Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 86 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
  Stampa pagina

Re: Anche la WWE ora è "di moda": accuse di violenza sessual
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 13/12/2017, 12:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2012, 14:12
Messaggi: 6958
Località: Canggu, Bali, Indonesia
norrisjak ha scritto:
tu stai dicendo che chi riceve avance spinte è altrettanto responsabile di chi le offre?


OrobiCore ha scritto:
Se le accetta, certo che sì.
Se le accetta al fine di mantenimento o conseguimento degli obiettivi di carriera, ovvero a fini di lucro, è peggio.
E concedere prestazioni erotiche, richieste o meno, a fini di lucro, in Italiano si chiama prostituzione. Con l'aggravante che, per ottenere il ruolo in questa o quella produzione Miramax, hai impedito a decine di colleghe di ottenerlo per propri meriti.
Se le respinge e denuncia, certo che no.
Se le respinge e tace, espone altre allo stesso rischio. Dunque è responsabile, di questo.


In pratica stai affermando che se una persona non denuncia È COLPEVOLE!
Strafregandontene altamente di tutte le componenti psichiche ed emotive delle persone coinvolte, e strafregandotene del fatto che l’eco di chi ha vissuto un’esperienza simile alla tua possa far riaffiorare quella lacerazione dell’io che sfocia in rabbia.
(Ovvio, ci può sempre essere qualcuna/o che ci marci, ma non entra nel contesto perché richiederebbe l’inserimwnto Di nome e cognome.

OrobiCore ha scritto:
P.S.: col prossimo che mi attribuisce la colpevolizzazione di vittime di stupri, potrei essere davvero essere gran poco gentile.

Sei proprio sicuro siamo noi a non capire ciò che hai scritto?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: Anche la WWE ora è "di moda": accuse di violenza sessual
MessaggioInviato: 13/12/2017, 12:12 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 01/08/2015, 19:37
Messaggi: 4041
Località: Pentole & Bicchieri
Solo io trovo preoccupante che, stando a quello che dice, ci siano donne vittime di stupri che si rivolgono a lui?

E puoi usare tutte le paraculate e le scusanti di questo mondo, ma il post con cui hai esordito in questo topic è e rimane aberrante. Difficile fraintendere un post del genere.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: Anche la WWE ora è "di moda": accuse di violenza sessual
MessaggioInviato: 13/12/2017, 12:13 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 14/03/2011, 23:57
Messaggi: 7001
http://www.lastampa.it/2017/10/04/itali ... agina.html


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: Anche la WWE ora è "di moda": accuse di violenza sessual
MessaggioInviato: 13/12/2017, 12:17 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/01/2011, 13:22
Messaggi: 13965
Località: ROTY '08; Vice-UOTY '14,'16; User of the Triennium '14-'16; CMOTY '10,'15; TOTY '16;Auditel Champion
Non ho capito una cosa, vi siete messi tutti d'accordo per attaccare Orobi a prescindere, o davvero non sapete la differenza tra responsabilità e colpa?

OrobiCore ha scritto:
Dunque è responsabile, di questo.


Karran ha scritto:
In pratica stai affermando che se una persona non denuncia È COLPEVOLE!


Lui dice responsabile, perché tu lo trasformi in colpevole?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: Anche la WWE ora è "di moda": accuse di violenza sessual
MessaggioInviato: 13/12/2017, 12:19 
Non connesso

Iscritto il: 27/10/2013, 14:30
Messaggi: 599
Karran ha scritto:
Sei proprio sicuro siamo noi a non capire ciò che hai scritto?

Ma siete veramente eccezionali. Ho esordito distinguendo avances e violenza, mi hai citato mentre scrivo delle prime e sei pure così spudorato da attribuirmelo sulla seconda. Ma siete veramente dei mistificatori così fetenti?

