Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 438 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 30  Prossimo
  Stampa pagina

TWC - Friday Night Indoor War (#01 - #24)
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 05/01/2015, 20:35 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
Immagine

TWC Friday Night Indoor War è il principale nonché unico show della Total Wrestling Corporation. Il programma va in onda ogni due settimane al Venerdì. Durante i vari episodi di Indoor War i personaggi della TWC sono protagonisti di segmenti attraverso i quali vengono avviate o proseguite le rivalità o le storyline che poi sfoceranno negli special event, i grandi eventi organizzati a intervalli irregolari; inoltre, al termine di ogni puntata va in scena un match, il main event, che mette a confronto due o più superstar.
La scrittura del main event sarà affidata ogni volta ad un utente differente in modo che col passare del tempo ciascuno possa cimentarsi nella scrittura di match senza però rendere pesante l'impegno di ciascuno; sette o dieci giorni prima di ogni show gli amministratori manderanno tale incarico ad uno degli utenti che dovrà scriverlo e inviarlo entro e non oltre il Mercoledì che precede la pubblicazione di Indoor War. Chiunque tra i giocatori attivi può avere un segmento con protagonista il proprio personaggio all'interno di ogni episodio, a patto che invii tale contribuito ad uno degli amministratori della TWC entro e non oltre la sera del Mercoledì della settimana in cui viene postato lo show. Tutti i contribuiti inviati oltre questo limite verranno inseriti nell'episodio successivo, cioè due settimane dopo.
In questo thread gli amministratori della e-fed pubblicano tutti gli episodi di TWC Friday Night Indoor War, mentre a nessun'altro è consentito postare; gli utenti potranno commentare le puntate qui.


Ultima modifica di NotOnlyWWE il 26/02/2016, 21:02, modificato 4 volte in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night's Indoor War
MessaggioInviato: 30/01/2015, 19:09 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/01/2012, 11:12
Messaggi: 3706
Immagine


Immagine


Cari amici telespettatori, benvenuti al Manhattan Center di New York City, dove tra pochi minuti si terrà l’attesissima puntata d’esordio di Indoor War, lo show che metterà sulla mappa del wrestling mondiale una nuova e avvincente federazione, la Total Wrestling Corporation, guidata dal giovane e rampante presidente Philips Brian!

Immagine


Come vedete, nei giorni scorsi si son formate file gigantesche per accaparrarsi gli ultimi biglietti messi in vendita per l’evento made in TWC, che ha fatto registrare il tutto esaurito in ogni ordine di posto.

Immagine


Le immagini ora si spostano all'interno del mitico Manhattan Center, che vediamo straripare di fan pronto a tifare e/o fischiare i nuovi beniamini della federazione di New York. Possiamo notare inoltre nei pressi della loro postazione, i commentatori ufficiali della TWC, Jacob Price e Michael Campbell

ImmagineImmagine


I due sono intenti a conversare e a fare foto con i fan nelle file dietro il tavolo di commento.

Spoiler:
Immagine


E vediamo ora la telecamera fare una bella carrellata tra le file a bordo ring, mentre il pubblico si scatena esultando, ma attenzione, ci sono anche degli importanti ospiti vip in prima fila!

ImmagineImmagineImmagine


Si tratta nientemeno che di “Superstar” Sigfried Jaeger e dei suoi compari della BDK, la Bruderschaft Der Krahen! Vediamo infatti anche il colossale Gunther “The Hound” Schmidt e la mortifera Brunild “The Armbreaker” Wagner seduti accanto al wrestler tedesco. Il gruppo fino a poco tempo fa faceva parte della famigerata Total Destruction Pro Wrestling, la federazione indie hardcore di Phoenix. I tre stanno facendo casino tra i fan brindando con lattine di birra tedesca e sgranocchiando pop corn, ma appena si accorgono di essere inquadrati, eccoli sghignazzare e tirare patatine verso l’operatore per poi mettersi la mano al petto e gridare “We, the Bruderschaft!” subito imitati dai tifosi che gli stanno attorno. Saranno venuti a godersi lo spettacolo oppure c’è qualcosa di grosso? Di sicuro qui gatta ci cova...


Ci siamo, il video stacca e torna a inquadrare il titantron e l’arena dall'alto, allacciatevi le cinture amici, perché Indoor War sta per iniziare, ma solo dopo un giretto nel backstage! La telecamera vaga per i corridoi, finché non trova una porta leggermente aperta. Entra dentro e trova....

Immagine


Ma quello è Vincent Cross, uno dei primi atleti della TWC! Il Biker, ben noto nei circuiti indie per la sua forza e voglia di lottare, non è stato pubblicizzato in alcun match per questa puntata. Forse è per questo che è qui nel Backstage? Il Biker infatti, con una TV davanti poco distante, è seduto su un divano - chissà dove lo avrà preso -. la TV è accesa proprio sul Network che trasmetterà l'odierna puntata di Indoor War! Cross, pacco gigante di popcorn alla mano, guarda verso la camera...

Cross: Well, hello buddies! Penso che sappiate chi sono, dopotutto di Vincent Cross c'è ne è solamente uno, ma non sottolineamo l'ovvio. Piuttosto, cosa ci faccio qui? Attendo.

Cosa intende dire?

Cross: Vedete, conosco poco dei miei futuri avversari qui, quindi... Vediamoli in azione! Dopotutto, la puntata sta per iniziare ora.

Il Biker si siede sul divano e si mette in posizione comoda....

Cross: Divertitivi, io farò il tifo per l'unica persona che lo merita: me stesso! And that's it!

Cross fa ciao con la mano, per poi iniziare a guardare la TV mangiando Popcorn! Friday Night Indoor War sta per iniziare!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night's Indoor War
MessaggioInviato: 30/01/2015, 20:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/01/2012, 11:12
Messaggi: 3706
Immagine

And Now From Manhattan Center, New York City, New York, TWC presents Friday Night's Indoor War!

Immagine


Immagine


Signori e signore, questa notte si scrive un'altra pagina nel grande libro del wrestling, benvenuti al prestigioso Manhattan Center, benvenuti al primo episodio di TWC Friday Night Indoor War! Dopo i fuochi d'artificio che hanno illuminato lo stage, una folla di appassionati applaude e urla sugli spalti, mentre al centro del quadrato è presenta la Ring Announcer di Indoor War, Jessica Rose!

Immagine


JR: Welcome to TWC Friday Night Indoor War!!!!!!

Boato d'euforia da parte del pubblico!

JR: E ora date un caloroso benvenuto al presidente della Total Wrestling Corporation, Mr. Philips Brian!!!!!!


Immagine

L'uomo che si cela dietro la TWC e Indoor War, The Presidente Philips Brian fa il suo ingresso in scena, accolto dalla calorosissima e affettuosissima reazione del pubblico; Brian sorride e stringe le mani degli spettatori presenti immediatamente dietro le balaustre, dunque raggiunge il ring dove s'accentra armato di microfono.

PB: Benvenuti al primo episodio di TWC Indoor War!!!!!!!!

Boato da parte del pubblico.

PB: Wow, WOW! Che atmosfera, che pubblico, che brividi! Questi sono i momenti nei quali penso, "bravo, Brian, hai fatto la scelta giusta!", perché sì, è vero, aprire questa federazione mi è costato fatica e soprattutto denaro, ma l'affetto e la passione che mi state dimostrando, vale più di ogni altra cosa.

"Thank You, Brian!! Thank You, Brian!!".

PB: Grazie, grazie mille!

PB: Stanotte inizia il lungo cammino della Total Wrestling Corporation, un'assoluta novità nel panorama mondiale del Pro Wrestling, che saprà essere originale e unica, distaccandosi dalle varie WWE, TNA, etc.,etc....... Per fare ciò, c'è bisogno di una giusta figura; io sono un uomo d'affari, sono un appassionato di wrestling, ma non so come gestire uno show; perciò ho cercato e trovato l'uomo più idoneo a traghettare Indoor War verso gli ambiziosi traguardi che vuole raggiungere questo programma: signori e signori, fan di wrestling, accogliete insieme a me, il general manager di TWC Indoor War, l'ex World Champion Tidus!!!!!!!!


Immagine

TIDUS E' QUI!!! Il fondatore della TWNA nonché il suo primo World Champion entra in arena, armato di occhiali da sole e accolto dal delirio della folla del Manhattan Center! "TIDUS! TIDUS! TIDUS!". Il neo General Manager di Indoor War raggiunge il ring dove immediatamente stringe affettuosamente la mano a Philips Brian il quale dopo avergli ceduto il microfono, esce di scena, lasciando solo Tidus che dopo aver assaporato l'incredibile atmosfera che lo circonda, prende la parola.

TI: .................

TI: .................

TI: .................I'M BACK!!!!!!

Un boato d'entusiasmo si solleva sugli spalti.

TI: Nella mia carriera ho fatto di tutto: ho fondato una federazione di wrestling, prima ne sono diventato il volto, poi il primo World Champion e infine una leggenda entrando nella Hall of Fame. Ho raggiunto con successo tutti gli obbiettivi che un pro wrestler possa desiderare di raggiungere; allora, che diamine ci faccio qui?

TI: Una volta ritiratomi definitivamente dalle scene, sono tornato a casa, ho provato a fare il marito e il padre affettuoso, ma la verità è che ogni singola notte non riuscivo a trovare riposo, mentre nella mia mente si susseguivano ininterrottamente le immagini della mia gloriosa carriera; la verità è che io non sono adatto a fare il padre di famiglia, non sono adatto a rimanere seduto su un divano, a coccolare mia moglie e i miei figli, io sono una superstar, io sono un wrestler!

TI: In verità, il filo che lega me e il wrestling è indistruttibile, eterno, un filo che mai nessuno potrà spezzare, nemmeno io stesso; perciò sono tornato, sono tornato per riassaporare quest'atmosfera, l'entusiasmo della gente e l'adrenalina che scorre su questo ring da combattimento. Ho accettato la proposta di Philips, perché credo in questo progetto, perché credo che grazie al lavoro mio e del presidente, e grazie al talento che c'è là dietro e che potrete assaporare da stasera, questa federazione possa diventare un punto di riferimento importante nel panorama del pro wrestling, colmando il vuoto creato dalla chiusura della TWNA. Ora cominciamo!

TI: Stasera, ho in mente un gran bello spettacolo per aprire questa avventura, perciò.........


ImmagineImmagine

.......entrano in scena Fred e il suo manager Mr Fox Olon! Il pubblico appare molto infastidito tanto che sommerge di fischi il New York Guy e il suo assistito, mentre sul ring Tidus lancia loro un'occhiataccia, anch'esso assai irritato da questa interruzione inaspettata. Il lottatore di origini tedesche insieme al suo manager salgono ora sul ring: Fred va faccia a faccia con l'ex World Champion, mentre Mr Fox Olon, sorridente, comincia a parlare.

FO: Il mio nome è Mr Fox Olon, e sono molto, molto dispiaciuto di averti interrotto, signor general manager, mio caro e vecchio amico, Tidus.

FO: Mi dispiace davvero, ma avevo una gran voglia di presentare al pubblico e al mondo intero l'uomo che prenderà le redini di questo show, l'uomo che ogni due venerdì salirà su questo ring e combatterà fino alla vittoria, il volto della Total Wrestling Corporation, "The Man"; signori e signore, vi presento The German Superman, The Perfect Wrestling Machine, The Future Legend of Pro Wrestling, Fred!!!!!

Fischi e insulti si scagliano contro il lottatore tedesco che trionfante solleva il braccio davanti allo sguardo disgustato di Tidus.

FO: Il mio cliente è affamato di vittorie fin dal primo giorno, fin da quel piovoso giorno nel quale, dopo l'ennesimo litigio avuto coi suoi genitori, scappò di casa e cominciò a vagare di città in città, apprendendo l'arte e i segreti del wrestling, disciplina in cui era un divinità in Germania, sua terra d'origine, una terra che ad un certo punto divenne troppo piccola per chi come lui aveva più alte aspirazione, e così emigrò qui, negli Stati Uniti d'America; ora è pronto a far un passo in avanti, ora è pronto a diventare il numero uno al mondo!

FO: Un tempo al mio fianco c'era un gigante: io e lui abbiamo raggiunto la vetta di questo business, abbiamo conquistato qualsiasi titolo e qualsiasi campione in circolazione, io e lui eravamo i migliori al mondo, nessuno poteva sconfiggerci; poi, però, quel grosso e grasso gigante ha deciso di prendersi tutto il merito delle nostre imprese, mi ha ripudiato, mi ha abbandonato, mi ha tradito, e allora, da buona newyorchese, da buon business man, mi sono preso la rivincita, offrendo al gigante una equa sfida col mio assistito, The Superman Fred, e lui, divenuto vulnerabile senza la mia presenza, ha fallito, cadendo sotto i colpi micidiali di questo superuomo tedesco!

FO: Ora quel gigante grasso e grosso è scomparso dalla circolazione, forse morto, forse disperso, chi lo sa, sicuramente afflitto, distrutto fisicamente e mentalmente dalla più grande sconfitta della sua carriera, mentre io, io che nella mia vita ho sempre, sempre e solamente vinto, sono qui, felice e sorridente, con al mio fianco lui, il capostipite di una nuova generazione di lottatori, una macchina da combattimento invulnerabile, il re del wrestling, un dio in terra, Fred!!!

TI: Ok, ok!

Il general manager prende la parola.

TI: Fan di wrestling, ecco il dio del wrestling!

Il pubblico ride rumorosamente, innervosendo Fred e il suo manager.

TI: Va bene, dio, visto che mi pari determinato al massimo, vediamo di che pasta sei fatto: stanotte avremo Fred, il volto della TWC secondo Mr Fox Olon, contro chi invece si prenderà la vetta di questa compagnia seconda la mia umile opinione. Preparati per la guerra, Fred, perché non hai la minima idea di ciò che ti aspetta!

Detto ciò, tra l'ovazione del pubblico il general manager abbandona il ring, lasciando soli Fred e Mr Fox Olon: il primo si mostra assai determinato e pronto ad affrontare la sfida che lo aspetta stasera, il secondo annuisce, fiducioso delle potenzialità del suo assistito.
Piccola pausa e poi si riparte!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night's Indoor War
MessaggioInviato: 30/01/2015, 20:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/01/2012, 11:12
Messaggi: 3706
Ben ritrovati a questa puntata, la prima, di TWC Friday Night's Indoor War. Ci troviamo nel backstage dell'arena dove si sta svolgendo lo show e vediamo che le immagini ci portano in una parte deserta dell'arena dove troviamo quello che probabilmente è uno dei wrestler che compone il roster della neonata TWC.
Il wrestler nota la telecamera e inizia a rivolgersi ad essa.

