Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 112 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8  Prossimo
  Stampa pagina

Re: TWNA - News about WrestleMania IV
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 29/07/2014, 0:21 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 22/01/2011, 17:17
Messaggi: 19927
Località: Di notte, quindi all'alba
Curtain Call

Episode 5:The Final Showdown


Immagine


Le immagini si aprono di fronte ad una palestra. L'insegna appesa sopra al portone d'entrata forma in caratteri cirillici la scritta "Palestra della Zanna Glaciale", ovvero la palestra del trainer russo Golovkin "Zanna Glaciale". Di fronte all'entrata dell'edificio si trova Hades con in spalla un grosso zaino da palestra, che osserva l'insegna compiaciuto.

Immagine


Hades:Questo posto è ancora in attività. Beh, Golovkin di certo è tenace.

Hades fa per entrare ma improvvisamente di fronte a se si crea un varco dal quale esce Yami.

Immagine


Yami:Hades, eccoti!

Hades:Ah, tu di nuovo. Senti, sono sicuro che avrò altre occasioni per vederti sbucare dal nulla e sentirti blaterare per ore, ma ora sarei nel mezzo di un affare abbastanza importante, devi farti da parte.

Yami:Ah, stai andando da quel tuo amico allora.

Hades:Preferirei che non lo chiamassi "mio amico", ma comunque sì, e se non ti dispiace avrei fretta.

L'espressione di Yami pare contrariata. La ragazza rimane in silenzio per qualche secondo ma continua a bloccare la strada all'Ultimate Power of Wrestling.

Yami:Perché vuoi andarci? non sarebbe meglio lasciar andare lui a quello show?

Hades:Tsk... Tu non hai idea di cosa stai dicendo, spostati.

Yami:No, aspetta! non sei stanco di mettere te stesso davanti a chiunque altro? vuoi continuare a passare sopra altre persone con la forza per arrivare ai tuoi obiettivi? per quanto credi di poterlo fare ancora?

Hades:Hey non farmi passare per il cattivo in questa storia, l'uomo là dentro è molto più malvagio di quanto io possa mai essere, ora spostati.

Yami:Vuoi davvero combattere solo per partecipare ad uno show? a te non è mai nemmeno importato così tanto di quella federazione!

Hades:Non ti devo alcuna spiegazione.

Hades si sposta e passa di fianco a Yami dirigendosi di fronte all'entrata della palestra.

Yami:...Lo stai facendo solo per vendetta, vero? a te del match non importa nulla.

Hades:Non immischiarti, spirito.

Yami:Vuoi entrare lì dentro solo per sconfiggerlo una volta per tutte?E' perché pensi che ti farà sentire in pace con te stesso?

Hades:Devo mettere fine a questa storia una volta per tutte, io e lui non possiamo convivere sullo stesso pianeta.

Yami:Cosa vuoi fargli.... aspetta, non avrai intenzione di ucciderlo?

Hades:Vedremo...

Yami:No, Hades, sai che non è necessario, devi fermarti! non posso lasciartelo fare!

Hades:Tu credi di potermi fermare?

Yami:Ho i poteri dello Yami dalla mia parte, e tu sei un semplice umano. Certo che posso fermarti!

Hades:Pff... Non lo farai, tu non hai la forza per fermarmi. Mi basterà entrare in questo edificio.

Yami:Ma cosa...

Hades:Si, mi spiace Yami ma il tuo punto debole ormai l'ho scoperto: tu appari solo quando sono solo. Non so se sia una fobia o che altro, ma so che se entro là dentro e finisco di fronte a Yakov tu scomparirai come hai fatto le altre volte. E ti dirò di più, una volta uscito da qui tu comparirai di nuovo, e mi seguirai, e ti farai analizzare, perché per quanto tu non voglia farlo io sono l'unico essere vivente a cui puoi rivolgerti, e piuttosto che passare un altro secondo nel nulla in cui hai vagato per chissà quanto farai qualsiasi cosa io voglia, per quanto fastidiosa o malata sia. Per quanto tu creda di avere una tua mente indipendente Yami, alla fine dipenderai sempre e solo dalla mia volontà.

Yami:Hades... maledetto...

Hades apre la porta e passa la soglia.

Hades:Impara a rimanere al tuo posto, parassita.

Hades chiude la porta e Yami seppur contrariata crea un altro varco nel quale scompare. Il King of Otherworld passa una prima stanza totalmente vuota e successivamente si ritrova in un corridoio. Questo ha diverse porte da entrambe i lati ed un'ultimo portone nel fondo. Hades comincia a controllare le varie stanze ai lati ma tutte le stanze che apre sono vuote: spogliatoi, sgabuzzini, bagni totalmente deserti, come se l'intera palestra fosse stata lasciata vuota apposta per lo scontro. Hades dopo aver controllato i dintorni si ritrova di fronte al portone, e dopo aver sistemato lo zaino in spalla lo apre:

Immagine


Questo porta direttamente ad una grossa stanza, con delle tribune totalmente vuote sui tre lati ed uno spiazzo a diversi metri sopra la porta. Il soffitto è illuminato da finestre che attraversano tutto il perimetro della stanza. Per tutta la palestra si trovano vari attrezzi da allenamento ed oggetti vari: corde, mazze da kendo e baseball, sedie e molti altri oggetti sparsi per il posto. Hades nota tutto ciò e getta per terra lo zaino sul posto, ma prima di poter arrivare ad uno qualsiasi di questi oggetti la sua attenzione viene rapidamente catturata da ciò che si trova al centro della stanza, ovvero un ring di wrestling.

Immagine


Hades procede con cautela ma abbastanza velocemente e salta sull'apron notando cosa si trova al centro del ring.

Immagine

Immagine


Un grosso contenitore si trova a centro ring e su di esso è rappresentato un vecchio marchio raffigurante il Lupo Artico. Hades entra nel ring ed improvvisamente il contenitore si solleva da terra: questo pare essere portato in spalla da qualcuno, che una volta in piedi lo lascia di nuovo a terra e si gira verso di Hades appoggiandosi con un braccio al contenitore.

Immagine


Yakov sorride ad Hades con un ghigno diabolico, come se volesse infilare Hades stesso nel contenitore. Il King Of Otherworld in un primo momento pare abbastanza inquieto, ma successivamente si riprende ed avanza con passi sicuri finché non arriva a pochi passi dall'Artic Wolf...E lo colpisce immediatamente con un Violento destro che porta Adams in ginocchio!

Immagine


Il colpo riecheggia per tutta l'arena mentre Hades scuote la mano per la violenza del pugno. Adams porta una mano al volto per vedere se ha perso sangue, e dopo essersi accertato di star bene comincia a ridere. Hades carica un altro colpo ma prima che riesca a connetterlo Adams scatta in piedi e lo colpisce con un violento uppercut! Hades indietreggia per il colpo ma prima ancora di poter reagire Kowalczyk lo va a colpire con delle ginocchiate allo stomaco che lo portano a piegarsi e successivamente con delle gomitate alla schiena. Una volta accertato che l'avversario fosse stordito Adams carica un Double Axe Handle diretto alla schiena del rivale, ma Hades accorgendosene si abbassa e prova ad atterrare Adams con un Leg Sweep! Lance riesce a saltarlo ma nel farlo perde in parte equilibrio e si sposta all'indietro andando ad appoggiarsi alle corde per recuperare.

AdamsE' quello il pugno migliore che riesci a tirare? pensavo sognassi questa vendetta da anni, che delusione.

Hades:Vorrà dire che serviranno più colpi, tanto meglio per me.

Hades si lancia contro l'avversario tentando di saltargli letteralmente addosso, ma Adams lo schiva. Hades riesce a recuperare rimbalzando sulla seconda corda e rilanciandosi contro Adams colpendolo alla testa con una ginocchiata! Adams rimane stordito ed Hades continua l'offensiva con dei calci alle gambe del colosso... Questi però non paiono funzionare, ed Adams si volta di scatto travolgendolo con un violentissimo lariat che lo porta a terra! Lance scuote le gambe per assimilare i colpi e successivamente comincia a pestare letteralmente il rivale con degli stomp allo stomaco ed al volto, mentre Hades tenta di proteggersi con le braccia. Adams dopo diversi colpi lo colpisce alla schiena facendolo voltare...Hades ora tenta di risollevarsi rimanendo in ginocchio ed appoggiandosi a terra con le braccia. Adams se ne accorge e punta alla testa caricando un calcio... Ma Hades poco prima che il colpo vada a segno si sposta alzando la schiena e poi va ad afferrare l'altra gamba di Lance facendogli perdere l'equilibrio e facendolo cadere a terra! il King of Otherworld va rapidamente a posizionarsi sopra di lui in posizione di Ground And Pound per poi cominciare una scarica di pugni alla testa del rivale che riesce a difendersi solo parzialmente. Questa va avanti per diversi secondi, e l'espressione di Hades diventa sempre più sinistra, come se si stesse divertendo ad infliggergli dolore, ma proprio questo lo distrae abbastanza da permette ad Adams di sfruttare un'apertura nelle sue difese e contrattaccare colpendo il rivale direttamente sul naso, spostandolo successivamente e spezzando la posizione. Hades si rialza in piedi con qualche esitazione e l'Artic Wolf tenta di fare lo stesso, ma viene intercettato da un calcio allo stomaco del rivale che lo riporta a terra. l'ex World Champ si prende qualche secondo per recuperare e va ad osservare il Carcass Container.

Hades:Davvero hai voluto ritirare fuori questa cazzata? fingere di chiudere i tuoi rivali dentro questo coso è sempre stata un'idea ridicola, eppure te lo sei sempre portato dietro, persino in TWNA, anche se lì hai utilizzato quella assurda versione gigantizzata....Sempre fiero del tuo "Carcass Container". Tsk, un nome ridicolo per un oggetto ridicolo.

Hades calcia il Container facendolo cadere a terra e successivamente si volta verso l'avversario che ora si trova in ginocchio. l'Ultimate Power of Wrestling gli rifila una gomitata direttamente sul volto e mentre il rivale accusa il colpo indietreggia sorridendo... Ma Adams scatta in piedi e lo afferra sollevandolo per poi andare a schiantarlo direttamente sul Carcass Container, che viene schiacciato sotto il peso dei due! Hades rimane a terra steso dopo la violenza della caduta, mentre Yakov rotola verso le corde ed a fatica le usa per rialzarsi. Il gigante si tocca il volto notando di aver cominciato a perdere sangue dal naso...

Adams:Sei arrivato persino a farmi perdere un po' di sangue, bastardo. Hai avuto fin troppa fortuna.

Adams lentamente esce dal ring e va a prendere una mazza da kendo che si trovava per terra nei dintorni. Hades nel mentre per aiutarsi a tornare in piedi si appoggia sulla prima corda, ed il Mostro di Rostov una volta accortosi tenta di colpire il rivale direttamente sul volto, ma questi riesce a rotolare via in tempo verso il centro del ring, dove lentamente cerca di rimettersi in piedi. Adams scatta nel ring e carica un colpo, che però viene fermato da Hades afferrando la mazza con entrambe le mani!... i due continuano a spingere rispettivamente per mandare a segno e bloccare il colpo, dopo poco Lance pare essere vicino ad avere la meglio ma Hades riesce a ribaltare la situazione scansandosi leggermente per schivare il colpo e successivamente colpendolo con un calcio al costato che gli fa perdere presa sulla mazza. Ora è il rivale ad afferrare la mazza con entrambe le mani ed a colpirlo direttamente sulla testa con un fendente! il gigante indietreggia fino ad appoggiarsi alle corde per rimanere in piedi. Il King Of Otherworld se ne accorge ed esce rapidamente sull'apron per poi posizionarsi dietro al nemico e cominciare a strozzarlo con l'arma! la presa dura pochi secondi, ma successivamente inverte il senso della presa sulla mazza e salta giù dall'apron facendo da peso all'arma che va ad applicare una pressione ancora superiore sul collo di Kowalczyk! Questi arriva persino ad essere letteralmente ribaltato fino a cadere fuori dal ring rovinosamente! Mentre questi è a terra a tossire pesantemente Hades si riprende per un attimo e controlla la mazza da kendo, la quale a causa della mossa eseguita è stata pesantemente danneggiata, tanto dall'essere vicina allo spezzarsi nel centro. Il King Of Otherworld notandolo finisce il lavoro rompendo l'arma in due con il ginocchio per poi gettare i due pezzi a terra.

Hades:Strategia scadente, Lance. Sei già a corto di proiettili? che delusione.

Hades si avvicina e solleva il piede destro per andarlo a posizionare appena sopra il collo del rivale per poi andare a schiacciare la gola con un violento stomp e cominciare a strozzarlo! Yakov si dimena e tenta di alleggerire la pressione afferrando il piede del rivale e tentando di sollevarlo, ma questo pare determinato a farla finita. Il gigante russo comincia a dimenarsi sempre meno, mentre Hades comincia a ridere sonoramente di fronte al suo nemico... Ma Adams riesce con un ultimo sforzo a spostare il piede e a far perdere l'equilibrio al King of Otherworld, facendolo cadere a terra. Hades tenta di rialzarsi il più velocemente possibile, ma Lance lo anticipa alzandosi in piedi ed andando a prendere uno dei pezzi della mazza da kendo per poi afferrargli la testa e cominciare a grattare la parte scheggiata direttamente sulla sua fronte! dopo poco il sangue comincia a scorrere dalla testa dell'ex campione che tenta di trattenere le urla di dolore, e solo dopo diversi secondi riesce a spingere via l'avversario e rialzarsi. I due rimangono a distanza per qualche secondo tentando di recuperare, mentre Hades si tocca la fronte notando il sangue che gli sgorga dalla ferita.

Hades:Non ti bastava una cicatrice... ti consiglio di fermarti qui e lasciare che io ti finisca subito, ti assicuro che soffrirai molto meno...

Adams:In realtà conto di farti perdere ancora molto sangue.

Hades:Non tirare fuori frasi da duro, la mia era una proposta seria.

Adams:E la mia era una risposta seria: voglio farti perdere tutto il sangue che hai in corpo e poi tornare in America per dominare la TWNA un'ultima volta.

Hades:Tsk, "dominare"... Hai davvero intenzione di rischiare così tanto solo per poter tornare in TWNA per una sera? quel posto appartiene molto più a me che a te, in meno tempo sono arrivato a traguardi che nella tua carriera ti saresti solo potuto sognare.

Adams:Tu sei riuscito a fare tutte quelle cose solo rubando anni alla MIA carriera.

Hades:Come tu facesti con l'Otherworld prima! se tu non mi avessi voltato le spalle quel posto sarebbe stato mio sin dall'inizio.

Adams:Ma per favore, ancora con questa storia.

Hades:Tu ci hai traditi, Lance. Ci hai traditi per i soli vantaggi che avrebbe portato al tuo futuro!

Adams:CERTO CHE L'HO FATTO!Vi ho tradito solo per poter avere l'attenzione di federazioni più importanti, ma se ho voluto tradirvi è solo perché voi vi stavate arrendendo: quando ci siamo uniti eravamo una forza dominante, ma col tempo voi avete cominciato a dubitare di essere realmente così potenti ed avete cominciato a temere che gli altri se ne rendessero conto. Diventaste tutti un peso, ormai eravate vicinissimi a mollare, non ce l'avreste mai fatta in una federazione rilevante in quelle condizioni, ma io sì,io continuavo a credere nell' Otherworld e nel mio potenziale. Per questo vi ho tradito, ma da allora il vostro odio nei miei confronti è stato ciò che vi ha spinto a continuare a combattere e ciò che ha portato te ad essere qui ora. Io sono il motivo per cui esiste l'Otherworld ed sono il motivo stesso per cui tu sei diventato un wrestler TWNA!

Hades:...Basta cazzate.

Hades si lancia di nuovo contro il rivale colpendolo con un pugno, e la risposta di Lance non si fa attendere. I due cominciano a scambiarsi una serie di colpi diretti mentre lentamente si spostano dalla zona ring alla zona delle tribune. Hades a questo punto comincia a passare in vantaggio, ma Adams lo ferma immediatamente afferrandolo e lanciandolo di peso contro uno dei gradini della tribuna. l'Ultimate Power Of Wrestling accusa il colpo ma lentamente tenta di rialzarsi. Yakov indietreggia di qualche passo e carica il rivale... ma questi lo intercetta sollevandolo e mandandolo a cadere contro la tribuna con un flapjack! Lance cade a terra dopo il violento colpo mentre Hades decide di allontanarsi e dirigersi verso lo zaino che aveva portato con sè. Una volta arrivato lo apre e tira fuori il suo contenuto.

ImmagineImmagine


Hades indossa entrambi i cestus con un ghigno malvagio dipinto in volto e poi torna verso il Titan of Sorrow, che nel mentre stava salendo verso la cima delle tribune. Hades lo nota ed accelera il passo raggiungendolo poco prima che questi riuscisse a raggiungere lo spiazzo rialzato sopra la porta d'entrata. Adams si gira e nota il rivale, quindi si affretta ad arrivare sullo spiazzo ed una volta qui si gira trovandosi faccia a faccia con Hades.

Hades:Te li ricordi questi, Lance? sono gli oggetti con cui mi colpisti quella sera. Mi pare quanto meno giusto che oggi sia io ad utilizzarli per finirti una volta per tutte.

Il combattimento riprende, Hades tenta di colpire il nemico con dei colpi diretti di cestus, mentre Adams si limita a schivare gli attacchi del rivale. Dopo diversi secondi il King Of Otherworld approfitta della concentrazione di Lance sui cestus per mandare a segno una ginocchiata allo stomaco che lo stordisce, dopodiché prova di nuovo a colpire il rivale con un destro...Ma Adams riesce a bloccarlo con una mano! il Mostro di Rostov infierisce sul braccio del rivale e subito dopo riesce a sfilargli uno dei cestus dalle mani per indossarlo lui stesso... Ma Hades nel frattempo si riprende e colpisce Yakov in pieno volto con l'altro braccio! Il gigante cade a terra mentre il nemico si sistema il guanto preparandosi a finire lo scontro, ma poco dopo si ferma notando una corda lì vicino. l'ex TWNA World Champ si avvicina alla corda e la prende per poi tornare dove si trova Adams. Dopo aver testato la solidità della corda comincia a legarla alla balaustra assicurandosi che sia salda, successivamente si sposta verso Adams e gli afferra la testa per poi alzarla e cominciare a legargli il cappio al collo! una volta che anche quel nodo è ben stretto Hades alza a forza Lance e lo appoggia alla balaustra per poi caricare un pugno con il cestus...Ma Adams riesce ad evitarlo invertendo anche posizione con il rivale per poi colpirlo con un destro direttamente allo stomaco! Hades rimane stordito mentre Adams lo colpisce di nuovo allo stomaco con un sinistro, e successivamente con una scarica sempre più rapida di pugni allo stomaco che alternano la mano nuda ed il cestus per poi finire con un ultimo Uppercut eseguito con il braccio protetto che fa ribaltare il King Of Otherworld direttamente giù dalla balaustra! Hades cade per diversi metri e si schianta a terra appena davanti alla porta d'ingresso! dopo l'impatto questi comincia a lanciare urla di dolore mentre Adams a fatica si libera della corda e comincia a trascinarsi di nuovo giù dalle tribune verso il rivale. L'Ultimate Power of Wrestling ormai ridotto ad una maschera di sangue lentamente si gira in posizione prona tentando poi di sollevarsi con le braccia, ma lo sforzo non fa altro che causargli ulteriore dolore che lo costringe a rimanere a terra.

Hades:AAARGH! ADAMS! MALEDETTO BASTARDO! Non credere ti esserti liberato di me, io non ho ancora perso, MI HAI SENTITO?! Sarò malridotto ma sono ancora vivo, e non mi fermerò finché non sarai tu ad essere morto, lurido verme! Tu non ti meriti quel posto, non hai le palle per avere realmente successo, non sei capace di ricorrere a qualsiasi mezzo pur di raggiungere i tuoi obiettivi, non sei in grado di uccidere una persona per questo business, IO SI!

