STAMFORD REPORT - WWE WRESTLEMANIA 33 - TUTTOWRESTLING.COM -=Tutto Sul Mondo Del Pro Wrestling=-
 
TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
 
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
 
 29.4 WWE Planet
 29.4 Impact Wrestling Report
 29.4 Bet on her - BET ON... RUBY RIOT?
 29.4 WWE NXT Report
 28.4 The Other Side
 27.4 TW Risponde
 27.4 WWE 205 Live Report
 
 







 
 
 
STAMFORD REPORT - WWE WRESTLEMANIA 33  
by Erik Ganzerli
 


Amici di Tuttowrestling.com, un saluto da parte di Erik Ganzerli e bentornati sulle pagine del nostro sito dedicate allo Stamford Report. La nostra rubrica ritorna a voi dopo l'appuntamento più importante dell'anno: Wrestlemania. Edizione che, come ormai capita da qualche anno, ha molto diviso gli appassionati sul web sotto molti punti di vista. Come è andata? Andiamo a vederlo match per match.



WWE CRUISERWEIGHT CHAMPIONSHIP: NEVILLE vs AUSTIN ARIES: voto 6.5

Un bel match di WRESTLING per iniziare la lunga cavalcata di Wrestlemania 33. Un buon match sul piano del lottato e un finale che serve a continuare la faida, fa uscire molto bene Aries e consolida ulteriormente lo status di ottimo heel di Neville. Con i dovuti paragoni una situazione molto simile a quella di Asuka a NXT, costretta per la prima volta a Takeover a imbrogliare per battere Ember Moon e conservare la cintura. Un buon inizio, poco da dire.

ANDRE THE GIANT MEMORIAL BATTLE ROYAL: voto 5

Una scusa per finire su Sportscenter, niente di più e niente di meno. Le battle royal alla fine sul piano lottato sono quasi tutte pessime, questa non è stata eccezionale e alla fine è stata usata per creare un "Wrestlemania moment" che venisse ripreso dai tg sportivi e dai giornali, cosa che è oggettivamente riuscita (tema che tornerà più avanti). Da puristi ovviamente storciamo la bocca alla vittoria di Mojo Rawley ma allo stesso tempo la battle royal non è mai contata una fava quindi non è oggettivamente uno scandalo. Ci sta, si fa spallucce e si va avanti. Starà alla WWE smentire la storia e fare qualcosa di grande con questa opportunità a Rawley...lo faranno? Ne dubito, ma stiamo a vedere.

WWE INTERCONTINENTAL CHAMPIONSHIP: DEAN AMBROSE vs BARON CORBIN: voto 6

Piazzato a sorpresa nel pre-show il match è stato "solo" sufficiente, forse per la collocazione e magari per una demoralizzazione o semplice "scazzo", come alcuni han detto. Non lo condivido al 100% ma lo comprendo (tant'è che i due hanno avuto uno Street Fight, anche se non titolato, molto migliore due giorni dopo a SmackDown Live). Non so se la scelta di tenere il titolo intorno alla vita di Ambrose sia stata presa proprio per la collocazione del match (erano anche in diretta su USA Network per la seconda ora del Kickoff) o semplicemente perchè poi la faida sarebbe proseguita (probabile) ma avevo aspettative più alte e non si sono purtroppo avverate. Peccato, anche perchè è il secondo match a Wrestlemania consecutivo per Ambrose che delude. Lo scorso anno possiamo forse addossare la colpa a Lesnar e alla sua mancata voglia di cooperare, quest'anno però Ambrose qualche responsabilità se la deve prendere a mio modesto modo di vedere. Nulla di irreparabile, ma credo sia un'occasione sprecata.