Immagine


CS: Willkommen Sie in der Schmidt Welt, se non sapete il tedesco vuol dire Welcome in the Schmidt's World.
Il mio nome è Christophorus Schmidt e come avete potuto capire provengo dalla gloriosa nazione della Germania, dalla gloriosa città di Berlino ma sfortuna vuole che io provenga dalla periferia della suddetta città, sfortuna per voi e non per me ed ora a voi e ai miei colleghi spiego il perchè.

Il tedesco si mette a sogghignare per poi continuare la sua presentazione.

CS: Se siete andati sul sito della TWC e avete letto la mia scheda saprete che io provengo da una famiglia povera, per riuscire a campare dovevamo fare molti sacrifici e per riuscire a guadagnare il necessario i miei genitori hanno rischiato di mettersi nei guai e molte volte ci sono finiti.
Con il crescere mi sono accorto di tutto lo schifo che era la periferia di Berlino, dove per non morire dovevi abbassarti allo stesso livello di quella feccia che si proclamavano uomini, feccia che mi aveva portato allo stesso suo livello.
Più passavano gli anni e più mi mettevo nei guai con la giustizia però un bel giorno arriva la cosiddetta ancora di salvezza che mi ha portato dove sono ora: il wrestling.
Dopo essermi diplomato e guadagnato quello che mi serviva per lasciare Berlino e venire qui negli USA per continuare la mia passione e dopo un anno eccomi qui in TWC.

Schmidt si toglie gli occhiali e poi riprende il discorso.

CS: Una cosa devo ammetterla.
Nel profondo dell'anima a far male alla gente io ci trovavo un perverso di senso di goduria, di soddisfazione ma sapevo pure che avrei rischiato tutta la vita chiusa in carcere prima o poi e questo è un'altro motivo per cui ho iniziato la carriera di wrestler, il farlo in maniera legale ed essere pagato profumatamente per farlo.
Il German Nightmare o Berlin Brawler, chiamatemi come volete, vi lascia con un piccolo avvertimento: die Jagd ist.
Per voi ignoranti significa The Hunt Is On.

A questo punto Christophorus Schmidt esce dall'inquadratura e le immagini sfumano, tempi bui si preannunciano già in TWC con questo inquietante personaggio.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night's Indoor War
MessaggioInviato: 30/01/2015, 20:38 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/01/2012, 11:12
Messaggi: 3706
Rieccoci tornati dopo il nostro secondo break pubblicitario. Poco fa abbiamo appreso che più tardi Fred affronterà un avversario misterioso, scelto dal GM Tidus: chi dei due riuscirà a fare un netto passo avanti verso il diventare l'uomo immagine della federazione?



Ed a proposito di volti della compagnia, ecco... un coniglio?!?

Immagine


I due commentatori Price e Campbell spiegano che si tratta di "The Sweetest superstar you've ever known" White Rabbit, l'idolo di tutti i bambini, il quale arriva sullo stage cantando e saltellando, accompagnato da un gruppo di tipi vestiti in modo strampalato che lo incitano, battendo le mani ed invitando il pubblico a seguirli, senza ottenere tuttavia granchè esito.

Immagine


Rabbit & co. ricevono un benvenuto da parte dei presenti all'arena a base di sonori fischi, d'altronde si sa che il pubblico di NY, quello del Manhattan Center in particolare, è uno dei più difficili da conquistare. Il buffo "wrestler" si dirige verso il ring insieme alla sua comitiva in preda all'euforia, nonostante i "booo" provenienti dagli spalti. Una volta nel quadrato, addirittura è il momento di un balletto francamente imbarazzante...

Immagine


La situazione degenera e prima di continuare a ballare "normalmente", non mancano atti osceni...

Immagine


Dopo qualche minuto di pura agonia, finalmente la musica si stoppa e Rabbit si fa passare un microfono dalla bellissima Jessica Rose, la quale non crede nemmeno lei ai propri occhi e pare addirittura un filino imbarazzata.

WR: It's funny time!



Attenzione! Le note dei Metallica risuonano all'interno del palazzetto e la gente esplode in un boato di approvazione: pur non sapendo ancora di chi si tratta, sono evidentemente lieti del fatto che se non altro l'allegro siparietto potrebbe essere terminato in favore di qualcosa di più serio ed attinente al wrestling.

Immagine Immagine


Sotto al titantron appaiono due losche figure, identificate dalla coppia al commento come il noto wrestler, nonchè trainer, canadese di origini hollywoodiane, Krakatoa, armato di Singapore cane ed in compagnia della sua non meno misteriosa moglie Jessica. I due si baciano prima di percorrere la rampa; non sono soli però, infatti poco dietro di loro s'intravedono i loro scagnozzi, "le faine" Greasy e Psycho.

Immagine Immagine


WR: Uh, che bello, dei nuovi amici!

I quattro giungono al capezzale della banda di disadattati, tra la qual folla si nascondono in mezzo persino dei tizi strambi che offrono ai nuovi arrivati delle birre e del fumo, oltre che presumibilmente della droga, invitandoli a prendere parte alla festa. Krakatoa passa la kendo stick alla consorte e strappa il microfono dalle "zampe" dello sbigottito Rabbit.

K: Spiacente, sono in servizio.

Le faine, allora, invitano caldamente tutti quanti ad uscire dal ring, spingendoli qua e là, mentre Krakatoa passa maldestramente il mic alla Rose attraverso le corde, si avvicina al coniglietto, un po' impaurito, e gli sussurra qualcosa all'orecchio, dopodichè questi inizia a tremare vistosamente ed addirittura viene preso per la gola! Il pubblico impazzisce!

Immagine


Chokeslam a segno! A bordo del quadrato, gli amici di White Rabbit hanno le mani nei capelli, perché nonostante gli effetti delle numerose sostanze assunte si rendono conto di quello che sta accadendo. Le faine fanno cenno a Jessica di sgomberare e la ragazza lascia dunque il campo al marito ed all'animale, non prima però di aver lasciato a terra la mazza. La ragazza ed i due sottoposti chiamano a gran voce un arbitro, il quale arriva di gran carriera... si tratta perciò di un match ufficiale, anzi del primo storico match di sempre ad Indoor War! Il direttore di gara Drake Wuertz ordina di far suonare la campanella... pronti, partenza, via!

Krakatoa vs. White Rabbit


The Sweetest superstar you've ever known giace ancora al suolo, nel frattempo il suo avversario parlotta all'ufficiale di gara, il quale pare spaventanto e viene convinto ad essere di manica larga, dunque sarà difficile vedere una qualche squalifica... quindi raccoglie da terra la mazza da kendo ed iniza a colpirlo brutalmente più volte su tutto il corpo!

Immagine


Il povero coniglio è steso inerme, avrà subito circa chissà quante legnate, letteralmente. Krak lo afferra per le orecchie e lo colpisce a ghigliottina da dietro sul collo usando la Singapore cane con una violenza impressionante, in seguito a ciò lo posiziona in ginocchio. The Rabbit lo implora di smetterla e di avere pietà, ma ottiene come risposta un cenno negativo del capo e, anzi, al contrario arriva lo stesso un clothesline terrificante, infatti Krakatoa prende la rincorsa, rimbalza sulle corde, e lo stende con un Lariat agghiacciante!

Immagine


Il nativo Saskatoon, nel Saskatchewan (Canada) rilancia l'oggetto contundente ai suoi assistiti, rianima l'animale ferito e procede con una body slam, prima di uscire momentaneamente sull'apron per dirigersi in cima al paletto di sostegno. Il malvagio wrestler mascherato è in piedi in bilico sulla terza, pronto ad eseguire il suo particolare Diving Leg Drop.

Immagine


Toontown Jam connessa! Krakatoa volendo potrebbe aver già chiuso le ostilità, in quanto il suo nemico non sembra avere più forza, ma evidentemente preferisce infierire e non lo schiena, anzi rimessosi in posizione eretta fa un cenna alla moglie, la quale annuisce compiaciuta, mentre Greasy e Psycho cercano qualcosa sotto al ring per passarlo al loro capo... e trovano un tavolo! La folla gradisce ed approva in pieno l'operato della crew mascherata in nero e verde, intanto Krak tira sù The Rabbit e va a segno con l'estaTWIST!

Immagine


Il dominatore assoluto della battaglia apre ambedue le gambe del tavolo e lo monta nelle vicinanze di uno dei quattro angoli del perimetro di gara, poi trascina anche il rivale lì nelle vicinanze e si siede sul paletto, appoggiando i piedi sulla seconda corda... cosa diavolo vorrà fare? White Rabbit viene sollevato e subisce una SPINEBUSTER ATTRAVERSO IL TAVOLO!!! Mille pezzi di legno e ferro ora sono sparsi nei dintorni ed il pubblico canta "Holy shit! Holy shit! Holy shit!", se l'obiettivo dell'opener era quello di scaldare gli animi.. beh, c'è riuscito! Il coniglio ormai è ridotto ad un colabrodo, ma l'avversario decide ancora di non schienarlo. Krakatoa lo aiuta ad alzarsi ancora una volta prendendolo per le orecchione da animale e gli rifila la propria finisher.

Immagine


Judgment of Doom! Forse ci siamo, è finita davvero, d'altronde questa è una delle manovre migliore dell'arsenale del Krak, se non la numero uno, la sua mossa finale. Drake conta: 1... 2... e 3!!! Krakatoa trionfa al suo debutto qui in TWC!

JR: The winner of this match is KRAAAAKAAAAAATOAAAAAA!!!!!!!!!!!

L'altra Jessica zittisce la Rose e raggiunge il marito soddisfatta. I due si baciano davanti al corpo esanime del coniglio, ma la donna a quanto pare non ne ha ancora abbastanza e gli sferra un calcio nella parti intime. Tra le risate generali da parte del gruppo di vincitori, andiamo in pubblicità, ma restate con noi!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night's Indoor War
MessaggioInviato: 30/01/2015, 20:52 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/01/2012, 11:12
Messaggi: 3706
Bentornati amici appassionati di wrestling e di conigli maltrattati!

Immagine


Jessica Rose è nel backstage, sorridente, con un microfono in mano.

JR: Salve a tutti, sono qui, con il mio ospite di stasera, Leon Black!

Immagine


Il wrestler viene inquadrato dalla telecamera. Leon è sorridente, vestito con una semplice camicia turchese pallido, con le maniche arrotolate, portata fuori dai Jeans grigi, retti da una cintura di pelle nera con fibbia d’argento. Alla mano destra si può notare un anello, d’argento anch’esso, portato all’anulare, mentre si china per baciarsi sulle guance con l’intervistatrice.

LB: Jessica, è un piacere rivederti, uno dei pochi ricordi piacevoli del passato. Peccato tu sia fidanzata, saresti davvero da sposare.

La ragazza arrossisce, sorridente, mentre Black ridacchia divertito.

LB: Ma temo che io non sia qui per questo, vero?

JR: Esatto. Leon, perché hai deciso di tornare al wrestling e perché ti sei unito alla TWC.

Leon si gratta leggermente la barba, pensieroso, prima di rispondere.

LB: Vedi, in effetti la risposta è più semplice di quello che molti si aspetterebbero e più complicata di quello che io mi aspetterei. Senza stare a fare troppi giri di parole, voglio diventare campione del mondo.

JR: Eppure nella tua carriera hai sempre detto che i titoli non ti interessavano.

LB: Infatti. Oltre ad un wrestler di successo, sono uno scrittore di successo, un prestigiatore di successo, un medico di successo, uno storico di successo, un chimico di successo, un filosofo di successo, un pilota di successo, un contorsionista di successo, uno scalatore di successo, un geologo di successo, un karateka di successo, un linguista di successo, un cuoco di successo, un azionista di successo, un professore di successo e un esploratore di successo. E, escludendo il Judo, l’anatomia, gli scacchi, l’escapismo e il poker, non sono riconosciuto come leggenda in nulla di ciò. Eppure so di avere le potenzialità per esserlo. Non è assolutamente superbia la mia, non pretendo di essere il meglio in nessuno di questi campi, escluso l’escapismo, probabilmente, eppure sono sicuro di poter essere fra i migliori dieci in ogni campo. Quindi, poiché per poter essere definito leggenda nel wrestling, ai giorni d’oggi, bisogna vincere un titolo del mondo, ho deciso di diventarlo qui.

Leon si ferma, con il suo sorriso solamente dalla parte sinistra del viso, toccandosi l’anello con il pollice.

LB: Qualcuno potrebbe chiedermi perché proprio in una federazione nascente come la TWC, con i suoi evidenti problemi, invece che una federazione più blasonata. Intanto perché non voglio vedere fallire la mia federazione in due mesi, e poi perché temo di non essere adatto ai ritmi che si hanno in altre città. Poi, in definitiva il materiale umano che abbiamo qui è spassosissimo. Quanti malati mentali abbiamo? Quattro, cinque? Incredibile, se dovesse capitare un TSO, probabilmente chiuderemmo. Niente di personale, sia ben chiaro, ma è così cliché. Poi, ben tre membri del partito degli Amici della Nuova Germania, una cosa incredibile. Certo, uno di questi l’ho già incrociato, ma gli altri due… Per dirvi, a quanto pare, ho fatto un calcolo, io ho la forza di tremila gorilla, ottocento coccodrilli, due elefanti, sette foche, dodici pinguini, un pappagallo, tre topi e un colibrì. Che, per noi americani, rimarrà sempre meno complicato del sistema metrico decimale. Dove altro potrei trovare così tanti modi di divertirmi? Cioè, credo che in Chikara lo facciano apposta. Poi c’è il grandissimo Simon B. Che credo di conoscere. Ma forse mi sbaglio. Non ho capito esattamente se è quel S. B. a cui penso io. Stesso stile, stessa vita… Mah. Il clown? Avete visto il clown? Geniale. Lui è geniale… Ma probabilmente divago.

Leon si ferma un attimo, sempre impassibile, mentre Jessica Rose sembra indecisa se ridacchiare o rimanere seria.

