Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
  Stampa pagina

TWC - War of Change IV
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 01/06/2018, 21:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12371
Località: Baretto Kurabu
Immagine


Immagine


Signore e signori, benvenuti all'AT&T Stadium di Arlington, Texas! Questo è War of Change IV! Tutto è pronto per l'inizio del Kickoff, dove vi assicuriamo che vivrete uno spettacolo degno del Main Event di War of Change!

...Gesù Cristo, quante volte la dovranno leggere 'sta roba prima della fine del PPV?...

...Ehm ehm, scusate, stavo dicendo: chi sarà ad aprire le danze nello show più importante dell'anno?

Spoiler:
Immagine


Un'enorme scritta invade il Titantron, mentre una musica inizia a risuonare nell'arena.



La Marcia Imperiale degli Abissi! Il logo del Clan del Piede torreggia sullo schermo, mentre il pubblico comincia a fischiare TZO.

Immagine


Il Salvatore entra in scena, noncurante della reazione negativa, e si ferma al centro dello stage, divaricando le gambe e guardando davanti a sé, concentrato. Improvvisamente, TZO sbatte il piede a terra e la musica si ferma. La scena si cristallizza per qualche secondo, poi una seconda figura emerge dal backstage.

Immagine


È Esagon Jr, l'ingovernabile wrestler messicano! L'Apprendista Piedista entra in scena in modo a dir poco curioso.

Immagine


Il mascherato avanza saltellando con le ginocchia piegate e le braccia ciondoloni. Sulla sua schiena è stata fissata un'asta con un microfono, che oscilla pericolosamente ad ogni avanzamento del Titubante Lestofante. Mucho Rudo si ferma davanti a TZO, il quale sorride soddisfatto.

TZO: Ammirate, signore e signori, la mia totale superiorità su STENG!, oh my ged! Ancora una volta quel fallito ha creduto di aver trovato il modo per tapparmi definitivamente la bocca. Ancora una volta ho escogitato un'altra geniale trovata per continuare a divulgare il mio dominante verbo!

Nuova ondata di fischi dal pubblico.

TZO: Oh, capisco benissimo il motivo di questi fischi. Sicuramente sono dovuti alla delusione, visto che non sarò io il protagonista del Main Event di War of Change. Sono felice che perfino alcuni di voi stolti abbiano capito il posto che meritavo e l'importanza della battaglia epocale di stasera. Non dovete però disperare. Sono certo che la dirigenza mi avrebbe concesso di chiudere lo show, ma sono stato io a chiedere di essere in apertura. D'altronde, non esiste né in abisso né in terra una persona più adatta di me per comparire in un KICKoff.

Alcuni spettatori ridono, molti altri si concedono un facepalm carpiato con un avvitamento e mezzo (coefficiente di difficoltà 2,1).

TZO: STENG!, oh my ged, ha cercato di evitare il confronto in ogni modo. Due settimane fa ha provato a incapacitarmi con un attacco vile e spregevole, ma grazie unicamente alla mia infinita resistenza sono riuscito a sfuggirgli ed ora, finalmente, tutto è pronto per la mia vendetta.

Sembra che Esagon Jr abbia bisbigliato qualcosa senza che il microfono riuscisse a captarlo. TZO però deve aver sentito e reagisce colpendo l'Apprendista con un calcio nel sedere.

TZO: Silenzio! Se il piano di STENG!, oh my ged, fosse andato a buon fine sarebbe stato solamente colpa del tuo intervento tardivo! Vergognati! Credi che un calcio ed una mansione da portantino siano un castigo severo? Non osare mai più lamentarti! Subisci la tua punizione, com'è giusto che sia!

TZO rifila un altro calcio ad Esagon Jr, che sembra trattenere le bestemmie. Ora TZO fa un cenno col capo, indicando al mascherato di percorrere la rampa. Esagon Jr comincia a saltellare verso il ring, mentre TZO lo segue a distanza ravvicinata riuscendo a schivare ogni volta l'asta del microfono, che oscilla pericolosamente vicino alla sua testa, senza ovviamente interrompere mai il suo proverbiale passo dell'oca. Arrivato a bordo ring, TZO riprende la parola.

TZO: Questa sera ho deciso di portare degli ospiti, dei testimoni che possano raccontare alle generazioni future la grandezza delle mie gesta e la magnificenza della mia vittoria. Ho provato ad organizzare un bus direttamente dal Piano Abissale delle Ombre, ma lo sciopero dei nocchieri abissali ha ostacolato i miei piani. Ho comunque il grande piacere di annunciare che stasera una delegazione della nazionale di calcio bosniaca è qui presente per supportarmi!

Le telecamere si volgono verso la prima fila, dove una decina di uomini si alzano in piedi. Una bandiera bosniaca è appoggiata sulla barricata davanti a loro. Alcuni stanno sbattendo i piedi a terra come incitamento a TZO. La telecamera indugia sui loro volti.

Immagine


Ma è Edin Dzeko! 'CCEZZZIONALE!

Immagine


E c'è anche Miralem Pjanic! Ops, scusate, immagine sbagliata! (Ma anche no)

Immagine


Dicevamo, c'è anche Miralem Pjanic! TZO passa in rassegna davanti a loro, soddisfatto, ma si raggela improvvisamente quando si trova davanti a quel maledetto che ha osato baciare la maglia della Ro...ehm, davanti al centrocampista della Juventus. Boato di sgomento del pubblico. Pjanic sta applaudendo TZO. Con le mani. Per un momento il tempo sembra fermarsi, poi TZO colpisce le mani di Giuda con un Roundhouse Kick! Subito la security si adopera per separare il wrestler dal calciatore! Dopo qualche secondo di panico, TZO sembra aver ritrovato la calma, mentre i giocatori bosniaci sussurrano cupi tra di loro. TZO chiede di nuovo il loro incitamento e gli slavi non si fanno attendere nel mostrare il loro supporto, ma quando il rappresentante del Clan del Piede dà loro le spalle i loro sguardi si fanno omicidi. TZO sta per salire sul ring, quando le luci si spengono ed una musica viene diffusa nell'arena.



All'improvviso un occhio di bue illumina il bordo ring, proprio dove si trova Esagon Jr... il quale salta via dalla luce, urlando! Giusto in tempo, perché proprio dove si trovava qualche attimo prima si è appena aperta una botola, da dove spunta...

Spoiler:
Immagine


UNA MANOH! A War of Change fa ancora più ridere!


Con lentezza e solennità il resto del corpo di STENG!, oh my ged, emerge dalla botola. L'illuminazione ritorna nell'arena.

Immagine


Il capo del Culto della Mano è truce in volto e punta subito la sua Nemesi, mentre Esagon Jr sembra essersi dileguato. STENG!, oh my ged, si gira brevemente verso i bosniaci... e gli fa l'occhiolino! TZO non si accorge di nulla! STENG!, oh my ged, sale sul ring, mentre Edin e compagni stanno di nuovo confabulando tra loro.

Immagine


L'arbitro Thomas Kiley è pronto sul quadrato, nelle sue mani ci sono due paia di manette. Ricordiamo infatti che entrambi i contendenti avranno le mani legate dietro la schiena, come deciso da TZO. STENG!, oh my ged, ringhia alla vista delle manette, ma si fa immobilizzare prontamente le mani da Kiley, mentre TZO osserva con un sorriso a poco più di 2 pi greco radianti. L'espressione gioiosa del Salvatore si dilegua nel momento in cui si rende conto che Kiley ha intenzione di ammanettare anche lui. TZO prova a spiegare che lui non userebbe in nessun caso le mani, ma l'ufficiale è irremovibile. TZO comincia a sudare freddo, sembra quasi sull'orlo delle lacrime. Ora è STENG!, oh my ged, a ridere di gusto. Kiley cerca di calmare TZO senza successo, poi chiede l'aiuto del dottor Brooks.

Immagine


Il valente dottore, reduce da un'arguta testimonianza in tribunale contro un tale Phil Amann, reo di averlo diffamato, si avvicina a TZO e gli propone di somministrargli dello Xanax o del Valium in diretta mondiale. Il Piedista si rifiuta, intenzionato a combattere il match nel pieno delle sue già labili capacità psico-motorie. Infine, TZO, seppur riluttante, si rassegna a farsi legare le mani dietro la schiena. Ovviamente TZO non è in grado di muovere le braccia da solo e chiede a Kiley di procedere allo spostamento. L'arbitro si impegna con tutte le sue forze, diventando rosso in volto per lo sforzo, ma le braccia di TZO non si spostano di un centimetro. Thomas chiede allora l'aiuto della security...

Immagine


...ma nemmeno i forzuti agenti riescono nell'impresa. L'arbitro fa allora ampi cenni verso il backstage, mentre TZO inizia a innervosirsi. Un'ampia schiera di lottatori si fa strada verso il ring. Notiamo le Flames of Destruction trattino Wolfpack, The Great Alexandre, Simon Tag, quello che dovrebbe essere il corpo di Roland Ernest Turner, Samuel Nolan e molti altri.

Spoiler:
Immagine


Il manipolo di wrestler si dispone ai lati di TZO, poi tutti afferrano le braccia del Salvatore. Incredibile, si stanno muovendo! I jobber sono sul punto di IMPAZZIRE per la fatica, ma stanno riuscendo nell'impresa... E CE LA FANNO! Kiley è riuscito a mettere le manette a TZO, che sembra sfinito sia emotivamente che fisicamente dall'esperienza. L'ufficiale gli concede qualche attimo per rifiatare, mentre improvvisamente negli occhi di STENG!, oh my ged, sembra ardere un fuoco che non avevamo mai visto. I due rivali sono l'uno di fronte all'altro, TZO sembra essersi ripreso e tutto è pronto per far partire questo attesissimo incontro! Ring the bell!

Singles Match
TZO vs STENG!, oh my ged
Both wrestlers are handcuffed


War of Change IV is underway! TZO parte immediatamente all'attacco, Bicycle Kick!

Immagine


...Non ha alcun effetto su STENG!, oh my ged, nemico! Il capo del Culto della Manoh è rimasto completamente immobile, come il calcio in corsa non l'avesse minimamente sfiorato. TZO strabuzza gli occhi e riparte all'attacco, urlando come un ossesso. Serie di calci alle gambe, Roundhouse Kicks al costato, Gut Kicks allo stomaco ed infine uno Spinning Heel Kick che colpisce STENG!, oh my ged, direttamente sul mento.

Immagine


STENG!, oh my ged, non si è mosso di un millimetro, né ha dato cenno di aver sentito dolore. Il capo del Culto della Mano osserva truce il suo avversario, che indietreggia spaventato. Dropkick! STENG!, oh my ged, è immune anche a questo colpo e scuote la testa in direzione del rivale. TZO si rialza con un kip up decisamente più atletico di quelli visti qualche mese fa e...

Immagine


GATZO KICK! STENG!, oh my ged, non fa una piega! Ancora una volta! STENG!, oh my ged, è andato in modalità berserk! E ora TZO si riprende dallo sgomento giusto in tempo per fronteggiare gli attacchi di STENG!, oh my ged. Quale offensiva userà il nostro eroe, privato della sua arma letale? Big Boot di STENG!, oh my ged! No, una forza intangibile respinge il piede del Vendicatore a pochi centimetri dal volto del nemico! STENG!, oh my ged, non demorde, prova una serie di calci, ma ogni suo tentativo viene parato da questo fenomeno misterioso! Il capo del Culto della Mano prova allora una testata, puntando proprio sul setto nasale di TZO! Niente da fare, la forza misteriosa lo respinge nuovamente!

Immagine


E ora è STENG!, oh my ged, ad essere frustrato, mentre TZO se la ride. Evidentemente il Vendicatore non può fisicamente colpire il suo avversario se non utilizzando le sue mani! I due contendenti si ritrovano ora in una situazione di stallo e rimangono immobili per qualche secondo, cercando di escogitare un modo per uscire dallo stallo. Improvvisamente STENG!, oh my ged, sussulta! Deve aver avuto un'idea! TZO se ne accorge e si rabbuia in volto, per poi sbattere il piede a terra, frustrato. Il Salvatore tenta di prendere l'iniziativa, Big Boot... e STENG!, oh my ged, subisce il colpo! Il Vendicatore barcolla all'indietro, TZO prova a sfruttare l'occasione, FOOTBEAT OVERDRIVE!

Immagine


A segno! STENG!, oh my ged, cade a terra! Schienamento: 1... 2... NO! Colpo di reni! STENG!, oh my ged,STENG!, oh my ged, si salva! TZO si rotola a terra disperato, prendendo a testate il mat. Nel frattempo la telecamera si avvicina al suo rivale...

Immagine


Che fa di nuovo l'occhiolino alla telecamera! STENG!, oh my ged, sta fingendo! Quale sarà il suo piano? Mentre TZO si rimette in piedi sbraitando e sbattendo rumorosamente i piedi a terra, il capo del Culto della Manoh si gira verso la delegazione bosniaca e con dei cenni del capo verso l'alto indica loro qualcosa. I calciatori rispondono affermativamente, sorridendo, per poi ritornare serissimi quando TZO si gira verso di loro. Dzeko e gli altri iniziano a richiamare l'attenzione del Piedista, urlandogli a gran voce di infierire con una mossa dal paletto. TZO non sembra troppo convinto, ma poi cede alle insistenti richieste dei suoi sostenitori: un salto ed arriva sulla seconda corda, un secondo salto con rotazione e TZO è seduto sulla terza corda, guardando verso il ring. Il Salvatore prende le misure e salta verso un inerme STENG!, oh my ged! Diving Legdrop!

Immagine


No, STENG!, oh my ged, si sposta all'ultimo istante e TZO cade rovinosamente a terra! STENG!, oh my ged, si getta sull'avversario, caduto per colpa dell'avversario più temibile di tutti, la gravità. Schienamento: 1... 2... NO! TZO scalcia via STENG!, oh my ged, effettuando un KICKout! Il piano geniale del Vendicatore non va a segno per pochissimo! Ora i due rivali si rialzano all'unisono, TZO prova l'IN PEDES MEMORIAM, STENG!, oh my ged, schiva. TZO continua a correre verso le corde, salto verso la seconda corda, Springboard Dropkick! STENG!, oh my ged, si abbassa e TZO colpisce in pieno Thomas Kiley! Ommioddio, cosa succederà ora?

Immagine


Esagon Jr rientra in scena! Stavolta si è travestito talmente bene che non si è capito da dove sia saltato fuori! Incredibile! TZO si illvmina in volto! Il mascherato afferra una sedia e si avvicina minacciosamente al quadrato, con TZO che annuisce, invitando l'alleato a colpire la Nemesi. Esagon si avvicina, alza la sedia e...

Spoiler:
LA LANCIA VIA! TZO È SCONVOLTO!


All'improvviso un sorriso ritorna sul volto di TZO, che invita Esagon a togliersi la maschera, credendo che sotto ci sia un impostore. Esagon sorride e accontenta TZO, stracciandosi la maschera!

Spoiler:
Immagine


E sotto la maschera c'è Esagon Jr! 'CCEZZZIONALE, Esagon Jr utilizza lo stesso trucco storico di STENG!, oh my ged! Ora TZO è VERAMENTE sconvolto!

Immagine


Ma non è finita qui, Esagon Jr estrae qualcosa dalla tasca... è la chiave delle manette! Quando le ha rubate all'arbitro? TZO scuote la testa, disperato... e prova ad attaccare Mucho Rudo!

Immagine


No, Mandible Claw di Esagon Jr! Boato del pubblico! TZO non riesce a liberarsi e cade a terra esanime! Ora il mascherato si rivolge di nuovo verso STENG!, oh my ged, che è altrettanto sorpreso dalla piega che hanno preso gli eventi... Esagon si avvicina e... libera STENG!, oh my ged! I due si guardano negli occhi per qualche istante, poi STENG!, oh my ged, offre la MANOH... ed Esagon Jr la stringe subito! Momento iconico, questa è storia! Il pubblico è in visibilio! Nel frattempo TZO riesce a strisciare verso le corde e a rimettersi in piedi addentandole. STENG!, oh my ged, se ne accorge e lo aspetta al varco... TZO si gira e STENG!, oh my ged, lo colpisce!

Immagine


TZO crolla a terra, KO, proprio mentre Thomas Kiley si sta riprendendo. Esagon Jr gli rimette velocemente le manette, evitandogli la squalifica e poi si dilegua nel nulla, così come è arrivato. Nel frattempo STENG!, oh my ged, si getta su TZO e l'arbitro conta: 1... 2... 3! È finita, STENG!, oh my ged, ed il Culto della Mano trionfano! Kiley alza immediatamente il braccio al vincitore, che si gode l'ovazione e poi lascia il ring in maniera solenne, sparendo nella botola da cui era uscito. TZO rimane invece immobile sul ring, appena cosciente... ma cosa succede? I bosniaci stanno scavalcando le transenne... e ora circondano il quadrato! TZO si mette seduto ed implora pietà, ma Pjanic scuote la testa. PARTE L'ASSALTO! TZO viene preso a calci dall'intero gruppetto, tra gli incitamenti degli spettatori. Improvvisamente il gruppetto si dirada... sembra che i bosniaci stiano invocando a gran voce il colpo di grazia, invitando proprio Edin Dzeko ad eseguirlo. Il pubblico fomenta il centravanti, che fa spallucce ed esegue!

Immagine


BOOM! Penalty Kick! TZO sviene definitivamente! La nazionale bosniaca esce di scena nel tumulto generale, mentre vediamo il replay del calcio di Edin, secco e decisivo come un intervento di Wiz durante una discussione riguardo delle Sick Chicks. Sulle immagini di un trionfante Dzeko, andiamo in pubblicità. Che inizio fantastico per questo Kickoff!





Up Next: ?????


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change IV
MessaggioInviato: 01/06/2018, 21:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12371
Località: Baretto Kurabu
E dopo il sensazionale match a cui abbiamo appena assistito le telecamere si spostano nel backstage, precisamente in area interviste, ma qui al posto di trovare la solita Ally Sullivan o Daniel Carson, l'inquadratura è presidiata da Elize Frazer e Tracy Schneider, le Whisperers Ladies.

ImmagineImmagine


Le due hanno sulle rispettive spalle il FWP World Women's Championship e il FWP eXtreme Women's Championship, e si trovano ognuna a un lato del monitor tipico di questa zona backstage. Entrambe sorridono in maniera diabolica verso la telecamera e passato qualche secondo Elize prende la parola.

Elize: Prima di concentrarci sul reale motivo per cui siamo qui stasera, ci teniamo a dire una cosa...

Tracy: O meglio, a mostrare una cosa...

Il monitor si illumina mostrando immagini dal primo Frontline is SPARTA.

Monitor ha scritto:
Immagine


ELK:Come stavo dicendo prima, la divisione è ai minimi storici. Io sono ancora infortunata, Alice sta ancora recuperando dall'aggressione di Morgan; Viola, Lucy, Lisa e Jane hanno tutte abbandonato questa federazione. Frontline ne sta risentendo, e non è un caso se Sunshine è stato totalmente cancellato. Non credo di rivelarvi alcun segreto quando vi dico che Frontline non è uno show che sta riscuotendo grande successo, abbiamo bisogno del vostro aiuto per poter andare avanti. So che probabilmente la qualità è scesa ultimamente, sarà per questo che questa sera abbiamo come main event un match per il titolo FWP?

Elektra si mette una mano davanti alla bocca dicendo "OOPS!" con una finta espressione di sorpresa mentre dal pubblico arrivano cori in favore della stoccata e fischi dai degenerati fan della FWP.

ELK:Con tutto il rispetto per le ragazze FWP, ma questo non è il loro show. Questo è TWC Frontline!


Fischi da parte del pubblico mentre Elize scuote la testa a Tracy accenna un sorrisetto beffardo.

Tracy: Bene, nemmeno due mesi dopo e Frontline chiuderà i battenti, e tutto grazie ad Elektra Kellis che ha tenuto fuori il fiore all'occhiello del wrestling femminile mondiale, le Whisperers Ladies, detentrici dei due titoli femminili più prestigiosi al mondo!

Elize: Poco male alla fin fine, voglio dire, Frontline è sempre stato uno show di serie B, a larghi tratti inutile, e per quanto ci riguarda anche senza esso potremo continuare a dominare la scena, portando il nostro infinito talento sul palco di Indoor War e Breaking Point.

Tracy: Tuttavia lo faremo senza più seccatrici in mezzo ai piedi, e questo ci porta a stasera, War Of Change, teatro di una guerra che realmente porterà un cambiamento, The Whisperers' War.

Sorrisetto perfido per le due.

Elize: Esattamente, poiché Frontline non sarà l'unica cosa che verrà cancellata dal mondo del wrestling, lo stesso destino verrà condiviso da due persone che come quello show sono di serie B, a tratti inutili...

Tracy: Le Un-Enemies!

Scambio di sguardi complici tra le due.

Elize: La guerra tra noi e loro si è protratta per fin troppo tempo, e questa sera giungerà finalmente alla sua fine, perciò Alisa...

Tracy: Samantha...

Piccola pausa.

Elize: Preparatevi a sparire come Frontline, la tag team division della tWc, la League Of Extraordinary Gentlemen e chiunque abbia mai provato a contrapporsi ai Whisperers.

Tracy: Spero che troviate il fegato di rispondere alla nostra sfida, ci sarà da divertirsi...

Le due si scambiano un'altra occhiata complice per poi iniziare a ridacchiare, e su queste immagini il collegamento si interrompe.





Up Next: 77th Vniversal Total War - Mask vs. Career Lumberjack Match - "The Dvx of Light" Jove OM vs. Gunther "The Hound" Schmidt


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change IV
MessaggioInviato: 01/06/2018, 21:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12371
Località: Baretto Kurabu
Cari amici telespettatori, vicini e lontani, siamo infine arrivati all’ultimo incontro che completarà questo fastoso Kickoff di War of Change IV, live questa sera dal gargantuesco AT&T Center di Arlington, Texas!

Immagine


JR: Ladies and gentlemen, the following contest, scheduled for one fall, is a Lumberjack Match!!!

Boato mostruoso da parte del pubblico che sta terminando di riempire al massimo della sua capienza la grande arena texana! Tra pochi istanti, infatti, assisteremo alla tanto attesa Settantasettesima Gverra Totale Vniversale, che vedrà il Duce della Lvce, Jove OM, mettere in palio la sua maschera e reale identità contro Gunther “The Hound” Schmidt, suo eterno e acerrimo nemico, che a sua volta dovrà mettere in gioco la carriera…

Immagine


Attenzione! Le luci si abbassano e diventano intermittenti, mentre una sinfonia eroica si scatena all’interno dell’AT&T Center!



Sulle note di una musica tanto epica, quanto gasante, vediamo alcune persone sbucare sullo stage, dove si sta alzando una fitta nebbia.

ImmagineImmagine


Eccoli! Sono il Vice-Mastino Fritz “Paglia” Mayer e il leggendario cane lottatore Incitatus Rex! Ma i più fidati alleati di Gunther Schmidt non sono affatto soli.

ImmagineImmagineImmagine


Assieme a loro compaiono infatti gli altri amici di una vita di Ravensburg, Dieter Hoss “il Mancino”, Ludwig Weber “il Piagnone” e “Piccolo” Ullrich Muller!

ImmagineImmagine


A far parte della grande Gunther’s Army c’è pure il titano indiano Adil Abhra, ormai redento e diventato buono, e White Rabbit, un tempo mascotte preferita di Jove OM e abbandonato a se stesso dopo i fatti di War of Change II.

Immagine


Boato immenso del pubblico! Anche Ultraman è della partita, e la sua scelta di campo è con Gunther Schmidt, un tempo rivale, poi amico.

ImmagineImmagine


E a completare il grande schieramento di Lumberjacks favorevoli al Mastino, non potevano mancare i due lottatori più (s)fortunati della compagnia, ovvero il noto wrestler di Arlington, The Local, e il mitologico Roland Ernest Turner, il cui volto risulta oscurato dalla foschia. L’esercito del bene si divide in due file sullo stage, raccogliendo applausi e incitamenti da parte del pubblico in festa di Arlington. Qualche attimo dopo, la theme si interrompe, e un enorme cane compare su tutti gli schermi…

Immagine


Gunther Schmidt sta arrivando!

Immagine


Mentre il logo rosso della Bruderschaft Der Krahe Incorporated campeggia ovunque, ecco infine partire la theme leggendaria di Gunther “The Hound” Schmidt!



E dopo alcuni secondi di spasmodica attesa, il Mastino emerge dalla nebbia al centro dello stage in tutta la sua feroce potenza.

Immagine


Come vediamo, oltre alla tenuta da combattimento, il Brutal Crow indossa la maglietta celebrativa BDK Inc. “War of Crows IV Edition”, come d’altronde tutti i suoi alleati. Da notare, soprattutto, le diverse fasciature che Gunther ha addosso, segni evidenti del non perfetto stato di forma del Mastino dopo l’incredibile battaglia di due settimane fa contro Vincent Cross. Ma questo non basta certo a scoraggiare un uomo abituato a combattere ovunque e comunque. Eccolo raggiungere il gruppo eterogeneo di compagni di avventura. Gunther li guarda tutti, poi annuisce, e si avvia verso il ring seguito dagli altri tra il giubilo generale della folla.

JR: Introducing first! Making is way to the ring. Weighting 276 pounds, and standing 6-feet-1-inch tall. Accompanied by Fritz Mayer, Incitatus Rex, Dieter Hoss, Ludwig Weber, Ullrich Muller, Adil Abhra, White Rabbit, Roland Ernest Turner, The Local and Ultraman. Representing the Bruderschaft Der Krahe Incorporated, from Ravensburg, Germany, he is the Brutal Crow... GUNTHEEEEER... SCHMIIIIIDT!!!!!

Una volta che la Gunther’s Army arriva ai piedi del ring, ecco che il Mastino procede a salutare, abbracciare e stringere la mano a ognuno dei suoi alleati, compreso Incitatus ovviamente, dopo di che il Brutal Crow con un balzo ferino salta sull’apron ring, passa le corde, e invade il quadrato. Una volta al centro del ring, vediamo Gunther abbandonarsi alle solite e caratteristiche pose da culturista, tipiche della mitologica Tecnica Bavarese. Infine eccolo andare a piazzarsi a un angolo, mentre tutti i suoi allegri compagni vanno a prendere posizione nel secondo spicchio di territorio attorno al quadrato, corrispondente alla zona di commento.

Immagine


D'un tratto le luci si spengono, sull'arena calano le legioni delle tenebre!



Immagine Immagine Immagine


Zeus il Testadorata, Mars il Musotosto e Azrael II il Manopesante: il primo, il secondo e il terzo araldo della Nave della LVCE sono qui!! I tre divini che si schierano presso il palcoscenico, illuminati e scortati dalla LVCE. Tutt'attorno è il silenzio, un silenzio di religiosissima reverenza.

Immagine


MAOITA! Il Generale in modo cauto e incerto fa capolino dentro l'Odeon, un guinzaglio legato attorno al collo magro, un guinzaglio dorato.

Immagine


Dall'altro capo del guinzaglio, si trova Jove l'Ottimo Massimo, il Grande Dirigente, il Caro Leader, che fa dunque il suo trionfale ingresso. Simultaneamente, i tre seguaci si inginocchiano dinnanzi al loro duce, il quale li benedice con un cenno della mano portatrice del nero guanto del fato, mentre con l'altra tiene ben stretta la corda legata intorno al collo del gatto ribelle. Azrael II raccoglie il Generale Maoita, mentre Jove O. M., accentratosi, solleva entrambe le mani...

Immagine


Avvolto nella sua tunica macchiata di polvere e sostanze varie, Roberto Giacobbo, direttore del Dipartimento per l'Agitazione e la Propaganda del Partito della LVCE, il volto solare, fa il suo ingresso all'interno dell'Odeon e applaude con ebete euforia, mentre viene contestato da un manipolo di persone aventi la maschera di un altro noto divulgatore culturale. Alle sue spalle, ecco che vediamo sfilare i nuovi legionari della LVCE: Kodlak il Distruttore, Light Adam, Luke Stones, Simon Light e The Great Alexandre.

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine


Finalmente riuniti, tutti i membri della Nave della LVCE s'imbarcano attraverso la lunghissima passerella e a ogni loro passo illuminano questa e l'intera arena della LVCE, che trionfa sulle legioni delle barbare Tenebre: è un miracolo.

JR: And his opponent! Making his way to the ring. standing 6-feet-1-inches tall, and weighting 207 pounds. From another galaxy, accompained by General Maoita, Mr. Roberto Giacobbo, Zeus, Mars, Azrael II, Kodlak The Destructor, Light Adam, Luke Stones, Simon Light and Max Powell, he is The Dux of Light… JOVEEEEE… OOOOOM!!!!!

Giunti ai piedi del quadrato, il primo, il secondo, il terzo araldo e tutti gli altri arrestano il passo e, mentre si schierano nello spicchio destinato a loro, ammirano il Caro Leader avventurarsi attraverso i gradoni dorati. Jove O. M. è finalmente sul quadrato, pochi metri lo separano dalla sua nemesi, contro cui punta l'indice. Ci siamo, tutto è pronto per questa attesissima resa dei conti, Jove OM si sgranchisce le mani, assolutamente sicuro di sé, nulla traspare da suo casco nero in vibranio. Gunther Schmidt, gli occhiali da sole perennemente indossati, resta immobile all’angolo, a braccia incrociate. Fuori dal ring, la tensione tra le due fazioni è altissima, ma quello che conta per il referee Thomas Kiley, e portare a termine al più presto questa Settantasettesima Gverra Totale Vniversale per poi fare la conta dei morti e dei feriti. Segnale immediato al timekeeper, triplice rintocco della campanella! Here. We. Go!


**77th Vniversal Total War - Mask vs. Career Lumberjack Match**

“The Dux of Light” Jove OM vs. “The Brutal Crow” Gunther Schmidt


Non appena ha inizio l’incontro il pubblico si scatena con un’ordalia di cori a favore di Gunther Schmidt, zittendo le incitazioni della Nave della Lvce. Jove OM si guarda intorno, visibilmente infastidito, e alza il nero pugno in segno di rivalsa, dopo di che avanza verso il Mastino. Questi d’un tratto parte in tromba per una Brutality! Vuole chiudere il match in mezzo minuto! No! Schivato da Jove, che sferra un pugno al volto del tedesco. Backfist from the Hero improvviso! Ma Jove non è più nella posizione di prima. Altro pugno al wrestler tedesco. Che stavolta replica con successo, colpendo in pieno l’elmo del Dvce della Lvce con un Bud Spencer Punch! Attenzione! L’impatto è tremendo! Gunther si tiene la mano per il dolore. Quell’elmo è infrangibile! Jove OM arretra di un paio di passi e scoppia a ridere, dopo di che eccolo correre alle corde, rimbalzare, schivare una Clothesline, rimbalzare di nuovo, e colpire il canide avversario con un Running Knee! Gunther, ancora sofferente e rallentato per le botte subite da Vincent Cross, incassa la botta, finendo poi preda di uno spettacolare Running Bulldog!

Immagine


Jove OM sa lottare?! Buono a sapersi! Sostenuto da tutto il pubblico, il Mastino non molla e si rialza subito, ma Jove è già in azione. Eccolo rimbalzare alle corde e sorprendere l’avversario con un Dropkick! Gunther viene sbalzato via e va a ruzzolare fuori dal ring… In mezzo ai malefici membri della Nave della Lvce!!! In un attimo il mostruoso wrestler sceso dalle montagne della Baviera viene preso a calci da Azrael II, Zeus, Mars e compagnia, su indicazione del divulgatore Roberto Giacobbo che si gode la scena col Generale Maoita appollaiato sulla spalla. Questo fa infuriare la Gunther’s Army, specialmente i maneschi taglialegna di Ravensburg, che si avvicinano minacciosamente assieme al resto della truppa. Mentre l’arbitro Thomas Kiley si sbraccia per contenere il casino, Jove OM scoppia in una lugubre risata da sotto l’elmetto. Questo non piace affatto a Incitatus Rex, che balza sul ring non visto da nessuno, e gli rifila un morso alla gamba!!!

Immagine


L’urlo di dolore del Dvce della Lvce viene sentito perfino in Messico. Tutti si fermano improvvisamente, sconcertati. Incitatus è già bello che uscito dal ring, mentre Jove saltella nel quadrato invocando l’aiuto del prode Generale Maoita, che per solidarietà si sgranchisce e fa le fusa a Roberto Giacobbo. Tutto ciò da a Gunther la possibilità di rientrare nel quadrato, non senza rifilare un Bud Spencer Punch ad Azrael II, e un paio di pedate a Zeus e Mars che tentavano di tirarlo giù dall’apron. Una volta nel quadrato, il Mastino rifila un braccio teso a Jove, dopo di che gli si abbatte addosso con una poderosa Elbow, completando lo Sturm und Drang. Conteggio! 1… Jove reagisce ed esce dal Kickout. Il Brutal Crow, ora in vantaggio, lo tira poi su a forza e connette un potente Impetus Suplex, col quale fa volare letteralmente via il Dvce della Lvce!

Immagine


Jove ruzzola male per un paio di metri, finendo per cadere a sua volta giù dal quadrato, proprio in mezzo alla Gunther’s Army! Il capo degli Illvminati cerca di rialzarsi, imprecando, poi nota i numerosi volti minacciosi che lo circondano. Eccolo arretrare di fronte al ringhiante Incitatus Rex, ritrovandosi faccia a faccia con la sua ex-mascotte, White Rabbit! Il fu Light Rabbit, come vediamo, ha una lacrima nera disegnata a pennarello sotto l’occhio destro, simbolo del fatto di essere stato tradito dal suo ex-proprietario. Jove allarga le braccia, invitandolo a riunirsi a lui, ma il tenero coniglio mannaro incrocia le braccia e fa segno di no!

Immagine


No!!! Low Blow di Jove OM su White Rabbit! Maledetto! Maledetto bastardo! Jove poi si volta… E viene preso a pugni e calci da Ultraman! Il Difensore della Natura non può sopportare alcuna angheria contro gli animali. Spinebuster su Jove OM, che poi viene alzato e gettato via verso la torre di carne umana che risponde al nome di Adil Abhra. Il gigante indiano, ex-Pillar of Light, solleva Jove a tutta forza e lo getta nel ring direttamente da sopra le corde! Il Dvce della Lvce, in difficoltà, viene abbrancato da Gunther, che lo solleva in aria come un fuscello. Jove si scuote come può, liberandosi, e rifilando un DDT all’avversario. Ma Gunther, come niente, si rialza e lo abbatte con una Brutality!!!

Immagine


Il Dvce della Lvce ruzzola via, finendo col rotolare nei pressi della Nave della Lvce. Zeus e Mars si prodigano a trascinarlo fuori dal ring, in salvo tra loro. Mentre Gunther si mette in posa da culturista, incitando tutti i nemici a farsi avanti, ecco che il capo degli Illvminati inizia a connettere di nuovo, riordinando i pensieri. A questo punto Jove si guarda intorno, infuriato, e dopo una sequela di offese al Mastino, ordina l’attacco alla sua fazione! Ed è in questo preciso momento, che il match non è più un match, am si trasforma nella rissa più gigantesca della storia della TWC! Zeus, Mars, e Azrael II balzano sul ring e assalgono Gunther Schmidt! Questi si difende a suon di pugni, ma viene messo sotto a causa delle ferite. Il tentativo di massacro viene interrotto da Ullrich Muller, Dieter Hoss e Ludwig Weber! Mentre nel quadrato assistiamo a una mischia tra tedeschi e Illvminati, vediamo Simon Light aggredire White Rabbit! O meglio discutere con lui sulla divisione delle spese per il regalo di compleanno di Ultraman… Quest’ultimo nota il coniglio in pericolo e parte di corsa in soccorso, ma Simon si sposta… E White Rabbit viene spezzato in due con l’UltraSpear!!!

Immagine


Ultraman, sconvolto per quanto accaduto, afferra piangendo un Simon Light intento a chiedere scusa e lo disintegra con la Torture Rack! Dopo aver gettato via i resti di quel povero diavolo, il Difensore della Natura si inginocchia e in lacrime resta a contemplare e pregare sul cadavere di White Rabbit. A questo punto, Kodlak il Distruttore, su suggerimento di Jove OM e del suo direttore del Dipartimento per l'Agitazione e la Propaganda del Partito della LVCE, Roberto Giacobbo, sguinzaglia la sua banda verso Roland Ernest Turner e The Local, ma tra loro si frappone Adil Abhra!!! Big Boot su Light Adam! Adil Chop su Luke Stones! Adil Chop su Light Adam! Headbutt su Luke Stones! E così via, fino a ridurre a due carcasse immobili i poveri servitori del leader della Flames of Destruction trattino Wolfpack. A questo punto Kodlak riempie di insulti il gigante indiano, parte di corsa… E viene sollevato e schiantato a terra con una terrificante Two Handed Chokeslam!!!

Immagine


Ruggito di Adil Abhra in segno di vittoria! Ma non ha fatto i conti con lo statuario Great Alexandre, che lo afferra dall’apron, e lo scaraventa sul cemento con una Full Nelson Slam impossibile!!! Mentre un rintronato Adil Abhra geme a terra, ecco che Alexandre si mette in posa mostrando i muscoli… Finendo con l’essere spinto involontariamente dall’apron fino a sbattere con una boccata alle transenne da un impegnato Gunther Schmidt, che stava rimbalzando alle corde per poi travolgere Zeus e Mars con una doppia Clothesline!

Immagine


Ma ecco che finalmente decide di entrare in azione il lottatore più atteso della serata! Il Generale Maoita, infatti, si stiracchia, sbadiglia, e poi salta dalla spalla di Giacobbo fin sulle transenne con un balzo felino. Eccolo poi prendere la rincorsa, e assalire al volto Roland Ernest Turner!!! Cat from the Hat! Cat from the Hat! La feroce mossa di Maoita fa inciampare RET su Simon Light e cadere a terra, sbattendo una nucata mortifera. The Local interviene cercando di scacciare il braccio destro di Jove OM… Cat from the Hat anche su di lui! The Local grida di dolore mentre Maoita gli ridefinisce il volto a suon di graffi, dopo di che lo lascia sbandare e balza sull’apron nell’istante in cui Great Alexandre decapita il wrestler di Arlington con un Big Boot!

