Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 857 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 18, 19, 20, 21, 22, 23, 24 ... 58  Prossimo
  Stampa pagina

Re: TWC - News from Indoor War
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 20/09/2015, 8:49 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12066
Località: Baretto Kurabu
Immagine


Amici della Total Wrestling Corporation, abbiamo il piacere di annunciarvi che nel prossimo imperdibile episodio di Friday Night Indoor War, live dallo US Airways Center di Phoenix, si terrà la quarta puntata dell’esclusivo talk show made in Bruderschaft Der Krahe Incorporated: "Sigfried Jaeger’s ACHTUNG!"

Immagine

Ed ecco in anteprima gli argomenti che verranno trattati durante il talk show più amato e affascinante della TWC. “Superstar” Sigfried Jaeger parlerà per la prima volta in merito ai fatti scandalosi, inerenti il TWC World Heavyweight Championship Tournament, che l’hanno coinvolto suo malgrado a TWC Night of Gold. Come tradizione vuole, si terrà la mitica rubrica Gunther’s Point of View, che verterà principalmente su quanto accaduto in generale a Night of Gold, inoltre, a grande richiesta, verranno assegnati i nuovi BDK Awards, legati stavolta a quanto avvenuto sempre nel secondo Special Event made in TWC. Dopo di che Brunild “The Armbreaker” Wagner risponderà alle vostre insidiose domande pervenute in questi giorni sulla sua casella mail, durante l’esclusivo segmento C’è Posta per Brunild. Infine, per rendere questo episodio indimenticabile, Sigfried Jaeger introdurrà il suo futuro partner, che oltre a diventare TWC World Tag Team Champion, verrà accolto ufficialmente nella grande famiglia della Bruderschaft Der Krahe Incorporated. Tutto questo ben di Oden, only on Friday Night Indoor War!

#FridayNightIndoorWar #TWCAchtung! #BDKInc. #BestFromTheWest #BrutalCrow #BDKAwards #ValkyrieWagner #TWCTagTeamChampions


Ultima modifica di Elban Rattlesnake il 21/09/2015, 12:21, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 20/09/2015, 22:14 
Non connesso

Iscritto il: 15/04/2011, 18:04
Messaggi: 6527
Località: Un solo respiro, una sola mente, un solo spirito.
Immagine


Ci troviamo all'interno di un appartamento vistoso, un quadro sulla destra raffigura David Gilmour giovane con la sua Stratocaster, al di sotto un divano in pelle nero con di fronte un televisore acceso sul telegiornale. Le telecamere indugiano però sulla figura che si affaccia alla finestra. L'uomo, in pantalonci rossi e neri da basket e con un t-shirt blu sopra, sembra impaziente e con le dita batte sopra il piano cottura in camera. La persona si volta e si mostra alle telecamere della TWC.

Immagine


ME: Ah siete qua, pensavo di essere ancora solo. Il mio invitato ci sta mettendo un po' per arrivare, forse è meglio aspettarlo. Posso offrirvi qualcosa? Un po' d'acqua, una coca? Niente? Va bene, allora vi deliziero con la mia voce e con una piccola storia.

Il golden boy prende una sedia del tavolo accanto a lui e si accomoda.

ME: A gennaio di quest'anno ho iniziato un nuovo percorso della mia vita, ho cercato delle nuove ispirazioni in questa compagnia. Dopo il mio errare di indy in indy per più di 4 anni mi ero scordato di quanto fosse bella, ma stancante, la vita da sedentario. Il fatto di trovarmi davanti questa nuova sfida mi esaltava. Diventare il nuovo volto di una nuova compagnia, essere il migliore, marcare il confine tra ciò che è buono e ciò che non lo è, diventare il migliore!

Il dragon kid fa una pausa ed afferra un piccolo cubo di Rubick posto sul tavolo e inizia a giocherellarci.

ME: Tutto questo fino a venerdì scorso, quando nuovamente ho fallito nel mio intento. Mi sono scontrato contro una montagna, ancora una volta. Mi direte: "ma non è stato come la prima volta". Giusto, ma nemmeno come la seconda. Sapete, per una persona come me la sconfitta significa ricominciare nuovemente dal principio. L'errore cancella tutto quello che di buono è stato fatto e si finisce a ricominciare... tutto... di nuovo.

Mike abbassa lo sguardo e lascia scivolare il rompicapo sul tavolo. Alcuni attimi di silenzio passano fin quando non si sente bussare alla porta.

ME: Mi sa che è arrivato, leggermente in ritardo, ma è arrivato.

Edwards si alza e va ad aprire la porta scomparendo dalla visuale della telecamera.

Immagine


Quando rientra nell'inquadratura è accompagnato da Leon Black, in giacca panna e pantaloni abbinati su camicia vinaccia.

LB: Un campione, Micheal Edwards, non è mai in ritardo. Né in anticipo. Arriva precisamente quando intende farlo.

Il gigante sorride e tende la mano al wrestler newyorkese, che viene stretta caldamente.

LB: Già. Sai che mi fa ancora male il collo? È stato un buon match.

Michael sorride e fa accomodare Leon.

ME: Se vuoi ho del ghiaccio, l'ho usato fino a ieri visto come mi avevi ridotto. Beh mi avevi detto che ti servivo, eccomi qua! Sai che non mi piace pensarti campione, ma pensando sei stato il miglior sul quel ring, non ti si può dire nulla, né tanto meno ho da recriminare sul nostro match. Hai ragione però, è stato un buon match.

Mike si avvicina al frigo e scartabella fino a trovare due birre. Una la lancia al campione TWC, la senconda la apre e inizia a soreseggiare un po'.

ME: Forse questa è meglio, cosa ne dici?

Il gigante beve un sorso, annuendo.

LB: Direi di sì. Nemmeno a me piace pensarmi campione, ma credo che sia per due motivi diversi. E dimmi, cosa intendi fare ora?

ME: Quello che ho sempre fatto ogni volta che si è presentata una situazione del genere: allenarmi, di più, per ottenere ciò che voglio!

Il Golden Boy guarda intensamente Leon.

ME: Ma so che per ottenere un'altra chance da te ci vorrà molto tempo.

Black muove la mano, generico.

LB: Sai bene che in questa situazione non faccio più io le regole. Sarà Olon o chi per lui a decidere il mio sfidante. Spero sinceramente non sia Fred, sarebbe piuttosto noioso.

Il gigante beve un altro sorso.

LB: Mi sento di escludere sia Big Black Boom che Sigfried a questo punto. Magari Keenan? Chi lo sa.

Michael ci beve su.

ME: Keenan? Davvero? Perché non Drake o qualcuno dei "Guardiani" alla fine Olon ha stretto un patto con loro, perché non poter ottenere proprio un match contro di te?

Il Dragon Kid si alza dalla sedia e apre nuovamente il frigo, togliendo fuori uno yogurt ai frutti di bosco.

ME: E se fosse invece... No, sarebbe folle, lasciare in mano a un pazzo la possibilità di ottenere l'alloro.

Il membro dello State Of Anarchy giocherella con il cucchiaio all'interno dello snack per poi mangiarne un po'.

ME: Non so, realmente ci sono svariate combinazioni. Hai avuto la possibilità di parlare con chiunque, mentre io sono stato molto più tranquillo nel mio angolo. Ma non è quello che ti rende il bersaglio di tutti. Il problema è il titolo solo quello interessa. Oro, più luccica più rende inibito chi lo cerca.

Leon si stiracchia leggermente.

LB: Già, ho un bersaglio disegnato sulla schiena. Eppure non è male come situazione. Tutti cercavano di farmi la pelle per farsi una reputazione. Ora cercano di prendermi il titolo. È quasi un miglioramento, sai?

Black beve un sorso di birra, facendo l'occhiolino a Edwards.

LB: E per quanto mi riguarda, non mi interessa lo sfidante. Può essere anche un polipo gigante con bocche dentate al posto delle ventose. Lo batterei.

ME: Qualcuno dovrà pur essere. Ma solo in pochi sarebbero stati alla tua altezza e quei pochi sembrano tutti indaffarati, sono rimasto solo io se ci pensi.

Il Golden Boy sorride al suo mentore.

ME: In alternativa ti posso regalare una piovra gigante così inizia ad allenarti sul serio per la possibile prova.

I due scoppiano a ridere simultaneamente.

LB: Spero non sia troppo costosa. Sì, tu sei uno dei pochi candidati disponibili. Però il mio problema sai che non è combattere.

Mike prende una cucchiata di yogurt e la mangia.

ME: Stimoli. Non dirmi che ti senti arrivato? Ok, sei vecchio, il tuo corpo ha subito negli anni migliaia e migliaia di colpi. Hai combattuto in match infernali, hai dato il massimo in tutte le competizioni. Ti hanno dato per morto, per spacciato, per finito. E ora che sei sul tetto del mondo pensi di non avere stimoli? Cosa ti serve? Cosa cerchi?

Black scuote la testa.

LB: No, non è quello. È che quella cintura significa qualcosa. In questo momento ci sono dei bambini, nel mondo, con addosso una mia maglietta, che sognano di diventare come me. E non se lo meritano. Nessuno si merita di avere me come punto di riferimento. Io sono il soldato perfetto. Su quel ring non ho paura di nessuno, ma non sono un eroe. Crederanno in me, lo sai? Per quanto possa sembrare insignificante, per quanto possa sembrare strano, io sarò un punto di riferimento per alcuni. Ed è sbagliato.

Il gigante finisce di colpo la birra.

LB: Io sono un Ronin, il miglior guerriero, addestrato rigorosamente, ma senza onore. Questo ruolo mi sta dannatamente stretto. Voglio avere la possibilità di sbagliare senza sentire la responsabilità di star deludendo il mondo intero. Non sono pronto per questa responsabilità. E forse non lo sarò mai.

Edwards, per la prima volta da quando Leon è entrato in casa, osserva corrucciato il suo amico.

ME: Allora sbaglia. Mi hanno insegnato che un esperimento non può essere concluso al primo tentativo, se ci riesci o sei molto fortunato oppure hai sbagliato qualcosa che ti si sta per ritorcere contro. Leon, sei umano, non sei più un personaggio caricaturale di nome "Giustizia". Non sei qui per fare il bene del mondo. Sei qui perché vuoi lasciare un'impronta sul mondo.

Il Dragon Kid beve dalla sua lattina un sorso lungo.

ME: Come pensi di andare avanti se ti danni così? Se ogni istante ti porta a pensare di non essere all'altezza. Leonard... Tu non sei me. Tu ce l'hai fatta. Tu sei arrivato in alto, hai sfondato il tetto, hai fatto jackpot! Ogni ragazzino di questa terra potrebbe inviarti, ma potrebbe anche amarti. Un uomo con la tua dedizione, la tua precisione, le tue qualità non può non essere un modello per la gente là fuori. Non inizia a farti le paronie, hai appena iniziato il tuo percorso da campione. Fai il massimo per esserlo realmente!

LB: Ce l'ho fatta? Forse sì, ma ha richiesto un prezzo molto più alto di quello che tu possa immaginare. Al mondo non c'è bisogno di gente come me. Quello che ho fatto... Quello che sono.

Black sospira.

LB: Inaccettabile. No, non sono Giustizia. Mi piacerebbe esserlo. Mi piacerebbe avere la forza e la determinazione di essere così deciso e sapere ogni passo da fare. Ma la mia vita è una continua valanga, che acquista massa ad ogni centimetro, sempre più veloce e sempre più travolgente. Il mio passato è qualcosa che non può essere cancellato...

Il gigante si ferma, alzandosi improvvisamente.

LB: Non è questo il punto. Non voglio essere un modello, perché sono un cattivo modello.

Michael si alza d'istinto facendo cadere la sedia dietro di sé.

ME: Affronta il tuo passato!

Mike batte un pugno sul tavolo.

ME: Da grandi potere derivano grandi responsabilità. Devo tirare fuori altre grandi citazioni per farti capire?! Non puoi frignare, non sei un bambino a cui hanno chiesto di fare una classe superiore alla sua. Tu sei Leon Black, il campione TWC! Il volto di questa compagnia! L'uomo copertina... Mi chiedo cosa ti possa soddisfare.

Il Golden Boy si avvicina a Leonard.

ME: Passi la paura di essere un "Role Model", per nessuno è facile. Passi la paura di un nuovo corso, ma non puoi stare a guardare indietro e vedere il dolore, quando il futuro è pieno di nuovi avvenimenti e cambiamenti. Si sa, fuggire al proprio passato è impossibile, ma nessuno può fermarsi davanti ad esso. Quindi non farmi sentire queste lagne, nessuno è all'altezza delle proprie missioni finché non decide di immergersi appieno in esse.