LB: Ragazzi, mettiamo in chiaro una cosa. Io setto lo standard, come nel salto in alto. Ogni volta che salto, alzo l’asticella di un po’. Se vorrete restare al passo dovrete impegnarvi al massimo, perché ogni volta che sbaglierete, la volta dopo sarà più difficile. Con il microfono e sul ring, ogni prestazione dimostrerà che io supero sempre i miei limiti. Dimostrerò, volta dopo volta, che non sono chiacchere e distintivo, fumogeni e fuochi artificiali, personaggio e regia. Io sono nell’olimpo di questa disciplina, e lo sarei qualsiasi personaggio avessi interpretato precedentemente. Chiedo a chiunque ne abbia voglia di mettersi qui e provare a dimostrare il contrario. Leon Black non è stato reso grande da BlackBlood, ma il contrario. Chiedo a tutti quelli che ritengono che sia semplice diventare famoso con il sovrannaturale di venire qui e provare ad essere meno ridicoli di quello che erano, usando il sovrannaturale. Perché un mio carissimo amico diceva sempre che non dimenticava e non perdonava mai. Terrò fede alle sue parole. Non dimenticherò, non perdonerò. Mai. E mi vendicherò. Esatto. Mi vendicherò, umiliandovi di nuovo. Vi terrò incollati alle poltrone, inebetiti, ogni volta che mi vedrete. Vi chiederete come attaccarmi di nuovo, ma l’unica cosa che potrete fare è zittirvi mentre parlo, chiedervi cosa esattamente intendessi. E come al solito, non capirete. Ma non offendetevi, non siete soli.

Leon si guarda intorno.

LB: E non preoccupatevi, metterò le spiegazioni.

Il wrestler fa l’occhiolino.

LB: Ora che ho fatto imbufalire abbastanza gente, posso ritornare sul discorso centrale. Io voglio diventare campione del mondo. Niente e nessuno me lo impedirà. Io voglio il titolo, perché sono una leggenda, ma non sono riconosciuto come tale. Non mi fermerò finché non avrò la gloria che penso di meritare. Preparatevi, perché altrimenti rimarrete indietro.

Un rumore sordo proveniente da lontano blocca il discorso di Leon Black, la telecamera si volta e mostra al pubblico a casa un ragazzetto ben piazzato vestito di tutto punto che appalude proprio la leggende della TWNA. Camicia grigia con maniche alzate fino ai gomiti, cravatta rossa e bianca, orologio sul polso sinistro, pantoloni bianchi e scarpe di vernice nera. Non sono solo questi i segni particolari del ragazzo, si nota infatti una croce sul braccio destro e delle fiamme su quello sinistro, una spirale sul palmo della mano destra e una ragnatella sul gomito.

???: Complimenti davvero, bel discorso per tornare in pompa manga caro Leon, si, lo so, non dovrei chiamarti per nome, io, a differenza tua, non sono ancora nessuno, anzi devo farmi ancora un nome nei piani alti. Ma ogni volta che ti ho visto in tv e ogni volta che ti vedo adesso mi chiedo. Perché? Perché tratti tutti come se fossi superiore, quando in realtà sei come tutti noi... Ah giusto piacere di conoscerti, finalmente, il mio nome è Michael Edwards.

Edwards tende la mano all'ex master of puppets, che senza nemmeno degnarlo di uno sguardo lo lascia lì immobile. Il golden boy fa una smorfia e lascia perdere il siparietto creatosi e riprende a parlare.

ME: Solito... Già perché ti "conosco", ho avuto l'opportunità di osservarti in tv come tutti quanti, ma anche in prima fila durante qualche match. Ero nell'arena di Wrestlmania II quando hai sconfitto Azrael nel Metal Match! Ti ho visto perdere nel primo Metal Match della storia contro la persona che ora citi, ma di cui non fai nome. Ma perché sono qui? Cosa mi porta a mettermi davanti a te e a questa bellissima ragazza?

Il Dragon Kid lascia cadere la domanda, quasi a voler stuzzicare il suo interlocutore a rispondere. Ma Leon guarda quasi infastidito il ragazzo, ora che Edwards si è avvicinato si nota la differenza di stazza tra i due, ma il sorriso sornionico sul volte del più piccolo sembra quasi voler far capire che non ha paura di tutta questa differenza.

ME: Sempre stato di poche parole con i ragazzi, me l'ha detto una persona che io e te conosciamo anche abbastanza bene, visto che nel mio background di match nelle indy ho avuto la possibilità di conoscerlo e lottarci contro un paio di volte. Anzi sai che faccio? Ora gli mando una foto di noi due insieme.

Michael toglie dalla tasta dei pantaloni un nokia lumia 1520 e fa un selfie insieme a Jessika Rose e Black. Lo sguardo dei due nei confronti del rookie è tutta uno spettacolo.

ME: Inviata... Penso la vedrà dopo visto l'orario. Comunque smettiamola di fare i cazzoni per una volta e arriviamo al punto di tutto questo. Perché sono qua? Beh, perché a me piacciono le sfide e tu sei una sfida con la S maiuscola. Sei il miglior wrestler che abbia mai calcato un ring, che abbia mai preso in mano un microfono, hai fatto un sacco di match a 5 stelle. Ma non penso che tu possa arrivare qui e chiedere a gran voce il titolo. Sei il migliore te lo concedo, ma non forte e grande quanto credi e io sono qui per dimostrartelo. Sarò anche un "rookie", ma sono qui per dimostrarti che non sei il solo in cerca dell'oro, anzi io sono l'oro!

Leon sorride, divertito.

LB: Mi stai forse dicendo che devo portarti alla vita? In effetti saresti della misura giusta. Ma, tralasciando questo, ho una certa tendenza a disapprovare chi mi interrompe. Sai, mi hanno dato un po' di tempo per parlare, tu me ne rubi, non mi fa piacere. Volevo dire due parole anche alle persone la fuori, che tifano, ma, a quanto pare, ti prendi il loro posto.

Il gigante indica le scarpe del wrestler di fronte a lui.

LB: Belle, ti stanno bene. Meno la cravatta. Ma non ti preoccupare, su un ring la cravatta non la porti. Michael, penso per poterti chiamare per nome anche io, so perché sei qui. Lo leggo nei tuoi occhi, ma fidati, non è cosa. Io non sono la persona che puoi sfruttare per diventare famoso. Mi spiace dirtelo, ma non sarò io a costruirti la carriera. Perché se ti metterai in prima fila, sarai solo il primo a subire l'urto. Se vuoi posso darti un paio di consigli utili. Posso anche farti da allenatore, ma fidati, non sono l'avversario che ti aiuterà.

Leon appoggia una mano sulla spalla dell'altro, con fare paterno.

LB: Fidati di me.

Per una volta, nel loro breve incontro Edwards sembra essere diventato serio.

ME: Non voglio la carità, voglio un grande wrestler da combattere... Ad armi pari! Vedi Leon, io non sono come gli altri, come tutte le persone che stasera passerano da questi corridoi e glorificheranno il loro nome. Io sono Michael Edwards! Io sono il miglior atleta che ti si parerà davanti finché sarai qui e non lo dico scherzando o per farmi il gradasso davanti a te.

Dragon Kid sposta la mano dell'ex BlackBlood dalla spalla e lo guarda intensamente negli occhi.

ME: Non sei una vittima sacrificale. Io ho rispetto di te, so chi sei, chi sei stato, proprio per questo non sarò contento finché non avrò ottenuto ciò che voglio! Tu sei il mio obiettivo, potrebbero uscire sul quel ring anche altre ex leggende della TWNA. Potrebbe arrivare chiunque, ma non sarò contento finché non avrò messo le mani addosso a te! Sei la mia manna dal cielo.

Il ragazzo d'oro sembra più tosto convinto delle sue motivazioni e non vuole per niente mollare l'osso.

LB: Bene bene. Se è quello che vuoi. Impressionami.

Edwards sembra sorpreso.

LB: Hai capito bene. Impressionami. Dimostrami che vali, dimostrami che sei davvero un uomo. Dimostrami che devo batterti per poter dimostrare di essere il migliore. Se lo farai, ti darò la possibilità di sfidarmi. E io sono un uomo di parola. Sbaglio o hai un match dopo? Cerca di non sbagliare subito. E guadagnati un po' del mio rispetto. Intesi?

Leon Black tende la mano.

ME: Non ho dimenticato i miei impegni serali. Allora sarà fatto Leon, non preoccuparti di nulla. Stasera vedrai cosa sono capace di fare.

I due si stringono la mano. Occhi di fuoco, ma il piccolo Edwards sarà capace di buttare il cuore oltre l'ostacolo? Lo scopriremo solo stasera nella prima grande puntata di Indoor War!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night's Indoor War
MessaggioInviato: 30/01/2015, 21:07 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/01/2012, 11:12
Messaggi: 3706
Di nuovo insieme signori e signori, pronti per un nuovo capitolo di questa emozionante puntata pilota!

SB: Meh..

Si sente una voce nuova,una voce mai sentita prima sugli schermi della TWC. Ma di chi sarà? Come si può vedere dall'inquadratura,ci troviamo in un camerino. C'è una valigia con dei vestiti dentro,si intravedono un paio di jeans Armani con accanto degli scarponi. Su una panca invece c'è una bottiglietta d'acqua quasi finita,delle cuffiette e un portafogli. Appesa al muro c'è una giacca,un impermeabile marcato Fay,che sarà costato sui sei-settecento dollari. Il proprietario deve essere abbastanza ricco.. e anche fortunato,visto che nella stanza c'è anche una gnocca bionda con gli occhiali che si sta sistemando la maglietta..

SB: Ho dominato ovunque.

Il cameramen cambia inquadratura ed adesso si vede... Sì, sì, è lui! Simon Bosiko is here!!

Immagine


Il 28enne nativo di Miami, come si vociferava ultimamente, ha davvero firmato per la nuova federazione americana! Ma allora non è una compagnia di soli sconosciuti, qualche ragazzotto con una minima esperienza c'è! Simon si alza e si avvia verso l'entrata sullo stage..



La Cavalcata delle Valchirie!! La theme song storica di Simon B. risuona nell'arena tra i fischi del pubblico che, per una parte, lo consoce già per la sua esperienza in TNWA! Sarà sempre lo stesso o sarà cambiato? Lo Youngblood si pavoneggia sullo stage come suo solito, e per salire sul ring passa da sotto la prima corda, non prima di aver lanciato un bacio ad una ragazza in prima fila.

SB: By the way.. Quelli erano altri tempi,altri luoghi,altre persone.. Erano duecentosessantatrè ragazze fa. Erano i tempi in cui ero sottovalutato,ero considerato complicato,uno sfigato. Ma poi,nonostante vittorie su vittorie,botte su botte,meh,sudore,sangue e lacrime,non sono riuscito a guadagnarmi il rispetto che mi meritavo. Mi prendevano in giro,mi chiamavano “pivello” quando ero appena arrivato,si scagliavano tutti contro di me,anche quando la colpa non era la mia. E da lì,da quei momenti vissuti così male,da quelle delusioni che,meh,ho capito che ad essere buoni non ci si risolve nulla.

Simon B. rimane per qualche secondo con lo sguardo fisso nel vuoto,poi riprende a parlare dopo aver tossito.

SB: Meh,da quando l'ho capito,sono diventato più cattivo,più determinato. Avevo più voglia di vincere,più voglia di dimostrare a tutti di essere il più figo,il più bello,e soprattutto il più forte. E' stato uno dei periodi più belli della mia vita. Meh, Divenni campione di coppia di quella che era una tra le federazioni più importanti d'America. Tre mesi di regno con tre compagni diversi. Tre compagni diversi,ne cambiavo uno al mese,non sopportavo il fatto di dover condividere qualcosa con qualcuno,e li malmenavo mettendoli fuori gioco appena provavano a dimostrarsi migliori di me. Cosa che poi non sarebbe mai accaduta,migliore di me non c'è nessuno.

Lo Youngblood sorride ironicamente e dopo qualche secondo torna serio mentre giocherella col microfono.

SB: Le cose che ricordo con piacere di quei tempi sono senza dubbio le mie vittorie. Perdevo raramente,e se perdevo non era per miei demeriti,ma per colpa di intromissioni o scorrettezze. Sforanvo prestazioni esaltante,da Dio del wrestling,meh,ad ogni mia mossa eseguita correttamente i fans urlavano il mio nome e intonavano cori in mio onore.. Performance meravigliose.. e per performance, intendo quelle nel ring, non quelle che i trogloditi pervertiti come voi stan pensando adesso!

Il pubblico ricopre di fischi Simon, che visibilmente compiaciuto della reazione dei presenti sorride a 34 denti.

SB: Fischiate, fischiate quanto volete! Wanna-B! Vi ricordo che io sono “Who You want to B!”. Diciamoci la verità, io sono tutto ciò che voi vorreste essere. Io il “ragazzaccio” col quale voi vorreste far sposare vostra figlia: bello, grosso, ricco, con uno spiccato senso dell'umorismo.. Insomma, perfetto! Sono addirittura la persona con il quale vorreste che vostra moglie vi tradisse! E sono tutto ciò che il Boss voleva arrivasse in questa federazione! Perchè grazie a me, arriveranno migliaia e migliaia di dollari ricavati dalla vendita delle mie magliette, dei miei gadgets e di tutto ciò che mi riguarda...

Passano gli anni, ma rimane l'arroganza. Fischi, fischi.

SB: Can I hear you now! I vostri fischi sono la mia felicità. Brace Yourselves, il dominio del Who You Want to B sta arrivando anche qui..

Simon fa per andarsene soddisfatto, ma una theme song lo interrompe...



??? : SHUT. THE FUCK. UP !

Altra voce sconosciuta. Entra sullo stage un ragazzo giovane che ride e ha un microfono in mano.

Immagine


??? : Ahem...LAAAAAAAAAAAAAAAADIES AND GENTLEMANS,let me introduce myself,my name...is Aaaaaaandy Mooooooon !

Applausi per Moon. Simon B. lo guarda perplesso e sembra voler replicare ma Andy lo interrompe.

AM : No,no,no,Simon,stai zitto. Chiudi quella cazzo di bocca. Ora,è davvero commovente che tu venga qui con la tua sfavillante giacchetta bianca,i tuoi occhialini da sole e il tuo sorriso da divo di Hollywood ma vedi,la TWC non è questo. E non fare quella faccia da "chi cazzo sei tu",ascoltami. Sono venuto qui perchè è davvero insopportabile che un relitto,un vecchio,un montato che ha avuto fin troppo dalla sua carriera,venga qui a parlare dei cazzi propri. La TWC è il nuovo che avanza e divora le vecchie macchine. E lasciate che lo chiarisca bene,IO sono il nuovo,io sono il futuro del pro-wrestling mondiale ! America,Messico,Europa,Giappone ! Avrò tutto in mano mia ma prima...ma prima bisogna eliminare la feccia. Tu sei la feccia,Simon Bosiko. Tu sei morto,sei finito. Ma se davvero vuoi andare avanti con il tuo siparietto...

