Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 278 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 19  Prossimo
  Stampa pagina

THE PAST IS HERE - Serie A 1998/1999
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 29/08/2016, 14:51 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/07/2013, 23:33
Messaggi: 976
Immagine


Questo topic nasce per ripercorrere la storia di una delle migliori Serie A di sempre in quanto a giocatori, livello tecnico ed emozioni del calcio italiano.
Il 1998-1999 è stato il primo campionato che ho seguito con costanza e rientrava in quegli anni in cui le squadre italiane dominavano anche all'estero, avendo nelle proprie fila i professionisti migliori al mondo.
Perciò un po' perchè son passati diciotto anni, un po' il fattore nostalgia, un po' il format "The past is here" sul main forum che mi piace molto, ho deciso di lanciarmi in questo progetto.
Rivivremo tutta la stagione, con risultati, commenti e highlights delle partite a partire dal 13 settembre, quando iniziò il torneo.
Da lì pubblicherò di volta in volta seguendo le date in cui si è effettivamente giocato nel 98/99.
Credo proprio che aggiungerò tutto quello che riesco anche sulle altre competizioni, come Coppa Italia, Champions League, Coppa Uefa e Coppa delle Coppe, in modo da avere un quadro completo.
Vista la grossa presenza di tifosi napoletani cercherò anche di fare il possibile per quanto riguarda il Napoli, che quell'anno però militava in Serie B.
Se il progetto vi piace fatemelo sapere, che parto con la presentazione delle rose e un riassunto del calciomercato!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: THE PAST IS HERE - Serie A 1998/1999
MessaggioInviato: 29/08/2016, 15:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 20/02/2011, 20:53
Messaggi: 1876
Località: Borghetto S. Spirito (SV)
Una delle migliori a livello tecnico, per qualità di giocatori, penso sia un po' un azzardo... Chiaro, rispetto alla situazione attuale, di campioni ce n'erano ben di più, ma penso in generale negli anni '80 e prima parte anni '90 la situazione, forse di campioni ce n'erano ancora di più!!
Sulle emozioni... Beh, come qualsiasi campionato costellato da rimonte e conclusosi all'ultima giornata...

Io sono milanista, nato nel 1987, avevo 11 anni quando iniziò la stagione... Col tempo, la imparai a memoria quella cavalcata: la vhs del trionfo la guardavo spessissimo, eppure continuava ad emozionarmi :love:
Però in effetti, quella squadra, non era proprio una corazzata...

Io ci sto!!! Penso sempre vorrei rivedere le giocate, le emozioni dei campionati passati, ed iniziare da fine secolo mi sembra una buona idea!!! Oh, al massimo cominciamo da prima però eh, proprio adesso che mi avete fatto venire l'acquolina non potere levarmi il sorcio dalla bocca!! :LOL:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: THE PAST IS HERE - Serie A 1998/1999
MessaggioInviato: 29/08/2016, 15:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/07/2013, 23:33
Messaggi: 976
Ahah, lo so che probabilmente il periodo migliore è stato fine anni 80, ma come ricordavi tu sulla VHS della cavalcata del Milan, il fatto che fu il primo campionato che seguii costantemente mi ha portato negli anni a diventarne un nerd, tant'è che tuttora ricordo parecchie partite... e poi fu uno degli ultimi grandi campionati, prima del declino del calcio italiano.
Mi è venuto in mente di creare questa cosa di punto in bianco, e mi è venuto naturale iniziare con questo anche perchè a fine anni 80 non era neanche nato e quindi mi sarebbe venuto difficile raccontare qualcosa di cui ho solo letto sui libri calcistici :LOL:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: THE PAST IS HERE - Serie A 1998/1999
MessaggioInviato: 29/08/2016, 15:59 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:10
Messaggi: 11518
Dopo quella stagione decisi di seguire il mio nuovo idolo Abbiati diventando portiere <3

Indimenticabili le parate per lo scudetto. Mi trovato ad un torneo di calcio a 5 dove giocava mio padre e subito dopo sfilata con mia nonna milanista ultras :D


