Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 438 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 23, 24, 25, 26, 27, 28, 29, 30  Prossimo
  Stampa pagina

Re: TWC - Friday Night Indoor War
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 15/01/2016, 21:34 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
Torniamo dalla pubblicità con BBB e Moon sono ancora sul quadrato, il secondo si è tolto la felpa ed entrambi sono pronti a combattere. L'arbitro, che è giunto sul ring, da il via al match.

CHAMBER OF ANNIHILATION QUALIFYING MATCH
ANDY MOON VS BIG BLACK BOOM


I due partono subito alla carica, clinch vinto da Moon che con un Irish Whip manda BBB contro le corde e al rebound lo colpisce con una ginocchiata allo stomaco. Andy tira un ceffone al mascherato che risponde con un pugno, al quale lo Skull Kid risponde con una serie di gomitate, altra Irish Whip stavolta verso l'angolo, reversata da BBB che ora carica su il ragazzo di Savannah chhe però si scansa e tenta un calcio rotante, abilmente schivato da Boom. Applausi da parte del pubblico per la sequenza, i due riprendono fiato un secondo, poi Boom carica Andy con una Clothesline, il ragazzo si abbassa e lo lancia con un Back Suplex. Triple B si rimette subito in ginocchio ma viene tempestato di pugni e calci dallo Skull Kid, che lo rialza e lo butta fuori dal ring con un Irish Whip. The Prodigy lancia un urlo liberatorio accolto da un boato della folla. Il Perfidy In A Mask rientra sul ring e respinge un altro assalto di Moon con alcuni pugni, poi lo chiude in una Side Headlock, portandolo lentamente giù in ginocchio. Andy congiunge le mani e prova a liberarsi con delle gomitate, ma Boom lo rovescia in una presa a terra, che il Midnight Hunter riesce a rovesciare afferrando con le gambe la testa dell'avversario. Questo, con una capriola, si libera e si rimette in piedi dopo una capriola in avanti, velocemente seguito da Andy che con un Irish Whip lo manda alle corde. Big Black Boom rimbalza ma evita una Clothesline, secondo rimbalzo e ne esegue lui una a sua volta, poi corre verso il lato opposto del ring, Moon si rimette in piedi, con un Leap Frog lo evita e poi lo atterra con un Arm Drag al secondo rimbalzo, per poi chiudere con una ginocchiata sulla testa di BBB. Schienamento: 1, e Boom si libera. The Dirties Player In The Game si rimette a sedere, Moon lo colpisce con un calcio alla schiena, e un altro calcio. Triple B però con una capriola si allontana e respinge un assalto di Moon con un Double Axe Handle. Lo Skull Kid si tiene il volto per terra ma si rialza, ma BBB lo tramortisce con un Roundhouse Kick!

Immagine


Schienamento: 1... Moon esce. BBB lo rialza e lo chiude all'angolo, pugno destro, pugno sinistro, pugno destro, pugno sinistro, pugno destro, Moon ferma la combo con un Headbutt sul petto di Triple B che indietreggia di qualche passo, Moon sale sulla seconda corda e si butta con un Rolling Elbow! BBB finisce per terra, schienamento: 1, ma il mascherato fa già kick out. Lo Skull Kid lo riprende e lo butta sull'apron, da li Boom prova a controbattere con due pugni e stordisce lievemente Moon, ecco che BBB sale sulla seconda corda e prova ad afferrare Andy per un Suplex! Ma il ragazzo di Savannah non ci sta e si libera, Big Boot e di nuovo Boom finisce fuori dal ring! Andy si gasa, vuole la People's Dive, corre, si lancia... e BBB lo prende al volo con una gomitata! Moon rimane per terra, il mascherato ridacchia e lo butta contro le gradinate. Impatto piuttosto violento, Il Perfidy In A Mask riprende The Prestige e lo ributta sul ring, schienamento: 1...2, e Andy esce. Boom si rialza corre verso le corde... Boomsault!

Immagine


Schienamento: 1...2, kick-out. Triple B alza Moon, sembra volerlo mandare di nuovo contro il paletto ma Andy riesce a bloccarsi con una gamba, gomitata al costato di Boom e poi Lariat praticamente in tuffo, devastante! Andy si rimette in piedi, si abbassa la ginocchiera e urla per caricarsi, BBB si rimette in ginocchio... Afterglow!

Immagine


Schienamento: 1... 2... BBB si salva! Andy sbuffa sale sulla terza corda, si butta all'indietro per la Moonlight Madness... ma non ha visto che il suo avversario si è rimesso in piedi e lo afferra al volo, per poi buttarlo giù con una Powerslam! Altro schienamento: 1...2.. Andy esce. BBB si alza ed allarga le braccia ridendo, bombardato di fischi dal pubblico, poi chiuse Moon in una Chin Lock. Il ragazzo dimena le braccia nel tentativo di liberarsi ma pare inutile e anzi, sembra perdere le forze. L'arbitro si avvicina, chiede allo Skull Kid se vuole continuare e BBB stringe ancora di più la presa, gridandogli di cedere. Moon annaspa per circa cinque secondi, poi però stringe i pugni e il pubblico si infiamma di nuovo. Andy riesce ad afferrare la testa dell'avversario e lo ribalta in avanti, liberandosi dalla presa, poi si rialza e connette con un secondo Afterglow sulla nuca, Triple B crolla: 1... 2... 3NO! Boom ne esce!
Andy si rialza e si gasa, si mette all'angolo e chiama la Heartbeat Overdrive... parte... BBB la schiva, Cut-To-Black ma Andy lo spinge via alle corde e al ritorno lo colpisce con un Lariat!

Immagine


Schienamento: 1... 2... BBB esce! Andy ruota sul fianco, ancora sdraiato, e si mette una mano nei capelli. Si rimette, lentamente in piedi, così come BBB, i due si guardano... pugno di BBB! Pugno di Moon! Pugno di BBB! Pugno di Moon! Pugno di BBB! Pugno di Moon! Pugno di BBB! Pugno di Moon! Pugno di Moon! Pugno di Moon! Pugno di Moon! Moon va in posizione per la 2D-Day! Connessa!

Immagine


Moon va all'angolo, si prepara per la Heartbeat Overdrive della vittoria... ma delle braccia gli afferrano le gambe e lo trascinano giù dal ring!

Immagine


Chris Drake! Chris Drake tira un pugno a Moon e lo scaglia contro i gradoni! L'arbitro chiama la squalifica:

Spoiler:
JR: Here's your winner by Disqualification... Andy Moon.


BBB, che intanto si è rimesso in piedi sul quadrato, sembra confuso. Il Woodbury Made accenna un sorriso per poi indicarlo e salire sul quadrato. I due si scambiano uno sguardo d'odio, ma non appena Chris fa un passo avanti, Boom scappa fuori dal ring e si rintana oltre le barricate! Drake lo squadra da dentro al ring scuotendo la testa con un sorriso sarcastico, poi esce, riprende Moon, lo abbranca per la TWD... ma Moon sguscia via dalla presa e si rintana immediatamente sulla rampa osservando estremamente interdetto il rivale. Chris Drake dedica un'ironico applauso ad Andy Moon per poi rotolare all'interno del ring e farsi passare un microfono.

C.Drake: What Goes Around Comes Around!

Dopo questa breve frase Chris Drake getta il microfono fuori dal ring, verso la rampa, mancando di poco Andy Moon che si sta tenendo la mascella e sta osservando sempre più confuso il rivale.



No More Secrets risuona prepotentemente nell'arena mentre Chris resta a fissare con sguardo duro e sorrisetto divertito uno spaesato Andy Moon. E su queste immagini noi andiamo in pubblicità.

Up Next: Ma$$oni


Ultima modifica di Il capitano il 15/01/2016, 22:52, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 15/01/2016, 21:39 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting

Immagine

Dopo uno spot pubblicitario, torniamo LIVE del Manhattan Center di New York City, New York, dove si sta svolgendo il ventiduesimo episodio dello "Show Fenomeno", Friday Night Indoor War, il primo della seconda stagione della TWC. Le immagini indugiano immediatamente sul ring, al centro del quale troviamo il colossale "Eroe della Repubblica Indiana", Adil Abhra, che con sguardo assorto si prepara alla sfida che lo attende e che lo vedrà in azione per la prima volta dopo svariati mesi...

Immagine

...ATTENZIONE!! LE LUCI SI SPENGONO, CALA IL BUIO SUL MANHATTAN CENTER!! Il pubblico rumoreggia, il lottatore di origini indiane, illuminato dai flash delle macchine fotografiche, appare nella penombra, il suo volto mostra stupore...

TITANTRON ha scritto:
Immagine


TITANTRON ha scritto:
Immagine


TITANTRON ha scritto:
Immagine


TITANTRON ha scritto:
Immagine


TITANTRON ha scritto:
Immagine


Immagine

...ATTENZIONE!! LE LUCI SI RIACCENDONO, ALLE SPALLE DELL'INDIANO COMPARE MARS!! Il membro di "The Enlightened of Pro Wrestling" colpisce le gambe del gigante con la sua famigerata mazza da baseball!! Adil Abhra comincia ad urlare per il tremendo dolore, ora si tocca entrambe le gambe e si gira, gettando a terra con una possente manate Mars...

Immagine

...le immagini indugiano ora su uno dei quattro angoli del ring, dove, in piedi sulla terza corda, troviamo Zeus, l'altro membro degli "Illuminati del Pro Wrestling"! Il lottatore mascherato alza al cielo entrambe le braccia, pronunciando alcune parole in una lingua a noi sconosciuta, dopodiché, attirata su di sé l'attenzione del lottatore di origini indiane, si scaglia contro di lui...

Immagine

...DIVING HIGH KNEE!! Adil Abhra ora è in ginocchio, sofferente...nel frattempo Zeus si è rimesso in piedi, lo stesso Mars, che minacciosamente brandisce la mazza da baseball dinnanzi agli occhi preoccupati del lottatore di origini indiane...

Immagine

...ZEUS COLPISCE ADIL ABHRA CON UN TREMENDO CALCIO!! Il colossale "Eroe della Repubblica Indiana" precipita al suolo, provocando un violento tonfo che rimbomba all'interno dell'arena e lascia senza parole gran parte dei fan presenti all'interno del Manhattan Center...Mars, aiutandosi con la sua mazza da baseball, spinge Adil Abhra fuori dal quadrato, facendolo finire al tappeto, dove viene immediatamente assistito da due arbitri e da Chris Jack Brooks, l'irreprensibile e stimato medico della TWC, lodato da tutti in tutto il mondo per la premura e la diligenza nello svolgere il suo lavoro...nel frattempo, sul ring, Zeus e Mars si impossessano di un paio di microfono.

Mars: Abitanti del TWC Universe, stanotte inizia una nuova stagione, una nuova Era, l'Era della Luce! Per noi, fratelli della Santissima e Splendente Confraternita degli Illuminati e dei Benedetti dalla Luce, questa è una notte speciale, aspettavamo da tanto tempo questo momento, il momento della Resurrezione...perché stanotte, o uomini, donne e bambini, che popolate le terre del TWC Universe, si realizzerà ciò che vi avevamo preannunciato tempo fa, stanotte un Dio, il Dio, dalle profondità del cosmo attraverserà le galassie sconfinate, le colossali terre popolate dai giganti dall'unico occhio, entrerà attraverso i sette universi e, finalmente, finalmente dopo un istantaneo cammino durato millenni approderà su questo umile e buio angolo del suo infinito regno...

Il pubblico rumoreggia, c'è chi ride, chi invece fischia, una reazione che viene malvista da Mars e da Zeus, tanto che questi decide di intervenire.

Zeus: Zitti, pezzenti! L'araldo Mars ha proferito parole colme di verità, perché voi, ripugnanti creature del mondo del di sotto, disonorate tale dono? Siete forse voi i messaggeri del male oscuro che ci affligge? Siete forse voi gli araldi dell'Oscuro Signore, portatore di buio e tempesta? Siete forse voi lo sterco che inquina il mondo? Certo che siete voi! Voi, voi, mistificatori, voi, delinquenti, voi, assassini...non avete Fede, non avete Giustizia, siete al servizio di tutto ciò che non funziona e avete dichiarato guerra contro noi, esseri illuminati e sorridenti...ma, non mi duole informarvi che le vostre passeggiate sono ufficialmente terminate, perché qualcosa accadrà stanotte, per davvero, qualcosa di concreto, di tangibile, di insperato, qualcosa che varrà più di qualsiasi altra vittoria di qualsiasi vostro beniamino, che sia un gigante con qualche pezzo di latta attorno alla vita o un nano con una sottospecie di costumino succinto...che orrore, che disgusto! O, Santo Padre, Venerabile Maestro di Misericordia, grazie, ti ringraziamo per aver posto fine a questo supplizio...

Zeus alza al cielo entrambe le braccia, poi le riabbassa.

Zeus: E ora, abitanti del TWC Universe, con palpitante emozione e tremante voce, col cuore colmo di gioia e animo festoso, ho il piacere, l'onore, l'onere, il privilegio di presentare a voi e al mondo intero il Maestro Venerabile della Santissima e Celeste Confraternita dei Benedetti dalla Luce e Splendenti Illuminati del Pro Wrestling, "The Messiah of Light", "The Supreme Redeemer", "The Messiah", "The Voice of Light", "The Magister", "The World's Magnificence"...ecco a voi Jupiter Adventus Aetetus Almus Amaranus Anxurus Appenninus Arcanus Balmarcodes Beellefarus Bronton Cacunus Caelestis Caelus Capitolinus Casius Ciminius Clitumnus Cohortalis Conservator Culminalis Cultor Custos Damascenus Dapalis Defensor Depulsor Depulsorius Dianus Dolichenus Domesticus Diovis Elicius Epulo Exsuperantissimus Fagutalis Farreus...THE PRAEDATOR...JOVE O.M.!!

Improvvisamente tutti gli sguardi si rivolgono verso lo stage, tutti attendono con trepidazione e curiosità l'arrivo del Maestro Venerabile...LE LUCI SI SPENGONO!! POI SI RIACCENDONO!! Né sullo stage né sul ring, però, è apparso qualcuno...LE LUCI SI SPENGONO DI NUOVO!! Il Manhattan Center è immerso nel buio più totale...POI SI RIACCENDONO, ANCORA!! Zeus e Mars, dopo aver visto che sullo stage non è apparso nessuno, si guardano attorno...ancora niente! Il lottatore mascherato si rivolge ora verso Mars, il quale, visibilmente sorpreso, scende dal quadrato e perlustra la zona situata sotto il ring; dopo qualche attimo di trepidante attesa, ecco che l'Araldo riemerge e, rivolgendosi al collega, alza le spalle, scuotendo la testa. Zeus, col capo chino, rimane immobile, dopodiché, raggiunto da Mars, riprende la parola.

Zeus: O Maestro Venerabile, gli umili servitori della tua vigna ti cercano, ti bramano con incessante ardore e animo colmo di dubbi; dove sei, Maestro Venerabile?

Zeus alza lo sguardo, ma per l'ennesima volta non scorge nessuno.

Zeus: O Maestro Venerabile, O Praedator, O Jove O.M., secoli e secoli, millenni e millenni abbiamo attesa la tua venuta, tormentandoci, interrogandoci; dove sei, Maestro Venerabile? Forse è la nostra debolezza che ti tiene lontano da noi?

Mars si guarda attorno, brandendo minacciosamente la sua mazza da baseball, mentre Zeus, dopo aver ricercato inutilmente il Maestro Venerabile, si accinge a riprendere la parola...

??: Eccomi!

Una voce robotica irrompe all'interno dell'arena, si sentono ora alcuni profondi sospiri; Zeus e Mars di scatto alzano il capo in alto, si guardano attorno, ma ancora una volta non vedono nessuno!

Zeus: Dove, dove sei, o Maestro Venerabile?

Segue un lungo silenzio, interrotto solo dai profondi sospiri che ininterrottamente rimbombano per l'arena...

??: Qui sono!

Immagine

...ed ecco che, fra il pubblico, a tre file di posti dalla prima, alzatosi in piedi, in tutto il suo splendore appare il misterioso Maestro Venerabile: il volto è coperto da una maschera nera come la pece, il resto del corpo è avvolto in una lunga tunica, anch'essa di color nero. Zeus e Mars, rimasti senza parole, hanno lo sguardo fisso sul leader assoluto di "The Enlightened of Pro Wrestling", mentre questi, con passo lento e solenne, si avvia verso le balaustra, le supera un po' goffamente, dunque raggiunge le gradite d'acciaio...Mars si precipita verso le corde del ring e apre un varco attraverso cui passa il Maestro Venerabile, che ora si trova al centro del quadrato. Zeus lo osserva, poi si inginocchia, lo stesso fa Mars, mentre davanti loro Lui alzando il mento mostra la propria approvazione, dopodiché, con semplici gesti, invita i due a rialzarsi, così fanno, sistemandosi poi alle spalle del Maestro Venerabile. Il pubblico rumoreggia, anche se è il silenzio a predominare. Zeus consegna umilmente il proprio microfono al maestro, questi lo osserva, dopodiché, sempre a gesti, rifiuta.

Jove O.M: O vomini! Zeus e Mars, dve miei fidati angeloi, vi hanno annvnziato la venvta del Maestro Venerabile; ebbene, codesta è l'accoglienza che gli tribvtate?! Popoli interi, Pianeti, Stelle, Sistemi Solari, Vniversi sono precipitati nelle gole profonde del Bvio in mio nome; e voi osate non temermi? La vostra beata ignoranzia mi fa ridere e mi disgvsta; chi è il dominvs di queste terre? Forse è discendente dei Danai...ah, questi Danai! Gente rozza, primitiva, alla fine hanno sofferto e sono cadute sotto le mie saette...volete assaporare il tvono dei miei fendenti? Ma perché Lui, il Maestro Venerabile, ha fatto tanta strada per farsi mancare di rispetto da codesti Danai 2.0? Mentre mi crogiolavo sul mio letto di nebvlosa stellare, beandomi della LVCE emanata dal mio regno, qualcosa mi colpì, il BVIO, il vostro BVIO! Siete una razza estinta in via d'estinzione, seguirò le leggi della Natvra quando porrò fine a questo scempio che fa bagnare le guance delle statve dei celesti. Quando, con lo splendente aivto dei miei fidati angeloi, vi sterminerò uno ad uno...IO VI HO CREATO!! IO VI DISTRUGGERÒ!! WE ARE THE ENLIGHTENED OF PRO WRESTLING, WE ARE THE NEW YEAR'S RESOLUTION!!

Dichiarato ciò, Lui, accompagnato da Zeus e Mars, si allontana e, percorsa la lunga rampa d'accesso con passo lento e solenne, svanisce dietro le quinte.

Up Next: I don't want to go.


Ultima modifica di Il capitano il 15/01/2016, 22:53, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 15/01/2016, 21:44 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
Ed eccoci di nuovo in onda da New York con Friday Night Indoor War! Le immagini ci portano nell'ufficio del General Manager di IW, Virgil Brown Jr.

Immagine


Virgil è in piedi e poggia sulla scrivania una teiera fumante, quando si sente bussare alla porta.