Andy torna per un secondo dietro allo stage e torna subito con una sedia che posiziona nel centro della rampa,poi ci si siede sopra.

AM : ...Ora vai avanti. Rispondimi.

Simon si sente un po' spaesato, quasi ride in faccia a Moon che però rimane serio ad attendere una sua risposta.

SB: No, davvero.. Sei appena uscito da Bimbopoli? E comunque non ho fatto la faccia da "chi cazzo sei tu?".. Te lo dico proprio! Chi cazzo sei tu? Con quale ardire sei venuto qui ad interrompermi e soprattutto a darmi della "vecchia macchina"? Sei il solito giovane coatto, che arriva qui e si sente il padrone del mondo. Stai con i piedi per terra, anche io sono stato come te, prima di te, Wanna-B! Per essere il futuro del wrestling, devi imparare dai migliori. Anzi, dal migliore.

Simon B indica sè stesso, suscitando l'ira del pubblico.

SB: Altro che feccia. Io sono qui per evitare che tutti i giovani come te esplodano. Per evitare che tutti quelli come te diventino un Simon B. 2.0, perchè anche se non vuoi ammetterlo, mi vedi come un esempio, come un modello da seguire, perchè sono realmente "who you want to B!" Adesso puoi benissimo prendere la tua sediola e mettitela nel culo mentre te ne vai, lascia la scena a chi il pubblico vuole vedere.. LASCIA LA SCENA A COLUI CHE TUTTI VORREBBERO ESSERE!

Andy Moon accenna un sorriso, mentre Simon gli manda un bacio.

Immagine


AM : Esempio...modello da seguire...Wanna-B...te le sogni la notte queste cose ? Seriamente,devi avere qualche gravissimo problema al cervello se pensi che chiunque in questo palazzetto voglia essere come te.

Il ragazzo si alza,prende la sedia e lentamente inizia a percorrere la rampa.

AM : Vedi,ho sempre odiato quelli come te. Quelli che pensano di avere chissà quale massa al loro seguito. Non sei un cult leader,non sei nemmeno un buon wrestler. Non sei nemmeno una persona rispettabile o un modello di vita. Non lo vedi ? Guarda come sei ridotto. Non credere che io non sappia cosa tu abbia fatto prima di oggi,ma ti ho sempre trovato un semplice coglione. Ti ridicolizzi sempre di più,ogni volta che entri su un quadrato. Tuttavia,vedi caro Simon,c'è stata una parte del tuo discorso prima che non era del tutto sbagliata. Hai ragione sul fatto che essere il bravo ragazzo non porta da nessuna parte.

Raggiunto il bordo ring,Moon sale le scalette,tenendo sempre la sedia in mano e continuando a parlare.

AM : Simon Bosiko,io sono un Bad Boy. Io non sto alle regole,sono gli altri che stanno alle mie. Ma se credi davvero che io voglia diventare come te,ti sbagli di grosso.

Ora i due sono faccia a faccia...

AM : Andy Moon non è un Wanna-B. Ad Andy Moon non piace nemmeno,Simon B. Ma se proprio vogliamo paragonarli...

MOON ATTACCA SIMON CON LA SEDIA ! Ma questo riesce ad abbassarsi in tempo e scappa fuori dal ring mentre Moon riprende il microfono da terra.

AM : SARO' MILLE VOLTE PIU' CATTIVO DI TE ! TI SFIDO AD UN MATCH,FIGLIO DI PUTTANA !
Simon rimane colpito dalla violenza inaudita e dalla quasi totale follia del nuovo Bad Guy, adesso applaude ironcamente.

SB: Wow, c'è un nuovo ragazzo cattivo in città..meh, ma come al solito, nessuno ha paura di lui. Fai bei sogni stanotte.. sarà l'ultima cosa “bella” che farai prima che ti avrò asfaltato.

Detto ciò Simon B. si allontana facendo dei gestacci indirizzati a Moon che lo guarda in cagnesco da lontano. Mentre la theme song dell'ex Bosiko risuona nell'arena, e mentre il pubblico lo sovrasta di fischi, noi ce ne andiamo in pubblicità..


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night's Indoor War
MessaggioInviato: 30/01/2015, 21:19 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/01/2012, 11:12
Messaggi: 3706

Immagine Immagine

Torniamo LIVE dal Manhattan Center di New York, dove si sta svolgendo il primo episodio di TWC Friday Night's Indoor War, episodio giunto al l'annunciata incontro che vedrà contrapposti "The German Superman" Fred, già presente sul ring insieme al suo manager Mr Fox Olon, e un avversario misterioso scelto dal general manager Tidus. Il lottatore di origini tedesche si prepara alla sfida, facendo stretching, mentre il New York Guy attende con trepidazione l'arrivo dell'avversario del suo assistito.


Immagine

Tra gli applausi scroscianti del pubblico, ecco apparire sullo stage il general manager dello show Tidus, armato di microfono.

TI: Che notte, ragazzi! Che bel modo di iniziare questo nuova avventura! Il bello, vi assicuro, inizierà proprio ora!

TI: La Total Wrestling Corporation ha a disposizione alcuni lottatori capaci di sbalordire il pubblico con voli spettacolari, altri invece dotati di grande tecnica, altri ancora che, come te, Fred, sfruttano il loro fisico scolpito come una statua greca; c'è, insomma, una gran varietà di combattenti, ma tra questi esiste un solo dominatore, un solo maschio alfa ed è il mio uomo, l'uomo che sono certo si prenderà presto questa compagnia, a cominciare da stanotte.

TI: Fan di wrestling, Fred, Mr Fox Olon, vi prego di alzarvi e rendere omaggio ad un ex campione di arti marziali miste, "The Ultimate Fighter" Tyler Nolan!!!!!


Immagine

Il possente Tyler Nolan fa il suo ingresso in scena, applaudito dal general manager e dal pubblico, mentre sul ring Fred lo invita a raggiungere. I due si scambiano sguardi carichi d'intensità, entrambi pronti per il match a cui assisteremo immediatamente dopo una breve sosta pubblicitaria.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night's Indoor War
MessaggioInviato: 30/01/2015, 21:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/01/2012, 11:12
Messaggi: 3706
"The German Superman" Fred vs. "The Ultimate Fighter" Tyler Nolan


La campanella suona e il match ha inizio! Fred va subito all'attacco, ma poi arretra, sghignazzando, segue poi un'altra finta, seguita questa volta da uno scatenato Tyler che si catapulta contro l'avversario, stendendolo con un devastante braccio teso! Il supereroe tedesco dolorante si rifugia fuori dal quadrato, raggiungendo il suo manager da cui si fa dare qualche consiglio, dopodiché torna sul ring dove abbiamo ora una prova di forza da parte de due lottatori, prova di forza vinta abbastanza agevolmente dall'ex MMA che lancia il rivale all'angolo; Fred, furioso e ferito nell'orgoglio, si riprende immediatamente e raggiunge nuovamente Nolan: inizia dunque una nuova prova di forza da cui sembra uscire vincitore ancora una volta l'ex World Champion, ma ecco che Fred lo colpisce prepotentemente con un calcio al costato! Tyler si accascia al centro del ring, il tedesco ne approfitta, prende la ricorsa con le corde e cerca di colpire l'avversario, ma questi, rimessosi in piedi, lo anticipa, lo solleva in aria e tenta di eseguire una gorilla press slam, Fred però gli scivola alle spalle, lo chiude con una stretta attorno alla vita e si accinge poi a connettere un belly to back suplex; Nolan però non si lascia sollevare, ma anzi si libera dalla presa con una gomitata ben assestata, infine esegue a sua volta con successo un belly to back suplex!!!!!!

Immagine

Dopo questo colpo molto dolorante, Fred si precipita nuovamente fuori dal quadrato, questa volta però l'avversario lo raggiunge, lo afferra per il capo, dunque lo porta presso le balaustre che separano la zona ring da quella riservata per gli spettatori, e comincia a sbatterlo violentemente, una, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove, dieci, undici, dodici, tredici, quattordici, quindici, sedici volte!!!!!! Dopodiché lo lascia cadere al suolo, beandosi della reazione positiva del pubblico, successivamente riafferra Fred, mentre il New York Guy implora pietà per il suo assistito, una preghiera inascoltata, perché Nolan lancia il tedesco contro i gradoni d'acciaio, ma Fred incredibilmente riesce a ribaltare la mossa!!!

Immagine

Tyler Nolan impatta violentemente contro i gradoni d'acciaio! Fred, assai dolorante alla testa, cade anch'esso al suolo, ma su incitamento del suo manager, lentamente si rialza, dunque raggiunge l'ex MMA, comincia a colpirlo con dei calci ben assestati e infine lo riporta sul quadrato, dove esegue il primo tentativo di schienamento, 1.....NO! Nolan solleva il braccio destro! Mentre l'avversario è accasciato in mezzo al quadrato, Fred, tenendosi costantemente la testa da cui fuoriesce ora un po' di sangue, sale sulla terza corda ed esegue un crossbody, ma Tyler Nolan, una volta rimessosi in piedi, lo afferra al volo!!! Dopo questa incredibile prova di forza, il lottatore di colore si prepara a schiantare Fred al suolo, ma questi scorrettamente lo acceca costringendolo a lasciare la presa; il superuomo tedesco furbamente ne approfitta, si catapulta sulle corde, Tyler però incredibilmente lo intercetta e lo mette al tappeto con un running big boot!!!

Immagine

Ora Fred è al suolo, privo di sensi, Tyler allora comincia a colpirlo ripetutamente con dei calci al costato e alla testa così veemente che l'arbitro è costretto ad intervenire e ad allontanare Nolan, dando così l'opportunità al tedesco di rifugiarsi fuori dal quadrato, dove Mr Fox Olon gli presta assistenza; the ultimate fighter assiste annoiato alla scena e si accinge a raggiungere l'avversario, quando però questi lo anticipa, posizionandosi sull'apron-ring, INTANTO NOLAN PRENDE LA RINCORSA E CONNETTE UNA SPEAR!!!!!

Immagine

"Holy shit! Holy shit! Holy shit!", pazzesco! I due avversari ora sono entrambi stesi al suolo, privi di sensi, logoranti dalle continue percosse che stanno subendo in questo entusiasmante primo main event di Firday Night's Indoor War! Vengono raggiunti dal direttore di gara che si sincera delle loro condizioni, dopodiché risale sul ring e comincia il conteggio di dieci, 1.......2.......3......4.......5.....6.......7.......8.......lentamente, dolorosamente, è il tedesco il primo a rialzarsi e ad appoggiarsi sull'apron ring, ..........9........Fred si trascina sul ring, mentre l'avversario finalmente è quasi in piedi, ma il tempo è ormai quasi scaduto, ..........NOLAN E' SALVO! Con una corsa l'ex MMA sale sul quadrato pochissimo prima del fatidico conto di dieci! Una volta riuscitosi a salvare, Tyler si accascia al tappeto, sfinito, dopodiché lentamente, piano piano, con espressione dolorante, si rimette in piedi, KNOUCKOUT KICK!!!!!!

Immagine

Colpo a sorpresa da parte di Fred che dunque ha eseguito con successo la sua mossa risolutiva ai danni di Tyler Nolan! L'ex MMA giace ora al centro del quadrato, completamente privo di sensi; il superuomo tedesco, anch'esso a terra, si riprende e con le non molte energie rimastegli, lentamente, passo dopo passo, costantemente incitato da Mr Fox Olon che da bordo ring segue attentamente e con passione ogni fase del match, scivola sul corpo dell'avversario, coprendolo, 1......2........3! SI'! NO! NO!!! Sembrava un conto di tre, ma in realtà seppur di pochissimo, è un conto di due! Il New York Guy inveisce contro il direttore di gara, idem Fred che successivamente ritenta lo schienamento, 1.....2....NO! Nolan solleva la spalla destra, annullando l'ennesimo tentativo di pin! Il superuomo tedesco, furioso, decise ora di andare a segno con una delle sue tre super finisher, The Knockout; solleva dunque l'avversario, lo posiziona tra le gambe, pronto per alzarlo e connettere la mossa, ma il lottatore di colore si rianima improvvisamente e fa catapultare alle sue spalle Fred!! Questi si rialza, ma viene steso da un potente braccio testo, che viene successivamente replicato per ben due volte! Fred, un po' stordito e confuso, si rialza per la terza volta, ma immediatamente si ritrova davanti Tyler Nolan che lo lancia contro uno dei quattro angoli del quadrato, poi, dopo aver preso la rincorsa, gli si catapulta addosso, una, due, tre volte!!! Tenta poi lo schienamento, 1.....2...NO! Fred alza in tempo la spalla sinistra! Tyler Nolan ansima, assai stanco e affaticato, mentre il suo avversario striscia verso le corde, ma ecco che la sua fuga viene bloccata dall'ex MMA che gli afferra la gamba destra e lo stringe in una delle più letali morse del pro wrestling, la Ankle Lock!!!

Immagine

The perfect wrestling machine urla per il dolore, inveendo e bestemmiando contro il suo avversario che anziché mollare la presa, stringe sempre di più, sfruttando tutte le energie rimastegli; Mr Fox Olon si avvicina alle corde e comincia ad incitare il suo assistito, implorandogli di non cedere, Fred però sembra sul punto di dare forfait, ma in qualche modo incredibilmente riesce a raggiungere le corde! Nolan non molla la presa, 1......2.....3.....4......l'ex campione del mondo strappa via dalle corde l'avversario, lo riporta al centro del quadrato dove riapplica la mossa di sottomissione! Fred però, questa volta, reagisce immediatamente e con grande agilità riesce a rovesciare la presa e ad applicare a sua volta l'Ankle Lock!!! Il lottatore di colore con tenacia non si da per vinto, ma anzi riesce immediatamente a rimettersi in piedi, ma prima che possa uscire definitivamente dalla presa, Fred astutamente lascia la presa per poi chiudere immediatamente in un'altra presa di sottomissione, la sleeper hold!!!!

