a posto questa situazione. Io devo.

LB: Sappiamo entrambi che è compito mio.

VB: Perché dovrebbe esserlo?

Il gigante si massaggia la fronte, spostando la mano del dottor Brooks.

LB: Perché sia Sigfried, che Eddie, che Manson sono in questa situazione perché non sono stato abbastanza bravo.

Brown sospira a sua volta.

VB: Ascoltami Leonard, a maggior ragione, se ritieni che sia colpa tua, un motivo in più per lasciar fare a me, non credi.

Black rimane in silenzio un istante.

LB: Hai paura che io peggiori la situazione?

VB: È possibile.

The Knight annuisce, chiudendo gli occhi.

LB: Virgil ascoltami. Fidati di me ancora una volta. Alla fine non ti ho mai deluso quando lo hai fatto. Guarda quello che farò a Indoor War. Lascia che provi a sistemare le cose. Se non sarai soddisfatto, lascerò fare a te, senza dire nulla. In definitiva me lo merito.

Anche Brown rimane in silenzio un istante.

VB: Va bene. Ma spero tu abbia un piano.

Il gigante riapre gli occhi e sorride.

LB: Un piano? Non ancora. Ma ho già qualcuno che possa aiutarmi.

Black scatta in piedi, stiracchiandosi, e si dirige verso la porta.

VB: Chi?

LB: Fidati.

Il gigante esce fuori dalla stanza, lasciando da solo Brown con Brooks.

VB: Non una parola. Non una parola.

E sulle immagini di un perplesso Chris Brooks, noi ci prendiamo un pausa.





Up Next
Spoiler:
**Singles Match**
Lance Murdock vs. Rick Frye


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2017
MessaggioInviato: 10/03/2017, 22:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Bentornati in diretta dal Madison Square Garden, New York! Adesso è il momento di un match che vedrà affrontarsi Rick Frye, privato di Alisa Drake, e Lance Murdock. Riuscirà la Fenice a rinascere dalle ceneri di Franklin Dixon oppure il salvatore, ora distruttore, lo condannerà a bruciare nel fuoco dell'inferno da cui lui stesso proviene, vendicando tutti i torti subiti in due mesi dai Whisperers? La risposta a queste domande arriverà in pochi istanti, ma prima le telecamere indugiano su uno skybox dell'arena dove troviamo Alisa Drake seduta su una poltrona pronta a godersi la contesa.

Immagine

Immagine


La ragazza ha uno sguardo serio e concentrato, e ora viene raggiunta da Ally Sullivan, microfono alla mano.

Immagine


La Whisperer nel vedere l'intervistatrice mostra una leggera smorfia stizzita.

Ally: Alisa, tra pochi istanti Rick Frye e Lance Murdock si affronteranno in un match senza esclusione di colpi. Pensi che il tuo alleato possa vincere anche senza la tua presenza a bordo ring?

L'Alpha Drake alza un sopracciglio.

Alisa: Mi pare ovvio. Io non ho avuto bisogno di lui per cacciare a pedate dalla TWC Ellie Hart e Livia, nel mentre avevo mezzo collo rotto, da un qualsiasi ring di pro-wrestling. Stesso discorso per Rick Frye che non ha bisogno del mio aiuto per sconfiggere, anzi umiliare, Lance Murdock. Vedi Ally, il garantirsi la mia esclusione da questo match è solo una mossa disperata di Lance, e il fatto che l'abbia ottenuta in un match in cui i Whisperers hanno combattuto in ampio svantaggio numerico dovrebbe far capire che razza di fallito è.

La ragazza prende una breve pausa.

Alisa: Ora vai via, c'è un massacro a cui voglio assistere senza distrazioni.

L'intervistatrice annuisce e si allontana, lasciando da sola Alisa Drake pronta ad assistere al match.



Nell'arena risuona la theme song di Rick Frye attirando molteplici fischi dagli spalti.

Immagine


Rick Frye fa la sua comparsa sullo stage e i fischi aumentano ancora di più. The Phoenix si presenta vestito con i pantaloni del suo ring gear e la maglietta dei Whisperers, e ora sorride beffardo e fa un inchino ai fan qui presenti. Fatto ciò si avvia verso il ring percorrendo la rampa a passo deciso e una volta ai piedi del quadrato sale sui gradoni, poi sul paletto dall'esterno e apre le braccia prendendosi ulteriori fischi per poi saltare all'interno del ring e togliersi la maglietta, lanciandola fuori dal quadrato. Rick raggiunge il proprio angolo e ci si appoggia di schiena mentre con un sorriso beffardo e mani in tasca aspetta l'arrivo del proprio avversario.



La gloriosa Dies Irae risuona nell'arena e già partono i fischi ed i cori per Murdock che però si fa attendere. Dopo un po' si presenta sullo stage a testa bassa dietro una lieve pioggia di scintille. Indossa la t-shirt "Save Everyone" regalatagli da Leon Black, opportunamente modificata, che ora recita "Save No one".

Immagine


Rimane così per qualche secondo per poi alzare al cielo la mano destra chiusa a pugno, con il pollice alzato. Abbassa il pollice sulla mano, come fosse un detonatore, e scarica il braccio verso il basso.

BOOOOOOOM!

BOOOOOOOM!

BOOOOOOOM!


Una sequenza di pyros esplode sullo stage, coincidendo con i tamburi di Dies Irae, e Murdock si gira di scatto e spalanca le braccia. Percorre la rampa di spalle e vediamo sul retro della t-shirt la scritta "Destroyer of day, Destroyer of night". Si gira di nuovo di scatto ed urla "WITNESS ME!" giunto dinnanzi al ring, osservando Frye. Jessica Rose compie il suo annuncio e Murdock si sfila la maglietta, piegandola con cura per poi lasciarla nella zona del timekeeper. Osserva Frye mentre gira attorno al ring e poi balza sull'apron e con una capriola entra nel ring sopra la terza corda. I due vanno faccia a faccia e l'arbitro fa suonare la campanella, il match ha ufficialmente inizio!

SINGLES MATCH:
RICK FRYE VS LANCE MURDOCK

I due si incontrano in un clinch che viene vinto da Frye che lo tramuta in una side headlock. Murdock si porta alle corde e rimbalza, Frye però mantiene salda la presa. Il diavolo però lo cinge alla vita e lo schianta con un Back Suplex! Murdock, ora libero, ghigna osservando il rivale a terra per poi scrocchiarsi il collo. Corre alle corde e si getta su di lui con un DD Elbow! Rapidamente si rialza e connetta una Running Senton! Di nuovo in piedi, Standing Moonsault! Ancora si rialza e prende la distanza... Poison of the Devil! Incredibile sequenza di Murdock! Ora copre per lo schienamento: 1, no! Murdock afferra Frye per i capelli e lo libera dal pin scuotendo la testa. Digrigna i denti e gli sussurra all'orecchio che lo distruggerà. Sempre per i capelli lo porta in piedi e poi lo ribalta con uno Snapmare, rapidamente sale sulla seconda corda ed impatta un Dropkick sulla nuca! Seguito da un Low Dropkick!

Immagine


Murdock va alle corde... Front Low Dropkick! Con facilità Murdock balza sull'apron e poi sale sulla terza corda. Qui attende che il 171 si riporti in piedi e mette a segno un Missile Dropkick! Murdock afferra il rivale per i capelli e gli sussurra che lo ridurrà in polvere per poi sbatterlo di muso sul tappeto. Trascina Frye sull'apron ring e lo rialza, lo afferra e lo schianta con una Wrath of the devil sulla parte più dura del ring! No! Frye riesce a spingerlo via ma il diavolo alza una gamba contro il paletto d'acciaio e frena la corsa. Con una gomitata all'indietro stordisce Frye e rincara la dose con un dropkick che lo schianta contro il paletto! Lance indietreggia e parte in corsa, salta addosso a Frye e lo scaraventa fuori dal ring con una strabiliante DevilRana!

Immagine


Murdock sale sopra le barricate spalancando le braccia con un ghigno soddisfatto mentre il pubblico fischia e applaude. Si getta poi per un Phoenix splash da sopra le barricate ma Frye riesce a scivolare fuori dalla traiettoria. Murdock impatta malamente sui tappetini e si tiene l'addome dolorante. Frye capitalizza e lo afferra per la collottola ed il costume ribaltandolo contro i gradoni d'acciaio, facendolo impattare di schiena. Lo riprende e lo ribalta contro le barricate ma Murdock riesce ad atterrare dall'altra parte. Con un Enziguiri respinge l'offensiva di Frye e poi balza sulle barricate mettendo a segno uno Springboard DevilSault sul 171 in piedi!

Immagine


Rotola dentro il ring per interrompere il count out e poi scivola di nuovo fuori. Prende Frye per la testa e lo manda a sbattere di schiena contro le barricate. Qui scarica una forte chop sul petto seguita da una rapida sequenza di roundhouse kick in pieno petto! Lo manda poi verso la zona dei tavoli dei commentatori e lo scaraventa sopra il tavolo degli spagnoli, facendolo ruzzolare dall'altra parte, seminando il panico tra i commentatori. Ghigna nuovamente osservando Frye a terra tra le sedie dei commentatori. Annuisce soddisfatto ed inizia a scoperchiare il tavolo. Dopo di che rialza Frye e lo stende sopra il tavolo, colpendolo con alcuni pugni. Entra nel ring, interrompendo nuovamente il conteggio, e poi sale sul paletto. Il pubblico va in visibilio mentre Murdock si prepara a spiccare il volo ma Frye rotola giù dal tavolo sotto i fischi del pubblico. Lance scuote la testa e scende sull'apron. Parte in corsa e mette a segno un'altra DevilRana!