Adams lentamente scende dalle tribune mentre Hades continua a tentare di rialzarsi con scarsi risultati.

Hades:Io ho distrutto, ho ucciso, ho rovinato vite per questa carriera, e continuerò a farlo finché sarà necessario perché io ho esattamente ciò che a te manca:l'odio. Questo è ciò di cui un wrestler ha davvero bisogno per avere successo, la capacità di odiare abbastanza il prossimo da porre sè stessi di fronte a chiunque altro. Tutti noi dell'Otherworld sapevamo bene quanto questo fosse importante, ma paradossalmente proprio tu che ci tradisti sei sempre stato quello che pareva non comprenderlo: hai sempre avuto quello sguardo che detesto, uno sguardo compassionevole verso i tuoi avversari, è questo ad esserti spesso costato la vittoria, è il motivo per cui tu hai fallito in TWNA.

Adams arriva di fronte ad Hades ancora a terra e lo solleva dopo averlo afferrato per i capelli ed averlo portato in ginocchio, per poi caricare un colpo di cestus diretto al volto completamente esposto del rivale.

Hades:Beh, d'altro canto se mi finissi ora proveresti che ho torto, diventeresti proprio come me... Forse è giusto così.

Lance esita per qualche secondo...

Hades:Avanti, finiscimi.

Adams carica ulteriormente il colpo, ma dopo diversi secondi molla Hades e si volta verso l'uscita sfilandosi il guanto e gettandolo per terra.

Adams:Forse hai ragione: sei più adatto tu a questo business di me. Goditi Wrestlemania, Hades.

Hades:Aspetta... Come? non vuoi uccidermi? dopo tutto questo, dopo gli anni che abbiamo passato uno contro l'altro hai intenzione di mollare tutto allo scontro finale, appena prima della tua vittoria? Non prendermi in giro. Credi davvero di poter semplicemente cambiare idea ed andartene? non osare nemmeno pensarci codardo, lo scontro non sarà finito finché entrambi saremo in vita.

Hades tenta di rimettersi in piedi ma ancora non riesce e ricade in ginocchio.

Hades:Uccidimi Lance, o io ucciderò te!

Lance:Dacci un taglio, Hades, mi sono stancato di questa faida, e non ho intenzione di ucciderti per portarla a termine. Finirò questa storia una volta per tutte, mi ritiro.

Hades:Bastardo...

Hades stringe i pugni dalla rabbia... dopodiché scatta in piedi con un salto e va a colpire Adams mentre è ancora di spalle con la Do The Evolution!

Immagine


Adams dopo il colpo alla testa crolla a terra privo di sensi, ma anche Hades dopo pochi secondi non riesce più a reggersi in piedi e cade svenuto a causa dei diversi colpi ricevuti in precedenza.

(Diverse ore dopo...)


Le immagini tornano nella palestra, e qui Hades riprende finalmente i sensi. Il King Of Otherworld si tiene la testa ancora dolorante dallo scontro, e seppur con fatica si porta in posizione seduta. Successivamente si guarda intorno cercando la sua nemesi, ma questi pare essersene già andato. Dopo essersene accorto si alza in piedi con espressione adirata.

Hades:CODARDO! NON PUOI SCAPPARE PER SEMPRE! TI TROVERO' E TI UCCIDERO'! QUESTO NON SARA' IL NOSTRO ULTIMO SCONTRO!

Immagine


Yami:Rinunciaci, Mr.C, ormai è andato. La storia dell'Otherworld è finita.

Hades:Dannazione Lance...

Il tono di Hades in quest'ultima frase sembra disperato. Il King of Otherworld rimane in silenzio per diversi secondi e va a raccogliere il cestus lasciato a terra da Lance per poi metterlo nella borsa assieme all'altro.

Yami:Hades...

Hades:Meglio cominciare a partire, Wrestlemania è tra pochi giorni.

Detto questo Hades apre la porta e si dirige verso l'uscita dalla palestra senza aspettare Yami, e su queste immagini il collegamento si chiude.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWNA - News about WrestleMania IV
MessaggioInviato: 29/07/2014, 22:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 22/06/2011, 16:15
Messaggi: 12873
Località: I NANI! I NANI! I NANI! I NANI!
TWNA 24/7
(Meanwhile)


Immagine


Ci troviamo in quella che sembra essere una palestra di Wrestling, dove troviamo giovani aspiranti wrestler e uomini dal fisico già ampiamente rinforzato dall'allenamento intenti, appunto, ad esercitarsi in diversi modi. C'è chi si allena a correre nel ring contro le corde, chi solleva pesi... Tra questi la telecamera indugia su un individuo molto grosso, che ha appena finito una sessione alla panca...

Immagine


... MA E' ROMAN! IL BODYGUARD DI MARSHALL LAURENT! O Ex-Bodyguard, dovremmo dire.... Eccolo intento ad asciugarsi il sudore dal corpo, mentre accanto a lui arriva qualcuno...

???:Oh, sempre intento ad allenarti, non cambi mai. Se le tue spalle crescono di più ti esplodono le braccia.

Roman:Intanto con le mie spalle sto vincendo molti Match e sto diventanto sempre più conosciuto nel panorama del Wrestling statunitense, tu invece?

???:Io? Io in questo momento sono sia PWG Champion che AAA Latin American Champion, e in più ho ricevuto diverse offerte dal Giappone, perché hanno detto che sono ''Il più talentuoso Gaijin sulla piazza''.... Vinco io e pure di lunga misura, mi pare.

Roman:Permalosone.

La telecamera inquadra il volto dell'individuo con cui sta parlando Roman....

Immagine


.... E' JOHNNY BLAZE! E' molto cambiato rispetto a prima, ma è proprio lui! Ma cosa ci fa qui!? E perché parla con Roman, come lo conosce?

Blaze:Sto soltanto rimarcando la verità. E ora vieni con me, devi farmi quel favore là.

Roman:Davvero lo vuoi fare? Proprio adesso che inizi a sembrare una persona matura...

Blaze:Divertente quanto una scopa nel culo. Ora forza, la sedia è di là.

Roman si alza ed i due si incamminano verso un lato della palestra dove si trova uno specchio, e davanti ad esso vi è una sedia. Blaze si siede sopra di essa e Roman, in piedi, prende delle forbici da una borsa con su scritto ''Rage of The Blaze''... E Roman inizia a tagliare i capelli a Blaze! Ma che...?

Roman:Solo perché mio padre era un barbiere ciò non ti autorizza a sfruttarmi così.

Blaze:Sai tagliare i capelli, tanto mi basta. Voglio tornare all'aspetto di una volta, per quello che ho in mente di fare ha un che di ''romantico'', per così dire.

Roman:Per me non era necessario, poi sei tu che decidi.

Roman continua a tagliare i capelli di Blaze, che si guarda nello specchio...

Blaze:Sai Roman, pensavo di essermi lasciato la TWNA alle spalle. Adesso sono un Wrestler di successo, lodato da tutte le riviste di tutto il mondo, dal solido futuro, però, da quando hanno annunciato Wrestlemania IV, ho capito che mi manca una singola cosa. Un Match, QUEL Match. Devo combatterlo, Voglio combatterlo. E so già come fare per farlo. Un annuncio in grande stile. E ho anche un progetto per te, Roman, amico mio. Te ne parlerò dopo. E' tempo di prenderci un po' le luci della ribalta, non credi anche tu?

Roman:Credo che tu non debba muoverti troppo, o al posto della barba ti taglio via gli zigomi.

Dopo qualche minuto, Roman ha finito di tagliare i capelli e la barba a Blaze, che ora si alza e si guarda allo specchio...

Immagine


E' tornato come nuovo, e adesso guarda Roman...

Blaze:Andiamo a calciare qualche culo.

I due si avviano, mentre le immagini sfumano...

(Continua..)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWNA - News about WrestleMania IV
MessaggioInviato: 30/07/2014, 17:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 09/05/2011, 16:01
Messaggi: 6495
Località: I am the one who knocks.
Out of sight, out of mind
Final Chapter


Era passata una settimana, sette lunghi ed intensi giorni dal momento del 'fattaccio'. Keith aveva cercato qualunque indizio che potesse ricondurre ad Unknown, ma non aveva trovato nulla se non file video interrotti registrati dalle telecamere di servizio della palestra. Unknown era scappato, probabilmente, ed aveva portato qualcos'altro con sé... o meglio, qualcun altro. Jennifer. La ragazza era scomparsa improvvisamente l'alba del giorno successivo al match, ed il suo cellulare inviava soltanto messaggi di ricatto, firmati da Unknown. Voleva mettere alla prova Keith, scriveva, per vedere cosa importasse di più per lui: la sua vita o quella della sua ragazza. L'American Phenom passava le sue ore a rivedere e rivedere i filmati, quei filmati offuscati, scandagliando le stanze della palestra alla ricerca di ogni minima traccia del passaggio di Unknown. La palestra era rimasta chiusa, doveva muoversi per cercare ancora meglio.

Immagine


Da quel giorno nessuno aveva più messo piede in palestra. Lo spogliatoio era vuoto, non c'erano segni di alcun tipo, tutti dicevano che Unknown non si cambiava là, o meglio... nessuno lo ha visto in quella stanza. Come faceva, allora, ad esser pronto per lottare sul ring? Keith lasciò stare l'ipotesi spogliatoio, impossibile che Unknown avesse potuto lasciare messaggi in una stanza mai visitata. Cercò allora nei corridoi, vicino alle macchine della palestra, nulla. Gli ritornarono in mente gli istanti della sua fuga dall'edificio, quando lo vide impennare con la sua moto e scappare via. Doveva ritornare in quel punto. Uscì dalla porta sul retro per andare direttamente nel vicolo da cui spuntò la moto del mascherato, e si mise a perlustrare la zona. Nulla. Era nervoso, setacciava ogni minimo spazio, dentro i cassonetti, lungo il marciappiede, ma niente, si era ormai arreso. Improvvisamente, però, concentrò il suo sguardo su una canaletta là vicino. Era l'ultima possibilità per cercare qualcosa. Si avvicinò e vide qualcosa brillare al suo interno. Cercò di afferrarla, c'era un filo metallico... una collana... no... gli passò subito in mente qualcosa. La analizzò meglio. Ora aveva chiara la situazione... doveva correre.

Immagine

(La mattina seguente...)


Frederick Keith: Brutto stronzo... non posso crederci... no... non dovevi fare questo...

Le immagini mostrano Keith che sfreccia a grande velocità lungo l'autostrada a bordo della sua macchina, imprecando e scalando rapidamente le marce. Segue attentamente una meta, probabilmente venuto a conoscenza di chi doveva celarsi dietro la maschera di Unknown, mentre continua a ricevere messaggi dal medesimo. "La ragazzina sta strillando, vuole il suo amato Fred... ngue, ngue!". Unknown continua a provocarlo tramite sms, mentre Keith imbocca un'uscita. Guida da otto ore, è stanco, ma la sua adrenalina batte il malessere fisico. Finalmente parcheggia la macchina, dopodiché si fa avanti diretto verso una villa. Scavalca abilmente la recinzione, poi corre verso la casa, portando con sé una mazza: è deciso a metter fine a questo gioco. Bussa alla porta principale e si nasconde nelle vicinanze. Attende dunque l'arrivo di qualcuno...

Immagine


SIMON CENA! SIMON CENA! E' LUI UNKNOWN! Cena esce fuori dalla porta ed immediatamente Keith lo colpisce con la mazza! L'ex US Champion cade rovinosamente a terra, svenuto, mentre l'American Phenom lo trascina all'interno dell'abitazione.

(Dopo dieci minuti)

Immagine


Frederick Keith: STRONZO, RISPONDI, RISPONDI CAZZO!

Keith schiaffeggia il volto dell' (ex) amico, intimandolo di rispondergli.

Frederick Keith: COSA VUOI? PERCHÈ HAI FATTO QUESTO?

Cena è privo di sensi e Keith probabilmente non se ne rende conto.

Frederick Keith: IO... IO... TI AMMAZZO

Keith impugna un coltello, mentre Cena è bloccato su una sedia, legato alla stessa sia alle mani che ai piedi. L'American Phenom piange mentre cerca nelle stanze ed urla il nome di Jennifer. Dopo l'ennesima non risposta, è deciso a compiere il passo finale.

Frederick Keith: Farai la fine di Mark Ziggler... lo saluterai da parte mia... addio... traditore...

Stringe il coltello, ma Cena apre improvvisamente gli occhi, risvegliatosi dal brutto colpo in testa e dal conseguente svenimento. Keith si ferma in tempo, mentre Cena sembra stordito. Non capisce cosa stesse succedendo.

Frederick Keith: Tu... tu... schifoso... devi dirmi... dov'è... Jennifer

Cena è incredulo, ma finalmente riprende coscienza e riesce a rispondere, anche se con difficoltà.

Simon Cena: Fred...m-ma che cazzo t-ti ha preso? Cosa vuoi da me?

Fred reagisce male alla risposta poco esauriente del marine e intima di colpirlo nuovamente, ma Cena lo ferma in tempo.

Simon Cena: Oh, oh, oh, fermati. Tu sei impazzito Fred, non so dove cazzo sia Jennifer, non so che cazzo sia successo e non mi interessa nemmeno, ora liberami da qui, pigliati un calmante e dimmi che diamine ti è successo, prima che ti cacci via da casa mia. E non piangere, ridicolo.

Keith, innervosito dalla risposta, colpisce il Marine alla mandibola con un pugno ben assestato.

Frederick Keith: MI STAI MENTENDO! Tu... tu... tu hai preso Jennifer, dove l'hai nascosta? DOV'È JENNIFER?

L'American Phenom sferra un pugno contro il vetro della finestra, che va in frantumi.

Frederick Keith: TU SEI UNKNOWN, TI HO SCOPERTO ORMAI! DIMMI DOV'È LEI!

Cena continua a rimanere basito e dolorante.

Simon Cena: Basta cazzo! Chi è Unknown? Dici cose senza senso, smettila Keith! Chi cazzo se ne incula di Jennifer, perché avrei dovuto rapirla? E perché ora mi chiami Unknown? Qualunque cosa stia succedendo ti stai sbagliando di grosso, non ho preso io la tua amata Jennifer perché non me ne frega un cazzo. LIBERAMI KEITH!

Keith cammina avanti e indietro, mentre continua a parlare.

Frederick Keith: Ah si... tu non sai niente... eh... oltre ad essere uno stronzo sei anche un bugiardo... eh... COME FAI A NON SAPERE NULLA? STAI DICENDO CAZZATE!

L'American Phenom sfila dalla tasca le piastrine militari.

Frederick Keith: Questo... COME ME LO SPIEGHI? CAZZO! Era là, in una canaletta, al bordo della strada... TU SEI UNKNOWN, TU MI STAI CERCANDO DI FOTTERE, SIMON, MA NON CE LA FARAI, PERCHÈ...

Keith viene interrotto da Cena.

Simon Cena: TU SEI PAZZO! QUESTE NON SONO MIE! E poi che interesse avrei io a rapire Jennifer e a romperti le palle dietro falso nome? Te lo farei senza nascondermi.

Keith continua a non credergli, ma Simon prosegue.

Simon Cena: Ora dammi queste piastrine, isterico pazzo.

Keith libera le mani di Cena e gli dà le piastrine con forza, lanciandogliele sul suo petto e guardandolo in cagnesco, dopodiché Simon le guarda attentamente e prima sorride, e poi le ri-lancia addosso all'ex campione del mondo.

Simon Cena: Guardale bene, coglione. E liberami cazzo!

Keith le guarda un po', per poi urlare di nuovo in faccia a Cena.

Frederick Keith: Stronzo... mi stai prendendo ancora per il culo... DIMMI COSA C'È CHE NON VA! QUESTE SONO TUE!

Simon Cena: Forse perché io non sono nato negli USA?

Keith si ferma un attimo, colpito dalla nuova verità che gli si para davanti.

Frederick Keith: Ed allora di chi cazzo sono?

Simon Cena: Liberami e forse ti darò una mano, ma calmati cazzo.

Keith slega Cena dalla sedia e gli riconsegna le piastrine.

Simon Cena: Aspetta, aspetta, aspetta, queste sono piastrine false...

Frederick Keith: Ma porca puttana, quel cinese di Akuma ha...

Simon Cena: STAI ZITTO UN SECONDO!

Cena continua a squadrare le scritte, rimanendo in silenzio.

Frederick Keith: Allora?

Simon Cena: Ho una notizia buona ed una cattiva...

Frederick Keith: Oh, andiamo, queste frasi del cazzo da commedia di Serie Z non mi piacciono, arriva al dunque...

Simon Cena: So di chi sono queste piastrine, perché sono stato io a regalargliele...

Keith attende la risposta, mostrandosi nervoso dopo la frase appena pronunciata.

Simon Cena: Vedi queste due lettere? W.R.? Cosa ti viene in...

Frederick Keith: W.R.?

Simon Cena: White... Rebel...

Frederick Keith: No, non dirmi che Unknown è quel pepsicomane, faccia da cazzo, perdente coi capelli alla Jin Kazama?

Simon Cena: Ho solo detto che sono le sue, poi non so se è una strana coincidenza oppure...

Frederick Keith: Oppure devo andarlo a prendere a calci in culo a casa sua, semplice

Simon Cena: Talmente semplice che, guarda, la cattiva notizia e che non ho più sue notizie da secoli!

Frederick Keith: Non importa, io so dov'è... oltre ad essere un coglione è anche un esibizionista...

Keith mostra a Cena i messaggi di Unknown sul cellulare, dove indicava Miami come località di riferimento.

Simon Cena: Miami? Cioè, Unknown è qui?

Frederick Keith: Genio, per questo ero venuto a farti una visita: il tuo era il profilo perfetto, tutto combaciava... ma a quanto pare non ho calcolato la possibilità di depistaggio

Simon Cena: Appunto, chi ti dice che sia qui?

Frederick Keith: Lui vuole incontrarmi, volevo coglierlo di sorpresa pensando fossi tu... mi ha dato un indirizzo, devo rischiare se non voglio avere sulla coscienza un'altra anima... FOTTUTO REBEL DEL CAZZO!

Simon Cena: Ti do una mano...

Frederick Keith: Perché? Non ho bisogno del tuo aiuto

Simon Cena: Certo, quindi sai benissimo dove si trova quel posto? Dai non fare il cazzone, non ho niente da fare

Frederick Keith: Ok, ma voglio incontrarlo da solo, tu mi accompagni lì e te ne ritorni in questa tua bellissima villa a riguardare i tuoi fallimenti in quella bella TV a...

Simon Cena: Sisisi, tutto molto bello, ma stai perdendo tempo, ti sei dimenticato? Andiamo, stronzo

(Mezz'ora dopo)

Immagine


I due arrivano sul posto, notando un pick-up parcheggiato vicino al portone principale, con il cofano rivolto verso l'entrata dell'edificio.

Frederick Keith: Fermati qua, sulla strada

Simon Cena: Sei sicuro? Non ti caghi sotto a...

Frederick Keith: NO CAZZO!

Simon Cena: Ok, ok, fenomeno impavido, buona fortuna. Nel caso, cosa preferisci scritto sulla lapide? "Former TWNA World Heavyweight Champion"? È un buon biglietto da visita

Frederick Keith: Fottiti

Keith esce dalla vettura sbattendo la porta e lasciando Cena interdetto. Passa per il cancello, aperto, e si dirige verso l'entrata principale. La palazzina è decisamente abbandonata, non c'è nient'altro che polvere, insetti e ragnatele sparse ovunque: il pick-up parcheggiato è l'unico segno che potrebbe accertare la presenza di 'Unknown/White Rebel (?)'. Keith sale su una rampa di scale, mentre sente dei rumori...

???: Aahhahaha!

Delle risate inquietanti. Keith si allarma, e dunque aumenta il passo, fino a correre lasciando perdere il fattore 'sorpresa'. Un piccolo corridoio nel piano superiore ed una porta semi-aperta lasciano presagire la stanza dove si trova Unknown. Frederick riflette sulle possibilità, su come agire, ma le risate continuano a farsi fragorose. Keith si affida ai suoi impulsi, ed arrivato davanti alla stanza sferra un calcio alla porta, che dunque si apre...