Immagine

Fred addirittura si aggrappa sulla schiena dell'avversario che soffre probabilmente come poche altre volte nella sua intera carriera. L'arbitro si avvicina a Nolan, chiedendogli se desidera cedere, ma il lottatore di colore è ben lontano dal voler dare forfait, sebbene, nonostante i vari tentativi effettuati, non riesca a liberarsi dalla stretta dell'avversario, stretta che si fa sempre più struggente e letale tanto che, ad un certo punto, Tyler sembra essere svenuto! Il direttore di gara, allora, su insistenza del manager presente a bordo ring, decide di dare il via alla prova del braccio, 1.........2........il TCW Universe è ammutolito, scosso dal fatto che il loro eroe possa cedere, .........Mr Fox Olon segue spasmodicamente queste fasi, pregustando già l'importante vittoria che potrebbe ottenere il suo assistito, .......NOLAN SI RISVEGLIA!!!! Un boato di gioia ed entusiasmo si solleva sugli spalti, mentre sul ring l'ex lottatore di arti marziali miste si carica; Fred tenta di tenerlo a bada, stringendo ancora di più la sua mossa di sottomissione, ma ormai è tardi: Tyler Nolan afferra il capo della sua testa e lo fa catapultare davanti a sé! Fatto ciò, l'ex MMA continua la sua offensiva e si lancia contro il superuomo tedesco, forse per connettere la sua mossa risolutiva, ma spear, ..........UPPERCUT, UPPERCUT!!!!!

Immagine

Fred ancora una volta è riuscito ad anticipare l'avversario, sollevando in aria prima, poi neutralizzandolo con una delle sue mosse più caratteristiche, la Pop-up European uppercut! Gli spettatori sono ammutoliti, così come anche l'arbitro, mentre a bordo ring Mr Fox Olon ride maleficamente! Fred, zoppicando vistosamente, copre Nolan, 1.......2.....NO! Tyler Nolan riesce ad uscire invitto da questo ennesimo tentativo di pin! Addirittura l'ex MMA è già in procinto di rialzarsi, quando Fred lestamente lo blocca alla vita, eseguendo successivamente con successo un'altra delle sue mosse caratteristiche, il german suplex!!!

Immagine

1.....2.....NO! Ancora una volta Tyler Nolan resiste! Il superuomo tedesco, sfinito, esausto, si appoggia sulle corde, mentre dal pubblico cominciano a risuonare cori a favore del loro beniamino che, come una vera e propria macchina da combattimento, inizia a rimettersi in piedi tanto che Fred è costretto ad interrompere la sua sosta e a salire sulla terza corda, dove uno spettacolare moonsault; Nolan però sposta, Fred dunque sembra destinato ad impattare contro il suolo, ma riesce a cadere sulle proprie gambe!! Segue un momento di incredulità, nel quale i due avversario, entrambi stupefatti, si osservano a bocca aperta......SPEAR!!!! SPEAR!!!! SPEAR!!!!

Immagine

Finalmente, dopo vari tentativi andati a vuoto, Tyler Nolan riesce a connettere la sua mossa risolutiva, ma ecco che, quando l'ex MMA sta per coprire l'avversario per ottenere un conteggio di tre a proprio favore, Fred si lascia cadere fuori dal quadrato! Nolan, appoggiato alle corde, osserva sconsolato l'avversario steso nei pressi delle balaustre, dunque, ormai giunto allo stremo delle proprie energie, decide di raggiungere l'avversario per riportarlo sul ring e archiviare questo match; quando però si accinge ad afferrare Fred, tra i due si pone coraggioso Mr Fox Olon che inizia ad implorare l'ex lottatore di arti marziali miste affinché abbi pietà del suo assistito: Nolan ascolta le patetiche suppliche del manager, dopodiché, stufo, lo afferra per la cravatta! E' pronto a dargli una dolorosa lezione, quando improvvisamente il superuomo tedesco, ripresosi e furioso per quanto sta accadendo al suo amato mentore, si lancia contro l'ex MMA, spingendolo contro lo spigolo del quadrato! Tenta poi di tirargli un pugno, ma Nolan lo anticipa e gliene assesta uno potentissimo, ha dunque inizio una tremenda rissa tra i due, mentre sul ring il direttore di gara comincia a contare, 1...2....3....4....5.....6....7......Fred, che stava perdendo lo scontro, risale sul ring, seguito da un imbufalito Tyler Nolan, the perfect wrestling machine tenta di sorprendere l'avversario con un calcio al costato, ma il tentativo viene bloccato dal rivale che blocca la gamba di Franke il quale per sfuggire a questa presa, connette un enziguri kick, ma viene evitato da Nolan che dunque blocca per la seconda volta l'avversario con una presa alla caviglia!!!

Immagine

ATTENZIONE!!! Dallo stage arriva di gran carriera The Great Alexandre, un altro assistito di Mr Fox Olon! Il lottatore di origini greche, accolto dai fischi e dagli insulti del pubblico spettante, raggiunge l'apron-ring; Nolan dopo averlo visto arrivare, lascia la presa e tira un pugno contro Alexandre!! Nel mentre il New York Guy, ripresosi dal precedentemente attacco, recupera una sedia d'acciaio e la lancia al centro del ring, l'arbitro però se ne accorge e dopo aver rimproverato il manager, la porta via; però, mentre il direttore di gara è distratto, Mr Fox Olon consegna di nascosto al suo assistito un piccolo oggetto contundente, un tirapugni! Tyler Nolan, sistemato The Great Alexandre, raggiunge nuovamente Fred, ma questi lo colpisce col tirapugni in pieno volto!!!!! L'ex lottatore di arti marziali miste, stordito e disorientato, col volto ricoperto già copiosamente di sangue, barcolla al centro del quadrato, quasi in stato di incoscienza; Fred velocemente lo raggiunge, gli assesta un colpo al costato, ED ESEGUE LA SUA MOSSA RISOLUTIVA, LA KNOCKOUT!!!!

Immagine

1.......2.......3!!!!!!!!!!! FRED HA VINTO!!!!! FRED HA SCONFITTO TYLER NOLAN, VINCENDO IL PRIMO MATCH DI INDOOR WAR!!!!

JR: The winner of this match is "The German superman" FFFFFFRRRRREEEEEEEEEEEEEEEEEEDDDDDDDD!!!!!!!!!!!

"You suck! You suck! You suck!", il pubblico non ha per nulla apprezzato il modo con cui è arrivata la vittoria e dunque insulta e fischia ininterrottamente il lottatore tedesco che nel frattempo festeggia platealmente insieme al suo manager Mr Fox Olon; i due vengono poi raggiunti da The Great Alexandre che si unisce ai festeggiamenti. Al centro del ring giace esanime lo sconfitto, Tyler Nolan, immerso in una pozza di sangue, il suo sangue. Il New York Guy osserva il corpo dell'ex MMA, sorride, poi scambia dei cenni di intesa col superuomo tedesco il quale annuisce, dunque lascia il ring e si impossessa di una sedia d'acciaio! Fred ora sale sul quadrato, pronto ad attaccare l'avversario, ma il direttore di gara comincia a protestare, incitando il contendente a lasciare il ring immediatamente. Il tedesco non gli da retta, ma anzi lo sbeffeggia, arrivando addirittura a spintonarlo, dunque l'arbitro passa all'azione e sottrae a Fred l'oggetto contundente! Fred, furioso, oltraggiato, lancia uno sguardo terribile verso il direttore di gara che, preoccupato lascia andare la sedia, arretrando........KNOCKOUT KICK!!!!!!!

Immagine

Fred ora, stizzito, va a recuperare l'arma, mentre nel frattempo Nolan lentamente si sta rialzando; tra i fischi del pubblico e invece le grida di incitamento di Alexandre e di Mr Fox Olon, Fred alza al cielo la sedia d'acciaio e, rimessosi in piedi l'avversario, lo colpisce violentemente al volto!!!!!

Immagine

"YOU SUCK! YOU SUCK! YOU SUCK!". Dopo questo primo violentissimo colpo, ne seguono altri, altrettanto dolorosi: infatti Fred colpisce con la sedia l'avversario steso al suolo una, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove, dieci, undici, dodici, tredici, quattordici, quindici, sedici, diciassette, diciotto, diciannove volte!!!!!! L'oggetto è talmente piegato da costringere Fred a concludere qui questo terribile attacco senza precedenti. Fred, nero in volto, stende la mano destra verso Mr Fox Olon il quale allora gli passa immediatamente un microfono. "YOU SUCK! YOU SUCK! YOU SUCK!".

FR: SHUT UP, YOU SONS OF BITCHES!

"YOU SUCK! YOU SUCK! YOU SUCK!".

FR: Io sono Fred, "The German Superman", "The Perfect Wrestling Machine", "The Ultimate Soldier"! Nessuno si ricorderà di stanotte, perché le ferite di Nolan non sono niente in confronto al dolore che proveranno i suoi colleghi nelle prossime settimane, perciò, vi consiglio di non sprecare stanotte i vostri fischi, perché, vi assicuro, prossimamente avrete più motivi per insultarmi!

FR: La vittoria su questo sacco di steroidi vale non per sé, ma per il messaggio che trasmette: da oggi, qui vige la legge marziale, da oggi è il terrore a dominare, perché da oggi la TWC ha un suo dominatore, Fred! Il dio del wrestling, rimasto silente fino a questo momento, scrutando dall'alto della sua magnificenza questi avanzi di MMA, questi sacchi di merda, far finta di lottare su un ring di wrestling, ora è sceso in terra, per portare la buona novella e punire gli ingiusti. Tornate nelle vostre case, dormite sonni tranquilli voi che potete, e mi raccomando, cari spettatori, ricordatevi di sintonizzarvi su questa rete per assistere al secondo episodio di Friday Night's Indoor War starring Fred!!

Il conquistatore tedesco solleva trionfante le braccia, rumorosamente insultato dal pubblico. Pubblicità!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night's Indoor War
MessaggioInviato: 30/01/2015, 21:47 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/01/2012, 11:12
Messaggi: 3706
Eccoci di ritorno dal braccio teso della pubblicità!



Sometimes I wish that I could be your mind upscared
I envy that you don't know what it's like to be destroyed...


Le luci si spengono, cala il silenzio nell'arena mentre a suonare per la prima volta a Indoor Wars sono gli Scars Of Life. Attimi di silenzio. Poi una luce illumina un ragazzo al centro dello stage. Camicia grigia, con cravatta rossa e bianca, pantaloni Bianchi e scarpe nere. É così che si presenta per la prima volta al pubblico newyorkese il giovane Michael Edwards, microfono già in mano e primi cinque al pubblico più vicino alle rampe. Il Golden Boy sale sul quadrato e sembra volersi godere la "vista" che ha davanti.

ME: Hello everybody and welcome to Indoor War! Mi presento a tutti, per chi mi conosce, forse per tutto quello che ho fatto in giro nelle indy e per chi invece non mi conosce, io sono Michael Edwards. Prendete nota di questo nome perché sarà scolpito nelle vostre menti e nei ricordi di questa federazione. Sono pronto a fare la storia e già stasera ne sarò parte!

Il pubblico applaude il ragazzo di casa, prime parole un po' banali e pacchiane, ma il punto non sembra essere questo.

ME: Stasera, mi hanno comunicato che sarò nel main event della puntata stasera. Beh, mi lusinga un po'. Per quanto in realtà sono un ragazzino, alla fin fine là dentro c'è forse gente che se lo meritano più di me. Che ha già dimostrato quanto vale e come vale, molta gente potrebbe reclamare. Ma non lascio mica sfuggirmi questa occasione, ho tutte le carte in regola per far vedere ciò che valgo. Non mi farò fermare da un panzer con la faccia da bruto, né da chiunque altro qui dentro. Sono qui per lasciare un segno indelebile che nessuno non potrà mai e poi mai cancellare.

Emozione, la voce del Dragon Kid trema un po' e sembra tradire la forza delle sue parole. Alla prima siamo tutti un po' tesi alla fin fine.

ME: Lo so, sembra quasi che io abbia la faccia tosta di arrivare qua e affermare tutto ciò. Ma non sto per niente scherzando. Ogni persona li dentro proverà a fermarmi, io passerò sopra ognuno di loro. Perché non c'è possibilità che qualcuno di loro possa fermarmi, sono convinto di poter dare il massimo e lo farò e vedrete cosa significa il soprannome Golden Boy!



TRALLALLÀ, IT'S A ROCK'N'ROLL CHAINSAW!
*ok, il testo di questa era più evitabile*


Risuona una bizzarra melodia, Rock'n'Roll Chainsaw del gruppo giapponese Maximum The Hormone, e sullo stage si presenta Kevin Manson! Una figura misteriosa, un po' sovrappeso e molto inquieta quella del rivale odierno di Edwards, la stessa figura che ora si ferma poco prima della rampa d'ingresso, mostrando il microfono che ha in mano. Ricevuto il silenzio del pubblico, comincia il suo discorso.

KM: Significa che sei cresciuto nell'oro e che per una vita intera hai cagato soldi dal culo! Beeeeep! Risposta corretta!

Manson comincia a muovere le mani in maniera convulsa e disordinata, facendosi persino cadere il microfono. Kevin trattiene a denti stretti un'imprecazione, fa per raccoglierlo ma ad un certo punto si lascia cadere a terra. La faccia rivolta verso il rivale, sdraiato sul freddo metallo, Manson abbozza un sorriso prima di tornare a inveire contro il suo rivale.

KM: Sai cosa mi da fastidio al mondo, Eddy? Tutto, ma in particolare due tipi di persone: le persone viziate che sono nate ricevendo tutto ciò che volessero e vedendo soffocato dal vile denaro ogni proprio capriccio e le persone che ostentano una grande forza d'animo o si spacciano come dei duri, quando anche loro sanno di poter essere al massimo dei Brownies inzuppati nel latte. Di quelli del discount, che dopo essere ingeriti ti provocano un leggero senso di malessere che sfocia in una cagata di 20 minuti con conseguente voglia di non aprire la finestra, ma la parete per fare andare via l'odore. E tu, amico mio, tu sei un Brownie del discount inzuppato nei soldi. Sai, possiamo dire che la mia vita è stata travagliata. Sono passato dall'essere un bambino felice al ritrovarmi in mezzo ad una stradina con un vuoto di memoria di 10 anni. I miei genitori? Per Dio, nemmeno so se siano ancora in vita e perché io non li abbia più visti. Sono praticamente orfano. E tu? Tu sei orfano per scelta. Immerso nei vizi, ad un certo punto decidi di diventare un Wrestler perché "Ehy, sarà divertente", giochi a comportarti da ribelle e scappi dalla tua famiglia. Un viziato troppo viziato per convivere con la consapevolezza di esserlo.