Immagine


Frye impatta di testa contro le barricate! Con l'ausilio di esse si riporta in piedi, stordito, e Murdock lo va subito a cogliere per un Monkey flip! Lance immediatamente va a raccogliere Frye e lo schianta sopra le barricate con un back suplex. Impedisce che crolli a terra e se lo carica sulle spalle, lasciandolo cadere sopra le barricate, impattando con l'addome. Frye rimane a cavalcioni delle barricate e Murdock lo tira giù con uno Swinging Neckbreaker! Scivola dentro il ring ed ancora interrompe il count-out. Corre come un missile alle corde mentre Frye si rialza e schizza con un DDD! Colpendo dritto all'addome, impalandolo contro le barricate. Rapidamente rientra nel ring e va a segno con il secondo DDD! Ancora dentro e poi fuori... terzo DDD a segno! Rientra nel ring e completa la sequenza gettandosi con un magnifico Fosbury Flop!

Immagine


Butta Frye dentro il ring e ghigna nuovamente. Urla che spezzerà Frye per sempre. Balza sull'apron e si getta sull'avversario con una slingshot rolling senton. Frye subisce il colpo e lentamente si riporta in piedi, Murdock va con uno spin kick all'addome e poi lo intrappola in una abdominal stretch! Lance continua ad infierire sull'addome di Frye, spezzandogli il fiato. Pianta un gomito nelle costole dell'avversario e lo gira provocando un rantolo di dolore. Con i denti digrignati Murdock gli urla che deve soffrire. Con il gomito ora impatta una forte gomitata e Frye emette un altro lamento di dolore. Murdock gli urla che deve morire ed inizia a riempirlo di gomitate sul costato. Rick colpisce la gamba del diavolo per liberarsi e poi tenta una hip toss ma non riesce a smuovere l'avversario. Col braccio libero riesce a colpire Murdock con vari pugni al volto, ritenta l'hip toss e questa volta Murdock finisce in aria... No! In aria Lance si attorciglia attorno alle braccia del Whisperer e lo porta a terra con un Crucifix driver! Si ribalta nel ring fino ad essere sopra a Frye. Un braccio già incastrato tra le gambe, tira uno schiaffo all'addome, estende l'altro braccio, lo chiude in una violenta presa al collo e connette una sottomissione mai vista prima ed inusuale per il diavolo. Memento Mori a segno!

Immagine


Murdock si tira indietro per infliggere più pressione ed iperestende l'addome di Frye che urla dal dolore. Il 171 è completamente immobilizzato, le braccia bloccate dalla presa e le gambe schiacciate dal corpo di Murdock. Non può fare nulla! Lance gli urla di cedere e di mostrare a tutto il mondo quanto sia patetico. Glielo urla nuovamente mentre si scuote per fare più danni. Frye però riesce quasi a spostare il corpo da sotto il peso di Lance e riesce a gettarsi all'indietro. La presa è ancora salda ma Murdock è con le spalle al tappeto. L'arbitro conta per il pin: 1, 2, no! Murdock si ribalta, ed è Frye a finire con le spalle a terra ma l'arbitro non fa in tempo a contare che Murdock si ribalta nuovamente e torna in posizione perfetta per la Memento Mori! Nello spostamento però i due sono finiti a ridosso delle corde e l'arbitro inizia a contare per il rope break. Al conto di tre Murdock lascia la presa stizzito. Lance sale rapidamente sul paletto, con le spalle al ring. Senza controllare la posizione di Frye si getta con un Devilsault... in un double foot stomp!

Immagine


Murdock continua a prendere di mira l'addome di Frye e coglie un altro lamento di dolore con questa manovra. Copre per il pin, poggiando con un gomito sull'addome: 1, 2, no! Frye alza la spalla! Murdock sbuffa e lo afferra per un braccio e lo rialza. Lo tira a sé ma Frye ribalta e lo manda alle corde con una Irish whip. Murdock prende il rebound e Frye lo butta giù con un backbody drop. Lance però atterra in piedi, con una poderosa prova di forza scaraventa Frye con un German Suplex che lo ribalta in aria e lo impattare malamente addosso alle corde con la zona addominale. Frye tossisce per il dolore e rimane a cavalcioni delle corde e tenta di scendere. Murdock lo cattura e lo tiene in una presa gutwrench, andando a stringere sull'addome. Lo ribalta in aria e poi lo fa atterrare di pancia sul ginocchio. Lo carica poi sulle spalle... Double knee gutbuster!

Immagine


Frye scalpita per il dolore tenendosi l'addome e rotola fuori ring. Murdock ghigna scuotendo la testa e si affaccia dalle corde per recuperarlo ma di Frye non c'è traccia! Il 171 sbuca fuori da sotto la gonna del ring dal lato opposto! Rientra nel ring e colpisce Murdock con un dropkick da dietro che lo fa ruzzolare fuori ring! Va alle corde e lo colpisce con un over the top rope somersault!

Immagine


Lo afferra e lo rispedisce nel ring. Murdock si riporta in piedi ma Frye da dietro lo atterra con una backstabber! Lo rialza e lo spedisce all'angolo con una Irish whip, con il viso contro l'angolo. Colpisce con uno splash sulla schiena, poi lo rigira e lo issa sulla terza corda. Sposta il braccio ed afferra il costume, lo solleva in aria per un Superplex! No! Murdock ritorna sul paletto! Colpisce con vari pugni l'addome di Frye che già danneggiato perde facilmente la presa. Ora è Murdock a provare il superplex... Mio dio! Frye viene sollevato in aria e proiettato con un devastante superplex verso l'esterno del ring! No! Frye mette un dito negli occhi di Lance e riesce ad atterrare incolume sull'apron ring. Afferra Murdock per un terribile back suplex, NO! Poetry in Motion di Murdock sull'apron ring!

Immagine


Frye finisce fuori ring esanime mentre Murdock riprende fiato e si rialza con le corde. Osserva Frye a terra e poi sale sul paletto, dandogli le spalle. Si alza in piedi e trova l'equilibrio giusto, calcola le distanze mentre Frye si rialza... PHOENIX SPLASH DAL PALETTO VERSO L'ESTERNO DEL RING!

Immagine


Entrambi i contendenti rimangono a terra dopo questa manovra devastante mentre il pubblico canta estasiato. L'arbitro inizia il count out: 1... 2... 3... 4... 5... 6... Murdock è il primo che si riporta in piedi, striscia verso l'apron e si riporta in piedi con il suo ausilio... 7... Lance sale sull'apron ring.... 8... Frye allunga la mano ed afferra la gamba di Lance tirandolo giù! Lance impatta di muso contro l'apron e cade a terra! Nel frattempo Frye scivola dentro il ring sghignazzando. 9... Murdock riesce a rientrare nel ring con un guizzo improvviso! Frye però era pronto ad accoglierlo ed inizia a riempirlo di pestoni sulla schiena! Rapidamente lo trascina per un piede al centro del ring e lo riporta in piedi, subito lo aggancia con un double underhook... Phoenixbomb a segno!

Immagine


Mantiene per lo schienamento: 1... 2... NO! Murdock alza la spalla! Frye si rialza e con aria stizzita torreggia sull'avversario ancora steso a terra. The Phoenix resta fisso per qualche istante con lo sguardo su Murdock e la mano destra sull'addome per poi togliersi la gomitiera del braccio destro, farlo roteare un paio di volte in attesa che il rivale si rialzi per poi stenderlo con una violenta gomitata in faccia! Fatto ciò lo gira faccia in giù e inizia a colpirlo con una lunga serie di Elbow Drop alla base del collo per poi rialzarlo per le orecchie, lanciarlo alle corde e stenderlo con un Lariat! Una volta che Murdock è a terra, Frye prende immediatamente slancio alle corde per poi connettere con una Standing Shooting Star Press in corsa, ma invece di schienare avvinghia a se l'avversario arpionandolo al collo con un braccio e insieme a lui si rialza per poi tornare nuovamente giù con una splendida Rebirth!

Immagine


Rick schiena... 1...2... No! Lance alza una spalla. Il Whisperer accenna una smorfia amara mentre è in ginocchio, e ora rigira nuovamente faccia in giù l'avversario e lo chiude il una Headlock. The 171 mantiene la presa per alcuni istanti prima che Lance Murdock si rialzi con lui ancora avvinghiato per poi tentare di spingerlo via... No! Rick mantiene salda la presa tenendo Lance intrappolato al centro del ring per qualche altro istante prima che la molli spontaneamente e passi rapidamente alle spalle dell'avversario per poi schiantarlo con un German Suplex! Il collo di Lance impatta malamente al tappeto, e ora Rick accenna un sorriso beffardo per poi mettersi in attesa che l'avversario si rialzi. Murdock torna in piedi e Frye va con il Whisper... No! Il DareDevil si scansa e Rick va a vuoto andando a finire oltre le corde, atterrando sull'apron. Lance va repentinamente all'assalto del rivale, ma quest'ultimo lo colpisce con un Forearm Smash dall'apron facendolo indietreggiare per poi gettarsi tra la corda alta e la centrale mettendo a segno una Slingshot Spear!