Immagine


Un deliziato Maoita balza a questo punto sulla spalla di Alexandre, miagolando e facendogli le fusa. Ma non ha fatto i conti con la sua nemesi! Incitatus Rex parte in caccia del nemico mortale, e dopo una lunga rincorsa, eccolo balzare sull’apron e poi direttamente addosso ad Alexandre!!! Dog from the Fog! E Great Alexandre rovina addosso a Ultraman, che per tutta risposta inizia a martellarlo di pugni! Il Generale Maoita, balzato con lauto anticipo sulle transenne, inizia a soffiare verso Incitatus Rex. Il cane lottatore raccoglie la sfida, abbaiando. I due si balzano addosso! Dopo un paio di giri tra tentativi di morsi, graffi e soffiate, Maoita si accorge che la stazza di Incitatus è un problema. Lo vediamo infatti scattare via come un gatto impazzito, inseguito dappresso da Incitatus! I due scavalcano al volo le transenne e svaniscono così tra la folla, risalendo perfino le gradinate come furie tra il giubilo generale del pubblico dell’AT&T Center.

Immagine


Spostiamoci sul ring, dove sta accadendo di tutto! Qui vediamo Azrael II liberarsi furiosamente di Ludwig Weber con una Chokeslam. Nel frattempo Zesu e Mars, sfruttando molto probabilmente il fatto che loro sono wrestler mentre i loro avversari no, riescono a respingere e mandare a ruzzolare fuori dal ring sia Dieter Hoss, che Ullrich Muller con un paio di Lucha Things. A questo punto Gunther Schmidt si ritrova nuovamente solo contro i tre pericolosi scherani di Jove OM, che lo tartassano di colpi, mandandolo a rotolare fuori dal quadrato, nei pressi dei tavoli di commento. Ed è qui che troviamo nientemeno che Fritz Mayer! Il Vice del Mastino per precauzione ha osservato gli avvenimenti con un certo distacco, nascosto dietro i commentatori, ora però eccolo andare a cercare di aiutare Gunther a rialzarsi. Ben presto i due finiscono circondati dai tre malefici membri della Nave della Lvce, che iniziano a prenderli a calci. Ma è a questo punto che il Mastino si mette una mano in tasca e tira fuori uno strano fischietto!

Immagine


Il Brutal Crow fischia a tutta forza, disturbando ulteriormente i suoi avversari. Non sembra succedere un bel niente di niente… Quando all’improvviso il tavolo di commento spagnolo viene ribaltato dall’aprirsi una grossa cassa nascosta al di sotto! Fritz Mayer si sporge per vedere, ritrovando all’interno di essa uno strano scheletro in pantaloni con dei dredd fissati ancora alla pelle accartocciata sul cranio, ma soprattutto avvolto in un mantello conosciuto da tutti… E’ la famosa Giacca dalle Mille Tasche di Houdinì!!! Mentre Gunther cerca di tenere a bada a pugni e pedate gli Illvminati, Fritz scuote via le ossa e si mette addosso il leggendario artefatto, dopo di che eccolo mettersi una mano in tasca… E tirare fuori un Super Liquidator!!!

Immagine


I tre membri della Nave della Lvce inorridiscono e alzano le mani, ma è troppo tardi. Fritz carica l’arma, e li annaffia d’acqua! L’ACQUA CHE SPACQUA!!! Zeus, Mars e Azrael II, indeboliti dai getti d’acqua potabile finiscono preda della furia del Mastino. Brutality su Mars! Brutality su Zeus! E terza Brutality ad annichilire anche Azrael II!!!

Immagine


Una volta eliminati gli scherani di Jove OM, il Mastino scruta il nemico mortale e decide di avvicinarglisi. Fritz vorrebbe seguirlo, ma viene attaccato dal Generale Maoita!!! E’ tornato! E’ tornato! Il gattaccio assale ripetutamente Mayer, che non riesce a colpirlo col Liquidator dato il senso innato dei gatti nell’evitare di essere bagnati. A questo punto, al limite della disperazione, Fritz si mette una mano in tasca e trova la soluzione decisiva!

Spoiler:
Immagine


UN GOMITOLO! UN GOMITOLO DI LANA! Gli occhi di Maoita si illuminano letteralmente. Fritz getta lontano il gomitolo e il temuto Generale balza all’inseguimento della palla di lana, con cui inizia a giocare allegramente.


Nel frattempo Gunther è sempre più vicino a Jove OM, quando ecco che…

Spoiler:
Immagine


UNA MANOH!!! Una mano spunta da sotto il ring e gli blocca la caviglia!


Spoiler:
Immagine


UN’ALTRA MANOH!!! Un’altra mano sbuca accanto all’altra, si chiude a pugno, e la colpisce, tramortendola!!!

Immagine


OH MY GED! IT’S STENG! Il misterioso lottatore esce da sotto il ring e strascina fuori il proprietario della mano neutralizzata, ovvero Max Powell!!!

Immagine


Questi si rialza strappandosi i capelli e tenendosi la mano addormentata, inveendo contro il grande alleato di Gunther. STENG! Oh my ged, si limita allora a ucciderlo con il suo pugno della morte!!!

Immagine


A questo punto, vista la mala parata, il noto direttore del Dipartimento per l'Agitazione e la Propaganda del Partito della LVCE, Roberto Giacobbo, alza le mani, d’appuntamento alla prossima puntata, saluta tutti e se ne va via scavalcando le transenne! Meglio divulgare altrove per stasera, insomma. Jove OM, rimasto solo, rivolge un paio di offese a Gunther poi fa per risalire la rampa. Ma qua è stoppato da Incitatus Rex!!! Il cane lottatore scatta addosso al Dvce della Lvce, che volta le terga e fa per fuggire, finendo per subire la mossa più famosa di Incitatus… IL MORSO IN CULO!!!

Immagine


Incitatus Bite! Incitatus Bite! Jove lancia un urlo di dolore, ma non fa in tempo a rigirarsi verso il cane, che Gunther e STENG! Oh my ged, lo acciuffano e lo gettano sul ring. Il Mastino poi annuisce verso STENG! Oh my ged, infine lo vediamo tornare sul ring per il gran finale.

Immagine


Ma il Caro Leader non demorde affatto e lo assale brutalmente, colpendolo ripetutamente al corpo col suo temibile Guanto del Fato, ora Illvminato! Gunther, in chiara difficoltà, viene poi schienato a forza da Jove OM… Ma nessuno sta contando! L’Ottimo Massimo si volta, e scorge Thomas Kiley appoggiato a un angolo intento a scrivere un promo per una e-fed al cellulare… Jove OM lancia un urlo all’arbitro, che mette via frettolosamente il telefonino e poi va col conteggio! 1… 2… No! Lo interrompe sul due, visto che il Dvce della Lvce si sta aiutando piazzandosi coi piedi sulle corde. Il Caro Leader si rialza, piuttosto indignato, dopo di che eccolo stringere il pugno col suo Guanto del Fato, pronto a colpire a morte Gunther alla testa… Ma che succede?! L’OMBRA SUL RING DI JOVE OM PRENDE VITA E LO ASSALE!!!

Spoiler:
Immagine


E’ ESAGON JR,!!! L’ingovernabile wrestler messicano si è travestito da ombra di Jove OM, pronto a fargli un tiro mancino! Eccolo strattonare il Caro Leader… E sfilargli il Guanto del Fato!

ESJ: Adiòs, càbron!

Dopo di che il Titubante Lestofante si dà alla fuga, lanciandosi addosso a Novich, ehm… Azrael II, atterrandolo fuori dal ring con un Suicide Dive!!!


Jove OM, infuriato, riversa la sua rabbia sul sofferente Gunther, che non appena si rialza viene colpito con una Sacrifice al petto! Impatto semplicemente devastante del casco in vibranio sul corpo ferito del Mastino! Fuori dal ring, i suoi amici sono tentati a intervenire, ma Gunther fa a tutti cenno di no. L’Ottimo Massimo scoppia a ridere, prendendosi gioco del Mastino, e investendolo con le sue mosse migliori.

Immagine


Attitude of Light!!! Gunther atterra malamente, ma ha la forza di rialzarsi!

Immagine


LightKO!!! Il Brutal Crow crolla di nuovo, dando il tempo all’Ottimo Massimo di arrampicarsi all’angolo…

Immagine


E METTERE A SEGNO IL LIGHT SPLASH!!! TERZA FINISHER DI FILA SU GUNTHER SCHMIDT! E CONTEGGIO FINALE! 1… 2… E 3!!! NO!!! KICKOUT DI GUNTHER! KICKOUT DI GUNTHER! E boato del pubblico texano, assolutamente in apprensione. A questo punto Jove OM dichiara con la sua voce deformata che questa è la fine. Eccolo afferrare il Mastino per il collo, e iniziare a prenderlo a craniate col suo elmo in vibranio! Gunther sanguina copiosamente dal volto e sembra non reagire più ai colpi…

Spoiler:
Immagine


Agnes Schneider! Agnes è qui! La giovane compagna di Gunther accorre in soccorso dell’amato, passando dall’area del timekeeper e sorprendendo tutti! Eccola tuffarsi sul corpo inerme del Mastino, coprendolo col suo per difenderlo.

Immagine


Jove OM per tutta risposta la strattona via a forza… E LA SCHIAFFEGGIA!!! QUESTO E’ UN CRIMINE! La povera ragazza finisce a terra sul ring, in lacrime. Jove OM scoppia a ridere, ma quando si volta, rimane letteralmente gelato. Eh beh, ha appena trasgredito la prima legge di sopravvivenza per i match con Gunther Schmidt, che recita: Mai toccare neanche con un dito Agnes Schneider… Gunther Schmidt, il volto insanguinato, gli occhi spiritati, è in piedi davanti all’Ottimo Massimo. Dopo di che eccolo emettere un urlo belluino e gonfiare i muscoli in modo incredibile, arrivando a strappare sia la maglia che le bende che ha addosso!!!

Immagine


Ma attenzione! Le sorprese non sono finite! Una corda cala improvvisamente sul ring. Qualche idiota imprevisto si sta calando sul ring dal tetto! Ma chi diavolo è?!


Spoiler:
Immagine


Ma è quel pazzo di Spoony! Eccolo atterrare malamente tra i due contendenti e urlare qualcosa!

SPN: Agneeeees! Amore della mia vita! Sono qui per salvarti da questi due bruti ignoranti! Vieni con me, fuggiamo assieme verso il nostro appuntamento tante volte rinviato, e lasciamoci travolgere dalle gioie dell’ammor… Eeeeehhhhh!!!

Immagine


Auf Wiedersehen immediata di Gunther Schmidt su Spoony, gettato fuori dal ring addosso a Zeus e Mars!!!


Dopo di che il Mastino si volta verso il Caro Leader. A questo punto, un terrorizzato Jove OM, tenta il tutto per tutto, colpendo selvaggiamente l’avversario! Ma questi, neanche scalfito dai colpi tanta è la rabbia che ha in corpo, resta impassibile per alcuni secondi, dopo di che blocca le mani di Jove OM… E si scatena in tutta la sua erculea potenza!!!

Immagine


TECNICA DEI CENTO BUD SPENCER PUNCH DI HOKUTO! La scarica impressionante di pugni è di un’intensità talmente potente che l’elmo in vibranio di Jove OM si ammacca fin quasi a rompersi!!! Una volta terminata l’impressionante serie di colpi, Gunther procede alla mossa capitale dell’incontro…

Immagine


RAGE OF THE TITANS! RAGE OF THE TITANS! RAGE. OF. THE. TITANS!!! E CONTEGGIO FINALE! 1… 2… E 3!!!!! E’ FINITA! E’ FINITA! GUNTHER SCHMIDT HA SCONFITTO JOVE OM!!! LA NAVE DELLA LVCE E’ STATA AFFONDATA DEFINITIVAMENTE!!!

Spoiler:
JR: The Winner of this match, by Pinfall… GUNTHEEEEER… SCHMIIIIIDT!!!!!


E l’arena esplode in un boato di gioia! Pubblico in festa per la vittoria del gigante bavarese! Questi si piega in ginocchio ed è abbracciato teneramente da Agnes Schneider. Jove OM, devastato fisicamente, prova a strisciare via, ma su di lui ora torreggia STENG! Oh my ged! Il misterioso alleato di Gunther scuote il capo. L’Ottimo Massimo prova a rialzarsi, ma il Mastino lo afferra bloccandolo. E inizia a forzargli l’elmetto! Glielo sta sfilando! Siamo arrivati alla soluzione dell’enigma di tutti gli enigmi che ha attanagliato la Total Wrestling Corporation per oltre due anni! Eccolo! L’ELMO DI JOVE E’ STATO SFILATO!!!

Spoiler:
Immagine


ESAGON JR.?! Tutti restano stupefatti, compreso lo stesso Esagon Jr., in piedi a bordo ring…

Immagine


Tuttavia Gunther scuote il capo, e strappa dal volto del suo prigioniero la maschera da Esagon Jr.!!!


Spoiler:
Immagine


MA E’ BIG BLACK BOOM! CLAMOROSO! INCREDIBILE! NESSUNO POTEVA PENSARLO! OH MA ASPETTA, GUNTHER STA SCUOTENDO NUOVAMENTE IL CAPO… E STRAPPA VIA ANCHE QUESTA MASCHERA!!!


Spoiler:
Immagine


MIKE HILL?!


MA QUESTO TIZIO E’ MIKE HILL! ASPETTA UN ATTIMO… JOVE OM E’ MIKE HILL!!!!! COLPO DI SCENA! JOVE OM E’ SEMPRE STATO MIKE HILL, IL NOTO CAMPIONE DI RISSE SCOLASTICHE FINITO ARROSTITO NELLA PRIMA EDIZIONE DI WAR OF CHANGE!!! Uhm, a pensarci bene, OM poteva significare anche Ottimo Mike, come abbiamo fatto a non pensarci?! Mike Hill, ormai ex-Jove OM, si guarda intorno urlando. Per pietà Gunther lo lascia andare, scaraventandolo fuori dal ring con una manata. Hill, il volto rimasto dalle bruciature, gattona via verso la rampa, urlando di rabbia. Eccolo notare da una parte il suo amico più caro, il Generale Maoita. Mike, affranto, cerca il suo consiglio, ma Maoita soffia verso di lui e riprende a giochicchiare con la sua palla di lana, fregandosene, come del resto tutti, delle pietose condizioni del suo padrone.


E mentre l’ex-Jove OM, ormai rivelato al mondo, striscia via sulla rampa covando vendetta contro il mondo intero, le immagini restano sul ring, dove vediamo tutti gli eroi della Gunther’s Army riunirsi assieme per festeggiare. Gunther e STENG! Oh my ged, che si abbracciano e alzano le mani al cielo, dopo di che il Mastino stringe a sé Agnes e saluta tutti i compagni di mille avventure, Fritz e Incitatus Rex in primis. E con queste immagini felici, termina qui lo strabiliante Kickoff di War of Change IV. Ora una breve pausa, e poi tutti armati fino ai denti e in prima linea, perché la Quarta Guerra del Cambiamento sta per cominciare!!!





Up Next: TWC War of Change IV


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change IV
MessaggioInviato: 01/06/2018, 22:33 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12371
Località: Baretto Kurabu
Immagine


THE BIGGEST NIGHT OF THE YEAR


WHERE THREE MEN CLASHES FOR ONE TITLE

WHERE A MAN OF HONOR WILL BE CROWNED

WHERE TWO COMBUSTIBILE ELEMENTS COLLIDE

WHERE A YOUNG LIONESS SEEKS REVENGE ON A VETERAN VALKYRIE

WHERE TWO LEGENDS DO BATTLE ONE MORE TIME

WHERE A BIKER MEETS AN HERO

WHERE TWO LADIES LOOK TO SETTLE THEIR SCORE

AND
WHERE THE DAREDEVIL GOES TO WAR WITH THE KINGPIN
WHERE THE PAINKILLER MEETS THE PAINMAKER
WHERE THE APOCALYPSE REACH THE AGE OF KEENAN
WHERE THE CHALLENGER GOES AGAINST THE CHAMPION


(plus comedy shit)


THE AT&T STADIUM WILL NOT BE ENOUGH FOR ALL OF THIS

TEXAS WILL NOT BE BIG ENOUGH TO CONTAIN IT

NOT EVEN THE UNITED STATES OF AMERICA CAN HOLD IT

BECAUSE


THE WORLD

IS NOT

ENOUGH




FOR


Immagine



Immagine


Welcome... To War of Change! Ci siamo, il pay-per-view made in Total Wrestling Corporation più importante dell'anno sta per cominciare. Grandi match in programma, titoli in palio, leggende in azioni, e star del futuro pronte a brillare in questa calda notte texana! E per iniziare in modo più che degno questa Guerra del Cambiamento, come non iniziare con l'incontro a stipulazione speciale più iconico di War of Change. Le scale sono tutte posizionate, il gancio con l’anello pronto, ci siamo signori e signore è arrivato il momento di assistere al Medal of Honor match.



Il pubblico, di War of Change , finora silenzioso, manifesta ora il proprio dissenso al sentire risuonare la theme del diavolo della TWC.

Immagine


Un ghigno assatanato, finalmente Damien fa capolino all'interno dell'arena. Scortato dai fischi di tutto il pubblico, il campione di coppia del mondo percorre rapido la rampa d'accesso, dopodiché arresta il passo. Alza gli occhi e ammira le scale che circondano il ring e la rampa, e sogghigna. Ne afferra alcune, le sperimenta con le proprie mani, dunque sale sui gradoni d'acciaio e si ritrova all'interno del mostro. Gli occhi, quasi in estasi, puntati verso il grande premio di questa sera. Tutt'attorno rumorosi, assordanti ci sono i fischi del pubblico, ma al Devil Incarnate non interessa.



La Luce torna a trionfare sulle legioni delle Tenebre, e calorosa si fa la reazione degli spettatori.

Immagine


L'essenziale costume da combattimento di colore nero, Fred Franke fa il suo ingresso dentro l’AT&T Stadium, pronto per la battaglia. Seguito dagli occhi desiderosi del nemico, il quale lo sprona a raggiungerlo, il condottiero degli Ermunduri s'incammina lungo la rampa d'accesso, le mani strette nelle mani dei seguaci, gli occhi diritti sul Demon Prince. Arrivato ai piedi di una delle scale la osserva, il Sopravvissuto non pare intimorito, anzi, avanza con aria battagliera e finalmente entra dentro il ring dove ad attenderlo c’è Damien.



Murder dei Within Temptation risuona nello stadio, questo può significare una sola cosa: Travis Miller is in da House.

Immagine


Lo scozzese compare sullo stage e si osserva attorno con aria rilassata. Comincia a percorrere la rampa sotto i fischi del pubblico ed una volta raggiunta la zona del ring fa un check delle scale che si trovano nei pressi. Finito entra passando sotto la prima corda nel ring. L'Ice Demon attraversa il quadrato facendosi scrocchiare le dita e si posizione in uno dei due angoli lasciati liberi dagli altri partecipanti al match.



Spider Baby! Per la prima volta i Fantomas risuonano a War of Change. E da sotto il titatron si vede spuntare l’uomo in maschera più instabile del momento: Sanshkin.

Immagine


Il Dragone si presenta sullo stage e comincia a percorrere la rampa lentamente osservando ognuna delle scale che sono state montate. Il mascherato arriva a bordo ring, fa un giro intorno ad esso controllando avversari e scale e infine sale sull'apron dai gradoni, per poi passare sopra la seconda corda e prendere il centro ring momentaneamente.



Born for Greatness! I Papa Roach si diffondo per tutto lo Stadium! Rick Frye è l’ultimo partecipante del match a presentarsi sullo stage!

Immagine


L’altro campione di coppia del mondo si avvicina a grandi passi presso il ring. Passa sotto alcune scale sfidando anche la sfortuna e si prepara ad un altro incredibile match qui a War Of Change. Arrivato vicino al ring scala fino all’ultimo gradino la scala più alta per osservare dall’alto i suoi avversari e poi punta verso il Medal Of Honor. Fatto ciò scende verso il ring e si piazza nel quarto angolo, l’ultimo rimasto libero. Tutti si osservano ora, il momento è topico, la campana suona e il Medal of Honor può iniziare.


**TWC Medal fo Honor Match**

Damien vs. Fred Franke vs. Rick Frye vs. Sanshkin vs. Travis Miller


La campanella suona ed i cinque contendenti studiano rapidamente l’ambiente circostante elaborando una strategia… Cut Down to Size su Sanshkin! Travis Miller si lancia immediatamente sul Dragone cogliendolo di sorpresa ed atterrandolo, per poi calciarlo prepotentemente fuori dal quadrato. Frye e Damien nel frattempo si avvicinano l’uno all’altro e prendono di mira gli altri due combattenti ancora sul ring. Fred e Miller finiscono quasi istintivamente fianco a fianco, preparandosi a combattere. I due team vanno faccia a faccia a centro ring, e Fred lancia uno sguardo d’intesa a Miller, che risponde al cenno ed esce dal ring lasciando Fred da solo contro i campioni di coppia. Fred fa a malapena in tempo a reagire prima di essere attaccato da Frye e Damien, mentre Travis, dopo aver rifilato uno stomp al vicino Sanshkin, va ad afferrare la scala e chiuderla. Fred cerca di resistere al 2 contro 1, ma in poco tempo l’Evil Whisperers’ Empire prende il sopravvento. Miller cerca di portare la scala sul quadrato appoggiandola sull’apron, ma Sanshkin da terra lo blocca afferrandolo per un piede, distraendolo quanto basta a Damien per allontanarsi da Fred e connettere un Baseball Slide contro la scala, che finisce addosso allo scozzese mandandolo a terra. Il Sinner torna a concentrarsi sul tedesco, che però nel frattempo è riuscito a sollevare Frye in posizione di Military Press… Il Whisperer viene lanciato contro il suo compagno, atterrando entrambi! Il pubblico esulta a gran voce di fronte alla mossa del tedesco, che dopo aver fatto piazza pulita si getta fuori dal ring e va a prendere una scala, per poi gettarla nel ring e posizionarla sotto l’anello. Il tedesco comincia a salire rapidamente la scala, ma a metà scalata viene colpito in pieno volto da una sedia lanciata da Sanshkin, appena rientrato nella contesa. L’ex campione di coppia si avvicina sorridente a Fred mentre questi è stordito, ed una volta sotto di lui lo butta giù dalla scala con una Powerbomb!

Immagine


Fred rotola dolorante fuori dal ring mentre Sanshkin si avvicina alla scala. Il Dragone si blocca vedendo Miller rientrare sul ring armato di sedia. Lo scozzese parte all’attacco, ma Sanshkin evita la sediata e gli scatta alle spalle. Il wrestler di Inverness si volta per tornare all’attacco ma l’avversario indietreggia lasciando avanzare Damien e Frye, che riescono a disarmare lo scozzese con un doppio calcio allo stomaco. Damien riposiziona la sedia e Frye afferra Miller preparando il Brainbuster sulla sedia. Va per il sollevamento… No, Miller spezza la presa e lo manda a terra con una Sacrifice! Damien interviene immediatamente tentando la Plague, ma Miller spezza la presa con delle gomitate e si volta per poi tentare la Sacrifice… Evitata da Damien lasciando spazio a Sanshkin per connettere un Enzuigiri Kick! Travis rimane stordito, mentre il Sinner afferra la sedia e lo colpisce in pieno volto mandandolo a terra. Miller cerca invano di rimettersi in piedi, e Sanshkin, vedendolo, chiede a Damien di passargli la sedia e gli fa cenno di andare a prendere l’anello. Damien lascia l’oggetto a Sanshkin e si volta verso Frye, il quale si è ripreso dal colpo subito in precedenza. I due discutono per qualche secondo e poi cominciano una partita di carta sasso, forbice… Damien sceglie le forbici e vince! Frye fa spallucce e gli fa cenno di salire, cosa che il Demone non si fa ripetere. Mentre Damien si avvicina all’anello, Sanshkin tiene la sedia premuta contro il collo di Miller e Frye si getta con un Baseball Slide contro Fred, appena ripresosi fuori ring. La Fenice va a segno e rientra sul ring… Sanshkin lo colpisce in testa con una sediata! Il Dragone colpisce a tradimento Frye e successivamente va ad afferrare la scala su cui si trova Damien, il quale fa a malapena in tempo ad accorgersi del tradimento prima che Sanshkin cominci ad inclinare la scala fino a scaraventare il Devil Incarnate fuori dal ring su dei tavoli posizionati vicino alla rampa!

Immagine


Il Dragone riposiziona immediatamente la scala al suo posto e comincia a scalare a sua volta. Senza troppa fatica arriva in cima e va per afferrare l’anello… No! Fred torna a combattere salendo sull’apron e lanciando una sedia a sua volta contro Sanshkin! Il Dragone è stordito e Fred entra nel ring, andando ad afferrare la scala e ad inclinarla fino a far cadere Sanshkin. L’ex campione di coppia riesce ad atterrare in piedi e a schivare un immediato tentativo di Golden Kick, per poi tentare di chiudere una Full Nelson tentando il Dragon Suplex… No, Fred spezza la presa e colpisce Sanshkin con un calcio allo stomaco, per poi prepararlo alla Powerbomb. Sanshkin riesce ad afferrare una sedia poco prima del sollevamento e la utilizza per colpire rozzamente il Golden Warrior e liberarsi dalla presa. Il tedesco rimane stordito dal colpo, e Sanshkin ne approfitta per gettare a terra la sedia e tentare il sollevamento per la Back to Belly Piledriver, ma Fred oppone resistenza e poco dopo il sollevamento torna coi piedi per terra e ribalta la presa in una Powerbomb ancora una volta. Nel frattempo Frye porta sul ring una seconda scala, ma vedendo il tedesco avvicinarsi appoggia la base della scala per terra e la spinge mandandola ad impattare con la schiena di Sanshkin! Il colpo ferma Fred, che per liberarsi dell’avversario e della scala fa qualche passo in avanti per poi lanciare Sanshkin con una release Powerbomb! La scala segue il movimento del Dragone rimanendogli vicino alla schiena fino a quando non si blocca di scatto al contatto con le corde, facendo rimbalzare Sanshkin dolorosamente contro la scala. Fred nel frattempo riesce ad evitare un Whisper di Frye ed a lanciarsi verso le corde, tentando la springboard Stunner, ma Frye lo blocca prima dell’impatto ed approfitta della posizione per preparare la Fire Blast. Fred approfitta del sollevamento per scivolare alle spalle del rivale e chiudere la waist lock per un German Suplex, ma prima ancora del sollevamento Frye reagisce con una serie di violente gomitate al volto che spezzano la presa, per poi afferrare la testa del rivale e prendere la rincorsa verso la scala aperta. Rick scala i gradini con i piedi fino ad essere abbastanza in alto per spingersi e connettere la Shiranui!

Immagine


Fred accusa il colpo, ma Frye non sembra aver finito. La Fenice si sposta verso la scala aperta e la chiude, per poi trascinarla vicino al paletto e salire sulla terza corda. Frye prende le misure e salta, utilizzando il suo peso per rafforzare la scala mentre questa cade addosso al tedesco! Fred rotola dolorante verso l’apron, mentre Frye nota che Miller stordito vicino e gli corre addosso, eseguendo un Til-a-Whirl… No! Lo scozzese blocca Frye a metà manovra in modo che rimanga sulla sua spalla e si volta verso la scala appoggiata alle corde. Travis manda ad impattare la schiena di Frye contro essa e successivamente si volta, mandando a segno l’Oklahoma Stampede sulla scala a terra! Il campione di coppia si sposta immediatamente dalla scala rotolando a terra per il dolore, mentre Travis solleva ancora una volta la scala e la apre, andandola a posizionare sotto l’anello. L’Ice Demon si prepara a scalare, ma viene interrotto da Sanshkin, che lo raggiunge alla scala e cerca di staccarlo prendendolo per una Powerbomb. Miller prova ad opporre resistenza, ma il Dragone riesce nel suo intento e si sposta verso le corde, provando a scaraventare Miller fuori dal ring… No! Miller ribalta la presa in una Hurricanrana che spedisce Sanshkin fuori dal quadrato e lascia lo scozzese sull’apron, in modo che questi possa rientrare sul ring. Travis vede Sanshkin in procinto di rialzarsi e comincia a saltare sul posto chiamando un Tope. Il wrestler di Inverness parte… Ma viene afferrato per un piede e fatto cadere da Damien! Il Sinner ritorna nella contesa intercettando Miller e trascinandolo fuori dal ring, facendolo cadere malamente sui tappeti protettivi. Il campione di coppia sposta la sua attenzione su Sanshkin e, mentre questi è ancora stordito, lo afferra per il collo e solleva l’avversario per la Implant DDT… No, Sanshkin torna coi piedi per terra e spinge Damien contro l’apron, spezzando la presa. Il Dragone prende le misure e si lancia all’attacco, ma viene intercettato da un calcio di Damien al volto che lo stordisce. Prima ancora di poter reagire, Sanshkin viene afferrato da Miller in una full nelson, ma il tentativo di Cold Snap fallisce. I due si scambiano colpi mentre Damien sale sull’apron e si avvicina al paletto. Travis si porta in vantaggio e solleva Sanshkin per la Freeze… Ma Damien prende la rincorsa e si butta su entrambi con un Flying Elbow Attack!

Immagine


I tre finiscono a terra, mentre sul ring Fred sta recuperando le energie. Il tedesco si rimette in piedi aiutandosi con la scala ma vedendo i tre avversari fuori dal ring che si rialzano lentamente decide di non cominciare la scalata. Il Golden Warrior studia la situazione ed afferra la scala, spostandola vicino alle corde dal lato in cui si trovano Damien, Sanshkin e Miller. Mentre Franke sale con fatica i gradini della scala dal lato che da verso l’esterno del quadrato la folla esulta a gran voce. Una volta arrivato ad una buona altezza si ferma e si volta lentamente dando le spalle alla scala e preparandosi al salto… No! Il tedesco viene fermato da Frye, che lo colpisce con una sediata al torace. Mentre Fred è stordito, il campione di coppia getta la sedia e comincia a salire sulla scala dal lato di Fred, arrivando alla sua stessa altezza. Rick si volta, e vedendo gli altri partecipanti fuori dal quadrato comincia a sbattere la testa di Franke contro la scala stordendolo ulteriormente. il campione di coppia sospira, e successivamente afferra il gigante da sotto il braccio.... fa un breve salto dal gradino alla terza corda vicina… REBIRTH DALLA SCALA VERSO L’ESTERNO DEL QUADRATO! SANSHKIN, DAMIEN E MILLER VENGONO TRAVOLTI! Il pubblico è in visibilio dopo che Frye è riuscito a fare piazza pulita con una variante spettacolare della sua Spanish Fly. Nessuno dei contendenti sembra in grado di rimettersi in piedi, ma il pubblico continua ad intonare cori a favore della scena appena vista e della federazione in generale. Degli arbitri arrivano a controllare le condizioni degli atleti, e dopo qualche secondo Frye sembra il primo a dare segni di vita. La Fenice con molta fatica si risolleva e rotola dentro il ring passando sotto la prima corda. Una volta entrato afferra la scala e la sistema, in modo che sia sotto l’anello. Il campione di coppia comincia lentamente la scalata, ma una volta superati i primi gradini viene intercettato da Miler, che lo colpisce alla schiena e mentre è stordito va a prendere una sedia e la apre davanti alla scala. L’Ice Demon afferra Frye per le gambe e cerca di farlo cadere sulla sedia con una Powerbomb, ma la Fenice non si smuove dalla scala, e comincia a rispondere con deio calci al volto che spezzano la presa e stordiscono Travis. Rick dolorante scende qualche gradino e prende le misure, per poi gettarsi su Travis con un Cross Body… No! Travis lo afferra al volo e lo scaraventa alle sue spalle con la Freeze!

Immagine


Frye accusa il colpo, e Miller approfitta del vantaggio per andare a prendere l’altra sedia sul ring ed aprirla. L’Ice Demon gira la sedia e la incastra con l’altra in modo che le due sedute si tocchino, dopodichè le appoggia per terra da un lato. Miller si avvicina a Frye, il quale si sta rialzando sull’apron, e lo afferra tentando il Suplex sulle sedie, ma Frye durante il sollevamento colpisce Travis con una ginocchiata al volto e riesce a tornare sull’apron. Una volta libero il campione di coppia colpisce lo scozzese con un calcio al volto creando distanza tra i due. Tentativo di Spear attraverso le corde… No! Ginocchiata poderosa di Miller direttamente alla testa di Frye, che rotola K.O. fuori dal ring. Travis, liberatosi dell’avversario, torna verso la scala e comincia a salire, ma viene immediatamente spinto giù da Damien. Miller cade in piedi e tenta immediatamente una Clothesline, ma viene evitato dal Sinner, che risponde con un violento forearm, prima di spostare l’avversario vicino alle sedie e posizionarlo per la Cradle Piledriver… Ma Miller contrattacca con un Back Body Drop… Damien cade in piedi! Lo scozzese si volta verso l’avversario e viene accolto da un improvviso sollevamento a Fireman Carry… Ushigoroshi! L’Anticristo solleva Miller immediatamente dopo la caduta e lo trascina vicino alle due sedie, per poi sollevarlo in preparazione alla Lucifer… No! Mentre Damien si prepara alla caduta Travis riesce a scendere ed a ribaltare il tutto in una presa da DDT da parte del wrestler di Inverness. Miller colpisce ripetutamente la schiena ed il costato dell’avversario con dei pugni e delle gomitate per indebolirlo, e successivamente chiama la Emptiness. Si prepara al sollevamento… No! Damien ribalta rapidamente in un altro caricamento da Fireman Carry… DEATH VALLEY DRIVER SULLE DUE SEDIE!

Immagine


La schiena dello scozzese va ad impattare contro gli spigoli delle sedie provocando una rumorosa reazione da parte del pubblico. Mentre Travis rotola dolorante fuori dal ring, Damien sposta fuori anche le sedie, ormai fortemente danneggiate dall’impatto, e torna verso la scala. Damien la sistema e comincia a scalare, arrivando fino alla cima… No! Il Demone viene colpito alle costole dalla seconda scala, manovrata da Sanshkin. Il Dragone appoggia la scala a quella aperta in modo obliquo Damien è stordito, e Sanshkin ne approfitta per appoggiare la scala all’angolo e cominciare a salire la scala dal lato di Damien. Una volta arrivato il mascherato afferra l’avversario caricandoselo sulle spalle… Chiama la Dragon’s Fire dalla scala! No, Damien comincia a reagire con delle violente gomitate alla tempia, riuscendo a liberarsi ed a tornare sulla scala, prima di spingere giù Sanshkin. La caduta del mascherato non è molto alta, ma quanto basta per non riuscire ad atterrare in piedi. Il Sinner si riprende e dopo qualche secondo continua la sua scalata, mentre dall’altra parte Fred torna dolorante sul ring e prende rapidamente possesso della scala appoggiata, andando ad incastrarla a quella aperta in modo obliquo. Il campione di coppia se ne accorge e cerca di affrettarsi a raggiungere l’anello, ma Fred dopo essere rimbalzato alle corde comincia a correre sulla scala obliqua per fermarlo.... Attenzione! Alle spalle dell’Anticristo Sanshkin si è rimesso in piedi dall’apron e ne approfitta per saltare sulla terza corda e lanciarsi contro Damien… SPRINGBOARD SKY HOOK DI SANSHKIN IN COMBO CON UN RUNNING EUROPEAN UPPERCUT DI FRED SU DAMIEN! I tre contendenti cadono da un’altezza considerevole dopo il doppio attacco di Sanshkin e Fred, che sembra aver messo momentaneamente K.O. Damien. Il pubblico esulta ancora una volta a gran voce dopo la grande prova di questi 5 atleti, mentre con fatica Sanshkin sembra il primo ad essersi ripreso. Il Dragone osserva la scala incastrata da Fred e la stacca, per poi appoggiare la base sulla terza corda e reincastrarla nella scala aperta in modo perpendicolare. Il mascherato approfitta di questa posizione per salire direttamente sulla scala orizzontale e da lì scalare lentamente i gradini mancanti. Sanshkin arriva in cima, ma poco prima di poter toccare l’anello Fred lo raggiunge e tra i due comincia un lento scambio di colpi. Il pubblico reagisce ad ogni pugno, fino a quando Sanshkin non riesce a portarsi in vantaggio e ad aumentare progressivamente la velocità dei suoi colpi. Franke comincia a rallentare i propri colpi, fino a passare alla difensiva per non essere scaraventato giù dalla scala. Sanshkin ferma momentaneamente i colpi e carica un ultimo destro per sbattere giù dalla scala l’avversario… No! Violento gancio sinistro del Golden Warrior che stordisce il mascherato. Fred carica un secondo pugno… Bloccato, Sanshkin afferra il braccio del rivale e si riposiziona per chiudere il tedesco in una Armbar dalla cima della scala!

Immagine


Fred urla dal dolore ma non riesce a liberarsi dalla presa del Dragone, il quale si ritrova a testa in giù tra i gradini più alti della scala. La presa va avanti per diversi secondi, non essendoci nè squalifica nè sottomissione ad interrompere l’incontro. Sanshkin comincia a muovere il braccio dell’avversario per torcerlo ulteriormente… SACRIFICE SOTTOSOPRA! Miller torna nella contesta andando a tirare una testata a Sanshkin mentre questi è a testa in giù. Sanshkin perde la presa e cade esausto sulla scala orizzontale,mentre Miller va a prendere il suo posto salendo sulla scala orizzontale e raggiungendo un Fred ancora dolorante. Travis comincia a colpire il tedesco con una serie di pugni, indebolendolo e stordendolo quanto basta per poter caricare un ultimo colpo… Sacrifice! Fred viene colpito dalla testata dello scozzese… E restituisce una testata a sua volta! Miller perde la presa sulla scala con una mano rischiando di cadere a causa del colpo, ma poi recupera ed afferra la testa del rivale mandandolo a sbattere contro il gradino più alto. Fred rimane disorientato dall’impatto quanto basta perché l’Ice Demon lo faccia cadere dalla scala spingendolo con un piede. Il wrestler di Inverness si spinge più in alto per poter raggiungere la vittoria… No, viene colpito da Frye, che nel frattempo è riuscito a riprendersi dal colpo di prima ed è riuscito a trovare un precario equilibrio sulla scala orizzontale. Miller vedendo l’avversario scende fino alla seconda scala e comincia a rispondere ai colpi con dei pugni a sua volta. Frye finisce in svantaggio a causa della posiziona pericolosa, ma riesce a rispondere ai colpi lanciandosi in avanti e colpendo Travis con uno Shining Wizard! Frye si aggrappa alla scala per non cadere dopo il colpo, e dopo aver guadagnato una posizione di vantaggio su Miller cerca di salire il più in fretta possibile la scala per raggiungere l’anello… No, Miller lo afferra per le gambe e lo blocca in posizione di Powerbomb. Frye cerca di liberarsi con dei pugni, ma non riuscendoci tenta una Hurricanrana per lanciare Travis sulla scala orizzontale… No! Travis lo blocca e lo afferra per la vita, per poi appoggiare i piedi sul piano della scala e guardare di sotto…. RELIEF DALLA SCALA!

