Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 856 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 51, 52, 53, 54, 55, 56, 57, 58  Prossimo
  Stampa pagina

Re: TWC - News from Indoor War
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 08/06/2017, 9:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 20/03/2011, 19:09
Messaggi: 14964
Località: Somewhere between the sacred silence and sleep
Il sole mattutino splende sulle strade di SoHo, New York. Tra le strade affollate vediamo passeggiare Elektra Kellis. Degli occhiali da sole a goccia, una canottiera nera e dei pantaloncini di jeans sopra delle scarpe sportive. Dei punti sulla fronte coperti da un grande cerotto, sul braccio sinistro una grossa fasciatura, un collare al collo. Diverse ferite superficiali nel resto del corpo.

Immagine


Sul volto un grande sorriso, nella mano stringe una sacca di tela nera. Continua a camminare fino ad arrivare all'appartamento di Leon Black e Lucy Fisher dove suona il citofono. Dopo qualche secondo la porta si apre, e la greca prende l'ascensore sulla sinistra, schiacciando il tasto dell'ultimo piano. Dopo qualche secondo esce, e trova la porta della casa aperta, con Lucy Fisher appoggiata ad uno stipite ad aspettarla.

Immagine


La rossa, in una gigantesca maglietta bianca "Save Everyone", riempita dalla pancia oramai molto pronunciata, sorride in direzione di Elektra.

LF: El!

Lucy si incammina verso la greca, abbracciandola con cautela.

LF: Non vedevo l'ora arrivassi. Vieni che beviamo qualcosa.

ELK:Anche io non vedevo l'ora che arrivasse questo momento. Ed è passato fin troppo tempo dall'ultima volta che sono venuta a trovarti, devo abituarmi a vederti con quel pancione.

Le due si dirigono verso l'appartamento. La greca si poggia contro un muro e poggia la sacca di tela a terra con cautela. Con una smorfia di dolore si sfila le scarpe con l'aiuto della sola mano destra e poi raccoglie la sacca, sorridendo verso l'amica.

ELK:Stavolta me ne sono ricordata, visto?

LF: Brava.

Lucy ridacchia, dando un bacio sulla guancia all'amica.

LF: E nemmeno io mi sono ancora abituata al cucciolo.

La rossa su passa una mano sulla pancia, poi indica il divano.

LF: Dai siediti, così mi posso sedere anche io senza sembrare scortese. Inizia a diventare faticoso stare in piedi.

Lucy piega la testa di lato.

LF: Cosa preferisci bere?

La spartana si lascia cadere sul divano, con un'espressione di sollievo, poggiando la sacca sul bracciolo.

ELK:Dopo War of Change anche per me è abbastanza faticoso stare in piedi, credimi. Anche stare seduti o sdraiati non è proprio una passeggiata. Prenderei qualcosa con molto alcool dentro ma nelle mie condizioni preferisco evitare, e poi mi sembrerebbe scorretto nei confronti della mamma. Che ne dici di un succo di arancia?

Elektra si rialza subito in piedi.

ELK:Se vuoi ci penso io, non voglio che ti sforzi troppo.

Lucy scuote una mano.

LF: Stai tranquilla, ce la faccio. Non sono malata o infortunata, a differenza tua.

La futura mamma si dirige verso la cucina, recuperando due bicchieri, una bottiglia di succo d'arancia e una scatola di biscotti di pasticceria, per poi tornare al divano ed appoggiare tutto sul tavolino.

LF: Dai, fammi vedere.

La mora apre la bocca della sacca di tela e con cautela vi estrae la cintura del TWC World Women's Championship. Con un grande sorriso lo prende ai lati e poi lo porge verso Lucy.

ELK:Il cane riporta alla padrona il bastone. Questo vuol dire grazie per tutto e scusami ancora se sono stata un'idiota.

LF: Scema.

Lucy ridacchia.

LF: Lo sai che non dovevi vincerlo per me. Ti sei uccisa per vincere quel match, ed ora ti meriti quel titolo. E lo meriti davvero.

La rossa guarda la cintura un istante, poi ridacchia.

LF: Non hai nemmeno fatto cambiare il nome.

Lucy indica la placchetta del nome, su cui è ancora scritto Jane Murphy. Elektra osserva la targhetta, passandoci il pollice sopra.

ELK:Già... Non ci avevo neanche pensato. Tra vari controlli e cure avevo la mente altrove. Una volta cambiata sarà finito a tutti gli effetti il regno di Jane Murphy.

LF: Vuoi che lo facciamo adesso? Ho dei cacciaviti da qualche parte.

ELK:Non c'è fretta, lo farò fare a chi di dovere ad Indoor War. Mi piace tenerla così per un po', mi ricorda cosa ho dovuto passare per ottenerla.

LF: Sarà che sono più sensibile in questo periodo, ma non mi è piaciuto vederti combattere in quel match.

La rossa si stringe nelle spalle.

LF: Ho proprio fatto fatica a guardare. Non era necessario che andasse così.

Elektra si passa una mano sulla fronte.

ELK:Ti capisco ma credo proprio che fosse più che necessario. Era l'unico modo possibile per porre fine a questa storia. Quello che hai visto non era un incontro di wrestling, era una lotta selvaggia tra due animali che cercavano di uccidersi. E non poteva essere altrimenti, in un qualsiasi altro modo non avremmo espresso veramente quello che provavamo una per l'altra e questa guerra sarebbe andata oltre. Questo non potevo permetterlo, e neanche lei.

La campionessa poggia con cautela il collo sullo schienale del divano e guarda verso l'alto, stringendo la cintura sul suo ventre.

ELK:E' stato orribile ma finalmente posso guardare al futuro sorridendo, e ne avevo assolutamente bisogno, perché questo non capitava da tempo.

Lucy accarezza con un dito la spalla della greca.

LF: E te lo meriti.

La rossa sorride.

LF: E sono sicura che sarai una grande campionessa. E avrai delle belle sfide da affrontare. Partire dovendo difendere il titolo contro Viola non è facile.

ELK:Già. Ho già difeso una cintura dall'assalto di Viola in passato ma questa volta credo sarà diverso. Soprattutto considerando le Sick Chicks al suo fianco, specialmente Bev... Spero di dover vedere la sua faccia il meno possibile.

LF: Da quello che mi ha scritto, sembra disposta a tutto pur di vincere, questa volta.

ELK:Dopo quello che ho passato con Brunild e Jane niente mi fa più paura. Io sono disposta a più che tutto. Ho faticato a lungo per conquistare questa cintura, non ho intenzione di lasciarla così presto.

LF: Così ti voglio, davvero. Hai tutte le possibilità di diventare la campionessa di cui la TWC ha bisogno.

ELK:Ed ho tutta l'intenzione di esserlo. Ma quindi ti senti spesso con Viola?

Lucy rimane un secondo in silenzio.

LF: Sì, quasi tutti i giorni. Dipende dal periodo.

ELK:Non me lo immaginavo, pensavo aveste rotto i rapporti.

LF: Sì è scusata, più o meno...

La rossa fa un mezzo sorriso.

LF: Il mio coma ha cambiato tante cose.

ELK:Posso immaginare, ha cambiato un po' di cose anche per me. Sembra proprio che nessuno riesca a resistere al fascino di Lucy Fisher.

Lucy ridacchia.

LF: Dimmi se ti ritrovi nella cosa. Una vera amicizia sopravvive anche ai momenti più estremi. Anche se si arriva a non riuscire a stare nella stessa stanza per un po', se ci si vuole davvero bene, si arriva sempre a trovare un modo per tornare a stare insieme.

La mora abbraccia all'improvviso Lucy.

ELK:Abbastanza. Suppongo che casi come quello di Bev siano l'eccezione che confermano la regola.

LF: Non dare nulla per scontato, El. Chissà cosa potrà succedere in futuro.

La Fisher ricambia l'abbraccio della mora.

LF: Secondo te sarà maschio o femmina?

La Kellis si avvicina con l'orecchio al pancione.

ELK:Una femmina. Bella, forte e gentile come la mamma.

LF: Anche Leonard è della stessa idea. E dice che spera assomigli più a me che a lui.

ELK:Chi non lo vorrebbe? Anche perché se riprende da lui non vorrei essere in te quando dovrai far uscire un bambino gigantesco.

LF: Sai che non voglio pensarci? Leonard continua a dirmi che non è scontato, ma sono sicura che diventerà altissimo il cucciolo.

ELK:Qualunque cosa accada io sarò vicino a te ad aiutarti. Quel cucciolo non avrà possibilità contro di noi.

Lucy scoppia a ridere, per poi dare un bacio sulla fronte alla greca.

LF: Ne sono sicura.

La rossa continua a ridere per un po', poi torna seria, guardando Elektra.

LF: Il tuo piccolo cuoricino rotto come sta, invece? Hai trovato qualcuno con cui seguire il mio esempio?

Ormai si è ricomposto, il tempo cura tutte le ferite. Però al momento non c'è nessuno. Non ne sento il bisogno, sto bene così per ora.

LF: Tua sorella invece come sta?

ELK: Fa la sua solita vita. Stasera devo andare a festeggiare con lei la vittoria del titolo, non c'è stato modo di farla desistere. Vuoi venire anche tu? Saresti la mia ancora di salvezza. Sempre se i tuoi ritmi da mamma te lo consentono.

LF: Mi farebbe molto piacere. Basta che non ci ritrovi in posti dove si può bere solamente alcolici e che non si faccia troppo tardi, e dovremmo stare benone.

Elektra si passa una mano dietro la testa.

ELK:Peccato sia l'esatta definizione di ciò che ha in mente Talia. Certo che la maternità ti fa proprio vecchia, non mi diventerai come un Gates spero.

LF: Intanto si dice matura, e poi cercherò di non diventare texana, uomo, fumatrice e con l'alopecia, in effetti. Anche se avere un figlio come Jimmy non deve essere male.

ELK:Beh, cara la mia milf, mentre cerchi di fare tutto questo pensa che potrebbe essere una delle poche occasioni che ti capiteranno per fare serata. Quando quel cucciolo verrà fuori avrai ben altri pensieri per la testa. E poi non vorrai lasciarmi da sola con Talia e le sue amiche, vero? Oltre che la mia ancora saresti anche la mia guardia del corpo, è un privilegio che non vorrai farti sfuggire.

Lucy ridacchia.

LF: Va bene, sono disposta a transigere sull'orario, ma sull'alcol no. Dovrai trovare qualcosa da bere anche per me. Milf mi piace, tra l'altro.

Elektra annuisce sorridendo.

ELK: Mi sembrano condizioni più che ragionevoli. Affare fatto allora, milf! È un bene che ti piaccia perché è così che Talia ti chiamerà​d'ora in poi. E a proposito, si chiedeva quanto ti siano cresciute le tette con la gravidanza.

Lucy si tocca il seno.

LF: Non più di tanto, ma erano già grosse prima.

Elektra sorride.

ELK:Fortunata, con le sorelle Kellis la natura non è stata così generosa. Allora avviso Talia che ti unirai a noi stasera, sempre se non ti stuferai prima della mia presenza. Ho intenzione di passare con la mia futura mamma preferita tutta la giornata.

Lucy sorride.

LF: Mi sembra una ottima idea. Da quando Leonard allena Jimmy non è mai in casa. Un po' di compagnia mi può solo fare piacere. Ti voglio bene El.

Elektra abbraccia di nuovo la rossa.

ELK:Io di più.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 08/06/2017, 16:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 13/04/2011, 19:41
Messaggi: 5772
Località: Sicilia
JIMMY: YEAR ONE

TITANOMACHIA





Quattordicimila metri sopra il centro della terra, un grosso uccello bianco a motore fa il bagno nelle nuvole.

JG: Detesto le orecchie tappate.

LB: Esiste un trucco per stapparle subito.

JG: Ho già provato di tutto: chewing-gum, sbadigli. Non ci può nulla.

LB: Prova a tapparti il naso e soffiare con la bocca chiusa.

JG: Soffiare con la bocca chiusa?

LB: Prova.

Tappa il naso e chiude la bocca. BUM

JG: Che è successo!?

LB: Stappandoti le orecchie hai aumentato la pressione all'interno di questo aereo di qualche kilobar, abbastanza da poter rompere quel finestrino lì in fondo, da lì si è scatenato un bell'effetto a catena che porterà l'aereo a cadere al suolo tra...

Leon guarda l'orologio al polso

LB: Trenta secondi.

JG: Cosa?!

LB: Capita a tutti la prima volta, bisogna farci la mano.

JG: AHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH.

Immagine

Jimmy Gates è seduto sul sedile posteriore di un'automobile che si è appena fermata a ridosso del marciapiede sul quale affaccia il palazzo che ospita l'appartamento di Leon Black. Jimmy strizza gli occhi mentre vede già Leon Black e Gregory Montoia scendere dal veicolo e andare ad aprire il cofano. Il ragazzo prende lo zaino accanto a lui e apre la portiera della macchina, scendendo.

Immagine


LB: Ben sveglio, signorino. Per fortuna che non mi addormento facilmente alla guida.

Immagine


Black recupera un borsone, lanciandolo a Greg.

LB: Dai, vieni che ti mostro il tuo appartamento, così lasciamo giù le cose.

Immagine


Jimmy ammuisce e scende dalla macchina, recuperando velocemente le sue valige e seguendo Leon e Gregory all'interno del palazzo, fino ad arrivare davanti la porta dell'appartamento.

LB: Ci siamo.

Il gigante si cerca un secondo in tasca, per poi prendere una chiave, con cui apre la porta, entrando per primo. Jimmy lo segue, mentre Greg si appoggia alla porta aspettando fuori.

LB: Allora... Non è enorme, ma c'è tutto quello che ti serve.

Black si sposta dal piccolo corridoio d'ingresso verso una porta a sinistra, che apre.

LB: Un piccolo soggiorno.

Leon indica la stanza, che è sobriamente arredata con un divano da due posti nero, un tavolino centrale, una libreria, su cui campeggia una televisione, a cui è attaccato un lettore blu-ray. Sugli scaffali c'è una piccola collezione di libri, qualche fumetto e qualche film, ma gran parte dello spazio è vuoto.

LB: Ho fatto in modo che tu avessi qualcosa da fare, nel caso avessi del tempo libero, o volessi trascorrere una serata solitaria.

Il ragazzo sorride mentre passa in esame la collezione di fumetti e di film.

JG: Li hai comprati a posta per me o facevano parte della tua collezione?

LB: Alcuni sono miei, altri li ho presi, altri ancora erano già qui. C'è un po' di tutto.

Leon ridacchia.

LB: Non so quanto riuscirai ad usarli, però. Avrai più o meno un giorno libero ogni due settimane. E probabilmente all'inizio lo userai per dormire.

JG: È comunque bello sapere che ci siano, rendono tutto più familiare.

LB: Non so se ti interessa, o ti serve, ma in quel cassetto c'è una piccola cassaforte. Il codice adesso è 1234, ma puoi cambiarlo tenendo premuto lo zero quando è aperta.

JG: In questo momento non avrei nemmeno cosa metterci, ma potrà tornare utile in futuro, bene.

Black fa segno a Jimmy di seguirlo, uscendo dalla stanza e andando nella direzione opposta, entrando in una stanza da letto non enorme, in cui stanno un letto matrimoniale semplice, un comodino di legno scuro, un armadio laccato nero e un appendiabiti attaccato al muro.

LB: La tua stanza da letto. Mi sono permesso di supporre che tu fossi più comodo in un letto matrimoniale.

JG: Hai supposto benissimo.

Jimmy, sorridente, si avvicina al letto e ci si siede per testarlo.

JG: Sembra comodissimo.

LB: Spero lo sia. Dai, vieni.

Black esce dalla stanza, dirigendosi verso la penultima porta rimasta.

LB: Il bagno.

Un bagno semplice, con un lavandino, un water, una doccia ed un bidet, oltre ad un mobiletto.

LB: Spero tu sappia cos'è un bidet.

JG: Non saprei, è tipo un minilavandino?

LB: Sì, ma per l'igiene intima. Fidati, quando inizi ad usarlo non ne puoi più fare a meno.

Leon si gira, avanzando verso l'ultima porta, che spalanca, rivelando una cucina piccola ma abitabile.

LB: Per finire, la tua cucina. Negli scaffali ci sono cibi a lunga conservazione, come legumi, pesce in lattina, pasta. Niente di fresco. Il frigo è vuoto. Mangerai principalmente da noi, ma se volessi portarti qualcosa giù, o dovessi rimanere qui da solo, non moriresti di fame. L'acqua del rubinetto è perfettamente potabile.

JG: Ottimo, ci saranno anche stoviglie e pentole in qualcuno di questi sportelli immagino.

Leon indica un cassetto.

LB: Posate.

Ne indica un altro.

LB: Bicchieri e tazze.

Ne indica un altro ancora.

LB: Piatti.

Un altro.

LB: Pentole e padelle. In questi giorni dovrebbe arrivare il forno a microonde. Molto bene. Andiamo a salutare Lucinda e a mangiare qualcosa?

JG: Volentieri! Ha già il pancione?

LB: Diventerà più grosso, ma sì, ha già il pancione. Tieni.

Il gigante lancia la chiave di casa a Jimmy, che la prende al volo.

LB: E andiamo.

Black esce a grandi passi da casa, seguito da Jimmy, che chiude la porta dietro di sé. Greg osserva i due.

GM: Ho fame.

LB: Anche io, amico mio, anche io.

Leon inizia a salire l'ultima rampa di scale, seguito dagli altri due, finché non arriva davanti ad una porta, che apre sorridendo.

LB: Eccoci qui.

Immagine


Lucy Fisher, una felpa di diverse dimensioni di più della sua e un paio di pantaloni della tuta, arriva a salutare il gigante, dandogli un bacio sulle labbra.

LF: Ben arrivati.

Lucy abbraccia affettuosamente Greg, che ricambia.

LF: Greg.

GM: Lucy.

Lucy poi da un bacio sulla guancia a Jimmy.

LF: Ciao Jimmy.

JG: CIao Lucy, è bello rivederti.

LF: Anche per me. Sbaglio o ti sei alzato un po'?

Lucy guarda Jimmy ancora un istante, poi gli arruffa i capelli.

LF: Spero tu abbia fame. Avevo voglia di cucinare e ho fatto la pizza.

JG: Fantastico! Sto morendo di fame

Greg si dirige verso la cucina.

GM: Ti do una mano.

Leon, nel frattempo, si è tolto le scarpe e sfilato la giacca, e si è diretto verso il televisore, che accende, mettendo su un notiziario.

LB: Molto bene, toglietevi le scarpe, però.

Jimmy annuisce e si inginocchia per slacciare le scarpe, lasciandole accanto l'uscio. Dopodiché si rimette in piedi e si guarda intorno, restando a bocca aperta.

JG: Wow. Questa casa è stupenda. Mio padre me ne aveva parlato, ma dal vivo fa un certo effetto.

LB: Ci ho lavorato su a lungo. Considera che ci sono venuto a vivere praticamente subito dopo il mio ritorno in America. Era in una condizione pietosa, all'inizio, ma l'ho messa a posto in modo che rispecchiasse i miei gusti.

Black ridacchia.

LB: Se c'è qualcosa su cui vale la pena non badare a spese, è casa propria.

JG: Sono d'accordo.

LF: Venite a mangiare, su.

LB: Ok.

I due si dirigono verso la cucina, dove il tavolo è stato apparecchiato per quattro. A centro tavola quattro pizze rettangolari, una grossa caraffa d'acqua e una bottiglia di birra. Greg, seduto ad uno dei due estremi del tavolo, sta già bevendo un bicchiere della bevanda alcolica, mentre Lucy si è seduta ad un lato lungo, e sta prendendo una fetta di pizza.

LF: Sono con i würstel. Non avevo altro in casa. Spero vi piacciano.

Leon si siede a capotavola, opposto a Gregory, prendendo una fetta a sua volta.

LB: Sono sicuro di sì.

JG: Per me nessun problema, mangio di tutto io.

GM: Ragazzi, non so se ve l'ho detto, ma domani esco con la mia ragazza, per cui non ci sono per l'allenamento. Le ho promesso che l'avrei portata a fare shopping.

Jimmy alza lo sguardo dal piatto, rivolgendo gli occhi verso Leon.

JG: Allora si inizia domani?

LB: Sì.

Black addenta la pizza.

LB: Ma non ci pensare. Rilassati per un po'.

JG: Hai ragione, finché ne ho la possibilità è meglio che mi rilassi.

LF: Posso farti una domanda, Jimmy?

JG: Dopo questa pizza fantastica potresti farmi anche un interrogatorio.

Lucy rimane un secondo in silenzio, poi inizia a parlare.

LF: Come mai sei diventato amico con Viola?

JG: Beh, non è una cosa che ho scelto. Come tutte le amicizie che mi sono fatto in TWC è partito tutto da una chiacchierata. Mi sembra parlassimo di Alice, ai tempi. Non ero proprio nel migliore dell'umore diciamo. A me piaceva molto Alice, e stavo imparando a convivere col fatto che io a lei non sarei mai potuto piacere. Mettici anche che, rispetto ad ora, quando ho conosciuto Viola ero molto ma molto più timido rispetto ad adesso, lei mi ha dato qualche consiglio su come riuscire a sciogliermi un po', e di lì ha continuato a supportarmi sotto quest'aspetto. All'inizio, sì, ero un po' sulla difensiva quando l'ho conosciuta, ero al corrente di chi fosse e già mio padre mi aveva detto di stare in guardia da lei. Ma col tempo, e anche grazie all'amicizia con Viola credo di aver capito una cosa: che non devo mai giudicare le persone da come si comportano con gli altri, ma da come si comportano con me. Credo che in tutti ci sia qualcosa di buono, solo che spesso non si riesce a mostrarlo a tutti, ecco.

La rossa ridacchia, mangiando un pezzo di pizza.

LF: Scusami, non mi sono spiegata bene. Cosa provi rispetto a Viola? Perché ti piace parlarci?

JG: Potevi anche fermarmi prima.

Jimmy sorride, da un morso alla pizza e deglutisce.

JG: Credo sia molto brava nel farmi vedere le cose sotto un punto di vista totalmente diverso, è per questo che mi piace parlarci.

LF: Sai, per lungo tempo è stata la mia migliore amica. E lo era perché mi capiva davvero bene. Sapeva quello che stavo pensando ancora prima che lo dicessi. Mi guardava e sapeva cosa volevo, e quando lo volevo.

Lucy piega la testa di lato.

LF: E mi piace capire come se la passa adesso.

JG: Credo che in questo non sia cambiata, capisce molto bene anche me. Mi sembra se la passi piuttosto bene, ma a me riesce sempre abbastanza difficile capire cosa le passi per la testa.

LB: È sempre così, con lei.

Leon si versa un bicchiere di birra.

LB: Ha sempre preferito parlare degli altri piuttosto che di sé.

GM: Vero. Però devo dire che mi è sempre piaciuta. In definitiva non è colpa sua se Lucy è insopportabile.

LF: Ma insomma!

Greg ghigna.

GM: Perché, non è vero che è colpa tua?

LF: Forse un po'...

JG: Credo che alla fine la cosa più difficile sia restarle indifferenti.

LB: Già. Di Lance, invece, cosa mi dici?

JG: Con Lance ho parlato molto meno, però ogni volta è stato un piacere. Ha un atteggiamento molto paterno, si vede che ha tanta voglia di insegnare, di dare qualcosa agli altri.

LB: Eppure non lo fa. Ha le potenzialità per fare del bene, eppure sta lentamente perdendo la sua umanità. Non ha mai avuto metodi ortodossi, ma aveva uno scopo nobile, prima. E questo mi preoccupa.

JG: Preoccupa anche me, ma credo che lì dentro ci sia ancora il Lance di prima. E tornerà. Magari ancora migliore.

LF: Sarei molto più tranquilla sapendo che si è rimesso insieme ad Elektra.

JG: Pensi che succederà?

LF: Tristemente, non lo so. Mi piacerebbe. Erano dolci, insieme.

LB: E lui stava meglio. Per assurdo, era molto più lei a tenere in equilibrio lui che viceversa.

JG: Sono d'accordo.

Black si stiracchia, prendendo un'altra fetta di pizza.

LB: E Travis, invece, come lo vedi?

JG: Travis è cambiato molto negli ultimi mesi. Secondo me fin troppo.

LB: Ovvero?

JG: Ha smesso di avere di combattere per qualcosa, adesso combatte solo per sé stesso. Ho paura di quello che potrebbe diventare, ma spero che resti solo una paura.

GM: È un uomo che non ha nulla da perdere, e si è visto scivolare via le più grosse occasioni della sua carriera.

Greg osserva Jimmy.

GM: Sì, potrebbe fare qualsiasi cosa, se ne avesse il coraggio.

JG: Il problema è che il coraggio non gli è mai mancato.

LB: Tuo padre sarebbe pronto, in caso.

JG: Credo proprio di sì.

LB: Te lo assicuro io. Dai ragazzi, sparecchio io. Voi andate sul divano.

GM: Io sparisco che cerco di andare a letto presto. Ci vediamo domani sera.

LB: Ok, Greg. A domani.

GM: Lucy, Rookie. Buonanotte.

LF: Notte Greg.

Montoia si alza, stiracchiandosi, poi esce a passo svelto da casa, fischiettando.

LF: Come sei messo con i picchiaduro, Jimmy?

JG: Sono molto bravo a Tekken, modestamente.

Black ridacchia.

LB: Amico mio, ti sei appena scavato la fossa da solo.

Lucy nel frattempo si alza, camminando pigramente verso il divano.

LF: Magari è davvero bravo.

LB: Non ne dubito.

JG: Vediamo, dai. Chi usi tu?

LB: Usa King. Ed è anche la campionessa indiscussa della TWNA. Non le ho mai visto perdere un incontro.

LF: Esageri.

Lucy ridacchia, recuperando due Controller Playstation 3 e sedendosi sul divano, per poi accendere la televisione e la console.

LF: Un paio li avrò persi.

LB: Su qualche centinaio.

JG: Stando alle classifiche online, io sono il terzo miglior giocatore della zona urbana di San Antonio.

LF: Vedremo.

I due iniziano a giocare, e la prima partita la vince Lucy.

LF: Non abbiamo stabilito. Al meglio delle cinque, vero?

Jimmy annuisce concentrato sullo schermo. La seconda partita la vince il giovane texano.

LB: Ho messo su l'acqua per il té, tu lo vuoi, James?

JG: No, grazie.

LB: Molto bene.

Anche la terza partita va a Jimmy, mentre la quarta la vince Lucy. L'ultima, di spareggio, è vinta da Lucy, che da un bacio sulla guancia al ragazzo.

LF: In effetti sei davvero bravo. Ho dovuto sudare per batterti.

LB: Non capita spesso.

Leonard compare con due tazze di tè, e le appoggia sul tavolino.

LB: Troviamo qualcosa da fare tutti insieme? Magari cooperativo?

JG: A me sta benissimo, hai in mente qualcosa?

LB: Lovers in a Dangerous Spacetime. È piuttosto divertente in tre.

JG: Non ci ho mai giocato, ma ci sto volentieri.

LF: In effetti è abbastanza divertente.

Black ridacchia, girando intorno al divano e recuperando tre Joystick Playstation 4. Il gigante ne passa uno a Jimmy ed uno a Lucy, facendola alzare e sedendosi al suo posto, per poi farla sedere sulle sue gambe. Il gigante poi accende la console, fischiettando.

LB: Scommetto che tuo padre non è un grande videogiocatore.

JG: Ho provato a farlo giocare qualche volta a Call of Duty in coperativa, ero sorpreso del fatto che ci volesse provare, ma non è proprio portato per i videogiochi.

LB: Nessuno è portato per i videogiochi. Esistono solo quelli che si impegnano abbastanza e quelli che non lo fanno.

JG: Beh, probabilmente hai ragione.

Leonard alza un sopracciglio, avviando il gioco.

LB: Probabilmente?

JG: Beh, non lo so. Per alcuni è più facile approcciarsi ai videogiochi, per altri no. Dipende molto da quanto sei disposto ad imparare cose nuove immagino.

LB: Se vuoi davvero qualcosa, puoi sempre ottenerla. Sempre.

Leonard da un bacio sulla spalla a Lucy.

LB: Vero?

LF: Sì.

JG: Hai ragione.

Black ridacchia.

LF: Non dirlo.

LB: Ok.

Lucy su struscia con la testa sulla guancia di Leonard.

LF: Dai, giochiamo un po'. E partiamo dall'inizio, che Jimmy deve abituarsi.

LB: Ok.

Black fa partire la partita, e per cinque minuti sulla televisione passano le immagini della prima cut scene, che vengono guardate in silenzio. Quando finalmente parte il videogioco, Leonard riprende a parlare.

LB: Ok. Ognuno di noi è uno dei piloti di una nave spaziale. Il nostro obbiettivo è arrivare alla fine del livello liberando tutti i conigli. Devi prenderci la mano, ma è veramente divertente, e c'è davvero bisogno di collaborare.

JG: Non è un problema, sono un ottimo giocatore di squadra.

Il gigante annuisce.

LB: Ottimo. Pensi di volerti dare al wrestling di coppia come tuo padre?

JG: Non saprei in realtà.

LB: Non devi sottovalutare la possibilità. Solamente perché in America, in questo momento, non è considerata come la categoria singola, è importante tanto quanto quella. Non è un caso che abbia scelto di allearmi con Sigfried. Se la ritenessimo una categoria secondaria, ci saremmo occupati di altro. C'è bisogno di noi ovunque, ma abbiamo scelto di combattere per i titoli di coppia, perché sono importanti.

JG: Sono d'accordo con te, solo che ad oggi non so ancora se voglio essere un wrestler di coppia o un singolo. Credo lo capirò da me, strada facendo.

LB: Assolutamente. Ma cerca sempre di poter avere qualcuno che ti copre le spalle.

LF: Disse quello che deve essere sempre seguito dai suoi amici perché non rimanga solo.

LB: Conto su di voi per sopperire alle mie mancanze.