ImmagineImmagine


Jennifer: Oh, ciao Fred...

Keith rimane basito nel vedere Rebel con un braccio sulla spalla della ragazza, fa per parlare ma viene interrotto prima di cominciare il suo discorso.

WR: Toh, Crilin è arrivato per sconfiggere il cattivone di turno!

WR ride beffardo.

WR: Immagino tu sia stupito, Keith. Ti stai per caso chiedendo quale sia il mio movente? Beh, dovresti saperlo, Federick. No?

Kei-

WR: Non ora narratore, era una domanda sarcastica!

...Scusa.

WR: Fred, prenditi una sedia perché è un racconto lungo e potresti non capirlo dopo una prima spiegazione, e se vuoi puoi far sedere sulle tue ginocchia la tua nuova fiamma... Ciao Simon, sei passato dal regalare medagliette da quattro soldi ai tuoi amici a fare l'ispettore privato?

Anche Cena, infatti, era arrivato sul posto nonostante il divieto di Keith. Rebel ghigna in direzione di entrambi, poi si ricompone in seguito da un urlo, dovuto ad uno scatto di rabbia.

WR: Tu mi hai portato via tutto, Federick... Chi è che mi stava alle calcagna quando ho deciso di ritirarmi? Tu. Chi è che ha rovinato quello che sarebbe dovuto essere il mio ritorno shockante, quando ero sotto la maschera di Azrael? Tu! E chi è quello che mi ha sconfitto mentre stavo per fare il mio glorioso comeback in TWNA per WrestleMania IV? TU, MALEDETTO!

Rebel calcia un bidone nelle vicinanze, rovesciandolo.

WR: Avevo investito tutto il mio denaro sulla TWNA. Tutta la mia vita. Per colpa tua ho perso tutto, sono caduto in un momento di depressione e ho perso il mio migliore amico, Dark Rising, ho perso la mia ragazza, il mio cane è morto... La colpa è tua Keith, ma la mia vendetta si è attuata... O meglio, avrebbe dovuto...

WR punta l'indice verso Simon Cena.

WR: Tu sei un bastardo, Simon! Tu avresti potuto, avresti DOVUTO aiutarmi, e invece ti sei limitato ad osservare il fenomeno dall'esterno, mi avrai mandato qualche insulso SMS su un telefono che ho dovuto vendere per necessità, non ti sei mai degnato di venire a trovare quello che hai il coraggio di chiamare come mentore, o persino amico... Sai, speravo che Keith ti avrebbe ammazzato, ma non è successo a quanto pare... Ed il bello è che ora tu sei qui ad aiutarlo! Non ti pentirai di quello che hai fatto, non mi chiederai scusa, ma aiuterai l'uomo che ti voleva morto fino a qualche minuto fa a rovinarmi la vita, ancora una volta! Ma non funzionerà più... Dico bene, Jennifer?

Rebel e Jennifer si danno un'occhiata reciprocamente complice.

WR: Sai, se c'è una cosa di cui capisci qualcosa, è in fatto di donne. Bella, intelligente, simpatica, velatamente diabolica... Come piacciono a me, d'altronde...

White guarda Jennifer, e i due si scambiano un bacio sotto gli occhi sbarrati di Keith.

WR: Oh Fred, eri così preoccupato per lei, vero? Chissá, magari hai pure pianto pensando al dolore che avrebbe potuto provare per mano mia! E invece, l'amara realtà è che lei è in mani più sicure che mai, sai, ci siamo divertiti mentre ti aspettavamo, Freddy... Lei mi ha aiutato ad uscire dalla crisi finanziaria, lei mi ha dato l'opportunità di vendicarmi, lei mi si è avvicinata quando non l'ha fatto nessun altro.. Era tutto un piano, ed ha funzionato a meraviglia! Ora, sarò io a darle tutto ciò che posso... Oh, aspetta, magari la gente a casa sta pensando che io sia un ipocrita...

WR fa un occhiolino alla ragazza, che annuisce sorridente.

Jennifer: Fred, se non si fosse capito, abbiamo chiuso... Che faccia, sembra che tu abbia un diavolo per capello...

WR: Oh, adorabile anche quando fa battute squallide..

Keith cerca, con scarsi risultati, di mantenere la rabbia, scoppiando in una strana risata.

Frederick Keith: Tu... mi hai fatto venire fin qui per sfogare la tua rabbia repressa e decantare le tue mille sconfitte? Truzzo del cazzo e figlio di una cagna. Ma sai, come si dice, sbagliando s'impara, Rebel, e tu, mio caro, hai passato la vita a studiare: la tua vita è INUTILE!

L'American Phenom si concentra quindi sulla ragazza.

Frederick Keith: Piccola parentesi. Tu, beh, di te non mi importa quasi nulla, chiediti perché l'altro giorno non sono tornato a casa e fai 2+2... eri solo un passatempo

La ragazza, stizzita, accarezza la spalla di WR. Keith ripunta allora il suo sguardo su Rebel.

Frederick Keith: Rebel... Rebel... sei l'ombra di te stesso ormai, solo con questi mezzucci potevi attirarmi da te, altrimenti sarei rimasto bellamente a farmi i cazzi miei a Washington. Però, sai, una risata me la strappi sempre quando piangi le tue sconfitte ed i tuoi fallimenti davanti ai miei occhi: meglio di un porno, cazzo!

Keith si avvicina quindi a White Rebel, mentre Cena resta in disparte. C'è un face-to-face tra i due...

Frederick Keith: Pezzo di merda, cos'è che vuoi? Perché mi hai chiamato? È meglio che tu me lo dica, altrimenti preparati perché ho intenzione di sfilarti la colonna vertebrale dal culo e giocare a tetris con le tue ossa...

Rebel simula una faccia spaventata, poi si rivolge a Jennifer.

WR: Non so te, ma io ho sempre trovato divertenti quelli che arrivano a fare l'eroe senza macchia e senza paura, scoprono di aver fallito e se ne escono con queste frasi fatte inutili... Hai ragione Fred, io ho basato una vita sulla TWNA e sulla mia carriera, ma tu forse no?

Rebel ghigna ancora una volta.

WR: Quando perderai il tuo ultimo match, cosa rimarrà di te? Il lusso che ti circonda svanirà con il tuo sporco denaro, e tutti gli Yesman e i falsi di cui ti sei circondato se ne andranno al miglior offerente... E tu lo sai, Freddy! Io lo so! Non è forse per questo che ti sei dannato così tanto per cercare Jennifer? Era l'unica persona che ti amava davvero per ciò che sei! O almeno, così credevi... Ma visto che voglio darti il beneficio del dubbio, vediamo da questo schermo, offertomi gentilmente da Jenny con i soldi della tua palestra, cosa ha ripreso la telecamera piazzata vicino a casa di Simon...

Spoiler:
Frederick Keith: STRONZO, RISPONDI, RISPONDI CAZZO!

Keith schiaffeggia il volto dell' (ex) amico, intimandolo di rispondergli.

Frederick Keith: COSA VUOI? PERCHÈ HAI FATTO QUESTO?

Cena è privo di sensi e Keith probabilmente non se ne rende conto.

Frederick Keith: IO... IO... TI AMMAZZO

Keith impugna un coltello, mentre Cena è bloccato su una sedia, legato alla stessa sia alle mani che ai piedi. L'American Phenom piange mentre cerca nelle stanze ed urla il nome di Jennifer. Dopo l'ennesima non risposta, è deciso a compiere il passo finale.

Frederick Keith: Farai la fine di Mark Ziggler... lo saluterai da parte mia... addio... traditore...

Stringe il coltello, ma Cena apre improvvisamente gli occhi, risvegliatosi dal brutto colpo in testa e dal conseguente svenimento. Keith si ferma in tempo, mentre Cena sembra stordito. Non capisce cosa stesse succedendo.

Frederick Keith: Tu... tu... schifoso... devi dirmi... dov'è... Jennifer

Cena è incredulo, ma finalmente riprende coscienza e riesce a rispondere, anche se con difficoltà.

Simon Cena: Fred...m-ma che cazzo t-ti ha preso? Cosa vuoi da me?

Fred reagisce male alla risposta poco esauriente del marine e intima di colpirlo nuovamente, ma Cena lo ferma in tempo.

Simon Cena: Oh, oh, oh, fermati. Tu sei impazzito Fred, non so dove cazzo sia Jennifer, non so che cazzo sia successo e non mi interessa nemmeno, ora liberami da qui, pigliati un calmante e dimmi che diamine ti è successo, prima che ti cacci via da casa mia. E non piangere, ridicolo.

Keith, innervosito dalla risposta, colpisce il Marine alla mandibola con un pugno ben assestato.

Frederick Keith: MI STAI MENTENDO! Tu... tu... tu hai preso Jennifer, dove l'hai nascosta? DOV'È JENNIFER?

L'American Phenom sferra un pugno contro il vetro della finestra, che va in frantumi.

Frederick Keith: TU SEI UNKNOWN, TI HO SCOPERTO ORMAI! DIMMI DOV'È LEI!

Cena continua a rimanere basito e dolorante.

Simon Cena: Basta cazzo! Chi è Unknown? Dici cose senza senso, smettila Keith! Chi cazzo se ne incula di Jennifer, perché avrei dovuto rapirla? E perché ora mi chiami Unknown? Qualunque cosa stia succedendo ti stai sbagliando di grosso, non ho preso io la tua amata Jennifer perché non me ne frega un cazzo. LIBERAMI KEITH!

Keith cammina avanti e indietro, mentre continua a parlare.

Frederick Keith: Ah si... tu non sai niente... eh... oltre ad essere uno stronzo sei anche un bugiardo... eh... COME FAI A NON SAPERE NULLA? STAI DICENDO CAZZATE!

L'American Phenom sfila dalla tasca le piastrine militari.

Frederick Keith: Questo... COME ME LO SPIEGHI? CAZZO! Era là, in una canaletta, al bordo della strada... TU SEI UNKNOWN, TU MI STAI CERCANDO DI FOTTERE, SIMON, MA NON CE LA FARAI, PERCHÈ...

Keith viene interrotto da Cena.

Simon Cena: TU SEI PAZZO! QUESTE NON SONO MIE! E poi che interesse avrei io a rapire Jennifer e a romperti le palle dietro falso nome? Te lo farei senza nascondermi.

Keith continua a non credergli, ma Simon prosegue.

Simon Cena: Ora dammi queste piastrine, isterico pazzo.

Keith libera le mani di Cena e gli dà le piastrine con forza, lanciandogliele sul suo petto e guardandolo in cagnesco, dopodiché Simon le guarda attentamente e prima sorride, e poi le ri-lancia addosso all'ex campione del mondo.

Simon Cena: Guardale bene, coglione. E liberami cazzo!

Keith le guarda un po', per poi urlare di nuovo in faccia a Cena.

Frederick Keith: Stronzo... mi stai prendendo ancora per il culo... DIMMI COSA C'È CHE NON VA! QUESTE SONO TUE!

Simon Cena: Forse perché io non sono nato negli USA?

Keith si ferma un attimo, colpito dalla nuova verità che gli si para davanti.

Frederick Keith: Ed allora di chi cazzo sono?

Simon Cena: Liberami e forse ti darò una mano, ma calmati cazzo.

Keith slega Cena dalla sedia e gli riconsegna le piastrine.

Simon Cena: Aspetta, aspetta, aspetta, queste sono piastrine false...

Frederick Keith: Ma porca puttana, quel cinese di Akuma ha...

Simon Cena: STAI ZITTO UN SECONDO!

Cena continua a squadrare le scritte, rimanendo in silenzio.

Frederick Keith: Allora?

Simon Cena: Ho una notizia buona ed una cattiva...

Frederick Keith: Oh, andiamo, queste frasi del cazzo da commedia di Serie Z non mi piacciono, arriva al dunque...

Simon Cena: So di chi sono queste piastrine, perché sono stato io a regalargliele...

Keith attende la risposta, mostrandosi nervoso dopo la frase appena pronunciata.

Simon Cena: Vedi queste due lettere? W.R.? Cosa ti viene in...

Frederick Keith: W.R.?

Simon Cena: White... Rebel...

Frederick Keith: No, non dirmi che Unknown è quel pepsicomane, faccia da cazzo, perdente coi capelli alla Jin Kazama?

Simon Cena: Ho solo detto che sono le sue, poi non so se è una strana coincidenza oppure...

Frederick Keith: Oppure devo andarlo a prendere a calci in culo a casa sua, semplice

Simon Cena: Talmente semplice che, guarda, la cattiva notizia e che non ho più sue notizie da secoli!

Frederick Keith: Non importa, io so dov'è... oltre ad essere un coglione è anche un esibizionista...

Keith mostra a Cena i messaggi di Unknown sul cellulare, dove indicava Miami come località di riferimento.

Simon Cena: Miami? Cioè, Unknown è qui?

Frederick Keith: Genio, per questo ero venuto a farti una visita: il tuo era il profilo perfetto, tutto combaciava... ma a quanto pare non ho calcolato la possibilità di depistaggio

Simon Cena: Appunto, chi ti dice che sia qui?

Frederick Keith: Lui vuole incontrarmi, volevo coglierlo di sorpresa pensando fossi tu... mi ha dato un indirizzo, devo rischiare se non voglio avere sulla coscienza un'altra anima... FOTTUTO REBEL DEL CAZZO!


WR: Insolita reazione per un "passatempo", non credi?

Keith guarda perplesso WR, e con fare beffardo indica il televisore.

Frederick Keith: Persino quello hai dovuto elemosinare alla tua compagnetta? Almeno potrai rivedere e rivedere e rivedere ciò che ti succederà a Wrestlemania per studiare nuovamente il tuo ennesimo fallimento... per quanto riguarda il sentimentalismo, beh, non volevo le fosse successo niente di male, tutto qua.

L'American Phenom guarda dritto negli occhi WR.

Frederick Keith: Se quel che vuoi è un match, facciamolo nello scenario migliore... WrestleMania IV. Già mi immagino, nel PPV dei PPV, il fallimento che ti farà ripensare ai bei tempi di quando ti imbottivi di medicina per riprenderti dalla depressione, di quando ti nascondevi dietro una maschera per dimenticare il passato. Rebel, io non sono l'eroe impavido e non aspiro ad esserlo, l'unica cosa che ho scelto di diventare in questa vita è un uomo capace di guardarsi allo specchio e di non avere rimpianti! TU SEI L'INCARNAZIONE DEL RIMPIANTO! Potevi essere un World Champion ma non lo sei diventato e, guarda caso, gli unici titoli che hai vinto sono...

Keith sfila dalla tasca il suo cellulare.

Frederick Keith: DUE TAG TEAM TITLES! Davvero? WOW! Grazie TWNA.com

Rebel fa per replicare ma Keith lo blocca.

Frederick Keith: Aspetta... aspetta... aspetta... so già i tuoi discorsi: 'gne gne gne, ma i titoli non contano, non ho avuto opportunità, sono meglio di te e bla bla bla'. NO! Tu sei un fallito e la tua carriera lo dimostra. Se la tua vita è stata il wrestling allora, toglimi lo sfizio di dirlo, è stata proprio una vita di merda visti gli scarsi risultati. Persino quel coglione di Simon Cena ha vinto di più e poteva diventare un World Champion, pensa te!

Cena reagisce con un epico facepalm, mentre l'ex World Champion continua nel suo discorso.

Frederick Keith: Se hai voglia di vendetta, se vuoi almeno per una volta nella tua vita sperare di esser fiero di te stesso, facciamo questo match. Una danza a tre, senza squalifiche: io contro te contro il coglione qua dietro. Alla fine, se ci rincontreremo un'altra volta, potrai almeno vantarti di qualcosa, ammesso che tu non fallisca di nuovo. In questo caso, chiedi a Jennifer se ha a disposizione altri soldi per medicinali, purghe ed antidepressivi vari...

WR: Infantile e fastidioso come mi ricordavo... Ci vediamo a WrestleMania, Freddy. Oh, Simon, cerca di non farti schierare a WrestleMania, non voglio perdere per causa tua. Anzi, non venire proprio, è meglio per tutti. Ora, se permettete, io e Jennifer abbiamo di meglio da fare che continuare a provocare due imbecilli, vi lasciamo qui da soli in intimità...

White Rebel e Jennifer si avvicinano alla porta d'uscita e se ne vanno, non prima che la ragazza abbia salutato Keith mandandogli un bacio sarcastico.

Frederick Keith: Fanculo... ok Simon, ora possiamo and...

Keith si gira ma non vede più Simon Cena. Così scende la rampa di scale in fretta, vedendo la macchina con cui era venuto allontanarsi in lontananza.

Frederick Keith: FIGLIO DI PUTTANA, TORNA QUA!

L'Ultimate Prize Winner suona il clacson e si allontana dalla zona, lasciando Keith a piedi nell'immensa campagna.

Immagine



ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine
Frederick Keith vs Simon Cena vs White Rebel

WRESTLEMANIA IV - ONE MORE TIME!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Press Conference with Mr. Johnny Ace and Alexandre
MessaggioInviato: 31/07/2014, 14:39 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
Immagine

Press Conference with Mr. Johnny Ace and Alexandre


Immagine

Le immagini ci conducono all'interno di una sala dove dinnanzi ad un marasma di giornalisti e alcuni appassionati, si erge un palco su cui si trova il Responsabile delle Relazioni coi Talenti e Director Of Operations della TWNA, nonché General Manager di WrestleMania IV, Johnny Ace che sta tenendo una conferenza stampa incentrata proprio sull'ormai imminente ultimo show della TWNA che avrà luogo tra pochissimi giorni, il 20 Luglio in quel di Orlando.

Johnny Ace: WrestleMania IV "One More Time" è destinato ad essere lo show degli show, più importante di qualsiasi altro spettacolo mai offerto dalla TWNA, superiore persino della seconda edizione, quella del 2012 che nell'opinione generale è considerato il nostro evento meglio riuscito. Perché ne sono tanto sicuro? Semplice, perché lo show che avrà luogo il 20 Luglio unirà il meglio della prima generazione, della seconda, della terza e anche della quarta. E a proposito di quarta generazione, ecco a voi un giovanissimo talento della nostra federazione che farà il suo debutto in TWNA proprio in occasione di WrestleMania IV, gentili signore e signori, vi prego di alzarvi in piedi e dare un caloroso benvenuto a "The Greece Magnificence" Alexandre!!!!



Immagine

Accompagnato dall'Inno Nazionale Greco, il cosiddetto "Inno Alla Libertà", entra in scena tutto trionfante Alexandre che, accolto assai freddamente dal pubblico presente, raggiunge la postazione di Ace: i due prima si stringono la mano, poi sfociano in un affettuoso abbraccio, infine il General Manager di WrestleMania IV se ne va, lasciando la parola ad Alexandre.

Alexandre: Che classe! Che uomo! Johnny Ace per me è fonte d'ispirazione, è un esempio da seguire per caparbietà, professionalità, competenza e onestà, non riesco proprio a capire come in molti ce l'abbiano con lui, chissà, forse per gelosia, invidia, non saprei. Fatto sta che è grazie ad Ace che siamo, è grazie a lui che la TWNA è tornata anche solo per una notte, è grazie a lui che WrestleMania IV avrà luogo il prossimo 20 Luglio ed è grazie a lui che tutti voi, fan di wrestling, avrete l'onore, il piacere di vedere all'opera "The Greece Magnificence" Alexandre!! Un applauso a Johnny Ace, per favore!

Segue dunque un freddo applauso da parte del pubblico.

Alexandre: WOW! WrestleMania IV! MAGNIFICO! E' da un anno ormai che ho firmato un contratto di sviluppo con la TWNA e fin da subito ho sognato questo momento, WrestleMania e vedere finalmente realizzato questo sogno nel cassetto, mi rende orgoglioso, sì, orgoglioso di me stesso, delle mie capacità, dei miei muscoli e del mio popolo, del mio paese, delle mie radici, della Grecia, quella fantastica terra in cui è nato il wrestling, bene prezioso di cui è stata depredata per secoli e secoli e, finalmente, finalmente, io, Alexandre, erede della lunga serie di eroi che parte da Eracle, Prometeo, Achille, Teseo e moltissimi altri ancora, me ne rimpossesserò, riportandolo tra la mia gente.