Immagine


La testa di Frye viene schiantata a terra con una delle manovre migliori di Miller eseguite dall’altezza della corda più alta. Lo scozzese rimane a terra per qualche secondo dopo la caduta, e lentamente cerca di rimettersi in piedi. Lo scozzese torna in posizione eretta e va per avvicinarsi alla scala…No! viene colpito con un pugno alla nuca sorprendentemente potetente da un rientrante Damien, il quale va ad afferrare furioso la testa di Miller e la schianta contro la scala per poi tenerla premuta contro di essa. Il Sinner solleva la mano libera e rivela un tirapugni! Prima che Miller abbia il tempo di reagire il campione di coppia va a segno con una breve serie di pugni ben assestati alla testa, che fanno cadere in ginocchio lo scozzese non appena liberato. Damien approfitta del vantaggio per sollevare Miller e schiantarlo al suolo con la Apocalypse!

Immagine


L’Anticristo dopo la caduta si rimette in piedi e spinge fuori dal ring un Miller sanguinante e disorientati dai colpi alla testa, dopodiché si volta verso Fred, che si è appena rimesso in piedi. Damien si fionda sull’avversario tentando un colpo di tirapugni alla testa, ma viene evitato da Franke, che risponde con una serie di pugni a sua volta. Evitato altro colpo di tirapugni, Franke scatta alle corde… Golden Kick! Damien viene atterrato dal violento calcio… Ma si rimette in piedi quasi immediatamente! Il tedesco è incredulo. Rimbalza alle corde… Schivato secondo Golden Kick! Damien carica l’avversario per la Lucifer… No, Franke scivola alle spalle dell’avversario e lo lancia contro la scala orizzontale stordendolo. La testa di Damien si avvicina al metallo della scala e Fred prende le misure… Golden Kick! La testa di Damien viene schiacciata contro la scala, lasciandolo barcollante per quanto basta per essere caricato sulle spalle del Golden Warrior… Golden Knee!

Immagine


Damien cade a terra esausto, mentre Fred si sposta verso il centro del ring e sale sulla scala lentamente. Dall’altra parte del ring Sanshkin salta sulla scala orizzontale e raggiunge la cima poco prima del tedesco. I due cominciano a scambiarsi colpi lentamente, sotto gli occhi attenti del pubblico. Sanshkin connette un destro, a cui risponde un sinistro di Fred. Altro Destro del mascherato, altro sinistro in risposta. Sanshkin si porta in vantaggio, aumentando il ritmo e connettendo colpi sempre più potenti, ma Fred approfitta della posizione di Sanshkin per afferrarlo per la testa e sbattergliela contro il gradino più alto una, due, tre volte. Il Dragone rimane stordito, e Fred ne approfitta per salire di un paio di gradini e saltare sopra di lui per una Sunset Flip Powerbomb! No! Sanshkin si tiene saldo alla scala lasciando che Franke finisca sulla scala sotto di lui. dopo un paio di stomp al collo il wrestler mascherato sale ancora di qualche gradino, in modo da avvicinarsi all’anello… Lo afferra! Sanshkin va per staccarlo… No! Fred torna all’attacco rimettendosi in piedi a fatica e cercando di salire la scala. Sanshkin reagisce con una serie di pugni alla testa che spingono l’avversario a fermare l’avanzata. Fred reagisce ancora una volta fermando Sanshkin prima che possa toccare l’anello, e tra i due scoppia un altro scambio di colpi. Dopo diversi secondi stavolta è Sanshkin ad avere la meglio, ma vedendo la resistenza del rivale decide di afferrarlo per il collo e farlo indietreggiare di qualche passo in modo da avere più spazio di manovra. Sanshkin Chiama la Tornado DDT dalla scala! Il Dragone si prepara a lanciarsi, ma Fred reagisce ancora una volta colpendo ripetutamente l’avversario al costato e facendolo piegare. Una volta in posizione Fred gli afferra la testa e lo fa salire ancora di qualche gradino, per poi afferrargli le gambe… Sollevamento da Muscle Buster! FRED SALTA GIU’ DALLA STRUTTURA LASCIANDO CADERE SANSHKIN DI SCHIENA SULLA SCALA D’ACCIAIO! Il Dragone dopo l’impatto cade dalla struttura dolorante mentre Fred salta rapidamente sulla scala chiusa sotto il boato del pubblico e si precipita verso l’anello. Fred arriva in cima. Lo ha afferrato… LO STACCA! FRED FRANKE VINCE IL MEDAL OF HONOR!

Spoiler:
Here Is Your Winner: FREEEED FRAAAAAANKEEEEE!


Il Golden Warrior sale sulla cima della scala e mostra al pubblico il Medal of Honor, mentre la sua theme risuona nell’arena. La vittoria del tedesco viene accolta da un pubblico entusiasta, mentre questi lentamente scende dalla scala e comincia a recuperare fiato. Degli arbitri attorno al ring controllano gli altri partecipanti. Frye appoggiato al tavolo dei commentatori che scuote la testa stordito, Miller contro la barricata mentre i paramedici cercano di ripulirlo dal sangue, Damien steso fuori ring a recuperare dai colpi alla testa e Sanshkin, ancora dolorante per la caduta di poco prima. il tedesco dopo aver fatto il giro dei paletti si mette al centro del ring e si volta verso la telecamera per mostrare l’anello. Noi torniamo tra poco, non cambiate canale!





Up Next: ?????


Ultima modifica di Elban Rattlesnake il 01/06/2018, 23:55, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change IV
MessaggioInviato: 01/06/2018, 22:37 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12371
Località: Baretto Kurabu
Dopo una sfilza sterminata di consigli per gli acquisti del TWC Shop, torniamo nuovamente in diretta con War of Change IV, il pay-per-view dell’anno della Total Wrestling Corporation!

Immagine


Le immagini si spostano immediatamente nel backstage, dove vediamo un nugolo di persone correre a destra e a manca mentre fervono i preparativi ai match. Anzi no, gli official se la stanno dando a gambe, tenendosi alla larga da un lugubre gruppo di persone che sta procedendo per i corridoi…

Immagine


Akuma “Pain” Fujihara, in borghese, sigaretta accesa in bocca e occhiali da sole rosso sangue, è arrivato e sta raggiungendo il suo esclusivo e lussuoso spogliatoio, pronto per i preparativi allo scontro finale per il TWNA World Heavyweight Championship contro una delle sue mille nemesi, Mark Arvesti…

ImmagineImmagine


Accanto a lui, l’onnipresente guardia del corpo personale del Demone della Leggenda, la misteriosa Felisin, e il viscido avvocato tuttofare Richard Griffith.

ImmagineImmagineImmagine


Infine, a chiudere il pericoloso assembramento, vediamo Hiroshima, Nagasaki, e il più fidato dei fidati, Daijiro Tanaka, tutti armati di borse e trolley. Mentre cammina in testa al suo entourage, il Demone giochicchia con uno spillone d’acciaio, sghignazzando. Dopo qualche secondo, però, eccolo fermarsi assieme alla sua banda. Qualcuno è fermo sulla soglia del locker del Red Dragon. Mr. Pain, inizialmente insospettito, si toglie gli occhiali da sole e li passa a Griffith, poi però sul suo volto deturpato si disegna un mezzo sorriso non appena l’inatteso visitatore si rivela essere nientemeno che il TWC World Heavyweight Champion, Jack Keenan…

Immagine


Il Demone fa un cenno ai suoi di restarsene in disparte, dopo di che fa scivolare via lo spillone d’acciaio nella manica della giacca, getta via la sigaretta, e si avvicina da solo al Pain Deliverer, apostrofandolo.

FJH: Buonasera, Jack… Qual buon vento ti porta sulle soglie della Casa del Dolore? Posso fare qualcosa per te?

Il TWC World Heavyweight Champion risponde al mezzo sorriso di Fujihara.

Keenan: Ciao, Akuma. Prima riflettevo sul fatto che, dopo stasera, saremo entrambi campioni mondiali. E allora mi sono chiesto perchè mai negare al mondo un'immagine immediatamente precedente a questo momento storico.

Mr. Pain fa spallucce.

FJH: E perché no...

Il giapponese si volta verso la telecamera, guardando in tralice dritto verso lo schermo, con Keenan di poco a lato. Poi il Beast from the East si volta verso il suo interlocutore.

FJH: By the way, Jack, spero proprio che tu non sia teso per il tuo incontro. Stando vicino a me hai avuto modo di capire come si può schiacciare qualunque avversario. Sei più che preparato a umiliare definitivamente quell'essere inutile che risponde al nome di Lance Murdock. E in modo il più doloroso possibile, ovviamente...

Poi gli occhi di Akuma si riducono a due fessure.

FJH: Anche perché se tu dovessi fallire vorrebbe dire che mi sono sbagliato nei tuoi confronti...

JK ridacchia.

Keenan: Stai per caso ammettendo in mondovisione la possibilità che Akuma 'Pain' Fujihara sbagli?

Il TWC Champion torna serio.

Keenan: Non ti preoccupare. E' per serate come questa che sono nato, ora l'ho capito. Non sono mai stato così pronto.

Keenan si schiarisce la voce.

Keenan: Non ho nemmeno bisogno di chiederti se per te valga lo stesso, immagino.

Il Demone della Leggenda fa un ghigno.

FJH: Io sono nato pronto a tutto, lo sai benissimo...

Poi incrocia le braccia.

FJH: Nelle ultime settimane, Arvesti e quel pusillanime di Brown hanno pensato male di architettare una trappola nei confronti del sottoscritto, inserendo nell'equazione dell'incontro di stasera un paio di inutili rimasugli del passato. Il problema è che tutte queste tattiche e mezzucci sono destinate al fallimento contro di me. In quanto Akuma Fujihara, la mia contromossa è già stata preparata accuratamente. Un piano è già in atto, e questo piano scatterà inesorabilmente al momento giusto... Francamente non vedo come possa perdere contro quella specie di sovrano del nulla.

Akuma fa nuovamente spallucce.

FJH: A meno che a un certo punto Loser non provi a spararmi in diretta con una rivoltella. Ecco, quello però sarebbe interessante come tentativo. Potrei pure farmi una grassa risata, prima di fargli ingoiare la pistola a suon di calci in bocca...

Il Demone si fa una risatina, poi torna serio.

FJH: E dopo essermi tolto questo sassolino di nome Arvesti dalla scarpa, me ne tornerò a casa, a cimentarmi in uno sport molto più duro e machiavellico del wrestling, ovvero la politica. Che promette gratifiche ben più importanti di titoli e quattrini, ossia il potere. Quello reale...

Keenan: Vedi? Ho fatto bene a passare di qua. Questa potrebbe essere effettivamente l'ultima volta che Jack Keenan ed Akuma Fujihara sono insieme nella stessa stanza.

JK si gratta il mento.

Keenan: In ogni caso, ammettilo: questo piccolo ritorno nel mondo del wrestling ti è piaciuto, su.

FJH: Mh... Diciamo che è stata una piccola vacanza. Dire piacevole è difficile vista la quantità di idioti con cui ho dovuto avere a che fare, ma almeno un po' di danni li ho fatti anche qui. E soprattutto ho contribuito a donare alla TWC un campione degno del suo nome. NOn come quella gentaglia che figurava nell'albo d'oro prima di gennaio...

Il Painful Criminal annuisce.

FJH: Ora sta tutto a te, Jack. Purtroppo, o per fortuna, non ci sarà mai un secondo Akuma "Pain" Fujihara, il mondo si squarcerebbe in due di fronte a una tale prospettiva. Tuttavia, per quello che sei diventato, ora come ora sei assolutamente in grado di dominare la TWC per anni e anni, finché ne avrai voglia. O finché non finirai col farti conquistare nuovamente da patetici sentimentalismi, pietà, e cazzate del genere... In tal caso sarebbe assai salutare per te non mettere mai più piede a Okinawa...

Keenan ridacchia di nuovo.

Keenan: Come se non lo sapessi già.

Il Pain Deliverer si stringe nelle spalle.

Keenan: Beh, a questo punto, immagino sia rimasta una sola cosa da fare...

Il TWC Champion allunga il proprio braccio verso Fujihara, tendendogli la mano. Il Demone ci pensa su, poi, con la sua proverbiale malavoglia di chi costantemente odia tutti e non si fida di nessuno, gliela stringe.

FJH: Addio, Jack Keenan. Ci vediamo in un'altra vita. O se il mio avvocato dovesse malauguratamente venire a mancare...

Lo sguardo di fuoco del Painful Criminal si sposta su Richard Griffith, che rabbrividisce. Un attimo dopo la stretta di mano si scioglie.

Keenan: Non ti preoccupare, Griffith, non è nei miei programmi. Stai sereno.

JK rivolge un sorriso beffardo all'avvocato, per poi tornare a rivolgersi ad Akuma.

Keenan: Addio, Akuma.

Il Pain Deliverer si sposta dalla porta e si allontana nel corridoio, abbandonando il gruppetto. Mentre Akuma sta per entrare nello spogliatoio, però, JK torna a girarsi nella sua direzione.

Keenan: Akuma, un'ultima cosa.

Il sindaco di Okinawa solleva leggermente lo sguardo, con aria di sufficienza.

Keenan: Grazie.

Akuma 'Pain' Fujihara solleva un sopracciglio.

Keenan: So a cosa stai pensando. No, non è un "grazie" da momento strappalacrime, nè da crollo emotivo. Non è per quello. Grazie per tutto il lavoro che hai fatto.

Keenan indica il corridoio dell'arena, con un ampio cenno della mano.

Keenan: Questa federazione è la mia casa, Akuma. Questa cintura che porto alla vita è ciò che meglio mi definisce come custode di questa casa. E questa casa tu hai contribuito a costruirla.

JK annuisce.

Keenan: Tanti mi riderebbero in faccia a queste parole, ma io e te sappiamo che è vero. Lo sottovaluteranno sempre, ma tu hai dedicato ore ed ore di lavoro a questa federazione. Tu non sei un KTW, che rispunta ogni volta ha voglia di ricordare al mondo la sua esistenza, per poi scomparire di nuovo; non sei un Mark Arvesti o un Galactikos, che si fanno vedere ad anni di distanza per racimolare qualche extra o per guadagnare qualche seguace su Twitter. Se sei tornato, Akuma, è perchè avevi un progetto, sia pure a tempo determinato. Perchè credi in questa federazione. Perchè credi in me.

Keenan inspira a fondo.

Keenan: Perciò, accetta questo ringraziamento, a nome di tutti e soprattutto a nome mio. Grazie per tutto il lavoro che hai dedicato a questa federazione. Grazie per aver contribuito a rendere la TWC quel che è oggi.

Sul volto di Keenan rispunta un sorrisetto.

Keenan: E ora pensa ad annichilire Mark Arvesti.

Akuma Fujihara per tutto questo tempo è rimasto immobile sulla soglia del suo spogliatoio. La sua espressione è rimasta imperscrutabile. Cala il silenzio sulla scena per almeno una decina di secondi. Tutto ad un tratto, Fujihara piega leggermente il capo, quasi ad annuire. Quindi, entra nel suo spogliatoio, chiudendosi la porta alle spalle. Nel corridoio rimane Jack Keenan, da solo.

Keenan: Addio, serpente a sonagli giapponese. Mancherai a tutti.

Infine, con un sorrisetto sul volto, il Pain Deliverer si allontana. Pausa per noi!





Up Next: Singles Match - Lukas Sannhet vs. Sean Morgan


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change IV
MessaggioInviato: 01/06/2018, 22:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12371
Località: Baretto Kurabu
Bentornati a War Of Change IV! Tutto è pronto per il prossimo match, che vedrà contrapporsi il misterioso debuttante Lukas Sannhet contro l'Orphan Sean Morgan! Lights Out!

Immagine


Le luci delle torce dei telefoni sono le uniche ad illuminare l'AT&T Stadium, che cade nel silenzio. Improvvisamente, si erge un coro di voci bianche:

Memory comes when memory's old
I am never the first to know
Following the stream up North
Where do people like us float
There is room in my lap
For bruises, asses, handclaps
I will never disappear
For forever, I'll be here
Whispering
Morning, keep the streets empty for me
Morning, keep the streets empty for me




Immagine


Lukas Sannhet appare al centro dello stage, immerso dal fumo e con una candela in mano. È incappucciato, completamente coperto da un mantello azzurro strappato e rovinato, simile a quello di un viandante. Una trentina di coristi sono inginocchiati dietro di lui, si possono intravedere in penombra, e continuano a cantare la theme song dell'Alchimista. Lukas allarga il braccio destro, quello libero, e lo alza lentamente. I coristi che si rivelano essere bambini, si alzano seguendo il movimento del braccio di Sannhet, che adesso inizia a guidarli attraverso il fumo, lungo la rampa. Lukas la percorre lentamente, senza distogliere mai lo sguardo dal ring di fronte a sé. Una volta terminata la rampa, l'Enden si ferma e così fanno anche i suoi piccoli seguaci. Lukas ripete il movimento del braccio e davanti a lui il terreno davanti al ring si alza, costruendogli una sorta di scala alta fino alla terza corda. Il lottatore nordico la percorre, da solo, poi scende dal ring. Fatto ciò, si siede a gambe incrociate al centro del quadrato e porta la candela davanti al suo volto.

LS: Shhhhhh.

Un soffio e la candela si spenge, la theme si interrompe, le luci si riaccendono. Il fumo è sparito, e sembra aver portato via con sé i giovani adepti di Sannhet, che adesso rimane seduto sul ring, in attesa del suo avversario.



Love The Way You Hate Me dei Like A Storm irrompe nell'arena, accompagnata da uno schermo totalmente nero. All'improvviso un scritta compare nel titantron, bianca e a caratteri cubitali.

Cita:
JUST PREY


E dal backstage spunta, con un urlo da battaglia, Sean Morgan!!

Immagine


Il wrestler di Kansas City arriva nello stage vestito già da combattimento, pronto ad una vera e propria battaglia. Non si fa distrarre durante la sua marcia verso il ring, mantenendo lo sguardo fisso rivolto verso il suo rivale. Sean si posiziona esattamente in diagonale rispetto a Lukas con l'arbitro che si assicura che nessuno faccia niente prima del gong.. Che arriva ora! Si comincia!

Singles Match
Lukas Sannhet vs Sean Morgan


Lukas e Morgan rimangono per qualche secondo immobili ai rispettivi angoli. Sean fa un passo avanti tenendo la guardia alta, ridacchiando e intimando all'avversario di farsi avanti. Il norvegese sospira e si avvicina a Morgan, tenendo una mano dietro la schiena. L'Orphan dice qualcosa che non riusciamo a udire, poi tira un destro... a vuoto. Sannhet, con un movimento veloce e fluido, l'ha schivato piegandosi all'indietro. Sean prova allora a colpirlo con un calcio al bacino ma l'Alchimista con un balzo all'indietro schiva anche questo colpo, sempre tenendo la mano destra dietro la schiena. Tentativo di Big Boot di Morgan... parato! Lukas para il Big Boot con la mano sinistra, tira giù il piede di Morgan e poi lo colpisce con un repentino Backfist usando la mano destra! Sean barcolla all'indietro, sorpreso, e viene travolto da un Discus Lariat di Sannhet! Il norvegese guarda con disdegno l'Orphan che si rialza subito e spinge l'avversario contro le corde. Lukas però salta sulla terza corda e si lancia all'indietro con una capriola, atterrando alle spalle di Morgan che si gira di scatto, sorpreso. Lukas porta l'indice della mano sinistra davanti alla bocca.

LS: Shhhh.

Forearm brutale di Sannhet che stende Morgan! Pin, ma è solo conto di 1. Morgan si porta una mano alla mascella, ancora probabilmente sorpreso dallo stile particolare adottato dall'avversario. Lukas lo rialza e con un'Irish Whip lo lancia verso l'angolo, poi lo segue ma Morgan si sposta. A posizioni invertite, Morgan prova a caricare contro Sannhet che però si alza con le braccia sulla terza corda e riesce a finire alle spalle di Sean. Questo fa appena in tempo a girarsi prima di venir colpito dall'Enden con un Pelé Kick! Morgan barcolla e con una Clothesline Sannhet lo butta fuori dal quadrato. Il pubblico applaude mentre Sannhet si siede a gambe incrociate e braccia conserte al centro del quadrato. Morgan, appoggiato alle transenne fuori dal quadrato, scuote la testa e batte un pugno contro la barricata. Dopo qualche secondo, Morgan torna di corsa sul ring passando sotto la prima corda, evita un'altra Clothesline di Lukas che si è rialzato, rebound e poi colpisce con un Dropkick! Lukas viene sbalzato a terra ma con una capriola all'indietro si rialza subito, tuttavia non riesce ad evitare la Lou Thesz Press dell'avversario che lo tempesta di pugni. Il norvegese alza gli avambracci in guardia, dunque Morgan lo rialza prendendolo per i capelli... per poi tirargli un ceffone che lo stende e fa rabbrividire la folla! Lukas si tocca la parte di volto colpita e si rialza di scatto, blocca un Palm Strike e colpisce Sean con una ginocchiata agli addominali, per poi tirarlo a se dal polso e stenderlo con una Short Arm Clothesline. Sannhet tiene la presa al polso e chiude il braccio di Morgan in una Cross Armbreaker

Immagine


Morgan si dimena e riesce ad arrivare alle corde, ma Lukas non molla la presa. L'arbitro inizia a contare, e Morgan usa la corda come sostegno per rialzarsi e sollevare Sannhet... Buckle Bomb! L'Enden rimbalza malamente contro l'angolo, Morgan corre verso le corde, rebound e poi stende il norvegese con una Running Clothesline! Schienamento: 1... e Lukas esce. Morgan di nuovo lo afferra per i capelli e lo mette in ginocchio.

SM: Are you having fun?!

Altro schiaffo da KO di Morgan! Lukas torna giù e striscia fuori dal quadrato per rifiatare. Morgan scuote la testa e passa sull'apron, prende le misure e poi si butta su Sannhet... che lo afferra al volo con una Double Knee Facebreaker! I due rimangono a terra per qualche secondo fuori dal ring, poi Sannhet si rialza e ributta l'Orphan sul ring e schiena: 1... 2, no! Il norvegese non si scompone e si rialza. Sannhet posiziona i piedi sui legamenti delle gambe di Sean, in posizione da Surfboard, poi inizia a tempestarlo di pugni e forearm al collo e alla nuca! Infine, chiude l'avversario in una Surfboard into Dragon Sleeper!

Immagine


La pressione sul collo di Morgan è fortissima e per buona misura Sannhet inizia a colpirlo con una serie di gomitate al costato. Tuttavia, l'Orphan, nonostante urli dal dolore, non ha intenzione di cedere e stringe i denti, dunque l'Alchimista dopo qualche secondo lo lascia andare. Morgan rimane a terra, tenendosi il collo dolorante. Sannhet lo osserva, glaciale, e inizia a colpirlo con una serie di calcetti al collo e alla schiena, per poi schiacciargli il primo con lo stivale. Sannhet rimane per qualche secondo fermo in questa posizione, poi lascia andare Morgan che inizia lentamente a rimettersi in piedi. L'Enden corre verso le corde, rebound e Knee Tremble! No! Morgan la evita, abbranca Sannhet e lo schianta con una Uranage!

Immagine


Schienamento: 1... 2, no! Morgan si passa una mano sul capo rasato e rifiata, meditando sulla prossima mossa. L'Orphan si rialza e trascina Sannhet fuori dal ring. Una volta qui, lo getta contro i gradoni d'acciaio! Brutta botta per il norvegese, che si tiene una spalla, ma Morgan non ha finito: ecco che il nativo di Kansas City scaraventa l'avversario contro le barricate e inizia a tempestarlo di Stomp! L'arbitro inizia il suo conteggio, ma Morgan lo resetta subito entrando e uscendo dal ring. Nel farlo però da il tempo a Sannhet di reagire e infatti quest'ultimo carica Sean spingendolo contro l'apron. Morgan si tocca la schiena con una smorfia di dolore, Sannhet salta sulla barricata e prova a colpirlo con un Disaster Kick! A vuoto però, l'Orphan fa in tempo a scansarsi, per poi travolgere Lukas con un Big Boot. Morgan interrompe di nuovo il conto, ma stavolta esce dal ring in maniera molto più creativa: Suicide Dive!

Immagine


Morgan esulta e ributta Lukas nel quadrato per poi schienarlo: 1... 2, no! Di nuovo Sannhet esce dallo schienamento e Sean pare iniziare ad innervosirsi, ma fa un respiro profondo, cercando di tenere i nervi saldi. Morgan prende l'Alchimista e con un Irish Whip lo manda contro le corde, lo segue e lo colpisce con un High Knee, per poi sollevarlo e buttarlo giù con una Samoan Drop. Morgan poi sale sulla seconda corda e si butta con un Double Foot Stomp! Sannhet digrigna i denti, sofferente, e si tiene la zona addominale, ma non emette alcun verso di dolore.

SM: Scream, motherfucker! SCREAM!

Sean afferra una gamba di Sannhet e se la passa sopra il collo: My Revenge!

Immagine


Sean cerca di stringere il più possibile la pressione e Sannhet stringe i denti ma continua a non aprir bocca, innervosendo ancora di più Morgan che cerca di stringere ulteriormente! Tuttavia, il collo di Sean inizia a risentire dei colpi subiti fin'ora e la mossa rischia di far più male a lui che a Sannhet, dunque l'Orphan è costretto a lasciare la presa. Morgan rifiata appoggiandosi l'angolo e si massaggia il collo, mentre Sannhet si rialza un po' a fatica. Appena nota che l'Alchimista è in piedi, Morgan si precipita su di lui e prova a colpirlo con un Lariat ma Lukas lo evita abbassandosi, poi afferra Sean e lo butta giù con una Inverted Neckbreaker. Morgan si tiene il collo ed è visibilmente indebolito adesso, Lukas dunque ne approfitta per riprendere fiato a sua volta, poi solleva Sean sulle spalle! Jupiter!

Immagine


Il terribile Rubix Cube di Sannhet è andato a segno! L'Enden schiena: 1... 2.... no! Kick out di Morgan! Lukas rimane impassibile, il suo volto completamente neutro, e si limita a rimettersi in piedi. Dopo qualche secondo, l'Alchimista afferra i fianchi di Morgan, ancora steso a terra... e lo solleva! Deadlift German Suplex! Con ponte! 1... 2.... no! Altro kick out dell'Orphan che però adesso pare aver perso il controllo della contesa. Sannhet si inginocchia vicino a lui.

LS: You wanted this.

L'Alchimista fa rialzare Sean tirandolo per la barba e poi lo porta a sé. Mercury!

Immagine


Altra mossa caratteristica a segno per l'Enden che però stavolta non schiena. Piuttosto, sale sulla schiena dell'avversario e inizia a colpirgli il collo con una serie di gomitate! Morgan prova a pararsi con le mani ma non è molto efficace. Sannhet gli afferra la mano destra, la tira via dal collo e poi gli tira un pestone! Sean rotola dal dolore tenendosi la mano calpestata, si mette a sedere... e viene travolto da una Shining Wizard! Schienamento: 1... 2... no! Colpo di reni dell'Orphan che non ci sta. L'Enden si rialza e si lascia scappare un sospiro sconsolato.

LS: This would be easier if you just give up.

Il volto dell'Alchimista, da semplicemente concentrato, adesso si rabbuia. Lukas attende che Morgan si rialzi, poi gli carica addosso... e viene sbalzato in aria! Pop-Up European Uppercut! Sean c'è ancora, anche se dolorante. L'Orphan monta sopra a Sannhet, ancora a terra, e inizia a colpirlo con una serie di pugni chiusi, tanto che l'arbitro è costretto a richiamarlo. Tuttavia, Morgan non si ferma ed anzi, infierisce con delle gomitate! L'ufficiale di gara è costretto a contare per la squalifica: 1... 2... 3... e Morgan si interrompe. Lukas, stordito, striscia verso le corde e le usa come sostegno per rialzarsi. Dopo qualche secondo si gira verso Morgan, e viene sorpreso da un Superkick!

Immagine


Sean si precipita a schienare: 1... 2... no! Per un attimo sembrava fatta, ma Sannhet non ha certo intenzione di perdere nel suo debutto a War Of Change! The Orphan guarda l'arbitro, lamentandosi di un conteggio troppo lento dal suo punto di vista. Morgan si rialza, un boato di fischi lo accompagna, ma lui resta indifferente a ciò e si getta sul rivale, tempestandolo di pugni alla testa. Fatto ciò Sean si rialza con l'ufficiale che lo richiama per qualche colpo al limite del regolamento, ma Morgan lo ignora bellamente e esce dal quadrato. Ecco che l'Unstoppable Machine pesca da sotto il ring.. Il suo fidato piede di porco!! Morgan vuole forse porre già fine a questa contesa, rientra nel ring, ma l'arbitro lo blocca immediatamente. L'orfano spinge il direttore di gara, che minaccia di squalificarlo e così facendo riesce a farsi consegnare l'oggetto contundente. L'unico a beneficiare di questa situazione è Lukas che, nel mentre, si è rimesso in piedi e prende alle spalle il wrestler di Kansas City, gettandolo al tappeto con il Mars!!

Immagine


L'arbitro, intanto, appoggia nella fretta il piede di porco sull'apron perchè deve subito andare a contare il tentativo di pin dell'Itahqua... Solo 2! Morgan sopravvive nuovamente! Sahnnet scuote leggermente la testa, mantenendo però sempre una compostezza che lo sta accompagnando lungo tutto questo suo match d'esordio. Lukas si rimette in piedi, è al centro del ring, si guarda intorno muovendo leggermente il capo da sinistra a destra, poi il suo sguardo si fissa su Morgan che, lentamente e con l'aiuto delle corde, sta provando a rialzarsi... Helluva Kick all'angolo! Morgan riceve un'improvvisa pedata in faccia che lo tramortizza, mentre l'Enden non si dà tregua e trascina subito l'avversario al centro del quadrato perchè vuole mettere il punto esclamativo sul match. Tentativo di AZOTH Project.. Ma Morgan fa blocco sulle gambe, impedendo il sollevamento. Lukas ci riprova, colpendo sulla schiena il rivale per renderlo più debole, ma ciò non ha effetto visto che non riesce in ogni caso a completare la sua mossa conclusiva. Allora Sannhet ci rinuncia e rimette in piedi Sean, che però lo sorprende con una ditata negli occhi non vista dal direttore di gara. Lukas arretra all'angolo con l'arbitro che controlla le sue condizioni, Morgan è esattamente dalla parte opposta del ring e si accorge del momento di difficoltà dell'Enden così prende la rincorsa e si lancia con uno Splash!! MA LUKAS HA AFFERRATO L'ARBITRO PONENDOLO DAVANTI A SE', IN MODO DA LIMITARE I DANNI DELLO SPLASH DI SEAN! L'ufficiale è ora KO al tappeto, Lukas è invece in ginocchio non avendo subito il colpo pieno. Superkick in pieno volto da parte di Morgan con Sannhet che crolla all'indietro sdraiato sul tappeto. Solo adesso Sean realizza lo stato dell'arbitro e capisce che è una grande occasione per poter utilizzare la sua fidata arma senza venir disturbato. Va dunque verso l'apron dove in precedenza lo aveva poggiato l'arbitro. Morgan, ricoperto di fischi, afferra l'arma, la tiene ben stretta davanti a sè ed è in attesa che il suo nemico si rimetta in piedi. Dopo qualche secondo Lukas accontenta Morgan... CHE LO COLPISCE IN PIENA TESTA COL PIEDE DI PORCO!

Immagine


Il corpo di Lukas atterra nuovamente al tappeto, questa volta quasi esanime. Morgan invece sospira inizialmente, dopo qualche istante quasi sembra ringhiare dalla cattiveria che scorre in questo momento nelle sue vene. Guarda fisso verso il Lyset al tappeto, una goccia di sangue inizia a uscire dal punto in cui il colpo con il crowbar è avvenuto. Lentamente il sangue aumenta e Sean sembra soddisfatto, infatti prende la testa di Lukas e la mostra al pubblico, soddisfatto del suo lavoro. The Orphan sembra euforico, quasi eccitato e arriva persino a leccare il sangue direttamente dalla fronte di Sannhet! COSA ABBIAMO APPENA VISTO! Morgan si sciaqua la bocca col sangue, per poi risputarlo fuori dal ring pronto a chiudere la contesa. In tutto ciò l'arbitro non ha dato segni di ripresa, ma all'ex Diamond Champion non interessa, tanto che è pronto a concludere con la Kansas Bomb! Sean getta Lukas contro le corde, lo solleva.. Ma Sannhet riesce a darsi lo slancio per superare il rivale e atterra in piedi alle spalle di Morgan per poi, una volta che l'orfano si è voltato, sedersi a gambe incrociate al tappeto, con sguardo impassibile verso Morgan. Qualche applauso si alza dal pubblico per la scena, ma The Unstoppable Machine non sembra apprezzare e si getta contro il nemico con un Big Boot basso, andando a vuoto. Kick Up di Lukas, Morgan rimbalza sulle corde.. Superkick dell'Enden! Morgan barcolla e, dopo qualche secondo, cade in ginocchio stordito. Sannhet capisce l'occasione, prende il piede di porco rimasto lì in precedenza, chiama il silenzio del pubblico..

Immagine


E COLPISCE IN PIENO COLLO SEAN MORGAN COL PIEDE DI PORCO! MORGAN POTREBBE ESSERE SERIAMENTE INFORTUNATO! Un silenzio assordante prende il sopravvento, nessuno si aspettava tale violenza da parte dell'Itahqua, che rimane impassibile come sempre. Morgan è KO, non sembra dare segni di vita, dovrebbe intervenire qualcuno, ma nessuno dal backstage arriva a sincerarsi delle condizioni del wrestler di Kansas City e l'unico che potrebbe farlo, l'arbitro, è ancora steso al tappeto. Sannhet, per la prima volta, si interessa delle condizioni del direttore di gara cercando di risvegliarlo e sembra, dopo qualche tentativo, esserci riuscito. Ormai è passato un po' di tempo dal colpo tremendo e Morgan non ha ancora mosso nessuna parte del suo corpo. Lukas lo va a girare per poterlo schienare e l'arbitro, a fatica, tenta di contare.... 1..... 2..... 3!!! NOOOOOOO!! SEAN MORGAN QUANDO NESSUNO LO CREDEVA POSSIBILE EFFETTUA UN KICKOUT CLAMOROSO!! E sembra che questo kickout abbia scosso pure Lukas che si lascia scappare una faccia perplessa e stupita, guardando Morgan e quasi domandandosi come questo sia reale. Breve parentesi che però non distrae Sannhet dal suo obiettivo: vincere il match! Ecco che, infatti, è pronto a chiudere e prepara la Sølvmåne, afferrando il braccio di Morgan, rialzandosi. Lukas lo allontana, tenendolo per il braccio.. Gomitata di Morgan ad interrompere la manovra! Sannhet si rifà sotto subito, Uppercut di Morgan! L'Enden rimbalza contro le corde.. DITO MEDIO DI MORGAN VERSO L'AVVERSARIO... KANSAS BOMB!!!

Immagine


Dal nulla Sean Morgan tira fuori la mossa che può dargli la vittoria in questo match! I due sono entrambi al tappeto, l'arbitro invece si è definitivamente ripreso e inizia a contare il doppio KO. 1.... 2.... 3.... 4.... 5.... The Orphan è il primo a dare cenni di ripresa e si porta verso le corde... 6.... 7... Sean afferra le corde e con esse si rimette, non senza qualche problema, in piedi. Si tiene il collo con una smorfia che non promette niente di buono sulle sue condizioni fisiche. Sannhet però è ancora steso a terra e sembra proprio che Morgan possa aggiudicarsi questa contesa. Il wrestler di Kansas City sembra non intenzionato a schienare, per quanto potrebbe garantirgli la vittoria, e guarda fisso il piede di porco al centro del quadrato. Sean alterna sguardi sull'arma a sguardi su Lukas, quasi non sappia nemmeno lui cosa fare. Ecco che si avvicina all'oggetto contundente facendo capire a tutti le sue intenzioni.. MA POI LO GETTA FUORI DAL RING CON UN CALCIO! E con tutta fretta si fionda verso l'angolo più vicino a Sannhet preparando la Last Chance...

Immagine


CONNESSA!! Sean ha deciso di inferire nuovamente su Lukas, senza però farsi squalificare. 1.... 2.... 3!!! SEAN MORGAN HA VINTO!

Spoiler:
JR: The winner of this match: SEAAAAANNNNN MORGAAAAAANNN!!!


Il primo match di Lukas Sannhet in un PPV TWC si conclude con una sconfitta che però non toglie la grande prestazione e un lato a noi finora sconosciuto e che è venuto fuori con quel colpo micidiale sul collo dell'orfano. Quest'ultimo, infatti, continua a tenersi la parte del corpo infortunata e, senza nessuna celebrazione, corre nel backstage a farsi controllare. Sul ring rimane un Lukas Sannhet esausto che però torna a casa con una sconfitta che potrebbe rischiare di bloccarlo proprio all'inizio di questa sua avventura in TWC.





Up Next: TWC Undisputed World Women's Match - Brunild Wagner (c) vs. Alice Angel


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change IV
MessaggioInviato: 01/06/2018, 22:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12371
Località: Baretto Kurabu
E dopo i consigli per gli acquisti torniamo in diretta con War of Change, il ppv più importante dell’anno della Total Wrestling Corporation, giunto alla quarta edizione e che si disputa quest’anno all’interno dell’enorme AT&T Center di Arlington, Texas!

Immagine


JR: Ladies and gentlemen, the following contest, scheduled for one fall, is for the TWC Undisputed World Women’s Championship!!!

Boato gigantesco da parte del pubblico scatenato all’interno dell’immensa “astronave”! Il prossimo incontro vedrà infatti Brunild “The Armbreaker” Wagner, la plurititolata regina degli sport da combattimento, mettere in palio per la sua quinta difesa consecutiva, il prestigiosissimo titolo femminile della federazione, contro l’assalto determinato della First Contender ufficiale alla cintura, ovvero il futuro della divisione, l’Anarchy Red, Alice Angel. Le luci si fanno forti e luminose, è il momento dell'entrata di Alice Angel! Ecco che viene inquadrato un punto sopraelevato dello stage.