Manson simula con le mani il gesto di pulirsi le lacrime come un marmocchio, poi in uno scatto di rabbia lancia via il microfono. Comincia a rotolarsi lateralmente sullo stage, poi torna nella posizione di partenza e comincia a sbraitare che lui non alzerà il culo e vuole un altro microfono subito. Dopo un attimo di incertezza, reso meno pesante dalle colorite imprecazioni di The Animal, un assistente gli getta un nuovo microfono di fianco e fugge via intimidito dalla.... Dalla... Esiste una parola per descriverlo?

KM: Pensate che io sia pazzo? Tu pensi che io sia pazzo, Eddy? Perché io sono pazzo, cazzo! E non sto divagando, no no, o forse sì? No dannazione, quando dico che stasera il tuo culo impatterà con violenza contro il mio stivale da pezzente non sto divagando! Vedi Eddy, io non sono una persona normale -e no, non uso parole come "bambino speciale" per indicare dei piccoli handicappati, per il puro e semplice fatto che già esiste la parola handicappati sul dizionario-, no no. Non - sono - normale. Segnati queste parole in testa, perché le scritte sui muri riguardanti il ritorno di Gesù lasceranno spazio a queste parole precise ed identiche. "He's - not - normal". E lo sai perche? Perché sono fiero di non essere come te, come il backstage o come questo miscuglio di rappresentanti di varie etnie accomunate dall'essere dei criminali chiamato "Città di New York".

Il pubblico fischia Manson, che comincia a dondolare la testa a ritmo con i cori contro di lui.

KM: Hello everybody, and welcome to Indoor War! Mi presento a tutti, per chi mi conosce -forse per tutto quello che ho fatto in giro con le loro madri- e per chi invece non mi conosce, io sono Kevin Manson. Prendete nota di questo nome perché sara scolpito sui vostri culi e nei ricordi di tutti voi, prima della morte beninteso. Sono pronto a fare male a chiunque e già stasera avrò modo di farlo!

Manson si rialza con la faccia di uno che sta compiendo uno sforzo non indifferente, poi manda un bacio al rivale sul ring. I due si squadrano in segno di sfida, ed ecco che Manson corre verso il centro del ring! Edwards accetta la sfida, i due si scambiano dei pugni in fronte, è proprio il Golden Boy ad avere la meglio! Kevin sembra stordito, il suo rivale si prepara a stenderlo dandoci una anticipazione delle sue mosse migliori e del match di stasera... Ma The Animal è già fuori dal ring e cammina verso il Backstage, con un'andatura rilassata e distaccata dall'esterno come se nulla fosse successo. Lo psicopatico varca la soglia, il palcoscenico rimane tutto per Edwards che riceve consensi... Ma ecco che Manson caccia di nuovo la testa fuori dal dietro le quinte, con un microfono!

KM: L'ultimo stacco di inquadratura è mio! Pfui!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night's Indoor War
MessaggioInviato: 30/01/2015, 22:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/01/2012, 11:12
Messaggi: 3706
Eccoci tornati alla prima puntata di TWC Indoor War! Dopo un breve stacco sul pubblico le telecamere tornano rapidamente sul quadrato per la continuazione dello show!



Le luci nell'arena improvvisamente si abbassano lasciando solo una leggera illuminazione nella zona dello stage, da cui dopo qualche secondo dall'inizio della theme song fuoriesce un volto nuovo che si dirige verso il quadrato...

Immagine


L'individuo scende lentamente la rampa senza nemmeno rivolgere uno sguardo al pubblico mentre le poche luci accese nell'arena lo seguono. Una volta arrivato di fronte al ring si ferma per un attimo a guardarlo, per poi cominciare ad aggirarlo avvicinandosi alla zona del timekeeper da cui prende un microfono ed una sedia. L'individuo appoggia il piede destro sui gradoni fermandosi per qualche secondo, per poi salire al centro del ring dove posiziona la sedia sedervici. Le Luci tornano rapidamente ad illuminare completamente l'arena come di norma, ed il nuovo arrivato si copre infastidito il volto per qualche secondo. L'uomo sospira e poi si prepara a parlare...

...:E' da qui che inizia, allora...

Il ragazzo alza lo sguardo verso il pubblico e lo osserva per qualche secondo, per poi tornare al microfono...

...: Ho passato mesi ad allenarmi in attesa di quell'idilliaca "opportunità" di poter entrare a far parte di una federazione realmente importante, mesi ad essere rifiutato senza nemmeno avere la possibilità di dimostrare qualcosa, mesi ad essere ignorato persino dalle persone disposte a concedermi il tentativo e mesi a spezzarmi la schiena ogni singolo giorno, alimentato da racconti di una federazione ormai morta...

Il nuovo arrivato si alza e sposta leggermente la sedia in modo da posizionarla di nuovo in centro al ring, e poi riprende a parlare...

...:Eppure, per assurdo, pare che alla fine tutto abbia funzionato per una volta...ora sono qui al centro di un ring di fronte a decine di persone, ed ho un microfono in mano...e non riesco a pensare ad altro in questo momento se non...quanto cazzo sono scomode queste sedie.

Il ragazzo si alza rapidamente ed afferra la sedia per gettarla fuori dal quadrato! Successivamente si ferma qualche secondo per calmarsi e riprende il discorso...

...: Visto che punto a diventare un volto abituale da queste parti, forse è giusto che mi introduca formalmente a tutti voi....il mio nome è Travis Miller, sono un allievo della palestra della Zanna Glaciale...forse alcuni di voi conosceranno il mio maestro, sicuramente nessuno di voi conosce me... ma state tranquilli, le cose qui stanno per cambiare!



Ma attenzione, una theme sconosciuta interrompe il promo di Travis Miller! Il pubblico incuriosito valuta la situazione, ma ecco partire i fischi, perchè sullo stage fanno capolino nientemeno che i fratelli Alexander e Ivan Koslovic!

ImmagineImmagine


I due lottatori russi, provenienti dalla Total Destruction Pro Wrestling, si guardano attorno scuotendo il capo, dopo di che eccoli scendere lungo la rampa ignorando il pubblico. Mentre Travis Miller li scruta malamente, i due russi vanno verso il tavolo di commento, dove si appropriano di un microfono, infine salgono i gradoni ed entrano sul quadrato rivolgendo sorrisi sprezzanti verso Miller... Ed ecco Alexander prendere la parola.

AK: Guarda guarda chi abbiamo qua... Travis Miller, il “pericolosissimo” figlio del ghiaccio nonchè pivello preferito di Gorislav Kowalczyk e della sua stamberga di scuola di wrestling...

Alexander Koslovic si avvicina a Miller spalleggiato dal fratello e rincara la dose.

AK: Travis... Travis... Who in the hell do you think you are?! Credi proprio che allenarsi in Russia ed essere il protetto di un perdente della peggior risma ti possa bastare per sfondare nel wrestling? Sei uno sciocco, nonchè una vergogna per tutti gli atleti partoriti dalla nostra Great Mother Russia...

Il lottatore russo, fischiatissimo dai fan, continua imperterrito il suo sproloquio puntando il dito verso il pubblico del Manhattan Center.

AK: Per troppi anni noi atleti russi siamo stati trattati come feccia in questo paese di redneck e approfittatori, ma adesso basta! Non c’è bisogno di un Gorislav Kowalczyk 2.0 per farci ridere dietro ancora una volta e sminuire ulteriormente la superiorità di noi atleti made in Russia. Perciò, caro Travis Miller, perchè non prendi armi e bagagli e non te ne torni alla Zanna Glaciale ad allenarti un’altra decina d’anni, poi magari se ne riparla... Adesso invece ci penseremo noi della famiglia Koslovic a imporre la supremazia russa su questi saltimbanchi della TWC, come abbiamo ampiamente dimostrato in TDPW a suo tempo...

Miller fissa i due per qualche secondo muovendo nervosamente le dita, dopodiché si prepara a rispondere...

TM:Mi ero informato sugli altri wrestler qui in TWC, ed ho scoperto che tra tutte le federazioni in cui ho tentato di entrare, questa è probabilmente la più pericolosa... i lottatori che in questo momento si trovano là dietro le quinte fanno sembrare me una persona normale, e vi assicuro non è cosa da poco...proprio per questo il solo fatto che due come voi siano riusciti ad arrivare fin qui al centro di questo ring senza essere massacrati da uno psicopatico con la luna storta vi rende a tutti gli effetti dei superstiti...

Travis si ferma qualche secondo per poi riprendere...

TM: Sareste dovuti scappare senza guardare indietro, continuare a muovervi nelle ombre fino ad arrivare all'uscita, questo posto non è per persone come voi due, e pure voi in fondo sapete che ogni secondo che passate qui dentro è solo un'attesa prima che qualcuno ponga fine alle vostre carriere... eppure invece di sparire siete usciti allo scoperto, qui fuori di fronte a decine di persone puntando a me... e voi non mi conoscete, ma vi assicuro che questo è stato il vostro errore più grande sin ora!

Il pubblico esulta mentre Travis si ferma per qualche secondo...

TM:Ma forse sono io a sottovalutarvi qui, no? d'altrondesiamo 2 contro 1, avete già la vittoria in pugno... e poi voi avete esperienza, sicuramente più di me, eravate in TDPW ed ho sentito parlare di quel posto, una gabbia di matti! senza contare che conoscete persino il mio maestro, il vecchio Kowalczyk! anzi pare sappiate molto su di lui, e sinceramente tutto questo mi stupisce un po'... perché io di sue storie invece ne ho sentite a decine, conosco praticamente tutta la sua carriera ormai...e non ho comunque la minima idea di chi voi due siate!

Il pubblico scoppia a ridere e rumoreggia in modo scomposto, scatenando le ire di Alexander Koslovic, che si fa sotto a Miller...

AK: Come osi prenderti gioco di noi, pagliaccio!

Poi eccolo girarsi verso i fan.

AK: E voi redneck come osate dileggiare i leggendari fratelli Koslovic?!

Ma ecco che il wrestler russo della TDPW si accorge della presenza in prima fila di “Superstar” Sigfried Jaeger e dei suoi compari.

ImmagineImmagineImmagine


AK: E te cosa diavolo ridi, Sigfried Jaeger, eh?! Immagino che tu sia venuto a elemosinare un contratto, visto che sei stanco di prenderle da Christian Jericho e Alejandro Del Rio in Total Destruction Pro Wrestling... Povero scemo di un tedesco...

Per tutta risposta i tre tedeschi ridacchiano e cominciano a tirare popcorn verso l’indignato Koslovic dandogli del jobber. Questa è la goccia che fa traboccare il vaso...

AK: Ora ne ho abbastanza!

Alexander Koslovic si rivolge al pericoloso fratello Ivan indicando Sigfried Jaeger.

AK: Ivan... MATCHKA!

IK: Ivan FUTRIA!... Ivan MATCHKA!!!

Ed ecco che Ivan Koslovic precipitarsi giù dalle corde e avvicinarsi pericolosamente al Monster Hunter, che per tutta risposta non fa una piega e gli sputa in faccia un generoso sorso di birra! Mentre il wrestler russo arretra pulendosi gli occhi dalla birra, vediamo Sigfried scavalcare la transenna e puntare Ivan Koslovic poi mandarlo al tappeto con una devastante Blitzkrieg, quasi aprendogli la testa come una scatola di sardine!!!

Immagine


Il pubblico applaude apertamente il tedesco, mentre un furioso Alexander Koslovic scuote la testa e grida minacce... Ma attenzione, Travis Miller sferra un calcione al russo, se lo carica sulle spalle e lo atterra violentemente con una splendida Ice Age!

Immagine


Alexander Koslovic rantola a terra, dopo di che prova a rialzarsi disperatamente, tuttavia Travis Miller ne approfitta e lo manda definitivamente KO con la sua finisher, la Redemption!!!

Immagine


Salva di applausi da parte del pubblico mentre vediamo un distrutto Alexander Koslovic rotolare lentamente fuori dal ring e finire a terra nei pressi dello sfortunato fratello Ivan, ancora rintronato e dimentico di dove si trova a causa della gomitata micidiale di Sigfried.



Mentre risuona la theme di Travis Miller, vediamo quest’ultimo fare un cenno d’intesa a Sigfried Jaeger, che risponde con un pollice alzato prima di scavalcare le transenne e ritornare a sedersi tra Gunther Schmidt e Brunild Wagner, i quali lo accolgono ridendo e offrendogli l’ennesima birra. E con le immagini del Child of Ice che festeggia salendo su un paletto, noi andiamo in pubblicità! Non andate via, perchè il bello deve ancora venire!!!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night's Indoor War
MessaggioInviato: 30/01/2015, 22:19 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/01/2012, 11:12
Messaggi: 3706
Il pubblico in arena è già in festa per questa prima puntata di Friday Night's Indoor War, show prodotto dalla Total Wrestling Corporation. I fans giunti al Manhattan Center di New York City sono pronti ad assistere a nuovi colpi di scena... ed ecco che le luci si spengono e si riaccendono, ad intermittenza, con il titantron che perde il segnale e mostra le classiche bande verticali! Jacob Price e Michael Campbell sono increduli al commento e non sanno spiegarsi questi guasti, ma ecco che sul maxischermo compare qualcosa...

01001110 01101111 01101110 00100000 01110011 01110110 01100101 01100111 01101100 01101001 01100001 01110010 01100101 00100000 01101001 01101100 00100000 01100011 01100001 01101110 01100101 00100000 01100011 01101000 01100101 00100000 01100100 01101111 01110010 01101101 01100101


Una serie di numeri si susseguono rapidamente su sfondo grigio. Subito dopo, altra interruzione, e stavolta ad apparire sul titantron è una scritta:

I live on broken wittles - and I sleep on the coals


Il pubblico non riesce ancora a capire il senso di tutto ciò, mentre un'ennesima interruzione fa spazientire i commentatori a bordo-ring. Al black-out segue un'esplosione e dall'impianto audio dell'arena parte una canzoncina...