Immagine


The Phoenix va per lo schienamento... 1...2... No! Lance c'è! The 171 scuote la testa mentre accenna un sorriso beffardo per poi rialzarsi, fare le spallucce e iniziare a tempestare con violenti Stomp l'area addominale dell'avversario! Fatto ciò lo rialza per i capelli e lo colpisce con una ginocchiata all'addome per poi lanciarlo contro un angolo e investirlo in corsa con una ginocchiata! Lance traballa e Rick se lo carica posandolo sulla terza corda. Fatto ciò scala nuovamente il paletto tentando per la seconda volta un Superplex, ma il salvatore resiste tenendosi con una mano alla corda più alta per poi iniziare a colpire con dei pugni il danneggiato addome del rivale. Frye molla la presa e Murdock inizia a colpirlo con dei Forearm Smash che lo fanno ruzzolare a terra, ma il DareDevil non può nemmeno riprendere fiato che l'avversario è già in piedi e ora scala velocemente il paletto per poi abbrancare Lance Murdock e schiantarlo con un Superplex seguito da un Falcon Arrow!

Immagine


Nuovo schienamento tentato da Frye... 1...2... No! Nuovo kick-out da parte di Murdock. The Phoenix non perde tempo e intrappola immediatamente l'avversario in una Koji Clutch! Il DareDevil urla dal dolore mente è intrappolato al centro del ring nella letale mossa di sottomissione, e ora tenta disperatamente di raggiungere le corde che tuttavia sono lontanissime. Rick Frye mantiene salda la presa e ordina al rivale di arrendersi, ma quest'ultimo non ci sta e stringe i denti iniziando ad affondare le unghie al tappeto per trascinarsi verso le corde. Lance inizia ad avvicinarsi alle corde e Rick aumenta l'angolo della presa, enfatizzato da un sonoro urlo del salvatore che ora fa vibrare la mano... No! Lance l'affonda nuovamente a terra e continua a strisciare verso l'agognata salvezza rappresentata dalla corda più bassa. Murdock si avvicina sempre più alle corde e Frye, notando ciò, molla la presa con le gambe, lasciando comunque le braccia uncinate al collo dell'avversario, e poi fa una capriola all'indietro solo per prendere slancio e catapultarsi nuovamente in avanti chiudendo alla perfezione la Phoenix Lock!

Immagine


Il pubblico emette prima un boato di sgomento e subito dopo dei fischi, consci che il match potrebbe giungere al termine da un momento all'altro. Lance urla dal dolore mentre Rick lo mantiene intrappolato nella sua mossa di sottomissione più letale, anche se le corde non sono lontanissime. The Phoenix è inquadrato a testa in giù, sangue negli occhi, e grida all'avversario di cedere. Murdock ripete ossessivamente di no e con sguardo disperato e mano protesa cerca la corda bassa. Il DareDevil tenta nuovamente di avvicinarsi all'insperata salvezza trascinandosi con il braccio destro, e con uno sforzo sovrumano riesce a darsi lo slancio per afferrare le corde e relativa salvezza. Gran parte del pubblico esulta mentre Frye mantiene la presa attendendo il classico contro di quattro dell'arbitro per poi lasciare l'avversario che ora si tiene dolorante collo e schiena. The 171 si rialza e sorride divertito per poi mettersi una mano sulla base della schiena e iniziare a mimare una zoppia per prendere in giro l'avversario, beccandosi in risposta una salva di fischi. Nel frattempo l'arbitro sta controllando le condizioni di Murdock, e non appena Frye tenta di avvicinarsi viene subito fatto indietreggiare dal direttore di gara che poi torna a controllare se il Savior è in grado di proseguire l'incontro. Lance, seppur mostrando un'espressione dolorante, annuisce e l'arbitro da il via libera al proseguo del match. Rick non se lo lascia ripetere due volte e va a rialzare per i capelli l'avversario per poi lanciarlo con un violento Irish Whip contro l'angolo! Murdock impatta di schiena e, dolorante, fa un passo avanti per poi venire abbattuto con un terribile Whisper!

Immagine


Il calcio quasi decapita Murdock che ora viene repentinamente rialzato da Frye che lo abbranca alle spalle e lo solleva per la Fire Blast... No! The Savior si arpiona con una gamba a quella dell'avversario per impedire il sollevamento per poi colpirlo con una gomitata che gli fa mollare la presa. Lance fa un passo avanti e connette con un Pelé Kick che fa arretrare Rick verso le corde e lo rende vittima di un Lariat che lo spedisce sull'apron. Lance Murdock cade su un ginocchio mentre si tiene dolorante la schiena, ma un'espressione frustrata si fa largo sul suo viso presagendo nulla di buono per Rick Frye che ora viene preso in consegna da Lance... No! Rick colpisce con una testata Lance per poi abbrancarlo e sollevarlo in verticale per tentare un Brainbuster sull'apron... No! Murdock colpisce con delle ginocchiate alla testa l'avversario che allenta la presa permettendogli di atterrare incolume e in piedi sull'apron. Entrambi sono ora sull'apron e ora Frye va con un pugno... No! Murdock blocca e colpisce lui stesso con un poderoso gancio destro per poi connettere con un violentissimo Wrath Of The Devil sull'apron ring!!!

Immagine


Murdock scende tranquillamente dall'apron ring mostrando un ghigno rabbioso mentre Frye rimane immobile sull'apron dopo il tremendo colpo. Afferra il 171 per il collo e lo fa volare giù dall'apron, facendolo impattare di pancia sopra l'esterno ring. Il diavolo ora strappa i tappetini esponendo il duro cemento. Scalcia la testa di Frye e poi aspetta ferocemente che si riporti in piedi, pronto all'agguato. Gli gira attorno mentre si rialza, alza il pugno destro con il pollice alzato verso il cielo per poi abbassare l'indice e la mano: BOOOM! Murdock mette a segno la Wrath of the devil sul cemento! NO! Frye a mezz'aria reversa nella Fire Blast!

Immagine


Frye mette a segno la sua manovra più devastante sulla schiena di Murdock, presa di mira anche da Morgan a Zero Hour, ma cade duramente sul cemento ed ora entrambi i contendenti sono a terra stremati. L'arbitro inizia il count out ed al conto di otto entrambi scivolano dentro il ring, uno di fronte all'altro, allo stesso istante. Ancor prima che si rialzino iniziano a scambiarsi schiaffi uno con l'altro in ginocchio. Murdock balza in piedi ed atterra Frye con un feroce Double foot stomp! Frye però si rialza subito e Murdock lo ributta giù con un roundhouse kick al petto. Frye però si riporta ancora in piedi e Murdock lo inginocchia con un superkick alle ginocchia, seguito dall'Eyes Wide Shut! Frye sta crollando a terra ma Murdock scuote la testa e lo rialza. Indietreggia e va in salto per colpire Frye con il suo stesso Whisper. Il 171 però lo manda in terra con un calcio spazzata e Murdock finisce con il muso a terra. Frye va allora ad infierire sulla schiena dell'avversario con un'altra Standing Shooting Star Press, no! Murdock rotola via. Si rialza e con un sorriso accennato ondula l'indice in segno di negazione. Parte in corsa e connette la sua Poison of the Devil!

Immagine


Murdock indica Frye a terra e urla verso il pubblico che è così che si fa. Adesso attende di nuovo alle sue spalle come un uccello rapace che si rialzi. Ferocemente gli fa cenno di rialzarsi mentre si muove freneticamente attorno a lui. Frye si porta su un ginocchio e Murdock alza di nuovo il pugno con il pollice alzato in aria e lo detona nuovamente: BOOOM! Murdock schizza verso le corde, compiendo una rotazione, rimbalza con le gambe alle corde, backflip... Kiss of the Devil! Frye si è appena portato in piedi e non ha scampo, a segno!

Immagine


Murdock si inginocchia davanti al cadavere di Frye e spalanca le braccia con una forte risata, esibendosi in tutta la sua gloria. Si rialza e si pulisce gli stivali sfregandoli sul tappeto davanti a Frye e poi sale sopra la terza corda. Si esibisce ancora nell'ultima e finale detonazione. Pugno in aria, pollice alzato... Pollice abbassato, pugno calato: BOOOM! Si porta in piedi pronto a chiudere i giochi con la Excelsior ma, ATTENZIONE! Jack Keenan si presenta sullo stage! In abiti formali percorre la rampa con calma, catturando l'attenzione di Murdock.

Immagine


Lance lo osserva attentamente mentre l'avvocato continua a percorrere la rampa. L'arbitro gli chiede spiegazioni della sua presenza e lo invita a tornare nel backstage ma lui arriva a bordo ring impassibile. Nel frattempo Frye con un guizzo torna in piedi e spinge Murdock giù dal paletto! Murdock rovina sull'apron e poi sul bordo ring. Frye osserva Keenan che rimane freddo e poi osserva Lance. Ride e scivola sotto la prima corda dal lato opposto del ring. Alza la gonna del ring e prende una sedia d'acciaio! Rientra nel ring ma viene intercettato facilmente dall'arbitro che vuole strappargliela dalle mani ma lui oppone resistenza. Nel frattempo Murdock si è rialzato e non è affatto contento. Si tiene il collo e la schiena con una smorfia in volto e poi si volta verso Keenan. Lo spintona e poi gli indica l'entrata suggerendogli di andarsene. Lo spintona di nuovo e Keenan indietreggia per l'urto. Volta la testa e poi... Mette a segno la KKK su Murdock che sbatte di schiena contro i gradoni d'acciaio! Che botta terribile!