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: THE PAST IS HERE - Serie A 1998/1999
MessaggioInviato: 29/08/2016, 16:18 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 27/03/2014, 23:45
Messaggi: 1684
Quel campionato è la corsa Weah/Boban sotto la curva al Delle Alpi.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: THE PAST IS HERE - Serie A 1998/1999
MessaggioInviato: 29/08/2016, 16:21 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/05/2011, 15:07
Messaggi: 4706
Il più bel topic che abbia mai visto nella sezione calcio.
Vai vai,hai tutta la mia approvazione.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: THE PAST IS HERE - Serie A 1998/1999
MessaggioInviato: 29/08/2016, 16:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2013, 17:47
Messaggi: 3078
Località: Medellìn
Grande idea, molto interessante.
Soprattutto per quelli come me che all'epoca erano ancora piccoli :/


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: THE PAST IS HERE - Serie A 1998/1999
MessaggioInviato: 29/08/2016, 16:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 29/02/2016, 20:26
Messaggi: 9785
Concettualmente sarebbe stato figo se si fosse partiti dagli anni 80, ma sarebbe un'impresa ardua.

Approvo il concept :pollicealto:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: THE PAST IS HERE - Serie A 1998/1999
MessaggioInviato: 29/08/2016, 16:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 20/02/2011, 20:53
Messaggi: 1876
Località: Borghetto S. Spirito (SV)
taker85 ha scritto:
Dopo quella stagione decisi di seguire il mio nuovo idolo Abbiati diventando portiere <3

Indimenticabili le parate per lo scudetto. Mi trovato ad un torneo di calcio a 5 dove giocava mio padre e subito dopo sfilata con mia nonna milanista ultras :D


Perché, Seba Rossi non ti diceva nulla?! Hai anche 2 anni in più di me, se quell'85 è davvero l'anno di nascita dovrei averlo vissuto un poco!!! :)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: THE PAST IS HERE - Serie A 1998/1999
MessaggioInviato: 29/08/2016, 16:44 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 05/08/2012, 23:34
Messaggi: 15197
Località: The Other Self
L'Inter dei 4 allenatori Immagine


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: THE PAST IS HERE - Serie A 1998/1999
MessaggioInviato: 29/08/2016, 16:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 20/02/2011, 20:53
Messaggi: 1876
Località: Borghetto S. Spirito (SV)
Evoluted ha scritto:
Ahah, lo so che probabilmente il periodo migliore è stato fine anni 80, ma come ricordavi tu sulla VHS della cavalcata del Milan, il fatto che fu il primo campionato che seguii costantemente mi ha portato negli anni a diventarne un nerd, tant'è che tuttora ricordo parecchie partite... e poi fu uno degli ultimi grandi campionati, prima del declino del calcio italiano.
Mi è venuto in mente di creare questa cosa di punto in bianco, e mi è venuto naturale iniziare con questo anche perchè a fine anni 80 non era neanche nato e quindi mi sarebbe venuto difficile raccontare qualcosa di cui ho solo letto sui libri calcistici :LOL:


Sai che non so risponderti? Paradossalmente penso seguissi di più fino a 10 - 15 di anni fa, se penso in rapporto a cosa ho a disposizione adesso: abbonamento premium, giornali, programmi in tv, per non parlare di internet...
E non mi emoziono più come allora... Cioè, non che non mi vengano i brividucci a guardare il Milan, ma una volta erano una costante, mi emozionavo molto di più!!! Un poco mi intristisce ciò... Non so nemmeno un coro di quelli nuovi... Se ripenso al periodo di "Siam venuti fin qua..." o prima ancora "Non è brasiliano però..."...
Si, una delle ultime... Anche se addirittura, rimanendo su questi colori, forse si arriva a Manchester...