Se voi siete convinti che lo stupro e le avances (ribadisco, sconce e vergognose, sempre refutabili) siano la stessa cosa, è un vostro problema. Un problema che in genere si supera con l'istruzione superiore, ma pur sempre vostro.

Se voi aveste conosciuto vittime di stupro vi andreste a nascondere per la vergogna di aver anche solo immaginato l'equivalenza.

In pratica, un accidente di niente!
Ho speso 15 righe a spiegare la differenza tra le responsabilità e distinguendo tra le une e la colpa. Puoi anche non capire un accidente, ma attribuirmi l'opposto di quello che scrivo è nuda e cruda disonestà intellettuale.


Ultima modifica di OrobiCore il 13/12/2017, 12:22, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: Anche la WWE ora è "di moda": accuse di violenza sessual
MessaggioInviato: 13/12/2017, 12:21 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/12/2010, 14:59
Messaggi: 11753
Ma non se ne può parlare del Bar dello Sport? La questione Ariel manco è stata presa in considerazione nelle ultime 3 pagine.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: Anche la WWE ora è "di moda": accuse di violenza sessual
MessaggioInviato: 13/12/2017, 12:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/01/2011, 13:22
Messaggi: 13965
Località: ROTY '08; Vice-UOTY '14,'16; User of the Triennium '14-'16; CMOTY '10,'15; TOTY '16;Auditel Champion
Myles Kennedy ha scritto:
Ma non se ne può parlare del Bar dello Sport? La questione Ariel manco è stata presa in considerazione nelle ultime 3 pagine.


Ben detto.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: Anche la WWE ora è "di moda": accuse di violenza sessual
MessaggioInviato: 13/12/2017, 12:25 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 0:57
Messaggi: 4039
Problemi che si risolvono dando supporto legale e a tutti i livelli a chi ha il coraggio di denunciare.
Senza denuncia, le cose sono schifose, malvage, maschiliste e vomitevoli, ma non hanno soluzione.
Se domani il vicino di casa mi sgozza il cane e io non faccio nulla in proposito, sarà dura che chi di dovere intervenga.
Se vado a casa di un amico e gli mollo una papagna sul naso, se lui non fa nulla in proposito, la passo liscia.

Dal mio modesto parere, pensare di risolvere la vita di persone che sono state devastate da queste esperienze traumatiche con un #Hashtag serve solo a mettere a posto la coscienza della società.
"Guardate che mondo aperto e chic che siamo, abbiamo dato voce agli indifesi".
Peccato che poi vai a leggere i tweet "Quellavoltache" e almeno la metà sono fregnacce senza capo nè coda.
E chi ci rimette? L'altra metà, quella che pensava che questo "movimento servisse a qualcosa". Più le migliaia di donne che, pur non aderendo alla sbandierata dell'hashtag le violenze le hanno subite eccome.

Il mondo maschilista certo è ripugnante, eh.
Se so che un dirigente, un produttore, una figura di alto livello della mia azienda è un maiale e fa fare carriera a chi gliela dà, è chiaro che sta danneggiando il risultato (che sia un film, un posto di lavoro o quant'altro).
Ti fa proprio capire che la mentalità maschilista è pervasiva.
Se io fossi a capo della produzione di un film e scopro che chi fa i provini sta scegliendo le donne che gliela danno, lo faccio fuori subito. Ma non per questioni etiche, eh, ma perchè mi sta tirando sulla barca delle persone a discapito di altre, magari più meritevoli.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: Anche la WWE ora è "di moda": accuse di violenza sessual
MessaggioInviato: 13/12/2017, 12:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 18:55
Messaggi: 1915
Località: Schwarzwald
Louis CK stupratore seriale ahahahah
Che meme

Ma io direi pure che sono colpevoli, e ci mancherebbe, se no si ricade nel giustificazionismo, leggete La questione della colpa di Jaspers


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: Anche la WWE ora è "di moda": accuse di violenza sessual
MessaggioInviato: 13/12/2017, 12:38 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2012, 14:12
Messaggi: 6958
Località: Canggu, Bali, Indonesia
OrobiCore ha scritto:
Ma siete veramente eccezionali. Ho esordito distinguendo avances e violenza, mi hai citato mentre scrivo delle prime e sei pure così spudorato da attribuirmelo sulla seconda. Ma siete veramente dei mistificatori così fetenti?