Immagine


Alice, vestita da Spider Gwen, si arrampica e salta da una parte all'altra dello stage, e man mano scende e arriva all'entrata. Una volta qui, la giovane si toglie il cappuccio, e poi la maschera.



Immagine


Alice Angel lancia un potente grido per esaltarsi e il pubblico risponde ottimamente, con cori per la ragazza. La giovane fa un balzo e poi percorre a passo svelto la rampa, dando il cinque a vari fan delle prime file. Una volta nell'area ring, Alice salta sul paletto e alza le braccia al cielo. La ragazza, dopo qualche secondo, scende sul ring con una capriola e una volta qui si sfila la tuta, rivelando un attire ispirato alla supereroina Marvel: una canotta bianca aderente con al centro un ragno rosa, pantaloni sportivi con gli stessi colori. Subito dopo, la One Winged Angel va a piazzarsi al proprio angolo, dove resta in attesa dell’ingresso della campionessa del mondo, nonché sua storica avversaria. Ricordiamo infatti che Brunild Wagner e Alice Angel si sono affrontate diverse volte lo scorso anno, dando vita a un piccolo, grande classico a Homeland 2017, mentre l’ultimo loro incrocio decisivo è stato a Zero Hour 2017, la notte in cui la Valkyria ha fatto suo per la prima volta il TWC Undisputed World Women’s Championship, vincendo la prima Chamber Zero femminile della storia della federazione eliminando per ultima proprio la giovane Angel.

Immagine


Ma ecco che le luci si abbassano e diventano intermittenti, mentre sul titantron compare un video sulle note arcifamose di Richard Wagner.



Nel video vediamo un’orda di Valkyrie a cavallo galoppare tra le nuvole sui propri destrieri. Tra queste, in prima fila, è riconoscibilissima Brunild “The Armbreaker” Wagner, in armatura splendente e cintura mondiale legata alla vita. Il lungo viaggio delle Valkyrie prosegue imperterrito, tra tuoni, fulmini e saette, fino a calare dall’alto direttamente verso l’AT&T Center! E mentre la meravigliosa musica continua, vediamo sbucare tra la nebbia sullo stage proprio Brunild Wagner, in groppa a un cavallo bianco, in tutta la sua maestosa presenza. Applausi a scena aperta tra la folla di Arlington! Lo Smiling Crow si guarda attorno intensamente, dopo di che eccola balzare elegantemente giù da cavallo. E mentre la cavalcatura viene portata via alle sue spalle, la Valkyria in armatura da battaglia resta immobile al centro dello stage. Dopo di che, la theme sfuma… Lights out!



E sulle note di The Mission dei Puscifer, ecco illuminarsi dopo qualche secondo lo stage, dove vediamo Brunild Wagner in ring attire, maglia celebrativa BDK Inc. “War of Crows IV Edition”, e titolo mondiale in bella vista sulla spalla destra.

Immagine


Dopo un’ultimo sguardo alla moltitudine che in questo istante ha occhi solo per lei, la Valkyria di ghiaccio inizia a scendere la lunga rampa che porta verso il ring. Durante la “passeggiata”, non traspare nulla che non siano forza e determinazione dallo sguardo della plurititolata lottatrice tedesca. Una volta arrivata ai piedi del ring, l’Arm Collector si volta e va a salire i gradoni d’acciaio, dopo di che la vediamo passare le corde e irrompere nel quadrato. Qui la Valkyria alza il titolo mondiale al cielo e fa la tanut della BDK Inc. a favore di pubblico e telecamere, raccogliendo un altro boato da parte dei fan, poi, per la prima volta, si gira verso Alice Angel, incrociando a lungo il suo sguardo. Infine eccola arretrare verso il proprio angolo. E mentre sfuma la theme della tedesca, la parola torna a Jessica Rose per le presentazioni del match femminile di cartello di War of Change IV.

JR: Introducing first, the Challenger. Weighting 94 pounds and standing 5-feet-3-inches tall. From Los Angeles, California. She is the One-Winged Angel… ALICEEEEE… ANGEEEEEL!!!!!

Boato d’approvazione da parte del pubblico di Arlington per la giovane Angel, la quale, stra-concentrata, si limita ad annuire in segno d’approvazione. Ricordiamo che per lei è la seconda apparizione a War of Change, ma il primo match titolato nello show più importante di tutti.

JR: And introducing the Champion. Weighting 135 pounds and standing 5-feet-7-inches tall. From Ravensburg, Germany. Representing the Bruderschaft Der Krahe Incorporated. She is the Reigning, Defending, Undisputed, TWC World Women’s Champion, the Smiling Crow... BRUNIIIIILD… WAGNEEEEER!!!!!

Altra grande reazione da parte del pubblico che gremisce l’enorme “astronave”. Brunild Wagner, lo sguardo di ghiaccio come sempre, solleva ancora una volta la cintura di campionessa, avanzando di un paio di passi verso Alice. Dopo di che, eccola cedere l’alloro all’arbitro designato per la contesa, Rae Voséky, che alza la cintura in favore del pubblico sui quattro lati del ring. Per quanto riguarda Brunild Wagner, per lei si tratta della terza partecipazione consecutiva a War of Change, la seconda in un match che vede in palio il titolo massimo della divisione femminile della TWC. Ma ora basta parlare, ora contano i fatti. Rae Voséky cede la cintura a un official, dopo di che effettua il controllo di rito e da le ultime disposizioni alle due lottatrici. Brunild Wagner, tolta la maglietta della BDK Inc. e rimasta in attire da ring, effettua un paio di piegamenti per scaldarsi, dopo di che dà l’ok al referee. Ecco l’ok anche da Alice Angel. Ci siamo, tutto è pronto, segnale al timekeeper e triplice rintocco della campanella, e che le ostilità abbiano inizio! Here. We. Go!


Immagine

**TWC Undisputed World Women’s Championship Match**

Brunild “The Armbreaker” Wagner (c) vs. “The Anarchy Red” Alice Angel


Mentre il pubblico si fa sempre più rumoroso, vediamo Brunild allacciarsi come sempre i guanti MMA e poi avanzare verso il centro del ring, imitata da Alice Angel. Una volta vicine, le due allungano il pugno destro e si danno un breve fist bump in segno di rispetto, dopo di che eccole iniziare a girare in cerchio, studiandosi per un paio di secondi. Clinch iniziale tra le due. Ha la meglio Brunild, che chiude Alice in una Headlock. La giovane Angel risponde immediatamente con un paio di pugni allo stomaco, arrivando a spingere la tedesca alle corde. Le due rimbalzano, dopo di che Alice si libera e spinge Brunild verso il lato opposto. Tempo di International. La Valkyria rimbalza alle corde, evita con un salto il tentativo di sgambetto in tuffo da parte dell’Anarchy Red. Altro rimbalzo. Stavolta è Alice a saltare verso l’alto, con lo Smiling Crow che si abbassa, sorpassandola. Terzo rimbalzo alle corde da parte della TWC Undisputed World Women’s Champion, che torna ad alta velocità verso il centro del quadrato, dove viene però accolta dalla sfidante con un Dropkick fenomenale!

Immagine


Applausi a scena aperta per Alice. Non appena Brunild tenta di rialzarsi, ecco che l’Anarchy Red la chiude in una Sleeper Hold. No! Lo Smiling Crow si scuote paurosamente, cercando di liberarsi. Alla fine riesce ad afferrare la testa dell’avversaria, ribaltandola a forza davanti a sé. Ma l’Anarchy Red atterra per un soffio in piedi e le sferra uno Spinning Back Kick allo stomaco. Dopo di che, eccola lanciarsi alle corde e colpire Brunild con un violento Missile Dropkick! Respinta a forza, la Valkyria ruzzola a terra. Alice si rialza e le si fa immediatamente incontro. Lo Smiling Crow, però, se ne avvede, ed è lesta a scivolare fuori dal ring, interrompendo l’azione irresistibile dell’avversaria. Mentre partono gli applausi per la sfidante, vediamo Brunild camminare avanti e indietro a ridosso delle transenne mentre riordina le idee. L’Anarchy Red la osserva, dopo di che le fa segno di farsi sotto. L’Armbreaker annuisce gelidamente, dopo di che eccola tuffarsi immediatamente sul ring. Alice, che l’attende, l’affronta da una posizione di vantaggio, tempestandola di pugni e calci, ma non ha fatto abbastanza i conti su quanto sia coriacea la lottatrice MMA, che la respinge e passa al contrattacco in modo violentissimo!

Immagine


Alice, tempestata ora a sua volta da una gragnuola di pugni e calci, ripara all’angolo sulla difensiva. Rae Voséky interviene immediatamente a fermare la furia della lottatrice tedesca. Brunild si ferma un attimo a guardarla, poi si volta verso Alice, e la travolge con una Clothesline all’angolo. Dopo di che l’afferra a forza e va per il Valkyrie Takedown! No! Alice si impunta di peso, facendo inciampare la lottatrice tedesca, e mettendola spalle a terra in una sorta di Inside Cradle! 1… No! Brunild si libera immediatamente, rialzandosi di scatto e tentando un colpo di frusta col braccio largo ai danni della giovane Angel, che però glielo blocca. Parte allora una doppia rotazione tra le due, con la campionessa del mondo che prova uno Swinging Neckbreaker, neutralizzato da Alice, che lo trasforma in un DDT a suo favore! Mentre Brunild, finita a terra di faccia, si tiene il viso, la One-Winged Angel mette il turbo, andando immediatamente a scalare le corde. Da qui la vediamo prendere immediatamente le misure, e volare come un angelo addosso a Brunild Wagner, rimasta a terra ignara del pericolo…

Immagine


Morning Light! Morning Light a segno da parte di Alice Angel! Che poi blocca Brunild a terra e va per lo schienamento… 1… No! Lo Smiling Crow effettua un altro Kickout anticipato, mettendosi a sedere subito dopo. Alice, spinta via, si rialza subito e sferra un poderoso calcio alla schiena alla lottatrice di Ravensburg, che fa una smorfia di dolore. Dopo di che la giovane Angel parte alle corde, rimbalza… Ma viene colpita in pieno da un repentino Hunter’s Kick da parte della TWC Undisputed World Women’s Champion! Dopo aver colpito l’avversaria con il suo classico Spinning Heel Kick spezza-azioni, vediamo Brunild rialzare immediatamente l’avversaria, e chiuderla addosso a sé, e atterrarla con uno Swinging Neckbreaker! Lo Smiling Crow mantiene la presa a terra, effettua una rotazione su se stessa, e va per il completamento del Freya’s Greeting con il secondo Neckbreaker. No! Alice si libera disperatamente con una ginocchiata allo stomaco, poi ribalta al mossa e prova la Twist of Light! No! Brunild respinge la ragazza spingendola a forza all’angolo, dove impatta col petto, ritornando pericolosamente di schiena verso la lottatrice MMA, che la abbranca, e la ribalta dietro di se con un perfetto Bruderschaft Suplex!!!

Immagine


Brutto atterraggio per Alice Angel, che finisce a terra e viene schienata immediatamente dalla campionessa. 1… No! La giovane Angel alza una spalla. In un match che pare chiaramente votato sulla velocità e la resistenza delle due, ecco che Brunild la tira subito su, la posiziona, e la ribalta alle sue spalle con un Suplex! Rotazione della Valkyria, che si rialza trascinandosi dietro ancora una volta Alice… Secondo Suplex a segno! Altra rotazione da parte dello Smiling Crow, che dopo un po’ e nuovamente pronta per il terzo capitolo della Drei Deutsche Freunde… A segno! E schienamento! 1… 2. No! Sul filo del conto di due, ecco arrivare un altro Kickout da parte dell’Anarchy Red. Mentre salgono gli applausi e i cori per entrambe le lottatrici, vediamo Brunild Wagner rialzarsi e studiare la situazione. Eccola prendere le misure, attendere qualche secondo, e poi lanciarsi alle corde. Rimbalzo, ruota, e devastante Valkyrie Knee Drop! No! Alice si scosta in tempo, rotolando di lato! Dopo la brutta ginocchiata a terra, Brunild si rialza tenendosi la gamba, allora la One-Winged Angel ne approfitta per andare ad abbrancarla da dietro… German Suplex!

Immagine


Attenzione! Capriola di Alice, e conteggio immediato con Brunild bloccata a terra a forza!!! 1… 2… No!!! La Valkyria riesce a rompere la splendida chiusura dell’Anarchy Red sul due e mezzo! Applausi per entrambe mentre le vediamo rotolare di lato e mettersi in ginocchio, studiandosi a distanza. Un inizio ad alti effetti speciali, non c’è che dire. Brunild Wagner tira il fiato e piega la testa leggermente, fissando Alice Angel. Quest’ultima, lo sguardo determinatissimo, annuisce verso la Valkyria. Un attimo dopo eccole rialzarsi e corrersi incontro! Scambio alternato di pugni tra le due. Ha la meglio Alice, che inizia a parare e replicare ai poderosi colpi di maglio della Valkyria. No! Ora sembra Brunild tornata in vantaggio. Pugni di Brunild a segno uno dopo l’altro. Replica di Alice con una dolorosa Chop! Seconda Chop! Terza Chop! Quarta Chop! E Kesagiri Chop! No! Respinta e Deusche Uppercut da parte della Valkyria di Ravensburg! Secondo Uppercut! E terzo Uppercut, seguito da un tentativo di Whisper of the Hero da parte della campionessa del mondo… Schivato! Alice si abbassa in tempo, ma questa era una finta! Rotazione dello Smiling Crow, e Geist Kick a segno!!!

Immagine


La giovane Angel, colpita in pieno volto, rovina a terra. A questo punto Brunild rinuncia allo schienamento e decide di tornare a correre. Eccola lanciarsi alle corde, rimbalzare, effettuare nuovamente la ruota della morte, e impattare in modo bestiale sul collo della giovane avversaria con la gamba! Valkyrie Knee Drop connesso! Stavolta con pieno successo. L’Anarchy Red, tramortita, crolla a terra. E a questo punto lo Smiling Crow opta finalmente per lo schienamento. 1… 2… No! Alice si scuote in tempo. Brunild allora la copre nuovamente premendole la testa a terra! 1… 2… No! La giovane Angel allunga una mano e afferra la prima corda. Rae Voséky vede la cosa e interrompe il tutto sul conto di due. Brunild Wagner sospira, dopo di che eccola rialzare l’avversaria a forza, caricare il pugno, e liberare il suo temuto Brunild’s Kiss! No! Alice trova la forza di schivare il colpo! E Keep It Alice a segno ai danni della campionessa del mondo, che barcolla, colpita di sorpresa! L’Anarchy Red prova allora ad approfittarne. Eccola bloccare le braccia di Brunild, rigirarla, e atterrarla con una prodigiosa Anarchy A!!!

Immagine


Grandissima replica di Alice Angel dopo i duri colpi messi a segno da parte di Brunild Wagner! Subito dopo la giovane sfidante al titolo non perde tempo e va a lanciarsi verso l’angolo! Eccola scalare in modo spericolatissimo le corde, e abbattersi sulla Valkyria ancora stesa a terra con uno spettacolarissima Daylight! E c’è il tentativo di Pin! 1… 2… No! Brunild Wagner è fatta letteralmente d’acciaio, e si scuote nuovamente sul conto di due. Alice tira il fiato, mettendosi a sedere, dopo di che la vediamo afferrare lo Smiling Crow per i capelli e tirarla su. Ecco che la giovane Angel prepara la prossima mossa. Caricamento, e Revolution Fire messa a segno alla perfezione! Gran prova di forza da parte della piccola grande lottatrice di Los Angeles! L’Anarchy Red non vuole perdere assolutamente l’iniziativa ora che l’inerzia dell’incontro sta girando a suo favore. La vediamo allora prendere le misure e caricarsi in attesa che Brunild si rialzi. E’ tempo di Half Light! Ecco che Alice parte verso le corde, prendendo velocità, rimbalza… E finisce presa alla sprovvista e anticipata in modo repentino dall’Armbreaker, che la travolge con una terrificante Friendship!!!

Immagine


E subito dopo lo Smiling Crow procede con lo schienare l’avversaria! 1… 2… No! Alice c’è! Brunild si mette seduta, osserva la ragazzina terribile stesa a terra, e annuisce. Dopo di che eccola rialzarsi, afferrare l’Anarchy Red per un piede e trascinarla a centro ring. Poi la Valkyria va a passare le corde, voltandosi verso il pubblico nelle prime file e facendo la taunt della BDK. Subito dopo la vediamo andare ad arrampicarsi al paletto. E’ tempo di Twilight of the Thunder God… Brunild, in equilibrio precario, inizia a mettersi in piedi, quando all’improvviso si vede assalire da Alice Angel! La giovane sfidante, infatti, si è rialzata all’improvviso ed è corsa ad arrampicarsi alle corde, proprio dove si trova l’International Sensation, che viene agguantata e scagliata dentro al ring con una perfetta Ashes to Ashes! Grandissima mossa di Alice! Brunild rimbalza malamente a terra, ma si rialza furiosamente, anticipando un secondo assalto della lottatrice americana, e caricandosela sulle spalle! E’ in posizione di Geheimnisnacht! No! Alice replica a suon di gomitate disperate, e si libera! L’Anarchy Red atterra e si butta alle corde, dopo di che si scaglia addosso alla Valkyria… E la travolge!!!

Immagine


Half Light! Half Light! Half Light a segno! E c’è l’ennesimo tentativo di Pinfall da parte della giovane Angel. 1… 2… No!!! Kickout di Brunild Wagner! La Valkyria rotola lentamente verso le corde, afferrando quella più bassa, e iniziando lentamente a rialzarsi. Alice, a centro ring, la osserva in sottecchi. Dopo di che eccola tirarsi su e avvicinarsi all’avversaria. Eccola afferrare a sua volta l’International Sensation per una gamba, e trascinarla verso il centro del quadrato. Dopo di che la giovane Angel inizia a posizionare le gambe della tedesca per la Last Flare! Brunild, però, si avvede in tempo del pericoloso tentativo di sottomissione, e memore dei danni subiti lo scorso anno, eccola scuotersi come una forsennata, rigirarsi e con un paio di pestoni, scalciare via l’Anarchy Red. La ragazza, perso l’equilibrio, va a sbattere sul Turnbuckle di faccia, barcollando verso il centro del ring. Brunild, effettuata una capriola, va col suo Brunild’s Kiss! No! Evitato di nuovo! Calcio di Alice e tentativo di Twist of Light! No! La giovane Angel viene respinta alle corde un’altra volta, rimbalza, e viene caricata sulle spalle dalla Valkyria, che stavolta non perde un’attimo…

Immagine


E l’atterra violentemente con una poderosa Geheimnisnacht!!! Mentre il pubblico che gremisce l’AT&T Center rumoreggia, vediamo Brunild rialzarsi, trascinare Alice in posizione, poi correre improvvisamente verso l’angolo… Eccola balzare sul paletto, e librarsi in un volteggio mortale per la StratosFear!!! No!!! Alice rotola via all’ultimo istante, evitando la combo di finisher deleteria della lottatrice di Ravensburg! Brunild atterra sul ring in piedi, perdendo leggermente l’equilibrio, quanto basta per consentire ad Alice di caricarla… E stenderla con una contro Friendship!!! E la schiena! 1… 2… No! Kickout di Brunild, che si gira a pancia in giù. Grandi applausi per la giovane Alice, che vediamo iniziare ad accusare la stanchezza in un incontro che sta tenendo dei ritmi e un’intensità letteralmente assurdi. Mentre la giovane Angel tira il fiato, vediamo lo Smiling Crow strisciare nuovamente verso le corde. Alice allora approfitta dell’occasione per andare a passare le corde, tornando a scalare nuovamente il paletto. Una volta in cima, l’Anarchy Red scruta dall’alto Brunild per qualche istante, dopo di che si lancia addosso alla Valkyria, atterrandole sulla schiena con una fantastica Twilight!!!

Immagine


Boato del pubblico texano per l’eccezionale manovra aerea di Alice Angel! L’International Sensation, il volto deformato da una smorfia di dolore, si lascia sfuggire qualche parola poco elegante in tedesco, scalciando a terra con un piede. L’Anarchy Red per tutta risposta, tenta di approfittarne con uno schienamento forzato. 1… 2… e 3! No! La Valkyria, mai doma, alza una spalla, uscendo dall’ennesimo tentativo di schienamento. A questo punto Alice Angel decide di rialzare la lottatrice tedesca. Che però reagisce, liberandosi dalla presa e sferrandole un pugno al volto. Replica immediata della giovane Angel, che investe la tedesca con una ginocchiata. Brunild risponde allora con una violenta testata! L’Anarchy Red barcolla, ma ha abbastanza lucidità per evitare un tentativo di Brutality! Eccola abbassarsi e lanciarsi alle corde. Ma viene intercettata con un poderoso Valkyrie Kick effettuato come se non ci fosse un domani! La lottatrice di Los Angeles, nonostante il mortifero impatto, ha la forza di restare in piedi, finendo col rimbalzare alle corde con la schiena, e finendo tuttavia preda della TWC Undisputed World Women’s Champion, che l’atterra violentemente con un micidiale Valkyrie DDT!!!

Immagine


Altra mossa spettacolare. Altro boato del pubblico. Altro schienamento. 1… 2… No!!! Alice effettua il Kickout con successo anche stavolta! E all'interno della grande "astronave" iniziano a salire fortissimi cori in suo favore. Altra mossa spettacolare. Altro boato del pubblico. Altro schienamento. 1… 2… No!!! Alice effettua il Kickout con successo anche stavolta! E all'interno della grande "astronave" iniziano a salire fortissimi cori in suo favore. La californiana stringe i denti, batte i pugni sul tappeto e si rimette inesorabilmente in piedi ancora, e così fa Brunild, strisciando ad angoli opposti. Le due si guardano, Alice accenna una risata e indica la tedesca, quest'ultima ricambia il sorriso. Brunild fa segno alla Angel di farsi avanti e quest'ultima non se lo fa ripetere. La Blazing Angel si scaglia contro Brunild che fa lo stesso. La Valchiria prova ad anticipare Alice con una Clothesline ma la ragazza si abbassa e lo evita, continua a correre contro il paletto e ci sale sopra, backflip e salta a sedere sulle spalle di Brunild! La ragazza continua la rotazione e mette a segno una ReverseRana!

Immagine


Incredibile gesto tecnico della Angel, soprattutto in questa fase del match in cui le due iniziano a risentire dello sforzo. La giovane lottatrice si posiziona allo stesso angolo e punta Brunild, parte per la Half-Light, ma viene intercettata da Brunild con una Swing Blade. La tedesca rifiata, poi recupera Alice e con un'Irish Whip la manda all'angolo. Una volta lì, inizia a caricarla con degli Shoulder Block, lenti e forti. Uno... due... tre... quattro... cinque, ed ora Alice cerca di liberarsi tirando gomitate alla schiena dell'avversaria. Quest'ultima cade in ginocchio, affaticata, e la Angel la spintona via. L'Anarchy Red le salta addosso per un'altra Hurricanrana... ma Brunild la trattiene! La Wagner con uno sforzo poderoso la alza... e la butta in corsa contro l'angolo opposto! Buckle Bomb!

Immagine


Alice rimane senza fiato per via della botta alla schiena e annaspa per terra, Brunild si passa una mano sulla fronte asciugandosi il sudore e le afferra i fianchi. German Suplex! Suplex! Suplex! Suplex! Suplex! Suplex! La Angel rimane stordita a terra, e Brunild prova a coprirla: 1... 2... no! Alice c'è! La Valchiria rimane sconsolata per terra per qualche secondo, riprendendo fiato. Lentamente, la campionessa si mette a sedere e riprende l'avversaria. Le due tornano in piedi... Brunild's Kiss! Stavolta finalmente a segno, Alice viene sbilanciata all'indietro e poi cade in ginocchio davanti a Brunild. La Smiling Crow da una pacca sulla spalla alla giovane, poi la solleva in posizione da Fireman's Carry. Arriva la Geheimnisnacht decisiva! No! Alice gira tutto in una Inverted DDT!

Immagine


Schienamento: 1... 2... no! Brunild esce! La Angel rotola verso il ring, e pian piano poi va a rialzarsi. Brunild si getta contro di lei in un impeto, la californiana abbassa la terza corda e la fa finire sull'apron. Enzeguri Kick della giovane lottatrice, che adesso afferra i fianchi di Brunild e sale sulla seconda e poi sulla terza corda... Springboard German Suplex! Mossa pesissima della giovane, che però non riesce a trascinarsi sopra la tedesca per schienare. Le due rimangono a terra e l'arbitro inizia a contare: one! Il pubblico conta con lui, la suspance è altissima! Two! Three! Four! Alice inizia a dare segni di ripresa, e poco dopo anche Brunild. Five! Ecco che Brunild riesce a mettersi in ginocchio... e fa segno ad Alice di farsi avanti, seppur stordita! La rossa si passa una mano sul ciuffo e poi si avvicina alla campionessa. Calcio al petto! Altro calcio! Altro calcio! La Angel carica l'ultimo... bloccato! Brunild tira a sé la gamba e solleva la contendente in posizione di Powerbomb... Kansas Bomb!

Immagine


Brunild utilizza la mossa risolutiva di Sean Morgan, la mossa che ha spezzato le ali di Alice qualche mese fa! Schienamento: 1... 2... 3! NO! 2,99999! Brunild si mette le mani nei capelli e fa segno del tre con le dita all'arbitro che però non ha dubbi: la spalla di Alice si è alzata appena prima che la mano dell'ufficiale di gara toccasse il tappeto! La Wagner si copre il volto con le mani per qualche secondo, poi si tira un piccolo schiaffetto e si rimette in piedi alzandosi prima su un ginocchio e poi sull'altro. La tedesca indica il paletto e la folla del Texas e di tutto il mondo si infiamma! La TWC Undisputed World Women's Champion sale sul paletto, indica Alice e si getta... CUTTER AL VOLO! TWIST OF LIGHT AL VOLO!

Spoiler:
Immagine


Incredibile riflesso della giovane contendente che adesso si passa una mano sui capelli, si asciuga il sudore e stavolta è lei a salire sul paletto! Il pubblico ha il fiato sospeso, e la Angel rotea l'indice indicando tutta la folla, prima di tuffarsi... BROKEN WINGS!

Immagine


A segno! A segno! Deja-vu per Brunild che non reagisce! Alice si stende sopra di lei, è finita: 1... 2... 3! NO! Brunild esce! Incredibile! Alice lancia un grido di disperazione e rimane a gattoni per qualche secondo prima di rimettersi in piedi un'altra volta. L'Anarchy Red si avvicina all'apron, passa sotto al terza corda e intima a Brunild di rialzarsi! Tuttavia, la Valchiria non pare dare segni di vita. La Angel scuote la testa, respira profondamente... salta sulla terza corda, Springboard... Nothing! Brunild è in piedi! AFFERRA ALICE AL VOLO SULLE SPALLE! GEHEIMNISNACHT!

Immagine


Brunild tuttavia non schiena, e carica verso il paletto. Stavolta la Valchiria non perde tempo, contro la fatica, contro gli infortuni. La Wagner si alza sul paletto... VALKYRIE'S PROFILE: SYLMERIA!

Immagine


Finita! Brunild schiena: 1... NO! KICK OUT ALL'UNO! KICK OUT ALL'UNO! SURREALE! SURREALE! La folla è tutta in piedi, ma questo match sembra non avere fine! Nessuna delle due è disposta a cedere alle mosse risolutive dell'altra! Questo match conta troppo per tutte e due! Brunild guarda Alice con gli occhi sbarrati, quasi spaventata dalla forza d'inerzia dimostrata dalla Broken Angel che rimane a terra, col fiatone. Brunild non ce la fa più, ma deve. Per quel Kick Out, Alice deve aver esaurito le forze. La tedesca si rialza, e si carica per l'ennesima volta la giovane sulle spalle... GEHEIMNISNACHT! NO! NO! BRUNILD SI LASCIA SCAPPARE ALICE ALLE SPALLE! LA GIOVANE RIMBALZA ALLE CORDE DIETRO DI LEI, HALF-LIGHT! HALF-LIGHT! ALICE DECAPITA BRUNILD!

Immagine


SCHIENAMENTO: 1... 2... 3! 3! IT'S OVER!

JR: THE WINNER OF THIS MATCH AND NEEEEW TWC UNDISPUTED WORLD WOMEN'S CHAMPION: AAAAAAAAAAAAAALIIIIIIIIIIICE AAAAAAAAAAAANGEEEEEEEEEEL!

Immagine


Le due gladiatrici rimangono entrambe sdraiate, una accanto all'altra, mentre una cascata di coriandoli inizia a cadere sopra di loro. Brunild rimane con gli occhi chiusi, mentre Alice li ha aperti, anzi, spalancati! Si guarda intorno, incredula, sembra quasi non capire cosa stia succedendo. Rae Voséky si avvicina a lei e la aiuta ad alzarsi. In fretta, il volto della ragazza si rompe in un pianto di gioia e un urlo liberatorio. Il pubblico è tutto in piedi in una standing ovation. Alice si appoggia ad un angolo ed alza le braccia al cielo, in lacrime. Intanto, Brunild si è rimessa piano piano in piedi, grazie alla terza corda, e guarda in un punto indefinito fuori dal ring. L'arbitro si accinge a consegnare la cintura ad Alice Angel... ma Brunild gliela strappa di mano! Alice la guarda confusa per un attimo. La Wagner osserva Alice, poi osserva la cintura, chiude gli occhi... e porge il titolo alla ragazza. La giovane Angel prende in mano la cintura come se fosse sacra, la osserva e se la porta al volto, poi la bacia... e infine abbraccia Brunild, che ricambia affettuosamente. La tedesca le arruffa i capelli, poi scende dal quadrato, lasciandole la scena. La Angel sale a fatica su un paletto ed alza il titolo al cielo, fra i coriandoli, mentre pyros esplodo sul tetto dell'arena! Alice osserva i fuochi stupita, un po' confusa, con gli stessi occhi di una bambina che solo fino a qualche anno fa era fra la folla che adesso la acclama. L'astronave è partita, ed è Alice Angel a guidarla. Camera fades.






Up Next: ?????


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change IV
MessaggioInviato: 01/06/2018, 22:44 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12371
Località: Baretto Kurabu
Immagine

Le immagini ci accompagnano ancora una volta presso lo AT&T Stadium, Arlington, Texas, dove sta avendo luogo lo spettacolo più grandioso dell'anno, War of Change.


A sorpresa, risuona la musica dell'ex lottatore della TWC Tyler Nolan.

Immagine

E il Distruttore fa il suo ingresso all'interno dell'arena!! Il Big Money, imbronciato, percorre spedito l'interminabile rampa d'accesso, mentre tutt'attorno oltre centomila persone lo fischiano, lo insultano, lo prendono in giro. L'ex campione del mondo di arti marziali miste, giunto presso il quadrato, va avanti, supera i gradoni d'acciaio e finalmente fa capolino all'interno del ring. Recuperato un microfono, s'accentra, pronto per parlare. Il capo chino. Sospira. Sospira di nuovo.

TN: Sono qui... Voglio dirvi...

Si passa la mano sul collo unto di sudore. Poi recupera un foglio di carta dalla tasca dei pantaloni e fa per leggerlo.

TN: Voglio dire grazie a...

Fa una smorfia di dissenso. Poi ripone il foglio in tasca. Gli occhi ora fissi sulla telecamera.

TN: Avevo torto, va bene? Ma preferisco essere d'aiuto piuttosto che avere ragione.

Un altro, profondo respiro.

TN: Ho scoperto che là fuori, nella vita reale, a nessuno importa più di DeAndre Tyrone Nolan, il pluricampione di arti marziali miste. Pensavo che mi potessi permettere di abbandonare la TWC, che il mondo fosse nel palmo della mia mano, ma mi sbagliavo. E ora, grazie a Virgil Brown, e a Philips Brian, sono tornato.

Il dissenso del pubblico si fa assai rumoroso.

TN: Ma, prima che il mio ritorno diventi ufficiale, mi è stato detto di porgere le mie scuse a qualche persona. Cominciamo.

Il Distruttore si schiarisce la voce. Recupera poi il foglio e inizia a leggere.

TN: Anzitutto mi scuso con voi, il pubblico, per aver fatto uso di un linguaggio scurrile, volgare, irrispettoso, in disaccordo con la linea della federazione. Prometto che mi comporterò educatamente e pacatamente.

Fischi, insulti, parolacce, bestemmie indicibili.

TN: Poi, vorrei scusarmi con i miei colleghi, tutte le persone che ho trattato male. Mi scuso, prometto che d'ora in avanti assumerò atteggiamenti corretti, dettati dalla lealtà e dall'amicizia. Sempre.

Tyler Nolan ripone il foglio.

TN: Infine, ho l'ordine di scusarmi di persona con la nostra intervistatrice preferita. Dunque, per cortesia, vieni, Ally. Ho qualcosa da dirti.

Il Big Money si volta verso il palcoscenico.

Immagine

Ally Sullivan, la giovane intervistatrice della TWC, fa dunque capolino all'interno dell'arena e, l'espressione seriosa, percorre la lunga rampa d'accesso, accolta dall'abbraccio benevolo del pubblico e dagli applausi decisi di Tyler Nolan. Questi le facilita l'ingresso all'interno del quadrato alzando la seconda corda: un gentiluomo tutto d'un pezzo. I due sono ora al centro del quadrato, faccia a faccia.

TN: Carissima Ally, mi scuso per averti mancato di rispetto. Puoi perdonarmi?

Tyler Nolan le sorride, un dolce sorriso. Ally esita... E POI GLI TIRA UN CEFFONE!! Cui ne segue un altro, sull'altra guancia! Il Distruttore ridacchia, l'intervistatrice, scura in volto, si gira, ma l'altro la blocca per il polso. I due sono di nuovo faccia a faccia, lui le fa l'occhiolino. Lei, allora, s'inginocchia dinnanzi a lui, il quale pare pregustare ciò che seguirà....

Spoiler:
Immagine

... E LO COLPISCE CON UN COLPO ALL'INGUINE!! Tyler Nolan, gli occhi sgorganti di lacrime, stramazza a terra, mentre tutt'attorno il pubblico esplode in un grido di entusiasmo. Ally Sullivan, l'espressione tosta, afferra il microfono.

AS: Accetto le tue scuse.

Lancia a terra il microfono e se ne va, insensibile alle grida di dolore del nuovo acquisto della TWC, Tyler Nolan.






Up Next: TWNA World Heavyweight Match - "King" Mark Arvesti vs. Akuma "Pain" Fujihara


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change IV
MessaggioInviato: 01/06/2018, 22:47 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12371
Località: Baretto Kurabu
Ladies and gentlemen, welcome back to TWC War of Change IV, live from the AT&T Center of Arlington, Texas!!!

Immagine


Dopo una bella panoramiche sulla gigantesca “astronave” che ospita il pay-per-view più importante dell’anno della TWC, è tempo di dare nuovamente la parola a Jessica Rose per introdurre il prossimo incontro di questa splendida serata di wrestling.

Immagine


JR: Ladies and gentlemen, the following contest, scheduled for one fall, is for the TWNA World Heavyweight Championship!!!

Ruggito in risposta da parte del pubblico presente all’interno dell’arena. Il momento è arrivato, Mark Arvesti, il King of Kings della Total Wrestling Non-stop Action e ultimo campione del mondo della storia della federazione, sta per mettere in palio il suo leggendario titolo mondiale contro l’assalto finale del Demone della Leggenda, l’unico e inimitabile Akuma “Pain” Fujihara! Le luci si abbassano, e passato qualche istante delle scintille dorate iniziano a cadere sullo stage.



Tre esplosioni di fuochi d'artificio verso l'alto totalmente sincronizzati con l'intro di I Know It Hurts illuminano lo stadio mentre i fan si esibiscono in un potentissimo boato d'approvazione. Le telecamere fanno una rapida panoramica sul pubblico festante per poi portarsi sullo stage dove vediamo comparire Kid The Wizard, amplificando ancora di più la già assordante reazione del pubblico.

Immagine


Il two times TWNA World Heavyweight Champion, two time TWNA United States Champion, one time TWNA X Division Champion, one time TWNA World Tag Team Champion, one time TWNA Legendary Champion, one time FWP World Heavyweight Champion, one time FWP World Tag Team Champion, twentyseven times TWNA Award winner, First Ever TWNA Triple Crown and Grand Slam Champion of Gods of Gods, e arbitro del viaggio nel tempo effettuato da Ellie Hart che altro non era che la versione adulta di Ellie Drake la figlia di Chris e Samantha, cosa che sapreste già se qualche volta leggeste News From Indoor War, compare sullo stage con un sorriso compiaciuto in viso. The Legendary Legend osserva i fan festanti per poi annuire e avviarsi a grandi passi verso il quadrato. Una volta li sale sui gradoni, percorre un lato sull'apron e sale sul paletto per poi alzare al cielo il braccio destro venendo imitato da moltissimi fan nello stadio. Fatto ciò entra nel quadrato e si dirige verso Jessica Rose per poi baciarle una mano, ma al posto di fermarsi li come buone maniere vorrebbero, inizia a risalire il braccio fino ad arrivare al collo, costringendo l'imbarazzata annunciatrice a scansarlo. Wiz accenna un'espressione dispiaciuta, ma poi fa le spallucce e lascia il ring, raggiungendo i fan festanti che lo accolgono con pacche sulle spalle, e lui notando una tifosa decisamente bona, accenna un sorriso per poi farsi passare un pennarello e autografarle la maglietta all'altezza del seno. La ragazza esulta emozionata mentre affianco a lei un ragazzo palesemente ricchione, smania per avere lo stesso trattamento, e Wiz senza pensarci due volte gli autografa il petto, scrivendo però Akuma Fujihara. Kid The Wizard sorride in maniera beffarda mentre la sua theme si interrompe. Ma adesso tocca ad un'altra leggenda della TWNA. Le luci si abbassano e risuona una delle theme più conosciute dal pubblico TWNA presente.



Il pubblico si aspetta il solito ingresso trionfale, ma non vediamo arrivare nessuno dallo stage, fin quando la theme si stacca ed il pubblico si ammutolisce.



Risuonano i Pink Floyd nell'arena e nell'eccitazione del momento ecco che appare nello stage una limousine. The Owner si presenta con la sua solità umiltà nell'evento più importante dell'anno.

Immagine


I vetri sono oscurati perciò non riusciamo a vedere chi si trova dentro. La limousine si ferma all'ingresso dello stage. Ad aprirsi è lo sportello del conducente che scende in tutta fretta..

Spoiler:
Immagine


E' JIM SMITH!! L'American Eagle nonché famoso tirapiedi di Galactikos fa il suo ingresso in un'evento TWC.