LB: A volte non si può affrontare il proprio passato. È solo un monumento ai nostri peccati. A volte la vita non ti da la possibilità di redimerti. A volte ti prende solo a pugni, finché non hai più la forza di stare in piedi. A volte devi accettare il lato peggiore di te per andare avanti. A volte al posto del sangue nelle vene ti scorre la rabbia e la scelta e uccidere o uccidersi. A volte il percorso davanti a te è una scala con gradini sempre più alti, e l'unica cosa che puoi fare è scalarli, spezzandoti le unghie graffiando la pietra, e lasciando una parte di se nel gradino primo.

Black stringe il pugno destro.

LB: E quando sei un po' in alto, ti accorgi che ti stanno seguendo. Che tutti vogliono essere dove sei tu, senza capire che è solo sofferenza. Provi ad urlare, ma non ti capiscono, credono che tu voglia la cima della montagna tutta per te, quando tu hai visto che non c'è una cima, c'è solo una scala sempre più alta, sempre più faticosa, fino alle nuvole e più su. E a quel punto hai due scelte. Scappare da chi ti insegue, sperando che non vedendoti più smetta di cercare di raggiungerti, o scaraventarlo giù dalla scala.

ME: Molte volte, però, le persone che sembrano seguirti non lo stanno facendo per essere al tuo posto. Sei ostinato a credere di essere solo a questo mondo, ma non riguarda l'esser scappato di casa. Tu credi che le azioni della gente si concentrino sul volerti spodestare a sul volerti seguire ciecamente. Esistono persone a questo mondo che ti vogliono bene e che qualsiasi cosa capiti non ti abbandoneranno mai.

Edwards tistoglie lo sguardo e si volta verso la finestra.

ME: Il passato ci insegna, ci rende più forti, ci permette di essere diversi. Sia su un ring, sia per strada quando i fan si fermano a chiederti un autografo. Ridiamo di Big Black Boom che porta una maschera, ma quanti di noi vorrebbero indossarne una per nascondere le ferite del passato... Leonard sai bene cosa bisogna fare. Non sono certo io, giovane di belle speranze, ma pieno di sconfitte, a doverti dire dove andare.

LB: Io lo faccio. Io lo faccio Eddie.

Il gigante si avvicina al suo amico e gli da una leggera pacca sulla spalla.

LB: Vado a casa, che Lucinda stara cercando di aprire una scatoletta di tonno con un coltello. Se non ci fossi io a cucinare. Ci si becca in puntata.

Black si avvia verso la porta, apre e annuendo, scompare dall'inquadratura.

ME: Vede, quell'uomo non è come gli altri. Pensa di essere diverso, ma è simile a qualsiasi altro essere umano che cammina sulla Terra. Allora perché è diverso? Perché la maschera che veste ogni giorno lo rende invicibile agli occhi degli altri e vulnerabile alla vista di pochi. Essere come lui ha i suoi pregi e i suoi difetti, ma la cosa più interessante è come si pensi di poter conoscerlo. Solo una persona l'ha conosciuto, ma di lei non si hanno più tracce.

Le telecamere mostrano un Edwars sovreppensiero.

ME: La realtà si scinde dal vero e io non sono l'uomo giusto per dirvi queste cose. Io... Non sono giusto affatto.

Su queste ultime parole di Michael Edwards le immagini sfumano.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 20/09/2015, 22:25 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8565
Immagine

Immagine

ANDY MOON
Contratto in Oriente per lui.


Dopo la recente sconfitta a Night Of Gold contro Big Black Boom, il primo TWC 15 Champion della storia Andy Scrull, detto Andy Moon, ha fatto un discorso in cui faceva intuire una fine del suo rapporto con la compagnia di NY. Siamo lieti di annunciare che Andy Scrull è ancora sotto contratto con la Total Wrestling Corporation, e che il giovane combatterà oltreoceano nei prossimi mesi sotto nome della nostra federazione. Infatti, la TWC è stata contattata dalle federazioni giapponesi AJPW e NOAH, che hanno offerto dei contratti a gettone a Scrull. Quest'ultimo, in accordo con la dirigenza TWC, li ha firmati. La TWC quindi trasmetterà sul proprio sito web ogni match in Giappone di Andy Scrull, che si sarebbe comunque dovuto recare nella Terra Del Sol Levante in questi mesi per sostenere un esame di passaggio di cintura di Judo. Sono in corso trattative con alcuni atleti AJPW e NOAH, che potrebbero approdare in TWC nei prossimi mesi.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 25/09/2015, 20:12 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 22/01/2011, 17:17
Messaggi: 19927
Località: Di notte, quindi all'alba
Immagine


MATCH ANNUNCIATO PER INDOOR WAR #16


Il vicepresidente esecutivo responsabile per le relazioni con i talenti della TWC, Mr. Alan Taylor, ha sancito un nuovo match per la prossima puntata di Indoor War che si terrà alla Joe Louis Arena di Detroit. In seguito alle lamentele dei wrestler TWC Travis Miller e The Gaty per il trattamento ricevuto allo Special Event Night of Gold, il primo per non essere stato in grado di terminare il proprio match ed il secondo per essere stato rilegato al ruolo di timekeeper, i due saranno messi in coppia per affrontare il team composto da Adil Abhra, Luke Stones e Black Adam in un 3 on 2 Handicap Match.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 26/09/2015, 1:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Immagine


Siamo nel loft di Leon Black, ed è piena notte. Il gigante, seduto alla scrivania, sta scrivendo qualcosa sul portatile.

Immagine


Black è senza maglietta, e una fasciatura gli avvolge la spalla destra. Il campione TWC, si ferma un attimo, osservando quello che ha scritto, poi annuisce e riprende a scrivere, quando si sentono dei mugugni provenire dal letto, e lentamente nella luce proiettata dal PC compare Lucy Fisher.

Immagine


La ragazza, in pantaloncini cortissimi, che quasi spariscono sotto la maglietta bianca, si sfrega gli occhi, sbadigliando.

LF: Perché in qualunque momento mi svegli, tu non stai mai dormendo?

Il gigante scrolla le spalle ed indica lo schermo. Lucy si avvicina piegando la testa di lato, poi si siede tranquillamente sulla scrivania, prendendo l'anello d'argento che Black ha appoggiato di fianco alla tastiera ed infilandoselo al pollice. Black la guarda in tralice, ma lei lo colpisce con un buffetto sul naso.

LF: Giuro, non te lo butto via. Cosa hai scritto?

LB: Una lettera di scuse e ringraziamento per Sigfried.

LF: Sei serio?

LB: Assolutamente.

La ragazza socchiude gli occhi, osservando il gigante, poi inizia a leggere lo scritto. Gli occhi verdi dardeggiano rapidamente, mentre con la mano sinistra muove il mouse. Quando finalmente ha finito sospira.

LF: Era una ottima lettera. Fino alla firma.

LB: "Te lo avevo detto". Punto. A capo. "Leonard Black". Che c'è di strano?

LF: Che nessuno di voi due sa perdere.

Black si massaggia la spalla, muovendola in cerchio.

LF: Cosa ti sei fatto?

LB: Niente di particolare. Piccolo stiramento in allenamento.

Lucy gli appoggia il piede sulla spalla, spingendo con forza. Il gigante trattiene un ringhio.

LF: Che allenamento?

LB: La prigione d'acqua.

La ragazza aumenta la pressione.

LF: Sai perfettamente che sei troppo alto per farla.

LB: Tecnicamente sono duemilacentonovantanove millimetri. Dovrei starci.

LF: Il limite teorico è poco più di due metri.

LB: Duemilasettantatré millimetri, ma con le mie correzioni dovremmo arrivare a duemiladuecentotré. Sono quattro millimetri di bonus. Una passeggiata.

La ragazza stacca il piede dalla spalla e scuote il capo.

LF: Quante volte ci hai provato?

LB: Quattordici, ma questa volta c'ero quasi.

LF: Io ti consiglio di farlo con l'acqua, così affoghi e capisci che non ci devi neanche provare.

LB: Con l'acqua è teoricamente più semplice. Sostiene il peso.

LF: Se non fosse che mi dispiacerebbe vederti morire affogato ti spingerei a farlo.

Un rumore lievissimo arriva dal PC. Entrambi osservano lo schermo.

LB: Una mail.

Il gigante si muove e la apre, osservandola pigramente. Poi improvvisamente si muove sulla sedia ed apre un link blu, che lo reindirizza su You Tube.



LB: Non è possibile.

Lucy osserva le immagini a sua volta, corrugando la fronte.

LF: Cosa?

LB: Questa è una vecchia intervista che avevo fatto, ma non è mai stata trasmessa. Come fa ad essere su You Tube?

LF: Che centri qualcuno della combriccola di Samantha Hart?

LB: Assolutamente impossibile. Questa è roba che circola sul Deep Web, e non è indicizzata. Non si può trovare se non sai esattamente dov'è e come trovarla. Oppure se non hai un limite di tempo praticamente infinito. Non è qualcosa che abbia dei tag. Non puoi scrivere Leon Black su Google e trovarlo. No, c'è qualcuno che sa qualcosa. Lucinda, il telefono.

LF: Il tuo?

LB: Sì. Ho bisogno di telefonare ad Arthur.

LF: A quest'ora?

LB: Capirà.

La ragazza recupera il cellulare da dietro di se e lo passa al gigante, che compone rapidamente un numero.

LB: Andiamo, rispondi...

Passa qualche secondo.

LB: Arthur!

AV: ...

LB: Lo so che ore sono.

AV: ...

LB: Qualcuno ha messo su You Tube il video del monastero.

AV: ...

LB: Lo so che possiamo segnalare il canale. Ma nel frattempo migliaia di persone vedranno il video, e magari lo scaricheranno anche. Quando qualcosa finisce su internet non è più al sicuro.

AV: ...

LB: Lo so anche io che non è un problema quel video, ma se qualcuno ha trovato quello, può trovare anche gli altri.

AV: ...

LB: Non. Ci. Provare. Non devono finire online. Dammi una mano, ti prego. Vedi cosa riesci a scoprire, ok?

AV: ...

LB: Grazie Arthur. Ci sentiamo domani. Ciao.

Il gigante riattacca.

LF: Cos'ha detto?

LB: Che ci lavora.

Leonard scatta in piedi e si infila la maglietta che aveva appoggiato allo schienale, poi afferra una felpa con cappuccio da un appendi abiti e si avvia verso la porta, tallonato da Lucy.

LF: Dove stai andando?

LB: Vado a fare un giro.

LF: Cosa è successo? Vuoi spiegarmi?

LB: No, ma sappi che se troverò quello che ha messo in giro quei video, lo ucciderò.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 26/09/2015, 6:46 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
Immagine



TWC World Tag Team Championships Street Fight Match

Immagine


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 26/09/2015, 11:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 05/01/2011, 14:15
Messaggi: 2619
Immagine


Una didascalia a lato dell'immagine ci spiega che il video in questione è stato ripreso durante la trasmissione di Indoor War e avrebbe dovuto essere trasmesso in diretta, ma essendo stato ripreso in una stanza della Joe Louis Arena separata dal resto del backstage con una telecamera non collegata alla diretta televisiva il segmento non è andato regolarmente in onda. La TWC chiede scusa per l'inconveniente e prenderà provvedimenti nei confronti del tecnico addetto. Comunque, come detto, ci troviamo in una stanza che non abbiamo visto inquadrata durante tutto l'episodio di Indoor War: la luce qui è più fioca rispetto al resto dell'arena, ma le sue sfumature rosate mitigano l'impressione di un'atmosfera fredda ed altrettanto fanno le due poltrone bordeaux poste al centro della stanza, che per il resto è piuttosto spoglia. Sulla prima delle due poltrone vediamo distintamente Daniel Carson, intervistatore ufficiale della TWC, che ci accoglie con un sorriso amichevole.

Immagine


Carson: Signore e signori, benvenuti allo spazio interviste della TWC. Come avrete forse notato, oggi abbiamo deciso di spostarci in una sede più comoda, per una intervista che certamente occuperà più tempo rispetto al classico "botta-risposta" prima o dopo un incontro. Il mio ospite per la giornata di oggi è il Pain Deliverer della TWC, Jack Keenan.

Immagine


Keenan: Ladies and Gentlemen, my name is Jack Keenan and I deliver Pain.

Nel momento stesso in cui la telecamera si sposta verso di lui, Jack Keenan recita una delle più classiche delle sue battute, regalando poi un sorriso beffardo all'inquadratura.

Keenan: Non temere, non volevo sminuire la tua presentazione, Carson, l'ho detto giusto per puntualizzare.

Carson: Allora, Jack, direi di partire dagli ultimissimi sviluppi: vorrei qualche commento a caldo su quello che è successo ad inizio puntata, ossia il licenziamento di Mr. Fox Olon.