Lucy ridacchia.

LF: Fai bene.

LB: Questo non te l'ho chiesto. Hai qualche amico? Seriamente, qualcuno di cui tu ti possa fidare al cento percento.

Jimmy resta un attimo in silenzio, riflettendo.

JG: Non fuori dalla TWC.

LB: E dentro?

JG: Alice. Alice e Viola.

LB: Sei sicuro? Di poterti fidare, intendo.

JG: Lo sono, sì.

Black annuisce.

LB: Sono contento per te. E ricordati questo. Se qualcuno per te è un punto di riferimento ed un amico, anche tu devi esserlo per lui.

JG: Certo che sì. Deve essere così.

Black sbadiglia, improvvisamente, accarezzando Lucy.

LB: James, credo che sia ora di andare a dormire. Domani avrai bisogno di energie. Ci troviamo alle otto qui per la colazione, va bene?

JG: Va bene, a domani allora. Buonanotte.

Jimmy saluta con un cenno della mano, riprende le sue scarpe ed esce dall'appartamento. Leonard e Lucy si guardano un istante, poi la rossa bacia il gigante e si alza.

LF: È meglio se andiamo a dormire anche noi.

LB: Assolutamente.


07/05/2017
13:24

Leon Black e Jimmy Gates sono seduti sul palco di un piccolo teatro. Il gigante sta bevendo da una bottiglia d'acqua, mentre il ragazzo sta finendo un panino. Entrambi sono molto sudati, e vari attrezzi da allenamento sono sparsi intorno a loro. Il gigante guarda il giovane Gates di sottecchi, assorto nei suoi pensieri.

LB: Come preparazione fisica non ci siamo, sappilo

Jimmy fa una smorfia.

JG: Immaginavo.

Black si alza, tendendo una mano al ragazzo.

LB: Speravo che l'allenamento di tuo padre, almeno su quello, avesse raggiunto risultati migliori. Ma va bene, non preoccupiamoci. Si risolve anche quello. Dai, iniziamo un po' di lavoro sulla tecnica.

Jimmy afferra la mano di Black e si rialza, asciugandosi il sudore dalla fronte con la mano.

JG: Va bene. Da dove cominciamo?

Leon tira su con il naso.

LB: Dalle basi. I pugni. Vieni qui e tira un pugno a questo sacco.

Black si sposta verso un sacco da boxe. Jimmy si avvicina e tira un pugno al sacco, attendendo poi un responso da parte di Black.

LB: Partiamo dalle buone notizie. Sai che per tirare un pugno la tua mano deve spostarsi nella direzione dell'obbiettivo. Per il resto, è un disastro. Prima cosa, il pugno non è accompagnato.

Il gigante tira un pugno al sacco da boxe.

LB: La mia mano non rimane appoggiata al sacco dopo il colpo, ma torna subito indietro. Secondo, il pollice non va dentro il pugno, ma sotto. Terzo, tieni su l'altro braccio mentre tiri un pugno. Riprova.

Jimmy riprova diverse volte, applicando le direttive di Black

JG: Come sto andando?

Black fa spallucce.

LB: Bene. Un altro milione di pugni e andrai bene. Diciamo che per oggi faremo cinquemila diretti di destro.

JG: Cinquemila?

Il ragazzo si asciuga una goccia di sudore dalla fronte.

JG: Spero solo di non perdere il conto.

LB: Non ti preoccupare, lo tengo io. Inizia ora, che ci metterai del tempo.

07/05/2017
22.58

Jimmy Gates entra nel suo appartamento tenendosi il braccio destro con il supporto del sinistro. Lanciate le chiavi sopra il divano si avvicina al bagno, dove con fatica si toglie la t-shirt, buttandola in un cestone. Dopo ciò, si sciacqua il viso, usando solo la mano sinistra e dopo essersi asciugato si avvicina al divano del soggiorno, crollandoci sopra.

22/05/17
19:12

Leon Black sta osservando un ring, montato sul palco del teatro, dove Jimmy sta imparando a rimbalzare alle corde. Vicino al gigante c'è Gregory Montoia, che sta facendo pesi ed osservando a sua volta il ragazzo.

LB: Basta così Jimmy.

Black alza una mano, annuendo.

LB: Voglio vedere come te la cavi in un incontro.

JG: Davvero? Credi che io possa essere già pronto?

Black schiocca le dita, e Greg appoggia i pesi.

LB: Per un match di boxe probabilmente sì. Solo pugni. E poi è l'unico modo che ho per vedere quanto sei migliorato davvero.

Il gigante si gira, recuperando due paia di guantoni e lanciandoli sul ring.

LB: Vediamo se stai davvero iniziando a diventare un lottatore.

Jimmy si infila i guantoni velocemente per poi fare due saltelli.

JG: Va bene, l'idea mi piace.

Greg rotola sul ring, raccogliendo l'altro paio di guantoni.

GM: Anche a me.

Montoia ridacchia, appoggiandosi ad un angolo ed iniziando ad allacciarsi i guantoni.

GM: Diciamo quindici secondi?

JG: Se riesco a tirarti un pugno per me è già una vittoria.

GM: Non porti obbiettivi oltre la tua portata.

Greg si avvicina al centro del ring, allungando i guantoni in avanti. Jimmy osserva per qualche istante il lottatore, poi si avvicina e colpisce i guantoni dell'altro con i suoi, per poi allontanarsi e mettersi in guardia.

LB: Andate.

Il giovane Gates inizia a girare intorno a Greg, osservandolo, per poi tentare un sinistro. Appena sferra il pugno però abbassa la guardia con la destra, e il suo avversario lo colpisce con un sinistro direttamente sulla tempia, mandandolo KO. Il canadese osserva Jimmy a terra, poi si sfila i guantoni.

GM: Otto secondi.

LB: Sei migliorato con la precisione dei secondi a mente.

GM: Mi sono allenato con l'apnea.

LB: Ottima idea.

Il gigante rotola sul ring, andando a controllare le condizioni di Jimmy, che sta lentamente rinvenendo.

LB: Quante dita sono queste.

Black alza indice, medio e anulare.

JG: Tre. Sono tre.

LB: Molto bene. Cosa abbiamo imparato oggi?

JG: Che non sono ancora pronto a combattere.

LB: No, che devi tenere in alto le braccia quando tiri un pugno. Te la senti di alzarti?

Jimmy si rialza da solo con un po' di fatica, scuotendo poi la testa e iniziando a sfilarsi i guantoni. Leon annuisce.

LB: Molto bene. Dai, per oggi va bene così. Andiamo a cenare, ragazzi.

Jimmy e Gregory annuiscono ed i tre si avviano.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 08/06/2017, 19:42 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17030
Immagine

I'm Not Gonna Let This Go

Spoiler:
DISCLAIMER!

I fatti raccontati in questo promo sono intesi per essere fruiti solo dai lettori e non dai wrestler o dal pubblico in storyline. Pertanto ciò che accadrà in questo promo non potrà essere citato nelle storyline poiché nessuno sa che questi fatti sono avvenuti eccetto i protagonisti degli stessi.


Le immagini ci portano all'esterno dell'abitazione di Samantha Hart a Toronto.

Immagine


Le immagini passano all'interno della casa, precisamente nel soggiorno dove vediamo Samantha Hart intenta a sistemare Evie su dei ganci sopra il camino.

Immagine

Immagine

Immagine


La ragazza posiziona la mazza spinata con cura per poi fare un passo indietro e osservare soddisfatta Evie. Passa qualche secondo e nella stanza fa il suo ingresso Ellie Hart, testa bassa e FWP World Women's Championship alzato al cielo.

Immagine

Immagine


La Hart Princess batte le mani mentre ride, e la Inheritor punta il suo sguardo in quello della parente.

Ellie: Qualcuno ha per caso ordinato la nuova campionessa mondiale FWP?

L'applauso da parte di Samantha continua.

Samantha: Brava Ellie, sono davvero fiera di te.

Ed ecco che Samantha va ad abbracciare Ellie per poi stamparle un bacio sulla guancia.

Samantha: Sapevo che ce l'avresti fatta Ellie, io ho sempre creduto in te!

La giovane Ellie alza un sopracciglio in maniera ironica.

Ellie: Dici? L'ultima volta che ho controllato dicevi che dovevo lasciare il wrestling e iniziare a vendere il mio corpo per soldi.

Samantha: Mai detta una cosa del genere...

La Hart Princess inizia a fischiettare mentre la Inheritor scuote la testa divertita.

Ellie: Comunque fai spazio sul camino, c'è un nuovo trofeo da appenderci...

La Inheritor si avvicina al camino e osserva Evie per poi strabuzzare gli occhi e avvicinarsi a essa per guardarla più da vicino. Fatto ciò si gira perplessa verso Samantha.

Ellie: Perché qui in basso sul manico c'è incavato ciò che sembra a tutti gli effetti la raffigurazione di un pene?

Leggero sorriso ironico da parte di Samantha.

Samantha: Ce lo feci io quattro anni fa, ai tempi in cui mi sbattevo Alex.

La giovane Ellie scuote la testa.

Ellie: Avrei dovuto immaginarlo che c'entravi qualcosa.

Risatina da parte di Samantha.

Ellie: Comunque non te l'ho mai chiesto, ma come mai sei finita a letto con Kid The Wizard? Lui non era impegnato con tua sorella all'epoca?

Samantha: Se è per questo anche io ero mezza impegnata con suo figlio. Che vuoi farci Ellie, all'epoca le cose funzionavano così. Comunque rispondendo alla tua domanda, diciamo che lui era stressato dal fatto che doveva delle risposte sia a Michelle e sia ad Ashley, e quindi ha ben pensato di evitarle e sfogare i suoi istinti sessuali su una ventitreenne porca, che essendo tale non rifiutò l'occasione.

Ellie: Dovrei scandalizzarmi, ma questo anno passato con te mi ha temprata per qualsiasi Samanthata passata, presente e futura.

La Hart Princess ridacchia.

Samantha: Sono stata davvero una rompicazzo eh?!

Ellie: Abbastanza...

Le immagini dissolvono e ci portano nel passato...

6 giugno 2016

Ci troviamo all'esterno di una casa nella periferia di Toronto.

Immagine


Ed ecco che l'auto di Kid The Wizard arriva e parcheggia nel viottolo davanti la casa.

Immagine


Da essa vediamo uscire Wiz, Samantha ed Ellie.

ImmagineImmagineImmagine


La Inheritor va immediatamente a scaricare i bagagli, mentre Samantha osserva l'abitazione.

Samantha: Carina.

KTW: Soltanto carina?

Samantha: La Chaos Mansion e la Guardians Mansion erano più fighe.

KTW: Nel caso non te ne fossi accorta stiamo cercando di farti passare inosservata, e una casa nella periferia di Toronto mi sembra perfetta per lo scopo.

Samantha: Va be' 'sti cazzi, l'importante è che risolvi il prima possibile questa storia con l'Ordine di Fortuna che già mi sono rotta il cazzo di questa latitanza di merda.

KTW: Ci vorrà un bel po' Samantha, inoltre più tempo resti nascosta al mondo è meglio è vista la tua gravidanza.

Wiz lancia un'occhiata a una seccata Samantha Hart mentre Ellie li raggiunge con i bagagli della ragazza.

Ellie: Ecco a te Samantha, questi sono i tuoi bagagli.

Samantha: Ben fatto schiava.

La Inheritor sospira per poi entrare in casa con i bagagli di Samantha.

KTW: Non dovresti trattarla così male, lei è qui per aiutarti.

Samantha: Guarda questo quartiere Alex, poiché rappresenta la grandezza del gran cazzo che me ne frega. Non le ho chiesto mica io di aiutarmi.

KTW: Quanto sei stronza...

Samantha: Lo so. Beh porta il culo dentro e sistemiamoci.

KTW: Ehm... Per la verità io non verrò a vivere qui con voi Samy. Sarete solo tu ed Ellie, io farò qualche capatina di tanto in tanto.

La Hart Princess osserva con occhi spalancati Wiz.

Samantha: Non vorrai davvero lasciarmi con quella?!

Wiz accenna un sorriso.

KTW: Mi sa proprio di sì.

La ragazza fulmina con lo sguardo Wiz mentre le immagini si dissolvono...

9 giugno 2016

E' sera, e ci troviamo nella camera da letto di Samantha dove vediamo la ragazza schiena contro la testata del letto e gambe allungate su esso.

Immagine


La Hart Princess sta smanettando con il suo telefono, ma dopo qualche secondo punta lo sguardo verso il corridoio.

Samantha: Ehi testa di cazzo...

Passa qualche secondo e nella stanza si affaccia Ellie Hart.

Ellie: Dimmi.

Samantha: Ho sete.

Ellie: Gradisci qualcosa in particolare?

Samantha: Un succo di frutta. Muoviti, scattare!

La Inheritor si allontana a passo svelto e dopo poco meno di un minuto torna con un bicchiere di succo di frutta. Samantha fa un sorso per poi accennare una smorfia disgustata e sputare in faccia ad Ellie il succo.

Samantha: Ma che è 'sta merda?!

La giovane si asciuga il viso con il dorso dell'avambraccio mentre le immagini dissolvono...

15 giugno 2016

Ci troviamo nella cucina e qui troviamo Ellie Hart che sta pulendo i fornelli con una pezza inumidita.

Immagine


Passa qualche secondo e Samantha Hart arriva con un bicchiere di succo di frutta in mano.

Samantha: Hai scordato un punto...

Ed ecco che Samantha rovescia parte del suo succo di frutta sul tavolino della cucina. La ragazza ridacchia divertita mentre Ellie sospira, scuote la testa e va a pulire la macchia fatta da Samantha.

17 giugno 2016

Ci troviamo nel soggiorno della casa di Samantha dove troviamo la ragazza stravaccata sul divano intenta a guardare la televisione e a mangiare patatine da una busta.

Immagine


Alle sue spalle vediamo Ellie Hart che sta passando la scopa e Kid The Wizard appoggiato di spalle su un muro.

KTW: Visto che sono tornato Samy?

La ragazza ignora Wiz che scuote la testa con un sorriso divertito.

KTW: Ti adoro.

La Hart Princess alza un dito medio mentre continua a guardare la televisione. Wiz sorride e poi punta il proprio sguardo su Ellie Hart.

KTW: Si scopa eh?!

Sorriso sornione di Wiz mentre Ellie gli lancia un'occhiataccia.

Ellie: Non sono in vena di scherzi Wiz.

Wiz se la ride mentre in televisione parte la diretta di Indoor War, la prima puntata dopo War Of Change II. Samantha alza il volume mentre sullo schermo della sua TV vediamo una sua foto che preannuncia l'inizio del tributo a lei dedicato. Wiz diventa serio e si stacca dal muro per poi appoggiarsi con le mani sullo schienale del divano, mentre Ellie si blocca e inizia a guardare anche lei la diretta. Passa qualche istante e non appena Samantha vede il roster allineato sullo stage inizia a ridere. Wiz alza un sopracciglio.

Samantha: Ah ah ah! Ma guarda che coglioni!

La Inheritor scuote la testa.

Samantha: Ma che andassero a fanculo, fino a un paio di settimane fa mi odiavano e ora fanno gli ipocriti del cazzo davanti le telecamere. Che dementi...

KTW: Non dire così Samantha, c'è gente che è dispiaciuta veramente.

Samantha: Guarda quel titantron Alex, poiché è grosso tanto quanto il cazzo che me ne frega.

Sullo schermo vediamo comparire Chris Drake, occhi rossi e ricolmi di lacrime.

Samantha: Ecco l'unica persona a cui dispiace realmente li in mezzo. Gli altri sono solo dei falsi del cazzo, compresa quella cavalca pannocchie di sua sorella Alisa.

KTW: Ma non avevate appianato le vostre divergenze?

Samantha: Ciò non toglie che è una cavalca pannocchie. Chissà quanti pompini avrà fatto a Chris per consolarlo...

KTW: Sei assurda...

Ellie: Davvero...

Ed ecco che Samantha si gira con sguardo inviperito verso Ellie per poi tirarle contro il telecomando!

Samantha: Tu devi stare solo zitta!

Wiz alza le sopracciglia e punta il proprio sguardo su Ellie che invece sospira, annuisce e continua a pulire la stanza. Le immagini dissolvono nuovamente...

6 luglio 2016

Ci troviamo nel garage della casa dove è stata montata una palestra e dove troviamo Ellie Hart che facendo alcuni esercizi a corpo libero.

Immagine


La porta si apre e Samantha si affaccia, e nel vedere la ragazza che si sta allenando accenna un leggero sorriso beffardo.

Samantha: Ehi demente, che stai facendo?

La Inheritor si ferma.

Ellie: Esercizi quotidiani per restare in forma. La nuova dirigenza FWP mi ha offerto un contratto e quindi voglio farmi trovare pronta per quand...

Samantha: Zitta Cristo, non ti ho chiesto la storia della tua vita.

Ellie: S-Scusami...

Samantha: Comunque stai perdendo tempo. Sega eri e sega rimani, e più che prendere cazzi in faccia come successo contro di me o contro Alice Angel non puoi fare. Se vuoi un consiglio, concentrati sul prendere cazzi in faccia in senso letterale, in quello forse potresti essere brava...

La Hart Princess se la ride per poi lasciare la stanza e chiudersi la porta alle spalle, lasciando un'amareggiata Ellie Hart ai suoi esercizi.

1 agosto 2016

Le immagini ci portano nel soggiorno dove troviamo Samantha che sta navigando in internet con un portatile che ha sulle gambe. Un accenno di pancione si comincia a vedere in lei e ora la ragazza inizia a ridacchiare.

Samantha: Oh cazzo che spettacolo! Ehi fondina per cazzi, vieni qui!

Passa qualche istante e nel soggiorno arriva Ellie Hart, capelli arruffati e vestita con una canotta e un paio di leggins ricoperti di macchie bianche. Samantha si gira verso di lei e la osserva interdetta.

Samantha: Ma che cazzo è quello? Sperma?

Ellie: E' la vernice che sto usando per ripitturare la parete su cui hai disegnato la mia caricatura con un pene in faccia.

Samantha: Uhm, ok, 'sti cazzi. Comunque guarda che post incazzato ha messo Chris su Facebook!

La Inheritor legge sullo schermo del PC il messaggio in cui Chris annuncia il suo addio alla TWC per poi posare il proprio sguardo su Samantha.

Ellie: Secondo me ha un po' esagerato...

Samantha: E ti pareva... Ma non riesci proprio a non dire cazzate?!

La Hart Princess sospira.

Samantha: Beh dai, vaffanculo che ora devo hackerare la pagina e far risultare un milione di like al suo post, giusto per far incazzare un po' di gente... Ma che figlio di puttana...

Ellie: Cosa?

La ragazza picchietta con un dito lo schermo del computer indicando un post di Nick Carroll che Ellie legge ad alta voce.

Ellie: "Non stai dicendo che anche stavolta devo presenziare sullo stage a far finta che me ne freghi qualcosa, vero?"

Samantha: Lo vedi che avevo ragione io?! Sono una massa di ipocriti del cazzo! Spero solo che Jane Murphy contragga qualche malattia venerea da qualche negro per poi attaccarla a 'sto figlio di puttana!

Un sorriso furbo compare sul viso di Samantha.

Samantha: E se mi facessi un fake solo per rompere i coglioni a 'sti stronzi? Potrei chiamarlo Zamasu, personaggio di un anime giapponese, Dragon Ball Super per la precisione, che segue dei propri ideali di Giustizia per eliminare chi non ritiene degno e infine divenire un Dio.

La Inheritor alza un sopracciglio.

Ellie: Penso che non ce ne sia bisogno, e poi ho come la sensazione che qualcuno farà una cosa simile cercando di far ricadere la colpa sulla nostra cricca.

Samantha: Mmh, ok. Va be' 'sti cazzi, torna a fare ciò che stavi facendo ed evita di rompermi i coglioni ulteriormente.

Le immagini dissolvono nuovamente...

5 agosto 2016

Ci troviamo nella cucina della casa di Samantha. La ragazza è seduta su uno sgabello e sta mangiando un gelato, ma ecco che la sua attenzione viene catturata dalla porta d'ingresso della casa che si apre. Samantha alza un sopracciglio e dopo qualche secondo vediamo un'amareggiata Ellie Hart entrare in cucina mentre porta con se il suo borsone. Samantha accenna un sorriso beffardo.

Samantha: Eh eh eh, ci hai preso i cazzi in faccia a Summerbreak eh?!

La Inheritor lancia un'occhiataccia a Samantha, e quest'ultima diventa seria.

Samantha: Che cazzo guardi così eh?!

La Hart Princess si alza dallo sgabello e va a muso duro con la ragazza.

Samantha: Vuoi per caso contraddirmi?!

La giovane Ellie abbassa lo sguardo e prende un profondo respiro.

Ellie: N-No...

La Inheritor lascia cadere il proprio borsone a terra per poi scappare via dalla stanza mentre singhiozza. Ellie va a rintanarsi nella propria stanza mentre Samantha scuote la testa.

Samantha: Che testa di cazzo...

7 agosto 2016

Ci troviamo nel soggiorno e vediamo Ellie seduta su un divano e Kid The Wizard che cammina per la stanza.

KTW: Le regole le ho spiegate anche a lei, e ora che siete entrambe qui tu sei tenuta ancora di più a rispettarle. Non fatemi incazzare altrimenti sarò costretto ad agire di conseguenza, e sai che è ciò che non voglio fare.

La ragazza abbassa la testa.

Ellie: Lo so Wiz, ma ciò che è successo a Summerbreak mi sta rendendo ancora più difficile questa convivenza con Samantha. Non so ancora quanto potrò resistere ai suoi soprusi...

KTW: Puoi anche lasciare e concentrarti sul wrestling e su Alexa Drake.

La Inheritor alza la testa, puntando uno sguardo duro in quello di Wiz.

Ellie: No! Ho promesso che avrei aiutato Samantha a portare a termine questa gravidanza senza alcun intoppo, ed è ciò che farò!

Wiz annuisce mentre Samantha entra nel soggiorno, e nel vedere Kid The Wizard accenna un sorriso ironico.

Samantha: Uh, ecco il God Of Destruction!

KTW: Ben rivista Samy, bella pancia.

Samantha: Potresti portarmi il titolo che hai appena vinto insieme a Chris, così magari lo potrei usare sia per coprire questa pancia e sia per avere una cintura in questa casa visto che una certa demente si è fatta prendere a cazzi in faccia da una debuttante...

Wiz lancia una fugace occhiata ad Ellie che digrigna i denti.

KTW: Non essere dura con lei. Ellie ha un passato con Alexa, si conoscono da anni ed era semplicemente sconvolta nel vederla in FWP.

Samantha: Pff. Io direi di più che questa cogliona è semplicemente una pippa che dovrebbe dedicarsi a farle di professione, le pippe intendo.

La Inheritor stringe i pugni.

KTW: Samy, non essere così stronza per favore. Lei sta facendo davvero di tutto per aiutarti in questa gravidanza, e con questo comportamento stai semplicemente sputando in faccia a tutto ciò che lei sta facendo per te.

Samantha: Guarda il tuo palmarés Alex, poiché è quella la grandezza del...

KTW: ...gran cazzo che te ne frega. Ho afferrato Samy.

Sorrisetto beffardo da parte di Samantha.

Samantha: Beh se hai afferrato allora dovresti aver capito che me ne sbatto di ciò che questa tizia fa per me, e me ne sbatto dei suoi sentimenti visto che non ho chiesto il suo aiuto. Per me lei è semplicemente uno spreco di spazio, nulla più nulla meno.

Ed ecco che Ellie si alza di scatto dal divano e con sguardo inviperito osserva Samantha. La Hart Princess lancia uno sguardo di sfida alla ragazza per poi avvicinarsi a lei e colpirla con un sonoro schiaffo! Ellie accusa il colpo e arretra di un passo mentre Samantha sorride in maniera beffarda.

Samantha: Che vuoi fare ora stronza?! Vuoi colpire una donna incinta eh?!

La Inheritor osserva Samantha per qualche istante prima di abbassare lo sguardo.

Ellie: Vado in camera mia. Scusatemi.

La giovane Ellie si allontana a passo svelto e testa china mentre Wiz la osserva con sguardo dispiaciuto. Samantha la segue con lo sguardo per poi sbuffare in maniera ironica e tornare a guardare Wiz.

Samantha: Come giudicheresti tu una patetica ragazzina senza un briciolo di personalità e di palle? Io dico spreco di spazio.

KTW: Sei davvero una stronza Samantha.

Samantha: Sono una donna con le palle.

Le immagini dissolvono...

26 agosto 2016

Ci troviamo nel giardino sul retro dell'abitazione di Samantha, e qui troviamo la ragazza seduta su una sedia sdraio mentre si gode un po' di sole.

Immagine


La ragazza ha le mani sul pancione che inizia a mostrarsi più pronunciato, e dopo qualche secondo viene raggiunta da Kid The Wizard.

Samantha: Era ora!

KTW: Scusami, ma stavo sentendo un promoter che ha organizzato una difesa titolata contro i Faggians. Sono già tre volte che li affrontiamo...

Samantha: Non riesco a immaginare qualcosa che mi interessi meno.

Wiz accenna un leggero sorriso e scuote la testa.

Samantha: Allora Alex, come procedono le trattative con l'Ordine di Fortuna. Sei riuscito a togliermeli dalle palle?

KTW: Purtroppo no. Stanno ancora riorganizzando i ranghi e per ora non se ne parla di contattarli. Nathan e Madison stanno seguendo da vicino la situazione, e non appena ci sarà la possibilità andremo a parlare con chiunque sia il nuovo Gran Maestro.

La ragazza accenna un'espressione amara per poi alzarsi e andare faccia a faccia con Wiz.

Samantha: Che gran bella cazzata Alex.

Ed ecco che Samantha tira uno schiaffo in faccia a Wiz! Kid The Wizard resta impassibile al colpo e fissa con sguardo serio la ragazza che dopo qualche secondo se ne torna in casa. Wiz sospira e le immagini dissolvono...

27 agosto 2016 - 04:33 am

E' notte fonda e nel soggiorno della casa di Samantha troviamo Ellie Hart che cammina nervosamente. Passa qualche istante e sentiamo la porta d'ingresso dell'abitazione aprirsi e poco dopo chiudersi. Passano altri secondi e nel salotto fa il suo ingresso una barcollante Samantha Hart intenta a fumare una sigaretta e occhiali da sole indosso nonostante sia buio. Nel vedere questa scena Ellie digrigna i denti e fa un passo avanti.

Ellie: Ma che cosa ti è saltato in mente?!

La Hart Princess si abbassa gli occhiali, osserva la Inheritor e poi risponde semplicemente con un rutto. Gli occhi di Ellie si iniettano di sangue mentre Samantha si avvia verso la propria stanza, ma ecco che la Inheritor la afferra per un braccio e la gira verso di se! Samantha osserva la mano di Ellie che la sta tenendo e poi torna a guardare negli occhi la giovane.

Samantha: Toglimi subito quelle mani di dosso se non vuoi fare la fine di quella puttana di Rachel!

Ellie: No.

La Inheritor fissa con sguardo di sfida Samantha e quest'ultima parte con uno schiaffo... No! Ellie si abbassa, e tenendo la presa sul braccio di Samantha lo contorce e intrappola la ragazza in una Hammerlock! La Hart Princess tenta di divincolarsi, ma la presa della Inheritor è forte, ed ora la giovane la spinge contro il divano facendola sedere su di esso. Samantha osserva con sguardo spiritato Ellie, ma quest'ultima non le da tempo nemmeno di pensare e rapidamente la colpisce con un violento schiaffo! Samantha si tiene la guancia mentre Ellie ansima in preda alla furia e fissa con sguardo folle Samantha.

Ellie: Posso dirti una cosa Samantha?! Adesso mi hai proprio rotto i coglioni! Non basta il tuo comportamento di merda nei miei confronti, ora stai cominciando a trattare di merda anche la bambina che porti in grembo! Che vuoi fare eh?! Vuoi ucciderla nuovamente come tre anni fa?! Cosa cazzo mi rappresenta l'uscire di notte, rischiare di far scoprire la verità sulla tua finta morte e bere e fumare come una stronza?!

La Hart Princess resta in silenzio.

Ellie: RISPONDIMI!!!

La Inheritor è una furia, ed ora dopo aver preso un respiro riprende a parlare in maniera leggermente più calma.

Ellie: Se non fosse per quella bambina saresti tu qui l'unico spreco di spazio.

Detto ciò Ellie lascia la stanza a passo svelto mentre Samantha resta pesantemente interdetta...

27 agosto 2016 - 12:32 pm

Ci troviamo in cucina e vediamo Ellie Hart che sta preparando qualcosa da mangiare. Passa qualche secondo e una Samantha Hart appena svegliata arriva e si siede su uno sgabello. Ellie le lancia una fugace occhiata per poi tornare a concentrarsi sulla cucina. Samantha prende un respiro.

Samantha: Ellie...

La Inheritor alza un sopracciglio.

Samantha: Avevi ragione ieri sera, ho fatto una cazzata.

Ellie: Wow. La prima cosa sensata che dici da tre mesi.

La giovane Ellie si gira verso Samantha.

Ellie: E noto con piacere che per la prima volta da quando siamo qui mi hai chiamata con il mio nome. Niente nomignoli e insulti, è un passo avanti.

Un leggero sorriso beffardo compare sul viso di Ellie.

Ellie: A saperlo ti avrei sbroccato prima.

La Hart Princess alza un sopracciglio mentre la Inheritor abbassa lo sguardo.

Ellie: Scherzo, mi dispiace averti aggredita in quel modo.

Samantha: Non devi dispiacerti per ciò che hai fatto.

La Inheritor alza lo sguardo e lo punta in quello di Samantha.

Samantha: Hai fatto bene a sgridarmi e ad usare la forza ieri, ne avevo bisogno. Vedi Ellie, magari a vedermi non si direbbe ma io sono tremendamente spaventata da tutto ciò che sta succedendo.