Alexandre: In occasione di WrestleMania IV ho lanciato un'Open Challenge, una sfida aperta a tutti, a chiunque abbia quel minimo di fegato per vedersela con me, perché non mi importa di chi si presenterà, io voglio vincere, sfondare lo schermo, rubare lo show, mostrare le mie potenzialità cosicché dopo il 20 luglio avrò il pass per entrare in qualsiasi compagnia di wrestling, portando sempre con me la grande bandiera a righe azzurre e bianche, l'orgoglio della Grecia, patria del wrestling! E ora vorrei rivolgermi a te, misterioso sfidante: chiunque tu sia, sarò felice di vedere che tu al contrario di molti, moltissimi altri tuoi colleghi che si rifiuteranno di affrontare questa ardua e insormontabile sfida, mostrerai coraggio e sicurezza delle tue forze, ma sappi che la tua sorte è segnata, THAT'S THE TRUTH, THAT'S THE GREECE MAGNIFICENCE!

Ecco ricomparire Johnny Ace che, applaudendo e sorridendo, raggiunge il suo pupillo, a cui amichevolmente poggia il braccio sulle spalle.

Johnny Ace: I Love this Guy! Guardate bene questo ragazzo, perché state osservando il futuro del Pro Wrestling!

I due sghignazzano allegramente.

Johnny Ace: Avete qualche domanda in merito ad Alexandre e alla sua Open Challenge?

Nessuno risponde, finché....

???:Ehi, io ce l'avrei una domanda!

QUESTA VOCE! Dalla massa di giornalista emergono due figure a noi molto ben conosciute...

ImmagineImmagine


JOHNNY BLAZE E ROMAN! I due si fanno largo tra il pubblico e arrivano da Johnny Ace, salendo sul palco della conferenza... Ace non sembra molto impaurito, ma forse fa solo un grande lavoro nel nasconderlo...

Blaze:Ciao Johnny, come va la vita? Ho sentito che c'è Wrestlemania in direttura d'arrivo, e la mia domanda è: E se aggiungessi un Match? Sono sicuro che ti frutterebbe molto in termini di guadagno! E dato che so che più match ci sono meglio è, faro finta che tu abbia risposto in modo affermativo. Quindi preparati ad essere ancora più felice, perché ti porto ben due Match! Andiamo con ordine, Roman!

Roman si porta davanti a Blaze, osservando Alexandre...

Roman:So già che me ne pentirò...

Roman si scalda un momento la voce...

Roman:C'è una cosa che non mi piace nelle persone: Quando sono presuntuose senza un vero motivo. Vedi Alexandre, tu rientri in questa categoria di persone senza meriti che si pavoneggiano. Ed è per ciò che mi sembri l'avversario ideale contro cui dare il meglio di me.

Alexandre rizza le orecchie a queste parole...

Roman:Hai sentito bene. Dopo la dipartita del mio ''Boss'' Laurent, ho cercato di lavorare nel mondo del Wrestling con sempre più costanza per diventare un Wrestler sempre più forte. E non ho voluto lottare a Wrestlemania, pur essendo un impiegato TWNA, in teoria, perché pensavo di non essere ancora pronto. Poi chi arriva tutto baldanzoso su un Ring sbandierando di essere il migliore a destra e a manca? Tu. Non ci siamo proprio mio caro. Quindi, facciamo così: Hai lanciato una Open Challenge? La accetto io. Io, Roman, sfido ufficialmente te, Alexandre, ad un Single Match a Wrestlemania! Così vedremo questa tua ''Magnificenza greca''.

Ace appare un po' preoccupato, mentre Alexandre scoppia in una fragorosa risata, cosa che infastidisce molto Roman.

AlexandreTu, tu vuoi affrontare me, "The Greece Magnificence", a WrestleMania?

Alexandre: Tornatene a cuccia, piccolo cihuahua!

Ace e Alexandre se la ridono, mentre Roman fa uno scatto in avanti cosa che rende serioso il lottatore proveniente dalla Grecia, un po' preoccupato dal bestione.

Alexandre: OK, OK, cagnetto da salotto, ho capito, sta buono! Quando ho lanciato un'Open Challenge pensavo che mi sarei trovato davanti una leggenda, un pezzo grosso della TWNA, uno storico simbolo della compagnia, non te, un perfetto sconosciuto. Cosa potrei farmene di una vittoria contro Roman? Niente! Perciò, mi spiace, ma la tua sfida non l'accetto! Hai sentito, cihuahua, la mia risposta è no, ora puoi andartene.

Roman non è per nulla soddisfatto, anzi sembra incazzato come non mai, mentre Alexandre sembra sul punto di allontanarsi, ma poi ci ripensa e, sta volta serioso, si rivolge al mastino.

Alexandre: Anzi, aspetta un momento: io sono Alexandre "The Greece Magnificence", l'erede di Eracle e di tutti i più grandi eroi della storia di questo mondo, sono impavido, coraggioso, virtuoso e perciò non posso tirarmi indietro di fronte a niente e nessuno, quindi accetto! A WrestleMania IV ci sarà Roman vs. Alexandre!

Roman sorride, soddisfatto, dunque fa per andarsene.

Alexandre: Un momento, piccolo cihuahua!

I due ritornano ora faccia a faccia.

Alexandre: Tu per me sei un piccolo pasto, uno spuntino di metà mattina, mentre io voglio una cena di gran lusso il prossimo 20 Luglio, perciò a WrestleMania IV io ti affronterò, ma nello stesso tempo mantengo aperta la mia Open Challenge, e dunque non solo batterò te, ma batterò anche un altro misterioso avversario! Io, Alexandre "The Greece Magnificence" sono così superiore, migliore, più forte di qualsiasi altra superstar della TWNA da poter disputare due match nella stessa sera, due match! THAT'S THE TRUTH, piccolo cihuahua, THAT'S THE GREECE MAGNIFICENCE!

I due si guardano in cagnesco, ma ecco che Blaze si mette accanto a Roman...

Blaze:Calmati, bestione.

Blaze adesso fa cenno al pubblico di dargli attenzione...

Blaze:Signore e signori, è tempo del secondo annuncio di questa speciale ''Fuori programma''! Come ben sapete, ora io sono un Wrestler affermato in tutto il mondo, famoso ed elogiato dai più grandi esperti di Wrestling al mondo! Ma non dimenticherò mai di essere stato una Superstar TWNA, ed è per questo che ho deciso che parteciperò anche io a Wrestlemania IV!

Brusii tra il pubblico, Ace vorrebbe prendere il controllo della situazione ma gli sguardi minacciosi di Roman lo fanno desistere dal suo obbiettivo...

Blaze:E ho anche deciso chi sarà il mio avversario per l'occasione. L'unica persona con la quale non sono mai riuscito a confrontarmi come si deve, in un ''First Time Ever'' e ''Last Time Ever''! Un vero ''Once in a Lifetime'', non come certi altri! Per tutto il tempo da cui ha chiuso la TWNA, un chiodo fisso che ho sempre avuto è stato sfidare questa persona, che una volta consideravo come un modello a cui aspirare! Penso che abbiate capito, voi altri, di chi sto parlando! Quindi preparati, perché ci sarà un contratto da firmare...

Blaze osserva la telecamera...

Blaze:... Simon.

BLAZE HA UFFICIALMENTE SFIDATO SIMON PER WRESTLEMANIA IV!

Blaze:Farai meglio a presentarti, Bro.

Blaze ridda' la parola ad Ace, sorridendogli ironicamente....

Johnny Ace: Johnny Blaze vs. Simon, Roman vs. Alexandre, ecco due nuovi incontri interessanti che insieme a moltissimi altri ancora, tra cui l'Open Challenge dello stesso Alexandre, avranno luogo il prossimo 20 Luglio in quel di Orlando in occasione di WrestleMania IV! CHE SPETTACOLO!


Ultima modifica di NotOnlyWWE il 03/08/2014, 8:33, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

"I Accept!"
MessaggioInviato: 03/08/2014, 8:27 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
TWNA.COM
THE OFFICIAL SITE OF TWNA UNIVERSE

"I Accept!"


Su TWNA.com, il sito ufficiale della federazione di New York, in seguito all'ultimo show della Total Destruction Pro Wrestling, End of Days 2014, e alle discusse dichiarazioni rilasciate da Alejandro Del Rio durante la celebrazione del suo ingresso nella TDPW Hall of Fame insieme a tutti gli altri membri dei Criminals, è apparso stamane un comunicato ufficiale rilasciato dal General Manager di WrestleMania IV, Responsabile per le Relazioni coi Talenti nonché Director of Operations della TWNA, "Mr. Power to the People" Johnny Ace.

Immagine


"Benché l'evento della Total Destruction Pro Wrestling, End of Days 2014, non abbia minimamente rubato la scena al prossimo evento della TWNA, WrestleMania IV-One More Time, quanto detto da Alejandro Del Rio durante il suo ingresso nella TDPW Hall of Fame (una ridicolo plagio ai nostri danni), ha fatto il giro del mondo, suscitando ilarità e allo stesso tempo scandalo e molto scalpore. Il tre volte World Heavyweight Champion della TWNA, infatti, dopo aver ripetuto i soliti discorso aventi come unico conduttore il voler infangare il mio nome e quello della mia compagnia, mi ha lanciato una sfida per un match one vs. one in quel di WrestleMania, il mio show. Quel che tutti, compresi i miei colleghi, si aspettano da parte mia è un'ufficiale declinazione di questo provocatorio invito, e in effetti fino a pochi minuti fa ero intenzionato ad agire in tal maniera, consapevole del mio ruolo dirigenziale e dell'autorità che rappresento all'interno di questo business, ma poi ci ho ripensato: accetto! A WresteMania IV avrete Alejandro Del Rio vs. "Mr. Power to the People" Johnny Ace!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

A Special Training for Ace
MessaggioInviato: 05/08/2014, 17:38 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
A Special Training for Ace

Immagine

A poche ore dall'ultimo show della TWNA, WrestleMania IV "One More Time", le immagini ci conducono all'interno del Performance Center della TWNA, proprio a Orlando, la stessa città che ospiterà la quarta edizione dello Showcase of The Immortals. All'interno della struttura si trovano molti ring di wrestling su cui scorgiamo diverse superstar che vedremo stanotte, tra cui The Greece Magnificence Alexandre che debutterà proprio a WrestleMania IV disputando ben due incontri, il primo contro un avversario misterioso nella sua Open Challenge, il secondo contro Roman, l'ex membro di The Remedy. Dopo una panoramica generale, le telecamere indugiano su uno dei tanti ring, al cui centro troviamo proprio lui, Mr Power to the People, il General Manager di WrestleMania IV, il Responsabile per le Relazioni coi Talenti nonché TWNA Director of Operations, Johnny Ace.

Immagine

Il dirigente indossa una specie di tutta da combattimento su cui compaiono le scritte "GM" e il suo slogan "People Power" con sopra un ritratto che lo mostra felice e col pollice in su'. Il vero Ace invece appare molto serio e nel momento in cui viene inquadrato, passeggia lungo il quadrato, infine si ferma e una volta accortosi di essere ripreso dalle telecamere della sua azienda, incomincia a parlare.

Johnny Ace: 24 Agosto di due anni fa: allo Staples Center di Los Angeles va in scena la seconda edizione di The Biggest Party of the Summer, SummerSlam; uno degli incontri più attesi, forse il più atteso dal TWNA Universe, è il No Holds Barred match tra l'astro nascente GoldMan e il Responsabile per le Relazioni coi Talenti nonché co-fondatore della TWNA, Mr. Johnny Ace. Per la prima volta decisi di scendere in campo per difendere l'onore e il prestigio dell'azienda per cui lavoro, ma soprattutto per tutti voi, per il popolo, per la gente che con affetto ha costantemente seguito la nostra federazione, gente offesa e ridicolizzata dal Big Guy. Quando salì su quel ring ero pienamente consapevole che la mia sorte era segnata, ma nonostante ciò, i cori di incitamento di tutta l'arena mi infusero il coraggio necessario ad affrontare questa sfida. Dall'Agosto del 2012 fini agli inizi dell'anno corrente sono rimasto in coma, steso su un lettino d'ospedale in uno stato catatonico, immobile, completamente immobile.

Johnny Ace: Perché mai ho scelto di risalire sul ring? Perché ripetere tale pazzia?

Johnny Ace: Per il TWNA Universe? Nella mia carriera da dirigente al contrario della stragrande maggioranza dei miei colleghi, ho sempre svolto il mio lavoro a favore dei fruitori del nostro prodotto, agendo a loro nome e in loro difesa, ma questa volta non siete voi il motivo della mia pazzia. Ho scelto di accettare la sfida di quello strafottente Alejandro Del Rio per uno e un solo motivo: me stesso! Del Rio si è preso gioco della TWNA stessa, ma soprattutto della mia persona, ha offeso il mio onore, il mio orgoglio e, benché mi sia ripromesso di non intervenire più con le superstar sotto mio contratto, non ne ho potuto fare a meno: alla prima provocazione, sono rimasto impassibile, alla seconda, idem, alla terza, no, assolutamente no! Alejandro Del Rio pagherà le sue parole offensive e i suoi ripetuti insulti a caro presso, subendo l'umiliazione più grande di tutta la sua lunga, ma desolante carriera.

Johnny Ace: Sì, gentilissimi telespettatori, avete capito bene: stanotte io, Johny Ace, Mr Power to the Pople, General Manager di WrestleMania IV, Responsabile per le Relazioni coi Talenti nonché Director of Operations della TWNA, salirò su quel ring per vincere! Quando affrontai GoldMan ero certo di non avere alcuna speranza e che sarei finito molto, molto male, questa volta invece ho la certezza che riuscirò a sconfiggere il mio avversario, una superstar che ha vinto tre titoli del mondo, un titolo Intercontinentale, un US Title e una cintura di coppia, senza meritare, nemmeno minimamente, nessuno di questi riconoscimenti. Per dimostrarvi quanto perdente sia l'uomo che stanotte avrò il piacere di umiliare, vorrei invitarvi a riflettere che se non avesse avuto questo incontro col sottoscritto, Alejandro Del Rio non avrebbe preso parte a WrestleMania o al massimo ci avrebbe deliziato con uno dei suoi piagnucolii da backstage, nient'altro!

Johnny Ace non riesce a trattenersi dal ridire.

Johnny Ace: Ecco dunque chi è il mio avversario: un perdente patentato, altro che World Champion, altro che Hall of Famer! Io vi giuro sulla mia testa, carissimo TWNA Universe, che stanotte salirò su quel ring, stenderò Del Rio e infine lo umilierò, mentre l'arbitro conterà uno......due......tre!

Mr Power to the People sorride, poi inizia ad eseguire alcuni esercizi di stretching, torcendosi braccia e gambe, successivamente fa varie corse spingendosi con le corde del ring, infine si ferma al centro del quadrato e alza e abbassa ripetutamente la gamba sinistra.

Immagine


Immagine


Robbie Charleston: Mr. Johnny Ace, come posso esserle d'aiuto?

Sopraggiunge uno degli arbitri ufficiali della TWNA che vedremo in azione stanotte, Robbie Charleston. Il Director Of Operations lo accoglie molto calorosamente, stringendogli la mano e stringendolo tra sé con un abbraccio. Infine Ace invita il cameraman a chiudere il collegamento e dunque le immagini sfumano improvvisamente.

Immagine


Immagine


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

A Special Training for Alexandre
MessaggioInviato: 05/08/2014, 17:41 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
A Special Training for Alexandre


Immagine

A poche ore dall'ultimo show della TWNA, WrestleMania IV "One More Time", le immagini ci conducono all'interno del Performance Center della TWNA, proprio a Orlando, la stessa città che ospiterà la quarta edizione dello Showcase of The Immortals. All'interno della struttura si trovano molti ring di wrestling su cui scorgiamo diverse superstar e non che vedremo stanotte, tra cui Mr Power to the People, il General Manager di WrestleMania IV, il Responsabile per le Relazioni coi Talenti nonché TWNA Director of Operations, Johnny Ace che debutterà proprio a WrestleMania IV disputando un match contro il tre volte World Champion, Alejandro Del Rio, il secondo incontro di wrestling nella sua carriera dopo quello svoltosi a SummerSlam 2012 contro il Big Guy GoldMan. Dopo una panoramica generale, le telecamere indugiano su uno dei tanti ring, al cui centro troviamo proprio lui, The Greece Magnificence Alexandre che stanotte non solo farà il suo debutto in quel di WrestleMania, ma anche in TWNA, affrontando ben due match, uno contro un avversario misterioso nella sua Open Challenge, un altro contro Roman, ex membro di The Remedy.

Immagine


Alexandre: TU! Sì proprio tu, viene qui, SUBITO!

Immagine


Samcro: Volevi me, Alexandre?

Alexandre: Sì proprio te, palla di lardo!

Alexandre sorride.

Alexandre: Questa è la notte della mia vita, il momento della mia consacrazione quando diventerò la prima superstar della TWNA a vincere due incontri a WrestleMania, il Super Bowl del wrestling, sconfiggendo quel Roman che non è altro che un cagnolino da salotto un po' rabbioso da dover bastonare per farlo rimettere al proprio posto, e un altro avversario, un Mr. X, la cui identità non mi incuriosisce minimamente.

Samcro: E allora?

Alexandre: E allora, visto che tu sei così sfigato da non avere nemmeno un match stanotte, quando persino un dirigente prenderà parte allo show, avrai il piacere di allenarti insieme a The Greece Magnificence, me!

Samcro: Fanculo!

Samcro, scocciato, fa per andarsene voltando le spalle ad Alexandre che, arrabbiatosi e ferito ne proprio orgoglio, parte all'attacco, chiudendo Samcro nella sua morsa di sottomissione!

Immagine


Alexandre: Σε γνωρίζω από την κόψη του σπαθιού την τρομερή, Σε γνωρίζω από την όψη, που με βια μετρά[ει] τη[ν] γη. Απ' τα κόκαλα βγαλμένη των Ελλήνων τα ιερά, Και σαν πρώτα ανδρειωμένη, χαίρε, ω χαίρε Ελευθεριά.

Dopo aver intonato a gran voce e con spirito patriota l'Inno Nazione della propria patria, la Grecia, finalmente lascia andare il povero Samcro che dolorante cade al tappeto. Alexandre lo osserva con soddisfazione e con biasimo, poi solleva il suo occasionale avversario, inizia a colpirlo con diverse gomitate al collo, dunque lo rimette a terra, lo afferra per le gambe e inizia a farlo girare!!

Immagine


Alexandre: Αρχαίο Πνεύμα αθάνατο, αγνέ πατέρα του ωραίου, του μεγάλου και τ' αληθινού Κατέβα, φανερώσου κι άστραψε εδώ πέρα στη δόξα της δικής σου γης και τ' ουρανού Στο δρόμο και στο πάλεμα και στο λιθάρι Στων ευγενών αγώνων λάμψε την ορμή Και με το αμάραντο στεφάνωσε κλωνάρι και σιδερένιο πλάσε κι άξιο το κορμί και σιδερένιο πλάσε κι άξιο το κορμί Κάμποι, βουνά και θάλασσες φέγγουνε μαζί σου σαν ένας λευκοπόρφυρος μέγας ναός Και τρέχει στο ναό εδώ προσκυνητής σου Και τρέχει στο ναό εδώ προσκυνητής σου Αρχαίο Πνεύμα αθάνατο, κάθε λαός, κάθε λαός Αρχαίο Πνεύμα αθάνατο, κάθε λαός

Alexandre fa fare all'avversario così tanti giri da riuscire a recitare tutto l'Inno Olimpico, dopodiché finalmente lo lascia andare! Samcro è esanime al tappeto, ma viene immediatamente afferrato da Alexandre che lo rimette in piedi, poi gli sputa in faccia!