Keenan: Vuoi sapere cosa è successo esattamente ad inizio puntata, Daniel? Giustizia. Diciamocelo, quello che è accaduto ad Olon era più che inevitabile: il nostro ex GM ormai era un re senza più pedoni, si era giocato torri, cavalli e alfieri a Night of Gold per salvaguardare la sua regina, che di conseguenza per tutti gli altri si era trasformata nella cortigiana a cui saltare addosso. Non una grande strategia per uno che si fa chiamare "la Volpe" e che proclama di aver programmato da mesi la serata per la grande ascesa del suo protetto, in tutta sincerità. Comunque, tutto ciò aveva portato Olon a perdere qualsiasi seguito avrebbe mai potuto avere e questo ha reso, come ho detto prima, "inevitabile" la sua uscita di scena. Quello che vorrei sottolineare, però, è quanto non sia stato solo "inevitabile", ma anche "giusto". A Night of Gold Fox Olon ha gettato via definitivamente anche la leggerissima maschera di equità dietro cui si nascondeva, per cercare di pilotare tutto verso la direzione in cui aveva programmato le cose: lo ha fatto regalando i titoli di coppia alla Bruderschaft der Krahe come se fossero delle caramelle, così ora tutti potranno ricordare l'epico momento in cui sono stati incoronati i primi TWC Tag Team Champions di sempre; lo ha fatto cercando di condizionare tutte le fasi finali del torneo per il titolo massimo della sua federazione; lo ha fatto dando a Samy Hart tutto quello che lei voleva, tra cui la possibilità di giocare come meglio credeva con un titolo della sua federazione, peraltro senza ottenerne nulla. Perdonami la digressione, Carson, ma in qualità di laureato in legge non posso davvero fare a meno di pensare al fatto che abbiamo avuto per mesi un General Manager tanto idiota da non leggere attentamente un contratto stipulato da Samantha Hart... Samantha Hart, non so se mi spiego. Quello che ha fatto Brian Philips, licenziandolo, non è stato che un atto dovuto e doveroso: se non fosse successo, comunque Olon avrebbe avuto i minuti contati, perchè qualcun altro, qualunque carica o ruolo rivestisse all'interno della federazione, avrebbe mosso un passo nella stessa direzione di Philips. Io stesso non scherzavo quando, nel kick-off di stasera, dicevo a Olon che avrei potuto portarlo davanti a un giudice con l'accusa di discriminazione sul luogo di lavoro, Daniel.

Carson: A proposito del kick-off, c'è chi al riguardo si chiede cosa farà ora Jack Keenan. La "minaccia" che hai rivolto ad Olon fa pensare che continuerai in una qualche maniera l'attività in tribunale davanti a un giudice: è una impressione sbagliata?

Keenan: Beh, credo proprio di dover rispondere di sì. Il concetto che non vorrei fosse passato, dopo gli ultimi eventi con Murdock, è quello di un Keenan più avvocato che wrestler. Spero di aver dimostrato il contrario già a Night of Gold, ma preferisco chiarirlo nel modo più inequivocabile possibile: Jack Keenan è un wrestler a tempo pieno, non un avvocato. E' vero, avrei tranquillamente portato Olon davanti ad un giudice se necessario, ma solo perchè lo avrei considerato giusto, così come consideravo giusto aiutare Jeffrey Bennett: per il resto, sono un dipendente di una federazione di wrestling professionistico che, tra le altre sue caratteristiche, ha quella di essere laureato in una scuola di legge. Nulla di più.

Carson: Quindi, se non l'attività in tribunale, qual è il prossimo obiettivo del Pain Deliverer?

Keenan: Per il momento di fronte a me vedo solo un obiettivo per il futuro: l'ingiustizia. Vedi, Daniel, quando esci da una scuola di legge generalmente puoi avere due diversi target davanti agli occhi: i soldi o qualche principio universale quale equità e giustizia. Non dirò di essere un idealista, non lo sono mai stato, so bene quanto chiunque che una giustizia universale non è possibile e che con ogni probabilità il mio concetto di giustizia - Justice through Pain - non è condiviso da molti, ma al tempo stesso se fossi alla ricerca di soldi facili non sarei qui. Il wrestling è la mia passione e amo la TWC quanto la può amare il Monster inside TWC, TWC itself doesn't want to recognize, per questo se c'è una cosa che voglio per la mia federazione è che si avvicini quanto più possibile ad essere definita "giusta". Non serve che vi dica che, soprattutto dopo gli eventi di Night of Gold, penso sia una eventualità molto remota, basti guardare cosa è successo intorno ai titoli di questa federazione. Il torneo per il TWC Championship è stato falsato durante le sue fasi finali dal promotore del torneo stesso, il che inevitabilmente può far scaturire qualche dubbio sul vero obiettivo del torneo e sulla sua legittimità nel complesso. I titoli di coppia sono stati regalati come puro "contentino" a Siegfried e amici: loro li hanno opportunisticamente accettati, e penso che pochi potrebbero biasimarli per questo, ma questo non dà grande valore a delle cinture che avrebbero meritato un evento di portata almeno simile al TWC Championship Tournament. Poi, il 15 Championship: oltre al fatto che Samantha Hart ha ottenuto senza bisogno di fare nulla il privilegio di poter, di fatto, impacchettare e consegnare il titolo a chi lei volesse - in questo caso Big Black Boom -, si potrebbe contestare anche il fatto che hanno potuto contenderselo quattro lottatori scelti arbitrariamente dal buon vecchio Olon tra gli eliminati dal TWC Championship Tournament, mentre altri sono stati privati di questa possibilità, fra cui il sottoscritto. No, non è questa la giustizia di cui parlo, nè quella che ho come obiettivo.

Carson: Capisco... sulla base di questa risposta mi viene spontaneo chiederti se pensi di aver finito con Lance Murdock e Jeffrey Bennett.

Jack Keenan alza la mano per chiedere all'intervistatore di avere pazienza, beve un sorso da una bottiglietta d'acqua e poi inizia a rispondere.

Keenan: In tutta sincerità, penso che sia semplicistico dire che una cosa del genere possa arrivare ad una "fine" vera e propria: insomma, siamo realisti, quando si ha una divergenza di idee con un'altra persona, magari un litigio, magari la si porta persino in tribunale, è ben difficile che le cose si chiudano dall'oggi al domani, rimarrà sempre un qualche strascico. Murdock, così come Bennett, può pensare qualsiasi cosa voglia, per quanto mi riguarda non sento la necessità continuare sulla stessa strada che ci ha portati a Night of Gold. Qualunque cosa si possa dire, durante lo special non ho fatto altro che non fosse esattamente quello che avevo promesso: sconfiggere Lance Murdock e garantire un po' di giustizia per Jeffrey Bennett. Stop. Nessuna ipocrisia, nessun egocentrismo: d'altra parte, che cosa avrebbe portato a me, Jack Keenan, questa vittoria, se non soddisfazione personale? Vedi, Daniel, per quanto continui a pensare che le idee di Lance Murdock siano sbagliate e a non sopportare alcuni suoi atteggiamenti, io non ho problemi ad ammettere che rispetto quell'uomo per il suo stile di combattimento e per il sacrificio e l'abnegazione che ha mostrato nel nostro incontro: tutto quello che ho fatto è stato fare quel che so fare meglio, ossia trovare il suo punto debole, concentrarmi su quello e sfruttarlo per vincere. Perciò, da questo punto di vista non credo di avere conti in sospeso con Murdock: naturalmente, siamo dipendenti di una federazione di wrestling, quindi è possibile che in futuro, magari nemmeno tanto avanti nel tempo, ci affronteremo di nuovo, e in tal caso mi farò sempre trovare pronto. Quello che mi ha deluso in quel match, semmai, è stato l'atteggiamento di Bennett: pare che nel corso dell'incontro il nostro buon Jeffrey si sia dimenticato che stavo combattendo per lui. Io avevo deciso di aiutarlo a ottenere giustizia perchè, per quanto possa sembrare banale come spiegazione, mi sembrava giusto farlo. Bennett, però, sembra aver pensato che l'ideale di giustizia che io ho non includesse il suo caso: beh, così non era. Justice through Pain. Non si ottiene giustizia senza qualche piccolo sacrificio: nel caso di Bennett, questo "sacrificio" consisteva nel venire colpito da Murdock quando ho rovesciato la scala su cui stava salendo, per impedire che prendesse lui l'ordine restrittivo. Non mi sembra un sacrificio tanto grande in confronto alla vittoria ed ai benefici che ne avrebbe ottenuto... tanto più che Bennett stesso si era esposto al rischio di quel sacrificio, presentandosi a bordo ring per l'incontro. Invece, dopo che è successo, Jeffrey è salito sul ring, sbraitandomi contro una simpatica serie di insulti e poi tirandomi uno schiaffo, e guardandolo negli occhi ho capito che avevo sbagliato: Jeffrey Bennett non è tanto forte da saper riconoscere in cosa sta la giustizia e saperla accettare; nel momento in cui me ne sono reso conto, non ho avuto altra possibilità che colpirlo, come lui aveva appena fatto con me. Justice through Pain, esattamente. Alla fine gli ho comunque lasciato l'ordine restrittivo, come da accordi, ora sarà lui a decidere cosa farne... la scelta che farà, per come la vedo io, definirà che tipo di persona davvero sia Jeffrey Bennett. Tuttavia, ora come ora la cosa non mi riguarda.

Keenan si interrompe, beve ancora un sorso dalla bottiglietta e fa un cenno con la testa a Daniel Carson.

Carson: Perfetto, il tempo a mia disposizione è scaduto. Grazie mille per la disponibilità.

L'intervistatore si alza, allungando la mano verso Jack Keenan, che gliela stringe.

Keenan: Grazie a te, Daniel.

Ed ora Jack esce dalla porta, che chiude alle sue spalle. Si incammina quindi tranquillo, e su queste immagin-

VC: Ehi!

Immagine


Vincent Cross! Vincent Cross compare poco distante da Keenan, e lo raggiunge accelerando il passo.

VC: Per fortuna ho saputo che ti stavano intervistando qui. Bella la vita da vincitore eh?

Keenan non risponde, ma non distoglie lo sguardo dall'alta figura di Cross.

VC: Ehm, da parte i convenevoli, vado dritto al sodo: mi serve un avvocato.

Keenan spalanca gli occhi.

VC: E tu guardacaso lo sei! Problema risolto! Sono certo che per un collega tu possa lavorare anche gratuitamente, no?

Il Pain Deliver non muta la sua espressione.

VC: Beh, possiamo trattare sul prezzo, se vuoi ti registro tutti i segmenti di Ultraman.

Jack si passa una mano sulla faccia.

Keenan: Scusa, ma sta ancora cercando di, ecco, interiorizzare quanto tu mi hai appena detto.... Ma la risposta è no.

Cross si acciglia.

VC: Ok, ci aggiungo delle birre grati-

Keenan: Non è per le birre, semplicemente non voglio. Ho ancora Murdock alle calcagna, troppi pensieri per la testa ed una discreta voglia di non avere niente a che fare con le aule di tribunale almeno per un po'... l'ho detto e lo ribadisco, sono un wrestler a tempo pieno, non un avvocato. Se provi a rivolgerti a mio fratello comunque ti ammazzo, voglio che ti sia ben chiaro. E ora, se vuoi scusarmi, ho altre cose più importanti da fare.

Keenan prende e si allontana. Cross lo guarda e poi si mette ambo le mani sui fianchi.

VC: Beh, è andata come previsto. Dovevo nominare prima la birra, funziona sempre.

Anche Cross si allontana, e su queste immagini il collegamento stacca.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 27/09/2015, 19:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17032
Immagine

PRESENTA
Samy TV - On Air


Una diretta streaming parte e le immagini ci portano nello studio di Samy TV, situato nella Guardians Mansion.

Immagine


Seduti su quattro rispettive poltrone troviamo i Guardians Of Tuth al gran completo.

ImmagineImmagine


Nella poltrona a sinistra c'è Maivia seduto in maniera composta e con uno sguardo vitreo in volto, affianco a lui troviamo Drake seduto in maniera scomposta mentre guarda verso un punto indefinito immerso nei suoi pensieri. Dall'altra parte del monitor invece c'è Samantha Hart seduta comodamente con le gambe incrociate mentre giocherella con i suoi capelli, ed infine sulla poltrona di destra troviamo Dixon che sta smanettando con un tablet.

Samantha: Ladies and gentleman welcome to Samy TV!

La Hart Princess sorride.

Samantha: Che bella puntata di Indoor War ci siamo lasciati alle spalle, sono davvero colpita! Certo ci sono stati dei 'sti cazzi moments come il ritorno di Brian Philips, il ritorno dei fratelli Nolan, Nick Carroll che apre bocca, Travone & Gay che battono tre pippe, Jack Keenan che da bravo avvocato si mostra avvoltoio cercando di spolpare la carcassa di Fox Olon abbattuta da noi Guardians Of Truth e le due troie che tornano ad essere amiche mentre i due dementi che se le scopano intanto bevono birra e parlano dei noiosi cazzi loro... Ma va be', ci stanno queste cose nell'economia di uno show di wrestling che segue il modello Same Old Shit WWE. Fortunatamente tra meno di una settimana aprirà i battenti la Fortuna Wrestling Promotion che rivoluzionerà il mondo del wrestling una volta per tutte.