La giovane Ellie ascolta senza battere ciglio.

Samantha: Io ho paura Ellie, ho paura che tutto possa andare nuovamente a puttane, ho paura che qualcuno possa trovarci e far del male alla mia bambina, ho paura di non essere in grado di fare la madre, ho paura di restare sola, io ho paura Ellie.

Sorriso amaro da parte di Samantha.

Samantha: Sai, forse solo Alisa ti è avanti nella graduatoria delle persone che meno vorrei attorno in questo momento, e non prenderla sul personale, ma per assistermi nella mia gravidanza avrei preferito avere ciò che più si avvicina a un padre per me, Alex Corleone, oppure il padre di mia figlia, Chris Drake, o ancora tutto ciò che resta della mia famiglia, Sasha Hart. Purtroppo Chris e Sasha sono all'oscuro del fatto che io sia viva, mentre Alex è impegnato per cazzi suoi e io ho contribuito a scacciarlo con il mio pessimo comportamento.

La Hart Princess abbassa la testa e inizia a singhiozzare.

Ellie: Samantha...

La Inheritor mette una mano su quella di Samantha che alza gli occhi, lucidi, e li punta in quelli di Ellie.

Ellie: E' normale avere paura, io stessa ho reagito così ieri solo perché avevo paura per te e per la bambina, ma lascia che ti dica che quando ti vedo sorridere mentre accarezzi la tua pancia, quando penso che dentro di te sta crescendo una vita e quando penso a che grande madre sarai, tutte le mie paure svaniscono.

Piccola pausa per Ellie.

Ellie: Pensi che io mi sia divertita per tre mesi a farmi trattare male da te? No Samantha, ma nonostante ciò ti sono rimasta accanto per permetterti di proseguire al meglio questa gravidanza, e so che tu non hai chiesto il mio aiuto, ma io sono comunque ben lieta di offrirtelo, poiché anche se tu non mi reputi tale, anche io sono la tua famiglia.

Gli occhi della Inheritor si fanno lucidi, mentre Samantha sospira.

Samantha: Tieniti forte ragazzina, poiché difficilmente sentirai queste parole nuovamente da me, ma mi dispiace per il modo in cui ti ho trattata. Scusami Ellie, prometto che mi impegnerò affinché risulti meno rompi coglioni.

Un sorriso si fa largo sul viso di Ellie mentre una lacrima le scende su una guancia.

Ellie: So che lo farai, non sei più quella di una volta, stai cambiando, e ciò implica anche il saper riconoscere i propri errori come hai appena fatto. Sono fiera di te Samantha.

Le due si scambiano un sorriso e le immagini si interrompono.



Spoiler:
So what am I fighting for?
Everything back and more
And I'm not gonna let this go
I'm ready to settle the score
Get ready cause this is war

There are days that I think I'm crazy
Other days nothing seems to faze me
There's nothing more and nothing less
Just all the fears that I must confess well
I'm afraid I believe in nothing
No hopes or dreams you could've left me dead
Naive and not to mention
I'm losing count of all my blessings

With all that I've done, it's too late
I can't take back all that I have become

So all that I'm trying to say
I'm looking for a better way
Some days it just gets so hard
And I don't wanna slip away
So what am I fighting for?
Everything back and more
And I'm not gonna let this go
I'm ready to settle the score
Get ready cause this is war

Another day in the right direction
I'm ok but I'm left to question
How did I get so far behind the rest?
Why am I so inclined to forget?
All the days that you made me crazy
Nowadays you don't even faze me
It's all the same and I don't stress none
Sick and tired of all this tension

With all that I've done, it's too late
I can't take back all that I have become

So all that I'm trying to say
I'm looking for a better way
Some days it just gets so hard
And I don't wanna slip away
So what am I fighting for?
Everything back and more
And I'm not gonna let this go
I'm ready to settle the score
Get ready cause this is war

Get ready cause this is war
Get ready cause this is war

All that I'm trying to say
I'm looking for a better way
Some days it just gets so hard
And I don't wanna slip away
So what am I fighting for?
Everything back and more
And I'm not gonna let this go
I'm ready to settle the score
Get ready cause this is war

I'm looking for a better way
Some days it just gets so hard
And I don't wanna slip away
Get ready cause this is war
Everything back and more
And I'm not gonna let this go
I'm ready to settle the score
Get ready cause this is war


[To Be Continued...]


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 11/06/2017, 20:11 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17030
Immagine

I Still Love

Spoiler:
DISCLAIMER!

I fatti raccontati in questo promo sono intesi per essere fruiti solo dai lettori e non dai wrestler o dal pubblico in storyline. Pertanto ciò che accadrà in questo promo non potrà essere citato nelle storyline poiché nessuno sa che questi fatti sono avvenuti eccetto i protagonisti degli stessi.


Ci troviamo nel giardino posteriore della residenza Hart a Toronto, Canada.

Immagine


Seduta su una panchina troviamo Samantha Hart con un amorevole sorriso mentre è intenta a cullare tra le proprie braccia la figlia.

Immagine

Immagine


Passa qualche secondo e la porta sul retro della casa si apre, e da essa esce Ellie Hart.

Immagine


La giovane Ellie non appena vede Samantha e la figlia accenna subito un dolce sorriso che dura qualche istante prima che la ragazza si incupisca. Gli occhi di Ellie diventano lucidi e una lacrima cala sulla sua guancia destra, ma non appena Samantha nota la sua presenza, la giovane si ricompone immediatamente e accenna un sorriso per poi raggiungere la parente e sedersi di fianco a lei.

Ellie: Hai visto che bella giornata oggi eh?

La Hart Princess accenna un'espressione ironica.

Samantha: Non si direbbe a guardare il tuo viso.

La Inheritor deglutisce.

Samantha: Cosa c'è che non va Ellie?

Sorriso nervoso da parte di Ellie.

Ellie: Nulla Samy...

Samantha: Ellie... Andiamo, hai il make-up leggermente sbavato, tu hai pianto.

La Inheritor sospira mentre la figlia di Samantha emette un vagito e allunga un braccio verso Ellie, causando un leggero sorriso in quest'ultima che si fa stringere il dito dalla manina della bimba.

Ellie: La verità è che sono estremamente preoccupata per Chris. Comunque vada il Mask versus Career con DJ Rev nella prossima puntata di Breaking Point ne uscirà distrutto.

La Hart Princess alza un sopracciglio.

Samantha: E perché mai Ellie? Se perde ok, la sua carriera finisce e tanti saluti, ma in caso di vittoria conquisterebbe la Mascara di Rev e si legittimerebbe come primo sfidante a Path Of Legends.

Nuovo sospiro da parte di Ellie.

Ellie: Io so chi c'è sotto quella maschera, e per certo posso dirti che la cosa turberà irrimediabilmente Chris, e tu sai meglio di me che quando è in quelle condizioni rischia di combinare casini, casini che potrebbero anche riflettersi indirettamente sulla figlia che non sa di avere...

La Inheritor sfila il dito dalla mano della figlia di Chris e Samantha per poi accarezzarle il viso con il dorso della mano.

Ellie: Io non posso permettere tutto ciò, proprio non posso...

La giovane Ellie stringe i pugni e abbassa la testa, mentre una lacrima scende sul suo viso. La figlia di Samantha corruccia il mento mentre Samantha stessa accenna un leggero sorriso e con il braccio libero avvolge Ellie, abbracciandola a se e alla piccola. Passa qualche secondo e Samantha sospira.

Samantha: Sei una persona fantastica Ellie, ti voglio bene.

La Inheritor si stacca di scatto da Samantha e punta uno sguardo sorpreso in quello della parente.

Samantha: Che c'è? Ti suona così strano?

Sorriso da parte di Samantha.

Ellie: Abbastanza.

Anche Ellie inizia a sorridere in preda all'emozione.

Samantha: Non mi aspettavo che ne restassi così sorpresa, d'altronde anche se siamo partite con il piede sbagliato per via della mia testaccia di cazzo, c'è da dire che ora siamo abbastanza unite, e quindi è normale che ti voglia bene Ellie.

Ellie: Lo so questo Samy, è che sentirtelo dire fa tutto un altro effetto.

Samantha: Beh allora se la metti così mi viene da chiederti se ti ho mai ringraziato esplicitamente per ciò che hai fatto per me.

Ellie: Esplicitamente non saprei, ma il gesto che hai fatto quando nacque lei penso valga più di mille ringraziamenti...

Le due si scambiano un sorriso e le immagini dissolvono portandoci nel passato...

31 agosto 2016

Ci troviamo nella cucina della casa di Samantha dove troviamo la ragazza che nonostante il pancione un po' pronunciato, sta pulendo il tavolo con una pezza inumidita.

Immagine


Nella stanza entra Ellie, e nel vedere Samantha alza un sopracciglio.

Ellie: Non dovresti affaticarti Samantha.

Samantha: Guarda che non sono stata mutilata, sono solo incinta e per tanto penso di poter ancora pulire.

Ellie: Ok, ma il tavolo l'ho pulito questa mattina, non ce ne è bisogno.

Samantha: Lo so, sto solo ripulendo il latte che per sbaglio ho fatto cadere.

Espressione sorpresa da parte di Ellie.

Ellie: Sembrano così lontani i tempi in cui versavi di proposito roba sul tavolo che avevo appena pulito...

Samantha: Facciamo dell'ironia eh?! Ma vaffanculo.

La Inheritor ridacchia mentre Samantha dapprima le lancia un'occhiataccia, ma poi accenna anche lei un leggero sorriso ironico.

20 settembre 2016

Ci troviamo in uno studio ginecologico.

Immagine


Qui troviamo Samantha seduta su un lettino ed Ellie affianco a lei mentre la ginecologa si sta apprestando a compiere la seconda ecografia.

Samantha: Grazie per essere venuta qui con me.

Ellie: Sarei venuta anche la prima volta, ma il tuo insultare me e le divinità cristiane mi hanno fatta desistere.

La Hart Princess accenna un leggero sorriso e la Inheritor le stringe la mano...

6 ottobre 2016

Ci troviamo nel bagno dell'abitazione di Samantha.

Immagine


Di spalle troviamo Samantha, con solo un paio di mutande addosso, che si sta guardando allo specchio.

Samantha: Che bocce enormi...

Ma ecco che la porta di apre di scatto, permettendo l'ingresso irruento di uno spiritato Kid The Wizard.

Immagine


KTW: Dove?!

La Hart Princess si gira verso di lui con sguardo truce, e Wiz nel vederla nuda accenna un sorriso compiaciuto. Le immagini si spostano al piano di sotto dove troviamo Ellie Hart che sta sistemando le posate nel cassetto della cucina, ma del trambusto proveniente dal piano superiore attira la sua attenzione. Ellie sospira.

Ellie: Glielo avevo detto io di aspettarla qui...

Ed ecco che dopo qualche secondo Kid The Wizard scende la scalinata e raggiunge Ellie in cucina mostrando uno sguardo seccato.

Ellie: Mai disturbare una donna in bagno.

KTW: Me ne sono accorto...

Wiz si gira di spalle mostrando una forbice infilzata nella sua schiena.

Ellie: Oh mio Dio!!!

La Inheritor si porta le mani sulla bocca e osserva inorridita la scena, mentre Samantha, che si è rivestita, scende la scalinata e scura in viso raggiunge la cucina per poi strappare via le forbici dalla schiena di Wiz.

KTW: Ouch!

La giovane Ellie per poco non perde i sensi, mentre Samantha accenna un sorrisetto a un dolorante Wiz.

Samantha: Non penso che tu sia venuto qui solo per vedermi nuda, quindi che vuoi?

KTW: Già ero arrabbiato con te per come mi hai trattato l'altra volta, ora sono proprio furioso e per tanto non ti dirò quello che avevo da dirti e me ne andrò. Arrivederci.

Wiz gira i tacchi mentre Samantha lo osserva con sguardo ironico.

Samantha: Guarda che Ellie mi ha già detto che non te la sei presa per la mia sfuriata dell'altra volta, quindi evita di fare il coglione.

The Legend si gira seccato verso Ellie.

KTW: Spiona...

La Inheritor fa le spallucce mentre Wiz torna a guardare Samantha.

KTW: Comunque sono venuto qui per vedere come procedeva la tua gravidanza, e a giudicare da quelle tettone va decisamente bene...

Sorriso sornione da parte di Wiz mentre Samantha rimette mano alle forbice, facendo alzare le mani a Kid The Wizard.

KTW: Scherzavo brutta psicopatica!

La Hart Princess sorride in modo compiaciuto.

KTW: Davvero Samy, è questo il modo di ringraziare colui che è riuscito a toglierti dalle palle l'Ordine di Fortuna vita natural durante?!

La ragazza sgrana gli occhi mentre Wiz accenna un leggero sorriso.

Samantha: Dici davvero?!

KTW: Yep!

Samantha: Oh cazzo, grazie Alex!!!

Detto ciò Samantha salta addosso a Wiz e lo abbraccia forte, mentre The Legendry Legend la tiene a fatica. I due si staccano e Samantha mostra occhi lucidi in preda alla commozione.

KTW: E questo tu lo chiami ringraziamento?! Mi hai spaccato la schiena! Che cazzo di vacca...

Ed ecco che Samantha colpisce con una poderosa ginocchiata alle palle Wiz! The Legend si piega dal dolore mentre Samantha va ad abbracciare Ellie.

4 novembre 2016

Ci troviamo nel soggiorno della casa di Samantha dove troviamo lei ed Ellie sedute sul divano a mangiare pop-corn e a guardare la tv.

Immagine


Il pancione di Samantha è sempre più pronunciato, e solo ora vediamo che insieme ad Ellie sta guardando la puntata di TWC Indoor War. Sullo schermo della tv c'è Chris Drake che sta parlando nel ring, ma non appena risuona la theme song della Revenge Connection, Ellie si scurisce in viso.

Ellie: Oh no... No, no, no. No! No!!!

La Hart Princess guarda la ragazza e alza un sopracciglio.

Samantha: Ellie, non ti sembra di star esagerando?

La Inheritor, visibilmente scossa, scuote la testa in maniera isterica.

Ellie: Lei non dovrebbe essere li, ma che cazzo sta facendo?!

Dalla televisione sentiamo Alexa dire volgarità ricevendo come risposta da Chris Drake un paragone con Samantha Hart. La cosa fa mostrare un'espressione stizzita a Samantha.

Samantha: Ma che cazzo dici coglione di merda?!

Ma ecco che Chris fa un paragone tra il seno di Alexa e quello di Samantha, dichiarando quello della canadese più grande, e la cosa fa accennare un sorriso compiaciuto alla ragazza.

Samantha: Lo vedesse ora...

La Inheritor è tuttavia sconvolta, e ora si alza di scatto per poi prendere il suo telefono ed effettuare una chiamata.

Ellie: Hai visto anche tu Alex? Sì. Ok. Puoi contarci.

La ragazza riaggancia per poi puntare il proprio sguardo su un'incuriosita Samantha.

Samantha: Che succede?

Ellie: Succede che nella prossima puntata di Indoor War ci sarò anch'io. Non permetterò che quella stronza faccia del male a Chris!

La Inheritor ha lo sguardo infuocato, e Samantha nel vedere ciò annuisce.

18 novembre 2016

Siamo nel soggiorno dell'abitazione di Samantha e troviamo quest'ultima in compagnia di Kid The Wizard mentre sta guardando il segmento di Indoor War in cui Ellie Hart sta confrontando la Revenge Connection.

Samantha: Si è allenata con professionisti della disciplina?

KTW: Penso intenda me e te. Io qualche lezione gliel'ho data, e vivere con te penso sia come vivere con Pai Mei.

Wiz accenna un sorriso beffardo mentre Samantha lo osserva stizzita.

Samantha: Spiritoso...

Ma ecco che sullo schermo vediamo DJ Rev colpire con un gancio destro Ellie! Samantha si alza di scatto e punta il braccio contro la televisione.

Samantha: Ma che cazzo fai brutto pezzo di merda?!

In tv Rev posiziona Ellie per la Revenge Slash, e la cosa fa portare le mani sulla bocca a Samantha, ma ecco che risuona la theme song di Chris Drake, Feel Invincible, che fa esultare Samantha.

Samantha: Vai Chris, spaccagli il culo!!!

Wiz accenna un leggero sorriso e le immagini dissolvono...

30 novembre 2016

Vediamo Ellie Hart, borsone alla mano, che raggiunge Samantha in cucina.

Samantha: Parti di nuovo?

Ellie: Sì. Dobbiamo preparare con Chris il mio match titolato contro Alexa ad Indoor War. Se dovessi perdere lui verrebbe licenziato, e non posso permettere che ciò accada.

Samantha: Ok.

La Hart Princess si gira verso il frigorifero e prende una bottiglietta di succo di frutta.

Ellie: Allora ci vediamo tra qualche giorno.

Samantha: Ok.

La Inheritor mostra un'espressione amara per poi incamminarsi verso l'uscita.

Ellie: Ciao Samantha.

Samantha: Ciao.

La giovane Ellie lascia la stanza mentre Samantha sospira...

8 dicembre 2016

Ci troviamo nel soggiorno della casa di Samantha, e qui troviamo la ragazza che sta parlando con Ellie.

Ellie: Spero che non ti dispiaccia...

Samantha: Ti ho già detto di no. Tu e Alex siete impegnati con Chris ora, quindi non preoccuparti per me.

Ma ecco che nel soggiorno fa il suo ingresso Kid The Wizard, e Samantha si gira verso di lui.

KTW: Nessuno si preoccupa per te Samantha, ma da quando Ellie è tornata in TWC stai rimanendo molto più tempo da sola, e per quanto ti risulti difficile ammetterlo la cosa ti fa intristire.

Samantha: Ma che cazzo dici coglione?!

Sorriso ironico da parte di Wiz.

KTW: Quanto sei orgogliosa... Comunque visto che ti leggo come un libro aperto ho ben pensato di comune accordo con Ellie di farti un regalo, e penso proprio che ti piacerà...

Samantha: Non penso proprio invece.

La ragazza torna a dare le spalle a Wiz mentre nella stanza fa il suo ingresso Sasha Hart.

Immagine


La Baby Hart, visibilmente emozionata, si mette affianco a Wiz mentre Ellie le sorride. Samantha, che può vedere solo Ellie davanti a se, alza un sopracciglio nel vedere la Inheritor che sta guardando oltre le sue spalle...

Sasha: Zia S-Samy...

La Hart Princess sgrana gli occhi nel sentire la voce della nipote, e ora si gira lentamente verso di lei, e non appena la vede i suoi occhi si inondano di lacrime allo stesso modo di quelli della nipote che sono già stracolmi.

Samantha: S-Sasha...

Ed ecco che Samantha si alza dal divano e va immediatamente ad abbracciare la nipote, e le due si lasciano entrambe andare in un pianto di gioia.

Samantha: S-S-Sasha... P-Piccola mia...

Le due si stringono forte mentre anche Ellie si emoziona e porta una mano davanti la bocca. Le immagini dissolvono...

16 dicembre 2016

Nel soggiorno della casa troviamo Kid The Wizard, Samantha e Sasha Hart mentre sono intente a vedere TWC Zero Hour. Il match che i tre stanno visionando è Drake 'N' Hart vs The Revenge Connection, e mentre la contesa prosegue i tre parlottano tra di loro.

Samantha: Devo ammettere che Ellie non è male, potrei averla giudicata male...

La ragazza ridacchia.

Sasha: Dici che vinceranno?

Samantha: Ovvio! Ellie è motivata nello sconfiggere quella mia copia sbiadita, mentre Chris non può permettersi di farsi licenziare dalla TWC, non dopo quello che è successo ad Alisa.

Sasha: Perché? Cosa è successo ad Alisa?

Samantha: Alex, spiega.

Wiz sospira.

KTW: Vedi Sasha, dopo quello che vi è capitato alla Fortuna Mansion Chris non se l'è passata bene. Lui era distrutto da quella che crede essere la morte di Samantha e dalle terribili cose che ha dovuto fare per sopravvivere...

Sasha: Beh scontato, ha ucciso tre persone. Chiunque sarebbe distrutto da una cosa del genere...

The Legendary Legend e Samantha si scambiano uno sguardo per poi fare i vaghi.

KTW: Sì Sasha, chiunque. Comunque dopo quei fatti i rapporti con Alisa si incrinarono e dopo la puntata di Indoor War a Londra i due litigarono, e senza dilungarmi troppo nei dettagli posso solo dirti che Chris sputò in faccia ad Alisa un misto di saliva e sangue e l'apostrofò come un'inutile puttana per poi dirle che per lui era morta.

La Baby Hart spalanca gli occhi, sorpresa.

KTW: Il problema è che alla fine Alisa è morta per davvero, o meglio è stata vittima di un incidente stradale che la portata in uno stato di morte cerebrale.

Sasha: Oh mio Dio...

La giovane osserva shockata Wiz.

Samantha: E se a questo ci aggiungiamo che Alex non perde occasione di rinfacciargli la cosa allora sai da dove derivano le motivazioni per vincere di Chris.

Wiz lancia un'occhiata stizzita a Samantha.

KTW: Ellie ti dice troppe cose su di me. La ragazzina deve imparare a farsi i cazzi suoi...

La Hart Princess fa una linguaccia a Wiz, ma ecco che l'attenzione di tutti viene attirata dalla televisione dove Chris esegue una TWD su DJ Rev. Alexa va subito all'attacco con Evie, ma Chris la disarma per poi tentare il Pandora Piledriver su di lei, venendo fermato da un individuo mascherato che lo colpisce con una sediata alle spalle.

Samantha: E no porco D, e questo chi cazzo è?!

I tre osservano ancora più attentamente l'azione in tv dove vediamo un individuo mascherato eseguire un Belly To Back Backbreaker su Chris e un altro individuo che trascina Alexa su di lui, facendole ottenere la vittoria.

Samantha: Oh cazzo...

KTW: Il mio tag team partner è stato appena schienato da una donna, che imbarazzo.

In tv ora vediamo il primo individuo togliersi la maschera rivelandosi essere Rick Frye.

Samantha: Dixon?! Ma che cazzo!

Ed ecco che l'altro individuo si smaschera rivelandosi Alisa Drake. I tre sono sotto shock nel vedere la ragazza, così come Chris Drake in tv che riceve uno Shining Wizard dalla sorella. Samantha digrigna i denti e si alza.

Samantha: Maledetta puttana! Aspetta solo che sforni questa bambina e poi vedrai che culo che ti faccio!

La Hart Princess schiuma rabbia mentre Sasha Hart osserva confusa Wiz.

Sasha: Morte cerebrale eh?

KTW: Beh, alla fin fine sono contento che stia bene. Oh, sempre meglio stronza traditrice non che vegetale.

Wiz fa le spallucce mentre le immagini dissolvono...

25 dicembre 2016

E' il giorno di Natale, e nella sala da pranzo della casa di Samantha troviamo lei, Ellie, Sasha e Kid The Wizard che hanno appena finito di mangiare.

Immagine


Sasha: Cavolo che mangiata! Ma dove hai imparato a cucinare così Ellie? Sei bravissima!

Ellie: Esageri Sasha, il segreto è nella ricetta. Dalle mie parti è molto in voga...

Sasha: Dalle tue parti? Ma non sei anche tu di Toronto?

Ellie: Ehm... Sì, solo che...

KTW: Ellie.

Wiz blocca la ragazza che lo guarda spaesata.

KTW: Puoi dirglielo, non penso che a loro importi che sei sì nata a Toronto, ma in realtà sei cresciuta in Quebec.

Ellie: Alex! Sei uno spione!

KTW: Fa male non è vero? Almeno adesso capisci cosa si prova.

La ragazza si corruccia in maniera ironica, ma poi ridacchia mentre Samantha mostra una smorfia e si tiene la pancia. I presenti si girano di scatto verso di lei che però alza le sopracciglia.

Samantha: Tranquilli... La bambina sta semplicemente mostrando il suo gradimento per l'ottima cucina di Ellie.

La Hart Princess si accarezza la pancia e sorride...

26 gennaio 2017

Ci troviamo in ospedale, precisamente in una stanza dove è ricoverata Samantha Hart.

Immagine


Con lei troviamo due infermiere, Sasha che le è accanto ed Ellie che cammina nervosamente.

Ellie: Ok, ok, ok, ok, ok, ok. Devi stare calma e tutto andrà per il verso giusto, non c'è bisogno di agitarsi!

Samantha: Guarda che io sono calmissima.

Ellie: Stavo parlando con me stessa!

Leggero sorriso da parte di Samantha che poi mostra una smorfia di dolore dovuta a una contrazione.

Sasha: Non ci posso credere, sto per avere una cuginetta.

La Hart Princess accenna un sorriso verso la nipote mentre nella stanza entra Kid The Wizard e il dottore.

KTW: Ragazze dovete uscire, sono autorizzati a stare qui per il parto solo il medico, le infermiere e il padre della bambina.

Le due annuiscono e poi Sasha va a dare un bacio sulla guancia alla zia, mentre Ellie le da sulla una pacca sulla spalla, ma ecco che Samantha la blocca per un braccio.

Samantha: E non fare la timida del cazzo!

La Inheritor arrossisce per poi dare anche lei un bacio a Samantha. Le due si incamminano verso l'uscita della sala parto mentre Wiz resta li.

Ellie: Guarda che devi uscire anche tu.

KTW: Ti ho già detto che il padre della bambina può restare.

Wiz accenna un sorriso beffardo mentre Ellie scuote la testa e lascia la stanza insieme a Sasha. Samantha nel frattempo ha un'altra contrazione, ma poi ridacchia.

Samantha: Quante cazzate che dici...

KTW: Non posso perdermi la nascita di tua figlia Samantha.

The Legendary Legend raggiunge Samantha e le stringe la mano.

KTW: Sono fiera di te piccola mia, davvero. Tutti i titoli, i successi e la gloria del mondo non potrebbero mai competere con la felicità che provo nel poterti di nuovo chiamarti amica dopo tutto quello che abbiamo passato. Ti voglio bene Samy.

Ed ecco che Wiz da un bacio sul naso a Samantha che ora mostra occhi lucidi.

Samantha: Sei un figlio di puttana, mi hai fatto emozionare. Ma lascia che di dica che anche per me è la stessa identicaAAAAAAAAAAAAAAAH!!!

KTW: AAAAAAAAAAAAAH!!!

Una violenta contrazione colpisce Samantha che stritola la mano di Wiz. La ragazza inizia a sudare a freddo mentre le infermiere la assistono asciugandole il sudore. Nel frattempo il medico si mette davanti le sue gambe per controllare come procede.

Dottore: La dilatazione è completa signora Corleone.

Samantha: SIGNORA CORLEONE?!

KTW: Eh beh, dovevo essere credibile per poter assistere.

Dottore: Inizi a spingere forza.

Samantha: NON DARMI ORDINI MERDA!!! OH CAZZO CHE DOLORE, OH PORCO D!!! VAFFANCULO!!! CHRIS TI ODIO, FIGLIO DI PUTTANA!!!

Infermiera 1: Non si preoccupi Chris, tutte le donne dicono così.

KTW: Io non sono Chris, sono Alex, e magari finito qui potremmo andare a prenderci qualcosa io e lei...

Samantha: ODIO ANCHE TE PEZZO DI MERDA!!!

Dottore: Coraggio signora Corleone, spinga, spinga.

Samantha: NON SONO LA SIGNORA CORLEONE BRUTTO PEZZO DI MERDA!!!

Ed ecco che Samantha con un calcio colpisce in piena faccia il dottore, facendogli perdere sensi!

KTW: Qualcuno chiami un dottore!

Wiz si guarda attorno mentre una delle infermiere va ad assistere il dottore.

Samantha: OH CAZZO, E ADESSO CHE CAZZO FACCIAMO?! AAAAAAAAAAARGH!!!

KTW: Infermiera, vada a chiamare un altro dottore, presto!

La seconda infermiera annuisce e lascia velocemente la stanza mentre Samantha continua ad emettere lancinanti urla di dolore.

Samantha: AAAAAAAAAAAAH!!! CAZZO!!! MERDA!!! VAFFANCULO!!!

KTW: Stai calma Samy, l'altro dottore sta per arrivare.

La porta si apre e si affaccia l'infermiera.

Infermiera 2: L'altro dottore non è disponibile, dobbiamo far riprendere il dottor Kelso.

Samantha: NON AFFIDERO' MIA FIGLIA NELLE MANI DI UNA PERSONA CHE E' APPENA SVENUTA, CHIAMATE UN ALTRO DOTTORE CAZZO!!!

Infermiera 2: Ma signora Corleone non c'è nessun...

Samantha: SIGNORINA HART!!!

Ed ecco che Samantha prende una padella posata affianco a lei e la lancia contro l'infermiera, colpendola in testa a facendola svenire!

Samantha: CAAAAAAAAZZOOOOOOOOOOOOO!!!

KTW: Infermiera, vada a chiamare aiuto, presto!

Infermiera 1: Non posso lasciare la paziente da sola!

KTW: Non è da sola, ci sono io!

Infermiera 1: Ma lei non è un medico!

Wiz sospira.

KTW: E' vero, non sono un medico... Sono un'infermiera.

L'infermiera alza un sopracciglio.

KTW: Non volevo dirlo poiché lei sa, è un lavoro da donna, ma sono un infermiera qualificata. Ora vada, non c'è tempo da perdere...

Samantha: OOOOOOOOH CAAAAAAZZOOOOOOOOOOOO!!!

KTW: Lo vede?! La mia compagna sta soffrendo, deve chiamare al più presto un altro dottore!!!

L'infermiera annuisce e lascia la stanza mentre Samantha continua ad urlare.

Samantha: COMPAGNA UN CAZZO!!! VAFFANCULO ALEX, IO TI DISPREZZO CON TUTTA ME STESSA, SEI UN UOMO DI MERDA!!!

KTW: Cazzo, stai davvero di merda. Fammi dare un'occhiata...

La ragazza sgrana gli occhi.

Samantha: NO, TI PREGO NO!!! NON GUARDARE LI...