Vero, l'età media del forum... Maggior parte è già tanto se ha vissuto i campionati di fine anni '90... Si può iniziare da qui, proseguire, e, se ha successo, un giorno rivivere gli anni '80, magari partendo dal Mondiale... Ma questo è ancora prematuro parlarne...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: THE PAST IS HERE - Serie A 1998/1999
MessaggioInviato: 29/08/2016, 17:23 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 08/06/2012, 17:48
Messaggi: 4243
Località: Roma
questo campionato è l'ultimo che non ricordo, dal 99/2000 ho qualche ricordo della Roma e molti ricordi della Lazio (vista un paio di volte allo stadio con mio padre).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: THE PAST IS HERE - Serie A 1998/1999
MessaggioInviato: 29/08/2016, 18:59 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:10
Messaggi: 11518
Batidor ha scritto:

Perché, Seba Rossi non ti diceva nulla?! Hai anche 2 anni in più di me, se quell'85 è davvero l'anno di nascita dovrei averlo vissuto un poco!!! :)



E come potrei dimenticarlo. Però sono più affezionato ad Abbiati. Lui è stato insieme a Peruzzi il mio punto di riferimento sportivo, lo studiavo e ristudiavo. Sui diari del liceo ci sono le sue foto ah ah ah.

Immagina me, giovane 13 enne milanista in 'rampa di lancio' nel calcio paesano che si vede questo 23 enne (Abbiati) parare anche le mosche e risultare decisivo per lo scudo.

Gioia impagabile :ave:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: THE PAST IS HERE - Serie A 1998/1999
MessaggioInviato: 29/08/2016, 19:06 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/12/2010, 14:59
Messaggi: 9980
Se non sbaglio c'è un video che si chiama storia del campionato (praticamente va tipo dall'88 al 2005) dove spiega tutti i campionati di calcio. E' una cosa molto simile a questa. Sono tutti facilmente rintracciabili su Youtube.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: THE PAST IS HERE - Serie A 1998/1999
MessaggioInviato: 29/08/2016, 19:07 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/07/2013, 23:33
Messaggi: 976
Vedo entusiasmo perciò direi che posso far partire il progetto. E iniziamo con il...

RIASSUNTO CALCIOMERCATO


Il famoso termine "Sette Sorelle" col quale si indicavano le sette squadre italiane che potevano lottare alla pari per lo scudetto, nacque nel 1999-2000 ma è assolutamente pertinente anche per quest'annata visto che, ai posti di blocco, sette compagini svettavano nettamente sulle altre.
Andiamo quindi a fare una rapida panoramica, vedendo anche i colpi di mercato.

A partire da favorita era la Juventus, e non poteva essere altrimenti. I bianconeri si erano aggiudicati i precedenti due campionati e venivano da ben tre finali consecutive di Champions, di cui però solo una vinta (nel 1996 contro l'Ajax).
L'intelaiatura era stata, come sempre, mantenuta intatta, con Marcello Lippi grande condottiero dell'ultimo quadriennio. L'unica cessione importante fu quella di Moreno Torricelli ai rivali della Fiorentina, rimpiazzata però dallo slavo Mirkovic e dal croato Tudor.

A seguire troviamo l'Inter, autore di uno splendido campionato nel 97/98, chiuso al secondo posto tra le polemiche, e della grande vittoria in Coppa Uefa. Il fenomeno Ronaldo è appena tornato da un Mondiale 1998 da protagonista col Brasile, perso però in malo modo nella finale con la Francia anche per un misterioso malore, ma sembra pronto a riscattarsi.
Moratti conferma in panchina Gigi Simoni e acquista giovani di prospettiva come Pirlo, Dabo, Ventola e Silvestre. Il grande colpo è però Roberto Baggio, reduce da un'ottima stagione al Bologna, in quella che è l'ultima grande chance con una maglia importante della sua carriera.