Immagine


Keenan si aggiusta la giacca ed inizia a percorrere la rampa all'indietro. Frye, che ha osservato la scena, ora getta via la sedia ponendo fine alla disputa con l'ufficiale ed alza le mani. Sorride e scende fuori ring dove recupera Murdock facendolo scivolare sotto la prima corda. Osserva Keenan sghignazzando e l'avvocato risponde con una smorfia disgustata mentre si allontana. Il Whisperer rientra nel ring ed afferra Murdock per il costume, portandolo in piedi dinnanzi a sé. Lo solleva... Fireblast!

Immagine


Murdock è ormai privo di sensi, Frye si poggia sopra di lui e scalcia agitato mentre esegue un jacknife pin: 1... 2... 3... Sì! Rick Frye si aggiudica la vittoria!

Spoiler:
THE WINNER OF THIS MATCH BY PINFALL: RICK FRYE!


Jack Keenan rientra nel backstage mentre Frye si alza in piedi esultando mentre l'arbitro gli alza il braccio. Le immagini staccano brevemente sullo skybox dove Alisa Drake si alza ed accenna un leggero sorriso mentre osserva soddisfatta Rick Frye trionfante. Frye ride divertito e poi esce dal ring, tenendosi una mano sull'addome. Percorre la rampa ridendo di Murdock che giace a terra dolorante. Il diavolo si tiene la schiena con il volto contratto dalla rabbia, quasi incapacitato ad alzarsi. Scuote la testa rabbioso mentre Frye torna nel backstage. Lance stringe i denti e rotola fuori dal ring. Nero in volto rientra nel backstage scuotendo la testa intensamente. Alpha Horizon continua, a tra poco!





Up Next
Spoiler:
Preview


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2017
MessaggioInviato: 10/03/2017, 22:38 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
02/06/2017

From Ben Hill Griffin Stadium, Gainesville, Florida

Immagine



Total Wrestling Corporation Proudly presents:

War of Change III

live on PPV






Up Next
Spoiler:
THE MAIN EVENT
**TWC World Heavyweight Championship - Fatal Four Way Match**
Andy Moon (c) vs. Travis Miller vs. Nick Carroll vs. Shawn Gates


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2017
MessaggioInviato: 10/03/2017, 22:49 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Signore e signori, ci siamo! È tutto pronto per il Main Event della serata, il pubblico è in visibilio e fa salire i cori per quattro protagonisti del match di chiusura di Alpha Horizon!



Le Luci nell'arena si abbassano lasciando una spotlight al centro dello stage. Dopo qualche secondo Travis Miller si presenta sotto i riflettori guardando in direzione del ring con aria concentrata.

Immagine


Il wrestler di Inverness indossa una nuova maglietta che recita "Aim for the head, if you dare" e dei guanti che si infila una volta arrivato sullo stage. Lo scozzese dopo qualche secondo inizia a percorrere la rampa seguito dalla spotlight fino ad arrivare in zona ring. Qui si sposta verso i gradoni d'acciaio ed appoggia il piede destro sul primo gradino. Le luci a questo punto tornano ad illuminare l'arena e Miller entra nel quadrato andando ad attendere l'inizio del match.



Tripudio di luci al partire di una strumentale mai udita prima in TWC, che velocemente si esaurisce lasciando il buio nell'arena. Insieme alla voce di John Legend, si apre un fascio di luce che punta al centro dello stage, dove troviamo un uomo con la testa rivolta verso il basso, i pugni chiusi, un paio di jeans ed un cappello che non lascia dubbi sulla sua identità.

Immagine


Shawn Gates alza lo sguardo rivelando una sigaretta tra le sue labbra e una maglietta nera con su scritto: "Too old to die young". Il wrestler di San Antonio accende la sigaretta e percorre con calma lo stage fino ad arrivare alle scalette d'acciaio sulle quali spegne la sigaretta prima di salire. Una volta sul ring, il texano posa il suo cappello su un turnbuckle per poi guardare fisso Miller appoggiato al suo angolo, poi si volta verso lo stage.



Il pubblico esplode in un boato al risuonare delle prime note di Fireproof.

Immagine


Nick Carroll si presenta subito sullo stage, lo sguardo puntato verso il ring. Il bostoniano avanza, quando improvvisamente le luci si spengono. Un fascio di luce bianca compare davanti a Carroll, che si avvicina ad esso. Quando Nick sta per entrare nella luce, questa guizza via e poi scompare, lasciando l'arena nell'oscurità totale.



Fireproof si interrompe e viene sostituita da una nuova canzone. Tre fasci di luce rossa appaiono e circondano Carroll. La luce cambia continuamente colore: verde, blu, di nuovo rossa. I tre fasci cominciano a ruotare intorno al bostoniano, fino a quando una figura femminile vestita completamente di bianco appare sullo stage. Il movimento ed il cambio di colorazione delle luci si ferma, la ragazza entra nel circolo formato dai fasci e si avvicina a Carroll prendendogli la mano e sussurandogli qualcosa all'orecchio. Nick annuisce, la ragazza gli passa dietro e si dilegua nel buio. Carroll chiude gli occhi, sospira, poi allarga improvvisamente le braccia facendo allontanare i fasci di luce. Nell'arena ritorna l'illuminazione ed anche la musica si interrompe, lasciando di nuovo spazio a Fireproof. Carroll annuisce e attraversa alla rampa, entrando con un balzo sul ring. Le telecamere tornano sulla rampa... le luci si spengono!

KILL THEM 4LL


Immagine




Sullo schermo dello stage compaiono piccoli fasci di luce.

Immagine


Andy Moon si presenta incappucciato, con una giacca di pelle e sotto la t-shirt che recita "KILL THEM 4LL". Il ragazzo, illuminato solo dalle luci del pubblico e da quelle che provengono da sotto di lui dai led sulla rampa, percorre lentamente il percorso che lo separa dal ring, dando occasionalmente qualche cinque ai fan delle prime file. Il ragazzo sale sul quadrato e alza gradualmente la cintura. Le luci si alzano e il ragazzo lancia un grido, poi scende dal paletto. Passiamo alle presentazioni!

JR: Introducing first, the Challengers! From Inverness, Scotland, he stands 6-feet-2-inches tall, weighing 250 pounds, he is the Child of Ice, Travis Miller!

Travis Miller annuisce e squadra i tre avversari. Buona reazione per lui.

JR: And his opponent, from San Antonio, Texas, he stands 6-feet-1-inches tall, weighing 198 pounds, he is the Ultimate Rebel, Shawn Gates!

Gates ghigna e fa segno col braccio alla folla di fare casino, poi indica Moon.

JR: And his opponent, from Boston, Massachussets, he stands 6-feet tall, weighing 183 pounds, he is the Engineer, the Brain Damager, Nick Carroll!

Ovazione per Nick Carroll che esulta.

JR: And introducing the Champion! From Savannah, Georgia, he stands 5-feet-8-inches tall, weighing 172 pounds: he is the reigning, defending, undisputed TWC World Heavyweight Champion, The Skull Kid, Andy Moooon!

Andy alza le braccia , poi col gesto della pistola indica tutti e tre gli avversari, poi alza ancora la cintura. L'arbitro si avvicina a Moon, che bacia il titolo e poi glielo consegna.

Immagine


TWC World Heavyweight Championship: Nick Carroll VS Shawn Gates VS Travis Miller VS Andy Moon


La campanella suona ed i quattro si osservano, ognuno al proprio angolo. Dopo qualche secondo di stallo l'attenzione dei tre sfidanti cade sul campione. Moon se ne accorge ed alza la guardia mentre i tre lentamente si avvicinano a lui... Miller però si sposta rapidamente dalla sua posizione per gettarsi su Carroll! Sotto lo sguardo confuso di Gates e Moon lo scozzese fa indietreggiare Carroll fino alle corde con una serie di colpi diretti al volto. Moon approfitta della distrazione per andare a colpire Gates ed iniziando uno scambio di colpi anche tra loro. Il Child of Ice interrompe la lunga serie di colpi per poi afferrare la testa del rivale e sollevarlo per un Suplex... No! Carroll atterra sull'apron ed afferra il braccio sinistro del rivale per poi saltare giù dal ring connettendo un Armbreaker con l'aiuto delle corde! Miller accusa il colpo ma l'Engineer torna rapidamente sul ring e continua il lavoro al braccio dell'avversario. Nel frattempo la battaglia tra Gates e Moon sembra essersi risolta grazie ad uno Spinning Kick del campione allo stomaco di Gates che lascia stordito il texano. Lo Skull Kid corre alle corde e tenta un Running Dropkick ma Gates si sposta e lo lascia cadere per poi bloccarlo immediatamente in un pin...No! Moon reagisce immediatamente e si rialza intercettando una clothesline del rivale trasformandola in un Backslide....No! Gates reagisce rotolando all'indietro ed andando ad afferrare la gamba del campione per chiudere l'Ankle Lock, ma questi si libera spingendo via il rivale e rimettendosi in piedi. wrestler di Savannah cerca di mantenere il ritmo lanciandosi contro il rivale ma questi con un Back Body Drop lo spedisce sull'apron e successivamente lo colpisce con un violento forearm al volto. Shawn afferra la testa dell'avversario per un suplex verso l'interno del ring, ma una volta sollevato Moon reagisce con una ginocchiata alla testa del nemico riportandosi nella posizione precedente. Il texano tenta di spingere il campione giù dall'apron contrattaccando ma questi lo interrompe afferrandolo per la testa e connettendo una Hotshot! Gates indietreggia e cade a centro ring, dove finisce anche Miller in seguito ad un'Arm-Trap Bodyslam. Carroll da un lato del ring chiama a gran voce lo scozzese battendosi una mano sul ginocchio, mentre dall'altro Moon attende il momento giusto per connettere uno springboard su Gates. I due si rialzano lentamente voltati l'uno verso l'altro, ed una volta in piedi si girano. Carroll parte alla corsa e Moon salta per uno Springboard Crossbody... Ma i No More Heroes si invertono di posizione! Shawn intercetta Carroll con una Spinebuster mentre Miller afferra al volo il campione connettendo la Freeze! Moon e Carroll accusano i colpi rotolando fuori dal ring mentre Gates e Miller si rimettono in piedi con fatica e vanno faccia a faccia al centro del ring, scatenando una reazione positiva da parte del pubblico. Lo scozzese offre la mano al compagno, e questi la stringe. Miller sorride, osservando il compagno. Nonostante il rumore nell'arena sul ring si sente chiaramente lo scozzese chiedere scusa a Shawn... per poi tirarlo verso di se tentando di nuovo un Lariat...No! Gates gli scivola alle spalle e lo volta... Dead or Alive!