Con il suo solito fare si appresta ad aprire lo sportello posteriore. Ecco che scende l'arbitro della contesa, The Owner: Galactikos.

Immagine


Non sembra essere pronto ad un match. Vestito in giacca e cravatta si appresta a raggiungere il ring con il suo solito ghigno. Arrivato a metà dello stage Jim, in tutta fretta, porta una busta con i vestiti da arbitro all'Owner. Accortosi dell'errore Galactikos sbuffa e, mentre il suo fidato si appresta a tornare nella limousine, si toglie la giacca e si appresta ad indossare i panni da arbitro. Completato il tutto, sale sul ring lanciando un'occhiata a KTW che sembra divertito dal siparietto. Ci siamo, Galactikos passeggia sul ring assieme a Jessica Rose, guardandosi intorno e annuendo in direzione dei fan. Eccolo indicare nuovamente a favore delle telecamere il logo da referee sulla maglia, e poi andare ad appoggiarsi alle corde in attesa dell’ingresso dei due protagonisti di questo attesissimo revival storico tra leggende della TWNA.

Immagine


Ed ecco che le luci si abbassano, assumendo una tonalità rosso sangue, mentre parte un video sul titantron.



Mentre risuona a manetta una theme evocativa, vediamo Akuma “Pain” Fujihara, di spalle, in tenuta da combattimento. Notiamo in primo piano il tatuaggio del Red Dragon sulla sua schiena e gli sbuffi di fumo della sigaretta accesa che tiene in bocca, dopo di che il Demone allarga lentamente le braccia. Si fanno avanti ai suoi lati Hiroshima e Nagasaki, che iniziano ad applicare le caratteristiche fasciature alle mani e agli avambracci del Painful Criminal. Una volta finito, ecco che i due arretrano e spunta Daijiro Tanaka, che infila al suo padrone il cappotto rosso con i simboli del Red Dragon. Tanaka si fa da parte, il Demone apre una mano, e tocca a Felisin, che gli passa la sua mazza da Kendo, infine applica la maschera da Demone sul viso di Pain Fujihara. Questi infine si volta direttamente verso la telecamera, aspira un’ultima volta il fumo a pieni polmoni, dopo di che fa un ghigno minaccioso e getta la sigaretta direttamente addosso alla telecamera.



Ed ecco partire immediatamente il titantron del Demone della Leggenda! Lo stage si riempie di fumo e lingue di fuoco altissime. Dopo qualche secondo, Akuma “Pain” Fujihara emerge letteralmente dal terreno in mezzo a uno scenario infernale! Mr. Pain avanza di qualche passo, lentamente, fino a raggiungere l’inizio della rampa che porta verso il ring.

Immagine


Alle sue spalle, vediamo aggiungersi i suoi scherani, Daijiro Tanaka, Hiroshima e Nagasaki.

ImmagineImmagineImmagine


A un certo punto Akuma getta via la maschera da Demone, alza il pugno destro al cielo, dopo di che lo abbassa violentemente.

Immagine


Esplosioni di fuoco alle spalle del Demone e della sua cricca! E a seguire ecco la tanto attesa pioggia di denaro promessa da Mr. Pain due settimane fa durante il suo talk show “A cena con Akuma”! Tutti in piedi e a caccia dei cinque milioni di dollari che cadono dal cielo!!!

Immagine


Ehi, ma attenzione! Il boato fragoroso del pubblico e l’esultanza generale dei fan si trasforma in rabbia e riprovazione dopo pochi istanti.

Spoiler:
Immagine


Dragon Dollari? Ma questi sono soldi falsi! Infame di un Fujihara!


Il Demone della Leggenda scoppia a ridere di fronte al trambusto e alle offese dei fan. Eccolo gettare via la sigaretta e incamminarsi divertito verso il ring, seguito a breve distanza dai suoi malevoli servitori. Una volta arrivato ai piedi del quadrato, vediamo Mr. Pain fare un cenno ai suoi compari, che si dirigono verso l’area di commento, tenendosi prudentemente alla larga da Kid The Wizard. Dopo di che eccolo appoggiare come sempre la sua mazza da Kendo accanto ai gradoni e salire questi ultimi fin sull’apron. Infine vediamo Mr. Pain passare le corde e irrompere nel quadrato. Qui il Demone va subito faccia a faccia con Galactikos, suo antico nemico. I due si scrutano a lungo, scambiandosi parole probabilmente irripetibili. Poi il Painful Criminal arretra lentamente verso il suo angolo, dove getta via gli occhiali da sole e si toglie il cappotto rosso con il logo in nero del Red Dragon, passandolo a Tanaka. Infine lo vediamo appollaiarsi sul Turnbuckle, in attesa dell’ingresso del suo avversario di stasera.



L'arena si quieta e parte The Game dei Disturbed. Le luci si colorano di verde mentre la musica prosegue con le sue note. Vediamo che sullo stage si sono posizionati tanti uomini inginocchiati. E da una botola compare il campione seduto su un trono.

Immagine


Porta una corona, ovviamente la cintura TWNA stretta in vita e la vestaglia utilizzata a Summerslam quando aveva sconfitto a Tokyo Akuma. Arvesti si alza dal trono e comincia a scendere lo Stage. Mano a mano che scende gli uomini inginocchiati si alzano in piedi e pongono omaggio al campione.

Immagine


Arvesti arriva sul ring e guarda con un'occhiataccia KTW mentre stringe fraternamente la mano a Galactikos, suo ex-compagno di Stable negli MCG'S. Si posiziona all'angolo ed è pronto per la presentazioni di rito.

Immagine


Come vediamo, accanto a Jessica Rose si è aggiunto nientemeno che il sobrissimo Masahiro Chono, leggenda giapponese e amico personale di Akuma “Pain” Fujihara ha lasciato per l’occasione il tavolo dei commentatori giapponesi per effettuare la presentazione dei combattenti nella propria lingua d’origine.

JR: Introducing first, the Challenger. Weighting 187 pounds and standing 5-feet-ten-inches tall, from Tokyo, Japan. He is a former TWNA World Heavyweight Champion, a former TWNA United States Champion, a former two time TWNA World Tag Team Champion, and the last TWNA Legend Champion… The Painful Criminal, The Legend's Creator, The Demon... AKUMAAAAAAAAAA... FUJIHARAAAAAAAAAA!!!!!

MC: Saisho ni, chōsen-sha o shōkai shimasu. Kajū 187-pondo, tagu wa 5 fīto kara 10-inchidesu. Kare wa moto TWNA sekai hebī-kyū chanpion, mae TWNA Beikoku chanpion, moto TWNA sekai taguchīmuchanpion, soshite saigo no TWNA densetsunochanpiondesu... Itami no hanzai-sha, densetsu no kurieitā… FUJIHARAAAAAAAAAA… AKUMAAAAAAAAAA!!!!!

Bordata immensa di fischi per Akuma “Pain” Fujihara, che alza il pugno destro al cielo e sorride poi diabolicamente all’indirizzo di Mark Arvesti.

JR: And introducing the Champion. Weighting 256 pounds and standing 6-feet-four-inches tall, from New York City. He is a former four time TWNA World Tag Team Champion, and the last three time TWNA Heavyweight Champion of the World… The King of Kings… MAAAAAAAAAARK… ARVESTIIIIIIIIII!!!!!

MC: Soshite, chanpion o shōkai suru. Nyūyōku ichi kara no jūryō 256-pondo, tagu 6 fīto 4-inchi no taka-sa. Kare wa izen no 4-kai TWNA sekai no taguchīmuchanpiondeari, sekai no saigo no 3-kai TWNA hebī-kyū chanpiondesu... Kingusuobukingusu... MAAAAAAAAAARK… ARVESTIIIIIIIIII!!!!!

Salva totale di urla e incitamenti da parte dell’AT&T Center per l’ultimo campione del mondo della storia della TWNA, che alza il titolo al cielo andando faccia a faccia con Akuma “Pain” Fujihara, che scuote il capo, disgustato. Sia Jessica Rose, che Masahiro Chono lasciano il ring, dopo di che vediamo Mark cedere l’alloro a Galactikos, che alza il titolo nelle quattro direzioni, prima di cederlo agli official. Anzi no, a Kid The Wizard, che ritiene sia opportuno tenerlo al sicuro sulla sua spalla un’ultima volta, finendo con l’essere guardato in tralice da Mr. Pain, che protesta con lo Special Referee, che però fa spallucce. Ci siamo signori, tutto è pronto per l’inizio di questo inaspettato, inatteso, ma soprattutto incredibile incontro tra leggende di livello mondiale. Dopo le superflue raccomandazioni di rito, ecco che Galactikos dà il segnale al timekeeper. Triplice rintocco della campanella, e che lo spettacolo abbia inizio… Here. We. Go!!!


**TWNA World Heavyweight Championship Match**

“King” Mark Arvesti (c) vs. Akuma “Pain” Fujihara


La tensione sale alle stelle, e l’arena rumoreggia violentemente mentre Akuma Fujihara e Mark Arvesti iniziano a studiarsi mentre girano intorno. Eccoli poi rompere gli indugi e chiudersi in un Clinch iniziale. No! Akuma rallenta e lascia perdere il King of Kings, passeggiando via di lato. Mark piega il capo e dice qualcosa al giapponese, che lo ignora ridendo. Akuma poi si volta e fa segno all’ultimo campione mondiale della TWNA di farsi avanti. Questo non se lo fa ripetere e prova nuovamente a chiudersi con lui in un Clinch. Ancora una volta Mr. Pain lo evita all’ultimo momento, scuotendo il capo, mentre dice qualcosa a Galactikos. A questo punto, però, Arvesti ha un’altra idea di come dare il via alla contesa. Eccolo aggredire alle spalle il giapponese, colpendolo ripetutamente e sbalzandolo all’angolo, dove gli sferra una serie di pugni. Interviene Galactikos a calmare l’ex.compagno dei Most Cool Guys. Mark annuisce, tira a sé Mr. Pain e poi lo lancia alle corde. Rimbalzo del wrestler di Tokyo, che evita una Clothesline, rimbalza nuovamente alle corde, e viene steso violentemente con un poderoso Shoulder Block!

Immagine


Ma attenzione! Kip-Up immediato di Pain Fujihara, e schiaffo in pieno volto al King of Kings! A seguire, ecco che il Demone inizia a sferrare una serie alternata di Chop e Kesagiri Chop al petto di Mark, che incassa i colpi con ferrea resistenza. Replica di Arvesti e pugni al volto del giapponese, che viene respinto. Tentativo di Bicycle Kick! A vuoto! E Wheel Kick violento per tutta risposta da parte di Pain Fujihara. Il Demone, che sta combattendo col sorriso sul volto, chiude poi Arvesti in una Headlock. Risposta immediata da parte di King Mark, che sferra un paio di pugni allo stomaco dell’avversario. Eccolo poi liberarsi dalle grinfie del boss del Red Dragon e lanciarlo verso le corde a tutta velocità. Rimbalzo di Akuma, Big Boot da parte del veterano di New York! No! Mr. Pain evita anche questo colpo, e rimbalza una seconda volta alle corde. Arvesti allora si lancia a terra per tentare di atterrarlo. Evitato dal giapponese, che poi corre alle corde per una terza volta. King Mark opta infine per sbarazzarsi di lui con un Back Body Drop, ma il giapponese se lo aspetta, e lo colpisce con un Demon’s Knee Smash!

Immagine


Mark Arvesti barcolla in piedi per un attimo, dopo di che viene colpito in pieno da un Deadly Kick sferrato con potenza inaudita! Ma resiste stoicamente in piedi! A questo punto, però, finisce in balia della furia del Demone, che inizia a colpirlo con un primo Buzzsaw Kick, seguito poi da un secondo, e da un terzo, che lo fa cadere in ginocchio. Pain Fujihara carica infine il colpo, e lo atterra definitivamente col quarto Buzzsaw Kick che completa le temibile Lethal Combination del lottatore di Tokyo! Subito dopo, ecco che Akuma prova il primo schienamento della serata. 1… No! King Mark, ben lungi dall’essere stanco, effettua il Kickout sul conto di uno. Akuma si rialza immediatamente e gli sferra un paio di calci alla testa, poi intima a Galactikos di contare più velocemente la prossima volta. Dopo di che eccolo disegnare virtualmente con un dito una X sul petto dell’avversario e correre alle corde. Somersault of the Demon! No! Arvesti evita di un soffio il Legdrop in capriola del giapponese, che atterra seduto sul ring, imprecando. Eccolo rialzarsi digrignando i denti, ma Mark lo anticipa di un soffio, e lo stende al volo con uno spettacolare Calf Kick!

Immagine


Applausi del pubblico per Arvesti, che vediamo andare ad afferrare Fujihara per un braccio, rialzarlo, e gettarlo alle corde. Il Giapponese, però, effettua una spettacolare risposta, andando a rimbalzare con una semi-capriola, e ritornando addosso ad Arvesti con uno spettacolare Hand Spring Back Elbow! L’impatto sembra stordire il tre volte campione del mondo TWNA, che ruzzola all’indietro, fino a rotolare fuori dal ring. Kip-Up di Akuma “Pain” Fujihara. Mentre il pubblico reagisce fischiandolo, il wrestler giapponese commenta la sua azione con Galactikos, come a spiegargli che lui queste cose non le saprebbe mai fare, ricevendo in cambio una risposta poco educata. Dopo di che, vediamo il Demone prendere le misure, correre alle corde, e procedere col lanciarsi addosso a King Mark con un Suicide Dive! A vuoto! A vuoto! Arvesti si scosta in tempo, e il giapponese finisce con lo schiantarsi addosso alle transenne! Pessimo atterraggio da parte di Akuma Fujihara, che fa una smorfia di dolore. Mark non perde tempo, lo rialza a forza, e infine lo lancia a tutta forza verso i gradoni d’acciaio!!!

Immagine


Mentre il pubblico rumoreggia, vediamo Akuma Fujihara, a terra, bestemmiare dopo essere volato oltre i gradoni. Sul ring Galactikos inizia a incitare i due contendenti a rientrare nel quadrato, quando ecco che Tanaka e i due membri dell’Atomic Club si avvicinano in soccorso del loro padrone. No! Kid The Wizard si frappone tra i membri del Red Dragon e la zona dove si trovano Arvesti e Fujihara. Mentre la tensione tra il Legendary Legend e gli scherani di Akuma sale alle stelle, vediamo King Mark andare ad afferrare il giapponese, facendogli sbattere la testa su uno degli spigoli dei gradoni. Dopo di che eccolo caricarsi in spalla il giapponese e puntare a usarlo come ariete umano addosso al paletto d’acciaio dalla parte opposta! No! All’ultimo istante Mr. Pain si scuote e si libera, spingendo poi lo stesso King of Kings addosso al paletto di spalla! Il Demone della Leggenda, che sta iniziando a sanguinare visibilmente da una ferita alla testa, urla qualche parola irripetibile all’indirizzo di un paio dei fan di Mark in prima fila, poi afferra Arvesti e lo rigetta sul ring al conto di cinque di Galactikos. Mr. Pain si tuffa poi sotto le corde, si rialza, e va ad ingaggiare l’avversario con un Kiss of the Demon improvviso! No! Mark blocca la gamba del giapponese, che però per tutta risposta, lo fulmina con un Enziguri Kick!!!

Immagine


Mark Arvesti accusa la bordata e cade a terra. Il Demone gli si butta addosso e inizia a prenderlo violentemente a pugni sulla testa. Arvesti prova a liberarsi del giapponese, ma inutilmente. Questi ride come un ossesso mentre colpisce la fronte dell’avversario. Galactikos interviene e minaccia di squalifica il giapponese, iniziando poi a contarlo. 1… 2… 3… 4… Akuma molla la presa e si rialza, pulendosi il sangue dal viso e mostrando la mano chiazzata di rosso allo Special Guest Referee chiedendone conto. Questi fa spallucce, provocando un gestaccio da parte del Demone, che poi torna a incalzare King Mark… Roll Up! Roll Up di Mark Arvesti! 1… 2… No! Pain Fujihara si libera e rifila una ginocchiata al volto dell’avversario, stordendolo! Dopo di che eccolo avvolgersi addosso a lui come un serpente! Vuole chiuderlo nella mortifera Red Dragon Clutch! Ma Mark fa resistenza! Il King of Kings si scuote violentemente e dando una prova di forza stupefacente, si rialza tenendo sollevato addosso a se Akuma… Che finisce in posizione di Powerbomb mentre il suo avversario grida “Wiz Merda”!

Immagine


E la #WizMerda viene messa a segno con successo! Mentre l’AT&T Center si divide tra applausi e risate, vediamo Kid The Wizard fingersi offeso e rivolgere un gestaccio all’indirizzo di King Mark. Questi si rialza sfruttando le corde e si controlla il volto, ferito a sangue dai colpi brutali del Painful Criminal, poi rivolge un saluto ironico all’Enforcer che scuote il capo. Arvesti poi prende la rincorsa e rifila un Jumping Knee Drop ai danni del Beast from the East. E lo schiena! 1… 2… No! Kickout di Akuma sul conto di due. Mark afferra per il collo Akuma e lo tira su. Prova allora un Double Underhook Suplex. No! Mr. Pain si ribella e sferra una testata all’ultimo TWNA World Heavyweight Champion, dopo di che eccolo tentare uno Swinging Neckbreaker. Niente da fare! Mark Arvesti fa resistenza e tenta a sua volta il Neckbreaker. Akuma glielo impedisce con una rotazione e un tentativo di Japanese Legsweep! Ennesima Reverse di Arvesti, che si libera con una gomitata, riesce a chiudere la testa del giapponese sotto il braccio, e lo atterra con un poderoso DDT!!!

Immagine


Boato del pubblico che riempie la grande “astronave” di Arlington! Pain Fujihara, a terra, sbatte i piedi dopo la botta subita. Mark Arvesti lo rigira, e lo schiena! 1… 2… No! Il Demone si scuote rabbiosamente. Ma stavolta è lui a subire la vendetta del King of Kings, che inizia a colpirlo violentemente con dei pugni al volto. Galactikos prega Mark di smettere, ma ecco che Tanaka in persona balza sull’apron, sbracciandosi. Lo Special Guest Referee gli ordina di togliersi di mezzo. Ma a questo ci pensa Kid The Wizard, che afferra il più fidato dei fidati per una gamba, e lo colpisce mortalmente con un Inverted Atomic Drop! A Dark Road Out Of Hell: Holy Image Of Lies a segno sul povero Daijiro Tanaka!!! Questi, distrutto a terra, viene poi raggiunto da Hiroshima e Nagasaki, mentre KTW sgattaiola via con un mezzo sorriso. Nel frattempo, Arvesti tira su Fujihara, sollevandolo per la It’s DAMN Real! Ma il Pumphandle Slam abortisce a causa della feroce resistenza di Mr. Pain, che dopo essersi liberato con una serie di pugni e gomitate, fulmina il King of Kings con un micidiale Kiss of the Demon!!!

Immagine


Colpaccio a sorpresa da parte del Demone della Leggenda! Mark Arvesti cade a terra, ed è subito investito dal Painful Criminal, che lo schiena il più veloce possibile! Galactikos si butta a terra e va col conteggio. 1… 2… No! Il King of Kings alza una spalla ed effettua il Kickout. Akuma grida qualcosa contro lo Special Referee, dopo di che pianta le braccia a terra all’avversario, tentando uno schienamento forzato. 1… 2… No! Sul due e mezzo Mark si scuote a forza e si salva nuovamente. Il Demone allora si rialza, punta il dito verso l’avversario, poi corre alle corde, rimbalza, e connette il Somersault fo the Demon! Altro schienamento! 1… 2… No! Fujihara sbatte un pugno a terra, piuttosto innervosito. Eccolo rifilare un paio di schiaffi sul volto ferito di Mark Arvesti e invitarlo platealmente a rialzarsi. Una volta che l’avversario inizia a sollevarsi, il Demone lo abbranca per i Three Steps To Hell! Primo Suplex! Connesso! Il Beast from the East rimane agganciato al King of Kings e lo tira su a forza per il secondo Suplex… No! Inside Cradle improvvisa da parte di Arvesti! 1… 2… No! Fujihara riesce a liberarsi in tempo! Entrambi i lottatori si rialzano all’unisono…

Immagine


E Arvesti quasi decapita Akuma con un terrificante Bicycle Kick!!! Che bordata! Pain Fujihara rimbalza malamente a terra e tenta di rialzarsi subito, finendo però in pasto alla vendetta di Mark, che lo afferra a forza, e lo schianta a terra nuovamente con una potente Spinebuster! E lo schiena! 1… 2… No! Il Demone della Leggenda è dotato di mille risorse, ed effettua nuovamente il Kickout. Mark Arvesti si mette in ginocchio, poi afferra per la testa Akuma e lo rialza assieme a sé. Il Demone si ribella. Pugni al corpo di Mark. Kesagiri Chop! Poi il furioso Akuma afferra Mark per un braccio. Irish Whip verso l’angolo! No! Reverse di Mark Arvesti! Contro Reverse di Mr. Pain e Arvesti che sbatte di schiena sui turnbuckle. Akuma carica il TWNA Champion! No! Gomitata di Arvesti, che respinge il Demone… E poi va in affondo con un Lariat! No! Il Painful Criminal si butta a terra all’indietro, poi balza in piedi elegantemente con un Kip-Up! Ma Mark riesce ad anticipare di un nulla la successiva iniziativa del giapponese colpendolo con un calcio al ventre… E poi gli uncina le braccia, mettendolo in posizione di King’s Medal! A segno!!!

Immagine


A segno!!! Applausi a scena aperta per il tre volte campione del mondo della defunta Tutto Wrestling Non-Stop Action, che ha colpito il suo acerrimo nemico con la sua mossa più famosa e potente. Ed ecco che King Mark procede con lo schienamento… 1… 2… No!!! Due mezzo! Pain Fujihara alza una spalla e si salva. Delusione da parte del pubblico. Ehi, attenzione, ma che succede? Ci sono problemi di audio, che si è abbassato inspiegabilmente! Ah, no è colpa di Masahiro Chono, che pare abbia pestato qualche filo elettrico nell’eccitazione della telecronaca! Ecco che un official prova a rimediare alla situazione… Oh, ok! Siamo di nuovo a posto con la linea. Sul ring Mark Arvesti sta rialzando a forza Akuma “Pain” Fujihara. Irish Whip all’angolo. Akuma sbatte e cade a terra. Arvesti aspetta che il giapponese si rialzi, e poi lo carica come un bisonte per una Corner Clothesline! No! Mr. Pain si aggrappa alle corde, e lo respinge con un calcio alla testa. Arvesti arretra e si volta, barcollando verso il centro del ring. Questo dà al Demone la possibilità di assalirlo alle spalle, e connettere una spettacolarissima Quacken-Rana!!!

Immagine


Tokyo Express a segno!!! Mark Arvesti impatta con la testa a terra e poi rovina al tappeto qualche passo più in là. Pain Fujihara si mette a sedere e tira il fiato un paio di secondi. Eccolo tirarsi su e ripulirsi il viso dal sangue che gli cola, ridacchiando. Ecco che il Demone torna ad abbrancare King Mark, facendo segno a Galactikos di osservare bene come si combatte, se ancora se lo ricorda, ricevendo in cambio una battuta sarcastica. Ed eccolo effettuare un Suplex! Presa mantenuta da parte del Beast from the East, che tira su Arvesti, e connette stavolta il secondo Suplex con pieno successo! Dopo di che Mr. Pain tira su ancora una volta il suo avversario, prende un bel respiro, e lo atterra alle sue spalle col terzo Suplex, lasciandolo andare! Three Steps from Hell a segno! Dopo di che il wrestler giapponese chiude Mark in una Sleeper Hold immediata! Arvesti stavolta reagisce con furia! Eccolo tirarsi su a forza, fino a mettersi in piedi con Akuma aggrappato al suo collo alle spalle! King Mark arretra e sbatte l’avversario di schiena all’angolo, liberandosi, dopo di che lo abbranca a forza, e lo atterra con una perentoria It’s DAMN Real!!!

Immagine


Mentre il pubblico dell’AT&T Center segue spasmodicamente gli avvenimenti sul ring, vediamo l’ultimo TWNA World Heavyweight Champion afferrare il proprio avversario e posizionarlo in posizione di Suplex. Mark effettua una variante, uncinando le braccia di Akuma “Pain” Fujihara, e lanciandolo alle proprie spalle con un perfetto Double Underhook Suplex! Il Demone della Leggenda atterra malamente e lancia un grido di rabbia. Mark Arvesti studia la situazione, si rialza, prende le misure, e non appena il Painful Criminal è in piedi, lo carica per una Spear! No!!! Akuma si scansa di lato con una rapidità sovrumana, e il King of Kings finisce con lo schiantarsi di testa sul turnbuckle! Il Demone ne approfitta immediatamente, e lo atterra in un Roll Up!!! 1… 2… e 3! No!!! Kickout di Arvesti, che si salva dalla beffa clamorosa! Pain Fujihara lo tira su immediatamente. Arvesti lo respinge con un pugno! Altro pugno al volto da parte del campione! E Lariat devastante! No! Akuma schiva, effettua una piroetta assurda, e lo centra in pieno volto con un clamoroso secondo Kiss of the Demon!!!

Immagine


Per la seconda volta il Demone della Leggenda ha steso il campione con la sua arma di distruzione di massa! Pubblico con il fiato sospeso non appena Akuma si getta su Mark Arvesti e lo schiena! 1… 2… e 3! No!!! Mark Arvesti c’è! Kickout del campione di New York City! E boato del pubblico di Arlington! Pain Fujihara scuote il capo e si rialza, andando faccia a faccia con Galactikos e facendogli segno che era tre. Di fronte al continuo vociare del giapponese, lo Special Gest Referee replica spingendolo via e dicendogli di lottare piuttosto. Stesse parole di Kid The Wizard, che rivolge poi un gestaccio ironico all’indirizzo del Painful Criminal… Ma attenzione! Attenzione! Hiroshima e Nagasaki rompono gli indugi e assalgono l’Enforcer dell’incontro a tradimento! Wiz cerca di resistere alla gragnuola di pugni e calci da parte dei colossali lottatori orientali. I due sbattono ripetutamente il plurititolato campione TWNA addosso alle transenne, suscitando l’ira scomposta dei fan assiepati in piedi nelle prime file! I due membri dell’Atomic Club hanno deciso di eliminare l’equazione KTW dall’incontro. Infatti lo mettono in posizione di Powerbomb… E lo schiantano sul cemento con una terrificante A-Bomb!!!

Immagine


L’at&t Center si trasforma in una vera e propria bolgia. Galactikos, visibilmente accigliato, ordina a Pain Fujihara di allontanare i suoi scherani dal ring, pena la squalifica e il fiasco totale dell’incontro. Volano parole grosse tra i due. Alla fine, lo Special Guest Referee decide di cacciare i due malviventi con un gesto d’autorità data dal suo ruolo… FERMI TUTTI! UNO SPETTATORE HA SCAVALCATO LE TRANSENNE E SI E’ TUFFATO NEL RING ALLE SPALLE DI GALACTIKOS E FUJIHARA!!!

Spoiler:
Immagine


NON E’ UNO SPETTATORE! NON E’ UNO SPETTATORE! E’ BOSIKO, IL PRIMO ALLEATO DI AKUMA FUJIHARA IN TWNA!!! Lo vediamo andare a prendere di sorpresa Galactikos…

Immagine


E RIFILARGLI UNA DEVASTANTE ANAPHYLACTYC SHOCK!!!


L’incontro di punto in bianco ha preso una piega assolutamente incredibile! Pain Fujihara scoppia a ridere sguaiatamente alla vista dello sfacelo appena avvenuto. Il Co-Fondatore dei Criminals fa un cenno d’intesa col Demone, dopo di che si toglie la sua costosissima camicia, rivelando sotto una maglia da arbitro! Ma si può fare?! Ad Akuma e Bosiko non frega proprio nulla di eventuali obiezioni. Mr. Pain inizia a malmenare senza pietà Mark Arvesti, dopo di che lo schiena a forza. E Bosiko procede con un conteggio velocissimo! 1. 2. E 3! No!!!!! King Mark trova la forza di uscire dal conteggio scorretto da parte del Bloody Criminal. Akuma resta incredulo per qualche istante. Scambio di sguardi con Bosiko. Dopo di che il malvagio Demone della Leggenda trascina l’avversario lontano dalle corde, gli blocca un braccio a terra… E lo chiude a forza nella Fujihara Special!!!

Immagine


Svolta decisiva dell’incontro! Fischi, strepiti e perfino lancio di oggetti da parte del pubblico, mentre Akuma “Pain” Fujihara si diverte a torturare l’ultimo TWNA World Heavyweight Champion con la sua mossa di sottomissione più famosa e temuta nel mondo! Bosiko, in vena di cattiverie, si sdraia faccia a faccia con Arvesti, insultandolo e intimandogli di cedere immediatamente. Ma il lottatore di New York è duro come l’acciaio, e resiste stoicamente alla Fujihara Special. Mr. Pain aumenta al massimo la pressione sul volto e il collo dell’avversario, che però rifiuta di lasciar cadere il braccio, spinto anche dal tifo scatenato dei fan a suo favore. Ma attenzione! E’ successo qualcosa! Gli occhi di tutti si spostano fuori dal ring!

Immagine


Olympic Explosion #2! Olympic Explosion#2 di Kid The Wizard su Hiroshima! Outtanowhere!!! Il Godo f Gods of Gods si è ripreso alla grande, e non sembra affatto contento del trattamento subito a opera dell’Atomic Club! Dopo aver eliminato metà del team, Wiz fronteggia anche il mastodontico Nagasaki, lo scherza schivandone la rappresaglia via Big Boot, e poi lo liquida brutalmente con uno Zeus’s Sword mozzafiatante!!! Pain Fujihara molla la presa su Arvesti e si rialza. Bosiko si sporge dalle corde e i due ex-Criminals minacciano apertamente il loro arcinemico, invitandolo a farsi sotto… Fermi tutti! Galactikos! Galactikos è in piedi! Eccolo andare ad abbrancare Bosiko di sorpresa…

Immagine


Symphony of Destruction! Symphony of Destruction! Galaktikos spazzavia Bosiko, che ruzzola scompostamente fuori dal ring! Akuma Fujihara alza le mani verso il furioso Special Guest Referee. Eccolo indicare Bosiko e affermare di non saperne proprio nulla… Fuori dal ring, intanto Bloody Criminal striscia verso la mazza da Kendo del giapponese. Ma Kid The Wizard gliela toglie un attimo prima. E minacciando di malmenarlo, lo allontana verso la rampa. Bosiko si rialza e arretra, lo sguardo trasfigurato dalla rabbia. Nel frattempo continua la discussione tra Pain Fujihara e Galactikos. Akuma alla fine scuote il capo e si volta… Venendo preso d’infilata da un redivivo Mark Arvesti!!!

Immagine


Salvation of the King! Salvation of the King! Clamoroso!... E ora King Mark va a tentare il colpaccio! 1… 2… e 3! No!!! Per un ciuffo d’erba! Pain Fujihara si salva per un soffio dalla disfatta! Il tre volte TWNA World Heavyweight Champion scuote la testa. Lo vediamo poi infliggere una scarica di pugni al giapponese, rialzarlo e poi gettarlo all’angolo! Ma jappo più pericoloso che c’è dimostra di avere sette vite, scala le corde come un gatto, e poi si lancia all’indietro con un avvitamento, travolgendo Arvesti con un perentorio Whisper of the Dragon! Entrambi i lottatori sono ora a terra. Dopo qualche secondo, però, il Demone della Leggenda rotola verso le corde e le sfrutta per rialzarsi. Una volta in piedi, Pain Fujihara invita Arvesti ad alzarsi… E non appena questi si è rialzato, lo colpisce con un Deadly Kick! Mark barcolla, ma resta in piedi. Corsa alle corde da parte di Akuma. Lariat di Arvesti! No! Tentativo di Float-Over DDT da parte del Demone! No! Mark ribalta la mossa, e abbranca il wrestler giapponese, e lo schianta al tappeto con un’Inverted Neckbreaker d’antologia!!!

Immagine


E subito dopo un Arvesti dal volto che è ridotto a una maschera di sangue, tenta il pinfall per l’ennesima volta ai danni del Demone. 1… 2… No! Akuma alza una spalla e si gira di lato, uscendo dallo schienamento sul due e mezzo. Mark si pulisce gli occhi dal sangue e dal sudore, dopo di che eccolo tentare di chiudere il giapponese nella Drudge’s End! Connessa! Connessa! Stavolta è il Beast from the East a ritrovarsi chiuso in una mossa di sottomissione! Il Demone si scuote violentemente e a forza inizia a trascinarsi verso le corde, mentre il pubblico urla e grida affinché ceda. Arvesti tenta di tenere bloccato il giapponese, ma dopo diversi interminabili secondi, il tentativo di Akuma va a buon fine, e come un serpente a sonagli, riesce a districarsi quel tanto che basta per afferrare la prima corda! Mark Arvesti allora lo molla e tenta di trascinarlo verso il centro del ring per poi ritentare di chiuderlo nella sua mortifera mossa di sottomissione. No! Akuma riesce a rovesciarsi, e lo scalcia via! Kip-Up improvviso da parte del Demone della Leggenda, che poi sguscia alle corde, e prende in contropiede King Mark, atterrandolo con uno spettacolare Tokyo Drift!!!

Immagine


Mark Arvesti, sbalzato via, ruzzola a un angolo. Eccolo aggrapparsi alle corde, e rialzarsi… Per poi venire travolto da una spettacolare Demon in Motion! Il wrestler di New York, che sta incassando di tutto stoicamente, cade a terra, restando in ginocchio. Pain Fujihara effettua una rapida capriola all’indietro, rialzandosi immediatamente, dopo di che eccolo andare ad abbrancare Arvesti, tirandolo su e sbattendolo all’angolo. Qui Mr. Pain rifila una serie di Kesagiri Chop al provato avversario… Che lo afferra improvvisamente per il collo, si gira, e a sua volta lo chiude all’angolo tempestandolo di magliate! Pain Fujihara viene poi abbrancato, e gettato via come un sacco con un altro Double Underhook Suplex! Il wrestler giapponese rotola fino alle corde, mezzo stordito. Mark Arvesti gli si fa incontro, gli occhi spiritati, ma il giapponese lo respinge con un Wheel Kick! Dopo di che eccolo sfruttare l’attimo di tregua per passare sull’apron, prendere le misure, e balzare sulla terza corda, lanciandosi addosso al volo su Mark Arvesti con un avvitamento impressionante! Ed è Pain DDT!!!

Immagine


Che mossa, ragazzi! Mark Arvesti finisce a terra, immobile, il sangue che sgorga dalla ferita alla testa che macchia il ring. Pain Fujihara, a terra, resta immobile a sua volta per qualche secondo, dopo di che eccolo alzare le gambe, e tornare in piedi con l’ennesimo Kip-Up! Mr. Pain osserva Arvesti e accenna un sorriso malevolo. Non ha intenzione di schienarlo! Il giapponese, invece, passa le corde e scende dal ring, ignorando totalmente Kid The Wizard che sta nei paraggi e lo osserva. Vediamo il Demone andare verso Masahiro Chono e dirgli qualcosa. Il commentatore giapponese annuisce, si mette una mano in tasca, e offre una sigaretta al Demone della Leggenda. Questi se la fa accendere e aspira un paio di volte, dopo di che eccolo balzare sull’apron e rientrare nel quadrato. Il Legend’s Creator, sigaretta alla mano, guarda Mark Arvesti, che pian piano si sta rialzando. Gesto del tagliagole di Fujihara, che poi si mette la sigaretta in bocca, afferra le corde all’angolo, e inizia a caricare il terzo Kiss of the Demon! Il King of Kings si tira su, ignaro della condanna a morte comminata su di lui da Mr. Pain. Che parte poi improvvisamente per il calcio della morte! No!!! Mark lo evita per un pelo! E poi calcio al ventre, caricamento, e seconda King’s Medal a segno!!!

Immagine


L’ultimo campione del mondo della TWNA ha colpito ancora nel momento critico! E ora tenta nuovamente di far sua la contesa! Schienamento! 1… 2… e 3!!! NO!!! Ancora kickout da parte del Painful Criminal, che regge una seconda King’s Medal! Mark Arvesti sbatte un pugno a terra, perdendo la calma. Eccolo rialzarsi e schiacciare la sigaretta di Akuma, rimasta a terra sul ring. Poi anche lui fa segno a Galactikos di darsi una regolata coi conteggi. Questi, che non può farci nulla, lo ignora bellamente. Dopo aver tirato il fiato, King Mark abbranca Akuma Fujihara. Vuole chiudere con una terza King’s Medal! No! Fujihara lo ribalta a terra! Back Body Drop di Mr. Pain, che poi corre alle corde, rimbalza, prende velocità, e colpisce in pieno il TWNA World Heavyweight Champion con uno spettacolare Yakuza Kick! King Mark incassa il colpo durissimo, finendo col rimbalzare alle corde. Debole tentativo di Clothesline verso il giapponese, che però scivola sotto il braccio teso, lo blocca, e va per il Japanese Legsweep! No! Arvesti si libera e prova a decapitarlo con un Backfist! Il Demone della Leggenda riesce a bloccargli il braccio, poi lo solleva a forza… E lo atterra violentemente con una poderosa Black Out!!!

Immagine


E lo schiena a forza! 1… 2… e 3!!! No! Arvesti sembra imbattibile! Ennesimo Kickout! Fujihara scuote il capo e si rialza a fatica. Eh lo credo bene, altrimenti sarebbe un cyborg. Il wrestler di Tokyo sputa a terra un misto di saliva e sangue, schifando gli astanti, dopo di che lo vediamo far segno che è finita. Mr. Pain passa nuovamente le corde e si prepara a un altro Pain DDT! Arvesti pian piano si tira su. Fujihara salta sulle corde… Ma il suo volo termina direttamente sul piede alto di King Mark! Shit Kick! Shit Kick! Mozzafiatante!!! Il Superkick di Mark Arvesti spazza letteralmente via Pain Fujihara, che finisce a terra! Arvesti barcolla fino ad appoggiarsi alle corde. Il King of King fa allora il segno della pistola e mima un colpo di grazia al Demone della Leggenda. Va ad abbrancarlo, gli uncina le braccia, lo solleva in aria, e lo schianta al suolo per la terza volta con la Double Underhook Powerbomb!!!