VB: Avanti.

Jane Murphy apre rapidamente la porta e altrettanto velocemente scivola dentro la stanza richiundendosi la porta alle spalle.

Immagine


JM: Buonasera Virgil, scusami il ritardo.

VB: Buonasera Jane, accomodati. Nessun problema. Incontri sgraditi, per caso?

La ragazza scuote la testa, mentre si mette seduta.

JM: No, per fortuna.

Virgil sorride bonariamente, mentre si avvicina ad una vetrina con delle tazze.

VB: Meglio così. Gradisci del tè?

JM: Grazie. Adoro il tè.

Il General Manager fa per parlare, ma Jane lo anticipa.

JM: Lo prendo anche io col miele.

Virgil annuisce sorridendo, prende due tazze e versa il liquido bollente in entrambe. Poi prende il vasetto con il miele e due cucchiai. Anche Brown si mette seduto, mentre Jane beve un sorso del suo tè.

VB: Nell'attesa del tuo arrivo stavo ricontrollando quelle carte che ti riguardano.

Jane annuisce, mentre passa il vasetto del miele a Virgil.

VB: Sai, trovavo strano che Olon ti avesse assunto così a cuor leggero. Ok, Big Black Boom aveva richiesto di metterti sotto contratto ed in quel momento era uno dei suoi sgherri preferiti. Nonostante ciò non avrei mai creduto che Fox ingaggiasse una ragazza senza alcuna esperienza nel mondo del wrestling solo per fare temporaneamente da valletta al suo uomo di fiducia.

Virgil sorseggia brevemente il suo tè.

VB: Era chiaro sia a Olon che a Big Black Boom che la tua utilità sarebbe stata limitata. E Nick Carroll non era così importante da richiedere misure così drastiche. Perciò mi chiedevo il perché di questa mossa...

Virgil prende in mano uno dei fogli sulla sua scrivania.

VB: Poi ho letto questa clausola. Olon aveva un piano B, quindi. Vorrei sapere se questo piano è stato portato avanti negli ultimi mesi.

Jane beve l'ultimo sorso di tè e appoggia la tazza sulla scrivania.

JM: Sì. Si era capito fin da subito che quando BBB e Nick non avrebbero avuto più nulla a che fare l'uno con l'altro la mia presenza a Indoor War sarebbe stata inutile. Quindi abbiamo stipulato quell'accordo, a cui io ho tenuto fede.

The Lioness sospira.

JM: Però, c'è un problema, sarò sincera. Non sono ancora pronta. Ho bisogno di altro tempo e posso capire che non sia facile concedermelo...

Virgil interrompe la ragazza alzando una mano.

VB: Tranquilla. So bene che ci sono insegnamenti che non possono essere acquisiti dall'oggi al domani. Credo che tu possa essere una grande risorsa per lo show. Avrai il tuo tempo. Quando ti sentirai pronta, ritorna.

Un sorriso si apre sul volto della ragazza.

JM: Grazie mille, Virgil. Veramente.

Brown fa un gesto con la mano, come a voler minimizzare la sua concessione.

VB: Non è nulla. Vai e fai del tuo meglio, Jane.

I due si stringono la mano e Jane apre la porta dell'ufficio, osservando l'esterno con circospezione, poi esce a passo veloce. Sulle immagini di Virgil che osserva la scena sorridendo, il collegamento si interrompe.

Up Next: Michael Jordan & Eddie Edwards


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 15/01/2016, 21:49 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
Il Manhattan Center di New York è gremito per l'odierna puntata di Indoor War, la prima dopo The End Is Near, che ha lasciato aperto molte domande, ha chiuso conti tra vari nemici e ha messo su nuovi scontri. Gli schiamazzi del pubblico vengono interrotti dalla solita theme nostalgica.



Immagine


Michael Edwards fa il suo ingresso nella sua arena. Il figliol prodigo è tornato nella sua città natale, dove quasi un anno fa debutto contro Kevin Manson nel primo main event della prima puntata di Indoor War. Il ragazzo di New York si presenta già pronto alla battaglia, maglia con il suo bel faccione stampato sopra e la scritta wanted sotto, pantaloncini nero e argento, ginocchiere nere e scarponcini dello stesso coloro con alcune striature rosse, ma con un microfono in mano. Saluta il pubblico che lo acclama a gran voce con alcuni cinque alla prime file e infine si dirige sul ring e si posiziona al centro di esso.

ME: Buona sera New York, come va?! Felici di rivedere la TWC a casa? Felici di rivedere me? Perché io lo sono veramente tanto! Mi è mancato questo posto, che per noi della atleti della Total Wrestling Corporation è casa. Qui, un anno fa, sulle ceneri di una vecchia federazione nasceva questo progetto, che vedeva coinvolti wrestler di generezioni differenti, da Black a Moon, da Mason a Krakatoa, da Fred a Sigfried e infine ME: Michael Edwards. Sembra passata un'eternità, ma quasi 365 giorni ci separano da quella prima sera in cui ho calcato questo ring.

Mike fa una pausa come a voler gustare questo ricordo.

ME: E stasera sono qui per richiamare su questo ring la stessa persona che mi sconfisse quel giorno. Kevin, io non voglio farti la paternale per quanto successo a The End Is Near, ma vorrei solamente farti capire che come avevo previsto siamo finiti esattamente nel loop di eventi che ti avevo descritto. Sapevi benissimo che non avremmo cavato un ragno dal buco in questo match, non perché Leon sia troppo più forte di noi due, o tre se vogliamo aggiungerci Lance, ma più che altro perché saremmo finiti con il metterci i piedi in testa per battere la stessa persona.

Il pubblico chiede a gran voce l'arrivo di Kevin, che però sembra volersi far attendere ancora un po'.

ME: Voglio essere sincero Kev, non è il fatto di aver perso la possibilità di affrontare uno contro uno Leon a darmi fastidio, ma il fatto di essere stato estromesso dall'ultima parte della contesa che poi ti ha portato a subire il conto di tre e quindi definire la nostra sconfitta. Quindi Kevin, per favore, esci e vieni ad affrontarmi ancora una volta.

Una theme risuona nell'arena ma non si tratta di quella di Manson, bensì di quella di Murdock che fa la sua presenza sullo stage. Giacca sportiva nera sopra la t-shirt "Fly Murdock Fly" e dei pantaloni dello stesso colore.



Immagine


Sguardo serio, alza la mano e la raccoglie in un pugno per far terminare la sua theme e, microfono in mano, percorre la rampa. Il pubblico, come solito, si ritrova spaccato in due alla sua presenza. Arrivato sul ring gira attorno a Edwards in silenzio con lo sguardo fisso su di lui. Ora si ferma e prende parola

LM:No... Michael, inizi a mettere a dura prova la mia pazienza. Sono veramente stufo, è tempo che tu vada avanti, non puoi ronzare attorno a Manson e Black per tutta la tua carriera. Hai avuto più e più chance; molte più di tutti gli altri; molte più di quante tu ne meritassi, e le hai sprecate. Quindi smettila e torna nel vuoto, il tuo tempo è finito e che io sia dannato se ti permetterò di chiedere un'altra chance al titolo.

ME: Benvenuto Lance! Sempre un piacere vedere come tendi a rompermi le palle quando si parla o di Manson o di Black.

Applauso sarcastico di Edwards nei confronti di Murdock.

ME: Sono qui per chiedere un'ennesima chance al titolo, sai ne ho avuta una, una sola! Ed è sta sprecata da una terza persona, quello inchiodato al tappeto non ero io! Però mi chiedo il perché della tua venuta qui, io avevo chiesto a Kevin di uscire, mentre mi tocca vedere la tua faccia da deluso davanti a me, che c'è? Troppo fastidio per essere quello meno considerato nel match per il titolo? O solo ti dà fastidio che la gente sia migliore di te?

Murdock abbassa lo sguardo e butta fuori con veemenza aria dal naso

LM:Sai quando incontri una persona e d'impatto decidi di odiarla a morte? Non sai neanche il suo nome ma tu lo sai, lo senti dentro le tue viscere che quella è la persona più disgustosa sulla faccia della terra.

Il salvatore si passa nervosamente una mano sulla testa

LM: Beh, per me è lo stesso. Io ti odio, sin dal primo giorno, e non riesco neanche a comprendere a pieno il perché, il che mi fa imbestialire ancora di più. Ma al contrario di molti non sono un dannato psicopatico, mi contenerei se sapessi di essere nel torto. Eppure continuo, continuo perché so di essere nel giusto quando provo tutta quella rabbia nell'istante in cui piagnucoli tentando di racimolare un'altra opportunità al titolo, tentando disperatamente di essere ancora rilevante.

Il Preacher inizia a vibrare dalla rabbia e chiude la mano che non impugna il microfono in un pugno

LM:Non riguarda Black e Manson, non era mai riguardo loro, sin dall'inizio. Era sempre riguardo te e questa volta dovrai passare sul mio cadavere se vuoi giocare ancora con i bimbi grandi. Davvero, ti ostacolerò in ogni modo possibile, Edwards. Fidati, sono un uomo di parola.

Michael alza il braccio e con il dito indica verso il backstage.

ME: Go! Fuck! Yourself! Murdock!

Il Golden Boy guarda il salvatore con sguardo ferale.

ME: Cosa credi di essere allora? Dimmi Lance, credi che le tue parole mi facciano paura? Pensi di essere un cane di grossa taglia che blocca la strada a un bambino? Non sei nessuno! NON SEI NESSUNO PER ME!

Ora Mike allunga il dito verso la fronte del Preacher.

ME: Il tuo problema è esserti creato una visione errata di me. Tu pensi che io sia il solito ragazzino che devi piangere per ottenere, tu credi! Questo è il problema caro Lance, sei uno dei soliti che crede, ma in cosa credi? In chi credi? Ma soprattutto perché?!

Lance passa al contrattacco e scontra la sua fronte contro quella del Golden Boy con occhi iniettati di sangue

LM:Oh, credo in molte cose. Credo in me stesso. Credo di avere ragione. Credo che tu sia solo un dannato ragazzino viziato che non fa altro che piangere se non gli danno ciò che vuole.

Murdock ringhia contro il suo interlocutore

LM:Credo che tu sia riuscito dove molti hanno fallito, sei riuscito a farmi perdere il controllo. Credo che dovresti smetterla di pretendere spot che non ti appartengono. Credo che tu ti sia fatto un pessimo nemico. Credo che ti darò una bella lezione e credo che ti rimarrà così impressa che te la ricorderai a vita e ti perseguiterà nei tuoi peggiori sogni. Dulcis in fundo, credo che ti spaccherò quel muso arrogante che ti ritrovi!

Il Diavolo custode lancia il microfono a terra e si getta addosso ad Edwards facendolo ruzzolare a terra. Inizia a riempirlo di pugni. Gli strappa via la maglietta per poi sballottarlo dall'altra parte del ring dove infligge altri tremendi pugni a mano chiusa. Lo prende per i capelli e gli dice qualcosa guardandolo con uno sguardo totalmente folle ed inusuale per lui. Stringe la presa attorno ai capelli ed inizia a prendere a calci il volto di Mike in una maniera totalmente disumana sotto l'indignazione del pubblico.

Immagine Immagine


Il Salvatore continua fino all'esasperazione, un dente di Edwards salta via mentre sembra perdere i sensi ed il suo volto inizia a diventare una maschera di sangue. Murdock continua a calciare, come se fosse un pallone, senza la minima intenzione di fermarsi. Per fortuna del Golden Boy interviene la Security che riesce a staccare Murdock da lui. Il Savior si dimena tentando di andare di nuovo all'assalto mentre urla follemente puntando il dito contro Edwards, braccato dalle guardie che lo riportano nel backstage. Il pubblico rimane shockato da questo macabro spettacolo mentre Mike rimane a terra con gli occhi sbarrati ed il volto coperto di sangue.

Up Next: Igegnegne Again


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 15/01/2016, 21:54 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
Bentornati in diretta dal Manhattan Center di New York per la ventiduesima puntata di Indoor War!



La nuova theme song di Nick Carroll risuona nell'arena, accolta da un boato di approvazione del pubblico.

Immagine


Ed ecco che il Brain Damager arriva sullo stage, TWC 15 Championship in spalla e microfono in mano. Nick sorride osservando la reazione degli spettatori, poi alza al cielo la cintura provocando un nuovo scroscio di applausi. L'ingegnere si avvia verso il ring ed aspetta che il pubblico gli dia la possibilità di parlare.

NC: Ed eccoci di nuovo qua, al Manhattan Center di New York, la casa di questa federazione, pronti per un nuovo inizio.

Il pubblico esprime il suo consenso.

NC: La prima stagione della TWC si è conclusa col terzo Special Event della sua storia e come di consueto sono qui per analizzare ciò che mi è successo col mio sobrissimo show, l'Action & Reaction.

Nick dà una pacca alla cintura.

NC: Direi che la conseguenza principale del mio match a The End is Near è abbastanza vistosa.

Carroll sorride guardando nuovamente verso la telecamera.

NC: Con la vittoria contro Big Black Boom mi sono laureato TWC 15 Champion, ma non solo. Infatti posso anche dire di essere l'unico lottatore ad aver conseguito tre vittorie in altrettanti match negli Special Event.

Il bostoniano scuote la testa, incredulo.

NC: Quando mi sono presentato per la prima volta su questo ring, ormai quasi un anno fa, non avrei mai pensato di poter conseguire un risultato del genere. So benissimo che si tratta solo di una piccola curiosità statistica, ma per uno legato ai numeri come me è comunque una bella soddisfazione.

L'espressione di Carroll si fa più seria.

NC: Per questa volta preferirei concentrarmi sulla parte della reazione piuttosto che sull'azione. Il match è stato pesantemente influenzato dalla presenza di Jane...

Nick si interrompe per ascoltare i fischi che gli spettatori riservano a The Lioness.

NC: ...E la strategia che ho dovuto usare è sotto gli occhi di tutti. Inoltre vorrei evitare di parlare di qualsiasi cosa riguardi Jane in pubblico.

Il ragazzo di Boston riprende velocemente fiato e ricomincia a parlare.

NC: Perciò vorrei focalizzarmi su cosa comporta l'essere diventato campione. Per mesi e mesi ho parlato di come BBB non fosse un degno detentore del titolo, di come i suoi mezzucci da criminale non lo legittimassero nonostante tentasse di apparire un fighting champion.

Carroll ammicca verso la telecamera.

NC: Ottima paraculata la Fifteen Boom Challenge. Troppo facile mettere la cintura in palio a quelle condizioni, evitando di perderla dopo una prima sconfitta. Non è in questo modo che io intendo onorare il titolo che ho conquistato.

Nick alza il tono della voce.

NC: Io darò direttamente una possibilità per il titolo a chi crede di essersi conquistato il diritto di affrontarmi! Io mi batterò per mostrare a tutti che sono nel posto giusto, che merito questo titolo! Io...



Immagine


Keenan: Ladies and Gentlemen, my name is Jack Keenan and I deliver Pain!

Jack Keenan, sotto lo sguardo perplesso di Nick Carroll, si presenta sullo stage in abiti civili: il Pain Deliverer si ferma per qualche istante sul palco, ascoltando la reazione sostanzialmente mista del pubblico, poi si dirige a passo lento verso il quadrato, il microfono stretto in mano.

Keenan: Scusa l'interruzione proprio nel bel mezzo della tua gran serata, Nick, ma diciamocelo, con i tuoi proclami era più o meno quello che stavi chiamando a gran voce. Comunque, spero che tu non l'abbia preso come un segno di maleducazione, ma se ti ho interrotto è perchè effettivamente ho un buon motivo per farlo.

Il Pain Incarnate, arrivato nel frattempo nella zona a bordo ring, sale sull'apron e da lì entra nel quadrato.

Keenan: Permettimi una breve introduzione: non sono mai stato il tipo di persona che riesce a portare le proprie questioni personali in questo show o su questo ring, se sono esterni - ad esempio, non penso che avrei mai mostrato i problemi con una mia ex in diretta nazionale per mesi e mesi...

A queste parole, dal pubblico parte qualche coro di disapprovazione e qualche altro a favore di Nick e Jane.

Keenan: ... tuttavia, è impossibile celare quanto mi abbia urtato la sconfitta contro Cross a The End is Near. Non voglio nascondermi dietro un dito, quella sconfitta è stata assolutamente colpa mia: ho sottovalutato Cross, l'avete visto tutti, ed ora posso tranquillamente dire che Vincent Cross è una delle persone che meno si dovrebbero sottovalutare, qui in TWC. Riconoscere la propria colpa è una cosa, accettare come è andata è un altro conto: quando sono tornato ad Atlanta, dopo The End is Near, un paio di volte mi ha anche toccato il pensiero di abbandonare il ring. Stupido, ovviamente, ma non ho potuto evitarlo. Il fatto è che non è tanto difficile da accettare il pensiero della sconfitta con Cross: quello che non riesco a sopportare è l'idea che si possa pensare - che io stesso possa pensare - che in TWC ci sia qualcuno migliore di me... nessuno escluso, nè Leon Black, nè Kevin Manson, nè Lance Murdock, nè Sigfried Jaeger, nè Vincent Cross, nè Nick Carroll.

Altro boato di disapprovazione del pubblico, mentre Carroll si limita a scuotere la testa, alzando gli occhi al cielo.

Keenan: Sapete cosa mi ha guidato in quest'ultimo mese? Un pensiero in particolare: ricordate la diciottesima puntata di Indoor War? Vi dice qualcosa la prima Fifteen Boom Challenge? Penso che almeno tu la ricordi, Nick, eri al tavolo di commento. Beh, in quell'occasione ero ad un soffio dallo sconfiggere Boom, probabilmente sarebbe bastato semplicemente schienarlo: se non l'ho fatto è solo perchè Vincent Cross si è sentito in dovere di intervenire. Così, ho perso quel match, quando lo avevo ormai in pugno... quando avevo ormai in pugno una shot al 15 Championship, per la precisione.

Jack Keenan si appoggia ad un angolo e fissa il campione dritto negli occhi, a malapena sbattendo le palpebre.

Keenan: Buffi gli incroci della vita, no? Beh, questo pensiero è stato uno dei miei chiodi fissi in quest'ultimo mese... d'altra parte, chissà, se non fosse stato per Cross, avrei battuto davvero Boom. Se non fosse stato per Cross, avrei avuto l'occasione di sfidarlo di nuovo, ma per il titolo, e magari lo avrei sconfitto una seconda volta. Se non fosse stato per Cross, magari questo sarebbe il mio momento di celebrazione, Nick. Se non fosse stato per Cross...

VC: Are you talkin' about me?

La voce dell'ampiamente nominato Vincent Cross risuona nell'arena! E si ode una nuova theme!



Il Biker appare sullo Stage sotto le note dei Pantera, ed il pubblico sembra decisamente apprezzare questo cambio di Theme, qualcuno sta addirittura pogando! Ed ecco che il Biker compare sullo Stage, presente per la nuova stagione della TWC!