La ragazza si passa una mano tra i capelli buttandoseli all'indietro.

Samantha: Ed a proposito della FWP ho da fare due annunci. Il primo è che noi quattro parteciperemo alla primissima puntata di Breaking Point il prossimo venerdì, ed il secondo è che la prossima settimana avremo come ospite Rachel Fortuna qui a Samy TV per prendere parte al terzo episodio di How I Met Your Samy. Sono proprio curiosa di conoscere questa ragazza, da quel poco che ho visto di lei mi sembra abbia le palle.

The Tiger mostra un sorrisetto.

Samantha: Tornando ad Indoor War abbiamo avuto l'ennesima dimostrazione della veridicità delle mie parole quando Big Black Boom ha umiliato il coglione di Simon B. difendendo con successo il suo meritatissimo TWC 15 Championship! Well done Triple B! E continuando a parlare dei Friends Of The Guardians posso dire senza paura che l'Achtung è stato un qualcosa di fenomenale! Il mio amico Sigfried è davvero un genio e per la seconda volta in carriera vince l'Held Trophy! Te lo sei guadagnato Sig, sono fiera di te, così come sono fiera del wrestler che hai scelto come tuo nuovo tag team partner. In passato non ho speso belle parole per Christophorus, ma questo perché appariva come un semplice schiavetto di Olon, ma dopo i fatti del main event di Night Of Samy dove il buon Schmidt ha mostrato il suo vero valore ho drasticamente cambiato idea su di lui e sarei ben lieta di accoglierlo tra i Friends Of The Guardians.

La Hart Princess mostra il pollice alto alla telecamera facendo l'occhiolino.

Samantha: Poi c'è il Gunther's Point Of View, rubrica di grande profondità filosofica che oltre a coniare il soprannome Piccola Hart, che adoro, mostra il lato poetico di quel gran omaccione di Gunthy che se continua così finirà per farmi innamorare di lui...

La giovane Samantha lancia un bacio alla telecamera per poi continuare a parlare.

Samantha: La povera Nildy invece continua ad essere presa di mira dai coglioni che abitano il web, ma poi, più avanti nella puntata, sfoga tutta la sua frustrazione contro quella ragazzina del cazzo a cui piace dar fiato, e cazzi, alla bocca! A proposito di Complesso di Elettra...

The Tiger assume un'espressione seria.

Samantha: Se ci tieni a saperlo troietta del cazzo a me non me ne fotte un cazzo del tuo WFSS Women's Championship. Al contrario penso che a te interessi molto divenire FWP World Women's Champion così da essere sia campionessa mondiale e sia campionessa della WFSS, e quindi alla luce tue parole di Indoor War dove asserisci che io non abbia talento e che abbia ottenuto tutti i miei successi vendendo il mio corpo, spero che tu non ti sorprenderai se qualcuno intervenisse nel main event di Breaking Point attaccandoti brutalmente e costandoti il match.

Ed ecco che un nuovo sorrisetto compare sul volto di Samantha accompagnato da un altro occhiolino.

Samantha: Donna avvisata...

La Hart Princess mostra un altro sorrisetto per poi voltarsi verso Drake che appare molto smanioso. Samantha si scambia uno sguardo d'intesa con The Dragon per poi divenire seria e tornare a parlare verso la telecamera.

Samantha: Ma di tutti i bastardi invidiosi che hanno sputato sentenze contro la forza dominante della TWC ce ne sono tre che proprio hanno passato il limite...

The Dragon si alza dalla sua poltrona andando a pochi centimetri dalla telecamera occupando tutta l'inquadratura con il suo primo piano.

Immagine


Drake: Leon Black... Michael Edwards... Kevin Manson...

Il wrestler si passa una mano sul volto per poi tirarsi uno schiaffo.

Drake: Ah ah ah! Leon Black vuole concedermi un match titolato in attesa di un effettivo avversario?! Oooooh Leon, povero Leon, stupido Leon... Stai facendo l'errore che prima di te hanno fatto Jack Keenan, Alisa, The Lone Souls e Simon B., mi stai sottovalutando!

The Dragon mostra uno sguardo folle mentre del sudore inizia a calare sulla sua fronte.

Drake: Che poi chi sarebbe questo effettivo avversario?! Michael Edwards che è riuscito a battermi solo per count-out per giunta nel periodo in cui ero un debole ragazzino sotto il controllo di quella bastarda di Alisa?! Kevin Manson che l'unica vittoria di prestigio che ha è contro quel fallito di Vincent Cross?! NON FATEMI RIDERE!

The Twisted One fa un passo indietro per poi camminare smanioso per qualche secondo prima di tornare a parlare alla telecamera.

Drake: Tutti voi bastardi pensate che io sia solo una marionetta in mano a Samantha, ma non è così, NON E' COSI'!!!

The Dragon sbuffa verso la telecamera mentre con sguardo fisso e spiritato fissa l'obiettivo.

Drake: Io sono un UOMO, un uomo che ha un sogno! Fin quando ero un ragazzino il mio sogno è di divenire campione mondiale di wrestling, un sogno che è stato rallentato fin troppe volte da ostacoli come il mio grave infortunio maturato in Giappone contro Akuma Fujihara o quella palla al piede che ho dovuto portarmi in giro per anni rispondente al nome di Alisa Drake! Eh eh eh...

Un sorrisetto folle compare sul volto di Drake.

Drake: Ma ormai quegli ostacoli sono stati superati, anzi no, sono stati ABBATTUTI, ed adesso me ne è rimasto solo uno e sei tu Leon Black! Accetto la tua sfida per il prossimo Indoor War dove finalmente coronerò il mio sogno! Io sarò TWC World Heavyweight Champion... Believe that you son of a bitch!

The Dragon si colpisce la testa con una potente manata mentre si allontana lentamente dalla telecamera camminando all'indietro e sorridendo. Alle sue spalle possiamo vedere gli altri Guardians che lo guardano soddisfatti mentre lui torna a sedersi sulla sua poltrona.

Samantha: Perciò è ufficiale, ad Indoor War, nel main event avremo Drake vs Leon Black per il TWC World Heavyweight Championship.

The Phoenix stacca lo sguardo dal suo tablet e prende la parola.

Immagine


Dixon: Hai detto bene Samantha, nel main event, ma qui mi sorge un piccolo quesito. Ma Drake non era stato definito un midcarder dal quotatissimo Kevin Manson?

La Fenice si gratta la barba mentre mostra uno sguardo pensante.

Dixon: Tecnicamente un midcarder dovrebbe combattere, appunto, nel midcard, eppure il nostro caro Drake nel prossimo Indoor War sarà nel main event, così come a Night Of Samy è stato nel pre-main event. Cavolo, un midcarder nel main event... Qualcosa non torna...

The Phoenix mostra un altro sguardo pensante.

Dixon: Ho capito! Drake, essendo l'unico in TWC ad aver vinto tre match su tre in PPV ed essendo sempre al centro dell'attenzione anche a discapito di match più quotati come Leon Black vs Fred Franke, non è un midcarder, ma è un main eventer fatto e finito! La definizione midcarder è solo un bieco trucchetto del povero Kevin Manson che nonostante tutti gli sforzi che fa per attirare l'attenzione non ha il minimo appeal che ha Drake e quindi pur di dimostrare le sue ragioni a Leon Black ed al pubblico preferisce denigrare il prossimo TWC World Heavyweight Champion.

Il wrestler scuote la testa.

Dixon: Puoi ingannare i decerebrati del pubblico e qualche wrestler non propriamente normodotato nel backstage con le tue parole Kevin, ma non puoi ingannare una mente superiore come mia alla luce di un quoziente intellettivo di 161. Si potrebbe dire che Dio mi ha donato sia l'intelligenza, sia la prestanza fisica e sia un bell'aspetto, ma essendo ateo posso asserire che tutte queste qualità sono frutto solo della mia superiorità genetica rispetto a gran parte degli uomini che abitano questo mondo. Ora che sai queste cose Kevin ti consiglio di non insultare oltre la tua già scarsa intelligenza, sparando sentenze ed insulti da quarta elementare solo per far vedere che tu vali qualcosa poiché ci sarà sempre The Smartest Man On The Place che smonterà le tue parole e ti farà passare da stupido agli occhi di quel pubblico di cui tanto brami l'approvazione.

The Smartest Man On The Place sorride in maniera beffarda.

Dixon: Oltre al povero Kevin, per cui nutro genuina e sincera pena, anche il Simon B. dei poveri ha voluto dire la sua, Michael Edwards. Michael, ascoltami bene, tu proprio come Simon B. sei affetto da un complesso di inferiorità che ti spinge a cercare un surrogato del tuo Io che possa raggiungere quel successo che tu non potrai mai raggiungere con le tue forze per poi vivere nella luce riflessa del sopracitato surrogato. Nel caso di Simon B. questo surrogato è Kid The Wizard, nel tuo caso è Leon Black. Anche tu hai cercato di risaltare agli occhi di Leon, uomo da cui cerchi continuamente l'approvazione, insultando Drake riferendoti a lui chiamandolo viverna, la stessa viverna che ricordiamo stava per sconfiggerti nonostante era ancora un debole sotto il controllo di Alisa, e contro il quale l'hai spuntata solo per count-out grazie al mio intervento. Anche per te provo pena Mike, ma la selezione naturale è spietata, e proprio come Simon B. anche tu un giorno ti ritroverai solo a vivere nei tuoi rimpianti mentre l'uomo che hai eletto a tuo idolo se ne starà a pensare ai fatti suoi non curandosi più di te. E' successo a Simon B. con Kid The Wizard e succederà anche a te con Leon Black. History always repeats itself.

The Phoenix sorride nuovamente.

Dixon: Ed infine passiamo a colui che dovrebbe essere The Man Who Runs The Place... Leon Black. Anche tu Leon mostri un complesso d'inferiorità, solo che a differenza di Simon e Michael il tuo non ti spinge a cercare una figura in cui riporre le tue speranze. Tu sei molto più simile a Kevin. Tu hai sempre cercato una figura superiore a te non per prenderne esempio, ma per affrontarla e dimostrarti superiore ad essa, fallendo. Kevin lo sta facendo con te, tu lo hai fatto con Kid The Wizard ed Akuma Fujihara, e non è un caso che tu abbia vinto il tuo primo titolo mondiale solo dopo che le tue due chimere sono sparite dalla circolazione. Come ho già detto history always repeats itself e quindi posso già dire che Kevin Manson sarà un futuro TDPW Champion, garantito.

I Guardians regalano un applauso ironico a Kevin Manson per poi lasciare nuovamente spazio a Dixon.

Dixon: Questo è ciò che un The 161 pensa di voi. Direi che c'è poco spazio alle opinioni, così come c'è poco spazio alle opinioni di alcuni fan tipo questi qui che scrive...

The 161 posa il suo sguardo sul tablet.

Dixon: "I Guardians Of Truth sono una barzelletta. Si vede chiaramente che Samantha punta tutto su Drake mentre Dixon e Maivia stanno lì a non fare nulla osservando l'ascesa del loro compagno perdendo l'occasione di dire la loro e restando confinati nel midcard. Per Maivia va più che bene visto che non spiccica una parola e nel ring non è un granché mentre per Dixon un po' mi dispiace visto che nel ring è bravo."

The Phoenix osserva con sguardo sarcastico la telecamera mentre Maivia mostra un'espressione furente.

Dixon: Non te ne faccio una colpa caro fan, la tua intelligenza è inferiore alla mia così come è inferiore alla nostra Samantha.

La Hart Princess sorride lusingata.

Dixon: Anche se fondamentalmente non ci vuole un genio per capire che Drake è il designato per divenire The Man... Ma in TWC. Io sarò The Man of FWP così come Maivia sarà The Man of Independent Promotions. In tutto ciò resteremo uniti sotto la lungimirante guida di The Woman Of Wrestling, Samantha Hart.

Ed ecco che è proprio Samantha che ora prende la parola.

Samantha: Quindi colgo l'occasione che grazie al contratto di non-esclusività donatoci dai nostri amici della BDK Inc., Dixon diverrà principalmente un wrestler FWP che tuttavia continuerà ad apparire e combattere in TWC così come Maivia che andrà a collezionare successi nelle federazioni indipendenti continuando ad apparire in TWC e FWP. Per quanto riguarda Drake non pensate che sarà un esclusiva della TWC poiché anche lui approderà in FWP ed a partire dalla seconda puntata di Breaking Point porterà il TWC World Heavyweight Championship con se!

The Turtle si alza dalla sua poltrona.

Maivia: Believe that...

Anche The Phoenix si alza.

Dixon: ... and believe in the Guardians!

I due vengono imitati da The Dragon che scatta in piedi.

Drake: You better run like hell...