Se voi siete convinti che lo stupro e le avances (ribadisco, sconce e vergognose, sempre refutabili) siano la stessa cosa, è un vostro problema. Un problema che in genere si supera con l'istruzione superiore, ma pur sempre vostro.

Se voi aveste conosciuto vittime di stupro vi andreste a nascondere per la vergogna di aver anche solo immaginato l'equivalenza.

In pratica, un accidente di niente!
Ho speso 15 righe a spiegare la differenza tra le responsabilità e distinguendo tra le une e la colpa. Puoi anche non capire un accidente, ma attribuirmi l'opposto di quello che scrivo è nuda e cruda disonestà intellettuale.

Sento rumore di specchi graffiati da qui. E dire che sono a 16000 km da te.

Quindi, secondo te, non c’e differenza tra avances e violenza in chi ne è vittima.
Perfetto.

Partendo dal presupposto che, ovviamente, esistono palesi differenze nelle CONSEGUENZE delle due situazioni, il ruolo di “vittima”, o protagonista passivo, è perfettamente IDENTICO.
Nelle violenze, negli abusi, nei soprusi, nei furti, nelle rapine... in ogni atto di violenza, per essere più breve.

Ed in NESSUNA cazzo di situazione tu puoi ARROGARTI il diritto di decidere quale reazione une persona debba avere.
Si perché, nel momento in cui tu prendi di distinguere le avances dalle violenze (e ripeto: esistono ovvie distinzioni oggettive nelle CONSEGUENZE), TU ti stai ARRIGANDO QUESTO CAZZO DI DIRITTO.

Ogni essere umano ha tutto il diritto di questo mondo di reagire ad eventi che vive come stressanti COME LA SUA PSICHE PIÙ GLI DICE DI VIVERLI.
E tu, ripeto, TU, non sei un cazzo di nessuno per dire “ma quello ti ha solo fatto delle avances, mica ti ha stuprato e poi squartato come Jack!”

Per spiegartela in un modo forse a te, finto intellettuale, più comprensibile:
Quando vennero a rubare in casa mia, mia moglie ed io reagimmo, nel tempo, in due modalità diametralmente opposte, e nessun cazzo di Orobicore può permettersi di venire a decretare che uno dei due possa aver “esagerato perché era un fatto da nulla; in fondo, mica ci avevano ammazzato la figlia?!”


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: Anche la WWE ora è "di moda": accuse di violenza sessual
MessaggioInviato: 13/12/2017, 12:40 
Non connesso

Iscritto il: 27/10/2013, 14:30
Messaggi: 599
Yourself is Steam ha scritto:

Ma io direi pure che sono colpevoli, e ci mancherebbe, se no si ricade nel giustificazionismo, leggete La questione della colpa di Jaspers

Adesso sono curioso di vedere se ci sarà la stessa sassaiola anche contro di te. :LOL2:

Ironia a parte, è certamente una questione da tenere sott'occhio, ma preferisco sempre partire dal genere della responsabilità.

Karran ha scritto:
Quindi, secondo te, non c’e differenza tra avances e violenza in chi ne è vittima.
Perfetto.

Scusatemi, io non lo conosco.
Ma fa sul serio?