Immagine


Le facce del campione e dell'avvocato, nel vedere il loro comune ex rivale, sono piuttosto corrucciate. Keenan probabilmente sperava che Cross non interferisse più nei suoi affari, ma conosciamo il biker. Cross raggiunge il Ring con un grosso sorriso sul volto ed un microfono nella mano destra. Salito sul ring osserva gli altri due, mentre la tensione nell'aria aumenta. Si rivolge a Keenan per primo.

VC: Jackie, Jackie. Mi hai nominato così tante volte negli ultimi cinque minuti che dovrei preoccuparmi.

Leggera risata del biker e del campione, che non migliora l'umore del Pain Deliverer.

VC: Non è buono per un avvocato comportarsi così nei confronti del proprio cliente, ma neanche io mi sono comportato così correttamente nei tuoi confronti, quindi passerò su questa cosa. La domanda che più conta in questo momento è "Perché diavolo Vincent Cross è qui?".

Cross si volta verso Nick Carroll.

VC: Buddy, devo dire che è bello vederti così finalmente. Finalmente cresciuto, così fiero di te... Lo stesso uomo che per battermi ha dovuto spiccare il salto da un camion e franarmi addosso è ora un Campione della TWC che è riuscito a battere quella che era diventata la sua nemesi e non solo lo ha battuto, ma ha trionfato su tutta la linea! Davvero, sono fiero di te...

Lo sguardo di Cross muta da gentile a serio.

VC: Ma proprio perché sei tu ad essere il campione che, beh, voglio sfidarti anche io!

Boato del pubblico!

VC: Sbaglio o avevi detto che mi avresti concesso un Rematch tra noi due in qualsiasi momento lo avessi voluto? Beh, io lo voglio ora questo Rematch, per quel titolo! Ho vinto per la prima volta in un PPV TWC a End Is Near, e voglio festeggiare a dovere con un altro fantastico incontro come quello che sarebbe quello per il tuo titolo! Se ho ben capito il nostro Jackie Boy vuole un Match per il tuo titolo come il sottoscritto, e ti dirò, sono ben disposto a dargli la possibilità di recuperare dopo che l'ho battuto, sono una persona generosa!

Keenan probabilmente vorrebbe strangolare Cross qui ed ora. Il ricordo del cappellino da Babbo Natale non deve essere ancora svanito.

VC: Quindi, che ne dici? Vuoi essere un campione modello, migliore di Boom. Beh, hai questa possibilità ora. Due avversari al prezzo di uno, pensaci!

Nick Carroll sorride, guardando alternativamente Keenan e Cross, poi comincia a passeggiare avanti e indietro.

NC: Esattamente quello che mi aspettavo. Ero sicuro che almeno uno di voi sarebbe uscito fuori. Lo speravo.

Il bostoniano indica il Pain Deliverer.

NC: Jack, sono d'accordo con te su diversi punti del tuo discorso. Innanzitutto, mai sottovalutare quest'uomo.

Nick indica Cross con un cenno del capo.

NC: Io sono riuscito a capirlo prima del nostro match di War of Change e proprio per quello, a differenza tua, sono riuscito a batterlo.

L'espressione di Keenan si fa più dura, mentre l'ingegnere continua nel suo discorso.

NC: Hai anche ragione nel dire che sei stato derubato della tua title shot contro BBB. So cosa si prova ad essere nella tua situazione. Vuoi questo match tanto quanto lo volevo io prima di The End is Near. Ma io non mi tirerò indietro come Boom. Accetto volentieri la tua sfida, Jack.

Nick si ferma all'improvviso, guardando Keenan dritto negli occhi.

NC: Comunque, se fossi in te eviterei di giudicare cosa fanno in pubblico i tuoi colleghi, visto quello che è accaduto in tribunale con tuo fratello. Senza contare il fatto che vai in giro a registrare con la tua telecamera anche quando stai andando al bagno a pisciare.

Ora Carroll indica Cross col dito e si rivolge a lui, mentre riprende a passeggiare.

NC: Quanto a te, Vince, anche il tuo intervento è molto gradito. Apprezzo molto i tuoi complimenti. Sono molto felice per la tua vittoria a The End is Near, te la sei meritata. So di averti garantito quel rematch e sono un uomo di parola, non ho problemi a concedertelo.

Nick si ferma finalmente al centro del quadrato.

NC: Perciò questa sera il TWC 15 Championship verrà difeso per la prima volta in un Twenty Minutes Triple Threat Ironman Match! Sarà Carroll vs Cross vs Keenan!

Il campione alza al cielo il TWC 15 Championship, mentre la sua theme song risuona nell'arena. Sui tre lottatori che si scambiano sguardi di sfida, il collegamento si interrompe per la pubblicità.

Up Next: Sensa denfi


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 15/01/2016, 21:59 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
Signore e signori, bentornati a TWC Indoor War! Siamo catapultati immediatamente nel backstage, dove vediamo Kevin Manson.

Immagine


The Animal cammina per qualche metro, finchè non giunge di fronte alla porta della sala infermeria. Respira, muove nervosamente le mani ed abbassa lo sguardo, rimanendo in riflessione per qualche secondo. Finalmente decide di entrare.

Immagine


Sul lettino dell'infermeria trovia Michael Edwards seduto e ancora mutilato dal brutale attacco perpetrato da Lance Murdock pochi minuti fa.

ME: Shei un bo' in riddardo Kev...

Kevin lancia un'occhiata all'amico, poi abbassa rapidamente lo sguardo non sostenendone lo sguardo.

KM: Lo so.

Manson tambureggia col piede senza seguire un ritmo preciso.

KM: Brutta botta. Quel bastardo ci è andato giù pesante.

Michael fissa The Animal.

ME: Non pregguparti, non è nulla di... AHHHH GAZO! FAI UN PO' D'ADDENTIONE!

Un medico sta cercando di ricucire solo strappo sul labbro di Edwards, ma questo si dimena e tenta ancora di parlare.

ME: Va ppene sto fffermo.

Il medico finalmente riesce a finire la sua operazione.

ME: Vuoi limanele lì impalato a guaddalmi come se fossi moldo? Non è niente Kev, va duddo bene non è golba dua, sono sdado io a far ingattare Lance. Dai gome sdai?

Il Golden Boy si esprime con un sorriso sdentato nei confronti del suo amico.

KM: B-bene... Sto bene.

Kevin abbassa di nuovo lo sguardo.

KM: Io... Penso di... Ecco... Scusami, Mike.

Il Dragon Kid si sofferma sull'espressione del suo amico.

ME Ehi... Ehi... Ehi... Gos'è quella faggia da bulo sssul bane? Ghe suggede? Su palla.

Kevin chiude la mano a pugno.

KM: Avrei potuto ridurti io così, l'ultimo episodio di Indoor War... Con quella sediata in testa, avrei seriamente potuto farti male. Pensavo che il fine giustificasse i mezzi, ma finché il fine é essere schienato da Leon Black, i mezzi non hanno più scuse. Sono.. Sono stato un bastardo. Probabilmente sono un bastardo. E non capisco perché tu non me lo stia facendo pesare, non capisco perché ti stia comportando come se non fosse successo nulla. Tu non mi avresti mai fatto una cosa simile.

Michael sorride nuovamente.

ME Iddioda! Suono duo ammigo, me la suono preshia per quando hai faddo? Shi. Non mi aspeddavo quella reatione, ma gome al sholido, mi suono messho a pentare e ho gabito ghe eli flustlato. Kev? Di gosha hai buara? Del dolole che infliggi o quello che ti felisce quando di lisvegli dobo l'attacco?

KM: Io non pa -

Kevin incontra lo sguardo di Edwards, si ferma e respira profondamente.

KM: Sì, ho paura. Paura di perdere quelle poche persone che ho mentre cerco di ottenerne altre. Pensando ad essere finalmente accettato ai fan, ho rispettivamente ignorato e colpito a tradimento con una sedia le uniche due persone che qui dentro posso ritenere amiche. Penso sia arrivato il momento di smettere di mentire a me stesso, Mike. Forse tutta questa mia crociata contro Leon Black, inconsciamente, non è un modo per raggiungere il mio sogno di essere finalmente amato dagli altri. Forse, la ragione è diventata puro e semplice odio nei suoi confronti. Lo invidio, lo invidio da morire.

Michael sospira e sputacchia un po' di sangue.

MEVuoi essele un'ombla o falti luge da solo Kev?

Il Golden Boy sposta lo sguardo.

ME L'invidia può uggiderdi. Vuoi essele un animale labbioso? Vuoi essele una fulia? Sii nel ling così, non con chi litieni tuo amigo.

Kevin scuote la testa, accennando un sorriso.

KM: Immagino tu abbia ragione. Senti, sai cosa? Visto che continui a rinfacciarmi il mio attacco anche dopo le scuse, ora prendo la tua carcassa e la porto fuori da questa topaia, e magari mi offri da mangiare. Con magari intendo sicuramente, sia chiaro. Su, vieni e non fare la vittima. Un po' di sangue non ha mai fatto male a nessuno, figurati che c'è chi pensa sia pomodoro.

I due si scambiano una fugace risata, poi Kevin fa da appoggio a Michael e lo aiuta ad uscire dall'infermeria. Il dottore balbetta qualcosa, poi scuote la testa e sbatte i suoi guanti di lattice a terra, maledicendo il suo mestiere. Pausa pubblicitaria.

Up Next: Un debutto


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 15/01/2016, 22:04 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting


Risuona per la prima volta ad Indoor War la theme di Alice Angel, una melodia malinconica è diffusa per tutta l'arena per circa un minuto mentre le luci si abbassano e le immagini della ragazza scorrono sul titantron. Poi, all'attacco di chitarra, Alice arriva sullo stage con un salto.

Immagine


La ragazza guarda verso la folla che la circonda con aria inizialmente un po' spaesata, poi però annuisce e inizia a camminare velocemente lungo la rampa dando il cinque ad alcuni fan delle prime file. Vi è un cartello a bordo ring con scritto “The Angels live on”, Alice lo indica alle telecamere prima di salire sul ring. Una volta dentro al quadrato la ragazza sale su un paletto, come ad ammirare la vista del pubblico. Infine, scende dal paletto e fa uno sbuffo, probabilmente d'ansia, mentre attende l'avversaria.



Immagine


TDK è l'avversaria designata per Alice Angel al suo match di debutto! La wrestler della WFSS viene accolta piuttosto freddamente dal pubblico del Manhattan Center e sale sul ring indifferente, rivolgendo ad Alice una risatina di scherno, quest'ultima mantiene un espressione neutra sul volto, con lo sguardo quasi perso nel nulla. L'arbitro controlla entrambe le lottatrici, la Crying Princess si riscuote e il match ha inizio.

TDK vs Alice Angel


Le due partono alla carica e subito TDK passa in controllo con una Lou Thesz Press, scarica di pugni sulla rookie che si protegge come può con le braccia. La lottatrice mascherata si rialza e afferra Angel per i capelli, questa però la spintona via e inizia a colpire l'avversaria con una raffica di calci alle gambe, ma l'ultimo di essi viene bloccato e TDK ributta Alice per terra tenendole la gamba destra, per poi effettuare una Half Leg Boston Crab. Alice riesce a trascinarci velocemente alle corde e la lottatrice mascherata lascia la presa dopo un conto di quattro. La White Dreamer si rialza ma viene subito subito scagliata fuori dal ring con una Clothesline. Sul quadrato la lottatrice mascherata allarga le braccia mentre sotto di lei Alice Angel si rimette in piedi e rientra passando da sotto la prima corda. Alice subisce degli Stomp ma riesce a rialzarsi e colpisce TDK con un pugno allo stomaco, poi inizia a colpirla con una combo di gomitate al volto chiusa da un Uppercut. La mascherata indietreggia, ma poi torna alla carica con un A.S.A.P. e la Crying Princess torna a terra.

Immagine


Schienamento di TDK: 1... Alice esce. La rookie batte una mano a terra e si rimette in ginocchio, blocca un calcio di TDK e di nuovo la spinge via. La mascherata corre alle corde, al rebound prova una Clothesline sulla Angel che però si abbassa, secondo rebound di TDK che viene colpita da un Roundhouse Kick. TDK si rialza ma Alice la ributta giù con un Dropkick. Di nuovo la mascherata si rimette in piedi e viene mandata ad un angolo con una Irish Whip, successivamente subisce una serie di calci al petto, Enzeguri Kick di Alice Angel su TDK!

Immagine


Schienamento: 1, e TDK esce. La White Dreamer afferra la testa di TDK e sembra voler correre verso le corde per una Springboard Bulldog ma la mascherata la spinge via all'angolo e inizia a caricarla con dei blocchi in stile football. Uno, due, tre, quattro, cinque, aumenta l'intensità e la velocità, sei, sette, otto, nove, dieci, undici, dodici blocchi! Alice cade su un ginocchio tenendosi la pancia, DDT bassa di TDK che poi prova lo schienamento: 1...2 ma no, Alice ne esce. La rookie si rimette in piedi lentamente ma la sua avversaria le tira un ceffone, quasi offesa dalla sua resistenza. Alice non sembra prenderla bene, le sue palpebre si dilatano e colpisce TDK con una gomitata talmente potente che l'avversaria cade a terra! Alice schiena, ma TDK esce al 2. La rookie aspetta che la lottatrice misteriosa si rimetta in piedi e poi la colpisce con un Palm Strike che la fa indietreggiare. Headbutt di Alice su TDK che si lascia rimbalzare alle corde, al ritorno subisce un calcio allo stomaco e... Twist Of Light di Alice Angel!

Immagine


Prima reale citazione di Alice a suo fratello maggiore, schienamento: 1...2... TDK resiste e fa kick-out. La Broken Princess sale sul paletto, si mette in piedi su esso, tentennante... ma la sua avversaria si rialza di scatto e la raggiunge! TDK alza Alice... vuole una Super G.T.S! Ma Alice si libera con delle gomitate... Super Hurricanrana di Alice Angel su TDK che vola di nuovo al tappeto! Entrambe rimangono a terra per qualche secondo, poi Alice si rimette lentamente in piedi, si posiziona al paletto opposto... intima a TDK di rialzarsi... HALF-LIGHT!

Immagine


Schienamento! 1...2...3! Alice Angel vince il suo match di debutto!

Spoiler:
JR: Here's your winner... AAAAAALICE AAAAAANGEEEEEEL!


TDK scivola fuori dal ring e ritorna lentamente nel backstage toccandosi la parte di volto colpita, mentre Alice sale uno per uno su tutti e quattro gli angoli del ring festeggiando. Una volta scesa, torna al centro del quadrato ed esegue un inchino da ballerina, per poi farsi passare un microfono. La ragazza ha il fiatone e aspetta qualche secondo prima di parlare.

AA: Il mio nome è Alice Angel.

Piccola pausa per riprendere fiato.

AA: Nonostante la mia età ho viaggiato molto prima di arrivare qui. Ed è incredibile esserci, credetemi. Ma non sono arrivata fin qui per rimanermene a fare match a caso. Io combatto per ragioni, e obbiettivi, ben specifici. Esattamente come Andy Moon e Ayumi Haibara.

Altra pausa, Alice si gira verso lo stage.

AA: Quindi c'è una persona che voglio sfidare, e che vorrei invitare qui sul ring. Il suo nome... è Elektra Kellis.



Immagine


La spartana si presenta sullo stage, cintura FWP in spalla e microfono in mano mentre squadra Alice

ELK:Senti, Alice, non ho nulla contro di te ma non vedo alcun motivo per cui dovrei battermi contro di te. Ho in programma il rematch contro Brunild e quello assorbirà tutto il mio tempo, mi dispiace.

Alice sorride, abbassando leggermente lo sguardo.

AA: Sai, avevo previsto una risposta del genere. Chi te lo fa fare di batterti con un'adolescente? Ma vorrei che tu ripensassi ad una cosa.

La giovane punta di nuovo gli occhi su Elektra.

AA: Se Lucy non ti avesse dato una possibilità... forse oggi non starei parlando con te.

Piccolo "ooooh" di sorpresa del pubblico. Elektra diventa seria tutto d'un tratto

ELK:Oh, piccola, non ti conviene percorrere questa strada. Lucy mi ha dato una possibilità perché aveva visto del potenziale in me, perché avevo dimostrato di cosa ero capace. Tu, invece? Battere la povera TDK non è poi così impressionante.

Elektra si gira avvicinandosi all'entrata del backstage per poi voltare lo sguardo verso Alice

ELK:Sono l'ultima persona qui dentro che ti discriminerebbe per la tua età. Senti, non è un buon periodo questo, quando avrò finito con Brunild ti darò una possibilità se ti dimostri adatta. Ok? Sorprendimi.

La spartana fa un occhiolino alla ragazza e poi rientra nel backstage. Alice sorride, chiude gli occhi e allarga le braccia, facendo cadere il microfono. Sfida accettata.

Up next: Umiltà


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 15/01/2016, 22:09 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
La ventiduesima puntata di Indoor War continua e le immagini ci portano nel backstage dell'arena, dove troviamo Nick Carroll.

Immagine


Il bostoniano si sta riscaldando in vista della difesa titolata di stasera. Il TWC 15 Championship è appoggiato su un cassone della produzione, poco distante dal punto in cui l'ingegnere sta facendo degli esercizi di stretching, divaricando le gambe e cercando di toccarsi le punte dei piedi con le dita. Dopo qualche secondo Nick si riporta in posizione eretta e comincia a fissare la sua cintura. Dei passi in avvicinamento rimbombano nel corridoio ed una sagoma imponente arriva nei pressi di Carroll, che si scuote e si volta verso la fonte del rumore.

Immagine


LB: Dovresti allenarti di più sulle spalle.

Leon Black, in camicia porpora su jeans, sorride toccandosi la cintura.

LB: Queste pesano. Come stai Nick?

Carroll fa spallucce e indica la sua cintura.

NC: Non è il peso sulla spalla che mi preoccupa, saranno nemmeno duecento Newton. Questa roba sa pesare molto di più in una maniera diversa, credo che tu mi capisca.

L'ingegnere sospira.

NC: Comunque, sono stato meglio. Ma anche peggio, quindi eviterò di lamentarmi.

Nick sorride all'indirizzo del gigante.

NC: Tu invece? Ti trovo in forma. E complimenti per The End is Near, ottimo incontro.

LB: Grazie, non è stato male, in effetti. Mi sono divertito. E ne avevo davvero bisogno.

Black inspira brevemente.

LB: Anche tu non te la sei cavata male. Certo, hai qualche problema a sceglierti le ragazze e gli arbitri, ma sul ring ti sai difendere.

Il sorriso di Nick si smorza leggermente, ma il bostoniano si riprende in fretta e alza le mani al cielo.

NC: Touché. Non volevo assolutamente fosse lei ad arbitrare il match, ma per il resto non ho scusanti. Grazie, comunque. The End is Near è stata una serata importante in molti sensi. Fin troppi direi.

L'ingegnere fa un cenno del capo verso Black.

NC: A proposito, ho visto che hai fatto due chiacchiere col mio amicone Boom. Stai attento, se lo interrompi ancora ti accuserà di essere ossessionato da lui.

LB: Io sono ossessionato da lui. Mi sorprende sempre. Tipo la sua maschera tosta di farsi chiamare con quel nome assurdo. Oppure il fatto che sia in qualche modo tenuto in considerazione dalla dirigenza. Oppure la sua capacità di cavarsela in tutte le...

