WWF ROAD TO INSURREXTION TOUR 2002 - KÖLN REPORT
Colonia, Germania - 01.05.2002
Report 'on site' by Marco Marchese - Y2M
Tutte le foto e le scansioni sono © dell'autore

Una breve intro prima di iniziare col report: del viaggio e dell'esperienza dal punto di vista 'umano' vi ha già parlato Alessandro (ADB), mentre questo sarà un report misto, dato che privilegerò le mie impressioni ed emozioni sulla cronaca degli incontri in senso stretto (anche perché non ho una vhs da mandare avanti/indietro se non ricordo qualcosa: va tutto a memoria... e la mia è pessima ;-). Mi scuso con voi tutti per aver realizzato il seguente pezzo, per così dire, in 'tape delay', ma sono fatto così: ritardatario cronico. Un'ultima nota: io mi riferirò alla Federazione ancora col nome WWF (sebbene loro abbiano cambiato sigla e logo dappertutto - per es. nella scritta Insurrextion che vedete qui sopra - anche a ritroso nel tempo), perché la 'rivoluzione' Get the 'F' Out è iniziata la settimana successiva all'house show e pertanto è, dal mio punto di vista, corretto parlare di WWF Road to Insurrextion Tour.

la KölnArena dall'esterno - foto © Di Bellail mio biglietto Golden Seat

Arriviamo alla KölnArena in taxi: ci siamo accordati su un prezzo forfettario con l'autista, ma controllando giunti a destinazione ci accorgiamo che avremmo speso di meno se non avessimo a corsa fosse stata 'normale'... siamo proprio dei volponi, ma l'errore non si ripeterà al ritorno (stante l'adagio 'errare è umano, perseverare è proprio da pirla'). Eccoci alla meta agognata, finalmente, con un'ora abbondante di anticipo sull'apertura dei cancelli prevista per le 17.30: inizia a piovere e ci ripariamo nel bar/ristorante dell'arena, dove posti a sedere neanche l'ombra, ma in compenso vengono proiettate le immagini di WrestleMania X-8 su un maxi-schermo (poveretti i tedeschi: non l'hanno potuto vedere l'evento...). Fuori c'è uno stand che vende le magliette: non c'è fila (sfido, piove a dirotto) e io subito addocchio la t-shirt di RVD, ma rimando l'acquisto ad un punto vendita all'interno dell'arena (non che non mi fidi della loro originalità, ma non si sa mai...).

Smette di piovere e ci mettiamo in fila davanti all'ingresso principale: poco dopo le 17.30 (non sono svizzeri, son tedeschi!) vengono aperte le porte, ma la security perquisisce singolarmente ogni persona (altro che stadi italiani), per cui impieghiamo un po' di tempo per avere accesso alla arena. La mia precedente esperienza in terra inglese (Rebellion 2001 a Manchester) mi suggerisce di acquistare t-shirt e merchandising vario prima dello show, oppure le uniche magliette disponibili si ridurranno alle XXL: fatti due conti in tasca opto per due t-shirt (RVD versione 'Whatever' e quella nera dell'nWo) e la tazza WWF (meno male che il cambio di nome è avvenuto solo la settimana successiva, perché una tazza col logo 'mutilato' sinceramente non l'avrei presa...). Pienamente soddifatto delle mie compere, ci dirigiamo verso l'area ristoro per consumare uno spuntino energetico (?!?) a base di wurstel con ketchup e birra (comprata dal distributore ambulante o beer-buster :-D).

E' giunto il momento di andare a constatare quanto vicino al ring e in che posizione siano le nostre care (in più di un senso) Golden Seat: qui le nostre strade si dividono, perché Alberto 'Stone Cold' e Fabrizio 'Warrior' sono in tribunetta e il Francio ha acquistato dal bagarino un biglietto di fascia media (non primissime file), mentre mio cugino Alessio e Paolo (Jazz) sono in ottava fila ma nel nostro stesso settore. Con 'noi' intendo io, Luca e i fratelli della distruzione (ADB & CDB), in terza fila, davvero molto vicini al ring e a fianco della passerella d'entrata dei wrestler! Giusto il tempo per indossare la mia nuova t-shirt di Rob Van Dam (al posto di quella di The Rock che avevo comprato a Manchester), di preparare la macchina fotografica e di darsi un'occhiata in giro, che sono già le 19.30 e lo spettacolo sta per avere inizio! Un DJ locale (penso) fa una presentazione in tedesco e poi, per qualche strano motivo, parte 'We will rock you' dei Queen, forse con l'intenzione di dare la carica al pubblico: beh, in questo caso avrebbero potuto mandare una musica più legata al wrestling...