Alexandre: το τέλος!!!!

Alexandre solleva in aria Samcro e lo finisce con la sua mossa risolutiva, la "Το μεγαλύτερο μαχαιροβγάλτης"!

Immagine

Dopo questo colpo decisamente devastante, Samcro è privo di sensi al centro del quadrato, mentre dinnanzi al suo corpo si erge trionfante e orgoglioso The Greece Magnificence Alexandre.

Immagine


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Wanna see me drink this guy?!
MessaggioInviato: 26/08/2014, 17:06 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 22/01/2011, 17:17
Messaggi: 19927
Località: Di notte, quindi all'alba
Old friends, better enemies


Immagine


Ci troviamo all'interno del Citrus Bowl di Orlando, in Florida quando una telecamera inizia a registrare ciò che accade all'interno di questo poderoso stadio che in passato ha ospitato anche un'edizione del più grande show WWE alla sua ventiquattresima edizione.
Gli operai stanno lavorando per montare rampa, stage e ring per la quarta e probabilmente ultima edizione di Wrestlemania, lo show principale della federazione Newyorkese, una federazione che pur nella sua breve durata ha saputo far appassionare i fan di tutto il mondo.
Vediamo biglietti di carta in terra che ripercorrono la storia della federazione, probabilmente serviranno per allestire lo Stage per il grande evento.
Un uomo che non pare far parte del team degli addetti ai lavori sta guardando questi ricordi sorridendo, passando tra il Metal Match e il Final Encounter tra KTW e CM Parks, soffermandosi sul Japanese Style Match tra Akuma «Pain» Fujihara e Mark Arvesti.
L'uomo, vestito con un elegante completo nero, si gira fronte alla telecamera e si rivela essere nientemeno che l'ultimo TWNA Heavyweight Champion Mark Arvesti che porta ancora orgogliosamente l'alloro sulla spalla pur non avendo più valenza ufficiale per la dirigenza TWNA che ha ritirato ufficialmente le cinture a novembre scorso.
L'uomo nota la telecamera e comincia a parlare

MA: Quasi un anno è passato oramai da quando la TWNA ha chiuso ufficialmente i battenti. E il 20 Luglio ci troveremo qui per l'ultima volta tutti insieme per celebrare una federazione che ha sconvolto ed emozionato il wrestling mondiale pur nella sua breve durata.
Cos'ho fatto io in quest'anno?Sono tornato in AJPW per cercare di farla rinascere dalle ceneri in cui si era ridotta ma oramai non è più la stessa cosa, non ci sono più le stesse motivazioni e la stessa gioia di stare nel quadrato rispetto a un tempo. Gli anni '90, che hanno creato la mia generazione di Wrestling, sono finiti ed è inutile cercare di rincorrere qualcosa che non c'è più.»

Mark prende una pausa, poi ricomincia a parlare

MA: «La TWNA stessa è qualcosa che non c'è più, per questo ho deciso di non partecipare allo show, di non farmi vedere... quando una cosa è morta va ricordata per ciò che era quand'era in vita e milioni di Reunions non servono a niente.
Però ammetto che pensare il Citrus Bowl pienissimo mi sta facendo piuttosto vacillare e ho deciso di combattere. Mi sono arrivate abbastanza mail da diversi ex-lottatori per sfidarci ad un ultimo match per questo alloro che porto sulla spalla ma una più di altre mi ha attratto... era scritta a mano su pergamena e non firmata; ho accettato la sua proposta perchè fatta col tipo di classe che piace a me»

Arvesti si siede su una delle sedie allestite nei dintorni

MA: «Gli ho dato appuntamento qui, io, lui e una bottiglia di vino per confrontarci prima di darci battaglia tra poche ore»

Nel frattempo dall'altra parte del corridoio si sentono dei rumori, dei passi che lentamente si avvicinano sempre di più finché non rivelano la persona che finalmente è arrivata nell'arena dopo aver passato qualche giorno in Russia. Questi è l'ex TWNA World Heavyweight Champion nonché vincitore dell'Ultimate Prize Hades, il quale nonostante qualche cicatrice in più ricavata dal suo ultimo scontro pare ormai essersi ripreso fisicamente.

Immagine


Hades indossa ancora i Cestus macchiati di sangue suo e del suo ormai ex rivale ma oltre a quello il King of Otherworld ha in mano dei calici ed una bottiglia di vino. l'Ex World Champ percorre i corridoi cercando il suo avversario ma nel farlo incrocia dei fogli per terra con delle immagini risalenti a Stairway To Heaven, con la vittoria dell'Ultimate Prize da parte dello stesso Hades. Vedendo ciò si ferma per qualche secondo ad osservare l'immagine di lui che solleva al cielo la valigetta dopo averla staccata.

Hades:Mi volevano tenere lontano dal ring, quando sono arrivato all'arena poco fa. Vedendo le mie condizioni credevano riuscissi a malapena a reggermi in piedi, ed all'inizio lo credevo anche io. Durante il viaggio ero paralizzato dal dolore, pensavo di rinunciare e prendermi un periodo di pausa, ma poi sono voluto comunque passare di qui. Ritornando in questo ambiente ho sentito l'energia rientrare improvvisamente nel mio corpo, la stessa adrenalina che quando ho vinto l'Ultimate Prize mi ha permesso di uscire dall'arena sulle mie gambe, come se tutti i colpi di quel match non pesassero per nulla. La stessa energia che mi ha permesso di vincere il titolo massimo e di dimostrarmi il migliore nella federazione. Ora mi sento praticamente come nuovo, anzi non vedo l'ora di poter tornare sul ring per vincere il mio ultimo match qui dentro. Questo è il mio ambiente, il mio mondo, e per un'ultima volta darò un motivo alla TWNA per temermi.

Hades prosegue guardando le varie immagini finché non arriva di fronte a Mark Arvesti, una volta accortosi di ciò gli passa uno dei calici ed appoggia il vino su un cassone vicino.

Hades:Mark Arvesti, finalmente ci rincontriamo. Scusa per i guanti ma ho preferito prendere qualche precauzione, in questo posto non si sa mai.

Arvesti si accinge a versare il vino nei calici e bevendo ricomincia a parlare.

MA: Hades, immaginavo fossi tu. D'altronde, chi altri poteva avere la stessa idea di una pergamena... giusto BlackBlood, ma quello è piuttosto pazzo. Ho visto che hai sgominato il tuo amico russo, lui mi stava simpatico... a differenza tua. Come ti senti ad aver ottenuto tutta la tua fama grazie a me?Come ti senti, piccola sanguisuga, ad aver prosciugato l'anima dei Powers Of Wrestling? Non eri nessuno senza di noi, non sei mai stato nessuno, solo un fenomeno di baraccone che vagava di città in città in città in città valido ad essere esibito come le scimmie, senza la facoltà mentale per sapere se è più grande cinque o uno. E poi ti abbiamo reso un uomo civile, un atleta di fama, e ci hai ripagato col tradimento.

Arvesti alza il tono della voce.

MA:E ora vuoi un match Hades? Perchè vuoi sfidarmi? E' per questa Big Gold Belt? No, non vale più un cazzo ormai, e tu lo sai. Vuoi solo finirmi come hai fatto col Titan of Sorrow, vuoi vedermi in brandelli. Beh, Adams è un pensionato zoppo e l'hai afferrato, finire me sarà più complicato... dovrai picchiare duro. Sono in questa scena da 20 anni, il doppio dei tuoi, ne ho viste di persone come te, ne ho vista di gente sfidarmi but THEY... ALL... FALL.

Hades prende a sua volta del vino e lo versa ascoltando le parole del rivale, ed una volta terminato il discorso riprende a parlare.

Hades:Parole pesanti, e ti ho pure offerto del vino. Sai, speravo proprio che a distanza di mesi avessi assimilato tutta questa storia dei Powers of Wrestling, pensavo che potessimo fare un ultimo match come professionisti, due wrestler che combattono per onorare i loro ultimi anni di carriera. Ed invece hai voluto coinvolgere queste stronzate personali.

Hades si ferma per bere il vino versato e poi riprende a parlare.

Hades:20 Anni in questo business, sono davvero grandi numeri, chiunque abbia lottato per così tanto è degno di rispetto, è un'opinione condivisa da tutti. Ma dopo averti visto qui in TWNA molti si sono ricreduti, e non è un caso: sin dal primo giorno di questa federazione sei sempre stato in disparte, un'entità invisibile, che compariva soltanto alla luce di un'opportunità non meritata. Non mi stupirebbe se anche tutto il tuo fantomatico passato in Giappone non sia stato così, spiegherebbe perché là non si sente mai parlare di Mark Arvesti. Sei stato autore di alcuni dei regni titolati più scadenti che questa federazione abbia mai visto, e non è un caso se il tuo ultimo regno sia stato anche quello con cui la TWNA è affondata definitivamente. Per questo ho pensato a te in particolare, anzi, a quella cintura per il mio ultimo match qui. La Board potrà anche ritenerlo un oggetto senza valore ormai ma io che l'ho posseduta ogni volta che la guardo vedo la storia che ha alle sue spalle, e per questo non riesco a sopportare l'idea che sia tu ad essere l'ultima persona che avrà la possibilità di portarla alla vita. Io non ti sto chiedendo di combattere con me a Wrestlemania, io ho intenzione di affrontarti, anche se questo volesse dire trascinarti sul ring a forza. Io ti sto avvertendo, Arvesti: se osi combattere con me nello stesso modo con cui hai combattuto in questi anni verrai distrutto. Se vuoi affrontarmi dovrai imparare ciò che hai disimparato, ovvero a combattere come un vero wrestler.

Arvesti si versa del vino nel bicchiere e riprende a parlare.

MA:Ah quindi non mi hai sfidato per una resa dei conti legata ai Powers of Wrestling?Non mi hai sfidato per i disaccordi che abbiamo avuto in passato? Vuoi che io quando ti guardo in faccia non veda tutti i nostri rancori e dissapori passati? Veramente questa cintura ha questo potere? Una cintura non riconosciuta dalla dirigenza, senza una valenza specifica, ma che ancora muove gli animi delle persone? Dieci mail e la tua richiesta formale, per questa... vuoi che ci lasciamo da parte i rancori, vuoi che ci guardiamo come semplici avversari? A me va bene, ma ricorda che tutto questo può valere finchè si chiacchiera bevendo questo ottimo vino. Possiamo anche smettere di parlare del nostro passato e soffermarci su tuo padre che è tutta la galassia ma quando saremo in quel ring avrò la possibilità di vendicarmi di te, che hai distrutto ciò che ho creato per così tanto tempo, che hai distrutto un sogno, e fidati, quell'opportunità la coglierò al volo.

Hades:Bene allora, se quello è ciò che ti serve per tirare fuori le palle e combattere seriamente allora così sia. Vuoi vendicare il nome dei Powers of Wrestling? quel gruppo di perdenti senza un briciolo di talento? Bene allora, fatti sotto. Ma io sono quello che da solo ha finito i Powers of Wrestling. Alcuni tra i più grandi nomi della federazione, che hanno unito le forze sotto un'unica bandiera per poter sottomettere un'intera federazione e sai una cosa? potenzialmente sareste anche stati in grado di farcela. Ma poi la vostra strada si è incrociata con la mia, ed a quel punto è arrivata la vostra fine. Vi ho eliminati uno ad uno personalmente, finché non è rimasto più nulla eccetto me stesso. Ricordati di questo Mark, perché che tu sia da solo, in gruppo o pure con un esercito alle tue spalle, se ti ritroverai in mezzo alla mia strada ti distruggerò.

MA: Hai detto bene, questa Challenge per il titolo sarebbe stata normale e leale con qualsiasi avversario, ci sono stati troppi dissapori tra noi, troppi contrasti da risolvere. Mi conosci, e tutto il mondo mi conosce, come l'amante dei Single Match, quelli in cui non sono le armi ma il talento a far prevalere... bene, te hai valicato tutto ciò. Ci vediamo a WrestleMania, Hades... e preparati per essere pestato in un NO DISQUALIFICATION MATCH

Arvesti si rimette gli occhiali e se ne va, mentre Hades è ancora seduto a bere il vino dal calice.

MA: Pensa te, King Hades condannato a morte da troppo vino.

Detta questa frase enigmatica Arvesti lascia il Citrus Bowl di Orlando mentre qualche passante giura di avergli sentito gridare SMEEEEEEEEEEOOOOG. Hades si prepara per andarsene lasciando il calice ma portandosi dietro la bottiglia di vino.

Hades:Tsk, ho già vinto.

Hades se ne va bevendo dalla bottiglia di vino, la quale però è ormai vuota. Hades la rovescia per vedere se esce ancora qualche goccia, ma pare totalmente svuotata.

Hades:Mh... non c'è più vino.

Detto questo Hades appoggia la bottiglia su un cassonetto per poi andarsene, e su queste immagini il collegamento si chiude.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Piantala di cercare Easter eggs e leggi il promo, stronzo
MessaggioInviato: 28/08/2014, 1:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 22/01/2011, 17:17
Messaggi: 19927
Località: Di notte, quindi all'alba
THE BEGINNING


Immagine


Le immagini si aprono all'interno della palestra della Zanna Glaciale, questa pare completamente vuota, ma i diversi attrezzi ed il disordine generale del luogo lascia intendere che diverse persone si sono allenate qualche ora prima. In un angolo della palestra si trova una porta che conduce ad una piccola stanza, occupata principalmente da mobili pieni di scartoffie e da una scrivania sulla quale è posizionato un pc. Di fronte allo schermo si trova l'ex wrestler TWNA Yakov Adams, intento a guardare via livestream Wrestlemania 4. Lo show si trova nel bel mezzo del match tra Hades e Mark Arvesti, entrambi stanchi dopo essersi dati battaglia per diversi minuti, ed Adams osserva con attenzione mentre lo scontro si appresta a giungere alla fine.

Immagine


La porta dell'ufficio improvvisamente si apre, e ad entrare nella stanza è Golovkin "la Zanna Glaciale", il quale fa cenno ad Adams di togliersi le cuffie.

Immagine


Golovkin:Gorislav, io per oggi ho finito, puoi dare tu un'occhiata agli ultimi prima di chiudere?

Adams:Ultimi? se ne sono andati tutti da un pezzo, non verrà più nessuno stasera.

Golovkin:No, ce ne sono ancora due, hanno iniziato da poco quindi staranno qui ancora un po. Tienili d'occhio,ok?

Adams sospira seccato.

Adams:Ok, appena finisco qui li raggiungo. Anzi, facciamo così: li chiami e gli dica di venire qui.

Golovkin:Ma sono nel bel mezzo del loro allenamento.

Adams:Lo so, Mister Golovkin, ma li chiami comunque.

Golovkin:...Ok, ma non fargli perdere troppo tempo qui, questi sono tra i nostri prospetti migliori, vanno preparati al meglio.

Golovkin esce per chiamare i due atleti mentre Adams torna a guardare il match. Poco dopo la porta dell'ufficio si riapre ed i due atleti entrano nella stanza: il primo va subito a stringere la mano a Yakov, mentre il secondo si limita a camminare avanti ed indietro per l'ufficio in maniera quasi ossessiva.

Immagine


???:Lei dev'essere Yakov Adams, il nuovo trainer. Mister Golovkin ci ha raccontato della sua carriera in America, è un onore. Io sono Victor Hammett.

Adams:Hammett, ho già sentito questo nome. Ah, giusto, Golovkin mi ha parlato di te, una tecnica sorprendente per la tua età, diceva. Tu invece?

Adams osserva l'altro atleta che dopo essere stato chiamato alza lo sguardo accennando un saluto con la mano.

Immagine


???:Travis Miller, piacere.

Adams:Tutto ok, ragazzo?

Miller:Si, nessun problema.

Nel mentre al televisore il match arriva al termine con la vittoria di Mark, Adams se ne accorge e vedendo ciò sospira rassegnato per poi rimanere in silenzio per qualche secondo.

Hammett:Se posso chiedere Mister Adams, perché ci ha fatti venire qui.

Adams indica lo schermo puntando ad Hades.

Adams:Sapete chi è lui?

Hammett:No, non credo di conoscere quella federazione.

Miller:E' Hades quello?

Miller si avvicina rapidamente allo schermo per vedere meglio.

Miller:Si è allenato anche lui qui, giusto? era anche lui uno degli allievi di Mister Golovkin se non sbaglio.

Adams:Esatto, era un mio amico una volta. Formammo un'alleanza per sopravvivere alla federazione in cui lottavamo, ma poi l'alleanza si sciolse, e da allora ci combattemmo, tentammo di eliminarci a vicenda, e non sto usando il termine "eliminare" con leggerezza. Qualche giorno fa, proprio in questa palestra abbiamo combattuto un'ultima volta per un posto in quello show, ci siamo quasi uccisi a vicenda.

Miller:Immagino che alla fine abbia vinto lui lo scontro allora...

Adams:Non proprio, mi sono arreso. Ho capito di non voler più continuare ad essere un wrestler. Non ero abbastanza forte, ed è per questo che vi sto mostrando Hades...

Adams si alza con sguardo serio e torna a parlare.

Adams:Vi sto avvertendo: in questa palestra possiamo prepararvi fisicamente, ma se sarete abbastanza forti psicologicamente per farcela là fuori sta a voi determinarlo. Se volete sopravvivere in questo mestiere dovrete essere pronti a ricorrere a qualsiasi mezzo contro qualsiasi persona, dovrete mettere voi stessi di fronte al resto del mondo, nessun amico a trattenervi, nessuna nemesi a distrarvi. Io ho fallito in questo, ecco perché sono qui ad insegnare a voi invece che sul quel ring a combattere. Voi invece,credete di potercela fare? Siete pronti a rinunciare alla vostra umanità per poter diventare migliori di me, di Hades e persino di Mister Golovkin stesso?

I due osservano Adams stupiti per qualche secondo, finché Hammett non si fa avanti.

Hammett:Sono Pronto!

Adams ora osserva Miller, il quale inizialmente pare incerto, ma successivamente prende coraggio e si fa avanti a sua volta.

Miller:Sì, sono pronto!

Adams:Bene, allora andate sul ring e cominciamo subito il vostro allenamento!

I due escono mentre Adams torna al computer spegnendo il video per poi andare a raggiungerli. Yakov sospira ed esce chiudendo la porta, e su queste immagini si chiude il collegamento.

THE END


Immagine


Ci troviamo all'esterno del Citrus Bowl di Orlando, in Florida, dove si sta attualmente svolgendo Wrestlemania IV, l'ultimo show targato TWNA della storia. La zona è estremamente buia e silenziosa, eccetto per le svariate luci provenienti dallo stadio che illuminano le vicinanze e per le voci dei fans che rianimano le strade. La baraonda dello show tuttavia non raggiunge una strada vicina, un piccolo vicolo cieco compresso da due dei numerosi edifici del posto che pare essere totalmente vuoto.

Immagine


Dopo qualche secondo si sentono dei passi avvicinarsi al vicolo, dal rumore paiono dei passi sconnessi, come se la persona stesse zoppicando, ed infatti una volta arrivato all'entrata del vicolo l'individuo in questione passa sotto un lampione rivelando la sua identità.

Immagine


Questi è l'ormai ex wrestler TWNA Hades, reduce dal suo match contro Mark Arvesti terminato da poco con la vittoria di quest'ultimo. Il King Of Otherworld ancora molto malridotto dai suoi ultimi incontri si trascina zoppicando verso un cassone della spazzatura posto all'interno del vicolo e vi si appoggia tentando di recuperare le energie.

Yami:Senza forze appoggiato ad un cassone della spazzatura, un'immagine poco dignitosa, Hades.

Vicino ad Hades si apre un varco dal quale compare Yami, che si avvicina ad Hades camminandogli attorno con un sorriso.

Immagine


Yami:Non è andata esattamente come credevi eh? pensavi di liberarti di Lance definitivamente, combattere a Wrestlemania vincendo per poi impressionare i promoter ed entrare a far parte di una federazione davvero importante. Il finale perfetto per la storia di Hades, il re dell'Otherworld. Invece la tua nemesi ha perso ogni interesse nell'affrontarti togliendoti per sempre la soddisfazione di sconfiggerlo, ed inoltre ora che hai perso contro Arvesti ti ci vorranno mesi prima di avere un'altra possibilità di avanzare alle promotions più importanti. Vorrei essere dispiaciuta per te, davvero...