Immagine


Il texano va a schienare Miller....1......2....No! Gates si rialza velocemente e va ad afferrare Travis... Ma prima che questi venga rialzato Carroll interviene colpendo il wrestler di San Antonio. Nick afferra il rivale per la testa tentando una DDT, ma questi ribalta la presa e lo colpisce con un calcio allo stomaco. Tentativo di Suplex da parte del texano... No, Carroll gli atterra alle spalle e tenta un Roll Up....1....No! Miller interviene con un violento Lariat alla nuca del bostoniano che spezza lo schienamento. Travis senza perdere tempo rialza Carroll e lo solleva da terra con un Butterfly Suplex... a segno. Tentativo di schienamento...1...No! Carroll reagisce e Miller si innervosisce visibilmente. Il Child of Ice gira il rivale e gli afferra le gambe preparandolo per la Grief... ma Gates tenta di sorprenderlo una seconda volta prendendo la rincorsa e saltando alle corde davanti a lui per poi tentare uno Springboard Moonsault... No! Miller con fatica riesce ad afferrarlo al volo, ed una volta liberatosi il piede dal tentativo di Grief si dirige rapidamente verso un paletto mandandovi a sbattere contro la schiena di Shawn. Travis si volta preparando la Ice Age, e notando Carroll che si sta rialzando prende la rincorsa verso di lui... Ma Carroll salta e connette una Jumping DDT in contemporanea con la sua Ice Age!

ImmagineImmagine


Nick si rialza con fatica e tenta uno schienamento su Miller...1.....2...No! Kick-out di Miller che spinge Carroll a tentare uno schienamento su Gates....1.....No! Kick-out anche da parte di Shawn. L'Engineer seccato rialza il texano e dopo un paio di colpi tenta un'Irish Whip... ribaltata da Shawn che si prepara per un Back Body Drop... No! Il wrestler di Boston gli scivola in mezzo alle gambe arrivando dietro di lui per poi sollevarlo con un Back Suplex e mandandolo a cavalcioni sulla terza corda! Gates rimane bloccato e Carroll lo afferra per il collo preparandolo ad un Neckbreaker.... a segno! Gates subisce il colpo rotolando sull'apron mentre Carroll si riporta su Miller afferrandogli il braccio e preparando un Arm-Trap Back Suplex... No, Travis si libera con delle gomitate e si prepara a correre... Lariat di Nick schivato dallo scozzese che al secondo rimbalzo riesce a connettere un Running Front Dropkick! Nick accusa il colpo mentre il Child of Ice si rialza affaticato. Travis rimette in piedi l'avversario per poi torcergli il braccio e colpirlo con una Short Arm Clothesline. Miller mantiene la presa dopo aver atterrato il wrestler di Boston e lo rialza per una seconda Clothesline. Carroll viene risollevato una terza volta, Travis lo schiaffeggia e poi lo spinge via in modo da poter caricare la terza clothesline... No! Gomitata di Carroll che spezza la presa e crea distanza fra i due. L'Engineer prende la rincorsa e salta sul rivale per una Jumping DDT... No! Miller oppone resistenza non facendosi trascinare al suolo e lo risolleva per poi metterlo a sedere sulla terza corda. Lo scozzese irritato spinge Carroll giù dal ring... No! Carroll rimane saldo al braccio di Travis e chiude un'Armbreaker!

Immagine


Il Child of Ice urla dal dolore mentre Nick stringe saldamente la presa. Lo scozzese non potendosi affidare al ropebreak cerca di spezzare la mossa manualmente ma i suoi tentativi non vanno a buon fine. Carroll urla al rivale di cedere... Ma Moon da fuori ring colpisce il Bostoniano con un Running Dropkick! Carroll rompe la presa e cade fuori dal ring, mentre Il Child of Ice rotola in centro ring in preda al dolore. Il Campione dopo essersi liberato di Carroll entra nel ring ed attende che Travis si rialzi... Enzuigiri Kick al braccio sinistro del rivale! Travis si va ad appoggiare alle corde ma prima ancora che possa reagire Moon torna all'attacco con un Front Dropkick al braccio che lo spedisce fuori ring. Il Last Hero nota Carroll, Gates e Miller fuori dal ring e si prepara per uno springboard. La folla attende il volo del campione ed una volta che questi sono in piedi rimbalza alle corde opposte e tenta il People's Dive... No! Gates scatta in avanti e lo intercetta con un violento Forearm che arresta la sua corsa. Il Campione viene trascinato sull'apron ed i due si ritrovano in poco tempo in piedi sulla parte più dura del ring. Gates afferra la testa del rivale tentando una DDT, ma questi si libera spingendolo via. Carroll cerca di intervenire ma viene bloccato da Travis, facendo partire un ennesimo scontro tra i due. Sull'apron nel mentre Gates e Moon si scambiano una serie di pugni diretti, i quali sembrano portare lentamente in vantaggio il texano, che prende le distanze per caricare l'ultimo colpo... Clothesline del texano verso l'interno del ring. Andy viene rigettato nel quadrato ed una volta dentro tenta di rimettersi in piedi con fatica. Shawn osserva la scena e va ad afferrare il campione per prepararlo ad un Suplex verso l'esterno, dove stanno combattendo gli altri due sfidanti. L'Ultimate Rebel tenta il sollevamento ma Moon riesce a liberarsi ancorandosi al suolo e spezzando la presa con dei pugni allo stomaco del nemico. Una volta libero Moon indietreggia per caricare un colpo... Ma Shawn lo intercetta con un violento Shoulder Block che lo ferma. I due rimangono fermi brevemente e poi Gates tenta un secondo Shoulder Block... No! Moon si sposta e poi afferra la testa dell'avversario mentre è tra le corde per colpirla con una violenta ginocchiata! Ed un'altra! Un'altra! Un'altra ancora! Il Last Hero molla la presa e corre alle corde per poi connettere l'Afterglow su Shawn! Il Texano rimane stordito in mezzo alle corde mentre Moon nota gli altri due sfidanti darsi battaglia fuori ring. Andy prende la rincorsa e rimbalza dal lato opposto del quadrato per poi andare a lanciarsi sopra Shawn e sopra la terza corda... Top Rope Senton su Miller e Carroll!

Immagine


Moon atterra gli altri due contendenti e dopo aver esultato di fronte al pubblico sale di nuovo sull'apron ed afferra Shawn preparandolo per un Back Suplex sull'apron... No, durante il sollevamento il texano colpisce il rivale con delle gomitate riuscendo a tornare a terra. Andy rimane stordito dalle gomitate ed la San Antonio Icon indietreggia di qualche passo per poi tentare un Gatykick... No! bloccato da Moon che molla la presa dal piede di Gates e contrattacca immediatamente con un Jumping Knee Strike al volto di Shawn! Il texano è stordito mentre il campione osserva rapidamente la situazione. Moon volta Shawn verso Carroll e Miller che si stanno rialzando per poi mettersi in posizione a sua volta... E SI LANCIA CON GATES DALL'APRON! TWIN SKELETONS DIRETTAMENTE SU CARROLL E MILLER!

Immagine


Tutti e quattro i wrestler sono adesso a terra doloranti. Il primo ad alzarsi però è Carroll, riuscito subire solo parzialmente l'offensiva di Moon spostandosi all'ultimo secondo utile. Il bostoniano è seguito dal campione, che inizia a rimettersi in piedi e fa cenno a Carroll di spostarsi sul ring. L'ingegnere non se lo fa ripetere. I due salgono sul ring e si portano al centro. Moon propone una prova di forza, subito accettata dal bostoniano. Clinch, ma Moon si porta subito dietro Carroll cingendogli la vita. Carroll tira allora delle gomitate al costato di Moon che però non molla la presa e anzi tenta di sollevare Carroll per un German Suplex. Il bostoniano non ci sta e cerca di sporgersi verso l'esterno con la vita spostando così il suo baricentro. Moon mantiene adesso Carroll sollevato a mezz'aria ma non riesce ad andare oltre e a connettere il ponte ed è costretto a rimettere il biondo con i piedi per terra. Gomitata al volto da parte di Carroll, presa in pieno da Moon che non lascia la presa. Un'altra gomitata. Un'altra. Un'altra ancora. Moon non lascia la presa, ma emette un urlo e concentra tutte le sue forze sul German Suplex!