Ed infine anche The Tiger si alza mostrando il suo classico sorrisetto in volto mentre giunge il pugno insieme ad i suoi Little Monsters.

Samantha: ... because we're out of control! Samy can be trusted!

E su queste immagini la diretta si interrompe.

[Offline]


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 29/09/2015, 14:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
President's farewell.




Ma sì, dai, facciamoci del male con questa bella canzoncina allegra tanto l'umore è dei migliori a casa B.

Immagine


Eccolo qua, quello che prima tutti noi volevamo essere mentre adesso è lui che vorrebbe essere noi. Simon se ne sta stravaccato sul divano, visibilmente triste e vestino non proprio nel suo “stile”. È dunque da considerare bufala la leggenda che parlava di come Simon B indossasse giacca e cravatta anche mentre dormiva. Ma non è questo il punto, è questo ---> .

Non perdiamoci però in chiacchiere, Simon si sta deprimendo nelle ultime settimane, e starsene a casa da solo ad ascoltare canzoni del genere sicuramente non lo aiuterà a riprendersi.

SB: Meh..

Simon sbuffa, facendo zapping in televisione e mandando qualche messaggio ogni tanto.. L'inquadratura si allarga e mostra le immagini in televisione le sequenze finali della vittoria di Simon B ai danni dell'ultimo rimasto The Wolf in un First Blood Elimination Match alla Royal Rumble 2012..

SB: Bei tempi..

Il Who You Want to B è molto laconico e scuote la testa guardando le sue gesta...

TOC TOC


SB: Vattene, non voglio vedere nessuno.

TOC TOC


SB: Perchè bussi se hai le chiavi?

FW: Così.

Immagine


È Finn Wheelan!! L'ormai fidato amico di Simon B entra nel salottone e si accomoda a fianco del ragazzo di Miami, dandogli una pacca sulla spalla.

FW: Hai finito di deprimerti come una dodicenne appena lasciata dal fidanzato?

SB: Ormai penso di essere diventato troppo vulnerabile.. Non voglio che tu venga pestato per difendermi. Penso proprio di lasciar perdere tutto.

Cosa??

FW: Simoncì, calmati. Non serve fare così, sta tranquillo. È solo un periodaccio.. Anche i più grandi campioni hanno avuto dei brutti momenti. È il wrestling, è il buisiness, è la vita.

SB: Ma non è Simon B. Simon B ormai è finito. Te lo confido in tutta sincerità, non ho più voglia. Non me la sento più. Ha ragione Samantha. Fare il wrestler non fa più per me e, forse, non ha mai fatto per me. Non ho più voglia di alzarmi la mattina e andare in palestra, seguire una cazzo di dieta senza mai poter mangiare ciò che voglio. Mi sono rotto le palle di stare sempre in giro, sempre in viaggio, tra autobus, treni e aerei. Penso sia arrivato il momento di dire basta..

FW: Sì.. basta.. a queste cazzate. Ma ti rendi conto di ciò che stai dicendo? Ti stai facendo controllare la mente da una troia bionda che manco te la da più! Non sopporto vederti così. Dobbiamo cambiare aria. Venerdì sera vieni con me, ce ne andiamo in FWP... (mi fai un po' di pubblicità) e poi te la godi, sentirai di nuovo il pubblico urlare il tuo nome a gran voce. Rinascerai, fidati di me.

SB: Meh.. non so.. ci penserò su.

Finn annuisce e cerca di cambiare discorso.

FW: Dai, portami nella “stanza dei trofei” e raccontami qualche aneddoto.. mi diverti sempre tanto ogni volta che mi racconti una storia..

Simon sbuffa nuovamente, ma decide di accontentare il suo angioletto. D'altronde gli è sempre piaciuto lodarsi e narrare le sue imprese.

SB: Dai su, andiamo.. meh..

I due si alzano e attraversano un corridoio fino ad arrivare ad una porta con varie targhette d'oro appese sopra. Simon apre la porta ed entra dentro.. ma tutto ciò che vede è una teca vuota.

Immagine


SB: Cazzo.

FW: Che succede?

Simon si accascia a terra, quasi disperato.

SB: Il titolo. Del. Mondo. E il polsino. Di KTW.

Anche Finn adesso si mette le mani nei capelli!!

SB: Li hanno rubati quei bastardi.

Simon si mette le mani sulla faccia coprendosi gli occhi, mentre Finn da dietro cerca di consolarlo.

FW: I Guardians non avranno vita facile. Sono con te, Brò.

Camera fades.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 29/09/2015, 20:11 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8565
Immagine


Ci trovanno al Savannah Head International Airport. C'è un gran brusio, persone che partono ed arrivano. In mezzo a tutti, Andy Moon è con la sua famiglia.

Immagine
ImmagineImmagineImmagineImmagine


Il ragazzo abbraccia uno per uno tutti i componenti della sua famiglia, poi si dirige verso il gate con una valigia e uno zaino. Il ragazzo fa qualche passo, poi si ferma, osservando una ombra di discrete dimensioni che gli si para davanti.

Immagine


Leon Black, in camicia blu a quadri bianchi, con le maniche arrotolate, e jeans blu sorride pacatamente.

LB: Andy.

Il ragazzo sorride.

AM: Ehi, Leon. È bello vederti.

LB: Leonard, ti prego.

Andy inclina la testa ed annuisce.

AM: ... Quindi, me ne vado. Per un po'.

Black annuisce.

LB: Non sono qui per fermarti.

AM: Lo so.

LB: E comunque immagino non servirebbe comunque.

Black scuote la testa sorridendo.

LB: Stai attento.

AM: L'idea è quella. Quando tornerò sarò diverso. Farò in modo che non sia più possibile sorprendermi.

Andy fa una pausa.

AM: Tu starai bene.

LB: Lo spero per te. Ma sai anche tu che quello che ti serve mettere a posto non è qui.

Leonard indica il corpo di Andy.

LB: Ma qui.

Il ragazzo annuisce.

AM: Lo so. Sarò un viaggiatore coraggioso e farò quel che devo fare. Sarò diverso... come lo sei stato tu.

Black improvvisamente smette di sorridere.

LB: Spero sinceramente di no.

AM: Ci sono cambiamenti e cambiamenti. Ma siamo d'accordo su una cosa, credo. Quando partiamo per qualcosa di nuovo... solo al ritorno potrai dire di essere davvero un uomo. In un modo o nell'altro. Buon uomo, cattivo uomo, non ha importanza. Non ancora.

Il gigante annuisce, lentamente.

LB: Forse sì, ma purtroppo sai che io devo combattere gli uomini cattivi, no? Vedi di non farmi arrivare al punto in cui devo arrivare a prenderti, ok?

Andy sorride.

AM: Non preoccuparti, tornerò. Migliore. Ti chiamerò in questi mesi, comunque. Ci vediamo, Leonard.

Il ragazzo annuisce e supera Black, poi però si ferma di nuovo.

AM: Ah, un'altra cosa...

Leonard lo osserva, silenzioso. Andy sorride.

AM: Quando tornerò, il mio obbiettivo sarà il titolo. Quindi vedi bene di mantenerlo. Il nostro match non è ancora finito.

LB: Calma Robin, prima di diventare Nightwing ti devi allenare ancora un po'.

AM: Credimi, non sono Robin, ma Terry McGinnis.

Moon alza la mano in segno di saluto e se ne va, portandosi dietro le sue valige. Il gigante lentamente si allontana a sua volta, finché non scorge la famiglia di Andy, quindi ridacchia leggermente e si avvia in quella direzione.

LB: Mi presenterò ai suoi. Non voglio continuare a incontrarlo di nascosto.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 29/09/2015, 20:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 13/04/2011, 19:41
Messaggi: 5772
Località: Sicilia
Immagine


MEA CULPA




Le immagini aprono in un parco, dei bambini dondolano sull'altalena, alcuni ragazzi dal fisico asciutto portano a passeggio grossi cani, giovani donne camminano a passo veloce prendendo qualcosa nella loro borsa tenendo il telefono tra spalla ed orecchio, coppiette neonate incidono le loro iniziali sulla corteccia di un'albero, un nonno con suo nipote tira molliche di pane ad un piccione. La giornata è serena, sono le quattro di pomeriggio. L'inquadratura si sposta e in disparte rispetto al resto della scena vediamo un uomo seduto sul una panchina, da solo. Le telecamere zoommano e riconosciamo in quest'uomo la figura di The Gaty.

Immagine


Il wrestler di San Antonio è intento a guardare la gente intorno a lui, indossa abiti ordinari ed un berretto sula testa. Gaty estrae dal taschino un pacco di Lucky Strikes Rosse Morbide, da qualche colpo sotto al pacchetto per facilitare l'estrazione della sigaretta, la mette tra le labbra e l'accende, nel frattempo vediamo avvicinarsi da dietro di lui una figura a noi nota.

Immagine


Si tratta di Jim "The America Eagle" Smith, ex wrestler e migliore amico di Gaty, questi si avvicina al Most Cool Guy da dietro e senza preavviso tira una forte pacca sulla spalla all'amico

GTY: PORC...

JIM: Ehi ehi ehi, sta calmo amico, sei un wrestler, queste per te dovrebbero essere carezze no?

GTY: Ti andrebbe di ricevere una delle mie carezze?

JIM: Nervosetto il nostro Gaty oggi, che c'è? Non ti fa piacere la visita di un amico?

Lo sguardo della War Machine, prima infastidito, diventa più rilassato, accennando un sorriso.

GTY: Certo che mi fa piacere.

JIM: Che ci facevi qui tutto da solo?

GTY: E' un bel posto per riflettere.

JIM: E su cosa riflettevi in particolare?

GTY: Solite cose, più o meno.

JIM: Per esempio?

GTY: Niente di speciale, lascia stare, ti annoierei.

JIM: Non ho niente di meglio da fare, dai.

Gaty fa un tiro di sigaretta, ormai arrivata a metà, poi la spegne con le dita e la rimette nel taschino.

GTY: Stavo pensando alla mia carriera, a dove sono e al perché ci sono arrivato. Stavo pensando alle mie scelte, se hanno condizionato la mia carriera o è solo frutto del caso.

JIM: Effetto farfalla amico mio, effetto farfalla. Noi non decidiamo quello che ci succede, è tutto frutto del caos, ogni minima azione influenza enormemente la tua vita e quella degli altri. Ovviamente delle scelte sbagliate influenzeranno in ogni caso la tua vita con conseguenze ancora maggiori, ci sono tante cose da considerare.

GTY: Tu pensi che se mi fossi comportato diversamente oggi sarei potuto essere più in alto?

JIM: Vuoi una risposta da amico o una risposta sincera?

GTY: Sincera.

JIM: Sì, hai fatto delle scelte sbagliate, e sì, saresti potuto essere più in alto, o più in basso, o saresti morto. Ma probabilmente saresti stato più in alto.

GTY: Sii più specifico.

JIM: Prendiamo il tuo, anzi il nostro, stint in TWNA nel duemilaundici. Eri più giovane, più inesperto e molto più presuntuoso e sicuro di te, provocavi tutto e tutti senza criterio, e ti sei andato a cacciare in un guaio bello grosso, hai perso quattro anni della tua carriera perché ti sei circondato, diciamocelo pure, di incompetenti, sicuro com'eri di poter gestire tutto da solo.

Gaty fugge lo sguardo di Smith, mantenendo i suoi occhi puntati sulla gente che passa

JIM: E poi parliamoci chiaro, eri un buffone, non saresti mai arrivato da nessuna parte con quell'atteggiamento, non prendevi niente sul serio, ti credevi una pop-star e ti comportavi da pop-star, non da wrestler. Ti interessavano più la fama ed i soldi che il resto. In questo business la cosa che conta di più è il cuore.

L'MCG mantiene lo sguardo fisso mentre estrae la sigaretta spenta poco prima e la riaccende.

JIM: E vogliamo parlare del tuo personaggio? Il Most Cool Guy? Seriamente? Sei un wrestler, non un pornostar. Poi tutti quei promo idioti dove ti travestivi, il tuo atteggiamento egocentrico, ti sentivi il prescelto. La cosa peggiore è che ormai non distinguevi più il tuo personaggio dalla tua vera personalità. E poi dai, diciamocelo, che razza di nome è The Gaty? L'hai scelto perchè volevi sentirti importante con quel "The" lì davanti. Scommetto che nemmeno ti ricordi il tuo vero nome.

GTY: Certo che me lo ricordo.

Gaty butta la sigaretta e mantiene lo sguardo fisso davanti a sè.

JIM: Quello che ti sto dicendo è la verità e tu lo sai. Fa male, lo capisco, ma devi accettarlo. Non sai quello che verrà dopo, quattro anni di stop ti hanno insegnato ad essere un uomo, prima che un wrestler, a far parlare i fatti, prima della bocca. Ti hanno insegnato ad essere Shawn Gates prima che The Gaty

Gaty, mantenendo lo sguardo fisso, accenna un leggero sorriso.