Yami appoggia una mano sulla spalla di Hades per confortarlo... ma successivamente lo colpisce con una violenta ginocchiata al costato! la faccia della ragazza diventa improvvisamente furiosa mentre Hades si piega dal dolore senza reagire, non emettendo nemmeno un suono.

Yami:Ma non mi hai voluto ascoltare! io ti avevo avvertito più volte, ti ho detto che continuare così non ti avrebbe portato a nulla, ma tu hai voluto continuare per questa strada, ora guarda come sei ridotto! Saresti potuto essere realmente felice ora, lo saremmo potuti essere entrambi!

Yami colpisce di nuovo Hades allo stomaco il quale si stacca dal cassone e poco dopo cade per terra. Il King of Otherworld si rialza con fatica ma attorno a lui si aprono dei varchi da cui sbucano quattro altri spiriti identici a Yami.

ImmagineImmagine ImmagineImmagine


Questi circondano un Hades inerme e lo cominciano a colpire con violenza, mentre la Yami originale osserva la scena scoppiando improvvisamente in lacrime.

Yami:Non mi hai creduto Hades... credevi non stessi dicendo la verità? io volevo solo aiutarti, io ti ho sempre voluto aiutare. Ma ormai è troppo tardi, è finita... ora sei diventato questo, e non puoi più tornare indietro.

I quattro spiriti dopo aver attaccato Hades per tutto il discorso si fermano e svaniscono lasciandolo in ginocchio, eppure egli non mostra alcun segno di dolore, pare semplicemente assente.

Yami:Se solo avessi potuto fare qualcosa in più per farti ragionare... cosa ne sarà di te ora?.

La ragazza si avvicina ad Hades ed appoggia la sua testa a quella del King of Otherworld piangendo a dirotto.

Yami:Mi dispiace Hades... mi dispiace molto...

La ragazza continua a piangere, mentre Hades rimane immobile in ginocchio tenendo semplicemente lo sguardo basso. Diversi secondi passano in totale silenzio, il tempo stesso sembra essersi fermato. Poi, improvvisamente, la ragazza si alza in piedi di scatto tenendosi la testa come se fosse in preda ad un'atroce agonia.

Yami:No, aspetta, non questo, ti prego... non c'è bisogno...

La ragazza lentamente comincia a svanire, ed accorgendosene si spaventa.

Yami:No No, non è giusto... fallo smettere! Hades!

La ragazza è ormai svanita quasi del tutto, e prima di scomparire da un'ultima occhiata ad Hades.

Yami:Hades...

La Ragazza svanisce del tutto in una ventata oscura, che però non si dissipa, bensì si sposta in fondo al vicolo dove si apre un varco più grosso del solito, dal quale esce un'entità misteriosa.

Immagine


Hades, lascia che ti guidi un'ultima volta.


Hades alza lentamente la testa notando la nuova forma dello spirito, ed il suo viso improvvisamente si illumina. La voce stridula e seccante di Yami si era trasformata in una voce soave, quasi angelica, e le sue nuove fattezze erano di una bellezza che gli occhi di Hades non vedevano da anni . Alla vista di ciò il King of Otherworld si rialza e zoppica lentamente verso lo spirito, che indietreggia alla sua stessa velocità.

Grazie, Hades.


Lo spirito improvvisamente scompare. Hades lentamente esce dal vicolo e si guarda intorno con sguardo perso, finché non nota che Yami si trova nel mezzo della strada principale. Allora si trascina in mezzo alla strada e ricomincia a seguire lo spirito che indietreggia gradualmente.

Io ti sono sempre stata accanto ricordi?


Improvvisamente di fronte ad Hades soffia un'altra ventata oscura, dalla quale si forma uno spirito dalle fattezze del suo maestro Golovkin, La Zanna Glaciale.

Immagine


Quando cominciasti, terrorizzato da un ambiente al quale non pensavi di appartenere...


Hades continua a seguire lo spirito misterioso e per farlo passa attraverso l'immagine di Golovkin che scompare, ma appena di fronte a quella si forma un'altra immagine, ovvero quella della sua ex compagna di gruppo, Hel.

Immagine


Quando crescesti, e capendo che quello era il tuo mondo formasti nuove alleanze pur di non perdermi.


Anche l'immagine di Hel scompare dopo essere stata attraversata, ed al suo posto compare il membro traditore dell'Otherworld, Lance Adams.

Immagine


Quando cadesti, e rifiutasti per la prima volta il mio aiuto.


Hades attraversa anche l'immagine di Adams e questi scompare. Poco più avanti si forma lo spirito del membro dell'Otherworld deceduto per mano di Adams, Setekh.

Immagine


Quando sacrificasti chi ti aveva aiutato, e realizzasti di non aver provato alcun dolore.


Anche Set viene attraversato, e subito dopo di lui si forma lo spirito del membro dell'Otherworld con cui approdò in TWNA, Dis Pater.

Immagine


Quando capisti di avercela fatta senza di me, e decidesti di continuare per quella strada.


Hades passa Dis Pater, ed oltre lui si forma un'immagine di Hades stesso con alla vita il TWNA World Heavyweight Championship ed un espressione soddisfatta in volto.

Immagine


Quando smettesti di ascoltarmi,sicuro ormai di non aver più bisogno di me.


Hades attraversa la sua stessa immagine ma subito dopo se ne forma un'altra identica, questo Hades tuttavia non ha più il titolo ed ha un'espressione affranta.

Immagine


Quando tutto ciò che facesti senza di me cominciò di nuovo a farti sentire in colpa, ma non riuscisti a tornare da me.


Anche questa immagine scompare ed un'altra appare subito dopo: questa è una giovane ragazza sporca di sangue, con un buco da proiettile in testa che guarda Hades piangendo.

Immagine


Quando non riuscisti più ad ignorare i tuoi sensi di colpa, e cominciasti a portarli con te.


Anche la ragazza scompare, ed a questo punto lo spirito si ferma lasciando che Hades lentamente si avvicini a lui.

Ed anche ora, che tutto ciò è alle tue spalle, sono qui per aiutarti a fare la scelta giusta. Vieni, Hades, liberati del dolore.


Hades lentamente si avvicina con un'espressione felice, e ad ogni passo nonostante la sagoma oscura rimanga la stessa i luminosi occhi dell'entità paiono farsi sempre più grandi. Alla vista di ciò Hades tenta di fare più in fretta, come se fosse impaziente di arrivare, e lentamente il suo zoppicare si fa meno vistoso, la schiena torna ad essere dritta ed i muscoli più fluidi. Il dolore si fa sentire sempre meno mentre il King Of Otherworld si è ormai messo a correre verso lo spirito ridendo sonoramente. Gli occhi dello spirito sembrano sempre più intensi, come dei fari puntati direttamente contro Hades, al quale non pare dare fastidio.La luce è ormai abbagliante, e Hades, circondato da questa luce, si ferma allargando le braccia con un sorriso in volto. Un suono assordante squarcia il silenzio, e la luce acceca definitivamente Hades, il quale dopo un ultimo breve secondo di dolore, trova finalmente la pace che stava cercando.

Spoiler:
Immagine


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWNA - News about WrestleMania IV
MessaggioInviato: 28/08/2014, 6:35 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
Immagine


Immagine


Mike Cole: Gentili telespettatrici e telespettatori, io sono Mike Cole e vi do il benvenuto alla centododicesima puntata dello show più longevo della TWNA, The Voice of GoldMan, puntata che va in onda LIVE direttamente dal Florida Citrus Bowl Stadium dove si è appena conclusa la quarta edizione di WrestleMania, l'ultimo show della Tutto Wrestling Nonstop Action.

ImmagineImmagine


Mike Cole: Al mio fianco ecco l'ex TWNA World Heavyweight Champion GoldMan in compagnia di GoldWoman!

Mike Cole: Un momento! Quello è il Cyber Championship?! Per quale motivo, GoldMan, indossa questo titolo ritirato ormai due anni fa?

GoldMan: Semplice, Cole: stanotte il pluricampione più anonimo di sempre, Mark Arvesti, è riuscito a difendere con successo il suo Heavyweigth Title, cintura teoricamente ritirata da un anno! Perciò anch'io ho deciso di ripescare il mio Cyber Championship, mica sono l'ultimo degli stronzi, no?!

Mike Cole: OK. Stanotte la TWNA ha salutato il proprio pubblico mettendo in scena uno show da annali, un evento unico, sorprendente, epocale e certamente indimenticabile: tra gli scontri più attesi c'era sicuramente la tua rivincita contro Anaconda il quale dopo un Hardcore match pazzesco, dopo uno scontro senza esclusione di colpi e costantemente in equilibrio, è riuscito a compiere nuovamente l'impresa delle imprese, facendoti cedere come quel maledetto Settembre di tre anni fa e vincendo l'ultimo incontro della sua leggendaria carriera. Come ti senti dopo questa disfatta?

Dopo aver posto questa difficile domanda, Cole, intimorito dalla possibile reazione del gigante, indietreggia di qualche passo, mentre GoldMan si volge verso la sua donna: i due sorridono, poi, giratisi entrambi verso Cole, improvvisamente iniziano a ridergli in faccia! Mike dopo qualche momento di terrore, capendo che il suo interlocutore non intende rispondere a questo cruciale interrogativo, decide di formulare un'altra domanda.

Mike Cole: Sir, con questa sconfitta ha deluso Mr Fox Olon?

GoldMan: Mr Fox Olon?!!

Improvvisamente GoldMan torna serio, lanciando uno sguardo rabbioso verso l'intervistatore che inizia a presagire il peggio.

GoldMan: Mr Fox Olon?! Mr Fox Olon?! Cosa cazzo c'entra Mr Fox Olon?! Fox è stato un grande, è stato il miglior manager di wrestling di tutti i tempi nonché il mio migliore amico, lo è stato nel passato, prima che morisse lo scorso anno, ora invece giace sotto terra, il suo corpo è rinchiuso in una gelida bara all'interno di una squallida fossa in un tetro cimitero nella periferia di New York, mentre viscidi vermi e altre disgustose creature lo stanno piano piano consumando, nutrendosi dei suoi poveri resti, al contrario io, GoldMan, sono qui, qui al fianco di questa mozzafiato GoldWoman (per cui tutti ora stanno sbavando, invidiandomi e odiandomi profondamente) e dinnanzi a me ho un futuro stellare; non me ne frega un cazzo di Mr Fox Olon, non ho bisogno di Mr Fox Olon né di nessun'altro, ma solo, solo e solamente di me stesso! FUCK YOU, COLE!

Detto ciò, GoldMan e la sua donna lanciano un'occhiataccia al povero intervistatore, dunque si allontanano.

Mike Cole: Grazie GoldMan, grazie GoldWoman, l'appuntamento ora è a The Voice of GoldMan 113, l'ultimo episodio dello show che andrà in onda LIVE dal Madison Square Garden di New York City, New York!


NEXT WEEK - The Voice of GoldMan 113: Goodbye!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWNA - News about WrestleMania IV
MessaggioInviato: 28/08/2014, 16:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
LEGACY OF AN ANGEL Pt.1


FIVE YEARS AFTER WRESTLEMANIA IV...


Immagine


13/07/2019 Ore 20:34

Mi chiamo Lilith Williams. Ho diciannove anni. Beh,in realtà ancora diciotto,il mio compleanno sarà fra qualche giorno. Sono nata e vivo a Los Angeles,California. Lavoro per la World Wrestling Entertainment,sotto il ring-name di Alice Angel. Mi alleno come lottatrice da quando avevo quindici anni. E stanotte,a casa mia,mi prendo la vittoria più importante della mia carriera.

Immagine


Incredibile See You In Paradise dalla cima della scala ! Schienamento,Paige è a terra esanime : 1....2....3 !

Josh Matthews : Here's your winner and the NEEEEEW WWE WOMENS CHAMPION : AAAAALIIIIICEEEEEE ANGEEEEEEEEL !

Ore 21:00

Immagine


Mike Cole è nel backstage con un microfono in mano nell'area interviste...

MC : Signore e signori ecco la mia ospite,la nuova campionessa femminile Alice Angel.

La ragazza arriva al fianco dell'intervistatore con la cintura appena conquistata in spalla.

Immagine


MC : Alice,come ci si sente ad essere la campionessa femminile più giovane nella storia della WWE,a soli 19 anni,e a vincere il titolo nella tua città natale ?

La ragazza sorride mentre Mike le porge il microfono....

AA : Ho sempre saputo che entrare nel wrestling business fosse impegnativo e faticoso,l'ho capito ben prima di arrivare qui,ormai molti anni fa. Non si ha sempre ciò che si merita e non sempre gli sforzi vengono ripagati e specialmente per me che sono una ragazza è stato difficile inserirmi in un periodo storico dove il titolo femminile finalmente conta qualcosa. Ma questo titolo,sulla mia spalla...questo titolo è la prova ! E' la conferma che gli sforzi,prima o poi,vengono ripagati. E vincerlo qui,a Los Angeles,è un'emozione unica.

MC : E hai un messaggio da lanciare a qualcuno ?

AA : Oh certo,in effetti più di uno. Prima di tutto voglio dedicare la vittoria non solo ai miei genitori che mi stanno guardando dall'alto...ma anche ha una persona che sono sicuro sia nell'arena. Non ne ho la conferma,ma da qualche parte nel pubblico ci dovrebbe essere un uomo,un ex-wrestler. Si chiama Cody Williams,è mio fratello. So che sta guardando...voglio regalargli questa vittoria,lui ha sempre creduto in me...Per quanto riguarda la mia rivale,Paige...

Alice manda un bacio verso la telecamera e saluta con la mano

AA : Ciao ciao...

Ore 23:00

Ho scelto questo ring name per mio fratello. Lui nel business si faceva chiamare Manuel Angel. E quindi ho scelto lo stesso cognome e anche le sue mosse. Diciamo che è un tributo alla sua carriera e molti nella Internet Wrestling Community mi hanno riconosciuta dopo quello che è successo a WrestleMania IV,cinque anni fa.

Alice Angel si sta dirigendo verso il parcheggio trascinando un trolley,ma viene fermata da un addetto alla security.

Guardia : Lilith,tuo fratello ha chiesto di te,si trova in cima alle scalinate,settore C.

La ragazza annuisce sorpresa e si dirige verso la rampa di scale,il pubblico è quasi del tutto uscito dall'arena ma in cima al settore si trova ancora un po' di gente. Alice tuttavia non identifica il fratello Cody fra esse.

AA : Non c'è...

La Williams si guarda intorno,poi viene attratta da un palloncino rosa legato a un sedile con scritto sopra “Lilith”. La Campionessa Femminile WWE si avvicina al sedile e trova su di esso una busta di carta. Alice la apre e trova una piuma bianca e una lettera.

“Cara Alice,
Non possiamo ancora incontrarci. Non sono ancora pronto. Sai quello che ho fatto,sono sicuro capirai. Segui la luce.
Il tuo più grande fan."


Non ho idea di quello che passi per la testa a mio fratello. Crede di avermi fatto una sorta di offesa personale perdendo il suo ultimo match ma non è così. A me non importa,ho cercato di farglielo capire fin da subito. Ma non mi ha mai dato ascolto...Non lo vedo più da anni. L'ultima volta che l'ho incontrato è stata un anno dopo WrestleMania,ad una reunion. L'ho visto di sfuggita,mi ha sorriso e se n'è andato.

AA : Segui la luce...

14/07/2019 Ore 06:38

Lilith è al telefono nel suo appartamento della periferia di Los Angeles. Si può udire che la ragazza sta parlando con Corey Kingston,ex-tag team partner del fratello nelle indipendenti.

Immagine


Corey è sempre stato un amico di famiglia,anche se lui e Cody hanno avuto qualche discussione in passato. E' grazie a lui e ai suoi contatti che sono in WWE oggi. Forse lui sa dove si è cacciato mio fratello o può provare a rintracciarlo.

CK : Quindi non hai idea di dove sia ?

AA : Già,non lo vedo da anni. E quando c'è,non si fa trovare. Ieri sera c'era allo show. Mi ha lasciato un biglietto.

CK : E che dice ?

AA : Dice che non può incontrarmi e di “seguire la luce”...

CK : Cristo,accidenti a Cody e alla sua mania per le frasi criptiche.

AA : Eh,non me ne parlare...Ascolta,Corey,posso chiederti un favore ?

CK : Certo.

AA : Puoi provare a metterti in contatto con mio fratello ? A me non ha mai risposto al telefono ma tu sei il suo migliore amico,forse a te parlerà...

CK : Non lo so,Lilith. Cody deve aver cambiato il suo numero qualche anno fa...posso provare comunque.

AA : Mi faresti un grosso piacere. Grazie.

CK : Non preoccuparti.

Ore 10:24

Il cellulare di Lilith squilla di nuovo. La ragazza risponde subito.

AA : Trovato qualcosa,Corey ?

CK : Ho provato con il numero del vostro vecchio appartamento e come pensavo ha cambiato abitazione,mi ha risposto una ragazza che dice che il vecchio proprietario si è spostato ma che vive ancora lungo Florence Avenue.

AA : Quindi ?

CK : Ho cercato il suo numero e l'ho trovato,vive vicino alla scuola elementare,all'incrocio con Wilmington Ave,numero 35. Ho chiamato e mi ha risposto una voce,mi ha detto solo “Philadelphia,Asylum Arena” e poi ha buttato giù. Sono abbastanza sicuro fosse lui.

AA : Hai detto Asylum Arena ? E' ancora in piedi ?

CK : Sì,credo che l'abbiano ristrutturata di recente.

AA : Credo di doverci andare.

CK : Cosa ? Perchè ?!

AA: Ci facevano gli show della TWE lì,Corey,me lo ricordo. Ci sono stata tante volte. Vuole che “segua la luce”. Quindi devo seguire il suo cammino.

CK : E quando parti ?

AA : Oggi pomeriggio. Pensaci tu ad avvertire Calaway e Levesque.

CK : Ok,lo farò.

Non so cosa abbia in mente mio fratello. Non so perchè voglia che torni nei luoghi dove lui ha combattuto. Magari dovrò attraversare il paese per seguirlo. Ma sono disposta a farlo.

Continua...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWNA - News about WrestleMania IV
MessaggioInviato: 28/08/2014, 22:53 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12065
Località: Baretto Kurabu
Immagine


PAIN TV PRESENTS: THE NEW AGE OF THE PAIN – PARTE 14 “AFTERMATH”


Le immagini provengono da Orlando, la grande città della Florida che ieri sera ha ospitato il più grande evento di wrestling dell’anno, ovvero WrestleMania IV, lo show di chiusura della TWNA.

Immagine


La videocamera sorvola le strade trafficate della città. Possiamo notare qua e là i moltissimi cartelloni che promuovono l’evento ancora da rimuovere…

Spoiler:
Immagine


…Mentre in giro per le strade e i bar si scorgono qua e là diversi fan TWNA, riconoscibili dalla maglietta celebrativa che indossano, i quali si attardano a godersi la città e il caldo della Florida prima di tornarsene a casa…

Spoiler:
Immagine


Dopo aver indugiato un po’ sui tifosi che discutono i risultati di WrestleMania, le immagini si portano a velocità vertiginosa verso un enorme edificio…

Immagine


Si tratta del gigantesco Florida Hospital, l’edificio ospedaliero più importante e all’avanguardia della città del sud degli Stati Uniti. La videocamera indugia verso una finestra dell’ospedale, poi le immagini si trasferiscono all’interno, in una stanza privata ottimamente attrezzata

Immagine


Qui notiamo una sfilza di attrezzature all’avanguardia e un solo grande letto che ospita un malato d’eccezione…

Immagine


Si tratta di Johnny Ace, l’ex.dirigente dell’ormai defunta TWNA, ricoverato all’ospedale in prognosi riservata dopo il disastroso pestaggio subito la sera prima a opera di Alejandro Del Rio… Ace è parzialmente cosciente, ha la flebo attaccata al polso e inizia lentamente a guardarsi intorno, segno inequivocabile che si è appena svegliato dopo una lunga nottata di sonno tormentato… Il dirigente se l’è proprio vista brutta, ha la testa coronata da una grossa fasciatura, il volto tumefatto, le braccia piene di ecchimosi e lividi, una gamba poi è ingessata…

Johnny: Cough... Cough... M-maledetto Del Rio...