Wiz va a dare un'occhiata tra le gambe di Samantha per poi mettersi le mani alla bocca e osservare disgustato la scena.

KTW: Oh merda...

Samantha: COSA?!

KTW: Sta uscendo la testa...

Samantha: OH MIO DIO!!! CHIAMA AIUTO PRESTO!!!

KTW: Non c'è più tempo Samantha, la bambina sta uscendo!

Kid The Wizard si alza e va a prendere dei guanti sterili.

Samantha: CHE COSA HAI IN MENTE DI FARE?!

KTW: La farò nascere io!

La ragazza osserva con sguardo spalancato Wiz.

Samantha: AIUTO!!! AIUTATEMI VI PREGO!!!

KTW: Calma Samy, so quello che faccio, sono un esperto in vagine.

Samantha: NON E' AFFATTO LA STESSA COSA!!!

Wiz si mette tra le gambe di Samantha per poi allungare le mani.

KTW: Al mio tre spingi, uno, due, tre...

Samantha: AAAAAAAAAAAARGH!!! CAZZO!!!

KTW: Di nuovo al tre, uno, due e tre.

Samantha: FAAAANCUUUUULO!!!

KTW: Bravissima Samy, sei larga quasi quanto quella volta che lo abbiamo fatto.

La ragazza, totalmente ricoperta del proprio sudore, lancia un'occhiata assassina a Wiz che invece sorride in maniera ammiccante.

Samantha: SE NE ESCO VIVA TI GIURO CHE TI CERCHERO', TI TROVERO' E POI TI UCCIDERO' BRUTTO INFAME DEL CAZZOOOOOOOOOOOOOO!!! AAAAAAAAAAARGH!!!

KTW: Ti voglio bene anch'io piccola. Allora, al tre spingi nuovamente, uno, due e tre!

Samantha: CAAAAAAZZOOOOOOOOOOOOO!!!

KTW: Ci siamo quasi Samy, ci siamo quasi! Al tre. Uno. Due. TRE!!!

Samantha: AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH!!!

KTW: Oh cazzo...

Samantha: COSA?!

Gli occhi di Wiz si fanno immediatamente lucidi.

KTW: Sei ufficialmente divenuta mamma.

Ed ecco che Wiz tira indietro le mani mostrando la figlia di Chris Drake e Samantha Hart, coperta di placenta, che ora emette il suo primo vagito per poi iniziare a piangere.

Immagine


La Hart Princess respira affannosamente ma sul suo viso si distende un sorriso nel vedere la figlia.

Samantha: E-E-E' mia?

Sorriso rassicurante da parte di Wiz.

KTW: Sì Samy, è tua.

Ed ecco che la porta della sala parto si apre di scatto e vi entrano Ellie e Sasha Hart.

Ellie: Abbiamo visto l'infermiera che cercava aiuto, cosa è success...

La Inheritor si blocca e nel vedere la neonata porta immediatamente le mani alla bocca e inizia a piangere in preda alla commozione. Anche Sasha si emoziona nel vedere per la prima volta la cugina e ora Wiz fa cenno alle due di avvicinarsi per poi prendere delle forbici e darle ad Ellie.

KTW: Vuoi avere l'onore ed entrare nella storia?

La giovane Ellie guarda le forbici per poi annuire e prenderle, e fatto ciò taglia il cordone ombelicale. Wiz sorride per poi avvolgere la neonata in un asciugamano sterile e consegnarla a una visibilmente emozionata Samantha Hart.

Samantha: Ciao piccola. I-Io sono la tua mamma...

Wiz, Ellie e Sasha si affiancano e osservano tra commozione e gioia la scena che hanno davanti.

KTW: Stupefacente vero?

Le due giovani Hart annuiscono mentre restano fisse con lo sguardo su Samantha e la sua bimba.

KTW: Come la chiamerai?

La Hart Princess prende un respiro.

Samantha: La chiamerò come la persona che ha reso possibile questo momento, la persona che più mi ha aiutata a migliorare me stessa, la persona a cui devo la mia vita...

KTW: E' un onore Samy, però così si chiamerebbe Alexa Drake...

Samantha: Non sto parlando di te coglione!!!

Wiz sbuffa mentre Samantha torna a guardare la sua bambina con sguardo amorevole.

Samantha: Benvenuta in questo pazzo mondo mia piccola Ellie Drake.

La ragazza da un bacio alla propria figlia mentre Ellie Hart si emoziona ancora di più rispetto a quanto non lo era già. Samantha si scambia un'occhiata con la ragazza per poi tornare a guardare con amore la propria bambina.



Spoiler:
Sentimental days
In a misty clouded haze
Of a memory that now feels untrue
I used to feel disguised
Now I leave the mask behind
Painting pictures that aren't so blue
The pages I've turned are the lessons I've learned

Somebody bring up the lights I want you to see
(Don't You Feel Sorry For Me)
My life turned around
But I'm still living my dreams
(Yes it's true I've been)
I've been through it all
Hit about a million walls
Welcome to my truth.. I still love
Welcome to my truth.. I still love

Tangled in a web
With a pain hard to forget
That was a time that I've now put to rest
Oh, the pages I've turned are the lessons I've learned

Somebody bring up the lights I want you to see
(Don't You Feel Sorry For Me)
My life turned around
But I'm still living my dreams
(Yes it's true I've been)
I've been through it all
Hit about a million walls
Welcome to my truth.. I still love
Welcome to my truth.. I still love

I still love
And you know that I still love

Sentimental days
In a mist of clouded haze
Of a memory that now feels untrue

Somebody bring up the lights I want you to see
(Don't You Feel Sorry For Me)
My life turned around
But I'm still living my dreams
(Yes it's true I've been)
I've been through it all
Hit about a million walls
Welcome to my truth.. I still love

Somebody bring up the lights I want you to see
(Don't You Feel Sorry For Me)
My life turned around
But I'm still living my dreams
(Yes it's true I've been)
I still
I still love
(Yes it's true I've been)
I still
I still love


[To Be Continued...]


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 11/06/2017, 21:13 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2011, 16:13
Messaggi: 10355
Località: Swagger miglior Wrestler di sempre, e non serve vederli tutti.
Kevin?

...

Rispondimi, Kevin. Sono io.

...

Non avere paura. Non importa se mi hai deluso ancora una volta, l'importante è che ora io sia qui. Di fianco a te, come sempre. Di fianco ad un incapace che non è nemmeno stato in grado di mantenere le cinture di coppia per più di un pay-per-view. Le cinture di coppia, Kev. Le fottute cinture di coppia.

(Singhiozzi)

Sai, in fondo perdere dei titoli non è nulla di così drammatico. Certo, quello era anche l'ultimo scontro contro la tua Nemesi, Leon Black. Quella era anche l'occasione per chiudere la bocca a quell'idiota di Sigfried Jaeger. Quello era il match in cui avresti dovuto calpestare una volta per tutte il mito dell'Eroe, lasciando brancolare nel buio tutti coloro che per due anni ti hanno ignorato, dileggiato, respinto.

(Paonazzo, occhi gonfi)

E' per colpa loro se al mondo non c'è posto per Kevin Manson. O almeno, questo è quello che volevano farci credere.

(Groppo in gola)

Ci hanno fatto soffrire, ti hanno fatto soffrire come una belva senza che te lo meritassi.

(Mani alla gola)

Il tuo dolore è il mio dolore.

(Morde lingua)

Più forte.

(Sapore di ferro)

Più forte...

(Urlo ma silenzio)

PIU' FORTE!

(Dolore dolore dolore)

Tu non vuoi che io soffra, sbaglio?

(No)

Sbaglio, Kevin?

(No)

TU MI AMI, KEVIN MANSON! TU MI AMI E IO SONO L'UNICA PERSONA AL MONDO DI CUI TI IMPORTA QUALCOSA!

(Sì)

I Wolves of Winter non sono mai stati nient'altro se non una alleanza di comodo per portarmi una cintura.

(...)

Sbaglio?

(...)

Rispondimi...

(Dolore)

Proprio come pensavo. Tu sei affezionato a Sanshkin. O meglio: tu sei ancora affezionato a Eddie Jordan, e i Wolves of Winter sono sempre stati soltanto una scusa per avere l'illusione di essere in contatto con il tuo amico.

(Sì No)

Tu lo ritieni ancora un amico.

(Sì)

Jordan è più importante di me, per te...

(NO)

Sì...

(NO)

E' inutile mentirmi, Kevin.

NO!

Ed allora dimostramelo, Kevin! Non ne posso più di avere a che fare con un perdente. Ti sei mai chiesto perché continui a fallire, Manson?
Ti sei mai chiesto perché ogni volta brancoli nel buio? Ma soprattutto... Ti sei mai chiesto perché non mi hai mai visto in volto fino ad ora?


(...)

Tu non sei pronto, Kevin Manson. Non ancora. Il tuo problema è che non riuscirai mai a staccarti da ciò che ti àncora al passato... E fino ad allora, non penso ci sia più posto per noi due.

(N-no...)

Addio, Kevin.

(Non deve finire così)

O forse dovrei dire: addio, Kenneth.

(Non deve finire)

On My Own - The End




Spoiler:
Of Chapter 1


Sei in grado di cambiare, Kevin?

...

Puoi giurarci.

Non sarà facile.

Darei la mia vita per proteggerla. Dagli altri. Da me stesso. Non sbaglierò mai più.

Immagine


Oh, ne sono sicuro.

Immagine

Don't disAppear. I feel dead.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 12/06/2017, 10:25 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
A tale that's a bit Bebop




Immagine


Parcheggio dell'UF Health Shands Hospital di Gainesville, Florida, una bella giornata di sole illumina i posti quasi completamente vuoti, in cui solo un paio di macchine sono in sosta, cercando i pochi angoli in ombra. Lentamente dalla strada compare una Chevrolet Corvett Cabriolet nera, che si parcheggia vicino all'entrata dell'ospedale. Sulla vettura Viola Vixen sbadiglia, spegnendo il motore.

Immagine


La ragazza è vestita con una maglietta azzurra aderente e un paio di jeans grigi e un paio di All Stars bianche con i lacci rossi. Viola si toglie gli occhiali da sole a goccia che indossa, riponendoli nella loro custodia e mettendoli nella sua borsetta, poi scende dalla macchina, prendendo con sé una borsa di carta oltre alla suddetta borsetta. Chiusa la Corvette fruga un attimo nella borsa di carta, estraendo un leccalecca, che scarta e si metta in bocca, prima di partire verso l'ospedale. La ragazza passa per le porte automatiche, che scorrono silenziose, e poi si avvicina ad una infermiera, chiedendole qualcosa sottovoce. La signora, una donna di colore sulla cinquantina, annuisce.

Infermiera: Sì, è al primo piano, reparto lunga degenza, stanza A13. Sei la prima che passa a trovarlo.

VV: Immaginavo. Grazie mille.

Viola si allontana, dirigendosi verso le scale e salendole due gradini alla volta, mentre continua a far ballare lo stecchino della caramella che ha in bocca con la lingua. Arrivata al primo piano si muove per i corridoi, girando poi dopo qualche metro ed entrando nel reparto di lunga degenza. La Vixen conta le porte, fino ad arrivare alla stanza indicatale. La ragazza ridacchia, osservando chi c'è all'interno, ed entra. All'interno della stanza, disteso in posizione rialzata sul letto, un uomo abbassa il libro che si tiene di fronte agli occhi.

Immagine


Shawn Gates, in tunica ospedaliera, resta a bocca aperta per qualche secondo. Per poi sorridere.

SG: Immagino tu sia qui per uccidermi. Sapevo sarebbe arrivato questo momento.

Viola sbuffa, entrando nella stanza e lanciando la borsa di carta sulle gambe di Gates, per poi recuperare una sedia e sedersi vicino al letto del texano.

VV: Ti ho portato dei vestiti. E dentro c'è anche un leccalecca. Ho speso un dollaro per quel leccalecca, sappilo.

La Vixen si sfila le scarpe, premendo con la punta di un piede sul tacco dell'altro. La lottatrice poi appoggia i piedi sulle gambe di Shawn, sbadigliando.

VV: Belle calze, vero?

Viola si indica i piedi, su cui indossa delle calze bianche con dei cuoricini rosa.

Il texano ignora Viola spostando lo sguardo sulla borsa ai piedi del letto, nella quale vi sono diversi capi d'abbigliamento brandizzati Sick Chicks.

SG: Sarebbe stato meglio tu fossi stata qui per uccidermi.

Il texano sospira.

SG: Non sono esattamente il mio genere quelle calze, no.

VV: Allora non vuoi vedere che mutandine ho su.

Viola ridacchia, muovendo avanti e indietro ritmicamente le punte dei piedi.

VV: Mangia il leccalecca. Non intendo pensare di aver sprecato un dollaro.

La Vixen estrae dalla bocca il suo, arricciando il naso.

VV: Come ti stanno trattando?

SG: Come tutti quelli che hanno un'assicurazione come quella che ci da la federazione. Quindi direi che non mi posso lamentare.

Il texano si abbassa per prendere il lecca lecca, lo estrae dalla borsa e lo osserva.

SG: A che gusto è?

Viola sbuffa.

VV: Cola.

La Vixen riprende a mangiare il suo dolce.

VV: Devi darmi le chiavi di casa tua.

SG: Sono piuttosto sicuro che non lo farò.

VV: Hai bisogno della tua biancheria, e magari un pigiama che non ti faccia sembrare uno che è scappato di casa. Poi ti serviranno dei soldi, che immagino tu stia finendo.

Viola poi fa un mezzo sorriso.

VV: Poi mi basterebbe chiederle a Jimmy, non credi?

Il texano si sfrega l'indice ed il pollice della mano sinistra.

SG: Che c'è sotto, Vixen?

VV: Jimmy mi ha chiesto di occuparmi di te, io lo faccio.

La Vixen sospira.

VV: Poi devo anche liberare il tuo cane. Sono già passata un paio di volte a rifornirlo di cibo, ma ha bisogno di essere pulito.

Il texano lancia uno sguardo fuori dalla porta.

SG: Non so perché dovrei crederti, ma non ho letteralmente nulla di meglio da fare.

Gates sospira.

SG: Gli hai fatto qualche foto?

VV: Ovviamente no. Già sono entrata illegalmente nella proprietà di un texano, non mi sono fermata a fare fotografie.

Viola ridacchia.

VV: Il cane è tuo, d'altra parte. Sappi solo che chiamerò le forze dell'ordine per farlo prendere. Non lo lascerò lì.

SG: Ho vissuto a San Antonio per troppo tempo per non sapere che nella scala di priorità della SAPD gli animali stanno a metà strada tra le riserve ambientali e gli afroamericani.

Il texano si morde le labbra.

SG: Peccato però, mi avrebbe fatto piacere vederlo.

Viola alza un sopracciglio.

VV: Sai perfettamente che non ho problemi a convincere le persone ad ascoltarmi.

La ragazza si alza dalla sedia, saltando sul bordo del letto e sedendosi.

VV: Di cosa hai bisogno, oltre alla biancheria e ai vestiti?

SG: Una stecca di Lucky Strikes Rosse. Morbide. È da due settimane che scrocco alle infermiere quello schifo di Marlboro.

Viola muove avanti e indietro le gambe che penzolano dal letto, ridacchiando.

VV: Molto bene, questo è lo spirito. Le chiavi?

SG: Dopo, dopo.

Il texano da uno sguardo verso la porta.

SG: Ti dispiacerebbe chiudere la porta?

Viola sospira, saltando giù dal letto e chiudendo la porta, per poi sedersi di nuovo sul letto.

VV: Sarebbe la mia prima volta con un texano anziano.

SG: Dicono tutte così.

Gates si mette seduto sul letto e da sotto il cuscino estrae un pacco di Marlboro Gold dure ed un accendino bic, dopodiché con un po' di fatica si alza e apre la finestra, appoggiandosi al davanzale e accendendosi una sigaretta.

SG: Ci voleva, cristo.

Viola si siede dov'era Shawn, iniziando a guardare nei cassetti del comodino.

VV: Non ti ha scritto un'anima viva.

SG: Intorno alle ventitrè Jimmy mi manda un messaggio di solito. Poi beh, hanno scritto molti fan ma nessuna lettera valeva la pena di essere conservata.

VV: Nemmeno Travis. O la federazione. Neanche un mazzo di fiori. Quanto tempo è che non parli con qualcuno che conosci?

La Vixen si guarda intorno, poi tira fuori il cellulare dalla borsetta e si tira su la maglietta, facendosi un selfie in reggiseno. Il texano, voltato, da un tiro di sigaretta.

SG: Non lo so, non tengo il conto, e nemmeno mi interessa.

VV: Sai, se non vuoi che una ragazza che disprezzi sia l'unica persona che ti viene a trovare, e solo perché tuo figlio le ha chiesto di farlo, dovresti provare a farti degli amici, o una fidanzata. So che per te è difficile rapportarti con le donne, ma potresti provarci.

La Vixen si alza in piedi, camminando di soppiatto verso Shawn e poi abbracciandolo da dietro.

VV: Quanto tempo fa una donna ti ha abbracciato l'ultima volta?

SG: Sedici anni fa.

Viola si stacca, scuotendo la testa.

VV: Quindi sei ancora vedovo.

La Vixen torna in direzione del letto, buttandocisi sopra.

VV: Sei veramente patetico.

Viola si gratta la testa.

VV: Secondo te Jimmy preferisce una foto in reggiseno o una senza in cui mi copro con un braccio?

Il texano non risponde, continuando a fumare dalla finestra.

SG: È successo qualcosa che valga la pena sapere in federazione?

VV: Sono diventata la TWC World Heavyweight Champion.

SG: Beato Travis che potrà menarti.

Viola ridacchia.

VV: Insomma, ti piacerebbe mettermi le mani addosso.

La Vixen si alza, iniziando ad aprire le ante dell'armadio e guardandoci dentro.

VV: Ti assicuro, non sei l'unico.

SG: Decisamente non nel senso che intendi tu.

Viola continua a guardare nell'armadio, iniziando ad aprire i cassetti.

VV: Eppure sono la prima persona che viene a trovarti. Pensa un po'.

SG: Già, è tipo la terza volta che lo ripeti. Sfortunatamente non ho nessun premio da darti per essere arrivata prima.

VV: E per essere l'ultima arrivata? Perché Shawn, non verrà nessun altro.

SG: Me ne farò una ragione.

Viola sospira, smettendo di guardare nell'armadio e tornando verso il letto, su cui si butta di nuovo su.

VV: Ti va di sapere perché sono qui? Qual è il mio obbiettivo?

SG: Per mantenere fede ad una promessa, immagino. E la cosa ti fa onore.

VV: Non è quello il punto. No. Sai, ho guardato con attenzione tutto il tuo match con Travis Miller con attenzione. Ero sinceramente interessata, come tutti. E per tutto il match ho sperato, ho pregato, persino, che tu morissi.

Viola si toglie dalla bocca lo stecchino del leccalecca, ormai finito, gettandolo nel cestino della spazzatura con un lancio.

VV: Una morte semplice e indolore, sia chiaro. Sarebbe bastato un altro Piledriver sbagliato, come quello del vostro primo match, e saresti andato al creatore, senza neanche soffrire. Sarebbe stato meglio tutti, per te e la tua autocommiserazione, e per Jimmy. Ci sarebbe stato male, sì, ma poi, una volta liberatosi del tuo peso, e dopo un allenamento che probabilmente gli garantirà un lavoro, non avrebbe avuto problemi. Se avesse avuto bisogno gli avrei dato una casa, ed anche una mano se avesse voluto fare l'università.

Viola sospira, chiudendo gli occhi.

VV: Ma non sei morto. Sei ancora lì, a piangerti addosso, in una squallida stanza d'ospedale, da solo. Quindi non mi rimane che fare una cosa, per il bene di tuo figlio. Aiutarti a diventare il padre di cui a bisogno. Ti metterò a posto, Shawn, ti farò diventare un vero uomo, e un vero wrestler. Che ti piaccia oppure no.

Il texano butta la sigaretta dalla finestra e si volta verso Viola.

SG: Bel discorsetto, davvero. Ma non mi interessa del tuo aiuto, non mi interessa di migliorare o di diventare una brava persona o qualsiasi altra cosa. Nella mia vita ho fatto delle scelte, la maggior parte delle quali sbagliate. Mi prendo le conseguenze, e non so come la vedi tu, ma io non mi sono mai pianto addosso. Questo, per me, significa essere un uomo. E se prima sarebbe potuto servire a qualcosa, adesso non farebbe del bene nemmeno a Jimmy. Jimmy non ha più bisogno di me. Non ne ha mai avuto. Non sono mai stato un padre per lui, e probabilmente non lo dimenticherò mai. Quello che Jimmy è ed è stato è frutto delle mie scelte sbagliate, l'unico modo che avevo per rimediare era lasciarlo andare via, fargli scegliere la vita che voleva vivere e dargli il mio appoggio totale. È quello che ho fatto.

Viola sbuffa.

VV: A me sembra che tu ti stia piangendo addosso. Hai scelto volutamente di ritrovarti in questa situazione, da solo, abbandonato a te stesso. Una camera di ospedale squallida, neanche un vestito, nulla di decente. Non hai chiamato nessuno, non hai fatto nulla, perché ti sta bene vivere così, in questa mediocrità, in questo squallore. Ti sta bene vivere così perché pensi di meritartelo. Lo trovi poetico, quasi come una punizione.

Viola si siede a gambe incrociate, guardando diritto negli occhi Shawn.

VV: Ma quello che stai punendo è tuo figlio, che soffre e soffrirà per te, che fa di tutto per aiutarti, senza che tu lo abbia mai aiutato. E sì Shawn, probabilmente ti meriti tutto questo. Probabilmente è anche troppo per te, ma Jimmy, tuo figlio, non si merita di vederti così. E mentire a te stesso non ti aiuterà. Sei colpevole, perché lo sai, e fai quello che stai facendo lo stesso. Tu non mi piaci, e non mi piacerai mai, ma sono qui perché tu possa diventare una persona che può piacere a qualcuno.

SG: A Jimmy non interessa di me più di tanto, e ne sono consapevole. Gli faccio pena perché come te e come tutti quelli attorno a me non capite che quello che sono e la vita che ho è la vita che ho scelto. Non mi interessa di sorridere, conoscere gente, salutare sempre e fare una vita sana. Non mi interessa di messaggiare con il telefono o di conoscere una donna. Hai detto una cosa giusta, però. Penso di meritarmi tutto questo, è per questo che ho scelto di diventarlo.

Il texano si avvicina al letto e prende un'altra sigaretta, poi la accende.

SG: Sono troppo leggere per fumarne solo una.

Il texano da un tiro profondo, poi riprende a parlare.

SG: Sai, l'altro giorno stavo guardando la televisione qui in stanza. Ho visto un documentario che parlava di questa teoria del tizio che ha fondato la psicanalisi. Freud. Immagino tu lo conosca. E in sostanza ha scritto questo libro sui totem e le popolazioni primitive, dove c'è questo rito dell'uccisione del padre per diventare uomo. Ci ho riflettuto su e ho capito che questo è esattamente quello che sta facendo Jimmy. È quello che è giusto fare. È quello che feci anch'io.

VV: Freud diceva un sacco di stronzate. È stato un innovatore, ma quasi nulla di quello che ha detto è più accettato nella psicologia.

Viola guarda il telefono che ha in mano ed inizia a scrivere qualcosa, per poi metterselo in tasca.

VV: Ma quello che non capisci, ma che capiscono tutti quelli che ti stanno attorno, che la vita che hai scelto per te pesa su tutti quelli che ti vogliono bene. Per quanto tu possa crederlo, non stai aiutando Jimmy, anzi.

La Vixen sospira.

VV: E Jimmy non ha bisogno di uccidere suo padre, ha bisogno di un padre. Ha bisogno di una figura che gli dica che quello che sta passando non è insormontabile, ha bisogno di un riferimento, ha bisogno di un modello a cui ispirarsi. E che tu non te ne accorga è profondamente stupido.

Viola si stiracchia.

VV: Tuo figlio, per me, è quasi parte della famiglia. Lo conosco. Ci parlo molto più di te, e con me è più sincero. E per quanto io possa stargli vicino, lui ha bisogno di te. Ma non di questo te, di un te migliore. Di un te che si prende le sue responsabilità.

La lottatrice si sistema una ciocca di capelli dietro l'orecchio.

VV: Non mi interessa quello che ti interessa. Non hai interesse a farti degli amici e una fidanzata? Non ti interessa riprendere a vivere? Nom mi importa. È quello che interessa a Jimmy. E, se interessa a Jimmy, dovrebbe interessare a te. Ma soprattutto, se interessa a Jimmy, interessa a me.

SG: Jimmy ha già trovato un rimpiazzo eccellente come figura paterna, ed è Leon Black. E ha fatto un'ottima scelta. Non sono e non sarà mai un punto di riferimento per lui, e l'unica cosa che ci lega davvero è il sangue. E non conta nulla.

Il texano da un tiro.

SG: Se ci tenesse così tanto, come dici tu, sarebbe venuto. O quanto meno avrebbe chiamato. No, solo qualche messaggio mandato di fretta. Questo è quanto gli importa davvero, e lo capisco. Ha ragione.

Viola si alza di scatto, caricando con un pugno verso Gates. Il texano, preso di sorpresa, lascia volare la sigaretta dalle labbra e subisce il colpo, per poi emettere un ringhio.

VV: NON CI PROVARE NEPPURE!

Viola si porta una mano alla spalla sinistra, lasciando andare un ringhio sordo.

VV: Non ci provare neppure. Non provare a dare la colpa a lui del tuo egocentrismo. Lui è ad allenarsi, a spaccarsi le mani per inseguire un sogno che è suo solo perché ha visto te. Io, che lo ascolto, e so quello che fa, so che ci sono giorni in cui la sera fa fatica a tenere il telefono in mano. E se non ti scrive queste cose, probabilmente è per non farti preoccupare.

Viola ringhia di nuovo.

VV: E, per quanto tu sia la persona più stupida, egocentrica, ignorante, gretta, maleducata, ipocrita, insensibile, pusillanime e inetta, lui ti vuole bene. Forse è per te che è solo un legame di sangue. Forse sei tu che non sei interessato a lui. Ma per lui no. E solo un cretino come te poteva anche solo pensarlo.

SG: Forse è meglio che tu te ne vada adesso.

VV: No Shawn, non c'è la via facile. Hai fatto così tutta la tua vita, no? Hai cercato di allontanare le possibilità di miglioramento perché ti spaventavano. Ma questa volta non è per te, e non mi fermerò, anche se non vuoi. Non uscirò da qui finché non mi avrai dato le chiavi di casa tua, e non avrai iniziato il tuo percorso.

SG: Tu non sai nulla di cosa ho fatto per tutta la mia vita.

Il texano si scosta e torna a sedersi sul letto.

SG: Le chiavi sono da qualche parte in quel mobiletto lì dietro, credo nel primo cassetto, comunque. Se vuoi prenderle fallo, ma non sarò io a dartele in mano.

Il texano sospira.

SG: E in cosa consisterebbe questo percorso, in ogni caso? Trovarmi una donna? Pf.

Viola sospira, infilandosi le scarpe.

VV: Perché no, Shawn, perché no?

La Vixen prende un biglietto dalla tasca, appoggiandolo sul comodino.

VV: Questo è il numero di una mia amica. Una bravissima fisioterapista, che ti può aiutare con il collo. Ed è anche carina. E single.

SG: Apprezzo il gesto e magari le farò una chiamata se dovessero riuscire a mettermi a posto il collo. Ma non sono interessato ad avere una relazione.

VV: No Shawn, tu la chiami punto. Ho bisogno di un fisioterapista, e questa ti farà un prezzo di favore. E ci andrai e non terrai questo broncio, ma sarai cordiale, perché è quello che devi fare. Io, nel frattempo, assumerò una ditta delle pulizie per mettere a posto casa tua, e ti troverò una colf.

Viola si dirige vero il mobiletto, aprendolo e iniziando a cercare le chiavi.

VV: Il tuo cane lo tengo io, finché non ti dimettono.

SG: Se succede qualcosa a quel cane sappi che ti ucciderò

Gates sospira

SG: Gli piace avere grattata la pancia. E le costolette.

La Vixen sospira, mettendosi le chiavi in tasca.

VV: Sono abituata a trattare con gli animali.

Viola indica il biglietto sul comodino.

VV: Chiamala oggi, oppure lo saprò. Sul retro c'è scritto a biro il mio numero di telefono. Se ti serve qualcosa, chiamami. Ci vediamo fra tre giorni, se tutto va bene, ok?

SG: Va bene.

Viola va per uscire dalla stanza.

SG: Ehi.

Viola si ferma.

SG: Grazie.

Il texano sospira.

SG: E non dimenticare le sigarette.

Viola fa un mezzo sorriso, dando le spalle a Shawn e alzando una mano in un saluto.

VV: Non ti preoccupare.

La Vixen esce dalla stanza, sospirando. Viola si sistema la borsetta in spalla, prendendo il telefono e iniziando a scrivere qualcosa. La lottatrice percorre l'ospedale al contrario, tornando nel parcheggio. Viola si appoggia alla sua macchina e guarda l'edificio, cercando con lo sguardo qualcosa. Finalmente vede Shawn Gates, appoggiato alla finestra. Viola annuisce, ridacchiando, poi salta sulla sua macchina e infila le chiavi nell'accensione, accendendo il motore ed uscendo dal parcheggio, sparendo sulla strada.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 13/06/2017, 22:57 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17030
Immagine

Where I Belong

Spoiler:
DISCLAIMER!

I fatti raccontati in questo promo sono intesi per essere fruiti solo dai lettori e non dai wrestler o dal pubblico in storyline. Pertanto ciò che accadrà in questo promo non potrà essere citato nelle storyline poiché nessuno sa che questi fatti sono avvenuti eccetto i protagonisti degli stessi.


Ci troviamo nella palestra sita nel garage di casa Hart a Toronto.