SHANE McMAHON vs AJ STYLES: voto 7

Ottimo opener per la parte in pay-per-view di Wrestlemania con un match in cui lo show stealer è stato indubbiamente il rampollo della casata McMahon. Sapevamo che Shane avesse qualche rotella fuori posto, non è una novità, ma vederlo tentare, andando peraltro a segno con essa, una fottuta SHOOTING STAR PRESS a 46 ANNI è qualcosa che mi ha lasciato semplicemente basito. Non so se Shane abbia un vero desiderio di morte (ne dubito, onestamente) ma santo cielo, calma...Bel match, forse anche migliore delle aspettative della vigilia, e AJ si conferma un wrestler semplicemente divino che riesce a portare praticamente ogni avversario al suo livello. Il livello medio delle contese di AJ alla WWE è veramente alto e la compagnia lo sa, tant'è che ormai uomo di punta pure lui. Non escludo che venga trasferito a Raw, anche se sarebbe un enorme peccato per SmackDown Live, ma merita quella ribalta e merita di essere spinto pure lì.

WWE UNITED STATES CHAMPIONSHIP: KEVIN OWENS vs CHRIS JERICHO: voto 6.5

Buona contesa ma che ritengo potesse essere ancora migliore dato quello che questi due possono fare. Se non altro è stato un match dove l'odio tra gli atleti si è percepito molto chiaramente. Era una resa dei conti vera e propria ed è stata trattata come tale nella storia del match. Il vincitore era il più logico (anche perchè Jericho se ne sta per andare per il tour dei Fozzy) e Owens, dopo aver perso il titolo Universal, ritorna meritatamente e giustamente con una cintura alla vita. Owens sembra tagliato fuori per ora dalla scena intorno al titolo principale ma ricordiamo che ha ancora una title shot da usare quando vuole...

FATAL 4-WAY ELIMINATION MATCH FOR RAW'S WOMEN'S CHAMPIONSHIP: BAYLEY vs CHARLOTTE vs SASHA BANKS vs NIA JAX: voto 6

Una delusione, un match che potenzialmente poteva essere uno show stealer pari al triple threat dello scorso anno viene enormemente penalizzato dal minutaggio che ha reso impossibile la buona riuscita di un match dove erano previste 3 eliminazioni. Come se poi non bastasse il finale è stato anticlimatico all'ennesima potenza: anzi la mano chi ha ritenuto il match finito sul flying elbow drop di Bayley, una mossa che avrà usato se va bene tre volte in carriera e che le ha fatto vincere esattamente zero match prima di domenica. Un peccato, un enorme peccato. Le donne escono piuttosto male da Wrestlemania (more on that later, come dicono gli inglesi) ma senza alcuna colpa. Vittime delle circostanze senza se e senza ma, purtroppo.

FATAL 4-WAY LADDER MATCH FOR RAW'S TAG TEAM CHAMPIONSHIP: THE HARDY BOYZ vs SHEAMUS and CESARO vs ENZO and BIG CASS vs LUKE GALLOWS and KARL ANDERSON: voto 6

Anche qui il minutaggio ha reso molto difficile andare oltre a un certo livello per questo match ma, onestamente, non è importante perchè questo match è stato solo un pretesto, di fatto, per il grande ritorno degli Hardy Boyz alla WWE. Non in versione "Broken", almeno per ora, ma accolti da un'autentica ovazione del pubblico di Orlando. Questo ritorno credo sia un testamento alle capacità soprattutto di Matt Hardy di reinventare totalmente la propria carriera e essere riuscito, dopo essere entrato in una spirale che lo stava portando in una direzione di vita pessima, a rimettersi in sesto (grazie anche alla moglie Reby) e a essere senza dubbio una delle cose più interessanti prima in ROH (come Big Money Matt) e poi in TNA (con l'epopea del "Broken Universe"). Il loro ritorno, anche se solo per un periodo di pura nostalgia, è un grande risultato per loro e ne sono felice (in più li vedremo, almeno spero, in Italia nel prossimo tour). Non potevano che vincere loro questo match che, purtroppo, è stato un po' troppo breve (ma è anche vero che gli Hardys erano reduci da un altro ladder match la sera prima, quindi più di tanto probabilmente non si poteva fare) ma alla fine contava più il momento e quello, senza dubbio, i 75 mila (probabilmente meno, ma prendiamo per buono il numero farlocco WWE) di Orlando lo hanno decisamente avuto.