Alla bizzarra musica, i cui sottotitoli scorrono sul titantron, segue un'immagine con annessa una didascalia:

Immagine

HLOG
Soon


Al termine del ritornello, la musica si ferma di botto, e le luci tornano a funzionare. I commentatori non riescono a spiegare quanto accaduto, dato che non sono ancora giunte informazioni dallo staff, ma tutto è tornato alla normalità... and the show must go on! Manca poco a dire il vero alla fine di questa prima storica puntata di Indoor War, giusto il tempo di gustarci il tanto atteso main event. I preparativi per le entrate sono in corso, al ritorno dalla pubblicità si parte subito con la lotta! Stay tuned!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night's Indoor War
MessaggioInviato: 30/01/2015, 22:52 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/01/2012, 11:12
Messaggi: 3706
Immagine


Ci siamo, è tempo del main event della serata. Da una parte Kevin Manson, dall'altra Michael Edwards. Arbitra Simon De Jano, un direttore di gara d'esperienza.

"The Animal" Kevin Manson vs. "The Golden Boy" Michael Edwards

I due si guardano negli occhi, da un lato vediamo la concentrazione mista ad un poco di paura di Edwards, è probabile che per lui ci sia un po’ d’ansia da prestazione, mentre dall’altra possiamo notare lo sguardo assente di Manson, immerso in chissà quali orribili pensieri… poi finalmente il wrestler che viene dalla strada sembra rinvenire ed ecco che inclina leggermente la testa, osservando con un sorrisetto l’avversario, il quale sembra tanto stupito, quanto preoccupato. Kevin avvicina la mano al capo del nemico, forse vuole indicare il cranio, ma il nervosismo di Michael ha la meglio ed ecco che lo spintona. The Animal non si sposta di un millimetro, ciò nonostante pare anche lui più in preda all’ira adesso… proprio quando sembra che stia per sferrare il primo colpo, viene anticipato da un pugno sulla fronte. The Golden Boy ora fa un cenno provocatorio ed invita il Painmaker a rispondere al fuoco, risposta che non si fa attendere. Parte dunque uno scambio di colpi diretti alla fronte, simile a quello tenutosi in precedenza tra i due un po’ più indietro nella puntata. Si ritorna dove li avevamo lasciati, con una serie di pugni chiusi al limite della regolarità, tant’è che l’arbitro De Jano è sul punto di redarguire verbalmente entrambi gli atleti, decidendo infine di lasciarli proseguire, perché nella foga non lo avrebbero giustamente ascoltato. La scazzottata degenera, ora i colpi sono diretti a tutto il corpo, ma quest tipo di prova di forza non può che avvantaggiare un brawler come Manson, il quale si trova a suo agio in queste situazioni e sembra infatti avere la meglio, con una serie di montanti ai fianchi, sugli addominali laterali, seguiti da dei poderosi ganci dritti al viso… un momento, che succede? Improvvisamente il wrestler in pieno controllo finisce in una sorta di stato confusionale, si tiene le meningi, probabilmente sta avendo una delle sua fantomatiche visioni! Edwards è visibilmente scioccato e non sa bene come agire, di conseguenza perde un po’ di tempo a pensare… ha deciso, Sick!

Immagine


Incredibile! Una delle mosse migliori nel repertorio del lottatore di New York, il quale spara immediatamente una delle sue cartucce più interessanti! C’è la copertura: 1… 2… 2 e mezzo e no!!! Niente 3!!! The Animal alza la spalla all’ultimo istante!!! Michael è esterrefatto, probabilmente sperava di aver già archiviato la pratica e chiuso le ostilità, ma d’altronde ha esagerato “sprecando” subito così una delle sue carte vincenti. Siamo andati vicini all’avere un main event lampo signore e signori, pazzesco! Certo che questi momenti di scarsa lucidità possono costare caro al Painmaker! La prossima volta potrebbe non essere così fortunato. Edwards mette velocemente a posto le idee, dopodichè rialza faticosamente l’avversario e lo colpisce con una scarica di rapide chop, ma quest’ultimo rimbalza sulle corde e lo atterra con un lariat! Manson urla e si carica, poi va a segno con qualche backhand chop sul nemico, il quale si è subito rimesso in piedi. Colpi durissimi quelli sferrati dall’atleta più grosso dei due! Irish Whip, ribaltato, tentativo di european uppercut a vuoto, un altro lariat… no! A vuoto anche questo! Alla fine c’è una terribile gomitata di Michael! Ma Kevin gli ringhia contro, quasi come se il fortissimo colpo non lo abbia per nulla scalfito. Ecco che entrambi prendono la rincorsa e rimbalzano contro le corde, doppia spallata, ovviamente va giù il più leggero, standing 360° leg drop! Impressionante! Come avrà fatto uno della sua stazza ad eseguire una manovra del genere?!? Schienamento: 1… 1 e mezzo… ed il Dragon Kid alza la spalla! Tentativo di DDT, ma Edwards riesce a bloccare il braccio con cui la mossa stava per essere eseguita ed applica una poderosa armbar. The Animal non appare granchè sofferente, anzi tutt’altro, riesce a liberarsi, spingendo il rivale contro le corde, per poi atterrarlo con un big boot, anzi no viene evitato! The Golden Boy afferra la gamba in questione e sgambetta l’avversario, dopodichè rincorsa a rimbalzo ed ecco una shining wizard! 1… 2… no, no, no: non basta ancora! Michael rialza il suo oppositore a fatica per via del peso di quest’ultimo e proprio per questo motivo non riesce ad eseguire il suplex da lui pianificato, che anzi viene ribaltata in una brain buster!

Immagine


Finalmente il Painmaker può mettere a segno qualche colpo a lui congeniale, indirizzato ovviamente sempre al cranio del nemico. Edwards si tocca la nuca dolorante, prima di rialzarsi ed essere schiaffeggiato ironicamente proprio in quel punto. Enziguiri kick da parte di The Animal, che procede con la copertura: 1… no! La foga agonistica si fa sentire, The Golden Boy si carica, facendo impazzire gli spettatori paganti, è pronto a rialzarsi, ma viene prontamente chiuso in una sleeper hold! Già finita la riscossa a quanto pare. Manson stringe la presa più che può, intenzionato a far svenire il rivale, ma questi non si vuole dare per vinto ed anzi chiede l’aiuto del pubblico presente che puntualmente arriva in suo supporto! Michael apre e chiude le dita delle braccia, alzandole sempre di più per caricarsi, ma quando sembrava essere sul punto di potersi alzare per liberarsi, ecco che Kevin lo ricaccia giù con dei colpi alla testa! La morsa è sempre più stretta, il viso del Dragon Kid diventa paonazzo, ciò nonostante non vuole mollare, allora il nemico molto rapidamente trasforma la manovra in una ben più letale dragon sleeper! Edwards sta soffrendo come non mai, ma di mollare non se ne parla proprio, anche se da qualche segno di cedimento… sì, le braccia affievoliscono e sembra non averne più, il direttore di gara controlla e Michael rinviene prontamente! Riesce a riportarsi in posizione eretta, dopo aver quasi sfiorato il knock out tecnico, va a segno con qualche colpo d’avambraccio diretto al costato, riesce finalmente a liberarsi, salvo poi beccarsi una Michinoku driver!

Immagine


Manson è già nella posizione propizia per il pin: 1… 2… e no! Applausi da parte dei tifosi, indipendentemente dalle preferenze verso l’uno o l’altro. Comunque quello che è certo è che la gente di New York sta supportando davvero in modo caloroso il loro beniamino, nonostante riconosca l’abilità dell’oppositore e ne sia probabilmente in qualche modo attratto, per via dell’indole controversa di quest’ultimo, il quale non perde tempo e va a segno con un knee drop con tanto di atterraggio sulla fronte nemica! Kevin continua a lavorare sulla parte superiore del corpo, applicando una headlock driver! Il beniamino di casa viene in seguito lanciato malamente contro il corner, ritrovandosi di fatto in posizione seduta a gambe divaricate e con la schiena contro le corde... The Animal non si fa certo pregare ed ecco che prende la rincorsa… cannonball!

Immagine


Il Painmaker non è però ancora sazio ed ecco che ritorna verso il lato opposto, pronto a colpire un’altra volta con la medesima tecnica, salvo in questo caso andare clamorosamente a vuoto! Bravissimo Edwards a trovare non si sa dove i riflessi per spostarsi all’ultimo ed ecco che il suo rivale si trova accartocciato all’angolo. Michael capisce che l’occasione è ghiotta, per tanto lo stende nelle vicinanze, si gira verso il paletto e con le braccia indica che è il momento del Moon Light. Si tratta di una mossa, quella del B.M.E. (Best Moonsault Ever), resa celebre dall’arcinoto Christopher Daniels. Tutto è pronto, The Golden Boy arriva sulla terza corda dopo il salto precedente su quella inferiore, si accinge a spiccare il volo, ma ha una leggera incertezza e perde la spinta, dopo un attimo l’avversario è già in piedi e lo spinge fuori dal ring! Che volo per il Dragon Kid! Manson ricade al suolo sfinito, ora entrambi sono a terra, mentre il pubblico li acclama. Dopo qualche istante di pausa, Kevin si rialza, si tocca la nuca e… ma no, cosa fa? Vuole gettarsi fuori anche lui?!?

KM: Pfui!

Il Painkiller prende la rincorsa, forse per una somersault senton verso l’esterno, però improvvisamente è costretto a fermarsi! Di nuovo i suoi problemi di sanità mentale! Quest’uomo non sta bene! The Animal barcolla nei pressi delle corde, allora Edwards, il quale nel frattempo si è un po’ ripreso, sale sull’apron e lo afferra. Incredibile, vuole tentare un vertical suplex! Ma non ce la farà mai, il peso è troppo elevato per lui! Michael ci prova lo stesso, riesce ad effettuare il sollevamente, ma la fase statica in aria dura meno del previsto, i muscoli cedono ed entrambi cadono rovinosamente all’esterno del perimetro di gara! Che botta! The Golden Boy sfrutta gli appoggi del nemico per risollevarsi insieme a lui e poi lo scaraventa contro la barricate di ferro grazie ad un back suplex! Impatto devastante per Manson, il quale è vicinissimo a degli scalmanati tifosi nelle prime file... ci viene mostrato un suo primo piano con la folla in visibilio alle spalle, poi improvvisamente l’inquadratura stacca su Edwards che nel frattempo era rientrato nel quadrato ed esegue uno stupefacente suicide dive attraverso la seconda e la terza corda!

Immagine


Ancora una volta i due impattano malamente contro il metallo che separe gli spettatori da bordo ring, ma Michael non sembra provare dolore, l’adrenalina fa questo effetto, ed ecco che addirittura va a dare il cinque a qualche fan! Uno di loro gli passa perfino un cartello e questi non può che prenderlo e sfasciarlo sulla testa del rivale, no attenzione Kevin lo blocca e gli ruba il cartello! The Animal ha avuto modo di riprendersi, il suo avversario ha perso troppo tempo ed ora viene punito con un colpo in testa, il cartello si rompe e rimane sfondato attorno al collo del newyorkese! Tuttavia il colpo non sembra aver arrecato particolari danni, allora il Painmaker afferra la testa del nemico e la posiziona tra le gambe, dopodichè arriva una power bomb! The Dragon Kid atterra di schiena contro l’apron! Anzi sembra che abbia battuto più che altro il collo! Ciò nonostante Edwards, per quanto dolorante, si tocca la testa, ma non cade, finchè Manson lo aggira e gli restituisce il back suplex, anzi no gli somministra una variante: la proiezione avviene in avanti e dunque Michael finisce contro il paletto di sostegno! Poveri gioielli di famiglia!

Immagine


The Golden Boy caccia un urlo agghiacciante, d’altronde ha subito davvero una brutta botta… e non è finita lì, perché immediatamente dopo si cucca pure un neck breaker! Che testata! E che mazzata al collo! L’atterraggio è avvenuto proprio sul suolo all’esterno del ring! Kevin si attira i fischi del pubblico rifilando al beniamino di casa una violenta serie di ginocchiate al viso, che addirittura lo portano a ferirsi sulla fronte, oltre che al sopracciglio ed al naso, causando un forse sanguinamento da parte di quest’ultimo! Il sangue però a quante pare fa un effetto diametralmente opposto a quanto sperato dal Painkiller, infatti il newyorkese si gasa, si leva il cartello dal collo, e lancia il rivale contro una barricata, facendogli fare una capriola prima dell’impatto con la schiena contro il ferro durissimo! Un tifoso del pubblico letteralmente fuori di sé si sporge ed offre due doni al Dragon Kid: un barretta gusto Brownie e del latte! Edwards lo guarda sorridente, che coincidenza, dopodichè posa le due “armi” sul bordo del quadrato, prima di far scivolare all’interno del perimetro di gara anche il suo avversario. Michael sale sull’apron, rientra con un balzo e questa volta il Moon Light non fallisce!

Immagine


Schienamento molto rapido! 1… 2… 2 e mezzo… e no! Questa guerra autentica non è ancora conclusa! Colui che proviene dalla Big Apple si rialza, mezzo morto, ma viene velocemente sgambettato! The Animal tenta una Painmaker Hold, però non riesce a chiuderla! Pazzesco colpo di scena! Edwards vuole applicare la morsa in tutti i modi ed alla fine ci riesce!

Immagine


Si tratta di una manovra utilizzata da Batista, con il nome di Batista Bite, per un breve periodo. Tanto spettacolare quanto letale. Michael urla ferocemente, ma non vuole cedere. Manson insiste e non allenta nemmeno un po’ la pressioni, anzi continua ad infliggere un dolore indescrivibile, arrivando anche a colpire il nemico al suolo con una serie di testate! Tutti e due adesso sanguinano dal viso, oppure Kevin è semplicemente sporco del sangue del rivale, questo non ci è permesso di capirlo, però una cosa è certa: quest’ultimo è vicinissimo a cedere. The Golden Boy, incitato dalla sua gente, riesce lentissimamente a rimmettersi in posizione eretta, successivamente va a segno con una scarica di colpi nel basso ventre dell’avversario, dopodichè riesci a spingerlo contro le corde, senza tuttavia che quegli molli la presa, ma lo slancio è tale dal permettergli di effettuare una sorta di back suplex, non riuscito benissimo, a dire il vero, ciò nonostante si è rivelato lo stesso utile per liberarsi finalmente. Il Dragon Kid si rimette in piedi goffamente e cerca di eseguire una power bomb, inutilmente però, non ha abbastanza forze, infatti puntuale come un orologio svizzero gli tocca un back body drop! Parte la controffensiva dell’atleta che proviene dalla strada, il quale è letteralmente incazzato nero: prende la testa nemica, la infila in mezzo alle gambe, poi afferra anche le braccia, caricamento a farfalla ed ecco il double underhook back breaker! Per un attimo il pubblico è rimasto ammutolito, temendo il package piledriver, ma fortunatamenteper il loro concittadino così non è stato. Manson si avvicina alle corde e raccoglie il Brownie ed il latte dal bordo del ring; li fissa per un po’, sorride, ed assaggia la barretta, salvo poi sputarla addosso agli spettatori delle prime file, con aria schifata. Kevin ci beve sù un po’ di latte, prima di sputarlo in faccia al rivale!