Black sospira.

LB: Chi voglio prendere in giro? È il nome che è troppo divertente.

Carroll ridacchia.

NC: È talmente insensato che effettivamente non sapevo mai come chiamarlo. Non mi mancherà.

Il volto di Carroll si fa più serio.

NC: Comunque sia, stai attento. Nonostante le apparenze, è un tipo fin troppo tosto ed ha una naturale capacità di mettere il prossimo in difficoltà. Non farti sorprendere.

Black sorride nuovamente.

LB: Senza offesa alcuna, tu sei giovane. È difficile farsi sorprendere da una persona che si fa soprannominare Perfidy in a Mask. Ho visto parecchie persone, e difficilmente quelli davvero pericolosi te lo annunciano così platealmente.

Black si appoggia una mano sul mento.

LB: Che sia un velato riferimento a Sigfried Jaeger?

Il gigante scuote la mano, noncurante.

LB: Comunque sì, ho visto tutti i suoi match da quando è in TWC, ed ho svolto le mie ricerche. Penso di conoscerlo abbastanza. Non pesto i piedi a qualcuno senza sapere se ha un coltello sotto la giacca.

Nick prende una bottiglietta d'acqua poggiata vicino alla cintura e beve un sorso.

NC: Di sicuro tiene sempre un tirapugni da qualche parte.

Nick sorride scuotendo il capo, poi prosegue.

NC:BBB potrà essere plateale, ma è più pericoloso di quel simpaticone di Sigfried. È subdolo e manesco in una maniera quasi malata. Ero sicuro che avessi fatto le tue ricerche, ma nemmeno tu sei infallibile. Fai attenzione.

LB: Non ti farò un discorso filosofico sul perché il nostro amichevole tedesco di quartiere sia ben più pericoloso del crucciato mascherato, non ho davvero voglia. E certo che farò attenzione.

Black sorride.

LB: Magari lo sfido con il titolo in palio la prossima puntata.

Nick inclina il capo facendo una smorfia.

NC: Puoi avere sfide più interessanti in realtà.

Black si muove per qualche secondo sul posto, poi sospira.

LB: Non dovresti mai dire frasi così.

Black muove la cintura sulla sua spalla.

LB: Dimmi che vuoi un match.

Carroll sorride e guarda Black dritto negli occhi.

NC: Non ti si può nascondere nulla eh?

L'espressione di Nick si fa più seria.

NC: Se stasera riuscissimo entrambi a difendere le nostre cinture, un nostro incontro tra due settimane sarebbe il primo Champion vs Champion della storia della TWC. Sarebbe storico e sarebbe fantastico farne parte.

Carroll afferra di nuovo la bottiglietta e se la rigira tra le mani.

NC: Inoltre l'idea di provare a conquistare la cima della montagna che nessuno è riuscito a scalare mi stuzzica molto.

L'ingegnere sospira e torna a sorridere.

NC: Voglio un match, Leon.

Black osserva per qualche istante l'ingegnere, poi annuisce.

LB: Allora vedi di difendere quella cintura. Quanto a me, non ti preoccupare. Non posso perdere stasera.

Il gigante sposta il titolo da una spalla all'altra.

LB: Tu invece potresti avere dei problemi.

Carroll annuisce.

NC: Lo so. Ho osservato Keenan da vicino quando ha combattuto contro BBB e so che è pericoloso. Quanto a Cross, lo conosco bene. So quanto mi è costato caro sottovalutarlo una volta e so quanto ho dovuto faticare per batterlo.

Nick prende la cintura, se la sistema in spalla e poi si avvicina a Black.

NC: Ma so anche di poterli battere, esattamente come sapevo di poter battere Boom. Nel prossimo episodio di Indoor War ci ritroveremo di nuovo faccia a faccia, sul ring, con ancora queste cinture sulle spalle. Puoi giurarci.

LB: Bene, allora ci conto. E spero non mi deluderai. Un sacco di wrestler lo fanno.

Carroll guarda il campione mondiale dritto negli occhi.

NC: Non ti deluderò. Io non sono come gli altri wrestler. Ci vediamo tra due settimane, Leon.

Nick dà una pacca sulle spalle al gigante e si allontana agitando la mano.

Up Next: Heilektra!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 15/01/2016, 22:14 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting


La theme di Elektra risuona nell'arena e la Spartana si presenta sullo stage. Giacca di pelle sopra una t-shirt nera e dei jeans azzurri. Sguardo basso, mani in tasca e la cintura femminile della FWP ad adornarle una spalla.

Immagine

Percorre la rampa senza fare contatto visivo col pubblico, un'espressione triste stampata sul suo volto. Si fa passare un microfono e sale sul ring passando sotto la terza corda


ELK:Queste vacanze sono state meravigliose. Ho trascorso dei giorni meravigliosi, eppure ogni giorno al mio risveglio sentivo quell'amarezza farsi strada dentro di me, sempre e sempre di più.

Elektra si passa una mano tra i capelli mantenendo lo sguardo basso

ELK:Mi sento così sin dal giorno in cui ho perso il mio titolo WFSS, significava il mondo per me. Non esiste però che sia finita così, Brunild è riuscita ad avere la meglio su di me e non ho nulla da recriminarle, voglio però il rematch che mi spetta di diritto. Non riesco più a vivere in pace con me stessa da quando ho perso quel titolo e non ho la minima intenzione di arrendermi; quindi, Brunild, per favore vieni qui fuori ed accetta la mia richiesta così da alleggerire il peso che mi porto addosso.

La campionessa in carica della FWP si appoggia alle corde, lo sguardo rivolto verso lo stage. Dopo aver applaudito alle sue parole, il pubblico verace del Manhattan Center resta in attesa a sua volta.

Immagine


E dopo alcuni secondi ecco che sul titantron compare il logo personale della Valkyria della Bruderschaft Der Krahe Incorporated.



E mentre le luci si abbassano, ecco risuonare nell’arena la theme della WFSS Woman World Champion in carica.

Immagine


Dopo poco, Brunild Wagner fa la sua comparsa sullo stage. La Valkyria è in jeans, felpa con cappuccio alzato, e tiene il suo titolo femminile appoggiato alla spalla destra, in bella mostra.

Immagine


Arrivata alla rampa, Brunild alza al cielo la cintura, guardandosi intorno con uno sguardo fiero ma al contempo gelido, infine eccola risistemarsi il WFSS Woman World Championship in spalla e calare verso il ring, dove Elektra Kellis la osserva in silenzio. Una volta arrivata ai piedi del quadrato, lo Smiling Crow si ferma a guardare la sua rivale per un attimo, poi va a salire sui gradoni d’acciaio, passando infine dall’apron al ring. Una volta dentro, la Valkyria si abbassa il cappuccio e avanza subito verso la Spartana, che risponde a sua volta facendosi avanti senza alcun timore. Le due si ritrovano faccia a faccia a centro ring, fissandosi intensamente. E mentre The Mission sfuma, ecco che prende piede la bolgia dei fan di New York, visibilmente entusiasti per un nuovo confronto tra le due, dopo il capolavoro che è stato l’incontro di End is Near 2015. Sia Brunild, che Elektra si guardano un’attimo intorno, verso i fan, dopo di che la Valkyria rompe gli indugi e va a farsi dare un microfono da un official. Infine Brunild si appoggia a un angolo, lisciandosi il titolo in spalla. Una volta che i fan si danno una calmata, eccola iniziare a parlare.

BND: E così, giovane Spartana, vuoi subito il tuo rematch, eh. Ne sei proprio sicura?

ELK:Ci puoi giurare!

La Valkyria sospira, poi replica fissando negli occhi la sua interlocutrice.

BND: Beh, vediamo un pò. Considerando tutto quello che è successo prima di End is Near, la risposta che ti darei di getto sarebbe un secco e repentino “no”, e al diavolo diritti e doveri riguardanti i match titolati. Non sei stata solo tu l’unica a soffrire, ad essere frustrata e a stare male in quei mesi. Moltissime persone mi vedono e mi dipingono come una persona gelida e inscalfibile, ma la vera verità è che anche io ho un cuore e dei sentimenti, proprio come te. E proprio per questo vorrei evitare d’impelagarmi in altre settimane scandite da litigi continui, offese e minacce.

Elektra fa per replicare, ma Brunild alza una mano e continua.

BND: Considerando invece quanto accaduto a End is Near, e non parlo della mia vittoria, ma del nostro match in tutta la sua essenza e drammaticità, non posso fare altro che risponderti che sì, avrai il tuo rematch. Sei una rivale tostissima, forse la sfida più difficile che mi sia mai capitata in carriera, e non vedo l’ora di affrontarti un’altra volta.

Lo Smiling Crow si stacca dall’angolo e si avvicina a Elektra.

BND: Ciò non toglie che non mi vai a genio. Noi due non abbiamo punti in comune, a parte l’amicizia con Lucy Fisher e il darcele di santa ragione su un ring, nè probabilmente ne avremo mai altri in futuro. Noi due siamo destinate a scontrarci per sempre, lo so io, lo sai tu, lo sanno quelli del pubblico e la gente davanti alla tv...

Salva di applausi da parte dei fan che gremiscono il Manhattan Center.

BND: Per cui sappi che non avrò alcuna pietà e darò il massimo per batterti di nuovo, costi quel che costi.

Dopo di che la Valkyria porge la mano destra verso Elektra Kellis, col pubblico che resta col fiato sospeso.

ELK:Perfetto, la pietà è l'ultima cosa di cui ho bisogno. Farai bene a dare il massimo perché lotterò con le unghie e con i denti, sono più determinata che mai a riprendermi il titolo. Arrivare in cima alla montagna è un conto ma rimanerci e non cadere di sotto è la vera impresa, ed io non ho la minima intenzione di cadere di sotto.

Elektra stringe poderosamente la mano della rivale con aria di sfida per poi sciogliere la presa.

ELK:Ci vediamo su questo stesso ring tra due settimane. Fa del tuo meglio.

La Spartana accenna un saluto con il capo e poi si dirige fuori dal ring, lasciando cadere a terra il microfono.



Mentre Elektra Kellis si allontana con decisione sulla rampa con la sua theme e le grida degli spettatori entusiasti in sottofondo, Brunild Wagner la osserva dal ring, impassibile. E con queste immagini che seguono il grande annuncio di un Elektra Kellis vs. Brunild Wagner II con in palio nuovamente il WFSS Woman World Championship per la prossima imperdibile puntata di Friday Night Indoor War, la linea torna alla regia per i consigli per gli acquisti. Pubblicità per noi, non andate via!





Up Next: Shangahi (The Game): ****1/4


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 15/01/2016, 22:19 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
Bentornati a TWC Indoor War! Le immagini ci portano nel backstage, più precisamente nei pressi della porta d'ingresso riservata dagli addetti ai lavori, che viene spalancata con il sordo rumore di quello che pare un calcio.

Immagine


E' Kevin Manson! Kevin Manson è tornato nel palazzetto e si sposta a passi veloci nel backstage, le braccia allungate ed aderenti al corpo, le mani chiuse in un pugno, il passo veloce e il volto rosso. Il suo cammino continua per una mangiata di secondi durante la quale lo vediamo ignorare tutti gli individui che lo circondano, finchè non arriva di fronte ad uno spogliatoio e lo apre con un secondo calcione.

KM: Voglio un match.

ImmagineImmagine


Leon Black, seduto per terra, sta spostando alcuni bastoncini colorati, mentre Lucy Fisher, accoccolata su una panca dietro di lui, guarda il movimento delle sue mani.

LF: Salve Kevin. Shanghai.

La ragazza, in jeans e maglietta viola, si scosta una ciocca di capelli rossi, spostandola dietro l'orecchio destro.

LF: Non sembra, ma dopo un po' diventa divertente da guardare.

Kevin si massaggia le tempie, contraendo i lineamenti del viso.

KM: Voglio essere gentile con te, non ho ragione per odiarti. Lucy, pensi che Black mi risponderà senza che io debba mettere sottosopra questo spogliatoio e specialmente spezzare una ad una quelle fottute bacchette?

Lucy si gratta la testa per un istante, poi si stiracchia languidamente e si raddrizza, per poi pungolare con un piede il fianco del gigante.

LF: Leonard, dai, lo sappiamo tutti che lo hai sentito.

LB: Giocare a Shanghai con una distrazione è più divertente, lo sai.

LF: Chiedigli se vuole giocare.

LB: Ottima idea. Kevin, unisciti a me in questa partita. È divertente.

KM: Black, smettila di ignorarmi. Sai benissimo per quale ragione sono qui, quindi alza gli occhi da quella robaccia, guardami negli occhi, dammi ciò che voglio e ti lascerò continuare. Breve, semplice, redditizio.

Black si stiracchia a sua volta, accarezzando il piede di Lucy che lo ha pungolato, poi sbadiglia.

LB: Sai il latino?

LF: Io sì!

LB: Davvero?

LF: Già.

Manson trattiene a malapena un ringhio.

KM: Io mi chiedo se tu capisca l'inglese, Black. Smettila - di - ignorarmi. Non mi costringere a farti incazzare, che poi il grande mostro che tieni dentro esce fuori e fa una strage! Uuuuh, che paura! Cosa farai, Leon, mi farai di nuovo sbattere la testa contro al muro? Cazzo, sono davvero davvero spaventato. Il tuo viscido trucchetto per ottenere un vantaggio qualche secondo prima del nostro match titolato mi ha ingannato una volta, non ricapiterebbe. Sai, se tu mi mettessi le mani addosso, probabilmente te le strapperei a morsi, ma non è quello per cui sono qui. Rendi le cose facili, per una fottuta volta, e dammi un altro match. Ultimo avvertimento.

Black sospira.

LB: Ti ho fatto una domanda. E ora risponderai. Oppure non solo non avrai il tuo match, ma andrò fino nell'ufficio del nostro amato general manager Virgil Brown jr. e farò in modo che tu non abbia mai più la possibilità di lottare per un qualsiasi titolo in questa federazione.

Manson digrigna i denti.

KM: No, non conosco una parola di latino. Ora che io ho risposto a me, tu rispondi a me?

LB: Gli antichi romani, popolo dallo spiccato senso pratico, hanno coniato un modo di dire: "Do ut Des". Dare per avere. Fino ad ora mi sembra di averti dato abbastanza. Quante volte ti ho regalato un match contro di me per il titolo? Una volta per accedere alle semifinali, una volta prima di The End is Near e una a The End is Near. Tre volte. E quante volte mi hai battuto? Neanche una.

LF: C'è da dire che lo hai schienato solo due volte.

LB: Vero. Giusto, tu mi hai colpito con una sedia in testa. Vergogna.

Black scuote la testa.

LB: Non importa, acqua passata. Siediti e gioca a Shanghai con me e potremmo parlare di quel match.

Kevin Manson serra rapidamente le mani a pugno e accenna uno scatto, fermandosi immediatamente e alzando gli occhi al cielo.

KM: Non so giocare a Shangai. Mi dispiace. Ti ascolterò volentieri parlare del nostro match guardando te maneggiare quei fott... Simpatici bastoncini. Ok?

LB: Ti insegno io. Siediti.

Kevin sospira, poi si siede.

KM: Prego.

LB: Regole base. I bastoncini hanno un valore diverso a seconda del colore, vedi quel foglio su cui ci sono i punteggi. Ci alterniamo a prenderli, uno tu, uno io. L'unica condizione è che puoi muoverne solo uno alla volta. Quando qualcuno dei due prende il dorato, la partita finisce.

Black mescola i bastoncini per poi buttarli a terra.

LB: Prego.

Kevin lancia un'occhiata stizzita ai bastoncini colorati, poi allunga pigramente la mano verso il centro del mucchio. Non fa in tempo a sollevare alcun bastoncino che le sue dita spostano tre/quattro bastoncini insieme, causando un gesto di collera del Painmaker.

KM: Cristo, tutto ciò è davvero stupido.

Lucinda colpisce con un buffetto Black.

LF: Ho una idea.

Il gigante si gira ad osservare la ragazza.

LF: Se ti batte gli dai un match.

LB: Ma non può battermi.

LF: Dagli un vantaggio.

Leon si gratta la barba per un istante, poi sorride.

LB: Perfetto. I tuoi punti valgono doppio. Se mi batti, avrai il tuo match. Contento?

Kevin aggrotta le sopracciglia.

KM: No, non ci siamo capiti. Mi sta bene partecipare al tuo giochino se è per ottenere il mio match, ma non applicarmici. Andiamo Leonard, se hai così tanta voglia di avere una sfida, accetta di darmi un match titolato contro di te. L'ultima volta che ci siamo affrontati uno contro uno non è finita in modo chiaro, il tuo pubblico vuole vederti schienare ancora una volta Kevin Manson in un match singolo! Eddai, eroe, non deluderli tutti. Metti caso che escano dall'arena e siano coinvolti in una sparatoria. Vorrebbero morire felici. Cazzo, ora che ci penso, sta storia della sparatoria l'ho già sentita da qualche parte... Nah, non ricordo davvero dove.

Lucy sgrana gli occhi per un secondo, poi sospira.

LF: Non credo sia la strategia giusta.

Black prende un bastoncino e lo mette dalla sua parte, sorridendo.

LB: Vinci e parleremo del match.

Kevin sbuffa.

KM: Lucy, stavi andando bene. Davvero, potevi diventare la persona simpatica di questo spogliatoio. Cristo. Per quanto riguarda te, Black, penso che te lo dirò per l'ultima volta: non hai scelta. In un modo o nell'altro, avrò il match. Non mi interessa se io debba spaccare uno a uno tutti questi ridicoli bastoncini colorati del cazzo. Non mi interessa se dovrò uscire e prendere in ostaggio lo show. Non mi interessa se dovrò prendere a calci sui denti, o sulla dentiera, Virgil Brown. Non mi interessa se dovrò attaccare il novanta per cento dei membri di questo roster. Non mi interessa se dovrò riprendere quella sedia e finire il lavoro che ho cominciato con te nell'ultima puntata di Indoor War. Ti sto offrendo la via facile. Non ti scrollerai mai me di dosso.

Manson si avvicina un po' di più a Black, ringhiando.

KM: Quindi assecondami, figlio di puttana.

LB: Mi spiace Kevin, le condizioni te lo ho date. La scelta è tua. Puoi cercare di battermi qui, dove hai qualche possibilità, e poi cercare di battermi la fuori, dove ne hai meno. Oppure puoi uscire da quella porta e non ottenere nulla. Ma sono certo che il tuo cervello sappia qual è la scelta migliore.

LF: Lo sai che non andremo mai da nessuna parte continuando così?

LB: Ma è divertente.

LF: Parlavo con lui.

Kevin scuote la testa.

KM: Lucy, la tua opinione ha smesso di interessarmi mezzo minuto fa. Con affetto. Black, io non ho intenzione di abbassarmi al tuo livello. Non sono il tuo cagnolino. Non sei tu che stai dettando le condizioni, sono io a farlo. Ultima volta che te lo ordino. Dammi il mio match.

LB: Per me abbiamo finito. Puoi andartene.