Immagine


Stesa su una panca piana troviamo Samantha Hart intenta a sollevare un bilanciere.

Immagine


La ragazza ha i capelli legati, indossa un reggiseno sportivo e pantaloni a tuta, e ora dopo aver finito la serie, poggia il bilanciere al suo posto e si solleva per poi prendere fiato a asciugarsi il sudore dalla fronte. Passa qualche istante e nella stanza entra Ellie Hart con in braccio Ellie Drake.

Immagine

Immagine


La Inheritor nel vedere Samantha ancora seduta sulla panca del bilanciere assume una smorfia stizzita.

Ellie: Cosa ti ho detto che devi fare quando usi il bilanciere?

La Hart Princess sospira.

Samantha: Chiamarti.

Ellie: E lo hai fatto?

Samantha: No.

Ellie: Perché?

Samantha: Boh...

Ellie: Eddai Samy! Lo sai che è pericoloso usare il bilanciere quando sei da sola! Potresti perdere la presa e farti male per davvero.

Samantha: Scusa mammina.

La giovane Ellie assume uno sguardo sarcastico mentre Samantha la osserva con un sorriso ironico. La Hart Princess ora si alza dalla panca per poi raggiungere le due Ellie e prendere la figlia in braccio e stamparle un bacio sulla testa.

Samantha: Ciao amore mio. Lo so che la mamma è viscida e appiccicosa, ma ehi, non sei nella posizione di lamentarti visto ciò che lasci dentro quel pannolino.

La Inheritor arrossisce e ridacchia mentre Samantha inizia a cullare la figlia.

Samantha: Promettimi che te ne starai buona con zio Alex e zia Ellie quando io andrò a Indoor War.

La piccola Ellie emette un vagito, mentre l'omonima assume uno sguardo serio.

Ellie: Quindi hai deciso di partire in tour con la TWC?

Samantha: Yep.

Sospiro da parte di Ellie Hart.

Ellie: Non potresti rimandare? La TWC sarà in tour mondiale per tutta l'estate.

Samantha: E che pensi che me lo faccio tutto? Questa settimana andrò a Berna, poi tornerò qui, tra due settimane vado a Dortmund, poi torno qui e così via. Non posso stare tutto questo tempo lontano da Ellie, inoltre potrei presenziare anche a Frontline, quindi la mia presenza nel continente è richiesta.

Ellie: Sai che non sei ancora idonea per combattere vero?

Samantha: Purtroppo sì, ma ciò non toglie che posso sempre rompere il cazzo al prossimo.

Sorriso beffardo da parte di Samantha, ricambiato da uno leggero da parte di Ellie Hart.

Ellie: Non c'è proprio verso di convincerti a prenderti un altro po' di tempo eh?

Samantha: Indovinato, sono motivata e carica per riprendermi ciò che mi appartiene...

La Hart Princess mostra uno sguardo determinato mentre le immagini dissolvono...

1 marzo 2017

Ci troviamo nel soggiorno della casa di Samantha, e qui troviamo la ragazza seduta sul divano con affianco il seggiolino del passeggino staccato e poggiato sul divano dove c'è la piccola Ellie Drake.

Immagine

Immagine

Immagine


La televisione è accesa e mostra le immagini conclusive di FWP Freedom Of Fight, dove Chris Drake è stato appena sconfitto in poco più di un minuto da parte di Kid The Wizard. Samantha ha un'espressione seccata e ora parla alla figlia.

Samantha: Bene Ellie, il primo evento in assoluto di wrestling che vedi e zia Ellie fallisce nuovamente l'assalto al FWP World Women's Championship, mentre tuo padre viene tradito dallo zio Alex che gli soffia via il titolo mondiale umiliandolo in una manciata di secondi.

La piccola emette un vagito mentre si mangiucchia il pugno.

Samantha: Non essere dura con lui! E' pur sempre tuo padre, e anche se ti è sembrato un autentico perdente devi capire che quando le rotelle non gli girano bene tende a fare cazzate.

Altro vagito da parte di Ellie.

Samantha: Ehi! Le parolacce le dico, punto e basta!

La Hart Princess si blocca, pensierosa.

Samantha: Non sono pazza Ellie, e solo che ho bisogno di fare conversazione con qualcuno.

La piccola Ellie emette un altro vagito mentre le immagini dissolvono...

2 marzo 2017

Siamo nel soggiorno e troviamo Samantha che sta allattando al seno la piccola Ellie. Passa qualche secondo e sentiamo la porta d'ingresso prima aprirsi e poi chiudersi, e dopo alcuni istanti fanno il loro ingresso nel soggiorno il nuovo FWP World Heavyweight Champion Kid The Wizard ed Ellie Hart.

ImmagineImmagine


Wiz ha un'espressione estremamente soddisfatta, mentre Ellie è abbastanza cupa, e ora i due lasciano cadere i propri borsoni a terra, con Wiz che subito va a mettersi davanti a Samantha.

KTW: Ho sete, posso attaccarmi anch'io?

Sorriso sornione da parte di Wiz.

Samantha: Sei un essere disgustoso.

Ellie: Concordo.

Sguardo indispettito da parte di un arrossata Ellie Hart.

KTW: Eh eh eh... Ma ce l'avete con me per le mie allusioni sessuali o per aver messo al proprio posto quel raccomandato di Chris?

Sorriso beffardo da parte di Wiz.

Samantha: Tempo che avrà il suo rematch e ti farà il culo.

KTW: Credici Samy, credici più che puoi in modo che quando mi riprenderò la mia Streak non solo avrò sconfitto lui, ma avrò smentito anche te che credevi di avermi battuto a Path Of Legends. Ricorda piccola, Kid The Wizard è invincibile.

Wiz fa un occhiolino verso Samantha e le immagini dissolvono...

11 maggio 2017 - 16:38

Ci troviamo nel soggiorno di casa Hart, e qui troviamo Sasha Hart che sta cullando Ellie Drake.

Immagine


Passa qualche secondo e nella stanza fa il suo ingresso Samantha Hart che porta una parrucca nera.

Immagine


La giovane Sasha trattiene a stento una risata nel vedere la zia che invece le lancia un'occhiata stizzita.

Samantha: Vaffanculo Sasha! Lo sai che ci sarà anche Chris e non posso rischiare che mi riconosca.

Sasha: Io non ho detto niente.

La nipote di Samantha alza le mani facendo assumere un'altra espressione stizzita alla zia.

Samantha: Ma lo hai pensato.

Sasha: Forse...

Sorriso ammiccante da parte di Sasha.

Samantha: Senti, mi raccomando a Ellie. Non perderla mai di vista, se inizia a piangere dalle il biberon o controlla se il suo pannolino è sporco, massimo la fine della diretta di Limit Break e mettila a dormire nella sua culla. In caso tu non sappia cosa fare telefonami e ti raggiungerò immediatam...

Sasha: Rilassati zia, so badare a una bambina. E' la tua prima serata fuori da quando sei qui, perciò raggiungi l'arena e guardati in tranquillità Limit Break. Troverai me ed Ellie qui al tuo ritorno.

Sospiro da parte di Samantha.

Samantha: Fanculo... Sapevo che sarei divenuta una mamma apprensiva...

Sasha: Nah! Sei semplicemente divenuta una mamma.

La giovane Sasha sorride in maniera rincuorante, venendo ricambiata da Samantha...

11 maggio 2017 - 22:51

Ci troviamo tra il pubblico dell'Air Canada Centre di Toronto, dove troviamo Samantha Hart perfettamente mimetizzata tra i tifosi.

Immagine


Nell'arena è in corso il pay per view FWP Limit Break, e sul quadrato si stanno combattendo le fasi finali del Battle Of Gods Match tra Kid The Wizard e Chris Drake. Wiz ha appena schiantato Chris con un Wizardbuster, e ora tiene aperte le sue gambe per poi fare un occhiolino verso il pubblico, o meglio verso Samantha Hart, per poi colpire l'avversario con uno Stomp alle parti basse e poi chiuderlo nella Hart Princess' Redemption. Samantha accenna un'espressione contrariata.

Samantha: Figlio di puttana...

Ed ecco che l'arbitro ultima il conteggio che assegna la vittoria a Kid The Wizard per svenimento. Samantha sbuffa per poi mordicchiarsi un labbro.

11 maggio 2017 - 23:01

Ci troviamo nel backstage dell'Air Canada Centre dove Ellie Hart sta spiegando a un addetto della sicurezza che "la ragazza mora" è con lei e può passare. L'addetto annuisce e acconsente a far entrare nel backstage una camuffata Samantha Hart. Le due si incamminano per i corridoi dell'arena.

Samantha: Bella vittoria Ellie, ora che hai sfanculato quella stronza direi che puoi tornare alla carica del FWP World Women's Championship.

Ellie: Se Sophie Grimés acconsentirà sarà un piacere, ma titolo o non titolo è arrivato il momento per me di andare in guerra con Alexa, e solo una delle due sopravviverà.

La Hart Princess alza le sopracciglia e arriccia le labbra.

Samantha: Fai sul serio eh?

Ellie: Sì, il tempo dei giochi è finito.

Sul viso di Ellie si è distesa un'espressione estremamente determinata, e Samantha nel vederla accenna un leggero sorriso soddisfatto, ma ecco che la voce di Kid The Wizard in lontananza attira la loro attenzione.

KTW: We all fall sometimes you're not the first, but I Know It Hurts. In the end you'll find what you deserve, still I Know It Hurts, yeah I Know It Hurts!

The Legendary Legend canta la sua theme song a squarcia gola mentre si avvicina alle due Hart, con Samantha che lo guarda indispettita. Wiz raggiunge le due e sorride in maniera beffarda verso Samantha per poi alzare il titolo in faccia.

KTW: Kid The Wizard è invincibile, rosica Samy!

Samantha: Sarà anche invincibile, ma stasera si è scoperta la sua omosessualità latente, quindi per me è come una vittoria.

Wiz diventa furioso.

KTW: Sono stato frainteso!!!

Le due Hart ridacchiano mentre Wiz le osserva rabbioso.

Ellie: La cosa incredibile è che noi credevamo di avere a che fare con Barney Stinson mentre in realtà avanti avevamo Neil Patrick Harris.

La Hart Princess se la ride insieme alla Inheritor, e poi Samantha inizia a canticchiare una canzone.

Samantha: At first I was afraid, I was petrified...

Le due continuano a ridersela tra di loro mentre Wiz sbuffa.

KTW: Fottetevi troie!

Samantha: Che potenza di argomentazione...

Ellie: Già, sembri Samantha quando si confronta con qualcuno.

Samantha: Woah. Vacci piano Ellie.

La Inheritor fa una linguaccia a Samantha mentre Wiz osserva la Hart Princess con un sopracciglio alzato.

KTW: E comunque meglio ricchione non che fighetta.

La Hart Princess lancia un'occhiataccia a Wiz.

KTW: Se trovi le palle che dici di possedere Samy puoi sempre aspettare che l'uomo che questa sera ho reso la mia puttana rientri nel backstage in modo da poterlo informare che sei viva e che hai dato alla luce sua figlia. Così, per dire.

Wiz fa l'occhiolino a Samantha per poi incamminarsi verso il proprio spogliatoio, mentre la ragazza lo osserva con sguardo duro. Ellie sospira per poi mettere una mano sulla spalla di Samantha.

Samantha: Che stronzo...

Ellie: Però non ha tutti i torti...

La Hart Princess si gira verso la parente con sguardo interrogatorio.

Ellie: Se hai intenzione di costruire un futuro con Chris non vedo perché continuare a mantenere questi due grandi segreti con lui.

Samantha: Ellie... Devi capire che io non ho alcuna intenzione di costruire un futuro con Chris.

La Inheritor sussulta.

Samantha: Lui non è l'uomo per me, al massimo lo considero un potenziale amico che un giorno potrebbe essere un buon padre per mia figlia, ma pensare a lui come compagno per la vita e come un padre accettabile in questo momento è un'assurdità. Non so se hai visto, ma Chris stava per uccidere Alex in diretta mondiale con un'ascia poco fa, come pensi che potrebbe essere in grado di portare risvolti positivi nella vita mia e in quella di mia figlia?

Ellie: Ma Samantha...

Samantha: Niente ma. Un giorno lo informerò di tutto, ma per ora è meglio lasciare le cose così come stanno.

La giovane Ellie abbassa la testa e sospira, ma ecco che in lontananza si sente il rumore di tubi metallici che cadono seguiti da un urlo di frustrazione. Samantha sgrana gli occhi mentre l'angolo che porta al corridoio presidiato dalle due Hart viene girato da Chris Drake.

Immagine


La Hart Princess si gira immediatamente di spalle e inizia a inserire cose a caso all'interno di uno scatolone della produzione, mentre Chris raggiunge una pietrificata Ellie Hart.

Ellie: E-Ehi C-Chris... Mi dispiace per il t-tuo match...

C.Drake: Hmpf.

The Predator si incammina dolorante verso il proprio spogliatoio, ma non prima di aver lanciato un'occhiata al fondo schiena di quella che crede essere un'ordinaria addetta ai lavori. Chris sparisce dietro un altro angolo e Samantha si gira verso Ellie per poi prima tirare un sospiro di sollievo e successivamente alzare un sopracciglio.

Samantha: Mi ha guardato il culo vero?

La Inheritor annuisce leggermente sconsolata mentre Samantha accenna un sorriso compiaciuto.

Samantha: Lo sapevo!

La giovane Ellie scuote la testa mentre le immagini dissolvono...

25 maggio 2017

Ci troviamo nel soggiorno di casa Hart e qui troviamo Samantha seduta sul divano che sta smanettando su un computer posto sulle sue ginocchia. Passa qualche secondo e lo sguardo della ragazza si spalanca per la sorpresa. Samantha si mette le mani davanti la bocca e inizia a ridacchiare in maniera isterica.

Samantha: Oh cazzo sì, cazzo sì! Quanto sono forte!

Ed ecco che nella stanza fa il suo ingresso Kid The Wizard, dirigendosi verso Samantha che rapidamente oscura lo schermo del PC.

KTW: Che fai?

Samantha: Gongolo.

Wiz alza un sopracciglio per poi sedersi affianco di Samantha.

Samantha: Ricordi quella cosa che ti ho dato?

KTW: Sì. Ne ho penetrate tante ma la tua resta speciale per me.

Samantha: NON QUELLA COSA!!!

The Legend se la ride mentre Samantha lo osserva seccato.

Samantha: Beh, comunque guarda qui...

La ragazza accende lo schermo e mostra qualcosa a Wiz.

KTW: Beh è un porno, non vedo cosa ci sia di stran... Oh cazzo!!!

La Hart Princess annuisce con un sorriso a bocca aperta mentre Wiz osserva con occhi sgranati il computer.

Samantha: Maialina la nostra Alisa eh?

Lo sguardo di Wiz resta fisso sul computer.

KTW: Sei un cazzo di genio Samantha.

La ragazza ridacchia.

KTW: Hai un'autentica bomba tra le mani, e per tanto sai che devi stare attenta, vero?

Samantha: Ovvio Alex! Che pensi che venda questo tesoro a qualche sito o che me lo faccia fregare? E' semplicemente un'arma perfetta di ricatto che utilizzerò per rendere questa troia la mia puttanella.

Wiz alza un sopracciglio.

KTW: Quindi sei intenzionata a tornare?

La Hart Princess sospira.

Samantha: Sì...

Piccola pausa per Samantha.

Samantha: Ciò che ha fatto lo scorso Breaking Point è imperdonabile e non sono più disposta a vedere Chris trattato in questa maniera da quella stronza.

Sguardo ironico da parte di Wiz.

KTW: Eppure giurerei di averti sentita parlare con Ellie dopo Limit Break, e dalle tue parole mi pareva di capire che non provi nulla per Chris.

Samantha: Che cazzo c'entra?! E' pur sempre il padre di mia figlia che si è ormai ridotto a essere un cagnolino ammaestrato suddito della sorella, e non vorrei che Ellie abbia come modello maschile una fighetta del genere, quindi mi trovo costretta a intervenire sia per far capire a quel testone come trattare una stronza come Alisa e sia per mettere le mani addosso a quella tizia per l'ennesima volta.

KTW: Sai bene che così aumenteranno esponenzialmente le possibilità di incontrare Chris e la conseguente esposizione dell'esistenza di Ellie a lui?

La ragazza sospira.

Samantha: Ne sono consapevole, ma io farò il mio ritorno in TWC, lui è in FWP e la schedule conflittuale delle due promotion dovrebbe darmi una mano per un bel po'.

Wiz accenna un sorriso.

KTW: E allora va e spacca i culi Samy.

I due si scambiano uno sguardo d'intesa, poi Wiz si alza e si incammina verso l'uscita, ma ecco che si blocca e torna a parlare a Samantha.

KTW: Non mostrare a nessuno quel video, nemmeno a Ellie.

La Hart Princess annuisce e le immagini dissolvono.

3 giugno 2017

Ci troviamo nel backstage del Ben Hill Griffin Stadium, Gainesville, Florida. War Of Change III si sta svolgendo in questo momento.

Immagine


Per i corridoi del backstage vediamo procedere Samantha Hart, testa bassa coperta da un cappuccio e viso coperto dalla sua chioma bionda. La ragazza cammina a passo svelto evitando il contatto visivo con chiunque gli si pari davanti, e arrivata nella Gorilla Position si blocca e osserva un monitor dove vediamo Alisa Drake che sta parlando al centro del quadrato.

Schermo ha scritto:
Immagine


La ragazza lascia cadere il microfono e allarga le braccia, osservando lo stage con sguardo di sfida. Passano i secondi ma di Jessica Morton non c'è traccia. Alisa abbassa le braccia e mostra una smorfia seccata per poi chinarsi per riprendere possesso del microfono.


La Hart Princess sospira per poi prendere possesso di un microfono e fare cenno a un addetto ai lavori. Lo stadio resta totalmente al buio. Samantha assume uno sguardo determinato per poi avvicinare il microfono alla bocca...

Samantha: It's Samy, bitch!

Dallo stadio sentiamo risuonare Bad Girl e un potente boato ad accompagnare. Samantha sospira nuovamente per poi mostrare uno sguardo determinato e varcare il passaggio che dopo un anno le permetterà di rivelare al mondo che Samantha Hart è ancora in vita ed è pronta per la sua rinascita!



Spoiler:
Got my back against the wall
Try to scream - there's no sound at all
I'm stuck with nowhere to turn but I'm trying
Trying hard not to be the one
Left behind to become undone
You can't stop what's already begun
Here in the down and out

I'm not giving up
I won't let go
Cause I am here till I'm gone
This time I've had enough
I'm on my own
But I am back where I belong

A step closer but so far away
It seems like it's further everyday
The feelings never go away but I'm trying
At the end of a losing race
Time passes me without a trace
Trying hard just to find a place
Now that I'm on to you

I'm not giving up
I won't let go
Cause I am here till I'm gone
This time I've had enough
I'm on my own
But I am back where I belong

Memories, they hold a place
Just in time to go to waste
And they all become replaced

I'm not giving up
I won't let go
Cause I am back where I belong

I'm not giving up
I won't let go
Cause I am here till I'm gone
This time I've had enough
I'm on my own
But I am back where I belong


[The End]


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 22/06/2017, 20:44 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17030
Immagine

The One

Spoiler:
DISCLAIMER!

I fatti raccontati in questo promo sono intesi per essere fruiti solo dai lettori e non dai wrestler o dal pubblico in storyline. Pertanto ciò che accadrà in questo promo non potrà essere citato nelle storyline poiché nessuno sa che questi fatti sono avvenuti eccetto i protagonisti degli stessi.


Ci troviamo nel backstage del KeyBank Center di Buffalo, New York.

Immagine


Dall'arena, direzione parcheggio, vediamo uscire una zoppicante Ellie Hart che con una mano si tiene la schiena duramente bastonata da DJ Rev e con l'altra porta con se il suo borsone.

Immagine


La ragazza accenna una smorfia di dolore ma continua a dirigersi verso la propria auto. Arrivati nei pressi del veicolo, Ellie estrae la chiave e con il telecomando sblocca il bagagliaio per poi aprirlo e inserirci il proprio borsone. La Inheritor sospira e mostra una nuova smorfia di dolore...

C.Drake: IO TI AMMAZZO!!!

La Inheritor sgrana gli occhi nel sentire l'inconfondibile voce di Chris Drake in lontananza.

Ellie: No, no, no! Cazzo!

La ragazza inizia a correre immediatamente verso la direzione da cui proviene la voce, rientrando nell'arena e trovandosi davanti a se nel corridoio che porta all'uscita Chris Drake che sta tenendo spalle al muro Alisa Drake mentre le tiene una mano alla gola!!!

Immagine

Immagine


Chris è completamente ricoperto del proprio sangue che ancora gli sgorga dalla fronte e dalla guancia, e la Inheritor scuote la testa isterica nel vedere questa scena e i suoi occhi diventano immediatamente lucidi. Nel frattempo Chris ringhia e schiuma bava dalla bocca mentre ha gli occhi spalancati e iniettati di sangue che fissano la sorella che, nonostante lo strangolamento, resta composta e impassibile, mostrando solo qualche smorfia dovuta alla progressiva mancanza d'ossigeno.

C.Drake: MI HAI ROVINATO LA VITA!!! IO TI AMMAZZO! TI AMMAZZO!!!

La giovane Ellie è pietrificata mentre Alisa distende un leggero sorriso.

Alisa: Se hai le palle fallo Chris. F-Fallo...

The Predator stringe la presa causando una smorfia di dolore nella sorella.

Ellie: C-C-Chris... F-Fermati... T-Ti prego...

Lacrime iniziano a rigare il viso di Ellie mentre si avvicina a Chris e Alisa.

C.Drake: Non provocarmi Alisa, NON FARLO!!!

Chris stringe ancora di più la presa e Alisa mette le sue mani sul braccio del fratello mentre continua a fissarlo con sguardo di sfida nonostante le forze che stanno iniziando a mancare.

Ellie: S-Smettila Chris... Per favore s-smettila...

La Inheritor arriva a pochi centimetri dai Drake Siblings.

Ellie: Chris... T-Ti prego...

The Predator digrigna i denti e stringe ancora più forte mentre gli occhi della sorella iniziano a farsi rossi e lucidi.

Ellie: CHRIS SMETTILA!!!

La giovane Ellie emette un sonoro urlo accompagnato da uno strattone a Chris che di tutta risposta si gira contro di lei e la colpisce di riflesso con una gomitata in faccia!!! Nel fare ciò Chris stacca la mano dal collo di Alisa e ora sia lei e sia Ellie finiscono sedute a terra, la Drake scivolando quasi asfissiata di schiena contro il muro, e la Hart mentre si tiene dolorante la mascella colpita. The Predator guarda con occhi spalancati Ellie, poi Alisa, poi di nuovo Ellie e infine abbassa lo sguardo.

C.Drake: M-Mi dispiace...

Detto ciò Chris si incammina verso l'uscita a testa bassa e andatura irregolare. Ellie si rialza e accenna una smorfia di dolore per poi puntare lo sguardo, duro, su Alisa che sta tossendo e si sta tenendo la gola.

Ellie: Spero che arrivi il giorno in cui Samantha ti faccia capire a furia di calci la montagna di stronzate che stai facendo.

L'Alpha Drake ignora l'Inheritor che accenna una smorfia seccata per poi seguire Chris Drake, che nel frattempo è arrivato nel parcheggio e vi sta vagando con sguardo assente e senza una meta. Ellie accelera il passo per raggiungerlo, e mentre si avvicina gli parla.

Ellie: Chris, aspetta.

The Predator ignora la ragazza.

Ellie: Chris, aspetta un attimo per favore.

Ancora nessuna reazione da parte di Chris, e visto l'andazzo Ellie accelera ancora di più il passo e raggiunge Chris per poi girarlo nuovamente verso di se, solo che questa volta senza incorrere in una reazione di getto violenta. La Inheritor si pone faccia a faccia con Chris che invece tiene lo sguardo basso mentre una lacrima scende sul suo viso.

Ellie: Vuoi calmarti per favore?!

Chris scuote la testa.

C.Drake: Ti prego vattene... Quando sono in questo stato sono un pericolo per chiunque mi circondi...

Detto ciò Chris da le spalle a Ellie, ma quest'ultima accenna una smorfia contrariata per poi girare nuovamente The Predator verso di lei, facendo comparire un'espressione rabbiosa sul suo viso.

Ellie: No, non lo sei!

The Predator digrigna i denti.

C.Drake: Ellie... Ellie... Ellie. Ti ho detto di ANDARE VIA!!!

Ed ecco che Ellie colpisce con un sonoro schiaffo Chris!!! La ragazza ha lo sguardo iniettato di sangue mentre fronteggia un sorpreso Chris Drake.

Ellie: Basta con le cazzate Chris! Sei più cocciuto di quell'altra, perché non vi sposate e non la fate finita?!

The Predator abbassa lo sguardo nuovamente e inizia a respirare profondamente per qualche secondo prima di calmarsi e parlare con voce spezzata.

C.Drake: Te lo chiedo per favore Ellie, lasciami da solo...

Ellie: No, non lo farò.

La Inheritor prende tra le mani il viso di Chris aiutandolo a rialzare lo sguardo che poi il Woodbury Made punta in quello della ragazza.

Ellie: Perché vuoi restare solo se solo non lo sei?

Chris sgrana leggermente gli occhi.

Ellie: Hai me Chris, e voglio solo aiutarti. Permettimi di farlo.

The Predator prende un respiro mentre la Inheritor gli passa una mano tra i capelli spostandoli dalla ferita ancora sanguinante. Ellie accenna un dolce sorriso per poi far scendere lentamente le mani dal viso di Chris e stringergliele alla vita, chiudendolo in un abbraccio. I due restano in questa posizione per alcuni secondi, con Ellie che si stringe più forte che può e Chris che appare interdetto da ciò. Ellie si stacca e accenna un leggero sorriso per poi prendere per la mano Chris e portarlo con se. I due raggiungono l'auto di Ellie, e la ragazza ora apre il bagagliaio ed estrae un kit per il primo soccorso. Chris crolla spalle contro l'auto e va a sedersi a terra mentre Ellie lo raggiunge con in mano il kit, e visto The Predator seduto a terra, si accovaccia ed estrae del disinfettante e delle garze dal kit. La ragazza imbeve una garza di disinfettante e inizia a passarlo sulla ferita di Chris che accenna una leggera smorfia di dolore.

Ellie: Ti ho fatto male?

Sguardo ironico da parte di Chris.

C.Drake: Ho passato di peggio...

Risatina da parte di Ellie.

Ellie: Giusto.

La Inheritor prende un'altra garza e la imbeve di disinfettante per poi passarla sulla guancia di Chris, anch'essa ferita seppur meno rispetto alla fronte. Una volta ripulita la ferita, Ellie prende un cerotto grande e lo posiziona sulla guancia di Chris per poi togliere dalla sua fronte la garza precedentemente utilizzata per disinfettare, prenderne un'altra, inumidirla con disinfettante e continuare a pulire la ferita. Chris sospira.

C.Drake: Grazie...

Leggero sorriso da parte di Ellie.

Ellie: Non c'è di che.

La ragazza estrae un rotolo di garze per poi iniziarle ad avvolgerlo sulla testa di Chris, andandogli a fasciare totalmente la ferita. Fatto ciò la ragazza gli mette una mano sul petto e Chris la guarda facendo arrossire leggermente Ellie.

Ellie: P-Posso?

The Predator annuisce e la ragazza gli strappa la canotta ancora imbevuta di sangue e sudore per poi far cenno a Chris di girarsi in modo da mostrarle la schiena. Il ragazzo esegue e si gira, posandosi con una spalla contro la portiera posteriore dell'auto di Ellie, e la ragazza ora inizia a passargli una garza disinfettata sulle varie ferite sulla schiena.

C.Drake: Quanto mi ci vorrebbe una sigaretta...

Ellie: Un momento.

La ragazza lascia appoggiata la garza sulla schiena di Chris per poi aprire la portiera dell'auto nel posto guidatore ed estrarre un pacchetto di sigarette ancora chiuso e un accendino e li passa a Chris. The Predator alza un sopracciglio mentre la giovane Ellie continua a medicargli la schiena.

C.Drake: Fumi ora?

Ellie: No, sono per, diciamo un'amica. Sai, lei ha smesso per un po' ma ora ne fuma una ogni tanto quando è particolarmente nervosa.

C.Drake: E' carina? Questa tua amica intendo?

Sorriso sarcastico da parte di Ellie mentre Chris apre il pacchetto e accende una sigaretta.

Ellie: Ti farebbe impazzire. Penso che sia proprio il tuo tipo.

C.Drake: Non vuoi presentarmela?

Ellie: Mah, lei non mi sembra propensa ad avere una storia ora. Sai, ha appena avuto una figlia da un tizio che frequentava.

C.Drake: Pff. Pensa che coglione questo. Ma dico io, con tutte le precauzioni che ci sono in giro come si fa a mettere incinta una donna al giorno d'oggi?!

Ellie: Può capitare. In questo caso, sono estremamente grata che sia successo.

La Inheritor inizia ad applicare cerotti sulle varie ferite sulla schiena di Chris che intanto fa un tiro profondo alla sigaretta.

C.Drake: E tu che mi dici Ellie? Da quando ti conosco non ti ho mai vista con un ragazzo. Che c'è, non ti piace nessuno?

Risatina ironica da parte di Ellie.

Ellie: Non ho tempo per pensare ai ragazzi, anche perché non penso di aver ancora digerito la fine della mia ultima storia.

Silenzio tra i due.

C.Drake: E questo sarebbe il momento in cui dici come è finita.

La giovane sospira.

Ellie: Diciamo solo che questo ragazzo... uomo, con cui stavo da un paio d'anni ha ben preferito di portarsi a letto un'altra donna, ed è stata premura di quest'ultima farmelo sapere con un bel video che ritraeva i due nel bel pieno del misfatto.

C.Drake: Scommetto quattromilaquattrocento dollari che questa donna è Alexa.