A un certo punto, Ace nota un’infermiera dall’aspetto inquietante avvicinarsi lungo un corridoio e dirigersi verso la sua stanza fischiettando un motivetto inquietante…

Spoiler:
Immagine



Per fortuna poi la donna gira l’angolo e se ne va altrove, mentre Johnny tira un piccolo sospiro di sollievo… Dopo poco ecco invece entrare un’altra infermiera dall’aspetto più rassicurante…

Spoiler:
Immagine


Infermiera: Oh, finalmente ti sei svegliato, cucciolotto…

Mentre la voluttuosa donna va ad aprire le tende per far entrare più luce, un largo sorriso si disegna sul volto del tanto tormentato ex-dirigente… Ecco poi l’infermiera avvicinarsi al paziente, accarezzargli il volto e appoggiargli la testa sulle sue forme prorompenti…

Spoiler:
Immagine


Infermiera: Oh, poverino… Ieri sera ci hai fatto prendere un bello spavento, eri tutto ammaccato. Ma stai tranquillo, ci prenderemo cura di te, qui ci sono i migliori medici…

La donna fa un sorriso lascivo…

Infermiera: E infermiere…

Johnny: Ohhh… M-mi sento già… M-meglio…

Dopo l’inferno della sera precedente, Johnny Ace si sente quasi in paradiso. Eccolo chiudere gli occhi mentre l’infermiera lo coccola, non accorgendosi che intanto è entrato un medico nella stanza, ha preso la sua cartellina e si è messo girato a controllarla dando un’occhiata alle lastre… Poco dopo l’infermiera si stacca da Ace, che resta felicemente a occhi chiusi, cercando di prendere sonno…

Infermiera: Io me ne vado, zuccherino. Ci vediamo tra mezz’ora per le coccole, ma stai tranquillo, adesso sei nelle mani del nostro primario, il Dott. Kobayashi…

La donna se ne va ammiccando e chiude la porta della stanza, lasciando il paziente solo col dottore…

Johnny: Uhm... Coccole...

Un attimo dopo però Ace apre gli occhi sbarrandoli…

Johnny: A-aspetta un attimo... D-dottor… Ko… Ko… K-Kobayashi?!

Vediamo il medico girarsi, una targhetta sul camice reca scritto Dottor Masao Kobayashi, tuttavia il volto ghignante che fissa con occhi di fuoco l’esterrefatto Johnny Ace altri non è se non quello di Akuma “Pain” Fujihara, abilmente truccato per non farsi riconoscere…

Immagine


FJH: Salve Johnny, come te la passi? Come vedi io sto benone, tu invece no. Direi che è ora di "visitarti"...

Johnny: N-no… No no no… Aiut…

L’ex-dirigente tenta di raggiungere il telecomando per azionare l’allarme, ma Mr. Pain è più lesto e gli rifila una botta violentissima al capo con la cartella ospedaliera, mandandolo a cadere per terra. Subito dopo Akuma si avvicina e con cattiveria strattona via l’asta portaflebo, strappando così dal polso del dirigente gli aghi attaccati…

Johnny: Ahhhhh!!!

Ma Johnny non fa in tempo a tenersi il polso dolorante che il giapponese inizia a colpirlo al corpo con l’asta a rotelle…

Immagine


Ace urla di dolore e se ne sta rannicchiato a terra mentre il Beast from the East fa una risatina, getta via il porta flebo mandando le sacche di fisiologica e farmaci a versarsi in terra, poi lo rialza con forza…

FJH: Bene Johnny, cominciamo con la fisioterapia…

..e lo butta letteralmente dall’altra parte del letto, mandandolo a spaccare una lampada e a rovesciare il comodino. Il giapponese poi si avvicina di nuovo, abbranca il comodino di plastica e metallo e lo tira addosso all’esanime dirigente rompendoglielo sulla schiena.

FJH: Forza, abbiamo appena iniziato… Un po’ di reattività Johnny!

Akuma si toglie lo stetoscopio, lo usa per avvolgere al collo Johnny Ace e inizia a strozzarlo! Quest’ultimo si tira su disperatamente e a fatica per non soffocare…

FJH: Bene… Così… Lo vedi che puoi farcela a rialzarti. Ancora un po’, dai!

Ace si sbraccia debolmente, dopo di che Mr. Pain molla la stretta, lo abbranca e lo getta di testa addosso alla parete dove sono attaccate le lastre, spargendole a giro. Dopo di che il Painful Legend strappa il televisore al plasma da una parete e lo sbatacchia sul corpo di Johnny, infine gli rifila un tremendo Kiss of the Demon!

Immagine


Il dirigente finisce in terra pesantemente, poi viene ripreso da Akuma, che lo getta di botto sul letto…

FJH: Ottimo! Dopo un po’ di movimento passiamo alla terapia giornaliera…

Il giapponese va all’altro comodino ancora integro e fa incetta di medicinali, riempiendosi la mano di pasticche di vari colori…

FJH: Un po’ di queste, un po’ di quest’altre… Ti ho trovato piuttosto debilitato, aumentiamo le dosi va…

Nel frattempo un disperato Johnny Ace a fatica riesce a girarsi sul letto, a pancia in su, respirando male e tossendo… Ma ecco arrivare Pain Fujihara, che lo blocca, gli apre a forza la bocca e gliela riempie completamente di pasticche! Mentre Ace tossisce e sputa finendo quasi per strozzarsi, il Demone prende un vaso di fiori, butta via questi ultimi e gli versa in faccia l’acqua contenuta nella boccia.

FJH: Toh, bevi e manda giù… Ho detto manda giù!

Il giapponese spacca letteralmente il vaso in testa a Ace, che finisce tramortito e immobile… Mr. Pain lo osserva un attimo, poi gli fa un taglio gratuito sulla guancia con un vetro del vaso, ma Ace non si muove.

FJH: Dì un po’, non è che mi vuoi morire così presto eh?!

Mr. Pain si mette in moto, avvicina una macchina defibrillatrice e l’accende nei pressi del dirigente…

Immagine


Dopo essersi fatto una bella risata, Mr. Pain procede a rianimare il povero Johnny Ace, rifilandogli una violentissima scossa elettrica! Quest’ultimo schizza a sedere con la bava alla bocca…

Johnny: Oddio… B-basta!!!

FJH: Basta un cazzo, torna sdraiato!

Il giapponese mette una mano sotto il letto, afferra la padella ospedaliera per i bisogni e gliela stampa in faccia!

Immagine


Ace stramazza sul letto, ma Akuma gli rifila di cattiveria altre scosse elettriche, poi una trafila di pugni al volto dopo avergli strappato la benda dalla testa sanguinante…

Johnny: A-aaaiutooo…

FJH: Finiscila di piagnucolare, vediamo piuttosto come va la tua gamba…

Immagine


Il Demone si concentra sulla gamba ingessata di Ace, prendendola a pugni, dopo di che afferra una stampella e prende il gesso a colpi! Johnny ruzzola in terra urlando di dolore, allora un divertito Akuma prima lo prende a stampellate sul corpo, poi butta via la gruccia mezza rotta e prende a calci il gesso rompendolo definitivamente tra le patetiche e flebili proteste del disfatto dirigente…

FJH: Bene, la gamba ora mi sembra a posto… Eh eh eh…

La stanza è letteralmente devastata… Per completare l’opera Akuma afferra una sedia e la tira addosso al povero Ace assieme a tutto il resto delle cose che gli capitano a tiro. Infine la sua diabolica curiosità è colpita da una grossa siringa finita in terra…

FJH: Molto bene, prima di finire ci vuole una bella iniezione…

Nel frattempo l’ex-dirigente della TWNA sta cercando disperatamente di tirarsi sul letto, vedendo a pochi passi il telecomando per chiamare le infermiere…

FJH: Fermo là, questa è una visita privata!

Mr. Pain prende la rincorsa e gli pianta la siringa dolorosamente nel sedere!!!

Johnny: Ahhhhh!!!!!...

L’urlo di dolore di Johnny si disperde tra le pareti insonorizzate della stanza. L’uomo è totalmente distrutto, mentre il giapponese sempre più divertito e soddisfatto. Eccolo ora prendere una sedia a rotelle e sistemarla al centro della stanza…

Immagine


FJH: Direi che sei pronto per essere dimesso, Johnny…

Il Demone abbranca ancora una volta Ace e lo sistema a forza sulla sedia a rotelle, poi la punta verso la vetrata della stanza. Johnny è talmente sfatto per le botte ricevute e i farmaci ingeriti che nn reagisce nemmeno…

FJH: Fà buon viaggio, au revoir… Ah ah ah ah ah…

Dopo di che il giapponese spinge a tutta forza la sedia a rotelle contro la vetrata, che si sfascia rumorosamente… E Johnny Ace finisce col fare un volo di diversi metri finendo nei cespugli e tra le frasche sottostanti!!! Mr. Pain si sporge un attimo, poi punta il dito verso il basso mettendosi in posa stile “Le Bizzarre Avventure di JoJo”…

Immagine


FJH: Umph… Così impari a non avermi dato il Main Event di WrestleMania IV...

Alcuni secondi dopo il Demone gira i tacchi, si rimette in ordine il camice, svuota il portafoglio del dirigente a titolo di risarcimento simbolico, apre la porta della stanza e se ne va via, proprio mentre fuori dall'ospedale qualcuno comincia a soccorrere quel che resta di Johnny Ace tra vetri rotti e cespugli.


(Poco dopo – Florida Hospital, Orlando)


La telecamera torna su Mr. Pain che passeggia distrattamente per i corridoi dell’immenso reparto traumatologico dell’ospedale. Eccolo fermarsi e annusare l’aria soddisfatto…

FJH: Mmm… Quanto dolore nell’aria. E’ una sensazione, che dire… Inebriante. Ecco perchè Nori adorava starsene nel suo rifugio sotto l'ospedale di Tokyo…

Ma ecco che a un certo punto Mr. Pain nota in una stanza le immagini di WrestleMania IV che stanno passando in televisione… Il giapponese entra proprio in tempo per vedere il finale del match tra Kid The Wizard e Bosiko.

FJH: Pfui! Una dozzina di finisher… Quel match è truccato, meh!

???: Ssst!... Yo, sto seguendo!

Dopo un secondo di gelo, Akuma si gira lentamente in cerca del folle che l’ha appena apostrofato, finchè non nota un ragazzino di colore a letto che gli fa segno di stare zitto.

Immagine


Ragazzino: Yo, signore... Ieri mi sono fatto male e non sono potuto andare a intrufolarmi al Citrus Bowl, perciò sto rivedendo la replica del PPV… Sembra uno che conosce il wrestling, signore, pure a me fanno schifo quei due. E’ andato a vedere WrestleMania?

Mr. Pain fa un ghigno…

FJH: Si, ci sono andato… Avevo pure un posto vip...

Ragazzino: Forte!... Mi faccia compagnia qualche minuto, solo fino alla fine…

Pain Fujihara guarda l’orologio, poi nota l’ingresso di Parks in TV e sbuffa.

FJH: E va bene, tanto questo pezzo me lo sono perso, visto che ho lasciato lo stadio evitando (per fortuna) il Main Event. Noi dottori siamo sempre occupati… Dì un po’, come ti chiami piccoletto?

Ragazzino: Lamar… Lamar Bronx!

FJH: E ti piace la TWNA, Lamar?

Lamar: Si! Sono una banda di duri, specie quel tizio, Akuma Fujiwara, lui è un figo e picchia tutti quan…

Ma Akuma lo fulmina con lo sguardo.

FJH: Fujihara, non Fujiwara… Si pronuncia Fu-Ji-Ha-Ra… Ora ripeti…

Lamar, in parte intimorito, in parte scocciato annuisce…

Lamar: Fuji… Hara… Fujihara! Va bene ora?!

FJH: Ora va meglio… Vediamo come finisce sta pantomima va…

Mentre Akuma e il bambino si guardano il post Main Event, notiamo diversi poliziotti passare di corsa dirigendosi a tutta velocità verso la stanza devastata dove stava Johnny Ace…

Spoiler:
Immagine


Una volta finito l’evento in TV, un disgustato Mr. Pain commenta alla sua maniera.

FJH: Bah, che pagliacciata insulsa! Perlomeno sta cazzata ci frutterà un bel gruzzolo, visto che la decima ai pirati si paga sempre, succeda quel che succeda…

Il ragazzino, che non capisce nulla di quello che Akuma sta dicendo, cambia argomento…

Lamar: Yo, signore... Lo sa che anche mio zio è un lottatore? Anche lui spacca i culi, proprio come Fujiw… Fujihara. Da grande voglio essere come lui! Solo che non vuole che segua la TWNA, dice che è una federazione razzista contro i neri…

Ma Mr. Pain ormai sta pensando ad altro…

FJH: Si certo, come no… Va bene, ciao eh…

Il giapponese se ne va via ignorando il bambino. Eccolo riprendere a camminare per i corridoi, finchè un’infermiera trafelata non lo ferma.

Infermiera 2: Oh, finalmente, ma dov’era finito Dottor Kobayashi!... C’è un paziente in sala operatoria da molti minuti, aspettano solo lei!

L’infermiera passa a uno stupefatto Akuma la cartellina del paziente. Il giapponese dà una scorsa piuttosto imbarazzato, ma quando legge il nome del paziente un sorriso estremamente malevolo si disegna sul suo volto…

Spoiler:
"Alexandre"


FJH: Dica un po’, cos’è che dovrei fare a questa cavia… Ehm… a questo paziente?

Infermiera 2: Ma come, non legge? Serve un intervento per ridurre l’edema cerebrale per un colpo ricevuto in testa da quel poveretto per mano di un energumeno ieri sera, inoltre dovrà verificare che non ci siano danni cerebrali…

Akuma sembra la persona più felice del mondo, chiude rumorosamente la cartellina, si sgranchisce e prende sottobraccio l’infermiera…

FJH: Signorina, mi faccia strada, andiamo a dare un’occhiata a quello che c’è nella testa di questo paziente!... Anche se dubito di trovare un gran chè dentro il cranio di quel beota, eh eh eh…

E mentre i due se ne vanno via girando l’angolo, le immagini sfumano…


(Nel frattempo – Florida Hospital, Orlando)


Vediamo una barella spinta da un grosso portantino farsi strada nell’ospedale, affiancata da un medico. Su di essa vediamo sistemato il povero Johnny Ace, reduce dal terribile pestaggio subito a opera di Akuma “Pain” Fujihara… Il dirigente, pieno di tagli ed escoriazioni a causa del volo nella siepe subito poco prima, si lamenta flebilmente.

Dottore: Su Mr. Ace, si faccia forza! Ancora non sappiamo bene cosa sia successo, tuttavia l’importante è che non sia morto dopo quel volo, lei ha molti santi in paradiso. Adesso ha bisogno di assoluto riposo, faremo mettere un paio di guardie giurate nelle vicinanze della sua stanza, così sarà al sicuro da eventuali aggressori.

Una volta arrivati all’ascensore, il portantino entra con la barella. Al che il dottore gli si rivolge dopo aver dato un’occhiata al cercapersona.

Dottore: Ok... Bene infermiere, porti Mr. Ace alla sua nuova stanza, io torno tra un po’ per vedere come sta.

Mentre il medico se ne va via, la videocamera indugia sul grosso infermiere, che si toglie la mascherina e la bandana, rivelando il suo volto...

Spoiler:
Immagine


Johnny Ace quasi come avvertisse un presentimento, apre leggermente gli occhi, ma appena nota chi si trova davanti sviene dallo spavento… Le porte dell’ascensore si chiudono e le immagini sfumano nuovamente…


(Qualche ora dopo – Florida Hospital, Orlando)


Le immagini riprendono ancora all’interno dell’immenso Florida Hospital di Orlando. Ci troviamo fuori dall’area delle sale operatorie e vediamo una folla di medici e infermieri applaudire e stringere la mano ripetutamente a un individuo sorridente…

Immagine


Si tratta di Akuma “Pain” Fujihara, nascosto ancora sotto le spoglie del Dottor Masao Kobayashi…

Dottore 2: Bravissimo, bravissimo! Non avevo mai assistito a un’operazione al cervello così magistralmente eseguita!

FJH: Grazie, grazie… Anni di preparazione e di pratica...

Dottoressa: Complimenti Dottor Kobayashi, tre ore senza una minima sbavatura, una cosa mai vista in vita mia. Lei è un esempio e un modello da seguire…

FJH: Dice? Sa che l’ho sempre pensato… Ah ah ah ah ah…

Dottore 3: La sua decisione di operare senza anestesia all’inizio mi aveva spiazzato, ma il paziente è rimasto immobile, senza dare alcun segno di soffrire, ma come ha fatto? E’ sicuro che il signor Alexandre non abbia sentito nulla?

Mr. Pain fa un sorriso sinistro…

FJH: Certo, come no… Assolutamente nulla… Niente dolore e niente sofferenza… Eh eh eh…

Infine Akuma si rivolge a tutti i medici.

FJH: Signori, è stato un piacere lavorare con voi per oggi. Adesso devo andare e proseguire la mia serie di visite e conferenze negli ospedali americani. Vi consiglio comunque di recarvi al più presto in Giappone per i corsi d’aggiornamento. Laggiù conosciamo tecniche all’avanguardia che non richiedono anestesia, e molto, molto altro ancora… Eh eh eh…

Dopo aver stretto un’altra selva di mani, abbracciato e fatto foto assieme un nugolo di infermiere, Pain Fujihara se ne va via tra gli applausi, ma prima di lasciare l’ospedale, eccolo recarsi alla stanza di Alexandre. Qui ritroviamo una figura nota a tutti noi, come fosse in attesa proprio dell’arrivo di Mr. Pain…

Immagine


Si tratta di Mr. Alastair Mors, il tetro alleato di Akuma “Pain” Fujihara…

FJH: Oh, Mr. Mors…

L’uomo in nero passa un portafogli a Mr. Pain.

MRS: Immagino siate venuto a prendere questo…

Akuma ridacchia, lo svuota e infine butta il portafogli in un secchio della spazzatura.

FJH: Questo per il disturbo di avergli salvato la vita… L’operazione è perfettamente riuscita…

Mr. Mors si gira e guarda l’esanime Alexandre, chiuso nella sua stanza a letto con una vistosa fasciatura in testa…

MRS: Mica l’avrete ridotto a una marionetta vero? La sua ora non è giunta…

FJH: Naah… Sapevo che non era arrivato il suo tempo, perciò non ho fatto il cazzaro diciamo, a parte fargli patire la giusta dolorosa punizione per aver fatto perdere tempo ieri sera con le sue stronzate, ma probabilmente non avrà alcun ricordo di questo giorno…

Akuma e Mr. Mors poi si allontanano, camminando in cerca dell’uscita dall’ospedale…

MRS: E come lo sapevate che quel greco non doveva lasciarci le penne oggi?…

FJH: Beh, ammetto di aver spiato la tua lista del Fantamorto l’altro giorno e lui non figurava… Solo il Pirate Circus poteva decidere di sfidare un Emissario della Morte a Fantamorto, bah!

L'attenzione di Akuma si sposta su un giornale appoggiato su un mobile...

Immagine


FJH: Insomma ieri notte Hades ha ringraziato eh…

MRS: Si…

Mr. Pain fa spallucce e si avvia verso l'uscita dal reparto...