LF: Scortese.

LB: Non ho sinceramente voglia di spiegargli come non possa darmi ordini.

Kevin ringhia, si muove nervosamente con qualche passo laterale, poi dà le spalle ai due e chiude violentemente la porta. Si sente la sua voce urlare qualcosa .

KM: IO AVRO' QUEL CAZZO DI MATCH! DEVO AVERLO!

LF: Non è sportivo.

LB: Per nulla.

LF: Però è simpatico.

LB: Più o meno come il mostro di Rostov.

E su Black che prende un altro bastoncino, noi andiamo in pubblicità.

Up Next: La rompibraccia.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 15/01/2016, 22:24 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
E dopo la pubblicità, siamo nuovamente in onda con la prima puntata di questo 2016 di Friday Night Indoor War, lo show di wrestling più in voga del momento!

Immagine


Le immagini ci mostrano un attimo gli esterni del Manhattan Center, la prima storica arena della Total Wrestling Corporation, in cui i wrestler della federazione di Philips Brian si esibiranno per tutti gli show che porteranno ad Alpha Horizon, l’attesissimo Special Event che si terrà al Madison Square Garden l’11 marzo.

Immagine


L’inquadratura si sposta nel backstage del Center, dove vediamo Brunild “The Armbreaker” Wagner camminare tranquillamente.

Immagine


La Valkyria, stringe con una mano il WFSS Woman World Championship, e sembra pensierosa. Ciò non toglie che chiunque incroci il suo cammino si becchi la solita occhiataccia gelida a cui tutti in TWC sono ormai abituati. A un certo punto, però, Brunild rallenta. Finalmente un sorriso sincero le si disegna sul volto. Poi accelera il passo e raggiunge qualcuno scorto in lontananza.

Immagine


Si tratta di Lucy Fisher, leggendaria pluricampionessa in numerose federazioni, tra cui la WFSS, e assente da diverso tempo dagli schermi TWC! Le due si scambiano un abbraccio, poi Brunild fa un passo indietro, si abbassa il cappuccio e la guarda.

BND: Oh, Lucy. Sono veramente contenta di rivederti qui. Come stai?

LF: Bene Nildy. Posso chiamarti Nildy, vero?

Lucy si gratta la testa per un secondo.

LF: Anche se sembro un pò troppo Gunther quando lo faccio.

Brunild accenna un sorriso.

BND: Beh, tutti i miei amici mi chiamano così, e tu lo sei.

Poi la Valkyria guarda Lucy incuriosita.

BND: Ma dimmi, è tutto vero quello che si dice in giro? Tu e Black...

LF: Abbiamo accettato di diventare presentatori di un programma di cucina, sì.

Lucinda sorride per qualche secondo, mentre le brillano gli occhi verdi.

LF: Scusami, è il suo umorismo, ad un certo punto ti contagia. Sì, questo è l'anello.

La rossa mostra la mano sinistra, al cui anulare brilla una vera d'argento. Brunild osserva un attimo l'anello, poi annuisce sorridendo.

BND: Sono veramente felice per te, Lucy. Sei una persona che merita ogni bene, amica mia.

Poi la Valkyria sospira.

BND: E a tal proposito, vorrei scusarmi per gli ultimi avvenimenti successi tra noi l'anno scorso. Non ho giustificazioni per aver sospettato che tu fossi una doppiogiochista nei miei confronti. Poi l'incidente sul ring... Spero che mi perdonerai. Purtroppo quando sono estremamente tesa, divento intrattabile e perdo la mia razionalità. E di solito quando ho a che fare con una certa Spartana la mia ragione tende a offuscarsi, anche se ci sto lavorando.

Lucinda, spostando una ciocca di capelli da davanti il viso, sorride.

LF: Sono anni oramai che non ho una amica che non abbia problemi a controllare la rabbia. Però dai, state migliorando. Non ho dovuto correre sul ring con la security per evitare che vi strappiate la faccia a morsi.

La rossa poi scuote una mano.

LF: E non preoccuparti. Non sei stata la cosa peggiore del mio dicembre. Non me lo ricordavo quasi. Davvero.

Lo Smiling Crow sorride, poi torna seria.

BND: Per caso hai visto il mio match con Elektra a End is Near? A proposito di brutte cose, dopo l'incontro con la Spartana ero talmente a pezzi, che la UFC ha dovuto rimandare il mio match per il titolo di un mese. Quella dannata ragazza picchia veramente duro. Ma ha trovato pane per i suoi denti stavolta.

La Valkyria poi si mette in spalla il WFSS Woman World Championship.

LF: Ci ho combattuto anche io, sai?

Lucy spinge in avanti il labbro inferiore, facendo il broncio per qualche istante, poi sorride, osservando per un istante il titolo.

LF: Sembra passata una eternità da quando ero campionessa.

Brunild resta in silenzio per un attimo, poi un accenno di sorriso le si allarga sul volto e fa spallucce.

BND: Immagino che vorresti anche tu una chance titolata da me prima o poi. Più prima che poi, eh...

Lucy scuote la testa.

LF: Prima devi battere ancora El. Ed avendo visto il match, se non ti offendi, non è così scontato.

La rossa poi sorride.

LF: Ma se tu vincessi, mi farebbe molto piacere sfidarti. Ammesso che tu non passi in modalità senza controllo. Non so come ha fatto El a non farsi spaventare.

BND: Ma figurati, basta solo che non provi pure tu a strapparmi un pezzo di carne a morsi, eh.

Per un attimo Brunild si tocca la piccola cicatrice che ha sul collo. Poi torna seria.

BND: Quanto a Elektra, lo so che non sarà affatto una passeggiata tra due settimane, per questo non devo fare alcun errore contro di lei. La scorsa volta ho rischiato decisamente di non riuscire a venirne a capo e rimediare un sconfitta netta, specie all'inizio.

Lo Smiling Crow scuote il capo.

BND: Non voglio perdere. Non devo perdere. Come ho già detto a Elektra, costi quel costi. Specie se dopo potrò affrontare anche te, visto che l'anno scorso ci siamo scontrate solo una volta, in un gran bel match, terminato però in un nulla di fatto. E ancora un poco mi rode...

Brunild fa l'occhiolino all'amica per poi sospirare.

LF: Mi sembra di non avere un bel ricordo di quel match. Ma credo che lo ignorerò. Anche a me non piace lasciare le cose a metà. Perché quel sospiro?

BND: No, niente. Ricordi di un passato che non tornerà più...

Improvvisamente la Valkyria scuote il capo e torna a sorridere.

BND: Ma lasciamo perdere, torniamo a noi. D'accordo allora. Un match tra te e me per questo titolo non appena avrò regolato gli ultimi conti in sospeso contro Elektra.

Brunild apre la mano destra e la porge verso Lucy.

LF: Ammesso e non concesso che tu vinca fra due settimane.

Lucy stringe la mano alla amica.

LF: E non ti dispiacerà se passo al tavolo di commento, vero?

Brunild serra un'attimo le labbra, poi si rilassa.

BND: Vieni pure, non ho alcun problema. Oltretutto stavolta mi sa che dovrai tifare solo per me.

La Valkyria fa una risatina.

BND: Ora però devo lasciarti, devo vedere che stanno combinando gli "Eroi del giorno di San Graziano", o come cavolo gli piace chiamarsi adesso...

LF: Dai, non è un brutto nome. Credo.

Lucy si gratta la testa.

LF: No, è pessimo. Cerca di convincerli a cambiarlo. Ci vediamo fra due settimane.

Brunild annuisce.

BND: Sì. A presto Lucy.

Dopo di che entrambe si sorridono e se ne vanno prendendo due direzioni diverse, mentre le immagini sfumano. Pubblicità per noi!





Up Next: La BDK! Yey!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 15/01/2016, 22:29 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
Immagine

ATTENZIONE!! LE LUCI SI SPENGONO, CALA IL BUIO SUL MANHATTAN CENTER!!


Qualche secondo dopo, ecco che all'interno dell'arena risuona la musica d'ingresso di "The German Superman" Fred!!

Immagine

Col volto quasi interamente avvolto da un asciugamano, fa il suo ingresso sullo stage il tedesco, che viene accolta con una reazione negativa da parte del TWC Universe, la gran parte del quale fischia Fred, fischi a cui, però, l'ex leader della FOX's Army reagisce con indifferenza, mostrando uno sguardo severo verso il pubblico e verso le telecamere. Passato qualche secondo, ecco che "The German Superman" percorre la rampa d'accesso lentamente, passo dopo passo, dopodiché, giunto dinnanzi al ring si ferma...


Immagine

Accompagnato dalla sua musica d'ingresso, fa ora il suo ingresso sullo stage il secondo membro di "The Unstoppable Team", Sean Morgan!! Questi, mostrando come al solito uno sguardo serioso, raggiunge il tedesco: i due compagni di team si scambiano alcuni sguardi di intesa, annuiscono, dunque, dopo una decisa stretta di mano, insieme, raggiungono il ring, dove entrambi si impossessano di un microfono, pronti a parlare dopo gli spiacevoli fatti di "The End Is Near", l'ultimo appuntamento con la TWC del 2015, l'ultimo special event dell'anno appena passato. I fischi da parte del pubblico sono assordanti, ma i due membri di "The Unstoppable Team" non danno loro attenzione e, con decisione, prendono la parola: comincia il tedesco, Fred.

FF: Qualche settimana fa, a "The End Is Near", sei superstar, tre team, si sono affrontati, dando vita ad una guerra senza esclusione di colpi: il Ladder War tag team match dello scorso mese è stato uno degli incontro più crudi, più violenti nella storia di questa disciplina, il più spettacolare della scorsa stagione; uno di quei match che ti fanno rimanere col fiato sospeso, colpo dopo colpo, ti ammutoliscono, perché cos'altro si può aggiungere a ciò che quei sei pazzi stanno facendo? Sigfried, Schmidt, Miller, Gates, Sean, me, tutti noi abbiamo messo le nostre carriere, le nostre vite in palio quella folle sera, tutto per la gloria, il successo, l'orgoglio; in quegli attimi è difficile pensare, non c'è un attimo di riposo, mentale, fisico, psicologico...ma, lo ammetto, per la prima volta ho cominciato a guardare i miei avversari da un'altra prospettiva; ho cominciato a guardarli con rispetto e, non mi vergogno a dirlo, anche con un po' di ammirazione, perché, alla fine, pur avendo diversi ideali e opinioni, condividevamo tutti lo stesso crudele destino, pativamo tutti gli stessi atroci dolori, combattevamo tutti per lo stesso fine, vincere...ma, poi, poi...

Il tedesco abbassa il capo e si ammutolisce, sospirando, poi, passato qualche secondo, preso un profondo respiro, riprende finalmente la parola.

FF: Poi è successo quel che è successo: come avevo preannunciato, i "campioni" e quegli altri due si sono coalizzati contro "The Unstoppable Team", contro me...quei...bastardi, quei figli di puttana, hanno cominciato a lanciarmi quelle fottute scale, seppellendomi sotto una montagna d'acciaio e mettendomi fuori gioco...ancora una volta lo sport ha perso...ancora una volta hanno giocato sporco e mi hanno ingannato...

Fred sospira.

FF: Ve l'avevo detto, ve l'avevo detto! Fin da quando ho debuttato qui, in TWC, prima Tidus, poi Brian, ora Brown, tutti hanno avuto come unico obiettivo me, la mia distruzione...e gli spiacevoli fatti di "The End Is Near" ne sono l'ennesimo lampante esempio: Brown ha inserito illegittimamente i "No More Heroes" nel NOSTRO match titolato solo per penalizzarci, favorendo quella squallida, indegna, infamante coalizione fra Miller, Gates, Sigfried e Schmidt contro di me...

Ancora una volta, Fred abbassa il microfono, ammutolendosi e chiudendo gli occhi, respirando profondamente; poi, passato qualche secondo, riapre gli occhi e riprende la parola.

FF: Tutto questo vi sembra giusto? Voi, il TWC Universe, dovreste parteggiare per lo sport, per il wrestling; perché allora rimanete in silenzio? Perché non insorgete contro questa sistematica e indecorosa cospirazione che non ha precedenti nella storia della nostra disciplina? Perché non fate sentire la vostra voce a favore di chi ha rispetto di questo business e lo vuole difendere ad ogni costo e contro ogni interesse privato? Perché non aiutate noi, "The Unstoppable Team", nella lotta contro Brown, contro tutti questi illegittimi campioni che si stanno impossessando della TWC e la stanno distruggendo? Perché?!

Il TWC Universe comincia a fischia Fred e Sean Morgan, c'è anche chi urla il nome del general manager, chi invece parteggia per i "No More Heroes"; "The Unstoppable Machine" abbozza un sorriso, il tedesco invece annuisce, serioso.

FF: Già, ecco il TWC Universe, l'equo, imparziale TWC Universe! Beh, "fan", ve lo dirò: mi fate schifo!

A questo punto il pubblico sommerge di fischi il tedesco, che nel frattempo continua a parlare.

FF: Voi continuerete a fare ciò che meglio credete sia giusto fare, continuerete a fischiare gli onesti e applaudire i disonesti, io, Fred, col nuovo anno rinnoverò la mia battaglia contro il male e tutti quelli che vogliono impossessarsi della TWC e distruggerla, la rinnoverò con maggiore impegno e dedizione; là dietro, ahimè, c'è molta gente che si è venduta, beh, sappiate che Fred non è in vendita, mettetevelo bene in testa: non mi piegherò a novanta gradi per soddisfare i porci e squallidi divertimenti di quello sporco e spregiudicato individuo che nella sua pericolosa corsa verso il potere è riuscito persino a mettere fuori gioco pure il latitante presidente di questa compagnia, a cui voglio solo dire...SVEGLIA!! Dove diamine sei?!! Non vedi, cazzo, che ti stanno portando via la tua compagnia, sotto i tuoi occhi?! Se non vuoi batterti, se anche tu sei diventata un'altra puttana del suo harem, beh, cazzi tuoi, lo farò io: la guerra fra il bene e il male prosegue, ci saranno vittime, ci sarà dolore, per tutti, alla fine, però, ci sarà uno e un solo vincitore...

Fred mostra uno sguardo deciso, annuisce, orgogliosamente alza verso il cielo il capo, non dando retta alla reazione del pubblico.

FF: Questa lunga e truculenta guerra, purtroppo, si è ritorta contro non solo me, ma tutti quelli che mi sono stati fedelmente vicini, come mio padre, il mio mentore, Mr. Fox Olon, e mio fratello, il mio compagno di team, Sean Morgan. E sarà così anche nelle prossime settimane, nei prossimi mesi, finché non vinceremo, perciò, prima di continuare, vorrei essere chiaro e chiedere a Sean se vuole continuare questa battaglia al mio fianco.

Ora Fred si rivolge verso Sean Morgan, che, in silenzio, con sguardo concentrato, ascolta le parola del tedesco.

FF: Sean, sai bene cosa rischi, ne hai avuto un esempio lo scorso mese, quando hai visto soffiarti via le cinture di campioni di coppia; perciò, non ti biasimerò se vorrai proseguire da solo, disinteressandoti di qualcosa che non hai iniziato, ma che ti ha pesantemente interessato; sappi solo che, qualunque cosa tu scelga di fare d'ora in poi, sarai sempre mio fratello, perché il nostro legame non verrà mai meno, perché nessuno potrà mai dividerci, nessun interesse...

Fred ora si zittisce, alla sua sinistra Sean Morgan rimane in silenzio, riflette un po', dopodiché prende la parola.

SM: Sono stati brutti giorni per me questi. Tu non immagini quanto sia brutto per me fallire e quanto sia difficile accettarlo, questo è tutto quello che ho. Nessuno la dietro nel backstage ha una motivazione sincera come la mia per venire qui ogni puntata e combattere contro qualcuno o anche solo per sparare stronzate davanti a questi idioti. Nonostante tutto, però, sono un uomo di parola.

The Orphan va faccia a faccia con Fred.

SM: Te l'ho detto chiaramente, ti sto dando una possibilità per rimediare a tutto ciò che mi hai fatto in passato e, per quanto mi sia dispiaciuto perdere a End Is Near, ritengo che possiamo ancora fare grandi cose assieme, perciò si. Sono con te.

Morgan fa l'occhiolino al compagno.

SM: Ricordo di essere stato io a proporti il Ladder War, sapevo a cosa andavamo incontro e mi ritengo comunque soddisfatto della nostra prestazione, abbiamo provocato dolore a tutti i nostri avversari e abbiamo definitivamente fatto capire a ogni persona presente in quell'arena quanto possiamo essere pericolosi.

Sean prende una pausa, mentre riceve i fischi del pubblico.

SM: This Is Just The Beginning! Già, perché il 2016 non sarà di certo l'anno della BDK Inc. e nemmeno dei No More Heroes, ma sarà l'anno del'Unstoppable Team. Guardateci, siamo il prototipo di team perfetto. Siamo atletici, siamo forti, siamo astuti, siamo affamati di vittorie e titoli e nessuno riuscirà a impedircelo. Fred Franke e Sean Morgan sono qui per restare, gente!

Fred sorride, annuendo.

FF: Questo, signore e signori, significa essere fratelli, qualcosa che voi non potrete MAI capire...grazie, fratello, grazie per la tua fiducia, che, lo giuro sulla mia testa, ricambierò quando noi, io e te, "The Unstoppable Team", diverremo i primi legittimi proprietari dei titoli di campioni di coppia del mondo della TWC e poi conquisteremo il mondo intero!!

Morgan annuisce, il pubblico rumoreggia, c'è chi fischia, chi invece preferisce rimanere in silenzio.

FF: Che lo vogliate o no, che piaccia a Brown, ai "campioni" o a quei due...come si chiamano...ah, già, i "No More Heroes"..."The Unstoppable Team" è più forte che mai e sta venendo a spaccarvi il culo...



Attenzione! La musica dei No More Heroes risuona nell'arena! la telecamera si porta rapidamente verso lo stage, dalla quale compaiono Shawn Gates e Travis Miller, entrambi armati di microfono.


I due si incamminano verso il ring, e nel mentre primo a prendere la parola è il wrestler di Inverness.

TM:Speravo davvero non ci costringeste a venire qua fuori stasera, ma parlo a nome dei No More Heroes e credo anche a nome di chiunque stia assistendo alla puntata in questo momento quando dico che per oggi abbiamo già dovuto sopportare fin troppo Fred.

Miller interrompe il discorso mentre lui ed il suo compagno si apprestano ad entrare nel ring per poi riprendere.

TM: Anzitutto non provare mai più nemmeno ad ipotizzare una nostra alleanza con Jaeger e la BDK, il solo pensiero mi disgusta. Ma questo è un favore che ti chiedo di fare a noi, alla fine la tua opinione sui No More Heroes non ha rilevanza, quello che è davvero importante è che tu faccia un favore a te stesso, renditi conto di aver perso.

Miller si ferma un attimo e poi ricomincia a parlare.