Booker arriva dal backstage pretendendo un matchBooker T si confronta con Ric Flair

Primo stipendiato WWF a entrare in scena è l'annunciatore storico Howard 'The Fink' Finkel, che si alterna al microfono per la presentazione ufficiale dell'evento al conduttore degli appuntamenti di wrestling per la Pay TV Premiere World. La musica di '2001: Odissea nello Spazio' risuona per tutta l'arena, preannunciando l'ingresso di Ric Flair, co-owner della WWF e owner di Raw! Gli 'Wooo!' del pubblico si sprecano e la leggenda vivente della NWA dice di essere molto felice di aver fatto ritorno in Germania: quindi passa in rassegna i principali incontri in card, nominando Austin vs. Taker e Bradshaw vs. Big Show, ma non RVD vs. Guerrero; siccome avevo letto prima di partire su BSWW.de, il maggiore sito tedesco sul wrestling, che i due atleti sarebbero stati presenti in Germania, ma un loro incontro non era confermato al 100%, la mia paura di non vedere RVD in azione cresce a mille. Dal backstage esce Booker T che si lamenta con Flair di non avere un match sanzionato per la serata: lui, un Five Time WCW Champion... che affronto! Che ne direbbe un 16 volte campione dei pesi massimi di affrontarlo one on one? Così viene aggiunto un altro importante match: The Nature Boy vs. Booker T!!!

WWF European Championship Match: Spike Dudley (C) vs. William Regal

William Regal estrae il Power of the Punch...

Il primo incontro vede di fronte il campione europeo Spike e William Regal: arriva prima l'inglese che, ali insulti 'Regal Sucks!', risponde con 'Non posso minimamente far schifo, perché non sono tedesco!'. Il match, che risulterà essere il peggiore della serata, fortunatamente è breve e vede Regal tentare di usare il tirapugni, ma invece venire schienato dopo un Roll-up. Spike viene comunque colpito dal potere del pugno, visto che al Lord of Good Manners non va giù di essere stato di nuovo sconfitto dal minuscolo Dudley, e perciò infierisce su di lui.
Vincitore e ancora Campione: SPIKE DUDLEY via Roll-up

WWF Women's Championship Match: Jazz (C) vs. Jackie

Jazz mette in difficolta' Jackie - foto © Di Bella

Secondo match valido per il titolo femminile è Jazz contro Jackie: la campionessa non ottiene molta heat, se non quando si auto-celebra alzando le mani al cielo, ma anzi viene addirittura applaudita per alcune pregevoli azioni di tecnica pura. Jackie ha in pugno la vittoria, ma l'arbitro non è sollecito nel conteggio e così Jazz riesce a evitare la capitolazione; Half Crab e STF (Spinning Toe-hold Facelock) per la conferma del titolo via sottomissione da parte di Jazz.
Vincitrice e ancora Campione: JAZZ per Sottomissione

One on One Match: Brock Lesnar vs. Crash Holly

Brock Lesnar - Next Big Thing della WWF

Crash è più muscoloso di quel che si direbbe guardandolo in TV, mentre Lesnar è semplicemente mostruoso. Crash si comporta in modo molto macchiettistico, suscitando a tratti l'ilarità del pubblico, e cercando di tenere testa alla Next Big Thing (sprovvista per l'occasione del suo manager Paul Heyman). Il confronto (fortunatamente) non è così a senso unico come ci si sarebbe potuti attendere, ma alla fine la potenza di Brock ha la meglio, con il pin decisivo dopo la spettacolare TKO (Totally Knocked Out).
Vincitore: BROCK LESNAR per TKO