NIKKI BELLA e JOHN CENA vs MARYSE e THE MIZ: voto 5

Il match in sè è assolutamente trascurabile: 9 minuti che avrebbero probabilmente anche sfigurato durante SmackDown Live. Tuttavia il vero motivo di questo match lo abbiamo scoperto alla fine (lo sapevamo in realtà da due mesi) e in questo, bisogna ammetterlo, la WWE ha fatto centro. Se questa proposta di matrimonio in diretta tv è finita su Il Fatto Quotidiano, la Gazzetta dello Sport, La Repubblica, sui siti di Radio Deejay e Radio 105 per citare i media italiani, qualcosa vorrà anche dire. Chiaro che da puristi e appassionati di vecchia data storciamo la bocca, ma la quantità di pubblicità derivata da questo segmento è innegabile. Ne avrei fatto a meno? Probabilmente si, ma dal punto di vista dei puri affari questo è stato oggettivamente, per fare un riferimento al baseball, un fuoricampo se non addirittura un grande slam. Una nota: Maryse è una Nikki Bella migliore della vera Nikki, guardare le sue parodie per conferme.

SETH ROLLINS vs TRIPLE H: voto 5

Match anche ben lottato se vogliamo ma troppo lungo. Con 6-7 minuti in meno ci saremmo trovati di fronte a un match molto, molto migliore. Cominciano a diventare un po' troppi i brutti match di Triple H a Wrestlemania: l'anno scorso un gran brutto match con Reigns (e tutti han dato la colpa a quest'ultimo), quest'anno un match con Rollins...due indizi, si dice, fanno una prova. Certamente è ingeneroso, me ne rendo conto, ma questo modello per i match di "The Game" non funziona, inutile negarlo. Se non altro HHH "fa gli onori" molto spesso a Wrestlemania, visto che questa è la sua dodicesima sconfitta nel "Grandaddy of 'em all". Non so cosa faranno con Rollins: ovviamente l'ingresso nella scena titolata, per inerzia, è d'obbligo, ma non lo vedo di nuovo campione a tempo breve, vuoi per la situazione del main event, vuoi perchè non mi pare di vedere enorme fiducia della compagnia nei suoi confronti (che è singolare, contando che gli hanno appena fatto battere Triple H, me ne rendo conto) credo rimarrà a vegetare tra upper midcard e main event, magari affrontando Samoa Joe ma con garanzie di vittoria, in quel caso, credo piuttosto bassine. Stiamo a vedere.

WWE CHAMPIONSHIP: RANDY ORTON vs BRAY WYATT: voto 5

Molto anticlimatico e, almeno in tv, pure brutto. Questa deriva soprannaturale che ha preso Wyatt non mi piace per niente. Oooooh, ora fa apparire un filmato di vermi sul ring...really? Devo impressionarmi? Beh, evidentemente Orton non è rimasto impressionato visto che Wyatt, dopo aver fatto vedere i bacherozzi, si è subito preso una RKO che ha chiuso il match in modo anticlimatico e ha segnato il cambio di titolo. Chiedendo a GP e agli altri che erano allo stadio i "poteri" di Wyatt hanno colpito il pubblico e la cosa è piaciuta, personalmente ho trovato il tutto veramente trash e di pessima qualità. Il risultato alla fine ci sta per la storyline, è il culmine del piano di Randy Orton andato avanti mesi, ora vediamo come utilizzeranno Wyatt. C'è questo "House of Horror" match in arrivo (spero ci sia la sedia elettrica, come nel Chamber of Horrors WCW) e quindi la faida non è finita...ma c'è AJ Styles in agguato e non posso non pensare all'idea di uno Styles vs Orton che, per i tempi moderni WWE, è un piccolo "dream match". Vediamo che fanno.