TM:Basta teorie cospiratorie, basta incolpare la dirigenza o qualsiasi altra idiozia tu stia cercando di imporre a te stesso. Dopo il match di The End is Near io ho passato una delle peggiori serate della mia vita, e credo che Gates possa dire lo stesso di sè, ma abbiamo accettato il risultato e da quello abbiamo ricominciato a lottare. A The End is Near la BDK ha vinto, di conseguenza i No More Heroes hanno perso, e ne siamo consapevoli, ma anche l'Unstoppable Team ha perso, e sono sicuro che sotto sotto anche Morgan ne sia consapevole. L'unico che è riuscito a credere a quelle teorie patetiche sei tu. Fred, hai perso.

Gates prende la parola.

SG: E' incredibile la tua immaturità Franke, davvero incredibile. Va bene non sapere accettare la sconfitta. E' normale, è una cosa che si impara col tempo provandola sulla propria pelle. Va bene anche incolpare qualcun'altro, è normale quando ti cade il mondo addosso. Ma arrivare ad ipotizzare una nostra alleanza con i tedeschi, beh, questo sfiora davvero il ridicolo. Cerchi continuamente giustificazioni Freddy, incredibile. Dai la colpa alla cospirazione, al general manager, a Philip Brian di agire scorrettamente quando meno di sei mesi fa hai rubato il main event di Night of Gold al nostro, ahimè corrente, campione di coppia. E tu, caro "german superman", dov'eri per impedire che Sigfried staccasse la cintura? Ah già, sotto un cumulo di scale. Cortesia del mio buon amico Travis, tra l'altro.

L'ex Gaty mette una mano sulla spalla di Miller, poi rivolge lo sguardo verso Morgan.

SG: Sean, io davvero non capisco come tu possa perseverare nel volerti fare infamare la carriera dall'alleanza con un individuo del genere. Voglio dire, non che tu sia una mente brillante, e anche se lo fossi stato credo che tutte le bottiglie che ti sei spaccato in testa abbiano sensibilmente ridotto il tuo QI, ma cazzo! Fred Franke? Davvero?! Di tutti i wrestler presenti sulla faccia della terra ti sei andato ad alleare con la più fastidiosa, arrogante, immatura palla da biliardo che abbia mai messo piede su un ring. "The Man With The Strenght of A Thousand Gorillas." Davvero? Credo che di una scimmia, il nostro Freddy, tu non abbia niente di più che il cervello. E forse la puzza. E i peli anche. No, la coda non credo proprio. Riguardo la passione per le banane non entro in merito. Ma sicuramente le analogie tra lui ed un gorilla non toccano affatto la forza fisica. Ora però, vorrei sentire che ha da dire il nostro spaccabirre preferito, perché sono una persona aperta e mi piace sentire l'opinione di tutti. A dire il vero no, però almeno mi faccio un po' di risate con le cazzate che sparate. Ah, e so che sarà difficile, ma vi prego: appena iniziate ad insultarmi, evitate la storia del vecchio, anche perché questo vecchio figlio di puttana vi ha preso a calci in culo a The End Is Near. Ad entrambi.

Sean Morgan rimane in silenzio, tenendo lo sguardo fisso su Gates, mostrandogli un'espressione seria. Anche Fred appare serioso, poi, però, sul suo viso compre un sorriso.

FF: Sean è saggio, molto più di quanto crediate; infatti è così saggio che non spreca il proprio tempo per rispondere a voi. Può sembrarvi un po' rude, istintivo, in realtà, lasciatevelo dire da chi lo conosce meglio di chiunque altro, è metodico, pensa prima di parlare, sa quel che fa; invece io agisco di impulso, non riesco a starmene zitto, non riesco a tacere quando due...BASTARDI, come voi, si riempiono la bocca di gigantesche puttanate, okay?!

Ecco che improvvisamente Fred si fa serio, lanciando sguardi funesti sia contro Miller sia contro Gates, verso cui ora si rivolge, ora sono faccia a faccia, il pubblico tutt'attorno rumoreggia.

FF: E tu, Gates, tu sei il peggiore! Già, perché quell'altro ha poco esperienza, anch'io sono giovane, anche Sean, tu invece, che ti piaccia o no, sei vecchio; tu, qui dentro, in TWC, dovresti essere un veterano...

Fred si interrompe, Gates lo osserva attentamente e in silenzio.

FF: Devo aggiungere altro? No, perché di veterani io ne ho conosciuti, parecchi, alcuni li ho affrontati, ne ho sconfitti molti, però non avevo mai incontrato qualcuno così...eccentrico...bizzarro...stravagante...una macchietta, sì, una ridicola e squallida macchietta, che tutti quelli che amano questo sport come il sottoscritto, dovrebbero schifare; forse loro, i fan, sono intorpiditi dai fumi e dagli alcolici, io no, io so distinguere la realtà, so vedere il vero Shawn Gates; forse hai passato un po' della tua roba a Miller, altrimenti non mi spiego per quale motivo il tuo compare insista nel sopportarti e nell'accompagnarti verso il declino che, sì, arriverà, presto, e coinvolgerà te, Miller e tutti quelli che ti circondano...comunque la TWNA era il posto ideale per te, del resto di fenomeni da baraccone ne abbiamo visti in abbondanza, qui, in TWC, però, sei un estraneo e, dopo aver fallito in TWNA, anche qui non vincerai niente, anche qui durerai meno di un anno, anche qui sarai cacciato a calci in culo...

Gates e Fred sono faccia a faccia, si scambiano sguardi di fuoco.

FF: Devo aggiungere altro, Gates?!

SG: Se pensi che quello che hai davanti a te in questo momento sia il Gaty che vedevi in TWNA quattro anni fa allora, Fred, non hai capito davvero niente. Quello che hai davanti a te non è un vecchio, è un fottuto veterano. Gente come te in TWNA non sarebbe durata cinque minuti. Per mettermi a tacere ci sono voluti tutti gli sforzi di tre fottuti Criminali armati fino ai denti; gente che i bimbi come te se li sarebbe mangiati a colazione. Non confondere Franke, i tempi della macchietta comica sono morti e sepolti. Quello che resta è un uomo con le palle gonfie per la presunzione di chi si crede qualcuno e nella sua vita non ha mai dimostrato niente. Io non ho niente da da perdere, dato che la vita ha già tolto alla mia carriera tutto quello che poteva. Se sono qui è perché ho avuto la forza di andare avanti in momenti in cui chiunque avrebbe abbandonato. Sono qui per fare quello che amo, quello che ho sempre amato e che sempre amerò fare. Purtroppo persevero nella mia testardaggine a confrontarmi con individui come te. Mea culpa. Mea fottuta culpa.

A questo punto, Travis Miller si fa avanti.

TM:Lascia perdere Shawn, l’unico modo per far capire le cose a Fred è tramite una scarica di legnate.

Dopo di che il Child of Ice fa per rivolgersi a entrambi i membri dell’Unstoppable Team, con uno sguardo feroce in volto, quando all’improvviso le luci si abbassano e assumono una tonalità intermittente, mentre sul titantron compare il logo della Bruderschaft Der Krahe Incorporated!

Immagine


E mentre il pubblico si inalbera e i quattro wrestler sul ring si girano scocciati verso lo stage, ecco che inizia a risuonare a manetta la theme d’ingresso dei TWC World Tag Team Champions in carica, “Superstar” Sigfried Jaeger e “The Hunter” Christophorus Schmidt.



Dopo qualche secondo, ecco sbucare dal backstage Jaeger e Schmidt, in borghese, armati di microfono e soprattutto con i loro titoli di coppia legati alla vita.

ImmagineImmagine


Mentre scendono la rampa sorridendo, ecco che Jaeger inizia subito a parlare.

SGF: Cut the music!

Il Corvo si avvicina al ring, dove quattro persone lo osservano malamente. Sigfried fa spallucce.

SGF: Eccoli qua, i nostri ex-avversari. Tutti riuniti sul ring a offendersi come al solito. Sapete, ci trovavamo nel backstage, e quando abbiamo visto quello che stava succedendo non abbiamo resistito. Dovevamo goderci lo spettacolo in prima fila. Proprio come usano fare i veri eroi. Sempre vicini all’azione. Sempre al centro dell’attenzione. Sì, cari i miei No More Humans, proprio così.

I due campioni di coppia salgono con calma i gradoni d’acciaio e si portano sull’apron.

SGF: Trovo comunque abbastanza triste vedervi qui a litigare e a comportarvi da bambini sminuendo l'enorme portata della vostra disfatta di End is Near. Cari miei, sarebbe ora che voltiate pagina una buona volta.

Jaeger passa le corde e finalmente è sul ring, con accanto l’imperscrutabile e minaccioso Christophorus.

Immagine


SGF: Per questo, io e Chris abbiamo deciso di venire qua a darvi una mano. Sì, cari Unuseful Team. Perchè i veri eroi si mettono sempre a disposizione della gente che si trova in difficoltà. E da quanto vedo, qui le cose vanno piuttosto male.

CS: E’ un disastro direi.

SGF: Giusto. Perciò ecco la soluzione: ad Alpha Horizon, Shawn Gates potrebbe benissimo regolare i suoi conti con Fred Franke, almeno così uno dei due la smetterà col solito blaterare interminabile. Mentre Sean Morgan potrebbe cercare di dimostrare una buona volta il suo valore contro il mio eterno nemico Travis Miller. Sì, sarebbe interessante, oltre che un modo decoroso di voltare pagina, per tutti quanti voi.

Lo sguardo di Sigfried poi si fa sarcastico.

SGF: Perchè non crederete mica di avere da noi altre chance per tentare di vincere nostri titoli di coppia, eh...

CS: Ah-ha. Niente chance.

Sigfried annuisce.

SGF: Ci avete sfidato, ci avete affrontato, avete fallito. Ora siete precipitati giù, sempre più giù, ancora più giù...

Il tedesco platealmente indica verso il basso, facendo scendere la mano fino a toccare terra. Poi si rialza.

SGF: Giù, giù, giù. Ovvero in fondo alla lista dei nostri sfidanti.

CS: E prima che possiate anche solo sognare nuovamente la possibilità di sfidare i campioni, dovrà passarne di acqua sotto i ponti.

SGF: Eh sì. Proprio così. Tanta, tanta, acqua. Un oceano direi.

Mentre i No More Heroes e l’Unstoppable Team scrutano cupamente i due tedeschi, questi continuano imperterriti a dileggiarli.

SGF: Orsù, ragazzi! Sù con la vita. Il mondo va avanti. Avete ancora tanto da dare al business. Pensate ai match che vi ho suggerito, non sono male per gente come voi. “Junior” potrebbe addirittura ringraziarmi, visto che prima dei match che contano gli ho trovato un paio d’incontri ideali per la pausa-cesso durante Alpha Horizon.

CS: Eh eh. Questa è buona.

Poi il Berlin Brawler si rivolge ai No More Heroes.

CS: E voi, scordatevi anche solo di sperare che il vecchio GM intervenga in questo momento per aiutarvi. Stavolta il coltello dalla parte del manico lo abbiamo noi e soltanto noi. Ergo niente rematch per voialtri.

Sigfried invece si volta verso l’Unstoppable Team, non prima di aver confermato con cenno del capo quanto appena detto da Christophorus.

SGF: Quanto a voi due, non vedo nemmeno perchè dovrei avere a che fare nuovamente con un bamboccio del west e un vile raccomandato. A tal proposito, Freddy, nemmeno un ritorno impossibile con pieni poteri del tuo adorato Mr. Fox Olon potrebbe sovvertire quanto è deciso da un mese. Senza i titoli di coppia il vostro sodalizio è già bello che morto ancor prima di consolidarsi.

Christophorus annuisce, poi aggiunge un carico da novanta.

CS: A proposito, come se la passa Olon in gattabuia?

Sigfried scoppia a ridere.

SGF: Già, è ben nutrito dai secondini il vecchio panzone? Poveraccio, magari in questo momento qualche avanzo di galera se la starà spassando con il suo grasso cul...

Per Fred Franke questo è troppo. Improvvisamente eccolo sferrare un pugno violentissimo al Corvo, che cade a terra e rotola fuori dal ring! Improvvisamente scatta la rissa generale tra lo strepitio dei fan! Vediamo Christophorus Schmidt tentare di colpire Travis Miller col suo bastone da passeggio, ma quest’ultimo schiva la mazzata, e dopo avergli rifilato un paio di teghe, lo rovescia fuori dal ring con una Clothesline. Shawn Gates fa per intervenire contro Fred, ma Sean Morgan gli si para davanti e gli sferra una violenta sberla. Tra i due scatta così uno scambio terribile di pugni a centro ring. Intanto Sigfried si è rialzato e tenendosi il volto barcolla via. Ma Fred Franke balza giù dal ring, incalzandolo. Il Corvo se ne accorge e scavalca le transenne, seguito dal German Superman. I due iniziano così a darsele di santa ragione in mezzo al pubblico impazzito del Manhattan Center. Quanto a Miller e Schmidt, vediamo il secondo colpire il Child of Ice in pieno volto con la sua cintura non appena questi si affretta ad abbrancarlo ai piedi del ring. Dopo di che il Berlin Brawler si ritira sullo stage. L’infuriato Miller, un taglio visibile sulla fronte, lo segue fin sotto il titantron, dove i due riprendono a colpirsi a vicenda. E con le immagini della rissi generale e selvaggia che si sta svolgendo per tutta l’arena, noi andiamo di corsa in pubblicità. Spot per noi! Don’t. Change. The Channel.





Up Next: Leon Black Vs. Travis Miller


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 15/01/2016, 22:34 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting


Immagine


Miller si presenta sullo stage e si ferma ad osservare il pubblico, per poi procedere lungo la rampa. Il Child of Ice arriva di fronte al ring, si sposta verso le scale ed appoggia il piede destro sul primo gradino. Dopo qualche secondo sale fino all'apron ed entra nel ring preparandosi al match.



Immagine


E il secondo ad arrivare è Leon Black, il World Heavyweight Champion, cintura in spalla e sorriso da una parte sola come al suo solito. Il pubblico, come da tradizione piano piano diventa silenzioso, mentre il campione alza il titolo sopra la testa, tendendo il braccio. Dopo qualche istante poi lo lascia cadere, mentre, come al solito il pubblico è al reparto effetti sonori.

Booooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooom!


Il gigante sorride al pubblico e si avvia verso il ring, riposizionandosi il titolo sulla spalla. Un cameraman gli si avvicina, e, essendo ripreso da vicino, il gigante dice qualcosa.

LB: Home Sweet Home!

Black spinge via con una mano la telecamera e si arrampica sui gradoni, per poi salire sul paletto. In piedi il gigante alza il più possibile la cintura, annuendo alla telecamera. Il punto più alto che un uomo da solo potrà raggiungere con un titolo, come più volte ha ripetuto. Il gigante salta giù e sorride Miller, che risponde con un cenno della testa. Poi si avvicina a Jessica Rose e la saluta con uno scambio di baci sulle guance. Infine osserva l’arbitro Thomas Kiley, che annuisce. La annunciatrice indica gli angoli ai due, poi prende il microfono.

JR: Introducing first the challenger, in the right corner, from Inverness, Scotland, he stands one houndred ninty centimeter tall, weighing 95 kilograms, he is The Child of Ice, Travis Miller!

Miller alza un braccio, prendendosi la reazione mista da parte del pubblico.

JR: And his opponent, in the left corner, from Chicago, Illinois, he stands 7-feet-2-inch tall, weighing 392 pounds, he is the current reign and first ever TWC World Heavyweight Champion, the Unglorified Legend, Leon Black!

Il gigante, sollevando il titolo sopra la testa, annuisce e fa segno a Miller di farsi sotto. Kiley si avvicina e prende la cintura da Black e la fa vedere a Miller, che annuisce, poi la mostra ai quattro lati del ring. Infine la consegna a Jessica Rose, che scende dal ring, e fa segno al timekeeper, che fa suonare la campanella.

Singles Match for the TWC World Heavyweight Championship:
Leon Black© Vs. Travis Miller


Here we go! I due ex compagni dello State of Anarchy si osservano, poi si avvicinano e si chiudono in un clinch. Breve sforzo di Miller per resistere alla spinta, poi viene trasportato fino alle corde. I due si appoggiano, poi grazie alla spinta lo scozzese spinge verso l’altro lato il gigante, si butta a terra, costringendo Black che è rimbalzato a continuare la sua corsa, e si rialza. Solo per subire uno Shoulder Block. Miller finisce a terra e il campione del mondo lo colpisce con un Jumping Foot Stomp. Schienamento rapido. 1… No. Miller alza la spalla destra. Black lo chiude in una Headlock, piantandogli il mento sulla testa. Miller prova a rialzarsi in posizione eretta, ma il suo avversario gli impedisce la cosa con una serie di pugni sul volto. Gomitate sulla schiena e poi Mat Slam. Il gigante si rialza in piedi e sorride, sgranchendosi il collo e dirigendosi verso le corde. Black incita il suo avversario e gli fa segno di rialzarsi. Running Clothesline! Il gigante rimbalza alle corde, sorridendo, poi connette una Discus Clothesline. No, Miller si abbassa e tenta uno Spinning Kick, ma Black lo blocca con gli avambracci e connette con una serie di pugni allo stomaco dell’avversario. Miller indietreggia. Standing Dropkick del gigante. La Unglorified Legend scatta in piedi e si inchina al pubblico, mentre il Child of Ice si rimette in ginocchio e si rialza con l’aiuto delle corde. Miller fa segno a Black che vuole un’altra prova di forza. Il gigante si avvicina e i due si chiudono in un clinch. Judo Takedown di Miller, che butta a terra il suo avversario, poi il Child of Ice corre verso l’angolo, si gira e connette una Cut Down to Size!

Immagine


Pin. 1… No. Black sbalza letteralmente via Miller e si rialza subito. Dropkick del wrestler di Inverness, che poi prova a chiudere il gigante in una Headlock. Black si libera rapidamente dalla presa e chiude il suo avversario in un Hammerlock. Miller prova a liberarsi con una serie di gomitate, ma Black le evita e connette con una Knee Backstabber colpendo anche il braccio del suo avversario. Miller rotola via, mentre il gigante sorride, si avvicina afferrandogli il braccio. Roll Up! 1…2… No, Black si libera ed è in piedi prima di Miller. El Mago Reluciente!

Immagine


The Knight si mette in piedi e alza il braccio destro, tenendo indice, medio e anulare alzati. Black fa segno a Miller di rialzarsi, poi lo afferra e lo lancia con una Irish Whip contro l’angolo. Il gigante urla qualcosa.

LB: Scottish Whip.