Ellie: Hai vinto quattromilaquattrocento dollari.

C.Drake: Li voglio in contanti eh.

Ellie: Io non do proprio un bel nulla a un imbecille come te.

Chris alza un sopracciglio mentre Ellie inizia a scimmiottare la sua voce.

Ellie: "Ellie vai via, sono Chris Drake il pazzo che può farti del male buh-uh!"

Altro sospiro da parte della ragazza.

Ellie: Davvero Chris, è bastato che mi prendessi cura di te e parlare un po' di roba che non c'entra nulla con quello che è successo per farti placare.

La ragazza finisce di applicare i cerotti per poi passare di fronte a Chris e sedersi a gambe incrociate davanti a lui.

Ellie: Posso dirti cosa penso Chris?

The Predator annuisce leggermente.

Ellie: Tu tendi ad accumulare tutto dentro di te e quando arrivi al punto in cui non ce la fai più a trattenerti perdi la ragione come avvenuto poco fa. E' ormai un anno che torturi te stesso per ciò che credevi essere la morte di Samantha, per ciò che hai dovuto fare per sopravvivere nella Fortuna Mansion e per la brutta piega che ha preso il tuo rapporto con Alisa. So che è difficile, ma se puoi prova a girare pagina.

Chris si scurisce e resta in silenzio per alcuni secondi.

C.Drake: Come fai a sapere ciò che ho fatto nella Fortuna Mansion?

Ellie: Wiz mi ha detto tutto, lui era li per recuperare Samantha. E' merito suo se è ancora viva.

C.Drake: Qualcosa di buono allora l'ha fatta quel coglione. Recuperare Samantha, questo questo intendo.

Piccola pausa per Chris.

C.Drake: E come mai ha deciso di dirtelo? In genere è riservato su queste cose, non per nulla ha mantenuto il segreto di Samantha con me nonostante il tempo passato insieme come tag team partner.

Ellie: Si fida di me.

C.Drake: Per ciò che ho fatto, pensi che sia un mostro?

Ellie: No. Hai ucciso quei tre uomini poiché minacciavano la vita di tua sorella. Samantha ha fatto di peggio, ma non è un mostro per questo.

C.Drake: E Wiz ti ha anche detto cosa ha fatto Samantha in questo anno?

Ellie: Sì.

C.Drake: Sai dove si trova?

La ragazza sospira.

Ellie: No.

C.Drake: Capisco.

Un leggero sorriso si distende sul viso di Chris.

Ellie: Mi dispiace che tu non abbia avuto l'occasione di incontrarla, so che ci tieni.

C.Drake: Non importa Ellie.

Chris prende una mano di Ellie tra le sue.

C.Drake: Non ricordo se te l'ho detto prima, ma grazie di tutto Ellie. Sei una persona davvero speciale, e questi mesi duri in cui ho vissuto credendo che Samantha fosse morta, in cui ho creduto mia sorella in coma per poi vederla tornare e tradirmi, e in cui ho visto la mia carriera naufragare tra regni durati un nulla con il mio tag team partner che mi tradiva e bastonava, sono stati meno duri con te al mio fianco. Grazie.

The Predator appoggia una mano sul viso di Ellie, accarezzandole una guancia. La ragazza arrossisce.

Ellie: A-Apprezzo davvero queste tue parole Chris, ma n-non penso che io e te... Insomma, capito no?

Chris ritrae di scatto la mano.

C.Drake: N-No, no Ellie, hai frainteso! Non ci stavo provando con te!

The Predator arrossisce.

C.Drake: Davvero Ellie, io penso che tu sia davvero l'ultima persona con cui ci proverei, e non perché non ti reputi una bella ragazza, anzi, ma perché ti ho sempre vista come un'amica, forse la migliore che abbia mai avuto.

Gli occhi della ragazza si fanno lucidi.

Ellie: Però non mi fare emozionare...

Chris sorride.

C.Drake: Tu hai detto che non devo tenermi le emozioni dentro, ora non lamentarti se ti dico ciò che provo per te. Inoltre lasciami aggiungere che in te ho sempre rivisto il fuoco che caratterizza Samantha e al contempo la dolcezza che un tempo caratterizzava mia sorella Alisa, non potevi non essermi simpatica Ellie, mai nella vita. Spero che per te sia lo stesso.

La giovane sorride a sua volta e prende tra le mani quelle di Chris.

Ellie: Lo è, lo è sempre stato. Sono grata di aver avuto l'opportunità di conoscerti e di combattere al tuo fianco, e per quanto possa sembrare dura ora, la guerra non è ancora finita.

Entrambi diventano seri.

Ellie: Manca un'ultima battaglia, e stai pur certo che in qualche modo la combatteremo e la vinceremo insieme.

Chris abbassa lo sguardo mentre Ellie accenna una smorfia amara.

C.Drake: Lo spero...

La ragazza sospira per poi restare qualche secondo in silenzio, immersa nei suoi pensieri.

Ellie: Ottantotto di Needless Road, Toronto. Quando vuoi recati a questo indirizzo.

The Predator alza lo sguardo e lo punta in quello di Ellie.

C.Drake: Perché?

Ellie: Fallo e basta. O la va o la spacca.

La giovane Ellie si alza venendo imitata da Chris. I due ora sono in piedi faccia a faccia e la ragazza si lascia andare a un nuovo abbraccio, ricambiato pienamente questa volta da Chris.

Ellie: Ti voglio bene Chris.

Gli occhi della ragazza si riempiono di lacrime.

C.Drake: Anche io Ellie, anche io.

Chris da un bacio sulla testa di Ellie e poi i due si staccano. I due si scambiano un lungo sguardo, poi Ellie accenna un leggero sorriso ed entra nella propria auto, chiude la portiera, mette in moto e abbassa il finestrino.

Ellie: Ci vediamo a Toronto Chris.

The Predator annuisce ed Ellie gli sorride nuovamente per poi partire con la sua auto, e una volta che essa è uscita dal parcheggio Chris sospira per poi abbassare la testa e allontanarsi.



Spoiler:
I got a one-way ticket on a hell-bound train
With nothing to lose and nothing to gain
Nobody ever taught me how to live
I'm feeling like I'm lost like I'll never be found
I'm twisted and I'm turned around
Nobody ever taught me how to love
I'm hurting everybody
I'm hurting myself
I'm desperate

So what do you do
When it all comes down on you?
Do you run and hide
Or face the truth?
So what do you do
When it all comes down on you?
Do you run and hide
Or face the truth?

If you were to tell me that I'd die today
This is what I'd have to say
I never really had the time to live
And if you were to give me just another chance
Another life, another dance
All I really want to do is love
I'm hurting everybody
I'm hurting myself
I'm desperate

But what do you do
When it all comes down on you?
Do you run and hide
Or face the truth?
So what do you do
When it all comes down on you?
Do you run and hide
Or face the truth?

When all is said and done you could be the one
With open arms and open eyes
You're jumping off the edge and hoping you can fly
Accept your fate for what it is
Into the great unknown

So what do you do
When it all comes down on you?
Do you run and hide
Or face the truth?
So what do you do
When it all comes down on you?
Do you run and hide
Or face the truth?

So what do you do
When it all turn around on you?
Do you run and hide
Or face the truth?
So what do you do
What do you do
What do you do
Do you run and hide
Or face the truth?

I got a one-way ticket on a hell-bound train
With nothing to lose and nothing to gain


[To Be Continued...]


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 25/06/2017, 21:16 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17030
Immagine

All My World

Spoiler:
DISCLAIMER!

I fatti raccontati in questo promo sono intesi per essere fruiti solo dai lettori e non dai wrestler o dal pubblico in storyline. Pertanto ciò che accadrà in questo promo non potrà essere citato nelle storyline poiché nessuno sa che questi fatti sono avvenuti eccetto i protagonisti degli stessi.


Ci troviamo all'esterno dell'abitazione di Samantha Hart a Toronto, Ontario, Canada, dove vediamo un automobile parcheggiarsi a pochi metri dalla casa.

Immagine


Le immagini si spostano all'interno della casa, precisamente nella cucina dove troviamo Samantha ed Ellie Hart.

Immagine

ImmagineImmagine


La Hart Princess sta mettendo al proprio posto le stoviglie mentre Ellie sta giocherellando con il proprio smartphone. Passa qualche secondo e si sente suonare al campanello, Ellie sussulta mentre Samantha si gira verso la ragazza e alza un sopracciglio.

Samantha: Aspetti visite?

La Inheritor deglutisce.

Ellie: Sì... Vado io.

La giovane si alza e lascia la cucina mentre Samantha arriccia le labbra per poi tornare a riporre le stoviglie. Nel frattempo Ellie raggiunge la porta d'ingresso e la apre, trovandosi davanti Chris Drake.

Immagine


La ragazza sospira mentre Chris, vistoso cerotto in fronte, la osserva con sguardo interrogativo.

C.Drake: Ottantotto di Needless Road, eccomi Ellie.

Ellie: Mi fa davvero piacere che tu sia venuto Chris, ora non reagire nel modo sbagliato, ma qui non vivo solo io, ma c'è anche...

Il rumore di un piatto che si infrange blocca il discorso di Ellie.

Samantha: Ma porco...

La voce di Samantha in lontananza fa sgranare gli occhi a Chris, mentre Ellie chiude i suoi e sospira. Passa qualche secondo e sentiamo la voce di Samantha in avvicinamento.

Samantha: Ellie, ho fatto un casino, vieni un po' a... Cazzo!

La Hart Princess, comparsa alle spalle di Ellie Hart, scatta di soprassalto nel vedere Chris Drake, mentre quest'ultimo spalanca ancora di più i suoi occhi. I due si osservano per qualche secondo prima che Samantha accenni una smorfia stizzita e giri i tacchi. Chris sposta lo sguardo su Ellie che invece lo osserva colpevole.

Ellie: Come ti stavo dicendo, qui vive anche Samantha Hart.

Chris è senza parole, e mentre dall'interno dell'abitazione sentiamo Samantha che impreca, Ellie fa cenno a Chris di entrare. The Predator entra nella casa ed Ellie chiude la porta per poi accompagnarlo nel soggiorno dove troviamo Samantha che gesticola e impreca.

Immagine


Samantha: Non è possibile, cazzo, vaffanculo, ma come cazzo è possibile?! Merda, cazzo!

La ragazza si mette le mani nei capelli per poi girarsi con sguardo omicida verso Ellie.

Samantha: E' opera tua?!

La Inheritor abbassa la testa.

Ellie: Sì...

Samantha: Cazzo Ellie!!! Ma come ti è venuto in mente?!

Ellie: H-Ho pensato che dopo quello che ci è successo a Breaking Point, l'unico modo per...

Samantha: Zitta!

La giovane Ellie sussulta e resta a testa bassa mentre Samantha la osserva con sguardo duro.

Samantha: Ho già capito dove vuoi andare a parare, e lascia che ti dica che è una cazzata mostruosa. Ora, cerca di arginare i danni a vai in camera tua.

Ellie: O-Ok...

C.Drake: Non sei tenuta a farlo, se vuoi puoi restare.

La Inheritor guarda Chris con occhi lucidi.

Ellie: Vuoi che resti Chris?

Samantha: No! Ho detto vai in camera "tua", quella con su scritto "Ellie". Io posso espormi alla follia di 'sto tizio, "tu" no.

Nuovo sospiro da parte di Ellie.

Ellie: Ok Samantha...

La ragazza si avvia verso la scalinata che conduce al piano superiore, ma salite un paio di scale si gira verso Chris e Samantha.

Ellie: Mi dispiace aver ingannato entrambi. Scusatemi...

La Inheritor abbassa la testa e sale le scale venendo seguita dallo sguardo duro di Samantha e da quello decisamente più compassionevole di Chris, che non appena vede sparire Ellie, punta le sue attenzioni su Samantha che invece è ancora fissa sulla scalinata con smorfia stizzita.

Samantha: Questa non ci voleva! Cazzo Ellie...

C.Drake: Davvero pensi di essere tu quella che ha più da recriminare?

La Hart Princess si gira stizzita verso Chris Drake.

C.Drake: No, perché per quanto ne possa sapere Ellie sapeva dal principio che eri viva e quindi è andata avanti a mentirmi per più di un anno.

Leggero sorriso beffardo da parte di Samantha.

Samantha: Allora non sei poi così stupido Chris.

Un'espressione stizzita compare sul viso di Chris che lancia un'occhiata alla scalinata per poi tornare a guardare Samantha.

C.Drake: Appunto, quindi vedi di non trattarla di merda come hai fatto poco fa poiché Ellie ti ha parato fin troppo il culo.

Samantha: Non conosci la definizione di trattare male, Chris, e comunque lascia perdere che è meglio, tanto il comportamento che stai avendo ora è la perfetta dimostrazione che ho fatto bene a non volerti accanto in questo anno.

C.Drake: E cosa avrei fatto di sbagliato?

Mezzo sorriso sarcastico da parte di Samantha.

Samantha: Vuoi sapere cosa disse Alex nel momento in cui Alisa ti attaccò a Zero Hour rivelando che non era morta cerebralmente? Disse che nonostante si sia comportata da stronza traditrice era contento di vederla in vita, evidentemente tu preferisci puntarmi contro un dito accusatorio invece che essere felice che nonostante tutto sia viva, grazie Chris.

Applauso ironico da parte di Samantha.

C.Drake: Andiamo Samantha, è sottinteso che sia felice che tu sia viva, ma permettimi di essere incazzato per essere stato preso per il culo mentre mi torturavo per ciò che pensavo ti fosse successo.

La Hart Princess alza un sopracciglio in maniera sarcastica.

Samantha: So bene come ti sei torturato, per la precisione ti sei torturato in compagnia di procaci ragazze che non vedevano l'ora di consolare il loro wrestler preferito.

La ragazza scuote la testa mentre Chris la guarda con sguardo duro.

C.Drake: Ma senti chi parla! Scommetto che in questo anno, da autentica puttana che sei, ne hai aggiunti un centinaio alla sconfinata lista di cazzi che hai pres...

Ma ecco che Samantha stampa uno schiaffo in faccia a Chris! La ragazza mostra uno sguardo severo mentre si pone faccia a faccia con il wrestler che invece la osserva cupo.

Samantha: Non osare Chris, non osare!

C.Drake: Prova a mettermi nuovamente le mani addosso e non sarò responsabile delle mie azioni...

Samantha: E dopo questa frase ti servono ancora spiegazioni sul perché non ti ho voluto al mio fianco in questo anno?! Sei proprio un coglione Chris, non riesci proprio a capire che se sei rimasto escluso dal club ristretto di persone che sapevano la verità su di me è solo perché sei totalmente inaffidabile! La colpa è tua, non la mia, non di Alex e non di Ellie, prima lo capisci e meglio è, poiché io in questi mesi non sono rimasta immobile come te, no Chris, in questi mesi io sono cresciuta, io ho capito i miei errori e ho cercato di rimediare a essi come potevo, mentre tu sei rimasto intrappolato in quel loop patetico che è la tua vita, quindi se proverai un'altra volta ad apostrofarmi come una puttana vedrai la fine che ti farò fare!

Istanti di silenzio tra i due.

C.Drake: Puttana...

Ed ecco che Samantha va con un altro schiaffo, ma questa volta il colpo viene bloccato da Chris. The Predator stringe l'avambraccio della ragazza che accenna una leggera smorfia di dolore.

Samantha: Lasciami immediatamente!

The Predator digrigna i denti per poi lasciare Samantha e spingerla contro una poltrona, facendola sedere. Fatto ciò Chris inizia a camminare in modo nervoso per la stanza mentre Samantha lo osserva con sguardo duro.

C.Drake: Adesso mi sono proprio rotto i coglioni di tutti voi stronzi che continuate a dire che sono immaturo, che sono inaffidabile e che devo crescere! Tu, Wiz, Alisa, tutti con la verità di 'sto cazzo su Chris Drake, quando nessuno ve lo ha chiesto! Quella stronza di mia sorella ha passato il segno, e spero che Ellie ti abbia raccontato che se non fosse stato per lei a quest'ora io e te avremmo in comune l'aver tolto la vita a una Drake, mentre Wiz dopo avermi trattato come una merda e dopo esserci quasi ammazzati a vicenda nel Battle Of Gods Match se ne esce dicendo che lui ha fatto tutto ciò per il mio bene poiché sono ancora immaturo, e ora tu te ne esci con questa montagna di cazzate che usi per giustificare il tuo comportamento da stronza!

Piccola pausa per Chris che continua a camminare su e giù per la stanza.

C.Drake: Tu me lo avevi detto Samantha, avevi detto quelle due parole che io ricambiavo, me le avevi lasciate come un tuo addio, e per quanto sono stato felice di vederti viva e vegeta non ho potuto che pensare che fondamentalmente quel "ti amo" era solo una frase di circostanza dettata dalla situazione che avevamo vissuto e che io per te ero uno dei tanti. Ora non fraintendermi, io non voglio il tuo amore, non più oramai, e questo è una conseguenza di questo tuo comportamento che mi ha fatto rendere conto che anche tu per me sei una delle tante.

Samantha: Hai finito?

Momenti di silenzio tra i due, poi Chris gira i tacchi e si avvia verso l'uscita, ma arrivato alla porta del soggiorno viene bloccato dalle parole di Samantha.

Samantha: Lo intendevo veramente comunque...

Chris si gira verso Samantha.

Samantha: Nella Fortuna Mansion ero davvero intenzionata a uccidermi, e se non fosse stato per Alex lo avrei fatto, quindi quel messaggio era sincero Chris e intendevo quelle parole.

The Predator annuisce leggermente.

C.Drake: E le intendi tutt'ora?

Samantha: No.

Sospiro da parte di Samantha.

Samantha: C'è un'altra persona che ora amo, una persona che è tutto il mio mondo, ma la cosa non ti dovrebbe tangere visto che sono solo una delle tante per te, e per quanto non conti nulla lascia che ti dica che tu per me non sei uno dei tanti. Ciò che c'è stato tra di noi è stato speciale per quanto mi riguarda.

C.Drake: Anche per me...

La Hart Princess alza un sopracciglio.

Samantha: Un minuto fa hai detto l'esatto contrario.

C.Drake: Stupida tu che ci hai creduto. Nonostante le donne che ho avuto, le cazzate che ho fatto e tutto il resto, nei miei pensieri ci sei stata sempre tu in questo anno, beh tu e Alisa, ma nonostante reputi la cosa che c'è stata tra di noi come speciale non sono assolutamente intenzionato a intraprendere una relazione con te, e sarebbe lo stesso anche se tu non avessi questa nuova persona speciale che ami. Ormai non sono più in grado di amare.

Samantha: Dicevo lo stesso anch'io, ma poi questa persona mi ha fatto cambiare idea.

C.Drake: Impossibile che succeda anche a me, tu e Alisa avete fatto un bel lavoro nel togliermi questo sentimento. Non esiste al mondo qualcuno che possa farmi dire ancora: "tu sei l'amore della mia vita e ti amerò per sempre, te lo prometto".

Samantha: Pensavi questo di me e di Alisa?

C.Drake: Un tempo sì...

Altri momenti di silenzio tra i due.

C.Drake: Mi dispiace averti chiamata puttana...

Samantha: E a me non dispiace averti chiamato patetico coglione.

Sguardo ironico da parte di Chris che incontra un sorriso beffardo da parte di Samantha.

C.Drake: Bastarda...

Ed ecco che anche sul viso di Chris compare un leggero sorriso.

C.Drake: Sono davvero felice che tu stia bene Samantha.

Samantha: Grazie.

Scambio di sorrisi tra i due che viene interrotto dal pianto di Ellie Drake proveniente dal piano di sopra. Chris sgrana gli occhi nel sentire la voce di un neonato e sposta lentamente la testa verso la scalinata mentre Samantha si mette una mano sulla faccia a scuote la testa. Chris torna a guardare Samantha mentre con un dito indica il piano di sopra.

C.Drake: E questo che cazzo è?!

La Hart Princess sospira mentre The Predator si incammina verso la scalinata, venendo seguito da Samantha.

Samantha: A-Aspetta Chris... E-E' la televisione...

Chris non da ascolto a Samantha e percorre la scalinata per poi arrivare davanti la porta della stanza con su scritto "Ellie" e aprirla, trovandosi davanti a se Ellie Hart che sta cullando Ellie Drake, tentando di farla smettere di piangere.

Immagine


La Inheritor scatta di soprassalto nel vedere Chris, che ora osserva con occhi spalancati la bambina, mentre Samantha a testa bassa sospira.

Ellie: C-C-Chris! L-Lei è mia figlia!

La Hart Princess accenna un'espressione ironica per poi sospirare, annuire e superare Chris Drake, ancora con sguardo sgranato fisso sulla bambina, raggiungere le due Ellie e prendere in braccio la piccola.

Samantha: Chris, ti presento la persona che ora amo e che è tutto il mio mondo, mia... nostra figlia, Ellie Drake.

Chris alza lo sguardo verso Samantha che si avvicina a lui e fa un cenno con gli occhi, che fa annuire Chris prima che allunghi le braccia e prenda tra le mani per la prima volta la figlia. Chris tiene la piccola con una mano dietro la schiena e con l'altra dietro la testa, e ora se la pone davanti al viso mentre i suoi occhi si fanno lucidi.

C.Drake: Tu sei l'amore della mia vita e ti amerò per sempre, te lo prometto.

Detto ciò Chris da un bacio sulla testa alla sua bambina per poi stringerla a se.



Spoiler:
It can be born anywhere
In the last place you'd expect
In a way you'd never dream
It can grow from nothing
And blossom in a second
A single glance is all it takes
To get inside you

Invading every thought
And every beat of your heart
Love can make you scream
And it can leave you speechless
Love has a thousand stems
But only one flower

It can grow alone 'till it turns to dust
It can tear your world apart or bind to you forever
It can grow in darkness, make its own light
Turn a curse into a kiss, change the meaning of your words

Love makes no sense
Love has no name
Love drowns you in tears and then sets your heart on fire
Love has no fear, love has no reason

So infinitely vast
And we're standing at the edge
Take my hand and erase the past forever
My love is you, my love you are

Love makes no sense
Love has no name
Love is never wrong and never needs a reason
I'm drowning in my tears, but my heart's on fire

It can make you better
It can change you slowly
Give you everything you want, ask for nothing in return
In the blink of an eye, the hint of a smile
In the way you say goodbye, in every time you find me

Love makes no sense
Love has no name
Love drowns you in tears and then sets your heart on fire
Love has no fear, love has no reason

Love makes no sense
Love has no name
Love drowns you in tears and then sets your heart on fire
Love has no fear, love has no reason

My love is you, my love you are
My love is you, my love you are


[To Be Continued...]


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 27/06/2017, 21:28 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Immagine

Importante annuncio per Indoor War


In un comunicato di oggi a firma di Virgil Brown Jr, il General Manager di Indoor War, è stato annunciato che nella prossima puntata dello Show principale della TWC vedremo un Extreme Pick Your Poison fra Elektra Kellis, la TWC Undisputed World Women's Champion, e la sua sfidante di Homeland: London, Viola Vixen. La descrizione data nel comunicato dell'Extreme Pick Your Poison è questa: "Una sfida a distanza fra le due lottatrici, che avranno la possibilità di scegliere l'avversaria e la stipulazione del match dell'altra." Non perdete quindi questa puntata europea, che si annuncia ricca di emozioni.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 29/06/2017, 22:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Immagine


**Once upon a time in Ravensburg**

Chapter Black


Immagine


E’ una tiepida mattina a Ravensburg, l’amena e tranquilla cittadina tedesca annidata ai piedi delle Alpi, salita alle cronache del wrestling per essere la città d’adozione dei mitici membri della Bruderschaft Der Krahe Incorporated.

Immagine


Più precisamente ci troviamo all’interno del Krahennest, ovvero il Nido dei Corvi, la grande abitazione di “Superstar” Sigfried Jaeger, che si trova vicino al centro della cittadina, al civico numero 12 di Marienplatz. Qui troviamo il Corvo in quello che è il suo studio.

Immagine


Come vediamo, Sigfried indossa una maglietta della League of Extraordinary Gentlemen “European Hero” versione limitata a caratteri argento, e mentre controlla delle mail al pc, ogni tanto si gratta il cerotto che copre la ferita a lato della fronte rimediata la scorsa puntata di Indoor War a opera dei Pulp Fiction. A un certo punto Jaeger sospira.

SGF: Basta canaia! Avanti, cominciamo.

Dopo di che eccolo sistemare la webcam e iniziare a registrare.

Sigfried Jaeger's Walk of Shame ha scritto:
On Air


Immagine

Krahennest, Marienplatz 12, Ravensburg


SGF: Cari amici della TWC, rieccomi qua, sono il vostro Sigfried Jaeger, detto il Corvo, il Best from The West, The Hero, ecc… Oggi, a distanza di oltre sei mesi, ho trovato finalmente il tempo per fare la seconda puntata del mio vlog speciale, “Sigfried’s walk of Shame”. Sì, lo so, ce ne ho messo di tempo per darmi una mossa, ma hey, sono una personcina molto impegnata. Ho la BDK Inc. da portare avanti, ho il progetto League of Extraordinay Gentlemen, ho un sacco di impegni con la TWC, sono un campione di coppia, ho un sacco di amici da vedere e una compagna bellissima con cui stare. Ma tranquilli, come vedete non mi sono dimenticato di voi. Per cui, bando alle ciance e iniziamo. Sigla!

Spoiler:
Immagine

Spoiler:
**Chapter One**
Lisa Lisa


SGF: Colpo di scena eh, non vi aspettavate che stavolta toccasse alla simpatica collega Lisa Lisa, eh?! Ebbene, come dissi al termine dello scorso vlog, la mie “vittime” sarebbero state scelte da voi con un sistema estremamente democratico, ovvero il primo che mi suggeriva via mail di chi parlare avrebbe vinto. E il vincitore è il fedele utente SIMAIOSCHERZAVO97, che ha nominato miss Araki come candidata al Walk of Shame. Complimenti a te, e mi raccomando continua a seguirmi… Dunque, ammetto che la cara Araki non mi sta affatto antipatica, e che non è stato semplicissimo trovare cinque punti, ma hey, io sono Sigfried Jaeger e nulla mi è precluso, perciò ce l’ho fatta. Perciò direi di partire dalla posizione numero cinque della scala della vergogna di Lisa, ovver... Uhm, suonano alla porta. Pausa!

Off Air


Sigfried interrompe la registrazione e si alza in piedi alzando lo sguardo e cercando di capire chi sia dai rumori.

SYM: Vado io!

Dopo qualche istante il Corvo annuisce e sorride sentendo delle voci familiari. Allora prende la videocamera portatile ed esce dallo studio, dirigendosi al piano inferiore. Qui in cucina trova Sylmeria seduta a tavola in compagnia di Gunther “The Hound” Schmidt e di Agnes Schneider.

ImmagineImmagineImmagine


Come vediamo, la giovane compagna del Mastino indossa la stravenduta maglietta dedicata al mitico STENG!, oh my ged!

Spoiler:
Immagine


SGF: Ehilà Mastino! Ciao Agnes!

GNT: Buongiorno, Corvo.

AGS: Ciao Sig!

Il Best from the West va a dare un bacio sulla guancia a Sylmeria, poi prende una sedia e si accomoda.

SGF: Qual buon vento vi porta qui? E questo?

SYM: Gunther e Agnes ci hanno portato dei dolci in regalo.

SGF: Grandioso.

Poi Jaeger sorride.

SGF: Ti serve un favore immagino, eh Gunther?

Il Mastino si acciglia. Sigfried alza una mano.

SGF: Mi è venuta un’ideona. State pronti che avvio la registrazione, parteciperete anche voi.

GNT: A cosa?

SGF: Al mio vlog esclusivo, che altro?

AGS: Oh!

SYM: Sig…

SGF: Tranquilla, sarà breve e divertente.

Il Best from the West accende la videocamera.

Sigfried Jaeger's Walk of Shame ha scritto:
On Air


Immagine

Krahennest, Marienplatz 12, Ravensburg


SGF: Siamo di nuovo on-line, amici del web, e mi trovo con tre ospiti molto importanti che ci diranno la loro su Lisa Lisa: il furioso Mastino della Baviera, Gunther “The Hound” Schmidt…

GNT: Umph…

SGF: La leggiadra avvocatessa Agnes Schneider…

AGS: Ciao!

GNT: Leggi di ladra?!

SGF: E infine il mio amore, Sylmeria Sorensen, che tutti conoscete. Fai un saluto in danese, Sylmy…

SYM: Hej til alle...

SGF: Bene bene. Partiamo con la posizione numero cinque, ovvero “L’arrivo di Lisa Lisa in TWC”. C’è da dire che l’esordio in federazione di Miss Araki si è rivelato abbastanza disastroso. Nonostante i suoi buoni propositi, le sue colleghe hanno reagito piuttosto male. Lisa, veterana del pianeta joshi giapponese, ha cercato un approccio amichevole, provando a dare consigli e relazionandosi pacificamente. Come prevedibile in una federazione dove per campare ci si prende a mazzate e nessuno si fida di nessuno salvo poche eccezioni, tutto questo si è rivelato un fallimento. Praticamente tutte le persone con cui ha provato a stringere rapporti l’hanno rigettata dandole dell’antipatica, dell’inutile, della stereotipata, della noiosa, della pessima, e chi più ne ha più ne metta. Rara eccezione la nostra Nildy, che presa da altre faccende, l’ha trattata con un minimo di rispetto perlomeno. Ora, questo sembra una sciocchezza, ma il risultato dell’approccio iniziale di Lisa, porta praticamente alle altre posizioni in classifica. Magari se si fosse presentata diversamente, e se le altre l’avessero trattata meglio invece di fare gruppetto contro di lei, Lisa non si sarebbe comportata in un certo modo nei mesi successivi. Ora però chiediamo agli ospiti una battuta su Lisa Lisa. Avanti, che ne pensate di lei? Agnes?