Immagine


Edwards è visibilmente schifato, si becca pure il contenitore in testa, nel frattempo l’avversario prende la rincorsa e… Boma Ye a segno! O no?!? Eppure sì, il colpo è andato a buon fine, ma non ha scalfito per niente Michael, il quale si rialza ringhiando, col sangue che gli ricopre quasi per intero la faccia! Il pubblico canta: “Edwards! Edwards! Edwards!”, purtroppo però il loro amato subisce una cradle DDT… no, ribaltata! Small package: 1… 2… e no! Per un pelo Edwards non faceva il colpaccio! The Golden Boy si rialza lesto, così come il nemico, il quale lo sgambetta e lo chiude in una crossface!

Immagine


Nel frattempo vediamo nel backstage Leon Black, intento ad osservare l’incontro, sicuro del fatto che il Dragon Kid abbia finito la benzina e sia costretto dunque a cedere.

Immagine


Edwards è per davvero sul punto di alzare bandiera bianca questa volta, la fine è vicina, eppure non batte ancora la mano al tappeto! Niente da fare! Non vuole mollare. Anche Black è stupito di ciò, come tutti d’altronde. Una dimostrazione di resistenza davvero invidiabile da parte di Edwards il quale non vuole cedere nel suo primo match in TWC. Vuole dimostrare a tutti che nonostante la sua provenienza è umile sul quadrato ed è capace a sacrificare tutto pur di vincere, inoltre saprà sicuramente che Leon lo starà guardando e vuole essere alla sua altezza, fargli vedere che può farcela ad arrivare al suo livello, che è pronto per misurarsi con una leggenda come lui. Manson è sbigottito, sta tirando talmente forte che a momenti si romperà le dita, ma al momento la sua crossface non sta dando i frutti sperati. Michael striscia verso le corde, è quasi arrivato, sono lì e le aff… no! Kevin lo riallontana! Tutto da rifare per il Dragon Kid, che allora, giunto ormai ad un punto di non ritorno, decide di tentare il tutto per tutto, utilizzando le utlime forza rimaste per tentare di capovolgere la situazione ed ecco che appunto riesce a rovesciare la mossa spostando lateralmente il rivale ed eseguendo un roll up, appoggiandosi perfino sulle corde! 1… 2… e… no! The Animal si rialza prontamente, Boma Ye, no a vuoto perché l’avversario abbassa la testa, roll up di nuovo: 1… 2… e… no!! Shining wizard di uno sveltissimo Edwards, no a vuoto pure questo! Un altro roll up, ‘stavolta da parte del Painmaker: 1… 2… e… no!!! Manson aveva appoggiato addirittura entrambe le gambe per darsi più forza, ma nemmeno questo è bastato, sembra non funzionare nulla oggi per sconfiggere il suo affiatato nemico! Big boot, anzi no Michael gli afferra la gamba, allora il rivale gira su sé stesso e tenta una Enziguiri kick, a vuoto! The Golden Boy s’è abbassato appena in tempo! Mamma mia che finale concitato! Quante emozioni amici! Kevin è a terra, ma con le gambe riesce a spingere l'avversario contro le corde e dopo il rimbalzo lo prende al volo, pronto finalmente per il package piledriver! Attenzione però, perché il Dragon Kid si libera e, sempre mantenendo le proprie braccia incastrate a quelle del nemico, tenta la sua mossa migliore, la Vart-Breaker! Edwards è pronto a colpire, ma cosa fa?!? Sta perdendo troppo tempo! Ed infatti puntualmente il Painmaker ribalta la manovra, eseguendola lui stesso! Non ho parole! The Animal si disinteressa del pin, anzi in preda all'odio più totale risolleva l'oppositore e gli rifila la sua devastante finisher!

Immagine


F'N Assassin Drop impeccabile! Eccolo lo schienamento: 1... 2... e... 3!!!

JR: The winner of this match is KEVINNNNN MANSOOOOOOOOOOONNNNNN!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

De Jano alza le braccia del vincitore al cielo, mentre negli spogliatoi Leon Black sorride. Manson se le ride, ghignando come suo solito, al contrario di Edwards, dolorante alla testa e visibilmente deluso dal risultato. Il pubblico applaude sonoramente, incitando ancora il loro beniamino, nonostante la sconfitta. Stasera Michael ha fatto qualche errorino di troppo, come nel finale, era teso e aveva tanto da dimostrare, resta comunque una grande prova la sua. Con questo è veramente tutto, siamo giunti alla fine, ciao!


NotOnlyWWE, TJ & CM-Cena
Christian, Elban Rattlesnake, Il capitano, Il ragazzo Woo Woo, Liontamer, Phil is Wrestling, Simon, Stevester & ???


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night's Indoor War
MessaggioInviato: 13/02/2015, 18:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/01/2012, 11:12
Messaggi: 3706
Immagine

And Now From Manhattan Center, New York City, New York, TWC presents Friday Night's Indoor War!

Immagine


Immagine


Immagine

Il secondo episodio di Friday Night's Indoor War si apre col general manager dello show, il leggendario Tidus, già presenta sul ring, armato di microfono e acclamato assai calorosamente dalla folla del Manhattan Center di New York City.

TI: Grazie, grazie!

TI: La scorsa settimana è stato qualcosa di straordinario: abbiamo avuto uno show coi fiocchi, ricco di grandi personaggi e sorprese, alcune belle, altre invece molto spiacevoli. Sto parlando del secondo incontro di Indoor War, una grande incontro tra due delle più importanti superstar di questa federazione, due combattenti che hanno speso se stessi per la vittoria. Un match da annali con un finale vergognoso e un post match ancora peggiore!

TI: Infatti, come ben sapete, Tyler Nolan ha perso per uno squallido inganno messo a punto dalla banda di Mr Fox Olon; e, come se non bastasse, al termine della contesa, Fred ha vigliaccamente e brutalmente attaccato l'avversario. Perciò, stanotte non sarà qui con noi l'ex MMA Nolan, ma mi ha assicurato che tornerà presto e appena possibile darà una bella lezione al "superuomo tedesco". A tal proposito, stanotte non ci sarà nemmeno Fred, in quanto sospeso dal sottoscritto per aver aggredito uno staffer della TWC, un onesto lavoratore di questa compagnia che dovrà rimanere in ospedale per chissà quanto tempo. Franke tornerà nel prossimo episodio di Indoor War e spero che si sia dato una calmata, altrimenti le conseguenze saranno ben peggiori.

Un membro dello staff della TWC raggiunge Tidus sul ring e comunica qualcosa al general manager il quale annuisce per poi riprendere la parola.

TI: Signori, mi dicono che in collegamento via satellite c'è il rappresentante legale di Fred, Mr Fox Olon.

TITATRON ha scritto:
Immagine


TI: Benvenuto a Indoor War, Fox! Viaggio tranquillo?

TITATRON ha scritto:
FO: Splendido, Tidus, soprattutto perché pagato coi soldi della compagnia.


TI: Sempre molto simpatico, caro Fox.

TITATRON ha scritto:
FO: Simpatico come quello che hai fatto al mio cliente, "The German Superman", "The Perfect Wrestling Machine", "The Future Legend of Pro Wrestling", "The King of Wrestling", Fred!!


TI: .......

TI: ........già finito?

TITATRON ha scritto:
FO: Mi hai stufato, tu, Brian Philips e tutto la corrotta classe dirigenziale della TWC; siete dei delinquenti, degli emeriti figli di buona donna, avete abusato del vostro potere per cancellare dalla competizione un uomo così forte da rendere obsoleto e quindi scontato qualsiasi suo scontro contro qualsiasi superstar di questa compagnia! La sua presenza eliminava la competizione, eliminava il gusto della sorpresa, perciò avete pensato di metterlo fuori gioco, delinquenti! Io vi denuncio!!


Tidus a stento riesce a trattenere le risate.

TITATRON ha scritto:
FO: Ridi, ridi, figlio di puttana!


A queste parole, il general manager si fa serio, mostrandosi spazientito.

TITATRON ha scritto:
FO: Sì, Tidus, figlio di puttana, ecco quello che sei! L'ho sempre pensato e l'ho sempre detto, fin dai tempi della TWNA, ricordi? Quando eri così terrorizzato dal mio ex assistito, l'uomo venuto dal lontano oriente, da preferire aggredire me piuttosto che lui, me, un povero avvocato la cui unica colpa era quella di svolgere magnificamente il proprio lavoro ed avere successo, al contrario di te, un pover'uomo che dopo averla fondata stava per far affondare la TWNA, una compagnia che è riuscita a salvarsi dal fallimento solo dopo il tuo ritiro. In quei tempi "dorati", come ormai ampiamente risaputo, hai pagato per ricevere il titolo mondiale e, una volta ritiratoti dalle scene, ti sei comprato anche un ingresso nella Hall of Fame, e scommetto che hai in mente di fare così anche qui, in TWC. Sei un venduto, un ladro, un truffatore, un figlio di puttana!


TI: SHUT UP!

TI: Chiudi quella cazzo di bocca! Sono orgoglioso di essere il general manager di Indoor War, voglio dare il massimo impegno possibile per offrire ai fan di wrestling della TWC uno show che possa entusiasmarli ed elettrizzarli, perciò non ho tempo da perdere con un pagliaccio come te!

TI: Oltre al già annunciato main event, stanotte avremo un altro incontro nel quale sarà in azione il tuo assistito, "il grande" Alexandre!

Mr Fox Olon pare sconsolato, per nulla compiaciuto da quanto appena annunciato.

TI: Quanto a te, ci vediamo al prossimo episodio, te e il tuo Fred; mi auguro che quattordici giorni siano sufficienti per calmarmi, perché, ti confesso, se tu fossi qui, in questo momento, non aspetterei un secondo prima di riempirti di cazzotti e sfondarti il culo, il tuo e quello del tuo superuomo di sto' cazzo!

TI: Ora, levatemi questa faccia da merda e iniziamo lo show, cazzo!

Mentre il collegamento via satellite si interrompe bruscamente, il general manager, piuttosto stizzito, getta a terra il microfono e si allontana dietro le quinte. Dopo una breve pausa pubblicitaria, come appena annunciato, vedremo The Great Alexandre in azione per la prima volta a Indoor War!


Up next: The Great Alexandre vs. ???


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night's Indoor War
MessaggioInviato: 13/02/2015, 18:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/01/2012, 11:12
Messaggi: 3706

Immagine

Dopo una brevissima sosta pubblicitaria, torniamo LIVE dal Manhattan Center di New York City, in occasione del secondo episodio di Indoor War. Sul ring è già presente The Great Alexandre che, come annunciato da Tidus, sarà impegnato in un match. Il lottatore greco fissa lo stage, pronto a ricevere il suo avversario, ma prima vuole rilasciare alcune dichiarazioni.

Al: Il prossimo match lo dedico all'uomo più geniale, più autorevole e più malefico dell'intero mondo, l'uomo che mi ha strappato dal pantano in cui mi ero ritrovato e mi ha istruito e allenato, il mio manager, il mio migliore amico, Mr Fox Olon!

Fischi dagli spalti.

Al: Siete così ignoranti da non riconoscere la grandezza di un vostro illustre concittadino, uno il cui nome dovrebbe comparire in ogni targa di ogni via di questa ingrata città!

Ulteriori fischi dagli spalti, tra cui diversi insulti.

Al: Anche Tidus non è in grado di riconoscere la grandezza, perciò prima ha ingiustamente e autoritariamente messo fuori gioco il mio fratello Fred, poi ha oltraggiato il signor Fox Olon e infine, non soddisfatto, mi ha coinvolto in un match senza il benché minimo preavviso, e tutto questo per infangare e azzoppare un gruppo così forte e determinato da essere a capo della TWC in brevissimo tempo; purtroppo per te, Tidus, io, Fred e Mr Fox Olon siamo persone combattive, sappiamo sempre rialzarsi e vincere! Perciò, goditi pure le tue ingiustizie, perché dopo aver sistemato quel patetico omuncolo che salirà su questo ring, potrei anche non essere sazio per questa sera, magari potrebbe venirmi voglia di scoccare una seconda freccia e centrare un nuovo bersaglio.......THAT'S THE TRUTH, THAT'S THE GREEK MAGNIFICENCE!!!



Ed attenzione, risuonano le note di Rock'n'Roll Chainsaw, é il momento di Kevin Manson, l'avversario di Alexandre odierno! Ma cosa...

Immagine


É il costume di Jason Voorhes! Kevin Manson celebra la giornata odierna, il Venerdì 13, con un costume dedicato alla celeberrima icona horror/slasher! L'incedere é lento, The Great Alexandre lo osserva con supponenza, quasi divertito nel vedere il suo avversario come cosplayer improvvisato... Manson é al centro del ring, l'arbitro gli dice di levare la maschera ma The Animal lo allontana con un cenno della mano e sussurra in maniera inquietante di far partire il match...

The Great Alexandre vs Kevin Manson


Alexandre si mette in posizione di guardia, con sguardo beffardo, mentre la testa di Manson é china... Passano alcuni secondi, il Painmaker non si muove di un millimetro, allorché il Greco comincia a protestare con l'arbitro.. Il direttore di gara si vede costretto a cercare un colloquio con Kevin, che però lo ignora spudoratamente e continua a fissare verso il basso. Ad un certo punto é Alexandre a decidere di usare le maniere forti, si avvicina al rivale e gli alza la testa in modo da ottenere un parziale, per via della maschera, contatto visivo, dopodiché gli punta il dito sul petto con fare accusatorio... Ma viene colpito da un calcio allo stomaco! Kevin Manson é rapido, si mette in posizione, solleva il rivale e connette con il Package Piledriver!

Immagine


Kevin colpisce con una delle sue mosse più rappresentative e letali, dopodiché posiziona il piede sul petto del rivale... 1,2,3, vittoria facile per Kevin Manson! Jessica Rose ha in mano il microfono ed é pronta ad annunciare il vincitore, ma The Animal con una manata scaraventa il mic a terra, dopodiché riabbassa il capo e procede verso il Backstage... Che dire, indubbiamente calato nella parte di Jason! Piccola pausa e poi torniamo!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 438 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 30  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it