GTY: Era un bel po' di tempo che non sentivo quel nome.

JIM: Ricordati che la vita non è fatta solo di carriera e wrestling: hai un figlio che sta crescendo ed una relazione stabile, devi pensare prima di tutto a loro.

GTY: Lo dici solo perchè pensi che io abbia giocato tutte le mie carte.

JIM: No, ci sono priorità nella vita. Cos'è più importante per te, la carriera o la famiglia?

GTY: Sono entrambi importanti, ma non mi potrò dedicare all'infinito alla carriera, e quando non potrò penserò alla famiglia. Sono riuscito a far crescere Jimmy da solo, il ragazzo ha sedici anni, è ormai quasi un uomo fatto, ancora un paio d'anni ed andrà per la sua strada. Rebecca la amo, ma lei sa che non potrei stare senza combattere.

JIM: Ci vogliono le palle per dire queste cose.

GTY: Ci vogliono le palle per ricominciare da zero a trentasei anni, con un infortunio grave alle spalle ed una concorrenza spietata da gente che ha dieci anni meno di te, sì, ci vogliono.

JIM: Ci vogliono le palle anche per imparare dai propri errori.

GTY: Certo che ci vogliono, e fidati, io ce le ho.

JIM: Allora cambierai quello stupido ring-name?

I due ridono.

GTY: Ci penserò su.

JIM: Dovresti, sei un wrestler completamente diverso da quello che eri quattro anni fa.

GTY: Anche tu sei una persona completamente diversa da quella che eri quattro anni fa, ma non hai cambiato nome.

JIM: Touché

Sulle immagini dei passanti nel parco, le trasmissioni si interrompono.


Ultima modifica di hbkbestfan il 13/03/2016, 16:49, modificato 2 volte in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 30/09/2015, 22:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17032
Immagine

PRESENTA

Immagine

EPISODIO 3


Le immagini ci portano all'interno dello studio televisivo di Samy TV, situato nella Guardians Mansion.

Immagine


Qui troviamo Samantha Hart seduta comodamente su una poltrona mentre oltre ad indossare una maglietta nera moderatamente scollata ed un paio di jenas neri, ha indosso un paio di occhiali da vista, look tipico nell'How I Met Your Samy, ed ora guarda in telecamera iniziando a parlare.

Immagine


Samantha: Ladies and gentleman welcome to the greatest show on the internet, How I Met You Samy!

Una finta ovazione si alza nello studio.

Samantha: Grazie, troppo gentili.

La ragazza mostra il suo classico sorrisetto mentre incrocia le gambe.

Samantha: Insomma, avete sentito la Breaking News? Pare che Simon B. stia pensando al ritiro dopo le mie parole ad Indoor War e le sonore sconfitte con Andy Moon, Drake e Big Black Boom. Oh, se si ritira veramente pretendo una statua da parte di Brian Philips visto che in due mesi ho eliminato dalla TWC feccia come Alisa Drake, The Shepherd, Dave Jackson, Taichi Mishima, Andy Moon e Simon B.! Fondamentalmente l'unico che si è salvato da uno scontro con me è stato Jack Keenan, ma visto che va perdendo tempo dietro tossici, finti salvatori e motociclisti sfigati direi che comunque l'ho messo al suo posto ovvero...

La Hart Princess sorride in maniera furba.

Samantha: ... nel midcard! Un posto perfetto per nullità come lui o come quei due sfigati di Kevin Manson e Michael Edwards che sono stati devastati a parole da The 161 Dixon non azzardando nemmeno una minima risposta tanta è stata l'umiliazione verbale subita. Al contrario il midcard non è posto per il futuro TWC World Heavyweight Champion Drake che nel prossimo Indoor War sconfiggerà l'eterno fallito anch'esso demolito a parole da The Phoenix, Leon Black, coronando il sogno più grande che ha e consegnando tutti i titoli della TWC in mano al Guardians Club!

The Tiger sorride soddisfatta per poi continuare a parlare.

Samantha: Ma oggi non siamo qui per parlare della TWC. Oggi siamo qui in diretta dagli studi di Samy TV per parlare della neonata Fortuna Wrestling Promotion che questo venerdì debutterà ufficialmente con il suo show Breaking Point, perciò date un caldo benvenuto alla Chairwoman della FWP, Rachel Fortuna!



La theme song di Rachel risuona nello studio venendo accolta da un boato d'approvazione pre-registrato.

Immagine


Miss Fortuna entra nello studio mentre Samantha si alza in piedi andandole a stringere la mano. Le due si siedono su due rispettive poltrone e la Hart Princess inizia a parlare ad una sorridente Rachel.

Samantha: Benvenuta ad How I Met Your Samy Rachel Fortuna, è un piacere conoscerla.

Rachel: E' un piacere anche per me conoscere lei Samantha Hart e la prego mi dia del tu.

Samantha: A patto che anche lei mi dia del tu.

Rachel: E sia.

Le due si scambiano un sorriso.

Samantha: Allora Rachel, noi tutti sappiamo che la FWP ha come obiettivo il rivoluzionare il mondo del pro-wrestling, e sarebbe anche ora, ma dirlo è un conto, farlo è un altro. Come pensate voi della FWP di rivoluzionare questo mondo?

Rachel: Semplice Samantha, noi della FWP rivoluzioneremo il mondo del pro-wrestling proponendo un prodotto innovativo che pone il wrestling al centro. Come tu ben sai abbiamo compagnie come la WWE che si ostina a mandare avanti wrestlers ormai prossimi al ritiro, compagnie come la TNA che hanno contratti a gettone e rischiano di non avere più un network dal prossimo anno, compagnie come la TWC che propone format visti e rivisti eccetera. Noi invece abbiamo come obiettivo di proporre un prodotto in cui i fan possano rispecchiarsi ed il fatto che siamo gli unici ad avere i titoli mondiali ci aiuterà e non poco.

Samantha: Su questo argomento voglio farti una domanda, è pur vero che hai dichiarato che il FWP World Wrestling Championship ed il FWP World Women's Championship sono gli unici titoli mondiali sul pianeta, ma gente come Leon Black od Elektra Kellis continuano ad auto riferirsi rispettivamente come campione mondiale e campionessa mondiale.

Rachel: E questo è un errore. Leon Black è il campione TWC ed Elektra Kellis è la campionessa WFSS, niente più niente meno. Non fraintendermi, questo è un traguardo professionale importantissimo per loro e colgo l'occasione per augurargli il meglio per i loro rispettivi regni titolati.

Samantha: Alla luce di ciò quando Drake batterà Leon Black non sarà campione mondiale?

Rachel: No, sarà campione TWC ed è comunque tanto visto che la TWC è una delle promotion più importanti al mondo.

Samantha: Non voglio sembrare inopportuna Rachel, ma quando Drake batterà Leon Black io mi riferirò a lui come campione mondiale, così come lo farà il mondo intero.

Rachel: Lo capisco Samantha, ci vorrà un po' di tempo prima che il FWP World Wrestling Championship acquisisca la supremazia su tutti gli altri titoli pseudo-mondiali, ma se Drake vuole vincere un vero titolo mondiale ti consiglio di iscriverlo al FWP World Wrestling Championship Tournament.

Samantha: Mmh, avere Drake doppio campione mondiale non mi dispiace affatto come idea, quindi accetto la tua proposta.

Rachel: E fai bene ad accettarla visto il prestigio e l'importanza storica che questo torneo acquisirà.

Samantha: Mentre per il FWP World Women's Championship? So che nel main event di Breaking Point: The Beginning verrà assegnato ad una tra Elektra Kellis, Lucy Fisher, Luisa Mirada ed un'altra lottatrice, e su questo punto voglio farti due domande. La prima è come mai hai scelto queste tre e la seconda è chi sarà la quarta partecipante.

Rachel: Ho scelto queste tre poiché essendo il match che decreterà la prima campionessa mondiale degli anni 2000 ho preferito avere alta garanzia di qualità. Elektra Kellis è l'attuale WFSS Women's Champion e nonostante la giovane età ed un temperamento acceso ha comunque dimostrato di essere un talento cristallino. Lucy Fisher possiamo già considerarla una veterana dalle indubbie qualità che non si è stancata di vincere. Luisa Mirada è una delle migliori nella sua categoria in Messico, il suo regno come campionessa femminile FLL è stato storico nell'ambito della Lucha Libre ed ora è motivata per fare altrettanto in America. Riguardo la quarta partecipante posso solo dirti che ho già scelto ma non ti dirò chi è. Potresti essere tu, così come potrebbe essere Veronica Marshall, o perché no Brunild Wagner, Lucy Fer, Viola Dixen, Goldwoman, Alisa Drake e tante altre...

Sul volto di Samantha compare un'espressione stranita.

Samantha: Alisa Drake?!

Rachel: Potrebbe essere, i titoli FWP accettano sfidanti da ogni angolo del globo e di qualsiasi promotion.

Miss Fortuna sorride mentre Samantha si ricompone dopo un attimo di smarrimento.

Samantha: La prossima domanda riguarda il roster della FWP. Come hai detto i titoli FWP accettano sfidanti da ovunque, quindi non c'è un vero e proprio roster fisso.

Rachel: Il roster fisso c'è ed è composto da quei performers che hanno siglato un accordo esclusivo con la FWP e che possono esibirsi solo nella nostra promotion, per capirci wrestlers come Ted Keith jr., Evan? ed altri. Questa regola può essere superata solo con un'autorizzazione speciale da parte mia, dal vincere un titolo che di conseguenza può essere difeso ovunque od avendo un contratto di non-esclusività come Dixon che è l'unico membro attuale del roster FWP che può esibirsi anche altrove. Ora se me lo permetti vorrei farti io un paio di domande.

Samantha: Prego Rachel.

Rachel: Come mai hai deciso di rendere Dixon un membro ufficiale della FWP? Come mai lui e non Drake o Maivia? Quali sono le tue mire?

Samantha: Ho scelto lui poiché essendo il wrestler più intelligente del pianeta mi sembrava più adatto per gettarsi in una realtà nascente come la FWP. Drake al contrario visti i suoi scatti d'ira e la sua sporadica follia sta meglio in un ambiente già collaudato come la TWC e Maivia essendo una macchina distruttrice si potrà divertire annientando avversari nelle varie indies sparse in America e nel mondo. Ma alla fine queste sono solo formalità poiché alla fine può succedere che Drake diventi FWP World Wrestling Champion e Dixon conquisti un qualche titolo in TWC invertendo questi flebili ruoli. Con il contratto di non-esclusività possiamo muoverci agilmente nel mondo del wrestling, mondo che conquisteremo prima o poi. E con questa frase ti ho anche risposto alla domande sulle mie mire.

Rachel: Sei molto ambiziosa.

Samantha: Non sono l'unica in questa stanza.

La Chairwoman della FWP sorride lusingata.

Rachel: Beh l'ambizione è la chiave del successo, cosa che io voglio raggiungere con la FWP.

Samantha: Idem, solo che io voglio raggiungere il successo personale e voglio che i miei Little Monsters raggiungano il loro, ed uno step fondamentale in tutto ciò è abbattere Kid The Wizard.

Rachel: Serbi molto rancore verso Mr. Wiz da quanto abbiamo potuto vedere in TV.

Samantha: Troppo Rachel. Prova ad immaginare di essere tradita da una persona di cui ti fidavi, in cui riponevi le tue aspettative e che sapevi che non ti avrebbe mai abbandonata.

Rachel: So come ci si sente Samantha, ci sono passata.

Samantha: Già, ma poi hai... ehm... ma poi hai... fatto cosa a riguardo?

Una goccia di sudore scende sulla fronte di Samantha che intanto deglutisce mentre Rachel senza scomporsi accenna un sorriso e risponde.

Rachel: Ho semplicemente risolto i problemi con queste persone che mi avevano tradita ed ora sono felice di come sia finita quella storia.

La Hart Princess deglutisce ancora per poi fare un'altra domanda.

Samantha: Tornando al discorso sul roster potresti accennarci qualcosa sui wrestlers esclusivi della FWP?

Rachel: Abbiamo Ted Keith jr., fratello dell'ex TWNA Champion Frederick Keith, il lunatico Terry Brooklyn, l'enigmatico Evan?, la vecchia gloria Aaron Scott, la tua conoscenza Finn Wheelan, il bianco di colore Franklin Johnson, la già citata luchadora Luisa Mirada, i fratelli Bort e Ben, l'ex PDWF Champion Infernus, l'ex SWP Champion Thomas Beckett, l'ex allieva del tuo amico Dixon Lana Gates, il luchador sempre proveniente dalla FLL Orgullo ed infine siamo in trattativa per rendere una lottatrice esclusiva della FWP una delle wrestler più violente e pericolose del panorama del pro-wrestling mondiale. Inoltre come commentatori abbiamo assunto Jacob White e Joe Henry, come annunciatrice la giovane Sophia Lincoln e come intervistatori Tommy Fox e la tua vecchia conoscenza Tracy Schneider.