Immagine


LA TERZA! LA TERZA! LA TERZA KING’S MEDAL VA A SEGNO!!! E MARK ARVESTI SI APPOGGIA SUL GIAPPONESE! 1… 2… E 3!!! NO!!!!! KICKOUT ASSURDO DI AKUMA PAIN FUJIHARA!!! Il Painful Criminal si salva praticamente sul 2,99!!! King Mark sembra quasi aver perso la speranza. Eccolo andare ad afferrare per l’ennesima volta Akuma, dicendogli qualcosa. Dopo di che, a fatica, lo tira su… Per la quarta King’s Medal! No! Fujihara si libera dando fondo alle ultime energie!

Immagine


KISS OF THE DEMON! KISS OF THE DEMON CONNESSO! Mark Arvesti rovina a terra senza forze! Akuma “Pain” Fujihara finisce in ginocchio, lo sguardo basso… Dopo un paio di secondi, il Demone della Leggenda si volge verso l’angolo. Eccolo rialzarsi in piedi, passare le corde, e arrampicarsi con grande difficoltà sul paletto! Mentre l’arena è ormai una bolgia, Pain Fujihara si mette in precario equilibrio, fissa gelidamente il King of Kings ormai inerme, dopo di che spicca il volo… E LO TRAVOLGE CON UNO SPETTACOLARE KAMIKAZE SPLASH!!!

Immagine


E’ LA MOSSA RISOLUTIVA! CI SIAMO! FUJIHARA, FINITO SEDUTO A TERRA, SI VOLTA FACENDO UNA SMORFIA DI DOLORE, DOPO DI CHE STRISCIA VERSO ARVESTI, E GLI CROLLA ACCANTO, APPOGGIANDOGLI UN BRACCIO SUL PETTO! SCHIENAMENTO! SCHIENAMENTO! 1… 2…

Spoiler:
...E 3!!!!! E’ FINITA! E’ FINITA! AKUMA FUJIHARA HA VINTO QUESTA INCREDIBILE BATTAGLIA TRA LEGGENDE, VENDICANDO IL PASSATO, E STRAPPANDO DALLE MANI DI MARK ARVESTI IL TWNA WORLD HEAVYWEIGHT CHAMPIONSHIP!!!!!

JR: The winner of this match, by pinfall… AKUMAAAAA… FUJIHARAAAAA!!!!!

MC: Kono shiai no yūshō-sha, pinfa~tsu… FUJIHARAAAAA… AKUMAAAAA!!!!!

Mentre risuona a manetta la sua theme, Mr. Pain ormai privo di forze rotola lentamente via, mettendosi poi in ginocchio. Eccolo pulirsi nuovamente il viso dal sangue, guardandosi intorno, annuendo leggermente e accennando un sorriso estremamente soffisfatto. Vediamo ora Kid The Wizard salire sul ring e consegnare di malavoglia il TWNA World Heavyweight Championship a Galactikos, che poi si volta verso il giapponese e glielo offre. Akuma “Pain” Fujihara si alza in piedi a fatica, e poi si prende quella cintura che ha detenuto in passato soltanto per pochi minuti. Il Demone, raggiunto sul ring da Bosiko, stringe a sé il titolo, iniziando a ridacchiare, visibilmente soddisfatto. Ma attenzione, sfuma la theme del giapponese, mentre Mark Arvesti di nuovo in piedi, barcolla verso il Demone della Leggenda e va a fronteggiarlo… Offrendogli poi una stretta di mano! Il Demone scruta a lungo la mano di Mark, mentre l’arena rumoreggia… Dopo di che gliela stringe!!!

Immagine


Boato da parte dei fan di TWC e TWNA! Questa è storia! Akuma “Pain” Fujihara e Mark Arvesti alzano entrambi le braccia al cielo, incassando una marea di applausi. Dopo di che il giapponese dà una pacca sulla spalla al King of Kings, sospira, poi va a stringere la mano anche a Galactikos, e con estrema e visibile sofferenza reciproca, arriva anche quella tra lui e Kid The Wizard, mentre Bosiko chiacchiera a bassa voce con Arvesti e Galactikos, facendo spallucce di fronte alle loro facce scocciate. Alla fine il Painful Criminal e il Bloody Criminal, che evita di un soffio una bastonata goliardica, o forse no, di Wiz, lasciano il ring e se ne vanno, risalendo la rampa scortati dai redivivi Tanaka, Hiroshima e Nagasaki. Una volta arrivato sullo stage, il wrestler giapponese si volta e alza quel titolo rivendicato dal passato.

Immagine


E mentre all’esterno dell’AT&T Stadium rimbombano spettacolari fuochi d’artificio, noi andiamo in pausa sulle immagini dei fondatori dei Criminals che se ne vanno, e con il fantastico trio formato da Mark Arvesti, Kid The Wizard e Galactikos che lascia il ring e saluta i fan in visibilio nelle prime file. Spot per noi!






Up Next: The Whisperer's War


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change IV
MessaggioInviato: 01/06/2018, 22:52 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12371
Località: Baretto Kurabu
Bentornati in diretta da War Of Change, lo show degli show qui in casa TWC! Le immagini fanno una panoramica sull'AT&T Stadium riempito totalmente nei suoi 110000 posti, e ora puntano sul sontuoso stage costruito per l'occasione dove compare il logo dei Whisperers che fa scaturire fischi da parte dei fan.

Immagine


Le luci si abbassano leggermente.



Ed ecco che risuona la theme song dei Whisperers che viene accolta da nuovi fischi da parte del pubblico.

ImmagineImmagine


Sullo stage fanno la propria comparsa Elize Frazer e Tracy Schneider, la prima con il FWP World Women's Championship in spalla e la seconda con il FWP eXtreme Women's Championship alla vita. Entrambe le Whisperers hanno dei sorrisetti perfidi tatuati in viso, e ora dopo aver osservato i fan si scambiano uno sguardo d'intesa per poi avviarsi verso il ring. Finita di percorrere la lunga rampa le due salgono sull'apron per poi entrare nel quadrato passando entrambe tra la corda alta e la centrale. Le due raggiungono due rispettivi paletti e alzano i propri titoli al cielo per poi farsi passare dei microfoni. Born For Greatness si interrompe e le due si apprestano a parlare.

Elize: Ladies and gentlemen, welcome to The Whisperers' War!

Fischi mentre le due se la ridono.

Tracy: La ormai troppo tempo la guerra che vede contrapposti noi Whisperers alle Un-Enemies va avanti, e adesso è finalmente giunta l'ora di finirla una volta per tutte!

Altri fischi mentre le due si scambiano uno sguardo d'intesa.

Elize: Le Un-Enemies sono state una nostra spina nel fianco da ben prima della loro formazione, anzi addirittura ben prima della formazione dei Whisperers. Alcune loro azioni hanno rischiato seriamente di rovinare le nostre vite, e per tant-



Ed ecco che risuona la theme song di Alisa Drake e Samantha Hart accolta da una grande reazione positiva del pubblico! It's Un-Enemies, bitches!

ImmagineImmagine


Ed ecco che sullo stage fanno la propria comparsa Alisa Drake e Samantha Hart. Alisa è vestita con un giubbotto di pelle con cerniere argentate posato sopra un top nero, shorts di jeans, ginocchiere e stivaletti da combattimento neri, Samantha ha indosso una canotta nera, pantaloni neri con cintura verde scuro e stivaletti neri. Le due osservano le rivali con un sorrisetto compiaciuto, poi si scambiano un'occhiata, si annuiscono a vicenda e si avviano verso il quadrato fianco a fianco. Finita di percorrere la rampa Alisa si blocca per poi scivolare nel quadrato mentre Samantha sale i gradoni, percorre parte dell'apron e poi entra tra la corda centrale e quella bassa, e una volta dentro si dirige verso l'area del timekeeper e si fa passare due microfoni, dandone uno ad Alisa. Fight Like A Girl si interrompe e Samantha prende la parola.

Samantha: Oh cazzo, ma volete stare zitte?! Sentirvi parlare è come avere un cazzo che ti scopa l'orecchio, e fidatevi che è decisamente fastidiosa come cosa...

Sorrisetto beffardo per Samantha mentre Alisa alza un sopracciglio.

Alisa: Proprio non ci riesci a tenere a freno la lingua, eh?

Lo sguardo di Samantha si illumina e non appena fa per parlare Alisa sgrana gli occhi e la blocca.

Alisa: Riformulo! Proprio non ci riesci a stare zitta, eh?

Espressione ironicamente dispiaciuta per Samantha per la battuta sulla lingua bloccata sul nascere, mentre le Whisperers osservano le due rivali stizzite.

Alisa: Comunque ragazze, in un certo senso si può quasi dire che avete ragione. Questa guerra tra le nostre fazioni deve finire, per tanto considerate la vostra sfida accettata. Noi due contro voi due, proprio qui e proprio ora!

Reazione positiva del pubblico mentre le quattro donne accennano sorrisi di sfida.

Alisa: E i vostri titoli saranno in palio!

Altra reazione positiva dei fan, e mentre le Un-Enemies osservano con sguardo determinato le rivali, queste alzano le sopracciglia e si scambiano un'occhiata.

Elize: Per quale motivo dovremmo mettere in palio i nostri titoli contro due che nonostante fossero in superiorità numerica, non sono riuscite a vincere il Front-X?

The Dragoness fa per rispondere ma Samantha la blocca e fa un passo avanti.

Samantha: Perché Samantha Hart non fa mai niente per niente. Volete la vostra occasione di vendetta per tutte le umiliazioni subite? Siamo disposte a darvela, ma di contro se doveste perdere anche oggi sarebbe figo aggiungere un'ulteriore umiliazione alla lista quando vi toglieremo l'unica cosa che vi rende un minimo rilevanti.

Alisa: Inoltre vincere il mio primo titolo a War Of Change è un qualcosa che mi stuzzica molto, quindi ragazze, chiudiamola qui, e chiudiamola in grande stile.

Le Un-Enemies osservano con sguardo di sfida le Whisperers che invece appaiono interdette. Elize e Tracy si scambiano un'occhiata, poi Elize annuisce.

Elize: E sia.

La Schneider alza un dito.

Tracy: Tuttavia la nostra vendetta non prevede lo sconfiggervi in un match, ma prevede la vostra cancellazione definitiva dalle nostre vite. Perciò noi metteremo in palio i nostri titoli solo se voi metterete in palio le vostre carriere...

Elize: In un No Disqualification Match!

La Drake alza un sopracciglio.

Alisa: Pensate che siamo talmente stupide da cadere in una trappol-

Samantha: Accettiamo.

La Bloodreina si gira con occhi sgranati verso la compagna che invece ha fatto sparire il tipico sorrisetto beffardo lasciando spazio a un'espressione seria.

Alisa: Samantha, no. Non ti rendi conto che in un match senza squalifiche gli altri Whisperers possono interferire e costarci la carriera?

Samantha: Sì, ma confido che in un match così importante in un palcoscenico del genere, queste due decidano di dar fondo solo alle proprie forze. Inoltre dopo il tuo fallimento a Sunshine abbiamo bisogno di una vittoria del genere.

The Dragoness alza un sopracciglio.

Alisa: Il mio fallimento di Sunshine?

Samantha: Sì. Mi sono sacrificata per te affinché vincessi, ma non solo hai perso, ma hai fatto vincere Beverly Bailey. Fosse stata Licoride 'sti cazzi, ma Beverly è proprio il fondo.

Alisa: Nessuna ti ha chiesto di sacrificarti per me, anzi avresti potuto lasciare che venissi eliminata visto che ero già infortunata, al contrario di te che avresti potuto vincere in maniera più agevole e portare il Front-X a casa. Quella che ha fallito sei tu.

Le due vanno a muso duro facendo ridacchiare le due Whisperers che così facendo attirano l'attenzione delle rivali.

Elize: Eh eh eh, siete adorabili.

Tracy: Che poi non ci sarà bisogno di alcun aiuto esterno visto che vi state già sgretolando voi stesse dall'interno.

La Hart Princess mostra un'espressione sarcastica.

Samantha: Tranquille principesse sui piselli, anche se dovessimo litigare a match in corso riusciremmo a battervi. Voglio dire, a Indoor War vi abbiamo battute senza che Alisa scendesse una volta in campo, quindi sono abbastanza sicura che tra qualche minuto ci saranno nuove campionesse.

Lo sguardo di Samantha si sposta su Alisa.

Samantha: Sai bene che non prendo rischi a caso Ali. Fidati di me, e per te War Of Change non sarà più l'evento in cui sei finita attraverso un tavolo per colpa di tuo fratello, War Of Change non sarà più l'evento in cui una rediviva Samantha Hart ti ha umiliata, ma War Of Change sarà l'evento in cui vincerai il tuo primo titolo in carriera, chiudendo al contempo la guerra contro il tuo ex marito, la troia che se lo scopa, la sua amichetta del cazzo e il resto della loro cricca di bastardi.

La Drake sospira e abbassa lo sguardo per qualche istante, ma poi rialzandolo nota quello determinato della compagna nelle Un-Enemies e annuisce leggermente. Le Whisperers Ladies si scambiano uno sguardo d'intesa accompagnati da sorrisetti perfidi e ora i due team arretrano ai loro angoli, mentre un arbitro accorre nel quadrato. Questo impromptu match è ora ufficiale!

Un-Enemies vs Whisperers Ladies
Tag Team Match for the FWP World Women's Championship and the FWP eXtreme Women's Championship
If the Un-Enemies lose, they must retire


La contesa ha inizio, in campo per le Un-Enemies c'è Samantha, mentre per le Whisperers Ladies Elize. Le due donne sono ancora al proprio angolo, e mentre Elize si sgranchisce il collo lanciando sguardi di sfida Samantha, questa sta ricevendo un massaggio sulle spalle da parte di Alisa che viene seguita da una leggera pacca, ma ecco che Tracy sull'apron prende la parola con il microfono che mai ha lasciato cadere...

Tracy: Detesto ammetterlo, ma Alisa aveva ragione...



Ma attenzione! Risuona la theme song dei Whisperers! Le due Un-Enemies sgranano gli occhi e iniziano a guardarsi intorno mentre le due rivali sorridono diabolicamente.

ImmagineImmagineImmagineImmagine


Ed ecco che sullo stage fanno la propria comparsa Rick Frye, Dave Jackson, Finn Wheelan e Jacob Bale! La theme song si interrompe e ora i quattro si avviano minacciosi verso il quadrato...

Speaker ha scritto:
???: Devo ammettere che siete diverse rispetto a come vi si vede in TV...


Una voce risuona negli speaker dello stadio, e la cosa fa sgranare gli occhi a Rick Frye che si blocca, come paralizzato. I suoi compagni si bloccano e lo osservano interdetto, mentre Rick inizia a scuotere la testa in maniera isterica. Il titantron si illumina...

Titantron ha scritto:
Le immagini inquadrano una giovane ragazza seduta su una sedia.

Immagine


Rick si gira lentamente verso il titantron, sguardo terrorizzato.

Titantron ha scritto:
Ed ecco che la ragazza viene raggiunta da Alisa Drake.

Immagine


Alisa: Lo schermo a volte è bugiardo Elsa, guarda Samantha che in TV sembra stupida, mentre nella vita di tutti giorni è proprio demente...

Sorrisetto di Alisa verso l'obiettivo mentre il dito medio di Samantha compare da un lato dell'inquadratura verso la compagna nelle Un-Enemies, e la cosa fa ridacchiare Elsa. Alisa sorride a sua volta e si accovaccia mettendosi all'altezza della giovane.

Alisa: So che per te questa è una situazione scomoda. Voglio dire, io e Samy siamo in guerra con Rick, e sappiamo quanto tu tenga a lui, ma tranquilla Elsa, a War Of Change concluderemo una volta per tutte questa guerra e smetteremo di tormentarci a vicenda, e se lui proverà a fare ancora qualcosa dopo che avremo distrutto le sue amichette e preso i loro titoli salvando al contempo le nostre carriere... Beh...

La telecamera viene girata inquadrando la cameraman Samantha Hart.

Immagine


Samantha: Agiremo di conseguenza.

L'inquadratura torna su Alisa Drake che con sorriso beffardo osserva l'obiettivo.

Alisa: We're Everywhere...

Le immagini si interrompono.


The Phoenix è impietrito e ora mentre i suoi compagni lo osservano confusi e provano a fargli domande, questo si gira lentamente verso le Un-Enemies scuotendo la testa in modo isterico... Ma attenzione! Samantha Hart parte all'assalto di Elize Frazer... No! La Hart Princess devia all'ultimo andando invece ad aggredire la Schneider con un potente pugno in faccia che la fa cadere dall'apron! The Best In The Twelve Universes esce dal quadrato di corsa, colpisce con uno Stomp Tracy e prende possesso dei due titoli dall'area del timekeeper per poi scavalcare le transenne mentre Elize le urla contr...

Immagine


Schoolgirl Roll-Up di Alisa Drake su Elize Frazer... 1...2...3!

Spoiler:
3!!! SIIIIIIII'!!! LE UN-ENEMIES HANNO BATTUTO LE WHISPERERS LADIES!!!

Jessica: The winners of this match and new FWP World Women's and FWP eXtreme Women's Champions... Alisa Drake and Samantha Hart, THEEEEEEEE UUUUUN-EEENEEEEEEEEEEEEMIIIIIIIIIEEEEEEEEEEEEEEEEEESSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSS!!!

Il pubblico salta in piedi in un boato misto tra esultanza e sgomento, mentre tutti i Whisperers maschi eccetto Rick entrano nel quadrato, con Alisa che rotola all'esterno e scavalca le barricate. Elize è una furia e ora viene raggiunta da Tracy Schneider e insieme al resto dei compagni vanno a protestare con l'arbitro, dicendogli che la donna legale era Samantha, non Alisa. Rick è ancora sulla rampa, sguardo perso puntato verso il basso, totalmente estraneo a ciò che sta succedendo. Nel frattempo l'arbitro spiega ai Whisperers che la donna legale era Alisa, visto che si è presa il cambio dopo aver dato una pacca sulla spalla di Samantha prima dell'arrivo degli altri Whisperers. Elize e Tracy continuano a protestare mentre gli altri si mettono le mani tra i capelli, con Dave Jackson che punta uno sguardo inviperito verso le due Un-Enemies che ora si sono ricompattate tra il pubblico. Alisa raggiunge Samantha e le salta addosso avvinghiandola in un abbraccio, mentre la canadese se la ride divertita. Alisa scende e ora con occhi lucidi osserva i titoli appena vinti e si mette una mano alla bocca. Samantha ha un titolo in una mano e un titolo nell'altra, e ora osserva prima il World, poi l'eXtreme, di nuovo il World e infine porge quest'ultimo ad Alisa facendo scaturire una nuova reazione positiva del pubblico. Alisa, emozionatissima, prende possesso del FWP World Women's Championship e lo alza al cielo con entrambe le braccia ed emette un urlo di gioia, mentre Samantha con un braccio alza il FWP eXtreme Women's Championship e punta uno sguardo compiaciuto e un dito medio verso i Whisperers nel quadrato. Le immagini inquadrano nuovamente uno sgomento Rick Frye sulla rampa per poi tornare sulle Un-Enemies che dopo essersi scambiate un abbraccio si fanno strada tra il pubblico che gli tributa pacche sulle spalle e festeggia con loro. Le due raggiungono un'ingresso backstage e si rivolgono nuovamente verso l'inquadratura per poi alzare nuovamente i propri titoli al cielo, e su queste immagini noi ci prendiamo un attimo di pausa, restate con noi!






Up Next: ?????


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change IV
MessaggioInviato: 01/06/2018, 22:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12371
Località: Baretto Kurabu
Immagine


“Incendieremo ogni arena nella quale ci presenteremo, perché noi porteremo azione, sudore, violenza, sangue, follia e della fottutissima adrenalina!”

21 marzo 2011


Immagine


SETTE ANNI DOPO...

Spoiler:
Immagine

Tidus ritorna!


Spoiler:
Friday Night Indoor War #70
15.06.2018






Up Next: TWC United States Championship Triple Threat Match - Big Black Boom (c) vs. Matt Thunder vs. Shawn Gates


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change IV
MessaggioInviato: 01/06/2018, 23:06 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12371
Località: Baretto Kurabu
La festa continua qui a War Of Change IV, Sempre in diretta all AT&T Stadium, torniamo sul ring dove troviamo la sempre splendida Jessica Rose centro del quadrato munita di un trasduttore di tipo elettro-acustico in grado di convertire le onde di pressione sonora in segnali elettrici, conosciuto anche come microfono.

Immagine


JR: Ladies and gentlemen, the following contest is a Triple tr..



Un assordante feedback di una chitarra elettrica si propaga nell'intera arena, alcuni spettatori si tappano le orecchie mentre Jessica è costretta ad interrompere la presentazione, dopo qualche secondo il feedback si interrompe e parte un assolo di chitarra, dagli spalti improvvisamente si eleva un boato e tutti si voltano verso lo stage, wait a minute... ma è...è....

Immagine


E' WES BORLAND!!! WES BORLAND E' SULLO STAGE!!! E non è da solo, alle sue spalle compaiono Sam Rivers, John Otto e DJ Lethal, i Limp bizkit sono a WAR OF CHANGE!!!COSA DIAVOLO STA SUCCENDO!!! FERMI TUTTI, MANCA ANCORA QUALCUNO.

Immagine


Fred Durst: Come butta TWC Universe!!!

FRED DURST!!! FRED DURST IS HERE!!! Ora la band è al completo, reazione del pubblico piuttosto mista.

Fred Durst: Se permetti Jessica, il wrestler che in questo momento sta per fare il suo ingresso, lo vorrei introdurlo personalmente, quindi lascia fare a me e tornatene alla tua postazione.

Wes Borland: Vicino all'area del timekeeper?

Fred Durst: No, sotto il tavolo dei commentatori.

L'intera arena ricopre di fischi Fred Durst, ma lui ovviamente non se ne cura, e contrariamente a quanto si possa pensare il prossimo lottatore entrante, almeno per questa sera, avrà una theme song speciale per l'occasione, ma basta indugi e Let's keep on rollin' baby.



Mentre Wes suona l'intro del brano , Durst si cimenta nel ruolo di special ring annoucer.

Fred Durst: Intoducing first, straight from Jacksonville, Florida, weighting 203 pounds... Our good Friend ...MATT THUNDEEEEER!!!!!

Appena parte il riff, sul titantron viene calato una gigantesca bandiera americana, molto....particolare.

Immagine


E finalmente, in mezzo ai Limp Bizkit che suonano, compare lui, the electric splinter, Matt Thunder.

Immagine


In occasione del secondo anniversario del suo debutto in TWC, Thunder oltre sfoggiare i sui lunghi capelli neri con una vistosa ciocca verde fluo, fa notare la T-shirt che sta indossando.

Immagine


Thunder entra nel ring scivolando sotto la corda più bassa e si innalza su uno dei turnbuckle ad ascoltare i calorosi fischi del pubblico, appena la canzone finisce, Matt applaude ai Limp Bizkit e si sistema ad un angolo del ring.



Tripudio di luci al partire di una strumentale inconfondibile, che velocemente si esaurisce lasciando il buio nell'arena. Insieme alla voce di John Legend, si apre un fascio di luce che punta al centro dello stage, dove troviamo un uomo con la testa rivolta verso il basso, i pugni chiusi, un paio di jeans ed un cappello che non lascia dubbi sulla sua identità.

Immagine


Shawn Gates alza lo sguardo rivelando una sigaretta tra le sue labbra e una maglietta nera con su scritto: "Too old to die young". Il wrestler di San Antonio accende la sigaretta e percorre con calma lo stage fino ad arrivare alle scalette d'acciaio sulle quali spegne la sigaretta prima di salire. Una volta sul ring, il texano posa il suo cappello su un turnbuckle per poi guardare fisso Thunder appoggiato al suo angolo, poi si volta verso lo stage. I due continuano a scrutarsi sul ring, parte l’ultima theme.



JR: And their opponent: from South Park, Colorado, weighting one hundred and ninety-five pounds… He is the T-W-C-United-States-Champioooooon… Biiig-Blaaack-Booom!

Big Black Boom viene accolto dagli applausi del pubblico. Il mascherato si presenta con il titolo legato intorno ai fianchi, una t-shirt nera a tema Rocky e una maschera leggermente rinnovata, con venature oro, presenti anche sui guanti e gli stivali bianchi.

Immagine


BBB si ferma come al suo solito davanti allo stage per scrutare il pubblico, unisce le mani e china la testa, poi inizia a percorrere la rampa. Altra, consueta, pausa davanti al ring, il campione degli Stati Uniti guarda i suoi avversari, poi fa qualche passo indietro, poggiando un ginocchio a terra. Batte la mano destra sulla cintura, poi alza la sinistra al cielo: lungo la rampa parte una serie di giochi pirotecnici, che terminano incrociandosi dietro al mascherato, che rimane a favore di camera. Triple B si alza, rotola sotto la corda più bassa del ring e si fionda sul turnbuckle, per ricevere altri applausi dall’arena. Il mascherato si gira e slaccia la cintura, la offre al ref, il quale la alza in aria, stabilendo la posta in palio. È tutto pronto, anche l’arbitro dà il via: inizia il match.

Triple Threat Match
Big Black Boom © vs Shawn Gates vs Matt Thunder
For the TWC United States Championship


I tre contendenti rimangono fermi per qualche secondo, ognuno occupa un angolo del ring. Il primo a farsi avanti è Shawn Gates, il quale si avvicina a centro ring, seguito da Matt Thunder, che lo blocca, poi lo spinge via con uno spintone, ricambiato da Shawn: scambio di pugni fra i due, Matt viene chiuso all’angolo, prima che Big Black Boom intervenga girando verso di sé Gates. Inizia anche fra i due uno scambio di colpi: prima una serie di dritti, poi delle back chop. Shawn sembra avere la meglio, spinge il mascherato verso le corde, gli afferra il braccio destro e prova l’irish whip, che viene invertita: il ribelle viene lanciato dall’altra parte del ring, dove Matt afferra la corda più alta buttando il peso del suo corpo indietro, il texano vola fuori dal quadrato, Matt Thunder e Big Black Boom sono soli sul ring. Il pubblico inizia a rumoreggiare, in vista della resa dei conti fra i due. I due si scambiano uno sguardo di fuoco, ma Matt non aggredisce il suo ex compagni di team ed esce dal ring. Lo splinter cerca qualcosa sotto al quadrato, ma viene subito fermato da Shawn Gates che lo butta a terra con una Lou Thesz Press. Il texano rientra nel ring: clinch con BBB, Shaw gli passa dietro le spalle e lo aggancia per un german suplex, Boom si gira e prova a colpirlo con un lariat, evitato, Gates lo afferra dalla vita e connette un Northen Light Suplex, prova lo schienamento di ponte: uno, nulla. Il ribelle si rialza, ma viene subito colpito alle spalle dal rientrante Matt Thunder. Gates cade e riceve due calcioni da parte di Matt, che poi lo rialza e lo chiude alle corde, dove continua a colpirlo con ganci in pieno stomaco. Irish whip di Tunder e front dropkick di BBB!

Immagine


Il mascherato si è rimesso in piedi e ha colpito l’ex campione degli Stati Uniti grazie all’aiuto del suo ex compagno di squadra, che non sembra prenderla bene: gli corre incontro e prova il braccio teso, evitato da Boom che ora lo riempie di colpi in pieno viso! Eccola, la resa dei conti! Il pubblico esulta, Boom continua l’offensiva chiudendo all’angolo Thunder, sale sul paletto e alza il pugno destro, poi inizia a colpirlo: uno, due, tre, quattro, cinque, se-no! Thunder reagisce: lo carica sulle spalle e fa qualche passo in avanti, pronto per la Last Ride Thunder Bomb… Ma Boom rigira tutto in una hurricarana! I due si rialzano subito, stavolta lo splinter fa vedere tutta la sua rabbia: spear per buttare a terra il suo avversario, poi raffica di pugni sulla maschera di Triple B. L’assalto deve fermarsi quando Shawn Gates interviene e lo trascina via afferrandolo dalla testa, ma Matt ne ha anche per lui: si libera dalla presa e rifila una testata all’avversario, poi gli graffia il viso. Thunder mantiene il momentum con lanciando alle corde Shawn: back body drop, poi è lui a lanciarsi e ad atterrare con una gomitata sul petto di Gates. Schienamento: uno, no. Matt rialza Gates, il quale però lo spinge alle corde. Irishi whip, clothesline evitata, poi atomic drop! Lo splinter viene buttato fuori dal ring! Big Black Boom si sta rialzando, Shawn carica il Gaty Kick… Evitato! Il mascherato passa sotto la gamba di Gates, poi lo porta a terra tentando uno school boy pin: uno, due, no! Ancora nula da fare. Sia BBB che il ribelle si alzano subito, Shawn scivola alle spalle di Boom e lo mette in posizione per un back suplex, evitato con una capriola dal mascherato, che afferra la testa del texano e prova a chiudere una headlock. Gates non glielo lascia fare, Triple B allora lo mette a terra con uno snapmare e applica una side headlocke. Capriola di Shawn per liberarsi, il quale mantiene una presa al braccio di Boom e lo rialza, ma viene sorpreso, insieme al mascherato, dal ritorno nel ring di Matt Thunder.

Immagine


Poderoso doppio braccio teso, che stende entrambi i suoi avversari. L’ex Pulp Fiction scalcia via dal ring Shawn Gates, rimanendo da solo con il suo vecchio compagno di team. Lo splinter gli urla qualcosa, poi lo aggredisce con un furioso pestaggio sul torso di Big Black Boom. I fischi del pubblico piovono sul ring, ma Matt non sembra dargli peso: dopo altre urla verso BBB, si dirige verso un angolo e sale sulla corda più alta, per tentare la sua Thundershock Una volta raggiunta la cima, però, Shawn Gates gli afferra la gamba e lo fa scivolare, causando un bruttissimo impatto fra corda e basso ventre, che lo fa scivolare sull’apron. Proprio dove lo aspetta Gates: serie di pugni, alla quale Matt reagisce con uno european uppercut, poi con un calcione sul ginocchio di Shawn, che lo fa cadere dal ring. Thunder lo segue per guadagnare tempo e riprendere energie dopo il colpo in mezzo alle gambe, suscitando i fischi del pubblico. L’ex PF rialza il texano, gli fa sbattere il viso sull’apron, poi lo ributta nel ring. Lo splinter alza le braccia al cielo, attirandosi altri fischi dal pubblico.

Immagine


Ma Big Black Boom lo colpisce con una Suicide Dive! E continua l'assalto fuori dal ring! Il mascherato colpisce il viso del suo ex tag team partner, ne nasce una zuffa fra i due che rotolano davanti al pubblico, mentre il ref urla ad entrambi di rientrare. Matt sembra riuscire a prendere il controllo della situazione, bloccando Boom a terra. Thunder mette le dita negli occhi a Boom, poi gli rifila una testata. Alza lo sguardo, sorride, poi chiede al cameraman di avvicinarsi , rifila un ceffone a Triple B... E prova a strappargli di dosso la maschera! Boom si dimena, prova a spostare le mani le suo avversario, che però non sembra voler mollare la presa, anzi: inizia addirittura a mordere la maschera nera. Di tutta risposta, BBB lo colpisce con una testata, che fa desistere Matt per qualche secondo. Matt lo guarda, prende un profondo respiro e carica un pungo: ma Boom si gira di fianco! Il violento pugno di Thunder si schianta a terra, urlo di dolore dello splinter! Triple B vede un'apertura: afferra il braccio del suo avversario, poi lo chiude in full guard! Kimura lock!

Immagine


Still Unbroken! Shawn Gates piove letteralmente sui suoi due avversari, infrangendo la presa e stendendo entrambi. Il texano si rialza e afferra per i capelli Thunder, gettandolo sul ring, per poi appoggiarsi un istante all’apron per prendere fiato. Il ribelle scivola sul quadrato, osservando Matt che lentamente si sta rialzando, appoggiandosi all’angolo. Shawn annuisce e prende la rincorsa, gettandosi sul suo avversario con un Corner Splash. Shawn inizia a colpire con una raffica di pugni il volto di Thunder, che si accascia a sedere. Gates annuisce e si volta, bloccando BBB che stava caricando verso di lui e connettendo un Atomic Drop. Seguito da altri due in rapida successione. Boom rimane impalato sul ginocchio del primo campione degli Stati Uniti, e Thunder si è rapidamente messo sulla seconda corda. Blockbuster dell’Electric Splinter sul campione! Thunder si rialza con un Kip Up, finendo preda di un Flatliner. Dead or Alive! Shawn prova lo schienamento. 1… 2… Thunder riesce ad alzare la spalla all’ultimo. Gates scuote il capo, poi prova a schieneare Boom. 1… 2… Kick Out. Nulla da fare per il ribelle, che rialza il mascherato e lo afferra in posizione di Piledriver. BBB però si dimena, riuscendo a riportare a terra i piedi, colpendo poi con dei pugni i fianchi del suo avversario. Shawn indietreggia di qualche passo, lasciando andare Boom, poi parte alla carica con un braccio teso, evitato dal mascherato, che lo afferra per il Cut-to-Black! NO! Shawn spinge via Boom, e lo afferra per la Gates of Hell! Gomitata di Boom che si libera, per poi connettere una bella testata ai danni del suo avversario. Entrambi barcollano, poi BBB cerca di caricarsi il suo avversario sulle spalle, ma Shawn lo colpisce con una ginocchiata al lato della testa, riuscendo a scendergli dal caricamento, ed afferrandolo per un Suplex. Boom però reagisce spingendo Shawn e mandandolo ad impattare di schiena contro l’angolo, rimanendo contro di lui per bloccarlo.

Immagine


Doppio Low Blow! Thunder si fa sentire! Entrambi i lottatori cadono a terra tenendosi le parti basse, e Matt si rimette in piedi. Il ragazzo della Florida si guarda intorno, poi si dirige verso il paletto fra i fischi del pubblico. Arrivato sulla terza corda prende le misure e indica Gates, per poi lanciarsi con una Swanton Bomb. Thunder Shock! Connessa! Ma mentre rotola oltre il corpo del texano viene afferrato da Boom, che era ancora a terra, e chiuso in un Roll Up! 1… 2… Thunder riesce a liberarsi e chiede subito se è un conto di tre all’arbitro, che gli fa segno che è solo un due. Matt si asciuga il sudore dalla fronte, poi va ad afferrare Boom, rialzandolo per la testa e cercando di gettarlo fuori dal ring. BBB però non si muove e colpisce con una gomitata nello stomaco, afferrando a sua volta per la testa Thunder e cercando di buttarlo fuori a sua volta. I due lottano per qualche istante, quando improvvisamente Gates si rialza e corre verso le corde davanti a loro, saltando sulla seconda corda e tentando un Lucky Strike. I due si abbassano in contemporanea, evitando il calcio, e poi si girano. Shawn si getta sui due e cerca di connettere una doppia DDT, ma Thunder e Boom lo spingono via in contemporanea. Shawn scivola all’indietro, e i tre si guardano per qualche istante, in questo triangolo. Improvvisamente Shawn parte per un Gatykick verso Thunder, che si abbassa, ma il texano aveva solo accennato il colpo e connette una DDT. Matt rotola lontano, e Boom e Gates si osservano. I due si gettano uno contro l’altro, cercando di prendere il vantaggio uno sopra l’altro. Dopo qualche scambio di colpi è Shawn a riuscire a domare lo spirito combattivo di Boom, che è costretto ad indietreggiare verso l’angolo, sotto una furia di strike. Il mascherato si copre il volto con le braccia, e Shawn lo tempesta di colpi, spaccandogli il labbro. Il texano fa un paio di passi indietro e inizia a tempestare di spallate il suo avversario, incassandolo nell’angolo. Il ribelle poi si allontana, prendendo la rincorsa e gettandosi con un Corner Splah contro Boom. No! BBB allunga il percorso di Shawn, mandandolo ad impattare di fronte contro la parte superiore del paletto d’acciaio, e ritrovandoselo in questo modo sulla schiena, in perfetta posizione per una Alabama Slam. Boom cammina in avanti, allontanandosi dal paletto con Shawn sulla schiena, ma improvvisamente Thunder si rialza e scatta verso di lui.

Immagine


ZED’S CHOPPER! Thunder lancia fuori dal ring un sorpreso Boom afferrandolo per la testa, poi si butta su Shawn Gates. È finita. 1… 2… 3… NO! SHAWN GATES ALZA LA SPALLA ALL’ULTIMO! Thunder prende a pugni il tappeto per la frustrazione, mentre il texano rotola debolmente verso le corde. Matt si rialza, ma viene preso in pieno da una Springboard Clothesline di BBB, che si è rimesso sull’apron il più presto possibile. Il mascherato si rimette subito in piedi e fa segno al suo avversario di rialzarsi a sua volta. Thunder riesce a riprendere la posizione eretta, e Boom lo colpisce con un’altra Clothesline, facendogli segno di nuovo di rialzarsi. Thunder esegue suo malgrado e viene colpito da un braccio teso. Matt si rimette in piedi una terza volta, e BBB parte ancora, ma questa volta il suo ex compagno di Tag evita il colpo abbassandosi, per poi afferrargli il braccio e girarlo, bloccandolo in posizione di Back Slide. Thunder appoggia le gambe sulla seconda corda, ma l’arbitro non se ne accorge. 1… 2… 3… LEG DROP DI GATES! Shawn con le ultime energie che ha riesce ad interrompere lo schienamento irregolare, stendendo in contemporanea entrambi i suoi avversari. Tutti e tre i contendenti sono a terra, e lentamente iniziano a mettersi in ginocchio in contemporanea. Quando sono tutti e tre in ginocchio si osservano, poi iniziano a scambiarsi dei colpi. Nella furia dei pugni lentamente tutti e tre si rialzano, quasi appoggiandosi gli uni agli altri. Eye Rake di Thunder, che accieca Gates, che barcolla verso le corde. Boom colpisce con un calcio Thunder, poi prova ad afferrarlo, ma Matt si libera e lo colpisce con un calcio nelle parti basse. BBB si inginocchia, e l’Electric Splinter osserva per un istante Shawn che si sta ancora tenendo gli occhi, poi afferra da dietro Boom e lo rimette in piedi, tenendolo in posizione di Full Nelson, per poi lanciare un urlo irripetibile nei confronti di Shawn, che scatta in avanti alla cieca con un Gatykick.