AGS: Uhm, sembra molto forte e determinata. Lo scorso incontro con Nildy è stato molto intenso…

SGF: Quella sarebbe Ayumi Haibara…

AGS: Ah… Scusa…

SGF: Fa niente. Sylmy?

SYM: Una brava ragazza piena di responsabilità. Penso sia molto stressante dover lottare e prendersi cura della propria famiglia allo stesso tempo e può capitare di commettere sbagli anche grossi talvolta. Non me la sento di condannare i suoi errori in toto, e poi ha un figlio bellissimo, come si fa a volerle male...

SGF: Ehm… Simòn, cerca di aiutare di più tua moglie a casa, ci siamo capiti? Gunther. Tu che ne pensi?

GNT: Mastino visto di poco in guardo Lisa di Lisa. Opinione di me è no sprimere giù dizio.

SGF: Ok… Direi di fare una piccola pausa, poi riprendiamo dalla posizione numero quattro. Grazie mille agli ospiti.

Off Air


Il Corvo spegne la videocamera, poi si alza.

SGF: Molto bene. Sylmy, io esco, vado a continuare il vlog in giro per Ravensburg, ci vediamo più tardi ok?

Il tedesco dà un bacio alla danese, poi prende uno dei dolcetti portati da Agnes e Gunther.

SGF: Statemi bene, cari.

SYM: C-ciao…

Jaeger dà un buffetto sulla guancia alla sorridente Schneider, poi una pacca a Gunther e se ne va via, osservato da tutti e tre, basiti.

(Continua…)


Immagine


(Segue…)


E’ passata circa una mezz’ora e vediamo Sigfried Jaeger trovarsi all’entrata di una piccola fonderia nella periferia di Ravensburg. Il tedesco si guarda intorno salutando qualche passante, dopo di che riattiva la videocamera.

Sigfried Jaeger's Walk of Shame ha scritto:
On Air


Immagine

Unknown Foundry, Ravensburg


SGF: Eccoci qua, pronti per passare alla quarta posizione della Walk of Shame dedicata a Lisa Lisa, ovvero “Anna Araki”. Beh, che dire, sto parlando della sorella minore della protagonista della nostra classifica. Non si sa molto di lei, visto che è comparsa qualche volta diverso tempo fa, tuttavia le poche cose che ha combinato in TWC si sono rivelate piuttosto imbarazzanti, vedi quella sua interferenza stramba in un incontro che ha visto come protagonista la sorellona Lisa, credo. Beh, diciamo che potevamo tranquillamente risparmiarci Anna nella Total Wrestling Corporation e credo che anche la stessa Lisa sia piuttosto d’accordo con le mie parole. A questo punto però, visto che ci troviamo nei pressi dell’attività di una brava persona, entriamo e chiediamo un’opinione su Lisa e Anna all’infaticabile lavoratore di Ravensburg che la dirige. Eccoci dentro… Oggetti di metallo da tutte le parti… Oh, eccolo qua il nostro Ludwig Weber!

Immagine


LWG: E tu che ci fai qui? Non devi allenarti o fare quelle… cose pubbliche che fate voi lottatori a quest’ora?

SGF: Grazie dell’accoglienza, meh… No niente, sto facendo un vlog per i miei fan. E tu hai uno spazio esclusivo, contento?

LWG: Ah…

SGF: Ok. Caro Ludwig, i nostri fan vorrebbero sapere che ne pensi di Lisa Lisa.

LWG: Chi?

SGF: Eddai, Lisa Lisa la lottatrice. Eccoti una foto…

Spoiler:
Immagine


LWG: Uhm… Una bella donna. E’ libera?

SGF: Purtroppo per te, no. Ha un marito e un figlio.

LWG: Peccato… Comunque non so che dirti.

SGF: Forse vuoi dire qualcosa in merito a sua sorella Anna. Foto per te.

Spoiler:
Immagine


LWG: Questa è anche meglio. E’ libera?

SGF: Può darsi, mi devo informare.

LWG: Ecco bravo, informati e fammi sapere. Ora però vai che ho da fare…

SGF: Cosa stai producendo, amico Ludwig? Una splendida spada? Un’armatura d’acciaio? Uno scudo indistruttibile?

LWG: Un cancello…

SGF: Ah, ok. Allora vado, e le foto… Vedo che te le sei messe in tasca, ho capito. Ci si vede in birreria.

LWG: Si, si. Ciao eh.

Off Air


Una volta uscito dalla fonderia, Sigfried spegne la telecamera e si stiracchia, dopo di che si avvia lungo la strada fischiettando. A un certo punto vede qualcuno che si sta avvicinando correndo sul marciapiede. Jaeger annuisce sorridendo e saluta.

Immagine


Si tratta di Brunild “The Armbreaker” Wagner, la grande Valkyria della TWC, che sta facendo jogging tranquillamente. La ragazza vede il Corvo e si toglie le cuffie dalle orecchie, accennando un saluto e fermandosi davanti a lui. I due si danno un breve abbraccio.

BND: Ciao Sig.

SGF: Buongiorno Nildy. Solita sgambata prima della palestra?

La tedesca annuisce. A Sigfried viene un’idea.

SGF: Uhm, senti, ce li hai cinque minuti per partecipare al mio vlog? Sarebbe interessante avere una tua opinione su Lisa Lisa...

Brunild si acciglia.

BND: No, ti ringrazio. Immagino tu la stia distruggendo verbalmente, poveretta.

SGF: Neanche troppo, e non è colpa mia, ma del tipo che mi ha mandato la mail facendo il suo nome dopotutto.

BND: Preferisco starne fuori, Sig. Ho già troppi pensieri ultimamente, prevalentemente negativi, tanto per cambiare. Non ho bisogno di dovermi confrontare e magari combattere pure contro Lisa per via del tuo vlog sinceramente.

SGF: Peccato.

BND: Piuttosto, dopo pranzo passo a trovare Sylmy, tu ci sei?

SGF: Non lo so, dipende da quanto mi ci vorrà a finire il vlog. Al limite vediamo se organizziamo qualcosa in serata, ok?

BND: Va bene Sig. Ciao.

L’International Sensation si rimette le cuffie, dà una pacca sulla spalla a Jaeger, infine riprende la corsa. Il Corvo la guarda allontanarsi per qualche secondo, poi fa annuisce e se ne va nella direzione opposta.

(Continua…)


Immagine


(Segue…)


Stavolta il Best from the West si trova all’interno di un’officina. Come vediamo, è intento a lanciare bulloni dentro un barattolo a distanza siderale. All’interno dell’officina si trova un’automobile, e sotto, sdraiato, qualcuno sta lavorando, armeggiando chiavi inglesi e altro.

SGF: Centro… Centro…

???: Smettila…

SGF: Centro…

???: Allora?!

Jaeger sospira.

SGF: Direi che possiamo continuare.

Il Corvo riaccende la videocamera.

Sigfried Jaeger's Walk of Shame ha scritto:
On Air


Immagine

Unknown Workshop, Ravensburg


SGF: Per la posizione numero tre in classifica mi sono spostato all’interno di un’altra notevole attività, ma prima di interpellare il gentile proprietario parliamo adesso de “La furia di Lisa Lisa”.

???: Eh?!

SGF: Beh, dopo un esordio mal compreso e dopo le prime sconfitte, la gentile Araki è andata abbastanza fuori di testa, mostrandoci una parte di lei che ancora non avevamo mai visto. Oltre a malmenare in modo gratuito e selvaggio qualche wrestler meno dotata, Lisa infatti ha dato vita a una lotta senza quartiere con la sua vecchia antagonista in Messico, Licoride, aka Livia Franke.

???: Che fai, parli da solo adesso?!

SGF: Lei e la moglie del contadino se le sono date belle sode. E che dire poi di quello che ha combinato con Jane Murphy, altra personcina dal carattere difficile che non l’ha accolta molto bene in TWC.

???: Oh, la smetti per favore?!

SGF: Riguardo a Jane ci tornerò su nelle prossime posizioni di classifica. Piuttosto voglio anche ricordare le innumerevoli offese e minacce scambiate tra lei e quella banda di Plappermaul della Sick Chicks, che hanno portato Lisa a sragionare, a formare un’improbabile alleanza con un’Alisa Drake versione sciroccata malvagia, e ad aggredire in modo discutibile la giovane Alice Angel, che può sembrare una bambina delle scuole secondarie, ma che non le manda a dire a nessuno, vedi cosa sta combinando ultimamente con la nostra adorabile Valkyria…

???: Sto cercando di lavorare, Scheiße!

SGF: Per quanto riguarda la rabbia e i gesti inconsulti di Lisa, direi che è il momento di interpellare un nuovo ospite, ovvero l’eroico proprietario di questa officina. Eccolo che ha smesso di lavorare e sta venendo qua. Dieter Hoss! E’ un piacere vederti. Ehi come mai quella faccia? Ehi, come mai quella chiave inglese in mano? Ehi, come mai…

Immagine


DTR: Fuori di qui!!!!!

Off Air


(Continua…)


Immagine


(Segue…)


Siamo nella campagna fuori dalla cittadina di Ravensburg, più precisamente tra i boschi alle pendici delle Alpi, nei pressi di una segheria. Qui ritroviamo Sigfried Jaeger, appena uscito dalla sua auto, che passeggia con la sua videocamera. Una volta nei paraggi dell’ingresso dell’edificio, il Corvo riparte col suo vlog.

Sigfried Jaeger's Walk of Shame ha scritto:
On Air


Immagine

Unknown Sawmill, Ravensburg


SGF: Altro giro, altra amena località, altra posizione in classifica. Ci occupiamo ora della numero due della classifica della vergogna di Lisa Lisa, ovvero “Ozymandias il mascherato”. Ve lo ricordate? Sarebbe quel ceffo che durante la diatriba per il titolo mondiale femminile tra Jane e Lisa, si era introdotto nel bel mezzo di una puntata di Indoor War per aggredire nel backstage la signorina Murphy. Ora, l’unico sorriso che mi strappò quella brutta situazione fu di vedere il mio “amicone” Nick Carroll correre in versione maratoneta per i corridoi per poi scacciare quel tizio a suon di pedate, salvando Jane da una brutta situazione. E qui sta il punto: Lisa lo sapeva o no? Per alcuni no, per altri si. La seconda tesi si basa sul fatto che la cara Araki si fosse completamente affidata ai magheggi del numero uno della nostra classifica, che vedremo tra poco. Boh, nel dubbio io questo ceffo lo piazzo al secondo posto. Per fortuna poi è sparito e non si è fatto più vedere. E ci mancherebbe…

???: Ehi Sig, è pronto da mangiare, vieni!

SGF: Pausa pranzo per noi, dopo di che posizione numero uno!

Off Air


Jaeger smette di registrare, dopo di che entra nella segheria e si dirige verso il retro, superando vari macchinari e cataste di legname. Qui troviamo un tavolino apparecchiato all’aperto, con birre e carne alla brace ben cotta ammonticchiata in un grosso piatto. Jaeger annusa l’aria con l’acquolina in bocca, poi sorride a Ullrich Muller, suo amico d’infanzia.

Immagine


SGF: Uhm, buono. Ho una fame che non ci vedo.

Il Best from the West e l’amico si mettono a tavola e iniziano a mangiare dopo un brindisi.

SGF & ULR: Skol!

Dopo qualche boccone, Ullrich si rivolge a Jaeger.

ULR: Ah, non ti ho ancora detto una cosa… Stamani è passato Gunther con la piccola Agnes.

SGF: Ah, è venuto pure a casa mia. Che voleva?

ULR: Mi ha chiesto un favore. Purtroppo non ho potuto accettare di aiutarlo, ho troppo da lavorare in questo periodo.

Sigfried annuisce guardandosi brevemente intorno.

SGF: Tranquillo, il Mastino risolve sempre tutti i suoi problemi in un modo e nell'altro.

ULR: Speriamo bene… Dì un po’, che stai combinando con quella videocamera? Prima ti sentivo parlare da solo e pensavo fossi impazzito.

Sigfried sorride.

SGF: Ora ti spiego.

I due iniziano una fitta conversazione tra una scorpacciata di carne e litri di birra.

(Continua…)


Immagine


(Segue…)


Vediamo Sigfried bighellonare per il centro di Ravensburg. Il Corvo sbadiglia e guarda l’orologio.

SGF: Bah, troppo presto. Andrò a vedermi un film và…

(Continua…)


Spoiler:
**Le grandi recensioni cinematografiche di Sigfried Jaeger**


Immagine


“Beh, che dire, Transformers: The Last Knight... E' una merdata colossale!”


(Segue…)


Vediamo un Sigfried Jaeger piuttosto incupito risalire una via del centro di Ravensburg. A un certo punto, eccolo girare l’angolo e quasi scontrarsi con una figura gigantesca.

ImmagineImmagine


SGF: Oh, chi si rivede! Come va, amici.

AGS: Ciao Sig!

La ragazza abbraccia brevemente il Corvo.

GNT: Ehi Corvo, sempre in giro con quella piccola telecamera?

SGF: Già, ma ho quasi finito. Voi che fate ora?

GNT: Boh…

AGS: Siamo andati a trovare il caro Fritz, ora stiamo andando a fare una passeggiata.

Jaeger sorride.

SGF: Uhm… Danno un bel film al cinema in centro. Perché non andate là?

GNT: Un film? Al cinema, io non ho molta vog…

AGS: Che splendida idea!

La ragazza si volta facendo gli occhioni dolci al Mastino.

AGS: Daaai, non andiamo mai al cinema. Per favore…

Gunther sbuffa.

GNT: E va bene, andiamo al cinema.

Agnes l’abbraccia tutta felice.

AGS: Grazie, grazie, grazie Gunthy.

Poi prende per una mano Gunther e inizia a tirarlo.

AGS: Andiamo, andiamo. Ciao Sig, e grazie.

Il Mastino scruta malamente Jaeger.

GNT: Si, tante grazie Corvo…

Mentre i due si allontanano, Sigfried alza il pollice e saluta.

SGF: Divertitevi!

Dopo di che si allontana in direzione della via dove abita Fritz Mayer, fischiettando.

SGF: Mal comune, mezzo gaudio, eh eh…

(Continua…)


Immagine


(Segue…)


Ritroviamo Sigfried Jaeger di fronte all’abitazione di Fritz Mayer. Qui il Best from the West accende la videocamera.

Sigfried Jaeger's Walk of Shame ha scritto:
On Air


Immagine

Unknown House, Ravensburg


SGF: E finalmente siamo arrivati alla posizione principale della classifica della Walk of Shame dedicata a Lisa Lisa. Prima di parlarne, voglio coinvolgere un mio carissimo amico… Uhm… Proviamo a suonare di nuovo… Niente. Pare che non sia in casa. Strano però, se fosse uscito da poco probabilmente lo avrei incrociato... Ah, colpo di scena, mi suona il telefono. Sentiamo chi è in diretta, forse è l'amico Fritz. Pronto?

???: ...

SGF: Ah, sei tu. Hai le informazioni che ti avevo chiesto, amico?

???: ...

SGF: Si vabbè, non siamo amici, ecc… Dai, sputa il rospo.

???: ...

SGF: Uhm, interessante. E dove si trova di preciso questo tizio?

???: ...

SGF: Ottimo, ottimo. Quasi quasi ci faccio un salto subito.

???: ...

SGF: Tranquillo, mandami i dati. Niente può precludere un eroe dal suo obiettivo. Grazie mille, G.M.

???: ...

SGF: G.M., un acronimo per mantenerti anonimo, no?

???: ...

SGF: Perché sto registrando un video pubblico. Oh se vuoi ti chiamo A.D.B. non c’è problema.

???: ...

SGF: Sta per Allievo di Black, ovviamente.

???: ...

SGF: Ehi, ehi non ti arrabbiare, non ti scoprirà nessuno nel video, fidati di me.

???: ...

SGF: Ma se ti ho messo pure i punti interrogativi bianchi. Più anonimo di così...

???: ...

SGF: Lascia perdere, non capiresti.

???: ...

SGF: Ho capito, capito, non ti fidi mai di nessuno tu. Ah, un’ultima cosa, è importante e quasi mi scordavo…

???: ...

SGF: I miei fan vorrebbero sapere anche la tua opinione: che ne pensi di Lisa Lisa?

???: ...

SGF: Ehm… Ha buttato giù il telefono. Come non detto amici, a causa di un problema tecnico dovrò dare la prima posizione altrove. A tra poco, ci sarà pure una grande sorpresa!

Off Air


(Continua…)


Spoiler:
Immagine


(Segue…)


Ci troviamo in una ridente cittadina della costa est, più precisamente davanti a una chiesa cattolica di periferia. Qui ritroviamo per l’ennesima volta Sigfried Jaeger, abbastanza assonnato, che passeggia verso la chiesa. Una volta arrivato all’ingresso, il Corvo riaccende la videocamera.

Sigfried Jaeger's Walk of Shame ha scritto:
On Air


Immagine

St. Mary Catholic Church, Derry, Maine


SGF: Eccoci qua per il gran finale, amici. La posizione numero uno non poteva non essere “Alejandro Signos”. Beh, che dire di questo traffichino da quattro soldi. Si vanta di essere stato l’allenatore di Lisa e pure del mio amico Vincent Cross. Può darsi sia completamente vero, peccato che da quando è arrivato in TWC non abbia fatto altro che dare pessimi consigli a Lisa, portandola a commettere gesti discutibilissimi e non da lei. L’aggressione a Jane Murphy nel backstage è una sua idea, e la sua ombra si staglia dietro molte altre azioni poco limpide attuate da Miss Araki. Il problema è che Signos, come un parassita, si è insinuato nella testa di Lisa, riuscendo a sfruttare la sua rabbia, la sua insoddisfazione e le sue frustrazioni, manipolandola come più gli è parso. Il risultato finale di tutto ciò è che la carriera di Lisa in America risulta macchiata, e di titoli neanche l’ombra. Quello che spero è che Lisa apra gli occhi e si renda pienamente conto del tipo di manager che è diventato Signos e che agisca di conseguenza, scaricandolo come merita. Vincent Cross l’ha fatto. Penso che anche per lei ci sia speranza. Dopotutto ha un ottima persona come Simòn accanto a cui chiedere consiglio e appoggio… Ok, adesso che abbiamo finito con la classifica, ecco a voi la chicca che nessuno si aspettava. Domanda: cosa ci fa un pagano come Sigfried Jaeger all’ingresso di una chiesa? Come direbbe Kevin Manson, “un cazzo!”. E invece no. Un uccellino mi ha fatto avere il numero di telefono e il luogo dove abita il migliore amico di Lisa Lisa. L’ho contattato e mi ha dato appuntamento qua per dirmi una cosa importantissima che farà chiarezza una volta per tutte sulla situazione di Miss Araki. Entriamo, va… Uhm… Oh, eccolo là. Andiamo a vedere di chi si tratta. Ehi, salve, sei tu l’amico di Lisa Lisa? Ciao, sono Sigfried Jaeger, l’eroe, ci siamo sentiti poco fa. Dai, dì a tutti cos’hai di così importante da dire da costringermi ad attraversare l'oceano…

Spoiler:
Immagine


SGF: Ah…

Off Air


(Continua…)


Spoiler:
Immagine


News from the World


«Facinorosi danno fuoco a una chiesa cattolica, panico tra la popolazione della Costa Est. Il Vaticano condanna il gesto profano e chiede un’inchiesta.»

«L’ex-Premier Italiano, Matteo Renzi, telefona al Presidente Donald Trump per dare la sua solidarietà, ma al telefono risponde un call center erotico.»

«La Farnesina: nessun italiano coinvolto nel rogo della chiesa in America. L’unico a contattare l’ambasciata è stato un mitomane che si è identificato come giapponese.»

«Fonti dei servizi segreti parlano con certezza di una recrudescenza dei raid vichinghi. I magistrati italiani per saperne di più hanno arrestato il pluripregiudicato altoatesino Alex Schwarzer.»

«Il Presidente Donald Trump accoglie la tesi del raid vichingo e annuncia che costruirà un muro su tutta la Costa Est per proteggere gli Stati Uniti. A pagare il muro a suo dire saranno Norvegia e Danimarca.»


(Segue…)


Ci troviamo nuovamente a Ravensburg. E’ mattina presto, e vediamo Sigfried Jaeger rientrare nel proprio studio al Krahennest. Il Corvo, stanchissimo, mette a posto la videocamera e accende il computer, sistemando la webcam.

Sigfried Jaeger's Walk of Shame ha scritto:
On Air


Immagine

Krahennest, Marienplatz 12, Ravensburg


SGF: Stavolta è stata veramente dura, amici, ma ce l’ho fatta come sempre. La Walk of Shame di Lisa Lisa è stata completata con successo. Che dire, Lisa non è quella brutta persona che molti descrivono. Io l’ho conosciuta personalmente e ve lo confermo. Come tutti noi è umana, e perciò soggetta a commettere errori e mancanze. Ma ha cuore, e questo conta. In attesa di sapere come reagirà la cara Lisa, e se Simòn verrà a cercarmi per vendicarsi, siamo arrivati ai saluti finali. Sapete tutti quali sono i link social per contattarmi e darmi un parere sulla puntata, inoltre resta valida la scelta del chi primo arriva meglio alloggia. Perciò attendo le vostre mail e l’indicazione su chi sarà la prossima “vittima” di questo format. Ora vi saluto, mi sono fatto due voli aerei e sono un po’ stanchino…

SYM: Sig! Sei tu?

SGF: Sì amore mio, sono tornato.

SYM: Meno male... Ieri sei sparito nel nulla, si può sapere che hai combinato tutto questo tempo? Ero preoccupatissima. Ehi, e questo baule pieno di cianfrusaglie sacre dove l’hai trovato?!

SGF: Ho fatto una scorreria, amore. Poi ti spiego per bene… Ciao a tutti eh, alla prossima, ci vediamo a Dortmund venerdì prossimo. Sigla!



Off Air


Dopo di che Sigfried spegne il computer, si alza e lascia la stanza, chiudendosi dietro la porta.





Fine delle trasmissioni


Ultima modifica di Elban Rattlesnake il 01/07/2017, 6:20, modificato 2 volte in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 29/06/2017, 22:38 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Immagine


**Once upon a time in Ravensburg**

Chapter Red


Immagine


E’ una tiepida mattina a Ravensburg, l’amena e tranquilla cittadina tedesca annidata ai piedi delle Alpi, salita alle cronache del wrestling per essere la città d’adozione dei mitici membri della Bruderschaft Der Krahe Incorporated.

Immagine


Più precisamente ci troviamo nei pressi dell’abitazione appartenente a “Superstar” Sigfried Jaeger, posta al numero 12 di Marienplatz. Improvvisamente vediamo spuntare due persone da una via adiacente.

ImmagineImmagine


Gunther “The Hound” Schmidt, con in mano un sacchetto, sta camminando mano nella mano con la sua compagna, la dolcissima Agnes Schneider, che vediamo indossare una maglietta di STENG!, oh my ged. Una volta arrivati alla porta, Gunther sospira, poi preme il campanello un paio di volte. Dopo alcuni secondi, la porta si apre e spunta Sylmeria Sorensen.

Immagine


SYM: Buongiorno!

AGS: Buongiorno Sylmy!

GNT: Sylmy…

Sylmeria scambia un paio di baci sulla guancia con Agnes e col Mastino, che poi le dà il sacchetto.

SYM: E questo?

GNT: Dolci.

SYM: Oh, grazie del pensiero! Venite, venite.

I tre entrano in casa chiudendosi dietro la porta. Sylmeria, Gunther e Agnes vanno in cucina, e qui la compagna del Corvo apre il sacchetto e tira fuori un vassoio incartato, aprendolo.

Immagine


SYM: Wow, che belli! Non resisto…

La danese prende uno dei dolcetti e inizia a mangiarlo. Gunther e Agnes nel frattempo si accomodano.

SYM: Mangiate anche voi eh…

AGS: Grazie, volentieri.

Agnes prende un dolcetto e lo addenta, tutta felice.

GNT: Sig?

Sylmy alza una mano, finisce il boccone, e risponde.

SYM: E’ su che traffica, ah, sta scendendo…

AGS: Bene!

GNT: Uhm…

(Continua…)


Immagine


(Segue…)


Siamo nella cucina del Krahennest di Ravensburg. Sigfried Jaeger, dopo aver registrato un video con la telecamera, è appena uscito di casa. Mentre Agnes e Sylmeria mangiano un altro dolcetto, Gunther sospira.

SYM: Mh… Volevi chiedere qualcosa a Sig?

GNT: No. E’ un problema che devo risolvere da solo.

SYM: E sarebbe?

Agnes interviene.

AGS: Gunther deve formare un team di sette persone per affrontare i pirati a Homeland. Solo che al momento gli mancano quattro elementi.

Sylmeria fa spallucce.

SYM: Beh, non c’è nessuno in TWC disposto ad aiutarti?

GNT: Sono quasi tutti occupati, e quelli liberi hanno paura di me… Non capisco il perché.

Il Daring Crow alza un sopracciglio.

AGS: Il problema, è che due dei quattro che mancano devono essere donne. E Gunther è in alto mare. Pensa che l’ha scoperto solo stamattina, quando gli ho fatto notare la miriade di mail non lette del General Manager sulla sua casella di posta elettronica.

Gunther sbuffa.

GNT: Sylmy, potresti convincere Nildy a darmi una mano, per favore…

SYM: Potrei provare. Non ti prometto nulla, però, è occupatissima ultimamente.

Il Brutal Crow fa una smorfia. Agnes invece sospira.

AGS: Peccato che tu non possa più combattere, Sylmy…

La danese fa spallucce.

SYM: Beh, se non fossi ritirata avrei sicuramente aiutato Gunther se possibile. Siamo amici no? Comunque tu non desistere. Sicuramente c’è una soluzione, dopotutto tu te la cavi sempre, o sbaglio?

Il Mastino grugnisce qualcosa mentre fa cenno di si con la testa.

GNT: Umph…

A questo punto Sylmeria si alza in piedi e prende il cellulare.

SYM: Dai, facciamoci una foto e mandiamola a Nildy per rallegrarle la giornata.

AGS: Ottima idea!

La danese prende un dolcetto, e così fa Agnes, poi le due si mettono accanto a uno scontroso Gunther e sorridono mostrando le piccole paste mentre Sylmeria scatta il selfie. Dopo di che il Daring Crow lo invia alla sua migliore amica. A questo punto Gunther si alza.

SYM: Come, già andate via?

GNT: Sì, voglio sentire gli altri. Mi servono due di loro per Homeland. Possiamo comunque vederci stasera in birreria.

SYM: D’accordo...

Agnes si alza.

AGS: Ci vediamo presto, Sylmy.

Le due ragazze si abbracciano. Dopo di che Gunther e Sylmeria si salutano e il Mastino va via dal Krahennest assieme alla compagna.

(Continua…)


Immagine


(Segue…)


Immagine


Ci troviamo fuori città, più precisamente nei pressi della segheria appartenente a Ullrich Muller. Qui ritroviamo il Mastino, arrivato con la sua jeep in compagnia di Agnes. Gunther si affaccia all’ingresso e viene subito notato dal suo amico “Piccolo” Ullrich.

Immagine


ULR: Oh, Mastino! Qual buon vento?

I due si stringono la mano.

GNT: Ho bisogno di un favore da te e Fritz Paglia…

ULR: Ah si?

Il Mastino spiega la situazione a Ullrich, che si gratta la barba riflettendoci su, poi però scuote il capo.

ULR: Mi spiace, Mastino. Ho numerose commesse e non posso lasciare il lavoro per pestarmi con quei deficienti sul ring. Magari Fritz ci viene, potrei dargli qualche giorno di ferie, tanto siete in Gran Bretagna e non oltreoceano…

Piccolo Ullrich si guarda intorno.

ULR: Fritz?... Fritz!

Ullrich e Gunther ispezionano la segheria in cerca di Fritz Paglia, ma senza risultato. Quando ecco arrivare Agnes con un biglietto in mano.

AGS: Ragazzi, ehm, ho trovato questo appoggiato sul cofano della macchina… C’è scritto: “Col cavolo che mi faccio malmenare da quei filibustieri! PS: Odio Gregory Montoia. Fritz”

Gunther si incupisce, prende il biglietto e lo straccia. Ma Agnes l’abbraccia.

AGS: Dai, ci sono ancora Ludwig e Dieter da interpellare. Non ti arrabbiare, andrà meglio.

ULR: Uh che carucci che siete, eh eh eh eh eh…

Il Mastino trasale improvvisamente.

GNT: Umph… Arrivederci.

Gunther se ne va via a passi pesanti, con Agnes che lo segue salutando Ullrich con la mano.

(Continua…)


Immagine


(Segue…)


Immagine


Siamo all’interno della fucina di Ludwig Weber. Qui troviamo Gunther e Agnes che osservano una fotografia appesa sulla bacheca.

Spoiler:
Immagine


AGS: Ehm, il suo volto non mi è nuovo…

Ma ecco arrivare il loro amico, il Piagnone.

Immagine


LWG: Bella eh? Me l’ha regalata Sig stamattina.

Gunther resta in silenzio un paio di secondi.

GNT: Ti ha regalato la foto o la tipa?

AGS: Eddai, ma ti immagini Sig che fa il pappone?!

LWG: Intanto ha detto che me la farà incontrare per davvero...

AGS: Oh...

LWG: Ma tu questa la conosci, Mastino? Pare si chiami Susanna.

Il Brutal Crow aggrotta lo sguardo.

GNT: Susanna? Mai sentita o vista prima. Piuttosto, che ne dici di menare le mani contro i pirati? Ti divertiresti…

Ludwig ci pensa su.

LWG: Tu mi tenti, ma chi saremmo?

AGS: Gunthy, STENG! Oh my ged, Green Guard…

LWG: E c’è pure quel teppista? Montoia?

AGS: Beh sì, lui sarebbe G…

Ludwig sospira e scuote il capo.

LWG: Mi spiace, amico, passo la mano. Ho da sbrigare una miriade di lavoretti in questo periodo. Sarà per un’altra volta dai…

Gunther sbuffa.