Passiamo alla Lazio, una squadra che grazie ai miliardi di Sergio Cragnotti sta ottenendo ottimi risultati e che vuole bissare lo scudetto ormai lontano degli anni 70. L'allenatore è sempre Sven-Goran Eriksson, che nel primo anno ha portato a casa il successo in Coppa Italia, oltre a una finale persa di Coppa Uefa.
La squadra viene invece rivoluzionata: partono giocatori pesanti come Chamot, Rambaudi, Jugovic, Fuser in direzione Parma e Casiraghi al Chelsea ma vengono presi due ottimi portoghesi come Fernando Couto e Sergio Conceicao, lo spagnolo De la Pena dal Barcellona e quattro campionissimi. Il primo è Dejan Stankovic, allora diciannovenne della Stella Rossa, destinato a una lunga e fruttuosa carriera. Rimanendo in Serbia, arriva per più di 30 miliardi il difensore goleador Sinisa Mihajlovic dalla Sampdoria. Per una cifra similare, dall'Argentina arriva il cileno Marcelo Salas, autore di un ottimo campionato del mondo. La ciliegina sulla torta è però Christian Vieri, bomber di razza prelevato dopo appena una stagione dall'Atletico Madrid condita da 24 gol in 24 partite, per una cifra superiore ai 50 miliardi. E' lui il colpo che serviva per puntare in alto.

Anche la Roma di Franco Sensi è un'altra società che negli anni migliora sempre più. Tuttavia il piazzamento Uefa dell'anno precedente non può certo essere considerato un grande successo. Sulla panchina viene confermato il boemo Zdenek Zeman, viene venduto il forte argentino Balbo al Parma, e vengono acquistati Gautieri, il futuro idolo della tifoseria Antonio Carlos Zago e Alenichev, ala russa dello Spartak Mosca, per 15 miliardi di lire.

Il Parma di Tanzi sembra anch'essa sul punto di spiccare il volo. Nel decennio gli emiliani si sono imposti come una delle squadre più solide, arrivando a straordinari risultati come la Coppa delle Coppe nel 93, la Uefa nel 95 e il secondo posto nel 97. In panchina viene chiamato l'emergente Malesani dalla Fiorentina (al posto di Ancelotti) e vengono comprati diversi ottimi giocatori: dai già citati Abel Balbo e Diego Fuser a due fuoriclasse della Sampdoria, Juan Sebastian Veron e Alain Boghossian, vincitore del mondiale il mese prima.

La Fiorentina di Cecchi Gori il colpo lo fa in panchina. Dopo i successi col Bayern Monaco, torna in Italia Giovanni Trapattoni, pronto a dare l'assalto al campionato coi punti fermi Rui Costa, Batistuta e Toldo. Sbarazzatosi del "bidone" Kanchelskis, i due acquisti più importanti sono sulle fasce: oltre a Torricelli, arriva Jorg Heinrich, tedesco del Borussia Dortmund.

Per chiudere il Milan, chiamato alla totale rivoluzione dopo due anni tra i peggiori della storia. Il clima è rovente, poichè i tifosi non hanno ancora perdonato i due disastri delle stagioni precedenti, terminate all'undicesimo e al decimo posto. Galliani e Berlusconi decidono di ripartire da Udine: prelevano infatti dai friulani il tecnico Alberto Zaccheroni, capace di un incredibile terzo posto, insieme al laterale Helveg e alla punta di diamante Oliver Bierhoff. Giungono a Milanello anche i giovani Abbiati, Sala, Ambrosini e Morfeo, oltre ai difensori N'gotty del PSG e Ayala dal Napoli, per chiudere col nuovo portiere Jens Lehmann dallo Schalke 04. A lasciare la squadra due pilastri come Marcel Desailly e Dejan Savicevic, insieme al flop Kluivert, ceduto al Barcellona.

Nelle altre squadre l'Udinese supplì alla partenza di Helveg e Bierhoff con l'acquisto di Jorgensen e del Pampa Sosa, con l'aggiunta di Guidolin come mister, a Bologna ci si affidò a Carletto Mazzone e a Beppe Signori, in arrivo dopo sei mesi alla Sampdoria.
Proprio la Sampdoria di Luciano Spalletti fu la squadra più depredata, e si affidò a Montella e Ortega. Per il resto da segnalare il giovane Di Vaio alla Salernitana, il nazionale camerunense Mboma al Cagliari, l'esordio di Simone Inzaghi col Piacenza, il bizzarro acquisto del giapponese Nakata del Perugia di Gaucci e il Vicenza reduce dal sogno europeo svanito di un soffio, guidato ora da Franco Colomba.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 278 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 19  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it