Poi si avvicina e colpisce il suo avversario con una serie di cinque Uppercut all’angolo. Renzokuken connesso. Miller barcolla in avanti e Black non si fa pregare. Back Body Drop. Atterraggio doloroso per Miller, che lancia un grido. Black si asciuga il sudore dalla fronte con le fasce che ha sulla mano sinistra, poi si avvicina al suo avversario e lo chiude in una Surfboard Strech. Miller urla qualcosa che non afferriamo, ma mette un piede sulle corde. Thomas Kiley si avvicina, avvisando il campione della cosa. Black lascia la presa e si allontana dal suo avversario. Il membro dei No More Heroes si rialza utilizzando le corde e Black lo afferra. Tentativo di Suplex da parte del Cavaliere, ma Miller mette una gamba in mezzo a quelle dell’avversario, impedendogli di completare il sollevamento ed inizia a fare forza a sua volta. Black però non si stacca da terra e colpisce il suo avversario con un pugno sugli addominali e tenta nuovamente un Suplex. Il lottatore scozzese mette per la seconda volta la gamba fra quelle del suo avversario e gli impedisce di sollevarlo. Tentativo di Suplex di Miller, che però non riesce nuovamente a sollevare il suo avversario. Black prova nuovamente il sollevamento, ma Miller lo blocca per l’ennesima volta con una gamba. Travis poi prova con poca convinzione un sollevamento, poi sospira. Sacrifice! Black barcolla all’indietro. Sacrifice! Il campione del mondo arretra ancora. Sacrifice! Leon non sa più dove si trova. Sacrifice! Sacrifice! Sacrifice! Anche Miller sta visibilmente barcollando, ma tenta una ennesima testata. In Memoriam! Uno di quegli impatti che ti ricordi la mattina dopo. Tentativo di Piledriver di Black, ma Miller colpisce il suo avversario con un pugno negli addominali, rimette i piedi a terra. SACRIFICE! Uno sprizzo di sangue parte dalla fronte di Miller, ma Black cade a terra. Miller cerca di rimettersi in equilibrio, e non senza una certa difficoltà ci riesce, poi guarda la posizione di Black, si tuffa alle corde.

Immagine


Redemption a segno! Miller mette un braccio sul petto di Black. 1…2… No! Black alza la spalla sinistra, mentre il Child of Ice non ci vuole credere. Il lottatore di Inverness si pulisce il sangue dalla fronte con un sospiro e prova a rialzarsi prima del campione, che si sta mettendo in ginocchio. Miller si butta alle corde, ma Black è più rapido e al rimbalzo lo lancia in aria. Miller atterra malamente e il gigante si butta alle corde. Leg Drop! The Knight si rialza sbuffando e afferra il suo avversario e lo colpisce con una serie di ginocchiate alla schiena. Finito di colpirlo lo rialza e lo lancia alle corde. Blitzkrieg! No, Miller passa sotto il gomito del suo avversario e connette con un Gatykick! Black barcolla e Miller urla, sanguinante, con tutto il fiato che ha nei polmoni.

Immagine


Gates of Hell! Pin. 1…2...3! NO! Black alza le spalle. Miller non ci crede e prova ad alzarsi. Ma il campione del mondo lo afferra al collo e inizia a rialzarsi con lui. Requiem! No, Miller salta alle spalle del campione. Gatykick! Ma Black blocca il colpo con un pugno, spingendo il piede del suo avversario verso il basso, poi schiva un braccio teso e respinge uno Spinning Kick con gli avambracci. Miller rimane fermo per un istante e Black ne approfitta scaricandogli addosso una serie di pugni. Il Child of Ice barcolla, ma Black non si ferma né al decimo, né al cinquantesimo pugno, ma solo al centesimo. Fury of an Houndred Punches! Miller cade a terra, e Black si guarda le nocche, controllandone lo stato. Poi inizia a togliersi le bende. Quando ha finito lancia tutto fra il pubblico e aspetta che Miller si rialzi. Il Child of Ice è in piedi e Black tenta di afferrarlo. Il lottatore di Inverness evita la presa e connette un calcio alle gambe di Black. Il campione finisce in ginocchio. Redemption! No! Black non cade e tiene sopra di se Miller, iniziando a rialzarsi. Powerbomb! No, Miller trasforma tutto in una DDT! Il Child of Ice e il campione sono stremati, ma Miller è il primo a rialzarsi, e infatti afferra la testa di Black. Mark of Light!

Immagine


Black schiena all’improvviso. 1…2…3! Il campione del mondo mantiene il suo titolo.

Spoiler:
The Winner of this match: Leeeeeeeeeeeeeeeeoooooooooon Blaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaack!


Leon Black recupera la sua cintura e festeggia con il pubblico, mentre Travis Miller si rialza barcollando. I due si squadrano per qualche istante, poi Miller tende la mano al gigante, che la stringe. E su i due che si stringono la mano, noi andiamo in pubblicità.

Up Next: The Maaaaaaaaaain Event.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 15/01/2016, 22:39 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
TWC Indoor War #22 torna in onda, in diretta dal Manhattan Center. Jessica Rose è al centro del ring, pronta ad annunciarci il prossimo incontro della serata.

Immagine


JR: The following contest is a Triple Threat Match and it's a twenty minutes Ironman Match for the TWC Fifteen Championship!

Boato del pubblico, mentre la prima theme song risuona nell'arena.



Immagine


Quella di Vincent Cross! Il Biker arriva sullo Stage in sella ad una delle sue spettacolari moto! la lascia sullo Stage, dando chiavi e catene ad alcuni addetti, per poi dirigersi verso il Ring sotto le note della sua Theme. Salito sul Ring alza le braccia al cielo appoggiandosi alle corde, ricevendo un'ottima reazione del pubblico! Ed ora si mette al centro del Ring in attesa dei suoi avversari...

JR: From Nashville, Tennesse, he is the Challenger: the Hell Biker, the Fearless, Vincent Cross!



Immagine


E' il turno di Jack Keenan, che fa il suo ingresso sullo stage. Qui il Pain Deliverer si ferma per qualche secondo, si mette in ginocchio ed osserva il ring, in silenzio: si alza poi di scatto e si dirige verso il quadrato, facendo un po' di stretching al collo. Arrivato sull'apron, Keenan si ferma di nuovo per osservare il suo ex rivale, Vincent Cross: gli punta il dito addosso, poi annuisce e, con un sorriso beffardo sulle labbra, entra sul ring oltre la terza corda.

JR: From Atlanta, Georgia, he is the Challenger: the Pain Deliverer, the Pain Incarnate, Jack Keenan!



La entry music del campione risuona nell'arena e Nick Carroll compare sullo stage!

Immagine


Il bostoniano ha gli occhi chiusi e la testa rivolta verso terra, poi solleva lentamente il volto e contemporaneamente allarga le braccia. Qualche istante dopo Nick inspira profondamente, apre gli occhi e annuisce.

JR: And from Boston, Massachussets, he stands six feet tall, weighing one hundred and eighty-three pounds, he is the TWC 15 Champion: the Engineer, the Brain Damager, Nick Carroll!

Nick batte con le mani sulla cintura che porta alla vita, poi aizza la folla alzando e abbassando ripetutamente le braccia. Il pubblico risponde con un boato e Carroll sorride, avviandosi verso il ring. I tre contendenti si guardano in cagnesco per qualche istante, poi il campione consegna la cintura all'arbitro Simon DeJano, il quale la alza al cielo e la consegna a Jessica Rose. Qualche secondo e DeJano fa suonare la campanella.

20 Minutes Iron Man Triple Threat Match
TWC 15 Championship
Nick Carroll (C) vs Jack Keenan vs Vincent Cross


Si comincia! 19:59 alla fine del match a partire da ora! Subito Carroll si avventa su Cross con dei pugni veloci al petto! Il Biker è colto di sorpresa ma riesce a spingere via il campione, che finisce contro Keenan! I due rivali di Cross si guardano in cagnesco, per poi iniziare una furibonda rissa! Carroll sembra stia per avere la meglio, costringendo Keenan all'angolo, ma arriva il biker che lo prende per le spalle e lo lancia con forza contro l'angolo! Brutta botta di schiena quella di Carroll, mentre Cross e Keenan si scambiano per un secondo un gesto di intesa... Cross si lancia dunque contro Carroll con un Corner Splash, a segno! E subito tiene fermo il campione, lanciandolo contro il proprio avvocato, che lo asfalta con la STO(P me if you can)!

Immagine


Collaborazione tra l'avvocato e il proprio cliente che dà dei buoni frutti! Ora i due spingono Carroll fuori ring, e possono riprendere la questione rimasta in sospeso tra loro due! Cross spinge Keenan al centro del Ring, ostenta sicurezza... Ceffone del wrestler della Georgia alla faccia di Cross! Il biker reagisce immediatamente prendendo Keenan per le spalle e colpendolo con una violenta testa che lo fa arretrare! L'avvocato rimbalza alle corde, e così il Fearless al Rebound può prenderlo e sollevarlo sopra la sua testa, Gorilla Press Slam a segno! Keenan ruzzola per terra, Cross si sente come un bambino che gioca con una palla e torna a prendere per le gambe il proprio avvers- attenzione, Killshot di Keenan dal nulla, l'avvocato si è rimesso in piedi e a stordito Cross con un potente calcio! Il biker barcolla, e così il suo avversario può approfittarne per correre alle corde e stenderlo poi con un Modified Slingshot!

Immagine


Splendida manovra di JK che ora schiena velocemente l'avversario! 1, 2, no! Cross esce dallo schienamento alzando la spalla! Notiamo intanto che mancano 18:15 alla fine del match, che inizio di incontro! Jack si rimette in piedi e corre contro le corde, connettendo quindi con l'Hyper Elbow Drop su Cross per non farlo rimettere in piedi! Altro schienamento da parte del Wrestler della Georgia, 1, 2, e niente da fare, Vincent Cross esce dallo schienamento un'altra volta... Ma Keenan non ha tempo di rimettersi in piedi che viene preso per le gambe da Nick Carroll fuori Ring! Il campione trascina fuori uno dei suoi sfidanti, per poi sbatterlo contro le balaustre! Brutto colpo alla schiena dell'avvocato, che ora viene inchiodato con una DDT fuori Ring del campione! Carroll colpisce l'avversario con qualche altro calcio, urlandogli contro qualcosa di indefinibile, tornando poi sul Ring per concentrarsi sullo sfidante più grosso, ossia Vincent Cross, che stava iniziando a rimettersi in piedi! Pugni di Carroll al volto del biker, seguiti da altri violenti e veloci colpi di avambraccio, e quindi da alcuni calci al volto! Il careless subisce il pestaggio dell'avversario, ma stoicamente non va giù! Carroll corre contro le corde cercando di colpire il rivale con una Clothesline, ma Cross si abbassa ed evita, riuscendo a rimettersi in piedi! Prova lui quindi una corsa contro le corde, ma al Rebound viene frenato dal Low Dropkick del rivale alla propria gamba sinistra!

Immagine


Cross va di nuovo giù e il campione ne approfitta per colpirlo con altri devastanti stomp! Lo costringe all'angolo e continua la sua sottile opera di distruzione, per poi allontanarsi... Running Corner Clothesline connessa dall'Engineer, che poi inizia a colpire Cross con pugni al volto contati dal pubblico! Carroll si prende del tempo per dire qualcosa a Cross, probabilmente qualche insulto... Ma ecco che il Biker lo spinge via, facendolo cadere dalle corde su cui si era appoggiato! Cross lo colpisce quindi con un Big Boot devastante che lo prende dritto sul volto, e poi anche il Biker cade stordito a terra per i colpi subiti negli ultimi minuti! Cross si rimette in piedi per primo usando le corde, abbastanza velocemente comunque, per poi andare a prendere il rivale... Ma attenzione, Jawbreaker del campione su Cross! Entrambi sono nuovamente a terra, e l'ingegnere va a riposarsi seduto all'angolo per pensare ad un piano probabilmente... Ma ecco che nel Ring torna Keenan, che salta su Cross, che era a carponi per cercare di rialzarsi, e connette su Carrollc on un tanto meraviglioso quanto devastante Low Corner Dropkick!!

Immagine


BOATO DEL PUBBLICO! Keenan ha fatto sfoggio delle sue tecniche aeree, ed ora va a schienare il 15 Champion! 1, 2, Cross interrompe lo schienamento colpendo il proprio avvocato alla schiena! Carroll aveva comunque alzato la spalla. Il Biker stringe la testa del Pain Deliverer in una Facelock, iniziando a rialzarsi insieme a lui... Subisce delle gomitate da parte dell'avvocato che gli fanno perdere la presa! Keenan prova a colpire Cross con un Enzugiri Kick ma il Biker riesce a parare il colpo con la mano sinistra, quindi colpisce anche Keenan con uno dei suoi Big Boot! Cross a questo punto vede entrambi i rivali a terra, sorride quasi maleficamente... E va a sollevarli, prendendoli prima di peso e poi, una volta in piedi, li prende ambo per la gola! Cross ride, e quindi stende entrambi con la propria Crash, in versione doppia!

Immagine


Cross schiena Keenan: 1..... 2....... no! Il biker non perde tempo e prova allora a schienare Carroll: 1..... 2...... kick-out anche da parte del bostoniano! Vincent Cross scuote la testa, ma non desiste: con un paio di pestoni spinge Keenan fuori dal ring, poi osserva il 15 Champion, ancora sdraiato a terra, guarda il timer sul titantron, che ci dice che sono passati poco più di 6 minuti dall'inizio del match, quindi va a sistemarsi all'angolo ed a caricarsi per la Street Speed, muovendo il braccio destro in avanti. Cross aspetta che Carroll sia di nuovo in piedi, parte... ma l'ingegnere lo accoglie con un Superkick!! Il biker rimane in piedi, ma è evidentemente stordito: Carroll potrebbe forse capitalizzare, ma Keenan, appena rientrato nel ring, lo anticipa, prendendo alle spalle l'ex rivale e lanciandosi contro l'angolo, per poi, di rimbalzo, provare una Chaos Theory, proprio come a TEiN... se non fosse che Carroll è ancora a centro ring e, quando Keenan ha appena effettuato la capriola all'indietro che vorrebbe far seguire dal German Suplex, lo ferma bloccandolo a sua volta all'addome. Il Pain Deliverer non riesce così a connettere la mossa e, soprattutto, Cross si libera dalla presa, si gira, prende Carroll alle spalle... Double German Suplex di Cross!!!

Immagine


Keenan, scagliato più lontano, rotola direttamente fuori ring, Cross può allora occuparsi di Carroll, che va a schienare. 1...... 2........ non basta ancora. Il biker non perde tempo, rialza subito il bostoniano e si sistema la sua testa fra le gambe, chiamando a gran voce la Deadly Bomb: non riesce però nemmeno a sollevare l'avversario, che esce dalla posizione scomoda spingendosi all'indietro e subito si lancia in avanti per una Jumping DDT. Carroll riesce ad afferrare il collo di Cross, ma il gigante non va giù: riesce a rimanere in equilibrio e spinge via il 15 Champion, che finisce direttamente alle corde. Cross cerca di passare al contrattacco, ma prontamente Nick Carroll abbassa le corde ed il wrestler di Denver finisce fuori ring, sbattendo tra l'altro la testa contro l'apron ring. Carroll sale allora subito sulla terza corda e, in condizioni di equilibrio precario, gli si lancia addosso con un fantastico Crossbody! Entrambi i wrestler crollano al tappeto, ma non passa troppo tempo prima che siano nuovamente in pieno... giusto in tempo per essere investiti da un nuovo attacco volante, questa volta portato da Keenan con una Somersault Plancha!

Immagine


Subito dopo l'atterraggio, Keenan riesce a rimettersi subito in piedi, appoggiandosi all'apron: non sono altrettanto fortunati i due avversari, che rimangono a terra. Il Pain Deliverer osserva la scena per un paio di secondi - mentre il nostro cronometro segna che manca poco alla fine della prima metà del match -, poi solleva Carroll giusto per lanciarlo oltre il tavolo dei commentatori. Ora rialza invece Cross e lo spinge dentro il ring, dove va a raggiungerlo un attimo dopo: il biker riesce comunque a rimettersi in piedi prima che l'ex rivale lo raggiunga ed ora i due si trovano faccia a faccia. Tra Cross e Keenan volano sguardi infuocati, mentre il pubblico, intorno a loro, pare scaldarsi sempre di più. Dopo una buona decina di secondi, Keenan sorride e indica prima Cross, poi sè stesso, urlando al biker qualcosa come "you and me again": Cross pare annuire, poi, contemporaneamente, i due iniziano a colpirsi con una serie di pugni ravvicinati e rabbiosi: non c'è un vero e proprio scambio, pare più di assistere ad una rissa, che dura per un'altra decina di secondi prima che i due si stacchino. Gli ex rivali tornano a squadrarsi, poi si avvicinano di nuovo, forse sta per partire un nuovo scambio di colpi... ma Carroll evita che accada, piovendogli addosso con un Double Missile Dropkick.

Immagine


Nick Carroll si rialza con un kip-up ed ora pare on fire: Cross e Keenan sono in ginocchio e lui colpisce prima il biker con un pugno, poi il Pain Deliverer, poi il biker, poi il Pain Deliverer, poi il biker, poi il Pain Deliverer... ma, tutto ad un tratto, Carroll si volta per l'ennesimo colpo ed entrambi sono in piedi, mentre lui si trova nel mezzo. Il bostoniano guarda prima l'uno, poi l'altro: entrambi hanno lo sguardo fisso su di lui. Carroll allora tenta il tutto per tutto con un Superkick su Keenan, ma il wrestler di Atlanta gli blocca il piede con le mani e parte un violento pestaggio a due ai danni di Carroll. Il 15 Champion cerca disperatamente di difendersi, ma i colpi arrivano da due parti contemporaneamente e lui ha presto la peggio: Keenan riesce a bloccarlo a terra e, da questa posizione, Cross lo inchioda al tappeto con una serie di pestoni ed un Leg Drop. Non è finita qui: Keenan rialza bruscamente Carroll e lo lancia verso Cross, che con una Release Sleeper Suplex lo scaglia verso l'angolo opposto! Forse per forza di volontà, forse per inerzia, Carroll in qualche modo riesce a rimettersi in piedi, ma viene investito dalla Kill Keenan Kill! Il bostoniano rimbalza contro il turnbuckle, non cade ancora... STREET SPEED DI CROSS!!

Immagine Immagine Immagine


Ma attenzione, Jack Keenan senza il minimo preavviso afferra alle spalle Cross e lo lancia fuori ring! Il Pain Deliverer si butta poi a peso morto sopra Carroll, l'arbitro conta: 1........ 2........ 3! Quando mancano meno di nove minuti alla fine, Keenan mette a segno il primo punto del match. Come da regolamento, l'arbitro allontana Keenan da Carroll per lasciargli 30 secondi per rifiatare: nel frattempo, Keenan colpisce Cross, ancora fuori ring, con una Baseball Slide, mandandolo ad impattare violentemente contro le balaustre. Sono passati i 30 secondi, il Pain Deliverer rialza rapidamente l'esanime Carroll, lo solleva, Pain Delivery a segno!!