Sul SamyTron compaiono le immagini del roster attuale della FWP.

SamyTron ha scritto:
Roster Attivo

Immagine

Ted Keith jr.

Immagine

Terry Brooklyn

Immagine

Evan?

Immagine

Aaron Scott

Immagine

Finn Wheelan

Immagine

Franklin Johnson

Immagine

Dixon

Immagine

Luisa Mirada

Immagine

Bort & Ben

Immagine

Infernus

Immagine

Thomas Beckett

Immagine

Lana Gates

Immagine

Orgullo

Personalità Extra Ring

Immagine

Rachel Fortuna

ImmagineImmagine

Jacob White & Joe Henry

Immagine

Sophia Lincoln

ImmagineImmagine

Tommy Fox & Tracy Schneider

Lottatori Sporadici

ImmagineImmagineImmagine

Drake, Maivia & Samantha Hart

ImmagineImmagineImmagineImmagine

Sigfried Jaeger, Christophorus Schmidt, Gunther Schmidt & Brunild Wagner

Immagine

Elektra Kellis

Immagine

Lucy Fisher


Samantha: Hm. Tracy Schneider... Come mai questa scelta?

Rachel: Dopo i fatti di Indoor War #12 quando Drake attaccò sua sorella tornando nella tua scuderia, Tracy stava davvero male e per sfogare la frustrazione decise di iscriversi ad una scuola di wrestling. Io, essendo sensibile a queste cose, la contattai e le proposi di divenire intervistatrice per la FWP ed al contempo continuare i suoi allenamenti nella scuola della FWP, scuola molto più completa rispetto a quella che stava frequentando lei.

Samantha: Sai bene che se proverà solo ad avvicinarsi a Drake verrà annichilita in pochi istanti?

Rachel: Faremo in modo che le interviste ai Guardians Of Truth vengano sempre effettuate da Tommy Fox così da non avere spiacevoli problemi.

Samantha: Dixon può anche intervistarlo, ma deve stare alla larga da Drake. Lui è mio.

Rachel: Oh oh, mi sa che siamo davanti ad una bella indiscrezione! State insieme?

Miss Fortuna lancia un sorriso furbetto verso Samantha.

Samantha: No Rachel, che hai capito?! E' mio nel senso che lui lavora solo ed esclusivamente per me e quindi se qualcuna come Tracy od Alisa volesse provare a riprenderselo dovrà fare i conti con me!

Rachel: Ah, quindi hai paura che possano ripetersi i fatti di War Of Change?

Samantha: No, questo è impossibile. Drake non è più così facilmente manipolabile e rivedere Alisa o Tracy non gli causerà crisi come l'altra volta, visto che per quelle due ora prova puro e genuino odio. Diciamo che grazie a delle mie amiche ora Drake prova sentimenti positivi per persone che prima odiava, ed odia persone che prima amava.

Rachel: Non voglio entrare nel merito di questo cambiamento di Drake, sono fatti vostri, ma vorrei porti una domanda che molti fan si fanno di continuo... Come è possibile che la sua personalità sia così radicalmente cambiata?

Samantha: Ha capito che per realizzare il suo sogno di divenire campione mondiale le buone maniere ed il badare ad una palla al piede come Alisa erano degli ostacoli mostruosi, così grazie ad un procedimento che non sto qui a spiegare, gli abbiamo permesso di essere un freddo combattente senza scrupoli. C'è da dire che questo procedimento gli ha scombussolato qualche rotella rendendolo estremamente lunatico, ma è un piccolissimo prezzo da pagare visto che tra poco sarà campione mondiale e top star indiscussa nel panorama del wrestling mondiale, cosa che non sarebbe mai potuto essere se fosse rimasto il debole suddito della sorella che era prima.

Rachel: Anche Dixon e Maivia sembrano aver ricevuto questa specie di lavaggio del cervello, ma loro non risultano schegge impazzite come Drake. Come mai?

Samantha: Questione di carattere e di esperienze nella vita. Drake ha subito svariati traumi emotivi nella vita e di conseguenza la sua stabilità mentale non può essere delle migliori, al contrario Dixon è una mente superiore, non solo a Drake ma a gran parte degli esseri umani, e quindi ha assorbito bene il "cambiamento" divenendone consapevole e capendo i benefici che gli ha apportato. Maivia invece era un uomo disperato, così disperato che è stato lui a volere il mio aiuto e quindi accetta di essere membro della mia scuderia e non si fermerà fin quando la sua fame di successi non sarà appagata.

Rachel: Drake corre qualche rischio per la sua salute?

Samantha: No... Non credo.

La Charwoman si incupisce per un istante mostrando un'espressione leggermente preoccupata.

Samantha: Te lo posso assicurare Rachel, Drake sta benissimo ed è al sicuro.

La Hart Princess passa una mano sulla gamba di Rachel mostrando un sincero sorriso, sorriso che viene ricambiato da Miss Fortuna.

Samantha: Sei una brava ragazza, ti preoccupi di persone che nemmeno conosci. Sai Rachel, a me stanno sul cazzo un po' tutti e mi aspettavo un'intervista totalmente differente. Già immaginavo qualche tuo delirio di onnipotenza legato alla tua posizione nelle Fortuna Industries, invece ti sei rivelata una persona molto umile e disponibile. Che poi tutto ciò è un paradosso visto che pezzi di pane come te io me li mangio a colazione, ma non so, tu mi piaci. Tu credi in qualcosa e questa è una cosa molto importante nella vita. Sei ciò che avrei voluto essere...

La giovane Samantha abbassa la testa ed una lacrima riga il suo volto causando un'espressione stupita in Rachel.

Rachel: Samantha?

La ragazza alza la testa e si asciuga il volto.

Samantha: Scusami. Scusami per il fuori programma Rachel ma e che...

Rachel: Lo so, ti capisco, ma sai bene che un giorno potai essere ciò che vuoi.

La Hart Princess annuisce e mostra un sorriso a Rachel.

Samantha: Grazie... di tutto.

Rachel: Comunque anche io mi trovo bene a parlare con te, non per nulla questa è partita come una tua intervista verso di me ma alla fine ci siamo scambiate i ruoli più di una volta. E' un buon segno no?

Samantha: Beh sì, abbiamo instaurato un bel dialogo in cui abbiamo imparato a conoscerci. In fondo è questo lo scopo principale di How I Met Your Samy, conoscersi.

The Tiger getta lo sguardo oltre la telecamera annuendo in maniera quasi impercettibile.

Samantha: Bene, siamo arrivati alla fine del terzo episodio di How I Met Your Samy. Ringrazio Rachel Fortuna per aver partecipato, alla prossima.

Le immagini staccano.

[Offline]


Ultima modifica di KTW il 01/10/2015, 20:06, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 30/09/2015, 22:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17032
Immagine
Il Grande Piano - Parte VI
Believe In Fortuna

Spoiler:
DISCLAIMER!

I fatti raccontati in questo promo sono intesi per essere fruiti solo dai lettori e non dai wrestler o dal pubblico in storyline. Pertanto ciò che accadrà in questo promo non potrà essere citato nelle storyline poiché nessuno sa che questi fatti sono avvenuti eccetto i protagonisti degli stessi.


Ci troviamo nello studio di Samy TV dove è appena finita la diretta del terzo episodio di How I Met Your Samy.

Immagine


Sedute sulle poltrone troviamo ancora Samantha Hart e Rachel Fortuna.

ImmagineImmagine


La Hart Princess è piuttosto nervosa ed ora si alza dalla poltrona mentre Miss Fortuna appare seccata.

Samantha: Ma perché cazzo mi hai fatto interrompere di fretta e furia la diretta?!

Ed ecco che la persona con cui Samantha sta parlando fa la sua comparsa.

Immagine


Zafina: Ho pensato di chiudere visti gli argomenti scomodi che sono stati accennati...

Anche Rachel si alza dalla poltrona con sguardo severo.

Rachel: Hai pensato?! E quindi tu hai interrotto una cazzo di diretta fatta sui canali TWC per pubblicizzare la mia FWP perché hai pensato che era giusto così?! Samantha ha avuto un paio di svarioni citando delle cose che non devono essere dette ed essendo troppo emotiva in certi casi, ma mi ero svicolata bene riportando la discussione sui giusti binari.

Ed ecco che Rachel prende Zafina per i capelli per poi colpirla con un calcio dietro una gamba facendola inginocchiare! Fatto ciò Miss Fortuna parla all'hacker mantenendo la presa sui capelli.

Rachel: Senti un po' demente, qui in ballo c'è molto anzi troppo! Il Grande Piano, dopo i fondamentali step di inserire i chip TS-19 in tre wrestler ed infiltrarli nell'ambiente fornendogli contratti non-esclusivi, annientare la Confraternita del Chaos e creare forti mezzi di comunicazione come il FWP Network e Samy TV in grado di plagiare le menti dei popoli, non può crollare perché una stronza di merda ha pensato con la sua stupida testa di cazzo!

Detto ciò Rachel fa impattare fortemente la testa di Zafina contro il pavimento mentre Samantha osserva la scena inerme.

Rachel: Noi non possiamo fallire, CHIARO?!

Miss Fortuna si volta verso Samantha.

Rachel: Ed anche tu Samantha vedi di non farti prendere dalle emozioni quando parli di Kid The Wizard. Io ti ho promesso la tua vendetta, tu mi hai promesso che avresti compiuto Il Grande Piano, ma se per ottenere il tuo scopo fai fallire il mio ti dovresti iniziare a preoccupare per l'incolumità di una certa Sasha.

La Hart Princess sgrana gli occhi che le diventano immediatamente lucidi ed inizia a scuotere la testa.

Samantha: N-no... T-ti prego Miss Fortuna...

Ed ecco che Rachel mostra un sorriso.

Rachel: Ma dal momento che Il Grande Piano procede a gonfie vele potete dormire sonni tranquilli.

Miss Fortuna da una pacca sulla spalla a Samantha.

Rachel: Io vado, ho un volo per Los Angeles. Mi raccomando domani per Breaking Point, conto di vederti campionessa a fine puntata.

La giovane Samantha annuisce.

Rachel: Ah, e vedi di raccogliere questo rifiuto umano ed insegnale a non intromettersi quando non interpellata.

La CEO delle Fortuna Industries esce dallo studio lasciando Zafina dolorante a terra e Samantha che crolla sulle sue ginocchia iniziando a piangere in maniera isterica.


Ultima modifica di KTW il 01/10/2015, 20:06, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 01/10/2015, 16:56 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
From: Scavenger17@gmail.com
To: collaterallove@hotmail.us
Obj: Basta
Send: 27/09/15 00:02

Basta.

From: collaterallove@hotmail.is
To: Scavenger17@gmail.com
Obj: Re: Basta
Sent: 27/09/15 08:13

???

From: Scavenger17@gmail.com
To: collaterallove@hotmail.us
Obj: Re: Re: Basta
Sent: 27/09/15 08:19

Non ho intenzione di mandarti altro.

From: collaterallove@hotmail.us
To: Scavenger17@gmail.com
Obj: Re: Re: Re: Basta
Sent: 27/09/15 08:23

Perché?

From: Scavenger17@gmail.com
To: collaterallove@hotmail.us
Obj: Re: Re: Re: Re: Basta
Sent: 27/09/15 08:27

È pericoloso.

From: collaterallove@hotmail.us
To: Scavenger17@gmail.com
Obj: Re: Re: Re: Re: Re: Basta
Sent: 27/09/15 12:29

Non puoi essere serio.

From: Scavenger17@gmail.com
To: collaterallove@hotmail.us
Obj: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Basta
Sent: 27/09/15 22:00

Sono mortalmente serio. Non voglio avere questa responsabilità.

From: collaterallove@hotmail.us
To: Scavenger17@gmail.com
Obj: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Basta
Sent: 28/09/15 00:25

Senti, saranno problemi miei? Il tuo nome è uscito? No. Invia.

From: Scavenger17@gmail.com
To: collaterallove@hotmail.us
Obj: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Basta
Sent: 01/10/15 03:40

E allora fottiti. Tieni.

Un allegato. Mostra


I primi minuti di video sono solo brusio e rumore di fondo, come se una telecamera si fosse accesa in un posto buio. Finalmente, dopo quattordici minuti e sedici secondi il video si interrompe e riprende completamente fuori fuoco, in un bagno di quello che potrebbe essere un ristorante. Una figura che non riusciamo a distinguere, se non per la barba, è riflessa nello specchio. L'uomo esce dal bagno e il tutto finalmente torna a fuoco, e possiamo notare una quantità enorme di avventori nel locale, tutti asiatici. L'uomo che impugna la telecamera si dirige rapidamente al suo tavolo, inquadrando Elena Murray.