Immagine


Il campione mantiene il ponte. Uno, du- No! Leg drop di Travis Miller direttamente sul ventre di Andy Moon! Lo scozzese si rialza mentre Moon rotola dolorante sotto la prima corda. Miller afferra Carroll per la testa e lo porta verso il turnbuckle. Lo scozzese fa sbattere ripetutamente il cranio di Carroll sul paletto e quando l'ingegnere è stato stordito abbastanza lo afferra per un vertical suplex. Miller solleva Carroll per un vertical suplex e lo mantiene a testa in giù, ma attenzione! Gates salta sulla terza corda e connette un Missile Dropkick direttamente sul costato rovesciato di Carroll che viene poi accompagnato nella caduta dal suplex di Miller! Veloci si rimettono in piedi Gates e Miller, Carroll rotola fuori dal ring mentre ad un angolo sì è rimesso in piedi anche Moon. Scambio di sguardi tra i tre presenti sul ring finché gli sguardi di Miller e Gates non si incrociano, per poi annuire. Moon incita i due a farsi avanti e i No More Heroes non si fanno pregare. Subito Moon parte all'attacco. Pugno al volto verso Gates, calcio alla coscia su Miller, backhand chop su Gates, Kick to the mid section su Miller, Roundhouse kick su Gates-no! Il texano afferra la gamba di Moon che tenta invano di raggiungere Gates con degli schiaffi, poi tenda un enzeguri con la gamba libera ma Gates intercetta anche quella! Subito Gates lancia un cenno di intesa a Miller. Lo scozzsese fa tre passi indietro, Gates si lascia cadere... Catapult su Moon, che viene accolto da una Sacrifice al volo!

ImmagineImmagine


I No More Heroes esultano rivolgendo verso il pubblico un "No More" con le braccia, il pubblico risponde positivamente, ma attenzione! Miller si apposta dietro Gates e lo afferra a tradimento sollevandolo in posizione di Gory Special! Gates non ci sta, subito si libera le gambe e con un enorme sforzo addominale le solleva fino a fareuna capriola sulla schiena di Miller e rimettersi in piedi davanti a lui. Miller balza indietro con gli occhi spalancati mentre il texano mima un inchino al suo indirizzo. Miller si getta verso Gates con una clothesline, schivata da Gates, Miller rimbalza sulle corde, calcio al costato da parte di Gates che ferma la corsa di Miller, il texano si lancia alle corde, tenta la Texan Guillottine ma Travis si rialza e il colpo va a vuoto! Sacrifice! No, Gates si butta all'indietro! Rimbalza sulle corde... Gatykick! No! Miller si abbassa. Pelè Kick di Gates che sorprende Miller, lo scozzese fa un passo indietro e... Inverted Bulldog di Carroll! A segno!

Immagine


Carroll tenta lo schienamento. Uno, du-No! Gates interrompe il conteggio. Sia Carroll che Gates si rialzano. L'ingegnere parte con una scarica di pugni ai danni del texano che mantiene una guardia alta e viene chiuso alle corde. Irish Whip. Gates rimbalza sulle corde opposte. Leap Frog di Carroll, altro rimbalzo di Gates che tenta una clothesline ma Carroll si abbassa. Altro rimbalzo di Gates... Ma Moon è sull'apron e lo colpisce con un calcio al volto! Il texano si volta... Superkick di Carroll! Moon si lancia dalla terza corda... Missile dropkick su Carroll! Applausi da parte del pubblico per Moon che ora si rialza e va per rialzare Carroll. Pugno di Moon a Carroll, pugno di Carroll a Moon. Calcio sulla coscia da parte di Moon, calcio sulla coscia da parte di Carroll. I due adesso si accorgono di Miller che si sta rialzando e vanno verso lo scozzese. Doppia Irish Whip verso il paletto. Carroll lancia Moon che corre su Miller e tenta la ginocchiata al volto ma attenzione! Miller afferra il campione in posizione di powerbomb! Moon tempesta di pugni la testa di Miller ma questo è rapido a percorrere la diagonale del ring e scaraventare il campione all'altro angolo con una turnbuckle powerbomb! No! Moon salta dietro Miller all'ultimo momento utile! Lo scozzese si volta ma trova Carroll pronto ad accoglierlo con una scoop slam! Carroll si rialza celere ma non fa in tempo ad accorgersi di Moon...Heartbeat Overdrive! E Carroll va giù proprio di fianco a Miller! Moon guarda i due avversari stesi e poi il paletto. Sale sulla terza corda e si prepara a saltare, ma Gates sbuca dietro Moon, e lo spinge in avanti facendolo cadere di testa! Caduta rovinosa di Moon che ora si trova steso accanto ai due avversari. Gates sorride, sale sul paletto, si mette in piedi...Still Unbroken! Su tutti e tre!

Immagine


Tutti e quattro i wrestler sono ora a terra mentre il pubblico rumoreggia. Il primo a dare segnali di vita è Gates. Il texano striscia verso Moon e appoggia un braccio sul campione. Une, due, tr-NO! Moon alza la spalla. I quattro restano a terra ancora per diversi secondi quando poi ognuno di loro striscia verso le corde per cercare un appiglio per rialzarsi. Dopo una ventina di secondi tutti e quattro i wrestler sono ai lati del ring appoggiati al paletto, tutti intenti a scrutarsi. Miller è il primo a muoversi e si scaglia verso Carroll! Gates si scaglia verso Miller, Moon si scaglia verso Gates. È rissa! Serie di pugni incontrollati da parte di tutti i wrestler quando finalmente l'ammucchiata si separa in due gruppi composti da Gates e Miller da una parte e Carroll e Moon dall'altra. Moon sembra avere la meglio sul bostoniano e lo costringe all'angolo con una serie di pugni. Carroll reagisce con una potente testata al naso di Moon! Il ragazzo di Savanna indietreggia e si volta... Enzeguri di Gates! Moon cade a terra! Superkick di Carroll! Gates crolla! Cut down to size di Miller! Carroll va giù! Miller non sazio solleva Carroll e... Frost Bite! Miller si rialza, rialza Carroll. Frost Bite! Ancora una volta Miller rialza Carroll. Terza Frost Bite! Ancora una volta! Ancora! Ancora! Sette Frost Bite!

Immagine


Miller schiena Carroll. Uno. Due...Moon interrompe! Il campione infierisce con una serie di Stomp sullo scozzese, poi si ferma un secondo per osservare i due avversari a terra ed elaborare la sua strategia. Errore madornale, perché Gates prova a sorprenderlo alle spalle con un Roll Up! 1... 2... no! Miller e Carroll ne apprfittano per rotolare fuori ring, mentre Moon scatta in piedi, schiva per un pelo un Gatykick e prende il rimbalzo alle corde. Gates intercetta la sua corsa con la Wanted! e tenta di ripetere la manovra una seconda volta, ma Andy sfrutta il sollevamento del Ribelle per connettere un Dropkick. Il texano è svelto a rialzarsi, ma il TWC World Heavyweight Champion lo accoglie con una serie di calci alle ginocchia. Gates crolla sulle ginocchia, Moon connette col Calf Kick, completando la WinterShot. Il Last Hero si carica e urla, provocando la risposta positiva del pubblico, poi parte per una nuova Afterglow. No, Gates si scansa e afferra subito Andy per una Irish Whip, ribaltata dallo Skull Kid. Shawn salta prima di arrivare alle corde, prende lo slancio sulla terza corda e si getta fuori ring con un fantastico Springboard Crossbody che atterra Carroll, il quale si era appena rimesso in piedi!

Immagine


Gates e Carroll rimangono entrambi a terra, mentre Moon è solo al centro del ring. Miller rientra però subito sul quadrato, ingaggiando una lotta col campione: serie di Forearm Smash al volto da parte dello scozzese, Moon risponde con una gomitata che fa indietreggiare di un passo il Child of Ice. Ancora combo di calci alle ginocchia eseguita da Andy, ma Miller rimane in piedi e va segno con un Discus Forearm Smash. Moon barcolla, ma prova lo stesso un Keep It Alive, schivato da Travis. Lo scozzese approfitta della confusione del campione e mette a segno la Emptiness. Pin: 1... 2... kickout di Moon. Miller tiene a terra Moon e infierisce con una serie di gomitate al volto, mentre le telecamere ci portano sull'azione all'esterno del ring: Gates si è rialzato e sta scoperchiando il tavolo dei commentatori. Price e Campbell si allontanano, mentre il Ribelle lancia via i monitor, per poi andare a recuperare Nick, fargli sbattere un paio di volte la testa contro il tavolo e metterlo in posizione per una Powerbomb. Sollevamente del texano, ma l'ingegnere va a segno con dei pugni al volto e si divincola, cadendo alle spalle del rivale. Gates si lancia su di lui, ma Carroll lo intercetta con un Back Body Drop altissimo. Shawn riesce ad atterrare sull'apron. Nel frattempo, sul quadrato, Miller ha appena lanciato Moon con una Irish Whip, così Andy riesce a colpire in corsa Gates con un Forearm Smash. Moon si gira immediatamente e secca l'accorrente Miller con un Keep It Alive! Miller rimane in piedi, seppure stordito... Sacrifice!