Immagine


Secondo punto in arrivo! 1........ 2....... Cross non ci sta! Il biker trascina via Keenan e poi lo spedisce tra il secondo ed il terzo turnbuckle, facendolo finire contro il paletto. Cross ne approfitta allora per buttarsi su Carroll: 1....... 2......... 3! Cross pareggia il conto con Keenan, mentre Carroll rimane indietro di un punto rispetto ad entrambi, quasi 13 minuti sul cronometro. L'arbitro concede di nuovo i canonici 30 secondi al campione, che, forse con uno sprazzo di lucidità improvviso, rotola fuori ring, restando poi immobile, sdraiato a terra, vicino al tavolo dei commentatori. Nel frattempo, sul quadrato Keenan si è rimesso in piedi e, tenendosi la spalla, con cui ha colpito il paletto, torna faccia a faccia con Vincent Cross: il gigante sogghigna, poi mostra due dita a Keenan; il Pain Deliverer annuisce a sua volta, poi i due si lanciano nuovamente l'uno contro l'altro, colpendosi con grande foga, quasi alla cieca. Dallo scambio di colpi esce vincitore Cross, che riesce a prendere per un braccio Keenan, Irish Whip verso le corde, ma il biker resta piegato per lo slancio che ha dato e, di rimbalzo, il wrestler di Atlanta lo colpisce con un gran calcio alla testa: Keenan si lancia allora di nuovo in corsa di rimbalzo dalle corde, ma Cross anticipa le sue intenzioni, prendendolo in corsa per la collottola e lanciandolo oltre le corde; Keenan riesce però ad atterrare sull'apron e da quella posizione colpisce l'avversario con una sorta di Enzeguiri Kick che lo fa arretrare; cerca di approfittarne subito, lanciandosi dalle corde con uno Springboard Forearm... ma Cross si abbassa ed evita, poi lo abbranca alle spalle e prova un German Suplex... no! Keenan atterra in piedi, aspetta che il suo avversario si volti e mette a segno il Best Dropkick Ever! Cross non cade a terra, bensì arretra per il colpo fino alle corde... e dal nulla connette con un Bicycle Kick!

Immagine


Scambio di counter rapidissimo tra i due, Cross ora prova ad ottenere uno schienamento che sarebbe con ogni probabilità decisivo, ma il conto dell'arbitro si ferma al 2. Vincent Cross pare contrariato dalla cosa, ma mancano poco più di 5 minuti, non ha tempo da perdere in proteste e lo sa benissimo: costringe Keenan a rialzarsi e posiziona la testa dell'avversario fra le sue gambe, impostando la Deadly Bomb: per la seconda volta consecutiva in questo match, però, l'avversario riesce a sfuggirgli spingendosi all'indietro, in questa occasione con così tanta foga da rotolare fino all'angolo. Cross cambia allora strategia e attacca con uno Splash all'angolo, ma Keenan lo intercetta alzando la gamba: il biker rimane parzialmente stordito e Keenan, salito sul secondo turnbuckle, cerca di approfittarne per connettere una Diving Swinging DDT. Cross rimane però in equilibrio e, con Keenan ancora aggrappato al suo collo, cerca di trasformare la manovra in una Suplex contro il turnbuckle: il Pain Deliverer non ci sta, riesce a liberarsi e, con un paio di Chop ben assestate, costringe l'avversario all'angolo. Si lancia poi all'angolo opposto, poi di rimbalzo corre verso Cross e mette a segno la Corner Clothesline! E poi il Pelè Kick! Keenan ora cerca di portare al terreno l'avversario con uno Snapmare, per continuare la Lethal Combination, ma Cross riesce a spingerlo via... Keenan però non demorde, si lancia di nuovo in corsa, KKK A SEGNO!!

Immagine


Cross barcolla, ma non cade: Keenan allora torna all'angolo opposto e prende la rincorsa per la terza volta di fila... ma il biker questa volta si fa trovare pronto e lo afferra per il collo! Tuttavia, prima che Cross possa impostare la sua Crash, Keenan lo colpisce all'altezza del gomito e se lo carica sulle spalle... ma non riesce a sostenere il peso del gigante, che allora scivola alle sue spalle. Da questa posizione Cross gli prende una mano, lo fa girare su sè stesso, lo tira a sè... ma Keenan si abbassa, evitando la Street Speed, raggiunge di nuovo l'angolo opposto, nuova rincorsa... seconda Kill Keenan Kill a segno!!! E questa volta Cross è a terra! Keenan tenta subito uno schienamento, 1........ 2.......... Cross alza una spalla! Keenan, incredulo, colpisce con un paio di pestoni l'avversario, poi supera il suo corpo e, dandogli le spalle, inizia a salire, fino ad arrivare sulla terza corda: Keenan si carica, è pronto per saltare... ma il biker, alla disperata, riesce a rialzarsi ed a colpirlo al ginocchio, facendogli perdere quasi del tutto la stabilità. Cross si prende un attimo di respiro, poi osserva il cronometro, che segna meno di 3 minuti alla fine: un sorriso gli attraversa il volto e anche Cross sale sulla terza corda... GERMAN SUPLEX!!!

Immagine


Keenan si affloscia al terreno, Cross non deve fare altro che coprirlo! 1......... 2............. kick-out! Cross rimane in ginocchio, scuotendo la testa, con le mani nei capelli: lentamente ed inesorabilmente, il biker si rialza, sempre lo sguardo fisso sul suo avvocato. Poi lo afferra per il capelli, avvicina il suo volto a quello dell'ex rivale ed urla che la chiuderà come a The End is Near... e infatti si mette in posizione per una Suplex e chiama la Road End! Cross solleva Keenan praticamente a peso morto... ma il Pain Incarnate riesce a tornare con i piedi per terra: il biker allora ci riprova, ma questa volta con una gamba Keenan arpiona quella dell'avversario, vanificando il suo tentativo. Alla disperata, Keenan colpisce con una ginocchiata all'addome l'ex rivale... lo ha sollevato, I know it Hurts chiusa per pochissimo!!!

Immagine


Un minuto e mezzo al termine, Keenan si muove carponi verso Cross per andare a schienarlo...

Immagine


CURB STOMP! Carroll rientra sul ring dal nulla e connette la mossa fiondandosi a tutta velocità sull'avvocato! Il campione va a rialzare Cross e lo imbraccia per la Shutdown... NO! Il Biker spinge via Carroll contro le corde... Superkick dell'ingegnere! Il Fearless non cade, bensì rimbalza a sua volta sulle corde e tenta la Street Speed! NO! Carroll evita e si gira, trovando Cross in posizione perfetta per la Last Thought! Connessa!

Immagine


Schienamento: 1... 2... 3! Situazione di parità assoluta tra i tre contendenti, quando manca meno di un minuto al termine! Nick scalcia Vincent fino a farlo rotolare fuori ring, per poi rivolgere la sua attenzione a Keenan, rimasto esanime a terra durante l'ultimo minuto. Carroll fa per intrappolare il braccio del Pain Deliverer tra le sue gambe, ma con le ultime forze Keenan si porta in ginocchio e connette con dei pugni all'addome del Brain Damager! Uno... due... tre... Roundhouse Kick del campione! Carroll lo rimette immediatamente in piedi e... Shutdown! Shutdown connessa!

Immagine


Il titantron segna cinque secondi al termine, Carroll si butta su Keenan: 1... 2... e 3! Proprio all'ultimo secondo! Nick Carroll vince sopravanzando gli avversari con due cadute avvenute negli ultimi istanti dell'incontro!

JR: Here’s your winner and still TWC 15 Champion... NIIIIIIIICK CAAARROOOOOLL!

L'arbitro consegna a Carroll la sua cintura, mentre il bostoniano scivola fuori dal ring, esultando per la sua prima difesa titolata. Nick arriva nella zona dello stage, continuando a festeggiare col pubblico, mentre sul ring Keenan si rimette in piedi. Il volto dell'avvocato è deformato dalla rabbia, Jack punta il dito contro Carroll e lancia un urlo verso il campione:

Keenan: THIS ISN'T OVER!

Per tutta risposta Nick alza ancora al cielo la sua cintura e ritorna nel backstage sorridendo in maniera beffarda. Keenan rimane immobile sul quadrato per qualche istante, poi sbuffa, scuote la testa e si incammina anche lui verso il backstage. Nel frattempo anche Cross si riprende e torna sul ring. Il Biker si guarda intorno con espressione crucciata, mentre il pubblico lo applaude per la sua prestazione...


Spoiler:
.... MA IMPROVVISAMENTE VIENE COLPITO ALLA SCHIENA CON UN CHAIR SHOT!!


Immagine


SIMON B! SIMON B. E' SUL RING E HA COLPITO VINCENT CROSS CON UNA SEDIA!

Il pubblico fischia mentre il pestaggio furioso di B ai danni di Cross con la sedia! Il Who You Want to B ride di gusto, godendosi la sua superiorità... Quindi poggia la sedia sul mat e afferra Vincent Cross, mettendolo in posizione per la sua Whisper In The Grudge... Ma si avvicina, sussurrandogli qualcosa all'orecchio...

SB: Just Buisness... Reginald.


E QUINDI CONNETTE CON LA WHISPER IN THE GRUDGE SULLA SEDIA!

Immagine


Cross è svenuto, non si muove! Il pestaggio di Simon B sembra aver ottenuto il suo effetto, ma perché ha fatto tutto ciò!? Con questo interrogativo noi vi salutiamo! Alla prossima puntata!


CM-Cena, Il Capitano, Dims, Elban Rattlesnake
The Hawk, straight edge savior, SimoAF, Il Ragazzo Woo Woo, Stevester, Phil is Wrestling, Christian, Simon, hbkbestfan, KTW, NotOnlyWWE & Woo Woo Man


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 15/01/2016, 22:44 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
Immagine


Le immagini ci portano nel backstage dove vediamo Chris Drake che si sta dirigendo verso l'uscita dell'arena.

Immagine


The Wild Dragon cammina a passo moderato mentre porta con se il suo borsone, ma Ally Sullivan, microfono alla mano, lo intercetta.

Immagine


Ally: Chris... Chris...

Mr. TWD si volta con sguardo compiaciuto.

C.Drake: Sì dolcezza?

Ally: Nella puntata di Indoor War appena terminata hai prima annunciato che non ti ritirerai dal wrestling lottato, e poi hai interferito nel match di ritorno di Andy Moon facendolo qualificare per la Chamber Of Annihilation. Potresti spiegarci i motivi che ti hanno spinto ad aggredire Andy garantendogli un'occasione d'oro per divenire primo sfidante per il TWC World Heavyweight Championship a War Of Change II?

The Predator sorride in maniera beffarda.

C.Drake: Mi ero scordato che il match era valevole per la qualificazione alla Chamber Of Annihilation e quindi ho attaccato Moon senza pensare alle conseguenze.

Ally: Davvero?

C.Drake: No Ally! Mica sono un demente come Tyler Nolan che agisce a caso.

Ally: Allora perché hai attaccato Andy di fatto facendogli un favore?

C.Drake: Perché sono The Predator, ed un predatore ha la capacità di scegliere la sua preda, pazientare in attesa che essa sia vulnerabile ed infine colpirla. Andy Moon contro Big Black Boom, riflettici Ally... Entrambi mi hanno fatto un torto, il primo assalendomi quando ero ferito sia fisicamente e sia mentalmente, e l'altro abbandonando Glorious Revolution durante Samantha Hart contro Elektra Kellis venendo meno ai piani concordati in precedenza. Ora, come ho già detto alla Brudershaft Der Kowards, io ringrazio di aver perso quel match poiché quella sconfitta mi ha permesso di aprire gli occhi e rimettere insieme i pezzi infranti della mia psiche, ma il fatto che sia i crucchi e sia il Moron In A Mask abbiano pensato di potermi mancare di rispetto è una cosa che non posso lasciar correre.

The Legend In The Making sorride.

C.Drake: Boom ha voluto negarmi la possibilità di divenire campione mondiale ed io gli ho restituito il favore, What Goes Around Comes Around.

Ally: E per quanto riguarda Andy Moon?

C.Drake: Moon e le sue amichette hanno deciso di aggredirmi quando ero ferito compiendo il fatale errore di lasciarmi capace di camminare ancora. Adesso ne subiranno le conseguenze, e bada bene che l'aggressione che ho fatto ai danni di Andy è solo un antipasto di ciò che ho in serbo per lui.

Ally: Ciò non toglie che lo hai avvicinato ad un match per il TWC World Heavyweight Championship a War Of Change II.

The Real One accenna una risata.

C.Drake: Davvero pensi che Andy Moon possa vincere la Chamber Of Annihilation?! Già se i suoi avversari fossero stati Tyler Nolan, Samuel Nolan e qualche altro zozzone le sue possibilità avrebbero rasentato lo zero, ma dal momento che ci sono io in quella gabbia le sue possibilità sono nulle.

Ally: Chris... Tu non sei qualificato per la Chamber Of Annihilation...

C.Drake: Ma lo sarò presto zuccherino. Vedi Ally, io sono un uomo che non si arrenderà fin quando non avrà conseguito il proprio destino, e per tanto quando al prossimo Indoor War salirò su quel ring il mio avversario farà meglio a non presentarsi se vuole evitarsi un pestaggio a regola d'arte. Una volta qualificato entrerò nella Chamber Of Annihilation con lo scopo di vincerla avvicinandomi di un match al mio coronamento come TWC World Heavyweight Champion, e per mio puro diletto voglio Andy Moon presente in modo da potermi vendicare sia fisicamente grazie alle insidie presenti dentro la Chamber e sia psicologicamente rendendolo spettatore privilegiato della mia più grande vittoria.

The Best In The Business sorride compiaciuto.

C.Drake: What Goes Around Comes Around... Eh eh eh...

Il Woodbury Made fa l'occhiolino verso Ally per poi avviarsi verso l'uscita del Manhattan Center.

/-----------------/


Le immagini mostrano i corridoi del backstage del Manhattan Center, poco dopo il termine dell’ultima spettacolare puntata di Indoor War.

Immagine


Qui vediamo il classico andirivieni di official e addetti ai lavori, tuttavia ben presto l’attenzione si focalizza su un gruppo di individui che camminano spediti, guardando male tutti quelli che incrociano, i quali spesso e volentieri girano al largo.

ImmagineImmagineImmagineImmagine


Si tratta ovviamente della Bruderschaft Der Krahe Incorporated al gran completo. Con in testa i cupissimi Sigfried Jaeger e Christophorus Schmidt, il gruppo si ferma a ogni incrocio di corridoi, guardandosi intorno, finché Jaeger non punta il dito indicando una persona.

SGF: Hey tu! Si, dico proprio a te Alan Taylor. Vieni qua, ti dobbiamo parlare!

La BDK Inc. si avvicina all’Executive Vice President/Director of Talent Relations, che deglutisce e si rimette a posto gli occhiali con un gesto istintivo.

AT: Ehm, ditemi pure. C’è qualche problema?

CS: Certo che c’è un problema. Anzi, molti problemi! Dì un pò, ma tu le puntate le segui?!

Prima che la situazione precipiti, Jaeger alza una mano.

SGF: Senti, Vicequalcosa. Quello che vogliamo sapere, con urgenza, è dove diavolo s’è cacciato “Junior”. Dobbiamo parlargli. Adesso.

AT: Mah, non so. Se non è nel suo ufficio, vuol dire che se n’è andato non appena conclusa la puntata direi.

SGF: Beh, nel suo ufficio non c’è. Abbiamo sfondato la porta ed era vuoto.

Spoiler:
Immagine


AT: Co-cosa?! Avete invaso l’ufficio del General Manager. Ma-ma è una gravissima violaz...

Gunther Schmidt si affianca a Taylor e gonfia i poderosi bicipiti.

GNT: Perchè? Tu ha problema?

Alan Taylor inizia a sudare freddo.

AT: Mh-No. Credo che il signor Brown possa gestire la cosa da solo...

L’Hunter dà un buffetto sulla guancia di Taylor.

CS: Bravo! Vedo che ne capisci.

Sigfried infine taglia corto.

SGF: Se nei prossimi giorni vedi “Junior”, riferiscigli che la BDK Inc. lo cerca per fare due chiacchiere su Alpha Horizon, gente da punire e altro. Tra due settimane noi usciamo di casa e torniamo qui. E se non si farà vivo, oppure oserà utilizzare il suo patetico servizio corrispondenza o il nuovo galoppino Black per parlarci, potrebbero capitare cose brutte.

Il Corvo fissa negli occhi Taylor.

SGF: A molte persone... A presto, Vicequalcosa.

Dopo di che Sigfried gira i tacchi e se ne va, seguito dagli altri.

CS: Alla prossima, Taylor.

Brunild fa spallucce verso Taylor.

BND: Now, you know.

Gunther chiude alla sua maniera.

GNT: Auf Wiedersehen, Alano!

La BDK Inc. si allontana rapidamente, avvicinandosi ad Ally Sullivan, che vediamo camminare verso di loro con un mezzo sorriso di circostanza.

Immagine


La ragazza prova inutilmente a intervistare i quattro, che però neanche la calcolano se si allontanano discutendo tra loro in lingua tedesca per non farsi capire. Allora Ally si gira verso Taylor, che tuttavia scuote il capo e se ne va sbuffando. E le immagini sfumano.

/-----------------/


Immagine

Ci troviamo all'interno del Manhattan Center di New York City, dove si è appena concluso il ventiduesimo episodio di Friday Night Indoor War, il primo della seconda stagione della TWC. Veniamo accolti da una bellissima e raggiante Ally Sullivan, che, armato di microfono, è pronta per questa esclusiva intervista.

AS: Gentili signore e signori, ecco a voi il mio ospite, "The Captain" Fred!

Immagine

Alla destra della bellissima Sullivan, fa la sua comparsa uno dei due membri di "The Unstoppable Team", Fred. La giovane intervistatrice, un po' imbarazzata, lancia un fugace sguardo verso il tedesco, che, serio, annuisce, rivolgendosi poi direttamente verso la telecamera.

AS: Fred, stanotte, nel primo episodio della nuova stagione di Friday Night Indoor War...

..."The German Superman" alza la mano destra, interrompendo bruscamente Ally Sullivan, il cui volto è ormai viola.

FF: Stanotte, Sigfried Jaeger e Christophorus Schmidt hanno oltrepassato il confine, di nuovo: a "The End Is Near" loro hanno vinto la battaglia, presto noi vinceremo la guerra. Una guerra che loro hanno cominciato, presto terminerà, tutta questa merda finirà. Ovunque, qui, regna il caos, vige un regime anarchico. Non ci sono regole, non ce'è lealtà, non c'è più giustizia. E' arrivato il momento che questa follia cessi: da stanotte, qui, vige la legge marziale. Nessuno si dovrà più sentire in diritto di fare quel che vuole. Ogni ingiustizia, ogni parola venuta a meno sarà duramente punita. C'è bisogno di Ordine, Disciplina, c'è bisogno di qualcuno che prenda in mano la situazione. Questa è stata l'ultima notte in cui i traditori rimarranno liberi e impuniti. Quella di domani sarà l'Alba di una nuova era: sarà instaurato un Nuovo Ordine, innalzeremo un Impero, detteremo le regole, saremo i padroni del nostro e altrui destino.

Fred rimane in silenzio, poi riprende la parola.

FF: Jaeger, Schmidt, quei titoli che con tanta viltà portate in spalla, diverranno presto il nostro bottino di guerra...benvenuti all'Alba dell'Impero, il nostro Impero...

Detto ciò, Fred lancia una severa occhiata verso la Sullivan, che, alzato lentamente il volto tremante, ricambia, quindi si allontana, lasciandola sola.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 438 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 23, 24, 25, 26, 27, 28, 29, 30  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Matt Thunder


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it