No, perché comincio davvero a pensare che questo assalto sia pilotato.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: Anche la WWE ora è "di moda": accuse di violenza sessual
MessaggioInviato: 13/12/2017, 12:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 01/08/2015, 19:37
Messaggi: 4041
Località: Pentole & Bicchieri
Io più che altro contesto il dare, così alla leggera, un giudizio universale valido per un centinaio di sconosciute senza sapere cosa hanno fatto e senza sapere cosa frulli nelle loro teste. Perché a meno che tu non sia entrato nella mente di ogni singola persona coinvolta in 'sta faccenda, mi viene difficile pensare che possa giudicare così alla leggera ognuna di loro, catalogando il tutto con quattro misere categorie.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: Anche la WWE ora è "di moda": accuse di violenza sessual
MessaggioInviato: 13/12/2017, 12:51 
Non connesso

Iscritto il: 15/07/2015, 12:33
Messaggi: 382
JoeJoeJoe ha scritto:

Te lo dico semplicemente gente che Weinstein e Louis CK (mannaggia la zozza quanto mi ha deluso) fa parte della categoria degli "stupratori seriali" che se non si fosse alzato lo scandalo non sarebbero stati mai sospesi dal lavoro.
E rimangono a tutt'oggi impuniti di fronte alla legge, tanto per dire che le donne non denunciano perché sanno che probabilmente non servirà a nulla e che le uniche a rischiare saranno loro, d'altra parte quando gli stupratori gli dicono "non denunciare che non servirà a niente" lo sanno che è vero.
E d'altra parte la maggior parte delle violenze si svolge in casa o a lavoro e chi le compie sono mariti, padri o datori di lavoro tutte persone che esercitano un potere spropositato sulle loro vittime.

In linea di massima evito comunque di ingaggiare discussioni con gli idioti ma te mi sembri proprio una persona che può farmi divertire una mezzora per cui sentiti pure libero di continuare a discutere con me.