One on One Match: X-Pac vs. Jeff Hardy

X-Pac mostra a Jeff la maschera di KanePin sporco ma vincente di X-Pac

Musica dell'nWo: è il momento di indossare la maglietta omonima sopra a quella di RVD, ma entra solo X-Pac (con la maschera di Kane)... peccato, potevo aspettare a cambiarmi :-) L'incontro era annunciato come un X-Pac & Scott Hall vs. Hardyz, ma Matt è rimasto negli States (raggiungerà il gruppo il giorno successivo in Inghilterra) per sincerarsi delle condizioni della fidanzata Lita, operata proprio quel giorno. Jeff e Waltman danno via a un incontro sufficiente, condito da alcune mosse aeree, ma sinceramente dai due mi aspettavo qualcosa di più: nelle fasi finali X-Pac manca la Bronco Buster, ma al suo pari Jeff fallisce la Swanton Bomb e subisce uno schienamento con X-Pac che fa leva con i piedi sulle corde.
Vincitore: X-PAC per Pinfall

WWF Four Corners Hardcore Championship Match:
Stevie Richards (C) vs. Tommy Dreamer vs. Justin Credible vs. Shawn Stasiak

Dreamer con una scivolata sulla sedia e su StasiakPin di Dreamer ai danni di Richards

Per il tiolo hardcore si sfidano tre atleti ex ECW: il campione in carica Stevie Richards, Justin Credible e 'The Innovator of Violence' Tommy Dreamer, cui si aggiunge (come jolly?) Shawn Stasiak. Dreamer è l'unico face e viene acclamato in una maniera incredibile dai fans, che rendono giusto omaggio alla sua splendida carriera (tra l'altro non era mai stato in Europa e non doveva nemmeno venirci, se Bubba Ray Dudley non avesse dovuto rimanere a casa per problemi familiari). Dapprima Richards si fa da parte e dice agli altri di lottare tra loro, ma poi i tre heel fanno combutta contro Dreamer: ottimi spot, con in particolare una specie di Baseball Slide di Tommy sulla sedia appoggiata alla faccia di Stasiak, posizionato a testa in giù in un angolo. Death Valley Driver di Dreamer su Richards, conteggio di tre e Tommy è il nuovo Hardcore Champion!
Vincitore e nuovo Campione: TOMMY DREAMER via Death Valley Driver

Pin di Goldust su Dreamer

Dal backstage arriva Goldust, che fracassa una chitarra in testa a Dreamer e ottiene il pin: Goldust è il nuovo campione 'estremo'!
Vincitore e nuovo Campione: GOLDUST via Pinfall

Richards recupera il titolo grazie a Jazz

E' il turno di Jazz, armata di una specie di spada kendo, che colpisce in testa Goldust e permette al suo alleato Stevie Richards di riconquistare il titolo.
Vincitore e nuovo Campione: STEVIE RICHARDS via Pinfall

Non ci posso credere: ho assistito a ben due cambi di titolo semi-ufficiali (non inseriti nell'elenco ufficiale della WWF, ma segnalati in un articolo il giorno seguente sull'allora WWF.com)! Un po' me lo attendevo, anche perché questo è l'andazzo del titolo hardcore nei periodi in cui impazza la regola del 24/7, ma è stata comunque un'emozione unica, al pari della magnifica prestazione di Tommy Dreamer, davvero un mito e un esempio per tutti i giovani wrestler!

Mixed Tag Team Match: Mr. Perfect & Molly Holly vs. Jerry 'The King' Lawler & Trish Stratus

Stratusfaction su MollyKing e Trish esultano con i capelli di Molly

Si passa al tag team misto tra due glorie del wrestling e due delle più promettenti lottatrici del panorama femminile: Mr. Perfect è sempre uguale nonostante tutti questi anni che sono trascorsi, forse è solo ingrassato un filino, e ottiene molti applausi anche se il suo personaggio è caratterizzato come heel. Old school wrestling da parte di Hennig e Lawler, mentre le fasi decisive avvengono con le donne sul ring: Trish tira i lunghi capelli a Molly e questi... si staccano (aveva le extension)! Molly non è più concentrata e Trish la colpisce con lo Stratusfaction Bulldog per il pin.
Vincitori: JERRY LAWLER & TRISH via Stratusfaction


Seconda Parte


blood

Click Here!

blood

TW.com

®2002 - Tuttowrestling - Tutti i diritti riservati

setstats 1