FJH: Nonostante fosse il pezzo di merda che mi aveva tolto il titolo mondiale, non so, mi ricordava il primo Anaconda, perciò non l’ho mai messo in cima alla mia lista… Era abbastanza rispettabile, e poi mi divertì molto quando annientò Arvesti facendogli fare la figura da minchione… Beh, come dico spesso, a qualcuno tocca sempre la paglia più corta, e stavolta è stato il turno di Hades. Il mondo sarà un tantino più marcio da oggi in poi e quei coglioni di Arvesti e Adams lo avranno sulla coscienza vita natural durante… Morire solo come un cane, pessima scelta Hades, pessima scelta. D'altronde non sei mai stato un passo avanti a tutti come me...

Dopo diversi minuti due escono finalmente dal Florida Hospital e passeggiano nel viale di fronte all'edificio. Qui Mr. Pain si accende una sigaretta e si mette a contare i soldi fregati a Johnny Ace e ad Alexandre…

Immagine


Nel frattempo vediamo diversi poliziotti all'ingresso del Florida Hospital intenti a interrogare alcune persone in merito alla misteriosa scomparsa di un paziente...

Immagine


FJH: Bene… Molto bene… Lo sai che non è proprio male lavorare in ospedale? Metti le mani dentro la gente, la fai soffrire ben bene e prendi un sacco di soldi. Se non avessi deciso di fare il criminale, il wrestler e il pirata, avrei dovuto farci un pensierino... Ah, Mr. Mors, ce la siamo presa la macchina da millemila miliardi?

MRS: Eccola laggiù, tutta per voi…

L’Emissario della Morte indica qualcosa in lontananza. Fujihara lo nota e sgrana gli occhi…

Immagine


FJH: Ma che cazzo è quell’affare?!... Allora il minchione non sparava soltanto cazzate, ce l’aveva davvero un’auto da millemila miliardi di dollari…

Pain Fujihara e Mr. Mors si avvicinano all’imponente limousine su cui sventolano davanti almeno tre coppie di bandierine dei pirati… Akuma la studia un po’ e assieme a Mr. Mors fa un lungo giro attorno a essa…

FJH: Mmm… E’ impossibile che questo aggeggio valga millemila miliardi, però direi che ne possiamo ricavare almeno cinque milioni di dollari a occhio e croce… Tutto fà...

All’improvviso il cellulare del Demone squilla e Akuma, dopo essersi messo in tasca i soldi sottratti a Johnny e Alexandre, risponde alla svelta…

Immagine


FJH: Pronto… Ah, Jerry! Com’è andata a Stamford?... Lo sapevo che il vecchio si sarebbe cagato sotto appena sentiva il mio nome. Gli avete riferito la mia “proposta” irrinunciabile?... Ah si? Ottimo direi, versateli dove prestabilito, ci vediamo a New York per chiudere le ultime pratiche… A domani.

Il Beast from the East chiude la chiamata e si rimette in tasca il cellulare. Poi fa un sorrisetto malvagio.

FJH: Mason e Griffith hanno compiuto la missione Stamford. Il vecchiaccio si è preso paura e ha versato la decima che ci spettava per il suo fallito tentativo di scalata alla TWNA…

Mr. Mors annuisce soddisfatto…

MRS: Ahi, VKM se la rifarà con qualcuno per aver perso dei soldi a cazzo…

FJH: Eh eh eh… Dici che il meteo prevede prossimamente per Parks una pioggia di jobboni?

MRS: Direi proprio di si… A proposito, che avrebbe fatto lei in caso si fosse trovato nei panni del Guardiano di fronte alla proposta di quel fesso?

FJH: Anche se mettermi nei panni del Nemico è una cosa aberrante, facendo un’eccezione ti dico come sarebbe andata a finire… Innanzitutto avrei pestato a sangue Randy Parks, sempre stato sul cazzo a prescindere, dopo di che al diavolo la TWNA, al diavolo il locker e le elezioni "democratiche” a cui ovviamente non sono stato nemmeno invitato: avrei venduto quella marmaglia a VKM, avrei trovato il modo di fregarmi i cento milioni di dollari e poi me ne sarei andato via a divertirmi, mentre la feccia avrebbe dovuto lavorare fino alla fine dei tempi per recuperare i soldi che gli ho rubato… Muah ah ah ah ah, sono troppo avanti… Adoro il disordine e la vita da pirata. E' un piacere vivere senza regole sfidando e depredando quotidianamente la società…

Ecco il Demone aprire una delle decine di portiere della limousine…

FJH: Bene, facciamoci un giro su questo troiaio prima di rivenderlo va… Tanaka… Tanaka!

Il finestrino del guidatore si abbassa a una trentina di metri di distanza…

FJH: E’ tempo di festeggiare la morte della TWNA, portaci davanti a qualche club. Voglio arraffare una ventina di spogliarelliste strafighe, tanto in questo mostro c’è tutto lo spazio che vogliamo…

Mr. Mors entra nel veicolo…

MRS: Ehi, ma questo affare ha anche una piscina interna, non ci posso credere…

FJH: Ah ah ah ah ah… Assurdo…

Poi il Legend's Creator cambia argomento...

FJH: Bene, dopo questo luuuuungo festino, ci manca solo un ultimo salto a New York e poi ce ne possiamo tornare all’avventura lasciando definitivamente questo postaccio, sei contento Mr. Mors…

MRS: Finalmente… Ora che Simon è un Emissario della Morte, qui siamo coperti con i turni, perciò posso venire con voi a tempo pieno.

Akuma fa per salire in macchina, poi però si guarda attorno stranito…

FJH: Mmm… Ho la sensazione di essermi dimenticato qualcosa, o qualcuno… Mah, prima o poi mi verrà in mente. Tanaka, metti in moto questo gigante, it’s time to enjoy the Pain!!!

E con l’immensa limousine che si mette in moto e parte lentamente non appena Akuma ha chiuso la portiera, le immagini sfumano definitivamente…





Fine delle trasmissioni


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

A Visit to the Hospital
MessaggioInviato: 29/08/2014, 14:10 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
A Visit to the Hospital


Immagine

Le telecamere ci conducono nei pressi dell Florida Hospital, l'ospedale più grande di Orlando, città dove si è appena svolta la quarta edizione di TWNA WrestleMania e dove si è definitivamente conclusa la straordinaria storia della Tutto Wrestling Nonstop Action dopo tre anni di spettacolo, intrattenimenti e tanto wrestling. Adesso ci troviamo in una delle vie situate proprio davanti all'ospedale dove numerose persone si affollano precipitandosi proprio al Florida Hospital per recare visita ad un proprio caro ricoverato presso l'ospedale di Orlando, ma improvvisamente la loro attenzione viene distolta verso qualcuno, un barbuto e calvo gigante, grande e grosso.

Immagine

Immagine

E' GOLDMAN!! Il Big Guy della TWNA a gran velocità si sta allontanando dal Florida Hospital, tenendo sulla spalla destra un sacco dell'immondizia sigillato e completamente pieno! La gente è terrorizzata dal gigante il quale però rimane del tutto indifferente alla reazione delle persone che lo circondano, bensì continua a correre, correre, correre come mai prima di questo momento tanto da avere il fiatone. Ad un certo punto, improvvisamente si blocca e osserva intensamente qualcosa o qualcuno dinnanzi a sé.

Immagine

E' ALEJANDRO DEL RIO!! Il tre volte World Heavyweight Champion della TWNA indossando il suo classico lock da rock star, appare molto sorpreso dal vedere lì il gigante.

Immagine

I due lentamente si avvicinano, arrivando faccia a faccia, dunque mentre tutt'attorno l'atmosfera si surriscalda toccando livelli incandescenti, GoldMan e Alejandro Del Rio si scambiano sguardi di sfida: nelle loro menti scorrono le immagini dei mille scontri di cui sono stati protagonisti e che hanno composto una serie di match divenuta un classico all'interno della TWNA; dal loro primo confronto a Violence agli inizi del 2012 fino al match a WrestleMania II, dal Main Event di Screaming Bloody Murder per il TWNA World Heavyweight Championship all'incontro durante il primo e unico King of TWNA Tournament, dal match per il titolo Intercontinentale a Survivor Series 2012 fino al loro confronto a Winter Is Coming il mese seguente sempre per l'Intercontinental Title. La storia tra questi due straordinaria e unici protagonisti della TWNA è da annali, è leggenda. Del Rio e GoldMan sembrano essere sul punto di riaprire questa eterna rivalità, ma improvvisamente il Big Guy sorride, sorprendendo il tre volte World Champion che mantiene alta la guardia, mentre il gigante getta violentemente a terra il sacco dell'immondizia, dunque lo apre, tirandone fuori il contenuto......

Immagine

......E' JOHNNY ACE!!! L'ex Director of Operations della TWNA appare privo di sensi, ora viene afferrato per il collo da GoldMan che lo getta ai piedi di Alejandro Del Rio, il quale quindi osserva GoldMan che annuisce.

ADR: Oh Johnny, sapevo che eri spazzatura ma non pensavo di trovarti dentro un sacco della spazzatura.

ADR si avvicina a Ace per poi chinarsi e parlare con lui.

ADR: Johnny Johnny Johnny, stavo venendo giusto a trovarti per vedere come stai visto beh, il malcapitato incidente di ieri. Dimmi una cosa Johnny: com'è che ti trovo messo peggio? Ti ho massacrato ma non pensavo che subissi i colpi peggio del previsto.

In quel preciso momento arriva un messaggio sul cellulare di ADR che prontamente legge per poi tornare a parlare con Johnny.

ADR: Ora capisco perchè sei messo COSI' male, potevi dirmelo subito che anche Akuma è venuto a trovarti. Beh bando alle ciance, ero venuto a dirti che dovevi pensarci due volte prima di non mettermi nell'Hall of Fame visto che ne hai pagate le conseguenze ma non non preoccuparti, tutto risolto ormai, amici come prima?
Devo andare, è stato bello vederti e aggiungo di non preoccuparti e che sarò in prima fila al tuo funerale, te lo dico perchè non sei messo bene e vedendo come stanno andando le cose potrebbero peggiorare.
Ciao amico mio, il Giappone mi aspetta visto che devo pur sempre lavorare.


ADR prima di alzarsi a mo di presa in giro da un bacio sulla fronte a Johnny Ace e poi si rivolge a Goldman.

ADR: Se non dovesse farcela sai come trovarmi.
Sai com'è, gliel'ho appena promesso.


ADR si volta e se ne va ma possiamo sentire in lontananza ancora la sua voce.

ADR: Oh cazzo niente Giappone per oggi, cazzo vorrà Terry ora?

Mentre Alejandro Del Rio esce di scena, GoldMan afferra nuovamente Ace per il collo e lo sistema dentro il sacchetto dell'immondizia, dunque lo carica nuovamente sulla spalla e si allontana verso una meta sconosciuta.......

TO BE CONTINUED......


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWNA - News about WrestleMania IV
MessaggioInviato: 29/08/2014, 19:49 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
LEGACY OF AN ANGEL Pt. 2


Immagine


Immagine


Immagine


14/07/2019 Ore 21:40

Ok,eccomi qui. Philadelphia,Asylum Arena. Il luogo dove mio fratello ha debuttato in TWE e,di conseguenza,in TWNA. Era così contento,non stava più nella pelle. C'è un ring montato al centro dell'arena,che però è completamente vuota. Mi avvicino e salgo sul quadrato.

AA : Cody ? Cody,sono io,Lilith ! Se ci sei fatti vedere !

Le parole rimbombano nell'arena. Lilith scuote la testa e vede un palloncino,stavolta verde,legato ad uno dei pali agli angoli. All'altra estremità del filo c'è legata un'altra busta di carta. Dentro ci sono tre figurine raffiguranti Andrea Volpone,Simon Cena e Christian Jericho. Sul retro di esse ci sono scritti rispettivamente i numeri 20,25 e 30. Il “25” è scritto con un pennarello giallo,gli altri con uno nero.

“Cara Alice,
hai trovato i primi tre errori,continua a collezionare le chiavi. Ne vale la pena. Capirai tutto. Segui la luce.
Il tuo più grande fan.”

Una voce,dagli altoparlanti,parla.

??? : Madison Square Garden,New York.

AA : Cos...CODY ! Dove sei ?! Fatti vedere,so che sei qui !

Nessuna risposta. Lilith si guarda freneticamente intorno,poi guarda le figurine che ha trovato.

Perchè mi evita ?! Dev'essere qui,ne sono sicura ! I numeri dietro le figurine devono essere le puntate di TWE dove è stato sconfitto. Ma perchè me le sta facendo trovare ? “Capirai tutto”,che diavolo dovrei capire ? Che mio fratello era un perdente ? No,non lo era.

AA : Va bene,Cody. Se vuoi giocare,giochiamo. Ci vediamo a New York.

15/07/2019 Ore 15:23

Immagine


Immagine


Altra città,altra arena vuota,altro ring montato al centro dello stadio. Entro nel ring,palloncino giallo questa volta. Scarto velocemente la busta. Altre tre figurine : una seconda di Andrea Volpone,una di Johnny Blaze e una di John Mizanin. I numeri dietro sono 16,29 e di nuovo 29. Il “16” è in giallo,i due 29 in nero.

AA : Cosa vogliono dire queste,Cody ? La conosco la tua carriera. Rispondimi,so che sei qui e so che mi osservi da giorni. Andiamo,vieni fuori !

Ancora una volta,nessuno risponde alla giovane campionessa.

AA : Dannazione...

La ragazza legge il contenuto della terza lettera.

“Cara Alice,
alti e bassi,ma le cose stavano cambiando. Me lo sentivo. I numeri sono la chiave. Segui la luce.
Il tuo più grande fan.”


I numeri sono la chiave...

??? : Allstate Arena,Chicago.

La Williams scorge una figura in cima agli spalti,che si gira e corre via.

Stavolta non lo farò fuggire...

AA : Fermati,maledizione !

Lilith corre all'inseguimento ma ha un distacco troppo grande e una volta fuori dall'arena riesce solo a vedere l'uomo in sella ad una moto sgommare via. Con il fiatone,Lilith scalcia dalla rabbia.

AA : Cristo...

16/07/2019 Ore 07:41

Immagine


Immagine


D'accordo,fratellone,finiamola qui. Questa sarà meglio ad essere l'ultima busta. Sono stanchissima e ho attraversato già tre stati. Il gioco è bello finchè dura poco. Entro sul ring ma oltre alla lettera,legato al palloncino c'è anche qualcos'altro. Una cintura,consumata dal tempo. Il TWNA United States Title.

Immagine


La ragazza raccoglie la cintura e se la mette in spalla,poi apre la busta. Altre tre figurine : Devil Antonius,Goldman e Hades. I numeri sono 19,21 e 13,solo il “19” è in giallo.

“Cara Alice,
in queste occasioni ti ho resa fiera di me. Quel titolo lo puoi tenere,se vuoi. E' quasi finita. Segui la luce.
Il tuo più grande fan.”


E' quasi finita. Significa che dovrò andare in un altro posto.

AA : Dove stavolta,Cody ?

La voce risponde prontamente dopo una risatina.

??? : Citrus Bowl,Orlando.

To Be Continued


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

From WrestleMania to Greece
MessaggioInviato: 29/08/2014, 19:58 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
FROM WRESTLEMANIA TO GREECE




Immagine

O antico Spirito immortale, padre puro
della bellezza, della grandezza e della verità,
scendi, rivelati e abbagliaci come il lampo
con la tua gloria, sulla terra e il cielo che t'appartengono.


Immagine

Nel correre, nel lottare e nel lanciare,
risplendi nell'istante supremo in questi nobili spazi
e incorona con il ramo sempreverde
e rendi il corpo degno e d'acciaio,
e rendi il corpo degno e d'acciaio.


Immagine

Pianure, montagne e mari splendono con te
come un grande tempio bianco e rosato
e accorrono a questo tempio, i tuoi pellegrini,
e accorrono a questo tempio, i tuoi pellegrini,
sono tutte le Nazioni, oh antico Spirito immortale,
sono tutte le Nazioni, oh antico Spirito immortale.


Immagine


Immagine

Le immagini ci conducono presso il Tempio di Era situato all'interno del sito archeologico di Olimpia, antica città greca celeberrima in tutto il mondo per essere stata il luogo d'origine nonché sede iniziale dei Giochi "Olimpici", luogo anche dedito al culto degli dei. Proprio dinnanzi alle due possenti colonne che costituiscono la parte più rilevante di quel che rimane dell'antico Tempio, si trova "The Greece Magnificence" Alexandre, il giovane e talentuoso lottatore reduce dalla trasferta in quel di Orlando dove, in occasione della quarta edizione di WrestleMania, ha effettuato il suo debutto in TWNA, disputando non uno, ma ben due incontri, match entrambi terminati a suo sfavore. Il suo corpo riporta ancora ben evidenti i lividi per le tremende botte subite nel primo e nel secondo match, ma è soprattutto il suo animo ad essere gravemente ferito come mostra la sua espressione, un'espressione addolorata e al tempo stesso ancora piena di orgoglio e voglia di rivalsa, nonché segnata da un'arrabbiatura cuocente, simile all'immemore ira di Achille che infiniti addusse lutti agli Achei.

Alexandre: Il mastodontico Tempio di Hera si trova nella zona nord-ovest del recinto sacro della Altis, sul versante sud della collina di Kronios, qui nella sacra Olimpia, ed è uno dei templi più antichi dell'intera penisola Ellenica. Venne edificato più di 2500 anni fa, forse anche 3000, dagli abitanti di Skillous, una delle tante città dell'antica Grecia. Orientato in direzione est-ovest, il Tempio di Hera ospitava nella parte più sacra e importante dell'intera struttura, la cella, i ritratti dei grandi campioni del passato, dei vincitori dei Sacri Giochi Olimpici, i quali, se vivessero ancora oggi, si prenderebbero gioco di me, Alexandre, sputandomi in faccia e calpestandomi come il peggiore perdente sulla faccia del pianeta!

Alexandre: A WrestleMania sono stato l'unico ad avere il coraggio e la determinazione di disputare non una, ma ben due incontri, certo, ma allo stesso tempo, come nessun'altro, ho perso non una, ma ben due volte. Il mio orgoglio è stato schiacciato da un mostro, un demone giunto direttamente dalle fiamme dell'Inferno, e infine è stato asfaltato, devastato, distrutto, disintegrato dalla potenza di un superuomo, affamato di vittorie, affamato di gloria che con un pugno ha messo KO me, Alexandre, e lo Spirito Greco, la Magnificenza Greca che avevo deciso fieramente di caricarmi sulle spalle e portare con me alla ricerca del successo. Ho fallito, ho disonorato me stesso, ma soprattutto quella stirpe di eroi, campioni, atleti mitici e leggendari, quei giganti su cui si erge il popolo Greco. Hera, la figlia di Crono e la devota moglie di Zeus, re degli Dei, la dea a cui è dedicato questo Tempio, ha punito la mia arroganza, la mia smisurata sicurezza di me stesso, ma, allo stesso modo di una madre affettuosa che sgrida e prende a ceffoni i propri figli, saprà perdonarmi, col tempo, e darmi una seconda occasione.

Immagine


Alexandre: Come potete ben vedere, la mia fiaccola, la fiaccola della determinazione, dell'orgoglio e del desiderio è spenta, ma ben presto, molto, molto presto, le fiamme del coraggio ritorneranno a brillare più luminose e cariche che mai, ben presto, molto, molto presto abbandonerò nuovamente i miei amati lidi nativi, tornerò ancora una volta tra quella gente indegna e mostrerò loro la Magnificenza Greca, la vera Magnificenza Greca, perché un vero eroe, un campione non è l'uomo che sa vincere, bensì quello che sa perdere, quello che conosce il sapore amaro della sconfitta, lo stesso sapore che gli da la forza di rialzarsi, ricominciare e imparare a vincere, divenendo leggenda! La rinascita di Alexandre sta per arrivare, 'CAUSE THAT'S THE GREECE MAGNIFICENCE!!

??: Rinascita?

Il lottatore alza lo sguardo davanti a sé, rimanendo stupefatto, incredulo.

??: Io sono un esperto di rinascite. Seguimi, figliolo, segui me, se vuoi diventare grande, Il Grande Alexandre!


THE GREAT ALEXANDRE
IS
GONNA
COME


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 112 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it