ImmagineImmagine


Entrambi crollano a terra! Torniamo all'esterno del quadrato, dove il colpo ricevuto da Moon ha portato Gates a finire tra le braccia di Carroll. Il bostoniano lo blocca in posizione di Inverted DDT, mette a segno un paio di colpi a mano aperta sul petto, poi indietreggia fino ad arrivare nei pressi del tavolo... Googolplex sul tavolo! A segno! Il tavolo non si è rotto, quindi Carroll sistema il Ribelle su di esso, mantenendolo sempre con la pancia a terra. Nick si allontana e sale sulle barricate. Rincorsa e salto: Double Footstomp sulla schiena di Gates! Stavolta il tavolo cede e Shawn si contorce a terra. Carroll si rialza ed osserva la scena con un sorriso, poi sposta la sua attenzione verso il quadrato, dove sia Miller che Moon si stanno rimettendo in piedi. L'ingegnere si porta allora sull'apron, poi balza sulla terza corda.

Immagine


Double Missile Dropkick a segno. Moon viene colpito al torace, mentre Miller subisce il colpo proprio sul braccio sinistro. Sia il wrestler di Savannah che lo scozzese sono in ginocchio. Calcio di Nick al costato di Moon. Potente calcio al braccio sinistro di Miller, che rotola via. Tentativo di Roundhouse Kick su Moon, il campione evita e sguscia alle spalle del bostoniano. Andy afferra il braccio del rivale e lo tira a sé, Short-Arm Clothesline. No, anche Carroll evita e passa alle spalle del campione.

Immagine


Last Thought a segno! Nick non fa nemmeno in tempo a provare il pin, perché Travis Miller lo solleva a peso morto con uno sforzo immane! Moon rotola via, il Child of Ice mette a segno il Cold Snap! Lo scozzese mantiene la presa, poi la modifica velocemente ed intrappola il rivale nella Bite The Ice!

Immagine


Miller porta l'avversario a terra con rapidità, Carroll annaspa cercando inutilmente le corde, troppo lontane. Nick tenta di colpire disperatamente con dei calci all'indietro, senza riuscire a colpire seriamente il rivale, che stringe i denti e chiude la presa il più possibile. L'ingegnere sfrutta però il braccio libero e bersaglia l'arto superiore sinistro del Child of Ice con alcune gomitate. Travis lancia un urlo di dolore ma non molla la presa. Nick è riuscito però ad inserire una mano tra il braccio di Miller ed il suo collo, allentando la presa. Con un ultimo sforzo Carroll si libera definitivamente, poi scatta di lato, portandosi seduto e trascinando di conseguenza Miller con la faccia a terra. Nick è lesto ad intrappolare il braccio dello scozzese tra le sue gambe ed a completare la presa per la Gravity's Lock!

Immagine


Crossface chiusa al centro del ring! Miller si trova in una situazione davvero difficile, i suoi sforzi per liberarsi si fanno sempre più deboli e sporadici. Travis è ormai immobile, la letale sottomissione di Carroll lo sta mettendo di nuovo fuori gioco! NO! Gates arriva ad interrompere la presa! Il texano tempesta di calci l'ingegnere, poi si abbassa e continua con una serie di pugni. Ora l'Ultimate Rebel afferra il capo di Nick e lo sbatte violentemente contro il tappeto: una, due, tre, quattro, cinque volte. Il texano interrompe l'assalto solo perché si accorge che Moon è risalito sull'apron. Il Midnight Hunter prova una mossa in Springboard, ma Gates lo anticipa con una gomitata, che lo riporta sul bordo del quadrato. Rincorsa del Ribelle, Clothesline a segno! Moon viene spedito col volto contro le barricate dal potentissimo braccio teso dell'esperto wrestler di terza generazione (vecchiodimerda pareva brutto). Gates si carica con un urlo, nota che Miller si è rialzato, lo chiama e gli indica Carroll. Lo scozzese annuisce e blocca il biondo in posizione di Full Nelson. Shawn annuisce, sorride e carica il Gatykick. Gates of Ice! No, Carroll sfrutta la debolezza del braccio di Miller per divincolarsi, Gates colpisce Travis col Superkick!

Immagine


Shawn sgrana gli occhi e parte alla carica del bostoniano, che lo schiva facilmente e mette a segno una Backstabber! Urlo straziante di Gates, che si allontana rotolando dal rivale. Nick si mette in ginocchio e si allunga invano verso Shawn, ignaro del pericolo imminente.

Immagine


Heartbeat Overdrive di Moon! Il ragazzo di Savannah annuisce, pregustando l'avverarsi della sua previsione durante la Road to Alpha Horizon. Schienamento: 1... 2... NOOO! NOO! Colpo di reni di Carroll! Moon sgrana gli occhi e si mette le mani nei capelli, spalancando la bocca. Il campione viene presto riportato alla realtà dal rialzarsi di Shawn Gates. Andy va subito all'attacco, facendolo piegare in due con un calcio all'addome. Rincorsa alle corde, Time Warp. No, Shawn si scansa. Secondo rimbalzo di Moon, calcio all'addome da parte del Ribelle. Ora è Gates a prendere il rebound, Texan Guillotine! Attenzione, anche lo Skull Kid evita. Clothesline tentata da Moon, ancora schivata di Gates.

Immagine


Gates of Hell dal nulla! Connessa! Gates, memore del passato, non si fida a schienare subito. Decide quindi di prendere la giusta distanza e caricare l'ennesimo Superkick dell'incontro, provando a colpire l'avversario in ginocchio. Rincorsa del Ribelle, intercettato dalla Cut Down to Size di Miller! Lo scozzese si carica sbattendo i pugni a terra, poi indica Moon, si rialza e parte per la Redemption. Carroll si frappone all'ultimo istante e sorprende Travis con un Running Enziguri Kick! Il bostoniano si volta subito verso Moon, ma il campione si è ormai rimesso in piedi. Andy fa l'occhiolino all'avversario, che risponde con un sorriso. I due si squadrano, poi iniziano a girarsi intorno. Clinch, vinto da Carroll che spinge Moon all'angolo e inizia a colpirlo con dei blocchi da football. Andy ribatte con delle gomitate sulla schiena dell'Engineer che ferma la carica tenendosi il punto colpito, e si becca una ginocchiata in pieno volto del campione che poi lo stende con un Discus Lariat! Pin: 1... 2, e Carroll esce. Moon rimane in ginocchio vicino a Nick e rifiata, controllando i movimenti di Gates e Miller che si sono ritratti ad angoli opposti. Il ragazzo scatta verso Miller e lo copisce con un Running Dropkick, stessa sorte tocca anche al texano. Andy lancia un urlo di frustrazione, poi torna a concentrarsi su Carroll che si è messo in ginocchio. Moon prova a colpirlo con un altro Heartbeat Overdrive ma Carroll schiva il calcio fatale abbassando la testa e alzando il campione in posizione di Powerbomb, non senza sforzo. Il bostoniano corre verso le corde E LANCIA MOON FUORI DAL RING! Caduta orribile del campione nei pressi della rampa. Nick osserva Moon, riprendendo fiato... e non vede Miller, che lo abbranca alle spalle e lo lancia con un German Suplex poderoso! Lo scozzese vede Gates rialzarsi con la coda dell'occhio e lo butta fuori dal ring con una Clothesline, poi corre al lato opposto, REDEMPTION SU CARROLL!

Immagine


It's over! Travis Miller schiena: 1... 2... 3NO! Clamoroso colpo di reni di Nick Carroll! Miller si mette le mani nei capelli e grida per la frustrazione. Shawn Gates rientra sul quadrato e gli si butta addosso con una Lou Thesz Press, poi si rialza stringendo i pugni e gasandosi. Il texano riprende Miller e lo colpisce con una serie di pugni, poi si lancia contro le corde e lo butta giù con un Flying Forearm. Altro Forearm sullo scozzese che si era rialzato. Big Boot sull'Ice Man. Miller si rialza di nuovo ma viene piegato in due da un calcio allo stomaco. Texan Guillottine di Gates!

Immagine


È il momento di Shawn Gates, acclamato dal pubblico, che si posiziona all'angolo. Il veterano punta Miller, poi parte per il GatyKick A SEGNO!

Immagine


Ma Gates viene colpito da un Superkick del redivivo Nick Carroll! Attenzione perché Shawn non cade, bensì stringe i pugni e urla in faccia all'Engineer. Calcio sulle ginocchia di Nick, e poi altro Superkick! E un altro! Gates rimane a gattoni. CURB STOMP DI CARROLL!

Immagine


Il bostoniano schiena: 1... 2, Miller rompe lo schienamento. Travis con dei pestoni fa scivolare Gates fuori dal ring da sotto la prima corda, poi prende Carroll e lo alza per la Helpessness, ma Nick riesce a fare una sorta di capriola all'indietro e a trasformare il tutto in una DDT devastante. Travis si rimette stoicamente in ginocchio e viene colpito con un Roundhouse Kick... ma lo scozzese non cede!

NC: Oh, for fuck's sake!

Ennesimo Superkick!

Immagine


Nick Carroll allarga le braccia e tira indietro la testa, camminando in cerchio intorno a Miller che è al centro del quadrato. Il pubblico è tutto con lui e intona cori a suo favore, Nick annuisce e scuote le mani chiedendo di continuare. Il Former 15 Champion attende che lo scozzese si rialzi...

Immagine


THE SHUTDOWN! THE SHUTDOWN! Nick Carroll schiena: 1... 2... 3! NO! ANDY MOON HA TIRATO FUORI L'ARBITRO DAL RING AFFERRANDOGLI UN PIEDE! L'ufficiale di gara riprende il campione del mondo e il ragazzo alza le mani, poi il referee rientra sul ring. Nick non ci sta, manda un'occhiata di fuoco verso Moon e poi si lancia con uno Springboard Splash! E MOON LO FREDDA CON L'HEARTBEAT OVERDRIVE AL VOLO!