WWE UNIVERSAL CHAMPIONSHIP: BROCK LESNAR vs GOLDBERG: voto 7

Singolare assegnare un buon voto a un match che alla fine è durato poco meno di 5 minuti ma mi sono divertito un mondo a vedere sti due. Si son cartellati come fabbri tra Spear, Jackhammer, Suplex, Suplex, Suplex, Suplex, Suplex...ok, la smetto, ma live mi son divertito. E' stato esattamente quello da cui tutto è partito: un match da videogioco, "Fantasy Warfare becomes reality". Si può discutere (e lo si è fatto e lo si farà) sulla questione titolo, sul fatto se fosse o meno opportuno avere questo match col titolo in palio (per l'annosa questione dei part-timer che però non è di certo una novità). Mi pare, direi, piuttosto evidente che il piano a lungo (forse lunghissimo) termine per il titolo sia Reigns vs Lesnar e quello a breve termine sia forse Lesnar vs Strowman (sul quale ho più di qualche titubanza ma può essere una buona rissa) quindi quantomeno pianificazione c'è. Positivo o negativo tutto questo? Lo scopriremo nei prossimi mesi, anche perchè dobbiam prima vedere chi spostano tra Raw e SmackDown e se ci saranno arrivi in grado di scuotere le scene main event dei due show.

6-PACK CHALLENGE FOR SMACKDOWN'S WOMEN'S CHAMPIONSHIP: voto 5.5

Premettendo che le donne qui non hanno nessuna colpa il match è stato una perdita di tempo, nonostante un cambio di titolo. 5 minuti e mezzo per un match a 6 persone...perchè? La cosa divertente e triste allo stesso tempo è notare come, alla fine, se c'è da tagliare il tempo a qualcosa a Wrestlemania lo si fa sempre alle donne...bella Divas Revolution. Peccato, perchè le donne di Raw e SmackDown Live non lo meritano minimamente e questo match, dalla collocazione al tempo concesso, è uno schiaffo in faccia bello e buono alla divisione che ha fatto passi da gigante negli ultimi mesi. Vediamo che succede con lo "Shake-up" la prossima settimana, perchè ho la sensazione che Alexa abbia momentaneamente finito e sia in arrivo qualcuno da Raw a prendere il posto di avversaria per la nuova campionessa.

ROMAN REIGNS vs THE UNDERTAKER: voto 6.

Sicuramente una coincidenza, anche se interessante, che probabilmente i due match più importanti della carriera di The Undertaker (come significato almeno) abbiano lo stesso voto in questa rubrica. La fine della streak a Wrestlemania 30 e, ora, il main event di Wrestlemania 33. I punti di contatto tra i due match non finiscono però qui: in entrambi i match le condizioni fisiche del "Deadman" sono state a dir poco deficitarie, purtroppo: una commozione cerebrale contro Brock Lesnar (durante il match) e, a Wrestlemania 33, un problema evidente all'anca e, forse, non solo quello. Il match peraltro con Roman Reigns non era nemmeno iniziato male, anzi stava procedendo anche piuttosto bene ed era in carreggiata per essere un match più che discreto ma poi, dopo il bump sul tavolo, il livello della contesa e, probabilmente, quello fisico di The Undertaker sono drasticamente calati. Si è molto discusso, giustamente, della Tombstone rovesciata non riuscita (per ben 2 volte) e ci si è divisi sulle responsabilità dello spot (personalmente credo che le colpe maggiori siano di Taker, ma a causa dei suoi problemi fisici. Anche nella Last Ride le sue gambe vacillano in modo molto, molto pericoloso) ma non credo personalmente che alla fine sia importante. La vera domanda è: era questa la cosa giusta da fare? La risposta è, onestamente, "Probabilmente si". Non fraintendetemi, Roman Reigns ha moltissimi difetti e ci sono, forse, altrettanti "contro" da contrapporre ai "pro" nell'analisi relativa al fatto se debba essere lui o meno il nuovo volto della compagnia, ma la WWE ha ormai preso questa decisione e, una volta presa, non c'era altro risultato possibile per questo match contando che è l'ultimo del "Deadman". E' la cosa giusta da fare per il business: la vecchia gloria all'ultimo match che fa il passaggio del testimone. Ancora una volta si può discutere una vita, ma è coerente. In più, e qui passiamo al capitolo "Deadman", devo ammettere con enorme malincuore che ho provato molta tristezza nel vedere The Undertaker in quelle condizioni fisiche. Era molto palesemente dolorante e faceva una fatica boia a muoversi...era ora di andare, per il suo bene (non a caso si opererà molto presto per un intervento di sostituzione dell'anca con una artificiale). Se ne è andato, molto probabilmente (la WWE lascia il dubbio, ma sarebbe credo un grosso errore farlo tornare sul ring dopo il finale visto a Wrestlemania 33), nel modo in cui probabilmente doveva andarsene. Magari non con l'avversario giusto, lo ammetto, ma il momento sicuramente lo è (anzi, forse è anche un pelo in ritardo). Roman ora ha questo enorme fardello da portarsi dietro e sarà decisamente interessante vedere come la WWE lo proporrà nei prossimi mesi. Ovviamente ora il pubblico lo odierà ancora di più, è comprensibile, e credo che la WWE debba definitivamente accettare la cosa. Ciò non vuol dire, attenzione, farlo diventare totalmente un heel ma gestirlo con libertà. Il pubblico già lo odia, lasciate che lo odiino. Lasciate che Roman agisca come lunedì a Raw, male non può fargli per me. Wrestlemania, che è di solito il culmine dell'annata WWE ci porta davvero in una nuova era...un'era senza The Undertaker. Vero è che ormai il "Deadman" lo vedevamo una volta all'anno ma ci mancherà. Pesantemente. Lo vedremo alla Hall of Fame (magari già il prossimo anno) ma sarà sempre strano non vederlo più sul ring...è come se mancherà un pezzo a tutti noi appassionati.