Immagine


Gates of Ice! Superkick di Thunder! Shawn crolla a terra, e Matt schiena BBB. 1… 2… 3… NO! Kick Out! Thunder è disperato, e prova ancora a coprire Boom, che alza ancora la spalla. Thunder sbatte una mano sul tappeto, poi osserva l’angolo e annuisce, arrampicandocisi sopra, non senza fatica. Thunder prende le misure per una Thunder Shock, ma Gates si è ripreso e salta sul paletto, afferrandolo e proiettandolo con un Superplex, mandandolo ad impattare direttamente sul corpo di BBB. Thunder rotola via e Shawn si trascina, appoggiando un braccio sul corpo senza vita del mascherato. 1… 2… Thunder trascina fuori dal ring l’arbitro, per poi crollare al tappeto. Il direttore di gara si tuffa nuovamente sul quadrato, preparandosi a battere la mano per la terza volta, ma nel frattempo Boom alza una spalla. Gates rimane a terra, distrutto, poi lentamente si mette a sedere, rialzandosi. Qui si appoggia all’angolo, battendo il piede a terra e facendo segno a BBB di rialzarsi. È tutto pronto per il Gatykick, e quando il mascherato è in piedi Shawn parte alla carica. Gatykick! NO! Boom lo evita abbassandosi e tenta il Cut-to-Black. Connesso! NO! Shawn ha spinto in avanti BBB, mandandolo a sbattere di faccia contro il terreno. BBB cerca di rialzarsi in piedi il più rapidamente possibile. GATYKICK! BBB crolla al tappeto, KO, e Shawn va per schienarlo, quando Thunder trascina giù dal ring il corpo del mascherato. Il ribelle osserva Thunder, poi cerca di uscire dal ring, ma, mentre è oltre la seconda corda con la testa, Matt lo afferra e connette un Hot Shot, mandandolo ad impattare di collo. Shawn rotola lontano, e Thunder osserva un istante BBB a terra, poi lo solleva a fatica, riuscendo dopo diversi tentativi a farlo rotolare sul ring. Qui lo rialza di nuovo e se lo carica in spalla, portandolo verso il paletto, dove lo fa sedere sulla terza corda. Appoggiatolo si asciuga il sudore dalla fronte, poi inizia a scalare a sua volta, arrivando a stare in equilibrio sulla terza corda. Matt annuisce, poi salta e tenta una Super Hurricanrana. MA BOOM LO BLOCCA! Thunder rimane penzoloni, le gambe intorno al collo di BBB, che ora è in piedi sulla seconda corda. GATYKICK! Shawn connette la sua manovra finale, colpendo in pieno volto Matt, che era a testa in giù. Boom poi con uno sforzo non da poco lo riporta su, in posizione di Powerbomb.

Immagine


SUPER SIT DOWN POWERBOMB! BBB mantiene lo schienamento. 1… 2… 3… Shawn interrompe tutto! Wait a minute…

Immagine


Closin' Gates!!! Il texano intrappola in mascherato nella sua letale sottomissione, BBB urla dal dolore, batte un pugno al tappeto e si sdraia in modo da raggiungere l e corde alle sue spalle, attenzione sta toccando il tappeto con entrambe le spalle. Uno …du…Boom ritorna in posizione seduta, la situazione per il campione degli Stati Uniti è critica, le corde sono lontane e Thunder, paradossalmente l’unico che può “salvarlo” non si muove, il pubblico sembra essere diviso, alcuni incitano Boom, altri Gates, quest’ultimo, sempre mantenendo la presa salda, i avvicina col busto verso l’avversario e gli urla qualcosa.
Boom si accascia nuovamente stavolta su una sola spalla, Shawn si espone ancora di più in avanti, MA BOOM SI ALZA DI SCATTO RITROVANDOSI FACCIA A FACCIA...MANDIBLE CLAW!!! Omg! Due submission contemporaneamente!!! Boom sembra avere la meglio in fatti Gates comincia a perdere i sensi, si sta ripetendo la stessa scena del mese scorso, l’arbitro alza il braccio del ribelle…E VA GIU’! E siamo a uno, lo alza nuovamente….E VA GIU’ DI NUOVO! E siamo a due, lo alza per la terza volta, siore e siori, ora o mai più…

Immagine



E VA GI….KNEE STRIKE OUTTA NOWHERE DI MATT THUNDER….SUL REFEREEE!!! L’elecric splinter con un ultimo sforzo mantiene ancora in vita il match in modo decisamente poco ortodosso, ma a quanto pare sembra ancora non del tutto in grado di reggersi in piedi, infratti si lascia cadere alle corde dando di spalle agli avversari, Boom si libera dalla carcassa del texano e si rimette in piedi, osserva il direttore di gara, e il corpo di Gates, non si muove, il braccio non è alzato, si rende conto che aveva praticamente vinto il match, infine si gira verso Thunder, dai fori sulla maschera si intravedono gli occhi spalancati carichi di rabbia, urla al suo ex tag team partner e gli corre incontro eseguendo una Clothesline, ed entrambi finiscono fuori dal quadrato, Boom nonostante i danni alle gambe, riesce a tenersi in piedi , e non solo, scarica sul suo ex tag team partner un scarica di pugni al volto, attenzione sembra intenzionato ad fare una Irish Whip sui gradoni d’acciaio, lo carica, MA(TT) Thunder capisce tutto e manda il mascherato contro i gradoni.

Immagine


Boom cade rovinosamente e rotola ai piedi del tavolo dei commentatori, Thunder Sembra non aver finito con lui, improvvisamente si ferma, e si gira verso Il ring, Gates è ancora a terra svenuto dalla Mandible Claw di BBB, ora grada l’apron, ed inizia a frugarci sotto, dal boato di quello delle prime file sul quel lato del ring sembra che Thunder abbia trovato qualcosa, ed è….UN TAVOLO!!! Per la prima volta il pubblico reagisce positivamente a Thunder, il quale sistema l’oggetto contundente vicino al paletto, dal pubblico si eleva un secondo boato, BBB è rientrato nel quadrato…
BASEBALL SLIDE!!! Thunder accusa il colpo e si appoggia su tavolo sistemato da lui stesso, Boom è in piedi sull’ apron osserva il corpo dell’electric splinter, osserva il turnbukle, il pubblico ha capito tutto, BBB sale sulla terza corda con in sottofondo l’approvazione della folla, Thunder muove a malapena un braccio, Come andrà a finire….

Spoiler:
Immagine


Flying elbow Smash!!! BBB pugnala il torace di Thunder con in suo gomito, pletora di applausi per il mascherato, il quale, con un po’ di difficoltà, riesce ad alzarsi e a rientrare nel ring, Ma ATTENZIONE GATES SI STA RIALZANDO, Boom non perde tempo e si posiziona alle sue spalle, CUT TO BL…no! Gates lo abbranca ed esegue un back suplex, ma Boom con una capriola atterra in pied…GATY KICK OUTTA NOWE…. NO!! Boom blocca la gamba dell’avversario e lo scaraventa alla sua destra facendo girare Gates di spalle, è il momento.

Immagine


CUT TO BLACK!!! Boom copre, l’arbitro reduce dalla ginocchiata ricevuta da Thunder, striscia con le sue ultime forze verso i wrestler. 1………………..2……………….3!!! 3!!! E’ finita!

Here’s your winner and STIIIIILLLL T-W-C-United-States-Champioooooooon… BIIIG BLAAACK BOOOOOOOOOOOMMMMMMM!!!!!

Il mascherato rimane in ginocchia al centro del quadrato, alza i pugni al cielo con il pubblico che lo osanna come un Dio sceso in terra, l’arbitro gli porge la cintura, con le immagini del nostro TWC United States Champion festante, noi andiamo in pubblicità.






Up Next: No Outside Interference-No Countout-No Disqualification Match - "Superstar" Sigfried Jaeger (BDK Inc.) vs. "The Fearless" Vincent Cross


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change IV
MessaggioInviato: 01/06/2018, 23:15 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12371
Località: Baretto Kurabu
E dopo la pausa pubblicitaria del TWC Network, torniamo nuovamente in diretta con TWC War of Change IV dall’AT&T Stadium di Arlington, Texas.


Immagine



Dopo una breve panoramica dell’imponente “astronave”, è arrivato il momento di chiudersi a chiave e incollarsi allo schermo, perché la democrazia sta per essere sospesa. Sigfried Jaeger, il plurititolato Best from the West di Ravensburg, affronta Vincent Cross, l’indistruttibile biker del Colorado, in un attesissimo No Outside Interference, No Countout, No Disqualification Match che si preannuncia violento, sanguinoso, e dai toni altamente drammatici...


Immagine



JR: Ladies and gentlemen. The following contest, scheduled for one fall, is a No Outside Interference, No Countout, No Disqualification Match!!!


Boato immenso in risposta da parte dei centomila spettatori che gremiscono una delle arene più grandi del mondo. Dopo di che, il pubblico si mette in spasmodica attesa per l’ingresso dei due protagonisti del match, arrivati all’ultimo atto di una rivalità tanto inaspettata, quanto cruda e senza quartiere. Ed ecco che siamo pronti per l'ingresso del primo partecipante di questo incontro... MA ATTENZIONE, IMPROVVISO CAMBIO DI TELCAMERA! INQUADRATURA DA UN ELICOTTERO, SIAMO FUORI DALL'ARENA, PER LE STRADE DI ARLINGTON! In lontananza ecco che scorgiamo delle luci... Molte luci, moltissime luci, di diverse moto!!!



Immagine



UNA GANG STERMINATA DI BIKERS SI DIRIGE VERSO L'ARENA! Momento assurdo qui all’AT&T Stadium! Il gruppo sterminato di motociclisti raggiunge il parcheggio dell'arena facendo rumore a profuzione con le loro moto color nero ed argento, facendo rombare più e più volte i motori! Ed ecco che gli uomini fanno spazio all'ingresso di un'altra figura, che guida in mezzo a loro, una figura questa volta decisamente ben conosciuta ai fans della TWC: VINCENT CROSS!


Immagine




Fischi del pubblico feroci per l'avversario di Sigfried Jaeger, che si dirige su un percorso personalizzato per la sua moto, andando a grande velocità per i corridoi del backstage, costellati di membri del corpo di sicurezza della TWC che impediscono il passaggio di altri addetti mentre Cross continua a guidare senza fermarsi, ed ecco che incappa in tre persone vicino ad una tenda nera! Sono Box Mannix, Alejandro Signos e Kurt Wagner!


ImmagineImmagineImmagine



BX: Spezzalo in due.

AS: MATALO!

KW: Vendicami!

Cross saluta con la mano e sgomma tra le tende aperte da Wagner e Signos, mentre Box sputa in camera. Cambio di inquadratura, siamo nella zona del quadrato ancora vuoto e vediamo Vincent Cross che arriva dal lato sinistro del backstage dietro il Titantron e sale sulla rampa con la sua moto! Cross si guarda intorno, sorridendo di gusto... ED ECCO CHE SI SENTE LA SUA VOCE RISUONARE PER TUTTA L'ARENA!



"BEWARE OF THE BIKER NATION!"




Immagine






RISUONA SOLO ADESSO "HOLY DIVER", LA THEME SONG DEL BIKER DEMON! La canzone del compianto Ronnie James Dio risuona per tutta l'arena, che si impegna a fischiare Vincent Cross, mentre per la rampa inizia a spandersi un effetto luce che la fa sembrare infuocata! Ed ecco che il Biker, al suo primo Match in Pay Per View in questo 2018, guida per la rampa, dirigendosi verso il quadrato.


JR: Introducing first. Making his way to the ring, weighting 287 pounds and standing 6-feet-9-inches tall. From Denver, Colorado. He is the Deadliest, the Careless, the Fearless… VINCEEEEENT… CROOOOOSS!!!!!


Immagine



Vincent raggiunge il quadrato, parcheggiando la moto vicino ad esso. Cross sale dunque sul quadrato, nel mentre la sua theme ha smesso di risuonare per l'arena, lasciando spazio solo ai fischi feroci della folla di tifosi e fans della Total Wrestling Corporation presente quest'oggi all'AT&T Stadium. Dopo un’occhiataccia al referee Simon DeJano, scelto per l’incontro, l’Hell Biker va ad appoggiarsi alle corde, mettendosi in attesa del suo avversario.


Immagine



Attenzione, luci abbassate all’interno dello Stadium!





Dopo qualche secondo di eccitazione e attesa, l’immenso stage si illumina e troviamo gli Amon Amarth, autori delle theme di due terzi della Bruderschaft Der Krahe Incorporated. Mentre il gruppo nordico inizia a suonare in live la Special Theme di War of Change di Sigfried Jaeger, sul titantron vediamo scorrere via via le immagini dei più grandi successi del Corvo. Dalla vittoria della Chamber ad Alpha Horizon 2016 alla conquista del titolo mondiale a War of Change II, dalle difese titolate contro Jack Keenan e Nick Carroll alla nascita della saga della League of Extraordinary Gentlemen a War of Change III, culminata con un secondo regno di coppia durato quasi un anno… Ma attenzione! Un occhio di bue illumina qualcuno che sta calando dall’alto verso lo stage!


Immagine



Proprio come il Dio del Tuono cantato dagli Amon Amarth, Sigfried Jaeger, in armatura, mantello e Mjölnir atretto nella mano destra, cala lentamente in cerchio attorno all’arena, tra le tumultuose urla di gioia del pubblico! Dopo un po’ lo spettacolare volo del Best from the West all’interno dell’AT&T Stadium termina con un perfetto atterraggio sullo stage, tra una densa foschia.





Ed ecco rimbombare la theme TWC di Sigfried Jaeger! Dopo qualche secondo il 34th Street Hero sbuca dalla nebbia, in attire da combattimento e maglietta BDK “War of Crows IV Edition”.


Immagine



Taunt rivolta alla telecamera, cenno d’intesa con gli Amon Amarth, e poi finalmente il Corvo si avvia verso il ring, calando lungo la rampa con decisione.


JR: And his opponent! Making his way to the ring. From Ravensburg, Germany, weighting 215 pounds and standing 6-feet-3-inches tall. Representing the Bruderschaft Der Krahe Incorporated, he is the Deadly Corw, the Monster Hunter, the Best from the West... SIGFRIEEEEED JAEGEEEEER!!!!!


Arrivato ai piedi del ring, ecco Sigfried fermarsi e scrutare a lungo Vincent Cross tra le urla generali. Dopo di che il Best from the West procede a salire i gradoni d’acciaio e a irrompere nel quadrato, ma senza perdere di vista il lottatore americano. Una volta dentro il quadrato, il Corvo va subito a fronteggiare l’Hell Biker. Mentre la tensione sale alle stelle, Jaeger fa la taunt direttamente in faccia a Cross, il quale però replica con un ghigno ironico e alcune “raccomandazioni” a bassa voce. Interviene a questo punto Simon DeJano a dividere i due, e dopo un sorrisetto di rimando, Sigfried lascia perdere, passando al salutare i fan impazziti. Una volta terminata l’esibizione degli Amon Amarth, la parola passa al pubblico, che si scatena in cori e urla belluine. Vediamo SIgfried togliersi la maglia e lanciarla al pubblico, mentre Vincent Cross fa qualche mossa di riscaldamento e si schiocca le dita delle mani. Ci siamo, amici… Tensione che sale alle stelle. Simon DeJano chiede l’ok da entrambi i lottatori, dopo di che eccolo fare un cenno al timekeeper. Triplice rintocco della campanella e che la battaglia abbia inizio! Here. We. Go!


**No Outside Interference-No Countout-No Disqualification Match **

“Superstar” Sigfried Jaeger (BDK Inc.) vs. “The Biker Demon” Vincent Cross



Jaeger e Cross corrono immediatamente l’uno verso l’altro, arrivando a centro ring, e iniziando a colpirsi violentemente a suon di pugni! E’ lo spot dei pugni! E’ lo spot dei pugni! Sigfried pare avere la meglio, lo vediamo piazzare tre colpi di fila al volto tumefatto del gigantesco biker, dopo di che provare un Irish Whip. Reverse dell’Hell Biker, il Corvo rimbalza alle corde. Spallata violentissima di Cross, che atterra il Best from the West. Standing Elbow Drop di Cross, che poi si rialza e rifila una seconda gomitata in caduta sull’avversario. Dopo di che Vincent si rialza e decide di correre alle corde per un Legdrop. Rimbalzo. No! Sigfried lo prende in anticipo buttandosi a terra verso le sue gambe, facendolo inciampare. Cross cade prono a terra, e il tedesco gli si tuffa addosso. Tenta un’immediata Untersuchung! No! Vincent subodora il pericolo mortale. Si scuote violentemente e rotola via. Calcio in faccia da parte di Jaeger. Il biker esce dal ring e rialza fuori, tenendosi la testa. Sigfried è già in azione. Mentre il pubblico rumoreggia ed esulta, vediamo il tedesco andare a rimbalzare alle corde, prendere velocità, e andare a impattare addosso al gigantesco avversario fuori dal ring!


Immagine



Flug von Selbstmord a segno! L’impatto scaraventa il Careless addosso alle transenne. Vediamo Sigfried rialzarsi tra le grida generali e dire qualcosa di offensivo a Cross. Dopo di che eccolo andare a rialzarlo. Pugni di Sigfried all’avversario. Replica di Vincent Cross e Eat It! a segno. Il Corvo risponde con una serie di pugni e calci al corpo, degna degli assalti di Brunild Wagner. Backfist from the Hero! A vuoto! Il Fearless evita il colpo violento e sferra un altro Eat It! a Jaeger, seguito da una poderosa ginocchiata allo stomaco del wrestler tedesco. Dopo di che Vincent abbranca il Best from the West e lo getta addosso ai gradoni d’acciaio. Terribile spallata da parte di Jaeger sui gradoni. Il tedesco fa una smorfia di dolore. Cross si controlla il volto e poi procede a prendere a calci il tedesco. Eccolo colpire ripetutamente Sigfried alla gamba. Poi lo vediamo andare a scostare i gradoni. Sta tentando di incastrare la gamba del Corvo tra i due blocchi d’acciaio dopo di che lo vediamo issarsi sull’apron… Gliela vuole spezzare! Cross tenta di schiacciare la gamba di Jaeger tuffandosi con un Legdrop sui gradoni! Ma il Best from the West riesce a liberarsi in tempo, e Cross si abbatte inutilmente a sedere sull’acciaio. Lo vediamo rialzarsi e camminare nei pressi della sua moto, zoppicando… Sigfried tenta di approfittarne prendendo la rincorsa e gettandosi addosso a lui tra le corde…


Immagine



Ma Cross lo respinge con un Big Boot improvviso!!! Il Best from the West, respinto violentemente, rimane abbattuto sulla prima corda. Poi, pian piano, scivola e cade a terra, tenendosi la testa. Altri calci da parte di Vincent Cross, che poi rialza il tedesco e gli sbatte la testa addosso ai gradoni. Lo vediamo poi afferrare il wrestler tedesco e abbatterlo a terra con una potente Spinning Wheel! Smorfia di dolore da parte di Sigfried Jaeger. A questo punto Cross lo lascia perdere e va a trafficare presso la sua moto. Eccolo frugare nella borsa di cuoio fissata a lato, e tirare fuori una chiave inglese! Il Biker Demon, inquadrato in primo piano, fa un ghigno, poi si volta e va ad affrontare Sigfried, che si sta tirando su sfruttando l’apron ring. Ma il tedesco lo respinge con un Bruderschaft Kick! La chiave inglese cade a terra. Cross barcolla. Secondo Bruderschaft Kick! Stavolta il biker si piega, tenendosi lo stomaco. Il 34th Street Hero a questo punto studia la situazione. Lo vediamo balzare sull’apron ring e puntare l’avversario, che non appena alza lo sguardo e fa un passo in avanti, viene letteralmente travolto e gettato addosso alla sua moto con un Panzerfaust!!!


Immagine



L’impatto dell’Hell Biker sul suo veicolo preferito fa rovinare a terra l’Harley Davidson tra gli applausi generali del pubblico texano. Cross impreca a terra, ma Jaeger non vuole dargli alcuna tregua. Il wrestler di Ravensburg va ad abbrancare il biker, che però raccoglie da terra la chiave inglese. Sigfried tenta la Gegen Monstrum direttamente sul cemento! No! Cross si libera violentemente e poi rifila un colpo di chiave inglese in faccia a Sigfried, tramortendolo! Brutta botta per il tedesco, che cade a terra, tenendosi il volto. Vincent si ferma a guardare la sua moto, digrigna i denti dalla rabbia e tira addosso a Jaeger la chiave inglese. Il Careless poi abbranca l’avversario e lo ributta sul ring, dopo di che lo vediamo andare a frugare sotto al quadrato. E’ una sedia! Cross accenna un mezzo sorriso, infine rientra nel ring, pronto a massacrare il tedesco. Mentre vediamo Jaeger che sanguina da una ferita alla fronte, ecco sopraggiungere Cross. Sediata al corpo di Jaeger! Seconda sediata! Terza sediata! Quarta sediata! Quinta sediata! Poi, non pago, il Biker Demon tira su il Monster Hunter, e sfruttando la sedia, lo abbatte sul ring con una Bodyslam.


Immagine



Brutta botta per il Corvo! E arriva il primo schienamento del match. 1... No! Quasi sul due Sigfried si scuote e si rovescia di lato, il sangue che inizia a imbrattare il ring. Vincent Cross sospira, afferra la sedia, e la piazza a terra accanto al tedesco. Poi lo vediamo andare ad afferrare Jaeger per il collo e a strattonarlo fino a rialzarlo. Crush sulla sedia! No! Il Best from the West si libera all’ultimo istante, blocca il braccio dell’Hell Biker, lo gira, e lo abbatte a terra direttamente sulla sedia con un’improvvisa, quanto devastante Gegen Monstrum! Boato del pubblico di Arlington. Alcuni si alzano in piedi nelle prime file quando parte lo schienamento immediato da parte di Jaeger... 1... 2... No! Sul due Vincent Cross si scuote in modo violento, rialzandosi più in fretta che può, come fosse un toro inferocito, il sangue che esce dalle ferite riaperte sul voto... E viene rimesso a tacere con una Whisper of the Hero! Col biker tramortito a terra, vediamo Sigfried andare ad afferrare la sedia. Il Best from the West guarda Cross, poi eccolo puntare all’angolo. Il tedesco scala le corde e va a mettersi in equilibrio. Taunt della BDK Inc., e tuffo terrificante con la sedia addosso a Vincent Cross!


Immagine



Applausi per il volo spericolato del 34th Street Hero, che vediamo mettersi in ginocchio e guardarsi intorno. Il Best from the West si pulisce il sangue dal viso, poi blocca a terra l’avversario, schienandolo... 1... 2... No! Cross è tremendamente coriaceo, ed esce nuovamente sul conto di due. Sigfried annuisce. Si tira su, e gli rifila un paio di stomp al corpo. Vincent li accusa e per tutta risposta tenta di rialzarsi, scrutando rabbiosamente il Best from the West, che per tutta risposta gli sferra un calcio al volto. Cross rotola di lato, si aggrappa alle corde, e si tira su. Sigfried parte per un braccio teso volto a rovesciarlo fuori dal ring... Ma viene respinto con un calcione da parte del Biker Demon! Jaeger arretra, Cross a questo punto carica il braccio e tenta una Street Speed! No! Sigfried evita di un soffio, effettua un mezzo giro, piega il braccio destro e va per un Blitzkrieg improvviso! Anche questo a vuoto! Eat It! a segno! Seconda Eat It! Terza Eat It! Il Corvo barcolla. Altra Eat It! No! Tentativo di Oden’s Blade da parte dell’ex-campione del mondo, ma Vincent riesce prodigiosamente a rovesciare la mossa, e finisce con l’abbattere il Best from the West a terra con una spettacolare Fall of Man!


Immagine



Sulla sedia!!! Come vediamo, Sigfried accusa il colpo tremendo messo a segno dal Biker Demon. Vediamo il Corvo sbattere i piedi a terra e rotolare di lato, imprecando a bassa voce. Vincent Cross dal canto suo si mette a sedere. Lo vediamo guardarsi intorno, passarsi la mano sul viso insanguinato, e voltarsi lentamente verso l’avversario, con uno sguardo che è tutto un programma. Dopo di che l’Hell Biker si rialza e va a raccogliere la sedia. Eccolo l’oggetto d’acciaio a terra un paio di volte e attendere che Jaeger si rialzi. Poi carica il colpo verso la testa dell’avversario... A vuoto! Sigfried riesce a evitare di farsi frantumare la faccia, corre a rimbalzare alle corde, e travolge il Biker Demon con uno spettacolarissimo Hunter’s Kick! Vincent cade a terra violentemente, mentre la sedia letteralmente vola via, finendo per rimbalzare fuori dal ring. Cross , a terra, lancia un’imprecazione irripetibile, poi si gira pancia a terra e tenta di tirarsi su, esponendosi però alla furia del wrestler tedesco, che coglie l’occasione propizia per andare nuovamente a rimbalzare alle corde, saltando poi sulla schiena del Careless, e schiacciandogli la faccia a terra con una perfetta Stay Down!


Immagine



A questo punto Sigfried procede con lo schienare il temibile avversario ed ex-amico... 1... 2... No! Kickout da parte di Vincent Cross, che poi striscia di lato e si aggrappa alla prima corda. Sigfried osserva Vincent, dopo di che eccolo tornare in azione. Il Corvo di Ravensburg scivola sotto le corde e va a procurarsi una mazza da Kendo. Eccolo poi rientrare sul quadrato, avanzare verso Cross, che si sta tirando su, dirgli qualcosa, e poi colpirlo selvaggiamente al corpo! Vincent Cross incassa i colpi stringendo i denti e chiudendosi all’angolo in posizione difensiva. Bastonata di Sigfried alle gambe del biker, cade in ginocchio. Il tedesco poi passa il bastone sul collo dell’avversario e tenta di strozzarlo. Cross, in difficoltà, cerca di liberarsi. Gomitate al corpo del tedesco, che perde la presa. Sigfried tenta di colpire al volto l’Hell Biker con la mazza da Kendo, ma quest’ultimo evita, bloccando poi il braccio del Corvo, e rifilandogli una testata! Sigfried cerca di liberarsi, ma Cross replica con una seconda tremenda testata, dopo di che molla Jaeger, si lancia alle corde, rimbalza, evita un colpo di bastone, abbassandosi, e dopo un’ulteriore rimbalzo, lo vediamo travolgere il Best from the West con un poderoso Stop Sign!!


Immagine



Sigfried, tramortito, perde la presa sulla mazza da Kendo, che diventa preda di Cross. Questi l’afferra e la usa per colpire ripetutamente il 34th Street Hero, rimasto a terra. Dopo di che Cross spezza il bastone e lo getta via. Piede di Cross su Jaeger a terra. E schienamento... 1... 2... No! Sigfried alza una spalla. A questo punto Vincent punta il dito sul tedesco, guardando il pubblico, poi va a scavalcare le corde e scende dal ring. Il Biker Demon raggiunge la propria moto, la tira su a forza, rimettendola sul cavalletto, poi tira fuori dalla borsa una catena d’acciaio. Eccolo rientrare sul quadrato e qui sferrare un paio di catenate al corpo di Jaeger, che lasciano brutti segni sul corpo del tedesco. Dopo di che il Careless tenta di strozzare Sigfried con la catena! Il Corvo tenta di liberarsi in ogni modo dalla catena che gli stringe il collo. Vincent tiene la presa a forza, scuotendolo a destra e a manca, dopo di che lo molla a terra, dove Sigfried resta immobile. E lo va a schienare... 1... 2... No! Sigfried c’è! Cross scuote il capo, gli grida qualcosa, poi si tira su e raccoglie la catena, avvolgendosela attorno alla mano. Poi attende che questi si rialzi. Eat It con la catena! NO!! Sigfried evita il tentato omicidio poi si afferra al collo di Vincent, e lo colpisce alla nuca con l’Oden’s Blade!


Immagine



Cross cade violentemente al tappeto, e il wrestler di Ravensburg gli si butta addosso, schienandolo: 1... 2... No! Il biker è mai domo ed effettua un altro Kickout. A questo punto Sigfried sospira e si rialza. Eccolo fare un segnale al pubblico e piegare il gomito destro, chiamando a gran voce il Blitzkrieg. Vincent, in difficoltà, si rialza pulendosi il sangue dal volto, ignaro di quello che sta per succedergli. Ecco partire Jaeger, rotazione, e Blitzkrieg! No! Cross lo anticipa rabbiosamente, afferrandolo, e atterrandolo con una violentissima Outburst! Il Biker Demon poi si rimette a sedere, guardandosi intorno e scoppiando a ridere. Salva di fischi da parte dei fan riuniti qui per War of Change. Cross fa spallucce, poi striscia verso la catena, che raccoglie e torna ad arrotolare attorno al pugno destro. Dopo di che lo vediamo andare su Jaeger e sferrargli diversi pugni al volto, riducendogli il viso a una maschera di sangue. Non pago, eccolo buttare via la catena sporca di sangue, andare poi ad abbrancare il wrestler tedesco, e caricarselo addosso. Dopo di che Vincent Cross fa due passi, e abbatte Sigfried Jaeger a terra con una perfetta Beer Fall!


Immagine



Sigfried Jaeger è in difficoltà. Cross a questo punto lo schiena. 1... 2... No! Kickout di Sigfried. Cross piega la testa e lo schiena di nuovo, mentre il pubblico incita il proprio eroe. 1... 2... No! Altro Kickout da parte del Corvo. A questo punto Vincent preme a forza le spalle di Sigfried a terra. 1... 2... e 3! No, ancora no! Sigfried si scuote vigorosamente interrompendo lo schienamento. Il Corvo si scuote violentemente. Esultano i fan. Batte il pugno a terra Vincent Cross. Il Biker Demon a questo punto va ad impadronirsi di nuovo della catena, e platealmente se l’avvolge nuovamente sulla mano. Poi va ad afferrare Sigfried per i capelli, mettendolo in ginocchio e sferrandogli un’Eat It devastante! No! Sigfried blocca il braccio del brutale avversario, rialzandosi. La prova di forza dei due dura qualche secondo, dopo di che Cross rifila una nuova testata a Jaeger, che ricade a terra. A questo punto Vincent opta per rifilare un altro paio di frustate al corpo dell’avversario, poi eccolo prendere le misure e andare ad arrampicarsi all’angolo. E’ il momento della Biker from Paradise! Il Biker Demon attende che il tedesco inizi a rialzarsi, dopo di che eccolo tuffarsi dalla terza corda addosso a Sigfried Jaeger... Che lo sorprende e lo decapita con una Valhalla Rising terrificante outtanowhere!!!


Immagine



Che mossa di Sigfried Jaeger! E boato immenso del pubblico che gremisce l’astronave di Arlington! Vincent Cross, colpito da una delle mosse più micidiali del Corvo di Ravensburg, rimane al tappeto, distrutto dal colpo. Sigfried barcolla poi verso il wrestler di Denver e lo schiena. 1... 2... e 3! No! Ancora una volta Vincent si scuote, respingendo il tentativo di Jaeger di far sua questa brutale contesa. Il Corvo, ora seduto, si pulisce nuovamente il volto insanguinato, dopo di che, sostenuto dal pubblico, eccolo andare a sua volta a raccogliere la catena insanguinata lasciata a terra da Cross. Il Best from the West la avvolge al collo del biker... E tenta di chiuderlo nell’Untersuchung! Cross, in pericolo mortale, si scuote nuovamente con tutte le forze, riuscendo a respingere nuovamente il tentativo del wrestler tedesco, che allora lo strattona con la catena, rialzandolo a forza. Serie di pugni di Sigfried al volto del Biker in difficoltà, dopo di che il Best from the West lo strattona per la catena avvolta al collo e lo lancia alle corde. Vincent rimbalza una volta, evita un Blitzkrieg, rimbalza una seconda... E abbatte Jaeger con una Street Speed!!!


Immagine



E lo schiena! Lo schiena! 1... 2... e 3! No!!! Kickout di Sigfried Jaeger! Sospiro di sollievo del pubblico. Rabbia per Vincent Cross, che si toglie di dosso la catena e la getta via. Eccolo andare ad afferrare Sigfried e preparare la Deadly Bomb! No! Il Best from the West fa resistenza e si libera disperatamente! Biss des Krahen del Monster Hunter! Cross cade in ginocchio. Sigfried afferra nuovamente l’avversario per il collo, dopo di che carica il colpo, e lo rovescia alle sue spalle con una perfetta Loki’s Tie! Vincent Cross ruzzola a terra, si rialza e va a sbattere all’angolo. Sigfried lo carica, Cross lo respinge con una gomitata. Il Biker tenta una seconda Street Speed! Evitata! Gegen Monstrum! No! Il Biker Demon alza a forza l’avversario e lo getta via. Dopo di che gli si tuffa addosso, e lo colpisce alla gamba con un braccio teso! Sigfried crolla a terra, il volto una maschera di sangue e dolore. Cross si tira su, scuote il capo, e afferra l’avversario. Eccolo tentare di caricarselo sulle spalle per la Road End! No! Sigfried si libera improvvisamente, atterrando accanto a Cross, bloccandolo e tramortendolo con un’improvvisa Willkommen!!!


Immagine



Altra salva di applausi da parte del pubblico dell’AT&T Center. Sigfried si controlla la gamba, dopo di che eccolo andare a schienare Vincent Cross. 1... 2... No! Il Biker Demon è tremendamente coriaceo e si scuote sul due e mezzo dopo la serie di assalti micidiali del wrestler tedesco. A questo punto Sigfried riprende fiato, poi si alza e arretra all’angolo. Cross pian piano si riprende. Sigfrie attende che sia in piedi, e lo assale, colpendolo in pieno con una perentoria Nibelungen Nacht! Preso d’infilata, il gigantesco biker americano riesce in tempo ad alzare le braccia, venendo respinto a forza all’angolo, da qui, però, rimbalza in avanti, andando a travolgere Jaeger con una Spear! Il Best from the West e l’Hell Biker finiscono entrambi a terra. Eccoli rialzarsi pian piano, l’uno di spalle all’altro, poi voltarsi e colpirsi in cimtemporanea con un Uppercut! I due si allontanano di qualche passo. Doppio pugno al volto di entrambi. Sigfried tenta allora un Backfist from the Hero, ma Cross gli blocca il braccio, lo prende per il collo, e lo solleva a forza sopra di sé, schiantandolo poi al tappeto con una proverbiale Crash!!


Immagine



Dopo aver schiantato violentemente a terra il wrestler di Ravensburg, il Biker Demon gli cade accanto in ginocchio e gli mette una mano sul petto. DeJano procede allora col conteggio. 1... 2... No! Sigfried alza una spalla. Cross gli dice qualcosa a bassa voce. Jaeger scuote il capo. Il biker lo rialza a forza, ma l’ex-campione del mondo si libera improvvisamente, sferrandogli una ginocchiata allo stomaco, dopo di che eccolo abbattere l’avversario a terra con un Deutsche Legsweep improvviso! Subito dopo Sigfried monta su Cross e lo prende brutalmente a pugni sul viso. Reazione violenta del biker, che rotola a sua volta sopra Jaeger e restituisce la dose di pugni al volto del tedesco. Sigfried si scuote a tutta forza, arrivando poi a scalciare via Vincent. I due magnifici wrestler si rialzano, e si colpiscono nuovamente con un pugno in contemporanea, seguito poi da un Backfist of the Hero da parte del Monster Hunter! Cross barcolla, poi per tutta risposta sgancia un altro dei suoi micidiali Eat It! Entrambi i lottatori arretrano a un paio di metri di distanza, fissandosi malamente. Dopo un paio di secondi di tensione, eccoli improvvisamente ripartire l’uno verso l’altro…


Immagine



E scalciarsi violentemente a vicenda nei gioielli di famiglia! Che dolore! Sia Sigfried, che Vincent finiscono così per rovinare a terra imprecando. Il pubblico urla in continuazione "THIS IS AWESOME! THIS IS AWESOME! THIS IS AWESOME! THIS IS AWESOME! THIS IS AWESOME! THIS IS AWESOME! THIS IS AWESOME!" mentre incomincia il conteggio del referee per il doppio K.O.... 1..... 2..... 3..... 4..... 5..... I due iniziano a muoversi.... 6..... 7..... 8..... I due raggiungono le corde più basse..... 9 ED ECCO CHE I DUE ROTOLANO FUORI DAL QUADRATO PER INTERROMPERE IL CONTEGGIO! VINCENT CROSS E SIGFRIED JAEGER IMPEDISCONO IL DOPPIO KO TECNICO! I due si rialzano usando le balaustre, e si osservano dai lati opposti dell'esterno del quadrato. Sigfried è più veloce a rientrare dentro il ring, mentre Cross rimane sull'apron ring... Il tedesco si avvicina all'avversario ma questi lo colpisce con un ceffone che lo fa indietreggiare! Sig si tiene la guancia, mentre Cross lentamente sale sull'angolo destro alto dall'esterno del quadrato, portandosi sulla seconda corda e poi sulla terza... Si siede sull'angolo e Jaeger lo raggiunge! Scambio di cazzotti tra i due vinto dal tedesco che sfrutta la posizione offensiva, quindi prova a sollevare l'avversario, e cerca il Superplex... Ma il Fearless oppone resistenza non facendosi sollevare, e riesce quindi ad eseguire lui il caricamento facendo schiantare i gioielli di famiglia del proprio avversario sulle corde!


Immagine



Impatto tremendo per il Corvo leader della BDK Inc., che carambola fuori dal ring imprecando ad alta voce nella propria lingua natia. Il Biker della Total Wrestling Corporation rimane seduto sull'angolo destro alto, prendendo ampi respiri per rifiatare. Osserva dall'alto il suo odiato nemico che sta cercando di rialzarsi, portandosi le mani nell'interno coscia che ha appena subito un duro colpo. Sigfried prova a risollvarsi usando il tavolo di commento come peso d'appoggio, ma il braccio destro gli fa troppo male e se lo tiene cadendo in ginocchio. Vincent Cross sorride osservando questa scena, e successivamente si guarda intorno mentre il pubblico è tornato a fischiarlo pesantemente, incitando piuttosto l'Eroe della Trentaquattresima strada a gran voce, sperando di ridargli forza... Sig si colpisce il braccio destro con alcuni pugni leggeri per fargli recuperare la sensibilità, ed intanto il suo avversario si porta barcollando in piedi sulle corde, cercando di fare del suo meglio per non cadere sul sedere, tenendosi alle corde con le mani... Osserva il lottatore tedesco che sta rimettendosi su due gambe... E vola su di lui con un incredibile Flying Double Axe Handle!!