Immagine


Moon si tiene al schiena, dolorante, poi butta Nick oltre le barricate. Il TWC World Heavyweight Champion torna sul ring, si posiziona ad un angolo e punta a Travis Miller...

Immagine


KNIFE PARTY! Moon schiena: 1... 2... 3! It's over!

Spoiler:
JR: The winner of this match and STILL TWC World Heavyweight Champion: AAAAAAAANDYYY MOOOOOOOOOON!


Il ragazzo si fa consegnare la cintura e la stringe al petto, tirando un lungo sospiro. Il pubblico si divide e molti fischi si ergono per Moon, che si mette il titolo in spalla e sale comunque su un paletto esultante. Il ragazzo indica uno per uno tutti gli avversari, ancora storditi, chi più chi meno e poi scuote la testa. Infine, si indica e alza la cintura. Nick Carroll, seduto contro le barricate, si tiene la testa e batte un pugno per terra. Miller pare ancora incosciente, mentre Gates si sta appena riprendendo. Andy bacia la cintura e scende dal paletto, per poi allargare le braccia e scuotere la testa verso la telecamera. Su quest'immagine si chiude il primo PPV dell'annata TWC. Good Night Everybody!










CM-Cena, Dims, Elban Rattlesnake, Il Capitano,
hbkbestfan, KTW, Liontamer, Matt Thunder, NotOnlyWWE, Phil is Wrestling, Simon, SimoAF, Stevester, straight edge savior, The Hawk, woo woo woo man.


Ultima modifica di Elban Rattlesnake il 12/03/2017, 22:33, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2017
MessaggioInviato: 10/03/2017, 23:37 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Immagine


Immagine

Fallout Time! Le immagini ci conducono presso il Madison Square Garden, New York, New York, dove si è appena concluso il PPV Alpha Horizon, l'ultimo evento speciale della TWC prima dello show dell'anno, War of Change. La famosa arena newyorchese è ormai immersa nelle ombre della notte, tutt'attorno numerosissimi tifosi, esausti, ma col sorriso sulle labbra, si riservano sulle strade circostanti lasciandosi dietro le spalle una serata elettrizzante, che ricorderanno nei mesi e negli anni a venire.

Immagine

Dietro le quinte, il sorriso spento, gli occhi affaticati, Ally Sullivan, la giovane intervistatrice della TWC, tiene fra le mani un microfono, giunta finalmente all'ultima intervista in questa serata impegnativa e colma di incontri brutti e belli.

AS: Signore e signori, ecco a voi il mio nuovo ospite, il general manager di Friday Night Indoor War Virgil Brown, Jr.

Immagine

Virgil Brown, Jr., il volto stanco, è ora accanto all'intervistatrice che saluta facendo un cenno col capo, la solita espressione crucciata rivela questa volta un sentimento di sofferenza e preoccupazione.

AS: Virgil, Alpha Horizon è stato un evento davvero speciale; abbiamo infatti visto tanta azione e tanto spettacolo all'interno del ring, abbiamo vissuto innumerevoli emozioni e, infine, abbiamo assistito a momenti che continueremo a ricordare per molto tempo ancora. Un successo. Uno degli incontri che senza alcun dubbio hanno reso grande questa serata è stato quello per il TWC Diamond Championship, lo scontro fratricida fra il campione Sean Morgan e il primo sfidante Fred Franke. C'è ora molta apprensione circa le condizioni salutari del tedesco, tu stesso al termine di quel brutale match hai raggiunto il ring insieme ai medici che hanno prestato i primi soccorsi ad un Fred apparentemente esanime, incosciente, e tutti noi ti abbiamo visto realmente scosso; qual è attualmente la situazione? Come sta Fred?

Silenzio. Ally Sullivan allunga il microfono verso il general manager che tace, gli occhi smarriti nel vuoto.

VB: Non bene.

Ancora Silenzio.

VB: Non bene, Ally.

Virgil Brown si volta verso l'intervistatrice, ne incrocia lo sguardo, scuote la testa, gli occhi di lei luccicano.

VB: Fred, Fred Franke ora è in ospedale, ha perso coscienza. Presto avremo importanti aggiornamenti sulle sue condizioni.

Il general manager si silenzia, sospira.

VB: Non parteciperà al prossimo episodio di Friday Night Indoor War, poi ci incontreremo privatamente e avremo modo di valutare bene la situazione, con serietà. Purtroppo temo di non poter aggiungere nulla, attendo anch'io con apprensione. Fred Franke è un lottatore, ma è anche un dipendente della TWC; è nostro compito, è mio obbligo tutelare le nostre superstar impedendo loro di correre rischi che possano comprometterne la salute. Credo, forse, di non aver adempito adeguatamente ai miei doveri.

Virgil Brown, il capo chino, scuote ripetutamente la testa, poi gli occhi di nuovi su quelli dell'intervistatrice.

VB: E' tutto, Ally.

Ally annuisce.

Immagine

Arriva Livia, la quale s'avvicina presso il general manager, scura in volto.

VB: Livia! Non ho ancora avuto l'occasione per ringraziarti.

Virgil Brown le tende la mano.

VB: Grazie, è stato un piacere e un onore averti qui con noi, mi spiace che questa avventura si sia conclusa prima del previsto.

Livia: No. Ti sbagli. Fred si rialzerà, ancora, e continuerà a lottare e poi tornerà a vincere. Lui è come me, molto simile a me: non abbandonerà mai il ring, non volontariamente perlomeno.

Il general manager allunga la mano fino a poggiarla sulla spalla dell'ex lottatrice, questa pare non gradire il gesto.

VB: Livia, l'ultima cosa che voglio è costringere qualcuno a fare qualcosa contro la propria volontà, credimi; per questo spero che Fred scelga lui stesso ciò che è meglio per il suo futuro e mi auguro che tu lo sostenga.

Livia: Sei uno sciocco!

La fu Licoride malamente gli leva la mano.

Livia: Senza il wrestling non c'è futuro. Ma tu non puoi capire; tu hai lasciato ciò che dicevi di amare preferendo la giacca e la cravatta agli stivali. Tu sei un perdente, non Fred, non io, tu.

Livia fugge via celermente. Il general manager la guarda allontanarsi, immobile, chiuso nel suo silenzio.



/----------------------------------------------/



Le immagini ci portano nel backstage, dove Nick Carroll cammina lentamente, facendo una smorfia di dolore ad ogni passo.

Immagine


Il bostoniano viene avvicinato da un membro dello staff medico, ma Nick lo zittisce con un gesto della mano prima ancora che possa cominciare a parlare. Il bostoniano prosegue nella sua camminata fino ad arrivare alla porta del suo spogliatoio.

Immagine


Carroll entra e trova Jane all'interno della stanza. La ragazza si alza in piedi e fa qualche passo in direzione del suo fidanzato, poi si blocca quando nota che lo sguardo di Nick è attirato da qualcosa appoggiato su una panca. Il TWC Undisputed World Women's Championship. Le labbra di Jane si incurvano verso il basso per un istante, poi Nick scuote la testa e riporta l'attenzione sulla ragazza avvicinandosi a lei ed abbracciandola. Jane ricambia la stretta, fino a farsi sbiancare le mani, poi comincia ad accarezzare i capelli del fidanzato, mentre Nick seppellisce il suo volto sulla spalla della Leonessa. Le immagini sfumano.



/----------------------------------------------/



Torniamo nel backstage, dove vediamo inquadrato Daniel Carson.

Immagine


L'intervistatore della TWC sta camminando a passo veloce in direzione di un gruppo di persone che si sta allontanando.

ImmagineImmagineImmagine


Si tratta della Bruderschaft Der Krahe Incorporated al gran completo. Come vediamo, Gunther "The Hound" Schmidt, reduce da un pestaggio a tradimento subito da alcuni farabutti, sta camminando aiutandosi con una stampella. Brunild "The Armbreaker" Wagner, reduce dalla terribile battaglia con Elektra Kellis, invece, cammina a testa bassa, zoppicando leggermente, il volto segnato da diversi cerotti e semicoperto dal cappuccio della felpa. In mezzo a loro, "Superstar" Sigfried Jaeger, cupo in volto. Carson prova ad approcciare i tre, nonostante non sia affatto aria.

DC: Ehm, Brunild, un commento sul tuo spettacolare match contro Elektra?

La tedesca scuote il capo e lo spinge via bruscamente con una mano. Daniel allora ci riprova col Mastino.

DC: E tu Gunther, hai qualcosa da dichiarare? Chi sono quei ceffi che abbiamo visto assieme a Esagon Jr.?

Il Brutal Crow replica con un ringhio feroce. Carson fa un balzo all'indietro, impaurito. Poi tenta il tutto per tutto col Corvo.

DC: E tu Sigfried? L'intero Garden era scioccato dopo quello che hai fatt...

Il Best from the West guarda negli occhi Carson e si punta l'indice alla bocca, intimandogli silenziosamente di smetterla. Poi dà un buffetto sulla guancia all'intervistatore e se ne va via assieme ai due compagni, lasciandolo sul posto. E con le immagini di Daniel Carson che osserva i tre allontanarsi e scuote il capo, termina qua il Fallout di Alpha Horizon 2017. Appuntamento tra una settimana con Frontline da Miami Beach, e tra quattordici giorni, ovviamente con Friday Night Indoor War, dove assisteremo a tutte le ripercussioni riguardanti quello che è accaduto stasera. Buonanotte, ciauuuuu!!!!!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 15 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it