Già parti in fallo da solo, con quel "se non si fosse alzato lo scandalo". Il caso del giudice di cui parla la Rousey è l'opposto, lo scandalo si è alzato ma lui è/era rimasto al suo posto. Weinstein e Louis CK sono impuniti di fronte alla legge perchè di fronte alla legge siamo tutti uguali e abbiamo tutti diritto a un processo equo e corretto, non mediatico e via twitter. Dunque diamo tempo alla giustizia di fare il suo corso, e arrivieranno le ripercussioni legali su Weinstein. Su Louis CK il discorso è diverso perchè le dinamiche delle molestie son diverse e le interazioni con le vittime son diametralmente opposte a quelle di Weinstein.
Come detto c'è rischio e rischio, non esistono da un lato molestie/stupri/ricatti/violenze e dall'altro le anime pure. Non esistono da un lato le vittime e dall'altro i carnefici. E' una scala di grigi. E' qui che fallisce lo sdegno PC e il pensiero radical chic. Il fatto di volere imporre una via giusta, utilizzando i media come mezzo per l'imposizione del pensiero "corretto", senza riuscire a valutare caso per caso, persona per persona.
Le donne non sono vittime in generale. Ci sono donne che sono vittime, come lo è ad esempio quella ragazza sfregiata dall'acido, o la turista polacca stuprata a Rimini. Le donne non vivono in un clima di terrore, ma alle donne (come agli uomini) possono capitare cose spiacevoli. Le donne hanno il potere e il diritto di dire no se vogliono dire no e il dovere di denunciare, per loro, per le altre donne e per gli uomini onesti. Perchè non tutti gli uomini sono violenti e molestatori. Perchè non tutto è una molestia mentre in realtà si vuol far passare il messaggio diverso e, ripeto, per capirlo basta leggere uno dei tantissimi tweet puttanata #metoo.
Io condanno Weinstein, rispetto e celebro la sconosciuta che ha fatto partire tutto, schifo e non mostro compassione o dispiacere per le donne che hanno sfilato e festeggiato al suo fianco per 20 anni e adesso raccontano la loro esperienza di "terrore". Quelle sono a tutti gli effetti prostitute, gran parte delle quali donne che non avevano neanche bisogno di Weinstein per l'aggancio a Hollywood, donne che non solo hanno banchettato a suon di milioni in cambio di un pompino ma son state zitte per decenni condannando altre donne con minori possibilità a diventare vittime di Weinstein e togliendo opportunità lavorative a chi si è rifiutata. E per carità, io rispetto le prostitute, perchè se (nome a caso, non so se è una vittima di W.) la Lawrence viene davanti ai microfoni e dice "Son stata a letto con Weinstein perchè mi ha fatto comodo" io la rispetto perchè è stata una sua scelta. Ma se fai quella scelta e dopo anni salti al collo del cane morente, non solo ti sei prostituita ma sei anche scorretta.
Al contrario, stando al racconto di Louis CK, non lo condanno pienamente, perchè è una situazione borderline, in cui le donne erano ammiratrici, e perchè comunque lui, a quanto dichiara, lo ha sempre fatto con donne consenzienti che avevano una via di uscita. Lui si autocondanna per aver sfruttato la sua posizioni nei confronti di queste "ammiratrici". Per la serie, condanniamo qualsiasi calciatore, rockstar, wrestler che si è scopato una fan.
Non rispetto chi ha lanciato le accuse su Brizzi usando le Iene, centellinando le dichiarazioni per comparire in più servizi, esponendolo prima al processo mediatico e poi al processo reale, rovinando di fatto una persona che fino a prova contraria è innocente (funziona così in Italia). Rispetto invece le due americane che hanno accusato i due carabinieri, perchè lo hanno fatto nelle sedi corrette e senza il timore ingiustificato del "potente". E non apprezzo il teatrino mediatico che ne è conseguito, chi ha torto o ragione lo stabilirà il processo. Condanno sia chi critica le ragazze e mette in dubbio la loro versione a prescindere, sia chi ha già etichettato i carabinieri come violenti stupratori.
Quindi, come puoi vedere, io da "idiota" giudico caso per caso, do il mio rispetto a chi secondo me lo merita, non mi faccio travolgere dallo sdegno e dalle mobilitazioni popolari, ancora peggio se via twitter e sulla scia di quanto accade negli USA, uno degli stati più bigotti e contraddittori del mondo.
L'imposizione del pensiero "corretto" ha recentemente fatto suicidare una pornostar, aggiungendo il carico ai problemi preesistenti. L'intero 1900 di battaglie per il freespeech e nel 2017 si cerca di dividere il giusto dallo sbagliato senza distinzioni, senza analizzare il singolo caso, generalizzando e annientando le individualità


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: Anche la WWE ora è "di moda": accuse di violenza sessual
MessaggioInviato: 13/12/2017, 12:57 
Non connesso

Iscritto il: 27/10/2013, 14:30
Messaggi: 599
Impreza ha scritto:
Io più che altro contesto il dare, così alla leggera, un giudizio universale valido per un centinaio di sconosciute senza sapere cosa hanno fatto e senza sapere cosa frulli nelle loro teste. Perché a meno che tu non sia entrato nella mente di ogni singola persona coinvolta in 'sta faccenda, mi viene difficile pensare che possa giudicare così alla leggera ognuna di loro, catalogando il tutto con quattro misere categorie.

Se volete possiamo aprire un bel thread sul sistema Weinstein con tutte le implicazioni note e meno note, per capire come e perché si sono comportate persone come la Streep, la Jolie, la Patrol, etc., ma vi avviso che si finisce nella politica. YiS l'ha detto in termini vetero-marxisti in principio, in realtà le azioni sistemiche hanno dei riscontri personali tutt'altro che insondabili. Due anni prima l'inchiesta del NYT non sarebbe mai uscita e il #MeToo sarebbe rimasto nel vortice del chissene mondiale.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: Anche la WWE ora è "di moda": accuse di violenza sessual
MessaggioInviato: 13/12/2017, 13:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/12/2010, 12:29
Messaggi: 2514
"Potrei essere davvero essere gran poco gentile" è la minaccia più omoerotica che abbia mai visto su Internet.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 86 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Plus


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it