Immagine



Dopo questa incredibile mossa da parte del Demon Biker ripartono i cori "HOLY SHIT! HOLY SHIT! HOLY SHIT! HOLY SHIT! HOLY SHIT! HOLY SHIT!" mentre entrambi i contendenti sono nuovamente a terra. Sigfried si tiene la schiena dolorante, rotolando per terra ed imprecando, mentre Cross steso a pancia in giù muove le gambe per assicurarsi di avere ancora la sensibilità. The Sword of Justice si avvicina a gattoni alla sedia di Michael Campbell e gli ordina di spostarsi. Il commentatore si alza immediatamente, mentre Sigfried si porta con le mani sui braccioli della sedia e con uno scatto ci si siede sopra, recuperando fiato. Nel frattempo l'assisito di Alejandro Signos inizia a rialzarsi nuovamente... Passano alcuni secondi, Sigfried in preda alla furia agonistica si rialza, prende il suo avversario e lo trascina per le spalle verso le balaustre. Lo prende per la testa e ce lo fa impattare contro di faccia! NO! Gomitate nello stomaco da parte di Cross che ora riesce a prendere il Deadly Crow e miracolosamente riesce a sollevarlo sopra la testa, in posizione da Gorilla Press Slam... MA ECCO CHE SIGFRIED JAEGER SI ARRAMPICA SULLE BALAUSTRE DIMENANDOSI E FINISCE TRA IL PUBBLICO! Cross è stupito dalla manovra dall'avversario, ma dopo aver scosso la testa si avvia, seppur con un po' di lentezza, per le scalinate, raggiungendo il Corvo che è arrivato nel secondo blocco dell'arena. Nuovo scambio di pugni tra i due, Cross riesce ad abbrancare il rivale con le braccia e lo schianta tra gli spalti con un Belly-To-Belly Suplex!


Immagine



Dopo aver eseguito questa mossa Vincent Cross si siede per terra, appoggiandosi al muretto per rifiatare nuovamente con ampi respiri. Il suo odiato rivale intanto si tiene la schiena dolorante, rotola per terra, geme di dolore. Supportato a gran voce dalla folla che gli tende le mani in segno di support, Sigfried Jaeger stringe i denti, inizia a rimettersi in piedi. Il Biker della Total Wrestling Corporation, avvedendosene, fa lo stesso e lo raggiunge velocemente. Lo afferra dunque per i lunghi capelli e lo tira a sé, prendendolo per il collo. Secondo tentativo di Crash evitato da Sigfried Jaeger con una serie di calci all'interno coscia del Biker Demon! Questi arretra mentre The Best from the West si allontana, raggiungendo il pubblico adorante. Il Two Times TWC Tag Team Champion incita animosamente con i tifosi dell'arena ad urlare forte il suo nome, cosa che avviene prontamente! Sigfried concede quindi alla telecamere la sua taunt personale, mostrando sul copriavambraccio una scritta apposta per l'occasione: "ALWAYS YOUR HERO", dedicato alla TWC e ai tifosi!


Immagine



L'arena impazzisce per il Deadly Crow, che ora si gira... E viene investito da Cross con un Tackle allo stomaco seguito da una scarica di cazzottoni! Scambio di pugni tra i due contendenti, vinto dal Biker che riesce a far impattare l'avversario contro il muretto prendendolo per i lunghi capelli. L'eroe della Total Wrestling Corpoation rotola per terra, e viene risollevato dall'avversario che lo trascina giù per gli spalti. Numerosi i fischi del pubblico in questa circostanza, Cross ad alta voce insulta i tifosi presenti in arena e si batte il pugno sinistro sul petto mentre scende le scale. Quando arriva tre le prime file, con gli spettatori che osservano anche preoccupati lo svolgere degli eventi, ora butta l'avversario a terra con violenza, allargando le braccia. Sonori fischi per lui. Il Biker prende quindi di nuovo Sigfried... CHE LO FA IMPATTARE CONTRO LA BALAUSTRA CON UNA REVERSE STO! Cross si tiene il naso e barcolla all'indietro, mentre il 34th Street Hero scavalca le barricate, guardando schifato l'avversario. Si pulisce un po' il sangue dal corpo, guarda il tavolo di commento dove si trovano Hikari Stern e Michael Campbell... E ci sale sopra, prendendo bene le distanze! Vincent sta ora iniziando a rialzarsi... E JAEGER CORRE SUL TAVOLO DI COMMENTO, DANDOSI DA LI' LO SLANCIO PER SALTARE E CONNETTERE LA TWILIGHT OF THE THUNDER GOD SULL'EREDE DELLA FAMIGLIA ROSSEN!


Immagine



Preso in pieno, preso in pieno, preso in pieno! Sigfried Jaeger si rialza battendosi i pugni sul petto, boato del pubblico texano! Per un tedesco poi! Il 34th Street Hero, la spada della giustizia della TWC, troneggia ora su Vincent Cross, prendendolo per le gambe e portandolo vicino alle barricate. Lentamente lo solleva e lo getta come un sacco di patate oltre le barricate, facendolo cadere disordinatamente. Jaeger si appoggia alle barricate, si guarda intorno, guarda il figlio di Sylvie Rossen... E poi annuisce sempre più vigorosamente, gasando la folla! Il lottatore tedesco scavalca le barricate, prendendo Cross per la testa e sollevandolo, mandandolo quindi a sbattere contro il paletto d'acciaio col viso. NO! Il Biker Demon ferma l'azione del leader de facto della BDK Inc. frapponendo le mani tra sé ed il paletto, per poi prendere il tedesco, e far impattare la sua di faccia contro il paletto d'acciaio! Jaeger barcolla tenendosi il volto e camminando verso il tavolo di commento. Cross lo raggiunge prontamente e lo solleva prendendolo per il busto: SNAKE EYES SUL TAVOLO DI COMMENTO! Altro duro colpo per il volto di Jaeger, che ora con dei calci viene spinto nell'angolo del guardrail. Il colosso dell'incontro ora si guarda intorno, e sorride. Va all'angolo opposto a quello di Sigfried. Prende la distanza. Attende che l'avversario sia in piedi. Attende. Attende. ED ECCO CHE FINALMENTE PARTE!!


Immagine



SPEAR ON THE OUTSIDE! VINCENT CROSS E SIGFRIED JAEGER GIACCIONO NUOVAMENTE A TERRA! Grande spot dopo Grande spot in questo incredibile incontro che sta mettendo a durissima prova i corpi dei due contendenti. Vincent Cross si rimette lentamente in piedi per primo, trascinando per le gambe Sigfried Jaeger che sembra aver perso quasi del tutto le energie. Lo riporta all'interno del quadrato, ed ecco che il Deadly Crow inizia a dare segni di vita, gattonando... Vincent sale sul ring ed immediatamente prende l'avversario per i lunghi capelli, portandolo in ginocchio e guardandolo con un sorrisetto sul volto... Schiaffetto di Cross al volto del Main Eventer di War Of Change I e II. PUGNO DI SIGFRIED! PUGNO DI SIGFRIED! PUGNO DI SIGFRIED! Vincent arretra sotto i colpi improvvisi dettati dalla furia del Deadly Crow che ora connette il Backfist from the Hero! Cross barcolla, Whisper of the Hero da parte di Sigfried! Il Biker Demon finisce in ginocchio... E Sigfried chiude la sequenza correndo alle corde e connettendo un letale Hunter's Kick!


ImmagineImmagineImmagine



Vincent va giù, per il giubilio dell'arena, e Sigfried lo schiena, Simon Dejano conta: 1... 2... e Cross si scuote vigorosamente, ancora nulla da fare. Il Deadly Crow si rialza, è ritornato in controllo della contesa, ed ora colpisce l'avversario con una serie di Stomps assassini al volto. Cross si para con le mani e cerca di fuggire dai colpi dell'avversario, che però non gli lascia il tempo di respirare: altri Stomps, seguiti da delle urla del tedesco che gasano il pubblico dell'AT&T Stadium. Sigfried si asciuga altro sangue dal corpo e torna all'assalto del Biker Demon, spingendolo fuori dal quadrato con il piede destro. Cross atterra malamente sul fianco destro, e geme di dolore. Sigfried si sposta i capelli dal viso e scende anche lui dal quadrato, andando a prendere i solidi gradoni d'acciaio al paletto dell'angolo sinistro alto. Il 34th Street Hero attende che il Careless sia nuovamente in piedi, e sollevando i gradoni glieli lancia addosso, colpendolo con violenza! Sigfried non ha però finito con l'avversario, e non appena questi è nuovamente su due gambe lo colpisce una seconda volta coi gradoni!


Immagine



Sigfried Jaeger ha steso il Biker con questi colpi, ed ora getta via i gradoni, guardandosi intorno... Poi sgrana gli occhi e sorride, andando a cercare dietro il paletto e trovando la catena gettata via dal Biker Demon in precedenza! Sigfried la afferra, e si dirige dall'avversario, che però lo sorprende con un Leg Sweep da terra! Calcio al tallone sinistro del Corvo che cade su un fianco, ed ora sono di nuovo entrambi a terra. Cross si rialza. Così fa il leader della BDK Inc. I due si osservano, Sigfried ha ancora in mano la catena... Staredown tra i due, Sigfried prova un attacco ma il suo avversario gli prende in mano la catena, iniziando un tiro alla fune per essa! I due tirano con tutte le proprie forze, e sembra che sia l'erede della famiglia Rossen a vincere la prova di forza, ma ecco che Sigfried con uno scatto improvviso si porta contro l'avversario stendendolo con uno Shoulder Tackle che per via della trazione della catena assume ancora più forza! Boato del pubblico presente all'astranove di Arlington! Ed il boato continua mentre il lottatore simbolo di Ravensburg colpisce il Careless più e più volte con la temibilissima catena!


Immagine



Vincent Cross sta venendo fustigato dal 34th Street Hero, gattona per la rampa di accesso al quadrato ma Sigfried Jaeger continua a colpirlo incessantemente! Gemiti di dolore da parte del Demon Biker che prova a fuggire via dall'avversario che non termina il suo assalto con la catena alla schiena dell'avversario. I due finiscono nella zona del titantron, e Sigfried ora prova a strozzare Vincent Cross con la catena! Il Fearless sta venendo soffocato... Ma ecco che riesce con uno scatto in avanti a lanciare il lottatore tedesco contro il minitron! Brutto impatto per Sig che colpisce con la schiena il minitron mentre il suo avversario ora prende la catena... e la lancia via, facendola finire lontano dai due. Cross scuote il capo, andando a risollevare il lottatore tedesco, che reagisce prontamente, con una serie di pugni! Cross arretra finendo pericolosamente vicino al bordo, rischiando di cadere dove si trovano i tavoli degli addetti a bordo ring... E IL BEST FROM THE WEST VA DUNQUE PER IL BLITZKRIEG FINALE! NO, EAT IT DI CROSS DRITTO AL VOLTO DELL'AVVERSARIO! E' Sigfried a barcollare all'indietro dopo questa reazione da parte del Careless, ed ora il Deadly Crow cammina per tutta la rampa, allontanandosi dall'avversario. Cross cammina lentamente osservando il tedesco così lontano da lui... Ringhia, e corre verso Jaeger a tutta velocità, come un treno!!



Immagine




ALTRA SPEAR MORTALE DA PARTE DI VINCENT CROSS CHE TRANCIA IN DUE L'AVVERSARIO! Il Demon Biker si rialza immediatamente, gli occhi iniettati di sangue. Si passa il pollice destro sotto la gola, vuole chiudere l'incontro! Feroci i fischi della folla, ma non fermano il Demon Biker che trascina il lottatore tedesco all'interno del quadrato. Ci sale sopra anche lui. Si guarda intorno. Annuisce, annuisce ripetutamente, i suoi occhi sembrano allaggarsi, osserva Sigfried atterra, continua ad annuire, si gasa battendosi i pugni sul petto e solleva l'avversario mettendolo in piedi e mettendogli la testa sotto la propria ascella sinistra, lo mette in posizione per la Road End! E' la conclusione dell'incontro, è la conclusione dell'incontro! Vincent solleva Sigfried... CHE NON SI LASCIA SOLLEVARE! BOATO DEL PUBBLICO, IL BEST FROM THE WEST SIGFRIED JAEGER OPPONE RESISTENZA CON TUTTE LE PROPRIE FORZE! CROSS NON CI CREDE! Il Biker prova disperatamente a sollevare il Deadly Crow, ma il wrestler tedesco non ci sta, riesce a spingere via Cross e lo colpisce con un Headbutt! Headbutt! Headbutt! Headbutt! Headbutt! Headbutt! Headbutt! Headbutt! Headbutt! Headbutt! Headbutt! Jaeger tempesta l'avversario con questa serie di testate! Vincent Cross arretra alle corde e prende lo slancio per colpire Jaeger con un Eat It!


Immagine



MA SIGFRIED LO COLPISCE CON UN BLITZKRIEG ALLA MANO DESTRA! Cross arretra di nuovo alle corde.


Immagine



E AL RIMBALZO IL CORVO LO COLPISCE CON UN ALTRO BLITZKRIEG ALLA FACCIA SEGUITO DA UNA NIBELUNGEN NACHT! Cross barcolla.


Immagine




ALTRO BLITZKRIEG. Il Fearless finisce a peso morto alle corde, rimbalzando di nuovo.



Immagine



RUNNING BLITZKRIEG DA PARTE DI SIGFRIED. Per la potenza del colpo Cross si volta, dando le spalle al 34th Street Hero.


Immagine



BLITZKRIEG TO THE BACK OF THE HEAD! Il Biker Demon finisce in ginocchio.


Immagine



E BLITZKRIEG FINALE TO THE BACK OF THE NECK SU CROSS IN GINOCCHIO! SIGFRIED SI RIALZA TRIONFANTE! Si tiene il braccio destro che sembra ormai quasi distrutto, annuisce vigorosamente e digrigna i denti, chiude gli occhi, va all'angolo destro alto ed impatta più volte il proprio braccio destro contro di esso per recuperare la sensibilità all'arto, si porta vicino al corpo di Cross che ormai è penzoloni, lo solleva sopra le proprie spalle senza alcuno aiuto da parte dell'avversario che è praticamente quasi svenuto...



Immagine




E CONNETTE LA RAGNAROK!





Spoiler:
MA VINCENT CROSS CADE FUORI DAL RING DOPO L'IMPATTO A TERRA! SHOCK DELLA FOLLA, SIGFRIED ERA VICINISSIMO ALLA VITTORIA! Il Deadly Crow non può schienare l'avversario adesso, e rimane sul ring a pancia all'aria, guardando le luci dell'arena, stanco morto. Si tiene il braccio destro col sinistro, rimanendo a terra. Passano i secondi, il pubblico incita il Corvo che sembra non essere in grado di muoversi... Il Best From The West si trascina per il ring a stento, scendendo sotto la prima corda. Cross è rimasto a faccia in giù fuori dal quadrato, immobile. Jaeger si porta in piedi facendo molta attenzione ad usare l'Apron come appoggio, afferra il Biker e lo trascina a peso morto all'interno del quadrato, spingendolo dall'esterno più e più volte. Il tedesco si riposa appoggiando le mani sull'apron, scuote il capo, schiocca il collo e rientra all'interno del ring, strisciando verso Cross. Lo copre con il braccio sinistro. Simon Dejano conta: 1... 2... 3.









Immagine




Spoiler:
Vincent Cross si scuote ed esce dallo schienamento. Vincent Cross si scuote ed esce dallo schienamento. Vincent Cross si scuote ed esce dallo schienamento. Vincent Cross si scuote ed esce dallo schienamento. Vincent Cross si scuote ed esce dallo schienamento. Vincent Cross si scuote ed esce dallo schienamento. Vincent Cross si scuote ed esce dallo schienamento. Vincent Cross si scuote ed esce dallo schienamento. VINCENT CROSS E' USCITO DALLO SCHIENAMENTO CON TUTTE LE ULTIME FORZE RIMASTE. IL MATCH PROSEGUE. Il Best From The West ha la bocca aperta, gli occhi spirtati. Si mette in posizione seduta, si guarda intorno, il pubblico è sconvolto quanto lui è. Si allontana leggermente dall'avversario arretrando in posizione seduta, rimanendo stupefatto, completamente senza parole. Si avvicina nuovamente a Vincent Cross con estrema lentezza, e lo schiena di nuovo: 1... 2... 3. NO! Vincent Cross si scuote di nuovo. Possiamo vedere un sorrisetto formarsi sul volto del Biker Demon, che perde sangue dalla fronte. Jaeger non dice nulla, rimettendosi lentamente sulle due gambe. Si guarda intorno, il pubblico inneggia il nome del Deadly Crow. The Sword Of Justice osserva il Demone, lo mette in ginocchio. Lo osserva. Cross ha ancora la testa abbassata. Sigfried gliela prende tra le mani, gli urla in faccia! CROSS URLA A PROPRIA VOLTA! E PRENDE SIGFRIED PER I CAPELLI OUTTANOWHERE, PORTANDOSI IN PIEDI E CONNETTENDO UNA STREET SPEED VIOLENTISSIMA!!!!!


Immagine



Vincent Cross non lascia andare Sigfried Jaeger, lo carica sopra le proprie spalle di schiena!


Immagine




BURNING HAMMER! La mossa del leggendario Kenta Kobashi usata solo sette volte è replicata oggi da Vincent Cross! Ma non è la fine, no, Cross ha ancora un'ultima cartuccia!!!! SI CARICA NUOVAMENTE SIGFRIED SOPRA LE SPALLE COME SE FOSSE UN FUSCELLO!


Immagine



ARMLOCK BURNING HAMMER! La variante della leggendaria mossa! Vincent Cross ha completamente steso Sigfried Jaeger! Ed ora procede al pin: 1... 2... 3..



Immagine



Spoiler:
Anche Sigfried è uscito dallo schienamento! I fans sono sconvolti, non urlano più il nome del loro eroe che sembra ormai vicino alla fine. Cross si rialza, nonostante il suo volto sia ormai ricoperto di sangue dalla ferita alla fronte sembra anche aver recuperato quasi completamente le forze. Prende ampi respiri, colpisce il mat ring con dei sonori Stomps e si schiocca il collo, digrigna i denti, prende Il Best From The West per i capelli e lo rimette forzatamente in piedi. Sigfried barcolla vistosamente, tenendosi il braccio destro, ha lo sguardo vacuo, non sembra sapere dove si trova, forse ha subito una concussione. Il Biker Demon lo osserva con disprezzo. Corre alle corde per darsi lo slancio finale!! MA SIGFRIED REAGISCE OUTTANOWHERE!






BLITZKRIEG!



Spoiler:
VINCENT CROSS SI FERMA APPENA IN TEMPO, E COLPISCE VIOLENTEMENTE LA SPALLA DESTRA DI SIGFRIED JAEGER CON L'EAT IT! CON L'EAT IT!!!!!!!! IL BRACCIO DESTRO DI SIGFRIED SI SARA' ROTTO DI NUOVO! IL DEADLY CROW URLA DAL DOLORE COME UN MAIALE SCOTENNATO E CADE A TERRA SUL MAT! Il pubblico è disperato mentre assistiamo a questa scena surreale, entrambi gli uomini sono coperti di sangue e Sigfried sta quasi piangendo per il dolore.... L'arena è in silenzio, nessuno osa fiatare. Si sentono solo le urla di dolore di Jaeger. Vincent Cross sorride. Prende il 34th Street Hero per i capelli. lo porta vicino al proprio volto... Gli sorride in faccia. SPUTO DI SIGFRIED JAEGER A VINCENT CROSS! IL BIKER DEMON URLA IN FACCIA AL CORVO!!!!!!!!!


Immagine




CORRE ALLE CORDE, SI DA' LO SLANCIO: STREET SPEED! STREET SPEED! STREET SPEED! STREET SPEED! STREET SPEED! STREET SPEED!


Immagine



E' FINITA, E' FINITA! VINCENT CROSS SCHIENA! 1... 2... 3!!!!!!!!



DIN DIN DIN





Spoiler:
L'arena è in un silenzio tombale, Jessica Rose non annuncia neanche Vincent Cross come vincitore. Il Biker si porta le mani sui fianchi, soddisfatto. Guarda in camera. Fa l'occhiolino, e scende dal quadrato. Si avvia velocemente verso il backstage, ed ecco che arrivano loro: Kurt Wagner, Alejandro Signos, e Box Mannix, a congratularsi...


Immagine



Ed il pubblico inizia a lanciare spazzatura su di loro! Bibite, cibo, cartacce, scatole di patatine e popcorn, bottigliette d'acqua, di tutto e di più! Wagner si ripara come può dal lancio di oggetti strepitando in tedesco contro i fans della TWC, mentre Box rimane impassibile e fa un doppio dito medio in telecamera, cosa che genera lancio di ulteriore immondizia. Cross fa un cenno con gli occhi a Signos che subito va a recuperare la preziosa moto di Cross, rimasta ferita nel corso dell'incontro. Wagner, che si ritrova sul proprio vestito elegante dei segni di patatine, grasso ed umido derivati dalla spazzatura che gli è finita addosso, si vede costretto ad aiutare il messicano a portare la moto nel backstage. Mannix dà una pacca sulla spalla a Cross, ed i quattro si incamminano nel backstage. L'attenzione di tutti, si sposta naturalmente sul ring, dove Sigfried Jaeger è ancora immobile a terra. Il tedesco non dà segni di vita, e questo è assolutamente preoccupante per arbitro, official e fan... Il pubblico dell'AT&T Stadium inizia a gridare sempre più forte il nome dell'eroe dei due mondi, quando ecco che vediamo una scena oltremodo straordinaria!

Immagine


Un vecchio corvo, sbucato dal nulla, arriva in volo, andandosi a posare a qualche passo dal tedesco. Il volatile nero inizia a cracchiare e saltellare nei pressi del Best from the West, come per svegliarlo. E dopo qualche drammatico secondo, Sigfried apre leggermente gli occhi e inizia a muoversi a fatica! Enorme sospiro di sollievo da parte del pubblico all'interno dell'arena. Vediamo poi alcune persone passare dall'area del timekeeper e salire alla spicciolata sul ring.

ImmagineImmagineImmagine


Si tratta dei preoccupatissimi Gunther "The Hound" Schmidt, di Brunild "The Armbreaker" Wagner, entrambi segnati dagli incontri combattuti nella serata, e soprattutto di Sylmeria Sorensen, la compagna di una vita di Sigfried Jaeger. I tre attorniano il wrestler tedesco, aiutandolo a mettersi a sedere. Sigfried confabula con loro, indicando la gamba e la spalla, scuotendo il capo. Dopo di che eccolo accarezzare il corvo fermo accanto a lui. Subito dopo, con grande delicatezza, Gunther e Brunild aiutano Jaeger ad uscire dal ring tra gli applausi generali della folla. Una volta fuori, Sigfried viene preso sottobraccio da Gunther, mentre Sylmeria, commossa, gli tiene la mano libera. I tre, affiancati da Brunild, risalgono lentamente la rampa, col vecchio corvo che spicca il volo e volteggia ad ampi cerchi attorno a loro. Una volta arrivati sullo stage, i quattro si voltano, e Sigfried rivolge un debole saluto con la mano al pubblico, annuendo, mentre il corvo si posa davanti a loro.

Immagine


Infine, dopo aver ricevuto una lunga ovazione, un sofferente "Superstar" Sigfried Jaeger abbassa la testa, e la Bruderschaft Der Krahe Incorporated se ne va via, rientrando definitivamente nel backstage. Solo il vecchio corvo rimane ancora qualche secondo sullo stage. Il volatile color notte gracchia un paio di volte guardandosi intorno, dopo di che sbatte le ali e vola via, svanendo a sua volta nel backstage. E con questa immagine evocativa, noi andiamo tristemente in pubblicità...






Up Next: TWC Homeland Preview


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change IV
MessaggioInviato: 01/06/2018, 23:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12371
Località: Baretto Kurabu
Wrestling comes to the Eternal City


27.07.2018

From PalaLottomatica, Rome, Italy


Immagine


TWC proudly presents:


HOMELAND: ROME!




ALL ROADS OF WRESTLING
LEAD TO ROME






Up Next: Singles Match - Cornelia vs. Licoride


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change IV
MessaggioInviato: 01/06/2018, 23:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12371
Località: Baretto Kurabu


Le immagini ci accompagnano ancora una volta presso lo AT&T Stadium, Arlington, Texas, dove sta avendo luogo lo spettacolo più grandioso dell'anno, War of Change.

Immagine

Le braccio conserte, l'aria battagliera, Cornelia fa il suo ingresso all'interno dell'arena. L'armigera marcia attraverso la lunga passerella, scortata dai fischi e dal dissenso di oltre settantamila persone, gli occhi sempre rivolti in avanti. Supera ora i gradoni d'acciaio e fa capolino dentro il campo di battaglia, dove, accentratasi, invita subito l'avversaria a farsi avanti...

Immagine

... Anticipata dalle urla di stupore del pubblico, la Divina Lucifera compare fra gli spettatori, con un balzo supera la barriera, sale sul quadrato e va addosso alla nemica, la quale, però, colpita, trova immediato rifugio fuori dal ring. Licoride, una furia, è intenzionata a raggiungerla, protesta contro l'arbitro che la sta intralciando, lo allontana e finalmente rotola fuori dal campo di battaglia, verso Cornelia. Questa, però, è tornata sul ring e urla alla rivale di farsi avanti. La Divina Lucifera esegue immediatamente, Cornelia finalmente le va incontro con un braccio teso, la nemica evita il colpo e reagisce balzandole addosso: le due finiscono a terra, Licoride non la lascia andare affondandole un'infinita serie di pugni contro il volto! L'arbitro, impossibilitato a separarle, dà il via all'incontro: la campanella squilla e l'incontro ha ufficialmente inizio!

Singles match
Cornelia vs. Licoride


Cornelia non è in grado di resistere alla violente reazione dell'avversaria e, quindi, trova ancora rifugio fuori dal quadrato. La Divina Lucifera, però, si trova alle sue spalle: la volta e la colpisce con un pugno, un altro, un altro ancora, e un altro ancora! La nemica si piega presso i gradoni d'acciaio, allora Licoride la afferra per i capelli e senza pietà la sbatte contro di essi una, due, tre, quattro, cinque, sei, sette volte!! L'arbitro interviene prontamente e verifica le condizioni della lottatrice austriaca. L'altra contendente, però, gliela strappa via e, afferratala per il polso, la lancia contro la barriera facendola impattare dolorosissimamente con la schiena! Cornelia, in evidente affanno, si batte il petto e fa in modo di rimettersi in piedi, mentre, a qualche passo di distanza, la nemica la osserva, i pugni chiusi, a stento pare trattenersi dal saltarne addosso. Cornelia ora è in piedi, appoggiata lungo la barriera, Licoride si catapulta subito contro di lei...

Immagine

... E LA ANNIENTA CON UNA SPEAR MANDANDO IN FRANTUMI LA BALAUSTRA!! Tutto il pubblico è in piedi, a osservare le due contendenti che giacciono fra le macerie della barriera. Una mano si solleva, la mano di Licoride, festeggiata dalla platea dei suoi seguaci. La lottatrice mascherata si porta in piedi, con fatica ma assiduità solleva Cornelia e finalmente la trasporta dentro il quadrato. Licoride, che si trova ancora fuori dal campo di battaglia, solleva il pugno destro ottenendo gli applausi del pubblico. Dunque fa per salire sul quadrato, afferra la prima corda, ma poi fa un passo indietro. Si volta, indica il tavolo dei commentatori e, ricevuto l'appoggio del pubblico, lo smantella. Torna sul quadrato, dove Cornelia stava per rialzarsi; le sferra una serie di colpi contro la schiena, quindi la riporta fuori dal campo di battaglia e la sistema sopra la postazione di commento. Ritornata sul quadrato, si precipita sulla terza corda, del tutto indifferente alle proteste dell'arbitro, il quale le ordina di scendere immediatamente. Sostenuta dal popolo del wrestling, Licoride si concentra, osserva Cornelia che immobile pare attendere il proprio destino, infine si lancia contro di lei con un volo davvero suicida...

Immagine

... E CE LA FA!! La Divina Lucifera ha abbattuto Cornelia con un Diving elbow drop contro il tavolo dei commentatori! Mentre tutt'attorno il pubblico manifesta il proprio entusiasmo nel modo più esplicito e, talvolta, volgare possibile, il direttore di gara corre presso le due guerriere, le quale, immobili, si trovano immerse fra le macerie del tavolo andato distrutto. Licoride striscia via dal luogo dello schianto e, aiutandosi coi gradoni d'acciaio, si porta in piedi, dunque si siede, il fiato grosso, il volto sciupato dalla fatica e dal sudore. Anche Cornelia si risveglia: si sbarazza dei resti del tavolo che le ingombravano il passaggio, e si rimette in piedi, la destra sulla schiena a pezzi. La nemica, di nuovo ritta, le è davanti: le due si scambiano una fugace occhiata, dunque Cornelia urlandole contro corre verso la Divina Lucifera, la quale, con imbarazzante semplicità, si sposta, la prende per la testa e la fa fracassare contro il paletto del quadrato! Subito butta questa dentro il campo di battaglia, sistemandola al centro dello stesso. Di nuovo, poi, si posiziona sulla terza corda. Mentre l'avversaria giace a terra, immobile, Licoride, l'espressione propria di chi è sicuro di sé, vola contro Cornelia eseguendo una spettacolare e pericolosissima Shooting star press...

Immagine

... Cornelia, però, rotola via prima del fatidico impatto, e così Licoride si schianta contro il tappeto del quadrato: uno schianto tremendo! La Divina Lucifera, a un passo dalla vittoria, si ritrova ora a terra. Il pubblico, caduto in un desolante silenzio, riprende ora a incoraggiare la loro eroina, la quale, come rivitalizzatasi, irriducibile, la vediamo posizionarsi sulle proprie ginocchia prima, sulle gambe poi, pronta per la lotta. Annuisce, con convinzione. L'andatura claudicante, si trascina lentamente presso un lato del quadrato, quindi si posiziona sull'apron. Afferra con entrambe le mani la terza corda, prende un lungo respiro, ed esegue un'altra mossa rischiosa, uno Springboard forearm smash...

Immagine

Questa volta il fato non la punisce, perché al posto suo ci pensa Cornelia, la quale la anticipa e la decapita con un calcio di inaudita potenza! Licoride è a terra, e non si rialza. Al contrario, Cornelia velocemente si riposiziona in piedi portandosi dinnanzi alla acerrima nemica. Che con prepotenza afferra per i capelli e la squadra, minacciosa, il volto ridotto a una maschera di sangue e sofferenza. La libera gettandolo malamente a terra. Le mani ora sui fianchi, il respiro affaticato. Trascorrono diversi attimi, l'inazione è animata soltanto dai timidi cori d'incoraggiamento del pubblico, che via via si fanno sempre più decisi e rumorosi. Cornelia, quasi per risposta, abbranca la lottatrice maschera, le chiude il ventre, la solleva ed esegue ai suoi danni un German suplex, mossa ripetuta una seconda, una terza e poi una quarta volta, consecutivamente. Cornelia, però, non è soddisfatta e, bloccatole di nuovo il ventre, effettua un altro German suplex, questa volta però contro un paletto del quadrato!

Immagine

La copre, 1... NO! La Divina Lucifera resiste, vuole continuare a lottare! L'Imperatrice del Terrore si lascia sfuggire un sorriso nervoso, dunque le passa sopra calpestandole la schiena violentemente colpita poc'anzi. Cornelia recupera un po' di fiato, nel frattempo Licoride si trascina presso un angolo del quadrato, invano l'arbitro tenta di spingerla ad abbandonare l'incontro dopo i duri colpi subiti nell'ultima parte dell'incontro, colpi che rischiano di compromettere la sua carriera. Cornelia la raggiunge immediatamente, forse infastidita dall'interferenza del direttore di gara, e questa volta con forza le stringe il collo e la porta in alto, più in alto possibile, pronta a eseguire una Gorilla press slam. Sta per mettere a segno la mossa, ma esita, punta ora al paletto: Cornelia vuole eseguire una Gorilla press slam ai danni di Licoride contro il paletto! La Divina Lucifera, per fortuna, reagisce, riesce a liberarsi, le scivola alle spalle e in qualche modo la chiude in un Roll-up, 1... 2... 3! NO! A un passo dall'umiliazione, Conelia in qualche modo si salva e ora, risollevatosi, si porta presso le corde, forse in cerca di sicurezza. Licoride, invece, si ritrova al centro del quadrato e senza aspettare nemmeno un secondo corre verso la rivale e con un faticoso braccio teso la porta oltre la terza corda. Cornelia, però, la sorprende rimanendo in piedi sull'apron. La Divina Lucifera allora le tira un pugno e la afferra, pronta a riportarla dentro il quadrato con un Vertical suplex. Ma la nemica si rifiuta di cedere...

Immagine

... E METTE A SEGNO UN VERTICAL SUPLEX CHE MANDA ENTRAMBE FUORI DAL RING, CONTRO IL PAVIMENTO! Arriva l'arbitro, Cornelia siede presso i gradoni d'acciaio, mentre la Divina Lucifera pare esanime, esaurita di tutte le forze. Finalmente, aggrappandosi allo stesso direttore di gara e con l'appoggio ininterrotto di tutto il pubblico, Licoride fa per rialzarsi. Cornelia, intanto, osserva, prende la mira, ma sbaglia, forse, e indirizza il calcio contro la testa dell'arbitro! Questi stramazza al suolo, ai piedi dell'Imperatrice del Terrore, la quale all'inizio pare sorpresa, a tratti amareggiata, ma poi si apre in un'orrenda, squallida risata. Recupera il corpo della rivale e lo getta dentro il quadrato, insensibile. Prova poi a raggiungere la sua vittima per terminarla, ma questa la caccia via con un calcio rimandandola da dove era venuta, fuori dal quadrato. Licoride, rimasta sola all'interno del campo di battaglia, il volto un misto di sudore e lacrime, si percuote le gambe e, alla fine, si rialza. In precario equilibrio, batte i pugni per infondersi coraggio e forza, e affrontare il dolore e la paura, che la stanno annientando, divorando in ogni parte del corpo e della mente. La gente è dalla sua parte, ancora, nonostante tutto. Cornelia è là fuori, in ginocchio, accovacciata su se stessa. Licoride la vede e sceglie dunque di prendere la rincorsa con le corde, una rincorsa a ostacoli, e poi sfrecciare attraverso la seconda e terza corda lanciandosi sulla nemica di sempre con un volo suicida, disperato, impossibile...

Immagine

... CORNELIA LA DECAPITA DEFINITIVAMENTE CON UNA SEDIA D'ACCIAIO!! Cornelia prosegue: appoggia il ventre della nemica sul bordo della barriera e davanti agli occhi persi dei sostenitori della Divina Lucifera la colpisce con la sedia d'acciaio contro la schiena una, due, tre, quattro, cinque volte! Licoride si lascia cadere al di là della barriera, fra il pubblico, mentre Cornelia finalmente getta l'arma infame. Scavalca poi la balaustra, raggiunge Licoride, circondata dai suoi tifosi, la riafferra e la riporta nei pressi del campo di battaglia. La scalcia, la tortura con calci e pugni, senza pietà. Infine, fra il dissenso più risentito da parte degli spettatori, agguanta la maschera della Divina Lucifera, la apre e gliela toglie... La alza al cielo, sorridente. Lancia uno sputo contro il volto di Livia, poi porta la sua maschera sopra i gradoni d'acciaio e la calpesta ripetutamente, urlando ogni volta con maggiore godimento. Recupera quindi la carcassa dell'avversaria, mentre le telecamere per un attimo indugiano sulla maschera ridotta a brandelli, la porta sul quadrato, la solleva e la sbatte contro il suolo eseguendo una devastante Powerbomb.

Immagine

Cornelia si siede ai piedi di Livia, si passa la mano sopra la faccia bagnata di sangue e lacrime. Poi si sparge il suo sangue sul petto e sul ventre, quindi si rialza in attesa della prossima mossa, perché, ormai, ha tutto il tempo del mondo. Livia, infatti, pare aver esaurito ogni risorsa e non può altro che aspettare la fine. Ma, a sorpresa, la vediamo riprendersi, risollevarsi, forse pronta per un ultimo attacco...

Immagine

... Ma Cornelia decide di abbatterla subito e la asfalta con un Golden Kick! Messa a segno il colpo, il pubblico perde la speranza, mentre la combattente austriaca sospira e scuote la testa, in segno di contrarietà rispetto alla sciocca e vana resistenza della rivale. Accertatasi più volte dell'inoffensività di Livia, Cornelia torna fuori dal quadrato, riafferra l'arbitro e lo trasporta dentro il campo di battaglia. Lo schiaffeggia leggermente per rianimarlo, invano, dunque la sua attenzione ricade di nuovo sull'avversaria. Questa è riuscita a strisciare quasi fino alle corde e continua sotto gli occhi dell'Imperatrice del Terrore. Che decide di non intervenire, forse curiosa di vedere fino a che punto si spingerà Livia nella sua corsa verso l'autodistruzione. Raggiunta la terza corda e riportatasi miracolosamente in posizione eretta, Livia lancia un'occhiata al suo pubblico. Cornelia è alle sua spalle, Livia si volta e le tira un ceffone, cui segue... un colpo all'inguine!! Cornelia cade in ginocchio, Livia, riaperto l'incontro, non vuole perdere un attimo: scala un angolo del quadrato, è un passo dalla cima... Ma Cornelia la blocca per la caviglia e poi la trascina giù facendole impattare la schiena contro la punta del paletto! Livia è a terra, Cornelia ora le abbranca la gamba destra e la chiude definitivamente in una morsa invincibile.

Immagine

Livia urla, si torce i capelli, invoca l'aiuto del pubblico, ma, alla fine, è costretta a cedere e ad ammettere la sconfitta, accertata dall'arbitro che ordina di far squillare immediatamente la campanella e annunciare la fine di questo incontro.

JR: Signore e signori, ecco a voi la vincitrice dell'incontro, Cornelia!

Cornelia, dunque, ha finalmente ottenuto la sua vendetta, una vendetta sofferta, ma avuto nel modo più brutale possibile. La lottatrice austriaca si ritira subito dal ring, mentre l'arbitro, accompagnato da un paio di medici, verifica le condizioni di Livia. Cornelia torna, ha in mano un blocco di cemento che appoggia a terra. Si sbarazza malamente dell'arbitro e dei medici scalciandoli via, dunque porta l'oggetto al centro del quadrato, velocemente agguanta Livia e, infine, gli sbatte la testa contro il blocco di cemento che va in mille pezzi!!

Spoiler:
Immagine

Ancora una volta Cornelia esce dal quadrato e questa volta cammina verso lo stage, mentre davanti ai suoi occhi passano una serie di medici in stato di allarme. Il collegamento viene rapidamente interrotto.






Up Next: The Main Event - TWC World Heavyweight Championship Match - Jack Keenan (c) vs. Lance Murdock


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it