GNT: Capito… Andiamo Agnes, ho fame. Stammi bene, Ludwig.

LWG: A presto.

Il Piagnone osserva i due che escono dalla fucina, poi sbuffa.

LWG: Quel Montoia porta solo guai. Meglio starne fuori.

(Continua…)


Immagine


(Segue…)


Vediamo Gunther e Agnes che camminano per il centro di Ravensburg. Il Mastino, pensieroso, quasi non dà retta ai discorsi della compagna. Ma a un certo punto drizza le orecchie.

AGS: Ehi ma quella è Nildy.

Gunther sorride.

GNT: Bene…

I due si avvicinano alla Valkyria, che li saluta.

Immagine


BND: Ehi, ciao. Come va?

AGS: Nildy!

La giovane Schneider va ad abbracciare la Valkyria, che passato l’imbarazzo, le dà una carezza sulla testa.

GNT: Nildy… Avrei bisogno di un favore.

BND: Immagino si tratti di Homeland.

GNT: Esatto.

La tedesca fa spallucce, mentre Agnes le resta appicciata tutta sorridente.

BND: Guarda, mi dispiace, ma ho un sacco di piani e cose in ballo in questo periodo. Lascio i pirati volentieri a te, amico mio. L’ho detto pure a Sylmeria, comunque so già che troverai il modo per eliminarli una volta per tutte, cascasse il mondo.

Dopo un lungo silenzo il Mastino ha come un'epifania, prende da parte Agnes e le dice qualcosa nell’orecchio. Questa annuisce, mentre Brunild li osserva con fare interrogativo, incrociando le braccia.

GNT: Nildy. Vieni con noi…

BND: Ehi!...

Agnes afferra l’International Sensation tirandola per un braccio.

AGS: Dai, per favore vieni con noi... E’ importante.

Perfino il celebre sangue freddo della Valkyria vacilla di fronte allo sguardo supplichevole di Agnes Schneider.

BND: Uhm… D’accordo d’accordo. Che è successo? Dove stiamo andando?

Gunther si gira.

GNT: Da Fritz Paglia. Forse tu potresti convincerlo ad aiutarmi. Sono piuttosto disperato, Nildy.

BND: A-ah… Ok.

La compagnia risale la strada dirigendosi verso l’abitazione di Fritz Mayer parlando tra loro.

Immagine


Dopo un po’ raggiungono la casa e il Mastino bussa pesantemente, a ripetizione. Alla fine la porta si apre e spunta la testa di Fritz Paglia.

Immagine


FTZ: Cos’è, Mastino, non hai trovato il mio messaggio? Oppure sei venuto per rapirmi? Io non voglio avere a che fare coi pirati, mi fanno paura. E poi c’è quello schifoso di un Mont… N-Nildy?!

La Valkyria spunta accanto a Gunther e accenna un saluto.

BND: Ciao…

Dopo qualche secondo di tachicardia, Fritz si riprende.

FTZ: W-whoa. Che ci fai qui?

Agnes Schneider si affianca alla Valkyria e le dà di gomito.

AGS: Avanti… Per favore, chiediglielo tu.

BND: O-ok…

Brunild sospira.

BND: Senti Fritz. Non è che potresti aiutare il Mastino contro i pirati a Homeland. Per me sarebbe come un favore personale…

Fritz Mayer gonfia il petto.

FTZ: Certo che lo aiuterò! Non ho affatto paura di quegli idioti. Gunther contami nel match, non vedo l’ora di spazzarli via tutti!

Gunther sorride.

GNT: Molto bene! Questo è lo spirito. Ok, ci conto eh… Ci sentiamo. Ciao!

Dopo di che il Mastino gira i tacchi e si allontana. Agnes lo guarda, saluta Fritz e Brunild, poi lo rincorre.

AGS: E-ehi aspettami!

(Continua…)


Immagine


(Segue…)


Immagine


???: Assolutamente no!

Gunther e Agnes si trovano all'interno dell’officina appartenente a Dieter Hoss, loro amico da tempo. Il Mancino se ne sta davanti a loro con le braccia conserte e scuote il capo.

AGS: Perché no?

Immagine


DTR: Semplice. Perché c’è di mezzo quel tanghero di un attaccabrighe che crede di essere chissà chi.

AGS: Chi?

DTR: Quello scemo con la mazza da baseball, Montoia. Io non voglio avere a che fare con un tizio del genere.

GNT: Fritz ha accettato…

DTR: Peggio per lui. Se avesse un minimo di dignità capirebbe che quello da pestare in primis è Montoia.

GNT: E’ comunque un mio amico…

DTR: Bell’amico. Un provocatore bastardo come pochi. Mi spiace ma non cambio idea. Tanto finora ti è andata sempre alla grande, per cui puoi fare benissimo a meno di me, Mastino... Sempre se ti guardi le spalle da quel Montoia. Magari lui è in combutta da tempo con i tuoi nemici e manco te ne sei accorto.

GNT: Uhm vedremo. Se Greggy tradisce la squadra, lo uccido.

DTR: Dai, ti saluto. Abbi cura di questo fiorellino, e anche del povero Fritz. Ah, e se vedi quel dannato Corvo, digli che non la passerà liscia la prossima volta che mi incontra.

Dopo di che Dieter gira i tacchi e torna ad armeggiare con le chiavi inglesi. Mentre esce dal negozio, Gunther sospira, accigliato.

GNT: E niente, mancano ancora tre persone.

AGS: Tranquillo Gunthy. Il PPV è tra un mese, inoltre il General Manager ti darà una mano se sarà necessario. Me lo hai detto tu che è dalla vostra parte, inoltre credo di avere un’ideuzza per reclutare una certa persona… Pensa positivo, amore mio, avanti!

Gunther però sta rimuginando per conto suo.

GNT: Chissà che ha combinato il Corvo per far arrabbiare così il Mancino…

AGS: Dai, non restiamo qua a rimuginare. Distraiamoci un po' e andiamo al cinema come ha suggerito Sig. Non sto nella pelle.

GNT: Uff… E facciamola questa cosa del cinema se proprio vuoi…

I due si allontanano tenendosi per mano.





Fine delle trasmissioni


Spoiler:
Immagine


GNT: Che filmone è stato questo Transformers, eh?!

Immagine


AGS: Ugh… Se lo dici tu, a me non sembrava...


Ultima modifica di Elban Rattlesnake il 01/07/2017, 6:20, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 29/06/2017, 22:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Immagine


**Once upon a time in Ravensburg**

Chapter Yellow


Immagine


E’ una tiepida mattina a Ravensburg, l’amena e tranquilla cittadina tedesca annidata ai piedi delle Alpi, salita alle cronache del wrestling per essere la città d’adozione dei mitici membri della Bruderschaft Der Krahe Incorporated.

Immagine


Ci troviamo nella cucina dell’abitazione di Brunild “The Armbreaker” Wagner. Come vediamo la Valkyria è seduta e sta facendo colazione, mangiando qualche biscotto e sorseggiando un po’ di caffè mentre legge qualche notizia sull’i-pad.

Immagine


A un certo punto la tedesca si mette una mano alla testa e fa una smorfia, scuotendo il capo. Una volta terminata la colazione e data una pulita, Brunild va a cambiarsi rapidamente, prende cuffie e lettore mp3, le chiavi di casa, e si appresta ad andare a fare una sgambata, preludio alla classica sessione d’allenamento mattutina. Prima però sente arrivare un messaggio sul cellulare e la vediamo sorridere mentre guarda il selfie inviatole da Sylmeria assieme a Gunther e Agnes. Dopo una breve risposta, l’International Sensation apre la porta ed esce di casa, chiudendosela a chiave alle spalle.

BND: Avanti, cominciamo…

Brunild indossa le cuffie, accende il lettore mp3 e comincia a correre tranquillamente. Dopo un po’, eccola notare qualcuno che passeggia nella sua direzione. La tedesca lo riconosce, è Sigfried Jaeger, che la nota e agita la mano allegramente.

BND: Sig…

Mentre si avvicina a lui la tedesca sospira. Dopo di che i due si salutano e iniziano a parlare…

(Continua…)


Immagine


(Segue…)


Immagine


Ci troviamo all’interno del Krahennest, il Nido del Corvo appartenente a Sigfried Jaeger. E’ pomeriggio, e in casa troviamo Sylmeria Sorensen in compagnia di Brunild.

Immagine


Le due stanno sedute in salotto, e mangiano entrambe uno dei dolcetti portati in mattinata da Gunther Schmidt e Agnes Schneider.

BND: Uhm, niente male questi dolci, davvero.

SYM: Sono deliziosi.

La danese scruta un attimo l’amica, che accenna un sorriso.

BND: Si...

Poi dà un altro morso.

SYM: Pensa che Gunther me li ha portati chiedendomi di convincerti ad aiutarlo per il suo incontro di Homeland…

La Valkyria sbuffa.

BND: No, ci manca anche solo avere a che fare con quei pazzi dei suoi nemici. Per non parlare degli amici... Non posso, ho troppo da fare.

Sylmeria annuisce.

SYM: Lo immaginavo, per questo mi spiace per il Mastino ma non insisterò. So bene quanto tu sia sotto pressione ultimamente.

Brunild si stringe le spalle e prova a cambiare discorso.

BND: Stamani ho visto Sigfried. Era in giro con una videocamera a fare casino. Pensa che voleva coinvolgermi in un video su Lisa Lisa…

Il Daring Crow sospira.

SYM: A chi lo dici… Ha costretto il Mastino, Agnes e me a farne parte, poi se n’è andato via e ora sembra disperso nel nulla. Non risponde proprio al telefono. Dopo ci riprovo.

BND: Non ti preoccupare, lo sai com’è fatto. Si diverte molto a combinare guai non appena ha del tempo libero, è il suo modo di sdrammatizzare nella vita. E ti dirò, un po' lo invidio.

Sylmeria si alza e si siede accanto all’amica, appoggiandole una mano sulla spalla.

SYM: Dimmi di te piuttosto, come ti senti? Sembri parecchio stanca…

BND: Lo sono amica mia. Dormo poco, non so perché, e da giorni ho un mal di testa terribile. Magari sono i pensieri cattivi che mi vengono continuamente, chissà. Ma come faccio a non pensar male e stare tranquilla quando la mia carriera in TWC pare del tutto cristallizzata…

La Valkyria sospira.

BND: Non un passo avanti, e le altre sempre a giocarsi il titolo a differenza mia. Questo è frustrante. Per non parlare dello stress di organizzare gli show di Frontline. Pensa che mi sono opposta in tutte le maniere per far sì che non si tenesse quello pseudo show che è il Vicious View, ma niente, la dirigenza mi ha imposto di lasciar perdere. E infatti è finito in rissa, come volevasi dimostrare. Quell'odiosa di Viola poi pare divertirsi a punzecchiarmi, inoltre ho anche un brutto presentimento da quando è stato pubblicato questo annuncio su news…

La tedesca prende il cellulare e mostra l'ultima notizia tra le news di Indoor War all’amica.

SYM: Uhm… Non hai tutti i torti.

BND: Non ho alcuna voglia di finire in diatribe che coinvolgono persone che non stimo per nulla, specie con Alice Angel che mi sta col fiato sul collo.

La Valkyria si mette una mano alla testa.

BND: Quella ragazzina proprio non la capisco…

Sylmeria riflette per qualche secondo mentre scorre un po' il sito della TWC.

SYM: Eppure riflettici un attimo, Nildy, tu e lei non siete due mondi opposti, anzi. Avete più in comune di quello che pensate, a parte l’età e l’esperienza ovviamente.

Lo Smiling Crow sospira.

BND: Intendi quello che penso io?

Il Daring Crow annuisce.

SYM: Lei ha perso i genitori, subendo un trauma tremendo. Tu praticamente non li hai avuti, perché con te si sono sempre comportati da estranei. Due situazioni differenti eppure simili, poiché entrambe avete sofferto, resistito e combattuto per trovare la vostra strada nel mondo. Senza figure familiari a sostenervi…

Brunild si volta verso Sylmyeria e accenna un sorriso amaro.

BND: Questo è vero…

SYM: Inoltre, come te, anche lei ha trovato degli amici fraterni che la sostengono nelle sue scelte, qualunque esse siano, consigliandola nei momenti del bisogno.

Lo sguardo della Valkyria si addolcisce un poco.

BND: Sai, ci sono un sacco di cose che ti vorrei dire, anche riguardo a questo.

SYM: Tranquilla, vado a prendere qualcosa da bere e possiamo parlare quanto vuoi. Nessuno ci disturberà. Tanto chissà quando torna Sig…

Sylmeria dà un buffetto a Brunild poi si alza e va in cucina, mentre la Valkyria si stringe le braccia e sospira.

(Continua…)


Immagine


(Segue…)


Dopo un paio d'ore ritroviamo Brunild Wagner che sta tornando verso casa, pensierosa, tenendo le mani in tasca. Quando ecco spuntare Gunther Schmidt e Agnes Schneider.

ImmagineImmagine


I due si avvicinano a lei, e la tedesca nota un sorriso sospetto nel Mastino.

BND: Questa non ci voleva…

(Continua…)


Immagine


(Segue…)


Immagine


Ci troviamo di fronte alla casa di Fritz Mayer. Gunther e Agnes se ne sono appena andati via, lasciando un’imbarazzatissima Brunild da sola assieme a Fritz.

Immagine


Quest’ultimo si mette una mano sulla nuca e sorride imbarazzato a sua volta.

FTZ: Ehm… S-se vuoi puoi entrare…

BND: O-ok…

La tedesca entra in casa dell’amico e si guarda intorno mentre quest'ultimo chiude la porta.

FTZ: Scusa il disordine.

BND: Cosa stavi facendo?

FTZ: Beh, mi stavo nascondendo Sigfried da quando ho saputo che gira come un folle in centro con una videocamera. E ovviamente da Gunther con la sua campagna di reclutamento, ma ahimé mi ha incastrato dopotutto…

BND: Scusa…

Fritz fa una risatina quasi isterica, poi prende coraggio.

FTZ: Ma di che ti devi scusare, sai che per te farei qualunque cosa. Anche buttarmi nel fuoco!

BND: Grazie… Cerca però di non farti male. Non conosco quei tizi e non posso darti suggerimenti purtroppo.

Ma Fritz replica con un sorriso smagliante.

FTZ: Beh, l’anno scorso ho sconfitto quasi da solo gli Illuminati, no? Più o meno…

Nildy ridacchia.

BND: Già. Più o meno…

La Valkyria nota la televisione nel salotto, bloccata in un fermo immagine.

BND: Che stavi guardando?

FTZ: Alarm Fur Cobra 11, che altro? Mi è arrivato il nuovo cofanett…

Improvvisamente si sente bussare alla porta. Brunild e Fritz capiscono dal vociare che si tratta di Sigfried Jaeger.

FTZ: Shhh… Allora è proprio impazzito come mi ha detto il Mancino. Non facciamoci sentire.

BND: M-ma…

FTZ: Vuoi finire in un video strano?

BND: N-no.

FTZ: Allora silenzio. Tra poco andrà via se non sente nessun rumore…

Ed effettivamente dopo alcuni minuti il Corvo gira i tacchi e se ne va via. Fritz lo spia dalla finestra finché Jaeger non sparisce dietro un angolo della strada. Poi il taglialegna tira un sospiro di sollievo. Improvvisamente sente una mano poggiarsi sulla spalla e fa un salto per aria. Quando si ricompone, Brunild gli sorride.

BND: C-credo che dovrei ringraziarti.

FTZ: E di cosa? Siamo amici noi, no?

La Valkyria ci pensa su un attimo.

BND: Amici…

Dopo un silenzio interminabile, Fritz riesce a dire qualcosa.

FTZ: Uhm… Che ne dici se ci guardiamo qualche puntata del telefilm assieme. O devi andare via?

Brunild ci pensa su. Guarda Fritz, poi sospira e annuisce.

BND: Ok, guardiamo Alarm fur allora…

Con le lacrime di gioia negli occhi, Mayer accompagna la Valkyria in sala e la fa sedere sul divano. Dopo di che entrambi, imbarazzatissimi, iniziano a guardare il telefilm.

BND: E’ la prima volta che vedo questo programma, sai?

FTZ: A-ah si? Allora ti spiego tutto mentre ci guardiamo gli episodi. T-ti farò diventare una fan della serie, te lo prometto.

Brunild guarda Fritz e annuisce brevemente. Dopo di che i due iniziano a guardare le puntate, con Mayer che spiega qualunque dettaglio sui personaggi, mentre Brunild prova a stargli dietro.

(Continua…)


Immagine


(Segue…)


FTZ: Che puntata favolosa, eh? N-Nildy?

Vediamo Brunild Wagner, addormentata, appoggiarsi con la testa sulla sua spalla. Sul volto di Fritz Mayer passano duemila emozioni in un millisecondo, dopo di che sorride e l’aiuta a sdraiarsi delicatamente, coprendola con un pled. Infine spegne la luce e lascia la stanza, guardandola un’ultima volta.

FTZ: Riposati bene, cara Nildy…

(Continua…)


Immagine


(Segue…)


Immagine


L'indomani mattina, Brunild si sveglia e si tira su, stiracchiandosi. Poi si guarda intorno e si rende conto di trovarsi ancora nel salotto della casa di Fritz Mayer.

FTZ: Buongiorno!

Brunild si alza in piedi.

BND: B-buongiorno, Fritz. Scusa se mi sono addormentata durante il telefilm...

FTZ: M-ma figurati, dovevi essere veramente stanca per crollare in quel modo.

La Valkyria annuisce.

BND: Eh si...

FTZ: O-ora come stai?

Nildy si tocca la testa e accenna un sorriso mentre si sistema i capelli.

BND: Riposata direi...

Poi ha una fitta allo stomaco.

BND: Ugh... E terribilmente affamata.

Un Fritz Paglia paonazzo in volto replica sorridendo.

FTZ: F-facciamo colazione insieme?

Brunild annuisce con un sorriso radioso.

BND: Molto volentieri, grazie Fritz.

Fritz sorride e va in cucina quasi camminando per aria dalla gioia, mentre Brunild lo segue scuotendo il capo ridacchiando...





Fine delle trasmissioni


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 03/07/2017, 1:37 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Spoiler:


[Musica pop italiana, brusio di persone che parlano sottovoce, bicchiere che viene riempito da una bevanda frizzante, televisore su evento sportivo]-Ciao, volevo raccontarti una cosa che mi è successa oggi. Stasera avevamo un House Show a Firenze, quindi mi sono presa la giornata per girare un po' la città. Jessica e Bev non avevano voglia e sono andate a fare shopping, ma sai che io quando ho voglia di fare qualcosa non riesco a trattenermi. Ho preso uno di quei bus scoperti, quelli che sono tanto da turista giapponese, e ho deciso di fare tutto il giro. Quando sono salita però ho visto Leonard seduto a metà dell'autobus. Stavo per scendere, ma avevo già pagato il biglietto e ho deciso di rimanere lo stesso. Mi sono messa un paio di sedili più indietro, e mi sono goduta il giro. Almeno fino a che non è salita una coppia di ragazzi, che appena hanno visto Leonard gli hanno chiesto una foto. E appena dopo averla chiesta a lui, hanno visto anche me. Abbiamo fatto un selfie insieme, tutti e quattro, poi i due ragazzi si sono seduti un paio di sedili davanti a Leonard. Stavo tornando a sederml al mio posto, quando lui mi ha chiesto se volevo sedermi vicino a lui.[Pausa, rumori di sottofondo, bicchiere appoggiato sul tavolo]Ho detto di sì. Siamo stati in silenzio per un quarto d'ora abbondante, lí a guardare la città. Poi lui ha fatto una battuta. Una cosa che nemmeno mi ricordo. E abbiamo riso insieme, proprio come ai vecchi tempi. Abbiamo finito il giro chiacchierando del più e del meno, e poi siamo andati in una pizzeria e abbiamo pranzato insieme. È stato strano, ma mi sono divertita. Non è mai stato la mia persona preferita, e probabilmente io non sono mai stata la sua, ma è stato tranquillizzante parlarci. È stato tornare ad un periodo più facile della mia vita. Non lo so, forse è solo che vorrei fosse ancora come una volta, tutti noi intorno ad un tavolo a chiacchierare. E mi dispiace tu non ci fossi, sia perché Firenze è bellissima, sia perché mi avrebbe fatto piacere ci parlassi anche tu, sia perché mi manchi. Ti amo.

-Cosa ci fai sveglia a quest'ora? Da te saranno le tre di notte. Non stare troppo al bar, non vorrei che qualche locale ti trovasse troppo carina e ti offrisse dei drink. Per quanto riguarda Leonard non so cosa dirti. Non riesco a vedere come io e lui possiamo tornare a parlare come una volta. Però mi fa piacere che tu abbia parlato con lui. Lucy è una tua amica, sarebbe brutto non parlassi con il suo fidanzato. Anche tu mi manchi. Ti amo.

-Qui sono le due. Comunque adesso sto tornando in albergo, non ti preoccupare. Ho rifiutato tutti i drink che mi sono stati offerti.

-Brava. Mandami un messaggio quando sei arrivata.

-Tranquillo, sono cinque minuti a piedi. Spero Bev mi abbia lasciato un angolo di letto libero.

-Non siete insieme?

-No, sono uscita solo quando si è addormentata. Dovresti vederla mentre sì addormenta. È così tenera.

-Lo immagino.

-Arrivata![rumore di tessera magnetica passata in un lucchetto elettronico] Bev sta ancora dormendo.

-Non svegliarla.

[rumore di porta che si apre, vestiti che vengono tolti, acqua che scorre] -Tranquillo, ha il sonno abbastanza pesante. Foto.

-Cosa pensi di fare riguardo a Leonard?

-Stai ignorando la foto?

-Non è ancora arrivata.

- Hai ragione. Riguardo a Leonard non lo so.

-Arrivata. Sei bellissima come al solito.

-Sei sicuro?

-Me lo stai chiedendo solo perché io ti faccia un complimento alle tette, che sono belle come sempre.

-Non c'è nessuno che mi capisca come te.[Ridacchia]Tu cosa faresti fossi me?

-In questo momento? Andrei a dormire abbracciato alla rossa che sta dormendo nel mio letto.

-Devo ingelosirmi?

[Ridacchia]-Ma taci.

-Comunque intendevo con Leonard.

-Non lo so.

-Non è vero. Hai una idea:

-Forse una idea ce l'ho, ma non è che mi entusiasmi.

[Rumore di biscotti che vengono masticati]-Spara.

-Stai mangiando biscotti?.

-Sì. [Rumore di biscotti che vengono masticati]

-Come?

-Me li ha regalati Bev.[Rumore di biscotti che vengono masticati]

-Cooomunque, se proprio dovessi cercare di parlare con Leonard, fossi in te lo inviterei fuori una sera, solo voi due, a bere una birra. Ha sempre apprezzato queste cose.

-Forse farò così. Ora vado a letto, che sto morendo di sonno.

-Brava. Domani mattina mandami un messaggio, mi raccomando.

-Certo. Adesso ti mando una foto di Beverly, perché è irresistibile nella posa in cui sta dormendo.

-In effetti è abbastanza tenera. Ma tu sei più dolce e più bella. Dormi ora, che ne hai bisogno.

-Sì, ci sentiamo domani.

-Ci sentiamo domani

-Grazie di esistere. Ti amo.

-Ti amo.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 11/07/2017, 22:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 22/06/2011, 16:15
Messaggi: 12873
Località: I NANI! I NANI! I NANI! I NANI!
Immagine


Ci troviamo all'interno di un lussuoso ufficio sulla cima di un grattacielo. Dall'enorme finestrone vediamo infatti una vista completa della città che riconosciamo essere Nashville. Seduto su una sedia girevole in pelle dietro una lussuosa scrivania in mogano, con sopra un telefono da ufficio, alcune foto e una serie di documenti, un uomo ammira il panorama, dando le spalle alla telecamera. Bussano alla porta. L'uomo si gira.

Immagine


E' Raymond Rossen, padre della quartina Rossen: Roderick, promettente avvocato, Regina, brillante archeloga e storica, Richard, imprenditore ora apparentemente sollevato dai suoi incarichi, e Reginald, che ora combatte in TWC con il nome di Vincent Cross.

RYR: Avanti.

La porta dell'ufficio si apre.

Immagine


Entra al suo interno un uomo molto grosso che abbiamo già visto su questi schermi: è Benjamin, ex assistente di Richard Rossen. Bejamin, con una cartella nella mano destra, si avvicina alla scrivania, troneggiando su Raymond.

RYR: Spero sia quello che ho richiesto.

BJN: Lo è, signore.

Il colosso porge la cartella al proprio capo, che estrae da essa alcuni fogli, rimirandoli con un sorriso sul volto.

RYR: Oh, Benajmin, tu hai una qualità che a molti individui in questo sfortunato paese manca: l'efficienza. Di uomini come te ce ne sarebbe bisogno ad ogni incrocio e in ogni casa dell'America.

BJN: Lei è troppo gentile.

Raymond inarca un sopracciglio.

RYR: Troppo gentile?

Il gigante deglutisce.

BJN: Troppo gentile, signore.

Il magnate quasi accenna ad una risata.

RYR: Non è vero, suvvia. Sono solo un generale che si sceglie gli uomini migliori. Gli alberi hanno bisogno del concime, per crescere. Io scelgo solamente il concime di qualità più elevata.

BJN: Giustamente, signore.

Raymond posa la pila di fogli in un cassetto della scrivania.

RYR: Questi li esaminerò dopo. I punti salienti quali sono?

Il gigante incrocia le mani, giunte in avanti.

BJN: Le quotazioni di Roderick nell'ambiente legale crescono sempre più. Si vocifera che sarà presto scelto da un potente studio legale per affrontare una causa che vedrà coinvolti, dalla parte opposta, nientemeno che i Keenan, signore.

RYR: Il grande vecchio o il pargolo?

BJN: Il... pargolo, come lo chiama lei, signore.

RYR: Allora non ha di che preoccuparsi. Altro?

Raymond si alza in piedi, dando le spalle a Benjamin.

BJN: Sua figlia Regina è sempre tranquilla come al solito, senza alcun cambiamento degno di nota. Nel corso del prossimo autunno terrà alcune lezioni di Storia delle tradizioni delle tribù indigene a Cambridge. Richard ormai vive assieme a Reginald all'interno del complesso, e gli informatori mi dicono che il loro rapporto si è... molto disteso, rispetto a quanto vidi io l'anno scorso, signore.

Raymond incrocia le braccia dietro la schiena.

RYR: Per sapere quest'ultima informazione mi basta accendere la televisione, Benjamin, non pensi anche tu?

Il gigante si allarga leggermente il colletto della camicia.

BJN: Ci tenevo ad essere quanto più scrupoloso possibile, signore.

RYR: Ah, la scrupolosità. La parente più stretta della piaggeria, del desiderio di compiacere a tutti i costi.

Cala un silenzio che dura alcuni secondi. Raymond si gira, sorridendo.

RYR: Ogni mia singola scelta, Benjamin, viene fatta seguendo un preciso scopo: il prolungamento di questo silenzio. Niente ansie, niente problemi, soltanto il pensiero di quanto sarà entrato nelle casse di questa compagnia, e quindi nelle tasche dei miei solerti dipendenti. Tu, il miglior faccendiere che potessi desiderare, sei un esempio perfetto di ciò.

Benjamin rimane in silenzio, guardando per terra.

RYR: Quindi ti prego, non cadermi in questo modo. Mi informi del piccolo, stupido Richie e del suo nerboruto fratello perché pensi siano una minaccia per me, visto che su gli altri due non hai raccolto nulla di quello che io riterrei interessante. Non credere che io mi preoccupi per loro. I miei figli tornano sempre da me. Sempre. Quando e come sono elementi secondari, praticamente irrilevanti.

Raymond scioglie le braccia, risiedendosi.

RYR: Il mio secondogenito ed il mio terzogenito sono sotto il mio sguardo anche senza bisogno della tua sorveglianza. Leggerò lo stesso i dettagliati rapporti che mi hai inviato per ricompensarti delle tue sicuramente immani fatiche. Ora puoi congedarti.

Il colosso annuisce e si incammina fuori dalla stanza.

RYR: Un'ultima cosa.

Bejamin si volta.

RYR: Fai chiamare la nostra filiale giapponese e avvertili che sarò presto lì. Ho organizzato un altro importantissimo colloquio a cui non posso mancare, fate preparare il solito comitato di benvenuto. Questa volta le spese sono a mio carico. Dì che l'ho promesso a lui in persona.

Benjamin guarda un attimo per terra, poi annuisce energicamente.

BJN: Subito, signore.

Detto ciò esce dalla stanza, lasciando Raymond da solo. L'imprenditore prende dal cassetto più alto a sinistra della propria scrivania un registratrore, e lo accende.

RYR: Memorie di Raymond Søren Rossen, capitolo 23. I Figli. Non ho mai creduto che fosse possibile distinguere gli uomini in due categorie, genitori e figli. Abbiamo tutti bisogno di crescere, anche a sessantanni.

Raymond si alza.

RYR: Eppure, i miei figli non hanno mai imparato che il loro padre era così distante perché impegnato ad ottenere il loro Bene. È inimmaginabile per chiunque la quantità di Male che bisogna accettare per ottenere il Bene. Questo i miei figli non lo sanno, ma io sì. Io sono solo un uomo, ma svolgerò il mio lavoro fino in fondo e fin dove potrò. E non c'è nulla che spaventi di più l'uomo che prendere coscienza dell'immensità di cosa è capace di fare e diventare. Per questo li ho già perdonati, per questo io non ho paura. Per questo loro sanno che alla fine saranno sempre una mia responsabilità ed una mia proprietà.

Guarda quindi fuori dalla finestra.

RYR: Anche Dio aveva Giuda tra le sue frequentazioni. Il mio Giuda si chiama Reginald...

Le immagini staccano.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 856 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 51, 52, 53, 54, 55, 56, 57, 58  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it