PPV: voto 6.5

Wrestlemania 33 è un gran ppv? No. Non è una grande edizione di WM. Wrestlemania 33 è, però, un pay-per-view decisamente solido che lo rendono, nonostante una durata infinita (7 ore compreso il Kickoff!) uno show che, live, è passato decisamente bene. A proposito della durata credo che la WWE nei prossimi anni debba seriamente riconsiderare questa politica...7 ore per uno show di wrestling sono decisamente troppe e tenere la gente all'interno di un edificio o di uno stadio, come in questo caso, fino a mezzanotte inoltrata è una pessima idea (Il buon GP e gli altri nostri "inviati" a Wrestlemania sono rientrati in albergo, complice il traffico schifoso di Orlando, alle 2.30 del mattino, per dire)...davvero vogliamo che le famiglie vadano via così tardi da un evento WWE? Persino Dave Meltzer, che è decisamente tradizionalista, si è convinto che trasformare Wrestlemania in un evento di due giorni possa essere un'ottima soluzione...due show tra 3 ore e mezza-4 ore in due giorni di fila avrebbero reso questa edizione complessivamente migliore e più godibile, sia per il pubblico da casa che per quello allo stadio. Lo show, come detto, è stato solido, sicuramente migliore rispetto all'edizione dell'anno scorso e forse anche migliore rispetto a Wrestlemania 31 che ha avuto però un finale davvero ottimo con l'incasso di Rollins su Reigns e Lesnar. La nuova stagione della WWE ha avuto inizio...sarà davvero una nuova era o sarà "business as usual"? Lo scopriremo presto.

E anche per questa interminabile Wrestlemania abbiamo dato. La WWE tornerà in pay-per-view tra 4 settimane e noi torneremo con lo Stamford Report 4 giorni dopo.

Adios!




Tutte le news sul tuo account Facebook con un LIKE! CLICCA QUI
Segui Tuttowrestling.Com sulla nostra pagina Twitter: @Tuttowrestling


   

Questo sito non è in alcun modo affiliato con alcuna organizzazione professionistica.
I nomi dei programmi, dei lottatori e dei marchi WWE e TNA sono proprietà delle rispettive federazioni.
Copyright © 2017 - Tuttowrestling.Com - P. IVA n° 08331011000

TUTTOWRESTLING HOMEPAGE