Immagine


La ragazza è vestita elegantemente, con un abito di velluto viola scuro e una collana d'oro bianco al collo, e sorride scuotendo il capo.

EM: Arthur, avevi smesso di riprendere tutto quello che ci capitava.

ART: Già.

EM: E perché hai ripreso?

ART: Perché quando lo faccio, succede sempre qualcosa di speciale.

LB: Davvero.

Le immagini si interrompono bruscamente e ci ritroviamo subito per una strada che non riusciamo a riconoscere e Elena si sta inquadrando con il telefono ed è quasi in lacrime.

EM: È lui. Di nuovo. Scusami mamma, provo a riprendermi.

La ragazza si pulisce le lacrime dalle guance, lasciando una lunga striscia di mascara.

EM: L'ho ritrovato. Leonard. Non riesco nemmeno a parlare. E adesso possiamo stare insieme.

La ragazza sospira, riprendendo a piangere e le immagini si interrompono di nuovo, e per circa due minuti il video è solo statico accompagnato da rumori distorti. Finalmente, quando riprende, ci ritroviamo in una stanza da letto, chiaramente di una casa, in cui vediamo Leonard Black, seduto sul letto che si tocca il viso.

Immagine


Da dietro la telecamera arriva la voce di Elena.

EM: Ti sei fatto la barba?

LB: Sì. Non mi ricordavo riprendessi tutto.

EM: Di solito è Arthur, in effetti.

LB: Pessima abitudine.

EM: Non è vero. È bello avere qualcosa che ti aiuti a ricordare.

LB: I ricordi possono essere dolorosi.

EM: E questo ti sembra un ricordo doloroso?

LB: No.

Leonard sorride appena.

EM: Ti sei tagliato.

Il gigante si tocca la guancia e una goccia di sangue scuro e denso scende dalla ferita.

EM: BlackBlood...

Black guarda verso la telecamera, corrugando la fronte.

LB: Cosa?

EM: BlackBlood, il mostro. Me lo raccontava sempre mia nonna. Un gigante, con il sangue scuro, che girava per il mondo alla ricerca di vittime da uccidere. Prima gremiva la fiducia, apparendo come un giovane dal bell'aspetto, poi, quando la vittima si fidava di lui la uccideva nei modi più cruenti possibili.

Black si alza e si sposta alla finestra.

EM: Leonard... Leonard! Ti sei offeso?

LB: No, non mi piace il finale della storia.

EM: Io non credo tu voglia uccidermi.

LB: Il mio problema è che ho un po' paura del destino. E non è un buon augurio, lo sai.

EM: Ma smettila. Il destino non esiste.

LB: E come chiameresti il fatto che ci siamo incontrati così tante volte, finché non abbiamo potuto stare insieme?

EM: Fortunate coincidenze?

LB: È poco romantico.

EM: Ma se serve a tranquillizzarti, è ottimo.

La telecamera si avvicina al gigante ed una mano compare nell'inquadratura, accarezzando la guancia di Leonard.

EM: Non temere, tu non mi ucciderai. Ne morirò per colpa tua. Dai, era solo una storiella di una vecchietta.

Le immagini si interrompono di nuovo, e poi passano sei minuti di schermo blu. Le immagini a questo punto prendono una colorazione seppia e mostrano per qualche secondo una spiaggia. Il colore torna normale, anche se a saturazione altissima, e le riprese si concentrano su Elena che prende il sole in costume da bagno. La ragazza porta degli occhiali da sole e sembra dormire. L'un quadratura indugia sul petto, per poi spostarsi rapidamente sul volto quando con un rapido scatto la giornalista cerca di colpire con un calcio chi regge la telecamera.

EM: Non fare il cretino.

LB: Tanto chi altro le guarda queste riprese?

EM: Magari Arthur.

Da dietro la telecamera arriva uno sbuffo.

LB: Magari io quando sarò vecchio e rimpiangerò le tette che hai ora.

Una ciabatta sfreccia a fianco della telecamera.

LB: Mancato.

L'inquadratura si abbassa all'improvviso, mentre un'altra ciabatta sfreccia sopra la telecamera.

EM: Di poco.

LB: È abbastanza.

Ora è Elena a gettarsi su Black. Per qualche secondo l'inquadratura continua a ruotare, finché non si ferma su Elena e il cielo.

EM: Ho vinto.

LB: Ho salvato la telecamera.

La ragazza si abbassa, oscurando la ripresa, e poi si rialza lentamente.

LB: Hai intenzione di rimanere così a lungo? Non che a me dispiaccia, sia chiaro.

EM: Preferisci tornare in casa?

LB: Questa è una offerta interessante.

EM: Sì o no?

LB: Sì.

L'inquadratura cambia di nuovo improvvisamente. Questa volta ci troviamo su quello che sembra il tetto di un grattacielo. Seduta sul bordo c'è Elena, che osserva l'anello d'argento che porta appeso al collo con un laccio di cuoio. Lentamente la telecamera si avvicina, e poi il cameraman si siede vicino alla ragazza.

EM: Ciao Arthur.

ART: Elena.

Cala il silenzio.

ART: Sai che tu sei la mia migliore amica?

EM: Credo di sì.

ART: Parlami allora.

La giornalista sospira leggermente.

EM: Non è un buon momento.

ART: Da quando stai insieme a Leonard non è un buon momento. Quando non litigate siete troppo presi da voi due, quando litigate non parlate più con nessuno. Non è un po' troppo totalizzante?

EM: Stai riprendendo?

ART: Te l'ho detto. Fa miracoli. Disinteressati della telecamera. Siamo io e te.

La ragazza scuote la testa.

EM: Sai quanto tempo è che stiamo insieme? Dieci mesi. Eppure non potrei più fare a meno di lui. E lui a meno di me. Eppure non mi ha mai parlato del suo passato. Non so nulla di lui. Non so nemmeno se pensa di tornare mai indietro. Non voglio vivere questa vita per sempre. Un giorno di questi tornerò in Inghilterra. Sarà disposto a seguirmi? Non lo so. E poi ci sono questi momenti, in cui lo guardo e nei suoi occhi c'è questa luce. Sembra volere che accada qualcosa di spiacevole. Cerca ogni scusa per litigare. È una persona diversa. Sembra che non ci sia possibilità di dialogo.

Altro sospiro, poi Elena lentamente si muove e fa una carezza ad Arthur.

EM: Mi spiace che tu ti sia sentito trascurato. Sia io che Leonard ti consideriamo il nostro migliore amico. È solo che è qualcosa di particolare trovare l'anima gemella. Qualcosa di raro. Quando capita non puoi ignorarlo. Non riesci propio. Perdonaci.

ART: Non preoccuparti. Non è per questo che te l'ho detto. Ma devi anche provare a considerare che potreste non stare insieme per sempre. Che un domani potreste smettere di amarvi. Non voglio vedere soffrire nessuno di voi due. Soprattutto te. Non ne sopravvivresti.

EM: Esageri.

ART: No.

EM: Perché devi farmi pensare a queste cose?

ART: Sei consapevole che sono stato io il primo a dire che tu e Leonard dovevate stare insieme? Ma mi sono accorto di una cosa. Lui è grande. Troppo grande. Non rimanerci schiacciata sotto.

EM: È imbarazzante.

ART: No che non lo è.

EM: Sì che lo è.

ART: Non lo era nelle mie intenzioni. E hai capito quello che intendevo.

EM: Sì. Ma non preoccuparti, lo so. Fidati di me.

ART: Mi fido.

EM: Andiamo a mangiare qualcosa fuori? Io e te, come ai vecchi tempi?

ART: Quindi praticamente senza soldi? Andata.

Le immagini di interrompono di nuovo e rimangono nere per circa quarantacinque minuti. Quando ricompaiono, sono ruotate di novanta gradi, come se la telecamera fosse appoggiata su il fianco sinistro. Siamo di nuovo nella camera da letto di prima, e Leonard si sta infilando pigramente una camicia, allacciando bottone per bottone con dei movimenti lenti delle dita. Elena invece è stesa sul letto, in camicia da notte.

EM: Alle quattro di mattina devi uscire?

LB: Se voglio arrivare in tempo, sì.

EM: Potevi trovarti un maestro più vicino.

LB: Credo sia l'ultimo al mondo che possa insegnarmi ancora qualcosa.

EM: Com'è che si chiama?

LB: Gilgamesh.

EM: Come il dio?

LB: Dovrebbe essere il dio. O almeno dice di esserlo.

EM: Posso venire?

Black scoppia a ridere.

LB: Lo sapevo. Dai, vestiti velocemente.

La ragazza scatta in piedi, mentre il gigante si avvicina alla telecamera e la spegne.

From: collaterallove@hotmail.us
To: Scavenger17@gmail.com
Obj: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Basta
Sent: 01/10/15 17:25

E quindi?

From: Scavenger17@gmail.com
To: collaterallove@hotmail.us
Obj: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Basta
Sent: 01/10/15 03:40

Questa è l'ultima occasione per fermarsi. Poi non ci sarà più nulla che lo fermerà.


From: collaterallove@hotmail.us
To: Scavenger17@gmail.com
Obj: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Basta
Sent: 01/10/15 17:25

Invia.

From: Scavenger17@gmail.com
To: collaterallove@hotmail.us
Obj: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Basta
Sent: 01/10/15 03:40

Devo ancora trovare l'ultimo video. Ma sappi che è un gioco pericoloso, Lucinda.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 01/10/2015, 21:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 22/06/2011, 16:15
Messaggi: 12873
Località: I NANI! I NANI! I NANI! I NANI!
???: Stai scherzando.

???: Ho la faccia di una che scherza?

???: Tra le altre cose.

???: Cretino.

???: Mi dici sempre cose belle.

Immagine


Interno del Pub. Si vede una lattina di birra Cronenberg appoggiata su un tavolo.

???: Smettetela di litigare, voi due. Sennò non riesco a... No, lasciamo perdere.

???: Dai, dillo.

???: Non pronuncerò quella parola attorno a te. Piuttosto la morte.

Poi un chiodo che viene battuto su un'asse di legno da un martello.

???: Spero la sua morte.

Freccette tirate verso un bersaglio. Una mano che afferra la lattina di birra. Un volto che la beve quella birra.

Immagine


SP: Siete noiosi.

TMP: Ragazzi, vi prego. Pensate a riparare, invece di litigare.

ImmagineImmagine


Noah e Temperance sono seduti ad un tavolo. Il primo sta fissando dei documenti.

NH: Vinnie che rischia di finire in prigione, ci credete? Sembra una commedia.

VC: Solo che non c'è niente da ridere.

Immagine


Cross lancia un'altra freccetta al bersaglio, mancando di poco il centro. Si passa una mano sulla fronte e va a prendere le freccette dal bersaglio, passando accanto ad un Ben che ha appena finito di sistemare un'asse sul pavimento.

Immagine


BR: Pensi ancora a quel tizio? Non riuscirai mai a convincerlo con le buone, e lo sai.

VC: E' altrettanto vero che partire subito con le cattive non è un buon modo di risolvere la cosa.

Ben si alza, poggia il martello su uno dei tavolini, per poi stiracchiarsi. Cross in tutto questo è andato a prendere una cosa da una borsa che si trova sul bancone.

SPN: La verità è che ha paura di perdere anche questa volta. Ehi Vinnie, riuscirai a vincere un incontro in Pay Per View prima della fine dell'anno o dobbiamo aspettare direttamente per la fine della tua carriera?

VC: Pensa ai tuoi pseudo match.

Cross continua a rovistare nel borsone. Spoony si appoggia all'indietro, in tutta comodità, sul bancone.

SPN: La tua filosofia del "non conta la meta ma conta il viaggio" è così ridicola che non funziona neanche come scusa. Smettila di ciarlare.

Roberts si avvicina al bancone e fa cenno a Spoony di tornare in una posizione consona. Questi sbuffa e si mette in piedi.

BR: Ha parlato quello a cui ho dovuto salvare il culo in WFSS. E l'ho fatto solo perché solo il tizio sembrava forte abbastanza, il fatto che tu fossi presente era una mera casualità.

SP: Oh, so che ci tieni tantissimo.

NH: Mai preso in considerazione l'idea di sposarvi e basta?

I due biker, entrambi con faccia corrucciata, guardano Noah, che alza le mani.

NH: Just sayin'.

TMP: Sì, è tutto molto divertente, ma devo ricordarvi che questo non ci aiuta per niente?

VC: Al momento vedo una sola possibile strada.

I quattro si voltano tutti verso Cross, che nel mentre è andato ad appendere una foto al centro del bersaglio.

Immagine


Una foto di Jack Keenan.

VC: Lui.

Cross lancia la freccetta contro il bersaglio. Centro perfetto nel mezzo della faccia di Keenan. Il biker sorride.

VC: This is going to be fun.


Ultima modifica di Simon il 31/03/2017, 12:34, modificato 2 volte in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 857 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 18, 19, 20, 21, 22, 23, 24 ... 58  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it